valutazioni anatomiche con rm 3t in pazienti continenti ed

annuncio pubblicitario
VALUTAZIONI ANATOMICHE CON RM 3T IN PAZIENTI CONTINENTI ED
INCONTINENTI DOPO INTERVENTO DI ADVANCE MALE SLING.
D. Pistolesi, V. Zampa, C. Gozzi, L. Faggioni, F. Viggiani, A. Morelli, C. Bartolozzi, C. Selli
(Pisa)
Scopo del lavoro
Lo sling retrouretrale trans-otturatorio (RTS) è un recente dispositivo utilizzato per il trattamento
dell’incontinenza urinaria da sforzo maschile dopo chirurgia della prostata. E’ stato considerato
il primo trattamento chirurgico funzionale dell’incontinenza urinaria maschile lieve e/o
moderata. I successi riportati in letteratura con tale metodica variano dal 54-80%, tuttavia è
riportata una percentuale di fallimento del 20-45%. Lo scopo dello studio è stato quello di
analizzare e correlare le differenze anatomiche percepibili con esame RM tra pazienti continenti
e non dopo RTS nel tentavo di cogliere fattori determinati il diverso outcome clinico.
Materiali e metodi
Su 11 pazienti (età 63-84 anni) trattati con advance male sling dopo prostatectomia, 6 risultavano
clinicamente continenti (nessun utilizzo di pad) mentre 5 presentavano incontinenza persistente.
Gli esami RM sono stati eseguiti con un magnete a 3T utilizzando la bobina phased-array 12
canali; il protocollo includeva sequenze 3D T2 pesate (CUBE) e studio dinamico con sequenza
FIESTA. Nelle immagini T2w sono state calcolate in una workstation indipendente: la lunghezza
della porzione del bulbo posteriore allo sling e la distanza della benderella rispetto a una linea
parallela alla sinfisi pubica.
Risultati
La lunghezza della porzione del bulbo posteriore allo sling è risultata significativamente inferiore
nei pazienti incontinenti (10mm, range 10-15mm; test di Mann-Whitney a due code, p=0.008).
Lo sling risultava inoltre localizzato 1cm (range 8.5-13.5mm) posteriormente alla linea parallela
alla sinfisi pubica nei pazienti incontinenti, mentre era quasi coincidente in quelli continenti
(p=0.036).
Discussione
AdVance male sling è una mesh che viene posizionata nella parte prossimale del bulbo con lo
scopo di riposizionare l’uretra posteriore, il cui sollevamento determina un miglioramento
funzionale dell’attività sfinterica per il trattamento dell’incontinenza urinaria dopo
prostatectomia radicale. Il nostro studio è stato focalizzato alla valutazione delle differenze dei
reperti morfologici RM nei pazienti incontinenti e continenti dopo trattamento con advance. In
base ai nostri risultati, la lunghezza del bulbo uretrale posteriormente allo sling sembra correlarsi
con lo stato di continenza.
Conclusioni
La valutazione dei reperti anatomici visibili con RM nei pazienti incontinenti dopo
posizionamento della mesh, potrebbe essere di utile informazione al chirurgo nella pianificazione
dell’intervento. Inoltre in base al nostro studio, sebbene debba essere confermato con casistica
più ampia, nei pazienti con incontinenza persistente in cui lo sling risulti correttamente
posizionato nell’ esame RM, la strategia terapeutica dovrebbe essere indirizzata verso una
tecnica compressiva piuttosto che il posizionamento di un secondo sling.
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard