Nell`evoliamente teocratico “Mondo della tradizione

annuncio pubblicitario
La Civiltà delle Mummie
Di
Fabio Cutaia
Nell’evoliamente teocratico “Mondo della tradizione” un ruolo ragguardevole spetta indubbiamente
alla nilotica civiltà faraonica. Questa si compose inizialmente di una pluralità di villaggi
detti”Nomi” ed amministrati da “Nomarchi”.Codesti villaggi inziarono poi ad unificarsi,dando vita
a due regni,quello dell’alto e del basso Egitto(Rispettivamente meridionale e settentrionale) finche
il sovrano altoegizio Narmer si impadronì del nord con una spedizione bellica cingendo cosi- con il
nome di Menes- la doppia corona delle Due Terre in qualità di Faraone. Le dinastie faraoniche
furono nel complesso trenta. Ad un Antico Regno succedette -dopo un primo periodo intermedio un Medio Regno, al quale fece seguito(dopo un secondo periodo intermedio) quel Nuovo Regno
che sotto o scettro regale di Ramsete II coincise con l’apogeo dell’Egitto Antico .Vi fu poi un Terzo
periodo intermedio ,trascorso il quale venne il momento della dinastia Tolemaica di origine
Macedone(portatavi dal conquistatore Alessandro Magno).Cleopatra VII fu l’ultima regina di Egitto
che divenne pi signoria personale del romano imperatore. Se ben s’osserva cio che di specifico
L’antico Egitto(la cui religione fu l’ermetismo) apportò al tesoro comune della Tradizione,
certamente devesi fare riferimento al raffinatissimo culto dei morti. I corpi tendenzialmente di tutti
gli egizi(in pratica dei facoltosi tra loro) venivano mummificati al par di molti animali(antropolatria
e zulatria n’eran la causa ovvia) anche altri popoli imbalsamavano alcuni lor defunti di particolar
prestigio, ma in maniera limitata. La propensione egizia alla mummificazione di massa derivava dal
dogma religioso virtù del quale la dea Iside aveva ridato la vita al defunto dio Osiride
imbalsamando i sacri resti. Allo stesso modo, i fedeli d’Osiride ricercavan la prosecuzione della lor
vita in quella mummificazione l’idea della quale(prim’ancora dell’aelaborazione del dogma
ossiriaco) venne verosimilmente suggerita lor dal fatto che i corpi sepolti del deserto si
conservavano naturalmente.
Questa egizia “civiltà della Mummie” era profondamente Materialistica, ma nel contempo era quasi
ossessionata dalla tematica dell’immortalità. Ed elaborò cosi l’immortalità materialisticamente
possibile nella mummificazione. In questo è l’apporto più specifico della cultura egizia alla civiltà
umana.
Ecche’ l’immortalità corporea derivante dalla mummificazione fosse lo scopo della civiltà egizia
ben lo dimostra il seguente passo rinvenibile nel Libro dei Morti:”che il tuo corpo ,imbalsamato e
intatto ,rimanga preservato per l’eternità” l’eternità materialistica del civilissimo Egitto antico…
Fabio Cutaia
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

creare flashcard