Definizione, Finalità e Metodo della disciplina

advertisement
Economia Polica - Treviglio - 52021
Definizione, Finalità
e Metodo della disciplina
„
„
„
Parte Prima: Problemi e Intuizioni (30’)
Parte Seconda: Approfondimenti tecnici (60’)
Parte Terza: Applicazioni e verifica (30’)
Lezione 1:
Parte Prima – Problemi e intuizioni
„
„
„
„
Perché è utile studiare Economia
Politica
I problemi fondamentali che l’Economia
Politica tenta di affrontare
Pensare da Economisti
Le prospettive dell’economia
ƒ Riferimenti: Frank, Capitolo 1
ƒ Per esercitarsi: Domande 1, 3, 5
Problemi 1, 2, 3, 5, 9 , 10, 13, 14, 15
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
1
Economia Polica - Treviglio - 52021
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
2
Economia Polica - Treviglio - 52021
1. Perché è utile studiare Economia Politica
Nonostante per il sentire comune gli Economisti
appartengano ad una categoria soggetta a pungente
ironia…
…lo studio dell’Economia Politica è utile per almeno due ragioni:
… il linguaggio: riuscire a capire di che cosa parlano gli
Economisti (cosa che non è esattamente equivalente ad evitare di
essere esclusi dalla comprensione di una conversazione “colta”)
… la sostanza: riuscire a comprendere i basilari meccanismi
di funzionamento e di relazione di alcune delle più rilevanti
istituzioni umane: mercati, stati e moneta.
2. I problemi fondamentali
dell’organizzazione economica
Che cosa (quanto) produrre?
Come produrre?
Per chi produrre?
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
3
Economia Polica - Treviglio - 52021
3. Pensare da Economisti
ovvero 6 idee sulle quali tutti gli Economisti sono d’accordo,
ma della cui utilità spesso l’uomo comune dubita:
1. Spesso la scelta comporta trade-offs
2. L’individuo è rilevante in termini rappresentativi
3. L’interesse individuale è una motivazione essenziale della
dinamica economica
4. Gli incentivi alterano l’azione individuale
5. I prezzi non sono effetto di una decisione individuale
6. Ogni decisione ha un costo che è rilevante più in termini
di “costo-opportunità” piuttosto che di misurazione
eminentemente monetaria
4. Le prospettive dell’Economia
Microeconomia
“Spaziale”
Macroeconomia
Breve periodo
“Temporale”
Lungo periodo
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
4
Economia Polica - Treviglio - 52021
Una precisazione importante…
Macro
≠
Micro
Grande
Piccolo
≠
Unità
Indipendenza
Sistema
Integrazione
Gli strumenti dell’Economista
Matematica
Storia
Politica
Retorica
Filosofia
Fatti
Pragmatica
Logica
Astrazione
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
5
Economia Polica - Treviglio - 52021
… in estrema sintesi
Certamente un Economista non prevede il futuro…
… né può essere d’aiuto
nel discriminare fra ciò che
è giusto o sbagliato, tanto
a livello individuale,
quanto a livello sistemico
Forse non tutti sono destinati
ad appassionarsi all’Economia
Politica
Ma un buon Economista
comprende le fondamentali
tendenze dei sistemi economici
Ma una buona comprensione
dei fondamenti di questa scienza
contribuisce certamente a rendere
chiunque un cittadino migliore
Lezione 1:
Parte Seconda – Approfondimenti
„
„
„
„
„
Definizione della materia
Il metodo della scienza economica
Finalità della scienza economica
Le istituzioni dell’economia
Le prospettive dell’economia (ripresa)
ƒ Riferimenti: Frank, Capitolo 1
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
6
Economia Polica - Treviglio - 52021
1. Definizione della materia
L’economia politica è:
La scienza che studia il comportamento umano come una
relazione fra scopi, classificabili in ordine di importanza,
e mezzi scarsi applicabili ad usi alternativi
L. Robbins (1932)
1. Definizione della materia
L’economia politica è:
La scienza che studia le decisioni di soggetti razionali
che vivono in società, volta a suggerire linee di azione
per migliorare il benessere collettivo
T. Cozzi e S. Zamagni (2004)
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
7
Economia Polica - Treviglio - 52021
Elementi chiave delle definizioni:
scienza
scopi
mezzi scarsi
usi alternativi
Enfasi su:
Individui
Finalità “Positive”
scienza
soggetti razionali
società
suggerire linee di azione
benessere collettivo
Enfasi su:
Dimensione sociale
Finalità “Normative”
2. L’economia è una scienza
Questo significa che l’economia ha un metodo
fondato su principi di:
Osservazione
Induzione
Deduzione
Verifica empirica
Astrazione (teoria)
Fatti (realtà)
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
8
Economia Polica - Treviglio - 52021
La scienza economica porta alla elaborazione di:
Paradigmi
Modelli
Rappresentativi
Rappresentativi
Previsivi
Previsivi
2. Metodo: Scarsità ed efficienza
La scarsità in senso economico è da intendere
in rapporto all’estensione dei desideri e dei
bisogni umani…
Poiché tali desideri e bisogni sono virtualmente
infiniti, le risorse disponibili per soddisfarli sono
comunque insufficienti
Occorre scegliere a quale uso destinare
le risorse scarse
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
9
Economia Polica - Treviglio - 52021
2. Metodo: Scarsità ed efficienza
La scelta viene guidata da un criterio di
efficienza
L’efficienza infatti implica che si raggiunga
il migliore utilizzo delle risorse
Perciò scarsità ed efficienza sono due concetti
inscindibili nella teoria economica
2. Metodo: Razionalità
L’economia si interessa delle scelte razionali
In senso lato la razionalità comportamentale
implica che gli individui conoscano i propri
interessi ed agiscano nel perseguimento
degli stessi
Deve sempre sussistere una coerenza fra
azione individuale e scopo, ma tale scopo
non deve necessariamente essere egoistico
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
10
Economia Polica - Treviglio - 52021
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
11
Economia Polica - Treviglio - 52021
2. Metodo: La società
Benché uno dei cardini della scienza economica
sia il principio di individualismo metodologico
Essa è anche una scienza sociale per la quale
non sono rilevanti solo le relazioni tecniche…
… ma anche le relazioni sociali
Da cui derivano forme di interdipendenza
strutturale
strategica
Che devono trovare
evolutiva
adeguata rappresentazione
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
12
Economia Polica - Treviglio - 52021
3. Finalità della scienza economica
Dall’analisi dei fatti discende l’economia positiva
Il suo scopo è enunciare i principi, o le condizioni
che portano all’efficienza
Dai giudizi di valore che si esprimono sui fatti
economici deriva l’economia normativa
Il cui scopo è raggiungere l’equità, ovvero suggerire
linee di condotta per migliorare il benessere collettivo
La scienza economica non è una scienza neutrale
2. I problemi dell’organizzazione
economica
Che cosa (quanto) produrre?
Come produrre?
Fatti
Efficienza allocativa
Economia positiva
Per chi produrre?
Giudizi di valore
Equità
Economia normativa
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
13
Economia Polica - Treviglio - 52021
3. Le istituzioni dell’Economia
Ogni società evoluta presuppone l’esistenza
di tre istituzioni fondamentali:
Mercato
Funzione coercitiva
(tassa,
proibisce,
Stato
punisce)
Redistribuzione
Moneta
Luogo di coordinazione
desideri (domanda) e
possibile soddisfazione
(offerta)
Intermediario scambi
Unità di conto
Riserva di valore
Definizione di microeconomia
La microeconomia studia le scelte razionali
degli individui in condizioni di scarsità, ed
elabora le condizioni che portano alla
allocazione efficiente delle risorse passando
dalla caratterizzazione degli equilibri di
mercato, per giungere all’equilibrio a livello
di sistema economico
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
14
Economia Polica - Treviglio - 52021
I protagonisti della microeconomia
Individui
Agenti Economici
Mercati
bei beni
Istituzioni
Stato
Consumatori
Imprese
Domanda
Offerta
Prezzi
Regole
Teoria del consumatore
Valore soggettivo
Domanda individuale
Teoria della
produzione
Costi di produzione
Domanda di mercato
Domanda e
Offerta dei fattori
Equilibrio Economico
Generale
Teoria del benessere
Rendimento per il
produttore
Teoria delle
Decisioni
(MC=MR)
La teoria dei
prezzi nel mercato
dei prodotti
Organizzazione
Industriale:
Forme di mercato
Fallimenti di mercato
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
15
Economia Polica - Treviglio - 52021
Definizione di Macroeconomia
1
È la scienza che studia in ottica di
sistema il comportamento di gruppi
omogenei di soggetti economici
al fine di individuare le determinanti
3
del livello e delle variazioni
del reddito, dei prezzi, dell’occupazione
e del commercio internazionale
2
4
I protagonisti della macroeconomia
Aggregati economici
Domanda Aggregata
Offerta Aggregata
Mercati “aggregati”
Istituzioni
Stato
Moneta
(rappresentazione del sistema di tipo funzionale)
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
16
Economia Polica - Treviglio - 52021
•Consumo e
Investimenti
•Politica fiscale
•Commercio
internazionale
•Banca centrale e IF
•Politica monetaria
•Movimenti di capitale
Mercato dei
Beni
Mercato della
Moneta
Risorse
Pil
Interazione
AD-AS
Mercato del lavoro
Tecnologia
Domanda
Aggregata
(AD)
Offerta
Aggregata
(AS)
Politiche strutturali
Prezzi
Occupazione
Bilancia Pagamenti
Perché l’economia è una scienza “difficile”
Micro e macroeconomia hanno difficoltà e
margini di errore peculiari…
Microeconomia
Anche se caratterizzata
da un maggior margine di
oggettività implica comunque
difficoltà di quantificazione
dei costi e benefici associati
alle decisioni; può dare eccessivo
peso al comportamento egoistico
Macroeconomia
Per via della considerazione
di grandezze aggregate può
portare più facilmente ad
errori quali:
a) Fallacia di composizione
b) Post-hoc;
Inoltre…
(c) Anna Maria Grazia Variato 2007
17
Scarica