Scaric - "Ettore Majorana" Somma Vesuviana

advertisement
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE
“E. MAJORANA”
Via Marigliano, Largo S.. Sossio Tel. 081.8931084
80049 Somma Vesuviana - (Napoli)
PROGRAMMAZIONE
DIDATTICO-EDUCATIVA
TECNOLOGIE APPLICATE
Classe IIA
A.S. 2015/16
Prof. Ing. Giuseppe CIRILLO
1. Obiettivi educativi e scolastici generali
 Rispetto della legalità e delle norme per la civile convivenza;
 Incremento della motivazione all’apprendimento e della permanenza a scuola;
 Capacità di operare scelte responsabili;
 Formazione di una coscienza civica, attraverso la ricerca storica dei valori morali,
politici e religiosi.
2. Obiettivi educativi e scolastici della disciplina
Gli obiettivi della disciplina sono divisibili in conoscenze, capacità e competenze,
intendendo per conoscenze l’avvenuto apprendimento delle leggi che regolano il
funzionamento dei principali componenti in uso e dei principali circuiti dell’elettronica
analogica e delle conversioni che genera, elabora e distribuisce segnali, per capacità il
saper individuare e applicare le leggi studiate in un processo di analisi delle reti
principali dell’elettronica e per competenze il saper utilizzare tali leggi in un processo di
sintesi e progetto delle reti principali dell’elettronica. Gli obiettivi minimi vanno intesi
come semplice "conoscenza" della maggior parte degli argomenti svolti, con
applicazione delle formule di minor complessità algebrica, e“ capacità” generale di
analisi dei più semplici circuiti studiati. Il raggiungimento di tali obiettivi minimi alla
fine dell’anno scolastico comporta una valutazione complessiva sufficiente. Si riportano
di seguito i moduli in cui è stata suddivisa l’attività svolta.
3.Strumenti di lavoro
Gli strumenti di lavoro utilizzati sono naturalmente legati al tipo di attività che si intende
svolgere e agli itinerari didattici che si intende percorrere per conseguire gli obiettivi
prefissati.
Agli strumenti classici, quali lavagna e libri di testo, verranno affiancati strumenti più
efficaci come proiettore collegato al PC, o più specifici come Personal Computer e
programmi applicativi, nonché fotocopie in sostituzione e/o integrazione del testo.
4. Descrizione dei contenuti
Modulo
METROLOGIA
M1








Cenni storici
Cos’è la metrologia
Cos’è un’unità di misura
Cos’è una misura
Come si misura
Quali unità di misura
Cos’è un sistema di unità di misura
Il sistema internazionale
MATERIALI




M2








Proprietà dei materiali
Tipi di materiali
Tipi di proprietà
Proprietà: fisiche, chimiche e strutturali, meccaniche,
tecnologiche
Ferro e le sue leghe
L’altoforno
Ghisa
Acciaio
Produzione dell’acciaio
Colata dell’acciaio
Semilavorati in acciaio
Materiali non ferrosi
ELETTRICITA’
M3





Generalità sull’elettricità
Elettrizzazione
Struttura dell’atomo
Elettrizzazione dell’atomo
Conduttori ed isolanti









Tensione elettrica
Corrente elettrica
Generatori di corrente continua
Intensità di corrente elettrica
Resistenza elettrica
Circuito elettrico
Potenza elettrica
Energia elettrica
Effetti della corrente elettrica
Modulo
U.D. N.4 ELETTROMAGNETISMO
M4






Generalità
Magnetismo
Campo magnetico
Induzione elettromagnetica
Corrente alternata
Corrente continua
PRODUZIONE E TRASMISSIONE DELL’ ELETTRICITA’
M5









Generalità sulle centrali elettriche
Centrali termoelettriche
Centrali geotermoelettriche
Centrali nucleari
Centrali idroelettriche
Centrali eoliche
Centrali solari
Trasmissione dell’elettricità
Il trasformatore
IMPIANTI ELETTRICI
M6





Distribuzione in bassa tensione
Rete di distribuzione
Rete interna
Dispositivi di sicurezza
Conduttori
 Comandi
 Utilizzatori
 Lampade
ELETTRONICA
M7










Generalità
Componenti elettronici
Resistori
Condensatori
Induttori
Semiconduttori
Giunzione P-N
Diodi
Transistor
Trasduttori
TELECOMUNICAZIONI
M8









Introduzione
Cenni storici
Segnali e mezzi di trasmissione
Cavi metallici
Cavi in fibra ottica
Onde elettromagnetiche
Antenne
Le onde elettromagnetiche
Telefonia
La suddivisione e la presentazione dei moduli secondo i periodi indicati potrebbe
subire delle variazioni per adeguarsi alla classe.
5. Metodi e Strumenti didattici
Metodologie
Per quanto riguarda il metodo di lavoro verranno utilizzate le seguenti metodologie:
 prima di introdurre un nuovo argomento, dichiarare il percorso che si intende
seguire descrivendo lo schema dell'argomento stesso;
 in classe utilizzare la lezione frontale, la lezione dialogata (domande per
sollecitare gli alunni ad una maggiore partecipazione), la scoperta guidata
utilizzando elementi iconici (schemi, tabelle e grafici) e organizzando le
esercitazioni attraverso la somministrazione di schede;
 le esercitazioni attraverso attività individuali e di gruppo (per gruppi omogenei ed
eterogenei) guidate dall’insegnante che stimolino quanto più possibile l’interesse
degli allievi;
 aiutare i ragazzi ad organizzare il quaderno della materia.
Strategie e metodo per il recupero in itinere
Per sostenere i ragazzi in difficoltà verranno attuati interventi di recupero in itinere
(ogniqualvolta se ne presenti la necessità: sia dopo l'esecuzione di verifiche formative
e/o sommative, sia durante il normale svolgimento delle lezioni) che si possono proporre
secondo le seguenti strategie:
 riesporre, in forma diversa da quella presentata in precedenza, concetti e/o
argomenti;
 utilizzare elementi iconici (schemi, tabelle e grafici);
 proporre schede o esercitazioni tipo da risolvere inizialmente con la guida
dell'insegnante e poi in modo sempre più autonomo;
 assegnare esercizi che stimolino l'interesse, ulteriori esercizi sugli argomenti non
compresi, un "tutor" a chi ha difficoltà;
 proporre lavori di gruppo da svolgere sotto la guida dell'insegnante e/o del tutor.
6. Criteri di valutazione e strumenti
Criteri di valutazione
Riguardo agli obiettivi cognitivi specifici si valuteranno:
 il grado di apprendimento dei contenuti;
 la capacità di applicazione;
 la capacità di collegare, sistemare e rielaborare i concetti appresi;
 le abilità intuitive e creative;
 le capacità espressive e l'uso di un corretto linguaggio specifico.
Riguardo agli obiettivi formativi si ritiene necessario porre l’accento sulla necessità di
rilevare:
 l'impegno a casa;
 il comportamento e la partecipazione alle lezioni in classe, in laboratorio e durante
i lavori di gruppo.
Strumenti di valutazione
Le abilità riguardanti gli obiettivi cognitivi si possono rilevare:
 con verifiche scritte formative e sommative, sotto forma di questionari a domanda
aperta e/o test oggettivi;
 con verifiche orali;
 con prove di laboratorio;
 osservando come il ragazzo risponde agli stimoli offerti dall'insegnante, siano essi
costituiti da domande rivolte ai singoli o all'intera classe, dalla richiesta di
esecuzione di esercizi, schede, esercitazioni in laboratorio.
Si prevede di sottoporre gli allievi, per ogni quadrimestre, tre verifiche orali, due
verifiche scritte anche sotto forma di test semistrutturati, tre verifiche di laboratorio, più
eventuali prove di recupero qualora se ne presentasse la necessità;
Il conseguimento degli obiettivi formativi verrà stabilito:
 dall'osservazione sistematica delle modalità di partecipazione alle lezioni in classe
, in laboratorio e durante le esercitazioni guidate e/o di gruppo;
 dal controllo periodico dei compiti svolti a casa;
 dalla puntualità nelle consegne;
 dall'ordine con cui organizza il quaderno della materia;
 osservando se solitamente è provvisto o meno del materiale necessario per seguire
la lezione
OBIETTIVI MINIMI DIVISI IN ABILITA’ E CONOSCENZE
Conoscenze
- I materiali e loro caratteristiche fisiche, chimiche, biologiche e tecnologiche
- Le caratteristiche dei componenti e dei sistemi di interesse
- Le strumentazioni di laboratorio e le metodologie di misura e di analisi
- La filiera dei processi caratterizzanti l’indirizzo e l’articolazione
-Elementi di metrologia
-Usare in modo corretto e razionale gli strumenti di misura
-Saper vedere l’elettricità come forma di energia
-Applicare le leggi fondamentali dell’elettrologia
-Magnetismo
-Induzione elettromagnetica
- Centrali termoelettriche
-Centrali geotermiche
-Centrali solari
-Distribuzione in bassa tensione
-Componenti elettronici
- Mezzi di trasmissione
Abilità
- Riconoscere le proprietà dei materiali e le funzioni dei componenti
- Utilizzare strumentazioni, principi scientifici, metodi elementari di progettazione,
analisi e calcolo riferibili alle tecnologie di interesse
- Analizzare, dimensionare e realizzare semplici dispositivi e sistemi; analizzare e
applicare procedure di indagine
- Riconoscere, nelle linee generali, la struttura dei processi produttivi e dei sistemi
organizzativi dell’area tecnologica di riferimento.
-Grandezze elettriche tensione intensità di corrente
-Generatori di corrente continua
-Comprendere gli effetti reciproci di elettricità e magnetismo
-Capire il funzionamento dei motori elettrici
-Comprendere le problematiche relative alla trasmissione dell’elettricità
-Comprendere l’articolazione della rete di distribuzione
- Riconoscere le proprietà dei principali componenti elettronici
-Comprendere le caratteristiche dei diversi mezzi di trasmissione
Somma Vesuviana, li 10 Ottobre 2015
IL PROFESSORE
PROF. ING. CIRILLO GIUSEPPE
Scarica