LezFisMed00405

annuncio pubblicitario
AVVISO
Questi contenuti sono specifici delle lezioni e sono estratti da opere di Fisica e Fisica Medica citate
in calce a solo scopo di ausilio audiovisivo per illustrarne i contenuti TECNOLOGICI.
Questi contenuti sono stati estratti da:F.Borsa-D.Scannicchio” FISICA” –UNICOPLI Edizioni;
E.Zingoni-F.Tognazzi-A.Zingoni:”Fisica e Fisica
Biomedica”-Zanichelli Editore
R.Lagalla ed altri-Radiologia-IDELSON-GNOCCHI Editore
Prof.. Tolmino Corazzari
RIGHE di ASSORBIMENTO
La formula (19.2) è scrivibile in questa forma se il campo elettrico E è uniforme su un tratto di
spazio l.
Nella formula (19.3) l’energia cinetica media degli elettroni emessi,nella direzione del campo
elettrico accelerante,è statisticamente nulla essendo essi emessi in ogni direzione con uguale
velocità.
/d è dimensioanlmente espresso in cm^2/g e viene chiamato coefficiente massico di assorbimento.
La necessità di esprimerlo in tale unità di misura è per rappresentare il numero di elettroni al cm^3
del materiale investito dal fascio.Infatti /d oppure /(come detto a lezione)si esprime in cm^2/g
attraverso N,Z,A cioè /= NZ/A dove N è Avogadro number,Z numero di protoni ed A il peso
atomico.
Valori di energia in KeV più ricorrenti nella Radiologia tradizionale e specialistica.
A parità di energia di fotone si confrontino i valori di densità tissutale.
La formula (19.11) ha questa forma esplicita in quanto ognuno dei tre effetti dipende
exponenzialmente dalla profondità con il proprio coefficiente massico e coesistono oltre 1.022MeV.
NOTA BENE:le scale degli assi VERTICALI delle Figure 19.19 e 19.20 sono logaritmiche in base
10 quindi il grafico è semi-logaritmico. Quando in un tale grafico compare un tratto
rettilineo,trattasi di una dipendenza exponenziale della variabile dipendente da quella indipendente.
sorgenti di radiazione .
Si ricorda che il SEV(spessore emivalente)di un certo materiale è quello capace di ridurre al 50% il
numero di fotoni in uscita da quello spessore rispetto al numero di quelli entrati.
Ossevando la Tab 7.3 si ricordi il comportameto dei materiali in otticamente passivo ed otticamente
attivo e questo riguarda anche Cu ed Al quando vengono impiegati per filtraggio,
Fig.18.24: (segue alla pagina successiva) e rappresenta il confronto fra i percorsi in acqua di diverse
particelle a diverse energie
.
I contenuti che qui seguiranno sono stati riportati a scopo informativo per dare una indicazione di
come avvenga,in fascicoli allegati a quotidiani, la divulgazione delle conoscenze consolidate e non,
FILTRATE per un pubblico che ,in genere, NON ha strumenti per “pesare” l’una o l’altra delle
diverse e, spesso contrastanti,presentazioni.
Per confronto inserisco anche estratti dal settimanale “la Ricerca” presente in edicola per troppo
poco tempo.
L’obiettivo è di fornire materiale per riflettere sul ruolo della divulgazione in Medicina.
T.Corazzari
Da”Corriere Salute”2002
Estratto da”La nostra salute”Az.USL-Modena
Estratto da “Salute” di Repubblica
Da qui in poi estratti da “la Ricerca”2002-12-08
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard