Scarica PDF - Astronomia Palidoro

annuncio pubblicitario
6° CORSO DI ASTRONOMIA
Il Telescopio, dall’antichità ai giorni nostri
5 marzo 2016
spiegazioni di Giuseppe Conzo
Parrocchia SS. Filippo e Giacomo
Oratorio Salvo D’Acquisto
SOMMARIO
Nascita di strumenti ottici;
Il telescopio di Galileo Galilei;
Tipi di telescopi;
Telescopi moderni e osservatori
astronomici;
Osservare pianeti al telescopio;
Osservare profondo cielo al
telescopio;
Il Telescopio Hubble.
NASCITA DI STRUMENTI OTTICI
Il primo passo nell’Astronomia
ottica lo dobbiamo a Ruggero
Bacone, filosofo, scienziato e
teologo vissuto nel 1200 ad
Oxford.
Egli studiò alcune proprietà di
lenti ottenute sezionando una
sfera di vetro.
NASCITA DI STRUMENTI OTTICI: Rifrazione
La rifrazione è la deviazione di
un’onda (luminosa, sonora)
durante il suo passaggio in un
materiale. Il materiale è detto
anche «mezzo».
NASCITA DI STRUMENTI OTTICI: Focale
La Lunghezza Focale o Distanza Focale è la
distanza dal centro di una lente ad un punto
luce, detto punto focale, posto all’infinito.
NASCITA DI STRUMENTI OTTICI
Il primo modello di Telescopio
risale al 1608 grazie all’ottico
tedesco Hans Lippershey
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
Galileo Galilei è considerato
il padre dell’Astronomia
moderna ed è vissuto dal
1564 al 1642 ed è il noto
fisico, astronomo e
matematico italiano.
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
Con Galileo Galilei si
abbandona la visione
copernicana dell’Universo
che poneva la Terra al
centro di esso.
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
Partendo dal telescopio di
Hans Lippershey, Galileo
Galilei elabora il primo
modello e produce il suo
telescopio.
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
IL TELESCOPIO DI GALILEO GALILEI
TIPI DI TELESCOPIO
TIPI DI TELESCOPIO: Rifrattore
Il telescopio rifrattore è uno
strumento ottico per
l’osservazione del cielo che
utilizza pienamente il
fenomeno della rifrazione.
TIPI DI TELESCOPIO: Rifrattore
Un rifrattore è composto da un lungo tubo con l’estremità
composta da due lenti sovrapposte che raccolgono la luce.
Questa estremità è chiamata obiettivo.
Dall’altra estremità vi sono altre lenti che insieme
compongono l’oculare che consente l’accesso agli occhi.
TIPI DI TELESCOPIO: Rifrattore
TIPI DI TELESCOPIO: Riflettore Newton
Il telescopio riflettore
Newton è un tubo
composto da due specchi:
• Primario: Specchio a
sezione parabolica;
• Secondario: specchio
piano inclinato di 45°
rispetto all’asse ottico.
TIPI DI TELESCOPIO: Riflettore Newton
TIPI DI TELESCOPIO: Riflettore Newton
TIPI DI TELESCOPIO: Riflettore SC
Il telescopio riflettore SC
(Smith Cassegrain) è
anch’esso composto da due
specchi:
• Primario: Specchio a
sezione parabolica
concavo;
• Secondario: specchio a
sezione iperbolica
convesso.
TIPI DI TELESCOPIO: Riflettore SC
TIPI DI TELESCOPIO: Dobson
Il telescopio Dobson
funziona con lo stesso
principio ottico di un
telescopio Riflettore
Newton.
La particolarità dei telescopi
Dobson è l’elevata apertura
del tubo ottico e i bassi
costi di mercato.
TIPI DI TELESCOPIO: Dobson
TIPI DI TELESCOPIO: Dobson
TIPI DI TELESCOPIO: Dobson
TELESCOPI MODERNI
I telescopi moderni sono
telescopi motorizzati, cioè
telescopi elettronici.
Questo tipo di telescopio
sono utilizzati
principalmente per
fotografia astronomica e
ricerca.
TELESCOPI MODERNI
I telescopi elettronici sono
dotati di tubi ottici con le
diverse configurazioni viste
e in più sono dotati di
montatura motorizzata per
gli spostamenti.
TELESCOPI MODERNI
OSSERVATORI ASTRONOMICI
Un osservatorio
astronomico è una struttura
appositamente creata per
lo studio e l’osservazione
dell’Universo.
Gli osservatori astronomici
sono dotati di camere
circolari dette «cupole» in
cui sono installati grossi
telescopi fuori dalla portata
di tutti.
OSSERVATORI ASTRONOMICI
Gli osservatori astronomici
oltre ad essere dotati di
cupole, spesso, sono
corredati di sale e spazi
adatti a conferenze e
approfondimenti astronomici
di vario tipo.
Gli osservatori più attrezzati
sono dotati anche di un
planetario. Il planetario è
una camera circolare dove si
può ammirare la simulazione
della volta celeste.
OSSERVATORI ASTRONOMICI
OSSERVATORI ASTRONOMICI
OSSERVATORI ASTRONOMICI
OSSERVATORI ASTRONOMICI
OSSERVATORI ASTRONOMICI
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
La visione dei pianeti al
telescopio è molto simile
a come li conosciamo da
foto su internet o sui libri.
La qualità dell’immagine
dipende da due fattori:
Seeing: Rappresenta il grado di visibilità dell’oggetto
dovuto alla turbolenza dell’atmosfera terrestre;
Distanza: Un pianeta molto distante, ad eccezione di
Saturno e Giove, risulta diffcile da scorgere con un
telescopio
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Mercurio
Il pianeta Mercurio che
dista dalla Terra circa 57
milioni di chilometri si
mostra alle osservazioni
quasi sempre guardando
verso il Sole con appositi
filtri.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Venere
Il pianeta Venere che
dista dalla Terra circa 100
milioni di chilometri si
mostra alle osservazioni
in fasi, proprio come la
Luna.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Marte
Il pianeta Marte che dista
dalla Terra circa 227
milioni di chilometri si
mostra alle osservazioni
come un debole disco
quasi privo di dettagli.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Giove
Il pianeta Giove che dista
dalla Terra circa 778
milioni di chilometri si
mostra alle osservazioni
come un bel disco ricco di
colori e bande orizzontali.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Saturno
Il pianeta Saturno che
dista dalla Terra circa 1,4
miliardi di chilometri si
mostra alle osservazioni
come un disco con debole
bande orizzontali.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Urano
Il pianeta Urano che dista
dalla Terra circa 2,8
miliardi di chilometri si
mostra alle osservazioni
come un disco debole di
colore blu.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Nettuno
Il pianeta Nettuno che
dista dalla Terra circa 4,5
miliardi di chilometri si
mostra alle osservazioni
come un disco
debolissimo di colore blu.
OSSERVARE PIANETI AL TELESCOPIO
Venere
Marte
Giove
Saturno
Urano
OSSERVARE PROFONDO CIELO
Gli oggetti del profondo
cielo come nebulose e
galassie al telescopio
appaiono molto diversi
da come siamo abituati a
vedere su internet e sui
libri.
OSSERVARE PROFONDO CIELO
Per osservare oggetti
così deboli è necessaria
un’osservazione molto
attenta e curata.
Per scorgere alcuni
dettagli del flebile
oggetto che stiamo
osservando a volte sono
necessarie ore di
osservazione continua!!!
OSSERVARE PROFONDO CIELO
Per ottenere risultati
eccellenti si adotta una
tecnica. Essa è la
cosiddetta
«osservazione distorta».
Consiste nel guardare
all’interno dell’oculare
non con la parte centrale
della pupilla, ma con la
coda dell’occhio. Come
se si guardasse «in
diagonale»
OSSERVARE PROFONDO CIELO
OSSERVARE PROFONDO CIELO
OSSERVARE PROFONDO CIELO
OSSERVARE PROFONDO CIELO
IL TELESCOPIO HUBBLE
Telescopio: Riflettore
Diametro: 2,4 metri
Focale: 57,6 metri
NASA-ESA
29 aprile 1990
IL TELESCOPIO HUBBLE
Il telescopio Hubble
(HST) è stato concepito
per scrutare il profondo
cielo senza il terribile
ostacolo dell’atmosfera
terrestre.
FINE
6° Corso di Astronomia – 5 marzo 2016
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard