1 - Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest

advertisement
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE
1.
IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA
SOCIETÀ
Bayer CropScience S.r.l.
V.le Certosa 130 – MILANO
Numero di chiamata di
urgenza/emergenza
02.3978.2282
Descrizione del prodotto
Nome del prodotto
SUGARBETA PLUS SE
Utilizzo
Erbicida
2.
COMPOSIZIONE / INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI
Suspo-emulsione (SE) contenente: 7,2% di fenmedifam (75 g/l), 1,4% di desmedifam (15 g/l), 11,1% di
etofumesate (115 g/l).

Fenmedifam
Numero CAS
Numero indice
Numero EINECS
Simboli
Frasi R
Concentrazione
13684-63-4
--------N
50/53
7,21 % w/w (= 75 g/l)
 Desmedifam
Numero CAS
Numero indice
Numero EINECS
Simboli
Frasi R
Concentrazione
13684-56-5
--------N
50/53
1,44 % w/w (= 15 g/l)
 Etofumesate
Numero CAS
Numero indice
Numero EINECS
Simboli
Frasi R
Concentrazione
26225-79-6
--------N
51/53
11,06 % w/w (=115 g/l)
 Poliglicoletere di alcool grasso con 6-15 n° moli di etossilazione
Numero CAS
Numero indice
Numero EINECS
Simboli
Frasi R
Concentrazione
Data di emissione: 01/12/2003
------------Xn
22-41
<= 5,0 % w/w
Rev. 20/07/2005
1
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
3.
SUGARBETA PLUS SE
IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI
 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente
acquatico.
4.
INTERVENTI DI PRIMO SOCCORSO
Istruzioni generali
 Togliersi di dosso immediatamente gli indumenti contaminati e smaltirli in modo sicuro.
 Portare l’infortunato all’aria aperta.
Prime cure
Inalazione
 Allontanare l’infortunato dalla zona contaminata, portarlo all’aria aperta e chiamare un medico.
Contatto con la pelle
 Lavarsi immediatamente con acqua e sapone.
 Se i sintomi persistono, chiamare un medico.
Contatto con gli occhi
 Risciacquare accuratamente gli occhi con acqua.
 Consultare un medico oculista.
Ingestione
 Non provocare il vomito, consultare il medico.
 Sciacquare la bocca con acqua e far bere molta acqua.
 Somministrare carbone vegetale attivo.
Istruzioni per il medico
 Sintomi: Irritazione gastro-intestinale, sensibilizzazione.
 Rischi: Questo prodotto, sebbene sia un carbammato, NON è un inibitore della colinesterasi.
In seguito a ingestione, vi è il rischio che il prodotto entri nei polmoni in caso di vomito.
Rischio di polmonite.
 Misure terapeutiche: La terapia deve essere sintomatica.
In caso di ingestione di piccole quantità o di dosi maggiori, considerare le seguenti misure:
- intubazione endotracheale e lavanda gastrica, seguita da somministrazione di carbone vegetale attivo.
- Monitoraggio della funzionalità renale e respiratoria.
- Eliminazione per dialisi (diuresi alcalina forzata).
5.
MISURE ANTINCENDIO
 Mezzi di estinzione idonei: Misure di estinzione adatte alle aree dell’incendio.
 Rischi specifici durante le misure antincendio: Il prodotto non è infiammabile.
 Indumenti protettivi speciali per i vigili del fuoco: Usare autorespiratore.
Indossare indumenti protettivi completi.
 Ulteriori informazioni: Raffreddare i contenitori in pericolo con getto di acqua vaporizzata.
6.
PROVVEDIMENTI IN CASO DI DISPERSIONE ACCIDENTALE
 Indossare equipaggiamento protettivo personale. Le persone sprovviste di protezione devono essere
allontanate.
 Non scaricare nella rete fognaria / acqua superficiale / acqua freatica.
 Raccogliere gli spandimenti del prodotto con materiale assorbente (ad es. sabbia, terra).
 Smaltire il materiale assorbito osservando la normativa sui rifiuti.
Data di emissione: 01/12/2003
Rev. 20/07/2005
2
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE
 Per le informazioni relative all’equipaggiamento protettivo, vedere il capitolo 8.
 Per le informazioni relative allo smaltimento dei rifiuti, vedere il capitolo 13.
7.
MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO
Manipolazione
 Tenere il contenitore ben chiuso.
Stoccaggio









8.
Conservare nel contenitore originale.
Conservare in un’area con pavimento resistente ai solventi.
Non conservare a temperatura inferiore a – 5 °C.
La temperatura di stoccaggio dovrebbe essere di norma inferiore a 30 °C e raggiungere al massimo i 50 °C.
Non conservare insieme ad alimenti.
Classe di magazzinaggio tedesca: 12, liquidi non combustibili.
Periodo di stoccaggio: 24 mesi.
Temperatura di stoccaggio: < 28 °C.
Il prodotto è stabile nelle condizioni di stoccaggio raccomandate.
PROTEZIONE PERSONALE / CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE
Vedere il Capitolo 7; non sono necessarie ulteriori misure oltre a quelle riportate.
In caso di manipolazione libera e di possibile contatto con il prodotto:
Protezione delle vie respiratorie
 Apparato protettivo per la respirazione in caso di formazione di aerosol o nebbia: maschera di protezione
respiratoria con filtro di associazione A/P2.
Protezione delle mani
 Guanti resistenti ai solventi organici.
Protezione degli occhi
 Occhiali di sicurezza molto aderenti.
Protezione della pelle e del corpo
 Indumenti protettivi resistenti ai solventi organici.
Igiene del lavoro
 Tenere lontano da alimenti, bevande e mangimi per animali.
 Evitare il contatto con la pelle e con gli occhi.
 Togliersi di dosso immediatamente gli indumenti contaminati.
 Dopo l’orario di lavoro e durante le pause, pulire accuratamente le aree della pelle contaminate.
9.
PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE
Metodo di prova
Aspetto



Forma: liquido (suspo-emulsione)
Colore: giallo chiaro
Odore: lievemente aromatico
Dati di sicurezza



pH
Densità:
Solubilità in acqua:
Data di emissione: 01/12/2003
4,5 a 10 g/l (20 °C)
1,018 g/cm3 a 20 °C
disperdibile
Rev. 20/07/2005
3
CIPAC Handbook MT 75
DIN 51757
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE





Punto di infiammabilità:
> 100 °C
Temperatura di autocombustione: il prodotto non è auto-combustibile
Coefficiente di ripartizione (n-ottanolo/acqua): - fenmedifam: log Pow: 3,59
- etofumesate: log Pow: 2,8
- desmedifam: log Pow: 3,39
Viscosità, dinamica:
137 – 261 mPa.s a 20 °C
Esplosività:
il prodotto non è esplosivo
DIN 51758
10. STABILITÀ E REATTIVITÀ
 Materiali da evitare: agenti ossidanti.
 Prodotti di decomposizione pericolosi: nessuna decomposizione, se il prodotto è conservato e utilizzato
secondo le indicazioni.
 Reazioni pericolose: nessuna reazione pericolosa, se il prodotto è conservato e manipolato seguendo le
indicazioni prescritte.
11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE
Tossicità acuta
 DL50 orale, ratto: > 2000 mg/kg
 DL50 cutaneo, ratto: > 2000 mg/kg



OECD 401
OECD 402
Irritazione della pelle/coniglio: Classificazione: non irritante
Risultato: lieve irritazione
OECD 404
Irritazione degli occhi/coniglio: Classificazione: non irritante
Risultato: lieve irritazione
OECD 405
Sensibilizzazione: Test di Buehler nella cavia
Classificazione: non ha provocato alcuna sensibilizzazione negli animali di laboratorio.
Risultato: non sensibilizzante
OECD 406
Guinea Pig Maximisation Test (GPMT)
Classificazione: può causare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
Risultato: sensibilizzante
OECD 406, test di Magnusson & Kligman

Tossicità a dose ripetuta orale, ratto (90 gg): NOEL: 3,5 mg/kg
(il valore riportato si riferisce al principio attivo fenmedifam)



Valutazione di mutagenicità: vari test in vitro non indicano attività genotossica.
Valutazione di cancerogenesi: esperimenti su animali non mostrano effetti cancerogeni.
Valutazione di teratogenesi: esperimenti su animali non mostrano effetti teratogeni.
12. INFORMAZIONI ECOLOGICHE
Ittiotossicità:
 CL50: 40 mg/l (96 h); Oncorhynchus mykiss, test semi-statico
OECD 203
Tossicità su dafnie:
 CE50: 18 mg/l (48 h); Daphnia magna, test statico
OECD
Tossicità per le alghe:
 CI50: 3,3 mg/l (72 h); Senedesmus subspicatus
OECD 201
Data di emissione: 01/12/2003
Rev. 20/07/2005
4
202
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE
13. OSSERVAZIONI SULLO SMALTIMENTO
Trattamento dei rifiuti
 Il prodotto non deve essere eliminato assieme alla comune immondizia civile. Impedire che raggiunga il
sistema delle acque luride.
 Codice rifiuto secondo il catasto europeo rifiuti (C.E.R.): 020108, rifiuto agrochimico contenente sostanze
pericolose.
Trattamento degli imballi/contenitori
 Non utilizzare i contenitori per altri prodotti.
 Smaltire come prodotto non utilizzato.
14.
INFORMAZIONI SUL TRASPORTO
 Trasporto terrestre
ADR/RID
N° ONU
Classe
PG
N° pericolo
Descrizione della merce
 Trasporto fluviale
ADNR
N° ONU
Classe
PG
Categoria
Descrizione della merce
 Trasporto marittimo
IMDG/IMO
N° ONU
Classe
PG
EmS
Inquinante marino
Descrizione della merce
 Trasporto aereo
ICAO/IATA
N° ONU
Classe
PG
Descrizione della merce
Data di emissione: 01/12/2003
3082
9
III
90
3082, materia pericolosa per l’ambiente, liquida, n.a.s.
(SOLUZIONE DI
FENMEDIFAM/DESMEDIFAM/ETOFUMESATE)
3082
9
III
-materia pericolosa per l’ambiente, liquida, n.a.s.
(SOLUZIONE DI
FENMEDIFAM/DESMEDIFAM/ETOFUMESATE)
3082
9
III
NO
P
materia pericolosa per l’ambiente, liquida, n.a.s.
(SOLUZIONE DI
FENMEDIFAM/DESMEDIFAM/ETOFUMESATE)
3082
9
III
materia pericolosa per l’ambiente, liquida, n.a.s.
(SOLUZIONE DI
FENMEDIFAM/DESMEDIFAM/ETOFUMESATE)
Rev. 20/07/2005
5
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE
15. * INFORMAZIONI SULLA NORMATIVA
Questo prodotto è classificato ed etichettato in conformità alla Direttiva CEE sui preparati pericolosi
1999/45/CE e successivi adattamenti.
Simboli
Xi
N
Irritante
Pericoloso per l’ambiente
Frasi di rischio:
R 43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
R 51/53 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente
acquatico.
Consigli di prudenza:
S 24
Evitare il contatto con la pelle.
S 35
Non disfarsi del prodotto e del recipiente se non con le dovute precauzioni.
S 37
Usare guanti adatti.
S 57
Usare contenitori adeguati per evitare l’inquinamento ambientale.
Questa etichettatura non va applicata su prodotti in confezione destinata al consumo diretto. A tale scopo
riferirsi alla normativa nazionale.
----------Classificazione Italiana, secondo la registrazione del Ministero della Salute Italiano Nr. 11160 del
24.01.2002.
Simboli
Xi
N
Irritante
Pericoloso per l’ambiente
Frasi di rischio:
R 43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
R 51/53 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente
acquatico.
Consigli di prudenza:
S2
Conservare fuori dalla portata dei bambini.
S 13
Conservare lontano da alimenti o mangimi e da bevande.
S 20/21Non mangiare, né bere, né fumare durante l'impiego.
S 29
Non gettare i residui nelle fognature.
S 36/37Usare indumenti protettivi e guanti adatti.
S 46
In caso di ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il contenitore o l'etichetta.
S 61
Non disperdere nell'ambiente. Riferirsi alle istruzioni speciali/schede informative in materia di
sicurezza.
16. ALTRE INFORMAZIONI
Testo di tutte le frasi di rischio R, cui si fa riferimento ai capitoli 2 e 3:
R 22 Nocivo per ingestione.
R 41 Rischio di gravi lesioni oculari.
R 43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
R 50/53 Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per
l’ambiente acquatico..
R 51/53 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente
acquatico.
Data di emissione: 01/12/2003
Rev. 20/07/2005
6
2001/58/CE
SCHEDA DI SICUREZZA
SUGARBETA PLUS SE
Il presente profilo di sicurezza è ripreso dalla SDS n° 102000000756 del 13/03/2003 (versione 1) di Bayer
CropScience AG (SDS 04991301) (specification n° 21693).
 Indirizzi in caso di incendi o danni durante il trasporto e per le emergenze:
BAYER S.p.A. – Servizio di Reperibilità Tecnica
V.le Certosa 130 Milano
Tel. 02.3978.2282
Le informazioni fornite dal presente profilo di sicurezza sono descritte in accordo con le linee guida
stabilite dalla Direttiva CEE 1991/155/CE e modifiche. Questa scheda di sicurezza completa le
istruzioni per l’uso ma non le sostituisce. Le informazioni contenute sono basate sulla conoscenza
disponibile del prodotto in oggetto al momento della compilazione e sono fornite in buona fede. Si
ricorda agli utilizzatori dei possibili rischi nell’uso di un prodotto per scopi diversi da quelli per cui è
stato indicato.
Queste informazioni sono basate sulla nostra attuale conoscenza. Non devono quindi essere intese
come garanzia per ciò che concerne le proprietà specifiche del prodotto descritto o della sua
idoneità ad un'applicazione particolare.
(*) = capitoli modificati rispetto alla revisione precedente.
Data di emissione: 01/12/2003
Rev. 20/07/2005
7
2001/58/CE
Scarica