\\Server\archivio scau studio\A6-LAVORI PUBBLICI\Scuola Media di

annuncio pubblicitario
COMUNE DI ACIREALE
PROVINCIA DI CATANIA
Progetto dei lavori finalizzati alla riqualificazione del plesso scolastico
"G.B. ARISTA", in Acireale, Fraz. Guardia, Via Patrica n. 23/25, in relazione
all'efficienza energetica, alla messa a norma degli impianti,
all'abbattimento delle barriere architettoniche, alla dotazione degli
impianti sportivi e al miglioramento dell'attrattiva degli spazi scolastici.
ASSE II del PON "Ambienti per l'apprendimento" - Obiettivo C
PROGETTO ESECUTIVO
ALLEGATI
1
Relazioni
2
Elaborati grafici
3
Elaborati economici
4
Capitolato speciale d'appalto
PROGETTISTA: Ing. Angelo Di Mauro
Tavola:
Via Nazionale n. 31, 95024 Acireale (CT)
tel. 095 800086, email [email protected]
Oggetto:
RELAZIONE IMPIANTI
1d
Scala:
IMPIANTO ELETTRICO
Il presente progetto prevede tra i lavori il completamento degli impianti elettrici interni
esistenti della sala teatro e degli annessi servizi igienici. Di detti impianti, sono presenti
i quadri elettrici, i cavidotti ed i conduttori
Il sistema di distribuzione previsto è del tipo radiale, con interruttori magnetotermici
differenziali sulle singole linee d’alimentazione per consentire una maggiore continuità
d’esercizio limitando a zone molte ridotte le eventuali interruzioni a seguito
d’intervento degli interruttori per sovraccarichi o per corto circuiti.
Per la protezione contro eventuali tensioni di contatto pericolose, detti interruttori sono
provvisti di protezione differenziale con soglia d’intervento uguale a 30 mA.
Per tutti gli impianti considerati, alimentati direttamente alla tensione di rete a B.T. la
sezione minima è di 1,5 mmq e l’isolamento minore quello di grado 3, come previsto
dalle norme CEI.
Nel dimensionamento dei cavi e dei conduttori elettrici, si è tenuto conto, con
riferimento alle norme CEI, che le cadute di tensione non superino le percentuali del 4%
per l’impianto di illuminazione e del 6% per l’impianto F.M. per la pompa di calore. Per
i conduttori, inoltre, la massima densità di corrente ammessa rientra nell’ordine
massimo dell’80% di quella riscontrabile dalle tabelle UNEL.
Le linee d’alimentazione principali luce e piccola forza motrice, già esistenti, sono in
conduttori unipolari flessibili del tipo NO7V-K, cioè con grado d’isolamento 3KV e
rivestimento in materiale termoplastico, a norme UNEL e con M.I.Q.
I conduttori di protezione dei singoli circuiti utilizzati per la messa a terra, sono rivestiti
in P.V.C. di color Giallo/Verde, come da norme, onde facilitare nelle scatole
rompitratta, in quelle di smistamento e nei pozzetti di derivazione oppure nei quadri, il
riconoscimento dei “conduttori di terra”.
I pozzetti porta frutti, gli interruttori di comando, le prese di corrente luce e p.f.m.
saranno del tipo similare a quelli già esistenti negli ambienti della scuola con placca
frontale in resina color avorio.
IMPIANTO CONDIZIONAMENTO
L’impianto di condizionamento e riscaldamento è alimentato da una pompa di calore
inverter della potenza termica di 30 kW, posta sopra il solaio dei servizi adiacenti la sala
polifunzionale. Detta pompa di calore alimenterà i fancoil a pavimento posizionati
all’interno della sala costituiti da mobiletto in lamiera verniciata a fuoco dotati di
batteria di scambio termico, ventilatore a tre velocità, termostato elettronico
incorporato, avente potenza frigorifera di kW 7.5 e potenza termica di kW 9.5.
L’impianto di condizionamento prevede, altresì, l’installazione di un recuperatore di
calore sensibile del tipo a flussi incrociati, a sospensione a soffitto, costituito da un
mobile in lamiera zingata, ventilatori centrifughi di immersione/espulsione, pacco
scambiatore di calore statico a flussi incrociati, con piastre in alluminio con efficienza
pari al 53% e filtri non infiammabili in classe EU4. La portata è di 3000 mc/h, il tutto è
dotato dei relativi canali di aspirazione interna, di espulsione verso l’esterno e di
aspirazione dall’esterno.
Le tubazioni di acciaio sono già state poste in opera opportunamente rivestite da manto
isolante e alloggiate in apposita traccia e sotto il livello del pavimento e incassate nei
muri. Dette tubazioni sono state poste in opera con le occorrenti saldature, i pezzi
speciali ed i previsti giunti di dilatazione a lira.
Le tubazioni in rame, previsti in progetto, saranno poste in opera con rivestimento
isolanti realizzato con coppelle in schiuma di polietilene a cellule chiuse ricoperte da
polietilene compatto, dello spessore non inferiore a mm. 10, che ne garantiscono la
massima durata nel tempo ed una dispersione termica massima inferiore al 3% del
calore trasportato dalla rete in condizione di salto termico di progetto.
Il dimensionamento dei fancoil è stato eseguito tenendo conto delle diverse temperature
dell’acqua di ingresso, dovute alla distanza del generatore che è causa di disperdimenti
di calore lungo la rete.
Il Tecnico
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

creare flashcard