Allegato - Comune di Bagno di Romagna

annuncio pubblicitario
Allegato “A” alla deliberazione G.C. n. 15 del 28/01/2018
Il Segretario Generale – dr. Giancarlo Infante
ASSOCIAZIONE ITALIANA per il CONSIGLIO dei COMUNI e delle REGIONI d’EUROPA
SEZIONE ITALIANA DEL CCRE – Direzione Nazionale
BOZZA SCHEDA PROPOSTA DI
 PROGETTO per “EUROPA CREATIVA”
“ LA DEMOCRAZIA DELLA MUSICA ALL’OPERA PER L’EUROPA DEI GIOVANI”
Di sicuro c’è che LA MUSICA È IL PIÙ EFFICACE STRUMENTO PER COSTRUIRE UNA
SOCIETÀ MIGLIORE. Non perché necessaria alla vita. Di più: può cambiarla,migliorarla e in
alcuni casi addirittura salvarla. Sono sempre stato convinto che la musica contenga in sé una forza
in grado di travalicare i suoi stessi confini, di COMUNICARE UNIVERSALMENTE E FAR
SCATURIRE UN INTENSO VALORE ETICO. Per questo motivo insisto da sempre sull’
EDUCAZIONE MUSICALE,che in ultima analisi diventa EDUCAZIONE DELL’UOMO. PRIMA È
PERÒ FONDAMENTALE CHE SIA ACCESSIBILE A TUTTI, SOPRATTUTTO AI GIOVANI E AI
PIÙ PICCOLI, DEMOCRATICAMENTE , così da costituire una via diversa,alternativa,alla
malattia,al disagio,alla violenza. LA MUSICA È STRUMENTO DI PACE, può e deve annullare il
sistema di oppressione che vuole ancora sfruttare giovani speranze in ogni latitudine.
Claudio Abbado
“ LA DEMOCRAZIA DELLA MUSICA ALL’OPERA PER L’EUROPA DEI GIOVANI”
Il Melodramma è un esempio lampante di come un valore fortemente legato alla nostra cultura
italiana, patrimonio musicale che costituisce per il nostro Paese e per l’Europa una tra le più
profonde e significative radici culturali unitarie comuni, abbia parlato e possa ancora
universalmente parlare al mondo contemporaneo.
L’Opera rappresenta la straordinaria
dimensione simbolica affettiva e corale dell’unità di espressione nel differente e molteplice contesto
di apporti, nonchè evocatrice della potenza comunicativa verso la contemporaneità, al tempo della
globalizzazione, di un valore culturale unico, originale, proprio, che è anche prodotto e marchio di
eccellenza artistica, capace di mobilitare significative risorse umane ed economiche conquistando il
centro del cuore del mondo.
Ma affinchè il “vecchio mondo dell’Opera ” possa dire ancora nel futuro qualcosa di universale alla
contemporaneità occorre far emergere prodotti artistici di rilievo, espressione originale di cultura e
di creatività, in grado di diffondersi mediante i nuovi aspetti organizzativi e tecnologici del mercato,
raggiungendo tutti i potenziali fruitori e sviluppando un marchio di qualità europeo.
E così, un titolo operistico può essere rappresentato sia nella appassionante ricerca della più
autentica interpretazione filologica, sia attraverso un itinerario suggestivo, ricco di contaminazioni
musicali, sonore ed artistiche, di narrazioni sentimentali, poetiche e letterarie, di sequenze
cinematografiche, dando luogo ad un affascinante pluriuniverso in cui si fondono linguaggi
molteplici che nel loro incontrarsi ed integrarsi generano il miracolo dell’originale innovazione
artistica e musicale.
Lo scopo del Progetto “ LA DEMOCRAZIA DELLA MUSICA ALL’OPERA PER L’EUROPA DEI
GIOVANI” è quello di garantire forte ed ampia “legittimazione sociale” al futuro del nostro Teatro
d’Opera attraverso il protagonismo dei Giovani Artisti del Teatro Musicale di Sperimentazione ed
Innovazione nonché di avviare
un’efficace ed incisiva Azione di Sistema attraverso il
Coordinamento della Filiera Artistica Formativa e Produttiva, con l’apporto della Rete dei Territori,
delle diverse Istituzioni Formative Musicali ed Artistiche, delle Fondazioni lirico sinfoniche, dei
Teatri e dei Contenitori Culturali esistenti nell’ Area Adriatico Ionica ( considerata l'imminente
nascita della nuova MRAI) ed Europea, con una naturale proiezione Mediterranea e Mediorientale.
L’obiettivo è di offrire, con la valorizzazione ed il rafforzamento delle competenze professionali,
nuove opportunità di crescita professionale, di mobilità e di scambi, a Giovani Artisti e
di conquistare nuovo pubblico al Teatro d’Opera METTENDO A SISTEMA E CONNETTENDO
IN UN PROGETTO COMUNE E MOLTIPLICATORE VIRTUOSO DI EFFETTI, QUANTO GIÀ
REALIZZATO NELLE DIVERSE REALTÀ TERRITORIALI COINVOLTE attraverso:
- l’innovazione del rapporto tra formazione, produzione e distribuzione;
-la creazione di Residenze - Cantieri Teatrali per giovani artisti, tecnici ed artigiani, nonché
manager del teatro musicale con Laboratori di Formazione finalizzati alla Produzione, in grado di
promuovere con le specifiche vocazioni formative, il turismo culturale dei territori coinvolti, quali
territori attraenti, ad apprendimento continuo;
- la circuitazione di allestimenti caratterizzati dall’ agile ed originale messa in scena nonché da una
dinamica dei costi sostenibile, anche mediante l’ apporto di Consorzi di distribuzione teatrale.
E’ dai Giovani che vengono oggi i segnali più interessanti di feconda vitalità, da sostenere ed
incoraggiare se vogliamo davvero promuovere un nuovo Umanesimo Euromediterraneo: giovani
ricchi di umanità, di talento, di idee,di voglia di intraprendere, di fare.
Come non mai, le loro vite nei fatti sono connesse e possono contribuire a costruire la nuova Europa
e il nuovo Mediterraneo in cui tutti vivremo domani.
Occorre, dunque, dare respiro all’idea di una Comunità Euromediterranea in reale cooperazione,
creando strumenti, capaci di autosostenersi nel tempo, di costante confronto e scambio di saperi ed
esperienze, per condividere i percorsi di ciascuno, immaginando insieme interventi progettuali e
soluzioni comuni per il presente ed il futuro.
Esplorare il nuovo senso sociale che la Musica oggi può avere, in particolare nell’ambito delle
diverse organizzazioni in cui Noi tutti agiamo, può contribuire ad intonarci esprimendo senso
sociale naturalmente condiviso per poter rigenerare ogni contesto dato.
La Democrazia della Musica può dare impulso alla nascita di un nuovo Umanesimo EuroMediterraneo giocato in una dimensione corale ed orchestrale - l’armonia nella molteplicità delle
voci; parti diverse ri-composte nella medesima partitura - e nella capacità della qualità dell’ascolto.
E’ il significato stesso del mito di Europa, mito greco, e del motto dell’Unione Europea, Uniti nella
diversità.
A ben vedere, è il nostro Sogno, la nostra grande Sfida, quella degli Stati Uniti d’Europa, un’
Europa dei Giovani il cui Inno al vivere è quello alla Gioia, Inno Europeo.
E’ la Sfida della nascente Macroregione Adriatico Ionica,della costruzione di una comune partitura
politica, istituzionale ed economica per il rafforzamento della coesione sociale e culturale delle
popolazioni dell’ Area di cui siamo significativa parte.
Il senso è, appunto, impegnarci nella “elaborazione di una meravigliosa partitura comune”, in Italia,
in Europa, nella nascente Macroregione Adriatico Ionica, fondamentale architrave per la
costruzione della stessa Macroregione del Mediterraneo, fortemente sostenuta e rilanciata dal
Parlamento Europeo.
L’ulteriore scommessa in atto, come già sottolineato, è quella di far avanzare un modello di
sviluppo economico sostenibile attraverso la crescita di Territori attraenti, specie per i cuori
intelligenti di tanti giovani talenti creativi, e ad apprendimento continuo circa i nuovi sviluppi
organizzativi e tecnologici del mercato, capaci di accrescere la qualità dei prodotti culturali e di
introdurne dei nuovi.
Tale sfida vincente sarà meglio consolidata se si attueranno, appunto, tutte quelle sinergie
istituzionali ed operative riguardanti l’intera filiera formativa, artistica , produttiva e distributiva
dello spettacolo che consentiranno di radicare nei diversi contesti e nel tempo gli investimenti e la
progettualità fino ad oggi messi ad ogni livello in campo.
Attraverso la costituzione di un Network permanente tra le istituzioni musicali, culturali e
formative dell’Area Adriatico Ionica, dell’Europa e del Mediterraneo sarà inoltre possibile
promuovere un Festival o Rassegna – Laboratorio –Multidisciplinare e Multimediale Itinerante con
Visibilità Internazionale che metta in rapporto l’architettura degli spazi e dei suoni, quale
importante laboratorio di cooperazione e modello di sperimentazione ed innovazione per l’intera
Area Europea , Adriatico Ionica e Mediterranea, con una naturale proiezione Mediorientale.
L’Opera è per “visionari”!
C’è chi ha sognato di portare un Teatro d’Opera nel cuore della Foresta Amazzonica, come nel
film di Herzog, Fitzcarraldo (Cannes,1982) e chi oggi sogna un’Opera House di grandezza
planetaria, ipertecnologica e a forma di duna a Dubai.
“Sempre più orchestre, direttori e cantanti lirici occidentali, soprattutto italiani, migrano nei Paesi
del Golfo, portando il melodramma da Dubai ad Abu Dhabi, dall'Auditorium di Doha al Teatro
Lirico di Muscat……
La Primavera Araba qui sembra essersi giocata in Musica ed é entrata così capillarmente nelle
Istituzioni da diventare importante strumento di incontro e dialogo politico-culturale” (da
“Primavere Arabe….L’Opera del Sultano” di Paolo Rumiz, pubblicato su "la Repubblica" del 18
marzo 2012).
Qabus Bin Said Al-Said, Sultano dell'Oman, è il regnante più melomane del mondo ed ha fatto
innalzare il maestoso "Royal Opera House", Teatro dell'Opera dell'Oman con un Centro di
formazione musicale di eccellenza i cui docenti ospiti sono spesso illustri Artisti Italiani.
Anche i nuovi Sceicchi hanno compreso l'importanza di investire in musica e cultura e puntano sul
valore della formazione.
A suggello delle iniziative del Festival Internazionale itinerante, avrebbe un grande valore
simbolico e, nel contempo, costituirebbe la forma concreta e tangibile dello spirito del percorso
delineato, la realizzazione di appositi allestimenti ecocompatibili per il teatro d’opera o per scene
urbane progettati da giovani drammaturghi, registi, compagnie teatrali e di danza, artigiani, tecnici
ed architetti della scena, in uno spazio pubblico appositamente “messo… in opera”
riqualificato-rigenerato-reinterpretato per ogni allestimento sperimentale, così recuperando a
rinnovata vita luoghi e cose per nuove creazioni artistiche.
La Musica, soprattutto, come impulso creativo, ci sprona a vivere superando la rassegnazione per
esplorare quanto ancora non abbiamo realizzato, innovando. E che cosa è l’innovazione se non,
come diceva Oscar Wilde, la verifica delle utopie? Ovvero, ciò che non abbiamo realizzato e
possiamo ancora realizzare.
L' Inno Europeo , Inno alla gioia, adattamento dell'ultimo movimento della Nona Sinfonia di
Beethoven, su testo del poeta Friedrich von Schiller , rappresenta un Invito alla Fratellanza
Universale, dunque, alla Pace, nel 2012 Premio Nobel riconosciuto all’Unione Europea.
E' questa la civiltà sognata dagli uomini che vollero riconoscere il diritto universale di tutti gli esseri
umani ad una Felicità giusta nella Dichiarazione di Indipendenza Americana nel 1776,
codificandolo nella nostra Europa con la Rivoluzione Francese e la Dichiarazione dei Diritti del
1789.
*************************************
I contenuti e gli obiettivi del Progetto "LA DEMOCRAZIA DELLA MUSICA ALL’OPERA PER
L’EUROPA DEI GIOVANI ", di seguito esposti, saranno consolidati e ampliati attraverso la
costituzione di un apposito Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale denominato "GECT
CITTA' DELLA MUSICA ALL’OPERA". Infatti, per poter usufruire del Piano Finanziario varato
dal Consiglio Europeo per gli anni 2014-2020, le Collettività Regionali e Locali potranno
promuovere la creazione di GECT (Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale). Si tratta di Enti
giuridici autonomi costituiti da Stati, Collettività Regionali e Locali nonché da Organismi di Diritto
Pubblico finalizzati ad accedere ai fondi mirati alla cooperazione transfrontaliera, transnazionale e
interregionale.
PARTNER Paesi Europei e dell’Area Adriatico Ionica (con una naturale proiezione Mediterranea e
Mediorientale)
SOGGETTI DA COINVOLGERE

Enti locali

Teatri

Enti locali non dotati di Teatri Comunali ma interessati alla promozione
dell’opera lirica e alla valorizzazione di siti archeologici, naturalistici, musei,
beni e contenitori culturali e religiosi

Istituzioni, Associazioni, Soggetti pubblici e privati culturali e di promozione
del territorio, del turismo, dell’enogastronomia e dell’artigianato dei Paesi
partner

Laboratorio della Voce e del Linguaggio del Dott. Franco FUSSI – Ravenna

AUSL- Centri Ospedalieri

Istituzioni Concertistiche

Conservatori di Musica

Accademie di Belle Arti

Accademie di Danza

Università

Istituzioni scolastiche

Fondazioni, Istituzioni , Associazioni, Confederazioni culturali e musicali

Centri di Produzione teatrale

Consorzi di distribuzione teatrale

Film Commission

Camere di commercio , Associazioni professionali e di categoria, Enti di
Formazione
Il progetto mira a SOSTENERE CON LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA DELLA
MUSICA LIRICA E CLASSICA, QUELLA DEL PATRIMONIO CULTURALE, ARTISTICO,
TURISTICO, ENOGASTRONOMICO ED ARTIGIANALE DEI TERRITORI eleggibili.
a musica lirica costituisce per l’Italia e per l’Europa una tra le più profonde e significative radici
culturali unitarie comuni ed ancora oggi, può costituire un efficace canale espressivo per raccontare
la contemporaneità, la modernità, i nuovi conflitti e problemi sociali, il rapporto con la
globalizzazione e le nuove tecnologie, avvicinando, così, anche il pubblico dei più giovani.
Il Progetto intende fornire occasioni di incontro e di studio a giovani musicisti, provenienti da tutte
le regioni dei Paesi partner, a studenti di canto lirico e grandi maestri anche allo scopo di favorire la
costruzione di una cultura universale che ponga al centro i valori di un Nuovo Umanesimo e della
Pace.
L’organizzazione di Corsi di formazione, Master Class, Stages e Laboratori potranno costituire una
componente di attrattività aggiunta oltre al consueto target di fruizione, con particolare riferimento
alle fasce più giovani che nutrono o possono nutrire un interesse specifico nei confronti della
musica lirica e classica.
OBIETTIVI

La promozione del Teatro Musicale come strumento espressivo ideale per raccontare la
contemporaneità, affiancando alle produzioni classiche nuovi “format” multidisciplinari
e multimediali in cui la musica e il canto incontrano diversi e nuovi linguaggi
sperimentali artistici, culturali e tecnologici , coinvolgendo, in tal modo, un sempre
maggiore pubblico di giovani e dei più piccoli;

la garanzia di alta formazione e nuove opportunità di lavoro ed occupazione per giovani
interpreti: cantanti lirici solisti, orchestrali e coristi nonché per giovani tecnici, artigiani
ed operatori dello spettacolo dal vivo;

l’ innovazione del rapporto tra formazione, produzione e distribuzione con la
circuitazione di allestimenti caratterizzati dall’ agile ed originale messa in scena, del
dialogo rigenerante tra l’architettura degli spazi e quella del
suoni nonché da una
dinamica dei costi sostenibile;

il rafforzamento delle reti istituzionali, culturali ed operative a sostegno di comuni
azioni progettuali, del rafforzamento delle competenze dei giovani artisti, della loro
mobilità e della circolazione delle opere;

l’ampliamento della fruizione dell’opera lirica, valorizzando il repertorio dei grandi
Autori dei Paesi partner;

la circolazione della letteratura europea legata alla produzione musicale;

la diffusione della conoscenza della musica lirica e classica, in particolare, tra i giovani
ed i più piccoli;

la partecipazione di un pubblico svantaggiato, cui il progetto si rivolge in un’ottica di
promozione culturale senza barriere ed in grado di sviluppare pure strategie per la salute
e l’ invecchiamento di successo in musica;

la promozione dello sviluppo, della competitività, del marketing , del turismo culturale ,
dell’artigianato e dell’enogastronomia dei territori eleggibili.
AZIONI
 costituire un NETWORK PERMANENTE TRA LE CITTA’, LE ISTITUZIONI MUSICALI,
CULTURALI E FORMATIVE, I CENTRI DI DOCUMENTAZIONE E PRODUZIONE
DELL’AREA ADRIATICO IONICA, DELL’EUROPA E DEL MEDITERRANEO, CON UNA
NATURALE PROIEZIONE MEDIORIENTALE, promuovendo altresì la nascita di una
AGENZIA O SPORTELLO EUROMEDITERRANEO PER LO SVILUPPO DELLE ARTI E
DELLO SPETTACOLO, quale luogo per l’informazione, l’ orientamento, lo scambio di
esperienze, l’ assistenza tecnico-progettuale, specie nell’uso dei fondi europei finalizzati alla
COOPERAZIONE EUROMEDITERRANEA, FORMAZIONE E PRODUZIONE IN
“PARTENARIATO – SINERGIA” CON LE ISTITUZIONI CULTURALI DELL’EUROPA E
DEL MEDITERRANEO, offerta di servizi e concrete opportunità ai giovani talenti creativi che
operano nei diversi settori delle Arti e dello Spettacolo, allo scopo di facilitare il rapporto tra
produzione artistica e mercato euromediterraneo;
 promuovere RESIDENZE - CANTIERI TEATRALI PER GIOVANI ARTISTI, TECNICI ED
ARTIGIANI, nonché MANAGER DEL TEATRO MUSICALE con LABORATORI DI
FORMAZIONE FINALIZZATI ALLA PRODUZIONE, in grado di sostenere con le specifiche
vocazioni formative, il turismo culturale dei territori coinvolti, quali territori attraenti, ad
apprendimento continuo per:
- Cantanti Lirici; Pianisti Collaboratori; Direttori d’orchestra; Orchestrali; Coristi; Ballerini;
Registi; Assistenti di Scena; nuovi Drammaturghi del Teatro d’Opera;
- Esperti in Scenografie anche virtuali cinematografiche ed Esperti audio-video per il Teatro
Lirico; Lighting designer (applicazione delle tecnologie informatiche alle luci e videoproiezioni
– sottotitoli); Digital set designer (applicazione delle tecnologie informatiche alla progettazione
e gestione degli allestimenti scenici);
-Esperti in sartoria teatrale; Esperti parrucchieri e
truccatori teatrali;
-Esperti scultori, falegnami, pittori e decoratori di scenografie e sculture teatrali con il
polistirolo e in legno nonché di gioielli di scena;
-Attrezzisti, Macchinisti, Elettricisti teatrali;
-Manager dello spettacolo (programmazione, organizzazione e
gestione della dimensione
tecnica infrastrutturale e strutturale dello spettacolo e dei servizi culturali per il Teatro
d’Opera); Fundraiser (manager esperto di finanza, di marketing e tecniche di comunicazione
all’interno delle organizzazioni e rappresentante delle stesse all’esterno, soprattutto verso i
grandi donatori) e Fundraising (consulente esterno, organizzatore del direct-mailing, del
telemarketing, del reperimento di sponsor, del data-base dei contatti e degli eventi di raccolta
fondi);

realizzare un SITO INTERNET INTERATTIVO attraverso il quale gli utenti potranno
ottenere informazioni sulla vita e le opere dei compositori, sulla conoscenza del
patrimonio storico, artistico , culturale, turistico, enogastronomico ed artigianale dei
Territori eleggibili, nonché sullo stesso Progetto e sugli Artisti ed Operatori Culturali
coinvolti;

promuovere un FESTIVAL O RASSEGNA – LABORATORIO –MULTIDISCIPLINARE E
MULTIMEDIALE ITINERANTE CON VISIBILITÀ INTERNAZIONALE dedicato alle produzioni
classiche e sperimentali ed al repertorio dei grandi autori dei Paesi Partner che contribuisca, anche
attraverso l’ uso dei sottotitoli delle opere, alla circolazione della letteratura europea legata alla
produzione musicale e che realizzi la più ampia mobilità dei giovani artisti e la diffusione delle
opere musicali presso un vasto pubblico;

creare NUOVA DRAMMATURGIA PER IL TEATRO D’OPERA: drammaturgie per il
teatro d’opera o per scene urbane firmate da giovani drammaturghi ; allestimenti ecocompatibili
progettati da registi, compagnie teatrali e di danza, artigiani, tecnici ed architetti della scena in
uno spazio pubblico appositamente “messo… in opera” riqualificato-rigenerato-reinterpretato per
ogni allestimento sperimentale, così recuperando a rinnovata vita luoghi e cose per nuove creazioni
artistiche; scenografie virtuali cinematografiche ; regie audio-video e dvd musicali;

realizzare ESECUZIONI MUSICALI tratte dal ricco panorama concertistico ed operistico
italiano ed europeo, AMBIENTATE IN SITI ARCHEOLOGICI,
MUSEI, BENI E
CONTENITORI CULTURALI E RELIGIOSI, IMBARCAZIONI DA CROCIERA, NELLA
NATURA E NEL PAESAGGIO RURALE E MARINO, che facciano dialogare l’architettura
degli spazi con quella dei suoni attraverso allestimenti ecocompatibili. Rigorosi esperimenti
scientifici sulla Biosonorità in Viticoltura confermano che é il suono il nuovo orizzonte
dell'agricoltura biodinamica ed in particolare la Musica Mozartiana poiché contiene le sequenze
del matematico pisano Fibonacci, le stesse con cui si sviluppano i rami degli alberi;

creare NUOVI FORMAT MULTIMEDIALI E MULTIDISCIPLINARI (letteratura, pittura,
scultura, cinema etc…) concerti, spettacoli, coinvolgendo anche FORMAZIONI
BANDISTICHE specializzate nelle esecuzioni del repertorio operistico, che con i giovani,
facciano partecipare attivamente anche il pubblico dei più piccoli;

promuovere DINERS LYRIQUE, serate organizzate nei ristoranti, durante le quali gustare l’
ottima cucina ispirata alla Dieta Mediterranea ascoltando le più note arie, duetti ed assoli delle
opere liriche più celebri di tutti i tempi e uno SHOW COOKING LYRIQUE - performance live
itinerante, nuova originale formula divertente e avvincente, allo scopo di valorizzare
l’enogastronomia e la cultura del territorio; i prodotti enogastronomici tipici, biodiversi e
biologici; le aziende produttrici del territorio; l’alleanza tra il mondo della formazione e quello
di chi già opera professionalmente; l’alleanza tra la produzione artigianale ed artistica del
territorio, preparando, mangiando, cantando, imparando insieme;
 sviluppare un MARCHIO DI QUALITÀ EUROPEO legato ai suddetti allestimenti e
produzioni;
AI FINI DELLA REALIZZAZIONE DEL FESTIVAL saranno:

organizzate AUDIZIONI per voci, orchestrali e coristi;
 realizzati VIDEOBOOK PROMOZIONALI dei giovani artisti coinvolti;
 FORMATE E PERFEZIONATE NUOVE VOCI E NUOVI INTERPRETI PER IL TEATRO
LIRICO, in particolare attraverso la collaborazione di eccellenza con il LABORATORIO
DELLA VOCE E DEL LINGUAGGIO del Dott. Franco FUSSI a Ravenna
(www.voceartistica.it), autorevole ed indiscusso punto di riferimento internazionale per
cantanti, docenti di canto, laureati in musicologia, logopedisti, medici foniatri e ORL;
 promossi incontri e seminari di approfondimento, anche attraverso un SISTEMA WEB-TV DI
FORMAZIONE A DISTANZA E DI DIFFUSIONE DELLE ATTIVITÀ DI PRODUZIONE,
con lezioni-concerto finalizzate alla formazione del pubblico, in particolare, dei più giovani ,
dei più piccoli e della terza età, con attività dedicate pure alla qualità dell’ ascolto, alla
posturologia e musicoterapia.
Il Progetto dovrà essere sostenuto da una significativa comunicazione mediatica a mezzo stampa –
quotidiani e riviste specializzate nonché attraverso i mezzi radio – televisivi , i siti internet
istituzionali degli Enti coinvolti ed il Sito creato appositamente per diffondere massimamente le
attività progettuali.
Saranno realizzati spot pubblicitari per la comunicazione dello stesso progetto ed a sostegno del
marketing territoriale.
INNO ALLA GIOIA
Friedrich von Schiller
Gioia, figlia dell'Eliso,
Fiamma d'oro giù dal ciel,
Noi veniamo, ardenti in viso,
Diva eccelsa, al tuo sacel.
Il tuo fascino affraterna
Ciò che il mondo separò,
Fratellanza impera eterna
Dove l'ala tua posò.
Chi al supremo ben pervenne
D'un amico al fido cuor
Chi soave sposa ottenne
Sia con noi nel gaudio d'or.
Sì, chi anche un cuore solo
Sua nel mondo può chiamar ;
Chi nol può trascini in duolo
Via di qui suo triste andar.
Gioia al sen dell'Universo
Posson tutti i vivi aver,
Vanno il buono ed il perverso
Pel fiorito suo sentier.
Ebbe ognun fino alla morte
Vino, amore e un fido cuor ;
Voluttà fu al verme in sorte,
L'angel gode in te, Signor.
Van gioiosi nella gloria
Mondi, luce e vita a dar,
Ite, figli ad esultar
Come prodi in gran vittoria !
Siate avvinti, o milioni,
Nella gran fraternità !
Figli ! Sommo un padre sta
Sopra gli astri e sopra i tuoni.
Vi prostrate, milioni ?
Senti Iddio, mondo, tu ?
Volgi il guardo sopra gli astri,
Sopra gli astri sue regioni.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard