3. Lipidi complessi e lipoproteine

annuncio pubblicitario
LIPIDI COMPLESSI E LIPOPROTEINE
Principali lipidi assunti con la dieta
Fosfolipidi e colesterolo
(membrane)
Triacilgliceroli
(olii e grassi)
Le cellule importano ACIDI GRASSI e GLICEROLO
SATURI
MONOINSATURI
POLINSATURI
Il trasporto avviene in
entrambi i casi per
diffusione facilitata
(passivo, mediato da
carrier)
Quindi i legami esterei dei fosfolipidi e dei triacilgliceroli devono essere
idrolizzati
LIPASI: enzimi che catalizzano l’idrolisi degli esteri lipidici
Lehninger, cap.17.1
PROBLEMA: L’accesso delle lipasi e dell’acqua al legame estere
FAssunzione dei prodotti di idrolisi da parte delle cellule dell’epitelio intestinale
Il trasporto avviene
per diffusione
facilitata
Lunghezza: 6m
Superficie : 300 mq
Per ogni molecola di triacilglicerolo,
viene assorbito
1 monogliceride
2 acidi grassi
Vengono trasportati all’esterno mediante
ESOCITOSI
Le lipoproteine consistono di un
nucleo lipidico (totalmente idrofobico)
circondato da un guscio di fosfolipidi
e proteine.
I fosfolipidi, in singolo strato,
espongono all’esterno le rispettive
“teste” idrofiliche: in questo modo
creano un rivestimento idrosolubile al
nucleo lipidico.
La componente proteica è essenziale
per il riconoscimento e l’ancoraggio
alle cellule
CHILOMICRONI
P/L = 1/99
Sito di sintesi:
intestino,
•Apoproteine :
B48, AI, CII, E
•Funzione:
trasporto di TAG alimentari dall’intestino ai tessuti periferici.
VERY LOW DENSITY LIPOPROTEIN (VLDL)
P/L = 10/90
•Sito di sintesi:
fegato
•Apoproteine:
B100; CII, E
•Funzione:
trasporto di TAG endogeni dal fegato ai tessuti periferici
LOW DENSITY LIPOPROTEIN (LDL)*
P/L = 25/75
Sito di sintesi:
fegato per conversione dalle VLDL
•Apoproteine:
B100
•Funzione:
trasporto di colesterolo dal fegato ai tessuti
HIGH DENSITY LIPOPROTEIN (HDL)
P/L = 50/50
Sito di sintesi:
fegato
•Apoproteine:
AI, AII, E, C
•Funzione:
trasporto di colesterolo (in eccesso) dai tessuti al fegato
Lipoproteina lipasi:
proteina di
membrana con il
dominio catalitico
esposto all’esterno
METABOLISMO DEI CHILOMICRONI
I chilomicroni si legano alle
Lipoprotein Lipasi (LPL)espresse
sulla membrana delle cellule
endoteliali che rivestono i capillari
sanguigni. I triacilgliceroli vengono
idrolizzati ad acidi grassi.
Gli acidi grassi vengono trasportati
alle cellule adipose dove vengono riesterificati a trigliceridi ed
immagazzinati. Nel muscolo, gli
acidi grassi sono ossidati per fornire
energia.
Al fegato
In seguito all’assorbimento degli
acidi grassi da parte dei tessuti, i
chilomicroni riducono
progressivamente le loro dimensioni
fino a rimanere residui ricchi di
colesterolo (cholesterol enriched
remnants). I remnants sono
rapidamente assorbiti nel fegato
mediante endocitosi.
1. I TAG
C assunti con la dieta
C neosintetizzati da precursori
non lipidici nel fegato
vengono distribuiti ai tessuti periferici sotto
forma di lipoproteine
grazie alla lipoproteina lipasi
dell’endotelio capillare (li scinde in AG e
glicerolo)
2. All’interno dei tessuti vengono risintetizzati e
formano gocce lipidiche
Il loro utilizzo necessita la loro
IDROLISI INTRACELLULARE
da parte della TAG lipasi ormonesensibile
Il destino dei prodotti di idrolisi è diverso:
dal tessuto adiposo vengono ceduti AG e glicerolo
dal muscolo vengono utilizzati AG e ceduto glicerolo
Palmitoil-CoA
Reazioni di allungamento
e insaturazione (RE)
Fosfolipidi
Triacilgliceroli
SINTESI dei TRIACILGLICEROLI
Vengono sintetizzati a partire da Acil-CoA e Glicerolo 3-fosfato
Lehninger, cap.21.2
Sintesi di Acil CoA
CH3-(CH2)n -
Acil CoA sintetasi
OH
C
CH3-(CH2)n -
+ HS-CoA
O
S-CoA
C
O
ATP
+ H2O
AMP + 2Pi
Sintesi di Glicerolo 3-fosfato
• La glicerolo chinasi e’
presente in vari organi (tra cui il
fegato), ma NON nel tessuto
adiposo e nel muscolo
Sintesi di Glicerolo 3-fosfato nel muscolo
e nel tessuto adiposo
Per la sintesi dei trigliceridi
è necessario glucosio-6P
i TAG si depositano nel tess. adiposo e nel
muscolo solo se la glicolisi è attiva
Se si accumula Acetil CoA nel citoplasma
Lehninger, cap.21.4
1. Condensazione dei due ACETILI
2. Condensazione con un terzo ACETILE
…nel mitocondrio
3. Rimozione dell’Acetil-CoA
3a. Decarbossilazione dell’acetoacetato
3b. Riduzione del chetone
ad alcol
nel citoplasma
Se si accumula Acetil CoA nel citoplasma
viene trasformato in colesterolo
colesterolo
Il colesterolo modula la fluidità delle membrane delle cellule animali ed è il precursore degli ormoni
steroidei.
Un adulto che assume una dieta povera in colesterolo sintetizza circa 800 mg di colesterolo al giorno.
Nei mammiferi il principale sito di sintesi del colesterolo è il fegato.
E’ l’enzima bersaglio delle STATINE
2 riduzioni
Il trasporto del colesterolo: gli ESTERI del COLESTEROLO
Gli esteri del colesterolo si formano nel
fegato mediante l’azione dell’enzima ACAT
(acil-coA cholesterol acil transferasi) .
ACAT trasferisce un acido grasso dal
conezima A al gruppo ossidrilico del
colesterolo, convertendolo in una forma
ancora più idrofobica.
Gli esteri del colesterolo sono conservati
nel fegato o sono trasportati ai
tessuti utilizzatori tramite le lipoproteine
Le lipoproteine a bassa densità (LDL) sono il
principale trasportatore di colesterolo nel
sangue.
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

creare flashcard