Scarica il programma della gita - Club Alpino Italiano

annuncio pubblicitario
CLUB ALPINO ITALIANO
SEZIONE DI PORDENONE
PIAZZETTA DEL CRISTO 5/A - tel. 0434/522823
Domenica 26 giugno 2011
Gartnerkofel 2.195 m
Alpi Carniche - Passo Pramollo - Austria
È una montagna imponente e particolarmente isolata che si eleva sopra gli alti pascoli di Watschiger, con il
grande crestone nord occidentale il cui fianco è inciso da tre profonde gole. Presenta uno sviluppo
orografico complesso, a semicerchio, in cui si notano due cime, quella principale di 2.195 m con la grande
croce in ferro e quella sud orientale di 2.154 m, e numerose torri sul crestone nord est. L’area è famosa
per la presenza della rara Scrofulariacea: Wulfenia carinthiana Jacq.; il nome stesso del monte infatti
tradotto in italiano significa “giardino fiorito”.
ITINERARIO
Dal Passo Pramollo 1.530 m ci
incamminiamo lungo la strada asfaltata
che si stacca sulla destra subito
superato il confine di Stato, in
direzione della chiesetta sovrastante il
passo. Raggiungiamo in breve l'albergo
Alpenhof Plattner che superiamo e
giungiamo alla Watschiger Alm 1.625
m con l'attiguo simpatico laghetto.
Superata la bella malga, sul fianco
orientale del piccolo lago si stacca il
sentiero CAI n.410 che risale lungo
l’ampia pista per lo sci dove è collocata
la prima di una lunga serie di tabelle
(Diorama) in cui viene rappresentata
l’area del passo com’era 300 milioni di
anni fa. Si continua a salire in direzione
della visibile selletta tra il Gartnerkofel ed il Kammleiten denominata Kühlweger Törl 1.912 m all’inizio
della cresta NO: dal versante opposto della sella giunge il sentiero “Reperti” proveniente da Moderdorf e
noto e frequentato per le stazioni floristiche che attraversa. Prima di proseguire sulla destra per la cima
del Gartenerkofel, si può effettuare una breve deviazione per salire al cucuzzolo del Kammleiten 1.955 m
sul quale due ulteriori tabelle illustrano la storia della Terra e le faune contenute in rocce variopinte
(analoghe a quelle della Creta d’Aip). Tornati brevemente alla sella, si formeranno due gruppi che saliranno
al Gartnerkofel per due vie diverse tra loro per le difficoltà oggettive dell’itinerario.
Gruppo “A” : sulla sella si prosegue verso il crestone NO (Westgrat-Uiberlacher steig) per evidenti
tracce di sentiero tra i mughi fino ad un tratto di cresta molto ripido che si può evitare verso destra. Le
segnalazioni indicano subito dopo dove salire per più facili roccette gradinate, canalini e caminetti superati
i quali si raggiunge il panoramico filo di cresta a 2.030 m. Si segue ora lo sviluppo orografico della cresta
oltrepassando le uscite delle tre profonde gole che incidono il versante SO, guadagnando subito dopo la
vetta a 2.195 m, con la grande croce.
Gruppo “B” : si prende il sentiero che sale lungamente costeggiando la parete SO del Gartnerkofel fino a
raggiungere il bivio di q.ta 1.950 m dove una ulteriore tabella illustra il tipo di roccia che costituisce il
Gartenerkofel (Dolomia del Trias medio); da qui si sale sulla sinistra fino a raggiungere la selletta di q.ta
2.075 m, intagliata tra le due cime del Gartnerkofel. Si rimonta ora il versante SE su ripide tracce fino a
raggiungere dopo numerose serpentine la croce sommitale del Gartnerkofel.
Discesa : Si ripercorre a ritroso la via comune fino a raggiungere la selletta di quota 2.075 m. Sempre
seguendo il sentiero sotto la selletta, si giunge in breve al bivio di q.ta 1.950 m; imbocchiamo sulla destra
il sentiero CAI n.411 che costeggia in leggera discesa la base delle rocce della cima sud-est fino al poggio
prativo di q.ta 1.900 m dove il punto panoramico è spiegato dalla tabella n. 4 in cui viene trattato il
“fango calcareo pietrificato”. In breve si scende al Gartner Sattel 1.863 m, dove la tabella illustra dei
conglomerati quarziferi e un ulteriore tabella sul versante della Gartnitzen Alm indica delle rocce con
l’impronta di felci pietrificate. Si tralascia la pista forestale che scende sulla destra verso la Watschiger
Alm, e imbocchiamo di fronte a noi il sentiero CAI n.510 in direzione del Monte Carnizza 1.930 m e del
Monte Auernig 1.863 m. Il sentiero porta al dosso prativo del Gugga 1.928 m, aggira a nord la cima del
Monte Carnizza 1.930 m dove tre tabelle illustrano rispettivamente dei microfossili, strati rocciosi con
Brachiopodi e l’area di una vecchia miniera di carbon fossile. L’itinerario prosegue in discesa lungo la
cresta ovest del Monte Carnizza, supera la sella di q.ta 1.823 m (bivio con il sentiero CAI n. 501), sale
brevemente alla vetta panoramica del Monte Auernig 1.863 m, con la tabella raffigurante la storia
geologica nella quale si sono formate le sue rocce stratificate. Ritornati sui nostri passi, al bivio prendiamo
il sentiero CAI n.411, che scende sulla nostra sinistra con ripide serpentine verso il Passo Pramollo. Al
bivio di q.ta 1.750 m, lasciamo il sentiero CAI e deviamo a destra su una traccia segnata che in leggera
diagonale scende ad attraversare la pista da sci e conduce direttamente all’Alpenhof Plattner .
Orari e Tempi approssimativi
DISLIVELLO – 835 m ; DIFFICOLTÁ – Gruppo“A” - “EE” (la salita per il crestone NO presenta alcuni
passaggi in roccia che richiedono piede fermo e assenza di vertigini); Gruppo“B” - “E”;
EQUIPAGGIAMENTO – normale da escursione, consigliati i bastoncini;
ORARI - Partenza dal parcheggio di via Montereale ore 07.00 precise;
QUOTA DI PARTECIPAZIONE - € 1,00; MEZZI DI TRASPORTO - Auto proprie;
CARTOGRAFIA – Carta TABACCO foglio n. 018 – Alpi Carniche, scala 1 : 25.000;
Gli Accompagnatori di Escursionismo Ezio Buna & Franco Protani si riserveranno la facoltà di apportare
variazioni al programma qualora le condizioni della montagna o meteorologiche lo richiedessero.
LA COMMISSIONE ESCURSIONISMO
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard