Scarica la versione stampabile del BUR n. 104 del 30/10/2015

annuncio pubblicitario
REPUBBLICA ITALIANA
BOLLETTINO UFFICIALE
REGIONE DEL VENETO
Venezia, venerdì 30 ottobre 2015
Anno XLVI - N. 104
Adria (Ro),
ex Chiesa San Nicola da Tolentino,
ora Monumento ai caduti.
Lungo Corso Vittorio Emanuele si trova
l’ex Chiesa di San Nicola da Tolentino.
Nel XV secolo sede di un Oratorio dedicato
a Santa Maria, poi chiesa, viene trasformato in Monumento ai Caduti negli anni ’30
(su progetto di G. B. Scarpari). La facciata
decorata è dello scultore Gaetano Samoggia
di Bologna autore anche della statua della
vittoria alata, posta sul pennone presente
sulla piazzetta antistante, e dei due leoni in
bronzo, collocati ai lati dell’ingresso della
chiesa. Esternamente si trovano otto targhe
in bronzo con incisi i nomi dei caduti adriesi
della prima guerra mondiale. Internamente,
al centro, si conserva un sarcofago con lampada votiva.
(Foto Antonio Dimer Manzolli)
Direzione - Redazione
Dorsoduro 3901, 30123 Venezia - Tel. 041 279 2862 - 2900 - Fax. 041 279 2905
Sito internet: http://bur.regione.veneto.it
Direttore Responsabile avv. Mario Caramel
e-mail: [email protected]
SOMMARIO
PARTE SECONDA
Sezione prima
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE DEMANIO PATRIMONIO E SEDI
n. 116 del 24 settembre 2015
Impegno di spesa di Euro 472,90 Iva inclusa per l'affidamento alla ditta SME S.P.A.
con sede in Venezia-Marghera della fornitura di materiale vario per il personale tecnico
del Settore Sedi Regionali e Manutenzione. CIG Z5715B48E7. D.Lgs. 163/06 art. 125
comma 11.
[Appalti]
1
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE AFFARI GENERALI E FAS-FSC
n. 133 del 18 settembre 2015
Aggiudicazione della "Fornitura biennale di contenitori per archivio a ridotto impatto
ambientale ad uso degli uffici/sedi della Regione del Veneto Giunta Regionale" C.I.G. n.
6283150B65 a favore della ditta Kit Ufficio S.n.c. di Scorzè (VE) - Codice Fiscale e
Partita IVA 02529780278 e contestuale impegno di spesa di Euro 47.424,45= sui bilanci
di previsione per gli anni 2015-2016-2017 L.R. 39/2001.
[Appalti]
4
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE COMMERCIO
n. 236 del 15 ottobre 2015
Pubblicazione dell'elenco dei posteggi liberi dei mercati da assegnare, ai fini del
rilascio della concessione pluriennale ai sensi della legge regionale 6 aprile 2001 n. 10 e
s.m.i.
[Commercio, fiere e mercati]
6
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE GEOLOGIA E GEORISORSE
n. 193 del 20 ottobre 2015
Concessione mineraria denominata "CRODA BIANCA" in Comune di Calalzo di
Cadore (BL); approvazione dell'avviso e dei criteri di valutazione ai fini del conferimento.
(L.R. n. 40/89).
[Acque]
27
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE BACINO IDROGRAFICO ADIGE PO SEZIONE DI ROVIGO
n. 351 del 12 ottobre 2015
Affidamento alla ditta Molinari Forniture S.r.l. di La Spezia (Sp) della fornitura di
dispositivi di protezione individuale ed impegno di spesa. Spese di gestione delle attività
ordinarie riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul
luogo di lavoro da parte dei Datori di Lavoro anno 2015. D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.
[Organizzazione amministrativa e personale regionale]
28
DECRETI DEL DIRIGENTE DEL SETTORE FORESTALE VERONA
n. 74 del 22 ottobre 2015
Aggiudicazione definitiva, ai sensi dell'articolo 11 commi 5 e 8 del D.Lgs. n.
163/2006 e s.m.i, della gara per l'acquisizione in economia sul Mercato Elettronico della
Pubblica Amministrazione (MEPA) di una fornitura di pantaloni e salopette antitaglio
(DPI). Affidamento alla ditta F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C. CIG
Z85161C578.
[Appalti]
30
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE EDILIZIA ABITATIVA
n. 114 del 21 ottobre 2015
Fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2015. DGR n.
1210/2015. Individuazione del termine per il caricamento delle domande nel supporto
informatico a disposizione dei comuni. Art. 11, L. n. 431/1998.
[Edilizia abitativa]
33
DECRETI DEL DIRETTORE GENERALE DELL' AREA SANITÀ E SOCIALE
n. 293 del 07 ottobre 2015
Procedura mediante pubblicazione Avviso di selezione per la nomina dei Componenti
del Comitato Regionale di Bioetica.
[Sanità e igiene pubblica]
34
DECRETI DEL DIRIGENTE DEL SETTORE ASSISTENZA DISTRETTUALE E CURE
PRIMARIE
n. 37 del 26 ottobre 2015
Pubblicazione zona/e carente/i straordinaria/e: Azienda ULSS n. 2. Accordo
Collettivo Nazionale (ACN) per la disciplina dei rapporti con i MEDICI PEDIATRI DI
LIBERA SCELTA, reso esecutivo con Intesa Conferenza Stato - Regioni in data
15/12/2005 e s.m.i.- art. 33 e Accordo Regionale per la pediatria di libera scelta, recepito
con DGR n. 2667 del 7/08/2006.
[Sanità e igiene pubblica]
36
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE NON AUTOSUFFICIENZA
n. 306 del 27 ottobre 2015
Indizione della procedura comparativa per curriculum e successivo colloquio per il
conferimento di n. 1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa per
l'espletamento delle attività connesse al Progetto Europeo SAVE - Solution Against
Violence in Europe.
[Concorsi]
42
Sezione seconda
DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE
n. 1371 del 09 ottobre 2015
Disciplina dell'evoluzione del potenziale viticolo. Adeguamento delle procedure
regionali alle disposizioni recate dal Regolamento (CE) n. 479/2008 e s.m.i. e dal
Regolamento (UE) n. 1308/2013. DM 19 febbraio 2015, prot. n. 1213.
[Agricoltura]
n. 1410 del 15 ottobre 2015
Disciplina delle attività turistiche connesse al settore primario. Differimento del
termine per l'adeguamento dei piani agrituristici al turismo rurale. Legge regionale 10
agosto 2012, n. 28 e deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015.
[Turismo]
n. 1417 del 15 ottobre 2015
Modifica alla DGR n. 868 del 13.07.2015 "Stagione venatoria 2015/2016.
Approvazione calendario venatorio regionale (L.R. n. 50/1993 art. 16)".
[Caccia e pesca]
45
48
50
PARTE TERZA
CONCORSI
AZIENDA ULSS N. 2, FELTRE (BELLUNO)
Avviso pubblico per il conferimento dell'incarico di direttore dell'Unità Operativa
Complessa di Oncologia.
Sorteggio componenti di commissione esaminatrice di concorso pubblico.
52
60
AZIENDA ULSS N. 3, BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA)
Avviso Graduatoria Concorso n. 1 posto Dirigente Medico per la struttura complessa
di Ostetricia e Ginecologia del Presidio Ospedaliero di rete Bassano (graduatoria
approvata con deliberazione del 10 settembre 2015 n. 759).
61
Avviso pubblico per titoli e colloquio per l'assunzione a tempo determinato di n. 1
dirigente medico area medica e delle specialità mediche disciplina di medicina e chirurgia
d'accettazione e d'urgenza dell'Azienda Ulss n. 3 di Bassano del Grappa (Bando n.
30/2015).
62
AZIENDA ULSS N. 5, OVEST VICENTINO
Pubblicazione graduatoria concorso pubblico dirigente medico disciplina di
organizzazione dei servizi sanitari di base.
63
AZIENDA ULSS N. 9, TREVISO
Avviso Pubblico per titoli e colloquio, per l'assunzione a tempo determinato di un
Dirigente Fisico (A2015-09).
64
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di un
Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia d'Accettazione e d'Urgenza.
65
AZIENDA ULSS N. 10, VENETO ORIENTALE
Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo
determinato di dirigente medico, disciplina "ginecologia e ostetricia".
80
AZIENDA ULSS N. 14, CHIOGGIA (VENEZIA)
Avviso pubblico Dirigente veterinario Direttore di struttura complessa U.o.c. igiene
degli alimenti di origine animale e loro derivati. Area dell'Igiene della produzione,
trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di origine
animale e loro derivati. Disciplina: Igiene della produzione, trasformazione,
commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro
derivati (Deliberazione n. 567 del 20.10.2015).
81
AZIENDA ULSS N. 16, PADOVA
Approvazione delle graduatorie anno 2014 dei Professionisti Biologi - Chimici Psicologi aspiranti ad incarico ambulatoriale nell'ambito provinciale di Padova.
Deliberazione del Direttore Generale n. 1045 del 30.07.2015
98
Approvazione delle graduatorie provinciali 2014 dei Medici Veterinari aspiranti ad
incarico ambulatoriale nell'ambito provinciale di Padova. Deliberazione del Direttore
Generale n. 1332 del 15/10/2015
103
Approvazione delle graduatorie valide per l'anno 2015 dei Medici Specialisti aspiranti
ad incarico ambulatoriale nell'ambito provinciale di Padova. Deliberazione del Direttore
Generale n. 415 del 02.04.2015
107
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di n. 1
posto di Dirigente Medico - Disciplina: Medicina Interna (Area Medica e delle Specialità
Mediche) Profilo Professionale: Medici - Ruolo Sanitario da assegnare presso una delle
seguenti sedi: S.C. Medicina del Presidio Ospedaliero Sant'Antonio e S.C. Medicina del
Presidio Ospedaliero "Immacolata Concezione" di Piove di Sacco
119
AZIENDA ULSS N. 17, ESTE (PADOVA)
Avviso pubblico, per soli titoli, per dirigente medico - disciplina di medicina e
chirurgia d'accettazione e d'urgenza.
126
COMUNE DI CERVARESE SANTA CROCE (PADOVA)
Avviso di mobilità esterna riservata esclusivamente al personale di ruolo degli enti di
area vasta, per la copertura di un posto a tempo pieno ed indeterminato - cat. B,
collaboratore amministrativo a cui attribuire anche le funzioni di messo comunale.
127
IPAB C.S.A. CHIOGGIA "FELICE FEDERICO CASSON", CHIOGGIA (VENEZIA)
Avviso pubblico, di mobilità volontaria per la copertura di n. 4 posti di operatore di
assistenza a tempo parziale 50% (pari a 18 ore settimanali) ed indeterminato (cat. b1) ex
art 30 del d.lgs 165/2001, per colloquio individuale (prova orale) se il numero di candidati
sarà inferiore a 50 o a prova scritta con domande a risposta multipla e/o aperte nelle stesse
materie previste per la prova orale, se il numero di candidati sarà uguale o superiore a 50.
128
IPAB CASA DI RIPOSO "DOTT. UMBERTO ED ALICE TASSONI", CORNEDO
VICENTINO (VICENZA)
Avviso pubblico di selezione in procedura di mobilità, per la copertura di n. 6 posti in
ruolo di OPERATORE SOCIO SANITARIO a tempo pieno - cat. B CCNL Enti Locali
2008/2009.
129
IPAB ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI "VILLA SPADA", CAPRINO VERONESE
(VERONA)
Avviso di mobilità volontaria per la copertura di 1 posto di "Fisioterapista" a tempo
pieno - tempo indeterminato (cat. C1 - CCNL Regioni e Autonomie Locali).
130
Avviso di mobilità volontaria per la copertura di 1 posto di "Infermiere Professionale"
a tempo pieno - tempo indeterminato (cat. C1 - CCNL Regioni e Autonomie Locali).
131
IPAB ISTITUTO PER ANZIANI "CASA DE BATTISTI", CEREA (VERONA)
Avviso pubblico di selezione comparativa per la formazione di un elenco di candidati
per il conferimento a tempo determinato per anni cinque di un incarico dirigenziale ai
sensi dell'art. 19 comma 6 del d. lgs 165/2001
132
PROVINCIA DI VICENZA
L.r. 30/luglio 1996 n. 22 - Bando per l'ammissione all'esame per l'accertamento dei
requisiti d'idoneità per l'iscrizione al ruolo dei conducenti di veicoli adibiti a servizi di
trasporto pubblico non di linea per via di terra (taxi e noleggio con conducente effettuati
con autovettura, motocarrozzetta e veicoli a trazione animale). Sessione 2015
133
APPALTI
Bandi e avvisi di gara
REGIONE DEL VENETO
Bando di gara per l'affidamento del servizio di supporto tecnico informatico per la
realizzazione di rassegna stampa e video rassegna quotidiane e per l'archiviazione di
materiale video prodotto dall'ufficio stampa del Consiglio regionale del Veneto.
134
COMUNE DI SAN DONÀ DI PIAVE (VENEZIA)
Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di un lotto edificabile sito in via Baron.
137
AVVISI
REGIONE DEL VENETO
Area Sanita' e Sociale. Avviso per la presentazione di proposte di candidatura per la
nomina a Componente del Comitato Regionale di Bioetica.
138
Sezione Geologia e Georisorse. Conferimento concessioni minerarie di acqua
minerale-termale. Comune: Calalzo di Cadore (BL).
143
Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione - Sezione di Vicenza. R.D.
11.12.1933, n. 1775 "Testo Unico delle diposizioni di legge sulle acque e impianti
elettrici". art. 8 del R.D. n. 1775/33; Istanza in data 7/4/1993 della Ditta Manifattura Lane
G. Marzotto & Figli Spa, successiva di subentro in data 16/12/2003 e integrativa in data
11/05/2015 di Eusebio Energia Spa, per rinnovo concessione di derivazione d'acqua dalle
Valli Fontana e Negra in Comune di Valli del Pasubio e scarico della risorsa idrica in un
bacino in loc. Forno in Comune di Torrebelvicino, che successivamente alimenta con altri
corsi il canale di adduzione della "Centrale Ponte Capre ", per produzione di energia
elettrica da " Centrale Puja", per mod. medi 0,70( 70 l/s), mod. max 1,25( 125 l/s) con un
salto di m. 101,65 e una potenza nominale media di 69,80 kW. Pratica n. 13/LE.
Ordinanza n. 425972 del 22.10.2015
145
Sezione Non Autosufficienza. Avviso di procedura comparativa per l'individuazione
di n. 1 collaboratore del progetto "Save - Solution Against Violence in Europe -" Dgr
243/2015. Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali della Regione del Veneto -Sezione
Non Autosufficienza
147
COMUNE DI BARDOLINO (VERONA)
Approvazione quarto piano degli interventi del comune di bardolino, ai sensi degli
artt. 17 - 18 della l.r.v. n. 11/2004. verbale di deliberazione del consiglio comunale.
157
CONSORZIO DI BONIFICA "ADIGE EUGANEO", ESTE (PADOVA)
Aumento tempi di ritenzione per autodepurazione nei bacini Giovanelli, Zuccona,
Tassi, Foresto Superiore, Rebosola - 1° Stralcio. AVVISO AI CREDITORI
158
PROVINCIA DI BELLUNO
Avviso istanze di concessione preferenziale per derivazione di acque superficiali e
sotterranee divenute pubbliche ai sensi del D.P.R. n. 238/99. Comune di Pieve di Cadore
(BL).
159
PROCEDIMENTI VIA
PROVINCIA DI TREVISO
Estratto deliberazione della Giunta provinciale n. 313 del 28 settembre 2015. Centro
commerciale "Area ex funghi del Montello". Ditta EMA.PRI.CE S.p.a., Comune di
Pederobba. Procedura di VIA art. 23 del D.Lgs. 152/06 ss.mm.ii. Giudizio di
compatibilità ed incidenza ambientale.
160
PARTE QUARTA
ATTI DI ENTI VARI
Agricoltura
AGENZIA VENETA PER I PAGAMENTI IN AGRICOLTURA (AVEPA), PADOVA
Decreto del dirigente dell'Area tecnica competitività imprese n. 537 del 12 ottobre 2015
UIteriore scorrimento delle posizioni finanziabili presenti nella graduatoria regionale
delle domande ammissibili all'aiuto. Piano regionale di ristrutturazione e riconversione
dei vigneti. Campagna 2014/2015.
161
Espropriazioni, occupazioni d’urgenza e servitù
ALTO VICENTINO SERVIZI SPA, THIENE (VICENZA)
Decreto del Direttore Generale n. 65 del 20 Ottobre 2015
Nuovo collettore scolmatore e servizio della rete fognaria di via Tuzzi in Comune di
Schio (VI). Pagamento indennità di asservimento e occupazione temporanea accettata, ex
art. 20 comma 8 e art. 26 del D.P.R. 327/2001.
162
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONÀ DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 31 del 20 ottobre 2015
Lavori di rifacimento della rete di acquedotto di via Formighè in comune di San Donà di
Piave. Decreto di asservimento ai sensi dell'art. 20 comma 11 e dell'art. 23 comma 1 d.p.r.
327/2001.
163
Estratto decreto del Presidente n. 32 del 20 ottobre 2015
Interventi di rinnovo e potenziamento della condotta adduttrice "Ponte di Piave-Torre di
Mosto" - 1° stralcio: tratto Ponte di Piave-Noventa di Piave. Determinazione urgente
dell'indennità provvisoria con contestuale imposizione servitù della condotta adduttrice ex
art. 22 e 23 del d.p.r. 327/2001.
164
Estratto decreto del Presidente n. 30 del 21 ottobre 2015
Realizzazione di fognatura nera di via Rossini, via Vivaldi, via S.Antonio e via Premuda a
Zenson di Piave. Decreto di pagamento indennità di asservimento accettata, ex art. 20
comma 8 e art. 26 d.p.r. 327/2001.
165
Estratto decreto del Presidente n. 34 del 21 ottobre 2015
Lavori di completamento della fognatura nera di S. Giorgio di Livenza e di Ca' Cottoni e
collegamento all'impianto di depurazione di Caorle. Decreto di pagamento a saldo
dell'indennità di asservimento accettata, ex art. 20 comma 8 e art. 26 d.p.r. 327/2001.
166
Estratto decreto del Presidente n. 35 del 21 ottobre 2015
Lavori di completamento della fognatura nera di S. Giorgio di Livenza e di Ca' Cottoni e
collegamento all'impianto di depurazione di Caorle. Decreto di deposito dell'indennità di
asservimento accettata ex art. 26, comma 4 d.p.r. 327/2001.
167
COMUNE DI ANGUILLARA VENETA (PADOVA)
Estratto decreto del responsabile ufficio tecnico n. 3 del 16 ottobre 2015
Lavori di realizzazione di una viabilità ciclopedonale in fregio alla s.p. 92 conselvana tra
le progressive chilometriche dal 30+000 al 31+530. Pagamento saldo dell'indennità di
espropriazione, ex art. 20 comma 8 e art. 26 d.p.r. 327/2001.
168
Estratto decreto del responsabile ufficio tecnico n. 4 del 16 ottobre 2015
Lavori di realizzazione di una viabilità ciclopedonale in fregio alla s.p. 92 conselvana tra
le progressive chilometriche dal 30+000 al 31+530. Deposito dell'indennità di esproprio
ex art. 20, comma 14 e 26 d.p.r. 327/2001.
169
COMUNE DI BELLUNO
Determinazioni del Settore Tecnico-Manutentivo nn. 656 del 7 ottobre 2015 e 682 del 15
ottobre 2015
"Realizzazione di una rotatoria tra Via Travazzoi e Via Gregorio XVI". Ordine di
pagamento indennità di esproprio ditte 4 e 3.
170
COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA)
Decreto di esproprio n. 1 prot. n. 13074 del 22 settembre 2015
Lavori di collegamento stradale tra via Vecchia e via dell'Usignolo.
171
Decreto di esproprio n. 1 - prot. n. 13075 del 22 settembre 2015
Ppt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del
traffico nelle vie C. Agostini, Cavour e Dante in comune di San Martino di Lupari (PD).
173
Decreto di esproprio n. 2 - prot. n. 13077 del 22 settembre 2015
Pt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del
traffico nelle vie C. Agostini - Cavour - Dante in comune di San Martino di Lupari.
175
Decreto di esproprio n. 3 - prot. n. 13076 del 22 settembre 2015
Pt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del
traffico nelle vie C. Agostini, Cavour, Dante in comune di San Martino di Lupari.
177
COMUNE DI STRA (VENEZIA)
Decreto di esproprio definitivo n. 1 del 22 ottobre 2015 Prot. n. 17364
Lavori di ampliamento e riorganizzazione funzionale del Cimitero di Paluello - I° stralcio.
Esproprio ex art. 20, c. 11 e art. 23, c. 1, D.P.R. 327/2001.
179
COMUNE DI VIGONZA (PADOVA)
Estratto decreto n. 187 del 19 ottobre 2015
Estratto decreto del Dirigente Settore Lavori pubblici per opere di viabilità per la messa in
sicurezza ambientale - 4° stralcio. Pagamento dell'indennità di espropriazione accettata,
ex art. 20 comma 8 e art. 26 D.P.R. 327/2001.
180
CONSORZIO DI BONIFICA "ACQUE RISORGIVE", VENEZIA
Ordinanza di pagamento del Capo Ufficio Catasto Espropri n. 245 protocollo n. 18753 del 15
ottobre 2015
"Realizzazione di un manufatto di sfioro sul fiume Dese a monte del Molino Turbine in
Comune di Venezia "[A.R. 019 M]. ORDINANZA DI PAGAMENTO DIRETTO, a
seguito di condivisione, dell'indennità di asservimento determinata ai sensi e per gli effetti
dell'art. 20 del D.P.R. n. 327/2001, occupazione temporanea non preordinata
all'asservimento e per i soprassuoli.
181
PROVINCIA DI TREVISO
Estratto decreto di espropio rep. n. 126 del 7 ottobre 2015
Lavori di manutenzione straordinaria intersezione tra SP 26 e SP 6 in Comune di
Possagno.
182
Estratto ordinanza dirigenziale prot. n. 91479 del 23 settembre 2015
Metanodotto derivazione per Valdobbiadene DN 150 variante DN 200 per
approfondimento tubazione nei Comuni di Farra di Soligo e Moriago della Battaglia.
Estratto ordinanza di pagamento e deposito indennità di asservimento.
183
PROVINCIA DI VERONA
Determinazione n. 3831 del 15 ottobre 2015
Ordine di pagamento, anche mediante deposito alla cassa depositi e prestiti, delle
indennità determinate nell'ambito del procedimento espropriativo promosso dalla Regione
Veneto per la "realizzazione di un'opera di invaso sul Torrente Alpone, in località
Colombaretta, in Comune di Montecchia di Crosara (VR) - ID Piano 999".
185
PROVINCIA DI VICENZA
Determinazione dirigenziale n. 688 del 13 ottobre 2015
Procedimento espropriativo relativo ai lavori di messa in sicurezza della strada
provinciale della Vena in Comune di Tonezza del Cimone e realizzazione di nuovi
parcheggi a lato della S.P. Fiorentini in località Coston-Altopiano dei Fiorentini in
Comune di Lastebasse. Determina di indicazione e liquidazione acconto dell'indennità di
espropriazione a seguito di cessione volontaria (ex art. 20, c. 6). Quinto stralcio - ditte
varie.
203
VENETO STRADE SPA, VENEZIA
Decreto di esproprio n. 504 del 4 settembre 2015 - Prot. 22126/2015/10.00.00 del 04/09/2015
Accordo di Programma ai sensi dell'art. 34 della L.R. 35/2001 tra la Regione Veneto, la
Provincia di Belluno, i Comuni di Lentiai e Mel e Veneto Strade S.p.A. - S.P. 1 "di
Sinistra Piave" - Realizzazione variante agli abitati di Lentiai e Bardies tra le progressive
km 25+700 e 28+400.
204
Decreto di esproprio n. 505 del 6 ottobre 2015 - Prot. 25151/2015/10.00.00 del 7 ottobre 2015
S.P. n° 2 "della Valle del Mis" - Lavori di allargamento dal Km. 22+200 al 22+300 in loc.
LAMBROI (Tiser) in Comune di Gosaldo - Intervento n. BL615 P.T.R.
206
Protezione civile e calamità naturali
COMMISSARIO DELEGATO PER GLI INTERVENTI URGENTI IN FAVORE DELLE
POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI SISMICI CHE HANNO INTERESSATO IL
TERRITORIO DELLE PROVINCE DI BOLOGNA, MODENA, FERRARA, MANTOVA,
REGGIO EMILIA E ROVIGO, IL 20 E IL 29 MAGGIO 2012
Decreto n. 25 del 15 ottobre 2015
Ordinanze n. 21 del 19 novembre 2013 e n. 25 del 14 agosto 2015. Comune di Adria
(Ro). "Intervento di ripristino della Sede Municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele II,
angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento SM012]. Liquidazione 2°
SAL per un importo pari a Euro 205.060,21.
209
Trasporti e viabilità
COMUNE DI CRESPADORO (VICENZA)
Decreto del Responsabile dell'Area Tecnica n. 1 del 22 ottobre 2015
Decreto declassificazione tratto di "Strada vicinale dagli Ortomani ai Gabbani" - Via
Ortomani.
212
Urbanistica
PROVINCIA DI PADOVA
Decreto del Presidente della Provincia n. 121 del 16 ottobre 2015
Comune di Abano Terme (PD). Piano regolatore generale. Variante parziale al prg n.19
adottata con deliberazione del consiglio comunale n. 105 del 18.10.2004 approvata con
d.g.r. del veneto n. 3681 del 30.11.2009. Esecuzione decreto del presidente della
repubblica del 16.07.2013. Approvazione definitiva ai sensi dell'art.44 della l.r. n. 61/85.
213
RETTIFICHE
Errata corrige
Comunicato relativo alla Deliberazione della Giunta regionale n. 1358 del 9 ottobre
2015 "Programma Operativo Regionale 2014 - 2020 - Fondo Sociale Europeo - Ob.
Competitività Regionale e Occupazione - Reg. (UE) n. 1303/2013, Reg. (UE) n.
1304/2013. Asse I - Occupabilità - Direttiva per la realizzazione di "Work Experience" Modalità a sportello - Anno 2015. (Bollettino Ufficiale n. 101 del 23 ottobre 2015).
214
Errata corrige
Comunicato relativo alla Deliberazione della Giunta regionale n. 1378 del 15 ottobre
2015 "Piano annuale 2015 degli interventi di cooperazione decentrata allo sviluppo e
solidarietà internazionale. L.R. 16 dicembre 199, n. 55, capo III. L.R. 16 febbraio 2010, n.
11, articolo 53. L.R. 22 gennaio 2010, n. 6.". (Bollettino Ufficiale n. 101 del 23 ottobre
2015).
217
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
1
_______________________________________________________________________________________________________
PARTE SECONDA
CIRCOLARI, DECRETI, ORDINANZE, DELIBERAZIONI
Sezione prima
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE DEMANIO PATRIMONIO E SEDI
(Codice interno: 309449)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE DEMANIO PATRIMONIO E SEDI n. 116 del 24 settembre 2015
Impegno di spesa di Euro 472,90 Iva inclusa per l'affidamento alla ditta SME S.P.A. con sede in Venezia-Marghera
della fornitura di materiale vario per il personale tecnico del Settore Sedi Regionali e Manutenzione. CIG Z5715B48E7.
D.Lgs. 163/06 art. 125 comma 11.
[Appalti]
Note per la trasparenza:
Con il presente decreto si provvede all'acquisto di materiale vario per il personale tecnico del Settore Sedi Regionali e
Manutenzione.
Estremi dei principali documenti dell'istruttoria:
Preventivo n. 15PRE0007915 assunto agli atti in data 14.08.2015 con prot. n. 333466
Il Direttore
Rilevata la necessità di procedere alla fornitura di materiale vario in utilizzo al personale tecnico del Settore Sedi Regionali e
Manutenzione (sd card, pen drive, lettore multicard, hard disk, accessori per macchina fotografica in dotazione).
Visto il preventivo-offerta n. 15PRE0007915 formulato dalla ditta SME S.P.A. con sede in Venezia-Marghera, via Orsato n. 5,
assunto agli atti in data 14.08.2015 con prot. n. 333466, la quale ha richiesto per la fornitura in questione la somma di Euro
472,90 - Iva inclusa, come di seguito riassunto:
• n. 2 custodie per macchina fotografica digitale Euro 9,00 cadauno
• n. 1 fondina zoom Euro 20,90
• n. 1 sd card 16gb premium Euro 12,50
• n. 1 sd card 16gb pro Euro 14,50
• n. 1 sd card 32gb Euro 27,50
• n. 10 pen drive 16gb Euro 9,90 cadauno
• n. 3 lettori multi card Euro 9,50 cadauno
• n. 2 hard disk 2TB 3,5 Euro 126,00 cadauno.
Accertato che il prezzo richiesto per le forniture di che trattasi, con confronto fra listini-prezzo per forniture con analoghe
caratteristiche, appare congruo ed in linea con i prezzi di mercato.
Rilevato che la suindicata prestazione corrisponde a tipologia di voce di spesa acquisibile mediante ricorso a procedura in
economia, con riferimento a quanto definito nell'art. 9 co. 1 del provvedimento disciplinante l'acquisizione di servizi, forniture
e lavori approvato con DGRV n. 2401 del 27.11.2012.
Visto l'art. 14 co. 2 lett. a) del medesimo provvedimento approvato con la citata DGRV n. 2401/2012, che permette,
nell'ambito delle procedure in economia, il ricorso all'affidamento diretto ad un determinato operatore economico, per la
tipologia della fornitura di che trattasi, quando il valore delle stesse sia inferiore a Euro 3.000,00.
Preso atto che alla data odierna, per l'acquisizione di che trattasi, non sono attive convenzioni Consip e presso il Mepa.
Rilevato che il valore massimo della acquisizione da effettuarsi è pari ad Euro 472,90 oneri fiscali inclusi, risultando quindi
inferiore al valore di Euro 40.000,00 individuato dall'art. 125, co. 11 del D.Lgs. n. 163/06 e s.m. e i. per l'affidamento diretto.
Ritenuto pertanto di procedere all'impegno della spesa di Euro 472,90 - Iva inclusa - così suddiviso:
2
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
• Fornitura di custodia, fondina, sd card, pen drive, lettore multicard: Euro 220,90 sul capitolo 7200 "Spese per il
sistema informativo regionale: acquisti, manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al
funzionamento dello stesso e per le attività di aggiornamento e comunicazione nei settori dell'informatica e della
telematica" del bilancio di previsione per l'esercizio 2015, che presenta sufficiente disponibilità;
• Fornitura di hard disk: Euro 252,00 sul capitolo 7204 "Spese per lo sviluppo del sistema informativo regionale" del
bilancio di previsione per l'esercizio 2015, che presenta sufficiente disponibilità.
Ritenuto, pertanto, di affidare direttamente, per le motivazioni esposte in narrativa, ai sensi dell'art. 125, co. 11 del D.Lgs. n.
163/06 e s.m. e i., e in quanto la spesa dell'acquisizione rientra nei limiti stabiliti dall'art. 13 co. 1 lett. a) del vigente
provvedimento che disciplina l'acquisizione di servizi, forniture e lavori approvato con la deliberazione della Regione del
Veneto sopra richiamata, la fornitura di materiale vario all'operatore economico SME S.P.A., con sede in Venezia-Marghera,
via Orsato n. 5, C.F./P.Iva 02323180279, per il valore complessivo di Euro 472,90 - Iva inclusa.
Visti il D.Lgs. n. 163 del 12.04.06 e il relativo regolamento attuativo, D.P.R. n. 207/2010;
Vista la L.R. n. 6/80;
Vista la DGR n. 2401 del 27.11.2012 "Provvedimento disciplinante l'acquisizione di servizi, forniture e lavori in economia";
Visto il D.Lgs. 118/2011 "Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle
Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42";
Visto il D.Lgs. n. 165/2001;
Viste le LL.RR. n. 39/01, n. 1/2011 e n. 54/2012;
Visto il D.Lgs. n. 33 del 14/03/13, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di
informazioni da parte delle PP.AA." e gli indirizzi applicativi previsti con la DGR n. 677/2013;
Vista la L.R. n. 7 del 27.4.2015 "Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017" e la nota del
Direttore dell'Area Bilancio, Affari Generali, Demanio Patrimonio e Sedi n. 225927 del 29.05.2015 relativamente alle Direttive
per la gestione del bilancio per l'esercizio 2015 per l'operatività ordinaria.
Attestata l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e
regionale;
Vista la documentazione agli atti;
decreta
1. di affidare la fornitura di materiale vario per il personale tecnico del Settore Sedi Regionali e Manutenzione, come
descritto in premessa, alla Ditta SME S.P.A., con sede in Venezia-Marghera, via Orsato n. 5, C.F./P.Iva 02323180279,
come riportato nel preventivo-offerta n. 15PRE0007915 assunto agli atti in data 14.08.2015 con prot. n. 333466, agli
atti dell'Ufficio Manutenzione ordinaria sedi regionali e patrimonio;
2. di impegnare a favore della Ditta SME S.P.A., con sede in Venezia-Marghera, via Orsato n. 5, C.F./P.Iva
02323180279, la somma di Euro 220,90 sul capitolo 7200 "Spese per il sistema informativo regionale: acquisti,
manutenzione, assistenza tecnica e sistemistica ed altri servizi inerenti al funzionamento dello stesso e per le attività di
aggiornamento e comunicazione nei settori dell'informatica e della telematica" art. 002 e P.d.c. U.1.03.01.02.006
imputandolo al bilancio di previsione 2015, che presenta la necessaria disponibilità, codice SIOPE 1341;
3. di impegnare a favore della Ditta SME S.P.A., con sede in Venezia-Marghera, via Orsato n. 5, C.F./P.Iva
02323180279, la somma di Euro 252,00 sul capitolo 7204 "Spese per lo sviluppo del sistema informativo regionale"
art. 006 e P.d.c. U.2.02.01.07.003 imputandolo al bilancio di previsione 2015, che presenta la necessaria disponibilità,
codice SIOPE 2121;
4. di dare atto che l'obbligazione di cui si dispone l'impegno è perfezionata, ha la natura di debito commerciale e non
rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n.1/2011;
5. di disporre la conferma dell'ordine di fornitura alla Ditta di cui al punto 1., mediante lettera d'ordinazione, secondo
l'uso del commercio;
6. di provvedere a comunicare al fornitore le informazioni relative all'impegno, ai sensi dell'art. 56 c. 7 del D.Lgs.
118/2011;
7. di provvedere alla liquidazione ed al pagamento del materiale vario di cui sopra, ai sensi dell'art. 44 e seguenti della
L.R. n. 39/2001, alla Ditta SME S.P.A., con sede in Venezia-Marghera, via Orsato n. 5, C.F./P.Iva 02323180279,
entro 30 giorni dalla data di presentazione di regolare fattura, a fornitura eseguita ed accertata;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
3
_______________________________________________________________________________________________________
8. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza
pubblica;
9. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 14 marzo 2013 n.
33;
10. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione.
Gian Luigi Carrucciu
4
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE AFFARI GENERALI E FAS-FSC
(Codice interno: 309226)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE AFFARI GENERALI E FAS-FSC n. 133 del 18 settembre 2015
Aggiudicazione della "Fornitura biennale di contenitori per archivio a ridotto impatto ambientale ad uso degli
uffici/sedi della Regione del Veneto Giunta Regionale" C.I.G. n. 6283150B65 a favore della ditta Kit Ufficio S.n.c. di
Scorzè (VE) - Codice Fiscale e Partita IVA 02529780278 e contestuale impegno di spesa di Euro 47.424,45= sui bilanci
di previsione per gli anni 2015-2016-2017 L.R. 39/2001.
[Appalti]
Note per la trasparenza:
Verificata la necessità di integrare le scorte di contenitori per archivi in dotazione al magazzino economale ed alle richieste
varie delle strutture della Giunta regionale, appurata l'inesistenza di convenzione CONSIP per analoga tipologia di fornitura, si
è proceduto mediante richiesta di offerta, nel Portale degli Acquisti della Pubblica Amministrazione (MEPA), ad aggiudicare
la fornitura di contenitori per archivio a ridotto impatto ambientale con il criterio del prezzo più basso
Il Direttore
PREMESSO che è stato segnalato dal magazzino economale l'esaurimento delle scorte delle diverse tipologie di contenitori per
archivio, necessari per il funzionamento delle strutture della Giunta Regionale;
VISTO il proprio decreto n. 83 del 23/06/2015 di indizione e approvazione degli atti procedurali per l'affidamento sottosoglia
comunitaria, ai sensi dell'art. 328, comma 4, lett. a) del D.P.R. 05.10.2010, n. 207, della fornitura biennale di contenitori per
l'archivio in polionda a ridotto impatto ambientale ad uso degli uffici/sedi della Regione del Veneto - Giunta Regionale;
VERIFICATA l'inesistenza di convenzioni CONSIP per analoga tipologia di fornitura, ai sensi del combinato disposto di cui
agli artt. 7, comma 2, L. n. 94/2012 e 1, comma 149, della L. n. 228/2012 si è pubblicata una richiesta di offerta (R.D.O. n.
862769) sul Portale degli acquisti della Pubblica Amministrazione per la fornitura biennale di contenitori per archivio dorso 7,
dorso 10 e dorso 15 (vedi documentazione agli atti d'ufficio), secondo il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso rispetto
all'importo posto a base di gara pari ad Euro 60.000,00=. Alla procedura in parola sono state invitate n. 10 (dieci) ditte a
presentare offerta economica, come risulta dall'allegato A al presente provvedimento;
VISTO il riepilogo delle attività di esame delle offerte ricevute allegato B, dal quale si rileva che l'unica offerta economica
pervenuta è risultata quella presentata dalla ditta Kit Ufficio S.n.c. di Scorzè (VE) - Codice Fiscale e Partita IVA 02529780278
di Euro 38.872,50 (IVA esclusa) allegato C;
VISTA l'offerta con i prezzi dettagliati per tipologia di prodotto agli atti d'ufficio;
CONSIDERATO che l'obbligazione di spesa di cui al contratto in argomento è perfezionata e che la stessa sarà esigibile
secondo il seguente piano delle scadenze:
• Euro 14.575,95= entro il 31/12/2015
• Euro 26.278,80= entro il 31/12/2016
• Euro 6.569,70= entro il 31/12/2017
necessita ora provvedere agli impegni di spesa delle somme sopra indicate, rispettivamente, sui bilanci di previsione per gli
anni 2015, 2016 e 2017 che presentano sufficiente disponibilità;
VISTA la documentazione agli atti;
VISTO il DDR 83 del 23/06/2015;
VISTO il D.Lgs n. 126/2014 integrativo e correttivo del D.Lgs n. 118/2011;
VISTA la L.R. statutaria 17/04/2012, n.1;
VISTA la L.R. n. 54 del 31/12/2012 art. 12;
VISTE le LL.RR. 6/1980, n. 39/2001 e n. 36/2004;
VISTA la L.R. n.1 del 07/01/2011;
VISTA la L. n. 190 del 23/12/2014;
VISTO il D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
5
_______________________________________________________________________________________________________
VISTO il D.Lgs. 163/2016, art. 125 e il D.P.R. n. 207/2010;
VISTA la L.R. 7 del 27/04/2015 "Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015/2017";
VISTA la DGR n. 829 del 29/06/2015;
ATTESTATA l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e
regionale;
decreta
1. di approvare la documentazione istruttoria della gara che si allega al presente provvedimento (Allegato A, Allegato B
e Allegato C) e per l'effetto di aggiudicare la fornitura biennale di contenitori per archivio a ridotto impatto
ambientale ad uso degli uffici/sedi della Regione del Veneto - Giunta Regionale per un periodo di 24 (ventiquattro)
mesi dalla data della stipula del contratto sulla base dei prezzi offerti a seguito della RDO n. 862769, per le
motivazioni scritte in premessa, alla ditta Kit Ufficio S.n.c. di Scorzè (VE) - Codice Fiscale e Partita IVA
02529780278 che ha presentato l'offerta pari ad Euro 38.872,50= (iva esclusa);
2. di dare atto che l'efficacia dell'aggiudicazione rimane subordinata all'esito delle verifiche del possesso dei requisiti di
ordine generale ex art. 38 D.Lgs. 163/2006;
3. di dare mandato al Dirigente del Settore Approvvigionamenti di stipulare il relativo contratto nella forma prevista dal
Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione;
4. di considerare le premesse come parte integrante del presente atto e di attestare che l'obbligazione di cui si dispone
l'impegno è perfezionata;
5. di dare atto che la spesa in argomento è un debito commerciale, che il fornitore provvederà agli adempimenti a suo
carico secondo contratto, che si procederà al pagamento delle relative fatture entro 30 giorni dalla data di ricevimento
delle stesse come da disposizioni contrattuali e che l'obbligazione è esigibile come di seguito indicato:
- Euro 14.575,95= entro l'anno corrente
- Euro 26.278,80= entro il 31/12/2016
- Euro 6.569,70= entro il 31/12/2017;
6. di impegnare, la somma di Euro 47.424,45= per il pagamento della "Fornitura biennale di contenitori per archivio a
ridotto impatto ambientale ad uso degli uffici/sedi della Regione del Veneto - Giunta Regionale", a favore della ditta
Kit Ufficio S.n.c. di Scorzè (VE) - Codice Fiscale e Partita IVA 02529780278, sul capitolo di spesa "Acquisto di beni
e servizi" - Articolo n. 002 "Altri beni di consumo" U.1.03.01.02.001 "Carta, cancelleria e stampati"- ex capitolo 5160
"Spese per l'acquisto di materiale di cancelleria, per la stampa di atti e documenti e per altre varie d'ufficio"- codice
SIOPE 1.03.01.1341 - C.I.G. n. 6283150B65, imputando le somme ai bilanci di previsione, che presentano sufficiente
disponibilità, per gli anni di seguito indicati:
- Euro 14.575,95= sul bilancio di previsione per l'anno 2015
- Euro 26.278,80= sul bilancio di previsione per l'anno 2016
- Euro 6.569,70= sul bilancio di previsione per l'anno 2017;
7. di attestare che tale programma di pagamento è compatibile con lo stanziamento di bilancio e con le regole di finanza
pubblica;
8. di dare atto che alla liquidazione della spesa si procederà ai sensi dell'articolo 44 e seguenti della L.R. 39/2001;
9. di dare atto che la spesa di cui si dispone l'impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a
limitazione ai sensi della L.R. 1/2011;
10. di dare atto che si provvederà a comunicare al suddetto beneficiario l'avvenuta assunzione degli impegni di spesa di
cui al punto 6;
11. di pubblicare, ex art. 23 del D.Lgs 33/2013, il presente provvedimento nell'apposita sezione "Amministrazione
trasparente";
12. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione omettendo gli allegati.
Carlo Terrabujo
Allegati (omissis)
6
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE COMMERCIO
(Codice interno: 308905)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE COMMERCIO n. 236 del 15 ottobre 2015
Pubblicazione dell'elenco dei posteggi liberi dei mercati da assegnare, ai fini del rilascio della concessione
pluriennale ai sensi della legge regionale 6 aprile 2001 n. 10 e s.m.i.
[Commercio, fiere e mercati]
Note per la trasparenza:
Il provvedimento approva l'elenco dei posteggi liberi dei mercati dei comuni del Veneto, al fine di consentire agli operatori
interessati la partecipazione alle procedure di selezione dei candidati al rilascio della concessione pluriennale.
Il Direttore
Premesso che:
• con legge regionale 6 aprile 2001 n. 10 "Nuove norme in materia di commercio su aree pubbliche" e s.m.i. la Regione
ha disciplinato l'esercizio del commercio su aree pubbliche;
• con provvedimento della Giunta Regionale 20 luglio 2001, n. 1902, come modificato dalle deliberazioni di Giunta
regionale n. 633 del 14 marzo 2003, n. 1028 del 2004, n. 2113 del 2 agosto 2005, n. 1010 del 5 giugno 2012 e n. 986
del 18 giugno 2013 sono stati approvati i criteri applicativi della legge regionale n. 10 del 2001;
• l'articolo 7, comma 1, della citata legge regionale stabilisce che la Regione, su istanza del comune interessato,
riconosce con provvedimento del dirigente della struttura regionale competente i mercati di nuova istituzione, nonché
le modifiche e variazioni a quelli esistenti;
• l'articolo 3, comma 1, della medesima legge regionale prevede che la Regione sulla base dei dati forniti dai comuni
pubblica nel Bollettino ufficiale della Regione Veneto l'elenco dei posteggi liberi nei mercati;
• l'articolo 3, comma 2, della medesima legge regionale prevede il rilascio dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività
di commercio sulle aree pubbliche mediante posteggio;
• l'articolo 2, comma 1, lettera b) della medesima legge regionale prevede che i Comuni stabiliscono la superficie ed i
criteri di assegnazione delle aree riservate agli agricoltori che esercitano la vendita diretta dei loro prodotti;
• l'articolo 4-bis, comma 4, della medesima legge regionale prevede che le imprese richiedenti le autorizzazioni al
commercio su aree pubbliche indicano ai comuni, al momento della richiesta di rilascio dell'autorizzazione, gli
elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni necessarie alla verifica della regolarità contributiva;
• la citata normativa regionale è stata emanata in attuazione della normativa statale di cui al decreto legislativo 31
marzo 1998, n. 114 "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4,
della legge 15 marzo 1997 n. 59" che, con particolare riferimento ai posteggi riservati ai produttori agricoli, stabilisce
che siano i comuni a definirne le relative modalità di assegnazione (articolo 28, comma 15);
• con decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 recante "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel
mercato interno", lo Stato ha provveduto a recepire nell'ordinamento giuridico interno le disposizioni di cui alla
Direttiva, operando modifiche al citato decreto legislativo n. 114/1998;
• l'articolo 70, comma 5, del citato decreto legislativo n. 59 del 2010 rinviava ad una successiva intesa in sede di
Conferenza unificata l'individuazione dei criteri per il rilascio ed il rinnovo della concessione dei posteggi per
l'esercizio del commercio su aree pubbliche;
• la Conferenza Unificata ha approvato l'intesa con atto in data 5 luglio 2012, successivamente pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 2013, n. 79;
• ai sensi dell'intesa suddetta, l'assegnazione dell'autorizzazione e concessione su posteggio per il mercato su aree
pubbliche deve avvenire mediante idonea procedura di selezione che garantisca imparzialità e trasparenza,
prevedendo, in particolare, un'adeguata forma di pubblicità; inoltre, la procedura selettiva non può accordare vantaggi
al prestatore uscente o a persone che con tale prestatore abbiano particolari legami;
• ai sensi dell'intesa suddetta, inoltre, la durata di tali concessioni non può essere inferiore a nove anni né superiore a
dodici anni e deve essere definita dai comuni in occasione dell'avvio della relativa procedura selettiva;
• con deliberazione di Giunta regionale n. 986 del 18 giugno 2013 è stato dato atto dell'approvazione della citata intesa,
approvando altresì i relativi criteri applicativi con riferimento alla disciplina regionale in materia di commercio su aree
pubbliche;
• in particolare, la citata deliberazione di Giunta regionale n. 986 del 2013 dispone - tra l'altro - quanto segue:
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
7
_______________________________________________________________________________________________________
• cessano di trovare applicazione le disposizioni regionali incompatibili con quelle dell'Intesa, quali la previsione della
durata decennale delle autorizzazioni e concessioni su posteggio ed il rinnovo automatico delle stesse alla scadenza
(punto 1);
• i criteri stabiliti dall'Intesa trovano immediata applicazione con riferimento ai posteggi liberi nei mercati già esistenti
ovvero nei nuovi posteggi istituiti all'interno di mercati già esistenti (punto 2);
• cessano di trovare applicazione le disposizioni regionali che stabiliscono criteri di assegnazione dei posteggi diversi
da quelli definiti dall'Intesa quali, ad esempio, il numero di presenze effettuate a titolo di precario (punto 2);
• con riferimento ai mercati, ai posteggi isolati ed alle fiere di nuova istituzione vengono indicati i relativi criteri di
assegnazione e, conseguentemente, cessa di trovare applicazione il sistema di duplice pubblicazione nel Bollettino
Ufficiale della Regione precedentemente disciplinato dalla deliberazione di Giunta regionale n. 1902 del 20 luglio
23001 e s.m.i. (punto 5);
• l'eventuale partecipazione a mercati di nuova istituzione, antecedente all'avvio della procedura di selezione dei
candidati per il rilascio della concessione pluriennale, non dà alcun titolo di priorità ai fini dell'assegnazione dei
posteggi in concessione (punto 5);
• la pubblicità delle procedure di selezione è a cura della Giunta regionale, secondo le modalità di pubblicazione
stabilite dall'articolo 3 della legge regionale n. 10 del 2001; a tal fine i comuni presentano entro il 30 aprile, il 31
agosto ed il 31 dicembre di ogni anno alla Direzione Commercio apposita istanza contenente l'elenco dei posteggi sia
esistenti sia di nuova istituzione da assegnare, unitamente alla comunicazione dell'avvenuta approvazione della
procedura selettiva (punto 9);
• il decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n.160 recante "Regolamento per la semplificazione ed il
riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive, ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del
decreto-legge 25 giugno 2008, n.112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n.133" ha emanato la
disciplina dello sportello unico per le attività produttive in attuazione delle disposizioni di cui al decreto-legge 25
giugno 2008 , n.112, convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n.133;
• la deliberazione di Giunta regionale 6 settembre 2011, n. 1417, nel prendere atto che dal 30 settembre 2011 hanno
cessato di trovare applicazione le disposizioni regionali in materia di commercio incompatibili con il D.P.R. n. 160 del
2010 succitato, ha demandato al Dirigente della struttura regionale competente in materia di commercio
l'approvazione di criteri di indirizzo operativi per la relativa attuazione;
VISTA l'istanza prot. n. 6555 del 3 agosto 2015 dell'Unione dei Comuni del Medio Brenta, con la quale l'Unione ha richiesto la
pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione dei posteggi liberi nei mercati che si svolgono nel territorio comunale del
Comune di Cadoneghe (PD), comunicando altresì l'avvenuta approvazione della relativa procedura di selezione;
VISTA l'istanza prot. n. 17232 del 27 agosto 2015 del Comune di Rubano (PD), con la quale il Comune ha richiesto la
pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione dei posteggi liberi nei mercati che si svolgono nel territorio comunale,
comunicando altresì l'avvenuta approvazione della relativa procedura di selezione;
VISTA l'istanza prot. n. 7911 del 14 agosto 2015 del Comune di Meolo (VE), con la quale il Comune ha richiesto la
pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione dei posteggi liberi nei mercati che si svolgono nel territorio comunale,
comunicando altresì l'avvenuta approvazione della relativa procedura di selezione;
VISTA l'istanza prot. n. 13523 del 1 luglio 2015 del Comune di Torri di Quartesolo (VI), con la quale il Comune ha richiesto
la pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione dei posteggi liberi nei mercati che si svolgono nel territorio comunale,
comunicando altresì l'avvenuta approvazione della relativa procedura di selezione;
VISTE le istanze prot. n. 8183 del 20 agosto 2015 e n. 9056 del 17 settembre 2015 dell'Unione dei Comuni Verona Est, con la
quale l'Unione ha richiesto la pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione dei posteggi liberi nei mercati che si
svolgono nel territorio comunale del Comune di Illasi (VR), comunicando altresì l'avvenuta approvazione della relativa
procedura di selezione;
Ritenuto pertanto di approvare, ai fini della pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione, l'elenco dei posteggi liberi nei
mercati - sia esistenti sia di nuova istituzione (Allegato A), le modalità operative per la presentazione delle domande di
autorizzazione (Allegato B) ed il modello di domanda che gli operatori dovranno presentare ai comuni sede dei posteggi
(Allegato C), i quali formano parte integrante del presente provvedimento;
decreta
1. di approvare l'elenco dei posteggi liberi dei mercati (Allegato A), le disposizioni operative per la presentazione delle
domande di autorizzazione (Allegato B), ed il modello di domanda (Allegato C);
8
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
2. di prendere atto che spetta ai comuni definire le modalità di assegnazione dei posteggi riservati ai produttori agricoli,
ivi compreso il relativo modello di domanda;
3. di disporre la pubblicazione integrale del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.
Giorgia Vidotti
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
9
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato A al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 1/3
Elenco Posteggi Liberi
Regione Veneto
COMUNE
CADONEGHE
LUOGO DI
SVOLGIMENTO
PROV
PD
PARCO DELLA
REPUBBLICA
GIORNO
DAL LUNEDÌ
ALLA
DOMENICA E
FESTIVI
N.
POSTEGGIO/
TIPOLOGIA DI
MERCATO
AREA 17/P.I.
DIMENSIONI
4 X 10
ML
PERIODICITÀ
STAGIONALE
(DA APRILE A
SETTEMBRE)
SETTORE/
TIPOLOGIA
MERCEOLOGICA
ALIMENTARE CON
SOMMINISTRAZIONE
DI ALIMENTI E
BEVANDE
Per consultare la procedura selettiva approvata dal Comune, consultare il sito internet
comunale al seguente indirizzo:
Comune di Cadoneghe (PD):
http://hypersicportal.mediobrenta.it/cmsmediobrenta/portale/albopretorio/albopretorioconsultazione.aspx
RUBANO
PD
VIA ROSSI – PARCHEGGIO
DAVANTI CONDOMINIO
EUGANEO
MERCOLEDI’
B100/P.I.
50 MQ
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
RUBANO
PD
VIA ROSSI – PARCHEGGIO
DAVANTI CONDOMINIO
EUGANEO
VENERDÌ
B100/P.I.
50 MQ
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
RUBANO
PD
VIA DELLA PROVVIDENZA
– ANGOLO VIALE PO
MERCOLEDÌ
B101/P.I.
50 MQ
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
RUBANO
PD
VIA DELLA PROVVIDENZA
ANGOLO VIALE PO
VENERDÌ
B101/P.I.
50 MQ
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
LUNEDÌ
B102/P.I.
20 MQ
ANNUALE
PRODUTTORE
AGRICOLOALIMENTARE
RUBANO
PD
VIA BOSCHETTA –
VICINANZE MONUMENTO
DEI CADUTI
RUBANO
PD
VIA BOSCHETTA –
VICINANZE MONUMENTO
DEI CADUTI
VENERDÌ
B102/P.I.
20 MQ
ANNUALE
PRODUTTORE
AGRICOLOALIMENTARE
RUBANO
PD
VIA BOSCHETTA –
VICINANZE MONUMENTO
DEI CADUTI
LUNEDÌ
B107/P.I.
20 MQ
ANNUALE
ALIMENTARE
RUBANO
PD
VIA BOSCHETTAVICINANZE MONUMENTO
DEI CADUTI
VENERDÌ
B107/P.I.
20 MQ
ANNUALE
ALIMENTARE
RUBANO
PD
VIA CAVALLOTTO,
FRONTE CIVICO 9/B
GIOVEDÌ
B108/P.I.
30 MQ
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
Per consultare la procedura selettiva approvata dal Comune, consultare il sito internet
comunale al seguente indirizzo:
Comune di Rubano (PD):
www.comune.rubano.it
10
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato A al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 2/3
9,5 X 5
MEOLO
VE
VIA PIO X
MERCOLEDÌ
19/MAG.
MEOLO
VE
VIA PIO X
MERCOLEDÌ
20/MAG.
MEOLO
VE
VIA PIO X
MERCOLEDÌ
21/MAG.
MEOLO
VE
VIA PIO X
MERCOLEDÌ
22/MAG.
MEOLO
VE
PIAZZETTA BERRE
L’ETANG
MERCOLEDÌ
27/MAG.
MEOLO
VE
PIAZZETTA BERRE
L’ETANG
MERCOLEDÌ
28/MAG.
MEOLO
VE
VIA PIO X
MERCOLEDÌ
13/MAG.
7 X 5 ML
ANNUALE
MEOLO
VE
MERCOLEDÌ
23/MAG.
7 X 5 ML
ANNUALE
MEOLO
VE
MERCOLEDÌ
26/MAG.
7 X 5 ML
ANNUALE
PIAZZETTA BERRE
L’ETANG
PIAZZETTA BERRE
L’ETANG
ML
9,5 X 5
ML
9,5 X 5
ML
9,5 X 5
ML
9,5 X 5
ML
9,5 X 5
ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
FORMAGGI,
LATTICINI E
SALUMI
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
PRODUTTORI
AGRICOLI
PRODUTTORI
AGRICOLI
PRODUTTORI
AGRICOLI
Per consultare la procedura selettiva approvata dal Comune, consultare il sito internet
comunale al seguente indirizzo:
Comune di Meolo (VE):
www.comune.meolo.ve.it
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
1/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
2/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
3/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
4/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
5/MIN.
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
6/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
7/MIN.
8 X 5 ML
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
8/MIN.
7 X 5 ML
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
9/MIN.
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
10/MIN.
5 X 5 ML
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
11/MIN.
5 X 5 ML
ANNUALE
PRODUTTORI
AGRICOLI
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
12/MIN.
5 X 5 ML
ANNUALE
PRODUTTORI
AGRICOLI
10 X 6
ML
11 X 6
ML
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
11
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato A al Decreto n.
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
TORRI DI
QUARTESOLO
236
del 15/10/2015
pag. 3/3
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
13/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
14/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
15/MIN.
6 X 4 ML
ANNUALE
ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
16/MIN.
9 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
VI
PIAZZA ADIACENTE IL
MUNICIPIO
VENERDÌ
17/MIN.
5 X 5 ML
ANNUALE
PRODUTTORI
AGRICOLI SOCIALI
Per consultare la procedura selettiva approvata dal Comune, consultare il sito internet
comunale al seguente indirizzo:
Comune di Torri di Quartesolo (VI):
www.comune.torridiquartesolo.vi.it
ILLASI
VR
PIAZZA DELLA
LIBERTA’
VENERDI’
15/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
18/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
19/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
20/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
21/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
22/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
23/MAG.
ILLASI
VR
PIAZZA POLONIA
VENERDI’
27/MAG.
ILLASI
ILLASI
ILLASI
VR
VR
VR
CELLORE
CELLORE
CELLORE
MARTEDI’
MARTEDÌ
MARTEDI’
1/P.I.
2/P.I.
3/P.I.
ILLASI
VR
C.SO DANTE ALIGHIERI
DOMENICA
1/P.I.
6 X 4 ML
8 X 4,5
ML
8 X 4,5
ML
9 X 4,5
ML
9 X 4,5
ML
10 X 5,5
ML
10 X 5,5
ML
11 X 5
ML
10 X 5 ML
10 X 5 ML
10 X 5 ML
10 X 5 ML
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
ANNUALE
ANNUALE
PRODOTTI ITTICI
ALIMENTARE
NON ALIMENTARE
ANNUALE
ALIMENTARE CON
SOMMINISTRAZIONE
DI ALIMENTI E
BEVANDE
Per consultare la procedura selettiva approvata dal Comune, consultare il sito internet
comunale al seguente indirizzo:
Comune di Illasi (VR):
www.comune.illasi.vr.it
12
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato B al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 1/1
L.R. 6 aprile 2001, n. 10 in materia di commercio su aree pubbliche. Art.3, comma 1. Pubblicazione dei
posteggi liberi. Disposizioni operative.
Per ottenere l’assegnazione di uno dei posteggi liberi inseriti nell’elenco di cui all’allegato A è necessario
presentare domanda allo Sportello Unico Attività Produttive competente per il territorio sede del posteggio.
La domanda deve essere presentata a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso nel
Bollettino Ufficiale ed entro il trentesimo giorno dalla stessa, secondo le modalità previste dal decreto del
Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n.160 recante “Regolamento per la semplificazione ed il
riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive, ai sensi dell’articolo 38, comma 3,
del decreto-legge 25 giugno 2008, n.112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n.133”.
Per le domande relative a posteggi riservati ai produttori agricoli dovrà essere utilizzato il modello
pubblicato nel sito internet del comune sede del posteggio.
L’assegnazione del posteggio sarà effettuata dal Comune interessato entro 60 giorni dalla data di scadenza
della presentazione delle domande secondo i criteri di priorità individuati dal Comune, in attuazione
dell’intesa adottata ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, sui criteri da
applicare nelle procedure di selezione per l’assegnazione di posteggi su aree pubbliche, in attuazione
dell’articolo 70, comma 5, del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 di recepimento della Direttiva
2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno, come indicato dalla deliberazione di Giunta regionale n.
986 del 18 giugno 2013.
Contestualmente alla domanda, ai sensi dell’articolo 4-bis, comma 4, della legge regionale 6 aprile 2001, n.
10 le imprese richiedenti il rilascio delle autorizzazioni al commercio su aree pubbliche comunicano ai
comuni gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni necessarie alla verifica della
regolarità contributiva.
Il presente avviso è reso disponibile anche nel sito internet della Giunta regionale alla pagina web
http://www.regione.veneto.it/web/bandi-avvisi-concorsi/avvisi.
Si informa, infine, che le procedure selettive approvate dai comuni per l’assegnazione dei posteggi di cui
all’elenco allegato ed il modello di domanda per i posteggi riservati ai produttori agricoli sono consultabili
nei siti internet comunali ai seguenti indirizzi:
Comune di Cadoneghe (PD):
http://hypersicportal.mediobrenta.it/cmsmediobrenta/portale/albopretorio/albopretorioconsultazione.aspx
Comune di Rubano (PD):
www.comune.rubano.it
Comune di Meolo (VE):
www.comune.meolo.ve.it
Comune di Torri di Quartesolo (VI):
Comune di Illasi (VR):
www.comune.torridiquartesolo.vi.it
www.comune.illasi.vr.it
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
13
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 1/14
BARRARE CON UNA CROCETTA LE OPZIONI CORRETTE.
SPAZIO PER LA PROTOCOLLAZIONE
Modulo non utilizzabile per i posteggi riservati ai
produttori agricoli
COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE
Domanda
di
autorizzazione
al
commercio su area pubblica su
posteggio nei mercati o posteggi isolati
LA PRESENTE DOMANDA, COMPILATA IN OGNI SUA PARTE, DEVE ESSERE PRESENTATA SECONDO LE MODALITA’ PREVISTE DAL
DPR 7 SETTEMBRE 2010, N. 160 IN TEMA DI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE.
AI SENSI DELL’ART. 2, CO. 6 DELLA PARTE II DELLA D.G.R. 2 AGOSTO 2005 N. 2113 SONO ESSENZIALI I DATI IDENTIFICATIVI DEL
RICHIEDENTE, QUELLI DEL MERCATO O POSTEGGIO ISOLATO E LA FIRMA DEL SOTTOSCRITTORE.
Al Comune di
________________________
Il sottoscritto
nato
il
___________________________________________________________________________________________
|_|_|/|_|_|/|_|_|_|_|
a
Comune_________________________________________
Stato_______________________________________________
(sesso
M
F
),
e
residente
in
Provincia______
Via/Piazza
ecc.
____________________________________________________________________________ n. _______ cap _____________
Comune_____________________ Provincia____________ Stato_____________________ tel. ______________________
cittadinanza______________________________
in qualità di:
|_| titolare della ditta individuale
Denominazione _________________________________________________________________________________
Con sede nel Comune di ______________________________________________________ Prov._______________
Via, Piazza, ecc. ____________________________________________________ n. ______ c.a.p. ______________
telefono _________________________________________________
Cod. Fiscale |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
P.IVA
|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
14
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 2/14
Iscrizione al Registro delle Imprese della CCIAA di____________________________________________
numero ___________del ____/____/________ REA n. ________________ del ____/____/________
|_| legale rappresentante pro tempore della società (di persone, di capitali regolarmente costituita o cooperativa)
Ragione sociale____________________________________________________________________
Con sede nel Comune di __________________________________________ Prov._______________
Via,
Piazza,
ecc.
_______________________________________________
n.
______
c.a.p.
______________
telefono _________________________________________________
Cod. Fiscale |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
P.IVA (se diversa dal C.F.) |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
Iscrizione al Registro delle Imprese della CCIAA di____________________________________________
numero ___________del ____/____/________ REA n. ________________ del ____/____/________
CHIEDE
in riferimento alla pubblicazione sul BUR dell’elenco dei posteggi liberi nel Veneto il rilascio dell’autorizzazione per
l’attività di commercio su aree pubbliche di cui all’art. 28, comma 1, lettera a) del D.Lgs 31 marzo 1998 n. 114 e la
concessione del posteggio libero sito in codesto Comune in
via/piazza ecc. ________________________________________________________________________________
località ______________________________________________________________________________________
mercato di ___________________________________________________________________________________
settore merceologico
|_| non alimentare
|_| alimentare
|_| somministrazione di alimenti e bevande
specializzazione merceologica (eventuale)______________________________________________ __________________
avente cadenza
|_| giornaliera
|_| settimanale
|_| mensile
|_| altro (specificare)_________________________________________________ _____
che si svolge nel giorno di _____________________________________________________________________
A tal fine, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, consapevole delle conseguenze penali e
amministrative di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso per il caso di dichiarazioni mendaci,
DICHIARA
•
di essere a conoscenza che l’assegnazione dei posteggi è disciplinata da specifico provvedimento adottato da codesto Comune
per lo svolgimento della relativa procedura selettiva ai sensi della deliberazione di Giunta regionale n. 986 del 18 giugno 2013;
•
di essere a conoscenza che, ai fini della commercializzazione, restano salve le disposizioni concernenti la vendita di determinati
prodotti previste da leggi speciali (art. 26, comma 3, del D.Lgs. 114/1998);
|_| che nei confronti dell’impresa o della società di cui è legale rappresentante pro-tempore non sussistono cause di divieto,
decadenza o sospensione di cui all'art. 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle
misure di prevenzione).
2
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
15
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 3/14
Ο con riferimento ai posteggi liberi dei mercati già esistenti
(barrare se ricorre questa ipotesi)
(criterio della maggiore professionalità acquisita) di essere a conoscenza che la professionalità valutabile è riferita all’anzianità di
esercizio dell’impresa, ivi compresa quella acquisita nel posteggio al quale si riferisce la selezione, e che l’anzianità d’impresa è
comprovata dall’iscrizione quale impresa attiva nel Registro delle Imprese, riferita nel suo complesso al soggetto titolare dell’impresa al
momento della partecipazione alla selezione, cumulata con quella del titolare al quale è eventualmente subentrato nella titolarità del
posteggio medesimo (punto 2, lettera a della D.G.R. n. 986 del 2013 e relativi criteri di cui allo specifico provvedimento adottato da
codesto Comune).
(eventuale) Con riferimento a questo specifico criterio dichiara altresì quanto segue:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
|_| (eventuale) (criterio riferito ai posteggi dislocati nei centri storici o in aree aventi valore storico, archeologico, artistico e
ambientale, o presso edifici aventi tale valore) di assumere l’impegno a rendere compatibile il servizio commerciale con la
funzione e la tutela territoriale e, pertanto, a rispettare le eventuali condizioni particolari, ivi comprese quelle correlate alla
tipologia dei prodotti offerti in vendita ed alle caratteristiche della struttura utilizzate, stabilite dall’autorità competente ai fini della
salvaguardia delle aree predette (punto 2, lettera b della D.G.R. n. 986 del 2013 e relativi criteri di cui allo specifico provvedimento
adottato da codesto Comune).
(eventuale) Con riferimento a questo specifico criterio dichiara altresì quanto segue:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
3
16
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 4/14
Ο con riferimento ai posteggi liberi dei mercati di nuova istituzione
(barrare se ricorre questa ipotesi)
|_| criterio correlato alla qualità dell’offerta (punto 5, numero 1 della D.G.R. n. 986 del 2013 e relativi criteri di cui allo specifico
provvedimento comunale) Con riferimento a questo specifico criterio dichiara quanto segue:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
|_| criterio correlato alla tipologia del servizio fornito (punto 5, numero 2 della D.G.R. n. 986 del 2013) Con riferimento a questo
specifico criterio dichiara quanto segue:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
|_| criterio correlato alla presentazione di progetti innovativi, anche relativi a caratteristiche di compatibilità architettonica
(punto 5, numero 3 della D.G.R. n. 986 del 2013) Con riferimento a questo specifico criterio dichiara quanto segue:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
_
4
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
17
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 5/14
DICHIARA INOLTRE
-
di essere a conoscenza che la durata della concessione è definita dal Comune ai sensi del punto 1 della citata D.G.R. n. 986
del 2013 e che ne è vietato il rinnovo automatico;
-
di essere a conoscenza che le eventuali presenze precedentemente effettuate a titolo di precario non saranno riconosciute ai
fini del rilascio dell’autorizzazione richiesta;
|_| di non essere titolare di altro posteggio nello stesso mercato;
|_| di essere già titolare dei seguenti posteggi nello stesso mercato:
posteggio n. _____________ settore__________________________________________
posteggio n. _____________ settore__________________________________________
posteggio n. _____________ settore__________________________________________
posteggio n. _____________ settore__________________________________________
posteggio n. _____________ settore__________________________________________
|_| (eventuale) che, ai soli fini delle giustificazioni di assenza ai sensi dell’art. 2, comma 20, della parte II della DGR 2113/2005, il
socio che normalmente parteciperà al mercato è il Sig. ______________________________________________________
_______________________________________________________________________
nato
il
___/___/________
a Comune____________________________________________________ Provincia______ Stato_______________________
(sesso M|_| F|_| ), e residente in Via/Piazza ecc. ____________________________________________________________
n.
_______
cap
__________
Comune_______________________________________________
Provincia______
Stato_____________________________ tel. ______________________________ cittadinanza________________________;
|_| la conformità agli originali delle fotocopie allegate alla presente domanda;
-
di impegnarsi, nel caso di collocamento in posizione utile nella graduatoria per l’assegnazione dei posteggi, a:
o
far pervenire al Comune n. 2 fototessere recenti del titolare o del legale rappresentante che presenta la domanda ovvero
del socio che normalmente partecipa al mercato ed appositamente designato ai fini del rilascio dell’autorizzazione;
o
esibire al Comune il permesso di soggiorno in originale ai fini del rilascio dell’autorizzazione (per i cittadini extracomunitari).
Ai sensi dell’art. 6 comma 1 e dell’art. 45 comma 2 del D.Lgs. n. 82 del 2005 (Codice dell'amministrazione digitale), elegge come
proprio domicilio informatico il seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al quale verranno inviate tutte le
comunicazioni riguardanti la presente domanda:
[email protected]___________________________________________________
ALLEGA
|_| n. _______ autocertificazioni per il possesso dei requisiti morali e autocertificazioni antimafia;
|_| n. _______ autocertificazioni attinenti al possesso dei requisiti professionali nel caso di attività di vendita di prodotti alimentari o di
somministrazione di alimenti e bevande;
5
18
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 6/14
|_| n. _______ comunicazione degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni necessarie alla verifica della
regolarità contributiva;
|_| n. _______ dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativamente al non assoggettamento agli obblighi contributivi INAIL;
- la seguente documentazione riferita ai criteri di assegnazione dei posteggi:
_________________________________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
- fotocopia del seguente documento di identità in corso di validità:
Documento
________________________________
n.
____________________
rilasciato
il
__/__/____
da
___________________________________________________________________________________________ ;
|_| (per i cittadini extracomunitari) copia fotostatica del permesso di soggiorno valido (rilasciato per lavoro autonomo o dipendente
ovvero per motivi familiari).
Luogo e data __________________________
FIRMA
___________________________________________________________
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003
Si informa la S.V. che:
a) i suoi dati saranno conservati e trattati, anche in forma automatizzata, presso il Comune cui è presentata la domanda ai fini
dell’espletamento dell’istruttoria necessaria al rilascio dell’autorizzazione per il commercio su area pubblica;
b) il conferimento dei dati è obbligatorio;
c) il mancato conferimento dei dati comporterà l’impossibilità rilasciare l’autorizzazione;
d) i dati potranno essere comunicati alla Regione Veneto per il monitoraggio del commercio su aree pubbliche di cui all’art. 12 della l. 6
aprile 2001 n. 10 e per ogni altra finalità prevista dalla legge ed ad altre amministrazioni pubbliche per eventuali altre finalità di legge,
oltre ai soggetti aventi diritto di cui all’art. 22 della l. 7 agosto 1990 n. 241.
e) Lei potrà esercitare i diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. 196/2003;
f)
titolare del trattamento dei Suoi dati è il comune cui è presentata la domanda, cui potrà essere richiesto anche il nominativo del
responsabile del trattamento;
g) in base all’art. 22, co. 2 del d.lgs. 196/2003, si comunica, inoltre, che i suoi dati giudiziari vengono trattati in base agli obblighi di cui al
decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione).
6
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
19
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 7/14
La presente autocertificazione deve essere presentata dal titolare
della ditta individuale, dai legali rappresentanti, dalla persona preposta
all’attività di vendita di prodotti alimentari, dal procuratore e dal
preposto all’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e
bevande e da altri soggetti (art. 85 del D.lgs. n. 159 del 2011).1
COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE
Al Comune di
•
Autocertificazione per il possesso dei requisiti morali di cui agli artt. 71, c. da 1 a 5, del d.lgs. 26 marzo
2010 n. 59
•
Autocertificazione antimafia (art. 85 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159)
Dati relativi all’impresa individuale o alla società
Denominazione o Ragione Sociale___________________________________________________________________
Sede: Comune di ________________________________________________________________ Prov.___________
Via, Piazza, ecc. ____________________________________________________ n. ______ c.a.p. ______________
telefono _________________________________________________
Cod. Fiscale |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
P.IVA (se diversa dal C.F.) |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
Iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di________________________________________________________
il |_|_|/|_|_|/|_|_|_|_| al numero
__________________
1 D.Lgs. 6-9-2011 n. 159
Art. 85 Soggetti sottoposti alla verifica antimafia
1. La documentazione antimafia, se si tratta di imprese individuali, deve riferirsi al titolare ed al direttore tecnico, ove previsto.
2. La documentazione antimafia, se si tratta di associazioni, imprese, società, consorzi e raggruppamenti temporanei di imprese, deve riferirsi, oltre che al direttore tecnico, ove previsto:
a) per le associazioni, a chi ne ha la legale rappresentanza;
b) per le società di capitali anche consortili ai sensi dell'articolo 2615-ter del codice civile, per le società cooperative, di consorzi cooperativi, per i consorzi di cui al libro V, titolo X, capo II, sezione II, del codice
civile, al legale rappresentante e agli eventuali altri componenti l'organo di amministrazione, nonché a ciascuno dei consorziati che nei consorzi e nelle società consortili detenga una partecipazione superiore al 10 per
cento oppure detenga una partecipazione inferiore al 10 per cento e che abbia stipulato un patto parasociale riferibile a una partecipazione pari o superiore al 10 per cento, ed ai soci o consorziati per conto dei quali le
società consortili o i consorzi operino in modo esclusivo nei confronti della pubblica amministrazione;
c) per le società di capitali, anche al socio di maggioranza in caso di società con un numero di soci pari o inferiore a quattro, ovvero al socio in caso di società con socio unico;
d) per i consorzi di cui all'articolo 2602 del codice civile e per i gruppi europei di interesse economico, a chi ne ha la rappresentanza e agli imprenditori o società consorziate; (18)
e) per le società semplice e in nome collettivo, a tutti i soci;
f) per le società in accomandita semplice, ai soci accomandatari;
g) per le società di cui all'articolo 2508 del codice civile, a coloro che le rappresentano stabilmente nel territorio dello Stato;
h) per i raggruppamenti temporanei di imprese, alle imprese costituenti il raggruppamento anche se aventi sede all'estero, secondo le modalità indicate nelle lettere precedenti;
i) per le società personali ai soci persone fisiche delle società personali o di capitali che ne siano socie.
2-bis. Oltre a quanto previsto dal precedente comma 2, per le associazioni e società di qualunque tipo, anche prive di personalità giuridica, la documentazione antimafia è riferita anche ai soggetti membri del collegio
sindacale o, nei casi contemplati dall'articolo 2477 del codice civile, al sindaco, nonché ai soggetti che svolgono i compiti di vigilanza di cui all'articolo 6, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.
2-ter. Per le società costituite all'estero, prive di una sede secondaria con rappresentanza stabile nel territorio dello Stato, la documentazione antimafia deve riferirsi a coloro che esercitano poteri di amministrazione, di
rappresentanza o di direzione dell'impresa.
2-quater. Per le società di capitali di cui alle lettere b) e c) del comma 2, concessionarie nel settore dei giochi pubblici, oltre a quanto previsto nelle medesime lettere, la documentazione antimafia deve riferirsi anche ai
soci persone fisiche che detengono, anche indirettamente, una partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 2 per cento, nonché ai direttori generali e ai soggetti responsabili delle sedi secondarie o delle stabili
organizzazioni in Italia di soggetti non residenti. Nell'ipotesi in cui i soci persone fisiche detengano la partecipazione superiore alla predetta soglia mediante altre società di capitali, la documentazione deve riferirsi anche al
legale rappresentante e agli eventuali componenti dell'organo di amministrazione della società socia, alle persone fisiche che, direttamente o indirettamente, controllano tale società, nonché ai direttori generali e ai soggetti
responsabili delle sedi secondarie o delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti. La documentazione di cui al periodo precedente deve riferirsi anche al coniuge non separato.
3. L'informazione antimafia, oltre che ai soggetti di cui ai commi 1, 2, 2-bis, 2-ter e 2-quater, deve riferirsi anche ai familiari conviventi.
7
20
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 8/14
Il sottoscritto ____________________________________________________________________________________________
nato
il
|_|_|/|_|_|/|_|_|_|_|
a
Comune_______________________________________________________________
Provincia______ Stato_________________________________________________ (sesso M F ), e residente in Via/Piazza ecc.
_______________________________________________________________________ n. _____________ cap ______________
Comune______________________ Provincia_________ Stato_______________________________ tel. ______________
_____________________________ cittadinanza____________________________________________
in qualità di: ______________________________________________________________________________________________
(indicare il rapporto esistente con la società, ad esempio: socio, titolare, amministratore, preposto ecc.)
della ditta come sopra identificata, consapevole delle conseguenze penali e amministrative di cui agli artt. 75 e 76 del DPR
445/2000 per il caso di dichiarazioni mendaci,
DICHIARA
di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71, commi da 1 a 5, del D.Lgs. 59/2010 2 |_| in quanto (eventuale)
ha ottenuto la riabilitazione con sentenza del Tribunale di ______________________________ n. _________ del
|_|_|/|_|_|/|_|_|_|_|.
(solo nel caso di posteggio con somministrazione) di possedere i requisiti morali di cui agli artt. 11, 12 e 92 del TULPS;
che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 67 del decreto legislativo
6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione) 3;
2 D.Lgs. 26-3-2010 n. 59
Art. 71 Requisiti di accesso e di esercizio delle attività commerciali
1. Non possono esercitare l'attività commerciale di vendita e di somministrazione:
a) coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la riabilitazione;
b) coloro che hanno riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni, sempre che sia stata
applicata, in concreto, una pena superiore al minimo edittale;
c) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libro II, Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione, riciclaggio,
insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione;
d) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro l'igiene e la sanità pubblica, compresi i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale;
e) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due o più condanne, nel quinquennio precedente all'inizio dell'esercizio dell'attività, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli
alimenti previsti da leggi speciali;
f) coloro che sono sottoposti a una delle misure di prevenzione di cui alla legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o nei cui confronti sia stata applicata una delle misure previste dalla legge 31 maggio 1965, n. 575,
ovvero a misure di sicurezza; (31)
2. Non possono esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande coloro che si trovano nelle condizioni di cui al comma 1, o hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro la
moralità pubblica e il buon costume, per delitti commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da stupefacenti; per reati concernenti la prevenzione dell'alcolismo, le sostanze stupefacenti o psicotrope, il gioco
d'azzardo, le scommesse clandestine, nonché per reati relativi ad infrazioni alle norme sui giochi. (32)
3. Il divieto di esercizio dell'attività, ai sensi del comma 1, lettere b), c), d), e) ed f), e ai sensi del comma 2, permane per la durata di cinque anni a decorrere dal giorno in cui la pena è stata scontata. Qualora la pena si sia
estinta in altro modo, il termine di cinque anni decorre dal giorno del passaggio in giudicato della sentenza, salvo riabilitazione. (33)
4. Il divieto di esercizio dell'attività non si applica qualora, con sentenza passata in giudicato sia stata concessa la sospensione condizionale della pena sempre che non intervengano circostanze idonee a incidere sulla
revoca della sospensione.
5. In caso di società, associazioni od organismi collettivi i requisiti morali di cui ai commi 1 e 2 devono essere posseduti dal legale rappresentante, da altra persona preposta all'attività commerciale e da tutti i soggetti
individuati dall'articolo 2, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252. In caso di impresa individuale i requisiti di cui ai commi 1 e 2 devono essere posseduti dal titolare e dall'eventuale
altra persona preposta all'attività commerciale.
3 D.Lgs. 6-9-2011 n. 159
Art. 67 Effetti delle misure di prevenzione
1. Le persone alle quali sia stata applicata con provvedimento definitivo una delle misure di prevenzione previste dal libro I, titolo I, capo II non possono ottenere:
a) licenze o autorizzazioni di polizia e di commercio;
b) concessioni di acque pubbliche e diritti ad esse inerenti nonché concessioni di beni demaniali allorché siano richieste per l'esercizio di attività imprenditoriali;
c) concessioni di costruzione e gestione di opere riguardanti la pubblica amministrazione e concessioni di servizi pubblici;
d) iscrizioni negli elenchi di appaltatori o di fornitori di opere, beni e servizi riguardanti la pubblica amministrazione, nei registri della camera di commercio per l'esercizio del commercio all'ingrosso e nei registri di
commissionari astatori presso i mercati annonari all'ingrosso;
e) attestazioni di qualificazione per eseguire lavori pubblici;
f) altre iscrizioni o provvedimenti a contenuto autorizzatorio, concessorio, o abilitativo per lo svolgimento di attività imprenditoriali, comunque denominati;
g) contributi, finanziamenti o mutui agevolati ed altre erogazioni dello stesso tipo, comunque denominate, concessi o erogati da parte dello Stato, di altri enti pubblici o delle Comunità europee, per lo svolgimento
di attività imprenditoriali;
h) licenze per detenzione e porto d'armi, fabbricazione, deposito, vendita e trasporto di materie esplodenti.
2. Il provvedimento definitivo di applicazione della misura di prevenzione determina la decadenza di diritto dalle licenze, autorizzazioni, concessioni, iscrizioni, attestazioni, abilitazioni ed erogazioni di cui al comma 1,
nonché il divieto di concludere contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, di cottimo fiduciario e relativi subappalti e subcontratti, compresi i cottimi di qualsiasi tipo, i noli a caldo e le forniture con posa in opera. Le
licenze, le autorizzazioni e le concessioni sono ritirate e le iscrizioni sono cancellate ed è disposta la decadenza delle attestazioni a cura degli organi competenti.
3. Nel corso del procedimento di prevenzione, il tribunale, se sussistono motivi di particolare gravità, può disporre in via provvisoria i divieti di cui ai commi 1 e 2 e sospendere l'efficacia delle iscrizioni, delle erogazioni e
degli altri provvedimenti ed atti di cui ai medesimi commi. Il provvedimento del tribunale può essere in qualunque momento revocato dal giudice procedente e perde efficacia se non è confermato con il decreto che applica
la misura di prevenzione.
4. Il tribunale, salvo quanto previsto all'articolo 68, dispone che i divieti e le decadenze previsti dai commi 1 e 2 operino anche nei confronti di chiunque conviva con la persona sottoposta alla misura di prevenzione nonché
nei confronti di imprese, associazioni, società e consorzi di cui la persona sottoposta a misura di prevenzione sia amministratore o determini in qualsiasi modo scelte e indirizzi. In tal caso i divieti sono efficaci per un
periodo di cinque anni.
5. Per le licenze ed autorizzazioni di polizia, ad eccezione di quelle relative alle armi, munizioni ed esplosivi, e per gli altri provvedimenti di cui al comma 1 le decadenze e i divieti previsti dal presente articolo possono
essere esclusi dal giudice nel caso in cui per effetto degli stessi verrebbero a mancare i mezzi di sostentamento all'interessato e alla famiglia.
6. Salvo che si tratti di provvedimenti di rinnovo, attuativi o comunque conseguenti a provvedimenti già disposti, ovvero di contratti derivati da altri già stipulati dalla pubblica amministrazione, le licenze, le autorizzazioni, le
concessioni, le erogazioni, le abilitazioni e le iscrizioni indicate nel comma 1 non possono essere rilasciate o consentite e la conclusione dei contratti o subcontratti indicati nel comma 2 non può essere consentita a favore
di persone nei cui confronti è in corso il procedimento di prevenzione senza che sia data preventiva comunicazione al giudice competente, il quale può disporre, ricorrendone i presupposti, i divieti e le sospensioni previsti a
8
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
21
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 9/14
Allega : |_| fotocopia del seguente documento di identità in corso di validità:
documento ________________________________________________________ n. ____________________ rilasciato
il |_|_|/|_|_|/|_|_|_|_| da ___________________________________________________________
Luogo e data __________________________
FIRMA
___________________________________________________________
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003
Si informa la S.V. che:
a) i suoi dati saranno conservati e trattati, anche in forma automatizzata, presso il Comune cui è presentata la domanda ai fini
dell’espletamento dell’istruttoria necessaria al rilascio dell’autorizzazione per il commercio su area pubblica;
b) il conferimento dei dati è obbligatorio;
c) il mancato conferimento dei dati comporterà l’impossibilità rilasciare l’autorizzazione;
d) i dati saranno comunicati alla Regione Veneto per il monitoraggio del commercio su aree pubbliche di cui all’art. 12 della l.r. 6 aprile
2001 n. 10 e per ogni altra finalità prevista dalla legge ed ad altre amministrazioni pubbliche per eventuali altre finalità di legge, oltre ai
soggetti aventi diritto di cui all’art. 22 della l. 7 agosto 1990 n. 241.
e) Lei potrà esercitare i diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. 196/2003;
f)
titolare del trattamento dei Suoi dati è il comune cui è presentata la domanda, cui potrà essere richiesto anche il nominativo del
responsabile del trattamento;
g) in base all’art. 22, co. 2 del d.lgs. 196/2003, si comunica, inoltre, che i suoi dati giudiziari vengono trattati in base agli obblighi di cui al
decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione).
norma del comma 3. A tal fine, i relativi procedimenti amministrativi restano sospesi fino a quando il giudice non provvede e, comunque, per un periodo non superiore a venti giorni dalla data in cui la pubblica
amministrazione ha proceduto alla comunicazione.
7. Dal termine stabilito per la presentazione delle liste e dei candidati e fino alla chiusura delle operazioni di voto, alle persone sottoposte, in forza di provvedimenti definitivi, alla misura della sorveglianza speciale di
pubblica sicurezza è fatto divieto di svolgere le attività di propaganda elettorale previste dalla legge 4 aprile 1956, n. 212, in favore o in pregiudizio di candidati partecipanti a qualsiasi tipo di competizione elettorale.
8. Le disposizioni dei commi 1, 2 e 4 si applicano anche nei confronti delle persone condannate con sentenza definitiva o, ancorché non definitiva, confermata in grado di appello, per uno dei delitti di cui all'articolo 51,
comma 3-bis, del codice di procedura penale.
9
22
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 10/14
La presente autocertificazione deve essere presentata dal titolare o
rappresentante legale, ovvero, in alternativa, dall'eventuale persona
preposta all'attività commerciale.
COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE
Modulo da allegare alla domanda solo nel caso di domanda di posteggio settore alimentare
Al Comune di
Autocertificazione per il possesso dei requisiti professionali
di cui all’art. 71, comma 6, del d.lgs. 26.3.2010, n. 59
Dati relativi all’impresa individuale o alla società
Denominazione o Ragione Sociale___________________________________________________________________
Sede: Comune di ________________________________________________________________ Prov.___________
Via, Piazza, ecc. ____________________________________________________ n. ______ c.a.p. ______________
telefono _________________________________________________
Cod. Fiscale |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
P.IVA (se diversa dal C.F.) |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
Iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di________________________________________________________
il |_|_|/|_|_|/|_|_|_|_| al numero
__________________
il sottoscritto
Signor
nato
________________________________________________________________________________________________
il
__/__/____
a
Comune_________________________________________________
Stato_____________________________________________ (sesso
M
F
Provincia
___________
) e residente in Via/Piazza ecc.
_____________________________ n. _______ cap _____________ Comune______________________ Provincia_________
Stato______________________________________ tel. ______________________ cittadinanza________________________
In qualità di:
|_| titolare della ditta individuale
|_| legale rappresentante della società sopra identificata
|_| persona specificamente preposta all’attività commerciale della società sopra identificata4
4
Si rammenta che non può essere nominato un medesimo preposto per più società (Ministero delle Attività Produttive, Circolare n. 3467 del 28 maggio 1999).
10
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
23
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 11/14
consapevole delle conseguenze penali e amministrative di cui agli artt. 75 e 76 del DPR 445/2000 per il caso di dichiarazioni
mendaci,
DICHIARA
di possedere i requisiti professionali di cui all’art. 71, comma 6, del d.lgs. 59/2010 in quanto
|_| ha frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli
alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e Bolzano
denominazione dell'istituto____________________________________________________
sede ___________________________________ anno di conclusione _______________
oggetto del corso__________________________________________________________ ;
|_| ha esercitato in proprio per almeno due anni,anche non continuativi, nel quinquennio precedente, l'attività di vendita dei
prodotti alimentari o di somministrazione di alimenti e bevande dal _____________________ al_______________
tipo di attività______________________________________________________________
iscrizione al Registro Imprese CCIAA di _________________ n. ____________________ ;
|_| ha prestato la propria opera per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, presso imprese
esercenti l'attività nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande, presso
denominazione ______________________________ sede _________________________
denominazione ______________________________ sede _________________________
quale dipendente qualificato, regolarmente iscritto all'INPS, dal ____________al__________
quale coadiutore familiare, regolarmente iscritto all'INPS, dal _____________ al _________
|_| è stato iscritto al Registro Esercenti il Commercio di cui alla legge 11 giugno 1971, n. 426:
per le ex tabelle alimentari o la somministrazione di alimenti e bevande;
nella sezione speciale del registro per la gestione di impresa turistica (R.I.T.);
salvo cancellazione volontaria o per perdita di requisiti.
|_| è in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo
professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla
somministrazione degli alimenti:
denominazione dell'istituto____________________________________________________
sede ___________________________________ anno di conclusione _______________
|_| ha superato l’esame di idoneità all’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande tenuto presso la camera di
commercio, industria, artigianato e agricoltura di ________________ in data ________;
11
24
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 12/14
Allega : |_| Fotocopia del seguente documento di identità in corso di validità:
Documento ________________________________________________________ n. ____________________ rilasciato
il |_|_|/|_|_|/|_|_|_|_| da ___________________________________________________________
Luogo e data __________________________
FIRMA
___________________________________________________________
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003
Si informa la S.V. che:
a) i suoi dati saranno conservati e trattati, anche in forma automatizzata, presso il Comune cui è presentata la domanda ai fini
dell’espletamento dell’istruttoria necessaria al rilascio dell’autorizzazione per il commercio su area pubblica;
b) il conferimento dei dati è obbligatorio;
c) il mancato conferimento dei dati comporterà l’impossibilità rilasciare l’autorizzazione;
d) i dati potranno essere comunicati alla Regione Veneto per il monitoraggio del commercio su aree pubbliche di cui all’art. 12 della l ..r. 6
aprile 2001 n. 10 e per ogni altra finalità prevista dalla legge ed ad altre amministrazioni pubbliche per eventuali altre finalità di legge,
oltre ai soggetti aventi diritto di cui all’art. 22 della l. 7 agosto 1990 n. 241.
e) Lei potrà esercitare i diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. 196/2003;
f)
titolare del trattamento dei Suoi dati è il comune cui è presentata la domanda, cui potrà essere richiesto anche il nominativo del
responsabile del trattamento;
g) in base all’art. 22, co. 2 del d.lgs. 196/2003, si comunica, inoltre, che i suoi dati giudiziari vengono trattati in base agli obblighi di cui al
decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione).
12
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
25
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 13/14
Spett. Comune di ____________
Comunicazione dei dati ai fini delle verifiche contributive di cui agli articoli 4-bis e 4ter della legge regionale n. 10 del 2001 “Nuove norme in materia di commercio su
aree pubbliche”.
denominazione Impresa
natura giuridica dell’Impresa
(impr. Individuale, tipo di società ecc..)
p.iva
codice fiscale
sede legale
sede operativa
iscritta nel Registro Imprese della
CCIAA di.
n. iscrizione Registro Imprese
data iscrizione Registro Imprese
recapito corrispondenza
sede legale
sede operativa
pec _____________________________
e.mail dell’impresa
fax impresa
tel. impresa
CCNL applicato ai dipendenti
n. dipendenti
INPS: matricola aziendale e sede
competente
INPS: posizione contributiva individuale
e sede competente
INPS: codice fiscale e sede
competente
INAIL: codice ditta e sede
competente
Cassa Edile: codice impresa e sede
competente
(eventuale)
Comune ___________________________
Estremi dell’autorizzazione commerciale
Numero/data_____________________________
tipologia_____________________________
13
26
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n.
236
del 15/10/2015
pag. 14/14
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)
...l... sottoscritt...:
Cognome ________________________ Nome ________________ C.F.|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Data di nascita ____ / ____/ ____ Cittadinanza __________________________ Sesso: M
F
Luogo di nascita: Stato _________ Provincia _________ Comune _ _ _ _ _ _ _ __ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Residenza:
Provincia _______________________ Comune _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Via o .... ________________________________________ n. __________ C.A.P. _________
in qualità di titolare/legale rappresentante dell’impresa
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti
falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000
DICHIARA
di non essere soggetto ad iscrizione all’INAIL in quanto
______________________________________________________________________________
Altro
______________________________________________________________________________
Dichiara, altresì, di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al d.lgs. 196/2003, che i dati
personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del
procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
……………………………………….
(luogo, data)
Il dichiarante
……………………………………………..
Ai sensi dell’art. 38, D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è inviata al comune
competente insieme alla fotocopia, non autenticata, di un documento di identità del dichiarante.
14
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
27
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE GEOLOGIA E GEORISORSE
(Codice interno: 309330)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE GEOLOGIA E GEORISORSE n. 193 del 20 ottobre 2015
Concessione mineraria denominata "CRODA BIANCA" in Comune di Calalzo di Cadore (BL); approvazione
dell'avviso e dei criteri di valutazione ai fini del conferimento. (L.R. n. 40/89).
[Acque]
Note per la trasparenza:
Con il presente decreto viene approvato l'avviso per il conferimento della concessione per derivazione di acqua minerale in
comune di Calalzo di Cadore (BL). Vengono altresì approvati i criteri ai fini del conferimento, che dovranno essere valutati
dalla Commissione Tecnica Regionale per le Attività Estrattive, in caso di domande in concorrenza o in caso di opposizioni
e/o osservazioni (L.R. n.40/1989; D.G.R. n.994/2014 e D.G.R. n.1827/2014).
Il Direttore
VISTA la L.R. n.40 del 10/10/1989, con la quale la Regione del Veneto ha disciplinato la ricerca, la coltivazione e l'utilizzo
delle acque minerali e termali con la finalità di tutelare e valorizzare la risorsa nel preminente interesse generale;
VISTA la D.G.R. n.2893 del 09/05/1990, di rilascio della concessione di acqua termale "CRODA BIANCA";
VISTO il D.D.R. n.132 del 18/06/2013, di differimento della concessione "CRODA BIANCA";
CONSIDERATO che nell'ambito della concessione sono presenti pertinenze, il cui valore stimato in Euro 8.000,00 , risulta
dalla relazione della ditta "Albergo Calalzo S.a.s." effettuata nel 2012, agli atti d'ufficio;
DATO ATTO che con D.G.R. n.994/2014 e con D.G.R. n.1827/2014, la Giunta regionale ha precisato le procedure
amministrative che devono essere seguite ai fini dell'aggiudicazione delle concessioni minerarie;
VISTO che in particolare con la D.G.R. n.994/2014, la Giunta regionale ha delegato la "Sezione Geologia e Georisorse" per la
definizione delle modalità di applicazione dei criteri per la soluzione delle eventuali domande in concorrenza;
CONSIDERATO che le previsioni di cui alla L.R. n.40/1989, unitamente alle disposizioni di cui alle D.G.R. n.994/2014 e
D.G.R. n.1827/2014, costituiscono idonea applicazione dei principi comunitari di concorrenza e libertà di stabilimento per l'uso
delle risorse minerali e termali;
VISTO l'avviso in Allegato A, parte integrante del presente decreto, che precisa, tra l'altro, i termini e le modalità di
formulazione di osservazioni e opposizioni nonché di presentazione delle domande con i relativi criteri di definizione;
VISTO che è necessario disporre che l'avviso di cui all'Allegato A al presente decreto sia pubblicato sul B.U.R., all'albo
pretorio del comune di Calalzo di Cadore (BL) e nel sito internet istituzionale della Regione del Veneto;
decreta
1. di approvare l'avviso di cui all'Allegato A, quale parte integrante del presente decreto;
2. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, all'albo pretorio del
comune di Calalzo di Cadore (BL) per 15 giorni consecutivi e nel sito internet istituzionale della Regione del Veneto.
Marco Puiatti
(L'allegato avviso è pubblicato in parte terza del presente Bollettino, ndr)
28
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE BACINO IDROGRAFICO ADIGE PO - SEZIONE DI ROVIGO
(Codice interno: 309516)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE BACINO IDROGRAFICO ADIGE PO - SEZIONE DI ROVIGO n.
351 del 12 ottobre 2015
Affidamento alla ditta Molinari Forniture S.r.l. di La Spezia (Sp) della fornitura di dispositivi di protezione
individuale ed impegno di spesa. Spese di gestione delle attività ordinarie riguardanti il miglioramento della sicurezza e
della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro da parte dei Datori di Lavoro anno 2015. D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.
[Organizzazione amministrativa e personale regionale]
Note per la trasparenza:
D.Lgs n. 81/2008. D.G.R.V. n. 1086 del 18.08.2015. Impegno della spesa per la fornitura di idonei D.P.I. ai sensi del D.Lgs.
81/2008 e s.m.i.
Il Direttore
PREMESSO che la Giunta Regionale del Veneto, con propria delibera n. 1332 in data 11.05.2010, ha confermato quale
"Datore di Lavoro", ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e della L. 03.08.2007 n. 123, art. 1, per il personale e le sedi regionali dislocate
nella provincia di Rovigo, il Dirigente Responsabile del Genio Civile di Rovigo, già individuato con precedente D.G.R. 2401
in data 08.08.2008;
VISTA la D.G.R. n. 125 dell'11.02.2014 con la quale la Sezione difesa idrogeologica di Rovigo (Ex Genio Civile) assume la
denominazione di Sezione Bacino Idrografico Adige Po - Sezione di Rovigo;
PREMESSO che il Presidente della Giunta Regionale del Veneto, con proprio decreto n. 60 in data 29.04.2014 ha individuato
quale "Datore di Lavoro", ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., per il personale e le sedi regionali dislocate nella provincia di
Rovigo, il Dirigente Responsabile della Sezione Bacino Idrografico Adige Po - Sezione di Rovigo
VISTA la D.G.R. n. 666 del 13.05.2014 con la quale sono state definite l'organizzazione e la gestione del Sistema per la Salute
e la Sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori sui luoghi di lavoro, la tipologia delle spese per interventi ammissibili nel
capitolo di pertinenza 100484 "spese per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e per la gestione della qualità
(D.Lgs. 09.04.2008, n. 81)";
VISTA la D.G.R. n. 1086 del 18.08.2015 che assegna per l'anno 2015, ai fini dell'applicazione del D.L.gs 81/08 e s.m.i., un
budget di spesa di euro 20.000,00 al Dirigente Datore di Lavoro per la sede della Provincia di Rovigo da imputarsi sul cap.
100484 "Spese per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e per la gestione della qualità (D.Lgs 09/04/2008, n.
81)" per l'esercizio finanziario 2015;
CONSIDERATO che a seguito della predisposizione del documento di valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute
durante il lavoro, previsto dall'art. 4, comma 2, del D.L.vo 626/94 e s.m.i., risulta necessario provvedere all'acquisto di idonei
Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.), in sostituzione di quelli già forniti e ormai deteriorati, per i lavoratori soggetti a
rischi specifici ed a servizi esterni;
VISTA la nota prot. n. 356058 del 04.09.2015 con la quale il Datore di Lavoro responsabile per il personale dislocato nella
provincia di Rovigo chiede venga incrementata la somma assegnata di ulteriori Euro 4.000,00 attingendo, eventualmente, dalla
disponibilità data alla Sezione Bacino Idrografico Adige Po - Sezione di Verona;
VISTA la nota prot. n. 362135 del 10.09.2015 con la quale il Direttore della Sezione Sicurezza e Qualità autorizza il
trasferimento dell'importo richiesto di Euro 4.000,00 dalla disponibilità della Sezione Bacino Idrografico Adige Po - Sezione di
Verona alla Sezione di Rovigo;
VISTO l'allegato A della D.G.R. n. 2401 del 27/11/2012 che disciplina le procedure di acquisizione di lavori, forniture e
servizi in economia prevedendo, per il responsabile del procedimento, l'obbligatorietà a far ricorso al Mercato Elettronico della
Pubblica Amministrazione (M.E.P.A.) per l'acquisto di beni e servizi in economia di importo inferiore a Euro 40.000,00 oltre
I.v.a.,
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
29
_______________________________________________________________________________________________________
VISTA la nota prot. n. 401857 del 07/10/2015 con la quale il Direttore della Sezione Bacino Idrografico Adige Po - Sezione di
Rovigo ha chiesto al Settore Demanio Patrimonio e Sedi - P.O. Coordinamento di Rovigo la disponibilità ad espletare le
procedure di gara/aggiudicazione della fornitura di D.P.I. essendo "Datore di Lavoro" della stessa P.O e non avendo, tra il
proprio personale diretto, figure abilitate all'acquisto tramite procedure MEPA/Consip;
CONSIDERATO che la P.O. Coordinamento di Rovigo, a seguito dell'elenco di D.P.I. allegato alla suddetta nota, ha
individuato quale ditta fornitrice "Molinari Forniture S.r.l.", iscritta al mercato elettronico della Pubblica Amministrazione
(Consip), con sede in La Spezia (Sp), per un importo complessivo di Euro 4.910,50 I.v.a. inclusa;
DATO ATTO che la relativa obbligazione risulta perfezionata mediante Ordine diretto d'acquisto n. 2395827 del 09.10.2015
ai sensi della D.G.R. n. 2401 del 27.11.2012
VISTA la L. R. 10/1/1997, n. 1;
decreta
1. di affidare alla ditta "Molinari Forniture S.r.l." con sede in Via del Canaletto n. 117/119 - 19100 La Spezia (Sp) - P.I.
00942620113, avvalendosi della procedura di acquisto sul mercato della Pubblica Amministrazione (Consip), la
fornitura di Dispositivi di Protezione Individuale da assegnare al personale dipendente degli Uffici Regionali situati
nella provincia di Rovigo, per un importo complessivo di euro 4.910,50 (I.V.A. 22% ed ogni altro onere compreso);
2. di impegnare l'importo complessivo di euro 4.910,50 (diconsi quattromilanovecentodieci/50) di cui euro 4.025,00 per
D.P.I. + euro 885,50 per I.V.A. al 22%, sul cap. 100484 del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015
utilizzando i fondi assegnati con D.G.R. n. 1086 del 18.08.2015 ed incrementati con nota prot. n. 362135 del
10.09.2015; (Codice SIOPE 1.03.01 1345; - debito commerciale - art. 002 - vi è copertura finanziaria completa fino al
V° livello del piano dei conti - P.d.C. U.1.03.01.02.999) che presente sufficiente disponibilità;
3. che la spesa di cui al precedente articolo sarà rimborsata alla Ditta Molinari Forniture S.r.l. su esibizione di regolare
fattura completa delle relative attestazioni di spesa e previo controllo dei requisiti necessari per la liquidazione da
parte di questa Struttura;
4. Il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole della finanza pubblica;
5. di demandare alla Sezione Ragioneria le necessarie registrazioni contabili, previo monitoraggio della Sezione
Sicurezza e Qualità;
6. di dare atto che la spesa di cui si dispone l'impegno con il presente provvedimento non rientra nelle tipologie soggette
a limitazioni, ai sensi della L.R. 1/2011;
7. Si dà atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 14.03.2013 n. 33;
8. Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto in forma integrale.
Umberto Anti
30
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRIGENTE DEL SETTORE FORESTALE VERONA
(Codice interno: 309446)
DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE FORESTALE VERONA n. 74 del 22 ottobre 2015
Aggiudicazione definitiva, ai sensi dell'articolo 11 commi 5 e 8 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i, della gara per
l'acquisizione in economia sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) di una fornitura di
pantaloni e salopette antitaglio (DPI). Affidamento alla ditta F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C. CIG
Z85161C578.
[Appalti]
Note per la trasparenza:
Con il presente provvedimento si dispone l'aggiudicazione definitiva della gara per l'acquisizione in economia sul Mercato
Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) di una fornitura di pantaloni e salopette antitaglio (DPI).
Estremi dei principali documenti dell'istruttoria:
Richiesta di Offerta (RDO) n. 946853 del 21/09/2015;
Offerta della ditta aggiudicataria F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C. presentata in data 01/10/2015.
Il Dirigente
PREMESSO che con L.R. 13 settembre 1978, n. 52 "Legge Forestale Regionale", la Regione ha assunto a proprio carico
l'esecuzione degli interventi di sistemazione idrogeologica, difesa del suolo, difesa fitosanitaria, miglioramento boschivo e di
rimboschimento compensativo nei territori montani soggetti al vincolo idrogeologico, da eseguire in economia con la forma
dell'amministrazione diretta impiegando personale qualificato in gran parte assunto stagionalmente;
DATO ATTO che con D.G.R. 1240 del 16/07/2013 e D.G.R. 1444 del 05/08/2014 la Giunta Regionale ha approvato il
programma di interventi di sistemazione idraulico-forestale rispettivamente per l'anno 2013 e 2014 ai sensi degli artt. 8, 9, 10 e
segg. della L.R. 13/09/1978, n. 52 "Legge Forestale Regionale" con contestuale assegnazione dei budget operativi a favore dei
funzionari responsabili del processo di spesa per l'esecuzione dei suddetti interventi;
DATO ATTO che con D.G.R. 259 del 03/03/2015 si è provveduto ad accordare l'istituto contabile del Budget Operativo di
spesa ai funzionari responsabili dei processi di spesa individuabili nei Dirigenti dei Settori Forestali incardinati presso le
rispettive Sezioni Bacino Idrografico e di assegnare ai Dirigenti stessi il ruolo di Responsabile Unico del Procedimento (RUP)
nonché di Datore di Lavoro;
VISTO che con L.R. n. 44 del 30/12/2014 è stato autorizzato l'esercizio provvisorio del bilancio per l'anno finanziario 2015;
RICHIAMATA la D.G.R. n. 446 del 31/03/2015 con la quale si procede alla prenotazione degli impegni di spesa sulle
disponibilità recate dal Capitolo 100696, articolo U.2.02.01.09.014;
VISTO che con L.R. n. 7 del 27/04/2015 è stato approvato il bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 e
pluriennale 2015-2017;
RICHIAMATA la D.G.R. 2401 del 27 novembre 2012 che al Titolo II disciplina le procedure di acquisizione di forniture e
servizi in economia;
ATTESO che ai sensi dell'articolo 125 del D. Lgs. 163/2006 per importi inferiori a 40.000,00 Euro al netto di IVA è possibile
procedere ad affidamento diretto;
CONSIDERATO che per effettuare le opere progettate nell'assolvimento dei compiti d'istituto derivanti da disposizioni
normative di settore, da eseguirsi in economia con la forma dell'amministrazione diretta, si rende necessario l'impiego di operai
forestali e che, per garantire la sicurezza dei quali, si deve procedere, ai sensi del D.Lgs 81/2008, all'acquisto di dispositivi di
sicurezza e nello specifico di pantaloni e salopette antitaglio (DPI);
PREMESSO che per l'affidamento della fornitura di pantaloni e salopette antitaglio (DPI) si è ricorsi, come previsto dalla DGR
n. 2401 del 27/11/2012, al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) e che dalla ricerca effettuata risulta
che l'iniziativa "PROMAS114" include il prodotto richiesto;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
31
_______________________________________________________________________________________________________
DATO ATTO che in data 21/09/2015 si è proceduto, mediate MEPA, al lancio della richiesta di offerta (RDO) n. 946853
invitando n. 5 operatori economici abilitati al bando/categoria della richiesta di offerta;
DATO ATTO che entro il termine di scadenza per la presentazione delle offerte, risultano essere pervenute le offerte da parte
da parte delle seguenti ditte:
• CUGOLA ALBERTO
• F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C.
CONSIDERATO che sulla base della predetta documentazione, l'offerta con il prezzo complessivo più basso è stata presentata
dalla ditta "F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C", per un importo di Euro 9.761,01 (IVA esclusa);
DATO ATTO che, a seguito dell'aggiudicazione provvisoria, sono state disposte le verifiche sul possesso dei requisiti previsti
dall'art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006, dichiarati dalla ditta F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C in sede di
presentazione della documentazione amministrativa di offerta;
CONSIDERATO che sussistono i presupposti per procedere, ai sensi dell'articolo 11 comma 5 del D.Lgs. n. 163/2006,
all'aggiudicazione definitiva per l'affidamento della fornitura in argomento alla ditta F.P. DI PLANDO DANILO E
GABRIELLA S.N.C, P.I. 00309390094;
DATO ATTO che per la stipula del contratto si procederà mediante apposita lettera d'ordine, utilizzando il modulo
automaticamente generato sulla piattaforma CONSIP;
VISTO il D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e il D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 e s.m.i.;
VISTO il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
VISTA la L. 13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i.;
VISTO D. Lgs. 23 giugno 2011, n. 118;
VISTA la D.G.R. 27 novembre 2012, n. 2401;
VISTA la L.R. 13 settembre 1978, n. 52;
VISTE le D.D.G.R. 16 luglio 2013, n. 1240 e 05 agosto 2014, n. 1444;
VISTA la D.G.R. 03 marzo 2015, n. 259;
VISTA la D.G.R. 31 marzo 2015, n. 446;
VISTA la L.R. 30 dicembre 2014, n. 44;
VISTA la L.R. 27 aprile 2015, n. 7;
VISTI gli atti d'ufficio;
decreta
1. di ritenere le premesse parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
2. di aggiudicare in via definitiva alla ditta F.P. DI PLANDO DANILO E GABRIELLA S.N.C (P.I. 00309390094), ai
sensi dell'articolo 11 comma 5 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., la fornitura acquisita in via telematica sul portale del
Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA), di n. 36 paia di pantaloni antitaglio e di n. 21 salopette
antitaglio (DPI), per l'importo complessivo di Euro 9.761,01 IVA esclusa;
3. di dare atto che sono state effettuate, ai fini dell'efficacia dell'aggiudicazione, le verifiche sul possesso dei requisiti
dichiarati dalla predetta ditta in sede di presentazione della documentazione amministrativa per l'ammissione alla gara,
ai sensi dell'articolo 11 comma 8 del D.Lgs. n. 163/2006;
4. di procedere, ai sensi dell'articolo 79 del D. Lgs. n. 163/2006, all'invio della comunicazione di avvenuta
aggiudicazione definitiva ai concorrenti che hanno presentato istanza di partecipazione alla gara;
5. di dar corso alla stipula del contratto mediante apposita lettera d'ordine, utilizzando il modulo automaticamente
generato sulla piattaforma CONSIP;
32
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
6. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'articolo 23 del D.Lgs. 14 marzo
2013, n. 33;
7. di disporre la pubblicazione del presente provvedimento in forma integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione del
Veneto.
Damiano Tancon
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
33
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE EDILIZIA ABITATIVA
(Codice interno: 309329)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE EDILIZIA ABITATIVA n. 114 del 21 ottobre 2015
Fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione per l'anno 2015. DGR n. 1210/2015. Individuazione del
termine per il caricamento delle domande nel supporto informatico a disposizione dei comuni. Art. 11, L. n. 431/1998.
[Edilizia abitativa]
Note per la trasparenza:
Con il presente provvedimento si individua il termine entro il quale dovranno essere caricate nel supporto informatico ISEEnet
le domande dei cittadini, acquisite dai comuni tramite apposito bando, per l'ottenimento del contributo sul canone di locazione
L. n. 431/1998.
Il Direttore
PREMESSO che la Giunta Regionale con deliberazione 15 settembre 2015, n. 1210, ha approvato i criteri sulla base dei quali
procedere alla ripartizione, tra le Amministrazioni comunali, del Fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione
per l'anno 2015;
che il punto 4 del dispositivo della DGR n. 1210/2015 demanda al direttore della Sezione Edilizia Abitativa la fissazione del
termine entro il quale le Amministrazioni locali dovranno aver caricato nel servizio web messo a disposizione dei comuni, le
domande che concorreranno al riparto del Fondo anno 2015;
che è necessario fissare la data ultima per il caricamento delle domande nel supporto ISEEnet per consentire ai Comuni di
procedere allo svolgimento degli adempimenti loro spettanti;
RITENUTO di fissare tale data, individuata con la collaborazione dei comuni partecipanti alle giornate di formazione tenutesi
sul territorio, al 18/12/2015;
VISTO l'art. 11, della legge n. 431/1998;
VISTO il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 29 gennaio 2015 di riparto delle risorse del Fondo per il
sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione relative all'annualità 2015;
VISTA la legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54;
decreta
1. di fissare al 18/12/2015 il termine entro il quale i comuni dovranno aver caricato nel servizio ISEEnet a disposizione
del procedimento, le domande in base alle quali la Regione provvederà al riparto del Fondo anno 2015;
2. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto alla pubblicazione ai sensi dell'articolo 26 comma 1 del decreto
legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
3. di pubblicare il presente decreto in forma integrale nel Bollettino ufficiale della Regione.
Marco Bellinello
34
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE GENERALE DELL' AREA SANITA' E SOCIALE
(Codice interno: 308783)
DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE DELL' AREA SANITA' E SOCIALE n. 293 del 07 ottobre 2015
Procedura mediante pubblicazione Avviso di selezione per la nomina dei Componenti del Comitato Regionale di
Bioetica.
[Sanità e igiene pubblica]
Note per la trasparenza:
Con il presente provvedimento si dà avvio alla procedura pubblica per la nomina del Comitato Regionale di Bioetica, preposto
all'approfondimento degli aspetti bioetici connessi alle attività sanitarie e socio-sanitarie.
Il Direttore generale
PREMESSO che con DGR n. 1309 del 21 aprile 1998 la Regione del Veneto ha istituito il Comitato consultivo regionale per la
bioetica;
RICHIAMATA la DGR n. 4049 del 22 dicembre 2004, avente ad oggetto "Interventi in materia di Bioetica.
Istituzionalizzazione del Comitato regionale per la Bioetica. Linee-guida per la costituzione e il funzionamento dei Comitati
etici per la sperimentazione. Linee-guida per la costituzione e il funzionamento dei Comitati etici per la pratica clinica.";
VISTE le deliberazioni della Giunta Regionale n. 2870 del 4 ottobre 2005, n. 2520 del 4 agosto 2009, n. 519 del 2 marzo 2010
e n. 1081 del 26 luglio 2011 con le quali sono stati riveduti la composizione e il funzionamento del Comitato Regionale di
Bioetica;
PRESO ATTO che la competenza in ordine alla nomina dei Componenti, compresa l'individuazione del Componente con
incarico di Presidente, e alla loro eventuale sostituzione spetta al Presidente della Giunta Regionale;
RICHIAMATI i decreti del Presidente della Giunta Regionale n. 53 del 16 marzo 2010, n. 175 del 26 agosto 2011 e n. 15
dell'11 febbraio 2013 con i quali sono stati nominati i Componenti del Comitato Regionale di Bioetica per un triennio dal 6
marzo 2012, data di insediamento dello stesso;
VISTA la DGR n. 983 del 17 giugno 2014 contenente disposizioni di riordino dei Comitati Etici della Regione del Veneto, con
la quale, al fine di assicurare la multidisciplinarietà della valutazione e valorizzarne il ruolo, è stata riveduta la composizione
del Comitato Regionale di Bioetica ed è stato, altresì, approvato il nuovo Regolamento di funzionamento;
VISTA la DGR n. 304 del 10 marzo 2015 con la quale, stante l'imminente scadenza della legislatura e considerata la necessità
di assicurare il funzionamento del Comitato nelle more dell'attivazione delle procedure per il suo rinnovo, si è provveduto a
prorogare lo stesso fino al 30 settembre 2015;
VISTA la composizione del Comitato che prevede peculiari figure professionali:
Area Sanitaria
1 Medico Oncologo
1 Medico Palliativista
1 Medico Anestesista-rianimatore
1 Medico dell'area chirurgica
1 Medico dell'area internistica
1 Medico anatomopatologo
1 Medico genetista
1 Medico ginecologo
1 Medico legale
1 Medico pediatra
1 Medico di medicina generale territoriale
1 farmacologo
3 Rappresentanti non medici dell'area delle professioni sanitarie
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
35
_______________________________________________________________________________________________________
Area non Sanitaria:
2 Bioeticisti
2 Giuristi
1 Filosofo della scienza o filosofo morale
1 Economista
1 Psicologo
1 Sociologo
1 Assistente Sociale
1 Esperto in comunicazione
1 Direttore generale di Azienda ULSS o Ospedaliera o IRCCS
La Consigliera regionale di Parità
Il Pubblico Tutore dei Minori, ora, Garante regionale dei diritti della Persona, ai sensi e per gli effetti della L.R. 24 dicembre
2013, n. 37
CONSIDERATO che i tre rappresentanti non medici dell'Area Sanitaria sono individuati attraverso designazione da parte dei
propri organismi di appartenenza e che il Direttore generale di Azienda ULSS o Ospedaliera o IRCCS è designato dal Direttore
Generale dell'Area Sanità e Sociale, la Consigliera regionale di Parità e il Garante regionale dei diritti della Persona sono
individuati ex officio in relazione all'incarico loro attribuito pro tempore;
PRESO ATTO della scadenza del Comitato e ravvisata l'opportunità di dare adeguata informazione circa la nomina dei
Componenti, con esclusione di quelle di cui al punto precedente per i motivi indicati, da effettuarsi attraverso Avviso di cui
all'Allegato A, da pubblicare nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ai fini della presentazione delle proposte di
candidatura da parte dei soggetti interessati per la nomina dei Componenti del Comitato Regionale di
Bioetica;
VISTA la L.R. 29 giugno 2012, n. 23;
VISTA la L.R. 31 dicembre 2012, n. 54;
decreta
1. di ritenere le Premesse parte integrante ed essenziale del presente provvedimento;
2. di dare avvio alla procedura mediante pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto di un Avviso
per la presentazione di proposte di candidatura da parte dei soggetti interessati alla nomina quale Componente del
Comitato Regionale di Bioetica della Regione del Veneto, con esclusione dei tre Componenti non medici designati per
l'Area Sanitaria e dei tre Componenti dell'Area non Sanitaria, individuati ex officio per l'incarico rivestito pro
tempore;
3. di dare atto che i requisiti, le modalità di selezione nonché i termini per la presentazione delle proposte di candidatura
sono contenuti nell'Avviso e nel modulo di domanda, come individuati nell'Allegato A al presente provvedimento,
che costituisce parte integrante dello stesso;
4. di dare atto che il presente decreto non comporta oneri a carico del bilancio regionale;
5. di dare atto che il presente decreto è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'art. 23 del D. Lgs. n. 33/2013;
6. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.
Domenico Mantoan
(L'allegato avviso è pubblicato in parte terza del presente Bollettino, ndr)
36
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRIGENTE DEL SETTORE ASSISTENZA DISTRETTUALE E CURE PRIMARIE
(Codice interno: 309535)
DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE ASSISTENZA DISTRETTUALE E CURE PRIMARIE n. 37 del 26 ottobre
2015
Pubblicazione zona/e carente/i straordinaria/e: Azienda ULSS n. 2. Accordo Collettivo Nazionale (ACN) per la
disciplina dei rapporti con i MEDICI PEDIATRI DI LIBERA SCELTA, reso esecutivo con Intesa Conferenza Stato Regioni in data 15/12/2005 e s.m.i.- art. 33 e Accordo Regionale per la pediatria di libera scelta, recepito con DGR n.
2667 del 7/08/2006.
[Sanità e igiene pubblica]
Note per la trasparenza:
Con il presente provvedimento si provvede alla pubblicazione di una zona carente straordinaria dell'Azienda ULSS n. 2 di
pediatria convenzionata per l'assistenza primaria, individuata con formale determinazione aziendale, sulla base dei criteri
dell'art. 32 dell'ACN PLS 2005 e s.m.i., come integrato dall'Accordo regionale 2006.
Il Dirigente
VISTO l'art. 33, comma 1 dell'ACN per la Pediatria di libera scelta, reso esecutivo con Intesa tra Stato-Regioni in data
15/12/2005 e s.m.i. in base al quale ciascuna Regione, nei mesi di aprile e di ottobre di ogni anno o diversamente secondo
quanto previsto da specifici accordi regionali, pubblica nel Bollettino Ufficiale l'elenco degli ambiti territoriali carenti di
pediatri convenzionati per l'assistenza primaria individuati dalle singole Aziende UU.LL.SS.SS. sulla base dei criteri di cui al
precedente art. 32.
VISTO l'Accordo Regionale per la pediatria di libera scelta, recepito con DGR n. 2667 del 7/08/2006, che prevede la
possibilità da parte delle Aziende ULSS di richiedere la pubblicazione di zone carenti straordinarie anche in deroga alle
scadenze previste dall'art. 33 dell'ACN per la Pediatria di libera scelta, reso esecutivo con Intesa tra Stato-Regioni in data
15/12/2005 e s.m.i..
VISTA la richiesta di pubblicazione di n. 1 (una) zona carente straordinaria, individuata dall'Azienda ULSS n. 2, d'intesa con
le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative a livello aziendale e comunicata con nota prot. n. 25049 del
19/10/2015, agli atti della struttura competente.
RILEVATO che, in applicazione dei criteri di assegnazione previsti dal vigente ACN ed in particolare dell'art. 15 comma 11, i
pediatri già titolari di incarico a tempo indeterminato di cui all'ACN non possono fare domanda di inserimento nella
graduatoria e, pertanto, possono concorrere alla assegnazione degli incarichi vacanti solo per trasferimento.
DATO ATTO che, ai sensi dell'art. 33, comma 13 del citato ACN, i medici aspiranti al trasferimento e quelli iscritti nella
graduatoria regionale aspiranti al conferimento dell'incarico, dovranno presentare alla/e Azienda/e UU.LL.SS.SS. interessata/e,
entro 15 giorni dalla pubblicazione nel BUR del presente provvedimento, una domanda conforme allo schema di cui
all'Allegato A) del presente decreto, secondo le "Avvertenze Generali" ivi indicate.
RICHIAMATO il decreto del Direttore Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria n. 64 del 29/04/2014 ad oggetto
"Regolamento regionale 3 dicembre 2013, n. 4, art. 6 - individuazione degli atti e provvedimenti amministrativi dei
Responsabili dei Settori afferenti alla Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria", con il quale è stato riconosciuto il
potere di sottoscrizione di atti e provvedimenti amministrativi di rispettiva competenza dei responsabili di Settore afferenti la
Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria in particolare al Settore Assistenza Distrettuale e Cure Primarie.
decreta
1. di pubblicare, come previsto dall'art. 33 del vigente ACN per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera
scelta del 15/12/2005 e s.m.i. e dall'Accordo Regionale per la pediatria di libera scelta, di cui alla DGR n. 2667 del
7/08/2006, la zona carente straordinaria, di seguito riportata:
• Azienda ULSS n. 2 - Via Bagnols sur Ceze, 3 - 32032 Feltre (BL)
[PEC: [email protected]]
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
37
_______________________________________________________________________________________________________
Distretto Unico
Ambito territoriale Centro e Ovest Feltrino
n. 1 carenza straordinaria
comprendente i Comuni di: Feltre, Pedavena, Seren del Grappa,
Alano di Piave, Qiero-Vas, Fonzaso, Lamon, Sovramonte
2. di dare atto che ai sensi dell'art. 33, comma 13 del citato ACN, i medici aspiranti al trasferimento e quelli iscritti nella
graduatoria regionale aspiranti al conferimento dell'incarico, dovranno presentare alla/e Azienda/e UU.LL.SS.SS.
interessata/e, entro 15 giorni dalla pubblicazione nel BUR del presente provvedimento, una domanda conforme
allo schema di cui all'Allegato A) del presente decreto, secondo le "Avvertenze Generali" ivi indicate;
3. di prendere atto che, in applicazione dei criteri di assegnazione previsti dal vigente ACN ed in particolare dell'art. 15
comma 11, i pediatri già titolari di incarico a tempo indeterminato di cui all'ACN non possono fare domanda di
inserimento nella graduatoria e, pertanto, possono concorrere alla assegnazione degli incarichi vacanti solo per
trasferimento;
4. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
5. di incaricare la Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria - Settore Assistenza Distrettuale e Cure Primarie della
successiva trasmissione del presente provvedimento alle Aziende UU.LL.SS.SS.;
6. di disporre la pubblicazione urgente del presente decreto nel BUR in forma integrale.
Maria Cristina Ghiotto
38
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato A al Decreto n.
37 del 26 OTT 2015
pag. 1/4
DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA ASSEGNAZIONE DI INCARICHI
NELLE ZONE CARENTI DI PEDIATRIA DI LIBERA SCELTA
[ACN per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta,
es. con Intesa Stato-Regioni in data 15/12/2005 e s.m.i. - art. 33]
Raccomandata A/R - PEC
Applicare qui la
Al Direttore Generale
marca da bollo
[€ 16,00 (1) secondo le
vigenti disposizioni in
materia]
dell’Azienda ULSS n. ______
____________________________________
(riportare l'indirizzo indicato nel Decreto)
(2) Il/la sottoscritto/a Dott./Dott.ssa ___________________________________________________________,
nato/a a _________________________________________ prov. ________ il _____________________________,
residente a _____________________________________________________ prov. _________________ in via
_______________________________ n. ___________ CAP ____________, tel. __________________________,
Cod. fiscale ________________________, e-mail
_______________________________________________,
PEC (intestata al medico che presenta la domanda) _______________________________________ (3),
PRESENTA
ai sensi del comma 13 dell’art. 33 dell’ACN 15/12/2005 e s.m.i., la seguente:
[BARRARE LA CASELLA INTERESSATA]
a) DOMANDA di TRASFERIMENTO, secondo quanto previsto dall'art. 33, co. 2, lett. a), dell’ACN
15/12/2005 e s.m.i. [UNICAMENTE PER I PEDIATRI CONVENZIONATI PRESSO LA REGIONE VENETO]
a1) DOMANDA di TRASFERIMENTO, secondo quanto previsto dall'art. 33, co. 2, lett. a1), dell’ACN
15/12/2005 e s.m.i. [UNICAMENTE PER I PEDIATRI CONVENZIONATI PRESSO ALTRA REGIONE]
b) DOMANDA di INSERIMENTO, secondo quanto previsto dall'art. 33, co. 2, lett. b), dell’ACN
15/12/2005 e s.m.i. [UNICAMENTE PER I PEDIATRI INSERITI NELLA GRADUATORIA REGIONALE DEL VENETO IN
CORSO DI VALIDITÀ]
per l'assegnazione degli incarichi nelle seguenti zone carenti pediatriche, pubblicate nel BUR della Regione Veneto
n. ________ del ____/____/________:
- Distretto/Ambito/Comune/i _________________________________________________________;
- Distretto/Ambito/Comune/i _________________________________________________________;
- Distretto/Ambito/Comune/i _________________________________________________________.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
39
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato A al Decreto n. 37
del
26 OTT 2015
pag. 2/2
A tal fine, ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 e s.m.i. (dichiarazione sostitutiva di certificazione),
consapevole delle responsabilità amministrative e penali conseguenti a dichiarazioni mendaci, così come previsto
dall'art. 76 del DPR n. 445/2000 e s.m.i. (4),
DICHIARA
1.
di ESSERE residente:
nella Regione Veneto, senza soluzione di continuità, dalla data del ______/______/__________
(gg/mm/aaaa);
nel Comune di ____________________________________________________________________
nella Circoscrizione di (*) _________________________________________ prov. ______________,
dalla data del ______/______/__________ (gg/mm/aaaa);
(*) nel caso di Comuni suddivisi in Circoscrizioni, oltre al Comune indicare anche la Circoscrizione di residenza.
2.
di ESSERE/NON ESSERE titolare di incarico a tempo indeterminato di pediatria di libera scelta dal
_____/_____/_______ (gg/mm/aaaa):
a) nella REGIONE VENETO, presso l'Azienda ULSS n. ______ di _______________________________
- Ambito territoriale di ___________________________________________________ Comune
___________________________, con anzianità complessiva pari a mesi _______________;
a1) in ALTRA REGIONE ______________________________________, presso l'ASL n. ___________
di ____________________________ - Ambito territoriale di ______________________________
Comune ___________________________, con anzianità complessiva pari a mesi _______________;
3.
di ESSERE/NON ESSERE inserito nella graduatoria della Regione Veneto in corso di validità con il punteggio di
_____________;
Dichiara DI AVERE/NON AVERE presentato domanda in altre Aziende UU.LL.SS.SS: ________________________.
La presentazione dell'atto sostitutivo di notorietà per l'accertamento di eventuali posizioni di incompatibilità
(Allegato I all’ACN dei medici pediatri di libera scelta, esecutivo con Intesa tra Stato-Regioni in data 15/12/2005 e
s.m.i.) è rinviato al momento dell'eventuale conferimento di incarico.
In caso di invio a mezzo PEC compilare obbligatoriamente anche i punti 4, 5 e 6
DICHIARA ALTRESÌ
4.
di aver assolto al pagamento dell’imposta di bollo di € 16,00; a comprova indica i seguenti dati della marca da
bollo utilizzata:
data e ora di emissione ____________________________________
IDENTIFICATIVO n. _______________________________________;
5.
di aver apposto la marca da bollo sulla presente domanda e di aver annullato la stessa;
6.
di conservare l’originale della domanda di cui sopra per eventuali controlli da parte dell’Amministrazione.
40
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato A al Decreto n. 37
del
26 OTT 2015
pag. 3/3
Conferma che le notizie sopra riportate corrispondono al vero.
Chiede che ogni comunicazione in merito venga inviata al seguente indirizzo (se diverso dalla residenza):
_________________________________________________________________________________________.
Data _________________
_____________________________________
firma per esteso (*)
(*) La sottoscrizione di tale dichiarazione non è soggetta ad autenticazione ove sia apposta in presenza del funzionario
competente a ricevere la documentazione ovvero sia accompagnata da COPIA FOTOSTATICA DI UN DOCUMENTO DI IDENTITÀ DEL
SOTTOSCRITTORE.
=========================================================
AVVERTENZE GENERALI
I pediatri interessati potranno presentare o spedire tramite PEC (intestata al medico che presenta la
domanda) oppure a mezzo Raccomandata A/R all’Azienda ULSS/alle Aziende UULLSSSS competente/i indicata/e
nel Decreto, domanda di partecipazione all'assegnazione dell’incarico - per trasferimento o per graduatoria secondo il fac-simile di cui all’Allegato A), in regola con le vigenti norme in materia d’imposta di bollo. Il
termine, ai sensi dell’art. 33 comma 13 dell’ACN 15/12/2005 e s.m.i., è di 15 giorni a decorrere dal giorno
successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel BURV. Per le domande spedite con raccomandata
fa fede il timbro di invio dell'Ufficio postale. Il suddetto termine è da considerarsi perentorio.
Ai sensi dell’art. 15 comma 11 dell’ACN 15/12/2005 e s.m.i. “I pediatri già titolari di incarico a tempo
indeterminato ai sensi del presente Accordo non possono fare domanda di inserimento nella graduatoria e,
pertanto, possono concorrere alla assegnazione degli incarichi vacanti solo per trasferimento.” Si richiama,
quindi, l’attenzione dei pediatri interessati sul fatto che l’essere convenzionato per la pediatria di libera scelta, alla
data di presentazione della presente domanda, non consente di partecipare alla procedura di assegnazione delle
carenze per graduatoria, poiché, come detto, il vigente ACN dispone che i pediatri già convenzionati possano
concorrere all’assegnazione di una nuova zona carente SOLO PER TRASFERIMENTO.
Premesso ciò, possono concorrere al conferimento degli incarichi:
a) per Trasferimento – PLS già convenzionati in Regione Veneto:
i pediatri che risultano già iscritti in uno degli elenchi dei pediatri convenzionati per la pediatria di libera
scelta della Regione Veneto, a condizione che risultino iscritti da almeno tre anni e che al momento
dell'attribuzione del nuovo incarico non svolgano altre attività a qualsiasi titolo nell'ambito del Servizio
sanitario nazionale, eccezion fatta per attività di continuità assistenziale. La data cui far riferimento per la
maturazione degli anni di iscrizione negli elenchi di provenienza è quella della scadenza del termine per la
presentazione della domanda utile ad ottenere il trasferimento nella zona carente.
a1) per Trasferimento – PLS già convenzionati presso altra Regione:
i pediatri che risultano già iscritti in uno degli elenchi dei pediatri convenzionati per la pediatria di libera
scelta di altra Regione a condizione che risultino iscritti da almeno cinque anni e che al momento
dell’attribuzione del nuovo incarico non svolgano altre attività a qualsiasi titolo nell’ambito del Servizio
sanitario nazionale, eccezion fatta per attività di continuità assistenziale. La data cui far riferimento per la
maturazione degli anni di iscrizione negli elenchi di provenienza è quella della scadenza del termine per la
presentazione della domanda utile ad ottenere il trasferimento nella zona carente.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
41
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato A al Decreto n. 37
del
26 OTT 2015
pag. 4/4
b) per Graduatoria:
i medici iscritti nella graduatoria regionale per la pediatria di libera scelta in corso di validità.
Per tale fattispecie, ai sensi dell'art. 33, comma 3, dell’ACN per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri
di libera scelta, reso esecutivo con intesa tra Stato-Regioni in data 15/12/2005 e s.m.i., i pediatri aspiranti
all'incarico sono graduati nell’ordine risultante dai seguenti criteri:
attribuzione del punteggio riportato nella graduatoria regionale di cui all’art. 15;
attribuzione di punti 6 a coloro che nell'ambito territoriale dichiarato carente per il quale concorrono
abbiano la residenza fin da due anni antecedenti la scadenza del termine per la presentazione della
domanda di inclusione nella graduatoria regionale e che tale requisito abbiano mantenuto fino alla
attribuzione dell'incarico;
attribuzione di punti 10 ai pediatri residenti nell'ambito della Regione Veneto da almeno due anni
antecedenti la scadenza del termine di presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria
regionale e che tale requisito abbiano mantenuto fino alla attribuzione dell'incarico.
Si sottolinea, inoltre, che “E’ cancellato dalla graduatoria regionale valida per l’anno in corso, il pediatra
che abbia accettato l’incarico ai sensi dell'art. 34, co. 1” (art. 33, comma 8 dell’ACN).
Eventuali ulteriori informazioni possono essere richieste direttamente al competente ufficio dell'Azienda
indicata nel Decreto.
==================================================================================
NOTA BENE
1. Rideterminazione delle misure dell’imposta fissa di bollo ai sensi dell’art. 7, comma 3 del D.L. n. 43/2013,
convertito in L. n. 71/2013.
2. Principi applicabili a tutti i trattamenti effettuati da soggetti pubblici – art. 18, D.L.vo n. 196 del 30/06/2003 e
s.m.i.: i dati personali che l’Amministrazione regionale acquisisce, verranno trattati esclusivamente per lo
svolgimento degli adempimenti istituzionali previsti dall’art. 33 dell’ACN per la disciplina dei rapporti con i
medici pediatri di libera scelta, reso esecutivo con intesa tra Stato-Regioni in data 15/12/2005 e s.m.i.
3. Ai sensi dell’art. 4, comma 4 del D.L. n. 179/2012, convertito in L. n. 221/2012, recante <<Ulteriori misure
urgenti per la crescita del Paese>>: “A decorrere dall’1/01/2013, salvo i casi in cui è prevista dalla normativa
vigente una diversa modalità di comunicazione o di pubblicazione in via telematica, le amministrazioni
pubbliche e i gestori o esercenti di pubblici servizi comunicano con il cittadino esclusivamente tramite il
domicilio digitale dallo stesso dichiarato, senza oneri di spedizione a suo carico.”
4. Dal 1° gennaio 2012 entrano in vigore le nuove disposizioni in materia di certificati e di dichiarazioni
sostitutive introdotte dall’art. 15 della L. 12/11/2011, n. 183, recante “Disposizioni per la formazione del
bilancio annuale e pluriennale dello stato (legge di stabilità 2012)” di modifica della disciplina dei certificati e
delle dichiarazioni sostitutive contenute nel DPR n. 445/2000. A decorrere da tale data i certificati avranno
validità solo nei rapporti tra i privati, mentre le amministrazioni o i gestori di pubblici servizi non potranno più
chiedere o accettare i certificati, che dovranno essere sempre sostituiti da autocertificazioni.
==================================================================================
42
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DECRETI DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE NON AUTOSUFFICIENZA
(Codice interno: 309623)
DECRETO DEL DIRETTORE DELLA SEZIONE NON AUTOSUFFICIENZA n. 306 del 27 ottobre 2015
Indizione della procedura comparativa per curriculum e successivo colloquio per il conferimento di n. 1 incarico di
collaborazione coordinata e continuativa per l'espletamento delle attività connesse al Progetto Europeo SAVE Solution Against Violence in Europe.
[Concorsi]
Note per la trasparenza:
Indizione della procedura comparativa per curriculum e successivo colloquio per il conferimento di n. 1 incarico di
collaborazione coordinata e continuativa, ai sensi della DGR n. 243 del 3 marzo 2015, per l'espletamento delle attività
connesse al Progetto Europeo SAVE - Solution Against Violence in Europe. CUP: H49D15000120006.
Il Direttore
PREMESSO che:
• con decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio N° 779/2007/EC1 è stato approvato il Programma "Daphne
III" per il periodo 2007-2013, come parte essenziale del Programma Generale "Diritti Fondamentali e Giustizia", con
l'obiettivo di "contribuire alla prevenzione, al contrasto delle violenze nei confronti dei bambini, dei giovani e delle
donne ed alla protezione delle vittime e dei gruppi a rischio";
• che la Giunta Regionale, in tale contesto, con DGR n. 243 del 3 marzo 2015, ha approvato la partecipazione della
Regione del Veneto in qualità di partner al Progetto SAVE - Solution Against Violence in Europe -, individuando
nella Sezione Non Autosufficienza del Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali la struttura responsabile per la
realizzazione di tutte le attività previste dal progetto medesimo;
• che con la medesima DGR la Giunta Regionale ha incaricato il Direttore della Sezione Non Autosufficienza del
Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali dell'esecuzione dell'atto e dell'avvio della procedura comparativa per
l'individuazione di n. 1 professionalità per l'espletamento delle attività richieste dal Progetto SAVE, previa verifica
sulle graduatorie regionali esistenti e sulla presenza di soggetti esperti a livello regionale e di stipulare un contratto di
collaborazione coordinata e continuativa;
CONSIDERATO che:
• con nota n. 203206 del 14/05/2015, il Direttore della Sezione Non Autosufficienza del Dipartimento Servizi
Sociosanitari e Sociali ha proceduto a richiedere l'autorizzazione al Segretario Generale della Programmazione, come
previsto dalla nota 529386 del 04/12/2013, ai fini dell'avvio della procedura comparativa per l'acquisizione di
personale con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, così come determinato dalla DGR 243/2015;
• in riscontro alla richiesta succitata, con nota n. 0244404 del 12/06/2015, il Direttore della Sezione Risorse Umane ha
comunicato che il profilo è rinvenibile come titolo di studio nelle graduatorie vigenti a TD, pur non coesistendo tutti i
requisiti richiesti, data la peculiarità della figura ricercata e rimandava al dirigente competente di attestare la carenza
di detta figura dopo aver verificato attentamente la possibilità di chiamare candidati dalle graduatorie a tempo
determinato;
• tale nota ha altresì subordinato l'autorizzazione all'avvio della procedura per la pubblicazione dell'avviso di selezione,
all'attestazione da parte del Direttore d'Area interessato dell'impossibilità di rinvenire la professionalità ricercata
all'interno dell'Amministrazione Regionale, tra il personale in servizio con rapporto a tempo indeterminato;
• con nota n. 272557 del 02/07/2015, il Direttore della Sezione Non Autosufficienza ha richiesto tale verifica al
Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale e che, con nota n. 354876 del 04/09/2015 ha attivato tale ricognizione
interna presso tutte le Aree dell'Amministrazione regionale, indicando 10 giorni dalla data di spedizione della stessa
come termine ultimo per un riscontro;
PRESO ATTO che allo scadere del termine suddetto non sono pervenuti riscontri all'attenzione del Dipartimento Servizi
Sociosanitari e Sociali;
CONSIDERATO che il Dipartimento dei Servizi Sociosanitari e Sociali ha la necessità di avvalersi di 1 figura professionale
avente specifici requisiti curriculari e professionali e, nello specifico:
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
43
_______________________________________________________________________________________________________
• Profilo con funzioni di implementazione delle attività previste nell'ambito delle fasi di lavoro del suddetto progetto e
del supporto alle attività gestionali/amministrative, in possesso dei seguenti requisiti:
• titolo di studio: Diploma di Laurea in Scienze della Comunicazione o in Scienze Politiche o equipollenti (nuovo o
vecchio ordinamento);
• esperienza nella gestione di progetti finanziati da fondi Europei a gestione diretta o da fondi nazionali/regionali
inerenti alle tematiche-chiave del progetto;
• esperienza in attività di comunicazione/disseminazione in riferimento a progetti finanziati da fondi comunitari a
gestione diretta;
• esperienza in organizzazione e gestione di eventi internazionali;
• esperienza in gestione di gruppi di lavoro in ambito socio-sanitario e in lingua inglese;
• ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata;
• conoscenza di tutti i programmi del pacchetto Office;
• disponibilità a trasferte all'estero;
• non aver subito condanne penali che abbiano comportato quale sanzione l'incapacità di contrattare con la pubblica
amministrazione.
CONSIDERATO che la prestazione ha carattere di straordinarietà e temporaneità, quantificata in 11 mesi non rinnovabili, né
prorogabili a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
VALUTATA la necessità di procedere mediante esame di curriculum e successivo colloquio, necessario quest'ultimo per
accertare l'effettivo possesso delle competenze richieste;
CONSIDERATO che il compenso per tale collaborazione, parametrato a quello di un dipendente di Categoria D (C.C.N.L.
Regioni ed Enti Locali vigente) ex DGR 2919/2007, è pari ad Euro 16.508,39 onnicomprensivo di oneri fiscali e contributivi a
carico del percipiente, e gli oneri fiscali e contributivi a carico della Regione sono stimati nella percentuale del 39,92% per un
totale pari ad Euro 6.884,61 che saranno versati attraverso i capitoli istituiti sul Bilancio regionale 2015, ma saranno
rendicontati e rimborsati alla Regione del Veneto tramite i fondi attribuiti al progetto.
PRESO ATTO che la somma degli importi su indicati è pari ad Euro 23.393,00 e che la stessa trova copertura finanziaria sul
capitolo n. 102442 del Bilancio di previsione dell'esercizio 2015 "Realizzazione del Progetto Europeo "Save - Solutions
Against Violence in Europe (Agreement tra Commissione Europea e Azienda Ulss n. 9 di Treviso 05/12/2014, n. 5804)";
CONSIDERATO che i requisiti richiesti sono quelli riportati negli Allegati A, B e C contenenti l'avviso di procedura
comparativa, lo schema di domanda di ammissione e di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà, che
costituiscono parti integranti e sostanziali del presente atto;
VISTO l'art. 7 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001 n. 165 "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze
della amministrazioni pubbliche";
VISTA la DGR 18 settembre 2007, n. 2919, "Art. 7 D.Lgs. n. 165/2001 - Disciplina del conferimento di incarichi di
collaborazione coordinata e continuativa";
VISTA la circolare del Segretario regionale agli Affari Generali del 16 ottobre 2007, prot. n. 576434/41.00;
VISTA la deliberazione della Giunta Regionale del 6 maggio 2008 n. 1111 che subordina il conferimento dei contratti di
collaborazione coordinata e continuativa alla piena copertura finanziaria su specifici fondi comunitari;
VISTA la L.R. 29 novembre 2011, n. 39 "Ordinamento del bilancio e della contabilità e della Regione" e successive
modificazioni;
VISTA la L.R. 31 dicembre 2012, n. 54 "Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta
regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 "Statuto del Veneto";
VISTA la nota 529386 del 04/12/2013 del Segretario Generale della Programmazione;
VISTO il D.lgs. 126/2014 integrativo e correttivo del D.lgs. 118/2011;
decreta
1. di indire, per i motivi indicati in premessa, una procedura comparativa per curriculum e successivo colloquio per
l'affidamento di n.1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa della durata di 11 mesi non rinnovabili né
44
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
prorogabili per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del Progetto Europeo "SAVE - Solutions
Against Violence in Europe", da svolgersi prevalentemente presso il Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali;
2. di approvare l'avviso di procedura comparativa per curriculum e successivo colloquio (Allegato A), lo schema di
domanda di ammissione e di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (Allegati B, C) parti
integranti e sostanziali del presente provvedimento;
3. di nominare la commissione esaminatrice composta dal Dott. George Louis Del Re del Settore Minori Giovani
Famiglia in qualità di presidente, dal Dott. Francesco Comin dell'Ufficio Analisi di Bilancio, Contabilità e
Liquidazioni in qualità di componente, dalla Dott.ssa Anna Fiore dell'Ufficio Promozione Persona e Famiglia in
qualità di componente, dal Dott. Antonio Iovieno dell'Ufficio Servizio Civile al quale spetta la funzione di segretario;
4. di demandare a successivi decreti dirigenziali l'approvazione delle risultanze della procedura comparativa, la
conseguente stipula del contratto e l'impegno di spesa della somma complessiva di Euro 23.393,00, di cui Euro
16.508,39 quale compenso lordo onnicomprensivo di oneri fiscali e contributivi a carico del percipiente ed Euro
6.884,61 stimati, quali oneri fiscali e contributivi a carico della Regione, per l'intera durata dell'incarico di
collaborazione coordinata e continuativa, che trova copertura finanziaria sul capitolo n. 102442 del Bilancio di
previsione dell'esercizio 2015 "Realizzazione del Progetto Europeo "Save - Solutions Against Violence in Europe
(Agreement tra Commissione Europea e Azienda Ulss n. 9 di Treviso 05/12/2014, n. 5804)";
5. di incaricare il Settore Risorse Umane di pubblicare l'avviso della procedura comparativa (Allegato A), lo schema di
domanda di ammissione e di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (Allegati B, C), per la
durata di 15 giorni nel sito internet della Giunta Regionale del Veneto;
6. di pubblicare integralmente il presente atto sul bollettino ufficiale della Regione del Veneto.
Franco Moretto
(L'allegato avviso è pubblicato in parte terza del presente Bollettino, ndr)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
45
_______________________________________________________________________________________________________
Sezione seconda
DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE
(Codice interno: 308896)
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1371 del 09 ottobre 2015
Disciplina dell'evoluzione del potenziale viticolo. Adeguamento delle procedure regionali alle disposizioni recate dal
Regolamento (CE) n. 479/2008 e s.m.i. e dal Regolamento (UE) n. 1308/2013. DM 19 febbraio 2015, prot. n. 1213.
[Agricoltura]
Note per la trasparenza:
Al fine di consentire una migliore utilizzazione del potenziale dei diritti di reimpianto in disponibilità ai singoli conduttori alla
data del 31 dicembre 2015, si ritiene di recepire quanto previsto dalla normativa comunitaria relativamente al periodo di
validità dei diritti al reimpianto, allo scopo di favorire uno sviluppo del patrimonio viticolo regionale coerente con l'evoluzione
della domanda internazionale dei vini.
Estremi dei principali documenti dell'istruttoria:
Regolamento (CE) n. 479/2008;
Regolamento (UE) n. 1308/2013;
DM Mipaaf 19 febbraio 2015, prot. n. 1213;
Nota Commissione UE - Ares(2015)172494 del 15 gennaio 2015.
L'Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.
Con la deliberazione n. 2257 del 25 luglio 2003 la Giunta Regionale, in attuazione al regolamento (CE) 1493/1999, ha definito,
tra l'altro, le modalità per l'aggiornamento del potenziale viticolo aziendale e regionale, definendo la validità dei diritti di
reimpianto concessi ai sensi del citato regolamento alla fine dell'ottava campagna successiva a quella in cui abbia luogo
l'estirpazione.
Nel 2008 l'Unione Europea ha proceduto ad una profonda revisione della politica agricola comune disponendo, tra l'altro, la
fine del regime di contingentamento delle produzioni per due importanti settori quello del latte e quello del vino.
Di conseguenza con il regolamento (CE) n. 479/2008, relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo,
nell'abrogare il regolamento (CE) n. 1493/1999 il Consiglio ha adottato disposizioni riguardanti il "regime transitorio dei diritti
di impianto" a partire dal 1 agosto 2008 (inizio della campagna 2008/2009), fissando nel 31 dicembre 2015 il termine di detto
regime transitorio.
Tali disposizioni con il regolamento (CE) n. 491/2009 sono state successivamente inglobate nella OCM unica di cui al
regolamento (CE) n. 1234/2007 e riprese al Titolo I, Capo III, Sezione IV bis, sottosezione II relativa al "Potenziale produttivo
nel settore vitivinicolo"; in particolare, è stabilito che il predetto regime transitorio dei diritti di reimpianto resta valido fino al
31 dicembre 2015, senza fissare il periodo di validità del diritto di reimpianto generato dell'estirpazione di pari superficie in
coltura pura.
Con il successivo regolamento (UE) n. 1308/2013 che abroga il precedente reg. (CE) 1234/2007, l'Unione europea ha disposto
l'istituzione del "Sistema di autorizzazioni per gli impianti viticoli", che a partire dal 1° gennaio 2016, sostituirà il "regime
transitorio dei diritti di impianto" in autorizzazioni che ai sensi dell'articolo 62, paragrafo 3, del predetto regolamento (UE) n.
1308/2013, sono valide per tre anni dalla data di concessione.
L'art. 68 di quest'ultimo regolamento detta le disposizioni per la transizione dal sistema dei "diritti" a quello delle
autorizzazioni:
- i diritti di impianto in possesso dei conduttori in corso di validità alla data del 31 dicembre 2015 e non utilizzati possono
essere dal 1° gennaio 2016 convertiti in autorizzazioni fino al 31 dicembre 2020, previa decisione dello Stato membro;
- le autorizzazioni concesse a seguito di conversione hanno lo stesso periodo di validità dei diritti che hanno generato la
nuova autorizzazione.
46
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Rispetto a tale condizione, la Commissione Europea con nota n. Ares(2015)172494 del 15 gennaio 2015 ha fornito appropriata
interpretazione riconoscendo che il periodo di validità dei diritti di nuovo impianto e dei diritti di impianto concessi da una
riserva è chiaramente definito nel regolamento (CE) n. 1234/2007, mentre tale regolamento non indica alcun periodo di validità
relativo ai diritti di reimpianto, in quanto i loro effetti si esauriscono con il 31 dicembre 2015.
Ha lasciato altresì alle autorità nazionali competenti, in base alle disposizioni ed orientamenti da ciascuna adottate, definire
criteri e modalità per la conversione dei diritti in autorizzazioni, tenuto conto anche delle disposizioni adottate da ciascun stato
membro ai sensi dell'articolo 68, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 1308/2013.
In attuazione delle facoltà assegnate, il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali con decreto del 19 febbraio
2015, prot. n. 1213 ha adottato le disposizioni nazionali di attuazione del succitato regolamento, stabilendo che i diritti di
reimpianto, concessi ai produttori prima del 31 dicembre 2015, non utilizzati ed in corso di validità al 31 dicembre 2015, siano
convertiti in autorizzazioni previa richiesta di conversione da presentarsi entro il 31 dicembre 2020 e che la validità
dell'autorizzazione scade al più tardi il 31 dicembre 2023.
In relazione e per effetto di quanto sopra, al fine di garantire la piena e razionale utilizzazione dei diritti di reimpianto in
disponibilità ai singoli conduttori alla data del 31 dicembre 2015, si ritiene opportuno per i predetti diritti rilasciati ai sensi del
regolamento CE n. 479/2008 e s.m.i. e non ancora utilizzati, adeguarne la validità in coerenza con quanto stabilito dal succitato
regolamento. Conseguentemente i predetti titoli che sono ancora in corso di validità alla data del 31 dicembre 2015, potranno
essere convertiti in autorizzazioni entro il 31 dicembre 2020 e utilizzati entro il 31 dicembre 2023.
Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.
LA GIUNTA REGIONALE
UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in
ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;
VISTO il regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio, del 29 aprile 2008, relativo all'organizzazione comune del mercato
vitivinicolo che modifica i regolamenti (CE) n. 1493/1999, (CE) n. 1782/2003, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 3/2008 e abroga i
regolamenti (CEE) n. 2392/86 e (CE) n. 1493/1999;
VISTO il regolamento (CE) n. 491/2009 del Consiglio del 25 maggio 2009 che abroga il reg. CE 479/2008 e che ha modificato
il regolamento (CE) n. 1234/2007, incorporando nell'organizzazione comune dei mercati agricoli (regolamento unico OCM) le
disposizioni del settore vino;
VISTO il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 22 ottobre 2007 recante organizzazione comune dei mercati
agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM);
VISTO il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante
Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n.
1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, ed in particolare il Capo III che ha istituito il "Sistema di autorizzazioni per gli
impianti viticoli" e l'articolo 230 del predetto regolamento (UE) n. 1308/2013, recante "Disposizioni transitorie e finali" che,
per quanto riguarda il settore vitivinicolo, prevede al paragrafo 1, lettera b), punto ii, la conferma del regime transitorio dei
diritti di impianto fino al 31 dicembre 2015;
VISTO il decreto del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali del 19 febbraio 2015, prot n. 1213 concernente le
disposizioni nazionali di attuazione del Regolamento n. 1308/2013, articolo 68, paragrafo 1;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 2257 del 25 luglio 2003 relativa all'attuazione nella regione Veneto della
normativa comunitaria concernente l'organizzazione comune di mercato nel settore vitivinicolo;
VISTE le deliberazioni della Giunta regionale n. 2275 del 9 agosto 2002, n. 3398 del 22 novembre 2002 e n. 639 del 14 marzo
2003, riguardanti l'assegnazione di funzioni e il trasferimento dei procedimenti ad AVEPA;
VISTA la nota della Commissione Europea n. Ares(2015)172494 del 15 gennaio 2015, riguardante disposizioni transitorie per
il sistema di autorizzazioni per gli impianti viticoli;
VISTA la legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 "Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della
Giunta Regionale in attuazione della Legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 "Statuto del Veneto";
VISTO l'articolo 2 comma 2 della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
47
_______________________________________________________________________________________________________
VISTA ladeliberazione della Giunta regionale n. 2139 del 25 novembre 2013 "Adozione del regolamento per la disciplina delle
funzioni dirigenziali e per l'attuazione della legge regionale n. 54 del 31.12.2012 ai sensi dell'art. 30 della medesima legge.";
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 2140 del 25 novembre 2013 "Organizzazione amministrativa della Giunta
regionale: istituzione delle strutture organizzative in attuazione della legge regionale n. 54 del 31.12.2012. Deliberazione della
Giunta regionale n. 67/CR del 18 giugno 2013";
RAVVISATA l'opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa;
delibera
1.
di stabilire, per le motivazioni esposte in premessa, che i diritti di reimpianto rilasciati ai sensi del regolamento (CE) n.
479/2008 e s.m.i. e non ancora utilizzati, sono validi fino al 31 dicembre 2015 così stabilito dal capo II del predetto
regolamento riguardante il "regime transitorio dei diritti di impianto";
2.
di incaricare la Sezione competitività sistemi agroalimentari dell'esecuzione del presente atto, nonché di stabilire che la
medesima Sezione è incaricata di adottare provvedimenti applicativi ed esplicativi per assicurare tempestiva ed efficace
attuazione delle disposizioni recate dal presente provvedimento;
3.
di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
4.
di dare atto che il presente provvedimento è soggetto alla pubblicazione ai sensi dell'articolo 23, comma 1 lett. a) del
decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
5.
di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.
48
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309032)
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1410 del 15 ottobre 2015
Disciplina delle attività turistiche connesse al settore primario. Differimento del termine per l'adeguamento dei
piani agrituristici al turismo rurale. Legge regionale 10 agosto 2012, n. 28 e deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015.
[Turismo]
Note per la trasparenza:
Si provvede a fissare i nuovi termini stabiliti nell'Allegato A) "Disposizioni operative e procedurali per lo svolgimento di
attività di turismo rurale da parte delle imprese agricole" della Deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015 inerenti in particolare
gli adempimenti delle aziende agrituristiche che svolgono anche attività di turismo rurale.
L'Assessore Federico Caner, di concerto con l'Assessore Giuseppe Pan, riferisce quanto segue.
La legge regionale 10 agosto 2012 n. 28 "Disciplina dell'agriturismo, ittiturismo e pescaturismo" ha regolamentato in modo
organico e completo le attività di diversificazione e di ospitalità dei turisti che le imprese agricole o ittiche possono svolgere,
andando ad innovare, in taluni casi anche in modo sostanziale, le procedure e la disciplina precedentemente prevista per tale
materia; con tale legge si è infatti inteso raggruppare in un unico provvedimento legislativo le attività turistiche connesse al
settore primario, definendo l'agriturismo, l'ittiturismo e il pescaturismo, e disciplinando le attività di ospitalità e di
somministrazione nelle aziende agrituristiche ed ittiche.
Con la successiva legge regionale 24 dicembre 2013, n. 35 il legislatore regionale ha ritenuto opportuno apportare delle
modifiche e delle integrazioni alla legge regionale 10 agosto 2012, n. 28, sia introducendo nuove norme per il settore
dell'agriturismo, dell'ittiturismo e del pescaturismo, sia introducendo i due nuovi profili del turismo rurale e delle fattorie
didattiche, e facendo assumere così alle legge regionale 10 agosto 2012, n. 28 la nuova denominazione di "Disciplina delle
attività turistiche connesse al settore primario".
L'articolo 12 bis (Turismo rurale e fattorie didattiche) specifica al comma 1. in maniera più articolata quali siano le attività di
turismo rurale, secondo i requisiti e le modalità definite dalla Giunta regionale, identificandole nelle seguenti specifiche
tipologie:
a)
attività culturali, ricreative, di pratica sportiva, di escursionismo, ippoturismo e avioturismo, riferite
all'ambiente rurale e degli ecosistemi acquatici e vallivi, svolte anche all'esterno dei beni fondiari nella
disponibilità dell'impresa;
b) allevamento di specie animali e la coltivazione di specie vegetali a fini amatoriali e di sviluppo del
turismo naturalistico e rurale;
c)
realizzazione di iniziative di supporto alle attività di cicloturismo e di ippoturismo anche in connessione
a percorsi e itinerari turistici;
d) mescita di vino, olio o birra ai fini della promozione e la vendita diretta dei prodotti dell'azienda, con la
somministrazione non assistita e senza corrispettivo di prodotti di gastronomia fredda legati alle produzioni e
alle tradizioni locali, fatto salvo l'obbligo di notifica all'autorità competente in materia di igiene degli
alimenti.
Nell'ambito dell'attuazione della legge, la Regione esercita funzioni di coordinamento delle attività degli altri soggetti pubblici
interessati e di promozione e valorizzazione delle attività turistiche connesse al settore primario, mentre le Province
provvedono alla verifica del possesso dei requisiti per l'esercizio delle attività turistiche connesse al settore primario, nonché
l'attività di controllo sul rispetto di requisiti, modalità e condizioni di esercizio delle attività turistiche.
Con deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015 la Giunta regionale ha adottato le disposizioni operative e procedurali per lo
svolgimento delle attività di turismo rurale, fornendo così un quadro regolamentare unico in grado di fornire alle imprese di
settore indirizzi chiari e precisi reperibili in un unico provvedimento.
Ai fini del presente provvedimento preme evidenziare che all'Allegato A) della delibera n. 883/2015 avente come titolo
"Disposizioni operative e procedurali per lo svolgimento di attività di turismo rurale da parte delle imprese agricole", è stabilito
il termine del 2 settembre 2015 affinché le imprese agrituristiche già riconosciute e che hanno già adeguato il proprio Piano
agrituristico alla legge regionale n. 28/2012 presentino alla provincia competente per territorio la Relazione tecnica integrativa
del Piano stesso.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
49
_______________________________________________________________________________________________________
Ora, con la legge regionale n. 14 del 6 agosto 2015, il temine del 2 settembre 2015 è stato abrogato e sostituito con la data del
12 gennaio 2017; si ritiene pertanto opportuno adeguare, a tale data, anche la scadenza prevista dalla deliberazione n. 883 del
13 luglio 2015.
Pertanto, in forza di quanto sopra, le imprese agrituristiche che intendono esercitare le attività di turismo rurale individuate
dall'articolo 12 bis della legge regionale 28/2012, e successive modificazioni ed integrazioni, che devono ancora presentare il
Piano agrituristico alla citata L.R. n. 28/2012, presentano la Relazione tecnica, secondo la modulistica di cui all'allegato C) alla
deliberazione n. 833/2015, in coincidenza con l'aggiornamento del Piano, ovvero disgiuntamente da esso se già presentato, e
comunque al più tardi entro il 12 gennaio 2017.
Resta invariato quant'altro previsto dalla deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015 e la relativa documentazione e modulistica
allegata.
Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.
LA GIUNTA REGIONALE
UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in
ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;
VISTA la legge regionale n. 28 del 10 agosto 2012, "Disciplina delle attività turistiche connesse al settore primario", così come
modificata ed integrata dalla legge regionale 24 dicembre 2013, n. 35 "Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 10 agosto
2012, n. 28";
VISTA la deliberazione n. 613 del 21 aprile 2015, con cui sono state approvate le disposizioni operative e procedurali per lo
svolgimento dell'attività di agriturismo";
VISTA la deliberazione n. 591 del 21 aprile 2015, con cui sono state approvate le disposizioni attuative e operative per lo
svolgimento dell'attività di fattoria didattica;
VISTA la legge regionale 6 agosto 2015, n. 14;
VISTA la deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015;
VISTA la legge regionale 54 del 31 dicembre 2012 "Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della
Giunta regionale in attuazione della Legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 "Statuto del Veneto".
delibera
1.
di differire, per le motivazioni indicate in premessa, il termine stabilito dalla deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015
"Disposizioni operative e procedurali per lo svolgimento delle attività di turismo rurale" in particolare all'Allegato A), punto 4
"Modalità di presentazione della comunicazione per il riconoscimento da parte delle imprese agrituristiche;
2.
di stabilire, conseguentemente, che le imprese agrituristiche già riconosciute e che devono adeguare il proprio Piano
agrituristico alla legge regionale n. 28/2012 provvedono alla presentazione alla Provincia competente per territorio della
Relazione tecnica secondo la modulistica di cui all'allegato C) congiuntamente all'adeguamento al Piano ovvero
disgiuntamente da esso se già presentato, e comunque entro il termine massimo del 12 gennaio 2017;
3.
di stabilire che rimane invariato quant'altro stabilito dalla deliberazione n. 883 del 13 luglio 2015 e la relativa
documentazione e modulistica allegata;
4.
di dare atto che il presente provvedimento non comporta spese a carico del bilancio regionale;
5.
di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione e di inserirlo nel sito internet della Regione
www.regione.veneto.it.
50
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309159)
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1417 del 15 ottobre 2015
Modifica alla DGR n. 868 del 13.07.2015 "Stagione venatoria 2015/2016. Approvazione calendario venatorio
regionale (L.R. n. 50/1993 art. 16)".
[Caccia e pesca]
Note per la trasparenza:
Il provvedimento modifica il vigente calendario venatorio regionale approvato con DGR n. 868 del 13.07.2015 avuto riguardo
ai carnieri autorizzati per la specie Moriglione (Aythya ferina). Il provvedimento fornisce altresì chiarimenti in ordine a
quanto disposto al punto 6 del calendario venatorio regionale medesimo avuto riguardo all'applicazione, nei mesi di ottobre e
novembre, delle due giornate integrative alla migratoria da appostamento.
L'Assessore Roberto Marcato riferisce quanto segue.
Con DGR n. 868 del 13.07.2015 la Giunta regionale ha approvato il calendario venatorio per la stagione 2015/2016.
In sede di fissazione dei carnieri riferiti alla specie Moriglione (Aythya ferina) detto provvedimento ha introdotto limitazioni al
carniere giornaliero (cinque capi) e stagionale (cinquanta capi) tenuto conto della valutazione fatta da Birdlifeinternational
(European Red List of Birds di Birdlifeinternational 2015) che attribuisce al Moriglione lo status di specie attualmente
vulnerabile.
Recenti dati di censimento riferiti alla fascia costiera veneta evidenziano tuttavia una certa stabilizzazione delle consistenze
numeriche (Basso M. e Bon M., 2015 - Censimento degli uccelli acquatici svernanti in provincia di Venezia, Gennaio 2015 Provincia di Venezia - Servizio Caccia e Pesca. Relazione non pubblicata).
Si ritiene quindi che sussistano le condizioni per operare un "riavvicinamento" ai carnieri adottati per le passate stagioni
venatorie, fissando i pertinenti carnieri giornaliero e stagionale rispettivamente a 15 e 150 capi.
In questa sede si ritiene altresì opportuno chiarire che le giornate integrative di cui all'articolo 16, comma 2, lettera b) della
Legge regionale 9 dicembre 1993, n.50 "Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio" si applicano
anche al territorio lagunare-vallivo, limitatamente alla parte di esso soggetta a gestione programmata della caccia.
Il relatore conclude la propria relazione e sottopone all'approvazione della Giunta il seguente provvedimento.
LA GIUNTA REGIONALE
UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in
ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;
RICHIAMATA la DGR n.868 del 13.07.2015 di approvazione del calendario venatorio per la stagione 2015/2016;
RIASSUNTE le considerazioni di cui alla premessa, che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
VISTO l'art. 2, comma 2 della Legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 "Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni
delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 Statuto del Veneto";
delibera
1.
di modificare come segue la lettera b) del punto 8 del calendario venatorio regionale approvato con DGR n.868 del 13
luglio 2015:
"b) selvaggina migratoria: 25 capi giornalieri (di cui non più di 20 allodole, 15 moriglioni, 10 quaglie, 10
canapiglie, 10 pavoncelle, 5 codoni, 5 morette e 5 combattenti) con un massimo di 425 capi stagionali (di cui
non più di 150 moriglioni, 100 tortore, 100 allodole, 50 quaglie, 50 codoni, 50 canapiglie, 50 pavoncelle, 15
morette e 15 combattenti), con le seguenti eccezioni: per la beccaccia 3 capi giornalieri con un massimo di 20
capi stagionali, per l'allodola 10 capi giornalieri nel mese di settembre.";
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
51
_______________________________________________________________________________________________________
2.
di dare atto che le giornate integrative di cui all'articolo 16, comma 2, lettera b) della Legge regionale 9 dicembre 1993, n.
50 "Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio" si applicano anche al territorio lagunare-vallivo,
limitatamente alla parte di esso soggetta a gestione programmata della caccia;
3.
di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
4.
di incaricare la Sezione Caccia e Pesca dell'esecuzione del presente atto;
5.
di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.
52
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
PARTE TERZA
CONCORSI
(Codice interno: 308802)
AZIENDA ULSS N. 2, FELTRE (BELLUNO)
Avviso pubblico per il conferimento dell'incarico di direttore dell'Unità Operativa Complessa di Oncologia.
In esecuzione della deliberazione n. 782 del 15.10.2015 è indetto avviso pubblico per il conferimento dell'incarico di: direttore
dell'Unità Operativa Complessa di Oncologia (Ruolo: sanitario; Profilo professionale: medici; Disciplina: oncologia)
L'incarico - che avrà durata di cinque anni, con facoltà di rinnovo per lo stesso periodo o per periodo più breve - sarà conferito
con le modalità e alle condizioni previste dall'art. 15 del D.Lgs. n. 502/1992 e successive modifiche ed integrazioni, dal D.P.R.
n. 484/1997 e dalla deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 343 del 19.3.2013, avente ad oggetto: "Approvazione
del documento contenente la disciplina per il conferimento degli incarichi di direzione di struttura complessa del ruolo sanitario
in applicazione dell'art. 4, comma 1, del D.L. 13 settembre 2012, n. 158, convertito nella L. 8 novembre 2012, n. 189".
L'Azienda garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e il trattamento sul lavoro.
1) PROFILO DEL DIRIGENTE DA INCARICARE
L'Azienda ULSS n. 2 di Feltre ha un'estensione territoriale di circa 350 Kmq distribuiti in 17 Comuni. Il bacino di utenza
dell'ULSS n. 2 si estende anche a 8 Comuni della Comunità di Valle del Primiero e del Vanoi, in base ad un accordo tra la
Regione del Veneto e la Provincia autonoma di Trento, per una popolazione totale di circa 90.000 abitanti.
Il territorio è organizzato in un Distretto Unico con un Ospedale di Comunità. Il presidio ospedaliero è unico, articolato in due
sedi: una a Feltre (classificata come Presidio Ospedaliero di rete) e una a Lamon (classificata come Ospedale nodi di rete
monospecialistico riabilitativo). L'Ospedale di Feltre è stato riconosciuto come sede della struttura di riferimento regionale per
la Chirurgia Oncologica Gastrointestinale.
L'UOC di Oncologia è situata nella sede di Feltre. Fa parte del Dipartimento strutturale Oncologico e Diagnostico e del
Dipartimento funzionale di Chirurgia Oncologica Gastrointestinale a valenza regionale.
L'UOC Oncologica non è dotata di posti letto; tutta l'attività è svolta in regime ambulatoriale. Nel 2014 sono state erogate circa
10.000 prestazioni totali di cui 4.700 visite e 2.300 cicli di chemioterapia.
L'UOC deve garantire anche le consulenze presso le UU.OO. che nel 2014 sono state circa 1.200. Deve inoltre partecipare e
implementare i team multidisciplinari e l'attività delle cure simultanee.
Profilo del dirigente da incaricare
L'incarico di direzione della UOC di Oncologia, in relazione alla tipologia delle attività da svolgere nella stessa nonché alla sua
mission, richiede specificatamente determinate competenze cliniche e per la gestione della struttura, tenuto conto delle
peculiarità della realtà in cui dovrà operare.
Il profilo richiede:
- competenze nella diagnosi e cura dei tumori solidi, con ottima conoscenza dei trattamenti più adeguati alla cura delle
patologie neoplastiche e pratica di trattamenti integrati con le altre discipline che ne traggono vantaggio
- esperienza nella gestione dei tumori eredo-familiari
- conoscenze proprie con particolare riferimento ai tumori solidi/ematologici/linfatici, con predisposizione alla gestione di:
• Tossicità farmacologica ed effetti collaterali
• Terapia di supporto
• Dolore
• Preservare la fertilità nei pazienti oncologici
• Aggiornamento delle raccomandazione terapeutiche in campo oncologico
• Correlazione fra la biologia tumorale e le rispettive varianti genetiche e scelte terapeutiche individuali
- capacità di sviluppare e promuovere strette collaborazioni per la gestione di percorsi multidisciplinari e multiprofessionali
con altre Unità Operative dell' Ospedale e del Distretto ed in particolare con la Rete Cure Palliative
- capacità ed esperienza nella gestione informatica condivisa dei dati clinici dei pazienti sia all'interno dell'azienda sia con altre
aziende nell'ambito della rete oncologica Veneta coordinata con lo IOV, finalizzata anche alle procedure per l'allestimento
centralizzato presso altra azienda dei chemioterapici da somministrare per via infusionale
- partecipazione a gruppi di lavoro finalizzati alla stesura di protocolli operativi e percorsi diagnostico terapeutici per la
gestione ed il trattamento delle principali patologie oncologiche in collaborazione con altre discipline specialistiche nell'ottica
di una sempre più necessaria integrazione ospedale-territorio con la rete distrettuale di assistenza sanitaria territoriale e con i
medici di medicina generale
- capacità di sviluppare modelli organizzativi seguendo i principi dell'intensità dell'assistenza ed in sintonia con la rete di
assistenza territoriale e nel rispetto della più ampia sicurezza per pazienti ed operatori
- esperienza nella valutazione e conoscenza delle tecnologie sanitarie in ambito diagnostico, con particolare riferimento alla
capacità di innovazione e sviluppo dell'attività svolta secondo in principi della Evidence based Medicine e del miglioramento
continuo dell'assistenza erogata, con particolare riguardo all'appropriatezza prescrittiva nel rispetto del budget assegnato per la
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
53
_______________________________________________________________________________________________________
spesa farmaceutica e per l'impiego dei dispostivi medici
- adeguata formazione manageriale, soprattutto negli ultimi 5 anni, con capacità programmatorie ed organizzative di gestione
delle risorse (umane, materiali, tecnologiche e finanziarie) nell'ambito del budget assegnato ed in relazione agli obiettivi
annualmente assegnati ed alle attività/volumi di prestazioni richieste
- partecipazione ed esperienza attiva nell'attuazione di modelli assistenziali impostati sulle tematiche del risk management e
della prevenzione degli incidenti da chemioterapia e delle infezioni, in ottemperanza agli obiettivi della Direzione Strategica
- capacità di promuovere l'identificazione e la mappatura dei rischi prevedibili collegati all'attività professionale e la loro
gestione
- capacità di attivare e condurre studi clinici, sia osservazioni che prospettici su utilizzo di farmaci e protocolli di cura
innovativi
- attitudine ad inserire, coordinare, valutare e valorizzare il personale della struttura relativamente a competenze professionali e
comportamenti organizzativi
- capacità di gestire i conflitti interni al gruppo e costruire un buon clima organizzativo
- adeguata capacità di cooperazione all'interno del proprio gruppo di lavoro, finalizzato a garantire, con la propria leadership, la
crescita professionale e lo sviluppo delle abilità ed eccellenze dei propri collaboratori ed attitudine al trasferimento e allo
scambio di conoscenze ai dirigenti medici in servizio presso la struttura
- capacità di fornire un'identificazione aziendale nei propri collaboratori contribuendo a creare uno spirito coeso di squadra con
comportamenti propositivi e costruttivi al fine del raggiungimento degli obiettivi prefissati
- capacità di promuovere e gestire riunioni a carattere organizzativo e clinico, favorendo condivisione del lavoro di èquipe e
l'integrazione con altre strutture del Dipartimento e dell'Azienda
- capacità di promuovere la condivisione di risultati positivi e la discussione di eventi critici mediante una condotta etica del
proprio operato
- capacità di promuovere l'osservanza del codice di comportamento dei pubblici dipendenti, della normativa in ambito di
anticorruzione e di tutti i regolamenti aziendali
- capacità gestionale dell'area emozionale, motivazionale, relazionale così da prestare un servizio ispirato ai principi di qualità e
miglioramento continuo e che metta la persona assistita al centro del percorso di cura
- attitudine ad implementare la relazione con la persona assistita e la sua famiglia e l'umanizzazione delle cure
- capacità di favorire la maggior personalizzazione della cura e della terapia con l'intento di una medicina che gestisca con
saggezza il malato e le risposte
- capacità di indirizzo e coordinamento operativo delle attività di prevenzione, assistenza e terapia delle patologie in ambito
oncologico
- capacità di attivazione e condivisione di specifiche progettualità dipartimentali e interdipartimentali nell'ambito
dell'integrazione Ospedale/Territorio, della continuità delle cure, dell'integrazione socio culturale in ambito sanitario, della
presa in carico globale della persona assistita
- attitudine a favorire l'introduzione di nuovi modelli organizzativi, l'adozione di procedure innovative e corretta applicazione
delle procedure diagnostico terapeutiche
- attitudine allo sviluppo dell'integrazione nell'ambito del Dipartimento Strutturale Oncologico diagnostico e del Dipartimento
Funzionale per la Chirurgia Oncologica Gastrointestinale.
Il candidato dovrà inoltre dimostrare di possedere:
- capacità di implementazione nella pratica clinica delle linee guida e delle indicazioni operative più attuali con la traduzione in
specifici percorsi diagnostico terapeutici adatti anche allo specifico contesto della ULSS n. 2 che è centro di riferimento
Oncologico Gastroenterologico, favorendo l'adozione di procedure innovative e una corretta applicazione delle procedure
diagnostiche e terapeutiche nell'ottica interdipartimentale ospedaliera e con le strutture della rete regionale del Veneto
- capacità di collaborazione con i diversi operatori sanitari nell'ambito della rete interdisciplinare Aziendale con riferimento
all'ambito clinico assistenziale, alla comunicazione tra specialisti, alla relazione con l'utente e alla comunicazione scientifica
- capacità ed esperienza nella gestione informatizzata della cartella clinica del paziente oncologico.
2) REQUISITI DI AMMISSIONE
I requisiti generali e specifici per l'ammissione all'avviso sono i seguenti:
Requisiti generali
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea.
I cittadini stranieri devono avere un'adeguata conoscenza della lingua italiana;
b) nessun limite di età: a norma dell'art. 3, comma 6, della L. 15 maggio 1997, n. 127. L'assegnazione dell'incarico non
modifica le modalità di cessazione del rapporto di lavoro per compimento del limite massimo di età. In tal caso la durata
dell'incarico viene correlata al raggiungimento del predetto limite, ai sensi dell'art. 29, comma 3, del C.C.N.L. 8 giugno 2000
per l'Area della Dirigenza Medica e Veterinaria;
c) idoneità fisica all'impiego. L'accertamento di tale requisito è effettuato dall'Azienda U.L.S.S. attraverso la visita medica
preventiva in fase preassuntiva;
d) godimento dei diritti civili e politici; non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo; i
cittadini stranieri devono godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza;
e) non essere stati licenziati/dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego stesso
mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Requisiti specifici
54
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
a) diploma di laurea in medicina e chirurgia;
b) iscrizione all'Albo dell'Ordine dei Medici. L'iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell'Unione
Europea consente la partecipazione all'avviso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima dell'assunzione in
servizio;
c) anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina di oncologia o in disciplina equipollente, e specializzazione
nella disciplina stessa o equipollente; in alternativa, anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina di oncologia. L'anzianità
di servizio deve essere maturata secondo le disposizioni contenute nell'art. 10 del D.P.R. 484/1997 e nel D.M. 184/2000. Le
discipline equipollenti sono quelle previste dal D.M. 30/01/1998;
d) curriculum ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 484/1997, in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata
esperienza ai sensi dell'art. 6 del D.P.R. n. 484/1997;
e) attestato di formazione manageriale di cui all'art. 5, comma 1, lett. D, del D.P.R. n. 484/1997. Fino all'espletamento del
primo corso di formazione manageriale di cui all'art. 7 del D.P.R. n. 484/1997, gli incarichi di direzione di struttura complessa
sono conferibili senza attestato, fermo restando l'obbligo di conseguirlo nel primo corso utile. Il mancato superamento del
primo corso di formazione, attivato dalla Regione successivamente al conferimento dell'incarico, determina la decadenza
dell'incarico stesso (art. 15, comma 8, D.Lgs. n. 502/1992 e s.m.i.).
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di
ammissione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione all'avviso.
3) DOMANDA DI AMMISSIONE
Nella domanda di ammissione all'avviso - che deve essere redatta in carta semplice, secondo lo schema allegato (vedi allegato
A), e sottoscritta, a pena di nullità - il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità:
a) il cognome e il nome, la data e il luogo di nascita, la residenza, il codice fiscale;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate e i procedimenti penali pendenti (in caso negativo dovrà esserne dichiarata
espressamente l'assenza);
e) il possesso dei requisiti generali e dei requisiti specifici di ammissione di cui alle lettere a), b) e c) dell'elenco sopra riportato
(diploma di laurea, diploma di specializzazione, iscrizione all'albo, anzianità di servizio);
f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
h) il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi quelli sensibili, nel rispetto del D. Lgs. n. 196/2003 e
successive modifiche;
i) l'indirizzo al quale deve essere fatta ogni necessaria comunicazione relativa al presente avviso ed il recapito telefonico.
La domanda di ammissione deve essere indirizzata al Direttore Generale dell'Azienda ULSS n. 2 di Feltre e deve pervenire al
Protocollo Generale entro il perentorio termine delle ore 12.00 del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione del
presente avviso - per estratto - sulla G.U. della Repubblica. Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato alla
stessa ora del primo giorno successivo non festivo.
Alla domanda deve essere allegata, a pena di esclusione, la fotocopia del documento di identità personale in corso di validità.
La domanda può essere presentata con una delle seguenti modalità:
- mediante consegna all'Ufficio Protocollo dell'Azienda presso il Servizio Affari Generali e Legali in via Bagnols Sur Ceze n.
3, negli orari di apertura al pubblico (da lunedì a venerdì dalle ore 8.15 alle ore 12.00 e lunedì e giovedì anche dalle ore 15.00
alle ore 16.45);
- mediante spedizione a mezzo servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento. La domanda si considera prodotta
in tempo utile se spedita entro il termine sopra indicato; a tal fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante;
- mediante invio al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) aziendale: [email protected] La
validità di tale invio è subordinata all'utilizzo, da parte del candidato, di una casella di posta elettronica certificata personale.
Non sarà, pertanto, ritenuto valido l'invio da casella di posta elettronica certificata di altro soggetto o da casella di posta
elettronica semplice, anche se verso la PEC aziendale. La domanda e tutta la documentazione, compreso il documento di
identità personale, devono essere allegati esclusivamente in formato PDF. Nell'oggetto della PEC dovranno essere indicati il
nome e cognome del candidato e la selezione alla quale si chiede di partecipare.
Il mancato rispetto del termine prescritto per la presentazione delle domande comporterà la non ammissione alla procedura.
Non saranno, inoltre, presi in considerazione gli eventuali documenti pervenuti oltre detto termine.
L'Amministrazione declina fin d'ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione
del recapito da parte del candidato e da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella
domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell'Amministrazione stessa.
4) DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Alla domanda di ammissione devono essere allegati i seguenti documenti:
- curriculum formativo e professionale, in carta semplice, datato e firmato, redatto in forma di autocertificazione ai sensi degli
artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 (vedi allegato B). Il curriculum deve essere dettagliato e contenere tutti gli elementi utili per
la valutazione da parte della commissione esaminatrice, con particolare riferimento agli ambiti indicati alla successiva sezione
del presente avviso "Modalità di svolgimento della selezione";
- la documentazione attestante la tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato. Nello specifico,
dovrà essere allegata una casistica di specifiche esperienze e attività professionali svolte. La casistica deve essere riferita al
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
55
_______________________________________________________________________________________________________
decennio precedente alla data di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale e deve essere certificata dal
Direttore Sanitario sulla base delle attestazioni del Direttore del competente dipartimento o unità operativa di appartenenza;
- le pubblicazioni edite a stampa, di cui il candidato è autore o coautore, ritenute più significative;
- la fotocopia (fronte e retro) di un documento di identità personale;
- un elenco (in duplice copia) in carta semplice, datato e firmato, dei documenti presentati.
Le dichiarazioni effettuate nel curriculum formativo e professionale devono contenere tutte le informazioni e i dati necessari
per la loro valutabilità. A titolo esemplificativo:
- le dichiarazioni relative al titolo di studio devono indicare la data, la sede e la denominazione completa dell'istituto presso cui
il titolo stesso è stato conseguito;
- le dichiarazioni relative ai servizi prestati devono indicare: l'ente presso il quale il servizio è stato prestato e la sede; la natura
giuridica del rapporto (rapporto di dipendenza a tempo indeterminato o a tempo determinato, rapporto libero-professionale,
collaborazione coordinata e continuativa, ecc.); la qualifica/profilo professionale; la disciplina; la tipologia del rapporto (tempo
pieno o tempo parziale, con indicazione delle ore settimanali); le date di inizio e fine del rapporto; eventuali interruzioni del
rapporto (aspettativa, sospensioni cautelari, ecc.). Nel caso di servizi prestati nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale deve
essere precisato se ricorrano o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art. 46 del D.P.R. 20.12.1979, n. 761. In caso
positivo, deve essere precisata la misura della riduzione del punteggio di anzianità;
- le dichiarazioni relative alle iniziative di aggiornamento e formazione devono indicare: se trattasi di corso di aggiornamento,
convegno, seminario, ecc.; l'oggetto/il tema dell'iniziativa; il soggetto organizzatore; la sede e la data di svolgimento; il numero
di ore o di giornate di frequenza; se con o senza esame finale; eventuale numero di crediti ECM;
- le dichiarazioni relative ai soggiorni di studio o di addestramento professionale devono indicare: la struttura presso la quale il
soggiorno è stato effettuato e la sede; l'oggetto dello studio o dell'addestramento professionale; le date di inizio e fine del
soggiorno.
La casistica e le pubblicazioni - che non possono essere oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di
notorietà - devono essere presentate in originale, in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all'originale ai sensi
degli artt. 19 e 47 del D.P.R. 445/2000 (vedi allegato C).
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni incomplete o non redatte in conformità alle disposizioni di cui agli artt. 19,
46 e 47 del D.P.R. 445/2000.
Qualora dal controllo delle dichiarazioni effettuate emerga la non veridicità del contenuto delle stesse, oltre alla decadenza
dell'interessato dai benefici eventualmente conseguiti, sono applicabili le sanzioni penali previste dalla normativa vigente (artt.
75 e 76 D.P.R. 445/2000).
5) COMMISSIONE ESAMINATRICE
La Commissione esaminatrice del presente avviso sarà costituita come stabilito dall'art. 15, comma 7-bis, del D. Lgs. n.
502/1992, dall'art. 4, comma 1, lett. d) della L. n. 189/2012 e dalla D.G.R. n. 343 del 19.3.2013.
Le operazioni di sorteggio dei componenti la commissione esaminatrice sono pubbliche. La data ed il luogo del sorteggio
verranno pubblicati sul sito internet aziendale almeno quindici giorni prima del giorno fissato.
La nomina della Commissione verrà pubblicata sul sito aziendale.
6) MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE
La commissione esaminatrice provvederà all'analisi comparativa dei curricula dei candidati ed a un colloquio con gli stessi e
formulerà, quindi, una terna di candidati idonei sulla base dei migliori punteggi attribuiti.
I punteggi a disposizione della commissione sono 80, 50 dei quali relativi al curriculum e 30 al colloquio.
La valutazione del curriculum avviene con riferimento:
- alla tipologia delle istituzioni in cui solo allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla
tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime (massimo punti 5);
- alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con eventuali specifici ambiti di autonomia
professionale con funzioni di direzione (massimo punti 15);
- alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato (massimo punti 20);
- all'attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, di laurea o di specializzazione,
ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario, considerate anche le ore annue di insegnamento (massimo punti
3);
- ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o
estere di durata non inferiore a un anno, con esclusione dei tirocini obbligatori, nonché alla partecipazione a corsi, congressi,
convegni, seminari, anche effettuati all'estero, valutati secondo i criteri di cui all'art. 9 del D.P.R. n. 484/1997 (massimo punti
2);
- alla produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniera, caratterizzate da
criteri di filtro nell'accettazione dei lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica (massimo punti 5).
Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina con riferimento anche
alle esperienze professionali documentate, nonché all'accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione del
medesimo con riferimento all'incarico da svolgere.
Il superamento della prova del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini
numerici di almeno 21/30.
La data e sede del colloquio verranno comunicate ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno 15
giorni prima del giorno fissato.
56
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
La relazione della commissione, redatta in forma sintetica, sarà pubblicata sul sito internet aziendale, unitamente al profilo
professionale del dirigente da incaricare ed ai curricula dei candidati presentatisi al colloquio.
Si fa riserva, qualora i candidati selezionati siano meno di tre, di ripetere la procedura di selezione.
7) CONFERIMENTO DELL'INCARICO
Il Direttore Generale individuerà il candidato al quale conferire l'incarico nell'ambito della terna predisposta dalla commissione
esaminatrice.
Qualora il Direttore Generale intenda conferire l'incarico ad uno dei due candidati che non hanno conseguito il miglior
punteggio, provvederà a motivare analiticamente la scelta. Le motivazioni della scelta saranno pubblicate sul sito internet
aziendale.
Con il candidato al quale verrà conferito l'incarico sarà sottoscritto un contratto individuale di lavoro, in conformità a quanto
previsto dai CC.CC.NN.LL. dell'area della dirigenza medica e veterinaria e da ogni altra disposizione legislativa o
regolamentare con essi compatibile.
L'incarico di direzione è soggetto a conferma al termine di un periodo di prova di sei mesi, prorogabile di altri sei, sulla base
della valutazione di cui all'articolo 15, comma 5, del D. Lgs. 502/1992, e successive modifiche ed integrazioni.
8) TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30.6.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Azienda
U.L.S.S. n. 2 di Feltre - Servizio Personale, per le finalità di gestione della procedura, comprese le previste pubblicazioni sul
sito internet aziendale, e saranno trattati anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità
inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione dalla
procedura.
L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. n. 196/2003, tra i quali il diritto di accedere ai dati che lo riguardano,
chiederne l'aggiornamento, la rettifica, il completamento, la cancellazione o il blocco in casi di violazione di legge, nonché il
diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell'Azienda ULSS n. 2 di Feltre, titolare del trattamento.
La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi
quelli sensibili, a cura del personale preposto alla conservazione delle domande, all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento
della procedura, nonché a cura della commissione esaminatrice.
9) DISPOSIZIONI FINALI
La presente procedura si concluderà entro dodici mesi, decorrenti dalla data dalla scadenza del termine per la presentazione
delle domande.
Per quanto non previsto dal presente avviso, si fa riferimento alla normativa in materia di cui al D. Lgs. n. 502/1992 e
successive modificazioni e integrazioni, al D.P.R. n. 484/1997, al CCNL dell'area della dirigenza medica e veterinaria vigente e
alla D.G.R. n. 343 del 19.3.2013.
Con la partecipazione all'avviso è implicita da parte dei concorrenti l'accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e
precisazioni in esso contenute, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del
personale delle aziende sanitarie.
L'Azienda si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare la presente procedura qualora ne rilevasse la necessità o
l'opportunità per ragioni di pubblico interesse.
Per eventuali informazioni gli interessati potranno rivolgersi all'ULSS n. 2 di Feltre presso l'Ufficio Concorsi (tel.
0439/883586-883693) o il Servizio Personale (tel. 0439/883661).
Copia integrale del presente avviso è altresì consultabile sul sito internet aziendale www.ulssfeltre.veneto.it.
Responsabile del procedimento Alessandro Rubetti (Ufficio Concorsi) Tel. 0439/883586 - Fax 0439/883682
IL DIRETTORE GENERALE Dott. Adriano Rasi Caldogno
(seguono allegati)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
57
_______________________________________________________________________________________________________
58
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
59
_______________________________________________________________________________________________________
60
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308978)
AZIENDA ULSS N. 2, FELTRE (BELLUNO)
Sorteggio componenti di commissione esaminatrice di concorso pubblico.
Ai sensi e per gli effetti dell'art. 6 D.P.R. n. 483/1997, si comunica che le operazioni di sorteggio dei componenti la
commissione del concorso pubblico per:
- n. 1 posto di dirigente biologo - disciplina di biochimica clinica, per l'Unità Operativa Complessa di Anatomia e Istologia
Patologica (attività di biologia molecolare);
avranno luogo alle ore 8.30 del 31° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul B.U.R. della Regione
Veneto, presso la sede di questa U.L.S.S., Via Bagnols sur Cèze, 3 - FELTRE (BL).
Qualora detto giorno sia festivo il termine viene prorogato alla stessa ora del primo giorno feriale successivo.
Si informa che in caso di accertato impedimento di uno o più dei componenti sorteggiati, le operazioni di sorteggio,
limitatamente all'estrazione del componente indisponibile verranno ripetute nello stesso luogo e alla stessa ora del 15° giorno
successivo (non festivo) alla data del precedente sorteggio.
IL DIRETTORE GENERALE Dott. Adriano Rasi Caldogno
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
61
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309039)
AZIENDA ULSS N. 3, BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA)
Avviso Graduatoria Concorso n. 1 posto Dirigente Medico per la struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia del
Presidio Ospedaliero di rete Bassano (graduatoria approvata con deliberazione del 10 settembre 2015 n. 759).
Ai sensi di quanto disposto dall' art. 18 comma 6 del Dpr n. 483/1997, si pubblica la graduatoria formata a seguito di concorso
per:
n. 1 posto Dirigente Medico per la struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia del Presidio Ospedaliero di
rete Bassano (graduatoria approvata con deliberazione del 10 settembre 2015 n. 759):
1.
TURRISI dr.ssa ANTONELLA
2.
CIARDO dr.ssa CLAUDIA
3.
ACCOLLA dr. FRANCESCO
4.
BURUL dr.ssa GIORGIA
5.
DI GANGI dr.ssa STEFANIA
6.
BIGNARDI dr.ssa STEFANIA
7.
FRAZZINGARO dr.ssa FRANCESCA
8.
POLONI dr.ssa GIORGIA
9.
NICHELE dr. DANIELE
10. BERNARDI dr.ssa VALERIA
11. CODROMA dr.ssa ANNA
12. RAPISARDA dr. FILIPPO ANDREA SALVATORE
13. LUPI dr.ssa ELISA
14. GIRGENTI dr.ssa ALESSANDRA
15. FIORESE dr. MAURO
IL DIRETTORE GENERALE (dr. F. Antonio Compostella)
62
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309221)
AZIENDA ULSS N. 3, BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA)
Avviso pubblico per titoli e colloquio per l'assunzione a tempo determinato di n. 1 dirigente medico area medica e
delle specialità mediche disciplina di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza dell'Azienda Ulss n. 3 di Bassano
del Grappa (Bando n. 30/2015).
L'Ulss n. 3 ha disposto la pubblicazione di avviso pubblico per titoli e colloquio (determinazione del 19.10.2015 n. 329) per
l'assunzione a tempo determinato di n. 1 Dirigente Medico area medica e delle specialità mediche disciplina di medicina e
chirurgia d'accettazione e d'urgenza.
Per i requisiti di ammissione e le modalità di valutazione dei titoli valgono le norme di cui al D.P.R. n. 483 del 10.12.1997.
Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 20° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente
avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.
Copia dell'avviso ed eventuali informazioni possono essere richieste al Servizio per il Personale Ufficio Concorsi dell'U.L.S.S.
n. 3 (tel. 0424-604616) oppure consultare il sito aziendale www.aslbassano.it.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO PER IL PERSONALE (dott.ssa Chiara Prevedello)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
63
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309209)
AZIENDA ULSS N. 5, OVEST VICENTINO
Pubblicazione graduatoria concorso pubblico dirigente medico disciplina di organizzazione dei servizi sanitari di
base.
Ai sensi dell'art. 18 del D.P.R. 483/1997 si rendono noti i risultati del seguente concorso pubblico per assunzioni a tempo
indeterminato:
DIRIGENTE MEDICO
disciplina di Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base (graduatoria approvata con deliberazione n. 636 del 08.10.2015)
COGNOME E NOME
PUNTI SU 100
1) MOGLIANI ELISA
p. 85,562
2) CAVALIERE SARA
p. 81,121
3) STILO ALESSIA
p. 74,298
4) CAPUA ADELE
p. 71,870
5) CARRILLO SILVIA
p. 68,398
6) MASCOLO RACHELE
p. 68,247
7) MANNELLO LUCIA
p. 67,599
8) BIASIN SILVIA
p. 67,248
64
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309170)
AZIENDA ULSS N. 9, TREVISO
Avviso Pubblico per titoli e colloquio, per l'assunzione a tempo determinato di un Dirigente Fisico (A2015-09).
In esecuzione della deliberazione del 16 ottobre 2015, n. 995 è stato bandito un AVVISO PUBBLICO per titoli e colloquio,
per l'assunzione a tempo determinato di un: DIRIGENTE FISICO.
Per i requisiti di ammissione e le modalità di formazione della graduatoria valgono le norme di cui al D.P.R. n. 483/1997.
Il termine utile per la presentazione delle domande scade il ventesimo (20°) giorno successivo alla data di pubblicazione del
presente estratto sul B.U.R..
Il colloquio verterà sulle materie inerenti alla disciplina di cui all'avviso e sui compiti connessi alla funzione da conferire.
La data e la sede in cui si svolgerà il colloquio saranno comunicate ai candidati ammessi, con raccomandata con avviso di
ricevimento, almeno 10 giorni prima della data fissata per la prova stessa. I titoli devono essere autocertificati secondo le
modalità previste dalla normativa vigente, ed in particolare dal D.P.R. n. 445/2000.
Copia dell'avviso, reperibile anche nel sito web www.ulss.tv.it, ed informazioni possono essere richieste all'U.O. Concorsi
dell'A.U.L.S.S. n. 9 di Treviso - Sede ex P.I.M.E. tel.0422/323505-6.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE DIPENDENTE dott. Renato Andreazza
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
65
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309163)
AZIENDA ULSS N. 9, TREVISO
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di un Dirigente Medico di Medicina
e Chirurgia d'Accettazione e d'Urgenza.
In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale 8 ottobre 2015, n. 960, è stato indetto un concorso pubblico, per titoli
ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di un: DIRIGENTE MEDICO ruolo: Sanitario profilo professionale:
Medici posizione funzionale: Dirigente Medico area Medica e delle Specialità Mediche disciplina: Medicina e Chirurgia
d'Accettazione e d'Urgenza.
L'AMMINISTRAZIONE PROCEDERA' ALL'ASSUNZIONE DEL VINCITORE COMPATIBILMENTE CON LE VIGENTI
NORMATIVE NAZIONALI DI FINANZA PUBBLICA E LE CONSEGUENTI DISPOSIZIONI REGIONALI IN MATERIA
DI ASSUNZIONI DI PERSONALE.
L'incarico comporta l'esclusività del rapporto di lavoro e l'assoggettamento alle verifiche dell'art. 15 del D.Lgs. 30 dicembre
1992, n. 502 aggiornato con D.Lgs. 19 giugno 1999, n. 229.
Alla predetta posizione funzionale è attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative
nonché dai Contratti Collettivi Nazionali di lavoro dell'area della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario
Nazionale.
Questa Amministrazione, secondo quanto disposto dal punto 1 dell'art. 7 del D.Lgs 30 marzo 2001, n. 165, garantisce parità e
pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.
REQUISITI PER L'AMMISSIONE
Per l'ammissione sono prescritti i seguenti requisiti:
Requisiti generali:
a) cittadinanza italiana: salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione
Europea;
Possono partecipare al concorso anche i cittadini degli Stati membri dell'Unione europea e i loro familiari non aventi la
cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente nonché i
cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari
dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, come previsto dall'art. 38 del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.
b) idoneità fisica all'impiego. Prima dell'immissione in servizio l'Azienda procederà a sottoporre a visita medica preventiva
preassuntiva il vincitore del concorso, ove previsto dalla normativa vigente.
Requisiti specifici
c) diploma di laurea in medicina e chirurgia;
d) diploma di specializzazione nella disciplina oggetto del bando, o equipollente o affine. Affinchè la specializzazione sia
oggetto di valutazione, il candidato deve specificare se la medesima è stata conseguita ai sensi del D. Lgs. 8 agosto 1991, n.
257 e/o del D. Lgs. 17 agosto 1999, n. 368, nonché la durata del corso;
e) iscrizione all'albo dell'ordine dei medici. L'iscrizione al corrispondente albo dell'ordine dei medici dei Paesi dell'Unione
Europea, ove prevista, consente la partecipazione al concorso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione in Italia prima
dell'assunzione in servizio.
I titoli di studio e i servizi professionali conseguiti o svolti all'estero, devono aver ottenuto il necessario riconoscimento
da parte dell'Autorità italiana competente.
Il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del D.P.R. n. 483/1997, è esentato dal requisito
della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi
presso le aziende UU.LL.SS.SS. e le Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza. Tale personale dovrà allegare alla
domanda, anziché la documentazione attestante il possesso della specializzazione nella disciplina, la dichiarazione sostitutiva
di atto di notorietà attestante la posizione di ruolo in qualità di Dirigente Sanitario di primo livello, alla data di entrata in vigore
66
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
del Decreto medesimo, presso altra Azienda U.L.S.S. o Azienda Ospedaliera.
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati
dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego stesso mediante la produzione di documenti
falsi o viziati da invalidità non sanabile.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la
presentazione delle domande di ammissione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione a
partecipare.
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di ammissione al concorso redatta su carta libera, in lingua italiana e con caratteri leggibili, deve essere formulata
utilizzando lo schema di cui all'allegato A), indirizzata al Direttore Generale dell'Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso, e deve
pervenire entro il perentorio termine del trentesimo (30°) giorno dalla data di pubblicazione del presente bando, per
estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, all'Ufficio Protocollo dell'Azienda U.L.S.S. n. 9, Via Sant'Ambrogio di
Fiera, 37 - 31100 Treviso.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di
documenti è priva di effetto.
La firma in calce alla domanda, ai sensi dell'art. 39 del D.P.R. n. 445/2000, non è soggetta ad autenticazione.
La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione.
La domanda dovrà pervenire secondo una delle seguenti modalità:
1) direttamente all'Ufficio Protocollo dell'Azienda U.L.S.S. n. 9, Via Sant'Ambrogio di Fiera, 37 - 31100 Treviso - il cui
orario di servizio è il seguente:
• da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 con attività continuativa fino alle ore 15.30;
Ai sensi dell'art. 38 del D.P.R. n. 445/2000, qualora la domanda sia consegnata a mano ma non sottoscritta
davanti l'incaricato a ricevere le domande, l'interessato è tenuto ad allegare copia di un valido documento di
identità; qualora, invece, la domanda venga consegnata a mano e sottoscritta davanti l'incaricato a ricevere le
domande, l'interessato è tenuto ad esibire un valido documento di identità.
2) a mezzo del servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine di scadenza indicato; a tal
fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante. Le domande non inoltrate a mezzo del servizio postale, devono
pervenire all'Ufficio Protocollo dell'Azienda U.L.S.S. n. 9 entro la data di scadenza del bando.
Ai sensi dell'art. 38 del D.P.R. n. 445/2000, l'interessato è tenuto ad allegare copia di un valido documento di
identità.
3) a mezzo di casella di posta elettronica certificata, esclusivamente al seguente indirizzo PEC dell'Azienda U.L.S.S. n. 9
di Treviso: [email protected] entro il termine di scadenza indicato e secondo le seguenti modalità:
. la casella di posta elettronica certificata da cui il candidato invia la domanda deve appartenere al candidato
stesso;
. nell'oggetto della PEC devono essere indicati cognome e nome del candidato e il concorso al quale si
intende partecipare;
. tutti gli allegati devono pervenire in formato PDF ed essere preferibilmente contenuti in una cartella
compressa formato zip (che non dovrà superare la dimensione massima di 20 MB);
. deve essere allegata copia di un valido documento di identità;
. la domanda di partecipazione va sottoscritta secondo una delle seguenti modalità:
- firma estesa e leggibile, apposta in originale sulla domanda e sulle autodichiarazioni da scansionare;
- firma digitale.
Non sarà ritenuto valido l'invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria, anche se indirizzata all'indirizzo PEC
aziendale sopraindicato. Analogamente, non sarà considerato valido, ai fini della partecipazione al concorso, l'invio ad un altro
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
67
_______________________________________________________________________________________________________
indirizzo di posta elettronica di questa Azienda, anche se certificato.
L'Amministrazione declina sin d'ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del
recapito da parte dell'aspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo e/o di casella di
posta elettronica certificata indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa
dell'Amministrazione stessa.
In caso di cambio di indirizzo e/o di casella di posta elettronica certificata, il candidato dovrà inviare tempestiva
comunicazione scritta, facendo espresso riferimento alla selezione di interesse, all'Ufficio Protocollo dell'Azienda U.L.S.S. n.
9, Via Sant'Ambrogio di Fiera, 37 - 31100 Treviso, o a mezzo fax al n. 0422 323259, o eventualmente alla pec aziendale
[email protected]
Chi ha titolo alla riserva dei posti deve imprescindibilmente indicare nella domanda la norma di legge o regolamentare che gli
conferisce detto diritto, allegando i documenti probatori.
Nella domanda il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art.
76 del D.P.R. n. 445/2000 per il caso di dichiarazione mendace e falsità in atti, nel seguente ordine, con chiarezza e precisione:
1.
il cognome, il nome, il codice fiscale;
2.
la data, il luogo di nascita e la residenza;
3.
l'indirizzo e-mail;
4. il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione, compreso il numero di
telefono. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al precedente punto 2);
5. il possesso della cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o
cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti. I cittadini degli Stati
membri dell'Unione Europea devono dichiarare altresì di godere dei diritti civili e politici anche nello stato di appartenenza o di
provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana (D.P.C.M. 7 febbraio
1994, n. 174);
6. il Comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste
medesime;
7. le eventuali condanne penali riportate e/o i procedimenti penali in corso; in caso negativo dichiararne espressamente
l'assenza;
8. i titoli di studio posseduti, con l'esatta indicazione della data, sede e denominazione completa dell'Istituto o degli Istituti in
cui i titoli stessi sono stati conseguiti; qualora il candidato abbia conseguito titoli di studio e / o svolto servizi professionali
all'estero, deve espressamente autocertificare o produrre in copia (unitamente alla dichiarazione di conformità di cui
all'allegato C) il provvedimento di equipollenza/equiparazione ai titoli italiani, adottato dall'Autorità italiana
competente, specificando il numero e la data della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana o del Bollettino Ufficiale
Regionale in cui il provvedimento è pubblicato, qualora sia necessaria la pubblicazione;
9.
la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
10. di avere / non avere prestato servizio presso Amministrazioni Pubbliche (in caso positivo indicarlo nello schema di
curriculum vitae -allegato B);
11. l'eventuale applicazione dell'art. 20 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104, specificando l'ausilio necessario in relazione al
proprio handicap, nonché l'eventuale necessità di tempi aggiuntivi per sostenere le prove d'esame;
12. di non essere stato dispensato dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego stesso
mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
13. di accettare tutte le prescrizioni contenute nel bando e di dare espresso assenso al trattamento dei dati personali,
finalizzato alla gestione della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
68
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Alla domanda di ammissione al concorso i candidati devono allegare:
1. un dettagliato curriculum formativo e professionale, datato e sottoscritto, redatto in lingua italiana, compilando lo schema di
cui all'allegato B). Il contenuto del curriculum vitae viene dichiarato conforme a verità, ai sensi degli artt.46 e 47 del DPR
445/2000, attraverso compilazione dello stesso. Tutti i titoli che il candidato intende produrre ai fini della valutazione da parte
della Commissione Esaminatrice dovranno essere riportati esclusivamente nel curriculum vitae e contenere tutti gli elementi
utili alla loro eventuale valutazione, nelle forme della dichiarazione sostitutiva, e in caso di mancanza anche di uno solo degli
elementi richiesti non si procederà alla valutazione. Si specifica pertanto che:
. nel caso di servizi prestati presso strutture pubbliche o private, con rapporto di lavoro subordinato, o con incarichi libero
professionali, borse di studio, etc., per essere oggetto di valutazione, nelle dichiarazioni devono essere dettagliatamente
indicati, per ciascun periodo lavorativo:
• l'esatta denominazione dell'Ente datore di lavoro completa di indirizzo (indicando se Ente pubblico, privato, casa di
cura convenzionata o accreditata, ospedale classificato, IRCSS etc.), e il Servizio/Struttura presso il quale il lavoro è
stato prestato;
• la natura giuridica del rapporto (subordinato, in regime convenzionale, libero professionale, collaborazione coordinata
continuativa, borsa di studio, frequenza volontaria, etc.)
• la posizione funzionale e la disciplina di inquadramento (per il rapporto di lavoro subordinato); se in regime
convenzionale presso strutture a diretta gestione delle Aziende sanitarie e del Ministero della Sanità in base ad accordi
nazionali, deve venir indicato l'impegno orario settimanale e la branca di assegnazione;
• il periodo di servizio effettuato (data iniziale e finale) nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni,
sospensione cautelare, ecc..);
• il tipo di rapporto di lavoro (tempo pieno/unico, tempo ridotto con la relativa percentuale);
• il motivo di cessazione;
• nel caso di Servizi prestati presso Enti del S.S.N., se ricorrono o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art.
46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso
positivo, l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio;
• ogni altro elemento necessario per valutare il servizio stesso;
• nel caso di servizi prestati presso strutture/datori di lavoro privati, è possibile, in alternativa alla dichiarazione
sostitutiva di cui sopra, allegare le relative attestazioni rilasciate dal datore di lavoro, dichiarandone la conformità
all'originale della copia prodotta, ex artt. 19 e 47 del D.P.R. n. 445/2000;
2. la presentazione di eventuale casistica operatoria deve far riferimento al registro operatorio da cui risulti il tipo di intervento
ed il grado di partecipazione del candidato. La documentazione inerente la casistica operatoria deve essere certificata dal
Direttore Sanitario sulla base dell'attestazione del Direttore responsabile del competente Dipartimento o Unità Operativa
dell'Azienda Sanitaria Locale o dell'Azienda Ospedaliera;
3. eventuali pubblicazioni di cui il candidato è autore/coautore (avendo cura di evidenziare il proprio nome) attinenti alla
disciplina oggetto della selezione, che devono essere edite a stampa ed essere comunque presentate in copia cartacea o in un
CD (compact disc o altro supporto contenente i files delle pubblicazioni in formato PDF) e dichiarate conformi all'originale, ai
sensi dell'art. 19 del D.P.R. 445/2000;
4. i cittadini di Paesi terzi devono produrre copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ovvero il
permesso di soggiorno di breve periodo. I titolari di status di rifugiato ovvero di status di protezione sussidiaria devono
produrre copia del relativo permesso di asilo politico o di protezione.
Le copie dovranno essere dichiarate conformi agli originali mediante la compilazione dell'allegato C).
5. un elenco, datato e firmato, di tutta la documentazione presentata;
6. una fotocopia non autenticata di un documento di identità in corso di validità.
UTILIZZO DI DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE
Secondo quanto previsto dall'art. 15 della Legge 12 novembre 2011, n. 183, vanno prodotte esclusivamente nelle forme delle
dichiarazioni sostitutive, ex articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 tutte le dichiarazioni relative a stati, qualità personali e
fatti che siano a diretta conoscenza dell'interessato.
Tali dichiarazioni dovranno contenere tutti gli elementi indispensabili e necessari a consentire all'Amministrazione di accertare
d'ufficio le informazioni e i dati dichiarati dall'interessato. Conseguentemente, le dichiarazioni sostitutive dovranno essere
comprensibili e complete in ogni loro parte, pena la mancata valutazione delle medesime, e nella consapevolezza della
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
69
_______________________________________________________________________________________________________
veridicità delle stesse e delle eventuali sanzioni penali di cui agli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 in caso di false
dichiarazioni.
Tali dichiarazioni devono essere contenute unicamente nel corpo del Curriculum formativo e professionale, formulato come
dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà seguendo lo schema allegato (allegato B).
I candidati sono pertanto tenuti ad attenersi alla presente disposizione.
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell'atto di notorietà devono contenere un espresso riferimento alla citata
normativa che le regola ed essere sottoscritte in presenza del dipendente addetto a ricevere le domande di partecipazione al
concorso, o in alternativa, sottoscritte e accompagnate da copia di un documento di identità in corso di validità del dichiarante.
L'Amministrazione si riserva la facoltà di verificare, anche a campione, quanto dichiarato e prodotto dai candidati. Qualora dal
controllo emerga la non veridicità di quanto dichiarato o prodotto, il candidato oltre a soggiacere alle sanzioni penali previste
dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci, decade dai benefici eventualmente
conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
VALUTAZIONE DEI TITOLI
I titoli saranno valutati dalla apposita Commissione Esaminatrice, ai sensi del D.P.R. n. 483/1997, e del D.Lgs. n. 368/1999.
Per la valutazione dei titoli la Commissione Esaminatrice avrà a disposizione 20 punti.
I 20 punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
a)
titoli di carriera: punti 10;
b)
titoli accademici e di studio: punti 3;
c)
pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3;
d)
curriculum formativo e professionale: punti 4.
La specializzazione nella disciplina oggetto del bando, o equipollente o affine, anche se fatta valere come requisito di
ammissione, se conseguita ai sensi del D.Lgs. n. 257/1991, e/o ai sensi del D.Lgs. n. 368/1999, verrà valutata tra i titoli di
carriera con un punteggio pari a 1,200 punti per anno di corso di specializzazione.
Non saranno considerati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando.
Non saranno presi in considerazione documenti o titoli che gli aspiranti abbiano allegato ad altra domanda indirizzata a questa
Azienda.
Per la valutazione del servizio militare, la copia del foglio matricolare dello stato di servizio costituisce l'unico documento
probatorio per la valutazione stessa. Eventuali altri certificati dell'Autorità Militare potranno essere utilizzati dalla
Commissione Esaminatrice unicamente per attingervi informazioni al fine di una più adeguata valutazione dei servizi,
comunque certificati nello stato matricolare.
COMMISSIONE ESAMINATRICE E PROVE D'ESAME
La Commissione Esaminatrice del presente concorso sarà costituita come stabilito dal D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 483,
secondo le specifiche modalità previste dagli artt. 5 e 6. Le operazioni di sorteggio dei componenti da nominare saranno
pubbliche ed avranno luogo il trentesimo giorno successivo alla scadenza del presente bando, alle ore 8.30, presso il Servizio
Personale Dipendente dell'A.U.L.S.S. 9 di Treviso, Ex P.I.M.E. - Via Terraglio 58, 31022 Preganziol (TV).
I sorteggi di cui sopra, che per motivi di forza maggiore non possano aver luogo nel giorno sopra indicato, ovvero che debbano
essere ripetuti qualora sia accertata l'impossibilità dei sorteggiati a far parte della Commissione Esaminatrice, saranno effettuati
sempre presso i suddetti locali, alle ore 8.30 del 30° giorno successivo (non festivo) alla data del precedente sorteggio, fino al
completamento del sorteggio di tutti i componenti.
Le prove di esame sono le seguenti:
prova scritta (punti 30):
70
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
- relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti
a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;
prova pratica (punti 30):
- su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso; La prova pratica deve comunque essere anche illustrata
schematicamente per iscritto;
prova orale (punti 20):
- sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.
Il diario della prova scritta sarà comunicato ai candidati, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno 15
(quindici) giorni prima della data fissata per le prove stesse.
In caso di ampia partecipazione, verrà data informazione mediante pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale sempre nel termine
di preavviso di 15 giorni dall'inizio della prova.
Ai candidati che conseguiranno, ai sensi dell'art. 14 del D.P.R. n. 483/1997, l'ammissione alle prove pratica e orale sarà data
comunicazione con l'indicazione del voto riportato nella prova scritta. L'avviso per la presentazione alla prova orale verrà dato
ai singoli candidati almeno (20) venti giorni prima di quello in cui essi debbono sostenerla.
I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nell'ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati
esclusi, quale che sia la causa dell'assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
Verranno osservate inoltre tutte le disposizioni contenute nell'art. 7 del D.P.R. n. 483/1997.
GRADUATORIA
La Commissione, al termine delle prove d'esame, formula la graduatoria di merito dei candidati che sarà compilata con
l'osservanza delle vigenti disposizioni legislative in materia di preferenze. E' escluso dalla graduatoria il candidato che non
abbia conseguito in ciascuna delle prove di esame, la prevista valutazione di sufficienza.
La graduatoria viene trasmessa agli uffici amministrativi dell'Azienda U.l.s.s. per i provvedimenti conseguenti, e poi pubblicata
nel Bollettino Ufficiale della Regione.
La graduatoria degli idonei rimane efficace per un termine di tre anni dalla data di pubblicazione per eventuali coperture di
posti per i quali il concorso è stato bandito ovvero di posti della stessa categoria e profilo professionale che successivamente ed
entro il termine dovessero rendersi disponibili.
La graduatoria finale potrà essere oggetto di utilizzo anche da parte di altri Enti, ai sensi dell'art. 3, comma 61, della legge 24
dicembre 2003, n. 350. Solo in caso di rifiuto dell'incarico presso un altro Ente, il candidato manterrà la posizione in
graduatoria per eventuali incarichi presso questa Azienda. A tal proposito il candidato contestualmente alla presentazione della
domanda di partecipazione al concorso, dà il proprio consenso al trattamento dei dati personali (ai sensi del D.Lgs. 30 giugno
2003, n. 196) anche da parte di altre amministrazioni.
CONFERIMENTO DEI POSTI
Il Direttore Generale, riconosciuta la regolarità degli atti del concorso, li approva.
La graduatoria di merito dei candidati è formata secondo l'ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun
candidato, con l'osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall'art. 5 del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, e
successive modificazioni ed integrazioni.
Ai sensi dell'art. 3, comma 7, della Legge 15 maggio 1997, n. 127, come integrato dall'art. 2, comma 9, della Legge 16 giugno
1998, n. 191, nel caso in cui due o più candidati ottengano, a conclusione delle operazioni concorsuali, pari punteggio, è
preferito il candidato più giovane di età.
Sono dichiarati vincitori, nei limiti dei posti complessivamente messi a concorso, i candidati utilmente collocati nella
graduatoria di merito, tenuto conto di quanto disposto dalle disposizioni di legge in vigore che prevedono riserve di posti in
favore di particolari categorie di cittadini.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
71
_______________________________________________________________________________________________________
Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all'art. 16 del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, e successive
modificazioni ed integrazioni.
La graduatoria di merito, unitamente a quella dei vincitori del concorso, è approvata con deliberazione del Direttore Generale,
ed è immediatamente efficace.
ADEMPIMENTI DEI VINCITORI
I candidati vincitori sono invitati, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare, nel termine e con le
modalità che verranno comunicate, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione alla selezione, i documenti
corrispondenti alle dichiarazioni rese in domanda e i documenti richiesti per l'assunzione.
Il certificato generale del casellario giudiziale sarà acquisito d'ufficio.
L'azienda U.L.S.S., verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata la data di
presa di servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio.
Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l'Azienda comunicherà la propria
determinazione di non dar luogo alla stipulazione del contratto.
I vincitori del pubblico concorso sono soggetti ad un periodo di prova di sei mesi.
Al fine del compimento del suddetto periodo di prova si tiene conto del solo servizio effettivamente prestato.
Il periodo di prova è sospeso in caso di assenza per malattia. In tal caso il dipendente ha diritto alla conservazione del posto per
un periodo massimo di sei mesi, decorso il quale il rapporto è risolto.
Il periodo di prova non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza.
Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti, il dipendente si intende
confermato in servizio e gli viene riconosciuta l'anzianità a tutti gli effetti.
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi dell'art. 13, comma 1, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso
l'U.L.S.S. n. 9 di Treviso - Servizio Personale Dipendente - per le finalità di gestione della procedura concorsuale e saranno
trattati anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto
medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione dal concorso.
L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 13 della normativa sopra citata, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo
riguardano, nonchè alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettificare dati erronei, incompleti o raccolti in termini non
conformi alla legge, nonchè - ancora - quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell'U.L.S.S. n. 9 di Treviso, titolare del trattamento.
La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i
dati sensibili, a cura del personale assegnato al Servizio Personale Dipendente e preposto alla conservazione delle domande ed
all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali, nonchè a cura della Commissione di Valutazione.
RITIRO DI DOCUMENTI E PUBBLICAZIONI
I documenti e i titoli presentati dai candidati con la domanda di partecipazione al concorso non saranno restituiti agli interessati
se non una volta trascorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi.
La restituzione per via postale verrà effettuata dall'Azienda solo mediante contrassegno ed a seguito richiesta dell'interessato.
Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti al fascicolo personale in caso di assunzione a qualsiasi titolo.
NORME FINALI
72
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Con la partecipazione al concorso è implicita l'accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente
bando nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Aziende Unità
Locali Socio-Sanitarie.
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando e dalla normativa in esso richiamata, si fa riferimento alle norme di
cui al D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 483, e successive modificazioni ed integrazioni, al D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, e
successive modificazioni ed integrazioni, al D. Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni ed integrazioni, al D.
Lgs. 17 agosto 1999, n. 368, al D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni, nonchè ai vigenti
Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro per l'area della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale.
L'Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso o parte di esso, qualora ne
rilevasse la necessità o l'opportunità per ragioni di pubblico interesse.
Per informazioni e per ricevere copia integrale del presente bando, reperibile anche nel sito Internet www.ulss.tv.it, gli
interessati potranno rivolgersi al Servizio Personale Dipendente - Unità Operativa Concorsi - Sede ex P.I.M.E. - Via Terraglio
n. 58 - 31022 Preganziol (TV) - telefono n. 0422-323507-09 dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE DIPENDENTE dott. Renato Andreazza
(seguono allegati)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
73
_______________________________________________________________________________________________________
MODELLO DOMANDA DI AMMISSIONE (Allegato A)
codice concorso:
(C2015-05)
Al Direttore Generale
dell'Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso
Ufficio Protocollo
Via Sant’Ambrogio di Fiera 37
31100 TREVISO
Il/La sottoscritto/a .................................................................. (codice fiscale ...........................)
chiede di essere ammesso al Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a
tempo indeterminato di un Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia d’Accettazione
e d’Urgenza, indetto da codesta Amministrazione con bando pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. ......... del ..................
Dichiara sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali
previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni
mendaci:
-
di essere nato/a a .......................................... il ...............................
-
residente a .............................. C.A.P. (.........) in Via/Piazza ....................... n. ....
-
-
(telefono n. ……..…….… cellulare n. ….….………) (indirizzo e-mail ………………………………….)
domicilio presso il quale inviare ogni comunicazione (indicare unicamente se
diverso dalla residenza):
Dott./Dott.ssa …………………………………….………
Via/Piazza ………………………………………………… n. ……. Comune ………………….……… (C.A.P. …………..…)
Provincia ……………….(.......….)
di essere in possesso della cittadinanza italiana / di possedere la cittadinanza
____________________ (Stati membri dell’Unione Europea) e di godere dei diritti
civili e politici nello stato di appartenenza o di provenienza e di avere adeguata
conoscenza della lingua italiana;
-
di essere/di non essere iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di ……………………………………
(scegliere l’opzione e in caso di non iscrizione o di avvenuta cancellazione dalle liste elettorali indicarne i motivi)
-
di non avere/avere riportato condanne penali ……………………………………………………
(scegliere l’opzione e in caso affermativo, indicare le condanne riportate)
-
di non avere/avere procedimenti penali in corso ……………………………………………………
(scegliere l’opzione e in caso affermativo, indicare il proc. penale in corso)
-
di essere in possesso del diploma di Laurea in …………………
conseguito il ………………… presso ………………
(qualora il titolo sia stato conseguito all’estero, indicare gli estremi del provvedimento di
equipollenza/equiparazione ai titoli italiani, adottato dall’Autorità italiana competente e gli estremi del
BUR/GU in cui il provvedimento è stato pubblicato ……………………………..………....)
-
di essere in possesso della Specializzazione in …………………
conseguito il ………………… presso ……………………
ai sensi del ………………………..… della durata di n. anni: ……
(specificare se conseguita ai sensi del D. Lgs. 8 agosto 1991, n. 257, e/o del D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368.
Qualora il titolo sia stato conseguito all’estero, indicare gli estremi del provvedimento di
equipollenza/equiparazione ai titoli italiani, adottato dall’Autorità italiana competente e gli estremi del
BUR/GU in cui il provvedimento è stato pubblicato ……………………………..………....)
-
di essere iscritto all’Albo professionale dei …………………………
della Provincia di ………………… (……) a far data dal ……………… n. …………………………
1
74
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
-
di essere nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari …………………
(arruolato in attesa di chiamata, congedo per fine ferma, riformato dispensato, riformato per motivi di …………………)
-
di aver/non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni
(scegliere l’opzione e in caso affermativo specificare nel Curriculum vitae di cui all’allegato B) tutti i dati
relativi alla natura del rapporto di lavoro intercorso ed indicare le eventuali cause di risoluzione di precedenti
impieghi)
di avere/non avere diritto all’ applicazione dell’art. 20 della legge 104/1992,
specificando l’ausilio necessario, in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale
necessità di tempi aggiuntivi per sostenere la prova d’esame …………………………………….
-
(scegliere l’opzione e in caso affermativo allegare certificato rilasciato da apposita struttura sanitaria che ne
specifichi gli elementi essenziali in ordine ai citati benefici)
-
di essere/non essere stato/a dispensato/a dall’impiego presso una pubblica
amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di
documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile (in caso affermativo specificare le
motivazioni……………………………………………………………………………………………………………………….)
-
di avere n. figli ….. a carico
-
di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto a preferenza o
precedenza all’assunzione o a riserva del posto …………………………
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Allega:
Curriculum vitae di cui allegato B);
dichiarazione sostitutiva di cui all’allegato C);
eventuale casistica operatoria nelle forme richieste nel bando;
un elenco dei documenti presentati;
eventuali pubblicazioni scientifiche, se in possesso;
fotocopia del documento d’identità in corso di validità.
Il sottoscritto dichiara, sotto la propria responsabilità e consapevole delle sanzioni
penali previste, nel caso di dichiarazioni non veritiere di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del DPR 445 del 28/12/2000, che quanto contenuto nel curriculum
corrisponde al vero.
Infine, accetta tutte le indicazioni contenute nel bando e dà espresso assenso al
trattamento dei dati personali e sensibili ex D.Lgs. 196/2003, finalizzato alla gestione
della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti.
Data …………………
Firma ………………………………………………………
(ai sensi dell’art. 39 D.P.R. 445/00, la firma non è soggetta ad autenticazione)
____________________________________________
Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000, qualora la domanda sia inviata a mezzo servizio postale, o consegnata a mano ma non sottoscritta
davanti l’incaricato a ricevere le domande, l’interessato è tenuto ad allegare copia di un documento di identità; qualora, invece, la domanda venga
consegnata a mano e sottoscritta davanti l’incaricato a ricevere le domande, l’interessato è tenuto ad esibire un documento di identità.
2
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
75
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO B)
codice concorso: (C2015-05)
CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE FORMULATO AI SENSI DEGLI
ARTT. 46 E 47 DPR 445/2000
Il sottoscritto dott. __________ __________
codice
fiscale
……………………………..……………………………………………………………………………….nato
a
…………………………………..……………………………
il
……..…………………………..,residente
in
Via/Piazza
……………………….… n ………….…..……, Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP
………….……… tel. …………………………………… email ………………………………………………..
Sotto la propria responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste nel caso di dichiarazioni
non veritiere di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del DPR 445 del 28/12/2000,
DICHARA
i seguenti stati, fatti e qualità personali:
TITOLI DI STUDIO
Qualora il titolo sia stato conseguito all’estero, indicare gli estremi del provvedimento (numero e data) di
equipollenza/equiparazione ai titoli italiani, adottato dall’Autorità italiana competente e gli estremi del BUR/GU in
cui il provvedimento è stato pubblicato.
Laurea in …………………………………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
voto ……………………….. in data …………….……… ……………..
Se conseguito all’estero, specificare:
Provvedimento di riconoscimento n. …………… del ………………… rilasciato da ………………………………………………
pubblicato nel BUR n. ……………… del ……………………………… o nella G.U. n…………… del ……………………………………
Specializzazione in ……………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
della durata di anni …….
(specificare se conseguita ai sensi del D. Lgs. 8 agosto 1991, n. 257, e/o del D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368)
Se conseguito all’estero, specificare:
Provvedimento di riconoscimento n. …………… del ………………… rilasciato da ………………………………………………
pubblicato nel BUR n. ……………… del ……………………………… o nella G.U. n…………… del ……………………………………
Ulteriori titoli di studio ………………………
conseguiti presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
della durata di anni …….
Se conseguito all’estero, specificare:
Provvedimento di riconoscimento n. …………… del ………………… rilasciato da ………………………………………………
pubblicato nel BUR n. ……………… del ……………………………… o nella G.U. n…………… del ……………………………………
Altro (es. Dottorato di ricerca, Master universitario) …………………………………………………
conseguito presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… ……………………………………. Durata ………………..
Se conseguito all’estero, specificare:
Provvedimento di riconoscimento n. …………… del ………………… rilasciato da ………………………………………………
pubblicato nel BUR n. ……………… del ……………………………… o nella G.U. n…………… del ……………………………………
3
76
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Iscrizione albo ordine dei Medici Chirurghi di …………………………….……………………………
n. posizione …………….. decorrenza iscrizione ……………………………………………….……..
SERVIZI SVOLTI (da compilare e ripetere per ciascuna tipologia di rapporto di lavoro)
Datore di lavoro:
Presso strutture pubbliche
(indicare esattamente denominazione del Datore di Lavoro, completo di indirizzo, e Ente/Struttura/servizio di
assegnazione)
Aziende del Servizio Sanitario Nazionale:
……………………………………………………………………………………………………
Altro Ente Pubblico:
………………………………………………………………………………………………………………………………………
IRCSS/Ospedale classificato:
……………………………………………………………………………………………………………………….
Casa di Cura Convenzionata o
accreditata:……………………………………………………………………………………………………
e/o private (indicare esattamente denominazione del Datore di Lavoro, completo di indirizzo e
servizio di assegnazione)
Struttura
privata………………………………………………………………………………………………………………………………………
………
Con contratto di lavoro: (LASCIARE SOLO L’IPOTESI CHE INTERESSA)
• SUBORDINATO, a tempo INDETERMINATO / a tempo DETERMINATO, con Profilo
Professionale …………………………………,
disciplina …………………………….. per numero ore
settimanali: ………… (eventualmente) con incarico ……………..
• SPECIALISTA AMBULATORIALE INTERNO, a tempo INDETERMINATO/DETERMINATO/
PROVVISORIO/SOSTITUTO, Branca di assegnazione………………………….., n. ore sett.li
………………….
• LIBERO PROFESSIONALE, in qualità di …………………………, n. ore sett.li/ mensili
……………………….
• CO.CO.CO., in qualità di ………………………………….., n. ore sett.li/mensili ……………………………
• BORSISTA in qualità di ………………………..…….per numero ore sett.li/mesili …………
• INTERINALE in qualità di …………………………….per numero ore sett.li …………
• DIPENDENTE COOPERATIVA con Profilo Professionale ……………………………..………………,
disciplina …………………………….. per numero ore settimanali: …………
• ALTRO …………(per es. volontario)
Durata:
dal ……………………………(data inizio servizio – gg/mm/aa) al …………………………(data fine servizio – gg/mm/aa)
eventuali periodi di aspettativa senza assegni: ……………………………
altro: ………………………………
Cause di risoluzione del contratto (eventuale): ………………………………………………………………………
ESPERIENZE LAVORATIVE ALL’ESTERO (da compilare e ripetere per ciascuna esperienza
lavorativa all’estero)
Per i servizi prestati all’estero, devono aver ottenuto il necessario riconoscimento da parte
dell’Autorità italiana competente. Gli estremi di tale provvedimento (numero e data) devono essere
specificati nel presente curriculum, nonché gli estremi del BUR/GU in cui il provvedimento è stato
pubblicato
Presso ………………………………………………………… (indicare esattamente la struttura pubblica o privata ,
completo di indirizzo), con contratto di lavoro di ……………………………………………………………….a tempo
INDETERMINATO / a tempo DETERMINATO, con Profilo Professionale …………………………………..…,
4
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
77
_______________________________________________________________________________________________________
disciplina …………………………….. per numero ore settimanali: …………
dal ……………………………( gg/mm/aa )
al …………………………
( gg/mm/aa)
Provvedimento di riconoscimento n. …………… del ………………… rilasciato da ……………………………………………
pubblicato nel BUR n. ……………….. del ……………………………….. o nella G.U. n…………… del …………………………..
CASISTICA OPERATORIA
La presentazione di eventuale casistica operatoria deve far riferimento al registro operatorio da
cui risulti il tipo di intervento ed il grado di partecipazione del candidato. La documentazione
inerente la casistica operatoria deve essere certificata dal Direttore Sanitario sulla base
dell’attestazione del Direttore responsabile del competente Dipartimento o Unità Operativa
dell’Azienda Sanitaria Locale o dell’Azienda Ospedaliera.
PUBBLICAZIONI (da compilare e ripetere per ciascuna pubblicazione)
Obbligatoriamente allegare COPIA della produzione scientifica edita a stampa, strettamente
pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere.
Poster/ Abstract /Articolo /Capitolo di libro (LASCIARE SOLO L’IPOTESI CHE INTERESSA)
1.
Nazionale/ Internazionale……………………………………………………
Titolo: …………………………………………………………………………………………………………
Autori …………………………………………………………………………………………………………
Rivista scientifica / altro …………………………………………………………………………………….
Originale/copia conforme/file PDF (cancellare le ipotesi che non interessano)
Poster/ Abstract /Articolo /Capitolo di libro (LASCIARE SOLO L’IPOTESI CHE INTERESSA))
2.
Nazionale/ Internazionale……………………………………………………
Titolo: …………………………………………………………………………………………………………
Autori …………………………………………………………………………………………………………
Rivista scientifica / altro …………………………………………………………………………………….
Originale/copia conforme/file PDF (LASCIARE SOLO L’IPOTESI CHE INTERESSA)
3. …
Il sottoscritto, ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 445/2000, dichiara che le copie delle predette
pubblicazioni – edite a stampa – allegate al presente curriculum, sono conformi agli originali.
ATTIVITA’ DIDATTICA/INSEGNAMENTO (da compilare e ripetere per ciascuna attività
didattica/ insegnamento)
Corso di studio per il conseguimento di Diploma di ………………………………………………………………………….
presso Ente …………………………………………………..materia insegnata
…………………………………………………………………………… per tot. n. ore ………………………………
dal ……………………………( gg/mm/aa )
al …………………………
( gg/mm/aa)
SOGGIORNI DI STUDIO ALL’ESTERO (da compilare e ripetere per ciascun soggiorno di
studio all’estero)
Presso …………………………………………………………….(indicare esattamente la struttura pubblica o privata , completo
di indirizzo)
dal ……………………………( gg/mm/aa )
al …………………………
( gg/mm/aa)
5
78
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ATTIVITÀ DI AGGIORNAMENTO (da compilare e ripetere per ciascuna attività di
aggiornamento)
Riportare solo i corsi di aggiornamento SUCCESSIVI alla data di specializzazione; NON ALLEGARE le
copie degli attestati.
1. Partecipazione ad attività di aggiornamento, convegni, seminari, etc:
Titolo del Corso ………………………………………………………………………………………...........
Ente Organizzatore, sede/ Luogo di
svolgimento…................................................................
Data/e di svolgimento……………………………………..……… Ore complessive n. …………………
Modalità di svolgimento (indicare se come uditore o come relatore, FAD; con esame finale o
senza; se con ECM e quanti):
..........................……………………………………………………………………...
2. …
ULTERIORI ATTIVITÀ …..
…..
CAPACITA’ E COMPETENZE PERSONALI
Organizzative ……………………………….…
Tecniche…………………………………..……..
Relazionali……………………………………….
Lingue straniere conosciute…………………………….…..
Altre capacità e competenze …………………………..…..
Luogo e Data
_________________________
Firma per esteso
_______________________
6
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
79
_______________________________________________________________________________________________________
(ALLEGATO C)
codice concorso: (C2015-05)
MODELLO DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’ DELLE
CERTIFICAZIONI
(artt. 19 e 47 del D.P.R. n. 445/2000)
Il/La sottoscritto/a ………………………………………, nato/a il ……………….………… a …………………..………………
residente a ………………………………… prov. (………) in Via / Piazza ……………………….……………… n. …………
consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, per le ipotesi di
falsità in atti e dichiarazioni mendaci,
dichiara
con riferimento alla domanda di partecipazione al Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per
l’assunzione a tempo indeterminato di un ________________________, presentata presso
l’Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso che le seguenti certificazioni presentate in copie fotostatiche, sono
conformi agli originali in possesso:
1.
2.
3.
Allegati n. ………
Data ……………
IL/LA DICHIARANTE ……………………………………………
7
80
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309205)
AZIENDA ULSS N. 10, VENETO ORIENTALE
Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico,
disciplina "ginecologia e ostetricia".
È indetto avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico disciplina: "ginecologia e ostetricia".
Il termine utile per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dai documenti previsti, scade il 15°
giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel B.U.R. Il bando integrale è consultabile sul sito internet
http://www.ulss10.veneto.it/concorsi/avvisi, dove sono indicate tutte le informazioni necessarie per la partecipazione all'avviso.
Per informazioni rivolgersi all'ufficio concorsi (tel. 0421/228281 - 228284 - 228286).
Il Direttore Generale dott. Carlo Bramezza
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
81
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309424)
AZIENDA ULSS N. 14, CHIOGGIA (VENEZIA)
Avviso pubblico Dirigente veterinario Direttore di struttura complessa U.o.c. igiene degli alimenti di origine animale
e loro derivati. Area dell'Igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli
alimenti di origine animale e loro derivati. Disciplina: Igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione,
conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro derivati (Deliberazione n. 567 del 20.10.2015).
In esecuzione della deliberazione n. 567 del 20/10/2015 del Commissario dell'Azienda ULSS 14 della Regione Veneto viene
indetto il seguente Avviso pubblico per l'attribuzione di un incarico di:
DIRIGENTE VETERINARIO
DIRETTORE STRUTTURA COMPLESSA
U.O.C. IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE E LORO DERIVATI
Area dell'Igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di
origine animale e loro derivati.
Disciplina: Igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di
origine animale e loro derivati
A RAPPORTO ESCLUSIVO
L'incarico di durata quinquennale, rinnovabile, viene conferito alle condizioni e norme previste dagli artt. da 15 a
15-quattordecies del Decreto Legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni, dal DPR 10 dicembre 1997 n.
484, dalla Legge 8 novembre 2012 n. 189, dai CC.CC.NN.LL. della Dirigenza Medica e Veterinaria vigenti, dalla D.G.R. 19
marzo 2013 n. 343.
PROFILO DEL DIRIGENTE DA INCARICARE
L'incarico di Direttore Struttura Complessa -Disciplina: Igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione,
conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro derivati - -dell''U.O.C. Igiene degli Alimenti di origine
animale e loro derivati dell'Azienda ULSS 14 richiede, in particolare, le seguenti competenze tecnico specialistiche:
• documentata esperienza relativamente alla sicurezza alimentare di competenza veterinaria, in particolare per quanto
concerne i prodotti della pesca e derivati, nonché le carni e derivati, ovo prodotti, miele, latte e derivati;
• capacità nello gestire le "allerte alimentari" ed organizzare i relativi provvedimenti anche in regime di emergenza;
• esperienza nel promuovere ed organizzare i controlli degli stabilimenti che lavorano alimenti di origine animale,
favorendo un clima di collaborazione;
• capacità nel coinvolgimento nei processi di miglioramento nei confronti di tutti i portatori di interesse;
• capacità dimostrata di lavorare per obiettivi;
• attitudine alla gestione delle risorse, soprattutto, umane, con attenzione agli aspetti economici e della valutazione;
• capacità nella sollecita ed ottimale risoluzione delle diverse problematiche ed emergenze;
• competenza nello sviluppare ed adattare processi di integrazione e collaborazione tra strutture del Dipartimento di
Prevenzione, di altri Dipartimenti Aziendali nonché le autorità competenti.
Per la partecipazione all'Avviso i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
REQUISITI GENERALI PER L'AMMISSIONE
Previsti dall'art. 1 del D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483:
1) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea;
82
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
2) nessun limite di età è fissato per l'accesso al posto, a norma dell'art. 3 della Legge 15 maggio 1997, n. 127. L'assegnazione
dell'incarico non modifica le modalità di cessazione del rapporto di lavoro per compimento del limite massimo di età. In tal
caso la durata dell'incarico viene correlata al raggiungimento del predetto limite, ai sensi dell'art. 29, comma 3, del CCNL
8.6.2000 per l'area della Dirigenza Medica e Veterinaria.
3. Idoneità alla mansione specifica della posizione funzionale;
L'accertamento di tale requisito - con l'osservanza delle norme in tema di categorie protette - è effettuato, a cura dell'Azienda
Unità Locale Socio Sanitaria, attraverso la visita preventiva preassuntiva prima dell'immissione in servizio ai sensi dell'art. 41,
comma 2 del D. Lgs 9.4.2008 n. 81 modificato dall'art. 26 del D. Lgs 3.8.2009 n. 106.
4. godimento dei diritti civili e politici; non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall'elettorato
attivo; i cittadini stranieri devono godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza;
5. non essere stati licenziati/dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego
stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati di invalidità non sanabile.
REQUISITI SPECIFICI PER L'AMMISSIONE
Previsti dall'art. 5 del D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 484:
a) iscrizione all'Albo Professionale dell'Ordine dei Veterinari. L'iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei
Paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione all'avviso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima
dell'assunzione in servizio;
b) anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina o disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o
in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina;
c) curriculum attestante una specifica attività professionale ed adeguata esperienza nonché le attività di studio e
direzionali-organizzative;
d) attestato di formazione manageriale di cui all'art. 5, comma 1, lett. D, del D.P.R. n. 484/1997. Fino all'espletamento del
primo corso di formazione manageriale l'incarico è attribuito senza l'attestato, fermo restando l'obbligo di acquisire l'attestato
nel primo corso utile. Il mancato superamento del primo corso di formazione, attivato successivamente al conferimento
dell'incarico, determina la decadenza dall'incarico stesso.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente Bando per la presentazione
delle domande di ammissione all'Avviso.
Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione alla procedura dell'Avviso stesso.
L'anzianità di servizio deve essere maturata secondo le disposizioni contenute nell'art. 10 del già citato D.P.R. 484/1997 e nel
D.M. Sanità 23 marzo 2000 n. 184.
Per quanto attinente il servizio prestato all'estero si fa riferimento dell'art. 13 del suddetto D.P.R. 484/1997
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le domande di ammissione all'Avviso, redatte in carta semplice secondo il fac-simile allegato, dovranno - a pena di esclusione
- essere indirizzate al Commissario dell'Azienda U.L.S.S. 14 e pervenire entro il perentorio termine del 30° giorno
successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
Italiana, con le seguenti modalità:
1. direttamente all'Ufficio Protocollo dell'Azienda ULSS N. 14 , sito in Chioggia (VE), Strada Madonna Marina, 500,
avente il seguente orario di apertura al pubblico:
• Mattino: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00
• Pomeriggio: nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 16.00
2. a mezzo servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato, a tal fine fa fede il
timbro postale e la data dell'Ufficio postale accettante;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
83
_______________________________________________________________________________________________________
3. a mezzo casella di posta elettronica certificata, entro il termine indicato, al seguente indirizzo PEC dell'Azienda ULSS
n. 14 [email protected] , avendo cura di allegare tutta la documentazione in formato pdf (in una cartella compressa
formato zip nominandola con "cognome.nome.zip") debitamente sottoscritta con le seguenti modalità:
- firma estesa e leggibile, apposta in originale sui documenti da scansionare;
- firma digitale.
Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all'utilizzo da parte del
candidato di una propria casella di posta elettronica certificata. Pertanto, non sarà ritenuto valido l'invio da casella di posta
elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all'indirizzo PEC aziendale sopraindicato. Analogamente, non sarà
considerato valido, ai fini della partecipazione all' avviso, l'invio ad un altro, ancorché certificato, indirizzo di posta elettronica
di questa Azienda. Il candidato dovrà comunque allegare, copia di un documento valido di identità. Nell'oggetto della PEC
dovranno essere indicati cognome e nome del candidato e l'avviso al quale si chiede di partecipare: Avviso pubblico, per
l'attribuzione dell'incarico di Dirigente Veterinario Direttore di Struttura Complessa Disciplina: Igiene della
produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro
derivati AVVSC22015
Gli operatori dell'Azienda non sono abilitati al controllo della regolarità delle domande e relativi allegati presentate
direttamente all'Ufficio Protocollo.
Il candidato deve comunicare, con nota datata e sottoscritta, le eventuali successive variazioni di indirizzo, di recapito, di
casella di posta certificata.
L'Azienda declina, fin d'ora, ogni responsabilità per eventuale dispersione di comunicazioni dovute ad inesatte indicazioni di
recapito da parte del candidato, oppure alla mancata, o tardiva, comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella
domanda, ovvero ad eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell'Azienda stessa o comunque imputabili a
fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Nel caso di indirizzo di posta certificata o di variazione dello stesso l'Azienda
non risponderà se la comunicazione non risulterà esatta.
Qualora il giorno di scadenza sia festivo, o un sabato, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di
documenti è priva di effetto.
Nella domanda il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art.
76 del DPR 28.12.2000, per le ipotesi e di falsità in atti e dichiarazioni mendaci:
1) il cognome, il nome e il codice fiscale;
2) la data, il luogo di nascita nonché la residenza;
3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
4) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
5) le eventuali condanne penali riportate e i procedimenti penali pendenti; in caso negativo dovrà esserne dichiarata
espressamente l'assenza;
6) di non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso una pubblica amministrazione;
7) i titoli di studio posseduti (con indicazione della data della sede e denominazione dell'Istituto presso cui gli stessi sono stati
conseguiti);
8) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
9) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego,
ovvero di non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni;
10) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione, in caso di mancata
indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al precedente punto 2);
84
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
11) il diritto alla applicazione dell'art. 20 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, in materia di handicap;
12) il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della gestione della presente procedura
concorsuale ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196;
13) la firma in calce alla domanda non va autenticata.
DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Sui documenti che necessitano di sottoscrizione, la firma deve essere posta in originale ed in modo esteso e leggibile a
pena di esclusione.
Ai sensi dell'art. 15, comma 1, della Legge 183/2011 le Pubbliche Amministrazioni non possono più accettare né richiedere
certificati in ordine a stati, qualità personali, fatti ed all'attività svolta presso Pubbliche Amministrazioni.
Pertanto le dichiarazioni in ordine a stati, qualità personali, fatti e attività prestate presso strutture pubbliche dovranno essere
attestate esclusivamente mediante dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà in originale.
I candidati dovranno presentare i certificati in originale o fotocopia dichiarata conforme all'originale, per tutte le attività
(lavoro, formazione, ecc.) svolte presso strutture private.
Dovrà essere allegata alla domanda - in originale, in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all'originale ai sensi
degli artt. 19 e 47 del D.P.R. 445/2000 - la seguente documentazione che non può essere oggetto di dichiarazione sostitutiva di
certificazione o di atto di notorietà:
1. la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla
tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;
2. la tipologia e la quantità delle prestazioni effettuate dal candidato;.
3. le casistiche che devono essere riferite al decennio precedente rispetto alla data di pubblicazione dell'avviso per
estratto nella Gazzetta Ufficiale e devono essere certificate dal Direttore Sanitario sulla base delle attestazioni del
Direttore del competente Dipartimento o Unità Operativa di appartenenza;
4. le pubblicazioni edite a stampa, di cui il candidato è autore o coautore, ritenute più significative;
Inoltre, dovrà essere allegata:
1. copia fotostatica, fronte retro, di un documento di identità in corso di validità;
2. un elenco, in duplice copia e in carta semplice, dei documenti presentati, datato e firmato.
Infine, dovranno essere allegate alla domanda le seguenti dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà con
firma estesa, leggibile ed in originale attestanti:
1. il possesso della anzianità di servizio e della specializzazione, secondo i criteri previsti al punto b) - requisiti specifici
per l'ammissione;
2. l'iscrizione all'Albo Professionale dell'Ordine dei Veterinari.
3. il curriculum formativo e professionale, in carta semplice, datato, firmato, redatto in forma di autocertificazione ai
sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e seguendo la forma ed i contenuti indicati nell'allegato modello (NB tale
modello, unitamente al bando, sarà disponibile, ad avvenuta pubblicazione del bando stesso per estratto nella Gazzetta
Ufficiale, nel sito internet dell'azienda www.asl14chioggia.veneto.it alla voce Avvisi e Concorsi).
I contenuti del curriculum vitae, che saranno oggetto di valutazione, sono dettagliatamente descritti al successivo punto
"COMMISSIONE DI SELEZIONE E VALUTAZIONE";
4. la posizione funzionale nelle strutture e le competenze con indicazione degli specifici ambiti di autonomia
professionale con funzioni di direzione.
Non devono essere in alcun modo presentati certificati relativi ai succitati punti a) e b) (anzianità di servizio e iscrizione
all'Albo) e la mancata presentazione di puntuale e dettagliata autocertificazione dei documenti riferiti ai predetti punti
costituisce motivo di esclusione dalla partecipazione all'Avviso.
I candidati potranno presentare tutte le autocertificazioni (se relative ad attività presso Pubblica Amministrazione) ovvero titoli
e documenti (se relativi ad attività presso privati) che ritengano opportune ai fini della valutazione del curriculum formativo e
professionale; i documenti presentati oltre il termine di scadenza del presente Avviso non potranno essere presi in
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
85
_______________________________________________________________________________________________________
considerazione.
Qualora dal controllo delle dichiarazioni effettuate emerga la non veridicità del contenuto delle stesse, oltre alla decadenza
dell'interessato dai benefici eventualmente conseguiti sono applicabili le sanzioni penali previste dalla normativa vigente ( artt.
75 e 76 D.P.R. 445/2000).
Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive di notorietà vanno formalizzate preferibilmente secondo i fac-simili allegati
debitamente compilati in modo da permettere all'Azienda la verifica di quanto dichiarato, allegando un documento in corso di
validità.
COMMISSIONE ESAMINATRICE
La Commissione di selezione è nominata dal Commissario, con le modalità ed i criteri previsti dall'art. 15-ter del Decreto
Legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e s.m.i., dal D.L. 158 del 13.09.2012 convertito con L. 189 del 8.11.2012 nonché dalla
D.G.R. del 19 marzo 2013 n. 343.
Le operazioni di sorteggio dei componenti della commissione esaminatrice sono pubbliche. La data ed il luogo del sorteggio
verranno pubblicati sul sito internet aziendale. Qualora i titolari e/o i supplenti estratti rinuncino alla nomina o se ne sia
verificata l'impossibilità a far parte della Commissione, sarà effettuato un nuovo sorteggio con le medesime modalità.
MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE
La Commissione esaminatrice provvederà all'analisi comparativa dei curricula dei candidati ed a un colloquio con gli stessi e
formulerà, quindi, una terna di candidati idonei sulla base dei migliori punteggi attribuiti.
La Commissione dispone complessivamente di 80 punti, 50 dei quali relativi al curriculum e 30 al colloquio.
La valutazione del curriculum professionale avviene con riferimento:
- alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla
tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime (massimo punti 5);
- alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con indicazione di specifici ambiti di autonomia
professionale con funzioni di direzione (massimo punti 15);
- alla tipologia ed alla quantità delle prestazioni effettuate dal candidato. Le casistiche devono essere riferite al decennio
precedente alla data di pubblicazione dell'avviso per estratto nella Gazzetta Ufficiale e devono essere certificate dal Direttore
Sanitario sulla base delle attestazioni del Direttore del competente Dipartimento o Unità Operativa di appartenenza (massimo
punti 20);
- alla attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma di laurea o di specializzazione con indicazione
delle ore annue di insegnamento (massimo punti 3);
- ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o
estere di durata non inferiore a un anno con esclusione dei tirocini obbligatori nonché alla partecipazione a corsi, congressi,
convegni e seminari, anche effettuati all'estero, valutati secondo i criteri dell'art. 9 del D.P.R. n. 484/1997 (massimo punti 2);
- alla produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere, caratterizzate da
criteri di filtro nell'accettazione dei lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica (massimo punti 5).
Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina con riferimento anche
alle esperienze professionali documentate, nonché all'accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione del
medesimo con riferimento all'incarico da svolgere.
Il superamento della prova del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini
numerici di almeno 21/30.
Il Segretario della Commissione, prima dell'inizio del colloquio procede al riconoscimento dei candidati mediante esibizione di
un documento personale di identità.
La data e la sede verranno comunicate ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento non meno di quindici
giorni prima del giorno fissato per la convocazione.
86
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell'ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati
rinunciatari all'Avviso, qualunque sia la causa dell'assenza anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
Si fa riserva, qualora i candidati selezionati siano meno di tre, informato il Collegio di Direzione, di ripetere la procedura di
selezione.
TRASPARENZA
Il profilo professionale del dirigente da incaricare, i curricula dei candidati, la relazione della Commissione sono pubblicati
prima della nomina sul sito internet dell'Azienda alla voce "Amministrazione Trasparente".
Sono altresì pubblicate sul medesimo sito la nomina della Commissione Esaminatrice e le motivazioni della scelta da parte del
Commissario.
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi del D. L.vo 30.06.2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Azienda ULSS n. 14
Chioggia- U.O.C. Risorse Umane e Affari Gennerali- Strada Madonna Marina, 500, Chioggia (VE), per le finalità di gestione
dell'avviso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata, anche successivamente all'eventuale instaurazione del
rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
CONFERIMENTO DELL'INCARICO
Il candidato da nominare sarà individuato dal Commissario nell'ambito della terna proposta dalla Commissione;
l'individuazione potrà riguardare, sulla base di analitica motivazione della decisione, anche uno dei due candidati che non
hanno conseguito il migliore punteggio.
Il candidato al quale verrà conferito l'incarico sarà invitato a produrre, nel termine di giorni 30 dalla data di comunicazione e
sotto pena di decadenza, i documenti comprovanti il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti per il conferimento
dell'incarico.
L'incarico di direttore di struttura complessa è soggetto a conferma al termine di un periodo di prova di sei mesi, prorogabile di
altri sei, a decorrere dalla data di nomina a detto incarico.
L'incarico avrà durata pari a cinque anni. Esso potrà essere rinnovato secondo le modalità previste dall'art. 15-ter del Decreto
Legislativo 502/92, e successive modificazioni ed integrazioni.
L'assegnatario dell'incarico assicurerà la propria presenza in servizio per garantire il normale funzionamento della struttura cui
è preposto ed organizza il proprio tempo di lavoro, articolandolo in modo flessibile per correlarlo a quello degli altri dirigenti,
per l'espletamento dell'incarico affidato in relazione agli obiettivi e programmi annuali da realizzare in attuazione di quanto
previsto dall'art. 65, comma 4 del CCNL 5 dicembre 1996 nonché per lo svolgimento delle attività di aggiornamento, didattica
e ricerca finalizzata.
All'assegnatario dell'incarico sarà corrisposto il trattamento economico stabilito dai vigenti CCNL dell'Area della Dirigenza
Medica e Veterinaria.
L'assegnatario dell'incarico sarà sottoposto alle verifiche previste dai commi 5 e 6 dell'art. 15 del D.L.vo 502/92 e successive
modificazioni ed integrazioni, dal CCNL 3.11.2005.
L'incarico è revocato, secondo le procedure previste dalle disposizioni del Decreto Legislativo 502/92 e successive
modificazioni ed integrazioni e dei contratti collettivi di lavoro, nei casi di: inosservanza delle direttive impartite dal
Commissario, mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati, responsabilità grave e reiterata, in tutti gli altri casi previsti
dai contratti di lavoro. Nei casi di maggiore gravità, l'Azienda ULSS 14 può recedere dal rapporto di lavoro, secondo le
disposizioni del Codice Civile e dei contratti collettivi nazionali di lavoro.
DISPOSIZIONI FINALI
La presente procedura di Avviso Pubblico si concluderà (con atto formale adottato) entro il termine massimo di dodici mesi,
decorrenti dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande.
Per quanto non previsto si fa riferimento alla normativa in materia di cui al Decreto Legislativo n. 502/1992 e successive
modificazioni ed integrazioni, al DPR 10 dicembre 1997 n. 484, dalla Legge 8 novembre 2012 n. 189 e dalla D.G.R. 19 marzo
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
87
_______________________________________________________________________________________________________
2013 n. 343.
Con la partecipazione all'avviso è implicita da parte dei concorrenti l'accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e
precisazioni in esso contenute, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del
personale delle Aziende Sanitarie.
Ai candidati dichiarati rinunciatari verrà inviata la documentazione presentata per la partecipazione all'Avviso al
domicilio indicato tramite contrassegno (quindi con spese a carico del destinatario) senza necessità di ulteriori
comunicazioni da parte dell'Azienda.
L'Azienda si riserva comunque, in regime di autotutela, la facoltà di prorogare, sospendere o revocare il presente Avviso,
nonché di riaprire i termini di scadenza qualora ne rilevasse la necessità o l'opportunità per ragioni di pubblico interesse o per
disposizioni di legge.
L'accesso agli atti è consentito ai sensi della Legge 241/1990 e secondo le modalità del vigente regolamento aziendale in
materia di diritto di accesso.
Per informazioni gli aspiranti possono rivolgersi alla U. O. C. Risorse Umane e Affari Generali - della Azienda ULSS n. 14
Chioggia , Strada Madonna Marina, 500 , Chioggia (VE)- tel. 0415534746 -4747 dalle ore 10,00 alle ore 12,00 dal lunedì al
venerdì (sito Internet www.asl14chioggia.veneto.it).
Esente da bollo ai sensi art. 40 D.P.R. 26.10.72, n. 642
IL COMMISSARIO Dott. Giuseppe Dal Ben
(seguono allegati)
88
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (A)
FACSIMILE DI DOMANDA DI AMMISSIONE AVVISO PUBBLICO
(Il presente fac-simile non è utilizzabile per la presentazione della domanda)
Al Commisario
dell’Azienda ULSS n. 14 Chioggia
Via Madonna Marina, 500
30015 CHIOGGIA (VE)
Il sottoscritto _______________________ chiede di essere ammesso all’Avviso Pubblico, per
l’attribuzione di un incarico quinquennale di Dirigente Veterinario Direttore di Struttura Complessa di
_________________________________, indetto da codesta Amministrazione.
Dichiara sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR
28.12.2000 n. 445, per le ipotesi e di falsità in atti e dichiarazioni mendaci:
a) di essere nato a _______________________ il ________;
b) di essere residente a __________________ Via __________________________ n. _______;
(1)
c) di essere in possesso della cittadinanza _________________;
d) codice fiscale __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ ;
e) di
essere
/
non
essere
iscritto
nelle
liste
elettorali
del
Comune
di
(2)
_____________________________________;
(3)
f)
di avere / non avere riportato condanne penali;
g)
di essere in possesso del seguente titolo di studio ____________________________________________
____________________________
conseguito
in
data
_______________
presso
l’Istituto
_________________________________________________________________________________________
__________________ Comune ____________________________________ Prov. __________;
h) di essere nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari
_____________________;
(4)
i)
di avere / non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni ______________;
j)
di avere/non avere diritto alla applicazione dell’art. 20 della legge 5.2.1992 n. 104, per l’assistenza,
(7)
l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate;
k) di esprimere il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della
gestione del presente concorso, ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196;
l)
di aver preso visione del bando di avviso e di accettare, senza riserva alcuna, le condizioni contenute nello
stesso.
Chiede che ogni comunicazione relativa al presente avviso venga fatta
Sig.___________________________________________________________________
al
seguente
indirizzo:
Via __________________________________________________________________________ n. _____________
C.a.p. __________ città _______________________________________________________ Provincia _________
tel. _______________________ tel. cell. ______________________
(6)
Data ___________
firma estesa e leggibile
________________________________
(ai sensi dell’art. 39 DPR 445/2000, la firma non è soggetta ad autenticazione)
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
(1) indicare cittadinanza italiana ovvero indicare le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea;
(2) In caso positivo, specificare quale Comune; in caso negativo indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle
liste medesime;
(3) In caso affermativo specificare quali;
(4) In caso affermativo, specificare la qualifica, i periodi e gli eventuali motivi di cessazione;
(5) Indicare l’ausilio necessario in relazione all’handicap nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi;
(6) a pena di esclusione.
1
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
89
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (B)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445)
Il sottoscritto _________________________________________________________ nato
nel Comune di
________________________,
il
_____________
e
residente
nel
Comune
di
_______________________________________________________________, consapevole delle responsabilità
penali per dichiarazioni non rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal
provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R 28 dicembre
2000 n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa)
DICHIARA
 Di essere in possesso del titolo di studio ____________________________________________________
conseguito presso l’Istituto ___________________________________ comune ____________________ prov.
____ in data _________.
 Di essere in possesso del Diploma Universitario di ________________________________ conseguito presso la
Facoltà di
_____________________________________________ dell’Università degli studi di
____________________________ in data ______________
 Di essere in possesso della Laurea in ________________________________ conseguita presso la Facoltà di
_____________________________________________
dell’Università
degli
studi
di
____________________________ in data ______________
 Di essere in possesso della Laurea Specialistica in ________________________________ conseguita presso la
Facoltà di _____________________ ________________________ dell’Università degli studi di
____________________________ in data ______________
 Di essere in possesso della Specializzazione in __________________________________________________
conseguita presso la Facoltà di ___________ dell’Università degli studi di _______________________ in data
______________ (specificare se la specializzazione è stata conseguita ai sensi del D. L.vo 8 agosto 1991 n. 257)
 Di essere iscritto presso Albo/Ordine di ______________________ della Provincia di _________________ dalla
data _______________ con il numero ______________________
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________________
( firma estesa e leggibile*)
* a pena di esclusione
2
90
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (C)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000 n. 445)
Il sottoscritto ___________________________________________________________________ nato nel Comune
di _____________________________________, il _______________ e residente nel Comune di
__________________________________, consapevole delle responsabilità penali per dichiarazioni non
rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal provvedimento emanato sulla base
della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 (testo unico delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa)
DICHIARA
che le allegate copie dei sottoelencati documenti, sono conformi agli originali in Suo possesso:
1.
___________________________________________________________________________________
2.
___________________________________________________________________________________
3.
___________________________________________________________________________________
4.
___________________________________________________________________________________
5.
___________________________________________________________________________________
6.
___________________________________________________________________________________
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________________
( firma estesa e leggibile*)
* a pena di esclusione
3
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
91
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (D)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(art. 46 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)
per i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni
Il sottoscritto ___________________________________________________________________ nato nel Comune
di _____________________________________, il _______________ e residente nel Comune di
__________________________________, consapevole delle responsabilità penali per dichiarazioni non
rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal provvedimento emanato sulla base
della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 (testo unico delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa)
DICHIARA di
- Prestare / Aver prestato servizio alle dipendenze
………………………………………………………………………………………………………….………………………….……………………………………….…
- Indirizzo completo …………………………………………………………………………………………………………………………………………….
- Con la qualifica di …………………………………………………………………………………………………………………………………………….
- Nella disciplina di ……………………………………………………..……………………………………………………………………………………..…..
- Periodo lavorativo (giorno/mese/anno) inizio ….…../………./………
 Tempo pieno;
 Tempo parziale (n.
 a tutt’oggi
 Fine periodo ….…../………./………
ore settimanali)
- Denominazione (eventuale) conferimento incarico dirigenziale “……………………………………………..……………………..”
dal…………….. al ……………………;
 Rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
 Tempo determinato;
 A tempo unico;
 A tempo definito:
 Contratto libero – professionale (ex art. 7 D.Lgs 165/2001);
 Collaborazione Coordinata e Continuativa;
 Borsa di Studio;
 Altro ……………;
 Eventuale aspettativa senza assegni dal …………al ………………..; dal …………….. al ……………………;
(Nel caso di dichiarazioni di servizio indicare se ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46
del D.P.R. 761/1979, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo,
l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio).
Tutte le informazioni sopra elencate devono essere rese per ciascun servizio prestato presso la stessa / diversa
Amministrazione Pubblica.
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________
( firma estesa e leggibile*)
* a pena di esclusione
4
92
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (E)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000 n. 445)
(solo per attività didattica, frequenza volontaria, stage, volontariato, tirocini ecc. presso Pubbliche
Amministrazioni)
Il sottoscritto _________________________________________________________ nato
nel Comune di
________________________,
il
_____________
e
residente
nel
Comune
di
_______________________________________________________________, consapevole delle responsabilità
penali per dichiarazioni non rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal
provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R 28 dicembre
2000 n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa)
DICHIARA DI
- Aver svolto la seguente attività
……………………………………………………………………………………………………………..……………………………....presso la
- Struttura/Ente:
……………………………………………………………………………………………………………………………………………….…....
- Indirizzo completo
…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..….…..
- Periodo (giorno/mese/anno) inizio ………/………/………
fine ………/………/………
- Per un totale complessivo di ore ………………….
- Aver svolto la seguente attività
……………………………………………………………………………………………………………..………………………..……..presso la
- Struttura/Ente:
…………………………………………………………………………………………………………………………………..…………………………..…………….
.
- Indirizzo completo
…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..……………..
- Periodo (giorno/mese/anno) inizio ………/………/………
fine ………/………/………
- Per un totale complessivo di ore ………………….
(Nel caso di attività didattica indicare la materia di insegnamento e/o l’argomento).
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________________
( firma estesa e leggibile*)
* a pena di esclusione
5
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
93
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATO (F)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000 n. 445)
(solo per iniziative di aggiornamento e di formazione presso Pubbliche Amministrazioni)
Il sottoscritto _________________________________________________________ nato
nel Comune di
________________________,
il
_____________
e
residente
nel
Comune
di
_______________________________________________________________, consapevole delle responsabilità
penali per dichiarazioni non rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal
provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R 28 dicembre
2000 n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa)
DICHIARA
di aver partecipato alle seguenti iniziative di aggiornamento e formazione:
 corso di
aggiornamento
1
 convegno
 congresso
 seminario
 meeting
 altro (specificare)
organizzato da:
dove si è svolto (località):
sul tema:………...
con esame finale:  NO
periodo:
 corso di
aggiornamento
2
dal _________
 convegno
al ____________
 congresso
per complessive giornate n. ________
 seminario
 meeting
 altro (specificare)
organizzato da:
dove si è svolto (località):
sul tema:………...
con esame finale:  NO
periodo:
 corso di
aggiornamento
3
dal _________
 convegno
al ____________
 congresso
per complessive giornate
 seminario
 meeting
 altro (specificare)
dove si è svolto (località):
sul tema:………...
con esame finale:  NO
dal _________
al ____________
per complessive giornate
 SI
n. ________
organizzato da:
periodo:
 SI
 SI
n. ________
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.P.R. 28.12.2000 n.
445.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________________
( firma estesa e leggibile*)

a pena di esclusione
6
94
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(ai sensi artt. 46 e 47 D.P.R. 28.12.2000 n. 445)
Il sottoscritto _________________________________________________________ nato nel Comune di
________________________, il _____________ e residente nel Comune di
_______________________________________________________________, consapevole delle responsabilità
penali per dichiarazioni non rispondenti a verità e della conseguente decadenza dai benefici derivanti dal
provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R 28 dicembre 2000
n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa)
DICHIARA
che quanto riportato nel seguente curriculum vitae corrisponde a verità.
A tal fine allega la fotocopia di un documento di identità in corso di validità __________ n. ______________
rilasciato in data _________ da ____________
Data _____________
IL DICHIARANTE
______________________________________
CURRICULUM VITAE
Informazioni personali
Nome
[Cognome, Nome]
Nazionalità
Data di nascita
Titoli di studio
• Date (da – a)
• Nome e tipo di istituto di istruzione o
formazione
• Qualifica conseguita
[ Giorno, mese, anno ]
[ Lauree e specializzazioni ]
[ Ripetere lo schema per ciascun titolo conseguito ]
Esperienza lavorativa
7
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
95
_______________________________________________________________________________________________________
• Date (da - a)
[ Iniziare con le informazioni più recenti ed elencare separatamente
ciascun impiego ricoperto ripetendo lo stesso schema ]
• Nome e indirizzo dell'Azienda
• Tipologia Azienda Tipologia
istituzione
Tipologia
prestazioni
erogate
• Posizione funzionale
• Incarico dirigenziale attribuito
• Principali mansioni e responsabilità
[ Specificare tipologia di contratto: tempo pieno o a regime ad impegno
orario ridotto, dipendente, specialista ambulatoriale interno, altro ]
[ Specificare le date di attribuzione e fine incarico e ripetere lo schema
nel caso in cui siano stati attribuiti diversi incarichi nel periodo suindicato ]
[ Illustrare le competenze in relazione alla posizione funzionale ricoperta
con indicazione, in particolare, di specifici ambiti di autonomia
professionale con funzioni di direzione ]
ai sensi DGRV 343/2013 - vedi bando di Avviso al punto "MODALITA’ DI
SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE"
Attività didattica
[ Svolta presso corsi di studio per il conseguimento di diploma di laurea o
di specializzazione ]
ai sensi DGRV 343/2013 - vedi bando di Avviso al punto "MODALITA’ DI
SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE"
• Date (anni accademici)
[ Iniziare con le informazioni più recenti e ripetere lo schema per ciascuna
docenza ]
• Nome istituto universitario
• Corso di studio
• Ore annue di insegnamento
Aggiornamento professionale
[Corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all'estero ]
ai sensi DGRV 343/2013 - vedi bando di Avviso al punto "MODALITA’ DI
SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE"
• Date (da – a)
[ Iniziare con le informazioni più recenti e ripetere lo schema per ciascun
corso pertinente frequentato con successo ]
• Nome e tipo di istituto di istruzione o
formazione e sede
• Titolo dell'attività di aggiornamento
[ Indicare eventualmente particolari materie/abilità professionali oggetto
dello studio ]
• Discente/Docente/Moderatore/Relatore
Soggiorni di studio o di
addestramento professionale
[ Riguardanti attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o
estere di durata non inferiore a un anno con esclusione dei tirocini
obbligatori ]
ai sensi DGRV 343/2013 - vedi bando di Avviso al punto "MODALITA’ DI
SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE"
• Date (da – a)
[ Iniziare con le informazioni più recenti e ripetere lo schema per ciascun
soggiorno ]
8
96
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
• Nome, tipo di istituto di istruzione o
formazione / azienda e sede
• Materia oggetto dell'attività di
aggiornamento
Produzione scientifica
• Date (da – a)
• Rivista / libro / convegno
• Titolo del lavoro
• Impact factor
[ Indicare eventualmente particolari materie/abilità professionali oggetto
dello studio ]
[ Strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o
straniere, caratterizzate da criteri di filtro nell'accettazione dei lavori,
nonché il suo impatto sulla comunità scientifica ]
ai sensi DGRV 343/2013 - vedi bando di Avviso al punto "MODALITA’ DI
SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE"
[ Iniziare con le informazioni più recenti ed elencare separatamente
ciascun lavoro ]
[ Indicare se italiana o estera ]
[ Se presente ]
Capacità e competenze
personali
Acquisite nel corso della vita e della carriera
ma non necessariamente riconosciute da
certificati e diplomi ufficiali.
Capacità e competenze
relazionali
[ Descrivere tali competenze e indicare dove sono state acquisite. ]
Vivere e lavorare con altre persone, in
ambiente multiculturale, occupando posti in
cui la comunicazione è importante e in
situazioni in cui è essenziale lavorare in
squadra (ad es. cultura e sport), ecc.
Capacità e competenze
organizzative
[ Descrivere tali competenze e indicare dove sono state acquisite. ]
Ad es. coordinamento e amministrazione di
persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro,
in attività di volontariato (ad es. cultura e
sport), a casa, ecc.
Capacità e competenze
tecniche
[ Descrivere tali competenze e indicare dove sono state acquisite. ]
Con computer, attrezzature specifiche,
macchinari, ecc.
Altre capacità e competenze
[ Descrivere tali competenze e indicare dove sono state acquisite. ]
Competenze non precedentemente indicate.
9
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
97
_______________________________________________________________________________________________________
Ulteriori informazioni
Madrelingua
[ Inserire qui ogni altra informazione pertinente, ad esempio particolari
incarichi rivestiti attinenti al profilo ecc. ]
[ Indicare la madrelingua ]
Altre lingue
• Capacità di lettura
• Capacità di scrittura
• Capacità di espressione orale
[ Indicare la lingua ]
[ Indicare il livello: eccellente, buono, elementare. ]
[ Indicare il livello: eccellente, buono, elementare. ]
[ Indicare il livello: eccellente, buono, elementare. ]
Allegati
Dichiara inoltre di essere informato – ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196 – che i dati personali suindicati
saranno utilizzati esclusivamente per la gestione del trattamento economico, per la posizione previdenziale,
assicurativa ed assistenziale e comunque per l’amministrazione degli affari interni.
Data _____________
IL DICHIARANTE
_______________________________________
10
98
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309220)
AZIENDA ULSS N. 16, PADOVA
Approvazione delle graduatorie anno 2014 dei Professionisti Biologi - Chimici - Psicologi aspiranti ad incarico
ambulatoriale nell'ambito provinciale di Padova. Deliberazione del Direttore Generale n. 1045 del 30.07.2015
omissis
Il Direttore Generale
omissis
delibera
1. di approvare, ai sensi dell'art.21 comma 10 A.C.N. con i Medici Specialisti Ambulatoriali interni ed altre
Professionalità Ambulatoriali di cui all'intesa Stato-Regioni Rep. n. 95 del 29.07.2009 e s.m.i, l'allegato elenco,
facente parte integrante del presente provvedimento, relativo alle graduatorie 2014 dei Professionisti Biologi Chimici - Psicologi aspiranti ad incarico ambulatoriale nella Provincia di Padova;
2. di incaricare la Struttura Complessa Gestione Medicina Convenzionata di trasmettere le suddette graduatorie alla
Regione del Veneto per la prevista pubblicazione sul B.U.R., a titolo di notificazione formale ai Professionisti
interessati e alle Aziende sanitarie competenti;
3. di prendere atto che la spesa complessiva per l'inserzione degli atti nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto in
versione telematica (BURVET), stimata in Euro 170,00 da imputare al conto di costo 4002010304, trova copertura nel
budget assegnato per l'anno 2014.
BIOLOGI
1 RAVAGNAN SILVIA
2 PACE TECLA SANTA
Cap
30015
93012
Comune Residenza Punti
CHIOGGIA (VE)
9
GELA (CL)
9
VICO EQUENSE
3 SAVARESE MARIA
80069
9
(NA)
BOSCOTRECASE
4 D'AMBROSIO ANNA
80042
9
(NA)
PIANO DI
5 PANE LAURA
80063
8
SORRENTO (NA)
SAN GIOVANNI IN
6 ANGOTTI CATERINA
87055
8
FIORE (CS)
CONZA DELLA
7 SCOLAMIERO EMANUELA
83040
8
CAMPANIA (AV)
8 CHIARETTO GIUSEPPINA
35121
PADOVA (PD)
7
9 FORLIN ANGELA
30031
DOLO (VE)
7
SAN ZENONE
10 SEGANFREDDO ELENA
31020
DEGLI EZZELINI
7
(TV)
VIGODARZERE
11 DI MARIA MONIA LETIZIA
35010
6
(PD)
12 PERRUCCI MARIO
72023
MESAGNE (BR)
5
13 BERTOLDO ALESSANDRO
30034
MIRA (VE)
5
REGGIO DI
14 REPACI GIOVANNI
89133
5
CALABRIA (RC)
15 MAGAGNA SABINA
35020
ARRE (PD)
3
REGGIO DI
16 IARIA MARIA
89132
3
CALABRIA (RC)
ESCLUSO PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
COSTENARO ANDREA
36063
MAROSTICA (VI)
CHIMICI
Cap
Comune Residenza
Punti
1 GOVERNANTI MANUELA
37012
BUSSOLENGO (VR)
5
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
99
_______________________________________________________________________________________________________
PSICOLOGIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 DA BOIT KIRA
35142
PADOVA (PD)
15,95
2 PAGLIUCA SARA
52100
AREZZO (AR)
15,19
3 SARTORELLO LISA
35020
MASERA' DI PADOVA (PD)
15,02
4 BERGAMELLI CRISTINA
38023
CLES (TN)
13,71
5 CERRATO VANNA
35033
TEOLO (PD)
9,885
6 TAGLIAPIETRA LARA
35126
PADOVA (PD)
9,53
7 SALIS MAURIZIO
35123
PADOVA (PD)
9,52
8 SUALDINO DEBORA
36061
BASSANO DEL GRAPPA (VI)
9,163
9 PORTUESE PATRIZIA
35010
VIGODARZERE (PD)
9
10 RIGATTIERI TIZIANA
30124
VENEZIA (VE)
9
11 MELIGRANA LUCIA
35030
VEGGIANO (PD)
8,083
12 BELLUCO GIORGIA
35036
MONTEGROTTO TERME (PD)
8
13 TARTARI MORENA
35030
SELVAZZANO DENTRO (PD)
8
14 TUCCI RENZO
35132
PADOVA (PD)
8
15 NICASTRO MARCO
35125
PADOVA (PD)
8
16 JACOB VALENTINA
30030
PIANIGA (VE)
8
17 TOGNAZZO FEDERICA
35142
PADOVA (PD)
8
18 SCARDELLATO ANITA
31020
VILLORBA (TV)
8
19 BARBATO ELENA
30035
MIRANO (VE)
7
20 BONAFEDE CAROLINA
35124
PADOVA (PD)
6
21 SALVAGNO LISA
30015
CHIOGGIA (VE)
6
22 QUATRARO ROSA MARIA
35138
PADOVA (PD)
5,083
23 FAZZINI FRANCA
35036
MONTEGROTTO TERME (PD)
5
24 FRANCESCON PATRIZIA
35123
PADOVA (PD)
5
25 SBRISSA PAOLA
35123
PADOVA (PD)
5
26 MOROSINI MARIA GIULIA
35124
PADOVA (PD)
5
27 RAMBUSCHI CLAUDIA
30174
VENEZIA (VE)
5
28 PEZZOLO MONICA
35037
TEOLO (PD)
5
29 FRIDEGOTTO MICHELA
35020
ALBIGNASEGO (PD)
5
30 DE PASQUALE CINZIA
35136
PADOVA (PD)
5
31 RUBINATO ROBERTA
31030
CASIER (TV)
5
32 CASCIARO ENRICA
35030
VEGGIANO (PD)
5
33 COLZADA ALESSIA
23027
SAMOLACO (SO)
5
34 VITIELLO MARIA ANTONIETTA
20122
MILANO (MI)
5
35 SALMASO ANNA
35020
PONTE SAN NICOLO' (PD)
5
36 D'ACCORDI GIULIA
36100
VICENZA (VI)
5
37 MORO MARIATERESA
36100
VICENZA (VI)
5
38 CIFARELLI ROSARIA
35010
CADONEGHE (PD)
5
39 CUZZOLA ANTONELLA
89128
REGGIO DI CALABRIA (RC)
5
40 BOSCOLO BOMBA GIUDITTA
30015
CHIOGGIA (VE)
5
41 CATTOZZO GIANNI
30015
CHIOGGIA (VE)
5
42 CORSARO FRANCA
35128
PADOVA (PD)
3
43 DONZELLA GIOVANNA
35135
PADOVA (PD)
3
44 SERRA GIOVANNA ROSA
35020
POLVERARA (PD)
3
45 FALETTI LOREDANA
35127
PADOVA (PD)
3
46 LANZA ROSITA
35020
SAONARA (PD)
3
47 CIULLI BELINDA
35010
CADONEGHE (PD)
3
48 BATTI MILLI
35139
PADOVA (PD)
3
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
RUSSO ANTONIETTA
35010
ALBIGNASEGO (PD)
ESCLUSA PER MANCATA SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA
D'ALBERTON DENIA
30034
MIRA (VE)
100
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
SIDARI ANNARITA
35131
PADOVA (PD)
ESCLUSO PER MANCATA SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA
CAPRA FABRIZIO
35143
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
NICOLINI SARA
35040
SANTA MARGHERITA D'ADIGE (PD)
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
PENTA PAOLA
35128
PADOVA (PD)
PSICOTERAPIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 GHIGGERI SABRINA
16030
CASARZA LIGURE (GE) 18,324
2 DA BOIT KIRA
35142
PADOVA (PD)
15,95
3 PAGLIUCA SARA
52100
AREZZO (AR)
15,19
MASERA' DI PADOVA
4 SARTORELLO LISA
35020
15,02
(PD)
5 MARCATO BERTILLA
35010
BORGORICCO (PD)
14,463
6 BERGAMELLI CRISTINA
38023
CLES (TN)
13,71
7 PADUANELLO MATTEO
35128
PADOVA (PD)
12,02
8 TAVELLA BARBARA
30030
PIANIGA (VE)
11,74
9 POLICASTRO PIERLUIGI
35128
PADOVA (PD)
11,141
10 RIGONI STEFANO
36010
ROANA (VI)
10,61
11 TAGLIAPIETRA LARA
35126
PADOVA (PD)
9,53
12 SALIS MAURIZIO
35123
PADOVA (PD)
9,52
13 SACCHI LUCA
10138
TORINO (TO)
9,36
14 FRANCESCHIN ORIANA
35010
LOREGGIA (PD)
9,338
BASSANO DEL GRAPPA
15 SUALDINO DEBORA
36061
9,163
(VI)
16 PORTUESE PATRIZIA
35010
VIGODARZERE (PD)
9
17 RIGATTIERI TIZIANA
30124
VENEZIA (VE)
9
18 ANELLI PASQUELENA
26847
MALEO (LO)
9
19 SCHIAVINATO VALENTINA
35010
LOREGGIA (PD)
9
20 CERRATO VANNA
35033
TEOLO (PD)
8,885
21 MUSICCO MARINA
35126
PADOVA (PD)
8
MONTEGROTTO
22 BELLUCO GIORGIA
35036
8
TERME (PD)
SELVAZZANO DENTRO
23 TARTARI MORENA
35030
8
(PD)
24 PARRINELLO ILARIA
35125
PADOVA (PD)
8
25 DI COLA ALESSANDRA
13100
VERCELLI (VC)
8
26 NICASTRO MARCO
35129
PADOVA (PD)
8
27 JACOB VALENTINA
30030
PIANIGA (VE)
8
28 CAVALIERE FRANCESCA
35020
DUE CARRARE (PD)
8
29 TOGNAZZO FEDERICA
35142
PADOVA (PD)
8
30 GOVONI CHIARA
45100
ROVIGO (RO)
8
SELVAZZANO DENTRO
31 DE MIN TONA GIULIANO
35030
8
(PD)
32 GIORDANO ROSSANA
35013
CITTADELLA (PD)
8
33 VINELLA LUCIA
35138
PADOVA (PD)
8
34 SCARDELLATO ANITA
31020
VILLORBA (TV)
8
35 MACCHI ALESSANDRA
35142
PADOVA (PD)
7,27
36 MOROSINI MARIA GIULIA
35124
PADOVA (PD)
7
37 BOCCHESE MARZIA
35030
SACCOLONGO (PD)
7
38 CAVUOTO LUIGIA
98121
MESSINA (ME)
7
39 MARTON ANNA
30020
MARCON (VE)
7
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
101
_______________________________________________________________________________________________________
BASSANO DEL GRAPPA
7
(VI)
41 BARBATO ELENA
30035
MIRANO (VE)
7
42 ELMETTI FEDERICA
35136
PADOVA (PD)
7
43 MISURACA ADELAIDE
25025
MANERBIO (BS)
7
44 DOGLIOTTI FEDERICA
30030
PIANIGA (VE)
6,593
NOVENTA PADOVANA
45 CASELLA SILVIA
35027
6
(PD)
46 INDIANO ALBERTO
30015
CHIOGGIA (VE)
6
47 BONAFEDE CAROLINA
35124
PADOVA (PD)
6
48 SALVAGNO LISA
30015
CHIOGGIA (VE)
6
49 QUATRARO ROSA MARIA
35138
PADOVA (PD)
5,083
MONTEGROTTO
50 FAZZINI FRANCA
35036
5
TERME (PD)
51 FRANCESCON PATRIZIA
35123
PADOVA (PD)
5
52 SBRISSA PAOLA
35123
PADOVA (PD)
5
53 ZANETTI TATIANA
35030
RUBANO (PD)
5
54 FORTIN MIRELLA
45100
ROVIGO (RO)
5
55 PEZZOLO MONICA
35037
TEOLO (PD)
5
56 FRIDEGOTTO MICHELA
35020
ALBIGNASEGO (PD)
5
57 CAMPAGNOLA NADIA
35124
PADOVA (PD)
5
SANTA MARIA DI SALA
58 MALERBA DANIELE
33036
5
(VE)
59 DE PASQUALE CINZIA
35136
PADOVA (PD)
5
60 AGOSTINELLI GIOVANNA
30126
VENEZIA (VE)
5
61 ZENNARO MARIANNA
30015
CHIOGGIA (VE)
5
62 COLZADA ALESSIA
23027
SAMOLACO (SO)
5
63 VITIELLO MARIA ANTONIETTA 20122
MILANO (MI)
5
PONTE SAN NICOLO'
64 SALMASO ANNA
35020
5
(PD)
65 D'ACCORDI GIULIA
36100
VICENZA (VI)
5
66 LANZA ROSITA
35020
SAONARA (PD)
5
67 MORO MARIATERESA
36100
VICENZA (VI)
5
68 CIFARELLI ROSARIA
35010
CADONEGHE (PD)
5
69 MONDIN ELISABETTA
36034
MALO (VI)
5
70 BATTI MILLI
35139
PADOVA (PD)
5
71 BOSCOLO BOMBA GIUDITTA 30015
CHIOGGIA (VE)
5
72 CORSARO FRANCA
35128
PADOVA (PD)
3
73 RAMBUSCHI CLAUDIA
30174
VENEZIA (VE)
3
74 DONZELLA GIOVANNA
35135
PADOVA (PD)
3
75 SERRA GIOVANNA ROSA
35020
POLVERARA (PD)
3
76 BRAGATO KETY
30030
SALZANO (VE)
3
77 FALETTI LOREDANA
35127
PADOVA (PD)
3
78 DI RIENZO VANDA
31100
TREVISO (TV)
3
79 CIULLI BELINDA
35010
CADONEGHE (PD)
3
80 GOVONI CHIARA
45100
ROVIGO (RO)
3
81 DAGNELLO FRANCESCO
35030
VEGGIANO (PD)
3
82 CATTOZZO GIANNI
30015
CHIOGGIA (VE)
3
ESCLUSA PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL DOCUMENTO D'IDENTITA'
ENEA ERICA
30030
SALZANO (VE)
ESCLUSA PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL DOCUMENTO D'IDENTITA'
ZAMBON SEVERINA
35136
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER DOMANDA INOLTRATA FUORI TERMINE.
BOSCOLO VALENTINA
35141
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER INCOMPLETA AUTOCERTIFICAZIONE DEL TITOLO DI SPECIALIZZAZIONE.
40 DAL BEN SILVIA
36061
102
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
MISURACA ELOISE
35127
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER MANCATA SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA
D'ALBERTON DENIA
30034
MIRA (VE)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL DOCUMENTO D'IDENTITA'.
RUSSO PAOLO
35125
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN GRADUATORIA
(ART. 21 COMMA 5 LETT. B A.C.N.)
MOTTA DI
DANESE ELISA
31045
LIVENZA (TV)
Il Direttore Generale Dr. Urbano Brazzale
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
103
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309224)
AZIENDA ULSS N. 16, PADOVA
Approvazione delle graduatorie provinciali 2014 dei Medici Veterinari aspiranti ad incarico ambulatoriale
nell'ambito provinciale di Padova. Deliberazione del Direttore Generale n. 1332 del 15/10/2015
omissis
Il Direttore Generale
omissis
delibera
1. di approvare, ai sensi dell'art.21 comma 10 A.C.N. con i Medici Specialisti Ambulatoriali interni, Medici Veterinari
ed altre Professionalità Ambulatoriali di cui all'intesa Stato-Regioni Rep. n. 95 del 29.07.2009 e s.m.i, l'allegato
elenco, facente parte integrante del presente provvedimento, relativo alle graduatorie provinciali anno 2014 dei Medici
Veterinari aspiranti ad incarico ambulatoriale nella Provincia di Padova;
2. di incaricare la Struttura Complessa Medicina Convenzionata e Rapporti con gli Accreditati di trasmettere le suddette
graduatorie alla Regione del Veneto per la prevista pubblicazione sul B.U.R., a titolo di notificazione formale ai
medici veterinari interessati e alle Aziende sanitarie territorialmente competenti;
3. di prendere atto che la spesa complessiva per l'inserzione degli atti nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto in
versione telematica (BURVET), stimata in Euro 200,00 da imputare al conto di costo 4002010304, trova copertura
nel budget assegnato per l'anno 2015.
SANITA' ANIMALE
1 PARENTE MONJA
2 GUERRA ONORINA
3 NIOLI ANNA
4 SILVESTRO SERGIO
5 SILVESTRO LAURA
6 ACIERNO CARMELA
7 DE LELLIS LUIGI
DELLA PERUTA
8
ITALIA
9 MANDI MONIKA
10 PATUMI ILENIA
CACCIAPUOTI
11
GIULIANO
RIGOLIN ANTONIO
12
DAVIDE
13 MINGIONE LUIGI
14 PAGANO FILIPPO
15 SIMONATO GIULIA
16 GENERO STEFANO
TESTONI
17
ALESSANDRA
18 NERI MARIA GIOIA
19 SANDRI ANGELO
20 PETRUZZO PAOLA
21 BADAN MARA
22 RIEDO FEDERICO
23 DE NARDI ROBERTA
24 PIVARO ERIKA
25 PEGORARO MARCO
26 ROMANO MARIO
27 MANCINI GIUSEPPE
28
Cap
80136
30171
80026
80022
80022
80056
81010
Comune Residenza
NAPOLI (NA)
VENEZIA (VE)
CASORIA (NA)
ARZANO (NA)
ARZANO (NA)
ERCOLANO (NA)
SAN GREGORIO MATESE (CE)
Punti
9,708
9
9
9
9
9
9
80059 TORRE DEL GRECO (NA)
9
35010 GRANTORTO (PD)
35019 TOMBOLO (PD)
9
9
81030 CANCELLO ED ARNONE (CE)
8,328
45100 ROVIGO (RO)
8
81100
00161
35042
35010
8
8
8
8
CASERTA (CE)
ROMA (RM)
ESTE (PD)
GAZZO (PD)
40064 OZZANO DELL'EMILIA (BO)
7,903
70124
36030
45100
35032
35044
31029
45038
35136
85029
40064
35136
7,276
7
6
6
5
5
5
5
5
5
5
BARI (BA)
CALDOGNO (VI)
ROVIGO (RO)
ARQUA' PETRARCA (PD)
MONTAGNANA (PD)
VITTORIO VENETO (TV)
POLESELLA (RO)
PADOVA (PD)
VENOSA (PZ)
OZZANO DELL'EMILIA (BO)
PADOVA (PD)
104
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
BRANCACCIO
GIUSEPPE
MAROSTICA
29
31033 CASTELFRANCO VENETO (TV)
5
SILVANO
MONTAGNA MARCO
30
36078 VALDAGNO (VI)
5
GIROLAMO GIANNI
DECASTELLO
31
35010 CAMPOSAMPIERO (PD)
5
ANDREA
32 PITULLO FELICIA
71122 FOGGIA (FG)
3
33 VITELLI FRANCESCO 75010 PISTICCI (MT)
3
CALDAROLA
34
70129 BARI (BA)
3
GIUSEPPE
35 CARRARO FABIANO 31010 MASER (TV)
3
CHECCHINATO
36
40025 FRATTA POLESINE (RO)
3
MANUEL
37 DOBOSZ MAREK
31010 RIESE PIO X (TV)
3
Escluso per mancato possesso del titolo per l'inclusione in graduatoria (art. 21 comma 5
lett. b ACN)
PIROLO FRANCESCO 35124 PADOVA (PD)
IGIENE
DELLA:PROD,TRASF,COMM,CONS
E TRASP DEGLI
Cap Comune Residenza
Punti
ALIMENTI DI ORIGINE
ANIMALE E DERIVATI
1 PASSEGGIO CIRO
80147 NAPOLI (NA)
15,758
2 GARGIULO OLIMPIA 80061 MASSA LUBRENSE (NA)
15,435
3 PUGLIA ANNA
80078 POZZUOLI (NA)
13,37
MORIELLO
4
81020 CAPODRISE (CE)
11,125
SILVESTRO
5 ESPOSITO MARIO
80144 NAPOLI (NA)
9
6 VENTRONE IOLE
81100 CASERTA (CE)
9
7 FREZZA FEDERICA 35125 PADOVA (PD)
9
8 CECCATO MARTINA 35018 SAN MARTINO DI LUPARI (PD)
9
9 PRETTO TOBIA
45011 ADRIA (RO)
9
CAPPIELLO
10
80063 PIANO DI SORRENTO (NA)
8,848
MARIATERESA
11 SANDRI ANGELO
36030 CALDOGNO (VI)
8
12 PATUMI ILENIA
35019 TOMBOLO (PD)
8
13 BERTAMINI ANDREA 35132 PADOVA (PD)
8
14 BERTOLIN PAOLA
35020 BRUGINE (PD)
8
VILLANI ANNA
15
47030 BORGHI (FC)
7,877
LINDA ASSUNTA
16 SANTORO CRISTINA 59100 PRATO (PO)
7,263
17 GENERO STEFANO 35010 GAZZO (PD)
7
18 MEDICI GIULIA
06010 PERUGIA (PG)
7
19 ROSATI GIANLUCA 35030 RUBANO (PD)
6
20 CHIOATO MARTA
35010 LOREGGIA (PD)
6
21 FELICIATI ANDREA 45100 ROVIGO (RO)
6
22 MILAN ROBERTO
35023 BAGNOLI DI SOPRA (PD)
6
23 BASSI PATRIZIA
35020 MASERA' DI PADOVA (PD)
6
24 FRANCESCON IRENE 35044 MONTAGNANA (PD)
6
25 RIGO MARIA STELLA 38068 TRAMBILENO (TN)
6
MARCHESAN
26
35135 PADOVA (PD)
6
MASSIMO
27 FORTE STEFANIA
83025 AVELLINO (AV)
5
28 PIVARO ERIKA
45038 POLESELLA (RO)
5
29 BADAN MARA
35032 ARQUA' PETRARCA (PD)
5
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
105
_______________________________________________________________________________________________________
OMODEO SARA
34074 MONFALCONE (GO)
5
GISELLA
ROSAMILIA
31
83056 TEORA (AV)
5
ALFONSO
32 FACCIA NICOLA
65017 PENNE (PE)
5
CHECCHINATO
33
40025 FRATTA POLESINE (RO)
5
MANUEL
34 LIDEO LUCA
35020 SANT'ANGELO DI PIOVE DI SACCO (PD)
5
35 RIEDO FEDERICO
35044 MONTAGNANA (PD)
4,708
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL DOCUMENTO
D'IDENTITA'
FERRANTI ANDREA 35129 PADOVA (PD)
ESCLUSA PER MANCATO POSSESSO DEL TITOLO PER L'INCLUSIONE IN
GRADUATORIA (ART. 21 COMMA 5 LETT B ACN)
MATTANI ANNA
36077 ALTAVILLA VICENTINA (VI)
IRENE
Escluso per mancato possesso del titolo per l'inclusione in graduatoria (art. 21 comma 5
lett. b ACN)
D'URSO STEFANO 35123
PADOVA (PD)
Escluso per mancato possesso del titolo per l'inclusione in graduatoria (art. 21 comma 5
lett. b ACN)
TASSIELLI VITO
35020
ALBIGNASEGO (PD)
IGIENE DEGLI
ALLEVAMENTI E
Cap
Comune Residenza
Punti
DELLE PRODUZIONI
ZOOTECNICHE
RIGOLIN ANTONIO
1
45100
ROVIGO (RO)
14,137
DAVIDE
2 RIEDO FEDERICO 35044
MONTAGNANA (PD)
13,71
BASILE FABRIZIO
3
74015
MARTINA FRANCA (TA)
10,54
COSIMO
4 GUERRA ONORINA 30171
VENEZIA (VE)
9
5 BADAN MARA
35032
ARQUA' PETRARCA (PD)
9
6 SILVESTRO LAURA 80022
ARZANO (NA)
9
ACIERNO
7
80056
ERCOLANO (NA)
9
CARMELA
DELLA PERUTA
8
80059
TORRE DEL GRECO (NA)
9
ITALIA
CECCATO
9
35018
SAN MARTINO DI LUPARI (PD)
9
MARTINA
10 PRETTO TOBIA
45011
ADRIA (RO)
9
11 SANDRI ANGELO 36030
CALDOGNO (VI)
8
12 GENERO STEFANO 35010
GAZZO (PD)
8
13 PATUMI ILENIA
35019
TOMBOLO (PD)
8
SILVESTRO
14
80022
ARZANO (NA)
8
SERGIO
15 MINGIONE LUIGI 81100
CASERTA (CE)
8
16 PAGANO FILIPPO 00161
ROMA (RM)
8
DI LEVA
17
80075
FORIO (NA)
8
VINCENZO
18 NERI MARIA GIOIA 70124
BARI (BA)
7
SATURNINO
19
80014
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
7
GIOVANNA
20 MEDICI GIULIA
06010
PERUGIA (PG)
7
FELICIATI
21
45100
ROVIGO (RO)
6
ANDREA
22 MILAN ROBERTO 35023
BAGNOLI DI SOPRA (PD)
6
30
106
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
23 LIDEO LUCA
35020
SANT'ANGELO DI PIOVE DI SACCO (PD)
24 BASSI PATRIZIA
35020
MASERA' DI PADOVA (PD)
FRANCESCON
25
35044
MONTAGNANA (PD)
IRENE
26 PAGAN DANIELA 30019
CHIOGGIA (VE)
DE NARDI
27
31029
VITTORIO VENETO (TV)
ROBERTA
28 PIVARO ERIKA
45038
POLESELLA (RO)
PEGORARO
29
35136
PADOVA (PD)
MARCO
OMODEO SARA
30
34074
MONFALCONE (GO)
GISELLA
31 ROMANO MARIO 85029
VENOSA (PZ)
DECASTELLO
32
35010
CAMPOSAMPIERO (PD)
ANDREA
VITELLI
33
75010
PISTICCI (MT)
FRANCESCO
CALDAROLA
70129
BARI (BA)
34
GIUSEPPE
ESCLUSA PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
CEOLIN CHIARA 35020 LEGNARO (PD)
ESCLUSA PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
PETRUZZO PAOLA 45100 ROVIGO (RO)
6
6
6
5
5
5
5
5
5
5
3
3
Il Direttore Generale Dr. Urbano Brazzale
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
107
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309212)
AZIENDA ULSS N. 16, PADOVA
Approvazione delle graduatorie valide per l'anno 2015 dei Medici Specialisti aspiranti ad incarico ambulatoriale
nell'ambito provinciale di Padova. Deliberazione del Direttore Generale n. 415 del 02.04.2015
omissis
Il Direttore Generale
omissis
delibera
1. di approvare, ai sensi dell'art.21 comma 10 A.C.N. con i Medici Specialisti Ambulatoriali interni ed altre
Professionalità Ambulatoriali di cui all'intesa Stato-Regioni Rep. n. 95 del 29.07.2009 e s.m.i, l'allegato elenco,
facente parte integrante del presente provvedimento, relativo alle graduatorie dei Medici Specialisti Ambulatoriali
interni aspiranti ad incarico ambulatoriale per l'anno 2015 nella Provincia di Padova;
2. di incaricare la Struttura Complessa Gestione Medicina Convenzionata di trasmettere le suddette graduatorie alla
Regione del Veneto per la prevista pubblicazione sul B.U.R., a titolo di notificazione formale ai medici interessati e
alle Aziende sanitarie competenti;
3. di prendere atto che la spesa complessiva per l'inserzione degli atti nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto in
versione telematica (BURVET), stimata in Euro 470,00 da imputare al conto di costo 4002010304, trova copertura nel
budget assegnato per l'anno 2015.
ALLERGOLOGIA
Cap
1 ARIENTI SILVIA
35020
2 BARBON FRANCESCA
35020
3 ORLANDO MARIA ROSA
35133
4 LOMBARDO CARLA
37024
5 PIAZZA INNOCENTE
30027
6 MURARO MARIA ANTONELLA 35128
7 BONAGURO ROBERTA
35128
8 BACELLE LUCIO
35143
9 LAZZAROTTO FRANCESCA
35126
10 BATTISTI ANNA
35020
11 HENDRICH BIRGIT
35127
12 DE ROSSI ALESSANDRA
35138
13 MINCHELLA ENRICO
36100
14 MARINO ROSALBA
35125
15 CASOTTO STEFANO
35010
ANATOMIA PATOLOGICA
Cap
1 SANGAPUR RAJSHREE
Comune Residenza
SAONARA (PD)
LEGNARO (PD)
PADOVA (PD)
NEGRAR (VR)
SAN DONA' DI PIAVE (VE)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
ALBIGNASEGO (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
VICENZA (VI)
PADOVA (PD)
VIGONZA (PD)
Comune Residenza
MONTEBELLO
36054
VICENTINO (VI)
30031 DOLO (VE)
2 LONGO LILIANA
ANESTESIOLOGIA E
Cap
Comune Residenza
RIANIMAZIONE
1 GJONOVIC ANTONIO
35142 PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA INOLTRATA OLTRE IL TERMINE DI
SCADENZA
CAERANO DI SAN
BIANCHIN ANDREA
31031
MARCO (TV)
ANGIOLOGIA
Cap
Comune Residenza
SAN PIETRO DI
1 ZANATTA NELLO
31020
FELETTO (TV)
SANTAGATI BIAGIO FILIPPO
2
35129
PADOVA (PD)
RICCARDO
3 CARUSO PAOLO
35044
MONTAGNANA (PD)
AUDIOLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 GOSETTO FIORELLA
10041
CARIGNANO (TO)
2 BUSI MICOL
44121
FERRARA (FE)
Punti
15,718
13,982
11,728
9,83
9
9
9
8
8
8
6,67
6
5,015
3
3
Punti
11,384
5
Punti
9,65
Punti
9
8
6
Punti
25,782
8,165
108
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
BIOCHIMICA CLINICA
1 GASTALDI CIBOLA NERELLA
CARDIOLOGIA
1 PALISI MONICA
BRANCATI ROSARIO
2
GIUSEPPE
3 SORBO MARIA DOMENICA
4 LABROPULU VASSILIKI
Cap
30034
Cap
35121
Comune Residenza
MIRA (VE)
Comune Residenza
PADOVA (PD)
CASTELFRANCO
31033
VENETO (TV)
35128
PADOVA (PD)
35127
PADOVA (PD)
CAMPOSAMPIERO
5 ZAMPIERO ALDO ANTONIO 35012
(PD)
6 MAZZOTTI ELISA
48012
BAGNACAVALLO (RA)
7 NONI MANJOLA
35131
PADOVA (PD)
8 CARUSO PAOLO
35044
MONTAGNANA (PD)
9 PAOLINI CARLA
35141
PADOVA (PD)
10 RIGATO ILARIA
35127
PADOVA (PD)
11 MANTOVANI ENZO
35142
PADOVA (PD)
12 JOHN ANNA NANCY
35031
ABANO TERME (PD)
13 D'ANDRIA VALENTINA
74123
TARANTO (TA)
CASTELFRANCO
14 CANNIZZARO GIUSEPPE
31033
VENETO (TV)
CASTELFRANCO
15 GOZZO PAOLA
31033
VENETO (TV)
16 BUSA MANUELA
36016
THIENE (VI)
17 PELUSO DILETTA
35128
PADOVA (PD)
18 CALORE CHIARA
35126
PADOVA (PD)
19 TARGA LUCIO
35043
MONSELICE (PD)
20 CAMPISI FRANCESCO
35125
PADOVA (PD)
21 PIRANI LUCIA
44121
FERRARA (FE)
22 ZENNARO MARCO
35127
PADOVA (PD)
TORRI DI
23 SALANDRIA DOMENICO
36040
QUARTESOLO (VI)
24 DORIGATTI FRANCESCA
35141
PADOVA (PD)
25 FERRARI LUCIA
35031
ABANO TERME (PD)
SELVAZZANO DENTRO
26 BONOFIGLIO CRISTINA
35030
(PD)
27 ZAMPROGNO ROLANDO
31044
MONTEBELLUNA (TV)
28 GABELLINI ALESSANDRO
35142
ESTE (PD)
PIAZZOLA SUL
29 BETTO ADRIANA
35016
BRENTA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
CALLEGARIN LUCA
35029 DUE CARRARE (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
MARTINI BORTOLO
36016 THIENE (VI)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
AZZOLINI ROBERTO
30171
VENEZIA (VE)
CHIRURGIA GENERALE
Cap
Comune Residenza
1 RAMBOTTI MASSIMO
06034
FOLIGNO (PG)
2 GERUNDA GIORGIO ENRICO 41124
MODENA (MO)
SANTAGATI BIAGIO FILIPPO
3
35129
PADOVA (PD)
RICCARDO
4 RUFFATO ANTONELLA
35129
PADOVA (PD)
5 TAMAGNINI PAOLA
35127
PADOVA (PD)
6 IANNI REMO
84048
CASTELLABATE (SA)
Punti
3
Punti
43,376
41,715
32,115
28,736
13,758
13,458
11,889
11,638
10,095
9,729
9
9
9
9
9
9
9
8,269
8
7,851
7,714
7
7
7
5,613
5,33
5
5
5
Punti
12
9,897
8
8
8
8
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
109
_______________________________________________________________________________________________________
7 CAVALLIN ROBERTA
8 FINOTTI ELENA
9 MAZZALAI FRANCO
30174
45014
35123
10 GARBO GRETA
35030
VENEZIA (VE)
PORTO VIRO (RO)
PADOVA (PD)
SELVAZZANO DENTRO
(PD)
GAZZO (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
11 BREDA BRUNO
35012
12 ORSINI CAMILLO
35128
13 LEONE LUCA
35125
CHIRURGIA
Cap
Comune Residenza
MAXILLO-FACCIALE
GALZIGNATO PIER
1
35141
PADOVA (PD)
FRANCESCO
2 GHIROTTO CRISTINA
35138
PADOVA (PD)
3 BARETTA MARCO
31050
MORGANO (TV)
CHIRURGIA PEDIATRICA
Cap
Comune Residenza
LUVIBUDULU MANSUEKI
SANT'ANGELO DI
1
35020
BILA
PIOVE DI SACCO (PD)
2 PIERUCCI IPPOLITO
84079
TARANTO (TA)
3 ROMANATO BARBARA
35020
SAONARA (PD)
CHIRURGIA PLASTICA
Cap
Comune Residenza
1 VOLTAN ANNA
35127
PADOVA (PD)
2 CHIARELLI ANGELO
35128
PADOVA (PD)
3 SCARPA CARLOTTA
35126
PADOVA (PD)
4 AVVENTI EUGENIA
35123
PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE.
TORRE ANNUNZIATA
DE FRANCESCO FRANCESCO 80058
(NA)
CHIRURGIA VASCOLARE
Cap
Comune Residenza
1 GUARDASCIONE GIUSEPPE 80131
POZZUOLI (NA)
2 BUFFONE GIANLUCA
88046
LAMEZIA TERME (CZ)
DERMATOLOGIA
Cap
Comune Residenza
SANTA MARIA DI SALA
1 GAI FABIANA
30036
(VE)
BASSANO DEL
2 BATTISTELLO GIULIO
36061
GRAPPA (VI)
3 BORSOI ELISABETTA
31015
CONEGLIANO (TV)
4 ORTENZIO SIMONA
36027
ROSA' (VI)
5 SALVADORI ARIANNA
36100
VICENZA (VI)
6 GRIGOLO BARBARA
35042
ESTE (PD)
7 BORDIGNON MATTEO
35126
PADOVA (PD)
GRADISCA D'ISONZO
8 DAN GIOVANNA
34072
(GO)
SAN LORENZO
9 DONDAS ADINA MIHAELA
34070
ISONTINO (GO)
10 CIRASOLA ROSA
44121
FERRARA (FE)
11 CICALE LORENZA
80078
POZZUOLI (NA)
12 PIGOZZI BARBARA
35030
BAONE (PD)
13 ROMANO ILARIA
35127
PADOVA (PD)
14 CAVALLINI FEDERICA
35138
PADOVA (PD)
15 ALBERTIN CRISTIANA
35127
PADOVA (PD)
16 AMICI MARIA PAOLA
35135
PADOVA (PD)
17 ASGARAN BATOOL
35031
ABANO TERME (PD)
BASSANO DEL
18 ZATTRA EDOARDO
36061
GRAPPA (VI)
19 MACCA' PAOLO
35136
PADOVA (PD)
20 LODI PIER LUIGI
44012
FERRARA (FE)
8
8
8
5,228
5
5
4,463
Punti
9
6
5
Punti
6,482
6
3
Punti
9
8
7
5,168
Punti
9
8
Punti
36,653
23,637
13,934
13,902
12,371
11,74
11,142
11,126
10,637
9,98
9,132
9,042
9,03
8,968
8,692
8,453
8,375
8,15
7,995
6
110
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
21 ORO ELISABETTA
22 SELLANI VINCENZO
23 TRENTO ALESSANDRA
24 BITIRE GEORGETA ELENA
DIABETOLOGIA
1 GALLO ALESSANDRA
2 BONSEMBIANTE BARBARA
35126
35137
35014
37040
Cap
35030
35136
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
FONTANIVA (PD)
BONAVIGO (VR)
Comune Residenza
RUBANO (PD)
PADOVA (PD)
VILLAFRANCA
3 BALZANO SARA
35010
PADOVANA (PD)
4 ROCCHINI PAOLA
35123
PADOVA (PD)
5 FRIGATO GEMMA
45100
ROVIGO (RO)
PONTE SAN NICOLO'
6 NOLLINO LAURA
35020
(PD)
7 CARLI ANNA RITA
44123
FERRARA (FE)
8 NICOTERA MARIA
88046
LAMEZIA TERME (CZ)
9 DE CATA ANGELA PIA
35126
PADOVA (PD)
10 GARELLI SILVIA
35127
PADOVA (PD)
11 BELLAVERE FEDERICO
35124
PADOVA (PD)
12 RIZZATI SILVIA
35042
ESTE (PD)
13 LUNARDON SILVIA
36027
ROSA' (VI)
CAMPOSAMPIERO
14 FENATO RITA
35017
(PD)
15 SORGENTONE SARA
35031
ABANO TERME (PD)
16 GOTTARDO LUCIA
35141
PADOVA (PD)
CAMPOSAMPIERO
17 DAL POS MICHELA
35012
(PD)
18 MARIANO VALENTINA
30125
VENEZIA (VE)
19 GUIOTTO MARIA TERESA
35124
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER MANCATA SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA
CASTELFRANCO
COSMA ALESSANDRA
31033
VENETO (TV)
EMATOLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 INBERGAMO SILVIA
35020 ALBIGNASEGO (PD)
2 MORANDIN FRANCA
35033 TEOLO (PD)
ENDOCRINOLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 SANGUIN FRANCESCA
35127 PADOVA (PD)
2 PALEGO PIERFRANCESCO
35126 PADOVA (PD)
3 CARLI ANNA RITA
44123 FERRARA (FE)
4 CONGEDO VALENTINA
66100 CHIETI (CH)
LAMEZIA TERME
5 NICOTERA MARIA
88046
(CZ)
6 ROCCHINI PAOLA
35123 PADOVA (PD)
7 GARELLI SILVIA
35127 PADOVA (PD)
8 SPADACCINO AGLAURA CINZIA 35134 PADOVA (PD)
9 RIZZATI SILVIA
35042 ESTE (PD)
10 BELLAVERE FEDERICO
35124 PADOVA (PD)
PONTE SAN NICOLO'
11 RUZZA GRAZIA
35020
(PD)
CAMPOSAMPIERO
12 FENATO RITA
35017
(PD)
13 SORGENTONE SARA
35031 ABANO TERME (PD)
FERRARA ALFONSO
14
35121 PADOVA (PD)
MASSIMILIANO
15 GUIOTTO MARIA TERESA
35124 PADOVA (PD)
16 LUNARDON SILVIA
36027 ROSA' (VI)
17 ALBIGER NORA MARIA ELVIRA 35129 PADOVA (PD)
5,142
5,017
5
3
Punti
35,134
18,834
16,51
13,684
12,846
12,837
12,37
12,191
11,592
9,534
9
8,738
8,678
8
8
8
8
8
7
Punti
8
7,436
Punti
19,588
13,65
13,509
13,098
12,191
9,263
9,092
9
8,276
8
8
8
8
8
7
7
3,306
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
111
_______________________________________________________________________________________________________
FISIOCHINESITERAPIA
1 BONIOLO ANNA
2 NUNEZ GUSTAVO
3 PADOAN ELENA
4 MAGRO FAUSTO
Cap
36031
35133
36016
35010
Comune Residenza
DUEVILLE (VI)
PADOVA (PD)
THIENE (VI)
VIGONZA (PD)
PONTE SAN NICOLO'
5 HALAILA MUHSIN
35020
(PD)
6 IACOBELLIS CLAUDIO
35121 PADOVA (PD)
7 FSHATI ARJAN
40139 BOLOGNA (BO)
8 MORMILE MAURO
45010 ROSOLINA (RO)
9 ASNICAR MARIAGRAZIA
30015 CHIOGGIA (VE)
10 IGNELZI INES
35143 PADOVA (PD)
11 RIZZI ERMELINDA
35010 LIMENA (PD)
12 CORTE PAOLO
35010 VIGODARZERE (PD)
CAMPOSAMPIERO
13 MIOLO MARTINA
35012
(PD)
14 ABELLI SIMONETTA
35135 PADOVA (PD)
15 BERNARDINI SIMONE
35031 ABANO TERME (PD)
16 MACHIEDO HELA
35127 PADOVA (PD)
NOVENTA
17 MODENESE GIOVANNI
35027
PADOVANA (PD)
ESCLUSA PER DOMANDA INOLTRATA FUORI TERMINE
FASCIGLIONE ANNAMARIA 35126 PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
SERGI ROCCO ANTONIO
35139 PADOVA (PD)
FONIATRIA
Cap
Comune Residenza
1 GALCERAN MARTA
35141 PADOVA (PD)
2 CASTIGLIONE ALESSANDRO 65128 PESCARA (PE)
3 ZANELLATO VALENTINA
35125 PADOVA (PD)
4 BUSI MICOL
44121 FERRARA (FE)
GASTROENTEROLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 SLONGO TIZIANA
35127 PADOVA (PD)
2 TANTURRI ARMANDO
30170 VENEZIA (VE)
3 FASCI' SPURIO FEDERICA
00185 ROMA (RM)
GENETICA MEDICA
Cap
Comune Residenza
1 ARDENGHI PATRIZIA
30174 VENEZIA (VE)
2 CASSINA MATTEO
35141 PADOVA (PD)
GERIATRIA
Cap
Comune Residenza
1 MORMILE MARIA TERESA
80027 FRATTAMAGGIORE (NA)
2 ELIA ANDREA
41011 ADRIA (RO)
3 POZZATI GABRIELE
30035 MIRANO (VE)
4 TANA FRANCESCO
66100 CHIETI (CH)
5 VITALE ENRICO
35126 PADOVA (PD)
CELLURALE SUSANNA
6
36100 VICENZA (VI)
NICOLETTA
7 LOTTO MARISTELLA
35038 TORREGLIA (PD)
8 PACCAGNELLA MARTINA
35121 PIOVE DI SACCO (PD)
9 POZZATI GABRIELE
30035 MIRANO (VE)
10 PANZUTO GIOVANNI
35125 PADOVA (PD)
GRECO ADRIANA
11
87040 CASTROLIBERO (CS)
ANTONIELLA
IGIENE E MEDICINA
Cap
Comune Residenza
PREVENTIVA
1 CANO SALTO YOLANDA
35124 PADOVA (PD)
2 BARTOLOTTA ROSANNA
35129 PADOVA (PD)
Punti
47,403
33,222
20,034
13,883
11,626
8
8
7,432
7
7
7
6,8
6,349
5
5
4,28
3
Punti
9
9
6
3
Punti
16,529
9,19
8
Punti
10,266
9
Punti
39,6
27,22
20,686
14,868
9,935
8
7,155
7
5
5
5
Punti
35,363
12,41
112
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
3 BORDIGNON GRETA
4 STOCCO FRANCESCA
5 RUSSO ANTONIO
6 DESTRO GIAN PAOLO
7 TORRESAN STEFANIA
8 GIURIATO PAOLA
MALATTIE INFETTIVE
1 CONTI EMMA
2 BATTAGIN GIULIANA
3 BALDASSO FRANCESCO
MEDICINA DEL LAVORO
1 VISENTIN ANNALISA
2 MAZZAGLIA PATRICIA
3 GAFFURI PAOLA
4 STRZELCZYK RENATA
5 FIORINI FABRIZIO
6 PERINI MILENA
7 SCALCO MANUELA
MEDICINA DELLO SPORT
1 ZANELLA ELEONORA
MOMETTO MARIA
2
EMANUELA
3 DE LUCA FULVIO
4 SORBO MARIA DOMENICA
36027 ROSA' (VI)
8
CASTELLO DI GODEGO
31030
8
(TV)
80011 ACERRA (NA)
7
36022 CASSOLA (VI)
6
CRESPANO DEL GRAPPA
31017
6
(TV)
35139 PADOVA (PD)
3
Cap
Comune Residenza
Punti
35124 PADOVA (PD)
16,306
SAN ZENONE DEGLI
31020
8
EZZELINI (TV)
31100 TREVISO (TV)
8
Cap
Comune Residenza
Punti
30174 VENEZIA (VE)
10,67
35124 PADOVA (PD)
7
35139 PADOVA (PD)
7
NOVENTA VICENTINA
36025
6
(VI)
35010 VIGONZA (PD)
5
35020 CORREZZOLA (PD)
5
ROMANO D'EZZELINO
36060
3,87
(VI)
Cap
Comune Residenza
Punti
35011 CAMPODARSEGO (PD)
12,94
35010 BORGORICCO (PD)
11,284
00176 ROMA (RM)
11,14
35128 PADOVA (PD)
8
NOVENTA PADOVANA
5 TEGON GIOVANNA
35027
6,28
(PD)
6 GALESSO PATRIZIA
35129 PADOVA (PD)
5,386
7 ZAMPROGNO ROLANDO
31044 MONTEBELLUNA (TV)
5
8 TREVISAN PIERFRANCESCO 35143 PADOVA (PD)
4,38
ESCLUSO PER ERRATA AUTOCERTIFICAZIONE DEL TITOLO DI
SPECIALIZZAZIONE
FRANCAVILLA AL MARE
D'ARIELLI ALBERTO
66023
(CH)
MEDICINA DI COMUNITA'
Cap
Comune Residenza
Punti
1 GELASIO OLIVIANA
35124 PADOVA (PD)
8,114
MEDICINA INTERNA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 ZOTTA LAURA
35125 PADOVA (PD)
29,309
2 WINNICKI MIKOLAJ MARIA 35030 RUBANO (PD)
27,749
3 ZANATTA CRISTINA
35027 PADOVA (PD)
11,888
4 FUSCO MARCO
35129 PADOVA (PD)
8
5 DAL PORTO DEBORA
35020 CASALSERUGO (PD)
7
6 REMPELOU PANAGIOTA
35142 PADOVA (PD)
3
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DOCUMENTO
D'IDENTITA'
SIMONELLA CINZIA
35129 PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
PRETO MARIKA
37024
NEGRAR (VR)
MEDICINA LEGALE
Cap
Comune Residenza
Punti
1 FERRARI ANGELICA
30035
MIRANO (VE)
36,387
2 GUARDO ANGELA
35010
VIGODARZERE (PD)
32,175
3 BISOGNI KATIUSCIA SOFIA 89900
VIBO VALENTIA (VV)
19,931
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
113
_______________________________________________________________________________________________________
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
TONELLO STEFANO
TAMBUSCIO SILVIA
FAIFERRI STEFANO
FRIGNANI CLAUDIA
PENNELLI TOMMASO
RESCH GIUSEPPE
ZANALDI SILVIA
ROSSI ALESSANDRA
DESTRO GIAN PAOLO
BAVARESCO SILVIA
35142
35121
35100
35100
35126
30031
35138
30126
36022
35135
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
DOLO (VE)
PADOVA (PD)
VENEZIA (VE)
CASSOLA (VI)
PADOVA (PD)
MONTEGROTTO
14 TASINATO PAOLA
35036
TERME (PD)
15 SABADIN VALERIA
35126
PADOVA (PD)
16 MIOTTO MIRIAM
35030
RUBANO (PD)
17 CARTA SILVIA KATIUSCIA
09030
ELMAS (CA)
18 MASSARA ANTONELLA
35122
PADOVA (PD)
19 PAGAN SILVIA
35121
PADOVA (PD)
20 RONDINELLI ROBERTO
35020
SAONARA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE.
FABBRI LUCREZIA DENISE 36100
VICENZA (VI)
MEDICINA NUCLEARE
Cap
Comune Residenza
1 BERTOLI MANUELA
35129
PADOVA (PD)
MEDICINA TRASFUSIONALE
Cap
Comune Residenza
1 ARIENTI SILVIA
35020
SAONARA (PD)
NEUROLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 DE BIASIA FLORIANA
35020
ALBIGNASEGO (PD)
2 PICCOLO FRANCESCA
80134
NAPOLI (NA)
3 CUSUMANO GIACOMO
35128
PADOVA (PD)
4 ZOCCARATO MARCO
35127
PADOVA (PD)
5 ZARANTONELLO GIULIA
35132
PADOVA (PD)
6 GASPAROLI ELISABETTA
35134
PADOVA (PD)
7 DEL FELICE ALESSANDRA
35128
VERONA (VR)
8 OTTINA MARZIA
35010
CADONEGHE (PD)
PIAZZOLA SUL
9 NARDETTO LUCIA
35016
BRENTA (PD)
10 PERELLI ANNA
36100
VICENZA (VI)
11 COLLEDAN LUISELLA
30038
SPINEA (VE)
12 NICOLETTI GIUSEPPE
88100
CATANZARO (CZ)
13 BERTIN LIA
35128
PADOVA (PD)
BASSANO DEL
14 BRAGAGNOLO LORENZO
36061
GRAPPA (VI)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATADA COPIA
DELDOCUMENTO D'IDENTITA'
PISTOLLATO LUISA
35020
ALBIGNASEGO (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON SOTTOSCRITTA CON FIRMA IN
ORIGINALE
TORRISI FRANCESCA
96012AVOLA (SR)
NEUROPSICHIATRIA
Cap Comune Residenza
INFANTILE
1 NARDI PIER GUIDO
30174VENEZIA (VE)
2 TOMADINI PAOLA
30135VENEZIA (VE)
3 RAMAGLIONI ELISABETTA
35030SELVAZZANO DENTRO (PD)
4 SPISSU MARGHERITA
09128CAGLIARI (CA)
5 SPITALERI CHIARA
90145PALERMO (PA)
MONTECCHIO
6 DAL ZOTTO LARA
36030
PRECALCINO (VI)
18,325
16,562
15,845
9
8,848
8,225
8
8
8
8
7
7
6
5,162
5
5
3
Punti
23,41
Punti
9,763
Punti
28,264
12,524
9,824
9
9
8,231
8,081
8
8
8
7
7
5,808
5
Punti
26,78
15,445
11,068
9,99
9
8
114
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
7 ZINGALES CHIARA
44121FERRARA (FE)
8 SANTAGIULIANA ANNA
36070CASTELGOMBERTO (VI)
9 RAMPAZZO ANGELICA
35031ABANO TERME (PD)
10 ZANATO SILVIA
35139PREGANZIOL (TV)
11 CANETTA ELISABETTA
35135PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE.
TORNIERO CLAUDIA
37135 VERONA (VR)
OCULISTICA
Cap Comune Residenza
FALCONARA MARITTIMA
1 CANONICO DANIELA
60015
(AN)
2 BOVA ELENA
80011 ACERRA (NA)
3 SCALA GIANLUCA
80030 LIVERI (NA)
CASTELFRANCO VENETO
4 VETTORI VIVIANA
31033
(TV)
5 TRIMBOLI STEFANIA
00168 ROMA (RM)
6 D'ACUNZO TOMMASO
80055 PORTICI (NA)
7 SALMASO MONICA
35127 PADOVA (PD)
8 MIOTTO STEFANIA
35031 ABANO TERME (PD)
9 BOLZAN MARIO
44121 FERRARA (FE)
10 DE NADAI KATIA
44121 FERRARA (FE)
11 FORATTINI FEDERICO
35125 PADOVA (PD)
12 SCAVAZZA MICHELE
35139 PADOVA (PD)
13 CARTURAN LUDOVICO
35143 PADOVA (PD)
14 MARITAN VERONICA
35122 PADOVA (PD)
CASTELFRANCO VENETO
15 CARNIEL GIOVANNI
31033
(TV)
16 REVELLI PIERO
35030 RUBANO (PD)
MONTEGROTTO TERME
17 MASIERO GUIDO
35036
(PD)
18 GAMBATO CATIA
35031 ABANO TERME (PD)
19 GRAZIANI GIOVANNA
86039 TERMOLI (CB)
20 GRANDE MICAELA
35137 PADOVA (PD)
21 BIASIN STEFANO
45020 LUSIA (RO)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
GRGIC VUGA
35141 PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
PILOTTO ELISABETTA
35010 CADONEGHE (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
BERTOJA ENRICO
35010
CADONEGHE (PD)
ODONTOIATRIA
Cap
Comune Residenza
1 RIITANO MARIA TERESA
00136
ROMA (RM)
2 SILVESTRI MARIA CARLA
00166
ROMA (RM)
3 PANI EMANUELE
09031
ARBUS (MD)
TEZZE SUL BRENTA
4 GNOATO PASQUALE
36056
(VI)
5 CIPOLLONE STEFANIA
35132
PADOVA (PD)
6 BEGHETTO MARTA
30031
DOLO (VE)
IANNACCONE GIAN
7
00171
ROMA (RM)
ALFREDO
8 LORETI CHIARA
00155
ROMA (RM)
9 MAGLIARDITI ANDREA
35126
PADOVA (PD)
10 CAPPAROTTO DANIELA
35127
PADOVA (PD)
11 ZATTI VITTORIO
35123
PADOVA (PD)
8
8
7,377
7,134
6
Punti
29,84
29,306
27,378
23,325
13,417
12,711
12,694
11,218
10,764
10,252
9
8,75
8,18
8,163
8
8
8
8
7,854
7
7
Punti
17,964
17,639
17,463
14,283
14,095
10,446
8,606
8,488
7,802
7,174
7
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
115
_______________________________________________________________________________________________________
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
STELLA MOSIMANN
ALBERTO
ROTUNNO FEDERICO
STOMACI DARIO
PRADELLA FRANCESCO
LUDOVICHETTI MAURIZIO
COMITALE ERNESTO
CESARO MARTA
RINALDI STEFANIA
PUGLISI PATRIZIA
BOSCOLO BARIGA LUCA
CUSUMANO CONCETTA
TOFFANIN MARIA VITTORIA
CORDIOLI MICHELE
PANZA CHIARA
GOBBATO EDOARDO ALVISE
LUDOVICHETTI FRANCESCO
SAVERIO
ZAMBON VIRGINIO
35139
PADOVA (PD)
84124
73013
35122
35143
35138
35042
35013
24124
30015
35129
36050
30015
30133
31100
SALERNO (SA)
GALATINA (LE)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
ESTE (PD)
CITTADELLA (PD)
BERGAMO (BG)
CHIOGGIA (VE)
PADOVA (PD)
MONTEVIALE (VI)
CHIOGGIA (VE)
VENEZIA (VE)
TREVISO (TV)
35143
PADOVA (PD)
35030
5,8
5,613
5,045
5
5
4,409
3,405
3
3
3
3
3
3
3
3
3
RUBANO (PD)
2,405
MONTEGROTTO
29 BEDIN ELENA
35036
2,111
TERME (PD)
30 GALLO CLAUDIO
30121
VENEZIA (VE)
2
31 MARIUZZA PAOLA
35020
DUE CARRARE (PD)
2
32 ZAGO GABRIELE
35028
PIOVE DI SACCO (PD)
2
33 CELLINI DAVIDE
35020
CASALSERUGO (PD)
0,785
MARANO VICENTINO
34 VIGESC GAJA
36035
0,609
(VI)
35 RUGGI MARICLA
35128
PADOVA (PD)
0,312
36 VENERANDO ROSSANA
30030
PIANIGA (VE)
0
37 MARANGONI GIOVANNA
35138
PADOVA (PD)
0
38 MORAS SONIA
30175
VENEZIA (VE)
0
39 MILAN ANDREA
36100
VICENZA (VI)
0
40 LA BELLA ANDREA
35132
PADOVA (PD)
0
41 TOTO STEFANIA
45011
ADRIA (RO)
0
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
ISOLA ANTONIO
35139
PADOVA (PD)
ESCLUSA PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
PASTORE IRENE
35020
CASALSERUGO (PD)
ONCOLOGIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 BORGATO LUCIA
35035
MESTRINO (PD)
16,683
NOCERA SUPERIORE
2 BUCCINO EMILIA
84015
10,404
(SA)
ANGUILLARA
3 BARETTA ZORA
35022
9
VENETA (PD)
ORTOPEDIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 BALDAN SIMONA
35031
ABANO TERME (PD)
9,867
2 IACOBELLIS CLAUDIO
35121
PADOVA (PD)
9
3 KIOKIA ELENI
44019
VOGHIERA (FE)
8,144
4 ARMATO RICCARDO
38030
MAZZIN (TN)
7,9
5 FRANGOS CHRISTOS
35128
PADOVA (PD)
7
MONTEGROTTO
6 FIORASO MAURIZIO
35036
6,935
TERME (PD)
7 BONONI ALESSANDRO
30123
VENEZIA (VE)
6,652
8 CALABRESE ANTONIO
35030
6
116
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
3 CAPOTI COSIMO
35020
4
5
6
7
8
9
10
35128
35020
35142
35128
35133
36031
31011
CERVARESE SANTA
CROCE (PD)
ROSOLINA (RO)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
TRAPANI (TP)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
Comune Residenza
PADOVA (PD)
CENESELLI (RO)
PONTE SAN NICOLO'
(PD)
PADOVA (PD)
SAONARA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
PADOVA (PD)
DUEVILLE (VI)
ASOLO (TV)
35121
PADOVA (PD)
35124
44121
35142
40137
35122
35010
30030
PADOVA (PD)
FERRARA (FE)
PADOVA (PD)
BOLOGNA (BO)
PADOVA (PD)
VIGONZA (PD)
PIANIGA (VE)
35141
PADOVA (PD)
9 MORMILE MAURO
10 GALLIMBERTI GIORGIO
11 STARNELLA NICOLA
12 GALLUFFO SALVATORE
13 LO SCALZO VINCENZO
14 SPADA GIUSEPPE
OSTETRICIA E GINECOLOGIA
1 AGNELLO ANTONELLA
2 CROCIANI SILVANA
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
TOGNAZZA ENRICA
DEL CAMPO ALESSANDRA
BERGAMASCO CARLO
SCHIAVO ALESSANDRA
D'AGOSTINO GIULIA
RUSSO ANNA
PIERONI ANNA
VASOIN DE PROSPERI
FRANCESCA
SCIORTINO RITA
LA SCALA ARMANDO
SCAPINELLI ANNA CAROLA
TAGLIAVINI GIOVANNA
DAL MASO JACOPO
RAMPON MICHELA
CAROTI SOLVENIO
VELASCO CARANDENTE
JOSÈ MIGUEL
LEPORE LILIANA
DANESIN EMANUELA
ALESSI ALESSANDRA
45010
35131
35142
91100
35128
35126
Cap
35122
45030
82100
35133
35128
5
5
5
5
4,728
3
Punti
39,389
31,765
31,183
24,053
20,749
20,539
20,013
12,015
10,16
9
9
8,132
8
8
8
8
8
7
7
BENEVENTO (BN)
7
PADOVA (PD)
6
PADOVA (PD)
6
MONTEBELLUNA
23 SALMERI MARIA GRAZIA
31044
5
(TV)
24 BERTAZZO LAURA
35141
PADOVA (PD)
5
25 PISANELLO GIOVANNI
35126
PADOVA (PD)
3,837
26 SPADA ALESSANDRO
35126
PADOVA (PD)
3,519
27 FACCIOLI PIERO
35042
ESTE (PD)
3,284
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
SAN MARTINO DI
BASSAN EMMA
35018
LUPARI (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA NON CORREDATA DA COPIA DEL
DOCUMENTO D'IDENTITA'
SPADARO MARIA
35126
PADOVA (PD)
OTORINOLARINGOIATRIA
Cap
Comune Residenza
Punti
CASTELFRANCO
1 MOHANNA MARWAN
31033
34,915
VENETO (TV)
FIGLINE VALDARNO
2 ROCERETO ERMINIA
50063
32,699
(FI)
3 LORA LUCIA
35124
PADOVA (PD)
11,772
4 BEGHI ANDREA
44100
FERRARA (FE)
9,579
5 GALCERAN MARTA
35141
PADOVA (PD)
9,33
6 CARPENE' SILVIA
35030
9,233
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
117
_______________________________________________________________________________________________________
7 TURCO IVAN
RIMINI MARTUCCI
8
ALESSANDRO
9 SICILIAN BARBARA
35127
SELVAZZANO
DENTRO (PD)
PADOVA (PD)
8,833
35142
PADOVA (PD)
8,638
35133
PADOVA (PD)
8
MASERA' DI PADOVA
10 PAVIN ALESSANDRA
35020
7,069
(PD)
11 PRENCIPE RAFFAELLA
71043
MANFREDONIA (FG)
7
12 CAMPOLIETI GIOVANNI
35135
PADOVA (PD)
6
13 SANTORO RAFFAELLA
35010
BORGORICCO (PD)
6
MOTTA DI LIVENZA
14 FERMO SALVATORE
31045
6
(TV)
15 BARBERA SEBASTIANO
35142
PADOVA (PD)
5,058
16 TAVA GIULIA
35127
PADOVA (PD)
5
17 DOBROVOLSKYTE ROBERTA 35129
PADOVA (PD)
4,327
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
AGATI GIROLAMO
40131
BOLOGNA (BO)
PATOLOGIA CLINICA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 SERAFINI LAURA
30174
VENEZIA (VE)
9,926
PONTE SAN NICOLO'
2 RUZZA GRAZIA
35020
5
(PD)
PEDIATRIA
Cap
Comune Residenza
Punti
POMIGLIANO
1 ROMANO TIZIANA
80038
11
D'ARCO (NA)
2 CRIVELLARO CARLO
35141
PADOVA (PD)
10,244
3 PIERUCCI IPPOLITO
84079
TARANTO (TA)
9
NOVENTA
4 CAVICCHIOLI PAOLA
35027
8
PADOVANA (PD)
5 NAVARRA MARINA
30030
SCORZE' (VE)
8
6 LODATO ANTONIETTA
35010
VIGODARZERE (PD)
8
7 MESSINA DANIELA
35127
PADOVA (PD)
8
8 GRIFFITH PAUL FOSTER
30039
STRA (VE)
7
PNEUMOLOGIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 DONA' ALESSIA
35128
PADOVA (PD)
9,93
2 CONCAS ALESSANDRA
35128
PADOVA (PD)
9,216
3 ZANARDI ERIKA
35020
TRIBANO (PD)
9,102
VILLAFRANCA DI
4 MARCATILI PAOLO
37069
9
VERONA (VR)
5 CAZZUFFI RICCARDO
44034
COPPARO (FE)
8,672
MONTICELLO
6 CATTOZZO LUCA
36010
8
CONTE OTTO (VI)
SAN DONA' DI PIAVE
7 PIAZZA INNOCENTE
30027
6
(VE)
8 GNESINI GIULIA
45100
ROVIGO (RO)
5,168
9 MACII GIORGIO
35031
ABANO TERME (PD)
5
PSICHIATRIA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 MENARDI ALBERTO
45011
ADRIA (RO)
36,071
2 SERENA ELISA
35010
VIGODARZERE (PD) 14,633
3 LUCHETTI ALBERTO
00186
ROMA (RM)
9
4 DE MARI MASSIMO
35142
PADOVA (PD)
3
PSICOTERAPIA
Cap
Comune Residenza
Punti
ALTAVILLA
1 DALL'OLIO MARIA
36077
6
VICENTINA (VI)
RADIODIAGNOSTICA
Cap
Comune Residenza
Punti
1 LA CALCE CINZIA
35123
PADOVA (PD)
7
118
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
RADIOLOGIA
Cap
Comune Residenza
CARMIGNANO DI
1 BORDIGNON PAOLA
35010
BRENTA (PD)
2 PERUZZI FRANCESCO
35127
PADOVA (PD)
3 PASTORELLO LAURA
35030
BAONE (PD)
4 MOSCA MANUELA
65127
PESCARA (PE)
5 GALLIMBERTI LUCA
35030
BAONE (PD)
6 SINDONI VIRGINIO
36100
VICENZA (VI)
REUMATOLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 COMUNIAN CECILIA
35128
PADOVA (PD)
2 GRAVA CHIARA
32100
BELLUNO (BL)
3 CIPRIAN LUCA
30033
NOALE (VE)
4 VACCARO ELENA
30031
PIANIGA (VE)
5 CARDINALE GABRIELLA
35031
ABANO TERME (PD)
6 FURLAN ANTONIO
31033
ROSA' (VI)
MONTICELLO
7 RIATO LARA
36010
CONTE OTTO (VI)
8 CARRARO VALERIA
35122
PADOVA (PD)
9 VISENTIN MARIA SERENA
30030
SCORZE' (VE)
10 CIPRIAN MANUELA
32032
FELTRE (BL)
11 FRALLONARDO PAOLA
35143
PADOVA (PD)
BASSANO DEL
12 FAVERO MARTA
36061
GRAPPA (VI)
13 GATTAMELATA ANGELICA
04010
CORI (LT)
14 RIZZI ERMELINDA
35010
LIMENA (PD)
15 CONTESSA CRISTINA
36027
PADOVA (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
VEZZU' MARISTELLA
35031
ABANO TERME (PD)
ESCLUSO PER DOMANDA PRIVA DI SOTTOSCRIZIONE
RIZZO MICHELA
35121
PADOVA (PD)
SCIENZA
DELL'ALIMENTAZIONE E
Cap
Comune Residenza
DIETOLOGIA
1 MORELLO MICHELA
35138
PADOVA (PD)
2 TOGNANA GIULIA
35126
PADOVA (PD)
3 TONON MARIELLA
35128
PADOVA (PD)
TOSSICOLOGIA MEDICA
Cap
Comune Residenza
1 IANNUZZIELLO CAMILLA
41125
MODENA (MO)
UROLOGIA
Cap
Comune Residenza
1 SCARPELLI PASQUALE
87100
COSENZA (CS)
UROLOGIA
Cap
Comune Residenza
2 GOTTARDO FEDRA
30030
MARTELLAGO (VE)
3 MONTANTE GIUSEPPE
35125
PADOVA (PD)
4 OLIVA GAETANO
35129
PADOVA (PD)
5 PIZZOL LUCA
34042
ESTE (PD)
PIOVE DI SACCO
6 AGOSTINI ANDREA
35028
(PD)
REGGIO DI
7 CARBONE LUCA
89126
CALABRIA (RC)
Punti
14,854
9
7
5
5
3
Punti
35,215
20,4
15,412
15,072
14,585
14,574
12,595
11,445
9,724
9
8,597
8,446
8,377
8,23
8
Punti
17,087
8
7
Punti
9,598
Punti
12,918
Punti
11,76
9
8,312
8
8
7
Il Direttore Generale Dr. Urbano Brazzale
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
119
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 306622)
AZIENDA ULSS N. 16, PADOVA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di n. 1 posto di Dirigente Medico Disciplina: Medicina Interna (Area Medica e delle Specialità Mediche) Profilo Professionale: Medici - Ruolo Sanitario
da assegnare presso una delle seguenti sedi: S.C. Medicina del Presidio Ospedaliero Sant'Antonio e S.C. Medicina del
Presidio Ospedaliero "Immacolata Concezione" di Piove di Sacco
In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 1249 del 01/10/2015 è indetto concorso pubblico, per titoli ed
esami, per la copertura a tempo indeterminato di: n. 1 posto di Dirigente Medico - Disciplina:Medicina Interna (Area Medica e
delle Specialità Mediche) Profilo Professionale: Medici - Ruolo Sanitario da assegnare ad una delle seguenti sedi: S.C.
Medicina del Presidio Ospedaliero Sant'Antonio e S.C. Medicina del Presidio Ospedaliero "Immacolata Concezione" di Piove
di Sacco.
Il regime giuridico ed il trattamento economico sono stabiliti dal vigente C.C.N.L. per l'area della Dirigenza Medica e
Veterinaria del Servizio Sanitario Nazionale.
Le attribuzioni del profilo professionale sono quelle previste dall'art. 15 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, come modificato
ed integrato dal D.Lgs. 19 giugno 1999, n. 229 e successive modificazioni.
Il presente bando è disciplinato dalle norme di cui al D.Lgs. 30 dicembre1992 n. 502, al D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487, al
D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483, al D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni nonché dalla
normativa sul pubblico impiego in quanto compatibile.
L'Azienda garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro, ai sensi
dell'art. 7 del D.Lgs. n. 165/2001.
1.
Requisiti per l'ammissione
Al concorso sono ammessi i candidati dell'uno e dell'altro sesso (L. n. 125/1991, art. 4) in possesso dei seguenti requisiti:
Requisiti generali:
a. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell'Unione
Europea. Possono, altresì, partecipare al concorso pubblico ai sensi dell'art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001 e s.m.i. i
familiari dei cittadini di cui al comma 1 non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di
soggiorno o del diritto di soggiorno permanente e i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno
CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione
sussidiaria. I cittadini degli stati membri dell'Unione Europea devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e
politici anche nello stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento.
b. Idoneità fisica all'impiego, prima dell'immissione in servizio l'Azienda procederà a sottoporre a visita medica
preventiva preassuntiva il vincitore del concorso, ove previsto dalla normativa vigente.
Requisiti specifici:
c) titoli di studio:
• laurea in medicina e chirurgia;
• abilitazione all'esercizio dell'attività professionale;
• specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente ovvero specializzazione in
disciplina affine, come da individuazione con Decreti del Ministero della Salute 30 gennaio 1998 e 31 gennaio 1998 e
successive modificazioni ed integrazioni.
d) iscrizione all'albo dell'ordine dei medici-chirurghi. L'iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi
dell'Unione europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima
dell'assunzione in servizio.
Il personale del Ruolo Sanitario in servizio di ruolo alla data del 1/02/1998 (entrata in vigore del D.P.R. n. 483/1997) è esentato
dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto già ricoperto a tale data per la partecipazione ai concorsi
presso le Unità Sanitarie Locali e le Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza (art. 56, comma 2).
120
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all'estero dovranno allegare idonea documentazione attestante il
riconoscimento del proprio titolo di studio con quello italiano richiesto ai fini dell'ammissione, in conformità della vigente
normativa nazionale e comunitaria.
Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati
dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego stesso mediante la produzione di documenti
falsi o viziati da invalidità non sanabile.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione
della domanda di ammissione al concorso.
Il difetto anche di uno solo di tali requisiti comporta la non ammissione al concorso.
2.
Presentazione della domanda
La domanda di partecipazione al concorso, dovrà essere ESCLUSIVAMENTE PRODOTTA TRAMITE PROCEDURA
TELEMATICA, entro il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell'estratto del presente bando nella
Gazzetta Ufficiale; qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La procedura informatica per la presentazione delle domande sarà attiva a partire dal giorno successivo alla pubblicazione in
Gazzetta Ufficiale del presente bando, per estratto, e verrà disattivata tassativamente alle ore 24.00 del giorno di scadenza per
la presentazione della domanda. L'invio telematico della domanda dovrà pertanto avvenire entro le ore 24.00 della suddetta
data; dopo tale termine non sarà più possibile effettuare la compilazione della stessa.
Il termine di cui sopra è perentorio e, pertanto, saranno esclusi dal concorso i concorrenti le cui domande non siano state
inviate entro tali termini e secondo le modalità indicate al successivo punto 3.
Dopo il suddetto termine non è ammessa la produzione di altri titoli o documenti a corredo della domanda e non sarà più
possibile effettuare rettifiche o aggiunte.
La procedura di presentazione della domanda potrà essere effettuata 24 ore su 24 da qualsiasi postazione collegata alla rete
internet.
3.
Procedura di registrazione e di compilazione della domanda e dei relativi titoli per la partecipazione al concorso:
• collegarsi al sito www.ulss16.padova.it ;
• accedere al link Concorsi e Avvisi → Iscrizione on-line concorsi →cliccare su "se non sei ancora registrato accedi
alla pagina";
1. accedere alla pagina di registrazione ed inserire i dati richiesti. A seguito di questa operazione il programma invierà
una e-mail al candidato con le credenziali provvisorie (Username e Password) di accesso al sistema di iscrizione dei
concorsi on line;
2. collegarsi al link indicato nella email per modificare la Password ed ottenere quindi la registrazione;
3. ricollegarsi al portale www.ulss16padova.iscrizioneconcorsi.it e dopo aver inserito Username e Password sarà visibile
l'elenco dei concorsi attivi, il candidato pertanto deve cliccare sull'icona corrispondente al concorso al quale intende
iscriversi.
Il candidato accede così alla schermata di inserimento della domanda dove dovrà dichiarare il possesso dei
requisiti generali e specifici di ammissione;
4. proseguire con la compilazione delle ulteriori pagine di cui si compone il format che consentono l'indicazione di
ulteriori titoli da dichiarare o servizi presso ASL/P.A./attività didattica/corsi di aggiornamento/pubblicazioni/ecc.).
Le stesse pagine possono essere compilate in più momenti, il candidato può accedere a quanto inserito nel format e
modificare/aggiungere/correggere/cancellare i dati fino a quando non concluderà la compilazione cliccando su "Conferma
e invia iscrizione";
Il candidato riceverà una mail di "conferma di avvenuta iscrizione", con allegato pdf della domanda che dovrà essere
stampata, conservata ed esibita in sede di espletamento della prova scritta.
Il candidato dovrà, inoltre, presentarsi con copia della e-mail di iscrizione al concorso unitamente al documento di
riconoscimento con relativa fotocopia, ai fini del perfezionamento della domanda.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
121
_______________________________________________________________________________________________________
Si suggerisce di leggere attentamente LE ISTRUZIONI per l'uso della procedura di cui sopra presenti sul sito di iscrizione.
Le richieste di assistenza tecnica per errori nell'utilizzo della presente procedura non potranno essere soddisfatte nei tre
giorni antecedenti la scadenza dei termini per la presentazione delle domande.
Nella domanda, da inoltrare con le modalità sopra descritte, l'aspirante dovrà compilare, sotto la sua personale responsabilità ai
sensi del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, tutti i campi del Modulo di iscrizione on line.
In particolare il candidato deve precisare relativamente alla specializzazione richiesta per l'ammissione, nell'apposito campo,
l'Università presso la quale è stata conseguita e l'anno, l'esatta dicitura della disciplina (con eventuale indirizzo), se la stessa è
stata conseguita ai sensi del D. Lgs. 257/91 ovvero D.Lgs. 368/99 con l'indicazione della durata legale del corso in quanto
oggetto di valutazione.
L'Amministrazione declina sin d'ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del
recapito da parte degli aspiranti, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella
domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell'Amministrazione stessa.
Il candidato deve rendere note le eventuali variazioni di domicilio che si verifìchino durante la procedura concorsuale e
fìno all'esaurimento della stessa, comunicandole al seguente indirizzo: [email protected]
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio.
L'eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
I candidati portatori di handicap devono specificare l'ausilio necessario in relazione al loro handicap nonché l'eventuale
necessità di tempi aggiuntivi ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104.
4.
Documentazione da inviare a mezzo posta
Il candidato dovrà inviare in formato cartaceo solo la seguente documentazione con lettera accompagnatoria allegando una
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà e una fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità:
• documentazione comprovante i requisiti previsti al punto 1 lett. a) del presente bando che consentono ai cittadini
extracomunitari di partecipare al presente concorso (documento permesso di soggiorno);
• documentazione attestante l'equivalenza ai titoli italiani del proprio titolo di studio conseguito all'estero;
• copia delle eventuali pubblicazioni possedute e già dichiarate nel format on line (la vigente normativa richiede siano
edite a stampa) unitamente a dichiarazione di loro conformità all'originale ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
• richiesta cartacea del candidato con disabilità che abbia dichiarato nella domanda on line di avere necessità di ausili
e/o tempi aggiuntivi ai sensi dell'art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 contenente l'ausilio necessario in relazione
alla propria disabilità o la necessità di tempi aggiuntivi per l'espletamento delle prove d'esame con allegata adeguata
certificazione medica rilasciata da struttura sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilità denunciata. Il mancato
invio della richiesta comporterà la perdita del beneficio.
La suddetta documentazione dovrà pervenire entro il termine di presentazione delle candidature prevista dal presente bando.
5.
Modalità di presentazione documentazione integrativa
Per la presentazione della sopra citata documentazione (punto 4 del bando) sono ammesse le seguenti modalità:
• presentazione a mano in busta chiusa entro la scadenza del bando indirizzata al Direttore Generale dell'Azienda ULSS
16, Via E. degli Scrovegni, 14 - 35131 PADOVA specificando sul frontespizio della busta il concorso per il quale si è
inoltrato la domanda. L'orario di apertura dell'Ufficio Protocollo è il seguente: dal lunedì al giovedì dalle 8,30 -13.00 14.30 - 17.00 venerdì 8.30 - 14.00.
• spedizione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso fa fede la data di spedizione comprovata dal
timbro a data dell'ufficio postale accettante. Sul frontespizio della busta, oltre al mittente il candidato deve indicare la
dicitura con il concorso al quale intende partecipare:.
• a mezzo pec al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) aziendale: [email protected] La
validità di tale invio è subordinata all'utilizzo, da parte del candidato, di una casella di posta elettronica certificata
personale. Non sarà pertanto ritenuto valido l'invio da casella di posta elettronica certificata diversa da quella
personale né da casella di posta elettronica ordinaria anche se indirizzata all'indirizzo di posta elettronica certificata
sopra indicato. La documentazione deve essere allegata in formato PDF.
122
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Costituiscono motivi di esclusione
• La mancanza dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente bando di concorso.
• La presentazione della domanda con modalità diverse da quelle previste dal presente bando e/o con data successiva
alla scadenza.
6.
Valutazione dei titoli
I titoli sono valutati dalla Commissione esaminatrice, ai sensi degli artt. 20, 21, 22, 23 e 27 del D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 483
e successive modificazioni.
In particolare, ai sensi dell'art. 27 del predetto decreto, la Commissione dispone di 20 punti così ripartiti:
a. titoli di carriera: 10
b. titoli accademici e di studio: 3
c. pubblicazioni e titoli scientifici: 3
d. curriculum formativo e professionale: 4
Titoli di carriera (max p. 10)
a) servizi di ruolo prestati presso le unità sanitarie locali o le aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22
e 23:
1. servizio nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore, nella disciplina, punti 1,00 per anno;
2. servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,50 per anno;
3. servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del
25 e del 50 per cento;
4. servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi di cui sopra aumentati del 20 per cento;
b) servizio di ruolo quale medico presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti,
punti 0, 50 per anno.
I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, prestati presso le Forze
armate e nell'Arma dei carabinieri sono valutati con i corrispondenti punteggi previsti per i concorsi disciplinati dal più volte
citato D.P.R. n. 483/1997 per i servizi presso pubbliche amministrazioni.
Per le attività espletate in base a rapporti convenzionali di cui all'art. 21 comma 1 del predetto decreto, i relativi certificati di
servizio devono contenere l'indicazione dell'orario di attività settimanale.
Titoli accademici e di studio ( max p. 3)
a. specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, punti 1,00;
b. specializzazione in una disciplina affine, punti 0,50;
c. specializzazione in altra disciplina, punti 0,25;
d. altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50 per cento;
e. altre lauree, oltre quella richiesta per l'ammissione al concorso comprese tra quelle previste per l'appartenenza al ruolo
sanitario, punti 0,50 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,00.
Per la valutazione delle pubblicazioni e titoli scientifici (max punti 3) nonché del curriculum formativo e professionale (max
punti 4), si applicano i criteri previsti dall'art. 11 del decreto n. 483/1997.
7.
Commissione esaminatrice e prove d'esame
La Commissione sarà costituita come stabilito dagli articoli 5, 6 e 25 del D.P.R. n. 483/1997.
Le prove d'esame sono le seguenti:
Prova scritta (max punti 30):
relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a
risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
123
_______________________________________________________________________________________________________
Prova pratica (max punti 30):
su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata
schematicamente per iscritto.
Prova orale (max punti 20):
sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. In occasione della
prova orale è accertata la conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse Nell'ambito
della prova orale è altresì accertata la conoscenza, almeno a livello iniziale, della lingua straniera, scelta dai candidati tra quelle
indicate nel bando, attraverso la lettura e la traduzione di testi. Del giudizio conclusivo di tale verifica si tiene conto ai fini
della determinazione del voto relativo alla prova orale.
La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati, a cura della Commissione esaminatrice, con
lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per l'espletamento delle medesime.
Ove la Commissione stabilisca di non procedere nello stesso giorno all'effettuazione di tutte le prove, la data delle stesse sarà
comunicata ai concorrenti, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell'inizio
delle prove scritte ed almeno venti giorni prima di quello della prova orale.
Il superamento di ciascuna delle previste prove d'esame è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza,
corrispondente a 21/30 per la prova scritta e per la prova pratica e 14/20 per la prova orale.
La valutazione di merito delle prove giudicate sufficienti è espressa da un punteggio compreso tra quello minimo per ottenere
la sufficienza e quello massimo attribuibile per ciascuna prova.
L'ammissione alla prova pratica è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta.
L'ammissione alla prova orale è subordinata al conseguimento di una valutazione di sufficienza nella prova pratica.
I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nell'ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati
esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dell'assenza anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
8.
Graduatoria, titoli di precedenza e preferenza
Al termine delle prove d'esame, la Commissione esaminatrice formula la graduatoria di merito dei candidati. E' escluso dalla
graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove d'esame.
La graduatoria di merito è formata secondo l'ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con
l'osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall'art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e successive modificazioni ed
integrazioni.
Per quanto riguarda la riserva dei posti e le precedenze nella assunzione, sono fatte salve le vigenti disposizioni di legge in
materia. Si precisa al riguardo che, ai sensi dell'art. 2, comma 3, del D.P.R. n. 483/1997, il numero dei posti riservati previsti da
leggi speciali in favore di particolari categorie di cittadini non può complessivamente superare la percentuale del 30% dei posti
messi a concorso.
Il Direttore Generale dell'Azienda, riconosciuta la regolarità degli atti, provvede con propria deliberazione all'approvazione
della graduatoria dei candidati idonei e alla dichiarazione del vincitore.
La graduatoria sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e nel sito internet aziendale nella sezione
"concorsi e avvisi" - "graduatorie".
La graduatoria rimarrà valida per un triennio dalla data di approvazione da parte dell'Azienda, fatte salve le eventuali
disposizioni di legge di ulteriore proroga di validità.
9.
Adempimenti del vincitore e conferimento del posto
Il candidato dichiarato vincitore sarà invitato dall'Azienda, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare i
documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione al concorso e i documenti richiesti per
l'assunzione, entro 30 giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al
concorso stesso.
124
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
L'Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del relativo contratto nel quale sarà indicata la data di
presa servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio. Scaduto inutilmente il termine fissato
non si darà luogo alla stipulazione del predetto contratto.
E', in ogni modo, condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l'annullamento della procedura concorsuale
che ne costituisce il presupposto.
La conferma dell'assunzione, a tutti gli effetti, sarà acquisita dopo il superamento con esito favorevole del periodo di prova,
pari a mesi sei, che non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza.
10.
Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003 (codice privacy)
L'Azienda, in qualità di titolare del trattamento dei dati personali, nella persona del Direttore Generale pro - tempore, La
informa che i dati personali ed eventualmente sensibili, raccolti con la domanda di partecipazione al concorso pubblico saranno
trattati esclusivamente per lo svolgimento delle procedure descritte nel bando, finalizzate alla predisposizione della relativa
graduatoria, nonché per i controlli, previsti dall'art. 71 del DPR 445/2000, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di
certificazioni o di atti di notorietà.
I dati saranno trattati dagli incaricati dell'ufficio responsabile della procedura e dai membri della commissione giudicatrice
all'uopo nominata, sia su supporto cartaceo che con l'ausilio di strumenti elettronici, nel rispetto delle regole previste dal codice
privacy.
Nell'evidenziare che il conferimento all'Azienda dei dati personali ed eventualmente sensibili richiesti, ha natura obbligatoria,
si precisa che il mancato conferimento degli stessi comporterà l'esclusione dal concorso pubblico.
Completata la procedura concorsuale, la documentazione presentata dai candidati potrà essere ritirata, previa richiesta da
presentare all'ufficio responsabile della procedura concorsuale, a partire dal centoventunesimo giorno successivo alla
pubblicazione della graduatoria all'albo dell'Azienda, salva l'ipotesi in cui siano stati presentati ricorsi per l'annullamento della
procedura stessa.
L'eventuale trattamento di dati idonei a rivelare lo stato di salute potrà avvenire nei casi specifici in cui il candidato presenti
una causa di preferenza ovvero appartenga a categorie protette o chieda il rispetto delle condizioni sulla parità di accesso ai
concorsi pubblici.
L'Azienda informa, infine, che in qualità di interessato al trattamento, potrà esercitare in qualsiasi momento i diritti previsti
dall'art. 7 del D.Lgs. 30/06/2003, n. 196, tra i quali: accedere ai propri dati, richiederne la modifica o la cancellazione oppure
opporsi in tutto o in parte al loro utilizzo per motivi legittimi - presentando apposita istanza al responsabile del trattamento dei
dati, nella persona del Direttore della Struttura Complessa Amministrazione del Personale.
11.
Norme finali
Ferme restando le sanzioni penali previste dall'art.76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, per le ipotesi di falsità in atti e
dichiarazioni mendaci, qualora dal controllo sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dai concorrenti emerga la non
veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento
emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75).
L'Azienda si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso o parte di esso, qualora ne rilevasse la
necessità o l'opportunità per ragioni di pubblico interesse.
Con la partecipazione al concorso, è implicita da parte dei concorrenti l'accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e
precisazioni del presente bando, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del
personale delle Aziende Ospedaliere e delle Unità Sanitarie Locali. Per quanto non espressamente previsto dal bando e dalla
normativa in esso richiamata si fa riferimento alle norme vigenti in materia concorsuale.
Le operazioni di sorteggio per la composizione della commissione esaminatrice avranno luogo alle ore 10.00 dell'ottavo
giorno successivo alla chiusura del presente bando, esclusa la giornata di sabato, domenica ed ogni altra festività, presso la S.C.
Amm.ne del Personale dell'Azienda ULSS n. 16 di Padova. Qualora sia accertata l'impossibilità degli estratti di far parte della
Commissione verrà effettuato un nuovo sorteggio dopo ulteriori 20 giorni alle ore 10.00 presso la stessa sede.
12.
Restituzione dei documenti e dei titoli
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
125
_______________________________________________________________________________________________________
La documentazione presentata potrà essere ritirata personalmente (o da incaricato munito di delega) solo dopo 120 gg dalla
data di approvazione della delibera di nomina del vincitore. La restituzione dei documenti presentati potrà avvenire anche
prima del suddetto termine per l'aspirante non presentatosi alle prove. La documentazione, inviata a mezzo del servizio postale,
che non verrà ritirata dopo 30 gg dal succitato termine, verrà recapitata al domicilio. Trascorsi 10 anni dalla data di
approvazione della delibera di nomina del vincitore, la documentazione è inviata al macero.
Per informazioni telefoniche rivolgersi alla S.C. Amministrazione del Personale/Procedure Concorsuali - Via E. Degli
Scrovegni 14 - 35131 PADOVA - Telefono 049/821.8208 - 4704 - 1540 - lunedì, mercoledì e venerdi dalle ore 10.00 alle
ore 12.00.
"Esente da bollo ai sensi del D.P.R. 26/10/1972, N. 642 e successive modificazioni".
Il Direttore Generale Dott. Urbano Brazzale
126
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309182)
AZIENDA ULSS N. 17, ESTE (PADOVA)
Avviso pubblico, per soli titoli, per dirigente medico - disciplina di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza.
In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 996 del 14.10.2015 è indetto il suddetto avviso pubblico, per soli
titoli, per l'assunzione a tempo determinato presso questa ULSS.
La domanda di partecipazione all'avviso, redatta su carta semplice ed indirizzata al Direttore Generale dell'ULSS 17 - via
Albere, 30 - 35043 MONSELICE - dovrà pervenire perentoriamente entro il ventesimo giorno successivo alla data di
pubblicazione del presente avviso, per estratto, sul BUR della Regione Veneto.
Per le domande inoltrate a mezzo del servizio postale, la data di spedizione è comprovata dal timbro a data dell'ufficio postale
accettante.
Il mancato rispetto del termine per la presentazione delle domande, da parte dei candidati, comporta la non ammissibilità
all'avviso.
Per ricevere copia integrale del presente avviso rivolgersi all'ULSS 17 - U.O.C. Gestione del Personale - Monselice - tel.
0429/788758 dal lunedì al venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,00 oppure consultare il sito internet: www.ulss17.it - area
concorsi e avvisi.
Il direttore generale
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
127
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309181)
COMUNE DI CERVARESE SANTA CROCE (PADOVA)
Avviso di mobilità esterna riservata esclusivamente al personale di ruolo degli enti di area vasta, per la copertura di
un posto a tempo pieno ed indeterminato - cat. B, collaboratore amministrativo a cui attribuire anche le funzioni di
messo comunale.
Requisiti richiesti: rapporto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato in corso presso Province o Città metropolitane inquadrati
nella medesima categoria giuridica e con profilo professionale di esecutore/collaboratore amministrativo o equipollenti;
Possesso di patente di Cat. B;
Termine per la presentazione delle domande: entro e non oltre le ore 12:30 del 26 novembre 2015.
L'avviso integrale e il modulo di domanda sono pubblicati all'Albo Pretorio on-line del Comune e possono essere consultati ed
acquisiti sul sito internet www.comune.cervarese.pd.it .
Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Segreteria del Comune di Cervarese Santa Croce (PD) - P.zza A.Moro, 9 Tel.
049/9915100 (e-mail [email protected]).
Il Funzionario Area Amministrativa Dott. Claudio Maritan
128
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309084)
IPAB C.S.A. CHIOGGIA "FELICE FEDERICO CASSON", CHIOGGIA (VENEZIA)
Avviso pubblico, di mobilità volontaria per la copertura di n. 4 posti di operatore di assistenza a tempo parziale
50% (pari a 18 ore settimanali) ed indeterminato (cat. b1) ex art 30 del d.lgs 165/2001, per colloquio individuale (prova
orale) se il numero di candidati sarà inferiore a 50 o a prova scritta con domande a risposta multipla e/o aperte nelle
stesse materie previste per la prova orale, se il numero di candidati sarà uguale o superiore a 50.
Requisiti di ammissione:
1. Età minima di 18 anni compiuti alla data di approvazione del presente bando;
2. Essere dipendente, con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato pieno o parziale presso una delle
Pubbliche Amministrazioni di cui all'art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni,
con inquadramento in Cat. B1 del personale del Comparto "Regioni - Autonomie Locali" con profilo di "operatore
addetto all'assistenza" e di aver superato il periodo di prova con il vincolo di accettare la trasformazione in
rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale in caso di chiamata in servizio;
3. Essere in possesso della licenza della scuola dell'obbligo e attestato di qualifica professionale di "Operatore Socio
Sanitario" (o di operatore addetto all'assistenza o altri titoli dichiarati equipollenti dalla Regione Veneto);
4. Essere in possesso della Patente di guida
5. Non avere subito sanzioni disciplinari superiori alla censura nel corso degli ultimi 2 anni.
Scadenza: entro le ore 12,00 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino
Ufficiale della Regione Veneto.
Per qualsiasi informazione in merito rivolgersi all'Ufficio Personale dell'Ente 0414966855.
Il bando di selezione è consultabile al sito www.ipachioggia.it.
IL DIRETTORE Dott. Daniele Roccon
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
129
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309423)
IPAB CASA DI RIPOSO "DOTT. UMBERTO ED ALICE TASSONI", CORNEDO VICENTINO (VICENZA)
Avviso pubblico di selezione in procedura di mobilità, per la copertura di n. 6 posti in ruolo di OPERATORE
SOCIO SANITARIO a tempo pieno - cat. B CCNL Enti Locali 2008/2009.
Bando e modulo domanda scaricabili dal sito dell'Ente: www.casatassoni.it.
La selezione sarà per colloquio.
Termine di scadenza per la presentazione delle domande: h. 12.00 del 20/11/2015.
ll colloquio individuale si terrà presso la sede della Casa di Riposo il giorno 10/12/2015 a partire dalle ore 09.30.
Il Segretario direttore dr. Stefano Garbin
130
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309093)
IPAB ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI "VILLA SPADA", CAPRINO VERONESE (VERONA)
Avviso di mobilità volontaria per la copertura di 1 posto di "Fisioterapista" a tempo pieno - tempo indeterminato
(cat. C1 - CCNL Regioni e Autonomie Locali).
REQUISITI RICHIESTI 1. Dipendenti a tempo pieno - tempo indeterminato - cat. C1 - presso le Pubbliche Amministrazioni di
cui all'art. 1 e 2 del D. Lgs. 165/2001 2. Profilo professionale di Fisioterapista; 3. Titolo di studio: Laurea in fisioterapia
(L/SNT2) o titolo equipollente 4. idoneità fisica per il profilo da ricoprire, senza limitazioni allo svolgimento delle funzioni
previste
SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE : ORE 12.00 DEL 25/11/2015
La valutazione delle candidature presentate avverrà sulla base di colloquio individuale, nella data e ora comunicate secondo le
modalità di cui all'avviso pubblicato nel sito istituzionale dell'Ente www.villaspada.vr.it - Amministrazione trasparente - bandi
di concorso.
Il presente avviso non vincola in alcun modo l'I.A.A. "Villa Spada" che si riserva di valutare a proprio insindacabile giudizio le
domande pervenute.
INFORMAZIONI : Ufficio del Personale tel. 045/6230288-1
IL SEGRETARIO DIRETTORE MARIO RAG.FINETTO
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
131
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309094)
IPAB ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI "VILLA SPADA", CAPRINO VERONESE (VERONA)
Avviso di mobilità volontaria per la copertura di 1 posto di "Infermiere Professionale" a tempo pieno - tempo
indeterminato (cat. C1 - CCNL Regioni e Autonomie Locali).
REQUISITI RICHIESTI 1. Dipendenti a tempo pieno - tempo indeterminato - cat. C1 - presso le Pubbliche Amministrazioni di
cui all'art. 1 e 2 del D. Lgs. 165/2001 2. Profilo professionale di infermiere professionale; 3. Titolo di studio: Laurea delle
Professioni Sanitarie in Scienze infermieristiche (L/SNT01) o titolo equipollente 4. Iscrizione all'albo professionale (IPASVI)
5. idoneità fisica per il profilo da ricoprire, senza limitazioni allo svolgimento delle funzioni previste
SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE : ORE 12.00 DEL 25/11/2015
La valutazione delle candidature presentate avverrà sulla base di colloquio individuale, nella data e ora comunicate secondo le
modalità di cui all'avviso pubblicato nel sito istituzionale dell'Ente www.villaspada.vr.it - Amministrazione trasparente - bandi
di concorso.
Il presente avviso non vincola in alcun modo l'I.A.A. "Villa Spada" che si riserva di valutare a proprio insindacabile giudizio le
domande pervenute.
INFORMAZIONI : Ufficio del Personale tel. 045/6230288-1
IL SEGRETARIO DIRETTORE MARIO RAG.FINETTO
132
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309292)
IPAB ISTITUTO PER ANZIANI "CASA DE BATTISTI", CEREA (VERONA)
Avviso pubblico di selezione comparativa per la formazione di un elenco di candidati per il conferimento a tempo
determinato per anni cinque di un incarico dirigenziale ai sensi dell'art. 19 comma 6 del d. lgs 165/2001
Requisiti per l'ammissione alla selezione
Possono partecipare alla selezione (coloro che abbiano entrambi i requisiti A e B):
A) coloro che sono in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio:
Diploma di laurea in (ordinamento previgente al D.M. 509/99 ): Economia Aziendale o Economia delle amministrazioni
pubbliche e delle istituzioni internazionali o Economia e commercio o Economia e finanza o Economia e gestione dei servizi o
Economia politica o Giurisprudenza o Scienze dell'Amministrazione o Scienze politiche o altri titoli equipollenti.
Laurea specialistica (ordinamento successivo al D.M. 509/99 ) appartenenti alle classi: 84/S Scienze economico - aziendali o
64/S Scienze dell'economia o 19/S Finanza o 22/S Giurisprudenza, 102/S Teoria e tecniche della normazione e
dell'informazione giuridica, o 71/S Scienze delle pubbliche Amministrazioni o 57/S Programmazione e gestione delle politiche
e dei servizi sociali o 60/S Relazioni internazionali.
Laurea magistrale (ordinamento DM 270/04 ) appartenenti alle classi: LM - 56 Scienze dell'economia o LM - 77 Scienze
economico - aziendale o LM - 16 Finanza o LMG/01 Giurisprudenza o LM - 63 Scienze delle pubbliche amministrazioni o LM
- 87 Servizio sociale e politiche sociali o LM - 52 Relazioni Internazionali.
B) coloro che rientrino in una delle sotto elencate categorie:
B1) coloro che hanno maturato almeno 5 anni di anzianità di servizio, alle dipendenze (con contratto a tempo determinato o
indeterminato) di strutture socio - sanitarie pubbliche, che erogano direttamente tali servizi, in posizioni dirigenziali pubbliche
oppure in posizioni funzionali previste per l'accesso alla dirigenza pubblica (es. Categoria D);
B2) coloro che hanno maturato almeno 5 anni di anzianità di servizio, alle dipendenze (con contratto a tempo determinato o
indeterminato) di strutture socio - sanitarie di Enti o Società di Diritto privato, che erogano direttamente tali servizi con
funzioni dirigenziali.
Temine di presentazione delle domande: ore 12.00 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente
avviso sul BUR del Veneto.
Calendario delle prove: la sede, la data e l'ora delle prove verrà comunicata mediante pubblicazione sul sito internet dell'Ente
(www.casadebattisti.eu - Appalti e Concorsi - Bandi di Concorso).
Il bando completo è disponibile sul sito: www.casadebattisti.eu - Appalti e Concorsi - Bandi di Concorso.
Per informazioni rivolgersi agli Uffici Amministrativi al n. 0442/80311 o all'indirizzo e-mail [email protected]
Il Presidente Sganzerla Rag. Gianni
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
133
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308483)
PROVINCIA DI VICENZA
L.r. 30/luglio 1996 n. 22 - Bando per l'ammissione all'esame per l'accertamento dei requisiti d'idoneità per
l'iscrizione al ruolo dei conducenti di veicoli adibiti a servizi di trasporto pubblico non di linea per via di terra (taxi e
noleggio con conducente effettuati con autovettura, motocarrozzetta e veicoli a trazione animale). Sessione 2015
Bando per l'ammissione all'esame per l'accertamento dei requisiti d'idoneità per l'iscrizione al ruolo dei conducenti di veicoli
adibiti a servizi di trasporto pubblico non di linea per via di terra (taxi e noleggio con conducente effettuati con autovettura,
motocarrozzetta e veicoli a trazione animale). la domanda di ammissione a sostenere l'esame di idoneità dovrà essere
presentata, in bollo e con le modalità indicate nel bando integrale, al seguente indirizzo: Provincia di Vicenza - Segreteria della
commissione tecnica trasporti - Contrà SS. Apostoli n. 18 - Vicenza, entro e non oltre le ore 12.30 del 30 novembre 2015.
Copia del bando integrale è disponibile presso : Area servizio al cittadino e al territorio - Servizio trasporti, Contrà SS.
Apostoli n. 18 Vicenza (tel. 0444/908383- fax 0444/908400).
Vicenza, lì 12/10/2015
Il Dirigente Arch. Sandra Brentan
134
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
APPALTI
Bandi e avvisi di gara
(Codice interno: 309504)
REGIONE DEL VENETO
Bando di gara per l'affidamento del servizio di supporto tecnico informatico per la realizzazione di rassegna stampa
e video rassegna quotidiane e per l'archiviazione di materiale video prodotto dall'ufficio stampa del Consiglio regionale
del Veneto.
1) Ente appaltante: Consiglio regionale del Veneto, Palazzo Ferro-Fini - Calle Larga XXII Marzo, 2322 - 30124 Venezia.
Indirizzo internet: www.consiglioveneto.it
Punto di contatto: Ufficio Stampa e comunicazione, Palazzo Ferro Fini, telefono 041 2701261, telefax 041 2701268, indirizzo
e-mail: [email protected]
La documentazione di gara è reperibile presso il punto di contatto di cui sopra e può comunque essere acquisita attraverso la
consultazione del sito www.consiglioveneto.it (percorso homepage/Bandi e Avvisi/Bandi di gara).
Ulteriori informazioni sono disponibili presso il punto di contatto di cui sopra.
2) Oggetto dell'appalto: servizi di rassegna stampa generalmente intesi, nel cui ambito rientra la redazione della rassegna
stampa tradizionale, la redazione della video rassegna e l'archiviazione di materiale video prodotto dall'Ufficio stampa del
Consiglio regionale nonché altre attività di rassegna, come descritti in dettaglio nel capitolato tecnico.
a) Descrizione: CPV 92312211-3.
b) Durata dell'appalto: 2 (due) anni dalla data indicata nel contratto, con possibilità per il CRV di chiedere l'eventuale rinnovo
del contratto, alle medesime condizioni giuridiche ed economiche, per ulteriori anni 2 (due).
c) L'importo complessivo a base d'asta dell'appalto per i servizi ammonta, per la durata massima di 4 (quattro) anni, a Euro
1.200.000,00 (euro unmilioneduecentomila/00), al netto di IVA (CIG 6425488071).
L'importo degli oneri della sicurezza è stato valutato pari a euro 0,00.
d) Luogo di esecuzione della prestazione del servizio: Venezia, ITD35.
e) Divisione in lotti: no.
f)
Non sono ammesse varianti.
3) Procedura di aggiudicazione: servizio escluso ai sensi dell'articolo 20 e 27 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 aggiudicato
mediante procedura di gara aperta, ai sensi dell'articolo 3, comma 37, e articolo 55, del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163.
4) Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'articolo 83 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n.
163, in base ai criteri indicati nel Disciplinare di gara.
5)
Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico:
a) Condizioni di partecipazione: a pena di esclusione dalla procedura, ciascun concorrente deve soddisfare, anche in base a
quanto previsto nel Disciplinare di gara, le seguenti condizioni:
a.1. accettazione delle norme del bando, del Capitolato speciale d'appalto e del Disciplinare di gara;
a.2. possesso dei requisiti generali di cui all'articolo 38 del D.Lgs 12 aprile 2006 n. 163;
a.3. iscrizione nel registro delle Imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura o registri
professionali/commerciali dello Stato di residenza, se Stato dell'U.E., ai sensi dell'articolo 39 del D.Lgs. 163/2006, per l'attività
oggetto dell'appalto;
a.4. certificazione di qualità UNI EN ISO 9001/2008 per l'attività oggetto dell'appalto;
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
135
_______________________________________________________________________________________________________
a.5. garanzia provvisoria pari a Euro 24.000,00 (euro ventiquattromila/00), costituita nei modi previsti dall'articolo 75 del
D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163;
a.7
impegno di un fideiussore a rilasciare garanzia definitiva per l'esecuzione del contratto.
b) Capacità economica - finanziaria: requisiti richiesti a pena di esclusione:
b.1. attestazione di almeno due istituti bancari operanti negli Stati membri dell'U.E. circa la capacità economica e finanziaria
dell'impresa concorrente ai fini dell'assunzione dell'appalto in oggetto;
c)
Capacità tecnica - professionale: requisiti richiesti a pena di esclusione:
c.1 regolare svolgimento di almeno un servizio inerente la selezione, indicizzazione, registrazione, pubblicazione di
informazioni di tipo giornalistico sia su supporto cartaceo e analogico che su supporto digitale, nel triennio 2012 - 2014, con
indicazione dell'oggetto, delle date di inizio e ultimazione, dei destinatari pubblici e dei relativi importi al netto di IVA, per un
importo complessivo per almeno un servizio, nel triennio 2012 - 2014, non inferiore a Euro 400.000,00.
6) E' ammessa la partecipazione di imprese raggruppate/raggruppande e di consorzi di imprese con l'osservanza della
disciplina del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163. Non è ammesso che un'impresa partecipi alla gara singolarmente e quale
componente di un R.T.I. o di un Consorzio, né che faccia parte di R.T.I. o Consorzi diversi, pena l'esclusione dell'impresa
medesima, del R.T.I. e del Consorzio al quale l'impresa partecipa.
7) Altre informazioni:
a) Scadenza fissata per la ricezione delle offerte a pena di esclusione:
il giorno 23 novembre 2015, ore 13:00 all'indirizzo di cui al punto 1) del bando.
b) Lingua: italiano.
c) Sono ammesse ad assistere all'apertura dell'offerta i legali rappresentanti dei concorrenti o persone in possesso di delega.
d) Termine e luogo per l'apertura delle offerte: la gara si terrà in seduta pubblica presso la sede del Consiglio regionale del
Veneto, Palazzo Ferro Fini, Calle Larga XXII Marzo, 2322, 30124 VENEZIA. La data della seduta verrà comunicata agli
operatori economici concorrenti a mezzo pec.
e) L'offerente è vincolato alla propria offerta per un periodo di 180 giorni dalla presentazione della stessa.
f) Il plico, contenente la domanda di partecipazione, i documenti allegati e le offerte, dovrà pervenire a pena di esclusione,
secondo le modalità descritte nel Disciplinare di gara.
Non saranno in alcun caso presi in considerazione i plichi pervenuti oltre il termine perentorio di scadenza sopra indicato,
anche indipendentemente dalla volontà del concorrente ed anche se spediti prima del termine medesimo; ciò vale anche per i
plichi inviati a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento a nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro
dell'ufficio postale accettante. Tali plichi non verranno aperti e verranno considerati come non consegnati.
Il Consiglio regionale è esonerato da ogni responsabilità per eventuali ritardi nel recapito rispetto al termine sopra indicato o
per recapiti fatti ad uffici regionali diversi dalla struttura competente.
Difformità, incompletezze od omissioni rispetto a quanto disposto nel Bando, nel Capitolato speciale d'appalto e nel
Disciplinare di gara comporteranno la non accettazione della domanda.
g) Non sono ammesse, a pena di esclusione dalla gara, offerte parziali, alternative, condizionate, plurime, o difformi rispetto a
quanto indicato nel Capitolato speciale d'appalto o che modificano le condizioni del Capitolato speciale medesimo.
Si farà luogo ad esclusione dalla gara nel caso di offerte incomplete o espresse in modo indeterminato o con riferimento ad
offerte relative ad altro appalto e in tutte le ulteriori ipotesi previste dal Bando e dal Disciplinare di gara.
h) Il Consiglio regionale si riserva la facoltà di procedere all'aggiudicazione anche nel caso in cui pervenga una sola offerta o
una sola di quella pervenute venga riconosciuta valida dalla Commissione Giudicatrice; inoltre il Consiglio regionale si riserva
la facoltà, a proprio insindacabile giudizio, di non procedere all'aggiudicazione per motivi di opportunità e/o convenienza e di
rigettare eventuali offerte anomale.
136
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
8) Il responsabile del procedimento è il dott. Roberto Valente, dirigente capo del Servizio attività e rapporti istituzionali del
Consiglio regionale del Veneto.
9) Procedure di ricorso: avanti il Tribunale amministrativo regionale del Veneto, nei termini e secondo le formalità di cui agli
articoli 243 bis e seguenti del D.Lgs. 163/2006.
Il responsabile del procedimento dott. Roberto Valente
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
137
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309089)
COMUNE DI SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di un lotto edificabile sito in via Baron.
Il giorno 24/11/15 alle ore 9.30, presso la sede municipale, Piazza Indipendenza 13 - avrà luogo l'asta pubblica per
l'alienazione di n. 1 lotto edificabile in via Baron.
LOTTO N. FG MAPPALE
266
40
886
SUPERFICIE
catastale
MQ. 4.106
SUPERFICIE
PREZZO A BASE
NETTA DI
D'ASTA
PAVIMENTO
MQ. 2.400
Euro 595.820,00
L'asta sarà effettuata ad offerte segrete senza alcun limite all'aumento; l'aggiudicazione avverrà a favore del soggetto che
offrirà il prezzo più alto rispetto a quello posto a base d'asta.
Per partecipare alla gara il concorrente (persone fisica o giuridica) dovrà far pervenire al protocollo del Comune di San Donà di
Piave, Piazza Indipendenza 13 - 30027 San Donà di Piave (VE), entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 23/11/15 un plico
contenente la domanda, la cauzione e l'offerta economica in apposita busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura.
L'avviso integrale è pubblicato all'Albo Pretorio on-line del Comune di San Donà di Piave e sul sito internet del Comune:
www.sandonadipiave.net. Copia dell'avviso e informazioni possono essere richieste al Comune di San Donà di Piave - ufficio
"E.R.P.- Edilizia Residenziale Pubblica" dalle ore 8.30 alle 12.00 di lunedì - mercoledì e venerdì (0421/590408 -0421/590424);
e-mail: [email protected]
Il Dirigente Arch. Danilo Gerotto
138
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
AVVISI
(Codice interno: 309505)
REGIONE DEL VENETO
Area Sanita' e Sociale. Avviso per la presentazione di proposte di candidatura per la nomina a Componente del
Comitato Regionale di Bioetica.
IL DIRETTORE GENERALE
VISTA la DGR n. 4049 del 22 dicembre 2004, concernente interventi in materia di bioetica e istituzionalizzazione del
Comitato Regionale per la Bioetica, definito "organismo di consulenza della Giunta Regionale afferente l'Assessorato alle
Politiche Sanitarie", altresì, prevedendone la composizione e stabilendo che alla nomina dei Componenti in carica per tre anni,
rinnovabili, nonché alle relative sostituzioni provvede il Presidente della Giunta Regionale con proprio decreto;
VISTI i decreti del Presidente della Giunta Regionale n. 53 del 16 marzo 2010, n. 175 del 26 agosto 2011 e n. 15 dell'11
febbraio 2013, concernenti la nomina dei Componenti del Comitato Regionale di Bioetica;
VISTA la DGR n. 304 del 10 marzo 2015 con la quale è stato prorogato il Comitato Regionale per la Bioetica nella sua attuale
composizione sino al 30 settembre 2015;
VISTA la DGR n. 983 del 17 giugno 2014, contenente disposizioni di riordino del Comitato Regionale di Bioetica, volte a
ridefinirne funzioni e composizione;
VISTO, in particolare, che la DGR n. 983/2014 ha confermato che alla nomina dei Componenti il Comitato Regionale di
Bioetica, compresa l'individuazione del Componente con incarico di Presidente, e alle eventuali sostituzioni provvede con
proprio decreto il Presidente della Giunta Regionale;
VISTO il D. Lgs. 8 aprile 2013, n. 39 "Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le
Pubbliche Amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'art. 1, commi 49 e 50, della Legge 6
novembre 2012, n. 190";
RICHIAMATI i decreti del Presidente della Giunta Regionale n. 53 del 16 marzo 2010, n. 175 del 26 agosto 2011 e n. 15
dell'11 febbraio 2013 con i quali sono stati nominati i Componenti il Comitato Regionale di Bioetica per un triennio dal 6
marzo 2012, data di insediamento dello stesso;
VISTA la DGR n. 304 del 10 marzo 2015 con la quale, stante l'imminente scadenza della legislatura e considerata l'esigenza di
assicurare il funzionamento del Comitato nelle more dell'attivazione delle procedure per il suo rinnovo, si è provveduto a
prorogare lo stesso fino al 30 settembre 2015;
CONSIDERATO, pertanto, che il Presidente della Giunta Regionale deve procedere al rinnovo della nomina dei Componenti
del Comitato Regionale di Bioetica, secondo la composizione prevista dalla DGR n. 983 del 17 giugno 2014, come segue:
AREA SANITARIA
1 Medico oncologo
1 Medico palliativista
1 Medico anestesista-rianimatore
1 Medico dell'area chirurgica
1 Medico dell'area internistica
1 Medico anatomopatologo
1 Medico genetista
1 Medico ginecologo
1 Medico legale
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
139
_______________________________________________________________________________________________________
1 Medico pediatra
1 Medico di medicina generale territoriale
1 Farmacologo
3 Rappresentanti non medici dell'area delle professioni sanitarie
AREA NON SANITARIA
2 Bioeticisti
2 Giuristi
1 Filosofo della scienza o filosofo morale
1 Economista
1 Psicologo
1 Sociologo
1 Assistente sociale
1 Esperto in comunicazione
1 Direttore generale di Azienda ULSS o Ospedaliera o IRCCS
La Consigliera di Parità
Il Pubblico Tutore dei Minori, ora, Garante Regionale dei diritti della Persona, ai sensi e per gli effetti della L.R. 24 dicembre
2013, n. 37
CONSIDERATO che i tre rappresentanti non medici dell'Area Sanitaria sono individuati attraverso designazione da parte dei
propri organismi di appartenenza, e che, per l'Area non Sanitaria, il Direttore generale di Azienda ULSS o Ospedaliera o
IRCCS è designato dal Direttore Generale dell'Area Sanità e Sociale, la Consigliera regionale di Parità e il Garante regionale
dei diritti della Persona sono individuati ex officio in virtù dell'incarico loro attribuito pro tempore;
VISTA la L.R. 29 giugno 2012, n. 23;
VISTA la L.R. 31 dicembre 2012, n. 54;
RENDENOTO
1. che possono presentare proposte di candidatura al Presidente della Giunta Regionale, entro il 30° giorno dalla data di
pubblicazione del presente Avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto, i soggetti in possesso dei seguenti
requisiti:
a) diploma di laurea e titolo idoneo per ricoprire le specifiche figure professionali richieste conseguito in
data....................presso...................................................;
b) esperienza professionale almeno quinquennale tra quelle indicate;
c) documentata conoscenza/esperienza maturate nell'ambito della bioetica (precedente partecipazione a Comitati Etici,
specifica formazione in materia bioetica, etc.) ;
2. che le proposte di candidatura vanno indirizzate al Presidente della Giunta Regionale e devono essere inviate all'indirizzo di
posta certificata della Regione del Veneto: [email protected], con una delle seguenti modalità:
a) in allegato da casella e-mail non certificata, sottoscritte mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui
certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato;
140
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
b) in allegato da casella e-mail non certificata, con indicazione dell'autore del documento con l'uso della carta d'identità
elettronica o con la carta nazionale dei servizi;
c) mediante la propria casella di posta elettronica certificata, cosiddetta PEC-ID, rilasciata ai sensi del DPCM 06/05/2009
"Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata rilasciata ai cittadini", per la quale le
credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel
messaggio o in un suo allegato.
I documenti allegati al messaggio devono essere in uno dei formati file ammessi (.pdf, .pdf/A, .odt, .txt, .jpg, .gif, .tiff, .xml);
l'Amministrazione regionale non assume alcuna responsabilità in ordine alla mancata ricezione dei messaggi non conformi a
quanto sopra o alle caratteristiche pubblicate nel sito internet www.regione.veneto.it.
In alternativa, è comunque possibile recapitare le proposte di candidatura all'indirizzo:
Area Sanità e Sociale della Regione del Veneto - San Polo, 2514 - 30125 Venezia:
• tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento (a tal fine farà fede il timbro dell'ufficio postale accettante);
• tramite consegna a mano nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì ore 9.00-13.00/14.30-17.00, il venerdì ore
9.00-13.00;
3. che le proposte di candidatura devono essere redatte in carta libera , secondo lo schema di domanda allegato al presente
Avviso;
4. che alle proposte di candidatura devono essere allegati il curriculum vitae da cui risultino l'esperienza professionale almeno
quinquennale e la conoscenza/esperienza maturate nell'ambito della bioetica, nonchè la copia fotostatica non autenticata di un
valido documento d'identità, ai sensi dell'art. 38 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445;
5. che alle proposte di candidatura deve essere allegata la dichiarazione di non versare nelle condizioni di ineleggibilità o di
inconferibilità dell'incarico previste dalla vigente normativa;
6. che l'efficacia della nomina è condizionata alla presentazione, al momento dell'accettazione dell'incarico da parte
dell'interessato, della dichiarazione di insussistenza di una delle cause di inconferibilità e incompatibilità previste dal D. Lgs. 8
aprile 2013, n. 39, secondo lo schema allegato;
7. che i Componenti parteciperanno alle sedute del Comitato a titolo gratuito, riconoscendo, ai sensi della vigente normativa, il
solo rimborso delle spese di viaggio sostenute e documentate per la partecipazione alle sedute del Comitato e a quelle dei
Gruppi di lavoro formalmente costituiti;
8. che il trattamento dei dati personali dei candidati è effettuato dai competenti Uffici regionali, anche in forma automatizzata,
per le finalità previste dal presente Avviso; il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e il mancato conferimento non
consente l'espletamento dell'istruttoria delle candidature; i dati sono oggetto di comunicazione e di diffusione nei limiti di cui
all'art. 19, commi 2 e 3, del D. Lgs. n. 196/2003. Gli interessati godono dei diritti previsti dall'art. 7 del citato decreto;
9. che eventuali informazioni possono essere richieste al Settore Relazioni Socio-Sanitarie dell'Area Sanità e Sociale: Tel. 041
- 2793591 - 3559; e.mail [email protected]
(Avviso costituente parte integrante del decreto del Direttore dell'Area Sanità e Sociale n.293 del 7 ottobre 2015, pubblicato in
parte seconda - sezione prima del presente Bollettino, ndr)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
141
_______________________________________________________________________________________________________
Facsimile di proposta di candidatura
Oggetto: Presentazione di proposta di candidatura per la nomina a Componente del Comitato Regionale di
Bioetica della Regione del Veneto.
Al Presidente della Giunta Regionale
del Veneto
Il/La sottoscritto/a …..…………………………… nato/a a …………….………………. il …………………,
residente a………………….………….…… in via/piazza ………………………… n. ………………
recapito telefonico ……..…………………….
propone
la propria candidatura per la nomina, da parte del Presidente della Giunta Regionale, alla carica di
Componente del Comitato Regionale di Bioetica, per l’Area …………………………………………….
Profilo ………………………………………..;
A tal fine, con piena conoscenza della responsabilità penale prevista per le dichiarazioni mendaci
dall’articolo 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445,
dichiara
1. di essere in possesso del seguente titolo di studio …………………conseguito in data
…………………………… presso ………………………………………………………………………
2. di essere in possesso della specializzazione e/o abilitazione ……………………………………………
conseguita in data……………….. presso ………………………………………………………………
3. di svolgere la seguente professione o occupazione abituale…………………………………………….
4. di essere in possesso di un’esperienza professionale almeno quinquennale……………………………
5. di essere in possesso di una conoscenza/esperienza maturata nell’ambito della bioetica ………………
…………………………………………………………………………………………………………….
6. di possedere i seguenti ulteriori titoli di studio …………………................................................che ritiene
opportuno segnalare in quanto utili per svolgere l’incarico in oggetto;
7. di ricoprire attualmente le seguenti cariche pubbliche ………………………………………………….
8. di essere informato/a che i dati personali raccolti saranno trattati dai competenti Uffici regionali, anche in
forma automatizzata, per le finalità previste; che il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e il
mancato conferimento non consente l’espletamento dell’istruttoria delle candidature; che i dati sono
oggetto di comunicazione e di diffusione nei limiti previsti dall’articolo 19, commi 2 e 3, del D.Lgs. n.
196/2003, e che gli interessati godono dei diritti previsti dall’articolo 7 del citato decreto.
Il/La sottoscritto/a dichiara altresì di voler ricevere ogni comunicazione in merito alla nomina al seguente
recapito: …………………………………………………………………………………….....................…
Alla presente proposta allega la dichiarazione sottoscritta:
- di non versare nelle condizioni di ineleggibilità previste dall’art. 7 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n.
235 o di ineleggibilità specifica all’incarico;
- di non versare nelle condizioni di inconferibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
- di essere disponibile all’accettazione dell’incarico.
Data…………………
Firma
142
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Facsimile di dichiarazione da allegare alla proposta di candidatura
Il/La sottoscritto/a …..…………………………… nato/a a …………….………………. il ……………….…,
residente a…………… …….………….…… in via/piazza ………………………… n. ……………………...
recapito telefonico ……………………………. in relazione alla presentazione della proposta di candidatura
per la nomina, da parte del Presidente della Giunta Regionale, alla carica di Componente del Comitato
Regionale di Bioetica – Area ………………………………… profilo …………………………
dichiara
-
di non versare nelle condizioni di ineleggibilità previste dall’art. 7 del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 o
di ineleggibilità specifica all’incarico;
di non versare nelle condizioni di inconferibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;
di essere disponibile all’accettazione dell’incarico (*).
Allega copia fotostatica non autenticata del documento d’identità in corso di validità.
Data…………………
Firma
(*) La dichiarazione di disponibilità all’accettazione all’incarico non è necessaria nel caso di candidature
proposte direttamente dai cittadini ai sensi dell’art. 6, comma 7, della LR n. 27/1997.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
143
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309506)
REGIONE DEL VENETO
Sezione Geologia e Georisorse. Conferimento concessioni minerarie di acqua minerale-termale. Comune: Calalzo di
Cadore (BL).
Riferimenti normativi:
R.D. n.1443 del 29/07/1927
L.R. n.40 del 10/10/1989
D.G.R. n.994 del 17/06/2014
D.G.R. n.1827 del 06/10/2014
Oggetto del presente avviso: si avvia la procedura di assegnazione della concessione mineraria per captazione di acqua
minerale denominata "CRODA BIANCA". L'assegnazione della concessione dà diritto alla captazione e all'utilizzo dell'acqua e
non comporta alcun diritto sull'area di concessione né su eventuali infrastrutture presenti nell'area.
Dove si trova la concessione: nel comune di CALALZO DI CADORE (BL):
n° arch.
35
concessione mineraria
provvedimento
decreto
area
opera
stima valore
scadenza
di acqua termale (titolare)
di rilascio
di differimento
(Ha) di presa pertinenze (Euro)
CRODA BIANCA
Sorgente
DGR 2893
DDR 132
(Albergo Calalzo
31/12/2015 3.06.10 Alta
8.000,00
09/05/1990
18/06/2013
S.a.s. di Riva Gino & C.)
(n°1)
Quanto dura il nuovo periodo di concessione: 21 anni, a partire dalla data di conferimento.
Pertinenze delle concessioni: sono definite "pertinenze delle concessioni", tutte le opere di captazione (ove esistenti) e gli
impianti di adduzione fino all'apposito dispositivo automatico di misurazione delle portate estratte.
Canone di concessione da versare annualmente anticipatamente: Calcolato ai sensi dell'Art.15 della L.R. n.40/1989 e
commisurato all'estensione dell'area della concessione, considerando per l'anno in corso l'importo di 29,39 Euro per Ha, con un
minimo di 881,51 Euro.
Canone per utilizzo pertinenze minerarie da parte dell'eventuale nuovo concessionario: oltre al canone di cui al
precedente punto, l'eventuale nuovo concessionario deve versare annualmente alla Regione del Veneto il 5% del valore delle
pertinenze, di cui alla stima precedente, aggiornato su base ISTAT.
Entro quanti giorni , con che modalità e a chi va presentata la domanda: entro il termine perentorio di 30 giorni dalla
pubblicazione del presente avviso sul B.U.R., chi fosse interessato può presentare domanda di assegnazione della
concessione esclusivamente via posta raccomandata A.R., oppure via posta elettronica certificata PEC (nel primo caso farà
fede la data del timbro postale) indirizzata a:
Regione del Veneto
Dipartimento Difesa del Suolo e Foreste
Sezione Geologia e Georisorse
Calle Priuli - Cannaregio, 99 - 30121 Venezia
PEC: [email protected]
Le domande inviate oltre il suddetto termine non saranno considerate.
Chi può presentare domanda: possono formulare domanda di assegnazione della concessione, soggetti pubblici, società
legalmente costituite o ditte individuali, che siano in possesso dei requisiti economico finanziari e tecnico organizzativi per lo
svolgimento dell'attività mineraria e che non si trovino in una delle situazioni indicate dall'Art.38 del D.Lgs. n.163/2006.
Nuova pubblicazione: per ulteriori 15 gg verranno pubblicate le domande in concorrenza pervenute, alle quali, chiunque fosse
interessato, potrà formulare osservazioni e/o opposizioni.
144
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Quali documenti vanno allegati:
• domanda in bollo;
• per società legalmente costituite e ditte individuali: certificato di iscrizione alla Camera di Commercio con
l'indicazione della attività nel settore oggetto del presente avviso e riportante l'indicazione se la ditta è attiva e se ha in
corso procedure fallimentari o concorsuali;
• dichiarazione sostitutiva (resa ai sensi degli Artt.46 e 47 del D.P.R. n.445/2000) inerente la non sussistenza delle
condizioni indicate dall'Art.38 del D.Lgs. n.163/2006;
• bilanci degli ultimi due anni o, qualora società di nuova costituzione/ditta individuale, referenze bancarie, rilasciate in
data successiva a quella di pubblicazione del presente avviso, da almeno due istituti bancari o intermediari autorizzati
ai sensi del D.Lgs. n.385/1993, dai quali risulti che l'impresa ha sempre fatto fronte ai suoi impegni con regolarità e
puntualità, oltre ad essere in possesso della capacità economica e finanziaria per la gestione della concessione e la
realizzazione del programma lavori minerari;
• programma di utilizzo, anche a valle di eventuali somministrazioni, dell'acqua minerale, con indicate la tempistica per
l'avvio della coltivazione, le modalità, impianti e strutture di utilizzazione, gli eventuali livelli occupazionali previsti;
• indicazioni ambientali: descrizione delle modalità di captazione e, più in generale, di gestione dell'acqua e dei relativi
scarichi, degli interventi previsti, anche di monitoraggio, per la tutela quali-quantitativa degli acquiferi e la
prevenzione degli inquinamenti.
Le domande presentate da parte degli attuali concessionari, vanno integrate entro lo stesso termine perentorio di 30 giorni, con
la documentazione sopra riportata.
Criteri di valutazioni ai fini del conferimento: nel caso di due o più domande in concorrenza verrà valutata la preferenza
nell'assegnazione della concessione sulla base dei seguenti criteri:
• Programma di utilizzo anche a valle di eventuali somministrazioni, dell'acqua termale, sulla base del quale
l'interessato dovrà individuare la tempistica per l'avvio della coltivazione, descrivendo modalità, impianti e strutture di
utilizzazione. Potranno essere considerati altresì i livelli occupazionali previsti e lo sviluppo sostenibile dello
stabilimento. Fino ad un massimo di sei (6) punti;
• Impatto ambientale: saranno valutati le modalità di estrazione e più in generale di gestione dell'acqua e dei relativi
scarichi, gli interventi previsti, anche di monitoraggio, per la tutela quali - quantitativa degli acquiferi e la prevenzione
degli inquinamenti. Fino ad un massimo di quattro (4) punti.
Come si conclude il procedimento: la competente Sezione regionale, verificata l'ammissibilità delle domande, con proprio
decreto, in caso di domande in concorrenza, osservazioni o opposizioni sulla base del parere della Commissione Tecnica
Regionale per le Attività Estrattive (C.T.R.A.E.), avvia il procedimento di assegnazione della concessione.
Cosa succede se non sono rispettati tempi e modalità di attuazione indicati nell'istanza: il mancato rispetto dei tempi e
delle modalità di attuazione indicati nel programma di utilizzo dell'acqua termale e nelle indicazioni ambientali può comportare
la decadenza dal titolo della concessione.
Contatto per ulteriori informazioni e/o chiarimenti:
Regione del Veneto
Dipartimento Difesa del Suolo e Foreste - Sezione Geologia e Georisorse - Settore Tutela Acque
Calle Priuli - Cannaregio, 99 - 30121 Venezia
• Tel. Segreteria: 041 279 2130-2142
• E-mail: [email protected]
• PEC: [email protected]
• Funzionario incaricato: Per.Min. Lodovico Calore (tel: 041 279 2518).
Il presente avviso, pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e all'albo pretorio del comune di Calalzo di
Cadore (BL), è altresì disponibile sul sito internet istituzionale della Regione del Veneto.
(Avviso costituente parte integrante del Decreto del Direttore della Sezione Geologia e Georisorse n.193 del 20 ottobre 2015
pubblicato in parte seconda - sezione prima del presente Bollettino, ndr)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
145
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309433)
REGIONE DEL VENETO
Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione - Sezione di Vicenza. R.D. 11.12.1933, n. 1775 "Testo Unico delle
diposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici". art. 8 del R.D. n. 1775/33; Istanza in data 7/4/1993 della Ditta
Manifattura Lane G. Marzotto & Figli Spa, successiva di subentro in data 16/12/2003 e integrativa in data 11/05/2015 di
Eusebio Energia Spa, per rinnovo concessione di derivazione d'acqua dalle Valli Fontana e Negra in Comune di Valli
del Pasubio e scarico della risorsa idrica in un bacino in loc. Forno in Comune di Torrebelvicino, che successivamente
alimenta con altri corsi il canale di adduzione della "Centrale Ponte Capre ", per produzione di energia elettrica da "
Centrale Puja", per mod. medi 0,70( 70 l/s), mod. max 1,25( 125 l/s) con un salto di m. 101,65 e una potenza nominale
media di 69,80 kW. Pratica n. 13/LE. Ordinanza n. 425972 del 22.10.2015
Il Direttore
Vista l'istanza in data 7/4/1993 della Ditta Manifattura Lane G. Marzotto & Figli Spa, successiva di subentro in data
16/12/2003 e integrativa in data 11/05/2015 di Eusebio Energia Spa, per rinnovo concessione di derivazione d'acqua dalle Valli
Fontana e Negra in Comune di Valli del Pasubio e scarico della risorsa idrica in un bacino in loc. Forno in Comune di
Torrebelvicino, che successivamente alimenta con altri corsi il canale di adduzione della "Centrale Ponte Capre ", per
produzione di energia elettrica da " Centrale Puja", per mod. medi 0,70( 70 l/s), mod. max 1,25( 125 l/s) con un salto di m.
101,65 e una potenza nominale media di 69,80 kW.
Vista la nota datata 22/09/2015 n. 1711/B.5.11/2, acquisita al protocollo in data 22/09/2015 n. 379073, con cui l'Autorità di
Bacino dei Fiumi dell'Alto Adriatico di Venezia, esprime parere favorevole con prescrizioni, ai sensi del secondo comma,
dell'art. 7, del R.D. 11.12.1933, n. 1775 (così come sostituito dall'art. 96 del D. Lgs 03.04.2006, n. 152) in merito all'impianto
di cui trattasi;
Visto il R.D. 11.12.1933, n.1775 - "Testo Unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici" e successive
disposizioni;
Visto il D.Lgs. 29.12.2003, n. 387 - "Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica
prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità" come modificato dal D. Lgs. 03.3.2011, n. 28;
Visto il D.Lgs. 03.04.2006, n. 152 - "Norme in materia ambientale";
Vista la L.R. 23.10.2003, n. 27 - "Disposizioni generali in materia di lavori pubblici di interesse regionale e per le costruzioni
in zone classificate sismiche";
Vista la D.G.R. n. 694 del 14.05.2013;
ordina
che la domanda in data 7/4/1993 della Ditta Manifattura Lane G. Marzotto & Figli Spa, successiva di subentro in data
16/12/2003 e integrativa in data 11/05/2015 di Eusebio Energia Spa, con sede in Gallarate(VA), Corso Sempione, 15/A, sia
depositata, unitamente agli atti di progetto, presso la Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione Sezione di Vicenza per
la durata di 30 (trenta) giorni consecutivi a decorrere dal giorno 30/10/2015 a disposizione di chiunque intenda prenderne
visione, durante il seguente orario di apertura al pubblico: martedì/giovedì/venerdì ore 8,30 - 12,30.
Nei termini indicati per il deposito, e quindi entro il 30/11/2015 compreso, possono essere presentate eventuali opposizioni e/o
osservazioni, in merito alla succitata domanda di concessione, alla Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione- Sezione
di Vicenza, ovvero al Comune di Valli del Pasubio(VI).
Copia della presente ordinanza viene inviata al Comune di Valli del Pasubio(VI) affinché venga affissa all'Albo Comunale,
nonché all'Albo della Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione- Sezione di Vicenza e nel BURVET, nello stesso
periodo di tempo sopraindicato ai fini della presentazione di eventuali osservazioni/opposizioni e trasmessa per opportuna
conoscenza ed eventuale intervento alla visita locale d'istruttoria a:
• Dipartimento Difesa del Suolo e Foreste;
• Provincia di Vicenza;
• Veneto Agricoltura - Legnaro (PD);
• A.R.P.A.V. - Area Tecnico Scientifica - Unità Operativa Idrologia e Idrometria - Belluno;
• Comune di Valli del Pasubio(VI);
• Ditta Eusebio Energia Spa - Gallarate(VA).
146
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
• Comune di Torrebelvicino(VI)
La visita locale di istruttoria, di cui al primo comma, dell'art. 8, del R.D. 11.12.1933 n. 1775 sulle Acque ed Impianti Elettrici,
alla quale potrà intervenire chiunque vi abbia interesse, è fissata per il giorno giovedì 10/12/2015 con ritrovo alle ore 10,00
presso la sede del Comune di Valli del Pasubio, Via Brandellero, 46, Valli del Pasubio (VI)
Il Direttore Dott. Ing. Marco Dorigo
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
147
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309629)
REGIONE DEL VENETO
Sezione Non Autosufficienza. Avviso di procedura comparativa per l'individuazione di n. 1 collaboratore del
progetto "Save - Solution Against Violence in Europe -" Dgr 243/2015. Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali
della Regione del Veneto -Sezione Non Autosufficienza
Il Direttore della Sezione Non Autosufficienza
VISTA la DGR n. 243 del 3 marzo 2015 che ha approvato la partecipazione della Regione del Veneto in qualità di partner al
Progetto SAVE - Solution Against Violence in Europe, individuando nella Sezione Non Autosufficienza del Dipartimento
Servizi Sociosanitari e Sociali la struttura responsabile per la realizzazione di tutte le attività previste dal progetto medesimo;
CONSIDERATO l'esito negativo della ricognizione interna, attivata con nota n. 354876 del 04/09/2015 dal Direttore Generale
dell'Area Sanità e Sociale, effettuata ai sensi della disciplina regionale sul conferimento degli incarichi di collaborazione
coordinata e continuativa;
CONSIDERATA la straordinarietà e temporaneità delle prestazioni richieste;
CONSIDERATO che le prestazioni sono altamente qualificate e il compenso lordo è proporzionato all'utilità che ne consegue
al Progetto "SAVE - Solution Against Violence in Europe";
CONSIDERATO che la durata del progetto SAVE è di 24 mesi e che la Regione del Veneto è chiamata a svolgere il ruolo di
Partner, e che la data di termine del Progetto SAVE è prevista per il 01/11/2016, salvo proroghe;
CONSIDERATO che il costo di tale collaborazione è a totale carico dei fondi Europei relativi al capitolo di spesa n. 102442
del Bilancio di previsione dell'esercizio 2015 "Realizzazione del Progetto Europeo "Save - Solutions Against Violence in
Europe (Agreement tra Commissione Europea e Azienda Ulss n. 9 di Treviso 05/12/2014, n. 5804)";
• VISTO il Decreto Legislativo n. 165/2001, art. 7 e successive modificazioni;
• VISTA la D.G.R. n. 2919 del 18/09/2007;
• VISTA la D.G.R. n. 1111 del 6/05/2008;
• VISTA la nota n. 495717 del 20/11/2014 dell'Area Sanità e Sociale;
• VISTA la D.G.R. n. 1003 del 04/08/2015;
Indìce
una procedura comparativa del curriculum e successivo colloquio volta a verificare l'esistenza, in capo ai partecipanti alla
procedura, delle competenze necessarie allo svolgimento, nell'ambito degli istituti contrattuali previsti per il comparto Regioni
e Autonomie Locali, dell'attività di collaboratore nell'ambito del Progetto europeo SAVE.
La prestazione del soggetto che sarà individuato ha per oggetto attività altamente qualificate, che saranno valutate da una
apposita Commissione durante la procedura di valutazione di seguito specificata.
La sede di riferimento per il coordinamento delle attività sarà il Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali, situata a Palazzo
ex Inam, Dorsoduro 3493, Rio Novo, 30123, Venezia. Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa avrà una durata
massima di 11 mesi, non rinnovabili né prorogabili e si concluderà il 01 novembre 2016 (data del termine del Progetto SAVE).
L'esito della procedura di selezione (valutazione del curriculum e successivo colloquio) sarà pubblicato nel sito internet della
Regione del Veneto con l'indicazione del collaboratore prescelto.
Di seguito sono riportati i termini di presentazione della domanda, i requisiti per l'ammissione e le modalità di svolgimento
della procedura comparativa.
TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di ammissione alla procedura comparativa, composta dagli allegati al presente bando (ALL. B, ALL. C)
debitamente compilati e dalla documentazione aggiuntiva da essi richiesta, dovrà pervenire al Dipartimento Servizi
Sociosanitari e Sociali (Dorsoduro 3493 - Rio Novo - Venezia) entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 16 novembre 2015
attraverso una delle seguenti modalità:
148
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
• a mezzo posta (raccomandata A/R) o corriere all'attenzione della Sezione Non Autosufficienza - Dipartimento Servizi
Sociosanitari e Sociali, Palazzo ex Inam - Dorsoduro 3493 - Rio Novo - 30123, Venezia, e avente oggetto:
"Procedura comparativa Progetto SAVE: invio candidatura";
• a mano, dalle 9:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì, presso la sede del Dipartimento sopra menzionato;
• a mezzo posta certificata PEC (Posta elettronica certificata) all'indirizzo [email protected]
all'attenzione della Sezione Non Autosufficienza - Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali e avente oggetto:
"Procedura comparativa Progetto SAVE: invio candidatura".
Saranno ritenute valide le domande inviate esclusivamente tramite PEC entro il suddetto termine. Non sarà ritenuta
valida la domanda inviata tramite indirizzo di posta non certificata. A pena di esclusione della domanda, è obbligatorio
allegare al messaggio di posta certificata la domanda (ALL. B) e relativo allegato (ALL. C) sottoscritti in originale dal
candidato e scansionati in formato PDF, la scansione in PDF di un documento di identità in corso di validità (fronte/retro), e
formato PDF di tutti gli eventuali altri allegati alla domanda.
Non saranno ammessi i candidati le cui domande pervengano per qualsiasi motivo, anche se indipendente dalla volontà del
soggetto o legato a cause di forza maggiore, successivamente al suddetto termine o diversamente dalle modalità indicate.
REQUISITI PER L'AMMISSIONE
Al candidato è richiesto, a pena di esclusione, il possesso dei seguenti requisiti che dovranno essere rinvenibili nella domanda
di ammissione:
• Profilo con funzioni di implementazione delle attività previste nell'ambito delle fasi di lavoro del suddetto progetto e
del supporto alle attività gestionali/amministrative, in possesso dei seguenti requisiti:
• titolo di studio: Diploma di Laurea in Scienze della Comunicazione o in Scienze Politiche o equipollenti (nuovo o
vecchio ordinamento);
• esperienza nella gestione di progetti finanziati da fondi Europei a gestione diretta o da fondi nazionali/regionali
inerenti alle tematiche-chiave del progetto;
• esperienza in attività di comunicazione/disseminazione in riferimento a progetti finanziati da fondi comunitari a
gestione diretta;
• esperienza in organizzazione e gestione di eventi internazionali;
• esperienza in gestione di gruppi di lavoro in ambito socio-sanitario e in lingua inglese;
• ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata;
• conoscenza di tutti i programmi del pacchetto Office;
• disponibilità a trasferte all'estero;
• non aver subito condanne penali che abbiano comportato quale sanzione l'incapacità di contrattare con la pubblica
amministrazione.
Il candidato dovrà essere in possesso dei requisiti indicati alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle
domande di ammissione alla procedura comparativa.
MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA COMPARATIVA
Ai fini dell'individuazione del soggetto cui conferire l'incarico di collaboratore del Progetto SAVE, sono fissati dei criteri
analitici che assegneranno un massimo di 70 punti, a seguito della procedura di comparazione del curriculum e valutazione
dei titoli di cui al punto a) e del successivo colloquio di cui al punto b):
a) Comparazione di Curricula
a1) Voto di laurea:
Saranno attribuiti massimo 10 punti in base al voto di laurea:
0 punti per voto di laurea inferiore a 100/110;
1 punto per ogni voto di laurea superiore a 100/110, fino ad un massimo di 10 punti per voto pari a 110 o 110 e lode (es.
101/110 = 1 punto; 102/110 = 2 punti);
a2) Esperienza professionale:
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
149
_______________________________________________________________________________________________________
I seguenti punti per ogni anno lavorativo svolto nel settore pubblico o privato in materie attinenti ai requisiti di cui sopra, fino
ad un massimo di 20 punti:
1. esperienza professionale svolta presso la Regione del Veneto:
- 2 punti per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato;
- 1,5 punti per anno per attività svolta con contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
2. esperienza professionale svolta presso altre PP.AA:
- 1,5 punti per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato;
- 1 punto per anno per attività svolta con contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
3. esperienza professionale svolta presso strutture private (associazioni, fondazioni, imprese):
- 1 punto per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato o con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.
A tal fine sarà considerato anno intero la frazione pari o superiore a 6 mesi.
a3) Curriculum professionale:
Per ognuna dei requisiti che seguono, il punteggio potrà variare da 0 a 10 in base al numero, alla durata ed alla qualità delle
esperienze lavorative documentate (inclusi gli stage ed eventuali pubblicazioni di interesse scientifico), fino ad un massimo di
20 punti, così distribuiti:
1. Max 8 punti - esperienza nella gestione di progetti finanziati da fondi Europei a gestione diretta o da fondi
nazionali/regionali inerenti alle tematiche-chiave del progetto;
2. Max 4 punti - esperienza in attività di comunicazione/disseminazione in riferimento a progetti finanziati da fondi
comunitari a gestione diretta;
3. Max 4 punti - esperienza in organizzazione e gestione di eventi internazionali;
4. Max 4 punti - esperienza in gestione di gruppi di lavoro in ambito socio-sanitario e in lingua inglese.
b) Colloquio selettivo
La Commissione sottoporrà i primi 5 candidati (più eventuale ex aequo) individuati sulla base dei punteggi conseguiti in sede
di valutazione dei titoli, ad un colloquio a cui sarà attribuito un massimo di punti 20 e verterà su:
• programmazione comunitaria 2014-2020 (Punti 8);
• lingua inglese (Punti 7);
• colloquio motivazionale (Punti 5).
I colloqui si terranno presso la sede del Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali Dorsoduro, Palazzo ex Inam Rio Novo,
3493, 30123 Venezia, nella data indicata nell'apposita comunicazione inviata a cura della stessa struttura regionale.
I candidati non ammessi al colloquio non riceveranno alcuna comunicazione in merito.
I candidati che non potranno certificare o autocertificare il possesso dei succitati requisiti, non potranno essere ammessi alla
valutazione dei curricula.
La valutazione del curriculum, redatto in formato europeo, sarà effettuata sulla base di quanto dichiarato ed allegato nella
domanda di ammissione prodotta dai candidati.
La firma apposta in calce alla domanda di ammissione (ALL. B) equivale all'accettazione incondizionata delle disposizioni
contenute nel presente avviso. Non saranno valutati i curricula non controfirmati.
Si precisa altresì che, in allegato alla domanda di ammissione ed al curriculum vitae, dovrà essere presentata una
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (ALL. C) in cui si attesti la veridicità delle dichiarazioni in essi contenute.
COMMISSIONE DI VALUTAZIONE
150
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
La Commissione esaminatrice è composta dal Dott. George Louis Del Re del Settore Minori Giovani Famiglia in qualità di
presidente, dal Dott. Francesco Comin dell'Ufficio Analisi di Bilancio, Contabilità e Liquidazioni in qualità di componente,
dalla Dott.ssa Anna Fiore dell'Ufficio Promozione Persona e Famiglia in qualità di componente, dal Dott. Antonio Iovieno
dell'Ufficio Servizio Civile al quale spetta la funzione di segretario.
ESITO DELLA VALUTAZIONE
Al termine della procedura di selezione sopra descritta, la Commissione di valutazione redige una relazione motivata indicando
il risultato della procedura di selezione ed al soggetto esterno individuato cui affidare l'incarico. Il punteggio finale per
ciascun candidato è dato dalla somma delle valutazioni delle precedenti sezioni a1) a2) a3) e b).
La valutazione non dà luogo a giudizi d'idoneità, e non costituisce in nessun caso graduatoria di merito.
La Regione del Veneto si riserva di interrompere, anche definitivamente, la procedura comparativa, ritenendosi svincolata dagli
esiti provvisori della procedura in corso.
FORMA DI CONTRATTO E COMPENSO PREVISTO
Al termine della procedura, con il collaboratore prescelto sarà stipulato un contratto di collaborazione coordinata e continuativa
per la durata di n. 11 mesi, non rinnovabili né prorogabili, per un corrispettivo complessivo per la prestazione, determinato in
Euro 23.393,00 costo lordo onnicomprensivo di ogni onere fiscale e contributivo a carico del percipiente.
Le spese relative alle missioni programmate da Progetto saranno invece rimborsate separatamente.
Il compenso dovuto sarà liquidato sulla scorta della verifica del raggiungimento degli obiettivi parziali stabiliti dal contratto.
Qualora il collaboratore individuato sia dipendente di altra amministrazione pubblica soggetto al regime di autorizzazione di
cui all'art. 53 del D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165 e s.m.i. dovrà presentare l'autorizzazione dell'Amministrazione di appartenenza
prima di stipulare il contratto.
Qualora venga meno la necessità, la convenienza o l'opportunità di concretizzare i risultati della procedura comparativa, la
Regione del Veneto si riserva la possibilità di non procedere al conferimento dell'incarico.
I dati, gli elementi e ogni altra informazione acquisita in sede di domanda di ammissione, saranno utilizzati
dell'Amministrazione esclusivamente ai fini della partecipazione alla selezione, garantendone l'assoluta sicurezza e
riservatezza, anche in sede di trattamento con sistemi automatici e/o manuali, ai sensi del D.L.vo 30.06.2003, n. 196.
Per ogni informazione relativa alla presente procedura comparativa di curriculum e successivo colloquio ai fini
dell'individuazione di un soggetto esterno, per l'attività di assistenza alla gestione del Progetto SAVE si contatti:
Sezione Non Autosufficienza, presso il Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali della Regione del Veneto, tel.
041/2791420, e - mail: [email protected]
(Avviso costituente parte integrante del decreto del Direttore della Sezione Non Autosufficienza n.306 del 27 ottobre 2015,
pubblicato in parte seconda - sezione prima del presente Bollettino, ndr)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
151
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato B al Decreto n. 306
del
27 ottobre 2015
pag. 1/2
Spett.le
Dipartimento Servizi Sociosanitari e Sociali
Sezione Non Autosufficienza
Dorsoduro 3493 - Rio Novo
30123 - VENEZIA
DOMANDA DI AMMISSIONE
Il/la sottoscritto/a ______________________________________________________________________
Nato/a a ______________________________________________________________________________
Residente a______________________________Prov. ______________C.A.P. _____________________
In via _________________________________________________________ n. ____________________
CHIEDE
di essere ammesso/a alla procedura comparativa di curriculum e successivo colloquio ai fini
dell’individuazione di n.1collaboratore per le attività collegate alla gestione del progetto “SAVE – Solution
Against Violence in Europe”.
Dichiara sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, consapevole delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni
mendaci:
1)
di essere cittadino __________________________________________________________________;
2)
codice fiscale ______________________________________________________________________;
3)
di essere in possesso della laurea in _____________________________________________________
conseguita presso ____________________________________________ in data _________________
con votazione _______________ classe di laurea (solo per le lauree del nuovo ordinamento)
_______________________________________;
4)
di essere/non essere dipendente di una pubblica amministrazione (se sì, specificare quale
__________________________________________________________________________________
_______) ;
5)
di aver prestato i seguenti servizi presso Amministrazioni Pubbliche o Private, come da allegato C;
6)
non aver subito condanne penali che abbiano comportato quale sanzione accessoria l’incapacità di
contrattare con la Pubblica Amministrazione;
152
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato B al Decreto n. 306
7)
del
27 ottobre 2015
pag. 2/2
di possedere un’ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata (per ottima conoscenza si
intende almeno livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle
lingue (QCER);
8)
di possedere un’ottima conoscenza di tutti i programmi del pacchetto Office;
9)
che quanto dichiarato nel curriculum corrisponde al vero.
E’ a conoscenza che, ai sensi del D.Lvo 30.06.2003 n. 196, i dati forniti saranno trattati, in forma cartacea o
informatica, ai soli fini della procedura.
Preciso recapito cui indirizzare eventuali comunicazioni:
_______________________________________________________________________________________
Telefono: ______________________________________________________________________________
Indirizzo: _______________________________________________________________________________
e-mail: _________________________________________________________________________________
Allega:
-
curriculum vitae datato e firmato
-
Dichiarazione sostitutiva di certificazione e Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, (All. C), necessaria
per attestare la veridicità di tutte le dichiarazioni contenute nel curriculum vitae;
-
Data
fotocopia di un documento di identità in corso di validità
Firma
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
153
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale
Allegato C al Decreto n. 306
del
27 ottobre 2015
pag. 1/4
Da compilare con l’utilizzo del personal computer. Se necessario, è possibile inserire nella tabella ulteriori righe.
I titoli devono essere indicati in modo chiaro e dettagliato
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(art. 46 D.P.R. n. 445/2000)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA'
(art. 47 D.P.R. n. 445/2000)
Io sottoscritt…...……………………………………………………………………………………
nat… a ……………………………………….……… (provincia ………) il ……………………,
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni mendaci, richiamate dall'art. 76 del D.P.R. n.
445/2000
DICHIARO
1) Esperienza professionale maturata in attività pertinenti al profilo richiesto svolte presso la Regione del
Veneto, altre PP.AA. o presso strutture private fino ad un massimo di punti 20:
a) esperienza professionale svolta presso la Regione del Veneto:
- punti 2 per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato;
- punti 1,5 per anno per attività svolta con contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
Area _______________________________ / Struttura ______________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): _______________________________________
Cat. _________ area ______________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta___________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
Area _______________________________ / Struttura ______________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, cococo): ________________________________________
Cat. _________ area ______________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta _________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
154
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n. 306
del
27 ottobre 2015
pag. 2/4
Area _______________________________ / Struttura ______________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, cococo) : ________________________________________
Cat. _________ area ______________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta _________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
b) esperienza professionale svolta presso altre PP.AA.:
- punti 1,5 per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato;
- punti 1 per anno per attività svolta con contratto di collaborazione coordinata e continuativa;
Amministrazione Pubblica ______________________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ________________________________________
Cat. _________ area ___________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Oggetto: _____________________________________________________________________
Periodo: dal __/__/__ al __/__/__
tot mesi_________
Attività svolta ________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
Amministrazione Pubblica ______________________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ________________________________________
Cat. _________ area ___________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Oggetto: _____________________________________________________________________
Periodo: dal __/__/__ al __/__/__
tot mesi_________
Attività svolta ________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
Amministrazione Pubblica ______________________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ________________________________________
Cat. _________ area ___________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Oggetto: _______________________________________________________________________
Periodo: dal __/__/__ al __/__/__
tot mesi_________
Attività svolta _______________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
155
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n. 306
del
27 ottobre 2015
pag. 3/4
Amministrazione Pubblica ______________________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ________________________________________
Cat. _________ area ___________________________, ovvero contratto di collaborazione
n°________prot. n.___________ del ________________
Oggetto: _______________________________________________________________________
Periodo: dal __/__/__ al __/__/__
tot mesi_________
Attività svolta ________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
c) esperienza professionale svolta presso strutture private (associazioni, fondazioni, imprese):
- punti 1 per anno per attività svolta con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato e/o
indeterminato o con contratti di collaborazione coordinata e continuativa
Denominazione struttura privata ___________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ______________________________
Profilo ___________________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta _________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
Denominazione struttura privata ___________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ______________________________
Profilo ___________________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta_________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
Denominazione struttura privata ___________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ______________________________
Profilo ___________________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta_________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
156
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Allegato C al Decreto n. 306
del
27 ottobre 2015
pag. 4/4
Denominazione struttura privata ___________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ______________________________
Profilo ___________________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta_________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
Denominazione struttura privata ___________________________________________
Tipologia contratto (T. IND, TD, co.co.co.): ______________________________
Profilo ___________________________
Durata: dal ___/___/___ al ___/___/___
tot. mesi __________
Attività svolta_________________________________________________________________
____________________________________________________________________________
DICHIARO INOLTRE
_______________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________
Dichiaro di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al D. Lgs. n. 196/2003, che i dati personali
raccolti saranno trattati anche con l’ausilio di strumenti informatici esclusivamente nell'ambito del
procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
Data, __________________
(I) _____________________________
(firma)
(I) Ai sensi dell’art. 38, D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in
presenza del dipendente addetto, ovvero sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica (fronte-retro)
non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.
Ai sensi dell’art.19 del D.P.R. 445 del 28/12/2000, la presente dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà
può riguardare anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una
pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di titoli di studio o di servizio sono
conformi all’originale. Tale dichiarazione può altresì riguardare la conformità all’originale della copia dei
documenti fiscali che devono essere obbligatoriamente conservati dai privati nonché ogni altro stato, qualità
personale o fatto che il candidato ritenga utile ai fini dell’ammissione al concorso e/o della valutazione dei
titoli posseduti.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
157
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309177)
COMUNE DI BARDOLINO (VERONA)
Approvazione quarto piano degli interventi del comune di bardolino, ai sensi degli artt. 17 - 18 della l.r.v. n. 11/2004.
verbale di deliberazione del consiglio comunale.
Ai sensi dell'art. 18, comma 6, della Legge Regionale 23 aprile 2004 n. 11 e successive modificazioni,
SI AVVISA
che con delibera di Consiglio Comunale n. 25 del 21.09.2015 è stato approvato il Piano degli interventi: QUARTO PIANO
DEGLI INTERVENTI DEL COMUNE DI BARDOLINO (VR) - L.R.V. 11/2004 art.18.
Gli elaborati del Piano sono pubblicati sul sito del Comune di Bardolino e depositati presso la sede - Ufficio Gestione e
Pianificazione del Territorio - per la libera consultazione ai sensi dell'art. 18, comma 5, L.R. 11/2004.
Il Piano diverrà efficace quindici giorni dopo la pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione
Veneto.
COMUNE DI BARDOLINO
Il Responsabile del Settore Gestione e Pianificazione del Territorio Arch. Delaini Franco
158
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308976)
CONSORZIO DI BONIFICA "ADIGE EUGANEO", ESTE (PADOVA)
Aumento tempi di ritenzione per autodepurazione nei bacini Giovanelli, Zuccona, Tassi, Foresto Superiore,
Rebosola - 1° Stralcio. AVVISO AI CREDITORI
Lavori: "aumento tempi di ritenzione per autodepurazione nei bacini Giovanelli, Zuccona, Tassi, Foresto Superiore,
Rebosola - 1° Stralcio" - finanziamento Euro 1.000.000,00;
Concessione: D.D.R. Direzione Progetto Venezia 04-02-2009 n. 7 (approvazione Progetto Definitivo e impegno di spesa);
D. Dirett. Dip. Coord. Operativo Recupero Ambientale-Territoriale - Sez. Progetto Venezia 24-02-2015 n. 5 (approvazione
Perizia Suppletiva e di Variante n. 1);
CUP: E55G04000020002 - CIG: 4839883DC9
Impresa Appaltatrice: Brussi Costruzioni s.r.l. - Via Foscarini, n. 2/A 31040 Nervesa della Battaglia (TV) - C.F. e P.I. n°
00190560268;
Subappalti: - O.T.E.R. di Galdiolo Orazio & C. snc di Porto Viro (RO);
- G.M.T. Gruppo Movimento Terra snc di Mantovan Franco & C di Porto Viro (RO);
- Nausicaa srl di Vigodarzere (PD);
- GPG srl di Albignasego (PD);
Contratto:
rep. n. 1172 in data 13-05-2014, registrato all'Ufficio Entrate di Este (PD) al n. 1033 S 1T in data 15-05-2014;
Importo di contratto: Euro 572.333,20 (IVA esclusa) di cui Euro 16.000,00 per oneri di sicurezza;
Atto Sottomissione: in data 10-12-2014, per un maggior importo di Euro 53.306,22 (IVA esclusa) rispetto al contratto
originario - Rep. n. 1334 del 05/03/2015;
Durata lavori: 300 giorni + 24 + 90 giorni (tempo contrattuale + sospensione + proroga Perizia Suppletiva n. 1).
AVVISO AI CREDITORI
In conformità all'art. 218 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, dovendosi procedere al collaudo e conseguente pagamento della
rata di saldo dei lavori di "aumento tempi di ritenzione per autodepurazione nei bacini Giovanelli, Zuccona, Tassi, Foresto
Superiore, Rebosola - 1° Stralcio", ricadenti nei comuni di Cona, in provincia di Venezia, appaltati dal Consorzio di Bonifica
Adige Euganeo all'Impresa Brussi Costruzioni s.r.l. di Nervesa della Battaglia (TV), in seguito al contratto d'appalto stipulato
in data 13-05-2014, - repertorio n. 1172 del Consorzio di Bonifica Euganeo, registrato all'Ufficio Entrate di Este (PD) al n.
1033 S 1T in data 15-05-2014, ed al successivo Atto di Sottomissione sottoscritto in data 10-12-2014 - Rep. n. 1334 del
05/03/2015, nonchè al subappalto alle Imprese O.T.E.R. di Galdiolo Orazio & C. snc di Porto Viro (RO), G.M.T. Gruppo
Movimento Terra snc di Mantovan Franco & C di Porto Viro (RO), Nausicaa srl di Vigodarzere (PD), GPG srl di Albignasego
(PD), si invitano tutti coloro che vantano crediti verso l'Impresa stessa per occupazioni permanenti e temporanee di beni
immobili e danni relativi dipendenti dall'esecuzione di detti lavori a presentare i loro titoli a questo Consorzio entro il termine
di 60 (sessanta) giorni decorrenti dalla data della pubblicazione, con avvertenza che le opposizioni al pagamento presentate
fuori di detto termine non potranno essere prese in considerazione in sede amministrativa e che i creditori per i titoli su
accennati che intendessero agire sulla cauzione di cui all'art. 30 della Legge 11/02/1994 n. 109 e successive modifiche ed
integrazioni, dovranno chiederne in tempo debito il sequestro all'Autorità Giudiziaria.
Este, lì 16 Ottobre 2015
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ing. Giuseppe Gasparetto Stori
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
159
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309223)
PROVINCIA DI BELLUNO
Avviso istanze di concessione preferenziale per derivazione di acque superficiali e sotterranee divenute pubbliche ai
sensi del D.P.R. n. 238/99. Comune di Pieve di Cadore (BL).
Sulla istanza di concessione preferenziale per derivazione di acque superficiali e sotterranee divenute pubbliche ai sensi del
D.P.R 238/99, (regolamento di attuazione della L. n. 36/94), elencata di seguito e situata nel Comune di Pieve di Cadore, è in
corso la procedura per il rilascio del relativo provvedimento di concessione. Gli elaborati tecnici sono a disposizione di
chiunque intenda prenderne visione nell'orario d'ufficio presso lo Sportello Unico Demanio Idrico di Belluno dal giorno 30
ottobre 2015 per 20 giorni consecutivi. Eventuali osservazioni e/o opposizioni all'assentimento della richiesta concessione,
potranno essere presentate allo Sportello Unico Demanio Idrico di Belluno oppure al Comune di Pieve di Cadore, entro e non
oltre 30 gg. dalla data della presente pubblicazione sul B.U.R.V.
N°
pratica
Bacino
Richiedente
Uso
Portata
media l/s
Corpo idrico
Fg-mapp.
R/32
Piave
Comune di Pieve
di Cadore
Igienico e
assimilati
0,01
Sorgente in loc.
Vedorcia
Fg. 49 mapp. 23
Il Dirigente Provinciale ing. Luca Soppelsa
160
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
PROCEDIMENTI VIA
(Codice interno: 309509)
PROVINCIA DI TREVISO
Estratto deliberazione della Giunta provinciale n. 313 del 28 settembre 2015. Centro commerciale "Area ex funghi
del Montello". Ditta EMA.PRI.CE S.p.a., Comune di Pederobba. Procedura di VIA art. 23 del D.Lgs. 152/06 ss.mm.ii.
Giudizio di compatibilità ed incidenza ambientale.
Con deliberazione di Giunta Provinciale del 28.09.2015 N. Reg. Del. 313, N. Protocollo 93472/2015, relativa al progetto di cui
all'oggetto ed il cui estratto è riportato di seguito, si è conclusa la procedura di valutazione di impatto ambientale con parere di
compatibilità ambientale e incidenza ambientale favorevole con le prescrizioni espresse nel paragrafo "conclusioni" del parere
della Commissione Provinciale V.I.A. del 24.09.2015.
In data 10.02.2015 (prot. Prov. n. 14869) la ditta EMA.PRI.CE S.p.A. con sede legale in Via Strade Nuove, 3 a Possagno,
(TV) chiede il giudizio di compatibilità ambientale, ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 152/06 smi relativamente al progetto di
centro commerciale "Area ex funghi del Montello" in comune di Pederobba (TV).
Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo complesso commerciale e direzionale comprensivo di una grande struttura di
vendita del settore alimentare. Il nuovo edificio si articola su un unico piano, tranne la parte direzionale individuata al piano
primo verso il lato sud del fronte principale. Il fabbricato, isolato dal contesto, avrà un'altezza di 10,50 mt, pari a 2 piani fuori
terra, una superficie coperta di circa 17.700 mq, una superficie commerciale di 16.200 mq, una superficie di vendita di 12.694
ma e una superficie destinata a terziario/ uffici pari a 3.300 mq.
L'opera è soggetta a procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi del D.Lgs. n° 152/2006 e ss.mm.ii e della L.R. 28
dicembre 2012, n° 50. L'Art. 22 della Legge Regionale n°50/2012 prevede infatti, che venga espletata la procedura di VIA per
le grandi strutture con Superficie di vendita superiore a 8.000 mq a prescindere dalla loro articolazione in forma di esercizio
singolo, centro o parco commerciale. I centri commerciali rientrano nelle tipologie nell'Allegato IV del D.Lgs. n. 4/2008. La
Provincia è competente per lo screening e la valutazione di impatto ambientale;
Il progetto è riferibile alla rete natura 2000 (zone SIC e ZPS) pertanto la valutazione di incidenza (VINCA) è ricompresa, ai
sensi dell'art. 5 comma 4 del DPR 357 del 8.09.1997, nell'ambito della procedura V.I.A.
Tutto ciò premesso,
Con voti unanimi espressi nei modi e nelle forme di legge,
DELIBERA
1. di fare proprio il parere espresso dalla Commissione Provinciale per la Valutazione di Impatto Ambientale nella
seduta del 24.09.2015, allegato al presente provvedimento di cui costituisce parte integrante;
2. di esprimere, ai sensi dell'art. 26 del D.Lgs. 152/06, giudizio positivo sulla compatibilità ambientale e incidenza
ambientale del progetto di " Centro Commerciale ' Area ex funghi del Montello'" ditta EMA.PRI.CE S.p.A. in comune
di Pederobba (TV), con le prescrizioni espresse nel paragrafo "conclusioni" del parere della Commissione Provinciale
V.I.A. del 24.09.2015;
3. di comunicare il presente provvedimento al soggetto proponente, alla Regione del Veneto e al Comune di Pederobba;
4. di dare atto che il presente provvedimento non comporta oneri a carico del bilancio;
Consultazione del provvedimento nella sua interezza
Ai fini della consultazione, la documentazione e gli atti sono depositati e consultabili presso il comune di Pederobba (TV),
presso l'ufficio VIA della Provincia di Treviso in via Cal di Breda n. 116 e nel sito web della Provincia di Treviso
(http://www.provincia.treviso.it) nella sezione:
Home/Temi/Ambiente/Valutazione Impatto Ambientale/ VAI ALLA PAGINA DEDICATA /Avvisi di pubblicazione dei
procedimenti di V.I.A. in corso / EMA.PRI.CE SPA.
Dalla data di pubblicazione nel BUR decorrono i termini per eventuali impugnazioni in sede giurisdizionale da parte di soggetti
interessati.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
161
_______________________________________________________________________________________________________
PARTE QUARTA
ATTI DI ENTI VARI
Agricoltura
(Codice interno: 309441)
AGENZIA VENETA PER I PAGAMENTI IN AGRICOLTURA (AVEPA), PADOVA
Decreto del dirigente dell'Area tecnica competitività imprese n. 537 del 12 ottobre 2015
UIteriore scorrimento delle posizioni finanziabili presenti nella graduatoria regionale delle domande ammissibili
all'aiuto. Piano regionale di ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Campagna 2014/2015.
Il dirigente
decreta
1. di individuare, nella graduatoria regionale (allegato A) approvata ai sensi del regolamento (CE) n. 555/2008, titolo II sezione 2, articoli 6/10, del regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 46 e della DGR 267/2015, in relazione alla disponibilità
dei fondi per la campagna 2014/2015, le seguenti ulteriori domande finanziabili:
- dalla posizione n. 1341 ditta DAL BEN LORETTA (CUAA DLBLTT74R57L364Q) alla posizione n. 1765 ditta GIURIOLO
ELENA (CUAA GRLLNE72L55H620H), per l'importo relativo, fino al massimo di tre ettari di superficie;
2. di pubblicare il seguente decreto:
- per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta
regionale n.267 del 3 marzo 2015;
- nel sito web istituzionale dell'Agenzia (www.avepa.it), sezione "Amministrazione trasparente", (sottosezione "Sovvenzioni,
contributi, sussidi, vantaggi economici"), ai sensi di quanto disposto dall'art. 26 del d.lgs. 33/2013.
Il Dirigente Luca Furegon
162
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Espropriazioni, occupazioni d'urgenza e servitù
(Codice interno: 309210)
ALTO VICENTINO SERVIZI SPA, THIENE (VICENZA)
Decreto del Direttore Generale n. 65 del 20 Ottobre 2015
Nuovo collettore scolmatore e servizio della rete fognaria di via Tuzzi in Comune di Schio (VI). Pagamento indennità di
asservimento e occupazione temporanea accettata, ex art. 20 comma 8 e art. 26 del D.P.R. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con decreto n. 65 del 20 Ottobre 2015 è stato ordinato il
pagamento diretto a favore delle ditte concordatarie di seguito indicate della somma complessiva di Euro 3.791,34, secondo gli
importi per ognuno indicati, a titolo di pagamento dell'indennità di asservimento e occupazione temporanea accettata, per
l'asservimento e l'occupazione temporanea degli immobili occorrenti per i lavori in oggetto di seguito elencati:
A) Comune di Schio - CT: sez B fgl 7 part. 5 di ha 00.40.13 da asservire per mq 18 e da occupare temporaneamente per mq 60;
CT: sez B fgl 7 part. 12 di ha 00.15.08 da asservire per mq 90 e da occupare temporaneamente per mq 300; CT: sez B fgl 7
part. 556 di ha 03.18.53 da asservire per mq 240 e da occupare temporaneamente per mq 800; PASINI ELISA, prop. per 3/6
Euro 1.090,40; RIVA CHIARA, prop. per 1/6 Euro 363,47; RIVA FRANCESCO, prop. per 1/6 Euro 363,47;
B) Comune di Schio - CT: sez B fgl 7 part. 349 di ha 00.01.38 da asservire per mq 15 e da occupare temporaneamente per
mq 50; CT: sez B fgl 3 part. 1463 di ha 00.18.96 da asservire per mq 300 e da occupare temporaneamente per mq 1000; DAL
POZZOLO LUCIANA, prop. per 1/2 Euro 987,00; SANDRI GIUSEPPE, prop. per 1/2 Euro 987,00.
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
Il Direttore Generale ing. Massimo Cornaviera
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
163
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309206)
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 31 del 20 ottobre 2015
Lavori di rifacimento della rete di acquedotto di via Formighè in comune di San Donà di Piave. Decreto di asservimento
ai sensi dell'art. 20 comma 11 e dell'art. 23 comma 1 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 23, comma 5, D.P.R. 327/2001 e successive modificazioni, si rende noto che con il decreto n. 31 del
20/10/2015 è stata pronunciata, a favore del A.S.I. S.p.a., l'asservimento sugli immobili di seguito elencati:
1. Comune di San Donà di Piave: CT: sez U fgl 6 part 15 da asservire per mq 255; CT: sez U fgl 6 part 17 da asservire
per mq 396; CT: sez U fgl 6 part 18 da asservire per mq 30; CT: sez U fgl 6 part 73 da asservire per mq 558; CT:
sez U fgl 6 part 71 da asservire per mq 6; CT: sez U fgl 6 part 38 da asservire per mq 66; CT: sez U fgl 6 part 24 da
asservire per mq 69; CT: sez U fgl 7 part 39 da asservire per mq 57; Angeletti Gianfernando, prop. per 1/2; Balestra
Giuliana, prop. per 1/2;
2. Comune di San Donà di Piave: CT: sez U fgl 6 part 75 da asservire per mq 132; Furlan Gimmi, prop. per 11/100;
Zorzetto Paola, prop. per 11/100; Furlan Simone, prop. per 78/100;
3. Comune di San Donà di Piave: CT: sez U fgl 6 part 79 da asservire per mq 33; CT: sez U fgl 6 part 97 da asservire
per mq 180; CT: sez U fgl 6 part 39 da asservire per mq 171; Facchin Dori Angelo, nudo prop. per 1/2; Facchin
Ovidio, usufrut. per 1/2; Frasson Nella, usufrut. per 1/2; Maser Maria Grazia, nudo prop. per 1/2;
4. Comune di San Donà di Piave: CT: sez U fgl 6 part 29 da asservire per mq 114; CT: sez U fgl 6 part 6 da asservire
per mq 891; CT: sez U fgl 6 part 11 da asservire per mq 336; Divici - Società agricola a R.l., prop. per 1/1.
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
San Donà di Piave, lì 20/10/2015
Il Presidente Renato Meneghel
164
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309208)
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 32 del 20 ottobre 2015
Interventi di rinnovo e potenziamento della condotta adduttrice "Ponte di Piave-Torre di Mosto" - 1° stralcio: tratto
Ponte di Piave-Noventa di Piave. Determinazione urgente dell'indennità provvisoria con contestuale imposizione servitù
della condotta adduttrice ex art. 22 e 23 del d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 23, comma 5, D.P.R. 327/2001 e successive modificazioni, si rende noto che con il decreto n. 32 del
20/10/2015 è stata pronunciata, a favore del A.S.I. S.p.a., l'asservimento della condotta adduttrice sugli immobili di seguito
elencati:
1. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 1 part 22 da asservire per mq 364, CT: sez U fgl 1 part 23 da asservire per mq
803, CT: sez U fgl 1 part 24 da asservire per mq 218, CT: sez U fgl 1 part 25 da asservire per mq 200, CT: sez U fgl 1
part 26 da asservire per mq 212, CT: sez U fgl 1 part 27 da asservire per mq 114, CT: sez U fgl 1 part 254 da asservire
per mq 109; Tommaseo Ponzetta Andrea, nuda prop. per 1/3; Tommaseo Ponzetta Caterina, nuda prop. per 1/3;
Tommaseo Ponzetta Luciana, nuda prop. per 1/3; Tommaseo Ponzetta Tommaso, usuf. per 1/1;
2. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 1 part 453 da asservire per mq 540, CT: sez U fgl 1 part 28 da asservire per mq
552, CT: sez U fgl 1 part 80 da asservire per mq 183, CT: sez U fgl 1 part 492 da asservire per mq 331, CT: sez U fgl
1 part 916 da asservire per mq 102, CT: sez U fgl 1 part 919 da asservire per mq 279; Terre del Candolè S.r.l., prop.
per 1/1;
3. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 3 part 63 da asservire per mq 19, CT: sez U fgl 3 part 6 da asservire per mq 157,
CT: sez U fgl 3 part 7 da asservire per mq 487; Societa' Agricola Batiso S.r.l., prop. per 1/1;
4. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 4 part. 51 da asservire per mq 19; Foscari Widmann, prop. per 1/1;
5. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 4 part 1141 da asservire per mq 209; Gatti Gino, prop. per 1/1;
6. Comune di Salgareda: CT: sez U fgl 26 part 138 da asservire per mq 722, CT: sez U fgl 26 part 140 da asservire per
mq 509, CT: sez U fgl 26 part 163 da asservire per mq 137, CT: sez U fgl 26 part 164 da asservire per mq 460, CT:
sez U fgl 26 part 182 da asservire per mq 25, CT: sez U fgl 26 part 165 da asservire per mq 23, CT: sez U fgl 26 part
166 da asservire per mq 218; Societa' Agricola La Gazza Di Borgato Orazio & C. S.a.s., prop. per 1/1;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
San Donà di Piave, lì 20/10/2015
Il Presidente Renato Meneghel
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
165
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309324)
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 30 del 21 ottobre 2015
Realizzazione di fognatura nera di via Rossini, via Vivaldi, via S.Antonio e via Premuda a Zenson di Piave. Decreto di
pagamento indennità di asservimento accettata, ex art. 20 comma 8 e art. 26 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con il decreto n. 30 del 21/10/2015 è stato ordinato il
pagamento diretto a favore delle ditte concordatarie di seguito indicate della somma complessiva di Euro 4.391,00, secondo
gli importi per ogni una in grassetto indicati, a titolo di pagamento dell'indennità di asservimento accettata degli immobili
occorrenti per i lavori in oggetto di seguito elencati:
A. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 957 da asservire per mq 54; CT: sez U fgl 5 part. 51 da
asservire per mq 47; Piovesan Genny, prop. per 1/1 Euro 202,00;
B. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 335 da asservire per mq 42; Ferrari Mariano, prop. per 1/2
Euro 42,00; Ferrari Natale, prop. per 1/2 Euro 42,00;
C. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 864 da asservire per mq 24; Ferrari Natale, prop. per 1/1 Euro
48,00;
D. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 353 da asservire per mq 30; CT: sez U fgl 5 part. 352 da
asservire per mq 54; Ferrari Mariano, prop. per 1/1 Euro 168,00;
E. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 17 da asservire per mq 385; CT: sez U fgl 5 part. 443 da
asservire per mq 180; Da Pos Armida, prop. per 4/6 Euro 1.883,34; Toninato Fabio, prop. per 1/6 Euro 470,83;
Toninato Fabrizio, prop. per 1/6 Euro 470,83;
F. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 139 da asservire per mq 34; Molin Patrizia, prop. per 1/1 Euro
544,00;
G. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 5 part. 246 da asservire per mq 17; CT: sez U fgl 5 part. 31 da
asservire per mq 46; CT: sez U fgl 5 part. 260 da asservire per mq 1; Fregonese Angelo, prop. per 1/1 Euro
128,00;
H. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 7 part. 553 da asservire per mq 110; Fregonese Luigi, prop. per 1/1
Euro 220,00;
I. Comune di Zenson di Piave: CT: sez U fgl 7 part. 108 da asservire per mq 86; Serafin Gianlica, prop. per 1/1
Euro 172,00;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
San Donà di Piave, lì 21/10/2015
Il Presidente Renato Meneghel
166
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309326)
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 34 del 21 ottobre 2015
Lavori di completamento della fognatura nera di S. Giorgio di Livenza e di Ca' Cottoni e collegamento all'impianto di
depurazione di Caorle. Decreto di pagamento a saldo dell'indennità di asservimento accettata, ex art. 20 comma 8 e art.
26 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con il decreto n. 34 del 21/10/2015 è stato ordinato il
pagamento diretto a favore delle ditte concordatarie di seguito indicate della somma complessiva di Euro 4.617,85, secondo
gli importi per ogni una in grassetto indicati, a titolo di pagamento a saldo dell'indennità di asservimento accettata degli
immobili occorrenti per i lavori in oggetto di seguito elencati:
A. Comune di San Stino di Livenza: CT: sez U fgl 44 part 427 da asservire per mq 80; Vignati Adriana, prop. per
1/1 Euro 80,00;
B. Comune di San Stino di Livenza: CT: sez U fgl 44 part 500 da asservire per mq 204; CT: sez U fgl 44 part 512 da
asservire per mq 35; CT: sez U fgl 44 part 501 da asservire per mq 1.800; CT: sez U fgl 43 part 21 da asservire
per mq 50; Sossai Pierluigi, prop. per 1/1 Euro 2.089,00;
C. Comune di San Stino di Livenza: CT: sez U fgl 44 part 461 da asservire per mq 541; Zecchin Emi, prop. per 1/1
Euro 541,00;
D. Comune di San Stino di Livenza: CT: sez U fgl 44 part 462 da asservire per mq 617; Tommasi Venanzio, prop.
per 1/1 Euro 617,00;
E. Comune di Caorle: CF: sez U fgl 15 part 279 sub 27 da asservire per mq 5; CF: sez U fgl 15 part 279 sub 37 da
asservire per mq 70; Immobiliare Cottoni s.r.l., prop. per 1/1 Euro 502,25;
F. Comune di Caorle: CF: sez U fgl 15 part 279 sub 21 da asservire per mq 128; Lunardelli Luigi, prop. per 1/8
Euro 39,20; Marion Eleonora, prop. per 1/8 Euro Euro 39,20; Gaetani Sandra, prop. per 1/8 Euro Euro
39,20; Vian Claudia, prop. per 1/8 Euro Euro 39,20; Catto Romina, prop. per 1/8 Euro Euro 39,20;
Immobiliare Cottoni s.r.l., prop. per 1/8 Euro Euro 39,20; Gallo Giovanni, prop. per 1/8 Euro Euro 39,20;
Cerchier Erika, prop. per 1/8 Euro Euro 39,20;
G. Comune di Caorle: CT: sez U fgl 15 part 227 da asservire per mq 20; sez U fgl 15 part 56 da asservire per mq
75; Montanari Maria Grazia, prop. per 1/1 Euro 475,00;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
San Donà di Piave, lì 21/10/2015
Il Presidente Renato Meneghel
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
167
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309328)
AZIENDA SERVIZI INTEGRATI SPA (ASI), SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA)
Estratto decreto del Presidente n. 35 del 21 ottobre 2015
Lavori di completamento della fognatura nera di S. Giorgio di Livenza e di Ca' Cottoni e collegamento all'impianto di
depurazione di Caorle. Decreto di deposito dell'indennità di asservimento accettata ex art. 26, comma 4 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con il decreto n. 35 del 21/10/2015 è stato ordinato il
deposito presso il Ministero dell'Economia e Finanze - Sezione di Venezia (ex Cassa Depositi e Prestiti - Tesoreria
Provinciale dello Stato - Sez. di Venezia) a favore della ditta concordataria di seguito indicata della somma complessiva di
Euro 44.420,00, a titolo di indennità spettante per l'asservimento degli immobili occorrenti per i lavori in oggetto di seguito
elencati:
a. Comune di Caorle: CT: sez U fgl 15 part 287 da asservire per mq 2.745; CT: sez U fgl 15 part 280 da asservire
per mq 1.711; CT: sez U fgl 15 part 138 da asservire per mq 192; CT: sez U fgl 15 part 282 da asservire per
mq 445; CT: sez U fgl 15 part 177 da asservire per mq 595; CT: sez U fgl 15 part 140 da asservire per mq
172; CT: sez U fgl 15 part 61 da asservire per mq 921; CT: sez U fgl 15 part 141 da asservire per mq 436; CT:
sez U fgl 15 part 142 da asservire per mq 938; CT: sez U fgl 15 part 214 da asservire per mq 729; Genagricola
S.p.a., prop. per 1/1 Euro 44.420,00;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
San Donà di Piave, lì 21/10/2015
Il Presidente Renato Meneghel
168
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309027)
COMUNE DI ANGUILLARA VENETA (PADOVA)
Estratto decreto del responsabile ufficio tecnico n. 3 del 16 ottobre 2015
Lavori di realizzazione di una viabilità ciclopedonale in fregio alla s.p. 92 conselvana tra le progressive chilometriche
dal 30+000 al 31+530. Pagamento saldo dell'indennità di espropriazione, ex art. 20 comma 8 e art. 26 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con decreto n. 3 del 16/10/2015 è stato ordinato il
pagamento diretto a favore delle ditte concordatarie di seguito indicate della somma complessiva di Euro 9.187,92, secondo
gli importi per ognuna in grassetto indicati, a titolo di saldo indennità di espropriazione degli immobili occorrenti per i
lavori in oggetto di seguito elencati:
A. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 3 part 327 di mq 8; CT: sez U fgl 3 part 48 di mq 741; CT: sez U fgl
3 part 329 di mq 995; Bergo Luca, prop. 1/1 Euro 1.769,60;
B. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 3 part 331 di mq 1.225; CT: sez U fgl 3 part 317 di mq 720; Greggio
Fabio, prop. 1/1 Euro 4.713,78;
C. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 3 part 226 di mq 1.531; CT: sez U fgl 3 part 333 di mq 1.631;
Girotto Margherita, prop. 1/3 Euro 770,66; Baldo Lorenzo, prop. 1/3 Euro 770,67; Baldo Maria Luisa, prop.
1/3 Euro 770,67;
D. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 4 part 910 di mq 107; CT: sez U fgl 4 part 912 di mq 3; Segala
Maria, prop. 1/1 Euro 91,20;
E. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 4 part 914 di mq 52; Capuzzo Maria, prop. 1/5 Euro 2,08; Segala
Adriano, prop. 1/5 Euro 2,08; Segala Maria, prop. 1/5 Euro 2,08; Casazza Antonio, prop. 1/5 Euro 2,08;
F. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 4 part 915 di mq 109; Capuzzo Maria, prop. 4/16 e usuf. 3/16 Euro
30,55; Segala Adriano, prop. 1/16 Euro 6,05; Segala Maria, nuda prop. 3/16 Euro 11,80;
G. Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 4 part 919 di mq 101; CT: sez U fgl 4 part 920 di mq 70; CT: sez U
fgl 4 part 922 di mq 73; Borghetto Luigi, prop. 5/8 Euro 244,62;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
Anguillara Veneta, lì 16/10/2015
Il Responsabile Ufficio Tecnico: Geom. Gabriele Paggiaro
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
169
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309028)
COMUNE DI ANGUILLARA VENETA (PADOVA)
Estratto decreto del responsabile ufficio tecnico n. 4 del 16 ottobre 2015
Lavori di realizzazione di una viabilità ciclopedonale in fregio alla s.p. 92 conselvana tra le progressive chilometriche
dal 30+000 al 31+530. Deposito dell'indennità di esproprio ex art. 20, comma 14 e 26 d.p.r. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con decreto n. 4 del 16/10/2015 è stato ordinato il
deposito presso il Ministero dell'Economia e Padova - Sezione di Padova (ex Cassa Depositi e Prestiti - Tesoreria Provinciale
dello Stato - Sez. di Padova) a favore delle ditte concordatarie di seguito indicata della somma complessiva di Euro 617,26,
secondo gli importi per ognuna in grassetto indicate, a titolo di indennità spettante per l'espropriazione degli immobili
occorrenti per i lavori in oggetto di seguito elencati:
A) Comune di Anguillara Veneta: CT sez U fgl 4 part. 914 di ha 00.00.52; Segala Ermenegilda, prop. per 1/5 Euro 2,08;
B) Comune di Anguillara Veneta: CT sez U fgl 4 part. 915 di ha 00.01.09; Segala Ermenegilda, prop. per 8/16 Euro 48,40;
C) Comune di Anguillara Veneta: CT sez U fgl 4 part. 917 di ha 00.03.13; Grigolo Claudia, prop. per 1/2 Euro 210,00;
Scarparo Pietro, prop. per 1/2 Euro 210,00;
D) Comune di Anguillara Veneta: CT: sez U fgl 4 part 919 di mq 101; CT: sez U fgl 4 part 920 di mq 70; CT: sez U fgl 4
part 922 di mq 73; Frizzarin Settima, prop. per 3/8 Euro 146,78;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
Anguillara Veneta, lì 16/10/2015
Il Responsabile Ufficio Tecnico: Geom. Gabriele Paggiaro
170
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309372)
COMUNE DI BELLUNO
Determinazioni del Settore Tecnico-Manutentivo nn. 656 del 7 ottobre 2015 e 682 del 15 ottobre 2015
"Realizzazione di una rotatoria tra Via Travazzoi e Via Gregorio XVI". Ordine di pagamento indennità di esproprio
ditte 4 e 3.
Ditta 4. Terreno censito al catasto urbano, fg. 69, mapp. 206, superficie di esproprio mq 10. Proprietario: Murer Luciano, nato
a Belluno il 10/03/1958. Indennità da erogare: Euro 1.210,00.
Ditta 3. Terreno censito al catasto urbano, fg. 69, mapp. 147 sub.1, superficie di esproprio mq 53. Proprietari: Casol Daniela,
nata a Belluno il 02/08/1951. Indennità da erogare: Euro 997,42; Casol Irene, nata a Belluno il 03/12/1952. Indennità da
erogare: Euro 997,42; Da Rold Edy, nata a Belluno il 29/06/1932 . Indennità da erogare: Euro 3.989,66.
I provvedimenti diverranno esecutivi, ai sensi dell'art. 26 comma 8 D.P.R. 327/2001, con il decorso di 30 giorni dalla data di
pubblicazione nel B.U.R. se non è proposta opposizione da parte dei terzi per l'ammontare delle indennità.
Il Dirigente arch. Carlo Erranti
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
171
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308985)
COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA)
Decreto di esproprio n. 1 prot. n. 13074 del 22 settembre 2015
Lavori di collegamento stradale tra via Vecchia e via dell'Usignolo.
Premesso che:
.
con delibera di Consiglio Comunale n. 9 dell'8.4.2014 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori di "Collegamento
stradale tra via Vecchia e via dell'Usignolo" in Comune di San Martino di Lupari", ed è stato apposto il vincolo preordinato
all'esproprio, e dichiarati di pubblica utilità urgenti ed indifferibili i lavori in oggetto e adottata contestualmente la variante al
P.I. n.10;
.
a seguito della comunicazione di avvio del procedimento ai sensi degli art. 11, 16 e 19 del DPR 327/2001 e smi è
pervenuta, una sola osservazione riferita alle signore Pegorin Maria e Zulian Genoveffa, la quale è stata accolta;
.
successivamente alla scadenza dei trenta giorni, è pervenuta l'osservazione anche da parte dei Sig.ri Zulian Marcello e
Pigozzo Imelda;
.
con nota in data 08.05.2014 prot. n. 6867 le ditte interessate dai lavori succitati sono state invitate a fornire ogni utile
elemento, per la stima del valore da attribuire alle aree oggetto di esproprio;
.
entro il termine perentorio dei trenta giorni dal ricevimento, ossia entro il 05.08.2014, non sono pervenute osservazioni;
.
con nota in data 07.07.2014 prot. n. 9724 è stata comunicata l'indennità provvisoria di esproprio e l'elenco degli
immobili interessati;
.
ai sensi dell'art. 20, comma 5 del D.P.R. 327/01 tutte le ditte espropriate, ad esclusione del Sig. Zulian Marcello e della
Sig.ra Pigozzo Imelda, hanno firmato l'accettazione dell'indennità provvisoria proposta come risulta agli atti;
Atteso che:
.
per realizzare dei lavori di" "Collegamento stradale tra via Vecchia e via dell'Usignolo è prevista l'acquisizione di aree
di proprietà dei Sig.ri Zulian Marcello e Pigozzo Imelda;
.
che i Sig.ri Zulian Marcello e Pigozzo Imelda, non hanno manifestato la volontà di cedere volontariamente l'area oggetto
di esproprio;
.
che con determinazione n.120 del 23.07.2015 è stata liquidata l'indennità provvisoria di esproprio da depositare presso la
CASSA DEPOSITI E PRESTITI;
.
CON MANDATO N.1314 SUB 1 E MANDATO 1315 SUB 1 DEL 24/08/2015 SONO STATI DEPOSITATI PRESSO
LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI LA SOMMA DI EURO 496,98;
Considerato che occorre procedere al trasferimento della proprietà delle aree in favore del Comune di San Martino di Lupari
(Pd) mediante emissione del decreto di esproprio ai sensi dell'art. 20 comma 11 del D.P.R. 327/2001;
Visto l'art.23 contenuto ed effetti del decreto di esproprio del D.P.R. 327/2001
ATTESO che non risultano impugnazioni giudiziali degli atti relativi alla procedura acquisitiva;
VISTO il D.P.R. 327/2001;
VISTO il D.lgs 237/2000;
DECRETA
Art.1 Sono espropriati, disponendo il passaggio del diritto di proprietà a favore del Comune di San Martino di Lupari
(Pd) cod. fiscale 81000530287 per l'esecuzione dei LAVORI DI COLLEGAMENTO STRADALE TRA VIA VECCHIA E
VIA DELL'USIGNOLO" terreni di proprietà di:
Partita IVA o C.F.
proprietà
indirizzo
ZLNMCL40A021008V
ZULIAN MARCELLO
OMISSIS
PGZMLD41A44C190J
PIGOZZO IMELDA
OMISSIS
a)
i terreni espropriati risultano identificati catastalmente:
fg
mapp
Sup. da acquisire mq
residente
nata/o a
OMISSIS
OMISSIS
OMISSIS
OMISSIS
Indennità Euro/mq
Diritti
1/2
1/2
Totale Euro.
172
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
12
817
33
CORPO
496,98
Art. 2 L'indennità di esproprio pari ad EURO 496,98 (dicesi euro QUATTROCENTONOVANTASEI/98), è stata depositata
presso la Cassa Depositi e Prestiti con mandato n.1314 sub 1 alla ditta ZULIAN MARCELLO, e mandato n. 1315 sub1 alla
ditta PIGOZZO IMELDA.
Art. 3 Il presente provvedimento sarà registrato e trascritto nei modi di legge presso l'Agenzia del Territorio-Servizio di
pubblicità immobiliare di Bassano del Grappa (VI):
a) E'esente da bollo ai sensi del comma 22 della tabella allegato "B" D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e smi,
b) Beneficia delle agevolazioni per le imposte catastali e d'ipotecaria di cui alla L.1149 del 21/11/1967 e Risoluzione del
Ministero delle Finanze-Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n.254 del 31/07/2002;
c) è soggetto al pagamento dell'imposta di registro in misura fissa ai sensi del D.P.R. 26/04/1986 n. 131 e smi. Adempiute le
suddette formalità, dopo l'avvenuta trascrizione del decreto di esproprio tutti i diritti relativi agli immobili espropriati potranno
essere fatti valere esclusivamente sull'indennità ai sensi dell'art.25 comma 3 del D.P.R. 327/2001.
Art. 4 Il presente decreto sarà notificato alle ditte interessate nelle forme di legge, pubblicato per estratto sul sito del comune e
nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ex art. 23 comma 5 del D.P.R. 327/2001. Gli interessati potranno proporre
opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione dell'astratto. Al presente decreto sarà data esecuzione mediante
immissione in possesso da parte del Comune in data 21-09-2015.
Art. 5 Contro il presente provvedimento è possibile ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale del Veneto, entro il
termine di sessanta giorni, decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento.
In alternativa al ricorso giurisdizionale è possibile presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il
termine di centoventi giorni, decorrenti dalla data di notifica richiamata.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
173
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308986)
COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA)
Decreto di esproprio n. 1 - prot. n. 13075 del 22 settembre 2015
Ppt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle vie C. Agostini,
Cavour e Dante in comune di San Martino di Lupari (PD).
Premesso che:
con delibera di Consiglio Comunale n. 8 dell'8.4.2014 è stato approvato in variante al P.I., il progetto definitivo del 1° e
2° lotto "Intervento a favore delle mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini Cavour - Dante in Comune di San Martino di Lupari", apposto il vincolo preordinato all'esproprio, e dichiarati di pubblica
utilità urgenti ed indifferibili i lavori in oggetto;
ai proprietari interessati dai lavori sono state fatte le comunicazioni di avvio del procedimento espropriativo ai sensi degli
art. 11, 16 e 19 del DPR 327/2001 e smi;
con delibera di Consiglio Comunale n. 38 del 30.09.2014 è stata approvata la variante urbanistica n. 8, e contro dedotto
alle osservazioni pervenute;
con determinazione n. 86 del 21.4.2015 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di "Intervento a favore delle
mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini - Cavour - Dante in Comune di San
Martino di Lupari (PD) 2° lotto";
Atteso che:
per realizzare il 2° lotto dell'appalto è prevista l'acquisizione di aree di proprietà delle sigg.re Casonato Laura, Casonato
Plinia, Minora Marta Maria e Fior Maria Grazia;
che le sigg.re Casonato Laura, Casonato Plinia e Minora Marta Maria con atto del Tribunale Amministrativo Regionale
per il Veneto, pervenuto agli atti del Comune con prot. n. 9864 del 9.7.2014, nonché ricorso per motivi aggiunti pervenuto agli
atti del Comune con prot. n. 18018 del 30.12.2014 hanno promosso l'annullamento dei provvedimenti preordinati all'esproprio;
a seguito degli incontri avvenuti tra il Comune e le proprietà per la valutazione di un'ipotesi di cessione bonaria delle aree
e la determinazione delle indennità di esproprio e di indennizzo dell'immobile residuo, le parti considerati anche i costi e
l'inevitabile alea giudiziale hanno manifestato la disponibilità di cedere bonariamente le aree oggetto di espropriazione;
che con i privati proprietari dei terreni, , sono stati raggiunti accordi bonari;
che con determinazione n.85 del 21.04.2015 sono stati approvati gli accordi bonari e di procedere all'acquisizione delle
aree necessarie alla realizzazione dei lavori e alla liquidazione delle varie indennità nella misura del 100% del dovuto;
Considerato che occorre procedere al trasferimento della proprietà delle aree in favore del Comune di San Martino di Lupari
(Pd) mediante emissione del decreto di esproprio ai sensi dell'art. 20 comma 11 del D.P.R. 327/2001;
Visto l'art.23 Contenuto ed effetti del decreto di esproprio del D.P.R. 327/2001
ATTESO che non risultano impugnazioni giudiziali degli atti relativi alla procedura acquisitiva;
VISTO il D.P.R. 327/2001;
VISTO il D.lgs 237/2000;
DECRETA
Art.1 ) Sono espropriati, disponendo il passaggio del diritto di proprietà a favore del Comune di San Martino di Lupari (Pd)
cod. fiscale 81000530287 per l'esecuzione dei lavori relativi all' intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale
con moderazione del traffico nelle vie C. Agostini - Cavour - Dante, in Comune di San Martino di Lupari" terreni di proprietà
di:
-
Partita IVA o C.F.
proprietà
FRIMGR45A63C743V FIOR MARIA GRAZIA
i terreni espropriati risultano identificati catastalmente:
indirizzo residente nata/o a omissis
omissis
omissis
-
Diritti
1/1
174
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
-
fg
22
-
mapp
269
-
Sup. da acquisire mq
2,70
-
Indennità Euro/mq
200,00
-
Totale Euro.
540,00
Art .2 L'indennità di esproprio pari ad Euro 540,00.(dicesi euro CINQUECENTOQUARANTA/00) comprensiva dell'usufrutto,
già stata liquidata con provvedimento n 85 del 21-04-2015.alla ditta FIOR MARIA GRAZIA che l'ha accettata in ragione delle
sua proprietà.
Art. 3 Il presente provvedimento sarà registrato e trascritto nei modi di legge presso l'Agenzia del Territorio-Servizio di
pubblicità immobiliare di Bassano del Grappa (Vi):
a) E'esente da bollo ai sensi del comma 22 della tabella allegato "B" D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e smi,
b) Beneficia delle agevolazioni per le imposte catastale e d'ipotecaria di cui alla L.1149 del 21/11/1967 e Risoluzione del
Ministero delle Finanze-Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n.254 del 31/07/2002,
c) E' soggetto al pagamento dell'imposta di registro in misura fissa ai sensi del D.P.R. 26/04/1986 n. 131 e smi. Adempiute le
suddette formalità, dopo l'avvenuta trascrizione del decreto di esproprio tutti i diritti relativi agli immobili espropriati potranno
essere fatti valere esclusivamente sulla indennità ai sensi dell'art.25 comma 3 del D.P.R: 327/2001.
Art. 4 Il presente decreto sarà notificato alle ditte interessate nelle forme di legge, pubblicato per estratto sul sito del comune e
nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ex art. 23 comma 5 del D.P.R. 327/2001. Gli interessati potranno proporre
opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione dell'astratto. Al presente decreto sarà data esecuzione mediante
immissione in possesso da parte del Comune in data 27-07-2015
Art. 5 Contro il presente provvedimento è possibile ricorrere al tribunale Amministrativo Regionale del Veneto, entro il
termine di sessanta giorni, decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento. In alternativa al ricorso giurisdizionale
è possibile presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di centoventi giorni, decorrenti dalla
data di notifica richiamata.
Il Responsabile Ufficio espropri Geom. Baggio Giuseppe Stefano
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
175
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308988)
COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA)
Decreto di esproprio n. 2 - prot. n. 13077 del 22 settembre 2015
Pt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle vie C. Agostini Cavour - Dante in comune di San Martino di Lupari.
Premesso che:
con delibera di C.C. n. 8/2014 è stato approvato in variante al P.I., il progetto definitivo del 1° e 2° lotto "Intervento a
favore delle mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini - Cavour - Dante in Comune
di San Martino di Lupari", apposto il vincolo preordinato all'esproprio, e dichiarati di pubblica utilità urgenti ed indifferibili i
lavori in oggetto;
ai proprietari interessati dai lavori sono state fatte le comunicazioni di avvio del procedimento espropriativo ai sensi degli
art. 11, 16 e 19 del DPR 327/2001 e smi;
con delibera di C.C. n. 38/2014 è stata approvata la variante urbanistica n. 8, e contro dedotto alle osservazioni pervenute;
con determinazione n. 86 del 21.4.2015 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di "Intervento a favore delle
mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini - Cavour - Dante in Comune di San
Martino di Lupari (PD) 2° lotto";
Atteso che:
per realizzare il 2° lotto dell'appalto è prevista l'acquisizione di aree di proprietà delle sigg.re Casonato Laura, Casonato
Plinia, Minora Marta Maria e Fior Maria Grazia;
che le sigg.re Casonato Laura, Casonato Plinia e Minora Marta Maria con atto del Tribunale Amministrativo Regionale
per il Veneto, pervenuto agli atti del Comune con prot. n. 9864 del 9.7.2014, nonché ricorso per motivi aggiunti pervenuto agli
atti del Comune con prot. n. 18018/2014 hanno promosso l'annullamento dei provvedimenti preordinati all'esproprio;
a seguito degli incontri avvenuti tra il Comune e le proprietà per la valutazione di un'ipotesi di cessione bonaria delle aree
e la determinazione delle indennità di esproprio e di indennizzo dell'immobile residuo, le parti considerati anche i costi e
l'inevitabile alea giudiziale hanno manifestato la disponibilità di cedere bonariamente le aree oggetto di espropriazione;
che con i privati proprietari dei terreni, sono stati raggiunti accordi bonari;
che con determinazione n.85 del 21.04.2015 sono stati approvati gli accordi bonari e di procedere all'acquisizione delle
aree necessarie alla realizzazione dei lavori e alla liquidazione delle varie indennità nella misura del 100% del dovuto;
Considerato che occorre procedere al trasferimento della proprietà delle aree in favore del Comune di San Martino di Lupari
(Pd) mediante emissione del decreto di esproprio ai sensi dell'art. 20 c. 11 del D.P.R. 327/2001;
Visto l'art.23 Contenuto ed effetti del decreto di esproprio del DPR 327/2001
ATTESO che non risultano impugnazioni giudiziali degli atti relativi alla procedura acquisitiva;
VISTO il DPR 327/2001;
VISTO il D.lgs 237/2000;
DECRETA
Art.1 Sono espropriati, disponendo il passaggio del diritto di proprietà a favore del Comune di San Martino di Lupari (Pd) cod.
fiscale 81000530287 per l'esecuzione dei lavori relativi all' intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con
moderazione del traffico nelle vie C. Agostini - Cavour - Dante, in Comune di San Martino di Lupari" terreni di
proprietà di:
Partita IVA o C.F.
proprietà
CASONATO
CSNPLN41B66F205Z
CSNLRA66T60F205X
PLINIA
CASONATO LAURA
indirizzo
residente
OMISSIS
OMISSIS
OMISSIS
OMISSIS
nata/o a
OMISSIS
OMISSIS
Diritti
2/4
1/4
176
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
MNRMTM27R42A940C
a)
MINORA MARTA MARIA
OMISSIS
OMISSIS
OMISSIS
1/4
i terreni espropriati risultano identificati catastalmente:
fg
22
mapp
380
Sup. da acquisire mq
38
Indennità Euro/mq
CORPO
Totale Euro.
27.804,98
Art. 2 L'indennità di esproprio pari ad Euro. 27.804,98 (dicesi euro VENTISETTEMILAOTTOCENTOQUATTRO/98)
comprensiva dell'usufrutto, già stata liquidata con provvedimento n 85 del 21.04.2015 alla ditta CASONATO PLINIA,
CASONATO LAURA, MINORA MARTA MARIA, che l'hanno accettata in ragione delle sua proprietà.
Art. 3 Il presente provvedimento sarà registrato e trascritto nei modi di legge presso l'Agenzia del Territorio-Servizio di
pubblicità immobiliare di Bassano del Grappa (Vi):
a) E'esente da bollo ai sensi del c. 22 della tabella allegato "B" D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e smi,
b) Beneficia delle agevolazioni per le imposte catastale e d'ipotecaria di cui alla L.1149 del 21/11/1967 e Risoluzione del
Ministero delle Finanze-Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n.254 del 31/07/2002,
c) E' soggetto al pagamento dell'imposta di registro in misura fissa ai sensi del DPR 131/1986 e smi. Adempiute le suddette
formalità, dopo l'avvenuta trascrizione del decreto di esproprio tutti i diritti relativi agli immobili espropriati potranno essere
fatti valere esclusivamente sulla indennità ai sensi dell'art.25 comma 3 del DPR 327/2001.
Art. 4 Il presente decreto sarà notificato alle ditte interessate nelle forme di legge, pubblicato per estratto sul sito del comune e
nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ex art. 23 c. 5 del DPR 327/2001. Gli interessati potranno proporre
opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione dell'astratto. Al presente decreto sarà data esecuzione mediante
immissione in possesso da parte del Comune in data 21-07-2015
Art. 5 Contro il presente provvedimento è possibile ricorrere al tribunale Amministrativo Regionale del Veneto, entro il
termine di sessanta giorni, decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento.
In alternativa al ricorso giurisdizionale è possibile presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il
termine di centoventi giorni, decorrenti dalla data di notifica richiamata.
Il Responsabile Ufficio espropri Geom. Baggio Giuseppe Stefano
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
177
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308989)
COMUNE DI SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA)
Decreto di esproprio n. 3 - prot. n. 13076 del 22 settembre 2015
Pt 1031 Intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle vie C. Agostini,
Cavour, Dante in comune di San Martino di Lupari.
Premesso che:
con delibera di C.C. n. 8/2014 è stato approvato in variante al P.I., il progetto definitivo del 1° e 2° lotto "Intervento a
favore delle mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini - Cavour - Dante in Comune
di San Martino di Lupari", apposto il vincolo preordinato all'esproprio, e dichiarati di pubblica utilità urgenti ed indifferibili i
lavori in oggetto;
ai proprietari interessati dai lavori sono state fatte le comunicazioni di avvio del procedimento espropriativo ai sensi degli
art. 11, 16 e 19 del DPR 327/2001 e smi;
con delibera di C.C. n. 38/2014 è stata approvata la variante urbanistica n. 8, e contro dedotto alle osservazioni pervenute;
con determinazione n. 86 del 21.4.2015 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di "Intervento a favore delle
mobilità e della sicurezza stradale con moderazione del traffico nelle Vie C. Agostini - Cavour - Dante in Comune di San
Martino di Lupari (PD) 2° lotto";
Atteso che:
per realizzare il 2° lotto dell'appalto è prevista l'acquisizione di aree di proprietà delle sigg.re Casonato Laura, Casonato
Plinia, Minora Marta Maria e Fior Maria Grazia;
che le sigg.re Casonato Laura, Casonato Plinia e Minora Marta Maria con atto del Tribunale Amministrativo Regionale
per il Veneto, pervenuto agli atti del Comune con prot. n. 9864/2014, nonché ricorso per motivi aggiunti pervenuto agli atti del
Comune con prot. n. 18018/2014 hanno promosso l'annullamento dei provvedimenti preordinati all'esproprio;
a seguito degli incontri avvenuti tra il Comune e le proprietà per la valutazione di un'ipotesi di cessione bonaria delle aree
e la determinazione delle indennità di esproprio e di indennizzo dell'immobile residuo, le parti considerati anche i costi e
l'inevitabile alea giudiziale hanno manifestato la disponibilità di cedere bonariamente le aree oggetto di espropriazione;
che con i privati proprietari dei terreni, , sono stati raggiunti accordi bonari;
che con determinazione n.85 del 21.04.2015 sono stati approvati gli accordi bonari e di procedere all'acquisizione delle
aree necessarie alla realizzazione dei lavori e alla liquidazione delle varie indennità nella misura del 100% del dovuto;
Considerato che occorre procedere al trasferimento della proprietà delle aree in favore del Comune di San Martino di Lupari
(Pd) mediante emissione del decreto di esproprio ai sensi dell'art. 20 c. 11 del DPR 327/2001;
Visto l'art.23 Contenuto ed effetti del decreto di esproprio del DPR 327/2001
ATTESO che non risultano impugnazioni giudiziali degli atti relativi alla procedura acquisitiva;
VISTO il DPR 327/2001;
VISTO il D.lgs 237/2000;
DECRETA
Art.1 Sono espropriati, disponendo il passaggio del diritto di proprietà a favore del Comune di San Martino di Lupari (Pd) cod.
fiscale 81000530287 per l'esecuzione dei lavori relativi all' intervento a favore della mobilità e della sicurezza stradale con
moderazione del traffico nelle vie C. Agostini - Cavour - Dante, in Comune di San Martino di Lupari" terreni di
proprietà di:
Partita IVA o C.F.
proprietà
CSNLRA66T60F205X
CASONATO LAURA
MNRMTM27R42A940C
MINORA MARTA MARIA
a)
i terreni espropriati risultano identificati catastalmente:
indirizzo
omissis
omissis
residente
omissis
omissis
nata/o a
omissis
omissis
Diritti
1/2
1/2
178
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
fg
22
22
mapp
381
1231
Sup. da acquisire mq
1
2
Indennità Euro/mq
CORPO
CORPO
Totale Euro.
731,70
1.463,41
Art. 2 L'indennità di esproprio pari ad Euro. 2.195,11 (dicesi euro DUEMILACENTONOVANTACINQUE/11)
comprensiva dell'usufrutto, già stata liquidata con provvedimento n 85 del 21-04-2015 alla ditta CASONATO LAURA,
MINORA MARTA MARIA, che l'hanno accettata in ragione delle sua proprietà.
Art. 3 Il presente provvedimento sarà registrato e trascritto nei modi di legge presso l'Agenzia del Territorio-Servizio di
pubblicità immobiliare di Bassano del Grappa (Vi):
a) E'esente da bollo ai sensi del c. 22 della tabella allegato "B" DPR 26/10/1972 n. 642 e smi,
b) Beneficia delle agevolazioni per le imposte catastale e d'ipotecaria di cui alla L.1149/1967 e Risoluzione del Ministero delle
Finanze-Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n.254/2002,
c) E' soggetto al pagamento dell'imposta di registro in misura fissa ai sensi del DPR 131/1986 e smi. Adempiute le suddette
formalità, dopo l'avvenuta trascrizione del decreto di esproprio tutti i diritti relativi agli immobili espropriati potranno essere
fatti valere esclusivamente sulla indennità ai sensi dell'art.25 c. 3 del DPR 327/2001.
Art. 4 Il presente decreto sarà notificato alle ditte interessate nelle forme di legge, pubblicato per estratto sul sito del comune e
nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, ex art. 23 comma 5 del DPR 327/2001. Gli interessati potranno proporre
opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione dell'astratto. Al presente decreto sarà data esecuzione mediante
immissione in possesso da parte del Comune in data 21.07.2015
Art. 5 Contro il presente provvedimento è possibile ricorrere al T.A.R. del Veneto, entro il termine di sessanta giorni,
decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento.
In alternativa al ricorso giurisdizionale è possibile presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il
termine di centoventi giorni, decorrenti dalla data di notifica richiamata.
Il Responsabile Ufficio espropri Geom. Baggio Giuseppe Stefano
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
179
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309363)
COMUNE DI STRA (VENEZIA)
Decreto di esproprio definitivo n. 1 del 22 ottobre 2015 Prot. n. 17364
Lavori di ampliamento e riorganizzazione funzionale del Cimitero di Paluello - I° stralcio. Esproprio ex art. 20, c. 11 e
art. 23, c. 1, D.P.R. 327/2001.
IL RESPONSABILE UFFICIO ESPROPRIAZIONI
VISTA la deliberazione di Consiglio Comunale n. 40 del 18.12.2013, esecutiva, di approvazione progetto definitivo dei lavori
di Ampliamento e riorganizzazione funzionale del cimitero di Paluello - I° stralcio, completo della "Valutazione di
compatibilità idraulica", "relazione geologico-tecnica", "indagine geognostica", con la contestuale adozione della Variante al
Piano degli Interventi sensi degli artt. 10, 11, 16 e 19, c. 2 del DPR 08.06.2001 n. 327 e art. 24 della L.R. n. 27/03 e degli artt.
18 e 48, c. 1 e 5, della L.R. n. 11/2004 e ss.mm.ii., non presentando l'opera la conformità alle previsioni del Piano degli
Interventi vigente, dando atto altresì che la variante comporta anche l'estensione della fascia di rispetto sanitaria, ai sensi
dell'art. 338 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie;
DATO ATTO che con l'approvazione del predetto progetto è stata dichiarata la pubblica utilità dell'opera ai sensi dell'art. 166
del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. e dell'art. 12, comma 1, lettera a) - D.P.R. 327/2001;
omissis
ACCERTATO che sono stati rispettati i termini e le modalità di partecipazione dell'interessato di cui al D.P.R. 327/2001, sia
rispetto all'avviso di avvio del procedimento, sia per quello che riguarda le previste notificazioni e/o comunicazioni di cui alla
precitata normativa, conseguenti all'approvazione del progetto definitivo;
omissis
DECRETA
Art. 1) è pronunciata a favore del Comune di Stra, C.F. 82007270273, con sede in Stra (VE), Piazza G. Marconi n. 21,
beneficiario dell'espropriazione, per quanto in premessa indicato, l'esproprio dell'immobile sito nel Comune censuario di Stra,
necessario ai lavori di Ampliamento e riorganizzazione funzionale del cimitero di Paluello - I° stralcio, di seguito descritto e
identificato catastalmente:
Ditta n. 1: NCT: fg 8 mapp. 639 (ex 476/a) di mq 1.285
BERGO ELENA, C.F. BRG LNE 89M58 D325G
proprietà esclusiva
nata a Dolo (VE) il 18.08.1989
residente a omissis
Valore immobiliare ai fini fiscali Euro 24.029,50
Art. 2) Questa Autorità Espropriante provvederà a notificare, nelle forme degli atti processuali civili, il presente decreto al
proprietario ablato e agli eventuali possessori, e provvederà inoltre, a sua cura e spese ex art. 23, comma 4, del DPR 327/2001,
a tutte le formalità necessarie per la registrazione del decreto di esproprio presso l'Ufficio delle Entrate e successiva
trascrizione presso l'Ufficio dei Registri Immobiliari, oltre alla voltura catastale;
Art. 3) il presente decreto sarà pubblicato per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto, ex art. 23, comma 5 del
DPR 327/2001. Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione dell'estratto.
Il Responsabile Ufficio Espropriazioni Arch. Stefano Negrato
180
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309037)
COMUNE DI VIGONZA (PADOVA)
Estratto decreto n. 187 del 19 ottobre 2015
Estratto decreto del Dirigente Settore Lavori pubblici per opere di viabilità per la messa in sicurezza ambientale - 4°
stralcio. Pagamento dell'indennità di espropriazione accettata, ex art. 20 comma 8 e art. 26 D.P.R. 327/2001.
Ai sensi dell'art. 26, comma 7, del D.P.R. 327/2001, si rende noto che con decreto n. 187 del 19/10/2015 è stato ordinato il
pagamento diretto a favore delle ditte concordatarie di seguito indicate della somma complessiva di Euro 6.923,20, secondo
gli importi per ognuna in grassetto indicate, a titolo di pagamento dell'indennità di espropriazione accettata degli immobili
occorrenti per i lavori in oggetto di seguito elencati:
A) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1339 di ha 00.00.34; Baldan Susanna, prop. per 1/2 Euro 425,00; Fattoruso
Salvatore, prop. per 1/2 Euro 425,00;
B) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1338 di ha 00.00.47; Bonomo Alfio, prop. per 15/100 Euro 176,25; Sartore
Lorenza, prop. per 15/100 Euro 176,25; Michelotto Gino, prop. per 70/100 Euro 822,50;
C) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1346 di ha 00.00.55; Burbante Giuseppe, prop. per 1/1 Euro 317,90;
D) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1341 di ha 00.00.09; Burbante Giuseppe, prop. per 1/2 e nudo prop. per 1/2
Euro 3.848,12 (di cui Euro 3.800,00 per soprassuoli); Marin Clementina, usufrut. per 1/2 Euro 3,90;
E) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1344 di ha 00.00.70; Burbante Annamaria, prop. per 1/2 Euro 202,30; Gomiero
Massimo, prop. per 1/2 Euro 202,30;
F) Comune di Vigonza: CT: fgl 30 part. 1343 di ha 00.00.56; Burbante Giuseppe, nudo prop. per 1/1 Euro 275,13; Marin
Clementina, usufrut. per 1/1 Euro 48,55;
Il terzo interessato potrà proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
Il Dirigente Settore lavori pubblici Ing. Leopoldo Battistoni
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
181
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308979)
CONSORZIO DI BONIFICA "ACQUE RISORGIVE", VENEZIA
Ordinanza di pagamento del Capo Ufficio Catasto Espropri n. 245 protocollo n. 18753 del 15 ottobre 2015
"Realizzazione di un manufatto di sfioro sul fiume Dese a monte del Molino Turbine in Comune di Venezia "[A.R. 019
M]. ORDINANZA DI PAGAMENTO DIRETTO, a seguito di condivisione, dell'indennità di asservimento determinata
ai sensi e per gli effetti dell'art. 20 del D.P.R. n. 327/2001, occupazione temporanea non preordinata all'asservimento e
per i soprassuoli.
IL CAPO UFFICIO CATASTO ESPROPRI
omissis
PREMESSO che con Decreto del Dirigente della Direzione Regionale Difesa del Suolo n. 260 del 18/09/2014 è stato
approvato il progetto definitivo dei lavori in argomento e contestualmente è stata dichiarata la pubblica utilità delle opere
stesse;
omissis
CONSIDERATO che la ditta proprietaria ha chiesto ai sensi dell'art. 45 DPR 327/01 di addivenire alla stipula dell'atto di
cessione volontaria per la costituzione del diritto di asservimento, con istanza del 02/03/2015 protocollata al n. 4252;
omissis
PRESO ATTO che la immissione nel possesso è avvenuta in data 02/03/2015 e che in detta sede, ai sensi e per gli effetti degli
artt. 20 e 49 DPR 327/01, si è proceduto a redigere lo stato di consistenza dei beni occupati contestualmente al verbale di
immissione nel possesso;
PRESO ATTO dell'avvenuta restituzione delle aree di cantiere ai legittimi proprietari con nota protocollo n.14457 del
04/08/2015;
omissis
ORDINA
Art. 1) al promotore dell'asservimento di disporre, ai sensi dell'art. 20.8 ed art. 26 del DPR 327/2001 il pagamento diretto per
complessivi Euro. 7.553,82.= (settemilacinquecentocinquantatre/82) a favore della ditta proprietaria "Gatti Paolo c.f.
GTTPLA64R15F904N Euro 3.776,91=, Carpin Giuliana c.f. CRPGLN63E70F904O Euro 3.776,91=" a titolo di indennità di
asservimento di acquedotto, occupazione temporanea sui beni immobili non preordinati all'asservimento e per i soprassuoli,
degli immobili siti nel territorio del Comune di Venezia - Zelarino (VE), così come indicato nell'allegato dell'ordinanza n. 245;
Art. 2) sulle somme da corrispondersi a titolo di indennità di asservimento, di cui alla presente ordinanza non deve essere
operata la ritenuta d'imposta pari al 20%, ai sensi dell'art. 35 del D.P.R. n. 327/2001, in quanto trattasi di procedura di
asservimento;
Art. 3) di dare immediata notizia del presente provvedimento, ai sensi dell'art. 26.7 DPR 327/01, a chi risulti titolare di un
diritto e di provvedere alla pubblicazione per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Il presente provvedimento
diverrà esecutivo nel termine di trenta giorni dal compimento delle predette formalità se non è proposta dai terzi la opposizione
per l'ammontare della indennità, a norma dell'art. 26.8 DPR n. 327/01;
omissis
Il Capo Ufficio Catasto Espropri p.a. Denis Buoso
182
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308914)
PROVINCIA DI TREVISO
Estratto decreto di espropio rep. n. 126 del 7 ottobre 2015
Lavori di manutenzione straordinaria intersezione tra SP 26 e SP 6 in Comune di Possagno.
Ai sensi dell'art. 23 comma 5 del DPR n. 327/2001 si rende noto che nell'ambito dei lavori di manutenzione straordinaria
dell'intersezione tra la SP 26 e la SP 6 in Comune di Possagno la Provincia di Treviso ha emanato il decreto di esproprio Rep.
n. 126 in data 07.10.2015 relativamente ai mappali sottoindicati:
Ditta intestataria: SPA FORNACI VAL ORGANA - C.F. 00192690261 - propr. 1/1 - Immobili: C.T. Fg. 11 mapp. 650 di mq.
434 - mapp. 657 di mq. 201 - mapp. 746 di mq. 39 - Indennità Euro 674,00
Il passaggio di proprietà dei terreni di cui al decreto sopracitato è disposto, ai sensi dell'art. 23, comma 1 del D.P.R. 327/2001,
sotto la condizione sospensiva che il medesimo venga notificato ed eseguito.
Contro il suddetto decreto è ammesso ricorso al TAR Veneto entro 60 giorni dalla notifica, oppure ricorso straordinario al
Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notifica.
Il terzo interessato può proporre opposizione entro trenta giorni dalla pubblicazione del presente estratto.
Il Dirigente del Settore urbanistica e Nuova Viabilità - Ufficio Espropri Dott. Arch. Lucio Bottan
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
183
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309211)
PROVINCIA DI TREVISO
Estratto ordinanza dirigenziale prot. n. 91479 del 23 settembre 2015
Metanodotto derivazione per Valdobbiadene DN 150 variante DN 200 per approfondimento tubazione nei Comuni di
Farra di Soligo e Moriago della Battaglia. Estratto ordinanza di pagamento e deposito indennità di asservimento.
La Provincia di Treviso in qualità di autorità espropriante a favore di SNAM RETE GAS spa ha disposto con ordinanza
dirigenziale prot. n. 91479 del 23.09.2015, ai sensi dell'art. 26 comma 1 del D.P.R. 327/2001, che il promotore
dell'espropriazione provveda al pagamento diretto ovvero al deposito presso la Cassa Depositi e Prestiti delle indennità dovute
ai proprietari degli immobili siti in Comune di Farra di Soligo e Moriago della Battaglia, asserviti per la realizzazione
dell'opera in oggetto, di cui al decreto Rep. n. 124 in data 25.06.2015:
INDENNITA' DA CORRISPONDERE: Immobili in Comune di Farra di Soligo - Fg. 9 mapp. 418 servitù mq. 6 - mapp. 412
servitù mq. 640 - Indennità Euro 452,20 da corrispondere a BALLIANA ANGELO n. Farra di Soligo TV 30.09.1938
BLLNGL38P30D505D prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 177 servitù mq. 1158 - Indennità totale Euro 810,60 da corrispondere con le
seguenti quote: FACCI DORIANO n. Farra di Soligo TV 29.12.1954 FCCDRN54T29D505X prop. ½, FACCI FIORENZA n.
Farra di Soligo TV 03.04.1956 FCCFNZ56D43D505G prop. ½; - Fg. 9 mapp. 302 servitù mq. 1176 - Indennità Euro 823,20 da
corrispondere a FACCI GIANCARLO n. Farra di Soligo TV 20.10.1957 FCCGCR57R20D505E prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 172
servitù mq. 461 - Indennità Euro 322,70 da corrispondere a DE BIASI DOMENICO n. Farra di Soligo TV 08.11.1921
DBSDNC21S08D505H prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 168 servitù mq. 1172 - Indennità totale Euro 820,40 da corrispondere con le
seguenti quote: ARMAN AGOSTINO n. Farra di Soligo TV 29.12.1946 RMNGTN46T29D505Y prop. ½, CASAGRANDE
VALENTINA n. Miane TV 23.12.1957 CSGVNT57T63F190E prop. ½; - Fg. 9 mapp. 162 servitù mq. 253 - Indennità totale
Euro 177,10 da corrispondere con le seguenti quote: PUPPETTI DARIO n. Farra di Soligo TV 10.03.1947
PPPDRA47C10D505G prop. ½, TORMENA MIRELLA n. Farra di Soligo TV 07.05.1940 TRMMLL40E47D505O prop. ½;
Fg. 9 mapp. 161 servitù mq. 1204 - Indennità Euro 842,80 da corrispondere a DAMUZZO ELISABETTA n. Farra di Soligo
TV 15.10.1938 DMZLBT38R55D505M prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 160 servitù mq. 921 - Indennità Euro 644,70 da corrispondere
a DA RUOS CLARA n. Farra di Soligo TV 31.05.1949 DRSCLR49E71D505S prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 288 servitù mq. 428 Indennità Euro 299,60 da corrispondere a MEROTTO GIUSEPPE n. Farra di Soligo TV 23.10.1949 MRTGPP49R23D505H
prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 329 servitù mq. 1240 - Indennità totale Euro 868,00 da corrispondere con le seguenti quote:
MEROTTO ANGELO n. Francia 21.02.1958 MRTNGL58B21Z110I prop. 1/6, MEROTTO ROBERTO n. Francia 14.05.1961
MRTRRT61E14Z110Z prop. 1/6, MEROTTO IDA n. Farra di Soligo TV 01.07.1967 MRTDIA67L41D505A prop. 1/6,
MEROTTO MARINA n. Farra di Soligo TV 05.05.1975 MRTMRN75E45D505D prop. 1/6, BENEDETTI RENATA n.
Sernaglia della Battaglia TV 23.03.1938 BNDRNT38C63I635S prop. 2/6; - Fg. 9 mapp. 330 servitù mq. 921- Indennità Euro
644,70 da corrispondere a MEROTTO CARMELO n. Farra di Soligo TV 13.07.1931 MRTCML31L13D505Z prop. 1/1; - Fg.
9 mapp. 301 servitù mq. 437 - Indennità Euro 305,90 da corrispondere a MEROTTO GIANCARLO n. Farra di Soligo TV
01.12.1945 MRTGCR45T01D505E prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 304 servitù mq. 620 - Indennità Euro 434,00 da corrispondere a
MEROTTO GENOVEFFA n. Farra di Soligo TV 14.09.1945 MRTGVF45P54D505A prop. 1/1; Immobili in Comune di
Moriago della Battaglia - Fg. 11 mapp. 12 servitù mq. 1320 - Indennità Euro 924,00 da corrispondere a BALLIANA
GIUSEPPE n. Farra di Soligo TV 13.04.1959 BLLGPP59D13D505B prop. 1/1; - Fg. 11 mapp. 10 servitù mq. 1015 - Indennità
Euro 710,50 da corrispondere a PUPETTI FRANCO n. Roma 30.08.1935 PPTFNC35M30H501J prop. 1/1; - Fg. 11 mapp. 9
servitù mq. 1451 - Indennità Euro 1.015,70 da corrispondere a BOTTAREL VALDI n. Svizzera 03.10.1967
BTTVLD67R03Z133D prop. 1/1; - Fg. 11 mapp. 8 servitù mq. 1003, mapp. 7 servitù mq. 1229 - Indennità totale Euro
1.562,40 da corrispondere con le seguenti quote: DAL MOLIN STELLA n. Valdobbiadene TV 27.06.1935
DLMSLL35H67L565I prop. ½, PIAZZA GIULIANA n. Vidor TV 12.09.1934 PZZGLN34P52L856S prop. ½; - Fg. 11 mapp.
241 servitù mq. 42 - Indennità totale Euro 29,40 da corrispondere a COVOLAN EMILIA n. Ivrea TO 23.08.1950
CVLMLE50M63E379D per quota di prop. 1/3 (per le restanti quote vedi successivo punto 2); - Fg. 11 mapp. 5 servitù mq. 781
- Indennità Euro 546,70 da corrispondere a GALLONETTO FLORA n. Farra di Soligo TV 14.11.1960 GLLFLR60S54D505W
prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 48 servitù mq. 63 - Indennità Euro 44,10 da corrispondere a TOFFOLO ANTONIETTA n.
Valdobbiadene TV 20.10.1926 TFFNNT26R60L565X prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 46 servitù mq. 1790, mapp. 47 servitù mq. 3 Indennità totale Euro 1.255,10 da corrispondere con le seguenti quote: CONNORS MARY VERONICA n. Regno Unito
27.12.1943 CNNMYV43T67Z114X prop. 4/6, MEROTTO ILARIO n. Svizzera 01.07.1966 MRTLRI66L01Z133G prop. 1/6,
MEROTTO NADIA n. Svizzera 29.07.1983 MRTNDA83L69Z133B prop. 1/6; - Fg. 9 mapp. 301 servitù mq. 640 - Indennità
totale Euro 448,00 da corrispondere con le seguenti quote: BALEMI BIANCAROSA LUCIANA n. Svizzera 12.01.1936
BLMBCR36A52Z133H prop. 2/4, DE CONTI ALESSANDRO FEDERICO n. Svizzera 01.05.1969 DCNLSN69E01Z133D
prop. ¼, DE CONTI DAVIDE MATTIA n. Svizzera 17.12.1971 DCNDDM71T17Z133G prop. ¼; - Fg. 9 mapp. 322 servitù
mq. 152 - Indennità Euro 106,40 da corrispondere a DE CONTI ANNUCCIO n. Moriago della Battaglia TV 02.06.1942
DCNNCC42H02F729X prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 45 servitù mq. 757 - Indennità Euro 529,90 da corrispondere a BRESSAN
MARIA DOLORES n. Moriago della Battaglia TV 19.09.1944 BRSMDL44P59F729Q prop. 1/1; - Fg. 9 mapp. 43 servitù mq.
68 - Indennità totale Euro 47,60 da corrispondere con le seguenti quote: DE CONTI EDI n. Montebelluna TV 15.07.1968
184
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
DCNDEI68L55F443P prop. 1/6,DE CONTI MICHELE n. Belgio 07.05.1960 DCNMHL60E07Z103M prop. 1/6, SPADETTO
ALICE SARA n. Moriago della Battaglia TV 05.07.1937 SPDLSR37L45F729Y prop. 2/3; - Fg. 9 mapp. 353 servitù mq. 1206
- Indennità Euro 844,20 da corrispondere con le seguenti quote: ZANETTON DOMENICO n. Belgio 30.01.1953
ZNTDNC53A30Z103Y nuda prop. 1/1, ZALAMENA ANGELA n. Moriago della Battaglia TV 05.12.1929
ZLMNGL29T45F729Z usufrutto ½, ZANETTON ARDUINO n. Moriago della Battaglia TV 04.10.1929
ZNTRDN29R04F729H usufrutto ½; - Fg. 9 mapp. 275 servitù mq. 14 - Indennità Euro 9,80 da corrispondere a DE CONTI
VITO n. Moriago della Battaglia TV 26.11.1930 DCNVTI30S26F729X prop. 1/1;
INDENNITA' DA DEPOSITARE: Immobili in Comune di Farra di Soligo - Fg. 9 mapp. 159 servitù mq. 729 - Indennità Euro
510,30 da depositare a favore di BEDIN MARILENA n. Pederobba TV 07.03.1960 BDNMLN60C47G408X prop. 1/1; - Fg. 9
mapp. 300 servitù mq. 10 - Indennità Euro 7,00 da depositare a favore di PACCANONI GIOVANNI BATTISTA n. Farra di
Soligo TV 10.10.1947 PCCGNN47R10D505A prop. 1/1; Immobili in Comune di Moriago della Battaglia - Fg. 11 mapp. 13
servitù mq. 156 - Indennità Euro 109,20 da depositare a favore di MARTINOTTO FRANCO n. Farra di Soligo TV 22.12.1955
MRTFNC55T22D505O prop. 1/1; - Fg. 11 mapp. 6 servitù mq. 803 - Indennità Euro 562,10 da depositare a favore di
CONTESSOTTO ANGELO n. Moriago della Battaglia TV 14.02.1946 CNTNGL46B14F729L prop. 1/1; - Fg. 11 mapp. 241
servitù mq. 42 - Indennità totale Euro 29,40 da depositare a favore di COVOLAN FRANCESCO n. Moriago della Battaglia
TV 04.10.1922 CVLFNC22R04F729W per la quota di 1/3, COVOLAN GIOVANNI n. Ivrea TO 01.11.1953
CVLGNN53S01E379G per la quota di 1/3.
I terzi interessati potranno proporre opposizione entro 30 giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto.
Il Dirigente del Settore urbanistica e Nuova Viabilità - Ufficio Espropri Dott. Arch. Lucio Bottan
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
185
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308982)
PROVINCIA DI VERONA
Determinazione n. 3831 del 15 ottobre 2015
Ordine di pagamento, anche mediante deposito alla cassa depositi e prestiti, delle indennità determinate nell'ambito del
procedimento espropriativo promosso dalla Regione Veneto per la "realizzazione di un'opera di invaso sul Torrente
Alpone, in località Colombaretta, in Comune di Montecchia di Crosara (VR) - ID Piano 999".
Premesso che questa Provincia ha approvato il bilancio di previsione 2015 con deliberazione di Consiglio Provinciale n. 63 in
data 30 settembre 2015;
visti quindi:
- il decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, testo unico sull'ordinamento degli enti locali, ed in particolare l'articolo 107 che
disciplina le competenze dirigenziali;
- il vigente regolamento provinciale sull'ordinamento degli uffici e dei servizi e, in particolare, gli articoli 28 e 35 in merito alle
funzioni ed agli atti di competenza dirigenziale, l'articolo 37 sulla titolarità di posizione organizzativa;
richiamato il decreto del Presidente della Provincia n. 116 del 30 settembre 2010, successivamente modificato con i decreti n.
33 del 16 aprile 2012 e n. 85 del 27 novembre 2012, riguardanti l'individuazione dell'ing. Elisabetta Pellegrini quale dirigente a
capo del settore programmazione e pianificazione territoriale, del settore sviluppo del territorio e del servizio programmazione,
controllo e amministrazione, e richiamato l'articolo 31, comma 2, del vigente Regolamento provinciale sull'ordinamento degli
uffici e dei servizi, in materia di incarichi dirigenziali
vista la legge regionale n. 27 del 7 novembre 2003, che delega alle Province le funzioni di autorità espropriante per le opere
regionali per le fasi successive alla dichiarazione di pubblica utilità, come specificata con convenzione stipulata tra la Regione
Veneto e la Provincia di Verona in data 24 novembre 2014;
visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327 testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità, e in particolare:
- l'articolo 22 bis sulla procedura d'urgenza;
- l'articolo 26 sul pagamento delle indennità;
premesso che:
- la Regione Veneto, con deliberazione di Giunta Regionale n. 2370 del 16 dicembre 2013, ha approvato il progetto per la
"realizzazione di un'opera di invaso sul Torrente Alpone, in località Colombaretta, in Comune di Montecchia di Crosara (VR) ID Piano 999" con apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e all'asservimento sulle aree interessate dai lavori e
dichiarazione di pubblica utilità e urgenza degli stessi;
- con determinazione dirigenziale del 29 maggio 2015 n. 1980, notificata ai proprietari questa Provincia, in qualità di autorità
espropriante delegata dalla Regione Veneto ai sensi dell'art. 70 della LR 27/2003, ha offerto l'indennità provvisoria di
esproprio e occupazione temporanea delle aree interessate dai lavori in oggetto, disponendone l'occupazione anticipata in via
d'urgenza;
- dal giorno 17 al giorno 21 agosto 2015 la Regione Veneto ha dato esecuzione al provvedimento di cui al precedente punto e si
è immessa nel possesso dei beni necessari alla realizzazione dell'opera;
dato atto che:
- le seguenti ditte hanno comunicato di condividere l'indennità offerta, dichiarando di avere la piena e libera proprietà dei beni
ed assumendo ogni responsabilità in ordine a eventuali diritti di terzi: n. 30 (elenco espropri) e n. 22 (elenco servitù) Dal Bosco
Riccardo con nota prot. prov. n. 76370 del 01/09/2015; ditta n. 37 (elenco espropri) - Cavazza Ernesto con nota prot. prov. n.
78126 del 07/09/2015; ditta n. 1 (elenco espropri) - Tregnago Aldo con nota prot. prov. n. 80873 del 16/09/2015;
- la ditta n. 20 (espropri) Comune di Monteforte d'Alpone, ha chiesto con nota prot. Prov.le n. 76406 del 01/09/2015 la
riformulazione dell'offerta dell'indennità in quanto la coltura in atto rilevata nello stato di consistenza non coincide con quella
indicata nell'offerta;
- le restanti ditte non hanno accettato l'indennità offerta, alcune presentando osservazioni con richiesta di arbitrato, altre
presentando osservazioni e richiesta di determinazione dell'indennità definitiva da parte della Commissione provinciale per la
determinazione dell'indennità di esproprio ed altre hanno lasciato decorrere i termini di legge senza presentare alcuna richiesta
e quindi l'indennità offerta si intende rifiutata;
- le seguenti ditte presentato osservazioni con richiesta di arbitrato ai sensi dell'articolo 21 del DPR 307/2001, indicando
nominativo del tecnico di fiducia:
ditta n. 15 (elenco espropri) e n. 9 (elenco servitù) - Rossetto Cesare, con nota prot. prov.le n.81167 del 16/09/2015;
ditta n. 27 (elenco espropri) e n. 20 (elenco servitù) - Dal Cero Pietro Paolo (ex Volpato Adriana), con nota prot. prov.le n.
186
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
81161 del 16/09/2015;
ditta n. 32 (elenco espropri) e n. 24 (elenco servitù) - Dal Cero Giuseppe e Rossetto Alessandra, con nota prot. prov.le n. 81335
del 17/09/2015;
ditta n. 2 (elenco espropri) e n. 1 (elenco servitù) - Dal Cero Giorgio e Steccanella Maria Paola, con nota prot. prov.le n. 81337
del 17/09/2015;
ditta n. 4 (elenco espropri) e n. 2 (elenco servitù) - Magnabosco Elena, con nota prot. prov.le n. 81757 del 18/09/2015;
ditta n. 10 (elenco espropri) e n. 5 (elenco servitù) - Baldo Adriano, Gelmino, Lino, Dirupo Annalisa e Panato Teresina con
nota prot. prov.le n. 81759 del 18/09/2015;
ditta n. 33 (elenco espropri) e n. 25 (elenco servitù) - Cristofari Lino con nota prot. prov.le n. 81755 del 18/09/2015;
ditta n. 28 (elenco servitù) - Magnabosco Ginesio con nota prot. prov.le n. 81988 del 18/09/2015;
ditta n. 5 (elenco espropri) e n. 29 (elenco servitù) - Tregnaghi Simone con nota prot. prov.le n. 82105 del 21/09/2015
pervenuta in data 18/09/2015;
ditta n. 9 (elenco espropri) e n. 4 (elenco servitù) - Dian Attilio, Ermanno e Sordato Luigina con nota prot. prov.le n. 82103 del
21/09/2015 pervenuta in data 18/09/2015;
ditta n. 14 (elenco espropri) e n. 8 (elenco servitù) - Zenaro Pia con nota prot. prov.le n. 82106 del 21/09/2015 pervenuta in
data 18/09/2015;
ditta n. 17 (elenco espropri) e n. 11 (elenco servitù) - Rosa Morando Adriano e Patrizio con nota prot. prov.le n. 82124 del
21/09/2015 pervenuta in data 18/09/2015;
ditta n. 34 (elenco espropri) e n. 26 (elenco servitù) - Rossetto Claudio con nota prot. prov.le n. 82126 del 21/09/2015
pervenuta in data 18/09/2015;
ditta n. 35 (elenco espropri) e n. 27 (elenco servitù) - Rossetto Luigi con nota prot. prov.le n. 82125 del 21/09/2015 pervenuta
in data 18/09/2015;
- le seguenti ditte presentato osservazioni con richiesta di determinazione dell'indennità definitiva da parte della Commissione
provinciale per la determinazione dell'indennità di esproprio:
ditta n. 13 (elenco espropri) e n. 7 (elenco servitù) - Negretto Ivana e Rugolotto Rosalino con nota prot. prov.le n. 81363 del
17/09/2015;
ditta n. 12 (elenco espropri) e n. 6 (elenco servitù) Dal Bosco Silvio con nota prot. prov.le n. 81331 del 17/09/2015;
ditta n. 16 (elenco espropri) - n. 10 (elenco servitù) Rugolotto Celestino con nota prot. prov.le n. 81464 del 17/09/2015;
ditta n. 22 (elenco espropri) e n. 15 (elenco servitù) - Frigotto Luigi con nota prot. prov.le n. 81333 del 17/09/2015;
ditta n. 31 (elenco espropri) e n. 23 (elenco servitù) - Rugolotto Onorato e Renato con nota prot. prov.le n. 81496 del
17/09/2015;
ditta n. 26 (elenco espropri) e nn. 18-19 (elenco servitù) - Olivieri Maria Teresa e Tiziani Luigi con nota prot. prov.le n. 81796
del 18/09/2015;
ditta n. 18 (elenco espropri) e n. 12 (elenco servitù) - Cenci Antonio con nota prot. prov.le n. 81815 del 18/09/2015;
ditta n. 19 (elenco espropri) e nn. 13-14 (elenco servitù) - Cenci Antonio e Renato con nota prot. prov.le n. 81885 del
18/09/2015;
ditta n. 25 (elenco espropri) e n. 17 (elenco servitù) - Tiziani Antonio e Luigi con nota prot. prov.le n. 81800 del 18/09/2015;
ditta n. 30 (elenco servitù) - Tregnaghi Vittorio con nota prot. prov.le n. 82119 del 18/09/2015;
- le seguenti ditte hanno lasciato decorrere i termini di legge senza presentare alcuna richiesta e quindi l'indennità offerta si
intende rifiutata:
ditta n. 38 (elenco espropri) Cavazza Antonio e Guglielmo;
ditta n. 11 (elenco espropri) Menegolo Giorgio;
ditta n. 36 (elenco espropri) Carbognin Giovanni, Guido Renzo e Ruggero;
ditta n. 24 (elenco espropri) Bongiovanni Ida, Zambon Assunta, Lorella, Rita e Rosetta;
ditta n. 29 (elenco espropri) e n. 21 (elenco servitù) - Ciman Bertilla e Danese Agostino;
ditta n. 21 (elenco espropri) Comune di Montecchia di Crosara;
ditta n. 7 (elenco espropri) e n. 3 (elenco servitù) - De Leo Domenico e Paolo;
ditta n. 8 (elenco espropri) Forgione Nunziata e Gini Angelo;
ditta n. 23 (elenco espropri) e n. 16 (elenco servitù) - Ramazzin Assunta, Rugolotto Claudino e Luca;
ditta n. 28 (elenco espropri) Ciman Bertilla, Danese Agostino e Volpato Adriana;
preso atto che sarà chiesto alla commissione provinciale preposta la determinazione definitiva delle indennità non condivise e
che, per le ditte che ne hanno fatto richiesta, si procederà con l'arbitrato;
vista la nota prot. Prov.le 89265 del 13 ottobre 2015 con la quale la Regione Veneto chiede di soprassedere al deposito della
cifra spettante alla ditta n. 11 (elenco espropri) Menegolo Giorgio in quanto sono in corso verifiche per la corretta definizione
della superficie da espropriare che potrebbe risultare notevolmente ridotta rispetto a quella attualmente indicata;
dato atto che i terreni in parola non sono soggetti alla ritenuta fiscale del 20% prevista dall'art. 35 del DPR 327/01 in quanto
trattasi di terreni in zona non soggetta a ritenuta, come risulta dal certificato di destinazione urbanistica del Comune di
Montecchia di Crosara protocollo n. 1336/2015, pervenuto al protocollo provinciale n. 18871 del 26/02/2015, e inoltre per i
terreni da asservire trova applicazione la Circolare del Ministero delle Finanze del 24 luglio 1998 n. 194, che stabilisce che
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
187
_______________________________________________________________________________________________________
"non devono essere assoggettate a tassazione le somme corrisposte a titolo di indennità di servitù, in quanto nei casi di specie il
contribuente conserva la proprietà del cespite";
DETERMINA
1) di ordinare alla Regione Veneto il pagamento, anche mediante deposito alla cassa depositi e prestiti, delle seguenti indennità
determinate nell'ambito del procedimento espropriativo per per gli "realizzazione di un'opera di invaso sul Torrente Alpone, in
località Colombaretta, in Comune di Montecchia di Crosara (VR) - ID Piano 999":
ditta n. 30 (elenco espropri) e n. 22 (elenco servitù) ;
DAL BOSCO Riccardo proprietario per 1/1
Nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 168 superficie da espropriare mq 296
indennità di esproprio euro 5.328,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 168 superficie da asservire mq 414
indennità di servitù euro 3.046,16
Totale indennità euro 8.374,16
Indennità da corrispondere pari a 80% del totale euro 6.699,32
da corrispondere con bonifico bancario come da nota prot. Prov. n. 76370 del 1/09/2015.
ditta n. 37 (elenco espropri)
CAVAZZA Ernesto proprietario per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 570 superficie da espropriare mq 556
mapp.le 572 superficie da espropriare mq 674
Totale indennità euro 8.832,12
Indennità da corrispondere pari a 80% del totale euro 7.065,69
da corrispondere con bonifico bancario come da nota prot. Prov. n. 78126 del 07/09/2015.
ditta n. 1 (elenco espropri)
TREGNAGO Aldo Proprietà per 1000/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 6 superficie da espropriare mq 670
mapp.le 449 superficie da espropriare mq 1.134
mapp.le 451 superficie da espropriare mq 986
Totale indennità euro 6.640,20
Indennità da corrispondere pari a 80% del totale euro 5.312,16
da corrispondere con bonifico bancario come da nota prot. Prov. n. 80873 del 16/09/2015.
188
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
ditta 20 (espropri)
COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE Proprietà per 1000/1000
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 117 superficie da espropriare mq 55
Indennità di esproprio euro 990,00
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 15 (elenco espropri) e n. 9 (elenco servitù)
ROSSETTO CESARE Proprietà per 1000/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 104 superficie da espropriare mq 61
mapp.le 105 superficie da espropriare mq 155
mapp.le 106 superficie da espropriare mq 1.962
mapp.le 108 superficie da espropriare mq 254
mapp.le 117 superficie da espropriare mq 786
mapp.le 197 superficie da espropriare mq 633
mapp.le 517 superficie da espropriare mq 230
indennità di esproprio euro 27.160,32
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 108 superficie da asservire mq 3.986
mapp.le 195 superficie da asservire mq 5.969
mapp.le 197 superficie da asservire mq 995
mapp.le 515 superficie da asservire mq 1.815
mapp.le 517 superficie da asservire mq 230
indennità di servitù euro 95.615,64
Totale indennità euro 122.775,96
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 27 (elenco espropri) e n. 20 (elenco servitù)
DAL CERO PIETRO PAOLO Proprietà per 1000/1000
Nato il XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 162 superficie da espropriare mq 266
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 288 superficie da espropriare mq 86
mapp.le 290 superficie da espropriare mq 898
mapp.le 292 superficie da espropriare mq 282
indennità di esproprio euro 12.205,92
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
189
_______________________________________________________________________________________________________
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 162 superficie da asservire mq 1.900
mapp.le 164 superficie da asservire mq 7.918
indennità di servitù euro 72.239,66
Totale indennità euro 84.445,58
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 32 (elenco espropri) e n. 24 (elenco servitù)
1 DAL CERO Giuseppe Proprietà per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale:XXX
2 ROSSETTO Alessandra Proprietà per 1/2 e Usufrutto per 1/2
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 271 superficie da espropriare mq 480
mapp.le 273 superficie da espropriare mq 520
indennità di esproprio euro 2.380,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 161 superficie da asservire mq 5.820
indennità di servitù euro 42.822,86
Totale indennità euro 45.202,86
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 2 (elenco espropri) e n. 1 (elenco servitù)
1 DAL CERO Giorgio Proprietà in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
2 STECCANELLA Maria Paola Proprietà in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 22 superficie da espropriare mq 345
mapp.le 23 superficie da espropriare mq 350
mapp.le 24 superficie da espropriare mq 745
mapp.le 25 superficie da espropriare mq 490
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 272 superficie da espropriare mq 231
mapp.le 274 superficie da espropriare mq 100
mapp.le 275 superficie da espropriare mq 610
indennità di esproprio euro 18.469,88
190
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 24 superficie da asservire mq 8.517
indennità di servitù euro 62.667,06
Totale indennità euro 81.136,94
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 4 (elenco espropri) e n. 2 (elenco servitù)
1 MAGNABOSCO Elena Proprietà per 1/1 in regime di separazione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 29 superficie da espropriare mq 458
mapp.le 30 superficie da espropriare mq 668
mapp.le 87 superficie da espropriare mq 718
indennità di esproprio euro 15.603,88
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 87 superficie da asservire mq 1.434
mapp.le 135 superficie da asservire mq 1.530
mapp.le 136 superficie da asservire mq 1.522
indennità di servitù euro 31.937,16
Totale indennità euro 47.541,04
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 10 (elenco espropri) e n. 5 (elenco servitù)
BALDO Adriano Proprietà` per 1/3 in regime di comunione dei beni con DIRUPO ANNALISA
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
2 BALDO Gelmino Proprietà` per 1/3 in regime di comunione dei beni con PANATO TERESINA
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
3 BALDO Lino Proprietà` per 1/3
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
4 DIRUPO Annalisa Proprietà` per 1/3 in regime di comunione dei beni con BALDO ADRIANO
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
5 PANATO Teresina Proprietà` per 1/3 in regime di comunione dei beni con
BALDO GELMINO
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
191
_______________________________________________________________________________________________________
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 88 superficie da espropriare mq 693
mapp.le 89 superficie da espropriare mq 252
mapp.le 90 superficie da espropriare mq 397
indennità di esproprio euro 13.878,17
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 88 superficie da asservire mq 4.926
indennità di servitù euro 35.069,65
Totale indennità euro 48.947,82
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 33 (elenco espropri) e n. 25 (elenco servitù)
1 CRISTOFARI Lino Proprietà` per 1/1 in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 369 superficie da espropriare mq 15
mapp.le 370 superficie da espropriare mq 195
mapp.le 371 superficie da espropriare mq 246
mapp.le 372 superficie da espropriare mq 234
mapp.le 373 superficie da espropriare mq 440
mapp.le 374 superficie da espropriare mq 374
mapp.le 377 superficie da espropriare mq 299
mapp.le 378 superficie da espropriare mq 427
mapp.le 383 superficie da espropriare mq 316
mapp.le 384 superficie da espropriare mq 640
mapp.le 433 superficie da espropriare mq 2.104
mapp.le 435 superficie da espropriare mq 903
indennità di esproprio euro 83.311,14
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 379 superficie da asservire mq 4.944
mapp.le 380 superficie da asservire mq 3.366
mapp.le 383 superficie da asservire mq 2.620
mapp.le 384 superficie da asservire mq 3.754
mapp.le 433 superficie da asservire mq 3.167
mapp.le 435 superficie da asservire mq 1.328
indennità di servitù euro 141.116,77
Totale indennità euro 224.427,91
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 28 (elenco servitù)
MAGNABOSCO Ginesio Proprietà per 1000/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 107 superficie da asservire mq 2.900
indennità di servitù euro 21.337,85
192
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Totale indennità euro 21.337,85
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 5 (elenco espropri) e n. 29 (elenco servitù)
TREGNAGHI Simone Proprietà` per 1000/1000 bene personale
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 31 superficie da espropriare mq 1.119
mapp.le 58 superficie da espropriare mq 668
mapp.le 60 superficie da espropriare mq 620
mapp.le 62 superficie da espropriare mq 4.034
mapp.le 389 superficie da espropriare mq 483
indennità di esproprio euro 96.968,98
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 62 superficie da asservire mq 15.175
indennità di servitù euro 108.035,29
Totale indennità euro 205.004,27
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 9 (elenco espropri) e n. 4 (elenco servitù)
1 DIAN Attilio Proprietà` per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
2 DIAN Ermanno Proprietà` per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 84 superficie da espropriare mq 180
mapp.le 85 superficie da espropriare mq 6
mapp.le 399 superficie da espropriare mq 618
indennità di esproprio euro 11.566,68
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 84 superficie da asservire mq 733
mapp.le 85 superficie da asservire mq 954
indennità di servitù euro 12.010,26
Totale indennità euro 23.576,94
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 14 (elenco espropri) e n. 8 (elenco servitù)
1 ZENARO Pia Proprietà per 1/1 in regime di separazione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale: XXX
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
193
_______________________________________________________________________________________________________
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 103 superficie da espropriare mq 298
mapp.le 518 superficie da espropriare mq 235
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 440 superficie da espropriare mq 2.115
indennità di esproprio euro 47.664,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 103 superficie da asservire mq 374
mapp.le 516 superficie da asservire mq 6.755
mapp.le 518 superficie da asservire mq 143
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 391 superficie da asservire mq 7.820
mapp.le 440 superficie da asservire mq 7.921
indennità di servitù euro 169.326,90
Totale indennità euro 216.990,90
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 17 (elenco espropri) e n. 11 (elenco servitù)
1 ROSA MORANDO Adriano Comproprietario per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
2 ROSA MORANDO Patrizio Comproprietario per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 111 superficie da espropriare mq 3.451
mapp.le 169 superficie da espropriare mq 295
mapp.le 181 superficie da espropriare mq 23
mapp.le 182 superficie da espropriare mq 295
indennità di esproprio euro 55.897,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 111 superficie da asservire mq 24.587
mapp.le 169 superficie da asservire mq 367
mapp.le 182 superficie da asservire mq 355
indennità di servitù euro 186.220,56
Totale indennità euro 242.117,56
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 34 (elenco espropri) e n. 26 (elenco servitù)
1 ROSSETTO Claudio Proprietà` per 1/1 bene personale
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 392 superficie da espropriare mq 885
mapp.le 442 superficie da espropriare mq 1.352
194
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
mapp.le 447 superficie da espropriare mq 51
indennità di esproprio euro 40.387,38
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 392 superficie da asservire mq 15.090
mapp.le 442 superficie da asservire mq 814
indennità di servitù euro 117.019,72
Totale indennità euro 157.407,10
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 35 (elenco espropri) e n. 27 (elenco servitù)
1 ROSSETTO Luigi Proprietà per 1/1 in regime di separazione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 393 superficie da espropriare mq 2.535
mapp.le 397 superficie da espropriare mq 890
mapp.le 446 superficie da espropriare mq 31
indennità di esproprio euro 47.821,98
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 393 superficie da asservire mq 15.812
indennità di servitù euro 116.342,79
Totale indennità euro 164.164,77
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 13 (elenco espropri) e n. 7 (elenco servitù)
1 NEGRETTO Ivana Proprietà per 1/1 in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 RUGOLOTTO Rosalino Proprietà per 1/1 in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 93 superficie da espropriare mq 285
mapp.le 106 superficie da espropriare mq 508
indennità di esproprio euro 9.822,30
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 106 superficie da asservire mq 2.272
indennità di servitù euro 16.717,10
Totale indennità euro 26.539,40
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 12 (elenco espropri) e n. 6 (elenco servitù)
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
195
_______________________________________________________________________________________________________
1 DAL BOSCO Silvio Proprietà per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 91 superficie da espropriare mq 330
mapp.le 92 superficie da espropriare mq 235
indennità di esproprio euro 1.344,70
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 57 superficie da asservire mq 2.643
indennità di servitù euro 19.446,88
Totale indennità euro 20.791,58
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 16 (elenco espropri) - n. 10 (elenco servitù)
1 RUGOLOTTO Celestino Proprietà` per 1000/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 108 superficie da espropriare mq 300
mapp.le 109 superficie da espropriare mq 290
indennità di esproprio euro 1.404,20
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 105 superficie da asservire mq 5.543
indennità di servitù euro 40.784,73
Totale indennità euro 42.188,93
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 22 (elenco espropri) e n. 15 (elenco servitù)
1 FRIGOTTO Luigi Proprietà` per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 130 superficie da espropriare mq 300
mapp.le 131 superficie da espropriare mq 400
indennità di esproprio euro 7.914,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 131 superficie da asservire mq 2.365
indennità di servitù euro 17.401,39
Totale indennità euro 25.315,39
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 31 (elenco espropri) e n. 23 (elenco servitù)
196
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
1 RUGOLOTTO Onorato Proprietà per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 RUGOLOTTO Renato Proprietà per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 183 superficie da espropriare mq 293
indennità di esproprio euro 5.274,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 183 superficie da asservire mq 349
indennità di servitù euro 2.567,90
Totale indennità euro 7.841,90
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 26 (elenco espropri) e nn. 18-19 (elenco servitù)
1 OLIVIERI Maria Teresa Proprietà per 1/1 in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 TIZIANI Luigi Proprietà per 1/1 in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 145 superficie da espropriare mq 1.582
mapp.le 144 superficie da espropriare mq 1.270
indennità di esproprio euro 51.336,00
Servitù ditta 18
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 144 superficie da asservire mq 256
mapp.le 145 superficie da asservire mq 256
indennità di servitù euro 3.767,24
Servitù ditta 19
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 144 superficie da asservire mq 580
mapp.le 145 superficie da asservire mq 468
indennità di servitù euro 7.461,01
Totale indennità euro 62.564,25
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 18 (elenco espropri) e n. 12 (elenco servitù)
1 CENCI Antonio Proprietà per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
197
_______________________________________________________________________________________________________
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 114 superficie da espropriare mq 231
mapp.le 121 superficie da espropriare mq 237
mapp.le 123 superficie da espropriare mq 350
mapp.le 127 superficie da espropriare mq 339
mapp.le 427 superficie da espropriare mq 2.421
indennità di esproprio euro 8.515,64
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 427superficie da asservire mq 9.645
indennità di servitù euro 70.966,75
Totale indennità euro 79.482,39
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 19 (elenco espropri) e nn. 13-14 (elenco servitù)
1 CENCI Antonio Proprietà per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 CENCI Renato Proprietà per 1/2
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 115 superficie da espropriare mq 250
mapp.le 118 superficie da espropriare mq 3.552
mapp.le 122 superficie da espropriare mq 217
mapp.le 124 superficie da espropriare mq 295
mapp.le 128 superficie da espropriare mq 295
indennità di esproprio euro 66.451,66
Servitù ditta 13
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 118 superficie da asservire mq 368
indennità di servitù euro 2.707,70
Servitù ditta 14
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 118 superficie da asservire mq 1.600
mapp.le 124 superficie da asservire mq 21
indennità di servitù euro 11.540,38
Totale indennità euro 80.699,74
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 25 (elenco espropri) e n. 17 (elenco servitù) - Tiziani Antonio e Luigi
1 TIZIANI Antonio Proprietà` per 3/4
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 TIZIANI Luigi Proprietà` per 1/4
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
198
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 431 superficie da espropriare mq 1.712
indennità di esproprio euro 30.816,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 431 superficie da asservire mq 10
indennità di servitù euro 73,57
Totale indennità euro 30.889,57
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 30 (elenco servitù) - Tregnaghi Vittorio
1 MASSIGNAN Angelina Usufrutto per 1/1
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 TREGNAGHI Vittorio Nuda proprietà per 1/1
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 86 superficie da asservire mq 1.842
mapp.le 113 superficie da asservire mq 4.038
indennità di servitù euro 41.861,45
Totale indennità euro 41.861,45
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 38 (elenco espropri) Cavazza Antonio e Guglielmo
1 CAVAZZA Antonio Nuda proprieta` per 1/4 e proprietà per 1/4
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
CAVAZZA Guglielmo Nuda proprieta` per 1/4 e proprietà per 1/4
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
STECCANELLA Idelma Usufrutto per 12/24
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 578 superficie da espropriare mq 328
mapp.le 580 superficie da espropriare mq 395
indennità di esproprio euro 1.720,74
Totale indennità euro 1.720,74
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
199
_______________________________________________________________________________________________________
ditta n. 36 (elenco espropri)
1 CARBOGNIN Giovanni Proprietà per 250/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 CARBOGNIN Guido Renzo Proprietà per 500/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
3 CARBOGNIN Ruggero Proprietà per 250/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 568 superficie da espropriare mq 20
indennità di esproprio euro 47,60
Totale indennità euro 47,60
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 24 (elenco espropri) Bongiovanni Ida, Zambon Assunta, Lorella, Rita e Rosetta;
1 BONGIOVANNI Ida Proprietà per 1/12
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 ZAMBON Assunta Proprietà per 3/12
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
3 ZAMBON Lorella Proprietà per 1/12
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
4 ZAMBON Rita Proprietà per 1/3
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
5 ZAMBON Rosetta Proprietà per 3/12
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 137 superficie da espropriare mq 9
mapp.le 560 superficie da espropriare mq 130
indennità di esproprio euro 330,82
Totale indennità euro 330,82
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 29 (elenco espropri) e n. 21 (elenco servitù)
200
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
1 CIMAN Bertilla Proprietà in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 DANESE Agostino Proprietà in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 163 superficie da espropriare mq 252
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 289 superficie da espropriare mq 75
mapp.le 291 superficie da espropriare mq 230
mapp.le 293 superficie da espropriare mq 180
indennità di esproprio euro 5.690,30
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 163 superficie da asservire mq 1.037
mapp.le 46 superficie da asservire mq 1.778
mapp.le 165 superficie da asservire mq 2.363
indennità di servitù euro 38.099,10
Totale indennità euro 43.789,40
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 21 (elenco espropri)
1 COMUNE DI MONTECCHIA DI CROSARA Proprietà` per 1000/1000
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 143 superficie da espropriare mq 40
indennità di esproprio euro 720,00
Totale indennità euro 720,00
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 7 (elenco espropri) e n. 3 (elenco servitù)
1 DE LEO Domenico Proprietà per 500/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 DE LEO Paolo Proprietà per 500/1000
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 48 superficie da espropriare mq 112
mapp.le 50 superficie da espropriare mq 1.035
mapp.le 52 superficie da espropriare mq 1.123
mapp.le 56 superficie da espropriare mq 1.070
mapp.le 405 superficie da espropriare mq 4.514
mapp.le 423 superficie da espropriare mq 48
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
201
_______________________________________________________________________________________________________
indennità di esproprio euro 90.065,20
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 52 superficie da asservire mq 52
mapp.le 405 superficie da asservire mq 42.986
indennità di servitù euro 306.400,18
Totale indennità euro 396.465,38
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 8 (elenco espropri)
1 FORGIONE Nunziata Proprietà per 1/1 in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 GINI Angelo Proprietà` per 1/1 in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 24
mapp.le 59 superficie da espropriare mq 12
mapp.le 407 superficie da espropriare mq 4
indennità di esproprio euro 38,08
Totale indennità euro 38,08
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 23 (elenco espropri) e n. 16 (elenco servitù)
1 RAMAZZIN Assunta Proprietà per 1/3
nata a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale: XXX
2 RUGOLOTTO Claudino Proprietà per 1/3
nato a XXX
Domicilio Fiscale:XXX
Codice fiscale XXX
RUGOLOTTO Luca Proprietà per 1/3
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 132 superficie da espropriare mq 177
mapp.le 170 superficie da espropriare mq 113
indennità di esproprio euro 5.220,00
Servitù:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 132 superficie da asservire mq 202
mapp.le 170 superficie da asservire mq 167
indennità di servitù euro 2.715,06
202
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Totale indennità euro 7.935,06
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
ditta n. 28 (elenco espropri)
1 CIMAN Bertilla Comproprietaria in regime di comunione dei beni
nata a XXX
Domicilio Fiscale:XXX
Codice fiscale: XXX
2 DANESE Agostino Comproprietario in regime di comunione dei beni
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
3 VOLPATO Adriana Comproprietaria
nato a XXX
Domicilio Fiscale: XXX
Codice fiscale XXX
Esproprio:
Catasto terreni del Comune di Montecchia di Crosara, foglio 22
mapp.le 110 superficie da espropriare mq 127
indennità di esproprio euro 302,26
Totale indennità euro 302,26
da corrispondere mediante deposito alla Cassa depositi e prestiti
2) di dare atto che il presente provvedimento diverrà esecutivo decorsi trenta giorni dalla pubblicazione di un suo estratto sul
Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e comunicazione a chi risulti titolare di diritti, se non è proposta dai terzi
opposizione per l'ammontare della indennità, a norma dell'art. 26 comma 8 DPR 327/01;
3) di dare atto che sarà possibile effettuare il pagamento e il deposito non appena verificatasi le condizioni di cui al precedente
punto.
Ing. Elisabetta Pellegrini
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
203
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308458)
PROVINCIA DI VICENZA
Determinazione dirigenziale n. 688 del 13 ottobre 2015
Procedimento espropriativo relativo ai lavori di messa in sicurezza della strada provinciale della Vena in Comune di
Tonezza del Cimone e realizzazione di nuovi parcheggi a lato della S.P. Fiorentini in località Coston-Altopiano dei
Fiorentini in Comune di Lastebasse. Determina di indicazione e liquidazione acconto dell'indennità di espropriazione a
seguito di cessione volontaria (ex art. 20, c. 6). Quinto stralcio - ditte varie.
Il Dirigente
(omissis)
DETERMINA
1. di stabilire l'indennità a titolo provvisorio prevista dall'art. 45 per la cessione volontaria, secondo quanto indicato a fianco del
nominativo di ciascun proprietario nell'allegato al presente provvedimento per complessivi Euro 952,00;
2. di liquidare l'80% dell'indennità di esproprio pari a Euro 761,60 da corrispondere agli aventi diritto, nella misura indicata
nell'unito allegato;
3. che la restante somma del 20% verrà corrisposta successivamente ai sensi dell'art. 20 comma 8 del D.P.R. 327/2001;
4. che i valori e le consistenze indicati devono ritenersi provvisori, in quanto l'effettiva quantificazione delle aree da acquisire
verrà formalizzata mediante regolare frazionamento, eseguito a cura e spese di Vi.Abilità S.p.A.;
(omissis)
Allegato alla determinazione dirigenziale:
COMUNE di TONEZZA DEL CIMONE - Foglio 5° - m. n. 4. Ditta: Sella Moreno Antonio nato a Thiene (VI) il 05/10/1965
c.f. SLLMNN65R05L157Q (per 1/1). Superficie presunta da espropriare mq 333. Indennità di esproprio Euro 532,80. Acconto
80% Euro 426,24.
COMUNE di TONEZZA DEL CIMONE - Foglio 5° - m.n. 875. Ditta: Sella Guido nato a Tonezza del Cimone (VI) il
26/08/1925 c.f. SLLGDU25M26D717N (per 1/1). Superficie presunta da espropriare mq 262. Indennità di esproprio Euro
419,20. Acconto 80% Euro 335,36.
Totale complessivo indennità di esproprio = Euro 952,00.
Totale acconto 80 per cento indennità = Euro 761,60.
Dott.ssa Caterina Bazzan
204
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308984)
VENETO STRADE SPA, VENEZIA
Decreto di esproprio n. 504 del 4 settembre 2015 - Prot. 22126/2015/10.00.00 del 04/09/2015
Accordo di Programma ai sensi dell'art. 34 della L.R. 35/2001 tra la Regione Veneto, la Provincia di Belluno, i Comuni
di Lentiai e Mel e Veneto Strade S.p.A. - S.P. 1 "di Sinistra Piave" - Realizzazione variante agli abitati di Lentiai e
Bardies tra le progressive km 25+700 e 28+400.
ATTO DI RETTIFICA AL DECRETO DI ESPROPRIO n° Reg. 480 del 12.11.2014
ex art. 23 del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia
di espropriazione per la pubblica utilità approvato con D.P.R. 8 giugno 2001 n° 327
PREMESSO
che per la realizzazione dell'opera indicata in oggetto è stata avviata l'acquisizione dei beni immobili preordinati all'esproprio
secondo la procedura prescritta dal Decreto Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n° 327 "Testo unico delle disposizioni
legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità";
che in data 12.11.2014 è stato emesso il Decreto di Esproprio n° 480 (Prot. 37918);
che detto decreto è stato registrato c/o Agenzia delle Entrate di Venezia 2 in data 27.11.2014 al n° 70 Serie IV;
che in data 13.01.2015 è stato trascritto c/o Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale di Belluno - Territorio - Servizio
Pubblicità Immobiliare al n° 256 R.G. e n° 215 R.P. per la Ditta al punto 37 (Ditta proprietaria n° 53);
ACCERTATO
che all'Art. 1, relativamente alla Ditta al punto 37 (Ditta proprietaria n° 53) oggetto di esproprio, sono state indicate le quote di
proprietà errate;
che la presente rettifica viene presentata solamente per la correzione di detta proprietà (Ditta al punto 37 (Ditta proprietaria n°
53)), lasciando inalterate tutte le altre ditte riportate nel decreto originario e tutti gli altri dati ivi riportati come le indennità di
esproprio;
DECRETA
Art. 1)
A parziale rettifica del Decreto n° 480/2014 del 12.11.2014 emesso da quest'Autorità espropriante, con il presente atto viene
approvata la seguente modifica:
1)
Ditta al punto 37 (Ditta proprietaria n° 53):
si corregge la quota di proprietà della signora SANSONE Rosa nata a Palazzo San Gervasio (PZ) il 7.11.1935 C.F.
SNSRSO35S47G261M indicata erroneamente con la quota di 1/2 con la quota corretta di 6/9.
Pertanto la nuova ditta corretta è la seguente:
TRES Patrizio nato in Svizzera il 07.03.1963 - C.F. TRSPRZ63C07Z133K - prop. per 1/9;
TRES Pietro nato in Svizzera il 17.02.1968 - C.F. TRSPTR68B17Z133J - prop. per 1/9;
TRES Rita nata in Svizzera il 10.04.1964 - C.F. TRSRTI64D50Z133T - prop. per 1/9;
SANSONE Rosa nata a Palazzo San Gervasio (PZ) il 7.11.1935 - C.F. SNSRSO35S47G261M - prop. per 6/9.
Immobili espropriati siti in Comune di LENTIAI:
CATASTO TERRENI
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
205
_______________________________________________________________________________________________________
da trasferire al PROVINCIA DI BELLUNO - DEMANIO STRADALE:
Foglio Mappale
Qualità
Classe R.D. Euro R.A. Euro Superficie Ha
1
108 (ex 45) Semin. Arbor. 4^
8,87
7,76
00.42.95
CATASTO TERRENI
da trasferire al PROVINCIA DI BELLUNO - PATRIMONIO DISPONIBILE:
Foglio Mappale
Qualità
Classe R.D. Euro R.A. Euro Superficie Ha
1
106 (ex 45) Semin. Arbor. 4^
7,18
6,28
00.34.75
1
107 (ex 45) Semin. Arbor. 4^
1,30
1,14
00.06.30
Art. 2)
Questa Autorità provvederà senza indugio, a sua cura e spese ex art. 23 comma 4 del D.P.R. n. 327/2001, a tutte le formalità
necessarie per la registrazione e successiva trascrizione del presente Atto di Rettifica di decreto di esproprio presso l'Ufficio dei
registri immobiliari, oltre alla voltura catastale.
Art. 3)
Un estratto del presente decreto di esproprio sarà trasmesso entro cinque giorni per la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale
della Regione Veneto; il Decreto è consultabile in internet all'indirizzo www.venetostrade.it.
Art. 4)
L'opposizione sia dei Proprietari che di coloro i quali hanno ragione d'esperire sulla indennità è proponibile entro i trenta giorni
successivi alla pubblicazione dell'estratto di cui al precedente art. 3).
Ai sensi dell'art. 3, comma 4, della Legge n. 241/'90, nonché ai sensi dell'art. 4, comma 2, della Legge 21.07.00 n° 205, si fa
presente che avverso il presente decreto, la ditta espropriata potrà ricorrere avanti il T.A.R. Veneto nel termine di 60 giorni
dalla notifica dello stesso o presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla medesima
notifica.
ing. Alessandro Romanini
206
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 308990)
VENETO STRADE SPA, VENEZIA
Decreto di esproprio n. 505 del 6 ottobre 2015 - Prot. 25151/2015/10.00.00 del 7 ottobre 2015
S.P. n° 2 "della Valle del Mis" - Lavori di allargamento dal Km. 22+200 al 22+300 in loc. LAMBROI (Tiser) in Comune
di Gosaldo - Intervento n. BL615 P.T.R.
DECRETO DI ESPROPRIO
ex art. 23 del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia
di espropriazione per la pubblica utilità approvato con D.P.R. 8 giugno 2001 n° 327
a favore di: PROVINCIA di BELLUNO - Via Sant'Andrea n° 5 - Belluno, beneficiaria dell'espropriazione dei beni immobili
ubicati nel Comune di GOSALDO occorrenti per dar luogo ai lavori in epigrafe.
Il dirigente dell'Ufficio Espropri Ing. Alessandro Romanini, Area Lavori di Veneto Strade S.p.A., titolata all'esercizio
dell'attività espropriativa a cui fanno capo le competenze stabilite dalla legge per il presente procedimento espropriativo, in
forza di Convenzione tra la Provincia di Belluno e Veneto Strade S.p.A. del 23 febbraio 2008, registrata a Belluno al n° 716
serie 3^ in data 06.03.2008, - Art. 15.
PREMESSO
che per la realizzazione dell'opera indicata in oggetto è stata avviata l'acquisizione dei beni immobili preordinati all'esproprio
secondo la procedura prescritta dal Decreto Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n° 327 "Testo unico delle disposizioni
legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità";
CONSIDERATO
che in data 09.04.13 è stato approvato dalla società Veneto Strade S.p.A., con proprio provvedimento n° 12493, il progetto
definitivo datato "Gennaio 2013" per la realizzazione dei lavori in oggetto e con lo stesso è stata dichiarata la Pubblica Utilità
ai sensi di Legge e del D.P.R. 8 giugno 2001, n° 327 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di
espropriazione per pubblica utilità" art. 12 c. 1 lett. a);
che le aree ove è stata realizzata l'opera in oggetto risultano essere regolarmente sottoposte al relativo vincolo preordinato
all'esproprio;
che i termini dell'efficacia della pubblica utilità dell'opera verranno a scadere in data 08.04.2018;
che per le Ditte sulle quali non si è addivenuti all'accordo bonario [n° 1 e n° 2] è stato provveduto al Deposito delle somme
presso la Cassa DD.PP., giusta Ordinanza n° 16356 di Prot. in data 30.06.15;
VISTO
le quietanze di avvenuto deposito emesse a favore delle medesime ditte;
che si è proceduto all'immissione in possesso anticipata dei beni oggetto dell'esproprio;
i tipi di frazionamento delle aree occupate, regolarmente approvati dall'Agenzia del Territorio di Belluno;
ACCERTATO
che gli immobili soggetti ad esproprio risultano nella piena e libera disponibilità dei proprietari espropriati, risultando gli stessi
beni liberi da ipoteche e non interessati da diritti di terzi.
DECRETA
Art. 1)
pronunciata a favore della PROVINCIA di BELLUNO - Via Sant'Andrea n° 5 - Belluno - P. I.V.A. 93005430256,
beneficiaria per la causale di cui in narrativa, l'espropriazione degli immobili di seguito descritti, autorizzandone l'occupazione
permanente con trasferimento del diritto di proprietà in capo al predetto beneficiario dell'esproprio:
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
207
_______________________________________________________________________________________________________
Comune di GOSALDO - CATASTO TERRENI, da trasferire al DEMANIO STRADALE PROVINCIALE:
1) Ditta proprietaria (n° 1):
CURTI Eleonora nata a Gosaldo il 30.05.1923, C.F. CRTLNR23E70E113R;
CURTI Severino nato a Gosaldo il 01.02.1920, C.F. CRTSRN20B01E113O;
proprietari per 1/2 ciascuno.
Indennità definitiva di esproprio: Euro 80,20
Foglio
Mappale
45
493 ex 116
2) Ditta proprietaria (n° 2):
Qualità
prato
Classe
1^
R.D.
0,06
R.A.
0,05
Superficie Ha
00.00.27
CURTI Giovanni fu Pietro nato a Gosaldo il 22.10.1865, C.F. CRTGNN65R22E113S;
CURTI Maddalena nata a Gosaldo il 01.01.1901, C.F. CRTMDL01A41E113H;
CURTI Mansueto di Pietro nato a Gosaldo il 17.07.1884, C.F. CRTMST84L17E113G;
CURTI Margherita nata a Gosaldo il 01.01.1901, C.F. CRTMGH01A41E113L;
proprietari per 1/4 ciascuno e
MATTAREL Giovanna Celeste di Giovanni nata a Gosaldo il 16.05.1887, C.F. MTTGNN87E56E113B, usufruttuaria
parziale.
Indennità definitiva di esproprio: Euro 23,76
Foglio
Mappale
Qualità
Classe
R.D.
R.A.
Superficie Ha
45
495 ex 117
prato
1^
0,02
0,01
00.00.08
La consistenza degli immobili descritti viene trasferita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con ogni accessione,
accessorio, pertinenza, dipendenza, servitù legalmente costituita, attiva e passiva; il valore complessivo delle indennità di
esproprio depositate è di Euro 103,96=.
Art. 2)
Questa Autorità espropriante provvederà a notificare, (nelle forme degli atti processuali civili alle ditte non concordatarie) nei
termini di legge, il decreto di esproprio ai proprietari ablati e agli eventuali possessori. La mancata notificazione ed esecuzione
del decreto di esproprio nei modi e termini di legge comporterà la sospensione degli effetti prodotti dal decreto, ex art. 23
comma 1 lettera f del D.P.R. n° 327/'01.
Art. 3)
Questa Autorità provvederà senza indugio, a sua cura e spese ex art. 23 comma 4 del D.P.R. n° 327/'01, a tutte le formalità
necessarie per la registrazione e successiva trascrizione del decreto di esproprio presso l'Ufficio dei registri immobiliari, oltre
alla voltura catastale.
Art. 4)
Un estratto del presente decreto di esproprio sarà trasmesso entro cinque giorni per la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale
della Regione Veneto; il Decreto è consultabile in internet all'indirizzo www.venetostrade.it.
Art. 5)
L'opposizione sia dei Proprietari che di coloro i quali hanno ragione d'esperire sulla indennità è proponibile entro i trenta giorni
successivi alla pubblicazione dell'estratto di cui al precedente art. 4).
Ai sensi dell'art. 3, comma 4, della Legge n° 241/'90, nonché ai sensi dell'art. 4, comma 2, della Legge 21.07.00 n° 205, si fa
presente che avverso il presente decreto, la ditta espropriata potrà ricorrere avanti il T.A.R. Veneto nel termine di 60 giorni
208
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
dalla notifica dello stesso o presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla medesima
notifica.
ing. Alessandro Romanini
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
209
_______________________________________________________________________________________________________
Protezione civile e calamità naturali
(Codice interno: 309518)
COMMISSARIO DELEGATO PER GLI INTERVENTI URGENTI IN FAVORE DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI
EVENTI SISMICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLE PROVINCE DI BOLOGNA, MODENA,
FERRARA, MANTOVA, REGGIO EMILIA E ROVIGO, IL 20 E IL 29 MAGGIO 2012
Decreto n. 25 del 15 ottobre 2015
Ordinanze n. 21 del 19 novembre 2013 e n. 25 del 14 agosto 2015. Comune di Adria (Ro). "Intervento di ripristino della
Sede Municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento
SM012]. Liquidazione 2° SAL per un importo pari a Euro 205.060,21.
IL COMMISSARIO DELEGATO
Premesso che:
• con Delib. CdM del 30 maggio 2012 è stato dichiarato lo stato di emergenza in relazione agli eccezionali eventi
sismici che hanno colpito il territorio della Provincia di Rovigo nel mese di maggio 2012;
• con D.L. 6 giugno 2012, n. 74 recante "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che
hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e
il 29 maggio 2012", come convertito con modificazioni nella L. 1° agosto 2012, n. 122, lo stato di emergenza
dichiarato è stato prorogato, ai sensi dell'art. 1, c. 3, fino al 31 maggio 2013;
• successivamente l'art. 6, c. 1 del D.L. 26 aprile 2013, n. 43, come convertito con modificazioni nella L. 24 giugno
2013, n. 71, ha disposto la proroga al 31 dicembre 2014 della dichiarazione dello stato di emergenza in questione;
• l'art. 7, c. 9-ter del D.L. 12 settembre 2014, n. 133, come convertito con modificazioni nella L. 11 novembre 2014, n.
164 ha stabilito che il termine di scadenza dello stato di emergenza conseguente agli eventi sismici del 20 e 29 maggio
2012, di cui all'art. 1, c. 3, del D.L. n. 74/2012 è stato prorogato al 31 dicembre 2015;
• l'art. 13, comma 01 del D.L. 19 giugno 2015, n. 78 come convertito con modificazioni nella Legge 6 agosto 2015, n.
125 ha ulteriormente prorogato lo stato di emergenza al 31 dicembre 2016;
• i Comuni delle Province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo che beneficiano della
sospensione dei termini per l'adempimento degli obblighi tributari sono quelli individuati dal Decreto MEF del 1°
giugno 2012, come integrati dall'art. 67 - septies della L. n. 134/2012;
• l'art. 1, c. 2 e 5 del D.L. n. 74/2012 dispone che i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto
operano in qualità di Commissari delegati, potendo avvalersi per gli interventi dei Sindaci dei Comuni e dei Presidenti
delle Province interessate dal sisma;
• i Commissari delegati sono incaricati della realizzazione degli interventi di cui al citato D.L. n. 74/2012, in particolare
del coordinamento delle attività per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del mese di maggio 2012 nelle
Regioni di rispettiva competenza, operando con i poteri di cui all'art. 5, c. 2 della L. 24 febbraio 1992, n. 225 e con le
deroghe alle disposizioni vigenti stabilite con Delib. CdM del 4 luglio 2012, adottata nelle forme di cui all'art. 5, c. 1
della citata legge;
• l'art. 2, c. 2 del D.L. n. 74/2012 stabilisce che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di concerto con il
Ministro dell'economia e delle finanze, adottato su proposta dei Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia
e Veneto "sono determinati criteri generali idonei ad assicurare, a fini di equità, la parità di trattamento dei soggetti
danneggiati, nei limiti delle risorse allo scopo finalizzate".
Viste le Ordinanze commissariali:
• n. 1 del 25 gennaio 2013 (registrata presso la Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per il Veneto in data 28
gennaio 2013, Registro 1, Foglio 47) di adozione del "Piano degli interventi urgenti in favore delle popolazioni
colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio della Provincia di Rovigo nel mese di maggio 2012";
• n. 7 del 18 giugno 2013 (registrata presso la Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per il Veneto in data 20
giugno 2013, Registro 1, Foglio 194), recante "Attuazione del "Piano degli interventi urgenti in favore delle
popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio della Provincia di Rovigo nel mese di
maggio 2012" di cui all'Ordinanza del Commissario delegato n. 1 del 25 gennaio 2013. Interventi di ripristino su
edifici municipali", a mezzo della quale sono state adottate le disposizioni necessarie all'attuazione degli interventi di
ripristino su edifici municipali;
• n. 21 del 19 novembre 2013 di assunzione dell'impegno di spesa delle risorse finanziarie necessarie alla copertura dei
fabbisogni per la realizzazione degli interventi di ripristino di edifici municipali, in attuazione delle disposizioni di cui
210
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
all'Ordinanza commissariale n. 7/2013;
• n. 25 del 14 agosto 2015 di assunzione dell'ulteriore impegno di spesa delle risorse finanziarie necessarie alla
copertura del fabbisogno per la realizzazione dell'intervento del Comune di Adria (Ro) presso la Sede Municipale ala
nord Corso Vittorio Emanuele II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella, ai sensi dell'Ordinanza commissariale n.
7/2013.
Preso atto che entro il termine stabilito dall'art. 3, c. 1 dell'Ordinanza commissariale n. 7/2013, il Comune di Adria (Ro) ha
presentato domanda di contributo per l'intervento di ripristino della Sede Municipale per l'importo complessivo di Euro
796.896,70 come risultante dal quadro economico del progetto.
Atteso che, con riferimento al Comune di Adria (Ro), con Ordinanza commissariale n. 21 del 19 novembre 2013 è stato
assunto l'impegno di spesa come riportato nella seguente tabella:
Proprietario
Denominazione
edificio
Importo quadro
economico di progetto (Euro)
Importo massimo contributo
erogabile
(90% quadro
economico)
Euro
Comune di
Adria
Sede Municipale
817.466,04
735.719,44
Codice
intervento
SM 012
Preso atto che con Decreto del Commissario delegato n. 18 del 19 agosto 2015 è stato liquidato a favore del Comune di Adria
l'importo di Euro 166.282,86 come 1° SAL delle spese sostenute per la realizzazione dell' "Intervento di ripristino della Sede
Municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento SM012].
Vista la nota prot. n. 26108 del 3 settembre 2015 con la quale il Comune di Adria (RO) ha richiesto l'erogazione del contributo
come determinato in corrispondenza del 2° SAL, per un ammontare complessivo di Euro 205.060,21 (IVA compresa), in
relazione alle spese sostenute per la realizzazione dell'intervento sopra riportato, corredata della seguente documentazione:
• Copia del Certificato di Pagamento n. 2 del 17 agosto 2015, per l'importo di Euro 205.060,21 (IVA compresa);
• Copia dello Stato avanzamento Lavori n. 2 al 17 agosto 2015 per l'importo di Euro 424.634,72;
• Fattura n. 9/PA del 20 agosto 2015 della Ditta Reale Mario s.r.l. di Rovigo dell'importo di Euro 205.060,21 (di cui
Euro 186.418,37 per lavori e oneri della sicurezza e Euro 18.641,84 per IVA al 10%);
• Determinazione n. 480 del 24 agosto 2015 del Responsabile del Settore ll.pp-territorio-scolastico e cultura del
Comune di Adria (Ro) di approvazione della contabilità relativa al SAL n. 2 dei lavori di messa in sicurezza della
copertura della sede municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele II, angolo via U. Boccato - Palazzo Cordella in
conseguenza dei danni causati dagli eventi sismici di maggio 2012.
Vista la nota prot. n. 29489 del 2 ottobre 2015 con la quale il Comune di Adria (RO) ha risposto alla nota commissariale prot.
n. 373223 del 17 settembre 2015 di richiesta di integrazioni.
Preso atto della Proposta di liquidazione prot. n. 404969 dell'8 ottobre 2015, formulata dall'Ing. Stefano Talato, in qualità di
Componente della Struttura commissariale - Settore Ricostruzione e Riparazione, nominato giusta Ordinanza commissariale n.
1 del 9 agosto 2012 (registrata in Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo in data 10 agosto 2012, Registro 1, Foglio
197).
Preso atto, in particolare, che nella citata Proposta di liquidazione sono state esaminate la conformità dei lavori rispetto
all'intervento ammesso a contributo e le spese sostenute dal Comune di Adria (Ro) per l'esecuzione dei lavori, come di seguito
dettagliatamente riportate:
• Copia del Certificato di Pagamento n. 2 del 17 agosto 2015, per l'importo di Euro 205.060,21 (IVA compresa);
• Copia dello Stato avanzamento Lavori n. 2 al 17 agosto 2015 per l'importo di Euro 424.634,72;
• Determinazione n. 480 del 24 agosto 2015 del Responsabile del Settore ll.pp-territorio-scolastico e cultura del
Comune di Adria (Ro) di approvazione della contabilità relativa al SAL n. 2 dei lavori di messa in sicurezza della
copertura della sede municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele II, angolo via U. Boccato - Palazzo Cordella in
conseguenza dei danni causati dagli eventi sismici di maggio 2012.
Preso atto che nella Proposta di liquidazione prot. n. 404969 dell'8 ottobre 2015, relativa al 2° SAL del contributo sopra
indicato, sono state valutate la conformità e la compatibilità dell'intervento rispetto alle disposizioni commissariali di cui alle
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
211
_______________________________________________________________________________________________________
sopracitate Ordinanze commissariali n. 7/2013, n. 21/2013 e n. 25/2015.
Valutato che l'importo richiesto di Euro 205.060,21 risulta inferiore all'importo massimo erogabile di Euro 735.719,44 e che,
pertanto, è possibile dare seguito alla liquidazione della relativa quota di contributo.
Ritenuto, pertanto, di dar corso alla liquidazione di Euro 205.060,21 a favore del Comune di Adria (Ro), quale 2° SAL, a
fronte delle spese sostenute per la realizzazione dell'"Intervento di ripristino della Sede Municipale ala nord Corso Vittorio
Emanuele II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento SM012], imputandone la spesa a carico
dell'impegno assunto con Ordinanza commissariale n. 21/2013.
Viste, altresì, le Ordinanze del Commissario delegato n. 2 del 15 marzo 2013, recante "Integrazione e modificazione della
Struttura commissariale costituita con Ordinanza del Commissario delegato n. 1 del 9 agosto 2012" (registrata in Corte dei
Conti - Sezione regionale di controllo in data 19 marzo 2013, Registro 1, Foglio 82) e n. 18 del 2 ottobre 2013, recante
"Aggiornamento e modifica della composizione della Struttura commissariale costituita con Ordinanza commissariale n. 1 del
9 agosto 2012 e modificata con Ordinanza commissariale n. 2 del 15 marzo 2013" (registrata in Corte dei Conti - Sezione
regionale di controllo in data 8 ottobre 2013, Registro 2, Foglio 97).
Visto l'art. 10, c. 4-bis del D.L. 14 agosto 2013, n. 93, come convertito nella L. 15 ottobre 2013, n. 119.
DECRETA
1. le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
2. di determinare, come 2° SAL, a favore del Comune di Adria (Ro) la somma di Euro 205.060,21 a fronte delle spese
sostenute per la realizzazione dell'"Intervento di ripristino della Sede Municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele
II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento SM012];
3. di liquidare, come 2° SAL, a favore del Comune di Adria (Ro) la somma di Euro 205.060,21 a fronte delle spese
sostenute per la realizzazione dell'"Intervento di ripristino della Sede Municipale ala nord Corso Vittorio Emanuele
II, angolo Via U. Boccato - Palazzo Cordella" - [Codice Intervento SM012];
4. di dare atto che alla spesa suindicata si fa fronte con l'impegno assunto a favore del Comune Adria (Ro) con
Ordinanza commissariale n. 21 del 19 novembre 2013, a valere sulla Contabilità speciale n. 5707, intestata al
Presidente della Regione del Veneto - Commissario delegato ai sensi dell'art. 1, c. 2 del D.L. 6 giugno 2012, n. 74,
convertito con modificazioni nella L. 1° agosto 2012, n. 122;
5. di dare mandato al dott. Maurizio Santone - Direttore regionale Sezione Ragioneria di procedere con il mandato di
pagamento presso la Banca d'Italia - Sezione di Venezia relativo alla somma di cui al precedente punto 3 a favore del
Comune di Adria (Ro);
6. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet del Commissario delegato.
Il Commissario delegato Dott. Luca Zaia
212
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
Trasporti e viabilità
(Codice interno: 309388)
COMUNE DI CRESPADORO (VICENZA)
Decreto del Responsabile dell'Area Tecnica n. 1 del 22 ottobre 2015
Decreto declassificazione tratto di "Strada vicinale dagli Ortomani ai Gabbani" - Via Ortomani.
IL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA
(omissis)
DECRETA
1. La porzione di area pubblica della "Strada vicnale dagli Ortomani ai Gabbani" (in localià Ortomani): Foglio 4, Mappale N.
1176 di mq. 116 (centosedici, Mappale N. 1177 di mq. 49 (quarantanove), Mappale N. 1178, di mq. 72 (settantadue): tratto in
prossimità della Via Ortomani, è declassificato nel patrimonio disponibile come area non più soggetta al pubblico transito e
quindi sdemanializzato.
2. Il presente Decreto, ai sensi dell'art., comma 3° del D.P.R. 16.12.192, n. 495, come modificato dall'art. 2 del D.P.R.
16.09.1996, n. 610, avrà effetto dall'inizio del secondo mese successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino
Ufficiale della Regione Veneto.
Il Responsabile dell'Area Tecnica Tibaldo geom. Anacleto
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
213
_______________________________________________________________________________________________________
Urbanistica
(Codice interno: 309034)
PROVINCIA DI PADOVA
Decreto del Presidente della Provincia n. 121 del 16 ottobre 2015
Comune di Abano Terme (PD). Piano regolatore generale. Variante parziale al prg n.19 adottata con deliberazione del
consiglio comunale n. 105 del 18.10.2004 approvata con d.g.r. del veneto n. 3681 del 30.11.2009. Esecuzione decreto del
presidente della repubblica del 16.07.2013. Approvazione definitiva ai sensi dell'art.44 della l.r. n. 61/85.
Il Presidente
(omissis)
decreta:
1. Di prendere atto del Decreto del Presidente della Repubblica del 16.07. 2013 e allegato parere n. 151/2012 del Consiglio di
Stato, Sez. I, che ha riconosciuto fondato il ricorso della Sig.ra Emanuela Scheggi, e, per l'effetto, ha annullato, in parte qua, la
DGR n. 3681 del 30.11.2009 con la quale è stata approvata la Variante Parziale n. 19 del P.R.G. del Comune di Abano Terme,
che ha stralciato la nuova zona rubricata con n° "B5" (NR 19) di proprietà della ricorrente censita al catasto Terreni del
Comune di Abano Terme Foglio 17 mapp. 17, 34, 59 e sita in via Montegrotto;
2. di prendere atto della Valutazione Tecnica Regionale n. 15 del 23.02.2015 del Dirigente della Direzione Urbanistica e
Paesaggio, che accoglie e fa proprio il relativo parere n. 22 espresso in medesima data dal Comitato Tecnico Regionale
(Allegato A);
3. di approvare definitivamente, ai sensi dell'art.44 della L.R. n. 61/85, la Variante parziale n. 19 al Piano Regolatore generale
del Comune di Abano Terme (PD) adottata con deliberazione di Consiglio comunale n. 105 del 18.10.2004, così come
modificata con deliberazione del Commissario Prefettizio n.25 del 04.08.2005 di approvazione delle controdeduzioni alle
osservazioni pervenute, per la parte residuale , censita al catasto Terreni del Comune di Abano Terme Foglio 17 mapp. 17, 34,
59 e sita in via Montegrotto, reintroducendo, quindi, le originarie previsioni di PRG adottate relative alla nuova zona B5
(NR19) con le prescrizioni e le indicazioni già espresse dagli organi preposti;
4. di disporre la pubblicazione del presente provvedimento, per estratto, nel B.U.R. in base al disposto della L.R. 8.5.1989, n.
14, art. 2.
Letto, confermato, sottoscritto.
Allegato A (omissis)
Il testo integrale, comprensivo di allegato, è consultabile nell'albo pretorio on-line (varianti prg-pubblicazioni bur) della
Provincia di Padova: www.provincia.padova.it
Il Presidente Enoch Soranzo
214
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
RETTIFICHE
Avvertenza - L'avviso di rettifica dà notizia della correzione di errori contenuti nel testo del provvedimento inviato per la
pubblicazione nel Bollettino ufficiale. L'errata corrige dà notizia della correzione di errori verificatisi in fase di composizione o
stampa del Bollettino ufficiale.
(Codice interno: 309692)
Errata corrige
Comunicato relativo alla Deliberazione della Giunta regionale n. 1378 del 15 ottobre 2015 "Piano annuale 2015 degli
interventi di cooperazione decentrata allo sviluppo e solidarietà internazionale. L.R. 16 dicembre 199, n. 55, capo III.
L.R. 16 febbraio 2010, n. 11, articolo 53. L.R. 22 gennaio 2010, n. 6.". (Bollettino Ufficiale n. 101 del 23 ottobre 2015).
Nel B.U.R. n. 101 del 23 ottobre 2015 è stata pubblicata la deliberazione della Giunta regionale n. 1378 del 15 ottobre 2015
"Piano annuale 2015 degli interventi di cooperazione decentrata allo sviluppo e solidarietà internazionale. L.R. 16 dicembre
199, n. 55, capo III. L.R. 16 febbraio 2010, n. 11, articolo 53. L.R. 22 gennaio 2010, n. 6.".
Si comunica che, per mero errore materiale, è stato erroneamente inserito il testo dell'allegato presente da pagina 412 a pagina
424 nella versione pdf.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
215
_______________________________________________________________________________________________________
(Codice interno: 309690)
Errata corrige
Comunicato relativo alla Deliberazione della Giunta regionale n. 1358 del 9 ottobre 2015 "Programma Operativo
Regionale 2014 - 2020 - Fondo Sociale Europeo - Ob. Competitività Regionale e Occupazione - Reg. (UE) n. 1303/2013,
Reg. (UE) n. 1304/2013. Asse I - Occupabilità - Direttiva per la realizzazione di "Work Experience" - Modalità a
sportello - Anno 2015. (Bollettino Ufficiale n. 101 del 23 ottobre 2015).
Nel B.U.R. n. 101 del 23 ottobre 2015 è stata pubblicata la deliberazione della Giunta regionale n. 1358 del 9 ottobre 2015
"Programma Operativo Regionale 2014 - 2020 - Fondo Sociale Europeo - Ob. Competitività Regionale e Occupazione - Reg.
(UE) n. 1303/2013, Reg. (UE) n. 1304/2013. Asse I - Occupabilità - Direttiva per la realizzazione di "Work Experience" Modalità a sportello - Anno 2015.
Si comunica che, per mero errore materiale, il testo dell'allegato A è errato e, pertanto, qui di seguito viene riportato quello
corretto 1358:
216
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
_______________________________________________________________________________________________________
giunta regionale – 10^ legislatura
ALLEGATOA alla Dgr n. 1358 del 09 ottobre 2015
pag. 1/2
Presentazione domande attività Fondo Sociale Europeo
(Delibera Giunta Regionale n. 1358 del 9/10/2015)
AVVISO PUBBLICO
Con il provvedimento richiamato la Giunta Regionale ha stabilito l’apertura dei termini per la presentazione
di progetti a valere sul Programma Operativo Regionale 2014-2020 - Fondo Sociale Europeo – Ob.
Competitività Regionale e Occupazione - Reg. (UE) n. 1303/2013, Reg. (UE) n. 1304/2013, Reg. (UE) n.
288/14 e Reg. (UE) n. 215/14.
Direttiva per la realizzazione di Work Experience
Modalità a sportello – Anno 2015
Le proposte possono essere presentate dai soggetti proponenti individuati nella Direttiva Regionale e
secondo le modalità ivi indicate. I requisiti di ammissibilità, la struttura dei progetti, le modalità di
valutazione sono esposti nella Direttiva Regionale, All. B alla DGR di approvazione del presente avviso.
La domanda di ammissione al finanziamento dei progetti dovrà comunque esplicitare il consenso alla
elaborazione dei dati (art. 23 D.Lgs. n. 196 del 30/06/2003), riservandosi l’Amministrazione regionale di
raccogliere, trattare, comunicare e diffondere, per finalità istituzionali, i dati personali nei limiti e
secondo le disposizioni di legge, regolamento e atto amministrativo.
Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 2.000.000,00 a valere sull’Asse I Occupabilità –
POR FSE 2014-2020.
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Sezione Lavoro dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle
13.00 ai seguenti recapiti telefonici: 041/279 5339 - 5305 – 5807 per quesiti di carattere contenutistico
(tipologie e caratteristiche dei progetti presentabili, dei destinatari degli interventi ecc.); per quesiti
relativi all’assistenza tecnica, in particolare per quanto riguarda le modalità di accesso ed utilizzo del
sistema informatico, è possibile contattare i numeri 041/2795131 - 5331.
La trasmissione della domanda di ammissione e della relativa modulistica alla Giunta Regionale del
Veneto − Sezione Lavoro deve avvenire esclusivamente per via telematica, dalla casella di Posta
Elettronica Certificata del Soggetto Proponente, inviando una mail all’indirizzo di Posta Elettronica
Certificata della Regione del Veneto, [email protected]; nell’oggetto del messaggio di Posta
Elettronica Certificata dovrà essere riportata la seguente dicitura: “SEZIONE LAVORO - POR FSE –
Work Experience – Anno 2015”.
Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati dovranno pervenire entro e non
oltre le ore 13.00 di ciascun giorno di scadenza dell’apertura a sportello così come indicato nella
tabella seguente:
Apertura
sportello
Giorni di apertura
Anno di
riferimento
1
15 – 30 ottobre
2015
2
30 ottobre – 14 novembre
2015
3
14 – 29 novembre
2015
4
29 novembre – 14 dicembre
2015
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 104 del 30 ottobre 2015
217
_______________________________________________________________________________________________________
ALLEGATOA alla Dgr n. 1358 del 09 ottobre 2015
pag. 2/2
Qualora la scadenza dei termini di presentazione dei progetti coincida con il sabato o con giornata festiva il
termine sarà posticipato al primo giorno lavorativo successivo.
Per la tempistica degli esiti delle istruttorie, dell’avvio e della chiusura dei progetti si rinvia alla Direttiva
regionale, All. B alla DGR di approvazione del presente avviso.
Le risorse finanziarie potranno essere ripartite all’interno delle aperture di sportello previste e, comunque,
fino all’esaurimento delle risorse stesse. Qualora se ne ravvisasse la necessità, tale dotazione finanziaria
potrà essere integrata con ulteriori risorse specificatamente individuate. Pertanto, in caso di disponibilità di
risorse oltre alle aperture di sportello previste, è data facoltà al Direttore della Sezione Lavoro di prevedere
ulteriori aperture fino ad esaurimento delle risorse.
La presentazione dei progetti e della relativa documentazione costituisce presunzione di conoscenza e di
accettazione senza riserva delle specifiche indicazioni formulate nella Direttiva di riferimento e delle
disposizioni regionali, nazionali e dell’Unione Europea, riguardanti la materia.
IL DIRETTORE
DELLA SEZIONE LAVORO
Dott. Pier Angelo Turri
Internet: www.regione.veneto.it
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard