mosaico italia - Scuola Coop Montelupo

advertisement
SEMINARIO NAZIONALE ANCC-COOP
MOSAICO ITALIA
differenze, identità, valori
Giovedì, 7 luglio 2011 -Scuola Coop, Montelupo Fiorentino (FI),
Sala Auditorim
Note Biografiche dei Relatori
Giacomo Vaciago, 69 anni, economista e saggista italiano, insegna Economia Politica
dal 1970 e dal 1989 è professore ordinario di Politica Economica all’Università Cattolica di Milano
dove è anche direttore dell'Istituto di Economia e Finanza.
Dal 1976 è membro della Società Italiana degli Economisti e dal 2000 al 2004 è stato presidente di
ref. (Ricerche per l'Economia e la Finanza).
E’ stato Consigliere Economico di Citibank, Presidente di Citinvest, e Visiting Scholar alla Fed,
Washington. Ha collaborato con il C.N.R. e l’Ancitel.
Più volte è stato consulente del Governo, della Presidenza del Consiglio, del Ministero del Bilancio e
della Programmazione economica, del Ministero delle Finanze, del Ministero per i Beni e le Attività
Culturali.
Dal 1994 al 1998 è stato sindaco di Piacenza, sua città natale, a capo di una coalizione di
centrosinistra.
Dal 1983 è editorialista de Il Sole 24 Ore.
Ilvo Diamanti, 59 anni, insegna Scienza Politica nella Facoltà di Sociologia dell’Università
degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, dove inoltre è prorettore per i rapporti internazionali e con il
territorio . Presso la Facoltà di Sociologia ricopre l’incarico di direttore del Laboratorio di Studi
Politici e Sociali (LaPolis). Dal 1995 insegna “Régimes Politiques Comparés” presso l’Ecole
Doctorale di Paris II, Panthéon-Assas.
Dal 1999 al 2003 è stato direttore scientifico della Fondazione Nord Est di Venezia e attualmente è
il presidente dell'Istituto Demos & Pi di Vicenza di cui ha anche la responsabilità scientifica.
Fino al 2001 ha collaborato con il quotidiano Il Sole 24 Ore. Attualmente è editorialista del
quotidiano la Repubblica, dove settimanalmente disegna "Mappe" della politica e della società
italiana. Sempre in collaborazione con La Repubblica, cura l'osservatorio annuale “Gli italiani e lo
Stato” che periodicamente ospita anche la divulgazione dei risultati dell'”Osservatorio sul Capitale
Sociale degli Italiani” curato da Demos & Pi per Ancc-Coop.
Su "Il Gazzettino di Venezia cura da oltre dieci anni l'Osservatorio sul Nordest, che propone ogni
settimana indagini, analisi e commenti.
Luigino Ceccarini,
insegna Sociologia presso l’Università di Urbino e nella stesso
università è membro fondatore de Lapolis, Laboratorio di Studi politici e Sociali.
Fa parte del gruppo di ricerca di Itanes (Italian National Election Studies) dell'Istituto Cattaneo. Si
occupa in particolare di Sociologia politica e metodi e tecniche di analisi della domanda sociale e
politica. I suoi studi sono rivolti principalmente sul rapporto tra società e politica nel cambiamento
del sistema italiano, sul rapporto tra i cattolici e la politica e sulle nuove forme di partecipazione.
Assieme ad Ilvo Diamanti e a Fabio Bordignon cura l'Osservatorio sul capitale sociale degli italiani
Demos-Coop e l'indagine annuale su Gli italiani e lo Stato per Demos-Repubblica.
Domenico De Masi,
insegna Sociologia del Lavoro presso l’Università “La Sapienza” ed
è Direttore scientifico di S3.Studium.
Dopo alcune iniziali esperienze aziendali all’Italsider dal 1980 si dedica esclusivamente
all’insegnamento universitario, alla formazione e alla ricerca socio-organizzativa.
Ha fondato ed è stato presidente della SIT, Società Italiana per il Telelavoro.
E’ past-president dell’ In/Arch, Istituto Nazionale Architettura, assessore del comune di Ravello,
presidente per due mandati della Fondazione di Ravello.
Sempre a Ravello ha fondato e diretto la Scuola Internazionale di Management Culturale per la
professionalizzazione dei neo-laureati in organizzazione di eventi. In questo lavoro è stato
coadiuvato da Calogero Catania. Con Ermete Realacci e Alessandro Profumo ha fondato Symbola,
associazione delle imprese eccellenti.
Ha tenuto conferenze e svolto ricerche in Brasile, dove è cittadino onorario di Rio de Janeiro. Ha
viaggiato, tenuto lezioni e conferenze anche in molti altri Paesi, tra cui Stati Uniti, Cina, Egitto,
Marocco, Repubblica democratica del Congo, Messico, Venezuela, Argentina.
Grazie alla sua attività è oggi Commendatore dell’Ordine del Rio Branco, ha la Medaglia del merito
“Anita Garibaldi”, fa parte dell’ Ordine al merito della Repubblica Italiana, è Ufficiale della
Repubblica e ha ricevuto il Premio Leonardo.
Romolo De Camillis, Retailers Director di Nielsen. Laureato in economia, perfeziona gli
studi con corsi di specializzazione in marketing e retailing ed un’esperienza formativa nel mondo
della Gdo.
Entra in Nielsen nel 1997 come Retailer Analyst e collabora all’implementazione del nuovo sistema
informativo di marketing per i clienti della distribuzione. Successivamente entra a far parte della
direzione commerciale Retailer e ricopre ruoli di sempre maggiore importanza a contatto con i
principali clienti della Distribuzione Moderna. Prima dell’attuale incarico ha assunto la responsabilità
dei servizi di Merchandising e del marketing dei Retailer.
Roberto Ravazzoni,
53 anni, dopo la laurea in Economia all’Università di Parma ha
conseguito il Dottorato di Ricerca (Ph.D) in Economia Aziendale con sede amministrativa presso
l’Università Bocconi di Milano.
Attualmente è professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso la Facoltà di
Scienze della Comunicazione e dell’Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia, dove
insegna “Economia e Gestione delle Imprese Commerciali” e “Strategia e Gestione delle Relazioni
di Canale”.
Da diversi anni è Coordinatore di Ricerca presso il CERMES – Centro di Ricerche sui Mercati e sui
Settori Industriali dell’Università Bocconi.
Oscar Farinetti,
57 anni, dopo aver lasciato gli studi di Economia e Commercio presso
l’Università degli studi di Torino entrò a lavorare nell’azienda di famiglia vicino Alba chiamata
UniEuro Market. Tra il 1978 e il 2003 ne prese il controllo e la trasformò in una delle più
importanti e note catene di vendita di elettrodomestici in Italia ribattezzandola UniEuro.
Dal 2002 al luglio 2003 è nel board della multinazionale inglese Dixons e, negli stessi anni,
collabora ad attività didattiche per l'Istituto Cermes-Bocconi e per l'Università degli Studi di Parma.
Il 27 gennaio 2007 apre a Torino il format Eataly, primo supermercato al mondo dedicato
interamente ai cibi di alta qualità, e nel settembre 2008 lascia la poltrona di amministratore
delegato per rimanerne presidente. Nel frattempo segue le aperture di altri Eataly: a Milano
(ottobre 2007), a Tokyo (settembre 2008), a Bologna (in partnership con librerie.coop; dicembre
2008), a New York (2009).
Dal luglio 2008 è amministratore delegato dell'azienda vitivinicola Fontanafredda.
Scarica