Ambulatorio di diagnostica cutanea

annuncio pubblicitario
Ambulatorio di diagnostica cutanea
Il melanoma e i diversi tumori della cute sono facilmente curabili
quando la loro diagnosi è precoce.
L’ambulatorio di diagnostica cutanea allo IEO è attrezzato con le tecnologie più avanzate, ad
oggi disponibili nella pratica clinica, per valutare il grado di rischio individuale del singolo
paziente e personalizzare il programma di prevenzione dei tumori cutanei.
Una visita per la valutazione dei nei viene consigliata a tutti gli individui a
partire dai 15 anni
IEO Istituto Europeo di Oncologia srl
Divisione di Chirurgia dei Melanomi e Sarcomi
Direzione Marketing Comunicazione e Customer Service
Programma di diagnostica cutanea
FASE PRIMA: VISITA CLINICA
Il nostro specialista valuterà i fattori di rischio del paziente per tumori cutanei e condurrà un
esame clinico accurato e completo di tutta la cute con l’ausilio del dermatoscopio manuale per
la valutazione in epiluminescenza dei nevi.
Fattori di rischio
• storia familiare di tumori della pelle
• storia personale di tumori della pelle
• scottature solari in età pediatrica
• fototipo chiaro (1 e 2)
• numerosi nevi atipici (sindrome del nevo displastico)
FASE SECONDA: PERCORSO PERSONALIZZATO
PERCORSO I°
Paziente a basso rischio, ossia comparabile con il rischio della popolazione generale: il nostro
specialista suggerisce dei controlli annuali da effettuarsi con dermatoscopio manuale per la
valutazione in epiluminescenza dei nevi.
IEO Istituto Europeo di Oncologia srl
Divisione di Chirurgia dei Melanomi e Sarcomi
Direzione Marketing Comunicazione e Customer Service
PERCORSO II°
Paziente con neo atipico: In genere, con una diagnosi di un nevo atipico o una lesione
sospetta per tumore cutaneo viene indicata la biopsia o l’asportazione completa della lesione
per una diagnosi istologica.
In IEO, è possibile effettuare lo studio della
lesione sospetta con il Microscopio laser
Confocale.
Si tratta di una tecnologia non invasiva che senza incidere la cute consente di studiare gli
strati superficiali della cute interessata da lesioni sospette ed effettuare una “biopsia ottica in
vivo”, per selezionare le lesioni da asportare rispetto a quelle da ricontrollare.
PERCORSO III°
Paziente a rischio: nei casi in cui il paziente dovesse avere un rischio di sviluppare tumori
della pelle maggiore di quello della popolazione generale, è possibile effettuare una visita
con Mappa Corporea Digitale (MCD)
IEO Istituto Europeo di Oncologia srl
Divisione di Chirurgia dei Melanomi e Sarcomi
Direzione Marketing Comunicazione e Customer Service
La Mappa Corporea Digitale (MCD) è una
visita con esame strumentale che consente di
creare
una
“mappa”
fotografica
della
superficie corporea (total body photography)
e di acquisire una serie di immagini
demoscopiche
ad
alta
risoluzione.
La
combinazione delle due tecniche consente di
analizzare e registrare nel modo più accurato
possibile le LESIONI CUTANEE
e di
identificare MODIFICAZIONI microscopiche
rispetto al passato.
Cosa possiamo fare per prevenire i Tumori cutanei ed il melanoma?
Alcuni comportamenti possono ridurre, ma non annullare, il rischio di sviluppare tumori della
pelle.
In generale è consigliabile:
• prendere il sole in maniera moderata, soprattutto durante l’età infantile (fino ai 20 anni),
evitando gli eccessi e le conseguenti ustioni ad ogni età
• proteggere la pelle evitando di esporsi al sole durante le ore più calde (tra le 10 e le 16),
evitando l’uso di lampade o lettini abbronzanti a scopo cosmetico
• indossare cappelli e occhiali da sole e usare creme protettive adeguate al proprio tipo di
pelle, applicandole più volte in modo da assicurare una copertura continua quando ci si
espone al sole
• una dieta povera di grassi e ricca di sostanze antiossidanti come le vitamine A, C, D, E, il
coenzima Q e il betacarotene
IEO Istituto Europeo di Oncologia srl
Divisione di Chirurgia dei Melanomi e Sarcomi
Direzione Marketing Comunicazione e Customer Service
E’ necessario controllare periodicamente l’aspetto dei propri nei, sia
autonomamente sia consultando lo specialista.
Le caratteristiche di un neo da osservare possono essere riassunte con la sigla ABCDE:
A come Asimmetria: la forma di un neo (benigno) è generalmente circolare o comunque
regolare, quella del melanoma è irregolare
B come Bordi: nel melanoma, irregolari e distinti
C come Colore: nel melanoma è variabile (ovvero con sfumature diverse all’interno del neo
stesso dal nero intenso al marrone fino al rosso)
D come Dimensioni: nel melanoma, sono in aumento, sia in larghezza sia in spessore
E come Evoluzione: nel melanoma, le caratteristiche del neo (simmetria, bordi, colore,
dimensioni) cambiano nel tempo
Nota Medico Legale
Le metodiche utilizzate non sostituiscono i controlli periodici e non escludono con assoluta certezza che possa
essere presente un melanoma privo di caratteristiche cliniche o strumentali specifiche oppure non
diagnosticabile in base ai criteri attualmente disponibili, né che possa insorgere un melanoma sui nevi di cui si
è portatori o su cute sana.
È comunque fondamentale, ai fini della prevenzione del melanoma, seguire scrupolosamente i consigli del
Dermatologo e i controlli programmati.
IEO Istituto Europeo di Oncologia srl
Divisione di Chirurgia dei Melanomi e Sarcomi
Direzione Marketing Comunicazione e Customer Service
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard