kaka siah sbarca a

advertisement
CARNEVALE DEI POPOLI 2012
“Perché fare festa insieme, c'è più senso”.
Presentazione
Il Carnevale è un momento centrale del folklore e delle tradizioni delle Culture dell'area europea e
latinoamericana che ritrova importanti connessioni con tutte le feste riferite ai riti di passaggio
dall'inverno alla primavera.
Al Carnevale sono legati momenti importanti della nostra tradizione popolare, dalla commedia
dell'arte ai grandi eventi sociali collegati ai carnevali storici come quelli di Venezia, Roma, l'
Ambrosiano e il Napoletano, sino a quelli popolari di Bagolino, Brisighella e Schignano.
Un evento che implica una grande concentrazione di energia popolare che coinvolge le comunità
in lunghe e laboriose azioni per costruire maschere, carri e sfilate frutto di attente regie e di
importanti visioni collegate alle realtà sociali e culturali.
La ricca e variegata composizione dell'attuale comunità milanese accoglie una gamma
complessa ed interessante di tradizioni e di culture che provengono dalle società del mondo intero e
rappresenta un caleidoscopio di interpretazioni di grande effetto ed esuberanza artistica.
Il Carnevale costituisce una festa densa di significati simbolici che mette in scena la rottura degli
schemi dei ruoli sociali e l'esuberanza della società che festeggia l'inizio della nuova stagione di
prosperità.
In quest'ottica il nostro progetto vuole rappresentare simbolicamente un punto di svolta nei
rapporti tra le diverse Culture attraverso l'incontro delle molteplici interpretazioni e tradizioni del
Carnevale e delle feste collegate.
La giornata si svolgerà in una articolazione di eventi che coinvolgerà e farà esplorare giochi,
racconti, trucchi, travestimenti per bambini e adulti, per poi concludersi nelle sfilate che dalle h
18.00 porteranno verso la grande festa di Piazza Duomo, che fino a mezzanotte vedrà intrecciare
la magnificenza di uno spettacolo di oltre 30 tra musicisti e ballerini cubani, l'eleganza della musica
dell'Orchestra meneghina multietnica per antonomasia, quella di “Via Padova”, insieme alla
meraviglia offerta da grandi Maestri Trampolieri e Giocolieri.
Nelle 5 piazze e nei 2 spazi individuati per le iniziative dedicate ai bambini avranno luogo le
attività preparative e le azioni spettacolari delle feste tipiche di 20 nazionalità provenienti da tutti
i continenti, ben rappresentate nella città di Milano da gruppi organizzati e associazioni,
debitamente coinvolte.
Secondo la vocazione che anima tutte le attività di Arci Milano e dei suoi circoli, ci siamo avvalsi
della partecipazione di soggetti differenti tra loro, sia rappresentanti delle diverse culture sia
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
associazioni che svolgono attività sul territorio e rappresentano dei presidi fondamentali delle
tradizioni popolari.
In particolare, le associazioni Compagnia Africana, Sinafrica e Proficua hanno contribuito
attivamente all'ideazione e all'organizzazione di questo progetto. Inoltre, sono già stati coinvolti
altri 23 fra gruppi organizzati ed associazioni che hanno fatto propria l'idea di questo “Carnevale
dei Popoli 2012” e collaboreranno dunque al suo svolgimento.
Le 5 piazze saranno contraddistinte da specifici nuclei tematici: Il Mondo Insieme, Suggestioni
d'Asia, Non solo circo, Dal gusto latinoamericano, Madre Terra Mamma Africa. Il criterio
seguito è stato quello di valorizzare i territori di provenienza, favorendo al contempo lo scambio e
l'incontro tra tradizioni differenti già a partire dall'attività nelle piazze, per poi raggiungere il
culmine con l'arrivo delle sfilate in piazza Duomo, costruendo simbolicamente e materialmente un
punto di incontro di diverse tradizioni culturali al centro della città.
I 2 spazi dedicati ai laboratori ed eventi di intrattenimento per bambini avranno come comune
denominatore gli slogan: “Creiamo il Carnevale!”, ospitando l'attività di produzione delle
maschere, dei travestimenti, delle sfilate, dei carri e di tutti quei materiali che costituiscono la parte
fondante della partecipazione popolare alla buona riuscita del Carnevale; “A misura di bambine e
di bambini!”, accogliendo spettacoli e sperimentazioni di quelle forme artistiche che si sono
sviluppate con le feste carnevalesche: dai burattini all'acrobazia, alla magia alla giocoleria.
Realizzeremo dunque un Carnevale che mescola le espressioni artistiche e culturali dei riti
carnevaleschi e similari, con circa 200 fra ballerini, artisti e musicisti che daranno vita a spettacoli
di danza e musica tipici delle diverse Culture, intonando canti tradizionali con maschere e costumi e
componendo sfilate che vedranno anche l'uso di prodigiose macchine teatrali.
Le piazze verranno animate sin dall'inizio della giornata di sabato da giocolieri, maghi, acrobati,
trampolieri, burattinai che proporranno i loro spettacoli con alcuni esempi spettacolari di
funambolismo, acrobazia con il monociclo, giocoleria con torce infuocate, teatri di burattini.
Artisti, artigiani e professionisti del settore terranno i laboratori dedicati ai più piccoli, sia
quelli legati alla tradizione carnevalesca (come quelli di trucco, travestimento e costumi,
costruzione di maschere, di burattini, di Marot giganti, et cetera), sia quelli dedicati alle arti
performative, offrendo esperienze culturali ed educative tese a sviluppare le capacità manuali e
creative dei piccini (tra i molti: laboratori di pittura, danza e movimento, narrazione, scenografia,
costruzione di strumenti musicali con materiale di recupero, et cetera).
Questo progetto coinvolgerà diverse arti e discipline, collegandole fra loro e rendendone possibile
la fruizione e la sperimentazione da parte della cittadinanza tutta in un'ottica squisitamente omnibus.
Perché l'obiettivo principe di questo progetto è quello di mescolare tra loro le diversità, siano esse
artistiche o culturali, facendo in modo che si valorizzino reciprocamente attraverso la
contaminazione e lo scambio reciproco. Perchè il caleidoscopio multietnico e multiculturale
della città di Milano è un valore enorme ed una condizione imprescindibile per chiunque
voglia parlare di progresso civile.
Perché fare festa insieme, c'è più senso.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PROGRAMMA ARTISTICO
“CARNEVALE DEI POPOLI 2012”
PIAZZA SAN FEDELE
“A Misura di Bambine e di Bambini!”
Programma:
H 11.00 – H 15.00
Laboratorio di pittura “Colori d'Africa”.
A cura degli artista Kikoko
H 15.00 – H 18.00
Laboratorio di pittura “Colori d'Africa”.
A cura degli artista Ako
H 14.00 – H 18.00
Laboratorio di costruzione di strumenti musicali con materiali di recupero, burattini , draghi
volanti e marot giganti.
A cura dell'Associazione “ Teatro Laboratorio di figura Pane e Mate”.
H 11.00 – H 15.00
Laboratorio di spettacolo con burattini.
A cura dell'Associazione “Proficua”
H 15.00 – H 18.00
Laboratorio di trucco e travestimenti.
A cura dell'Associazione “Proficua”
H 11.00 – H 15.00
Laboratorio di costruzione costumi tradizionali, maschere e racconto orale.
A cura dell'Associazione “Compagnia Africana”.
H 15.00 – H 18.00
Laboratorio di costruzione costumi tradizionali, maschere e racconto orale.
A cura dell'Associazione “Compagnia Africana”.
H 14.00 – H 18.00
“Il Carretto di Pan”: giocoleria, burattini, trampolieri.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
Con questo spettacolo itinerante in parata il Teatro Carillon vuole trasportare gli spettatori in un
mondo magico, che appartiene al passato, attraverso un viaggio all'interno di antiche atmosfere
proprie dei teatranti di strada. Con il loro istrionismo riuscivano a radunare in pochi attimi gli
abitanti dei luoghi dove si recavano, per rappresentare le loro farse che accolgono oggi come
allora il consenso del pubblico grazie a semplicità, immediatezza, allegria e poesia degli
interpreti. La Compagnia ha prodotto degli spettacoli itineranti per cogliere “sul vivo” le persone
che quotidianamente compiono i loro percorsi abituali, creando dei colpi di scena inaspettati e
imprevedibili.
A cura del Teatro “Carillon”.
H 14.00 – H 18.00
“El Picaporte” presenta “Storie d'asporto”, ripetuti spettacoli di burattini dell'artista “Pablo
Palacios”, (Montevideo). Spettacoli senza parole composti da brevi sketch musicali.
Burattini, pupazzi, oggeti animati, mani nude... e la magia delle immagini!
H 14.00 – H 18.00
Spettacoli di Musica Africana: “Alla scoperta della Kora, strumento tipico dei Griots”.
Esistono diversi racconti orali che narrano l'invenzione e la storia di questo particolarissimo
strumento musicale: nell'area dell'antico Regno del Mali, si narra che la Kora fu inventata da un
grande capo dei guerrieri, Tira Maghan che l'avrebbe donata ai griots del suo villaggio; da quel
momento essa sarebbe divenuta lo strumento privilegiato dei griots che ne avrebbero scoperto
tutte le sfaccettature e le possibilità sonore al fine di rendere al meglio il prezioso dono ricevuto
dal loro signore. Secondo una variante dello stesso mito, diffusa in Gambia, nella regione del
Kansala la prima Kora sarebbe appartenuta ad una donna particolarmente ingegnosa e creativa,
probabilmente una griotte.
A cura dell'Associazione “Compagnia Africana”.
Le Associazioni e i Soggetti coinvolti:
Associazione culturale “Teatro laboratorio di figura Pane e Mate”, sede legale in via Ospedale
Maggiore 43, Fallavecchia (MI). Pane e Mate, gruppo teatrale nato a Milano, risiede ora a
Fallavecchia dove ha trasformato una vecchia scuola media inutilizzata nella “Scuola delle
Fantasia”, un luogo magico e accogliente dove assistere a spettacoli teatrali, partecipare a
laboratori e animazioni e svolgere molte altre attività.
“Compagnia Africana”, sede legale in via Gramsci 44, Rho (MI). Associazione artistica e
culturale panafricana nata dall'incontro di alcuni intellettuali africani in Italia. L'associazione
ha come scopo quella di diffondere culture africane ancora sconosciute in Italia e di
promuovere, attraverso l'arte, un dialogo per superare pregiudizi e taboo.
Teatro “Carillon”, sede legale in via Sempione 200, Torino. Compagnia nata nel 1983 ispirata
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
al teatro di saltimbanchi da cui riprende le tecniche teatrali che unisce alle competenze
attoriali dei membri della compagnia creando spettacoli adatti a un pubblico eterogeneo.
“El Picaporte” di Pablo Palacios. Pablo Palacios inizia la sua attività nel teatro di figura nel
anno 1981 in Argentina, come autodidatta. Dopo vari corsi, stage e laboratori ha collaborato
con diverse compagnie in diversi progetti, come manipolatore, costruttore di pupazzi, musico
e regista. Lungo la sua carriera ha partecipato in vari Congressi, Rassegne e Festival di
burattini in: Argentina, Spagna, Italia, Austria, Grecia, Danimarca, Belgio ed Israele. Dal
1991 vive e lavora in Italia.
Associazione “Proficua”, sede legale in via Orti 17, Milano. Associazione femminile
internazionale e interculturale nata nel 1991 formata da donne di diverse parti del mondo con
diverse competenze in campo artistico, culturale, educativo, medico e legale.
Associazione culturale “Teatro laboratorio di figura Pane e Mate”, sede legale in via Ospedale
Maggiore 43, Fallavecchia (MI). Pane e Mate, gruppo teatrale nato a Milano, risiede ora a
Fallavecchia dove ha trasformato una vecchia scuola media inutilizzata nella “Scuola delle
Fantasia”, un luogo magico e accogliente dove assistere a spettacoli teatrali, partecipare a
laboratori e animazioni e svolgere molte altre attività.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA SCALA
“Il Mondo insieme”
Programma:
H 11.00 – H 12.30:
SPETTACOLO DI DANZE TRADIZIONALI AFRICANE
Spettacolo di danza tradizionale africana con il maestro Dotcha accompagnato da percussioni
dal vivo.
All’insegna dell’integrazione, il gruppo è composto da ballerini africani ed italiani (che sono
anche i membri e fondatori dell’associazione) preparati dal ballerino e maestro Akueson Adotey,
in arte Dotcha.
Gli spettacoli permettono di entrare in contatto con molti aspetti della cultura africana e sono
basati su coreografie tradizionali di Togo, Burkina, Benin e Senegal che portano in scena rituali
e credenze antiche, come il Woudoo, l’arte dei trampoli, i giochi tradizionali col fuoco e i canti in
lingua ewe e minà, nel turbinio dei colori dei costumi africani.
A cura di Assilleassime.
H 15.00 – H 18.00:
“LA DANZA DEL LEONE”
a cura di Maschere Nere e Sunugal.
Spettacolo di narrazione, musica e tipica danza senegalese, con animazione per bambini.
H 19.00:
Partenza del corteo di Mykel Fonts ed il suo gruppo verso Piazza Duomo, in collaborazione
con Tropicana.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
Le Associazioni e i Soggetti coinvolti:
“Maschere Nere”, sede legale in via Procaccini 4 Milano. Maschere Nere, associazione che
nasce nel 1990 dall'incontro di artisti africani e italiani e che ha lo scopo di promuovere la
cultura dell'Africa Nera anche attraverso laboratori e spettacoli teatrali che nascono dalla
contaminazione della tradizione africana con il mondo teatrale occidentale.
“Sunugal” è un'associazione socio-culturale nata per iniziativa di un gruppo di cittadini
stranieri, in gran parte senegalesi, ed italiani, con l’obiettivo di favorire iniziative di scambio
tra i due paesi; è quindi un soggetto che “agisce” tanto in Africa, quanto in Italia, e funge da
rete di collegamento tra gli immigrati in Italia e le famiglie rimaste in Senegal. Il nome
dell'associazione significa, in lingua wolof, "la nostra barca", segno della volontà di
condividere un percorso che coinvolga le diverse culture di chi ha dato vita a questo progetto.
L’associazione, ufficialmente registrata nel 1998, è di fatto attiva fin dal 1990 e da allora regge
le proprie attività fondandosi prevalentemente sul volontariato e sull’autofinanziamento.
Negli anni, tuttavia, la capacità dei soci, unitamente ai risultati raggiunti, ha anche avuto la
forza di mobilitare risorse economiche derivanti dal settore pubblico, con cui sono state
realizzate importanti azioni.
“Assileassime” (mano nella mano in lingua ewe del Togo) è un’associazione culturale di
promozione sociale, senza fini di lucro, formata da italiani ed africani. La nostra associazione
è nata con lo scopo di utilizzare la danza africana come strumento di scambio culturale
all’insegna dell’integrazione e della salvaguardia delle affascinanti tradizioni dell’Africa
Occidentale, ma anche come mezzo per finanziare progetti di sviluppo, nonchè di sostegno
all’arte, alla danza e alla cultura rivolti al Togo. Assileassime nasce dalla volontà di creare
spazi in cui sia possibile far convivere arte, danza, energia e divertimento con impegno,
solidarietà, cooperazione e scambio. L'obiettivo primario è quello di creare una rete, un
sistema di collaborazione attiva, col duplice fine dipromuovere la cultura e la danza africana
in Italia e di permettere agli artisti del Centro diautosostenersi con il loro lavoro in Togo
(danza, musica, produzione artigianale). La nostra attenzione è rivolta in particolare anche ai
numerosi bambini dei quartieri più poveri di Lomè, soprattutto nell’intento di favorire e
sostenere la loro regolare scolarizzazione.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA BECCARIA
“Suggestioni d'Asia”,
ovvero quando il Sole sorge in piazza.
Programma:
H 14.30 – H 15.30
Piccola sfilata di canti e musica tradizionali Cingalesi con maschere e costumi tipici (“Esala
Perahera”). L ' “Esala Perahera”, nella tradizione dello Sri Lanka, è una spettacolare
processione: diversi cortei sfilano lungo le strade della città. Ai cortei si aggiungono suonatori di
tamburo, danzatori, giocolieri.
A cura dell'Associazione “Accademia delle 7 note”
H 15.30 – H 16.30
“KAKA SIAH SBARCA A...”
Spettacolo teatrale per attori e burattini con musiche dal vivo.
Lo spettacolo, che si ispira liberamente all’antica fiaba popolare Persiana di Amir Arsalan
Namdar, accompagna i piccoli e grandi spettatori alla scoperta dei paesi lontani nel tentativo di
aiutarli a comprendere meglio il fenomeno delle migrazioni nella società moderna. Lo spettacolo
si adatta di volta in volta alle situazioni e ai luoghi che trova e al pubblico che incontra.
A cura della Compagnia Teatrale Tarmeh
H 16.30 – H 18.00
Preparazione della Parata Cinese per piazza Duomo con le tradizionali macchine teatrali usate
nella Danza del Drago tipica dello spettacolare capodanno cinese.
A cura dell'Associazione “Associna”.
Le Associazioni e i Soggetti Coinvolti:
“Accademia delle 7 note”è un'associazione cingalese che opera a milano da alcuni anni
organizzando incontri teatrali e musicali per promuovere la cultura cingalese e l'integrazione
fra i bambini della comunità cingalese e i loro compagni di scuola.
“Associna” è la prima e principale associazione delle nuove generazioni italo-cinesi nati o
cresciuti in Italia. Nata spontaneamente sul web nel 2005, essa è divenuta nel tempo
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
un’associazione di respiro nazionale. Oggi l’Associazione è operativa nelle principali città
italiane dove sono presenti cittadini di origine cinese: Milano, Prato, Roma, Padova, Genova,
Torino, Bologna, Firenze. Ad Associna va attribuito l’apertura e la diffusione del dibattito
sulle Seconde Generazioni di origine cinese fra le istituzioni, le organizzazioni italiane e le
associazione cinesi. Oggi l’Associazione rappresenta un punto di riferimento non solo per le
seconde generazioni italo-cinesi, ma per tutti coloro che vogliono conoscere più da vicino la
cultura cinese e la multiculturalità di ragazzi cresciuti in Italia, dall’aspetto orientale.
La “Compagnia Teatrale Tarmeh”, fondata dalla regista e attrice Aram Ghasemy nel 2000 a
Tehran, produce spettacoli, performances, esposizioni d’arte e audiovisivi in maniera
indipendente ed autofinanziata.
Aram Ghasemy e i suoi collaboratori hanno realizzato numerosi spettacoli, anche con attori
diversamente abili. La compagnia può vantare moltissimi riconoscimenti in ambito artistico
ed educativo.
Nel 2007 Tarmeh diventa una compagnia internazionale producendo in Italia lo spettacolo di
teatro di figura “Mela Rossa Lupo Nero” realizzato con la collaborazione del light designer
Marco D’Amico e del compositore Ankido Darash (eletto miglior musicista dell’anno 2008 in
Iran), al quale segue “ Il Potere Di Zahhak”, con la collaborazione del video maker Roberto
Greco. Nel 2009 produce lo spettacolo “Il Giorno Prima”, con l’attrice Alice Bettinelli. Nel
2010 realizza, in collaborazione con i docenti e gli studenti dell’ I I S V. Pareto di Milano, il
cortometraggio “La Vie Dans La Banlieue”.
Nel 2009 (Casa Delle Culture Del Mondo, Milano) e nel 2010 (Spazio Arte, S.San Giovanni)
organizza un evento culturale e ricreativo per celebrare il capodanno persiano (Noruz), che ha
visto la partecipazione di centinaia di persone, italiane e straniere.
Nel 2010 fonda L’Associazione Culturale Tarmeh, con lo scopo di promuovere eventi culturali
e artistici sul territorio italiano e all’estero.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA AFFARI
“Non solo Circo”
Programma:
H 14.00 – H 15.00
Spettacolo “Circo Equilibrato” : verticalismo, funambolismo, monociclo alto 1,80 m, giocoleria
con torce infuocate. Un esilarante spettacolo di circo di strada in cui l'inimitabile ed esuberante
artista si cimenta con strabilianti equilibrismi, giocoleria, acrobazie, gags comiche e fuoco. Il
Circo Equilibrato è lo spettacolo con il quale questo artista si è affermato nel panorama italiano
come uno degli artisti di strada di maggior rilievo. Uno spettacolo maturo in cui le esperienze del
Circo (ha lavorato per un anno al Circo Acquatico Bellucci), del Teatro (si è formato al Teatro di
Pontedera) e della Strada si integrano in un intento performativo completo. Esibizioni tecniche di
alto livello si alternano ad esilaranti e coinvolgenti gags comiche ed a momenti di
improvvisazione con il pubblico.
A cura di della compagnia “Circo Squilibrato”.
H 15.15– H 16.30
Spettacolo “Circo in scatola”: un progetto di circo contemporaneo portato nelle piazze di Italia.
Giocoleria, equilibrio, fuoco e suspance in uno spettacolo per tutti.
A cura della compagnia “Circo in Scatola”.
H 16.30 – H 17.45
Spettacolo “Friky”: giocoleria con palline, clave, fuoco, acrobatica.
Friky è un essere venuto da un altro pianeta, che impara a comunicare con gli umani
scimmiottando i gesti di chi gli sta intorno, in un turbinio di imitazioni comiche e gags surreali;
una volta stabilito il contatto col pubblico, lo ammalia e stupisce con un numero di giocoleria con
le clave e poi inizia i suoi folli esperimenti sugli umani, dei veri concentrati di abilità, comicità e
coraggio con un coinvolgimento totale degli spettatori, alcuni dei quali diventano attori principali
in scena, prima per sostenere la verticale mozzafiato di Friky, dopo addirittura "rischiando la
vita" col fuoco
A cura della compagnia “Circo Squilibrato”.
H 18.00
LA DIAVOLATA
Partenza della parata “la Diavolata” a cura del Piccolo Nuovo Teatro di Bastia Umbra. Un
evento di teatro itinerante che piomba all’improvviso. Sarà come cambiare colore e atmosfera
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
alle strade della città, creare stupore, ilarità, confusione, richiamo… insomma rompere la solita
monotonia quotidiana.
Diavoli, Zombi o Uomini in Frak si riverseranno per la strada tra colori ed effetti speciali, mossi
dal ritmo incessante di percussioni.
Lo spettacolo si compone di trampolieri e musicisti a terra che sono mascherati a tema e che
animano sfilate e cortei, richiamando l’attenzione del pubblico.
Le Associazioni e i Soggetti coinvolti:
La compagnia del “Circo Squilibrato”: una appassionata Ricerca sulle Tecniche Circensi
(Giocoleria, Equilibrismo e Acrobazie Aeree) e sulla loro integrazione col Clown e con il
Teatro è ciò che ci caratterizza come Artisti di strada.
Il "Circo in Scatola" è un progetto di circo contemporaneo portato nelle piazze di Italia.
Giocoleria, equilibrio, fuoco e suspance in uno spettacolo per tutti. Un punto di ritrovo e
mezz'ora di sorrisi della gente.
Il Gruppo “Sinafrica” è nato nel febbraio del 1993 dall’incontro di giovani immigrati africani
in Italia. Lo scopo fissato è quello di diffondere e di promuovere la cultura negro-africana
attraverso il teatro, la musica, la danza. Nel corso di questi dieci anni di lavoro il Sinafrica ha
perfezionato il suo spettacolo con il contributo dei vari componenti del gruppo ( provenienti
dal Senegal, Camerun, Nigeria, mali, Burkina Fasso, Costa D’Avorio e Benin). Ogni anno il
gruppo Sinafrica fa una settantina di interventi musicali e didattici in tutta Italia e nelle reti
televisive ( Rai, Mediaset, La 7). Da circa quattro anni rappresentiamo l’Africa al Festival
Internazionale di Fivvizzano, che ci ha inseriti l’anno scorso nel Music World 2002 di Rai 2.
La strumentazione è internazionale ( JEMBE; SABAR; DUNG-DUNG; TABALA;
BALAFON e MARACASS), così come i costumi. Nel viaggio che facciamo fare allo spettatore
lo ripiombiamo in mezzo al villaggio africano dove insieme a noi compie la sua iniziazione per
potere ballare, cantare e giocare con noi imparando così le nostre usanze, la nostra tradizione
e la nostra sciabilità.
Piccolo Nuovo Teatro di Bastia Umbra (PG)*
(*vedi scheda allegata agli spettacoli di Piazza Duomo)
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA CAIROLI
“Madre Terra Mamma Africa”
Programma:
H 14.00 – H 16.00
GRUPPO INTERNAZIONALE AFRO BEAT ALAFIA
Rielaborazione moderna delle musiche e dei ritmi tradizionali dal Togo, Cameroun e Congo
H 16.00 – H 17.30
BENIN BROTHERS
Musica moderna africana che si contamina con i ritmi europei dal Benin, Costa D’Avorio e
Guinea.
A cura di Compagnia Africana
H. 17.30
Corteo di 30 percussionisti e 20 ballerini che condurranno con la loro energia la sfilata fino a
piazza Duomo, con interventi narrativi del Griot Mohamed Ba.
A cura di “Sinafrica”.
Le Associazioni e i Soggetti coinvolti:
“Compagnia Africana” è una associazione artistica e culturale panafricana nata dall'incontro
di alcuni intellettuali africani in Italia. L'associazione ha come scopo quella di diffondere
culture africane ancora sconosciute in Italia e di promuovere, attraverso l'arte, un dialogo per
superare pregiudizi e taboo. Partecipa al carnevale ambrosiano con laboratori per bambini e
concerti di musica africana.
L'associazione “Sinafrica” è nata nel febbraio del 1993 dall’incontro di giovani immigrati
africani in Italia. Lo scopo fissato è quello di diffondere e di promuovere la cultura negroafricana attraverso il teatro, la musica, la danza. Nel corso di questi dieci anni di lavoro il
Sinafrica ha perfezionato il suo spettacolo con il contributo dei vari componenti del gruppo (
provenienti dal Senegal, Camerun, Nigeria, mali, Burkina Fasso, Costa D’Avorio e Benin).
Ogni anno il gruppo Sinafrica fa una settantina di interventi musicali e didattici in tutta Italia
e nelle reti televisive ( Rai, Mediaset, La 7). Da circa quattro anni rappresentiamo l’Africa al
Festival Internazionale di Fivvizzano, che ci ha inseriti l’anno scorso nel Music World 2002 di
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
Rai 2. La strumentazione è internazionale ( JEMBE; SABAR; DUNG-DUNG; TABALA;
BALAFON e MARACASS), così come i costumi. Nel viaggio che facciamo fare allo spettatore
lo ripiombiamo in mezzo al villaggio africano dove insieme a noi compie la sua iniziazione per
potere ballare, cantare e giocare con noi imparando così le nostre usanze, la nostra tradizione
e la nostra sciabilità. Il Sinafrica ha realizzato il suo primo CD nel 2000 ed è in lavorazione il
secondo.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA SANTO STEFANO
“Dal gusto latinoamericano”
ovvero spettacoli di danze e musiche provenienti da diversi paesi del Sud America
Programma:
H 12.00 – H 14.00:
SPETTACOLO DI MUSICA E DANZE CUBANE
a cura di Associazione Simboney
H 14.00 – H 15.00:
SPETTACOLO DI DANZE EQUADOREGNE E ANDINE “EL CISNE DE LODI”
a cura di Impresa Etnica
H 15.00 – H 16.00
Animazione e Danze latinoamericane
A cura della compagnia “Sambocaporale”
H 16.00 – H 17.00:
DIABLADA HUMA
a cura di Impresa Etnica
H 17.00 – H 18.00:
SPETTACOLO “TIERRA CALIENTE SON DEL TAMBOR”
a cura di Impresa Etnica
H. 18.00
Corteo Samba di 40 persone della Accademia Capoeira d'Angola e Tierra Caliente Son del
Tambor.
Le associazioni e i soggetti coinvolti:
“Impresa Etnica”, associazione che si occupa di creazioni di imprese di stranieri e promozione
della cultura equadoregna. Partecipano al carnevale Ambrosiano con uno spettacolo di danza
andina e della cultura nera dell'Equador.
Simboney, associazione cubana, nata nel 2002, che si ccupa della diffusione della cultura afrocubana attraverso la danza e la musica. Partecipa al carnevale Ambrosiano con spettacolo di
danza percussioni.
Arci Milano – via Adige, 11 – 20135 Milano - +39.02.54178.1 – fax +39.02.54178.222 – [email protected]
www.arcimilano.it – P:I. 06423750154 – C.F. 80117490153
PIAZZA DUOMO
Programma:
H 16.00 – 17.30
SPETTACOLO DI CAPOEIRA D'ANGOLA
Spettacolo di Capoeira d'Angola, danza che affonda le sue origini nelle tecniche di lotta tribali
dell'Africa centro-occidentale e si sviluppa in Sud America durante l'epoca coloniale: la
tradizione vuole che gli schiavi di origini africane si esercitassero nella lotta con l'intento di
conquistare la libertà; l'apparenza di danza tribale li avrebbe messi al sicuro dalla punizione dei
padroni. Lo stile “Angola” fu organizzato e perfezionato da Mestre Pastinha.
Questo stile conserva gli aspetti originali e rituali con i movimenti a seconda del ritmo eseguito al
berimbau possono essere veloci, portando il capoeirista ad avere una postura ed un gioco più
alto, o più lenti e più vicini al suolo. Il jogo dura più a lungo ed enfatizza il dialogo fra i due
corpi, l'estetica e la ritualità dei movimenti, le strategie e le tattiche, la malandragem (cioè
l'astuzia, la malizia nel gioco).
A cura dell'Associazione Capoeira d'Angola
H 20.00 – 21.00
DANZE TRADIZIONALI E CONTEMPORANEE CUBANE
Esibizione del gruppo di ballerini cubani di Maykel Fonts, noto ballerino e coreografo di fama
internazionale, che presenteranno danze tradizionali in costume legate alle feste del Carnevale e
figure di salsa e rumba moderne.
H 21.15 – 22.30
CONCERTO DELL'ORCHESTRA DI VIA PADOVA
Il luogo fisico dell'incontro è stato via Padova, la via più multietnica di Milano, dove molti
musicisti, provenienti da diverse Paesi, abitano o lavorano tuttora.
Le orchestre multietniche di questo tipo sono una realtà attiva nel nostro paese, tuttavia poche
elaborano i brani in maniera collettiva e comunitaria come l'Orchestra di via Padova. Questo
rende le sonorità della band ricche e variegate in grado di spaziare dal funky al jazz, dai ritmi
africani alle ballate balcaniche fino alla classica, al blues e alla canzone italiana.
H 22.45 – 23.45
SPETTACOLO TEATRALE “LE STAGIONI DELL'AMORE”
Fin dal Medioevo i riferimenti alla mitologia, soprattutto quella Greca, erano presenti nel
quotidiano e in molti aspetti della vita culturale e religiosa, specialmente negli insediamenti
rurali, dove il contatto diretto con la Natura manteneva intatta una ritualità strettamente legata a
quelle Pagane che nel tempo si erano trasformate e adattate alla religione Cristiana.
Gli aspetti esoterici e simbolici avevano una forte presa nella cultura popolare e non solo,
lasciando tracce evidenti nella letteratura, nell’arte e nella ritualità religiosa.
In virtù di tutto ciò, abbiamo concepito uno spettacolo di piazza che si ispira ad uno di questi
miti, tra i più conosciuti, quella della ninfa Proserpina e del suo amore contrastato con il Dio
degli Inferi Plutone.
Raccontare di un amore può sembrare un fatto scontato, ma comunque sempre attuale, in un
mondo in cui la forte presenza di lotte sociali, etniche e culturali richiede forte l’esigenza di un
sentimento che possa contrastarle: l’amore.
La vicenda che ispira lo spettacolo viene raccontata da una stramba e coloratissima compagnia
di guitti che irrompe nella scena sopra un carro mobile per narrare al pubblico presente nella
piazza il controverso amore.
Questo amore viene trattato in modo mai banale e scontato, ma con l’ironia, la forte suggestione
scenica e la spettacolarità di cui la nostra compagnia teatrale è capace.
Lo sviluppo narrativo è incalzante, dal racconto alla scena, dove irrompono attori su trampoli o
artisti di strada a terra indossando strutture di fuoco e pirotecniche che creano un forte impatto
visivo, grandi pupi e costumi bellissimi ispirati a Klimt ne completano la suggestione scenica.
A cura della compagnia Piccolo Teatro Nuovo - Atmo
Le Associazioni e i Soggetti coinvolti:
L'Associazione Italiana di Capoeira e' stata costituita da Mestre Baixinho nel 1991 con lo
scopo di diffondere la conoscenza e la pratica della Capoeira in Italia; Dal 2001 realizza
annualmente la manifestazione Roda da Vida , festa con Capoeira e concerti, finalizzata a
sostenere il progetto Lubango. L'Associazione, inoltre, sotto la guida di Mestre Baixinho e con
la collaborazione dei suoi allievi, promuove il progetto "Jogo e relazioni" avviato nel
2002,tenendo lezioni e laboratori presso le scuole, organizza stages di approfondimento della
Capoeira e delle altre manifestazioni della cultura popolare brasiliana e tiene spettacoli ed
esibizioni in collaborazione con associazioni, enti o privati. Realizza serate, iniziative ed
eventi, in particolare legati alle tradizioni e alla cultura popolare brasiliane.
Maykel Fonts si diploma nel 1998 nella scuola più famosa di Cuba, il Tropicana, dove studia
danza classica, moderna, afro, contemporanea, rumba ed entra a far parte della compagnia.
Nel 2000 si trasferisce in Italia con il gruppo "IrèBatà" e studia con diversi insegnanti tra cui:
Virgilio Pitzalis, Gus Berberry, Christipher Uggins, Steve La Chance, Chacalli e molti altri.
Studia inoltre flamenco, jazz, hip hop, latino americana.
Nel 2001 è coreografo e ballerino per l'artista Milton Morales, ballerino per il tour "pupa"
"Algida" e "TIM", primo ballerino per Ray Sepulveda al festival latino americano di Milano
e per il gruppo "Mercadonegro", ballerino solista per lo spettacolo del gruppo cubano
"Buenavista social club soneros de verdad" al teatro Smeraldo di Milano
Dal 2002 solca i palchi dei più importanti congressi di salsa a livello mondiale come ballerino
coreografo e insegnante, vincendo nel 2006 vince il primo premio come miglior coreografia e
miglior ballerino al congresso mondiale di Roma.
Nel 2008 ha aperto la scuola di danza Fonts Academy dove si tengono lezioni per principianti
e professionisti di salsa, bachata, son, chacha, rumba, afro, gestualità maschile e femminile,
hip hop, raeggeton, curando anche la creazione di coreografie per gruppi di ballo.
Ballerino per il video della cantante italiana Alexia e per il nuovo video "ojo per ojo" del
gruppo musicale "Havana de primera", partecipa alle trasmissioni "Sanremo", "Festival
bar", "Domenica in", "Amici", "Chiambretti c'è", "La vita in diretta" e tante altre. Nel 2011
viene scelto come insegnante, coreografo, ballerino e attore per il film "Streetdance 2 3D".
L'Orchestra di Via Padova è nata nel 2006 dall'incontro di musicisti professionisti con
esperienze e sensibilità artistiche diverse. Diventa fin da subito laboratorio di confronto e
sperimentazione: ogni componente infatti si è messo in gioco per creare un linguaggio comune
basato sullo scambio e la contaminazione.
L'Orchestra di via Padova crea infatti la sua musica proprio attraverso il dialogo di tradizioni
musicali diverse. Nel suo secondo album “Stanotte!”, fresco di stampa, emerge l'abilità nel
fondere insieme culture musicali molto distanti tra loro, in un mix sonoro organico e
coinvolgente. Rispetto al lavoro precedente “Tunjà”, l'ultima opera ha un'unità stilistica
maggiore anche grazie al fatto che la gran parte dei componenti dell'orchestra è rimasta
invariata.
Al gruppo originario composto da Tatiana Zazuliak, voce dall'Ucraina, Aziz Riahi, voce, oud e
violino dal Marocco, Kristina Mircovic, violino dalla Serbia, Abdullay Traorè balafon, djambè
e voce dal Burkina Faso, Yamil Castillo Otero batà e congas da Cuba e agli italiani Massimo
Latronico, direzione, chitarre e bouzouky, Marco Roverato al basso elettrico, Andrea
Migliarini alla batteria, Walter Parisi al violoncello, Raffaele Kolher alla tromba e al flicorno,
Stefano Corradi al clarinetto e ai sax, si sono aggiunti nuovi musicisti che hanno arricchito il
mélange musicale del gruppo: Juan Carlos Vega, voce e chitarra dal Perù, Andon Manushi,
viola dall'Albania, l'italo egiziano Dario Walid Yassa al pianoforte, e gli italiani Luciano
Macchia al trombone, Domenico Mamone al sax e Marta Pistocchi, con influenze artistiche
rom, al violino.
I legami tra i membri del gruppo si sono dunque rafforzati, dando maggiore vigore ad un
sound ormai maturo, territorialmente riconoscibile, tanto da consentire al direttore Massimo
Latronico di definire la musica dell'orchestra etnica urbana, a sottolineare come l'ambiente
cittadino abbia influenzato il loro lavoro, configurando quel “mood” sonoro fortemente
rappresentativo dell’atmosfera metropolitana.
“Piccolo Nuovo Teatro ” (Bastia Umbra PG) è una compagnia teatrale, composta da 8
membri, nata nel 2010 su iniziativa degli artisti di strada che costituivano la compagnia Atmo.
Compagnia famosa a livello internazionale che fornisce spettacoli di giocoleria, trampolieri,
giochi pirotecnici.
La compagnia è composta da 8 elementi e ha come obiettivo la ricerca di nuovi linguaggi
attraverso un vero e proprio sistema di artigianalità nella realizzazione degli spettacoli dove
trampoli, effetti pirotecnici e pregiate maschere danno vita a produzioni di teatro di strada di
grande impatto visivo ed emotivo.
La tradizione e l'innovazione artistica degli spettacoli di piazza dell'Atmo viene mantenuta,
senza però tralasciare la voglia di nuove sperimentazioni sia nel campo degli spettacoli
esistenti sia in nuove produzioni.
Col passare degli anni la compagnia ingaggia nel suo organico artisti di strada con nuove
competenze come la danza aerea, il teatro danza su trampoli e la giocoleria. Gli spettacoli di
teatro di strada si confermano dunque il primario settore della compagnia teatrale e nuove
produzioni di spettacoli di piazza sono l'obiettivo degli anni a venire.
Con l'acquisizione di nuove competenze la compagnia decide di dare vita ad una scuola di
teatro di strada per bambini con sede presso il Teatro Esperia di Bastia Umbra, che ha
l'intento di trasmettere ai bambini, oltre alle arti teatrali, maggiore consapevolezza di sé e
della propria potenziale espressività fisica, di sviluppare capacità di integrazione e relazione
con gli altri, approfondire i mezzi di espressione verbale, imparare ad organizzare la propria
fantasia secondo le regole del linguaggio teatrale.
Il legame con l'Atmo rimane comunque molto forte grazie ad un giornaliero scambio di idee
creative e di consigli utili, atti a maturare in ogni contesto forme teatrali prestigiose per
conferire grande dignità ai propri spettacoli.
Scarica