Messaggero Veneto

annuncio pubblicitario
11a edizione
udine
10
7
maggio '15
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
MESSAGGERO VENETO MARTEDÌ 5 MAGGIO 2015
VICINO / LONTANO
45
VERSO IL FESTIVAL
Libreria Friuli:
da oggi alle 15
lettura collettiva
di “Congo”
La copertina del libro
◗ UDINE
Il teatro, la musica, la danza
e la riflessione sale sul palco
Lo spettacolo del festival: stasera si comincia col piano solo di Glauco Venier
di Gian Paolo Polesini
l pensiero si avvinghia al teatro, sperando in una via
d’uscita fragorosa. vicino/
lontano, per l’undicesima volta,
insegue il ragionamento dell’attimo. Quello raccolto l’anno precedente, forse, è già obsoleto. L’avvicinamentodi oggialfestival(da
giovedì a domenica) ha il passo
leggero dello spettacolo, la forma
di comunicazione di maggiore
impatto emotivo. La messinscena aiuta a smantellare la riluttanza della conoscenza, semmai ci fosse. C’è un ricco movimento d’arte che si mescola e
corrobora un cartellone come
sempre strutturato al ragionamento diretto. «All’esposizione
deve per forza seguire l’azione»,
spiega Andrea Gherpelli, l’attore scelto per articolare, appunto, fra esposizione e azione, la
serata del premio Terzani, sabato sera al Giovanni da Udine.
«Abbiamo tutti bisogno di un
gesto teatrale delicato, che compensi la violenza. Io sono per il
no-intrattenimento fine a se
stesso. Ben vengano, per carità,
risate e lacrime, ma se poco t’infili in tasca e soprattutto in testa, la perdita dello scopo è evidente». L’anteprima di oggi, alle 21 in San Francesco, è griffata
dal pianismo di Glauco Venier,
un artigiano della musica. E,
per questo, la performance è sostenuta da Confartigianato Udine per l’anniversario dei set-
I
INFO
Nelle foto in
alto: gli attori
Andrea
Gherpelli e
Giuliana Musso
e i ballerini
dello
spettacolo
“Mnai’s
Around”; a
fianco, un
ritratto di
Glauco Venier,
il musicista e
compositore
friulano che
questa sera
alle 21 in San
Francesco, alle
21, sarà in
compagnia del
suo pianoforte
❙❙ Sono aperti in via Cavour e in
piazzaMatteotti due infopoint, dove si
può ritirareil materiale informativo su
vicino/lontano e sottoscrivere la
tesseradegli "Amici di vicino/lontano".
Dal pomeriggio di giovedì7 è attivo
anchel'infopoint diLargo Ospedale
Vecchio, di fronte alla chiesa di San
Francesco.
Lapartecipazione a tutti gli eventi del
festivalè libera fino a esaurimento dei
postidisponibili.
Èa pagamento Penisolâti, venerdì 8,
alle21, Teatro San Giorgio.
Perla Chiesa di San Francesco è
previstoun ingresso preferenziale
(dalla porta laterale) per gli "Amici di
vicino/lontano"-fino a10 minuti prima
dell'iniziodi ogni evento -su
presentazione dellatessera 2015.
tant’anni. Venier, compositore
ed esecutore di fama mondiale,
metterà in esposizione un progetto dal titolo evocativo, I ferri
del mestiere. Un piano solo realizzato per la prestigiosa etichetta Ecm, di prossima uscita e costruito su miniature musicali,
piccole improvvisazioni libere
che muovono dalle sonorità di
vari strumenti percussivi ed etnici. I dieci ballerini di Africa,
uno dei quadri tematici dello
spettacolo Mnai’s Around del
gala Terzani, faranno esplodere
l’hip hop contro il razzismo.
Una gestualità energica che lascerà solchi.
Totem e tabù, segnala l’inse-
gna 2015. Dobbiamo scegliere i
più solidi, scacciando i pregiudizi, se possibile. «Vorrei sentir
parlare di “condivisione” e di
valori - dice Gherpelli, che leggerà anche alcuni passi di Congo di David van Reybrouck, il libro vincitore - e allora sarebbe
feticcio utile alla causa, altrimenti c’è da stare all’occhio.
Troppi pericolosi falsi miti in giro. Sui tabù, be’, discorso impegnativo. Abbiamo cominciato a
raccoglierli da ragazzini, educazioni in eccesso delle quali non
ci siamo mai liberati».
Sbrigata la pratica inaugurazione, e siamo a giovedì alle 19,
luci sul palco per Sexmachine di
e con Giuliana Musso. La regia è
di Massimo Somaglino. Sei personaggi per formare un quadro
di contemporanea umanità
multiforme e complessa.
Loris Vescovo, Targa Tenco
2014, con Penisolâti (venerdì 8
al San Giorgio) si concentra sui
temi dell'isolamento e del distacco, e si potrebbe quindi definire un disco di geografia fisica. Le emozioni, la passione e il
dolore hanno da affrontare
asperità e disagi dal passo affaticato ma anche spazi meravigliosi, angoli sempre nuovi da riscoprire, in un atlante complesso
del vivere.
La voce narrante è del gigan-
te Omero Antonutti, la musica è
di Valter Sivilotti e le voci saranno quelle aquileiesi del Coro
Natissa. E vien fuori Strolic (domenica alle 21, sempre in San
Francesco), un’idea di Luca Bonutti su testi di Pietro Zorutti,
poeta furlan dell’Ottocento arguto antropologo della gente
sua. Una produzione Mittelfest,
in collaborazione con Arlef, Rai
Fvg e Società Filologia Friulana.
E sullo slancio del finale, sempre domenica, ma alle 19, con
LeggerMente penetreremo Il
tunnel, lettura scenica da Friedrich Dürrenmatt a cura di Paolo Patui.
©RIPRODUZIONERISERVATA
Aspettando Vicino/Lontano
2015, in cartellone dal 7 al 10
maggio, si moltiplicano gli
eventi che a Udine siglano il
conto alla rovescia per l’XI edizione del festival. E spicca in
programma, oggi, alle 18, alla
Libreria Feltrinelli Casa Ansa,
la presentazione del volume di
Carlo Gambalonga, frutto di un
grande lavoro di ricerca e testimonianza vissuto dall’autore
in prima persona, redazionalmente. Le vicende dell’agenzia
che oggi conta tra i soci editori i
principali quotidiani italiani,
con 22 sedi in Italia e uffici di
corrispondenza in tutto il mondo, sono così ripercorse dal primo dispaccio sui bombardamenti alleati in Germania, del
15 gennaio 1945, in un intenso
e quotidiano diario del Paese.
Dialogherà con l’autore il responsabile della sede Ansa di
Trieste, Pierluigi Franco.
Sempre oggi, alle 15 alla Libreria Friuli prende il via la lettura collettiva di estratti significativi dal libro Congo di David
Van Reybrouck, Premio Terzani 2015. L’iniziativa, su coordinamento di Gianni Cianchi, è
realizzata in collaborazione
con Teatro Club Udine e con il
Palio Teatrale Studentesco Città di Udine-Ciro Nigris. E stasera, nella Chiesa di San Francesco alle 21, per il concerto I ferri
del mestiere, protagonista sarà
un grande “artigiano della musica”, il pianista e compositore
Glauco Venier. La serata è un
omaggio di Confartigianato
Udine alla città per festeggiare
il suo 70˚ anniversario. Domani, mercoledì, al Visionario alle
20, la sezione V/LDigital si aprirà con la proiezione del documentario The Internet’s Own
Boy: The Story Of Aaron Swartz
di Brian Knappenberger, appuntamento conclusivo del ciclo Mondovisioni di Internazionale, che Cec e Vicino/Lontano
hanno presentato quest’anno
insieme. Il documentario ricostruisce la vita e le battaglie di
Aaron Swartz, uno dei più geniali innovatori della rete. La
sua lotta per il libero accesso alle informazioni e alla conoscenza lo ha portato a un’incriminazione per reati informatici e frode: un incubo legale durato
due anni e terminato con il suicidio a soli 26 anni. Interverrà il
curatore della sezione V/L Digital, Fabio Chiusi. Sempre domani alle 18 alla galleria Modotti, si aprirà la personale di
Egard De Bono, a cura del Comune di Udine.
11a edizione
udine
10
7
MESSAGGERO VENETO
maggio
'15 MARTEDÌ 5 MAGGIO 2015
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
45
data: 05/05/2015
pagina: 45
VICINO / LONTANO
VERSO IL FESTIVAL
Libreria Friuli:
da oggi alle 15
lettura collettiva
di “Congo”
La copertina del libro
◗ UDINE
Il teatro, la musica, la danza
e la riflessione sale sul palco
Lo spettacolo del festival: stasera si comincia col piano solo di Glauco Venier
di Gian Paolo Polesini
l pensiero si avvinghia al teatro, sperando in una via
d’uscita fragorosa. vicino/
lontano, per l’undicesima volta,
insegue il ragionamento dell’attimo. Quello raccolto l’anno precedente, forse, è già obsoleto. L’avvicinamentodi oggialfestival(da
giovedì a domenica) ha il passo
leggero dello spettacolo, la forma
di comunicazione di maggiore
impatto emotivo. La messinscena aiuta a smantellare la riluttanza della conoscenza, semmai ci fosse. C’è un ricco movimento d’arte che si mescola e
corrobora un cartellone come
sempre strutturato al ragionamento diretto. «All’esposizione
deve per forza seguire l’azione»,
spiega Andrea Gherpelli, l’attore scelto per articolare, appunto, fra esposizione e azione, la
serata del premio Terzani, sabato sera al Giovanni da Udine.
«Abbiamo tutti bisogno di un
gesto teatrale delicato, che compensi la violenza. Io sono per il
no-intrattenimento fine a se
stesso. Ben vengano, per carità,
risate e lacrime, ma se poco t’infili in tasca e soprattutto in testa, la perdita dello scopo è evidente». L’anteprima di oggi, alle 21 in San Francesco, è griffata
dal pianismo di Glauco Venier,
un artigiano della musica. E,
per questo, la performance è sostenuta da Confartigianato Udine per l’anniversario dei set-
I
INFO
Nelle foto in
alto: gli attori
Andrea
Gherpelli e
Giuliana Musso
e i ballerini
dello
spettacolo
“Mnai’s
Around”; a
fianco, un
ritratto di
Glauco Venier,
il musicista e
compositore
friulano che
questa sera
alle 21 in San
Francesco, alle
21, sarà in
compagnia del
suo pianoforte
❙❙ Sono aperti in via Cavour e in
piazzaMatteotti due infopoint, dove si
può ritirareil materiale informativo su
vicino/lontano e sottoscrivere la
tesseradegli "Amici di vicino/lontano".
Dal pomeriggio di giovedì7 è attivo
anchel'infopoint diLargo Ospedale
Vecchio, di fronte alla chiesa di San
Francesco.
Lapartecipazione a tutti gli eventi del
festivalè libera fino a esaurimento dei
postidisponibili.
Èa pagamento Penisolâti, venerdì 8,
alle21, Teatro San Giorgio.
Perla Chiesa di San Francesco è
previstoun ingresso preferenziale
(dalla porta laterale) per gli "Amici di
vicino/lontano"-fino a10 minuti prima
dell'iniziodi ogni evento -su
presentazione dellatessera 2015.
tant’anni. Venier, compositore
ed esecutore di fama mondiale,
metterà in esposizione un progetto dal titolo evocativo, I ferri
del mestiere. Un piano solo realizzato per la prestigiosa etichetta Ecm, di prossima uscita e costruito su miniature musicali,
piccole improvvisazioni libere
che muovono dalle sonorità di
vari strumenti percussivi ed etnici. I dieci ballerini di Africa,
uno dei quadri tematici dello
spettacolo Mnai’s Around del
gala Terzani, faranno esplodere
l’hip hop contro il razzismo.
Una gestualità energica che lascerà solchi.
Totem e tabù, segnala l’inse-
gna 2015. Dobbiamo scegliere i
più solidi, scacciando i pregiudizi, se possibile. «Vorrei sentir
parlare di “condivisione” e di
valori - dice Gherpelli, che leggerà anche alcuni passi di Congo di David van Reybrouck, il libro vincitore - e allora sarebbe
feticcio utile alla causa, altrimenti c’è da stare all’occhio.
Troppi pericolosi falsi miti in giro. Sui tabù, be’, discorso impegnativo. Abbiamo cominciato a
raccoglierli da ragazzini, educazioni in eccesso delle quali non
ci siamo mai liberati».
Sbrigata la pratica inaugurazione, e siamo a giovedì alle 19,
luci sul palco per Sexmachine di
e con Giuliana Musso. La regia è
di Massimo Somaglino. Sei personaggi per formare un quadro
di contemporanea umanità
multiforme e complessa.
Loris Vescovo, Targa Tenco
2014, con Penisolâti (venerdì 8
al San Giorgio) si concentra sui
temi dell'isolamento e del distacco, e si potrebbe quindi definire un disco di geografia fisica. Le emozioni, la passione e il
dolore hanno da affrontare
asperità e disagi dal passo affaticato ma anche spazi meravigliosi, angoli sempre nuovi da riscoprire, in un atlante complesso
del vivere.
La voce narrante è del gigan-
te Omero Antonutti, la musica è
di Valter Sivilotti e le voci saranno quelle aquileiesi del Coro
Natissa. E vien fuori Strolic (domenica alle 21, sempre in San
Francesco), un’idea di Luca Bonutti su testi di Pietro Zorutti,
poeta furlan dell’Ottocento arguto antropologo della gente
sua. Una produzione Mittelfest,
in collaborazione con Arlef, Rai
Fvg e Società Filologia Friulana.
E sullo slancio del finale, sempre domenica, ma alle 19, con
LeggerMente penetreremo Il
tunnel, lettura scenica da Friedrich Dürrenmatt a cura di Paolo Patui.
©RIPRODUZIONERISERVATA
Aspettando Vicino/Lontano
2015, in cartellone dal 7 al 10
maggio, si moltiplicano gli
eventi che a Udine siglano il
conto alla rovescia per l’XI edizione del festival. E spicca in
programma, oggi, alle 18, alla
Libreria Feltrinelli Casa Ansa,
la presentazione del volume di
Carlo Gambalonga, frutto di un
grande lavoro di ricerca e testimonianza vissuto dall’autore
in prima persona, redazionalmente. Le vicende dell’agenzia
che oggi conta tra i soci editori i
principali quotidiani italiani,
con 22 sedi in Italia e uffici di
corrispondenza in tutto il mondo, sono così ripercorse dal primo dispaccio sui bombardamenti alleati in Germania, del
15 gennaio 1945, in un intenso
e quotidiano diario del Paese.
Dialogherà con l’autore il responsabile della sede Ansa di
Trieste, Pierluigi Franco.
Sempre oggi, alle 15 alla Libreria Friuli prende il via la lettura collettiva di estratti significativi dal libro Congo di David
Van Reybrouck, Premio Terzani 2015. L’iniziativa, su coordinamento di Gianni Cianchi, è
realizzata in collaborazione
con Teatro Club Udine e con il
Palio Teatrale Studentesco Città di Udine-Ciro Nigris. E stasera, nella Chiesa di San Francesco alle 21, per il concerto I ferri
del mestiere, protagonista sarà
un grande “artigiano della musica”, il pianista e compositore
Glauco Venier. La serata è un
omaggio di Confartigianato
Udine alla città per festeggiare
il suo 70˚ anniversario. Domani, mercoledì, al Visionario alle
20, la sezione V/LDigital si aprirà con la proiezione del documentario The Internet’s Own
Boy: The Story Of Aaron Swartz
di Brian Knappenberger, appuntamento conclusivo del ciclo Mondovisioni di Internazionale, che Cec e Vicino/Lontano
hanno presentato quest’anno
insieme. Il documentario ricostruisce la vita e le battaglie di
Aaron Swartz, uno dei più geniali innovatori della rete. La
sua lotta per il libero accesso alle informazioni e alla conoscenza lo ha portato a un’incriminazione per reati informatici e frode: un incubo legale durato
due anni e terminato con il suicidio a soli 26 anni. Interverrà il
curatore della sezione V/L Digital, Fabio Chiusi. Sempre domani alle 18 alla galleria Modotti, si aprirà la personale di
Egard De Bono, a cura del Comune di Udine.
danza
l palco
VERSO IL FESTIVAL
Libreria Friuli:
da oggi alle 15
lettura collettiva
o di Glauco
Venier
di “Congo”
egia è
i peruadro
manità
Tenco
erdì 8
ra sui
el didi dea fisine e il
ntare
affativiglioriscoplesso
a
o
igan-
Nelle foto in
alto: gli attori
Andrea
Gherpelli e
Giuliana Musso
e i ballerini
dello
spettacolo
“Mnai’s
Around”; a
fianco, un
ritratto di
Glauco Venier,
il musicista e
compositore
friulano che
questa sera
La copertina del libro
alle 21 in San
Francesco, alle
◗ UDINE
21, sarà in
compagnia del
Aspettando Vicino/Lontano
suodal
pianoforte
2015, in cartellone
7 al 10
maggio, si moltiplicano gli
te
Omero
Antonutti,
musica èil
eventi
che
a Udinelasiglano
di
Valter
Sivilotti
e leper
voci
saranconto
alla
rovescia
l’XI
edino
quelle
aquileiesi
del Coro
zione
del festival.
E spicca
in
Natissa.
E vienoggi,
fuorialle
Strolic
programma,
18, (doalla
menica
21, sempre
San
Libreria alle
Feltrinelli
CasainAnsa,
Francesco),
un’idea
Luca Bola presentazione
deldivolume
di
nutti
testi di Pietro
Zorutti,
Carlosu
Gambalonga,
frutto
di un
poeta
argrandefurlan
lavorodell’Ottocento
di ricerca e testiguto
antropologo
gente
monianza
vissuto della
dall’autore
sua.
Una produzione
Mittelfest,
in prima
persona, redazionalin
collaborazione
Arlef, Rai
mente.
Le vicendecon
dell’agenzia
Fvg
Società
Filologia
che eoggi
conta
tra i sociFriulana.
editori i
E
sullo slancio
del finale,
semprincipali
quotidiani
italiani,
pre
ma alle
19, con
con domenica,
22 sedi in Italia
e uffici
di
LeggerMente
penetreremo
Il
corrispondenza in tutto il montunnel,
scenica da
do, sonolettura
così ripercorse
dalFriepridrich
Dürrenmatt
di Paomo dispaccio
suia cura
bombardalo
Patui.alleati in Germania, del
menti
15 gennaio 1945, in
un intenso
©RIPRODUZIONERISERVATA
e quotidiano diario del Paese.
Dialogherà con l’autore il responsabile della sede Ansa di
Carlo Gambalonga, frutto di un
grande lavoro di ricerca e testimonianza vissuto dall’autore
in prima persona, redazionalmente. Le vicende dell’agenzia
che oggi conta tra i soci editori i
principali quotidiani italiani,
con 22 sedi in Italia e uffici di
corrispondenza in tutto il mondo, sono così ripercorse dal primo dispaccio sui bombardamenti alleati in Germania, del
15 gennaio 1945, in un intenso
e quotidiano diario del Paese.
Dialogherà con l’autore il responsabile della sede Ansa di
Trieste, Pierluigi Franco.
Sempre oggi, alle 15 alla Libreria Friuli prende il via la lettura collettiva di estratti significativi dal libro Congo di David
Van Reybrouck, Premio Terzani 2015. L’iniziativa, su coordinamento di Gianni Cianchi, è
realizzata in collaborazione
con Teatro Club Udine e con il
Palio Teatrale Studentesco Città di Udine-Ciro Nigris. E stasera, nella Chiesa di San Francesco alle 21, per il concerto I ferri
del mestiere, protagonista sarà
un grande “artigiano della musica”, il pianista e compositore
Glauco Venier. La serata è un
omaggio di Confartigianato
Udine alla città per festeggiare
il suo 70˚ anniversario. Domani, mercoledì, al Visionario alle
20, la sezione V/LDigital si aprirà con la proiezione del documentario The Internet’s Own
Boy: The Story Of Aaron Swartz
di Brian Knappenberger, appuntamento conclusivo del ciclo Mondovisioni di Internazionale, che Cec e Vicino/Lontano
hanno presentato quest’anno
insieme. Il documentario ricostruisce la vita e le battaglie di
Aaron Swartz, uno dei più geniali innovatori della rete. La
sua lotta per il libero accesso alle informazioni e alla conoscenza lo ha portato a un’incriminazione per reati informatici e frode: un incubo legale durato
due anni e terminato con il suicidio a soli 26 anni. Interverrà il
curatore della sezione V/L Digital, Fabio Chiusi. Sempre domani alle 18 alla galleria Modotti, si aprirà la personale di
Egard De Bono, a cura del Comune di Udine.
11a edizione
udine
10
7
maggio '15
data: 05/05/2015
pagina: 45
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

creare flashcard