Anatomia e Morfofisiologia Animale

annuncio pubblicitario
Anatomia e Morfofisiologia Animale
PROF. ERMINIO TREVISI
OBIETTIVO DEL CORSO
Acquisire le conoscenze anatomiche e funzionali di base relative ai principali
tessuti ed apparati degli animali domestici. Conoscere le strutture organiche e i
meccanismi fisiologici degli animali in produzione zootecnica.
PROGRAMMA DEL CORSO
-
-
-
-
-
Tessuti animali (epiteliale, connettivo, muscolare, adiposo, nervoso): funzioni e
organizzazione
Apparato locomotore:
 cenni alla osteologia (ossa, scheletro assile e appendicolare, con cenni alle
ossa della testa e ai principali tipi di articolazione);
 cenni alla miologia (fisiologia della contrazione muscolare, principali
muscoli con riferimento ai tagli carnei).
Le principali regioni del corpo, con cenni alla valutazione morfologica degli
animali in produzione zootecnica.
Apparato endocrino:
 natura chimica degli ormoni, recettori, meccanismo d'azione;
 anatomia, istologia e fisiologia delle ghiandole endocrine (ipofisi, tiroide,
paratiroidi, pancreas, ghiandole surrenali).
Apparato digerente:
 anatomia del canale alimentare e delle ghiandole annesse;
 prensione e masticazione degli alimenti, secrezione salivare, motilità
gastrica,
 biochimica del rumine (metabolismo glucidico, proteico e lipidico,
metanogenesi) e motilità dei prestomaci,
 fisiologia della digestione e assorbimento dei nutrienti (succo gastrico,
biliare, pancreatico, enterico; regolazione nervosa e umorale)
Apparato riproduttore femminile:
 anatomia: ovaie, salpingi, utero, vagina, vulva;
 fisiologia: ovogenesi, ciclo estrale, ormoni coinvolti nella riproduzione
femminile. Pubertà, ciclo estrale, gravidanza e parto;
 anatomia, morfologia e fisiologia della mammella: mammogenesi,
lattogenesi, galattopoiesi, sintesi ed eiezione del latte.
Cenni ad apparati respiratorio, circolatorio e urinario.
BIBLIOGRAFIA
R. BORTOLAMI-E. CALLEGARI-P. CLAVENZANI-V. BEGHELLI, Anatomia e fisiologia degli animali
domestici, Edagricole, Bologna, 2009.
G. BERTONI, Il rumine: alcuni aspetti di anatomia, di fisiologia, di modulazione e di fisiopatologia,
CUSL, Piacenza, 1985.
R. BARONE, Atlante di osteologia e miologia del cavallo e del bovino, Edagricole, Bologna, 1981.
AA.VV., Fisiologia degli animali domestici con elementi di etologia, UTET, Torino, 1998.
J.C. CUNNINGHAM, Textbook of veterinary physiology, Saunders, Philadelphia, 2002.
Materiale distribuito durante il corso o inserito nel sito web dedicato (piattaforma
Balckboard).
DIDATTICA DEL CORSO
Lezioni in aula, seminari tematici ed esercitazioni.
METODO DI VALUTAZIONE
Colloquio finale finalizzato a valutare la conoscenza di nozioni e concetti impartiti; la
capacità di analizzare, applicare e correlare tali nozioni e concetti; il corretto uso
dell’appropriata terminologia.
Il Prof. Erminio Trevisi riceve gli studenti dopo le lezioni oppure su appuntamento
presso l’Istituto di Zootecnica.
Scarica