carta dei servizi socio sanitari

annuncio pubblicitario
CARTA DEI SERVIZI
SOCIO SANITARI
ASL
DI
VALLECAMONICA - SEBINO
NUOVA EDIZIONE OTTOBRE 2012
Vicini al cittadino: non è uno slogan, ma un impegno concreto da tradurre ogni giorno in
realtà. La Carta dei Servizi è una delle risposte operative a tale impegno. E’ stata preparata con
cura e competenza, perché risulti gradevole anche nell’impaginazione, nelle veste tipografica e
soprattutto utile e di facile consultazione.
A giusta ragione, talvolta si lamenta la distanza tra le istituzioni e i cittadini, ma le distanze si
accorciano se funziona una buona informazione e se si offrono strumenti che, avvalendosi delle
migliori tecniche comunicative, pongono nella condizione di accelerarere i tempi burocratici, di
evitare file estenuanti, di avere in tempo reale l’indicazione precisa di ciò che si deve fare, a chi
rivolgersi e dove indirizzarsi. Se poi si tratta di un cittadino, per così dire “speciale”, nel senso che
chiede servizi inerenti al bene prezioso e unico della Salute, sia in termini di prevenzione che di
diagnosi e di cura, allora l’informazione non risponde solo al bisogno di trasparenza, ma al dovere
di un’assistenza tempestiva dentro percorsi purtroppo già di per se carichi di preoccupazione.
Chiunque, in qualunque situazione o emergenza venga a trovarsi, non deve correre di qua o
di là per avere la risposta al suo problema, perché con la Carta dei Servizi ha con sé, nella propria
casa, l’“ufficio informazioni” competente.
Il tema della sanità rappresenta davvero il termometro di una civiltà: proprio per questo desidero
comunicare che mi farò interprete attento delle istanze del territorio, che saprò ascoltare soprattutto
le voci del disagio ed operare di conseguenza. Con questo spirito e con questa consapevolezza
intendo caratterizzare il mio mandato assicurando la gente della Vallecamonica che troverà in
me un interlocutore che, senza fare miracoli, cercherà di soddisfare al meglio bisogni e necessità,
confidando nella preziosa collaborazione di tutto il personale.
Senza enfasi e retorica, noi ASL di Vallecamonica-Sebino vogliamo essere al servizio del cittadino
con il messaggio rappresentato dalla Carta dei Servizi, revisionata nelle sue voci, aggiornata nei
suoi contenuti, immutata nelle sue finalità.
Renato Pedrini
Direttore Generale
PRESENTAZIONE
E PRINCIPI
FONDAMENTALI
L’ASL DI VALLECAMONICA-SEBINO di Breno è un’Azienda pubblica
che provvede ad assicurare ai cittadini nel proprio territorio i servizi e le
prestazioni di:
• prevenzione collettiva;
• medicina di base;
• medicina specialistica e semiresidenziale;
• assistenza ospedaliera;
• assistenza sanitaria residenziale a persone
non autosufficienti e lungodegenti;
• assistenza sociale.
VEZZA D'OGLIO
INCUDINE
MONNO
PONTE DI LEGNO
TEMÙ
VIONE
EDOLO
SONICO
CORTENO GOLGI
MALONNO
BERZO DEMO
PAISCO - LOVENO
CEDEGOLO
SELLERO
LOZIO
BORNO
OSSIMO
PIANCOGNO
ANGOLO TERME
ONO S. PIETRO
CERVENO
LOSINE
MALEGNO
CEVO
CAPO DI PONTE
PASPARDO
CIMBERGO
CETO
BRAONE
NIARDO
BRENO
CIVIDATE CAMUNO
PRESTINE
BIENNO
BERZO INFERIORE
ESINE
DARFO BOARIO TERME
GIANICO
ARTOGNE
PIAN CAMUNO
PISOGNE
SAVIORE DELL'ADAMELLO
Comuni
compresi
nell’ambito
territoriale
dell’ASL
Le sedi
principali
BRENO
Via Nissolina, 2
TEL. 0364/329.1
SEDE LEGALE
DIREZIONE:
IL DIRETTORE GENERALE - Dr. Renato Pedrini
IL DIRETTORE SANITARIO - Dr. Fabio Besozzi Valentini
IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO - Dr.ssa Eva Colombo
IL DIRETTORE SOCIALE - Dr.ssa Aure Parolini
DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO
DISTRETTO SOCIO SANITARIO
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE VETERINARIO
DISTRETTO VETERINARIO
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO
DIPARTIMENTO ASSI
DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE
BRENO
Via Nissolina, 2
TEL. 0364 329.338
URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)
Ambulatori e Servizi di Medicina Specialistica distrettuali Consultorio Familiare
EDOLO
P.zza Donatori di Sangue,1
Tel. 0364 772.1
OSPEDALE
e Servizi di Medicina Specialistica e distrettuali
DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE: SPDC
ESINE
Via Manzoni, 142
Tel. 0364 369.1
OSPEDALE
e Servizi di Medicina Specialistica e distrettuali
DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE: SPDC
MALEGNO
Via Lanico
Tel. 0364 369.670 369.673
DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE:
COMUNITÀ RIABILITATIVA AD ALTA ASSISTENZA
(CRA) CENTRO PSICO SOCIALE (CPS)
DARFO
Via Quarteroni, 10/A
Tel. 0364 540.340 - 540.331
SCUOLA UNIVERSITARIA PER INFERMIERI
UO IMPIANTISTICA
Via Cercovi
Tel. 0364 540.261 - 540.236
540.272 - 540.275
PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI LAVORO
(PSAL) DIPARTIMENTO DIPENDENZE CENTRO DI
ASSISTENZA LIMITATA DI DIALISI (CAL) SERVIZI DI
MEDICINA SPECIALISTICA E DISTRETTUALI
Via Barbolini, 2
CONSULTORIO FAMILIARE
Le sedi decentrate del Distretto Socio Sanitario sono 7, mentre l’erogazione dei Servizi della Medicina Generale è suddivisa in n.3 ambiti territoriali
Ambito
Numero
Sedi decentrate del
Comuni
Distretto con Ambulatori
e Servizi di Med. special.
N. Abitanti
1
PONTE DI LEGNOINCUDINE
Piazzale Europa,
MONNO
tel. 0364 772.001
PONTE DI LEGNO
0364 772.000
TEMÙ
VEZZA D’OGLIO
VIONE
1
EDOLO
CORTENO GOLGI
P.zza Donatori
EDOLO
di Sangue,1
SONICO
tel. 0364 772.1
MALONNO
PAISCO LOVENO
BERZO DEMO
1
CEDEGOLO
CAPO DI PONTE
Via Nazionale, 44
CEDEGOLO
tel. 0364 772.703
CEVO
Guardia MedicaSAVIORE
tel. 0364 772.710
SELLERO
ONO SAN PIETRO
PASPARDO
CERVENO
CETO
CIMBERGO
2
BRENOBRAONE
Via Nissolina, 2
BRENO
tel. 0364 329.1
LOSINE
NIARDO
CIVIDATE CAMUNO
MALEGNO
BORNO
LOZIO
OSSIMO
400
563
1.773
1.090
1.484
723
2.039
4.578
1.287
3.358
199
1.729
2.517
1.260
938
1.000
1.501
998
650
683
1.843
572
672
4.986
598
1.956
2.774
2.096
2.653
429
1.451
2
ESINE
Via Manzoni, 142
tel. 0364 369.1
ESINE
PIANCOGNO
BERZO INFERIORE
BIENNO
PRESTINE
5.389
4.709
2.475
3.619
387
3
DARFO BOARIO TERME
Via Cercovi
tel. 0364 540.261/236
/272/275
ANGOLO TERME
DARFO B. TERME
ARTOGNE
GIANICO
3
PISOGNEPIANCAMUNO 4.442
Via Valeriana, 1
PISOGNE
8.156
tel. 0364 540.119
Guardia Medica
Tel. 0364 540.100
Totale Popolazione
102.150
2.517
15.838
3.591
2.227
Le sedi
decentrate
INFORM
SULLE
STRUTT
E SUI
SERVIZ
Informazioni
sulle strutture
e sui servizi
MAZION
Dipartimento Cure Primarie
Distretto Socio-Sanitario
Dipartimento di
Prevenzione Medico
Dipartimento di
Prevenzione Veterinario
Distretto Veterinario
TURE
Dipartimento Attività
Socio Sanitaria Integrata
Dipartimento
Dipendenze
Assistenza
Ospedaliera
ZI
Dipartimento di
Salute Mentale
CURE PRIMARIE
Dipartimento Cure
Primarie Distretto
Socio-Sanitario
Direttore: Dr.ssa Ivanna Lascioli
E-mail: [email protected]
Il Dipartimento Cure Primarie, si articola in tre servizi con elencate le rispettive
competenze:
1. SERVIZIO DI ASSISTENZA PRIMARIA
Svolge funzioni di coordinamento tecnico/organizzativo e della gestione
sanitaria e amministrativa del Dipartimento quali:
•medicina generale;
•pediatria di famiglia;
•continuità assistenziale;
•assistenza medica in località turistiche
•emergenza-urgenza 118
2. SERVIZIO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA
Svolge funzioni di controllo e valutazione (Selezione, Accesso, Verifica, Liquidazione) delle prestazioni sanitarie erogate da enti pubblici e privati accreditati nel
territorio dell’ASL ed attività sanitaria ed amministrativa in merito a:
•Assistenza Specialistica Ambulatoriale distrettuale
•Servizio prelievi
•Assistenza termale
•Ricoveri in forma indiretta e all’estero
•Visite fiscali ex art. 5
3. SERVIZIO ASSISTENZA INTEGRATIVA E TERRITORIALE
•iscrizione al SSN
•esenzioni
•assistenza sanitaria integrativa
•assistenza sanitaria protesica
•accertamento stato di invalidità
9
1
SERVIZIO DI ASSISTENZA PRIMARIA
E-mail: [email protected]
DEFINIZIONE DELLA TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI
Le prestazioni del medico di medicina generale:
• Visita medica generale, ambulatoriale e domiciliare, anche con carattere
d’urgenza.
•Gestione dei pazienti in ADI e ADP (Assistenza Domiciliare Integrata/Programmata.
• Prestazioni aggiuntive: (es. medicazioni, rimozione punti piccole suture
ecc.).
• Prescrizioni di farmaci.
• Richieste di visite specialistiche e prescrizioni di analisi chimico cliniche e
di indagini strumentali.
• Proposte di ricovero ospedaliero.
• Prestazioni di carattere certificativo e medico legale.
Visite ambulatoriali
L’attività medica viene prestata presso lo studio del medico che deve essere
aperto 5 giorni settimanali secondo un orario esposto all’ingresso e preventivamente comunicato al Dipartimento CP dell’ASL, stabilito dal professionista in relazione al numero degli assistiti e tale da assicurare un’efficace ed
efficiente assistenza, anche su appuntamento. Gli orari di ambulatorio dei
medici di Medicina Generale (MG) sono disponibili presso gli uffici scelta/
revoca di Breno, Darfo, Edolo e Pisogne e sul sito Aziendale.
Visite domiciliari
L’assistenza è assicurata al domicilio dell’assistito quando questi è impossibilitato a spostarsi da casa.
Le visite domiciliari vanno di norma richieste entro le ore 10,00 e devono
essere effettuate nella giornata.
Se la chiamata avviene dopo le ore 10,00 la visita deve essere effettuata
entro le ore 12,00 del giorno successivo. Le chiamate urgenti devono essere
soddisfatte nel più breve tempo possibile.
Certificazioni
Il medico rilascia gratuitamente i seguenti certificati:
• certificato di malattia;
• certificato di attività sportiva non agonistica sia per le attività sportive scolastiche che quelle CONI, (espressamente richiesto dai Capi di Istituto per le
attività parascolastiche e dai Presidenti delle società sportive CONI, affiliate
o riconosciute);
Sono invece rilasciati a pagamento i certificati ad uso personale.
Visite occasionali
È garantita l’assistenza medico-generica a favore dei cittadini residenti
presso altre ASL. L’onorario è a carico dell’assistito secondo tariffe prefissate
10
CURE PRIMARIE
dall’accordo collettivo per la medicina generale, pari a E 15,00 per le visite
ambulatoriali e E 25,00 per le visite domiciliari.
Per il pediatra di famiglia le tariffe sono di E 25,00 per le visite ambulatoriali
e E 35,00 per le visite domiciliari.
Durante i mesi estivi ed invernali l’ASL istituisce per i turisti presenti in alcune
località (termali o sciistiche), l’assistenza medico-generica ambulatoriale e
domiciliare con l’attivazione della guardia medica turistica.
Servizio
Gratuito
SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE
Il servizio di continuità assistenziale garantisce l’assistenza medica di base
a domicilio per situazioni che rivestono carattere d’urgenza e che si verificano durante le ore notturne o nei festivi/prefestivi, in particolare:
• dalle ore 20.00 alle ore 8.00 di tutti i giorni feriali;
• dalle ore 8.00 del sabato e dalle ore 10.00 dei giorni prefestivi, alle ore 8.00
del lunedì o comunque, del giorno successivo al festivo.
MODALITÀ DI ACCESSO
Il servizio di continuità assistenziale ha il compito di intervenire al più presto
su richiesta diretta dell’assistito. Il medico può prescrivere soltanto farmaci
indicati per terapie d’urgenza, nella quantità sufficiente a coprire un ciclo di
terapia massima di tre giorni, rilasciare certificati di malattia per un periodo
massimo di tre giorni; o proporre il ricovero ospedaliero.
Tutte le prestazioni dei medici di continuità assistenziale sono gratuite.
SEDI DI CONTINUITA’ ASSISTENZIALE:
Piamborno
Edolo
Pisogne
Tel. 0364 369.1
Tel. 0364 772.1
Tel. 0364 369.1
Ponte di Legno
Cedegolo
Tel. 0364 772.1
Tel. 0364 772.1
SERVIZIO DI GUARDIA MEDICA AI TURISTI
E’ attivata nella stagione invernale ed estiva presso i comuni con maggior
affluenza turistica. Gli ambulatori e gli orari vengono definiti all’inizio di ogni
stagione.
SERVIZIO EMERGENZA-URGENZA 118 (A.R.E.U.)
Il 118 è un servizio pubblico gratuito, di pronto intervento sanitario, coordinato da un medico rianimatore, attivo 24 ore su 24, nel caso di situazioni di
emergenza per cui sia necessario un tempestivo intervento medico con
eventuale trasporto urgente del paziente in struttura ospedaliera.
Il 118 interviene nelle urgenze sanitarie con l’invio di persone e mezzi di soccorso adeguati e l’eventuale ricovero in ospedale.
Il servizio deve essere utilizzato solo nei casi urgenti e di effettiva necessità,
e proprio per questo motivo prevede solo interventi di tipo domiciliare.
Attivare il 118 solo in caso di:
• Grave malore;
• Incidente (stradale, sul lavoro, sportivo, domestico);
• Ricovero d’urgenza;
• Ogni situazione di pericolo di vita.
118
Ogni richiesta inutile
danneggia chi ha
veramente bisogno di
assistenza immediata.
11
2
Non attivare il 118 per:
•Richiesta di ambulanza per motivi diversi dall’Urgenza ed Emergenza (dimissioni ospedaliere e ricoveri programmati);
• Consulenze mediche specialistiche;
• Informazioni di natura socio sanitaria (prenotazione visite, orari ambulatori, ecc.).
SERVIZIO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA
ASSISTENZA SPECIALISTICA TERRITORIALE
Comprende le visite, le prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale e di laboratorio, nonché le altre prestazioni previste dal nomenclatore
delle prestazioni specialistiche.
EDOLO
Cardiologia - Dermatologia - Fisiatria - Oculistica - Odontoiatria - Neurochirurgia - Neurologia - Otorinolaringoiatria - Pneumologia - Ginecologia
CEDEGOLO
Dermatologia - Ginecologia
BRENO
Cardiologia - Dermatologia - Odontoiatria
DARFO
Cardiologia - Dermatologia - Odontoiatria - Neurologia - Oculistica Diabetologia
PISOGNE
Dermatologia - Ginecologia - Otorinolaringoiatria - Diabetologia
MODALITÀ DI PRENOTAZIONE
Per le visite e le prestazioni specialistiche ambulatoriali è necessaria l’impegnativa, su ricettario SSR, del medico curante/pediatra di famiglia o del
medico specialista e della tessera sanitaria regionale (CRS).
L’impegnativa non è necessaria per le visite specialistiche di:
odontoiatria, ostetricia e ginecologia, pediatria, psichiatria e neuropsichiatria, ed oculistica, (limitatamente alla misurazione della vista).
La prenotazione di visite ed esami diagnostico-strumentali può essere effettuata:
• telefonando al numero verde 800 638.638, oppure 800 270.662. In caso
di utilizzo di cellulare e per chiamate dall’estero al numero 0364 439.501.
• di persona presso gli sportelli di scelta/revoca delle sedi distrettuali, per le
sole visite specialistiche svolte in sede.
12
ATTENZIONE ALLE DOPPIE PRENOTAZIONI
Non è consentito fissare più appuntamenti con la stessa ricetta.
In caso di doppia prenotazione il sistema SISS (Rete Sanitaria Regionale) ve-
CURE PRIMARIE
rifica in automatico tutte le prenotazioni effettuate nei vari CUP delle Aziende
Sanitarie della Regione, annulla il primo appuntamento prenotato e mantiene valida solo l’ultima prenotazione.
E’ fondamentale, pertanto, ricordarsi di disdire sempre l’appuntamento precedente in caso di nuova prenotazione.
MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA TARIFFA
La quota di partecipazione alla spesa dovuta dal cittadino, in base alle leggi
vigenti, può essere versata al momento della prenotazione o all’atto della
prestazione, presso gli sportelli a ciò delegati.
MODALITÀ DI RITIRO DELLA REFERTAZIONE
L’ utente, o un suo delegato, ritira i referti nella struttura che ha effettuato
la prestazione presentando il modulo ritiro referti. Su richiesta, al momento
dell’accettazione è possibile chiedere la spedizione postale o via fax dei referti, con spese a carico dell’utente.
Darfo BT
Pisogne
Tel. 0364 540.214
Tel. 0364 540.119
lunedì - mercoledì - venerdì
martedì - giovedì
7.30 - 8.30
7.30 - 8.30
I referti si ritirano presso l’uff. Scelta/Revoca nelle sedi di prenotazione
NB: E’ necessaria la prenotazione.
CURE TERMALI
Su prescrizione del Medico di MG il paziente può recarsi presso uno stabilimento termale convenzionato per le cure. Le cure possono comunque essere prescritte unicamente per le patologie indicate nel Decreto Ministeriale
che le regolamenta. L’eventuale titolo al diritto all’esenzione dal Ticket deve
essere presentato all’atto dell’effettuazione delle prestazioni presso l’Azienda termale. Il Ticket è corrisposto direttamente allo stabilimento termale.
Servizio
distrettuale
prelievi per
esami di
laboratorio
Prescrizione
Cure
Termali
RICOVERO IN FORMA INDIRETTA
L’ASL garantisce l’assistenza in forma indiretta per le prestazioni effettuate in
regime di ricovero presso centri privati, nel caso in cui le strutture pubbliche
o accreditate non siano in grado di erogare in forma diretta con tempestività ed allorquando il periodo di attesa comprometterebbe lo stato di salute
dell’assistito. Il ricovero in forma indiretta deve essere preventivamente autorizzato dall’ASL.
La richiesta di autorizzazione deve essere presentata presso la sede del
Distretto a Breno, accompagnata da una relazione del Medico specialista
contenente precisi riferimenti sul paziente, sulla sua anamnesi e sui motivi
della richiesta stessa.
RICOVERO PRESSO I CENTRI DI ALTISSIMA SPECIALIZZAZIONE ALL’ESTERO
L’ASL garantisce prestazioni sanitarie di altissima specializzazione all’estero, nel momento in cui le suddette prestazioni non siano ottenibili in Italia
con tempestività adeguata. Tale autorizzazione viene comunque concessa,
tenendo presenti gli appositi elenchi delle patologie e terapie autorizzabili.
Se il ricovero viene autorizzato presso ospedali, pubblici o convenzionati, di
Paesi della Comunità Europea e Paesi con i quali vigono accordi bilaterali, il
13
pagamento viene assicurato direttamente dal Servizio Sanitario Nazionale.
A carico dell’assistito rimane l’eventuale ticket se non supera i limiti stabiliti
dalla normativa. Qualora invece l’autorizzazione si riferisca ad un ricovero in
strutture private di paesi UE, o comunque convenzionati o in ospedali di paesi con i quali non esistono accordi (esempio: USA), le spese sostenute per
le cure sono a carico dall’assistito o rimborsate (80% o 40% a seconda della
tipologia delle prestazioni) sulla base della presentazione delle ricevute di
pagamento debitamente quietanzate.
Richiesta di
Autorizzazione
La richiesta di autorizzazione, presentata dall’interessato all’Ufficio Convenzioni (Breno sede ASL), deve essere accompagnata da una relazione di
un medico specialista della branca relativa alla patologia (pubblico o privato,
italiano o straniero) contenente motivazioni adeguate riguardo la necessità
del ricovero all’estero, con precisi riferimenti sul paziente e la sua anamnesi.
L’ASL provvede poi ad inoltrare la domanda al Centro Regionale di riferimento competente per patologia, il quale deve esprimere il proprio parere
riguardo la concessione dell’autorizzazione.
In caso di prestazioni di comprovata eccezionale gravità ed urgenza, si prescinde dalla preventiva autorizzazione (altrimenti indispensabile) ed è consentito presentare successivamente domanda di rimborso che dovrà essere
esaminata dalla Commissione Regionale.
VISITE FISCALI
Le visite di controllo sull’invalidità temporanea dei lavoratori dipendenti devono essere richieste a mezzo telefono o telefax al “centro Unico di Prenotazione Visite Fiscali” (CUPF), che ha sede presso l’Ufficio Visite Fiscali al terzo
piano della sede ASL di Breno in Via Nissolina, 2 ai seguenti numeri:
- telefono: 0364 329.321
- fax: 0364 329 212
dalle ore 8.30 alle ore 11.30 dal lunedì al venerdì. La richiesta telefonica deve
essere seguita dalla richiesta scritta di conferma. La richiesta, inoltrata entro
le ore 10.00 e riportante la specifica dicitura “visita da effettuare in giornata”,
verrà effettuata in giornata. Nei giorni di sabato, domenica e festivi la richiesta
viene accettata dall’Ospedale di Esine entro le ore 10.00 al numero di telefono
0364 369.345, cui deve seguire richiesta scritta al numero di fax 0364 329.212.
la richiesta deve essere corredata dei seguenti dati in forma completa:
• denominazione dell’Ente o dell’Azienda richiedente, relativo indirizzo e recapito telefonico;
• nome e cognome, tessera sanitaria o codice fiscale del dipendente;
• recapito indicante via, numero civico, comune ed eventuale frazione ove si
richiede che venga effettuata la visita;
• inizio e termine del periodo di malattia ove noto.
Il controllo sarà effettuato presso il domicilio del lavoratore entro le fasce
obbligatorie di reperibilità fissate:
- per i lavoratori del pubblico impiego dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00
alle 18.00 di tutti i giorni lavorativi e festivi;
- per i lavoratori di ditte private dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle
19.00 di tutti i giorni lavorativi e festivi.
14
MODALITA PER L’ISCRIZIONE AL SSN
L’assistenza sanitaria è garantita a tutti i cittadini (italiani e stranieri aventi
diritto) mediante l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale.
Il cittadino, o persona delegata, deve presentarsi presso gli uffici scelta/revoca dell’ASL con la seguente documentazione:
•codice fiscale
•certificato di residenza o autocertificazione
•eventuale tessera sanitaria della ASL di provenienza
•delega scritta e documento di identità dell’interessato (nel caso di persona
delegata)
Per i nuovi nati il genitore deve compilare un’autocertificazione attestante la
nascita del figlio e la composizione della famiglia ed esibire il codice fiscale
del neonato.
All’atto dell’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale viene rilasciata al cittadino una tessera cartacea provvisoria. Successivamente, in genere nell’arco di
un mese, la Regione recapita all’indirizzo di residenza del cittadino la Carta
Regionale dei Servizi (una smart card elettronica), che sostituisce la tessera
cartacea. Solo se l’iscrizione è inferiore a sei mesi al cittadino non viene rilasciata la Carta Regionale dei Servizi.
3
CARTA REGIONALE DEI SERVIZI (CRS-SISS)
La Carta Regionale dei Servizi è una tessera elettronica, dotata di microchip,
che garantisce il riconoscimento della identità del cittadino, tutelandone la
privacy.
La Carta Regionale dei Servizi è valida come:
•Tessera Sanitaria Nazionale
•Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) perché sostituisce il modello E-111 e garantisce l’assistenza sanitaria all’estero, secondo le normative dei singoli paesi
•Tesserino del Codice Fiscale
•Carta Nazionale dei Servizi perché è stata creata secondo gli standard tecnici internazionali previsti per le smart card e pertanto permette l’accesso
ai servizi on-line che richiedono un’identificazione
Inoltre è il documento che consente di
•scegliere il medico e/o il pediatra di famiglia
•ottenere prestazioni sanitarie (ricoveri, visite ed esami specialistici)
•ottenere prescrizione di farmaci.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito regionale:
www.crs.lombardia.it
15
CURE PRIMARIE
SERVIZIO ASSISTENZA INTEGRATIVA E TERRITORIALE
SCELTA E REVOCA DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE
E DEL PEDIATRA DI LIBERA SCELTA
Tutte le persone iscritte negli elenchi degli assistibili dell’ASL hanno diritto alla
assistenza medica generale prestata da un Medico di Medicina Generale o
da un Pediatra di famiglia per i bambini da 0 a 6 anni di età. Oltre i 6 e fino
ai 14 anni, è possibile la scelta del Pediatra di famiglia o del Medico di Base.
Esiste la possibilità di rimanere in carico al PLS fino ai 16 anni solo se affetti
da patologie croniche.
Il rapporto tra l’assistito ed il Medico di medicina generale o il Pediatra di famiglia è fondato sulla reciproca conoscenza e sulla trasparenza dei rapporti
reciproci ossia sulla fiducia.
Il cittadino esercita il suo diritto di scelta fra i medici (con disponibilità di posti) iscritti in un apposito elenco consultabile presso gli uffici Scelta/Revoca
dell’ASL ed esposti al pubblico.
Nel caso in cui venga meno il rapporto fiduciario, il paziente può revocare
la scelta per effettuarne una nuova, fra i medici liberi dell’ambito territoriale
di appartenenza.
ASSISTENZA AI CITTADINI NON RESIDENTI CON DOMICILIO NELL’ASL
I cittadini domiciliati temporaneamente in ASL diversa da quella di residenza
hanno diritto all’assistenza sanitaria purché la loro permanenza sia superiore ad un periodo di tre mesi e sia dettata da documentati motivi di lavoro,
studio o malattia. Lo stesso diritto vale per :
•cittadini che abbiano compiuto i 75 anni di età
•familiari a carico del lavoratore (situazione peraltro già tutelata anche dalla Circolare del Ministero della Sanità 11 maggio 1984, n. 1000.1169)
•Ai minori in affido o in attesa di adozione
•Agli ospiti di comunità protette
La scelta del medico di fiducia sarà a tempo determinato, da un minimo di
tre mesi ad un massimo di 1 anno, e potrà essere rinnovata alla scadenza,
se dovesse persistere la situazione di temporaneità
I cittadini Italiani residenti all’estero, che rientrano temporaneamente in Italia
senza copertura sanitaria (pubblica o privata) hanno diritto alle prestazioni
urgenti per 90 giorni nell’anno solare.
ASSISTENZA AI CITTADINI STRANIERI RESIDENTI IN ITALIA
I cittadini stranieri devono presentarsi agli sportelli scelta revoca dell’Asl muniti dei seguenti documenti:
Documento di riconoscimento (passaporto o carta di identità); Permesso di
soggiorno o ricevuta di presentazione di domanda di rinnovo per i cittadini
extra-comunitari; Dichiarazione della ditta presso la quale lavora per cittadini esteri comunitari; Codice fiscale.
ASSISTENZA AI CITTADINI STRANIERI INSERITI IN NUCLEI
FAMILIARI ITALIANI
• Il coniuge straniero residente in Italia ha diritto, all’iscrizione al SSN per tutto
il periodo di validità del permesso di soggiorno;
• Per i minori stranieri, adottati od affidati a cittadini italiani, l’assistenza a
16
CURE PRIMARIE
carico del SSN decorre dal momento dell’ingresso effettivo in Italia o dalla
data del provvedimento di adozione od affidamento se è successiva.
ASSISTENZA AI CITTADINI ITALIANI ALL’ESTERO
• Cittadini italiani che si recano all’estero per motivi di lavoro:
su richiesta del datore di lavoro l’ASL, presso i distretti di Edolo - Breno Darfo BT - Pisogne, emette idoneo modello che garantisce l’assistenza
all’estero, per paesi UE, Svizzera e paesi extra UE convenzionati. Nei paesi
extra UE non convenzionati l’assistenza sanitaria viene garantita in forma
indiretta dal datore di lavoro con rimborso da parte del Ministero della
Sanità (DPR 618/80 art.15);
• Cittadini che si recano all’estero (paesi UE e Convenzionati) per ferie:
devono essere muniti di CRS (in sostituzione del modello E 111) e riceveranno le prestazioni sanitarie urgenti della stessa qualità e quantità che il Paese, in cui si trova l’assicurato, eroga ai propri assistiti e non le prestazioni
alle quali avrebbe diritto in Italia.
L’assistito sarà inoltre soggetto ai tickets dello Stato ospitante.
La Carta può essere utilizzata anche dai dializzati che si recano all’estero per
temporaneo soggiorno.
Coloro che dovessero recarsi all’estero (UE) e non avessero ancora ricevuto
la CRS, devono presentarsi agli sportelli SCELTA/REVOCA del distretto,
sedi di Edolo, Breno, Darfo BT e Pisogne per il rilascio della tessera provvisoria.
RILASCIO TESSERE DI ESENZIONE TICKET
Le tessere di esenzione dal pagamento del ticket, in attuazione delle vigenti
leggi, vengono rilasciate presso gli uffici scelta/revoca. Le categorie aventi
diritto sono:
• invalidi civili superiore ai 2/3
• ciechi e sordomuti
• invalidi di servizio dalla I all’ VIII categoria
• invalidi di guerra, e categorie assimilate, dalla I all’ VIII categoria
• invalidi del lavoro titolari di rendita
• affetti da patologia cronica e/o malattia rara di cui al DM 329/99 e smi e
al DM 279/2001
Modalità da osservare per l’ottenimento del diritto, secondo i casi:
• il certificato di invalidità civile
• il decreto della pensione di guerra
• il decreto di concessione della pensione privilegiata ordinaria
• il certificato attestante la concessione della rendita
• la certificazione della patologia cronica rilasciata, su apposito stampato,
da un Medico Specialista di struttura pubblica o privata accreditata o a
contratto con il SSN o da un medico specialista ambulatoriale dell’Azienda
Sanitaria.
•la certificazione di malattia rara su apposita modulistica rilasciata dal Medico Specialista di uno dei Centri appartenenti alla Rete nazionale o regionale delle strutture pubbliche o private accreditate per la diagnosi e la cura
delle Malattie Rare.
17
Scelta e
Revoca
del Medico e
del Pediatra
Uffici scelta e revoca del medico di
Orari
MG e del pediatra
dal lunedì al venerdì Darfo BT Tel. 0364 540.275-217
8.30-15.30
Breno Tel. 0364 329.213.266-375
8.15-15.30
Edolo Tel. 0364 772.609
8.15-12.45
13.15-15.30
Pisogne Tel. 0364 540.119
9.00-12.30
ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA
E-mail: [email protected]
Comprende l’erogazione di:
1.Prodotti dietetici (per soggetti nefropatici cronici e bambini con intolleranza al latte vaccino e alle proteine del latte di soia);
2.Presidi e ausili;
3.Ossigenoterapia domiciliare a lungo termine;
4.Prodotti dietetici per pazienti affetti da difetti metabolici (celiachia).
FORNITURA PRODOTTI DIETETICI
Vengono distribuiti dalla Farmacia dell’Ospedale di Esine su prescrizione del
servizio di Nefrologia per i soggetti nefropatici e dal Reparto di pediatria per
i bambini intolleranti al latte vaccino e di soia.
FORNITURA DI PRESIDI PER INCONTINENTI E ENTERO-UROSTOMIZZATI:
•Il paziente, o un suo delegato, accede all’Ufficio Dispositivi Protesici presso
i distretti di Edolo, Breno e Darfo munito di:
•carta regionale dei servizi (CRS)
•eventuale tessera di esenzione
•impegnativa del medico di medicina generale o pediatra di famiglia
•L’autorizzazione alla fornitura viene trasmessa “on-line” alle farmacie che
potranno così evidenziare direttamente il prodotto prescritto, la quantità
utilizzata ed il relativo costo;
•Il paziente (o il suo delegato) si recherà quindi nella farmacia, scelta dallo
stesso, purché appartenga all’ASL di Vallecamonica Sebino, per il ritiro del
prodotto, mensilmente, senza dover accedere alle Strutture dell’ASL;
•Il paziente (o suo delegato) accederà, durante il periodo di validità della
prescrizione, alle Strutture dell’ASL solo per eventuali variazioni del Piano
di cura, che verranno trasmesse direttamente alle farmacie territoriali.
FORNITURA DI PRODOTTI PER ASSORBENZA (PANNOLONI)
Il paziente, o un suo delegato, accede all’Ufficio Dispositivi Protesici presso i
distretti di Edolo, Breno e Darfo munito di:
•carta regionale dei servizi (CRS)
•eventuale tessera di esenzione
•impegnativa del medico di medicina generale o pediatra di famiglia per la
scelta della Ditta fornitrice.
La fornitura autorizzata verrà trasmessa alla Ditta scelta che provvederà alla
18
CURE PRIMARIE
consegna dei prodotti direttamente al domicilio del paziente.
FORNITURA DI PRODOTTI PER DIABETICI
I pazienti interessati devono essere in possesso di carta regionale dei servizi
e di tessera di esenzione per diabete. Il Piano di cura, rivisto annualmente
dal MMG o PLS, deve essere presentato agli Uffici Dispositivi Protesici per
l’autorizzazione al ritiro in farmacia.
CELIACHIA
In conformità alle disposizione legislative in materia, quest’ASL ha attivato
tutti i percorsi necessari a:
• Promuovere il riconoscimento precoce della malattia, evitando le complicanze derivate da una diagnosi tardiva;
• Promuovere nei Presidi Ospedalieri la omogeneità dei criteri anatomopatologici e clinico-laboratoristici per la diagnosi di celiachia.
•Rilasciare l’autorizzazione all’acquisto di prodotti alimentari senza glutine
agli aventi diritto.
Per il percorso degli aventi diritto si rimanda al sito ASL, oppure Tel. 0364
329.207.
OSSIGENOTERAPIA:
Ossigeno liquido - Concentratori di ossigeno:
l’UO di Pneumologia di Esine attiva direttamente il servizio domiciliare con la
redazione di un piano terapeutico.
Ossigeno gassoso:
sulla scorta del piano terapeutico redatto dall’UO di Pneumologia, il Distrtetto SSB rilascia l’autorizzazione al Medico di Medicina Generale per la prescrizione di ossigeno gassoso presso le farmacie convenzionate.
Il MMG può prescrivere, senza autorizzazione, ossigeno liquido per necessità urgenti e limitate ad un massimo di terapia di un mese.
ASSISTENZA SANITARIA PROTESICA
E-mail:protesica[email protected]
Al fine di garantire l’attuazione dei programmi terapeutici necessari per prevenire, curare e riabilitare le lesioni e i loro esiti che determinano un’invalidità, agli invalidi civili, ai privi di vista, ai sordomuti, agli invalidi di guerra e per
servizio, l’ASL eroga i presidi e gli ausili previsti dal Nomenclatore Tariffario
delle Protesi.
Agli invalidi del lavoro i presidi sono forniti dall’INAIL, con spesa a proprio
carico, secondo le modalità e le indicazioni stabilite dall’Istituto stesso.
Oltre agli invalidi già riconosciuti dalle apposite commissioni, rientrano tra gli
aventi diritto i cittadini in attesa del riconoscimento nelle seguenti condizioni:
invalidi totali con impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di
un accompagnatore o non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
amputati di arto, entero-urostomizzati, laringectomizzati, tracheostomizzati,
mastectomizzate e i soggetti che abbiano subito un inter- vento demolitore
dell’occhio.
L’ASL garantisce inoltre l’assistenza protesica ai minori di anni 18 che ne-
Gli ausili non
personalizzati
restano di proprietà
dell’ASL.
19
cessitano di interventi di prevenzione, cura e riabilitazione di una invalidità
permanente.
PRESIDI EROGABILI
I presidi che possono essere forniti con spesa a carico del SSN sono indicati
nel Nomenclatore delle protesi (DM 27.8.99 n.332) e sono suddivisi in tre
elenchi.
ELENCO 1 - contiene dispositivi costruiti su misura e di serie il cui
allestimento e applicazione richiede l’intervento di un tecnico abilitato, sulla base di una prescrizione del medico specialista e il successivo collaudo
da parte dello stesso. Fanno parte di questo elenco, tra gli altri presidi,
calzature, busti, apparecchi e protesi per arto ed alcuni presidi per la deambulazione.
ELENCO 2 - contiene i dispositivi (ausili tecnici) la cui applicazione non
richiede l’intervento di un tecnico abilitato. Rientrano in questo elenco gli
ausili per la mobilità personale (comode, carrozzine, deambulatori, ecc.),
per l’adattamento della casa e antidecubito (letti, materassi), gli ausili
per tracheotomia, protesi mammarie, ausili per la comunicazione e l’informazione.
ELENCO 3 - comprende gli apparecchi per la funzione respiratoria, la funzione alimentare, la terapia ferrochelante ed i montascale.
Gli ausili non personalizzati sono forniti in comodato d’uso e restano di
proprietà dell’ASL.
DOVE RIVOLGERSI PER LE PRESCRIZIONI
La prescrizione dei presidi e degli ausili con spesa a carico del SSN è redatta
da un medico specialista abilitato, competente per tipologia di menomazione o disabilità. L’appuntamento per le visite specialistiche finalizzate alla prescrizione di protesi e ausili deve essere richiesto, muniti di impegnativa del
medico curante per “valutazione protesica”, al numero verde 800.270.662.
Presentarsi alla visita muniti di: carta regionale dei sevizi (CRS), impegnativa
del medico di base, certificato di invalidità, documentazione sanitaria di cui
si è in possesso.
Il medico prescrittore redige la richiesta e consegna copia della stessa all’utente.
Se la prescrizione riguarda gli ausili di cui all’elenco 1 (calzature, busti, presidi su misura) l’assistito deve scegliere la ditta convenzionata alla quale
rivolgersi per la stesura del preventivo. I presidi su misura devono essere
sottoposti a collaudo entro 20 giorni dalla consegna.
Le prescrizioni dei presidi e ausili di cui agli elenchi 2 e 3 (letti, carrozzine,
materassi, ecc.) sono prese in carico, tramite il sistema informatico; dall’Ufficio Protesi, che attiva la procedura per la fornitura. Questi presidi sono
consegnati direttamente al domicilio dell’utente, tramite una ditta appositamente incaricata.
Tutti gli ausili non personalizzati sono di proprietà dell’ASL, vengono consegnati in comodato d’uso gratuito, non devono essere modificati e vanno
restituiti all’ASL a fine utilizzo (ingresso in Casa di riposo, decesso, mancato
utilizzo, ecc). Per il ritiro telefonare Ufficio Assistenza Protesica.
20
CURE PRIMARIE
Ulteriori informazioni in dettaglio presso: l’Ufficio Assistenza Protesica a
Breno in via Nissolina 2 (3° piano) -Tel. 0364 329.361- 329.262 Fax. 0364
329.212.
Apertura al pubblico il lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e il martedì e il giovedì
dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.30.
CERTIFICAZIONE INVALIDITÀ
ACCERTAMENTO DEGLI STATI DI INVALIDITÀ CIVILE
E-mail:[email protected]
Si considera:
•Invalido civile il cittadino che abbia subito una riduzione permanente della
capacità lavorativa non inferiore ad un terzo o, se minore di anni 18 o ultrasessantacinquenne, che abbia difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le
funzioni proprie della sua età. Sono esclusi i ciechi civili ed i sordomuti.
•Cieco civile è il minorato della vista che abbia un residuo visivo, con eventuale correzione, non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o il cui residuo
perimetrico binoculare sia inferiore al 10 per cento.
•Sordomuto è il minorato sensoriale dell’udito affetto da sordità congenita o
acquisita durante l’età evolutiva (12 anni) che gli abbia impedito il normale
apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura
esclusivamente psichica.
•Handicappato è la persona che presenta una minorazione fisica, psichica
o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare
un processo di svantaggio o di emarginazione. Qualora la minorazione,
singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età,
in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente,
continuativo e globale, nella sfera individuale o in quella di relazione, la
situazione assume connotazione di gravità.
Dal riconoscimento dell’invalidità civile, della cecità civile e del sordomutismo sono escluse le minorazioni dipendenti da cause di guerra, di lavoro
e di servizio.
MODALITÀ DI ACCESSO
• Le domande per richiedere l’accertamento dello stato di invalidità civile,
di cecità e sordità civile, handicap, disabilità, devono essere presentate
all’INPS e solo tramite Internet.
• Il cittadino che intende presentare domanda per il riconoscimento di una
infermità invalidante deve recarsi da un medico abilitato alla compilazione
on-line del certificato medico introduttivo. Il medico compila il certificato e
lo trasmette per via telematica all’INPS. Completata l’acquisizione on-line
del certificato, il medico stampa e consegna al richiedente:
a) il certificato, firmato in originale, che dovrà essere consegnato alla
commissione il giorno della visita;
21
b) l’attestato di trasmissione del certificato. Ai fini dell’abbinamento alla
domanda il certificato ha una validità di 30 giorni dal rilascio;
La domanda può essere presentata solo per via telematica direttamente
dall’interessato in possesso del codice PIN o per il tramite dei Patronati sindacali o delle Associazioni di categoria.
Numero verde INPS: 803164
• L’esito dell’accertamento è effettuato dalla Commissione medica integrata
dell’ASL
• Il riconoscimento dello stato di invalidità può dar luogo a vari benefici assistenziali (fornitura protesi, esenzione ticket, iscrizione liste speciali collocamento, ecc.) o economici (assegni, pensioni, indennità), ognuno regolato
da norme che specificano i requisiti per ottenerli (grado di invalidità, età,
limiti di reddito, compatibilità con altre provvidenze).
Ulteriori informazioni in dettaglio presso: Ufficio Invalidi a Breno in via Nissolina 2 (3° piano) - Tel. 0364 329.361-329.262-329.401 - Fax. 0364 329.212.
Apertura al pubblico il lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e il martedì e il giovedì
dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.30.
22
24
PREVENZIONE
Dipartimento di
Prevenzione Medico
Direttore: Dr.ssa Giuliana Pieracci
Il Dipartimento di Prevenzione Medico è la struttura organizzativa complessa
della ASL cui è demandato l’esercizio delle attività di prevenzione delle malattie e delle disabilità, di promozione e tutela della salute dei cittadini, con
interventi sulla collettività e sul singolo:
• Azioni tendenti a conoscere, prevedere e prevenire i rischi negli ambienti
di vita e di lavoro
• La promozione di comportamenti positici dei singoli e delle collettività
Sede del Dipartimento
Orari dal Lunedì al Venerdì
di Prevenzione Medico
mattino
pomeriggio
Breno
10.00-12.0014.00-16.00
Via Nissolina, 2
Tel. 0364 329.322-329.366
Fax 0364 329.379
E-mail: [email protected]
IL SETTORE PREVENZIONE, IGIENE E SICUREZZA si articola in 4 strutture:
1. SETTORE DI IGIENE E SANITÀ PUBBLICA
2.SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE
3.SERVIZIO DELLA MEDICINA PREVENTIVA E DELLE COMUNITÀ
4.SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO (PSAL)
25
1
SERVIZIO DI IGIENE E SANITA’ PUBBLICA
Al SERVIZIO DI IGIENE E SANITA’ PUBBLICA sono attribuite le seguenti funzioni.
• Gestione della certificazione corrente, a tutela della salute e incolumità
della collettività (ad es. patenti, porto d’armi, licenza di caccia). Presso il
Dipartimento ha sede anche la Commissione di II istanza per idoneità al
porto d’armi che si occupa dei soggetti, che, riconosciuti fisicamente inidonei nel corso della prima visita, presentano ricorso scritto al giudizio
sfavorevole.
• Esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative dell’infanzia, dell’adolescenza e dell’adulto; organizzazione della campagna antinfluenzale
in collaborazione con il Dipartimento Cure Primarie.
• Accertamenti di polizia mortuaria e necroscopici: con riferimento al regolamento di polizia mortuaria, si effettua la vigilanza sul l’attività svolta nei
cimiteri e sull’idoneità dei carri funebri, il rilascio della certificazione sanitaria necroscopica. Le certificazioni riguardanti la causa di morte (schede
ISTAT) si rilasciano a seguito di richiesta scritta, inoltrata alla sede del Dipartimento in via Nissolina, 2 a Breno. Per informazioni: Tel. 0364 329.366.
• Controllo su produzione, manipolazione e vendita dei cosmetici.
• Vigilanza sulle Strutture, professioni ed arti sanitarie, nonché vigilanza igienico sanitaria sulle farmacie: la registrazione dei titoli professionali ed il
deposito del titolo si effettuano presso la sede di Breno.
Le domande di Istanza per le Strutture sanitarie private devono essere prodotte in sede. Al Dipartimento devono essere trasmesse anche le comunicazioni di detenzione degli apparecchi generatori di Rx a scopo diagnostico.
Per informazioni: Tel. 0364 329.424.
NUMERO VERDE VACCINAZIONI E MALATTIE INFETTIVE
800 076 323 Dalle 9,00 alle 11,00 e dalle 14,00 alle 15,00
IGIENE EDILIZIA
Valuta i progetti relativi ad edifici residenziali, commerciali, scolastici,
artigianali,li, industriali, impianti di approvvigionamento idrico, di stoccaggio
e/o allontanamento di rifiuti, etc. Vengono, inoltre, rilasciati pareri relativi a
Piani di Governo del Territorio (con Valutazione Ambientale Strategica), ai
piani cimiteriali e regolamenti comunali. Per informazioni: Tel. 0364 329.366.
IGIENE DEGLI AMBIENTI DI VITA
Svolge gli adempimenti inerenti alla valutazione degli inconvenienti igienici
e delle situazioni di rischio per la salubrità degli ambienti e l’incolumità delle
persone, ivi compresi il controllo sulla dismissione dell’impiego dell’amianto,
nonché la vigilanza sulle fonti di radiazioni ionizzanti e di inquinamento elettromagnetico e sugli impiantii termici nelle abitazioni. Tutte le richieste devono essere inoltrate al Dipartimento, sede di Breno, dove saranno trasmessi
anche i piani per la decoibentazione e per la eliminazione dell’ ”eternit”.
Una sezione si occupa della gestione delle competenze ambientali residue
post referendum 18.4.93, con particolare riguardo agli insediamenti industriali ed alle attività lavorative comportanti la produzione di reflui biologi-
26
SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE
Responsabile: Dr. Bonifacio Valter Vangelisti
Al SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLE BEVANDE sono attribuite le
seguenti funzioni:
• Formula il programma annuale di vigilanza e controllo sulle bevande e
sugli alimenti non di origine animale.
• Garantisce la vigilanza igienico-sanitaria su produzione, trasformazione,
commercializzazione, deposito, distribuzione e somministrazione di alimenti e bevande in base a disposizioni e regolamenti comunitari, nazionali e regionali.
• Effettua controlli sui prodotti alimentari e le bevande (con esclusione degli
alimenti di origine animale).
• Svolge attività di vigilanza e campionamento per il controllo delle acque
destinate al consumo umano. Il controllo dell’acqua distribuita ad uso potabile viene effettuato con campionamenti a frequenze diverse a seconda
dell’ampiezza delle reti acquedottistiche indagate, verificando i parametri
chimici e microbiologici previsti dalla norma. (Analoghi controlli possono
essere effettuati, a seguito di richiesta dei cittadini interessati, su approvvigionamenti privati, previo pagamento della tariffa regionale, rivolgendosi
in sede od ai numeri 0364/329261-366).
Garantisce la sorveglianza sui casi, presunti o accertati, di malattie trasmissibili con gli alimenti.
Comprende l’Ispettorato micologico nelle due sedi di Breno (tel.0364.
329.325) e Darfo BT (tel. 0364 540.254/2) che si occupa degli adempimenti
previsti dalla LR 24/97, in particolare per quanto riguarda le diagnosi micologiche di primo livello, con funzione educativa, allo scopo di migliorare la
diffusione delle conoscenze presso la popolazione e ridurre l’incidenza degli
episodi di intossicazione.
Vi è poi una sezione che vigila sulla gestione di pesticidi e fitofarmaci, autoriz zazione alla vendita, idoneità dei locali, autocertificazione per l’acquisto,
ecc.. (tel. 0364 329.365).
2
IGIENE DELLA NUTRIZIONE
• Promuove l’educazione alimentare e l’articolazione degli interventi di informazione ed orientamento dei consumi per la popolazione per favorire
comportamenti e stili di vita corretti.
• Rileva le abitudini e i consumi alimentari della popolazione o sottogruppi della stessa.
27
PREVENZIONE
ci, chimici e fisici potenzialmente pericolosi per la collettività, nonché della
gestione della balneazione. Per informazioni: Tel. 0364 329.325 o 0364
329.366/395.
3
28
• Promuove interventi per la tutela della salute individuale e della collettività
legati alla nutrizione e connessi con i casi presunti od accertati di infezioni,
intossicazioni e tossinfezioni di origine alimentare.
Per informazioni: tel. 0364 329.366 - 0364 540.254 - fax. 0364 329.379.
SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA DELLE COMUNITA’
Al Servizio Medicina Preventiva nelle Comunità sono attribuite le seguenti
funzioni:
•promuovere la profilassi delle malattie infettive e diffusive:a seguito di segnalazione di malattia da parte del medico, vengono messi in atto i più
opportuni interventi, ove disponibili ed efficaci, per impedire il diffondersi
della malattia nella collettività;
•organizzazione e gestione del Centro di Riferimento HIV e Malattie a Trasmissione Sessuale a cui possono rivolgersi tutti i cittadini per informazioni
e consulenze, orientamento negli ambulatori specialistici e prenotazione
del test di screening per la ricerca degli anticorpi anti-HIV, anonimo e gratuito: numero verde 800 076.323;
•programmazione, promozione e valutazione degli screening oncologici
per la prevenzione e diagnosi precoce del cervicocarcinoma, del carcinoma della mammella e del carcinoma del colon-retto: numero verde 800
221.661;
•effettuare interventi in ambito scolastico e sulla popolazione in età
evolutiva(screening oculistico e ortottico);
•sorvegliare e promuovere interventi diretti a prevenire gli incidenti da traffico, domestici e gli avvelenamenti;
•promuovere stili di vita atti a prevenire l’insorgere di malattie neoplastiche
e di altre patologie cronico-degenerative;
•promuovere azioni sinergiche, continuative coerenti ai comuni obiettivi di
salute superando una modalità occasionale di attivazione degli interventi di promozione alla salute anche attraverso il sostegno incentivante di
azioni collettive;
•promuovere interventi di prevenzione degli stati di dipendenza in particolare fumo, abuso di farmaci;
•promuovere interventi di prevenzione, diagnosi precoce, correzione di
condizioni e/o stati premorbosi e controllo epidemiologico delle malattie a
rilevanza sociale.
Responsabile: Dr. Gian Mauro Speziari
Al Servizio PSAL sono attribuite le seguenti funzioni:
•garantire il più elevato livello di salute e sicurezza tecnicamente possibile
nei luoghi di lavoro (fabbriche, uffici, servizi, zone rurali), attraverso la conoscenza, la vigilanza e la sorveglianza attuata su autonoma programmazione e per segnalazioni esterne;
•conoscere i rischi presenti negli ambienti di lavoro, attraverso lo studio e
l’acquisizione di informazioni sui cicli produttivi, sulle mansioni, sulle attrezzature di lavoro e sulle sostanze usate;
•effettuare ispezioni e vigilanza nei luoghi di lavoro (pubblici e privati), circa
il rispetto delle normative nazionali e comunitarie a proposito di salute e
sicurezza, per la prevenzione delle malattie professionali e degli infortuni;
• svolgere inchieste a seguito di infortuni gravi sul lavoro e malattie professionali;
•attuare il coordinamento ed il controllo degli accertamenti sanitari preventivi e periodici;
•garantire l’assistenza e l’ informazione alle imprese;
•contribuire alla formazione dei soggetti interessati all’applicazione delle
norme di prevenzione.
•gestione della seguente certificazione medico-legale:
- visite mediche per minori non soggetti all’obbligo di sorveglianza sanitaria
- visite di consulenza per patologie di sospetta origine professionale
- attestazione di non pregiudizio per lavoratrici in gravidanza
- ricorsi avverso il giudizio del medico competente.
4
L’attività ambulatoriale viene svolta presso gli ambulatori di Breno, Darfo ed
Edolo.
Si precisa che nelle attività lavorative dove vige l’obbligo della sorveglianza
sanitaria ai sensi del D.L.gs 81/08, le visite mediche per i minori devono essere effettuate dal Medico competente nominato dalla ditta.
COME SI PRENOTA:
Le visite per minori si effettuano previa prenotazione telefonica al numero
800 270.662, con assegnazione degli utenti ai diversi ambulatori, in base al
rispettivo domicilio.
COSA SERVE:
All’atto della visita è necessario produrre:
• richiesta della ditta (si utilizza il modulo disponibile presso gli uffici comunali e quelli dell’ASL);
Visita ed eventuali accertamenti integrativi sono totalmente a carico del datore di lavoro.
Per informazioni in materia di tutela della salute dei lavoratori rivolgersi a:
29
PREVENZIONE
SERVIZIO PREVENZIONE SICUREZZA
AMBIENTI DI LAVORO (SPSAL):
Breno: tel. 0364 329.311 - 0364 329.452 - 0364 329.366 - 0364 329.322
Darfo: tel. 0364 540.261.
IMPIANTISTICA
Si occupa di:
• verifiche periodiche di impianti di messa a terra, dispositivi di protezione
contro le scariche atmosferiche ed impianti elettrici nei luoghi con pericolo
d’esplosione;
• verifiche periodiche di ascensori e montacarichi;
• verifiche periodiche di impianti di sollevamento > 200 kg, scale aeree ed
idroestrattori;
• verifiche periodiche di recipienti a pressione;
• rilascio di pareri specialistici sugli impianti.
Uffici: Darfo BT - Via Quarteroni, n.10/a
Per informazioni: tel. 0364 540.331 - Fax 0364 540.332.
GUARDIA IGIENICA PERMANENTE
La Guardia Igienica Permanente prevede la copertura del servizio nell’arco
delle 24 ore per tutti i giorni dell’anno, con le seguenti competenze:
- malattie infettive e segnalazioni immediate con interventi urgenti di profilassi;
- emergenza legata alla potabilità delle acque;
- tossinfezioni alimentari;
- intossicazioni da CO;
- emergenze igieniche in occasione di catastrofi e gravi eventi naturali;
- adempimenti derivanti dalla Direttiva Regionale Grandi Rischi n.VII/15496
del 5.12.2003;
- eventi calamitosi da bioterrorismo;
- inquinamento ambientale di origine lavorativa di particolare rilevanza;
- interventi urgenti per infortuni sul lavoro (sicurezza ed intossicazioni);
- interventi di polizia mortuaria (ricognizione cadaverica);
- inconvenienti igienico sanitari e ambientali urgenti.
La GUARDIA IGIENICA PERMANENTE è attivabile presso il centralino
dell’Ospedale di Esine, al n. 0364 369.1.
30
32
Dipartimento di
Prevenzione Veterinario
Distretto Veterinario
VETERINARIA
Direttore dipartimento: Dr. Gian Carlo Battaglia - Uff. 0364 329.415
Direttore distretto: Dr. Enzo Antonini
Nel livello essenziale di assistenza sanitaria collettiva in ambienti di vita e di
lavoro é ricompresa la Sanità Pubblica Veterinaria.
L’ASL ha strutturato le proprie competenze di Sanità pubblica veterinaria, istituendo il Dipartimento di Prevenzione Veterinario ed il Distretto Veterinario.
Dipartimento di Prevenzione Veterinario: ha funzioni di rilevazione di fabbisogni sanitari espressi dal territorio e di programmazione. Ciò si concretizza nell’adattamento della programmazione regionale alle caratteristiche
dell’ASL di Vallecamonica-Sebino e nella predisposizione di piani propri; ha
altresì funzioni di coordinamento, supporto e verifica, nei confronti del distretto.
Distretto Veterinario: ha funzioni gestionali e di erogazione del servizio.
Le attività di Sanità Pubblica Veterinaria trovano puntuale programmazione
nel Piano Aziendale Prevenzione Veterinaria predisposto in base al Piano
Regionale Prevenzione Veterinaria (LR 33/2009 e DGR 3015/2012) .
Inoltre trovano puntuale applicazione le indicazioni della UO Veterinaria
della DG Sanità inerenti lo sviluppo ed integrazione dei sistemi informativi
mediante l’utilizzo e l’alimentazione degli applicativi: sistema informativo
veterinario (SIV), Sistema [email protected], banche dati regionali zootecniche (BDR),
anagrafe canina nonché degli applicativi predisposti a livello locale.
ll Dipartimento di Prevenzione Veterinario è articolato nei Servizi veterinari di:
1.SANITÀ ANIMALE.
2.IGIENE DELLA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE,
CONSERVAZIONE E TRASPORTO DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE E
LORO DERIVATI.
3.IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE.
Ad esso compete anche la valutazione delle SCIA e la relativa registrazione;
compete altresì l’attività istruttoria ed il rilascio/revoca del riconoscimento CE
per le strutture ove è previsto.
33
1
34
Il Distretto Veterinario è suddiviso nelle seguenti articolazioni organizzative:
1.FUNZIONE SANITÀ ANIMALE.
2.FUNZIONE IGIENE DELLA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE, CONSERVAZIONE E TRASPORTO DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE
ANIMALE E LORO DERIVATI.
3.FUNZIONE IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE.
SANITÀ ANIMALE
Responsabile Servizio e provvisorio Funzione:
Dr. Lucio Turetti - Tel. 0364 329.413
• Profilassi in allevamenti bovini (Tubercolosi, Brucellosi, Leucosi, Pleuropolmonite, IBR, Carbonchio, Blue Tongue ecc.)
• Profilassi in allevamenti suini (Malattia Vescicolare, Peste Suina Classica, ecc.)
• Profilassi in allevamenti ovi-caprini (Brucellosi, Carbonchio, Agalassia contagiosa, ecc.)
• Certificazionii inerenti la qualifica sanitaria dell’allevamento;
• Profilassi in allevamenti equini (Anemia Infettiva) - anagrafe equina: rilascio dei libretti sanitari previsti dalla normativa
• Profilassi negli allevamenti avicoli (Pullurosi, Influenza aviaria ecc.)
• Profilassi negli allevamenti cunicoli (Malattia Emorragica Virale)
• Profilassi negli allevamenti apistici (Varroasi, Peste americana, ecc.)
•Piani Territoriali
•Tutela degli animali d’affezione;
•Controllo nascite colonie feline riconosciute dai Comuni;
• Profilassi antirabbica - osservazione cani morsicatori
• Vigilanza sulla movimentazione degli animali - mod.4 - commercio, fiere,
mercati, import export, movimentazione alveari ecc.
• Vigilanza sulla riproduzione animale (stazioni di monta) - Fecondazione
Artificiale
• Vigilanza in alpeggio (controllo mod.7, registri di carico dell’alpe, ecc.)
• Vigilanza zone di ripopolamento (lanci e catture di selvaggina, ecc.)
• Attività di Polizia Giudiziaria (Notizie di reato, contestazione illeciti, ecc.)
• Raccolta, elaborazione e trasmissione dei dati di servizio
• Educazione sanitaria
• Prelievi di compravendita
• Anagrafi zootecniche - Tel. 0364 329.358
• Anagrafe canina - Tel. 0364 329.343
• Assistenza zooiatrica (visite a domicilio ecc.) in carenza di risposta da parte
di Veterinari liberi professionisti;
Adempimenti amministrativi relativi a bonifiche sanitarie, anagrafi (registri,
passaporti marche auricolari) Tel. 0364.329.358.
Informazioni/comunicazioni per sopralluoghi, analisi, ecc:
Tel. 0364329.415 - Fax 0364/329414
Responsabile Servizio e provvisorio Funzione:
Dr.Davide Pio Pedersoli - Tel. 0364 329.359.
• Ispezione e vigilanza sugli animali destinati all’alimentazione umana e sugli impianti di macellazione
•Attività di controllo degli alimenti di origine animale (carni, pesce, uova,
miele, ecc.) nelle fasi di:
- produzione (impianti di macellazione, CE e ex capacità limitata, sale di
smielatura...)
- trasformazione (laboratori di sezionamento, laboratori per prodotti a
base di carne, anche annessi ad agriturismo
- deposito (depositi frigoriferi, sale stagionatura...)
- trasporto (rispetto delle condizioni igieniche, ...)
- commercializzazione (rivendite, ambulanti, spacci, supermercati…) e ristorazione collettiva (mense degli ospedali...)
• Attività di vigilanza sulle procedure di autocontrollo
• Gestione allerte alimentari
• Attività di controllo sul trasporto di sottoprodotti di origine animale CAT 1-2-3
• Interventi a seguito di tossinfezioni alimentari
• valutazione e registrazione SCIA nonché istruttoria e rilascio riconoscimenti
CE per impianti di produzione (macelli…), trasformazione (laboratori di sezionamento, laboratori per carni insaccate…), deposito (frigoriferi…), trasporto (automezzi refrigerati e coibentati…), commercializzazione (spacci,
rivendite, supermercati…), volture, integrazioni e sopralluoghi.
• Campionamenti
• Controlli etichettatura e tracciabilità carni
• Piano MSR
• Piano regionale salmonella
• Piano regionale listeria
• Piano Expo (area C e B)
• Piani territoriali
• Piano regionale alimenti
•Piano controllo identificazione animali al macello
•Vigilanza sul benessere degli animali presso gli impianti di macellazione
•Raccolta, elaborazione e trasmissione dati di servizio
• Attività di Polizia Giudiziaria (Notizie di reato, contestazione illeciti...)
• Educazione sanitaria relativa ad igiene e sanità delle produzioni ed agli usi
e consuetudini alimentari del consumatore.
2
VETERINARIA
IGIENE DELLA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE, CONSERVAZIONE E TRASPORTO DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE E LORO DERIVATI
Prestazioni rese su richiesta e nell’interesse dei privati
• Ispezione e vigilanza sulla macellazione uso privato presso macelli riconosciuti o registrati (suini, bovini...)
• Ispezione e vigilanza sulla macellazione tradizionale del suino e degli ovicaprini di età inferiore ai 6 mesi a domicilio.
35
3
IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI
ZOOTECNICHE
Responsabile Servizio e provvisorio Funzione:
Dr. Paolo Romolo Peduzzi - Tel. 0364 329.359
• Vigilanza e controllo sul latte e sulle produzioni lattiero-casearie, a fondo
valle e sugli alpeggi, compresi gli agriturismi
• Interventi a seguito di tossinfezioni alimentari
•Gestione allerte alimentari;
• Piano Nazionale Residui ed extrapiano, Piano Nazionale Alimentazione
Animali
•Valutazione e registrazione SCIA nonché istruttoria e rilascio riconoscimenti CE per caseifici, stagionature, latte crudo, depositi cisterne latte e
commercializzazione: spacci, rivendita prodotti lattiero caseari; volture,
integrazioni, sopralluoghi
• Controllo e vigilanza sulla distribuzione e impiego del farmaco veterinario
anche attraverso i programmi per la ricerca dei residui, con particolare
riferimento ai trattamenti illeciti ed impropri
• Tutela dell’allevamento dai rischi di natura ambientale
• Controllo sull’igienicità delle strutture, delle tecniche di allevamento e delle
produzioni anche ai fini della promozione della qualità
• Vigilanza e controllo sul benessere animale anche durante il trasporto
• Istruttoria e rilascio autorizzazioni per il trasporto di animali vivi (Reg.
1/2005 CE)
• Pareri su progetti per nuovi insediamenti produttivi e ristrutturazioni (stalle,
caseifici, scuderie…)
• Vigilanza e controllo sulla produzione ed il commercio degli alimenti destinati agli animali da reddito e da affezione e sulla nutrizione animale
•Vigilanza sui depositi di sottoprodotti di origine animale di CAT 1-2-3.
•Piani Territoriali
• Attività di Polizia Giudiziaria (Notizie di reato, contestazione illeciti…
• Raccolta, elaborazione e trasmissione dei dati di servizio
• Educazione sanitaria
• Attività di vigilanza sulle procedure di autocontrollo
Il Distretto di Medicina Veterinaria garantisce nelle ore notturne, nei giorni
prefestivi e festivi, mediante l’istituto della pronta disponibilità, le seguenti
prestazioni indispensabili:
• referti, denunce, certificazioni e trattamenti sanitari obbligatori non differibili
• vigilanza sui focolai di malattie infettive e zoonosi
• controllo degli animali morsicatori ai fini della profilassi antirabbica
• macellazione d’urgenza degli animali in pericolo di vita
• l’approvvigionamento carneo agli ospedali, case di cura, istituti convenzionati, nonché residenze protette ed assistite
• Assistenza zooiatrica urgente ,in carenza di risposta da parte di veterinari
libero-professionisti.
36
• Pronto Soccorso su animali d’affezione privi di proprietà
• Interventi su fauna selvatica a seguito di incidenti stradali e bracconaggio
su richiesta delle Forze dell’Ordine con la collaborazione della Polizia Provinciale
Queste prestazioni minimali previste dal contratto di lavoro vengono integrate da altre al fine di favorire, nel limite del possibile, le esigenze della specifica utenza (es. macellazione tradizionale privata a domicilio dei suini e degli
ovi-caprini di età inferiore ai 6 mesi, prelievi di compra-vendita, certificati di
trasporto, visite ante-mortem negli allevamenti...).
PRESTAZIONI COMUNI CON IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO
VETERINARIA
Alcuni interventi e prestazioni di Sanità Pubblica necessitano del coordinamento funzionale tra la professionalità veterinaria e la professionalità medica. L’obiettivo è quello di garantire, secondo criteri di efficienza, efficacia
ed economicità, la salute collettiva mediante la promozione di azioni volte a
prevenire e rimuovere le cause di nocività e malattia di origine ambientale,
umana ed animale.
Di seguito sono riportate le attività comuni veterinarie e mediche che vengono erogate in collaborazione fra le due professionalità.
SERVIZIO SANITÁ ANIMALE:
• Zoonosi;
• Emergenze, in particolare gli eventuali interramenti di carcasse di animali.
SERVIZIO IGIENE DELLA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE, CONSERVAZIONE E TRASPORTO DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE E LORO DERIVATI:
• Pratiche per la registrazione attività (pacchetto igiene);
• Controllo Ufficiale alimenti;
• Interventi in caso di tossiinfezioni;
• Sopralluoghi in caso di interruzione della catena del freddo;
•Emergenze
• Educazione sanitaria.
SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI
ZOOTECNICHE:
• Pratiche per autorizzare ricoveri di animali;
• Controllo Ufficiale alimenti;
•Interventi in caso di tossiinfezioni;
• Sopralluoghi in caso di interruzione della catena del freddo.
•Emergenze;
•Educazione sanitaria.
Al Dipartimento di Prevenzione Veterinario competono i rapporti con il Dipartimento di Prevenzione Medico e quindi la definizione congiunta del regolamento per il coordinamento funzionale delle attività comuni.
37
Sede del Dipartimento di
Orari dal Lunedì al Venerdì
Prevenzione Veterinario
mattino
pomeriggio
Breno
9.00 - 12.00
=
Via Nissolina, 2 - Tel. 0364 329.415 - Fax 0364 329.414 e-mail: [email protected]
Sede del Distretto Veterinario
Orari
lunedì martedìmercoledì giovedì venerdì
Breno 8.30/12.008.30/12.00 8.30/12.00 8.30-12.00 8.30-12.00
13.30/15.30=13.30/15.30=13.30/15.30
Via Nissolina, 2 - Tel. 0364 329.358 - 329.415 - Fax 0364 329.414
e-mail: [email protected]
Darfo
8.30-12.00 8.30-12.00
(esclus. da giugno a settembre)
Cedegolo 9.00-11.00
Edolo
9.30-12.00
AREA SANITÀ ANIMALE
Nominativi
dei medici
veterinari
e territorio
di competenza
38
Eterovich Dr. Alessandro
Cell. 339 4362564
PONTE DI LEGNO
TEMU’
VIONE
VEZZA D’OGLIO
INCUDINE
MONNO
EDOLO
CORTENO GOLGI
SONICO
MALONNO
PAISCO LOVENO
Turetti Dr. Lucio
Cell. 333 9691872
BERZO DEMO
CEDEGOLO
CEVO
SAVIORE
SELLERO
CAPO DI PONTE
ONO S. PIETRO
CETO
CERVENO
LOSINE
PASPARDO
CIMBERGO
BRAONE
NIARDO
BRENO
BORNO
MALEGNO
OSSIMO
DARFO B.T.
LOZIO
CIVIDATE
PIANCOGNO
BERZO INFERIORE
PRESTINE
BIENNO
ESINE
ANGOLO T.
Pretto Dr. Massimo
Cell. 339 4636700
GIANICO
ARTOGNE
PIAN CAMUNO
PISOGNE
VETERINARIA
Vettore Dr.ssa Anita
Cell. 333 8559192
AREA IGIENE DEGLI ALIMENTI
Odello Dr. Angelo
Cell. 338 8934731
Parisi Dr.ssa Marianna
Cell. 338 8063071
Pedersoli Dr. Davide Pio
Cell. 338 1465003
Parisi Dr.ssa Marianna
Cell. 338 8063071
Di Leo Dr. Francesco
Cell. 368 7329155
Parisi Dr.ssa Marianna
Cell. 338 8063071
Massone Dr.Alessandro
Cell. 338 9205691
PONTE DI LEGNO
TEMU’
VIONE
VEZZA D’OGLIO
INCUDINE
MONNO
EDOLO
CORTENO GOLGI
SONICO
MALONNO
BERZO DEMO
CEDEGOLO
SELLERO
SAVIORE
PAISCO LOVENO
CEVO
CAPO DI PONTE
ONO S. PIETRO
CETO
CERVENO
LOSINE
PASPARDO
CIMBERGO
BRAONE
NIARDO
BRENO
OSSIMO
BORNO
LOZIO
MALEGNO
BIENNO
PRESTINE
BERZO INFERIORE
ESINE
CIVIDATE CAMUNO
PIANCOGNO
DARFO - MACELLO RUC.
PIAN Camuno MACELLO CO.BE.CA.
39
Pizzini Dr. Franco
Cell. 340 2225079
Parisi Dr.ssa Marianna
Cell. 338 8063071
ANGOLO T.
PIANCAMUNO
GIANICO
ARTOGNE
DARFO BT
PISOGNE
AREA IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI
40
Peduzzi Dr. Paolo Romolo
Cell. 335 6405067
PONTE DI LEGNO
TEMU’ VIONE
VEZZA D’OGLIO INCUDINE MONNO
EDOLO
CORTENO GOLGI SONICO MALONNO
BERZO DEMO
CEDEGOLO SELLERO
SAVIORE
PAISCO LOVENO CEVO
CAPO DI PONTE
ONO S. PIETRO
CETO
CERVENO
LOSINE
PASPARDO
CIMBERGO
BRAONE
NIARDO
Domenighini Dr. Marcello
Cell. 335 6544561
BRENO
BORNO
MALEGNO
OSSIMO
DARFO B.T.
LOZIO
CIVIDATE PIANCOGNO BERZO INF.RE PRESTINE
BIENNO ESINE
ANGOLO T.
GIANICO
ARTIGNE
PIAN CAMUNO
PISOGNE
42
Dipartimento
Attività Socio
Sanitaria Integrata
Direttore: Dr.ssa Aure Parolini
Tel.0364 329.432 - e-mail: [email protected]
Il dipartimento ASSI è articolato come segue:
1 - SERVIZIO FAMIGLIA, INFANZIA ED ETÀ EVOLUTIVA
2 - SERVIZIO ANZIANI-DISABILI.
Sede del Dipartimento ASSI
BRENO - Via Nissolina n.2 ORARIO APERTURA: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30.
Segreteria Tel. 0364 329.389 - Fax 0364 329.290
E-mail: [email protected]
SERVIZIO FAMIGLIA, INFANZIA ED ETÀ EVOLUTIVA
Responsabile: Dr.ssa Aure Parolini
Segreteria Tel. 0364 329.408 - Fax 0364 329.284
L’obiettivo prioritario del Servizio è garantire il coordinamento e l’unitarietà
ai percorsi assistenziali dell’area materno-infantile, in collaborazione con gli
altri Servizi dell’Asl e del Territorio.
Le finalità peculiari sono:
- promozione del benessere del singolo, della coppia e della famiglia;
- promozione di programmi di educazione alla salute e di prevenzione primaria;
- promozione della sana e responsabile espressione della sessualità in un
ASSI
Questi Servizi sono stati istituiti al fine di garantire attività di prevenzione, sostegno e presa in carico del singolo e della famiglia lungo tutto il suo ciclo di vita.
Obiettivo prioritario del Dipartimento è il miglioramento continuo della qualità
dei servizi, finalizzato alla personalizzazione dell’assistenza ed all’appropriatezza degli interventi.
Sede Centrale
1
43
armonico sviluppo della persona;
- tutela della salute della donna, con particolare riferimento alla maternità;
- tutela della salute del concepito, del neonato e del bambino nella prima
infanzia;
- armonico sviluppo della relazioni familiari e di coppia, nonché dei rapporti
tra genitori e figli.
La modalità privilegiata di lavoro è quella della presa in carico integrata dei
bisogni espressi dal cittadino attraverso il lavoro delle èquipe moltidisciplinari presenti nelle sedi del servizio.
L’ erogazione delle prestazioni è garantita attraverso i Consultori Familiari di
che operano nelle seguenti sedi:
Consultori
Familiari
Sede
Edolo
Breno
Darfo
Indirizzo
P.zza Donatori di Sangue
Via Nissolina, 2
Via Barbolini, 2
N. telefonico
0364 772.505
0364 329.408
0364 540.212
I consultori familiari sono aperti dal lunedì al venerdì dalle
9.00 alle 17.30.
CONSULTORIO FAMILIARE:
Si attiva su richiesta del singolo, della coppia e della famiglia.
DI COSA SI OCCUPA:
A. effettua consulenze rispetto a problematiche psicologiche, sociali e sanitarie con particolare attenzione alle tematiche della sessualità, della
sterilità e della procreazione; attua interventi di tutela dei minori in situazione di disagio familiare, mediante consulenza e sotegno psico-sociale
finalizzato al miglioramento delle competenze genitoriali e delle relazioni
intra ed extrafamiliari;
B. effettua attività di prevenzione per le varie fasce d’età e in collegamento
con altri Servizi;
C. garantisce le informazioni ed il sostegno per una maternità e paternità
responsabili; organizza corsi di accompagnamento alla nascita, di massaggio infantile e corsi per neo-genitori.
DA CHI É COMPOSTO:
psicologo, assistente sociale, ostetrica, ginecologo e mediatore familiare ed
è integrata da altre figure specialistiche, secondo necessità.
MODALITA’ DI ACCESSO:
A.per le prestazioni psicologiche e sociali è obbligatorio prenotare telefonicamente o di persona la prima visita presso la sede del Consultorio e
presentarsi muniti di Carta Regionale dei Servizi;
B. per le prestazioni ginecologiche-ostetriche la prenotazione va effettuata
al CUP;
44
C. le prescrizioni per le visite specialistiche sono effettuate direttamente dal
personale del CF ed è previsto il pagamento del ticket, fatta eccezione per
le prestazioni esenti a norma di legge:
D. ogni cittadino può scegliere liberamente il Consultori Familiare a cui rivolgersi, indipendentemente dal luogo di residenza.
Afferiscono all’UO Consultorio Familiare le seguenti Unità d’Offerta:
Centro Adozioni: situato presso il Consultorio Familiare di Breno, con competenza per l’intero Territorio dell’ASL, è composto da un’équipe costituita
da: psicologa ed assistenti sociali.
Il Centro dispone di uno sportello informativo aperto ogni mercoledì dalle ore
10.00 alle ore 12.00, è preferibile prenotare il colloquio al numero Tel. 0364
329.416 Svolge attività di preparazione e formazione per le coppie interessate all’adozione; collabora con il Tribunale per i minorenni nella fase dell’indagine psico-sociale relativa all’idoneità all’adozione e all’affido preadottivo,
collabora inffine con gli Enti autorizzati all’adozione.
Realizza corsi per coppie aspiranti all’adozione, sia già in possesso dell’idoneità, sia al termine dell’iter adottivo.
ASSI
Consultorio Adolescenti: presso i Consultori Familiari di Breno (Tel.364 329.408)
Edolo (Tel.0364 772.505) e Darfo (Tel.0364 540.212) sono attivati specifici spazi
dedicati agli adolescenti.
Un’èquipe formata da psicologo, assistenti sociali ed integrata da personale
ostetrico ginecologico svolge attività di consulenza ai giovani di età inferiore ai
20 anni con problematiche mediche, psicologiche e sociali legate alla vita relazionale e sessuale. Promuove inoltre attività di educazione affettiva e sessuale
attraverso interventi nelle scuole e programmi di incontri su specifiche tematiche.
Informazioni dettagliate sono reperibili sul sito: voli.bs.it/spaziodolescenti.
Servizio di psicoterapia minori: presso il Consultorio Familiare di Darfo Tel. 0364
540 237. È garantito da uno psicologo psicoterapeuta.
È rivolto a soggetti in età evolutiva; si prefigge l’obiettivo di curare le difficoltà di
sviluppo sottostanti i sintomi espressi e di contribuire all’attenuazione del malessere psicologico. L’intervento di presa in carico è sempre preceduto da consultazione diretta con la famiglia per focalizzare l’obiettivo, delineare le risorse
attivabili in campo e stabilire un contratto sui tempi e i modi.
Servizio restare genitori: a disposizione dei genitori in conflitto tramite interventi
di mediazione familiare, gruppi di sostegno, psicoterapia e consulenze on-line.
Sportello informativo: giovedì 10.00/12.00 - tel. 0364 329.282.
45
2
SERVIZIO ANZIANI-DISABILI
Responsabile: Dr. Ermanno Scotti
E-mail: [email protected]
[email protected]
[email protected]
Segreteria: Tel. 0364 329.406 - Fax 0364.329.409
Il Servizio Anziani-Disabili, si occupa specificatamente delle problematiche
di persone che, per età e/o a causa di situazioni di disabilità, si trovano in
condizioni di fragilità e/o non autosufficienza.
In linea con le indicazione della L.R.3/2008 e del Piano Socio Sanitario regionale 2010- 2014, il Servizio promuove e opera per l’accesso prioritario alla
rete delle unità di offerta sociosanitarie, in relazione alle risorse disponibili e
nell’ambito delle prestazioni definite dai LEA, per le persone e le famiglie che
si trovano in uno stato di bisogno determinato da:
•Non autosufficienza dovuta all’età o a malattia;
•Inabilità o disabilità;
•Patologie terminali e croniche invalidanti;
Gli interventi sono mirati alla persona ed al suo contesto di vita con la finalità
di promuovere lo sviluppo ed il mantenimento delle risorse personali e tutelare i diritti all’integrazione nel sociale.
La sede operativa del Servizio Anziani-Disabili è a Breno in via Nissolina, 2
(IV piano):
Sede
Riferimenti
Sportello
Informativo di
Orientamento
46
Segreteria
Unità di Valutazione Fragilità
Assistenti sociali Psicologa Infermiera Prof.
Tel.
Tel.
Tel.
Tel.
Tel.
0364 329.406
0364 329.383
0364 329.392
0364 329.458
0364 329.383
ACCESSO AI SERVIZI:
Si accede dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.30,
previo appuntamento anche telefonico, rivolgendosi alla segreteria del servizio.
Le consulenze sono gratuite. E’ attivo inoltre lo Sportello Informativo e di
Orientamento area anzianI-disabili - Tel. 0364 329.406 - Fax 0364 329.409 e-mail: [email protected]
L’UO svolge una azione specifica e mirata di informazione e di orientamento
nei confronti della persona e della famiglia che si trovano in situazione di
fragilità, attraverso l’analisi congiunta del bisogno sociosanitario e socioassistenziale in collaborazione con i Comuni. Esercita una funzione informativa, di filtro e di orientamento per:
- Mantenimento a domicilio dei servizi domiciliari alle persone fragili;
- Richieste di accesso ai servizi socio-sanitari dell’area anziani-disabili;
-Promozione ed accompagnamento alla vita indipendente della persona
disabile;
- Erogazione dei contributi per l’acquisto di ausili tecnologicamente avanzati, previsti dalla L.23/99; art.4, co.4 e 5:
- Accertamento ai fini dell’individuazione dell’alunno in situazioni di handicap (DPCM 23.2.2006 n.185).
Il Voucher Socio-Sanitario è un contributo economico non in denaro, sotto
forma di “titolo di acquisto”, erogato dall’ASL per conto della Regione Lombardia, che può essere utilizzato esclusivamente per comprare prestazioni
di assistenza domiciliare socio-sanitaria integrata (ADI) da soggetti accreditati, pubblici o privati, “profit” e “non profit”, erogate da personale professionalmente qualificato (caregiver professionali).
ADI
Gli aventi diritto sono “persone fragili” che si trovano presso il loro domicilio, es. anziani o persone in convalescenza dopo un ricovero in ospedale,
persone che si trovano nella fase terinale della vita, che hanno bisogno di
assistenza, oppure disabili o sofferenti di malattie croniche che non hanno
bisogno di un ricovero ma che non possono recarsi presso gli ambulatori o
lo studio del loro medico di fiducia. Non ci sono limiti di reddito né di età per
beneficiare del voucher: la prescrizione è effettuata dal proprio medico o
pediatra di fiducia, l’ASL eroga il voucher.
Il Collegio di accertamento per l’individuazione dell’alunno in situazione
di handicap ai fini dell’integrazione scolastica (DCPM 23.2.2006, n.185)
sulla scorta di specifica richiesta della famiglia, verifica la sussistenza dei
requisiti di legge per l’handicap e rilascia in seduta il verbale. Le richieste
di accertamento di norma devono cadere nel periodo tra l’1 ottobre e il 15
maggio. Il Collegio opera con criteri definiti da apposito Regolamento che
specifica le finalità, le modalità operative e di comportamento del Collegio e
dell’Organismo di Riesame.
UFFICIO DI PROTEZIONE GIURIDICA
Responsabile: dr. ssa Delia Orsignola
E.mail: [email protected]
Tel. 0364 329. 235 - 290 - 406
ASSI
L’ADI garantisce, in relazione ai bisogni dell’utente, un insieme di prestazioni
mediche, infermieristiche, riabilitative e socio assistenziali rese a domicilio,
in forma integrata e secondo un piano individuale programmato, così da
consentire alla persona fragile di rimanere nel proprio ambiente di vita e di
relazione.
La prescrizione del voucher è effettuata dal medico di famiglia, in base ai
bisogni segnalati l’ASL eroga voucher.
La persona interessata o i famigliari, scelgono l’Ente erogatore che presterà
a domicilio le cure.
Collegio H
Direzione
Sociale
• Collabora con gli uffici comunali e giudiziari per la presa in carico della
persona e l’eventuale attivazione di strumenti di protezione giuridica;
• Fornisce informazioni all’assistito e alla sua famiglia sugli strumenti di protezione giuridica, offre consulenza e sostegno alla persona e alla famiglia
47
nella fase di presentazione del ricorso per l’istituzione dell’Amministratore
di Sostegno e per il corretto svolgimento delle funzioni di amministrazione;
• assiste i servizi sanitari e sociali competenti nella fase di presentazione del
ricorso di cui all’art. 407cc;
• svolge, per mezzo di delega del Direttore Generale, i compiti dell’AdS;
• amministra, per mezzo di delega del Direttore Generale,tutele e curatele;
• gestisce i rapporti con i difensori civici, UPT, URP;
• gestisce i rapporti con associazioni di volontariato e altri soggetti del Terzo
Settore.
PAC SOCIO SANITARIO
1
Sede e
Riferimenti
48
Direttore Sociale: Dr.ssa Aure Parolini
Segreteria Direzione Sociale: Tel. 0364 329.418 - Fax 0364 329.280
e-mail: [email protected]
Posto in dipendenza dal Direttore Sociale, il PAC socio sanitario governa le
attività finalizzate alla programmazione, all’acquisto ed al controllo delle
prestazione socio sanitarie.
Afferiscono al PAC:
1.il Servizio Vigilanza ed Accreditamento;
2.Ufficio Acquisto Prestazioni Socio Sanitarie
SERVIZIO VIGILANZA E ACCREDITAMENTO
Responsabile: Dr. Pierangelo Troletti
Sede del Servizio: Breno, Via Nissolina 2
Tel. 0364 329.279 - 0364 329.346 - 0364 329.397 - Fax 0364 329.346
E.mail: [email protected]
ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO:
dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
Le consulenze vengono effettuate previo appuntamento telefonico.
La funzione generale del Servizio Vigilanza e Accreditamento è quella di
proporsi come strumento di tutela dei diritti fondamentali degli utenti e dei
cittadini e come elemento di stimolo e supporto per l’intera rete delle Unità d’offerta socio-sanitarie e socio-assistenziali, al fine di implementarne la
qualità delle prestazioni erogate.
La funzione specifica e operativa del Servizio è infatti quella di un organismo
deputato alla verifica e al controllo del possesso, mantenimento e adeguamento dei requisiti che autorizzano e accreditano gli Enti Gestori di strutture
socio-sanitarie e socio-assistenziali ad erogare le prestazioni previste e normate dal sistema regionale.
• L’accreditamento
Ulteriori requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi - maggiori garanzie e livelli qualitàtivi - sono richiesti dalla normativa regionale alle strutture
socio-sanitarie per l’iscrizione delle stesse al Registro regionale delle strutture accreditate ad erogare prestazioni nell’ambito e per conto del Servizio
Sanitario Nazionale.
L’accreditamento è condizione inderogabile, perché siano posti a carico del
Fondo Sanitario Regionale gli oneri relativi alle prestazioni socio-sanitarie.
Compete al Servizio Vigilanza e Accreditamento la verifica del possesso da
parte delle strutture di tali requisiti aggiuntivi rispetto a quelli costituenti la
soglia necessaria per l’esercizio dell’attività.
Finalità e
Funzioni
Tipologia
delle
Prestazioni
DIR. SOCIALE
Il Servizio svolge le sue attività specifiche e operative in diverse fasi e momenti istituzionali, di cui si elencano i più significativi:
• L’attivazione di nuove Unità d’Offerta
È fatto obbligo, su tutto il territorio regionale, ad una serie di strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali pubbliche e private, che accolgono particolari tipologie di utenza caratterizzata da aspetti di fragilità personale o
evolutiva, di autocertificare e garantire il possesso di vari requisiti strutturali
e gestionali previsti da apposite normative statali, regionali e locali.
È specifica competenza del Servizio verificare il possesso da parte della
struttura dei requisiti richiesti.
• L’accordo contrattuale
L’iscrizione al Registro regionale delle strutture socio sanitarie accreditate
costituisce condizione per la stipula di contratti con l’ASL finalizzati alla definizione di:
- reciproci impegni e rapporti giuridici tra le parti;
- modalità di erogazione dei servizi da parte dall’ente gestore;
- procedure di remunerazione delle prestazioni erogate.
L’accordo contrattuale viene pertanto effettuato sulla base di:
- appropriata valutazione del bisogno territoriale;
- opportuna verifica dei requisiti di qualità dell’Unità d’offerta;
- puntuale rispondenza della struttura alle esigenze della programmazione regionale e locale.
• La vigilanza e il controllo
Le finalità specifiche dell’attività di vigilanza e controllo sulle Unità d’offerta
sociosanitarie e socio assistenziali sono mirate alla verifica e monitoraggio:
- del possesso, mantenimento, e adeguamento ai requisiti strutturali e
gestionali previsti dalle normative in materia;
-della qualità e appropriatezza dei servizi erogati dagli enti gestori;
-del livello di soddisfazione e gradimento da parte dell’utenza in merito
alle prestazioni ricevute.
49
Unità di
Offerta
Le principali Unità d’offerta interessate dall’attività del Servizio Vigilanza ed
Accreditamento sono:
Per l’area socio-sanitaria:
- Residenze Sanitario Assistenziali;
- Hospice
- Residenza Sanitario Assistenziale per persone con Disabilità;
- Centri Diurni Integrati;
- Assistenza Domiciliare Integrata;
- Comunità Alloggio Socio Sanitarie per persone con Disabilità;
- Centri Diurni per persone con Disabilità;
- Istituti di Riabilitazione (ambulatoriale);
- Consultori Familiari;
- Servizi Territoriali Multidisciplinari Integrati per le Dipendenze;
- Comunità Terapeutiche per soggetti tossicodipendenti o alcoldipendenti.
Per l’area socio-assistenziale:
- Alloggi per l’autonomia;
- Alloggi protetti per anziani;
- Centri Diurni per Anziani;
- Centri Socio Educativi;
- Servizi di Formazione all’Autonomia;
- Comunità Alloggio per Disabili;
- Comunità Alloggio per utenza mista;
- Comunità Educative;
- Centri di Pronto Intervento per Disabili;
- Asili Nido e Nidi Famiglia;
-- Centri di Aggregazione Giovanile;
- Centri Ricreativi Diurni.
Sportello informazione e supporto tecnico
In linea con le finalità complessive del Servizio è l’apertura programmata e
sistematica, in appositi orari, di uno sportello di informazione e supporto tecnico per Enti pubblici, Enti gestori, clienti, familiari e cittadini, da parte della
Commissione in merito ad aspetti di carattere tecnico-strutturale, igienicosanitario, organizzativo-gestionale, giuridico-amministrativo, relativi a singole e specifiche situazioni delle varie Unità d’Offerta o a temi più generali,
conseguenti all’evoluzione del quadro normativo e programmatorio regionale o locale. In particolare si garantisce il supporto tecnico eventualmente
richiesto per la corretta attuazione delle procedure per il funzionamento e
l’accreditamento, per l’elaborazione ed il perfezionamento dei complessi
piani di adeguamento strutturale e gestionale richiesti dalla normativa in
materia, e per la partecipazione ai Tavoli di lavoro organizzati dalla Direzione Sociale, con rappresentanza di Enti Gestori.
50
UFFICIO ACQUISTO PRESTAZIONI SOCIO-SANITARIE
Sede: Via Nissolina n.2 Breno - Tel. 0364 329.417 - 0364 329.382
e.mail: [email protected]
Elabora i dati provenienti da soggetti gestori di Unità d’Offerta e provvede
all’invio dei flussi relativi al debito informativo regionale, ministeriale o interno.
COORDINAMENTO AMMINISTRATIVO
Responsabile: Dr.ssa Delia Orsignola
Sede: Via Nissolina n.2 Breno - Tel. 0364 329.347
e.mail: [email protected]
DIR. SOCIALE
In relazione alle determinazioni di fabbisogno di servizi annuali, si occupa
dell’acquisto di prestazioni da Enti accreditati, nel rispetto degli impegni
regionali, della necessità d’innovazione, d’integrazione con gli altri servizi
e della formulazione dei contratti per i servizi socio-sanitari accreditati del
Dipartimento ASSI e del Dipartimento Dipendenze e della conseguente loro
sottoscrizione.
51
52
Dipartimento
Dipendenze
Direttore: Dr.ssa Aure Parolini
•Unità Osservatorio, Prevenzione e Qualità •Servizio Territoriale Dipendenze (area erogativa)
UNITÀ OSSERVATORIO, PREVENZIONE E QUALITÀ
L’Unità ha le seguenti funzioni:
OSSERVATORIO: rileva ed elabora i dati relativi all’evoluzione locale del fenomeno delle Dipendenze operando in raccordo e secondo le indicazioni
dell’Osservatorio Regionale sulle dipendenze; consente un confronto sia locale che regionale e nazionale. Permette il recupero e la valorizzazione delle
esperienze locali, il reperimento e l’esame della letteratura scientifica con finalità complessiva di facilitare la lettura del fenomeno e l’analisi del bisogno.
E’ presente uno spazio dedicato sul sito web dell’ASL Vallecamonica-Sebino.
PREVENZIONE: effettua il raccordo tra le realtà territoriali operanti nell’ambito della prevenzione di ogni forma d’abuso di sostanze legali ed illegali e
cura la diffusione e l’applicazione delle Linee Guida Regionali con l’obiettivo
di promuovere lo sviluppo di progetti di prevenzione efficaci nel rispetto di
criteri scientificamente validi.
Gli interventi, rivolti prevalentemente ad adolescenti e preadolescenti, prevedono una molteplicità di azioni in ambiti differenti (famiglia, territorio, aggregazioni informali, scuola). E’ previsto, nell’ambito di una prevenzione di
tipo universale e selettivo, il coinvolgimento attivo sia dei destinatari diretti
1
Osservatorio
Prevenzione
53
DIPENDENZE
Il Dipartimento Dipendenze, svolge un ruolo di programmazione e coordinamento a livello territoriale di tutti gli interventi in materia di dipendenze. È
costituito da:
(preadolescenti e adolescenti) sia degli adulti che ricoprono un ruolo educativo nei loro confronti quali ad es. genitori, insegnanti, educatori, allenatori
sportivi. Sono gestiti progetti sperimentali e nuovi interventi nel campo della
lotta alle dipendenze.
Qualità
2
SER.D
QUALITA’ DELL’OFFERTA: L’Unità collabora con il Direttore di Dipartimento in
tutte le attività correlate al mantenimento della Certificazione di Qualità e
partecipa al programma per l’implementazione del sistema di valutazione
delle aziende sanitarie accreditate e del management delle aziende pubbliche (JCI) e di Risk Management per quanto di competenza.
SERVIZIO TERRITORIALE DIPENDENZE
Direttore: Dr.ssa Maura Richini
Tel. 0364 540.280 - Segreteria: 0364 540.236-243
e-mail: [email protected]
Il Servizio Dipendenze formula e realizza progetti di prevenzione, diagnosi,
cura e riabilitazione rivolti a persone con problemi di uso, abuso e dipendenza da sostanze legali ed illegali e a coloro che manifestano altri comportamenti additivi quali il gioco d’azzardo patologico (GAP - Ludopatia), la dipendenza da Internet e altre nuove dipendenze. Fornisce prestazioni di carattere
socio-sanitario integrato in collaborazione con altre agenzie territoriali, esercitando un ruolo di coordinamento degli interventi. Realizza inoltre interventi
di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie correlate alla dipendenza.
Si articola nelle seguenti Unità Operative:
• Servizio Tossicodipendenze - SERT
DARFO BT - via Cercovi, 2 - Tel 0364 540.236-243
• Servizio di Alcologia e dipendenze comportamentali - SERAL
DARFO BT - via Cercovi, 2 - Tel 0364 540.236-243
MALONNO - via Frossena, 2 - Tel 0364 65.580 - 0364 772.010
•Centro Trattamento Tabagismo - CTT
DARFO BT - via Cercovi, 2 - Tel 0364 540.200
L’ASL Vallecamonica-Sebino ha attivato da giugno 2011 l’“Ambulatorio di
disassuefazione dal fumo” con gestione medica del Servizio Dipendenze (SERD) e collaborazione infermieristica del Dipartimento di Prevenzione
Medica (DPM). Ad un anno di distanza, vista la richiesta dell’utenza e la
necessità di passare da un trattamento esclusivamente medico, ad una
gestione dei casi di tipo multiprofessionale, nasce il “Centro per il Tratta-
54
mento del Tabagismo”, nuovo servizio dedicato a coloro che intendono
smettere di fumare, dove opera uné’quipe multiprofessionale composta
da medici, psicologi ed infermieri.
MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI ACCESSO
SERT e SERAL garantiscono l’apertura al pubblico dal lunedì al venerdì per
almeno 6 ore giornaliere. Si accede direttamente, previo appuntamento telefonico, senza impegnativa del Medico Curante. Le prestazioni sono gratuite. È garantito il diritto alla privacy.
CTT: gli utenti possono accedere al “Centro per il Trattamento del Tabagismo”, che si trova al secondo piano della palazzina ASL di Via Cercovi 2 a
Darfo Boario Terme, in forma diretta o su invio del Medico di Medicina Generale, previo pagamento di contributo per prestazioni extra LEA, fissando
una prima visita all’apposito numero di telefono 0364/540.200, contattabile
tutti i giorni, attivo con operatore nelle giornate di mercoledì e giovedì, dalle
ore 9.30 alle ore 12.30.
ACCOGLIENZA, DIAGNOSI E CURA
E’ l’insieme degli interventi terapeutici posti in atto per portare i soggetti alla
astensione dall’uso patologico di sostanze illegali e legali e per ottenere
la remissione dello stato di dipendenza. Nello specifico, sebbene l’obiettivo ideale di ogni intervento di trattamento sia quello descritto, si riconosce
come realistico e rispettoso della dignità e della possibilità personale, anche
l’obiettivo di migliorare lo stato di salute e la qualità della vita attraverso la
diminuzione dei rischi connessi all’uso di sostanze.
Campi di
Attività
Come
Accedere
DIPENDENZE
I CAMPI DI ATTIVITÀ DEL SERVIZIO DIPENDENZE SONO:
•Informazione, consulenza ed interventi di primo sostegno e orientamento
al singolo individuo e alla famiglia;
•accertamenti diagnostici multidisciplinari;
•definizione e attuazione di programmi terapeutico-riabilitativi individualizzati e integrati di tipo medico, psicologico, educativo e sociale;
•terapie farmacologiche specifiche con monitoraggio clinico e laboratoristico;
•colloqui psicologici e psicoterapia individuale, di coppia e familiare; interventi educativi, gruppi informativi e motivazionali; sostegno sociale;
•definizione e gestione di programmi alternativi al carcere, in collaborazione con Ufficio Esecuzione Penale Esterna e con Servizio Sociale Minorile
•definizione e gestione di programmi per utenti segnalati dalla Prefettura;
•certificazioni medico legali dello stato di dipendenza (DPR 309/90);
•certificazione per inserimenti in unità di offerta terapeutiche di tipo residenziale e semiresidenziale; attività di riabilitazione con monitoraggio programmi di reinserimento lavorativo e sociale;
•attività di screening, monitoraggio e cura delle patologie correlate all’uso
di sostanze, con collaborazione e invio ai servizi specialistici.
Tipologia
Interventi
Anche alla famiglia, qualora richiesto, viene offerto l’adeguato supporto psicologico, sanitario e sociale che la complessa situazione richiede.
55
Le donne in stato di gravidanza ed i minori hanno, nel rispetto delle normative vigenti, assoluta priorità di accesso agli interventi necessari per la tutela
della salute psico-fisica e della situazione sociale.
Il Servizio definisce, nell’ambito di una valutazione multiprofessionale (medico, psicologo, infermiere, assistente sociale, educatore professionale), il progetto terapeutico individuale di tipo territoriale-ambulatoriale o residenzale.
Qualora si valuti l’opportunità di un Programma Terapeutico Individualizzato
di tipo residenziale (Comunità Terapeutica) viene fornita al soggetto la certificazione prevista da DGR n.VIII/5509/2007 e il soggetto, se lo richiede, viene
seguito durante il trattamento residenziale.
REINSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO
Sono gli interventi del Servizio che consentono ai soggetti in cura di acquisire
autonomia personale, famigliare e socio-lavorativa. Il reinserimento sociale
e lavorativo si attua in una logica di rete, con la collaborazione tra Enti pubblici e Privato Sociale.
56
OSPEDALE DI ESINE
SEDE - BRENO
OSPEDALE DI EDOLO
57
58
Assistenza
Ospedaliera
CONTENUTO, IN FORMA GENERALE, DEL LIVELLO DI
ASSISTENZA GARANTITO
L’ASL garantisce il ricovero in ospedale per la diagnosi e la cura delle malattie che richiedono interventi di urgenza o emergenza e delle malattie acute
che non possono essere affrontate in ambulatorio o a domicilio. Per particolari patologie il ricovero può essere effettuato presso centri di alta specializzazione situati al di fuori del territorio dell’ASL e della Regione.
L’assistenza ospedaliera comprende:
• visite mediche, assistenza infermieristica, ogni atto e procedura diagnostica, terapeutica e riabilitativa necessari per risolvere i problemi di salute
del paziente degente e compatibili con il livello di dotazione tecnologica
delle singole strutture;
• interventi di soccorso nei confronti di malati o infortunati in situazioni di
urgenza ed emergenza medica ed eventuale trasporto in ospedale.
RICOVERO DI URGENZA ED EMERGENZA
La risposta all’emergenza sanitaria viene assicurata dagli ospedali sedi di
pronto soccorso e di dipartimento di emergenza.
L’ospedale sede di pronto soccorso garantisce oltre agli interventi diagnostico-terapeutici di urgenza, il primo accertamento diagnostico clinico, strumentale e di laboratorio, gli interventi necessari alla stabilizzazione del paziente, nonché il trasporto protetto nel caso in cui il ricovero non sia possibile
o siano necessarie cure presso altro istituto.
Il Ricovero
OSPEDALE
MODALITÀ DI ATTIVAZIONE
Il ricovero urgente è attivato dal Medico di PS o dallo Specialista di UO.
RICOVERO PROGRAMMATO ORDINARIO
L’’ASL garantisce il ricovero in elezione o programmato, per patologie non urgenti.
MODALITA’ DI ACCESSO
Il ricovero può essere proposto da:
•Medico Specialista del SSN
•Medico di Medicina Generale (MMG)
•Pediatra di Libera scelta (PLS) che redige la proposta di ricovero.
Il ricovero deve essere concordato e prenotato presso l’UO interessata.
59
RICOVERO PROGRAMMATO DAY HOSPITAL
L’assistenza a ciclo diurno consiste in un ricovero programmato di durata
non superiore alle 12 ore, con erogazione di prestazioni multiprofessionali e
plurispecialistiche.
MODALITÀ DI ACCESSO
Si accede su indicazione del medico specialista ospedaliero che redige l’impegnativa di ricovero. Trattandosi di ricovero programmato l’accesso è diretto all’Accettazione Amministrativa.
DOCUMENTAZIONE necessaria per qualsiasi tipo di ricovero, da esibire
all’Accettazione amministrativa:
•carta regionale servizi (CRS)
•documento di identità valido
•documentazione sanitaria pregressa
Molte delle prestazioni precedentemente eseguite in “Day Hospital” sono
trasferite alle M.A.C. (Macroattività Ambulatoriale ad alta Complessità assistenziale), cioè sono divenute a tutti gli effetti attività ambulatoriali soggette a
pagamento di ticket salvo esenzioni. L’accesso alle prestazioni MAC avviene
attraverso impegnativa del medico specialista dell’Unità Operativa dove si
effettuano le prestazioni.
Molte delle prestazioni precedentemente eseguite in “Day Surgery” sono
state riclassificate come B.I.C. (prestazioni di Chirurgia a Bassa Intensità).
Anche queste prestazioni sono soggette a ticket, salvo esenzioni. L’accesso
avviene tramite impegnativa del Medico Specialista.
In caso di prestazioni M.A.C. o B.IC. che per motivi clinici debba essere ricondotta a regime di ricovero, l’utente ha diritto al rimborso dell’eventuale
ticket corrisposto.
Visita
60
Visita parenti
Ai visitatori non è consentito l’ingresso in autovettura all’interno del perimetro ospedaliero. I disabili sono agevolati da parcheggi a loro riservati e possono accedervi con mezzi che portano il contrassegno rilasciato dall’ufficio
invalidi di residenza. È raccomandabile che le visite di parenti od amici siano
numericamente contenute per non affaticare il degente e siano limitate ai
tempi stabiliti. Gli orari di visita sono i seguenti:
feriali e festivi dalle ore 13.00 alle ore 14.00 e dalle ore 19.15 alle ore 20.00.
I sanitari del reparto possono concedere permessi speciali ai familiari dei
pazienti in gravi condizioni o bisognosi di particolare assistenza. In tali casi
il permesso si riferisce ad una sola persona. Gli ultra sessantacinquenni
hanno diritto a ricevere parenti anche oltre il normale orario di visita, previo
accordo con la/il Caposala. È sconsigliata la presenza contemporanea di
più visitatori per ogni degente. Si ricorda infine che la presenza di estranei disturba il lavoro del personale e soprattutto nuoce alla tranquillità dei
pazienti. In tutti i reparti sono esposti cartelli con l’indicazione degli orari in
cui i parenti possono chiedere informazioni ai medici. Eventuali certificazioni
relative al ricovero possono essere richieste al personale infermieristico del
reparto stesso.
Assistenza religiosa
È assicurata in via continuativa l’assistenza religiosa cattolica. S.Messa tutti i
giorni alle ore 17.00, nei giorni festivi anche alle ore 11.00. I pazienti di religione diversa possono ricevere visite da Ministri di altri culti.
Culto
Comfort - Servizi offerti
Nello spirito di migliorare il rapporto tra strutture ed utenti, sono attivati in
ospedale alcuni servizi. In ogni reparto sono presenti spazi riservati al paziente ed ai familiari per mantenere i normali rapporti sociali (soggiorno,
sala lettura e TV in ogni camera).
Comfort
Servizi
Servizio telefonico e Postale
Presso l’ospedale di Edolo i reparti dispongono di telefoni a gettone.
I gettoni telefonici vengono forniti da un distributore automatico. Nell’ospedale di Esine, oltre ai telefoni a gettone, ogni posto letto dispone di un telefono.
La corrispondenza dei pazienti dovrà essere consegnata al Caposala per
l’inoltro all’ufficio postale tramite servizio interno. L’eventuale posta in arrivo
verrà recapitata ai degenti.
Servizio bar (ospedale di Esine)
Ubicato al primo piano, è aperto dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 20.30
(Tel. 0364 369.365)
Servizio parrucchiere (ospedale di Esine)
È situato in un locale posto al primo piano, accanto alla mensa. Apertura
dalle 9.00 alle 18.00, Tel. 0364 369.400. (chiuso domenica e lunedì)
Punto di informazione bancaria (ospedale di Esine)
Posto al piano terra: Terminale Bancomat.
Ufficio di pubblica tutela
È situato nelle adiacenze della Direzione Medica di Presidio. I cittadini possono segnalare eventuali disservizi riguardanti le prestazioni di competenza
dell’ASL. È aperto ad ESINE (Tel. 0364 369.391 - Fax 0364 369.270) ogni mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e ad EDOLO (Tel.0364 772.529) ogni
lunedì dalle 9.30 alle 11.30.
OSPEDALE
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
È l’ufficio dove potete:
• chiedere informazioni su quali servizi vengono erogati dalla nostra
Azienda e come accedervi
• segnalare disservizi e/o disagi subiti
• ottenere risposte alle Vostre segnalazioni
• presentare suggerimenti che ci aiutino a migliorare.
Sede in Breno, V piano, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.30 e dalle
14.00 alle 16.30 (Tel. 0364 329.338).
Tutela
61
Tribunale per i diritti del malato
Ha il compito di vigilare sull’assistenza erogata.
È aperto ad ESINE (Tel. 0364 369.381) ogni martedì e giovedì dalle 15.00 alle 16.00.
ANDOS - Associazione Donne Operate al Seno
E’ aperto ad Esine (Tel. 0364 369.397) il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle
11.00 e il venerdì dalle 14.00 alle 16.00.
Dimissioni
Documentazione
sanitaria
Dimissioni
La data di dimissione viene preventivamente comunicata al paziente. Al
momento della dimissione verrà rilasciata una relazione clinica, indirizzata
al medico curante, riportante le terapie e gli esami eseguiti, la terapia consigliata a domicilio e la proposta di ulteriori controlli o ricoveri successivi. Il
paziente può chiedere di uscire dall’ospedale per inderogabili ed eccezionali esigenze.
La concessione del permesso diurno è di competenza del Responsabile
dell’Unità Operativa, qualora non sussistano controindicazioni cliniche.
RILASCIO DOCUMENTAZIONE SANITARIA
la documentazione sanitaria prodotta in copia comprende:
•Cartella Clinica di ricovero
•Cartella Ambulatoriale
•Verbale di Pronto Soccorso
•Referti esami
•Copia di CD coronarografici
•Copia di esami radiologici (per la richiesta rivolgersi presso l’UO Radiologia.
La normativa vigente prevede che copia della Cartella Clinica, dei referti clinici o di altra documentazione sanitaria, possa essere rilasciata esclusivamente a:
•intestatario della documentazione, previa verifica e registrazione del documento di identità;
•terzi, previa identificazione personale, con delega firmata dal soggetto cui
la documentazione si riferisce a condizione che il soggetto terzo produca il
foglio di ritiro e fotocopia di documento di identità del delegante e delegato;
•in ipotesi di decesso dell’interessato hanno titolo, ciascuno per proprio
conto, gli eredi legittimi (coniuge, figli legittimi, figli naturali e in mancanza
dei predetti gli ascendenti legittimi e i collaterali se concorrono come legittimari) previa compilazione dell’Atto di notorietà corredato da copia di
documento di identità;
•esercente patria potestà per soggetti minori;
•tutore in caso di soggetti interdetti.
MODALITA’ DI RICHIESTA
La richiesta di documentazione sanitaria deve essere inoltrata presso le Sedi di :
Esine Ufficio Cartelle Cliniche (situato all’ingresso accanto allo sportello bancomat) nei seguenti giorni e orari:
dal lunedì al venerdì non festivi dalle ore 8,00 alle ore 15,42. Negli orari di chiusura dell’ufficio la richiesta va effettuata presso il Banco Informazioni.
62
Edolo presso la Direzione Medica di Presidio nei seguenti giorni e orari: lunedì
al venerdì non festivi dalle ore 8,00 alle ore 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00
Il pagamento deve essere effettuato presso gli sportelli Cassa/CUP al momento
della richiesta.
È possibile richiedere la spedizione della documentazione sanitaria richiesta a
domicilio, con spese a carico del richiedente. In questo caso il pagamento potrà
essere effettuato in contrassegno.
La richiesta di documentazione sanitaria può essere fatta anche via fax:
Esine: 0364 369.270
Edolo: 0364 772.540.
la richiesta deve riportare i dati anagrafici dell’interessato, il periodo di riferimento del ricovero/prestazione effettuata e la tipologia di documentazione sanitaria per cui si chiede copia, deve essere firmata dall’interessato o soggetto
avente diritto (firma leggibile) e datata allegando:
•copia del documento di identità dell’interessato, in corso di validità
•eventuale copia del documento di identità del delegato, in corso di validità.
La Cartella Clinica o altra documentazione sanitaria è rilasciata in copia autenticata dal Direttore Medico di Presidio, consegnata in busta chiusa nel rispetto
delle disposizioni in materia di riservatezza previste dalla Legge per la tutela
della privacy (196/2003), direttamente:
•all’interessato munito di documento di riconoscimento;
•al delegato munito di documento di riconoscimento proprio, delega firmata e
di documento di riconoscimento del delegante.
Si ritira:
Esine presso il banco informazioni
Edolo presso la Direzione Medica di Presidio
Il rilascio della documentazione sanitaria avviene nel più tempo possibile e comunque non oltre 15 giorni lavorativi dalla richiesta.
SERVIZIO POLIAMBULATORIALE
63
OSPEDALE
Servizio
poliambulatoriale
La prenotazione si può effettuare telefonicamente al:
- Call Center Regionale n.verde 800 638.638 dal lunedì al sabato dalle ore
8.00 alle ore 20.00
- Call Center Aziendale n.verde 800 270.662 e, in caso di chiamata con telefono cellulare o dall’estero n. 0364 439.501 dal lunedì al venerdì dalle ore Attenzione!
Conservate le ricevute, gli
8.30 alle ore 16.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
importi
Per prenotazioni agli sportelli
dal lunedì al venerdì sabato del pagamento ticket
possono essere detratti
visite ed esami:
CUP Esine
7.30 - 18.30
7.30 - 12.30 dalla denuncia dei redditi.
CUP Edolo
8.00 - 17.00
8.00 - 11.15 Alcune prestazioni sono
usufruibili a pagamento
L’attività poliambulatoriale è svolta dai medici dell’ospedale e da specialisti in regime di attività
libero-professionale.
esterni.
Il Dirigente Medico ne è responsabile, coadiuvato da un Caposala che
coordina l’attività del personale infermieristico assegnato al servizio.
Per accedere alle prestazioni ambulatoriali è necessario:
1.munirsi dell’impegnativa del medico di MG o specialista del SSN. L’impegnativa per le visite non è necessaria in Odontoiatria, Ostetricia e Ginecologia, Pediatria (tranne se non in carico al pediatra di libera scelta), Psichiatria ed Oculistica (solo per misurazione della vista);
2.fissare un appuntamento direttamente allo sportello oppure telefonicamente;
3.pagare, se dovuto, l’importo del ticket, presso gli sportelli CUP, esibendo
la ricevuta per il ritiro del referto; il pagamento va eseguito in contanti o
tramite bancomat - carta di credito.
Prima della visita/presentazione l’utente dovrà dimostrare l’avvenuto pagamento esibendo la ricevuta o il foglio di prenotazione a costo zero, in
presenza di esenzioni. All’uopo si ricorda l’obbligo di passare sempre agli
sportelli CUP anche dopo una prenotazione telefonica, muniti di CRS (Carta
Regionale dei Servizi).
Classi
prestazioni
Le prestazioni ambulatoriali specialistiche individuate dal Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta o dallo Specialista, con le caratteristiche dell’urgenza ma non dell’emergenza immediata da Pronto Soccorso,
verranno evase entro 72 ore.
In questo caso, sull’impegnativa sarà applicato il bollino verde.
NB: le prestazioni urgenti differibili non devono essere richieste al
Pronto Soccorso ma presso il CUP.
Esami di
Laboratorio
Gli esami di laboratorio vengono eseguiti senza prenotazione, è sufficiente
presentarsi digiuni per il prelievo a:
Esine dalle 7.30 alle 9.00 dal lunedì al sabato. Edolo dalle 8.00 alle 9.00 dal
lunedì al sabato.
I referti si ritirano (esibendo copia del foglio di prenotazione rilasciato dal
CUP) a Esine al personale della Reception dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00
alle 18.00 ed il sabato dalle 8.00 alle 15.40, mentre a Edolo presso la portineria dalle 7.00 alle 20.00, tutti i giorni compresi i festivi.
Ulteriori specifiche si trovano nella Guida al Servizio del Laboratorio Analisi sul sito www.aslvallecamonicasebino.it.
Esami
Radiologici
64
ESINE
Gli esami radiologici e ecografici si prenotano presso il CUP dal lunedì al
venerdì dalle 7.30 alle 18.30, ed il sabato dalle 7.30 alle 12.30.
La prenotazione si può effettuare anche telefonicamente al:
- Call Center Regionale n.verde 800 638.638 dal lunedì al sabato dalle ore
8.00 alle ore 20.00
-Call Center Aziendale n.verde 800 270.662 e, in caso di chiamata con
telefono cellulare o dall’estero n. 0364 439.501 dal lunedì al venerdì dalle
ore 8.30 alle ore 16.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
Gli esami TAC/RMN si prenotano direttamente in Radiologia dalle 8.30 alle
12.00 e dalle 13.00 alle 15.30, dal lunedì al venerdì Tel. 0364 369.364.
Gli esami: Tubo digerente, Clisma opaco, Urografia e Cistografia, si prenotano direttamente presso la Radiologia dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.00
alle 15.30 dal lunedì al venerdì - Tel. 0364 369.240.
I referti si ritirano (esibendo il modulo del ritiro), rivolgendosi al personale
della Reception, dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 18.00 ed il sabato
dalle 8.00 alle 15.40.
EDOLO
Gli esami radiologici ed ecografici si prenotano presso il CUP dal lunedì al
venerdì dalle 8.00 alle 17.00 ed il sabato dalle 8.00 alle 11.15.
La prenotazione si può effettuare anche telefonicamente al:
- Call Center Regionale n.verde 800 638.638 dal lunedì al sabato dalle ore
8.00 alle ore 20.00
- Call Center Aziendale n.verde 800 270.662 e, in caso di chiamata con telefono cellulare o dall’estero n. n. 0364 439.501 dal lunedì al venerdì dalle
ore 8.30 alle ore 16.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
Gli esami TAC si prenotano direttamente in RADIOLOGIA dal lunedì al venerdi dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 13.00 alle 15.00 - Tel. 0364 772.571
Gli esami: Tubo digerente, Clisma opaco, Urografia e Cistografia, si prenotano direttamente presso la Radiologia, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle
12.00 e dalle 13.00 alle 15.00 - Tel. 0364 772.571.
I referti si ritirano (esibendo il modulo) presso la portineria dalle 7.00 alle
20.00, tutti i giorni compresi i festivi.
N.B: è possibile richiedere, con apposito modulo, la spedizione dei referti a
domicilio, con spese a proprio carico.
TERAPIA DEL DOLORE
Presso il presidio ospedaliero di quest’ASL, viene erogato un servizio di terapia del dolore per gli utenti esterni.
Terapia del
dolore
OSPEDALE
ESINE
Presso i poliambulatori dell’ospedale (1° piano) è attivo tutti i martedì dalle
14.00 alle 17.00 un ambulatorio dedicato, al quale è possibile accedere, con
impegnativa del Medico Curante, previa prenotazione al CUP, o telefonicamente chiamando i seguenti numeri:
- Call Center Regionale n.verde 800 638.638 dal lunedì al sabato dalle ore
8.00 alle ore 20.00
-Call Center Aziendale n.verde 800 270.662 e, in caso di chiamata con
telefono cellulare o dall’estero n. 0364 439.501 dal lunedì al venerdì dalle
ore 8.30 alle ore 16.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
EDOLO
Le prestazioni vengono erogate contattando direttamente il Servizio di Anestesia dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 ai seguenti numeri: 0364
772.907 - 0364 772.561.
65
CITTADINI STRANIERI
Cittadini
stranieri
Per i cittadini stranieri, il ricovero é gratuito nei seguenti casi:
• cittadini UE che presentano tessera T.E.A.M. (Tessera Europea di Assicurazione Malattia)
• cittadini di stati con i quali esistono accordi bilaterali
• cittadini extracomunitari in possesso di tessera sanitaria
• ricovero per maternità o gravidanza
• ricovero per urgenze.
Al di fuori di questi casi, i pazienti senza assistenza sanitaria devono pagare la degenza, secondo le tariffe fissate per legge, mentre coloro che sono
in possesso di una polizza assicurativa, che risponda per le eventuali spese
sanitarie, devono consegnare fotocopia della stessa all’accettazione amministrativa.
Per quanto riguarda la complessa normativa che regola l’accesso alle
strutture sanitarie dei cittadini stranieri non comunitari, si rimanda alle pubblicazioni aggiornate in continua distribuzione.
66
Presidio Ospedaliero
Ospedali di ESINE
e EDOLO
DIPARTIMENTO
STRUTTURE DEL DIPARTIMENTO E
DIRETTORI
Dipartimento di Medicina
e Riabilitazione
UO Medicina Interna - Esine
F.F. Dr. Mario Conti
UO Medicina Interna - Edolo
Dr. Roberto Strazzeri
UO Cardiologia
Dr. Silvano Perotti
UO Pneumologia
Dr. Maurizio Tondini
UO Riabilitazione Specialistica
Riabilitazione Generale Geriatrica
- Edolo
Dr.ssa M.Grazia Cattaneo
Nefrologia e Dialisi
Dr.ssa Annunciata Manganoni
Neurologia
Dr.ssa Marinella Turla
Dipartimento di Chirurgia
UO Chirurgia Generale - Esine
Dr. Lucio Taglietti
UO Chirurgia Generale - Edolo
Dr. Roberto Cazzaniga
UO ORL
Dr. Mariano Berlendis
Oculistica
Dr. Giovanni Mazzoli
Dipartimento Materno infantile
UO Ostetricia - Ginecologia
Dr. Eugenio Fiumanò
UO Pediatria
Dr.Stefano Poli
OSPEDALE
Organizzazione Dipartimentale e Servizi
67
68
Dipartimento di Ortopedia e
Traumatologia
UO Ortopedia e Traumatologia
Esine
F.F. Dr. Gianpaolo Chitoni
UO Ortopedia e Traumatologia
Edolo
Dr. Giorgio Grazioli
Dipartimento di Emergenza
Urgenza e Accettazione (DEA)
UO Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza
(PS Esine - PS Edolo)
Dr. Matteo Soccio
UO Anestesia e Rianimazione
Dr. Lauro Morandini
UCC (Aggregazione Funzionale)
Dr. Silvano Perotti
Dipartimento dei Servizi
UO Radiologia Diagnostica - Esine/
Edolo
Dr. Ezio Mondini
UO Anatomia Patologica
Dr.ssa Luigina Romano
UO Laboratorio di Analisi (Pat.
Clinica)
Dr.ssa Anna Bonettini
UO SIMT (Immunoematologia e
Medicina Trasfusionale)
Dr.ssa Luigina Romano
Attività libero
professionale
intramurale
ANESTESIA
Visita-colloquio - mesoterapia
antalgica e peridurale antalgica
CARDIOLOGIA
Visite con elettrocardiogramma
- ecocolordopplergrafia cardiaca Test da sforzo al circoergometro
CHIRURGIA GENERALE
Visite chirurgiche, senologiche,
urologiche e proctologiche
Ecografie (escluso muscolari e
ostetrico-ginecologiche)
Ecocolordoppler arti inferiori, superiori, tronchi sovraortici
Piccoli interventi e iniezioni sclerosanti
MEDICINA INTERNA
Visite - esofagogastroduodenoscopia - colonscopia - ecografia
addome - ecografia tiroidea - visita
diabetologica - visita infettivologica
- visita epatologica
NEUROLOGIA
Visite - elettromiografia
ORTOPEDIA
Visite - infiltrazioni - artrocentesi medicazione - bendaggio - riduzione apparecchio gessato
OSTETRICIA
Visite - colposcopia - amniocentesi
- inseminazione artificiale
OTORINOLARINGOIATRIA
Visite
PNEUMOLOGIA
Visite
PSICHIATRIA
Visite
OSPEDALE
ESINE
69
PSICOLOGIA
Colloquio psicologico - psicoterapia individuale - addestramento al
rilassamento in gruppo - somministrazione di test proiettivi e della
personalità
RADIOLOGIA
Ecografie (escluso ostetricoginecologiche) - mammografie, TAC
e RMN - muscolo - scheletrica –
Ecocolordopplergrafia (TSA)
OMEOPATIA
Visite
OCULISTICA
Visite
RIABILITAZIONE / GERIATRIA
Onde d’urto radiali - Visita geriatria
- Visita fisiatrica - Test autonomia Ago puntura - Training per disfasia
- esercizirespiratori
EDOLO
70
CARDIOLOGIA
Visite con elettrocardiogramma ecocolordopplergrafia cardiaca
CHIRURGIA GENERALE
Visite - Ecografie (escluso muscolari e ostetrico-ginecologiche) Ecocolordopplergrafia arti superiori
e inferiori, tronchi sovraortici (TSA)
- Piccoli interventi
RADIOLOGIA
Ecocolordopplergrafia (TSA) e
Ecografie (escluso transrettali e
ostetriche)
ORTOPEDIA
Visite - Infiltrazioni - - Medicazioni
OSTETRICIA
Visite - Ecografie
NEUROLOGIA
Visite
ASSISTENZA SPECIALISTICA
DEFINIZIONE DELLA TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI
Comprende le visite, le prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale, nonché le altre prestazioni previste dal nomenclatore delle prestazioni
specialistiche.
INFORMAZIONI SULLE STRUTTURE E I SERVIZI FORNITI
CEDEGOLO
Dermatologia - Oculistica - Ginecologia - Pediatria.
BRENO
Cardiologia - Dermatologia - Ginecologia - Odontoiatria.
DARFO
Cardiologia - Dermatologia - Odontoiatria - Ginecologia - Neurologia - Diabetologia.
PISOGNE
Ginecologia - Dermatologia - Otorinolaringoiatria - Chirurgia - Diabetologia
- Senologia.
Sedi
assistenza
specialistica
MODALITÀ DI ATTIVAZIONE
Per ottenere una visita o un’altra prestazione specialistica o diagnostica è
necessaria la richiesta del medico del SSN su ricettario regionale.
Detta richiesta non è necessaria per le visite specialistiche in materia di:
odontoiatria, ostetricia e ginecologia, pediatria, psichiatria ed oculistica
(limitatamente alla misurazione della vista).
La prenotazione si può effettuare telefonicamente al:
- Call Center Regionale n.verde 800 638.638 dal lunedì al sabato dalle ore
8.00 alle ore 20.00
- Call Center Aziendale n.verde 800 270.662 e, in caso di chiamata con telefono cellulare o dall’estero n. 0364 439.501 dal lunedì al venerdì dalle ore
8.30 alle ore 16.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
dal lunedì al venerdì 7.30 - 18.30
8.00 - 17.00
sabato
7.30 - 12.30
8.00 - 11.15
OSPEDALE
Per prenotazioni agli sportelli
visite ed esami:
CUP Esine
CUP Edolo
Modalità di pagamento della tariffa
La quota di partecipazione alla spesa dovuta dal cittadino, in base alle leggi
vigenti, può essere versata al momento della prenotazione o all’atto della
prestazione, presso gli sportelli a ciò delegati, con c/c postale, bancomat o
carta di credito.
71
Modalità di ritiro dei referti
Il ritiro del referto può avvenire:
presso la struttura erogante, solo per i pap-test è prevista la spedizione gratuita a domicilio.
ASSISTENZA RIABILITATIVA TERRITORIALE
Referente è il Responsabile di Unità Riabilitazione Specialistica:
Dr.ssa M.Grazia Cattaneo - Tel. 0364 369.453
Le prestazioni riabilitative, sia logopediche che neuromotorie, sono erogate
in regime ambulatoriale.
MODALITÀ DI ACCESSO AI CENTRI DI RIABILITAZIONE
Prenotazione Palestre di Riabilitazione Neuromotoria territoriali
Breno: 0364 329.273 dal lun al ven: 11.30 - 12.00 e 15.00 - 15.30
Cedegolo: 0364 772.701 dal lun. al ven: 12.00 - 13.00
Darfo: 0364 540.208 dal lun al ven: 8.30 - 12.00 e 13.30 - 15.30
Edolo: 0364 772.574 dal lun al ven: 8.30 - 12.00 e 13.30 - 15.30
Pisogne: 0364 540.105 dal lun. al ven: 11 - 12.30.
Prenotazione Ambulatori di Riabilitazione Logopedica territoriale
Esine: 0364 369.451 dal lun. al ven: 13.30 - 15.30
Edolo: 0364 772.545 prenotazioni il martedi e venerdi orari: 9.00 - 12.00 e
13.00 - 15.00
Breno: 0364 329.431 prenotazioni il lunedi - mercoledi - giovedi orari: 8.30
- 12.00 e 13.00 - 16.00
Prenotazione Ambulatori di Terapia Fisica
Esine: 0364 369.280 dal mercoledi al venerdi dalle 8.30 alle 15.00
Edolo: 0364 772.545 dal lunedi al venerdi orari dalle 8.00 - 12.00 e 13.00 16.00.
Per poter accedere alle prestazioni sopraccitate, bisogna essere in possesso
dell’impegnativa rilasciata dallo specialista fisiatra, ortopedico, otorino, neurologo con relativi codici di prestazione.
La prenotazione viene effettuata direttamente dal Fisioterapista/Logopedista/Infermiere ai numeri di telefono sopraindicati e non tramite CUP.
SERVIZIO FARMACEUTICO
FARMACIA OSPEDALIERA
La Farmacia Ospedaliera, quale servizio sanitario di supporto all’attività
clinico-assistenziale, ha come scopo quello di favorire l’uso appropriato dei
farmaci e del materiale sanitario.
Garantisce l’approvvigionamento e la preparazione delle terapie di provata
efficacia e fornisce tutte le informazioni utili affinché farmaci e materiali sa-
72
nitari vengano impiegati con il massimo beneficio e il minimo rischio per i
pazienti, evitando sprechi economici.
L’attività consiste quindi nella:
- selezione dei farmaci da usare nell’intera Azienda (Prontuario Terapeutico
Ospedaliero e Prontuario Ospedale –Territorio) e scelta tecnica dei prodotti
con miglior rapporto beneficio-costo (gare regionali o aggregate)
-allestimento di preparazioni galeniche di farmaci non reperibili in commercio (es. dosi pediatriche, formulazioni “orfane”) o in dose unitaria come
terapie antitumorali e antalgiche
- distribuzione farmaci e dispositivi medici per le Unità Operative dei Presidi
Ospedalieri, per i Distretti Socio Sanitari e distribuzione diretta al paziente
in dimissione e al cittadino per farmaci particolari
- attività ispettiva di vigilanza sulla corretta gestione di farmaci e materiale
sanitario presso le strutture operative ospedaliere
- informazione e documentazione sui farmaci, con uso di fonti indipendenti,
a tutti gli operatori sanitari
- supporto a Commissioni interne come Comitato contro le Infezioni Ospedaliere, Comitato buon uso del sangue
- vigilanza sui provvedimenti di revoca e/o ritiro/sequestri di farmaci e collaborazione nella raccolta delle segnalazioni di reazioni avverse
- vigilanza sui possibili incidenti correlati all’impiego dei dispositivi medici e
conseguenti segnalazioni al Ministero della Salute e alla Regione
- supporto per il risk management aziendale
-monitoraggio della spesa farmaceutica ospedaliera e dei dati di farmacoutilizzazione
- registrazione e controllo dei flussi di erogazione diretta e ospedalieri, da
trasmettere agli organismi istituzionali (Regione e Ministero della Salute).
SERVIZIO FARMACEUTICO TERRITORIALE
SERVIZIO FARMACEUTICO
Il Servizio Farmaceutico svolge funzioni di monitoraggio e vigilanza sull’erogazione della prestazione farmaceutica al di fuori dell’ambito ospedaliero,
per garantire che la stessa avvenga nel rispetto delle normative e con un
appropriato utilizzo delle risorse. Ciò si esplica nelle seguenti attività:
•vigilanza sulle farmacie
•contabilizzazione delle ricette e loro controllo
•analisi dei consumi con monitoraggio statistico ed epidemiologico delle
prescrizioni
•gestione dei Piani Terapeutici
•farmacovigilanza
•partecipazione all’attività del Comitato Etico
•consulenza per farmacisti e medici di medicina generale
Svolge inoltre attività di approvvigionamento e distribuzione di farmaci, vaccini e materiale sanitario per le strutture aziendali extra ospedaliere e di
erogazione diretta agli assistiti di taluni prodotti, come sotto descritto.
73
Il Servizio Farmaceutico eroga direttamente alcuni farmaci e prodotti per
assistenza integrativa, dietro prescrizione medica specialistica, secondo le
normative vigenti:
- farmaci per cui è prevista la “doppia via di distribuzione” (farmaci Prontuario- ospedale -territorio PHT secondo classificazione AIFA);
- medicinali, dispositivi medici, dietetici e quant’altro ritenuto essenziale per
la cura a domicilio dei pazienti affetti da fibrosi cistica;
- dispositivi medici necessari per la somministrazione di preparati ferrochelanti per pazienti affetti da talassemia;
- miscele e dispositivi per nutrizione enterale; sacche nutrizionali, farmaci e
dispositivi medici per nutrizione parenterale;
- latte artificiale per figli di madri sieropositive fino al compimento del sesto
mese di vita;
- materiale di consumo per microinfusori per la somministrazione di insulina;
- farmaci in dosaggio pediatrico irreperibili in commercio.
Per ottenere tali forniture è necessario presentare al servizio farmaceutico la
prescrizione, redatta secondo le normative vigenti.
Il Servizio si trova presso l’Ospedale di Esine ed è aperto tutti i giorni da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00.
Il recapito telefonico è 0364 369.432, il fax 0364 369.422 e l’indirizzo di
posta elettronica [email protected]
Il Servizio Farmaceutico eroga inoltre tramite le farmacie convenzionate ossigeno liquido e alcuni prodotti per assistenza integrativa.
In particolare:
- ossigeno liquido per ossigenoterapia domiciliare a lungo termine, dietro
presentazione di scheda registro degli ipossiemici redatta da parte di uno
specialistica in pneumologia di una struttura pubblica o privata accreditata;
- prodotti dietetici aproteici per pazienti con insufficienza renale, su prescrizione di una UO di nefrologia di una struttura pubblica o privata accreditata;
-idrolisati proteici e diete elementari per grave intolleranza documentata
alle proteine del latte vaccino e alle proteine della soia in lattanti e bambini fino al compimento del 2° anno di vita, su prescrizione di una UO di
pediatria di una struttura pubblica o privata accreditata.
Per tali patologie è necessario presentare la documentazione sopra descritta al servizio farmaceutico, che abilita le farmacie convenzionate all’erogazione.
Il Servizio Farmaceutico eroga l’assistenza farmaceutica generale tramite le farmacie del territorio, delle quali si riporta l’elenco aggiornato al
28.2.2013:
74
N. telefonico
0364 910.32
0364 948.002
0364 761.62
0364 779.649
0364 710.32
0364 710.41
0364 741.23
0364 753.30
0364 651.04
0364 612.12
0364 638.303
0364 634.423
0364 433.577
0364 630.349
0364 331.054
0364 434.113
0364 434.524
0364 486.021
0364 434.263
0364 330.420
0364 224.16
0364 221.01
0364 400.07
0364 340.520
0364 414.66
0364 310.291
0364 347.805
0364 460.28
0364 450.35
0364 451.01
0364 401.49
0364 402.75
0364 531.410
0364 531.826
0364 531.326
0364 548.052
0364 533.867
0364 591.290
0364 591.490
SERVIZIO FARMACEUTICO
Località
Titolare
Ponte di legno dr. Franzinelli Temù dr. ssa Mottinelli Vezza d’oglio dr. ssa Bulferi
Incudine dr. Ghirardi Edolo dr. Ronchi s.n.c.
Edolo dr. De Rossi Corteno Golgi dr. Pieracci Sonico dr. Simoncini Malonno dr. Bodini Berzo Demo dr.ssa Petroboni Valle di Saviore dr.ssa Cattaruzzi Cevo dr. Ammoune J. Cerveno dr. Vespa Cedegolo dr. ssa Bulferetti (Farmacia Mazza)
Capodiponte dr. Turina Ono S. Pietro dr. ssa Taboni Ceto dr. Panteghini Cimbergo dr.ssa Pirondini Braone dr. ssa De Santis (Framacia Galloni)
Niardo dr.ssa Rizzi Breno dr. Minelli Breno dr. Putelli (Farmacia Murachelli)
Bienno dr. Bellicini
Malegno dr. Berzolla Ossimo dr. Ceccon Borno dr. Venturelli Cividate Camuno comunale Esine dr. Calcini s.n.c.
Cogno dr. Gheza & Manella s.n.c. Pianborno dr. Dusi
Berzo inferiore dr. Ducoli Prestine dr.ssa Scaramuzzi Boario terme dr. Pasinelli
Darfo dr.ssa Maranta e Ronchi s.n.c.
Darfo dr.ssa Romagnolo Angolo terme dr. Del Bravo s.n.c. Gianico dr. Rivadossi Artogne dr. Gheza & Chiudinelli s.n.c. Piancamuno comunale Montecampione
succurs. comunale Pisogne
Gratacasolo dr. ssa Zanotti Pisogne dr. ssa Bonetti 0364 560.444
0364 890.53
0364 880.460
Negli orari di chiusura delle farmacie e nei giorni festivi, il servizio è garantito dalle farmacie di turno, il cui elenco è reperibile nelle bacheche poste
all’esterno di ogni farmacia o al numero verde 800 240.263, oppure sul sito:
http://www.federfarma.brescia.it/farmaci_e_farmacie/farmacie_di_turno.
75
76
Dipartimento di
Salute Mentale
UO DI PSICHIATRIA E NEUROPSICHIATRIA
INFANTILE E DELL’ADOLESCENZA (NPIA)
Direttore: Dr. Vincenzo Zindato
UO DI PSICHIATRIA
CENTRO PSICO SOCIALE (CPS) E AMBULATORI:
Il CPS è il Servizio che si occupa della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi mentali degli adulti.
L’assistenza psichiatrica territoriale è organizzata secondo tre percorsi:
- LA CONSULENZA per gli utenti che non necessitano di assunzione in cura
specialistica;
- L’ASSUNZIONE IN CURA per utenti che necessitano di trattamento specialistico;
- LA PRESA IN CARICO per utenti con disturbi psichici gravi portatori di bisogni “complessi” che necessitano di trattamento multiprofessionale.
1
ÈQUIPE CURANTE: psichiatra, psicologo, assistente sociale, educatore professionale, infermiere professionale.
Malegno - Via Lanico, 2 - Tel. 0364 369670- Fax 0364 0364.369679
e-mail: [email protected]
Sede
77
SALUTE MENTALE
PRESTAZIONI:
•Interventi medici, psicologici ed infermieristici (visite psichiatriche, day hospital farmacologico e certificazioni);
•Interventi socio assistenziali (segretariato sociale, colloqui di sostegno sociale e di sostegno al lavoro);
•Interventi riabilitativi e risocializzanti;
•Interventi rivolti ai familiari (individuali o di gruppo di tipo psico-educativo o
di supporto psicologico).
•Psicoterapie e psicodiagnostica.
ORARIO DI APERTURA: da Lunedì a Venerdì dalle 8.00 alle 16.45.
MODALITÀ DI ACCESSO: La prima visita psichiatrica può avvenire su richiesta diretta dell’interessato, preferibilmente con impegnativa del medico di
base. Si accede per appuntamento, telefonando alla segreteria del CPS Tel.
0364 369670.
La scelta dello psichiatra avviene di norma secondo un criterio territoriale
(cioè secondo la località di residenza dell’utente).
Ambulatori
Edolo
Darfo
Ambulatori di:
Edolo - Piazza Donatori di sangue, 1 - Distretto Sanitario - Tel.0364 772.507
ORARIO DI APERTURA: Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30
alle 16.30.
Darfo - Via Cercovi, 10 - Distretto Sanitario - Tel. 0364.540215
ORARIO DI APERTURA:
Lunedì dalle 9.00 alle 12.30
Martedì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.00
Mercoledì dalle 14.00 alle 16.30.
CENTRO DIURNO
Posti letto: n.10 SEDE Malegno - Via Lanico, 1 Tel. 0364.369516
Struttura semiresidenziale all’interno della UOP dove vengono attuati percorsi terapeutici personalizzati ed attività di gruppo.
Consente di sperimentare e apprendere abilità nella cura del sé, nelle attività della vita quotidiana, nelle relazioni interpersonali e di gruppo, anche al
fine di un inserimento lavorativo.
MODALITA’ DI ACCESSO: l’inserimento avviene su proposta del medico curante del CPS che elabora il Piano di Trattamento Individuale (PTI).
L’equipé del Centro Diurno, sulla base del PTI,elabora viene per ogni singolo
utente un Progetto Terapeutico Riabilitativo ( PTR).
ORARIO DI APERTURA dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.30
2
SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA (SPDC):
Reparto ospedaliero per la diagnosi e il trattamento di quei disturbi mentali
che non sono curabili in modo adeguato presso i presidi territoriali.
SEDE: Esine - Ospedale - Tel. 0364 369.070-369.874
E-mail: [email protected]
MODALITÀ DI ACCESSO: il ricovero avviene di norma su base volontaria, su
indicazione del medico del CPS o dopo consulenza psichiatrica in Pronto
soccorso in ospedale.
Può essere effettuato anche in condizioni di Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) qualora esistono le tre condizioni previste dalla Legge vigente:
•Alterazioni psichiche tali da richiedere urgenti interventi terapeutici
•Rifiuto da parte del paziente di accettare tali interventi terapeutici
Posti letto: n.10 •Mancanza di condizioni che consentano di adottare tempestive ed idonee
misure sanitarie extra - ospedaliere.
78
In questo caso il ricovero avviene su ORDINANZA di ricovero disposta dal
Sindaco del Comune, in cui è stata formulata la proposta di ricovero motivata da parte di un medico (di base, privato, di struttura pubblica), che deve
essere convalidata da un altro medico (di struttura sanitaria pubblica preferibilmente medico psichiatra).
MACRO ATTIVITA’ AMBULATORIALE COMPLESSA (MAC)
SEDE: Esine - Ospedale. Annesso al Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura
Posti letto: n.3
(SPDC).
PRESTAZIONI OFFERTE: interventi farmacologici per pazienti con patologia
subacuta o che comunque non necessitano di degenza ospedaliera a tempo pieno.
MODALITÀ DI ACCESSO: si accede su proposta del medico psichiatra
dell’UO di Psichiatria.
COMUNITA’ RIABILITATIVA AD ALTA ASSISTENZA (CRA):
SEDE: Malegno - Via Lanico, 2 - Tel. 0364 369673.
E-mail: [email protected]
Struttura residenziale dell’Area Riabilitativa ad alta assistenza. Offre un’assistenza estesa sulle 24 ore con presenza di personale psico-socio-educativo
accanto a quello sanitario.
Riguarda utenti, in carico al CPS, con potenzialità di miglioramento clinico e
di integrazione sociale.
3
79
SALUTE MENTALE
La durata massima di degenza è di 18 mesi.
MODALITÀ DI ACCESSO: L’inserimento avviene su proposta dell’équipe curante del CPS, che elabora il Piano di Trattamento Individuale (PTI), sulla base del Posti letto: n.9
singolo piano, per ogni utente viene elaborato un Progetto Terapeutico Riabilitativo (PTR). L’utente deve aderire volontariamente al progetto riabilitativo.
La CRA è, inoltre, un presidio sanitario territoriale, che offre assistenza per
pazienti in “post-acuzie” inviati, dopo ricovero, dal SPDC.
4
STRUTTURE PSICHIATRICHE ACCREDITATE
(Coop Sociale “Si Può”)
COMUNITÀ PROTETTA AD ALTA ASSISTENZA (CPA) E CENTRO DIURNO “IL
CASTELLETTO”:
SEDE: Montecchio di Darfo BT - Tel.0364 529.167
Struttura residenziale dell’Area Assistenziale a riabilitazione estensiva che
offre assistenza sulle 24 ore con presenza di personale prevalentemente
Posti letto: n.10
sanitario e di assistenza alla persona.
Accoglie utenti, in carico al CPS, di età inferiore ai 65 anni, con disturbi psichici stabilizzati e perduranti, che richiedono gradi diversi di misure assistenziali, secondo progetti valutati individualmente.
CENTRO DIURNO:
SEDE: Montecchio di Darfo BT - Tel.0364 529.167
Posti letto: n.20
ORARIO DI APERTURA: Dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 17.30.
MODALITA’ DI ACCESSO: L’inserimento avviene su proposta dell’equipe curante.
APPARTAMENTI AUTONOMI (Residenzialità Leggera) con 10 posti letto.
SEDE: Comune di Darfo BT
Struttura socio-sanitaria riservata ad utenti con patologia psichiatrica clinicamente stabilizzata e finalizzata al sostegno della loro autonomia acquisita,
tra cui quella dell’esigenza abitativa.
5
80
Gli utenti vengono inseriti dall’equipe socio-sanitaria della Cooperativa “Si
Può” e dal CPS di Malegno, scelti fra quelli ritenuti idonei dopo un periodo
risocializzativo effettuato presso il CRA e/o CPA.
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
SERVIZIO DI NEUROPSICHIATRIA DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA
SEDI:Centrale: Ospedale di Esine
Sede distrettuale di Cedegolo, tutti i lunedì, mercoledì e giovedì
Il Servizio di NPIA si occupa dei disturbi neuropsichici dell’età evolutiva fino al
18° anno di età e svolge le seguenti attività:
•Presa in carico della disabilità con trattamenti specifici, collaborazione con
la famiglia e la scuola per l’integrazione e lo sviluppo dei processi di adattamento del bambino.
•Valutazioni diagnostiche e presa in carico dei disturbi dello sviluppo psicologico, affettivo-relazionale, cognitivo, neuropsicologico e neurologico del
bambino e dell’adolescente.
•Abilitazione neuromotoria, logopedica e psicomotoria
•Epilessia con elettroencefalografia clinica.
ASSISTENTE SOCIALE
Ospedale di Esine: tutti i lunedì, martedì, giovedì, venerdì. Tel: 0364 369.395.
Cedegolo: tutti i mercoledì. Tel: 0364 772.712.
Darfo BT: lunedì, giovedì, venerdì. Tel: 0364 540.211
FISIOTERAPISTE
Ospedale di Esine: tutti i lunedì e venerdì. Tel: 0364 369.395
Cedegolo: dal lunedì al venerdì. Tel: 0364 772.708
PSICOMOTRICISTE
Ospedale di Esine: dal lunedì al venerdì. Tel: 0364 369.4717
Cedegolo: Poliambulatorio: lunedì. mercoledì e giovedì. Tel: 0364 772.719
LOGOPEDISTE
Ospedale di Esine: dal lunedì al venerdì. Tel: 0364/369.416
Cedegolo: Poliambulatorio: mercoledì e giovedì mattina. Tel: 0364 772.718
Ospedale di Edolo: giovedì pomeriggio. Tel: 0364 772.582
Darfo BT: Poliambulatorio: lunedì, martedì e venerdì. Tel: 0364 540.221
PSICOLOGHE
Ospedale di Esine: dal lunedì al venerdì. Tel: 0364 369.363 – 0364 369.074
Cedegolo: Poliambulatorio: mercoledì e giovedì. Tel: 0364 772.704
ELETTROENCEFALOGRAFIA
Ospedale di Esine: Tel: 0364 369.413
81
SALUTE MENTALE
Modalità di accesso
L’accesso è diretto tramite prenotazione al CUP (n. verde 800 270.662, digitare n. 4) della prima visita NPIA. Non è indispensabile l’impegnativa del
Pediatra o del Medico.
AZIENDA CON SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA’ UNI EN ISO 9001:2008
CERTIFICATO CERMET No. 9451 – A, EA 38, 37
Accettazione Amministrativa Ricoveri Ospedalieri (Esine, Edolo,)
Ambulatori specialistici ospedalieri (Esine, Edolo)
Anatomia Patologica (Esine)
Approvvigionamenti (Breno)
Blocco Operatorio (Esine, Edolo)
Cardiologia (Esine)
Chirurgia (Esine, Edolo)
Consultorio (Edolo, Breno, Darfo)
Coordinamento Amministrativo (Breno)
Direzione Sociale (Breno)
Diabetologia e Malattie del Metabolismo (Esine, Darfo, Pisogne)
Dipartimento di Salute Mentale (Esine, Edolo, Malegno)
Direzione Medica di Presidio (Esine, Edolo)
Farmacia (Esine)
Ingegneria Clinica (Esine)
Laboratorio Patologia Clinica (Esine, Edolo)
Medicina Interna (Esine, Edolo)
Nefrologia e Dialisi (Esine, Edolo, Darfo)
Oculistica (Esine)
Ortopedia e Traumatologia (Esine, Edolo)
Ostetricia-Ginecologia (Esine)
Otorinolaringoiatria (Esine)
Palestre di Riabilitazione Neuromotoria (Esine, Edolo, Breno, Darfo e Pisogne)
Pediatria (Esine)
Pneumologia (Esine)
Prevenzione Protezione (Esine)
Pronto Soccorso (Esine, Edolo)
Radiologia (Esine, Edolo)
Rianimazione (Esine)
Riabilitazione Specialistica (Esine)
Sanità Pubblica Veterinaria (Breno)
Servizio Anziani e disabili (Breno)
Servizio Dipendenze (Darfo, Malonno)
Servizio Farmaceutico Territoriale (Esine)
Servizio Infermieristico Tecnico e Riabilitativo Aziendale (Esine)
Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (Esine)
Servizio Vigilanza e accreditamento (Breno)
Ufficio Aggiornamento e Formazione (Esine)
Ufficio Relazioni col Pubblico (Breno)
Ufficio Qualità (Esine)
Ufficio Acquisto Prestazioni Socio-Sanitarie (Breno)
ASL
DI
VALLECAMONICA - SEBINO
A CURA
URP - COMUNICAZIONE
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard