La locandina dell`evento

annuncio pubblicitario
SORA COMMEDIA E FRATE JAZZ
Quinta Edizione - 2013
*****
CONCERTO JAZZ
Giovedì 16 maggio - ore 21
Sala della Conchiglia - Convento di Santa Maria la Vite
Olginate - Via Santa Maria, 10
*****
FABRIZIO BOSSO tromba
ANTONIO ZAMBRINI pianoforte
Fabrizio Bosso si è diplomato a soli 15 anni al conservatorio di Torino. Pur
continuando a coltivare interessi per la musica colta si è accostato al jazz al quale
ha regalato una tecnica impeccabile e una grafia personale in cui il colore e
la dinamica del suono non sono mai scontati e dove la tensione creativa è costante
anche nell’interpretazione di standard. Ha svolto attività concertistica sotto la
direzione di George Russell, Mike Gibbs, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla
Bley, Steve Coleman, Charlie Haden. Nel 1999, anno del suo primo disco “Fast
Flight” in quintetto con Rosario Giuliani (pubblicato per la RED RECORDS) è stato
votato come “Miglior Nuovo Talento” del jazz italiano dal referendum della rivista
Musica Jazz. Ma sono gli anni 2007/2008 a incoronare Fabrizio come uno dei più grandi musicisti italiani, e
questo grazie al suo esordio da leader per la BLUE NOTE / EMI ITALIA (You’ve Changed), realizzato con il suo
quartetto stabile e un’orchestra di tredici archi, la Bim String Orchestra; grazie alla partecipazione al successo
di “Trouble Shootin’”, disco di Stefano Di Battista con il quale ha realizzato importanti tournée in Europa;
grazie, infine, ad una serie di incisioni fortunate come “Five Four Fun” degli High Five , “Sol!” con il Latin
Mood (entrambi BLUE NOTE / EMI ITALIA), “Vamos” (SCHEMA RECORDS), “Stunt” in duo con Antonello Salis
(con cui ha vinto il Top Jazz 2009), “Omaggio a Fabrizio De André”. Da allora, accanto a più apparizioni quale
ospite speciale al Festival di Sanremo, numerosissime le collaborazioni di grande prestigio con artisti come
Francesco Bearzatti, Eivind Aarset, Luca Mannutza, Aldo Romano, Geraldine Laurent, Alberto Marsico,
Roberto Cecchetto, Nazzareno Carusi, Paolo Fresu, Luciano Biondini e tanti altri.
Antonio Zambrini. Pianista e compositore milanese. Le sue composizioni si muovono
prevalentemente all’interno di ambiti sonori caratterizzati da influenze dell’impressionismo
francese, della musica popolare anglosassone, della musica balcanica e mediterranea, del
jazz americano degli anni Settanta e Ottanta. Tra gli altri, ha collaborato con Mark
Murphy, Lee Konitz, Enrico Rava, Ben Allison, William Parker, Hamid Drake, Claudio
Fasoli, Eberhardt Weber, Tiziana Ghiglioni, Nenna Frenlone, Tino Tracanna, Gabriele
Mirabassi, Roberto Bonati, Ron Horton, Tiziano Tononi, Riccardo Luppi, Paul Jeffrey,
Garrison Fewell, Javier Girotto. E’ tra i primi presentati nella nuova guida all’ascolto
discografico pubblicata da Einaudi, “Lunario della musica”, a cura del compositore e
musicologo Carlo Boccadoro; numerose le incisioni discografiche e numerosi i suoi brani
inclusi in compilation radiofoniche e in cd allegati a riviste specializzate come Jazz
Magazine, Musica Jazz, Radio Popolare (raccolta 2001), Scimmie city jazzclub, Mystere
Piano, Velut Luna. La rivista "Musica Jazz" lo ha segnalato ai primi posti nella graduatoria dei nuovi talenti
nel 1998, 2000 e 2001. Accompagnatore di film muti secondo una formula proposta con successo dalla
Cineteca Italia di Milano per la quale ha “sonorizzato” decine di pellicole, nel suo repertorio c’è ampio spazio
per la tradizione musicale cinematografica italiana (Rota, Carpi, Piovani ecc.).
*****
Ingresso: 10 Euro
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard