La cellula

advertisement
LA CELLULA
Caratteristiche della cellula animale
COS' E'
NUCLEO
CITOPLASMA
COSA CONTIENE
Cervello della cellula Cromosomi. DNA
Sostanza gelatinosa
Coordinare tutte le attività
Mitocondri
Respirazione cellulare
Ribosomi
Costruzione delle
proteine
Reticolo Endoplasmatico
Trasporto delle sostenze
all'interno della cellula
Lisosomi
Produrre enzimi digestivi
per eliminare le sostanze
dannose o di rifiuto
Apparato di Golgi
Immagazzinare sostanze
nutritive
Centrioli
MEMBRANA CELLULARE Rivestimento
FUNZIONE
Durante la riproduzione
della cellula trattengono
la "ragnatela" che serve
per la separazione dei
cromosomi
a) Contenere la cellula
b) Far entrare le sostanze
utili
c) Far uscire le sostanze di
rifiuto
Le particolarità della cellula vegetale
Le cellule vegetali possiedono alcuni organuli particolari,come la parete cellulare,i cloroplasti e i
vacuoli.
LA PARETE CELLULARE: è un ulteriore rivestimento esterno alla membrana cellulare,che da
forma e rigida alla cellula vegetale,ed è costituita per lo più cellulosa(uno zucchero complesso)e il
suo spessore varia con l’età della cellula:è sottile ed elastica nelle cellule giovani,spessa e robusta
nelle cellule adulte.
I CLOROPLASTI: sono gli organuli contenenti clorofilla,presenti solo nelle cellule delle foglie e
delle altre parti verdi delle piante,la cui funzione è quella di riprodurre carburante per i
mitocondri. In essi svolge la fotosintesi resa possibile proprio dalla clorofilla,che e la sostanza in
grado di catturare l’energia luminosa e di utilizzarla per fare avvenire la trasformazioni di cui
abbiamo parlato:cioè la combinazione tra anidride carbonica e acqua con formazione di glucosio e
ossigeno.
I VACUOLI: sono vescicole contenenti acqua e varie sostanze. Nelle cellule vegetali giovani i
vacuoli sono numerosi e piccoli,mentre nelle cellule adulte essi tendono a riunirsi in un unico
grande vacuolo. Talvolta nelle cellule adulte i vacuoli vengono riempiti con sostanze nutritive di
riserva:per esempio,nelle cellule della patata i vacuoli si riempiono di amido.
Il Microscopio Ottico
Un microscopio serve ad ingrandire un oggetto in modo da osservarne meglio i particolari.
E’ costituito da:
A) Il sistema ottico: composto a sua volta da oculare, obiettivo e tubo portalenti.
L’oculare è il sistema di lenti a cui avvicini l’occhio per guardare. L’obiettivo è il sistema di
lenti che si trova in fondo al tubo portalenti, dalla parte dell’oggetto da osservare. Spesso i
microscopi hanno più obiettivi, ognuno con il suo ingrandimento, posti su un disco
girevole, detto portaobiettivi. Sull’oculare e sull’obiettivo si legge il valore
dell’ingrandimento. Ad esempio se si legge 40 x significa che si ingrandisce di 40 volte. Per
calcolare l’ingrandimento totale occorre moltiplicare l’ingrandimento dell’oculare e quello
dell’obiettivo.
B) Il sistema di illuminazione: è composto da uno specchio o da una lampada con un
diaframma che serve per regolare la quantità di luce sull’oggetto
C) Lo stativo: è costituito dalla base, dal tavolino portaoggetti, e dal supporto curvo su cui
sono inserite le viti micrometriche e macrometriche che fanno compiere movimenti verticali
al tubo portalenti e permettono la messa a fuoco dell’oggetto rendendone nitida
l’immagine.
Scheda di Laboratorio: La cellula vegetale
Materiali: cipolla, elodea, acqua
Strumenti: microscopio ottico (collegato al computer quindi al proiettore),vetrini portaoggetti
coprioggetti, pinzette, stuzzicadenti,coltello, pipetta,piatto e bicchiere.
Esecuzione: L’esecuzione dell’esperienza è suddivisa in due fasi:
A) Preparazione dei vetrini:
dopo aver pulito i due vetrini portaoggetti e coprioggetti li abbiamo messi sul piatto. Sul
primo vetrino abbiamo messo una foglia di elodea facendo ben attenzione a stenderla bene
e per questo ci siamo aiutati con pinzette e stuzzicadenti. Con la pipetta abbiamo messo
una gocciolina di acqua sulla foglia, facendo attenzione che non fosse troppa, e poi
abbiamo coperto il preparato col vetrino coprioggetti. Sul secondo vetrino abbiamo messo
un piccolo pezzettino di epitelio di cipolla usando le stesse accortezze del primo vetrino.
B) Osservazione al microscopio dei preparati:
il microscopio che abbiamo utilizzato possiede tre obiettivi con ingrandimenti di 4x, 10x,
40x. L’oculare permette invece un ingrandimento di 10x. E’ stato quindi possibile
ingrandire i nostri preparati di 40 volte,100 volte e 400 volte.
Osservazioni e conclusioni: osservando al microscopio le cellule vegetali abbiamo notato che e'
particolarmente evidente la parete cellulare. Le cellule sono apparse come dei rettangoli uno di
seguito all' altro come le piastrelle del pavimento.
Siamo riusciti a vedere anche il nucleo che si trova spostato verso la parete e i cloroplasti
particolarmente evidenti per il colore verde.
Immagini al microscopio:
Figura 1: Epitelio di cipolla
Figura 2: Epitelio di cipolla
Gli alunni di 1C a.s. 2009-2010
Scarica