Lettera del Comitato Direttori al MInistro Gelmini

annuncio pubblicitario
28 maggio 2010
Al Ministro della Istruzione,
Università e Ricerca
On. Mariastella Gelmini
e. p.c.
Al Direttore Generale per il
coordinamento e lo sviluppo
della ricerca
Dott. Antonio Agostini
Oggetto: Soppressione dellʼIstituto Nazionale di Astrofisica
Il testo preliminare del decreto legge recante misure urgenti in materia di
stabilizzazione finanziaria e di competitività economica prevede che l'Istituto
Nazionale di Astrofisica (INAF) confluisca nel Consiglio Nazionale delle
Ricerche.
Come Lei sa, nel corso degli ultimi 11 anni questa sarebbe la terza "riforma"
strutturale che investe l'INAF, Istituto formatosi nel 1999 e profondamente
riformato nel 2003.
Nonostante le difficoltà di questi anni il nostro Paese, grazie ai ricercatori
dellʼINAF, ha migliorato e consolidato la sua posizione internazionale nel
campo della ricerca astronomica, disciplina che, oltre ad una notevole valenza
scientifica e culturale, ha notevoli ricadute sull'industria nazionale che così ha
potuto competere per la realizzazione di strumentazione scientifica di
avanguardia. Risultati ottenuti grazie alla partecipazione attiva e qualificata di
giovani ricercatori non strutturati che si dimostrano sempre estremamente
competitivi nel panorama europeo e mondiale.
Oggi, le ragioni che portarono alla costituzione dell'INAF appaiono intatte.
Una struttura indipendente ha infatti, oltre ad una migliore capacità di
promuovere la ricerca di punta, anche quella di rappresentare autorevolmente
l'Italia nei grandi progetti internazionali.
Questa e' una sfida che la comunità astrofisica italiana si sente in grado di
affrontare in modo autonomo anche considerando che, sotto l'impulso del
MIUR, si è avviata una fase di riordino di tutti gli Enti di Ricerca. Per l'INAF in
particolare questo riordino può consentire un adeguamento dell'assetto
organizzativo/gestionale dellʼEnte con un più stretto collegamento fra la
dirigenza e la comunità dei ricercatori assieme ad una semplificazione delle
sovrastrutture amministrative/burocratiche.
La confluenza in un altro Ente di ricerca, anche di grande prestigio nazionale
ed internazionale, inevitabilmente getterebbe l'Astronomia italiana in un nuovo
periodo di stallo, quanto meno dal punto di vista burocratico. Lʼesperienza ha
dimostrato che modifiche strutturali profonde implicano costi nascosti che in
una riforma a costo zero finiscono per assottigliare le risorse da impiegare
nella ricerca.
Per questi motivi i direttori delle 20 strutture dell'INAF dichiarano la loro netta
contrarietà alla prospettiva dello scioglimento dell'Ente.
Alessandro Capetti
Enrico Cappellaro
Angioletta Coradini
Stefano Cristiani
Nichi DʼAmico
Massimo Della Valle
Luigina Feretti
Flavio Fusi-Pecci (non raggiungibile)
Emanuele Giallongo
Dario Maccagni
Reno Mandolesi
Carlo Morello
Emilio Molinari
Francesco Palla
Giovanni Pareschi
Bruno Sacco
Salvatore Sciortino
Oscar Straniero
Gianni Strazzulla
Pietro Ubertini
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard