scheda di sicurezza

advertisement
SCHEDA DI SICUREZZA
1)
IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO
Nome commerciale ...........…..... MASH 01 SUPER
Impieghi
..........................…...... Detergente per macchine lavastoviglie
Codice Preparato ...............…...... 113
Prodotto da: C.C.I.A.A. BG n. 03094510165
Distribuito da: DETERMASH S.r.l.
26845 CODOGNO (LO), via Molinari n. 14 - Tel. 0377.430980 - Fax 0377.431117
In caso di emergenza: Consultare il Centro Antiveleni più vicino
Per la Lombardia il Centro Antiveleni più vicino è OSPEDALE NIGUARDA
20162 Milano - P.za Ospedale Maggiore, 4 - Tel. 02.66101029
2)
IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI
Il preparato è considerato pericoloso ai sensi delle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e successive modifiche ed adeguamenti.
Proprietà / Simboli
…............. C - Corrosivo.
Frasi R (rischio)
…..…............ R35 - Provoca gravi ustioni
3)
INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI
Sostanze contenute pericolose per la salute ai sensi della direttiva 67/548/CEE e successivi adeguamenti o per le quali esistono limiti di
esposizione riconosciuti.
Simbologia e frasi di rischio si intendono riferite alle singole materie prime indipendentemente dalle loro concentrazioni.
* I prodotti contrassegnati hanno identità a carattere riservato.
Per i componenti pericolosi, il testo corrispondente ai simboli di pericolosità e frasi R è riportato nel capitolo 16.
4)
5)
Componente
Conc.
Numero
CAS
Numero
EINECS
TLV - TWA
(mg/m3)
Simboli
Frasi di Rischio
Etilendiamminotetracetato tetrasodico
15-30%
0064-02-8
200-573-9
N.D.
Xn
R22, R36/38
Idrossido di Sodio
5-15%
1310-73-2
215-185-5
2
C
R35
Idrossido di Potassio
1-5%
1310-58-3
215-181-3
2
C
R22, R35
Sequestrante *
1-5%
N.D.
N.D.
N.D.
Xi
R41
MISURE DI PRIMO SOCCORSO
Indicazioni generali ...................
Contatto con la pelle
...............
Contatto con gli occhi
......…......
Ingestione
......................…....
Inalazione
..........................…...
MISURE ANTINCENDIO
Misure di sicurezza
.................
Mezzi di estinzione idonei
….....
Abbigliamento di protezione ….....
Altre informazioni
.....................
6)
Prodotto corrosivo, se portato a contatto con la pelle provoca gravi ustioni, distruggendo
rapidamente l'intero spessore del tessuto cutaneo. Corrosivo per le mucose, occhi e pelle. Rischio di
distruzione dei tessuti e di ulcerazioni profonde con gravi conseguenze.
Lavare abbondantemente con acqua e sapone togliendo gli indumenti impregnati del prodotto, se il
disturbo persiste consultare un medico.
Lavare immediatamente ed abbondantemente con acqua corrente tenendo aperte le palpebre fino
alla cessazione del senso di bruciore, quindi proteggere gli occhi con garza sterile o un fazzoletto
pulito, asciutti. Consultare immediatamente uno specialista. Non usare colliri o pomate di alcun
genere prima della visita o del consiglio dell'oculista.
Sciacquare bene la bocca. Bere molta acqua, meglio se acidificata con aceto o succo di limone. Non
provocare vomito. Consultare immediatamente un medico.
Allontanare il soggetto dall’ambiente contaminato e trasportarlo all’aperto, se permangono disturbi
consultare un medico. Consultare immediatamente un medico.
Il prodotto non è combustibile se coinvolto in un incendio.
Polveri polivalenti (ad es. NaCl), schiume chimiche, anidride carbonica, sabbia asciutta, acqua
nebulizzata. Allontanare dall'area di pericolo le persone non protette e non autorizzate.
Indumenti di protezione adatti.
Raccogliere separatamente le acque di estinzione contaminate e non immettere nelle fognature o
nelle acque reflue.
MISURE IN CASO DI FUORIUSCITA ACCIDENTALE
Misure di sicurezza .............….... Delimitare la zona interessata al versamento. Contenere le perdite con terra, segatura, sabbia o altro
materiale inerte. Raccogliere il prodotto per il riutilizzo, se possibile, o per l'eliminazione. Consegnare
l’impasto in discarica o ad inceneritori attrezzati allo smaltimento. Evitare che il prodotto finisca in
corpi idrici e/o nel sottosuolo. Successivamente alla raccolta, lavare con acqua la zona ed i materiali
interessati recuperando le acque utilizzate ed eventualmente inviarle a discarica autorizzata.
Protezione individuale .......…..... Indossare guanti, occhiali ed indumenti protettivi idonei.
Altre informazioni
.................... Il prodotto concentrato può rendere scivoloso il pavimento.
Pagina 1 di 3 - SCHEDA DI SICUREZZA: MASH 01 SUPER
7)
MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO
Manipolazione ..................…...... Utilizzare guanti di gomma ed indumenti di protezione adeguati. Evitare gli urti, le cadute e le
operazioni che possono provocare la fuoriuscita del prodotto. Osservare le misure precauzionali per
la manipolazione dei prodotti chimici e prestare molta attenzione durante eventuali travasi.
Stoccaggio
............................. Conservare nel contenitore originale, ben chiuso, in luogo asciutto, lontano da fonti di calore, lontano
da generi alimentari.
Stabilità a magazzino
............. Oltre 48 mesi, se correttamente conservato.
8)
CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE E PROTEZIONE INDIVIDUALE
Manipolazione ..................…...... Evitare gli urti, le cadute e le operazioni che possono provocare la fuoriuscita del prodotto. Evitare il
contatto con la pelle, gli occhi e gli indumenti. Osservare le misure precauzionali per la
manipolazione dei prodotti chimici.
Protezione respiratoria ....…....... Non nebulizzare. In caso di nebulizzazione utilizzare misure di protezioni adeguate per apparato
respiratorio.
Protezione delle mani
...…....... Guanti in PVC o gomma.
Protezione degli occhi .........…... Occhiali di protezione.
Protezione della pelle .........….... Indumenti di uso comune.
9)
PROPRIETÀ CHIMICHE E FISICHE
Stato fisico
............................ Liquido trasparente
Colore
............................…...... Giallo fluorescente
Odore
................................... Inodore
pH (sul tal quale a 20°C) …........ 14,0
Punto di infiammabilità ...…........ Non infiammabile
Solubilità in acqua ..........…....... Completa.
10)
STABILITÀ E REATTIVITÀ
Condizioni da evitare
...............
Sostanze da evitare
.................
Evitare il contatto con fiamme e fonti di calore. Per effetto del calore o in caso di incendio si possono
liberare ossidi di carbonio e vapori, che possono essere dannosi per la salute.
Non miscelare con sostanze acide o con altri prodotti chimici al fine di deteriorarne l’efficacia o di
produrre reazioni chimiche indesiderate.
11)
INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE
Indicazioni generali
................. Non sono disponibili dati tossicologici sperimentali. Gli effetti sulla salute sono da considerarsi in
relazione alle caratteristiche di pericolosità delle materie prime utilizzate ed alla loro concentrazione
(vedi punto 3).
Tossicità orale acuta
............... Sodio Idrossido. Per Inalazione: Irritazioni di naso e gola, difficoltà respiratorie e può provocare
bronco-pneumopatie. Esposizioni ripetute possono provocare emorragie nasali. Effetti acuti: Il
prodotto è corrosivo per le mucose, gli occhi, la pelle. L'ingestione provoca ustioni alla bocca, gola,
esofago, nausea e vomito nerastro, rischio di edema alla gola e di stato di shock. Nei casi più gravi
perforazione del tratto gastro-intestinale e collasso cardio-circolatorio. LD50 (interperitoneale/topo) =
40 mg/Kg. LD50 (inalatoria/topo) = 4.800 mg/Kg/1h.
Etilendiamminotetracetato tetrasodico. LD50 (orale/ratto) > 1.000 mg/Kg. Non irritante per la pelle.
Leggermente irritante per gli occhi. Sotto forma di aerosol, il prodotto può causare l'irritazione delle
vie respiratorie. L'ingestione può causare carenza di calcio e magnesio risultante dalla chelazione.
Carcinogenesi: non ha mostrato effetti di carcinogenesi. Mutagenesi: non ha effetto mutageno.
Tossicità per la riproduzione: solo grandi quantità avrebbero causato malformazioni congenite.
Potassio Idrossido. LD50 (orale/ratto) 214 mg/kg. Non sensibilizzante da test intracutaneo su
porcellino d'India. Inalazione: I vapori possono provocare congestione polmonare e riduzione della
capacità respiratoria, si può avere perdita di coscienza. Ingestione: Provoca ustioni alla bocca ed
all'esofago, nausea, vomito ed edema alla faringe. Nei casi più gravi si ha perforazione del tratto
gastrointestinale e collasso cardiocircolatori. Il contatto con la pelle può causare gravi ustioni e
necrosi. Il contatto con gli occhi può causare lesioni gravi con possibile perdita della vista.
L'inalazione può provocare spasmi, infiammazione ed edema della laringe e dei bronchi, polmonite
chimica e edema polmonare.
Sequestrante (*). Irritazione oculare (coniglio): leggermente irritante per gli occhi, ma non
abbastanza per essere classificato; 24 h. Irritazione della pelle (coniglio): leggermente irritante per la
pelle, ma non abbastanza per essere classificato; 4 h. LD50 (orale/ratto) > 2.000 mg/Kg. LD50
(cutaneo/coniglio) > 2.000 mg/Kg.
Pericolosità ………………........... Gli effetti e le misure di primo soccorso sono descritti al punto 4.
12)
INFORMAZIONI ECOLOGICHE
Indicazioni generali
.................
Biodegradabilità ………...............
Utilizzare secondo le buone pratiche lavorative, evitando di disperdere il prodotto ed il contenitore
nell’ambiente.
Non contiene sostanze assoggettabili alla Legge n. 136 del 1983 sulla Biodegradabilità.
Nocivo per gli organismi acquatici a causa del pH alcalino.
Etilendiamminotetracetato tetrasodico. Degradazione biotica: Non facilmente biodegradabile.
Sequestrante (*). Dati sulla eliminazione (persistenza e biodegradabilità) 50-60% OECD 302 B: COD
(metodo standard 5220 D) = 250 mg/g. MBAS = 0 mg/g. BIAS = 0 mg/g.
Pagina 2 di 3 - SCHEDA DI SICUREZZA: MASH 01 SUPER
Ecotossicità
……………............
Etilendiamminotetracetato tetrasodico. Ecotossicità, LC50/96h (pesci) > 100 mg/l; EC50/24h
(Daphnia magna) > 500mg/l. Alghe, l’uso di EDTA invalida le condizioni del test per l’inibizione della
crescita delle alghe.
Sodio Idrossido. LC50 (gambusia affinis) = 72 mg/l/72h pH>10; EC80 (crostacei): 33-100 mg/l/48h
pH>10. Mobilità: Elevata sia in acqua che in suolo e sedimenti.
Sequestrante (*). EC50 (Daphnia) > 500 mg/l/48h. LC50 (pesci) > 300mg/l/48h. Pericolosità per le
acque classe 1 (D) Autoclassificazione: poco pericoloso.
13)
INFORMAZIONI SULLO SMALTIMENTO
Indicazioni generali
................. Il preparato è confezionato in un imballo riciclabile. Prima dello smaltimento gli imballaggi devono
essere bonificati e gli effluenti trattati come rifiuti. Operare secondo le vigenti norme locali e nazionali
con particolare riferimento al D. Lgs. n. 152 del 3 Aprile 2006 “Norme in materia ambientale”.
14)
INFORMAZIONI SUL TRASPORTO
Indicazioni generali
................. In base alle normative vigenti in materia di trasporto il prodotto è classificato come prodotto
pericoloso. Il trasporto deve essere effettuato da veicoli autorizzati al trasporto di merce pericolosa
secondo le prescrizioni dell'edizione vigente dell'Accordo ADR e le disposizioni nazionali applicabili.
Le normative sul trasporto prevedono disposizioni particolari di esenzione per alcune classi di merci
confezionate in "Quantità limitate".
Strada / Ferrovia (ADR/RID) …... Classe 8, Kemler 80, UN 1824, imballo II, etichetta 8 - 1824 IDROSSIDO DI SODIO IN SOLUZIONE
Mare (IMDG) .............................. Classe 8, UN 1824, imballo II, etichetta 8, EMS F-A,S-B - No Marine Pollutant. IDROSSIDO DI
SODIO IN SOLUZIONE
Aereo (ICAO/IATA) ……………. Classe 8, UN 1824, imballo II, etichetta 8 - IDROSSIDO DI SODIO IN SOLUZIONE
15)
INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE
Simboli di pericolo
........…..…... Corrosivo
Frasi di rischio
....................... R35 - Provoca gravi ustioni
Frasi di prudenza
..................... S2 - Conservare fuori dalla portata dei bambini.
S26 - In caso di contatto con gli occhi lavare immediatamente con acqua e consultare un medico.
S28 - In caso di contatto con la pelle lavare immediatamente con acqua.
S36/37/39 - Usare indumenti protettivi e guanti a proteggersi gli occhi e la faccia.
S45 - In caso di incidente o di malessere consultare immediatamente il medico (se possibile,
mostrargli l'etichetta).
S46 - In caso di ingestione consultare un medico e mostrargli il contenitore o l’etichetta.
16)
ALTRE INFORMAZIONI
Testo integrale dei simboli di pericolo e delle frasi R se menzionato come componente pericoloso al capitolo 3.
Xn - Nocivo
C - Corrosivo
Xi - Irritante
R22 - Nocivo per ingestione.
R35 - Provoca gravi ustioni.
R36/38 - Irritante per gli occhi e la pelle.
R41 - Rischio di gravi lesioni oculari.
Indicazioni generali
................. Prodotto per uso professionale. Le informazioni contenute in questa scheda sono basate sulle nostre
conoscenze e sulle normative comunitarie alla data di ultima revisione. Il prodotto non deve essere
utilizzato per scopi diversi da quelli specificati nella sezione 1) se non dopo avere ricevuto istruzioni
scritte sulla manipolazione. È responsabilità dell’utilizzatore prendere tutte le misure necessarie per
conformarsi alle normative locali e nazionali.
Scheda di sicurezza aggiornata alla Direttiva 2006/CE e conforme al regolamento (CE) 1907/2006
(REACH).
Questo documento è depositato presso il Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano e
sostituisce ed annulla tutte le precedenti versioni.
Imballi disponibili
.................... Taniche da Kg. 6, Kg. 12 e da Kg. 25, BIG da Kg. 1280.
Data ultima revisione
.............. 11.12.2008
Pagina 3 di 3 - SCHEDA DI SICUREZZA: MASH 01 SUPER
Scarica