SINDROME OTOENCEFALICA Sanità Malattie 4.10

annuncio pubblicitario
Sanità
Malattie
4.10
di Ernesto Faravelli
SINDROME OTOENCEFALICA
Malattia che prende origine da un focolaio purulento a carico della faringe e si
estende fino a raggiungere in un primo tempo l'orecchio medio, poi il nervo
facciate e il labirinto, strutture essenziali per il mantenimento dell'equilibrio
dell'animale. L'infezione si estende poi al cervelletto e ad alcune aree del
cervello con conseguente aggravamento del quadro clinico e successiva
morte del soggetto.
L'incidenza di questa patologia può raggiungere il 10%.
SINTOMI E DECORSO
Si possono distinguere tre fasi della malattia.
Prima fase
Il processo distruttivo interessa il nervo facciale, si osservano:
¾ abbassamento dell’orecchio;
¾ rotazione del capo verso il lato colpito.
1
Seconda fase
Il processo purulento colpisce il labirinto.
Alla sintomatologia già descritta si aggiunge una deambulazione in circolo,
continua,e insistente, che si interrompe solo quando il suino si accascia sfinito.
Terza fase
L'infezione raggiunge il cervelletto e il cervello causandovi ascessi.
Si osservano:
¾ andatura molto incerta;
¾ cadute frequenti;
¾ tendenza al decubito.
L'animale giace poi quasi costantemente, smette di alimentarsi e muore.
DIAGNOSI
All'esame necroscopico (autopsia) si evidenzia la presenza di un'infezione
purulenta carico dell'orecchio medio, del cervelletto e del cervello.
TERAPIA
Qualche risultato si ottiene, nella prima fase della malattia, somministrando
penicillina e streptomicina.
Quando l'infezione raggiunge il sistema nervoso centrale risulta inutile qualsiasi
terapia.
2
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard