Lettera Distribuzione FD

annuncio pubblicitario
Enel-DIS-30/10/2014-0947730
GRUPPO ENEL - DIVISIONE INFRASTRUTTURE E RETI
MACRO AREA TERRITORIALE CENTRO
SVILUPPO RETE TOSCANA E UMBRIA
00040 Pomezia - Casella Postale 229 - Via Spoleto
- F +39 0239652855
[email protected]
Firenze
DIS/MAT/CE/DTR-TOU/SVR/PLA
Spett.le
PROVINCIA FIRENZE
Direzione Generale Sviluppo e Territorio
Direzione Difesa del Suolo e Prot. Civile
Via S. Gallo, 32
50129 FIRENZE FI
Pec: [email protected]
c.a. Ing. Galileo Cacioli Paciscopi
Oggetto: Richiesta di Nulla-Osta per l'installazione di un cavo in fibra ottica autoportante
sulla struttura elettrica esistente, nei punti che interferiranno con il reticolo
idrografico di competenza della Provincia di Firenze in varie località, di diversi
Comuni della Provincia di Firenze.
PRATICA ENEL 865176/AC - ID_500 (da citare nella risposta).
L'ENEL Distribuzione S.p.A. - Divisione Infrastrutture e Reti - Sviluppo Rete Toscana e Umbria
- con sede in Firenze, Via Quintino Sella, 81,
premesso che la stessa Società:
- è titolare della autorizzazione generale per servizio di installazione e fornitura di una rete
pubblica di comunicazione elettronica su tutto il territorio nazionale (n. d'ordine G 427 del
19/02/2013), come da provvedimento rilasciato ai sensi del Decreto Legislativo 1 Agosto
2003 n. 259 dal Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per i Servizi di
Comunicazione Elettronica
- ha necessità, anche al fine di favorire lo sviluppo della banda larga, di installare cavi in fibra
ottica che interferiranno con il reticolo idrografico in oggetto,
CHIEDE
ai sensi del T.U. di leggi sulle "Acque e sugli Impianti Elettrici" (R.D. 11/12/1933 n° 1775) il
consenso alla realizzazione degli impianti in oggetto. Detti lavori verranno eseguiti a perfetta
regola d'arte secondo le vigenti norme CEI e di legge in materia di costruzione di impianti
elettrici e di telecomunicazione.
Id.18320038
Si comunica che ogni comunicazione attinente la presente richiesta dovrà essere inviata al
seguente indirizzo: ENEL Distribuzione S.p.A. - Sviluppo Rete/PLA Via Spoleto Casella Postale
229 - 00040 Pomezia, oppure all'indirizzo di posta elettronica [email protected],
citando la Pratica ENEL 865176/AC - ID_500; per qualsiasi informazione al riguardo potrete
1/2
Enel Distribuzione SpA - Società con unico socio - Sede legale 00198 Roma, via Ombrone 2 - Registro Imprese di Roma, C.F. e P.I. 05779711000 R.E.A. 922436 - Capitale Sociale Euro 2.600.000.000,00 i.v. - Direzione e coordinamento di Enel SpA
contattare direttamente il ns. dipendente Sig. Bandini Claudio ai n° tel. 055-5233389 cell.
329 5950542, e-mail: [email protected]
Distinti saluti.
Si allegano i seguenti documenti:
-
Modello di richiesta Prov. FI;
Planimetria generale degli interventi;
Piano Tecnico;
Versamento oneri istruttori.
Luciano Becucci
Un Procuratore
_SignatureField2_P3
_SignatureField2_P1
_SignatureField1_P3
_SignatureField1_P1
Il presente documento è sottoscritto con firma digitale ai sensi
dell'art. 21 del d.lgs. 82/2005. La riproduzione dello stesso su
supporto analogico è effettuata da Enel Servizi e costituisce una
copia integra e fedele dell'originale informatico, disponibile a
richiesta presso l'Unità emittente.
2/2
RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA:
Motivazioni dell’intervento e delle scelte localizzative del tracciato:
Enel Distribuzione S.p.A. ha necessità, al fine di favorire lo sviluppo della banda larga, di
installare un cavo in fibra ottica sull’infrastruttura elettrica esistente (elettrodotto MT e BT
aereo) ubicato tra le località di Olmo e Polcanto nei Comuni di Fiesole, Vaglia e Borgo San
Lorenzo.
L’intervento consisterà nella posa di un cavo in fibra ottica autoportante sulla struttura
dell’elettrodotto esistente sopracitato, nel tratto che si sviluppa dal punto A1 al punto Z1
come meglio evidenziato nella planimetria allegata.
In particolare tra i punti A1 – C ed E – Z1 la posa del cavo in fibra ottica verrà realizzata su
tratti di elettrodotto aereo MT, mentre tra i punti C e D su un tratto di elettrodotto aereo BT.
Tra i punti E – D sarà necessario posare un nuovo tratto di solo cavo in fibra ottica al fine
di ricollegare le due tratte dell’elettrodotto aereo esistente.
L’intervento che andiamo a proporre andrà ad interferire con i seguenti corsi d’acqua:
- Punto I–8 “Fosso Lastricatino Indicatorio” alle coordinate Gauss Boaga
X = 1688144.75 Y = 4859574.5;
- Punto I-9 Affluente in sx idraulica del “Fosso del Lago” alle coordinate Gauss Boaga
X = 1688168.13 Y = 4860117.5;
- Punto I-10 “Fosso del Lago” alle coordinate Gauss Boaga X = 1688313
Y = 4860672;
- Punto I-11 “Fosso del Lago” alle coordinate Gauss Boaga X = 1688812.88
Y = 4861513;
- Punto I-12 “Fosso della Buia” alle coordinate Gauss Boaga X = 1688875.38
Y = 4861612;
- Punto I-13 “Affluente in dx idraulica del “Fosso del Lago” alle coordinate Gauss Boaga
X = 1689538.63 Y = 4862683;
- Punto I-14 “Fosso del Lago” alle coordinate Gauss Boaga X = 1689361.29
Y = 4862915.23.
Per rendere possibile detta attività, l’elettrodotto esistente, sarà oggetto di modesti
interventi di adeguamento tecnico, consistenti nella sostituzione dei sostegni esistenti che
non risulteranno idonei, con dei nuovi aventi caratteristiche meccaniche adeguate alle
variate condizioni di tiro dei conduttori elettrici e del cavo ottico ivi transitanti, ed altezza
tale da permettere il rispetto dei franchi e delle distanze dai corsi d’acqua interferiti previsti
dalla normativa vigente.
Si evidenzia che tale adeguamento tecnico non riguarderà gli attuali conduttori
dell’elettrodotto.
Il cavo in fibra ottica di nuova posa è dielettrico e autoportante (ADSS) per linee elettriche
aeree.
L’interferenza della linea elettrica aerea esistente con il Fosso di Buia (I-12) é
oggetto del Nulla Osta n. 6981 del 29/03/2000 rilasciato dall’ufficio del genio civile di
Firenze, per la quale viene pagato regolarmente il canone demaniale.
Per le altre interferenze non sono stati rinvenuti i prescritti nulla osta ai fini idraulici.
La costruzione dell’impianto in progetto verrà eseguita a perfetta regola d’arte secondo le
vigenti prescrizioni in materia d’impianti di telecomunicazioni e d’impianti elettrici.
Per una migliore identificazione e descrizione dei lavori oggetto dell’intervento, si rimanda
agli elaborati grafici allegati al presente fascicolo.
dettagli esemplificativi delle modalità di posa del cavo
in F.O.
Esempi:
Linea in cavo aereo e cavo in fibra ottica sottostante
Linea aerea in conduttori nudi e cavo in fibra ottica sottostante
Linea aerea in conduttori nudi e cavo in fibra ottica sottostante
Linea aerea in conduttori nudi e cavo in fibra ottica sottostante
LINEE ELETTRICHE MT
CAVO A FIBRE OTTICHE
PRESCRIZIONI DI COSTRUZIONE E COLLAUDO
CAVO OTTICO DIELETTRICO AUTOPORTANTE (ADSS)
CON PROTEZIONE ALLA PENETRAZIONE DA PALLINI
DA CACCIA PER LINEE ELETTRICHE AEREE MT
Enel Distribuzione
Pagina 2 di 5
DC FO 01
Rev 0
Marzo 2011
Scopo
Le presenti prescrizioni hanno lo scopo di indicare le principali caratteristiche costruttive e di stabilire le
modalità di collaudo cavo ottico autoportante (ADSS) con protezione alla penetrazione da pallini da caccia
per linee elettriche aeree MT
1 Campo di applicazione
Le presenti prescrizioni si applicano ai cavo ottico autoportante in linee aeree MT.
2
Caratteristiche tecnico-costruttive
Matricola :
Il disegno non in scala, é puramente indicativo ed é
relativo ad una possibile tipologia di cavo ottico
1 Elemento centrale in vetroresina 2 Tubetto (“loose tube”) con fibre ottiche
3 Fibre ottiche (12 per tubetto) 4 Tamponante sintetico interno 5 Nucleo “Dry core” con polveri e/o filati
igroespandibili 6 Legatura o fasciatura 7 Guaina interna in politene
8 Armatura in piattine di rinforzo in vetroresina 9 Filo taglia guaina 10 Filati aramidici di rinforzo
11 Guaina esterna in politene
Per campata
massima 200 m
CARATTERISTICHE DIMENSIONALI E
COSTRUTTIVE DEL CAVO
Diametro esterno
Guaina esterna
Barrette Vetroresina
Doppia fasciatura
Guaina interna
Tubetti di protezione dei gruppi
di fibre ottiche
cavo
Elemento di supporto
centrale
Fibre ottiche
Materiale
Spessore (mm)
Spessore (mm)
Materiale
Materiale
Spessore (mm)
Materiale
Interstizi
Tipo di tamponante
Numero tubetti
Diametro esterno (mm)
Spessore (mm)
Disposizione degli elementi nel
Materiale
Diametro (mm)
Numero
Modularità
Per campata
massima 350 m
16 mm
Politene AD
>1,5 mm
>0,8 mm
Filati dielettrici
Politene AD
>1,0 mm
Non metallico
Tamponati dry core
Polveri o filati igroespandibili
6
>2,3 mm
>0,45 mm
Ad elica chiusa o SZ
18 mm
Politene AD
>1,5 mm
>0,8 mm
Non metallico
>2,5 mm
24÷72
12
d 320
t350.000
2300
Politene AD
>1,0 mm
Non metallico
Tamponati dry core
Polveri o filati igroespandibili
6
>2,3 mm
>0,45 mm
Ad elica chiusa o SZ
(daN)
Non metallico
>2,5 mm
24÷72
12
d 250
t260.000
1600
Massimo sforzo di trazione applicabile (M.A.T) Tmax
(daN)
800
1200
Carico di rottura
(valido solo in relazione a prestazioni meccaniche)
Raggio minimo di curvatura durante l’installazione
Raggio minimo di curvatura permanente
(daN)
(mm)
(mm)
t 4000
20 volte il diametro
15 volte il diametro
t 8000
20 volte il diametro
15 volte il diametro
Peso unitario del cavo completo
EA
Massimo sforzo di trazione durante la posa Tavmax
(g/m)
(daN)
Scarica