Ufficio Relazioni

advertisement
Comune di Santarcangelo
Ufficio Stampa
Ufficio Relazioni
con il Pubblico
Centro di informazione comunale
Piazza Ganganelli, 7
47822 Santarcangelo Rn
tel. 0541 356.356
fax 0541 356.300
e-mail:
[email protected]
www.comune.santarcangelo.rn.it
Agli organi d’informazione
COMUNICATO STAMPA
“Frammenti di storia locale”, tornano i Giovedì
della Biblioteca Baldini
Giovedì 16 serata dedicata ad Edmondo Turci
Dal 18 aprile anche una mostra fotografica a cura del Progetto Ethiopia 2008
Tornano gli appuntamenti con i “Giovedì della Biblioteca” organizzati dalla Biblioteca comunale Baldini
questo mese dedicati ai “Frammenti di storia locale”. Il prossimo incontro è fissato per giovedì 16 aprile
alle 21 presso la biblioteca Baldini con una serata dal titolo Il santarcangiolese Edmondo Turci: l’uomo,
l'amicizia con Gabriele d'Annunzio e la “beffa di Buccali”. Per la serata è in programma una conversazione,
corredata da immagini con Gaetano Rossi (fondatore e coordinatore dell'Ass.ne Ricerche Iconografiche e
Storiche di Rimini) e Maurizio Biordi (ispettore onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per
l'Archeologia del Comune di Santarcangelo di Romagna).
Nell’ambito dell’iniziativa “Frammenti di storia locale” verrà inaugurata sabato 18 aprile alle ore 17,30
presso la Biblioteca comunale la mostra fotografica dal titolo “Ho visto più di quanto ricordi, ricordo più
di quanto ho visto. Diario di un viaggio” a cura di Progetto Ethiopia 2008. Dieci ragazzi, studenti dei licei
riminesi tra cui anche una santarcangiolese, hanno realizzato un viaggio – esperienza di incontro e di aiuto
– che li ha condotti attraverso le terre etiopi, da Addis Ababa alla piccola Wasserà (villaggio della regione
Khambatta) da cui sono scaturiti i 35 scatti che compongono la mostra. Un diario “per portare in giro”
l’esperienza di questo viaggio: una terra sconosciuta e lontana con abitudini e tradizioni tanto diverse dalle
nostre ma allo stesso tempo abitata da donne, uomini e bambini a noi così vicini. La consapevolezza che è
scaturita da quest’esperienza è stata fondamentale per la realizzazione del percorso fotografico.
La mostra sarà visitabile dal 18 al 30 aprile negli orari di apertura della Biblioteca “A. Baldini” (dal lunedì al
venerdì 13,30/19 – sabato 8,30/19 – giovedì anche dalle 21 alle 23).
I relatori
Gaetano Rossi, avvocato amministrativista, (in particolare, consulente di Amministrazioni locali del territorio della
Provincia fra le quali Santarcangelo) è un appassionato di storia con particolare riguardo alla storia dell'evoluzione
delle armi (antiche), all'organizzazione militare nei secoli, alla storia patria. Autore di numerosi articoli monografici su
riviste specializzate in tema di armi antiche, ha scritto la trilogia “Armi ed armati della Repubblica di San Marino, dalle
origini ai giorni nostri” (edita da UNESCO, DICASTERO ALLA CULTURA della RSM, per i tipi di Pazzini, V.Verucchio
ed. 1993,1996,1999.)
Ha scritto anche “Con l'Italia nel cuore, Storie di guerra e di prigione” (edito da ROTARY, FONDAZIONE CARIM, per i
tipi di Garattoni Ed., anno 2007)
Autore, con altri, della pubblicazione PIAZZA FERRARI E I SUOI MONUMENTI un intervento fra Storia e restauro
(L'Arengo Quaderni, edito dal COMUNE DI RIMINI)
Dal 2002, ininterrottamente, scrive racconti su nostri combattenti sui vari fronti di guerra e sui decorati riminesi e della
provincia (pubblicati su ARIMINUM, bimestralmente.)
Fondatore della Società di Tiro con Armi ad Avancarica "Compagnia del Passatore" per oltre un ventennio attiva
presso il Poligono di Santarcangelo e anche dell' Associazione ARIES che opera a Rimini dal 2001 (Associazione
Ricerche Iconografiche e Storiche) con iniziative storico-culturali rivolte soprattutto al mondo giovanile.
Maurizio Biordi è un Archeologo di origine santarcangiolese che ha legato il suo nome dapprima all'archeologia
santarcangiolese e riminese in generale,per poi dedicarsi all'antropologia extraeuropea(America precolombiana,Africa
e Oceania) ed alla museologia.
Fondamentali le scoperte avvenute nella frazione di Sant' Ermete e poi nell'intero territorio Comune di Santarcangelo
negli anni '60-'80 che hanno permesso l'identificazione di oltre 70 siti archeologici preprotostorici e romani ed infine la
scoperta di manufatti in pietra del Paleolitico(200.000-150.000 anni fa). Grazie a questi ritrovamenti la storia di
Santarcangelo,fino ad allora ritenuta una città di origine medievale, ora può essere datata alla Prima età della pietra e
ampiamente documentata nell'Età romana. I vari materiali archeologici raccolti sono poi confluiti nel 1973 nell'
Antiquarium Archeologico di Sant' Ermete, da cui poi sorgerà l'attuale Museo Storico-Archeologico di Santarcangelo
ospitato a Palazzo Cenci. Le scoperte e gli studi dedicati archeologici a Santarcangelo hanno poi determinato la
nomina,appena laureato, di Ispettore Onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per l'Archeologia di
Santarcangelo e Poggio Berni che tuttora ricopre.
Dopo una breve esperienza di lavoro nel Comune di Santarcangelo, agli inizi degli anni '80,dove sì è interessato allo
studio del Fondo Antico della Biblioteca Comunale, al Piano Particolareggiato del Centro Storico ed al Piano del
Colore del Centro Storico,ha ricoperto ed tuttora ricopre l'incarico di Dirigente delle Sezione Archeologica del Museo
della Città e del Museo degli Sguardi dei Musei Comunali di Rimini. Varie le iniziative svolte ai Musei Comunali di
Rimini:mostre,convegni di studio,pubblicazioni scientifiche,ecc..
Dopo una questa attività rivolta all'archeologia riminese, si è poi interessato all'archeologia dell'America
precolombiana con viaggi e scavi in Perù, Bolivia e Colombia ed all'antropologia dell'Africa e dell'Oceania. L'impegno
profuso per le culture extraeuropee hanno determinato la nomina di Delegato del Comitato Nazionale Italiano dell'
ICOM (International Council of Museums) presso l'UNESCO a Parigi.
Infine da pochi anni ricopre anche l'incarico di Project Manager del Comune di Rimini a Bruxelles presso l'UNIONE
EUROPEA con vari progetti europei che svolge con i partners europei a Berlino, Norimberga, Vienna, Londra,
Budapest, Madrid.
Santarcangelo, 14 aprile 2009
L’Ufficio stampa
Scarica