ADORAZIONE EUCARISTICA

annuncio pubblicitario
ADORAZIONE EUCARISTICA
EPIFANIA DEL SIGNORE
“Alzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce” (Is 60,1)
Canto di inizio
Silenzio e adorazione
Dal Vangelo secondo Matteo (2,1-12)
Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re
Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e
domandavano: “Dov’è il re dei Giudei che è nato?
Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per
adorarlo”. All’udire queste parole, il re Erode restò turbato
e con lui tutta Gerusalemme.
Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo,
s’informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il
Messia.Gli risposero: “A Betlemme di Giudea, perché così
è scritto per mezzo del profeta:
E tu, Betlemme, terra di Giuda,
non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda:
da te uscirà infatti un capo
che pascerà il mio popolo, Israele.
Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era
apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: “Andate e informatevi accuratamente del
bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo”. Udite
le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li
precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la
stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria
sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro,
incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno
al loro paese.
Riflessione personale
 Tutto parte da una stella, collegata alla nascita di un nuovo re. “Abbiamo visto
sorgere la sua stella…” Una stella è solo un segno, e tuttavia essa mette in
cammino, per strada…
 I Magi si portano dentro una domanda e la ripetono a costo di essere inopportuno:
“Dov’è il re dei Giudei che è nato?”.
 La pongono ad Erode a Gerusalemme e la risposta arriva grazie ai competenti
(sommi sacerdoti e scribi): bisogna andare a cercare a Betlemme di Giudea,
perché così ha detto il profeta. Il testo antico ha fornito l’illuminazione.
 Grazie all’indicazione i Magi si dirigono verso Betlemme e trovano – cosa
abbastanza difficile – la casa in cui si trova Gesù.
 In quel povero bambino che vive in una semplice casa di un paese insignificante,
riconoscono il re dei Giudei.
Canto
Particolari strani che fanno pensare…
 Coloro che vengono da lontano hanno visto un segno, quelli che sono a pochi
chilometri da Gesù non colgono niente.
 Quelli che conoscono le Scritture e hanno la risposta in tasca, non si muovono
affatto per andare alla ricerca del re dei Giudei, anzi, la domanda provoca paura e
smarrimento.
 Così, alla fine, i vicini non scoprono Gesù, mentre i lontani, dopo aver fatto tanta
strada, finiscono per trovare.
 Ma cosa vedono: il re dei Giudei è un bambino con sua madre dentro una povera
abitazione.
 Un invito al rispetto delle diversità: in ogni cultura e in ogni uomo ci sono attese
profonde che chiedono di essere colmate. Questa storia di tanto tempo fa è un
invito appassionato ad essere attenti alle sorprese dello Spirito. Dio è al di là delle
nostre previsioni.
Canto
Preghiera silenziosa
Forse, Signore, questo racconto
misterioso ed oscuro
vuole mettermi sotto gli occhi una verità che si ripete:
solo chi ti cerca,
solo chi ti desidera
scorgerà la tua stella e raggiungerà il luogo dell’incontro.
Lode comunitaria: Vespri propri del Tempo Natalizio
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard