XV Trieste Science+Fiction

annuncio pubblicitario
# 207 novembre 2015
Free Press
friuli venezia giulia
XV Trieste Science+Fiction
Dal 3 all’8 novembre Trieste diventa
la capitale europea del cinema fantastico
Teatro
Shakespeare e Pasolini
La grande classica
Prosa a Trieste e Udine
Arte
Trieste protagonista
Intervista a Mazzelli
Design alla Spazzapan
Musica
Autunno nei palasport
Il volo del jazz
Elettronica in Slovenia
zapping
Tattoo Expo
Mostra del disco
1 novembre 2015 / Network Caffè n. 207 / Anno XX / Tel. 3488044685 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/1997 / NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS
friendly magazine
TEATRO
207
novembre2015
Bisbetica, adattamenti da Shakespeare /
Porcile: 40 anni dalla morte di Pasolini /
La prosa entra nel vivo a Trieste e in regione,
allo Sloveno c’è Peer Gynt / Teatro di Monfalcone
e Miela / Al Verdi gli eroi moderni, Don Giovanni
e Werther / I grandi concerti di Udine
Tel. 348 8044685
www.ntwk.it
[email protected]
[email protected]
STAFF
Direzione
FABIO FIERAMOSCA
Lorenzo De Vecchi
ARTE
In copertina: particolare della
locandina del film Turbo Kid
(Epic Pictures Group)
Trieste in Ri-forma / Caccia Dominioni si
trasferisce a Bruxelles / Grandi e piccole mostre
triestine / Intervista a Mariano Mazzelli
> DA PAGINA 16
Trieste Science+Fiction, inizio novembre da
sballo / Novità dalla mediateca
da pagina 4
MUSICA
> DA PAGINA 18
I grandi nomi di novembre: W.A.S.P., Pezzali,
Cremonini, Ayane, Nek / A Sacile si vola con
i grandi nomi del jazz / Elettronica slovena /
Tutta un’altra musica
Stampa
Pignani Printing
Nepi, Viterbo
packagingpignaniprinting.com
NTWK è un’edizione:
> DA PAGINA 12
SCHERMI
Impaginazione
Incipit, Trieste
Un grazie a tutti gli Uffici
stampa ed alle Agenzie di
comunicazione che hanno
fornito materiale per questo
numero.
> DA PAGINA 4
da pagina 12
ZAPPING
> DA PAGINA 21
Tattoo Expo, il grande evento triestino dedicato
al body painting / Mostra del disco a Chiarbola,
imperdibile per tutti gli appassionati
Registro periodici
autorizzazione Tribunale di Trieste
n. 980 del 9/4/1998 e
n. 1028 del 22/6/2001
Alcune immagini e testi riprodotti sono
usati a scopo informativo e divulgativo e
mantengono il © dei rispettivi detentori.
La responsabilità su giudizi ed opinioni
espressi negli articoli è esclusivamente
di chi li ha firmati o siglati e non
necessariamente della direzione o della
proprietà editrice. Le date dei concerti
possono subire variazioni o errori di
stampa: decliniamo ogni responabilità
ed invitiamo ad usare le info disponibili.
È vietata la riproduzione anche parziale
dei testi o delle immagini senza espressa
autorizzazione della casa editrice.
Questo numero è stato chiuso per la
stampa il 29 ottobre 2015.
da pagina 16
NTWK CAFFÉ
> DA PAG. 22
Le date del Friuli Venezia Giulia
da pagina 18
Distribuzione gratuita
GLI INDIRIZZI DOVE TROVI NTWK A TRIESTE:
HOTEL MILANO, v. Ghega 17 • JOLLY HOTEL v. Cavour 7 • HOTEL DUCHI p. Unità d’Italia 2 • HOTEL COLOMBIA v. Geppa 18 • NH HOTEL GROUP corso Cavour 7 •
HOTEL IMPERO v.S.Anastasio/p.Libertà • HOTEL GREIF v.le Miramare 109 • HOTEL VICTORIA v. Oriani 2 • HOTEL COPPE v. Mazzini 24 • INFOPOINT TURISMOFVG
TRIESTE v. dell’Orologio 1, UDINE p.zza 1° Maggio 7, PORDENONE v. Mazzini 2, GORIZIA corso Italia 9, LIGNANO SABBIADORO v. Latisana 42, LIGNANO PINETA v. dei
Pini 53, GRADO v.le Dante Alighieri 66 • BAR ROMA4 v. Roma 4 • SABBADIN v. Roma 28 • LA PORTIZZA p. Borsa 6 • BAR URBANIS p. Teatro 4 • SPAZIO 11 v. S.Caterina 11 • CAFFE JOICE v. Roma 14 • BAR REX g. Protti 1 • UTAT POINT c. Italia 6 • CAFFè TORINESE c. Italia 2 • BUFFET BORSA v. Cassa Risparmio 2 • MALABAR p. San
Giovanni 6 • CAFFè VIA DELLE TORRI v. delle Torri 3 • BAR ALPINO v. San Lazzaro 8 • LA FELTRINELLI v. Mazzini 39 • BAR X v. Coroneo 11 • CIRCUS v. San Lazzaro
11 • CAFFè SAN MARCO v. Battisti 11 • LA PREFERITA v.le XX Settembre 29 • AQVEDOTTO v.le XX Settembre 37/c • COSTA v.le XX Settembre 24 • CAFFè ROSSETTI
v.le XX Settembre 45/a • BAR EXCELSIOR v.le XX Settembre 3 • BAR HARRY’S v. Carducci 2/c • TABACCHI ST.CENTRALE p. Libertà • OSTERIA ISTRIANO r. Grumula 6
• SIORA ROSA p. Hortis 3 • EMEROTECA p. Hortis 4 • BAR UNIVERSITà v. Vecchia Università 1/b • BIBLIOTECA STATALE l.go Papa Giovanni 6 • CASA DELLA MUSICA
v. Capitelli 3 • KNULP v. Madonna del Mare 7/a • BAR STELLA l.go Pitteri 4 • CALZEDONIA p. Borsa 4 5 • BAR ROSSETTI v.le XX Settembre 43 • BAR AUDACE p. Unità
d’Italia 3/a • CAFFETTERIA del BORGO v. Malcanton 6 • OSTERIA da MARINO v. del Ponte 5 • INFORMAGIOVANI v. Procureria 2/a • TEATRO MIELA, p. degli Abruzzi 3 •
Vinerie Pirona, via dell’Annunziata 6/c • GELATERIA ZAMPOLLI v. Ghega • SALUMARE v. di Cavana •
TEATRO
TRIESTE / POLITEAMA ROSSETTI / dall’11 al 15 novembre
Bisbetica messa alla prova
Sarà Nancy Brilli la protagonista di questa nuova produzione
che, come succede spesso di questi tempi, è ispirata a, non di,
Shakespeare. «Il tema della violenza sul corpo delle donne sottolinea la regista Cristina Pezzoli - è un tema tragicamente
attuale e reale e se bisogna parlarne va fatto con la serietà che
merita e con il registro adeguato, a mio avviso, non con una
commedia piegata a diventare ciò che non è. Per questo ho ritenuto di fare alcune scelte per potenziare l’aspetto comico e dare
a questo spettacolo la forma di un’opera pop». Al suo fianco, ha
lavorato con grande creatività alla traduzione e adattamento
Stefania Bertola, ed è proprio dalla loro collaborazione che nasce
l’originalità di questa lettura: hanno infatti scelto di rielaborare
il testo, alleggerendolo in alcuni punti e mantenendo però tutte
le indicazioni che Shakespeare ha suggerito.
Nancy Brilli, da parte sua, è disinvolta e ironica nell’affrontare la figura di Caterina-la bisbetica, così come quella di
Caterina-la prima attrice, due profili che le permettono di tratteggiare il personaggio con profondità di chiaroscuri ma anche
di prenderne talvolta le distanze, come ad esempio nel famoso
monologo finale, in cui la bisbetica appare davvero “domata”,
mentre sappiamo che lo stesso Shakespeare attraverso la commedia esprimeva il proprio disappunto per i matrimoni combinati, che alla sua epoca si risolvevano in mere questioni d’affari
ph Federico Riva
La rilettura del capolavoro shakespeariano di Cristina Pezzoli
Nancy Brilli
fra le famiglie. Come accade nella famiglia di Caterina, che per il
suo terribile carattere non ha pretendenti: allo scomodo passo si
appresta il veronese Petruccio, attratto dal miraggio della dote.
La vicenda genera un florilegio di evoluzioni divertenti, del resto
si sa, è pur sempre Shakespeare.
INFO> www.ilrossetti.it
TRIESTE / POLITEAMA ROSSETTI / dal 24 al 29 novembre
Ricordando Pasolini
Con Porcile il Rossetti offre il suo tributo al 40° anniversario dalla scomparsa
La scelta di mettere in scena Porcile ha finora portato fortuna
ai promotori dello spettacolo, la cu regia è stata affidata a
Valerio Binasco, uno dei registi italiani di maggior successo
in questi anni.
Porcile è un dramma in undici episodi che Pasolini ha scritto
nel 1966 e che poi, nel 1969, ha trasposto nel film omonimo
ph Luca Del Pia
4
Porcile
per raccontare l’impossibilità di vivere secondo le proprie
coordinate, i propri istinti, preservando l’intima natura di se
stessi dal mondo cannibale.
Così dice lo stesso Binasco: «In Porcile la trama si sviluppa nella
Germania del dopo nazismo, nel momento in cui la borghesia con il suo modo globalizzante di intendere la democrazia
ha preso il Potere e lo gestisce. Julian, figlio né ubbidiente né
disubbidiente di una coppia della borghesia tedesca, trova nel
porcile paterno un amore ‘diverso’ e ‘non naturale’ che, tuttavia,
lui riconosce come scintilla di vita pura. La passione misteriosa
che segna il personaggio fin dal suo ingresso diviene simbolo del
disagio di chi non si riconosce nella società coeva, e si rifugia in
qualcosa di istintuale ma segreto. Porcile non fa prigionieri.
Condanna tutti, dal primo all’ultimo. Non c’è redenzione,
non c’è possibilità di salvezza in questo mondo soggiogato in
modo, oramai, antropologico. Non c’è speranza in questo porcile
dove tutti mangiano tutto, dove il solo deve essere il tutto».
Sarà dunque un’opportunità per conoscere meglio questo versatile autore che senza dubbio rappresenta una delle voci notevoli della cultura italiana del secondo dopoguerra. Anche
per gli studenti, che spesso si fermano prima di quest’epoca e
che così potranno approfittare di colmare una lacuna di cui soffre una ormai larga parte della società.
INFO> www.ilrossetti.it
TEATRO
TRIESTE / TEATRI VARI / A NOVEMBRE
Stagioni in corso
Zoran alla Contrada, ancora la Pezzoli
al Rossetti. In via Petronio Peer Gynt
Peer Gynt
La prima al Teatro Sloveno di via Petronio sarà il 6 novembre, si replica fino all’8 nella sala principale e poi ancora tournèe
a Lubiana. Lo spettacolo firmato da Eduard Miler mette in
scena il celebre dramma di un maestro del teatro moderno come
Ibsen, dramma reso ancora più popolare dalle bellissime musiche di scena di Edvard Grieg.
In Peer Gynt la realtà di vicende autobiografiche si intreccia a elementi di un mondo simbolico, quasi fiabesco.
Il giovane Peer vive solo con la madre: le loro giornate sono
apparentemente prive di eventi significativi, ma sono al tempo
Peer Gynt
Calendar Girls
Donne protagoniste, e protagonista ancora Cristina
Pezzoli, che dopo la Bisbetica da Shakespeare torna al Rossetti
a inizio dicembre, dal 2 al 6, con questa riuscitissima commedia
contemporanea scritta da Tim Firth (sceneggiatore di L’erba di
Grace e We want sex) partendo da una storia veramente accaduta
in Inghilterra negli anni Novanta: la commedia, divenuta un celeberrimo film, continua a mietere successi in tutta Europa e arriva
per la prima volta in Italia in questo accurato allestimento.
La storia, ispirata ad un fatto realmente accaduto, è quella di
un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, membre del Women’s
Institute, che si impegna in una raccolta fondi destinati a un
stesso attraversate da cavalcate appassionanti attraverso luoghi fantastici. Peer diventa così un affascinante sognatore. In
lui convivono due anime: una, attraverso il mondo delle fiabe,
tende al bello e all’etico, ma la seconda faccia della sua natura lo
attira verso lo sconosciuto, il mistero e l’oscurità. Una bella occasione per rivedere dal vivo una pietra miliare della produzione
di un autore amatissimo e decisivo per l’evoluzione della prosa
novecentesca. Tutti gli spettacoli come sempre sono sovratitolati in italiano.
INFO> www.teaterssg.com
Zoran e il cane
di porcellana
Secondo appuntamento, dal 6 al 15 novembre, per la stagione
della Contrada con uno spettacolo di Aram Kiam. Zoran è un
ragazzo con degli occhiali troppo grandi per il suo viso. Il suo
modo di esprimersi è particolarmente strano, soprattutto agli
occhi di chi ha un approccio piuttosto pratico alla vita. Eppure
Zoran, apparentemente molto fragile, sa mettere in scacco le
persone che gli stanno vicino. Lo ha fatto al cinema, con lo zio
Paolo Bressan, nel pluripremiato “Zoran il mio nipote scemo” e a
quanto pare lo faceva anche in precedenza, con la nonna Anja
che lo aveva accudito. Zoran e il cane di porcellana ci porta
nel mondo di Zoran proprio ai tempi della sua vita con la
nonna e con i loro vicini di casa. Tra un allevamento di struzzi, un dottore molto presente e molte domande senza risposta,
l’adolescenza non è sempre facile, soprattutto per un ragazzo
come lui. Eugenio Allegri riuscitissimo protagonista.
INFO> www.contrada.it
ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro,
Annie. La sua amica Chris stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, ha l’idea di fare un calendario diverso da
tutti gli altri, in cui convince le amiche del gruppo a posare nude.
Con l’aiuto di un fotografo amatoriale realizzano così un calendario che le vede ritratte in normali attività domestiche, come
preparare dolci e composizioni floreali, ma con un particolare
non convenzionale: posano senza vestiti. L’iniziativa raccoglie
un milione di sterline, cifra astronomica e riscuote un successo
tale da portarle alla ribalta non solo in Inghilterra ma anche
in America, dove vengono ospitate in un famoso talk show.
L’improvvisa e inaspettata fama, tuttavia, metterà a dura prova
le protagoniste.
INFO> www.ilrossetti.it
Il cast di Calendar Girls
5
6
TEATRO
TRIESTE / POLITEAMA ROSSETTI / DAL 3 AL 22 NOVEMBRE
Rosso venerdì
Esordio nazionale della Compagnia del Rossetti
guidata da Igor Pison
Sala Bartoli, dal 3 al 22 novembre: una
pièce nuova di Alberto Cavosi, amarissima, intrisa di fallimento e solitudine, con
sullo sfondo la figura di Cristo sofferente.
Un “monologo a più voci” secondo l’autore: flussi di coscienza in cui contemporaneamente i diversi personaggi raccontano sé stessi, i rispettivi drammi, il loro
mondo e danno notizie delle altre figure a
cui sono legati. Ma non avviene mai alcun
rapporto diretto fra loro: non si passa mai
al dialogo. Da questa insolita scelta compositiva, sgorga un interessante affresco
contemporaneo.
C’è qualcuno che vince in questo
testo? Non il piccolo industriale di cal-
zature, in affanno per il futuro della sua
ditta, che muore d’infarto nell’unico,
agognato momento di pace della sua giornata. Non Simon Pietro, che attraversa
il tempo obbedendo al proprio ruolo e
nuovamente rinnega, e sopravvive fra
i rimorsi. Nemmeno gli angeli possono
più molto: ne conosciamo uno, ridotto a
taxista, osservatore sapiente ma impossibilitato ad agire, ad intervenire nella storia, che si ripete sempre uguale, sempre
difficile, sempre dolorosa… Lo spettacolo
ha visto esordire sul piano nazionale la
neocostituita Compagnia del Teatro
Stabile del Friuli Venezia, con la regia
sapiente e visionaria di Igor Pison
INFO> www.ilrossetti.it
Rosso venerdì
FVG / LUOGHI VARI / A NOVEMBRE
Viaggi antichi e moderni
Ulisse e Mattia Pascal, entrambi eroi “moderni”, a Gorizia e Udine
Il mio nome è nessuno
Il fu Mattia Pascal
Ovvero: Odisseo. Il 26 novembre al Verdi di Gorizia approda un testo derivato da due romanzi di Valerio Massimo
Manfredi: il primo racconta le gesta dell’eroe di Itaca dall’infanzia di Odisseo fino alla distruzione di Troia; il secondo dalla
partenza da Ilio dopo la fine tragica e vittoriosa della lunga guerra, fino all’arrivo a
Itaca, dieci anni dopo, con la sanguinosa
vendetta contro i principi che insidiano
Penelope e occupano il suo palazzo.
È una materia così intensa, poetica, tragica e intrisa di sangue e dolore che trova
nuova linfa, dubbi e vigore nella prosa di
Manfredi, che il regista Alessio Pizzech
e il drammaturgo Francesco Niccolini
hanno trasformato in materia teatrale.
Questo Ulisse non procede in linea retta: la
sua strada è lunga e contorta, riparte dal
suo ritorno a Itaca, dal primo incontro con
Telemaco suo figlio. È a lui che racconterà (prima della grande
vendetta) dieci anni di guerra e dieci di faticosissimo ritorno
verso casa: come un reduce di guerra, l’ennesima guerra stupida
inutile e aberrante del nostro mondo. Sebastiano Lo Monaco,
con tutta la sua maestria e passione, dialoga con i molti fantasmi di questa storia, in particolare le donne e gli eroi che Odisseo
ha incontrato sulla sua faticosissima strada.
INFO> www3.comune.gorizia.it
Del romanzo di Luigi Pirandello, edito nel 1904, Tato Russo
propone una versione che ha mietuto successi indiscussi in
questi anni, per la cura artigianale della resa teatrale del
testo. Lo spettacolo andrà in scena al Giovanni da Udine dal
5 al 7 novembre. La contraddizione tra
essere e apparire, tra ciò che siamo per
gli altri e ciò che davvero siamo, diviene
vissuto teatrale, esperienza densa di
emozione, viaggio dentro un paesaggio
umano dove i rancori, le mancanze, i
drammi di incompiuta identità dei personaggi acquistano il valore di una necessaria ricerca di sé. Afferma Tato Russo:
«A cosa corrisponde a un semplice
nome proprio? È questa la domanda
alla quale intende rispondere il proIl fu Mattia Pascal
tagonista che così inizia il suo viaggio
tra gli intrighi di una vita moltiplicata
forse all’infinito, che ci impedisce tra convenzioni e compromessi di capire chi siamo veramente.
Alla ricerca dell’es, dell’altra parte di sé, o della propria vera
identità. Morire per vivere una vita diversa.
Ritrovare attraverso mille morti la propria unica ragione
d’esistere. Scoprire la propria vera identità al di là delle
convenzioni».
INFO> www.teatroudine.it
TEATRO
MONFALCONE / TEATRO COMUNALE / A NOVEMBRE
Donna protagonista
Grandi donne del teatro e della musica
Dego e Leonardi
È un’apertura tutta al femminile quella
della nuova stagione di prosa monfalconese ed è affidata alla creatività di tre
originalissime autrici-attrici, esperte nel
maneggiare le armi del teatro d’indagine e dell’ironia: Antonella Questa,
Giuliana Musso e Marta Cuscunà. La
drammaturgia di Wonder Woman, lo
spettacolo che le vede per la prima volta
insieme, parte da un’inchiesta sull’indipendenza economica femminile per
esplorare un mondo fatto di stereotipi
di genere, spreco di talenti, diritti mancati. Un lucido e divertente reading che
intreccia dati statistici e racconti biografici, animato da tre donne “bioniche” del
nostro miglior teatro.
Alle interpreti di Wonder Woman fanno
seguito altre tre grandi donne del teatro
italiano. Lella Costa, Orsetta de’ Rossi
e Rita Pelusio sono le protagoniste
dell’intenso Ferite a morte, lo spettacolo di Serena Dandini che, forte di
due anni di grande successo, arriva ora
al Comunale. Attingendo dalla cronaca
e dalle indagini giornalistiche, Ferite a
morte affronta il dramma della violenza
sulle donne alternando il linguaggio del
dramma a quello dell’ironia, in un gioco
di contrasti che è proprio della scrittura
della Dandini.
Ad aprire “contrAZIONI – nuovi percorsi
scenici”, la rassegna dedicata alla drammaturgia contemporanea e alla scena
emergente, è Emma Dante, enfant
terrible del teatro contemporaneo, il
cui genio registico ha già incantato le
platee di molti teatri europei. Operetta
burlesca, il suo ultimo spettacolo, racconta la storia di Pietro, un ragazzo della
provincia meridionale dal corpo sbagliato e dall’animo passionale, che cresce
ballando da solo nella sua camera, imprigionato dall’ostilità della famiglia e dai
pregiudizi della gente. Uno spettacolo
potente e sensuale, che invita ad aprirsi
ai misteri dell’animo umano.
La stagione musicale vede inaugurarsi il ciclo dedicato all’integrale delle
dieci Sonate per violino e pianoforte di
Beethoven. Alle bravissime Francesca
Dego (violino) e Francesca Leonardi
(pianoforte) spetta l’esecuzione delle
ultime tre sonate: l’ottava, la celeberrima
“A Kreutzer” e la decima.
Ospite della rassegna “’900&oltre”,
dedicata alla musica contemporanea e
al Novecento storico, torna al Comunale
il Coro Polifonico di Ruda diretto da
Fabiana Noro, che presenta l’omaggio
di due affermati compositori contemporanei al centenario della Prima Guerra
Mondiale: i Canti rocciosi di Giovanni
Sollima, tributo alla montagna e riflessione sulla guerra, e Maria di Daniele
Zanettovich, cantata per voce recitante,
coro virile e archi – la voce è quella di
Rita Maffei – che celebra il sacrificio e il
coraggio della donna nella guerra.
Nel mese di novembre si apre, infine, la
seconda edizione dei “Concerti per organo”, la rassegna a ingresso libero in programma presso il Duomo di Monfalcone.
Protagonista del primo appuntamento è
l’organista Roberto Antonello, secondo premio al concorso di Chartres del
2000 (unico italiano finalista nella storia
del concorso).
INFO> teatromonfalcone.it
Wonder Woman
7
8
TEATRO
TRIESTE /TEATRO VERDI / A NOVEMBRE
Gli eroi dell’era moderna
Il mese si apre con Don Giovanni ed è chiuso da Werther
Non sono poche le novità
in questo inizio stagione
del Verdi.
Il Don Giovanni è stato
accompagnato da una
serie di iniziative che
vogliono sollecitare una
nuova attenzione da
parte del pubblico triestino e regionale. La prolusione con gli artisti, la
Gran Milonga “aspettando
il Don Giovanni” del 23, la
Nicola Ulivieri
mostra Fotonotte #3 eros
e seduzione e infine, il 28
ottobre, Juan, il film scritto e diretto dal regista danese Kasper
Holten e liberamente ispirato al Don Giovanni di Mozart. Le repliche dello spettacolo con protagonisti il baritono Nicola
Uliveri e il soprano Raquel Lojendio, durano fino all’8
novembre, c’è dunque tempo per non perdere questo grande
evento al Teatro Verdi.
Il prossimo spettacolo è un altro gradito ritorno: quello di
Werther, altro mostro sacro della cultura moderna che, ormai
più di 10 anni fa, portò a Trieste per l’ultima volta un superbo
Marcelo Alvarez nel ruolo del protagonista. L’opera è forse la
massima di Jules Massenet, uno dei grandi nomi dell’opera
francese che, a fine ‘800, regalò alcune perle al teatro d’opera.
La vicenda è quella goethiana, naturalmente, con Werther e
Charlotte protagonisti, qui, nelle parti tipiche della vicenda
amorosa romantica, soprano e tenore. Due compagnie si alterneranno sul palco del Verdi, entrambe interessanti: nella parte
di Werther Mickael Spadaccini e Luca Lombardo, in quello della
protagonista femminile Olesya Petrova e Carol Carcia. La prima
è il 27 novembre, si replica fino al 5 dicembre: la regia è del
“nostro” Giulio Ciabatti, la direzione d’orchestra sarà affidata
all’esperto Christopher Franklin.
INFO> www.teatroverdi-trieste.com
Raquel Lojendio
UDINE /TEATRO NUOVO / A NOVEMBRE
Udine, sempre al massimo
La stagione sinfonica continua a proporre nomi mozzafiato: come questi
Daniel Harding
Per la prima volta al Teatro Nuovo il 10 novembre i Wiener
Symphoniker prestigioso complesso austriaco che celebra
proprio questa stagione 115 anni di storia, caratterizzata dalle
prime esecuzioni di composizioni di Bruckner, Ravel, Schönberg
e dalle collaborazioni con i massimi direttori d’orchestra. Le
musiche di questo appuntamento dedicato ad emblematiche
personalità musicali di fine Ottocento e del Novecento storico, saranno affidate all’interpretazione del maestro svizzero
Charles Dutoit, uno dei massimi direttori viventi e forse il
più capace nel grande repertorio francese. In programma il
Prélude di Debussy, insieme con la suite dal Romeo e Giulietta
di Prokofev e con i Quadri di un’esposizione di Musorgskij orchestrati da Ravel. Insomma, solo musica “francese”.
Non è da meno il concerto del 2 dicembre: la London
Symphony Orchestra si presenterà sul palco udinese con
Daniel Harding, pupillo di Abbado e ormai tra i più affermati
direttori del mondo. Dopo la splendida Ouverture dal Manfred di
Robert Schumann sarà la volta di un altro grande protagonista
del romanticismo tedesco maturo: Brahms con le sue Variazioni
su un tema di Haydn, una delle sue prove sinfoniche più spettacolari. A chiudere, un inno al Romanticismo come la Quarta
Sinfonia di Anton Bruckner. Udine insomma non si smentisce,
dopo il grande esordio con Temirkanov e la Filarmonica di
Pietroburgo altri due concerti che rendono il teatro grande protagonista musicale in regione e non solo.
INFO> www.teatroudine.it
TEATRO
TRIESTE / POLITEAMA ROSSETTI / 10 NOVEMBRE
Il genio di
Lindsay Kemp
Invenzioni e reincarnazioni,
Kemp a Trieste dopo oltre vent’anni
Sarà un evento significativo, la presenza all’interno del cartellone Danza di un mito vivente, come Lindsay Kemp, che ritorna al
Rossetti per la seconda volta, a incantare con la sua danza, che
ha segnato una svolta fondamentale nel teatro contemporaneo.
Negli anni Settanta e Ottanta, infatti, Lindsay Kemp e la sua
Compagnia hanno suscitato meraviglia e scandalo in ogni parte
del mondo, con un incrocio straordinariamente eterodosso di
stili, di teatro, mimo e danza, di tradizione e sperimentazione,
di sottile ironia e sensazioni potenti. Allora (come oggi) la magia
degli spettacoli di Kemp ruotava soprattutto intorno al suo
personalissimo carisma come interprete, capace di trasfigurarsi
in ruoli di donna, uomo, elfo, marionetta… E continua a farlo, superati abbondantemente i settant’anni, attraverso la sua danza
senza tempo e carica di emozione, vera poesia gestuale.
Kemp Dances è composto da una serie di nuove creazioni
frammiste ad alcuni dei suoi ‘pezzi classici’ ricreati e rivissuti oggi. Un mosaico spettacolare ed coinvolgente di personaggi e racconti fantastici, realizzato con quattro collaboratori in
scena e lo storico collaboratore David Haughton, sostenuti da un
potente mix eclettico di musiche e da illuminazioni che suscitano
irreali visioni. E come sempre con questo saltimbanco dell’anima,
tutto è in divenire: insieme a elementi fissi c’è sempre anche una
reinvenzione costante di ogni racconto e ogni gesto.
INFO> www.ilrossetti.it
Lindsay Kemp
Lindsay Dance
Doppio fronte
Lo spettacolo Doppio fronte, che andrà in scena al Verdi
di Gorizia il 21 novembre, racconta della Prima Guerra
Mondiale, combattuta dal nostro esercito nelle trincee
sui monti e quella vissuta nel quotidiano da un’Italia
che via via andava impoverendosi sempre di più, in cui
le donne condussero da sole una quotidiana battaglia di
sopravvivenza per mantenere la famiglia.
I testi saranno tratti dalle lettere dal fronte, dalle
memorie dei combattenti (tra cui Gadda e Ungaretti), dai
diari di uomini e donne che vissero la guerra “in casa”,
come i veneti e i friulani: questi ultimi arruolati nel ‘14
dall’esercito austriaco e mandati a combattere sul fronte
orientale, nel ‘15 si trovarono in trincea contro l’esercito
italiano. I canti saranno quelli del grande repertorio
a cui dette vita la sanguinosissima guerra e le
sue battaglie: canti patriottici, canti contro la guerra,
Trilussa, E.A.Mario e la canzone anonima Gorizia,
canto straordinario e indimenticabile delle sofferenze
quotidiane e terribili dei nostri soldati.
In scena Moni Ovadia nel ruolo dell’aedo e Lucilla
Galeazzi, cantante e narratrice, accompagnati da
musicisti e coro.
INFO> www3.comune.gorizia.it
Doppio fronte
9
TEATRO
TRIESTE / TEATRO MIELA / a NOVEMBRE
Novembre “particolare” al Miela
Festeggiate in dolce compagnia i 25 anni del teatro
ph Max Rossetti
Mizzi e Dongetti del Pupkin Kabarett
Il Pupkin Kabarett ritorna, a grande richiesta, a cadenza quindicinale; dopo un referendum estivo che ha visto la netta vittoria del lunedì rispetto al venerdì. Quindi il 9 e il 23 due serate di
cabaret con nuovi personaggi e irripetibili sketch preparati per
l’occasione, riflessioni sulla politica locale, nazionale e mondiale, canzoni rivisitate, il tutto accompagnato dalla coinvolgente
musica live della Niente Band. Gradita l’entrata con il vostro cinghiale preferito al seguito.
Venerdì 13 e sabato 28: novità della stagione le serate di
Open Miela. Gli Strange Days del Teatro Instabile all’insegna del divertimento, della curiosità e delle follie artistiche.
Incontri, concerti, performance, deejay set e per finire una festa
danzante. Dal pomeriggio alla notte nel teatro più instabile ed
eccentrico della regione. Gradito l’abito che gradite. Partecipate
numerosi per condividere i vostri saperi, per un caloroso e affabile casino e per di costruire insieme una comunità festosa e
sfavillante. Dettaglio musicale: il 13 gli Hard Lemonade in
concerto e Dj Sordo e Dj Milanononmivuolebene ; il 28 concerto dei Kobal e a seguire Dj Marco Bellini.
Domenica 15 continuano gli affollatissimi pomeriggi di
Note in caffè. ‘60 in Musica di e con Alessio Colautti. Tra
terzinati, lenti e travolgenti twist, Colautti, insieme al trio
vocale Ondatrio, proporrà con la consueta ironia una galleria
di brani del periodo del boom economico, un decennio pieno di
speranze e di voglia di fare e dove tutto sembrava realizzabile.
Giovedì 19: S/paesati - Bonawentura - Pupkin in coproduzione presentano la prima serata dello spettacolo/studio
Kebab
scenico Barbablu di Amélie Nothomb, riscrittura scenica di
Stefano Dongetti, regia di Sabrina Morena con Laura Bussani e
Alessandro Mizzi. Tratto da un romanzo che rivendica il diritto di
avere dei segreti e che indaga i meccanismi dell’amore, il cannibalismo sentimentale e la doppiezza della natura umana.
La rassegna S/paesati continua mercoledì 25 con lo spettacolo
Kebab di Gianina Carbonariu, regia Riccardo Bellandi, con Chiara
Benedetti, Andreapietro Anselmi, Daniele Ronco. La grandezza
di un essere umano non sta tanto in ciò che ha raggiunto e
che può dimostrare al resto del mondo, piuttosto in ciò che è in
potenza, nei suoi sogni, nelle sue speranze.
Ricordiamo per gli appassionati cinefili che 3 all’8 novembre
il teatro ospiterà XV edizione del festival internazionale della
fantascienza “Trieste Science+Fiction”, organizzato e
promosso da La Cappella Underground una kermesse dedicata
all’esplorazione dei mondi del fantastico. E che continuano gli
appuntamenti con le proiezioni di [email protected] la rassegna
di film all’incrocio tra le arti del palcoscenico e il cinema.
Il teatro degli orrori suonerà al Miela venerdì 4 dicembre!
Seguiteci su facebook e twitter!
INFO> www.miela.it
Amélie Nothomb
ph G.Garitan
10
Alessio Colautti
12
arte
TRIESTE / SALA COMUNALE D’ARTE / FINO ALL’11 NOVEMBRE
Ri-Forma di Gabry Benci
Tra grafica e pittura, la collezione dell’artista triestina
Ricca di spunti e di originalità, la mostra allestita da Gabry
Benci, è una collezione di tecniche miste che manifestano un
rinnovato interesse per grafiche, dipinti, collage e per inedite
installazioni. Materiale creato sulla base di riletture e ritagli dalle prove precedenti che hanno segnato tappe significative nel percorso dell’artista.
Per “confezionare” le opere esposte alla Comunale, infatti, la
Benci ha attinto al suo curriculum, recuperando opere dai suoi
trascorsi di grafica e di pittrice per ritagliarne qualche frammento che poi ha riposizionato in un diverso innovativo contesto
formale, organizzato per recuperare, come vividi squarci di
memoria, particolari e dettagli di sue calcografiche opere precedenti, inserendoli in nuovi contesti compositivi e intervenendo,
col segno e col colore, a ulteriore specificazione formale dell’opera così ri-creata.
Prendono in tal modo corpo nuove figurazioni che recano
in sé la storia di alcune precedenti fatiche, abbattendo in
qualche modo il limite di una dimensione temporale di solito
esclusa, in quanto non
facilmente rappresentabile, dalla bidimensionalità di una tela o
di un foglio di carta.
Attraverso tali nuove
Motivo carsico
esperienze creative
sembra amplificarsi
la tecnica del collage, sempre molto frequentemente presente
nel lavoro della Benci e molto congeniale all’artista, per formazione e per esperienza divisa, dal punto di vista delle tecniche
espressive, tra grafica e pittura.
Nel collage, assemblaggio di preesistenti elementi grafici, sembra trovare sintesi l’esigenza di piegare a nuove finalità formali
materiali sempre grafici pensati per un diverso contesto e in un
diverso momento creativo.
INFO> www.triestecultura.it
GRADISCA / GALLERIA SPAZZAPAN / DAL 20 NOVEMBRE AL 28 FEBBRAIO
Industrial design alla Spazzapan
Natura e disegni nella collezione Gervasoni
La Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
di Gradisca d’Isonzo prosegue il filone di attività dedicato
all’industrial design riferito soprattutto alle eccellenze regionali.
La storia della Gervasoni, azienda di fama internazionale del
Friuli Venezia Giulia nata nel 1882, diventa la protagonista
di questa nuova esposizione dove i prodotti storici
si affiancano alle ultime creazioni, mettendo in risalto
l’eccellenza di una produzione in cui le conoscenze dei materiali,
dei processi lavorativi e dei meccanismi della comunicazione si
uniscono alla cultura del progetto, alla creatività e alla capacità
di conquistare il mercato: una visione a tutto campo che coniuga
arte e vita contemporanea. Grazie alla sua personalità energetica
e pragmatica, l’azienda è stata capace di creare con
lungimiranza prodotti propositivi “fatti per essere usati”,
la cui prassi progettuale semplice e contemporanea dà come
risultato delle strutture dal lessico primario, interessanti global
tools. La Gervasoni oggi, forte di un’importante storia
aziendale che ha saputo unire con maestria tradizione
e innovazione, è affermata a livello internazionale con le sue
collezioni distribuite in oltre settanta paesi nel mondo.
INFO> www.galleriaspazzapan.it
Caccia Dominioni a Bruxelles
Marianna Accerboni illustra la mostra
al grande direttore d’orchestra Oleg Caetani
Dopo il grande successo registrato nelle
più prestigiose sedi istituzionali di Gorizia
e in FVG, la grande mostra su Caccia
Dominioni, ideata e curata dall’arch.
Marianna Accerboni, va a Bruxelles: dal 3
al 16 novembre all’Istituto Italiano di
Cultura, dove ci saranno dipinti, disegni,
progetti, libri del grande archittetto; dal 19
novembre al 23 dicembre alla sede della
Regione FVG con un focus sul 1° conflitto
mondiale grazie alle splendide tempere dei
Musei Provinciali di Gorizia. Per sottolineare il rapporto tra l’immaginario bellico di
un secolo fa, rappresentato da Dominioni,
e quello contemporaneo, un’altra mostra,
intitolata Cent’anni dopo, propone dal 3
al 17 dicembre alla Maison de la Jeunesse di
Woluwe-St. Lambert a Bruxelles opere in
tema di giovani triestini, del FVG, austriaci
e sloveni. Nel 2016, sempre per la mostra
Dominioni, la Biblioteca Isontina di Gorizia
e una prestigiosa sede istituzionale di
Trieste ospiteranno opere di giovani
belgi sul 1° conflitto mondiale. La mostra
è patrocinata dal Comune di Trieste con
il contributo di Regione FVG, AGM,
Fondazione CRTrieste, Associazione
Sentieri di Pace ed Health Care Group.
INFO> 335.6750946
arte
Rubrica a cura di Roberto Vidali
“Requiem”
Intervista a Mariano Mazzelli
Ci incontriamo con Mariano Mazzelli, artista di origini
romane, ma residente a Monfalcone.
Come hai mosso i primi passi nel mondo dell’arte?
I miei studi sono tecnici, essendomi laureato in Ingegneria,
anche se la vocazione rimane artistica. Negli anni ‘80 incontrai
la pittrice Mines Preda De Carolis che presentò alcuni miei lavori
ad Agnese Contardi della Galleria La Pigna. In questa galleria,
sede dell’Unione Cattolica Artisti Italiani, conobbi gli scrittori Fortunato Pasqualino e Francesco Grisi, i pittori Giuseppe
Selvaggi e Luigi Tallarico, e il professor Brunori dell’Accademia
di BB.AA. di Roma. Con questi autori ebbi la fortuna di condividere eventi culturali a carattere sociale.
Per commemorare il quarantennale della morte di Pier
Paolo Pasolini hai organizzato un grande evento...
Si tratta di due momenti distinti. Nella sede direzionale della
BCC, partendo dalla mostra “Urbanring”, curata da Elisabetta
Bacci, nel maggio dello scorso anno, presso il MiniMu e con il
patrocinio della Provincia, è stata illustrata la genesi del progetto e il fil rouge che porta a “Requiem” a cui sto lavorando
da più di un anno sempre con Elisabetta Bacci. Il 13 novembre
ci ritroveremo in uno spazio industriale con una installazione
composta da quattordici moduli, metafora del tormento in vita di
Pasolini e un video con riferimento al repertorio musicale classico. Su quest’ultimo vorrei fare alcune considerazioni anche in
relazione all’artista catanese che ha collaborato con me, Valerie
Condorelli. Valerie è riuscita a cogliere le mie richieste e lo spirito
del progetto. A me serviva qualcosa di essenziale, che accompagnasse il passo con enfasi e uscisse dall’opera “sacrale” di Bach,
da quella pulizia formale pure tanto cara a PPP ma forse un po’
troppo cerebrale. La proposta di Condorelli è l’opera 87 di Dmitri
Shostakovic, che mi è sembrata molto originale e in maggior sintonia con il luogo. Quali sono i maggiori
ostacoli che hai incontrato nella realizzazione di “Requiem”?
Come romano vissuto in
uno dei quartieri popolari
della città (il Pigneto) - in
cui Pier Paolo Pasolini
sviluppo e ambientò una
parte consistente del suo
lavoro - mi ha sempre
affascinato il tema della
comunicazione popolare
non solo per i contenuti
ma anche per le diverse
modalità di espressione
sempre più vicine alla
protesta anche politica.
“Requiem” è nato non solo
con l’idea di commemorare un grande personaggio
del Novecento, ma anche
Mariano Mazzelli
di rappresentare e raccontare questa nostra umanità dolente. In
questo senso avevo bisogno di uno spazio inusuale, inutilizzato
o ancora meglio in disuso, periferico, uno spazio quasi teatrale in
cui poter rappresentare questa storia. La ricerca di questo spazio
ha rappresentato la sfida più difficile proprio per la natura “site
specific” dell’evento. Che cosa ti aspetti da questo evento che sarà ospitato al
Capannone n. 8 della zona industriale di San Dorligo della
Valle?
Quando una cosa mi piace la faccio e basta: saranno poi le persone a giudicare. Mi piacerebbe, questo sì, che il progetto costituisse per il territorio la testimonianza di un modo di fare arte
non convenzionale, intesa come diversità di linguaggio, di sito
espositivo e di partecipazione emotiva e personale del pubblico. Sarebbe inoltre interessante portare questa mostra a Roma
ripercorrendo idealmente quel viaggio di Pasolini avvenuto nel
1950 dal Friuli a Roma.
Un’ultima considerazione?
Scriveva Pasolini, “sono sempre più scandalizzato dall’assenza
del sacro nei miei contemporanei. Io difendo il sacro perché è la
parte dell’uomo che resiste meno alla profanazione del potere”.
Ecco, spero che questa bella e vera affermazione del poeta sia
ben interpretata da “Requiem”. Il 23 ottobre 2015, presso la sede direzionale di Trieste della BCC di
Staranzano e Villesse, è stato presentato il progetto “Requiem”. Sono
intervenuti: Nicoletta Paganella (vicepresidente Ezit), Luca Caburlotto
(direttore Polo Museale del FVG), Mariano Mazzelli (artista), Elisabetta
Bacci (curatore indipendente). Venerdì 13 novembre, alle ore
18.00, la mostra/evento “Requiem” di Mariano Mazzelli (a cura di
Elisabetta Bacci) avrà luogo nel Capannone n. 8, via Ressel 2/7, Zona
Industriale di San Dorligo della Valle (TS). L’evento è stato realizzato
in collaborazione con EZIT – Ente Zona Industriale Trieste e con il
sostegno di Associazione Juliet, Gruppo Immagine, Girardi Spumanti.
13
arte
TRIESTE / SALA COMUNALE D’ARTE / A NOVEMBRE
Doppio appuntamento in Piazza Unità
Loredana Riavini e gli ospiti di Ad Maiores e Mademar
ph Olga Micol
Personale di
Loredana Riavini
Il 12 novembre alle 18.30 alla Sala Comunale d’arte di Trieste
avrà luogo l’inaugurazione della personale della pittrice triestina Loredana Riavini, introdotta sul piano critico dall’arch.
Marianna Accerboni: in mostra una ricca sequenza di acrilici su
tavola con finitura in gommalacca, realizzati tra il 2011 e il 2015.
“In questa rassegna” scrive Accerboni “la Riavini, che ha un
bagaglio professionale e una tecnica personale, molto consolidata e accurata, ci offre delle soluzioni pittoriche e compositive nuove e attraenti. L’artista, notissima per le sue intense
facciate di vecchie case istriane e carsiche, che emanano il fascino e il profumo del tempo, entra ora in queste semplici ma umanissime dimore, riproponendone l’atmosfera, ma animandone
talvolta gli interni attraverso la presenza di qualche personaggio oppure di oggetti d’epoca, che parlano di un antico quotidiano, mentre i suoi interessi pittorici si aprono ora pure al mare. Ed
ecco in mostra, a sorpresa, anche questo nuovo tema.
Fino al 30 novembre.
INFO> 333.205130
Maschere create nel corso dei laboratori
L’arte attraversa
vittoriosamente la vita
Il 13 novembre alle 18.30 alla Sala Comunale di Trieste (piazza
Unità d’Italia 4/b) avrà luogo l’inaugurazione della rassegna
“L’arte attraversa vittoriosamente la vita”, introdotta dalla curatrice arch. Marianna Accerboni e patrocinata dall’A.A.S. n°1
Triestina: in mostra una ricca e vivace sequenza di opere
realizzate dagli ospiti della Residenza per anziani
Ad Maiores e della Residenza Sanitaria Assistenziale
Mademar, dirette da Tiziana Kert e Claudio Berlingerio. I lavori,
variegati come tema e taglio stilistico, risultano molto interessanti e talvolta divertenti, forse perché realizzati assieme e in
grande armonia con gli allievi dell’Istituto d’Arte “E. e U. Nordio”
e la collaborazione dell’Associazione Amici del Venerdì, coordinati dall’artista Claudio Sivini. Iniziativa questa, molto lodevole
e interessante, anche perché poi le opere saranno esposte nelle
Residenze. Inoltre nel corso della vernice sarà presentato il
calendario 2016 con pubblicate le opere degli artisti.
Fino al 19 novembre.
INFO> [email protected]
Cécile van der Salm 346.0389838
La bellezza per la bontà, l’arte aiuta la vita
Ha aperto venerdì 31 ottobre al Castello
di Duino la XVI edizione della mostra
d’arte intitolata La bellezza per la
bontà, l’arte aiuta la vita, organizzata
a favore del Premio alla Bontà Hazel Marie
Cole Onlus, istituito da Aldo e Donatella
Pianciamore, e curata dall’architetto
Marianna Accerboni, che introdurrà l’esposizione. Alla rassegna, visitabile fino al 15
novembre e accompagnata da un esaustivo catalogo, prendono parte 23 artisti tra
pittori triestini, di altre città italiane e stranieri. Dal 16 al 30 novembre la mostra
sarà visitabile alla Sala del Giubileo
(riva 3 novembre 9, inagurazione alle
18). Espongono Alda Baglioni, Ferruccio
Bernini, Annie Blanchi, Valerie Bregaint,
Nora Carella, Bruna Daus, Elsa Delise,
Carolina Franza, Fulvio Dot, Carla Fiocchi,
Holly Furlanis, Paola Martinella, François
Piers, Dante Pisani, Marta Potenzieri, Alice
Psacaropulo, Erika Stocker, Angelo Salemi,
Carlo Sini, Antonio Sofianopulo, Ann Tudor
Walters, Livio Zoppolato, Elvio Zorzenon
(orario di apertura del Castello).
INFO> 335.6750946
ph Olga Micol
14
Da sinistra: Marianna Accerboni, Aldo
Pianciamore, Principe Carlo della Torre e
Tasso, Marchesa Etta Carignani
arte
TRIESTE / LUX ART GALLERY E SALA FITTKE /A NOVEMBRE
Salone d’Autunno dell’Arte Triestina
53 artisti per proporre il meglio della pittura e della scultura locale
Sabato 24 ottobre è stato inaugurato presso la Lux Art
Gallery il 9° Salone d’Autunno dell’Arte Triestina. “Anche
quest’anno - afferma Franco Rosso, Presidente di Z04 - l’evento si conferma quale osservatorio privilegiato sul fare pittura e
scultura a Trieste, attraverso l’invito rivolto a 53 operatori scelti
tra quelli che vantano una pluriennale attività produttiva ed
espositiva e che con successo possono testimoniare l’evoluzione
della creatività espressa attraverso l’arte a Trieste.”
La parallela Young Art Selection, che quest’anno giunge alla
terza edizione, propone – in aggiunta – i talenti di artisti giovanissimi, prevalentemente già diplomati all’Istituto d’Arte
“E. e U. Nordio”, che attraverso linguaggi espressivi nuovi si sono
cimentati sul tema dell’animalità nel contemporaneo. Questa
esposizione verrà ospitata a partire dal 7 novembre presso
la Sala A. Fittke, concessa dal Comune di Trieste. L’insieme
conferma Trieste come città nella quale si incrociano e si contaminano idee ed espressioni che nell’espressività creativa
propongono riflessioni e interrogativi anche sulle inquietudini e
sulle tensioni della società contemporanea.
Accanto a presenze consolidate a livello curricolare vi sono
elementi di novità, messi in luce dalla manifestazione che, da
questo punto di vista, diventa pure un osservatorio privilegiato
sulle realtà esistenti e sulle potenzialità ancora latenti.
È davvero cospicua l’importanza di una presenza giova-
nile che dovrà essere ancor più corroborata in futuro da
uno stimolo alla partecipazione, perché gli artisti emergenti
possano essere inseriti in un circuito di attenzione, fondamentale per loro stessi, che si espongono così il giudizio di una vasta
platea su cui riflettere, mantenendo peraltro integra la propria
vocazione d’origine e la propria tensione poetica.
INFO> 333.8345924 / [email protected]
Claudio Palcic, ‘’Retaggio lontano”
15
schermi
trieste / LUOGHI VARI / dal 3 all’8 novembre
A Trieste ritorna il futuro!
Con Trieste Science+Fiction la città diventa capitale europea del cinema fantastico
Polder
Trieste Science+Fiction, il festival della fantascienza, porta
in città un’invasione di film, letteratura e musica! 70 titoli di
cui 22 anteprime italiane della miglior produzione di
fantascienza, fantasy e horror da ogni parte della Terra
e non solo. Trieste diventa la capitale europea del cinema
fantastico, con la convention della European Fantastic Film
Festivals Federation e la cerimonia di consegna dei Méliès d’or:
gli Oscar del cinema fantastico europeo!
Trieste Science+Fiction festeggia la 15ª edizione presentando
il Profondo Rosso Live Soundtrack dei Goblin di Claudio
Simonetti per i 40 anni del cult di Dario Argento, con la
sonorizzazione dal vivo della colonna sonora che li ha resi
celebri nel mondo. Venerdì 6 novembre in Sala Tripcovich:
Profondo Rosso come non l’avete mai visto né sentito!
Due i concorsi internazionali, oltre al Méliès d’or: il Premio
Asteroide, per il miglior film sci-fi di registi emergenti a livello
mondiale e il Méliès d’argent per il miglior lungometraggio e
cortometraggio europeo.
Il Presidente della Giuria internazionale è Joe R.
Lansdale, forse il più geniale scrittore contemporaneo di
fantascienza, horror e noir, che incontrerà il pubblico in Sala
Bruce Sterling
Joe R. Lansdale
ph Larry D. Moore
16
The Zero Theorem
Tripcovich nel pomeriggio di domenica 8 novembre.
Verrà presentato in anteprima mondiale Andron - The
Black Labyrinth di Francesco Cinquemani, con Alec Baldwin,
Danny Glover e la superstar Skin. Il film di apertura del festival
sarà l’anteprima italiana di Frankenstein di Bernard Rose
(regista di culto di Candyman e Il violinista del Diavolo),
ambientato nella Los Angeles di oggi e raccontato interamente
dalla prospettiva del mostro, interpretato da Xavier Samuel,
mentre Carry-Anne Moss e Danny Houston sono la coppia
di eccentrici scienziati che plasmano la creatura. Il film di
chiusura sarà The Zero Theorem diretto da Terry Gilliam,
con protagonista Christoph Waltz.
Altri input dal programma? I primi film fantastici da Etiopia e
Slovenia, Crumbs e Idyll; l’heavy metal di Deathgasm; gli anni 80
di Turbo Kid; la realtà virtuale di Polder; i post-apocalittici The
Survivalist e Jackrabbit; la sci-fi russa di Calculator; i fantasmi
di We Are Still Here; i geniali mockumentary What We Do in the
Shadows e No Men Beyond This Point; gli insettoni di Stung;
i lupi mannari di Howl; gli zombie di Wyrmwood; il Dio che
governa il mondo dal suo PC di The Brand New Testament e
l’horror dell’anno It Follows.
Trieste Science+Fiction assegna il premio Urania
d’Argento alla carriera a Bruce Sterling, tra i più importanti
autori della fantascienza americana, da lui profondamente
innovata. Il suo futuro prossimo, il presente sottilmente alterato, i
processi di assuefazione tecnologica hanno definito il cyberpunk.
Da non perdere gli Incontri di Futurologia tra scienza e
letteratura, il focus Spazio Italia, i Midnight Movies al Miela, la
mostra e i tornei di retrogaming Play It Again in piazza Unità, La
Notte degli Ultracorpi con Alexander Robotnick al Salone degli
Incanti il 7 e il concerto con Game Boy di Kenobit al Tetris il 4!
La sede principale è la Sala Tripcovich. La Casa del Cinema di
Trieste, quartier generale, ospiterà le sezioni collaterali al Teatro
Miela. Le proiezioni di Sci-Fi Kids per gli spettatori del futuro si
terranno nella sala d’essai del Cinema Ariston, dove verrà anche
proiettata una selezione dei film premiati, lunedì 9 novembre.
INFO> www.sciencefictionfestival.org
schermi
trieste / cinema ARISTON / A novembre
Non solo fantascienza...
La Cappella Underground moltiplica l’offerta di cinema all’Ariston e alla Mediateca
Mentre la fantascienza impazza
a inizio novembre sugli schermi
della Tripcovich e del Miela,
in un universo parallelo
La Cappella Underground
moltiplica l’offerta di cinema
negli spazi dedicati dell’Ariston
e della Mediateca.
La sala d’essai di viale
Romolo Gessi 14 propone
come sempre un’ampia
selezione dei migliori film
d’autore in prima visione,
provenienti dai più importanti
festival internazionali, con un
occhio di riguardo per i titoli
in lingua originale (riparte
questo mese anche la rassegna
La legge del mercato
del British Film Club), i classici
restaurati e incontri con gli autori.
Tra i titoli di punta in programma, La legge del mercato di
Stéphane Brizé, con protagonista Vincent Lindon (premio
miglior attore a Cannes); e Rams – Storia di due fratelli e
otto pecore, di Grímur Hákonarson, ambientato in Islanda e
presentato a Cannes nella sezione Un Certain Regard.
Titoli già cult come Taxi Teheran di Jafar Panahi (Orso d’oro
alla Berlinale), The Lobster di Yorgos Lanthimos (premio
della Giuria a Cannes), Per amor vostro di Giuseppe Gaudino
(Coppa Volpi a Venezia per Valeria Golino) torneranno invece
sullo schermo nei matinée d’essai domenicali.
Sempre più frequentata, la Mediateca ha una nuova
sede in Via Roma 19, con oltre 5000 titoli di film in dvd
in prestito, divisi per percorsi e categorie tematiche. Orario
continuato da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 19.00: un
luogo aperto a tutti, ideale per scegliere e guardare film,
per consultare e leggere libri e riviste di cinema, ma anche
per studiare e navigare sul web. Tutti i servizi, tra cui il
tesseramento, il prestito dei film e la connessione wi-fi sono
gratuiti.
INFO> www.lacappellaunderground.org
Mediateca
La Cappella Underground
Palazzo Galatti - piano terra
Via Roma 19, Trieste
tel +39 (0)40 32255220
www.lacappellaunderground.org
[email protected]
trieste / galleria rettori tribbio
Guardar con Maraviglia
Piccola mostra di Pittura sorPrendente
Si può fare oggi della pittura sorprendente o l’unica sorpresa
è dipingere ancora nel 2015? Serena Bellini, Giulia Cossutti,
Alessandra Laneve, Paolo Pascutto, Arturo Picca e Giada Princi
rispondono a tale domanda con una serie di opere figurative realizzate appositamente per questa mostra. Ognuno ha affrontato
il tema, ragionando su come la pittura oggi può rappresentare o
Serena Bellini
Alessandra Laneve
Giada Princi
suscitare meraviglia. La mostra è anche un’occasione per fare il punto
di cosa significhi fare pittura oggi, cercando di proporre delle opere
originali e innovative, provando nuove strade e nuovi modi all’interno
dell’inflazionato mondo dell’immagine contemporanea.
www.paolopascutto.it
Paolo Pascutto
Arturo Picca
Giulia Cossutti
Galleria d’Arte Rettori Tribbio
Piazza Vecchia, 6 - 34121 Trieste - www.rettoritribbio.com
Orario: feriali 10 - 12.30 / 17 - 19.30 / venerdì 10 - 12.30
festivi 10 - 12 / lunedì chiuso
FINO AL 13 NOVEMBRE
17
18
musica
fvg / LUOGHI VARI / A NOVEMBRE
Grande rock, questo è novembre!
Scorpions a Trieste il 13, W.A.S.P. a Pordenone. Ci sono anche Nek e Cremonini
Scorpions
Scorpions! Il ritorno della grande rock band a Trieste è l’evento
di novembre. 50 anni di storia di grande musica, un traguardo
che solo in poche grandi band sono riuscite a raggiungere. Un
traguardo che è molto vicino per una delle realtà di riferimento
della scena hard rock e heavy metal mondiale, gruppo capace
di segnare la storia universale del rock brani come “Still Loving
You” e “Wind of Change” e di vendere oltre 100 milioni di dischi
nel mondo, che proprio nel 2015 celebreranno il 50esimo anniversario della loro luminosa carriera.
Trieste ospita poi Cesare Cremonini il 22 novembre. Atteso
ritorno per un cantante che torna sulla breccia con il suo Più che
logico Tour: dopo quasi 10 anni dall’ultimo disco dal vivo, un’altra piccola perla con 22 brani dal vivo.
Ci sono i grandi nomi a novembre anche nel resto della regione.
Il 16 novembre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine torna
in Friuli Malika Ayane. Accompagnata da una “superband” di
undici elementi, Malika, che ha aperto il suo 2015 conquistando
il Premio della Critica al 65esimo Festival di Sanremo e il Disco
d’Oro per il brano “Adesso e qui (Nostalgico presente)” tratto
dall’ultimo album “Naif” (Sugar Music), porterà in scena le novità dell’ultimo lavoro discografico insieme alle sue canzoni più
amate dal pubblico, e non mancheranno alcune sorprese pescate dal suo personale bagaglio musicale, rivisitate con il suo stile
unico e raffinato.
Cesare Cremonini
W.A.S.P.
Passerà una sola settimana e, nello stesso teatro, arriverà una
vecchia fiamma del pop italiano che sta tornando in gran forma.
Il concerto di Nek, inserito nel nuovo tour “Prima di Parlare
Live”, originariamente previsto per lunedì 2 novembre, come
sapete è stato posticipato al giorno lunedì 23 novembre, con
inizio sempre alle 21. Il tour segue la pubblicazione del nuovo
album “Prima di Parlare”, già certificato album di platino, anticipato dal singolo “Fatti Avanti Amore”, con il quale Nek si è piazzato al secondo posto nella categoria Big al Festival di Sanremo.
Il nuovo singolo estratto “Se Telefonando”, con il quale ha vinto
il premio Miglior Esibizione Cover a Sanremo, è tra i brani più
trasmessi dalle radio. Domenica 29 novembre a Udine, con replica il 4 dicembre
alla Tripcovich di Trieste (finalmente riutilizzata), segnaliamo qui anche l’esibizione dei PanPers: non solo, ma anche musica.
Reduci dai successi televisivi, i PanPers si presentano a teatro in
questa stagione autunnale con il nuovissimo spettacolo dal titolo
“Quasi Esauriti”. Uno show completamente inedito che spazierà tra
monologhi a due, sketch, canzoni e i personaggi che ne hanno fatto
la fortuna, uniti anche alle nuovissime interpretazioni dei giudici
di X Factor Mika e Fedez, che già promettono di strappare la risata
del pubblico. Uno spettacolo dal grande ritmo, mai banale nei contenuti, che vede alla regia proprio Paolo Ruffini, attore, regista,
conduttore di Colorado e amico, che già li ha fortemente voluti
nel cast del suo ultimo film: “Fuga di Cervelli”. Ma per molti la notiziona del mese è questa: Deposito,
Pordenone, W.A.S.P. Sono celebri per i loro concerti molto
energici e caratteristici quasi sempre arricchiti da performance scabrose o cruente, colme di allusioni sessuali, sangue
finto, scenografie eccentriche e soprattutto un vestiario di
forte impatto, e fortemente ispirati alle esibizioni di Alice
Cooper, il pioniere di questo tipo di spettacoli.
Gli W.A.S.P. andarono a coniugare sonorità di puro stile glam
statunitense con la potenza della scuola heavy metal britannica e le linee melodiche tipiche del rock and roll di stampo
americano, oltre che dell’hard rock anni settanta stile Kiss.
Da allora, il mito non è morto.
musica
SACILE / TEATRO ZANCANARO / FINO AL 10 DICEMBRE
Il volo del jazz
A Sacile cinque concerti irrinunciabili,
chiusura con Iiro Rantala
Grande anteprima il 20 ottobre con Dianne Reeves, e ora si
entra nel vivo del festival a Sacile: a rompere il ghiaccio sul palco
del Teatro Zancanaro ci penserà, la sera di sabato 7 novembre alle 21, una band che ha fatto la storia della musica contemporanea. Gli Oregon infatti sono una pietra miliare dell’evoluzione che ha portato la musica verso un suono eterogeneo
ed introspettivo, impressionista e visionario. Sono stati i primi a
gettare le fondamenta tra Oriente e Occidente in modo metodico,
esplorando la musica e filtrandola in un’ottica jazzistica.
La settimana successiva, domenica 15 novembre, sarà la
volta del nuovo maestro del groove, il trombettista statunitense Terence Blanchard, che salirà sul palco dello Zancanaro
accompagnato dal suo E-Collective. Celebre soprattutto
per le sue collaborazioni con il regista Spike Lee - sono sue le
colonne sonore dei film Jungle Fever, Malcom X, Inside Man Blanchard si riconferma uno sperimentatore, pronto a percorrere
strade musicali sempre diverse. Dhafer Youssef salirà sul
palco il 21. Compositore, cantante e suonatore di Oud, il liuto
arabo, Dhafer Youssef proprio grazie a questo strumento, dal
quale riesce a trarre composizioni complesse improntate sulla
tradizione araba, rappresenta un’unicità nella scena musicale
contemporanea. Spazio quindi a un supergruppo di guru del
Dhafer Youssef
latin jazz, con il progetto Volcan, un disco magmatico, irruente e potente. Sabato 28 novembre saliranno quattro mostri
sacri del latin jazz, uniti da profonda amicizia e stima, la cui
musica intensa, percussiva e imprevedibile ha infiammato
le platee statunitensi, sudamericane e giapponesi. Gonzalo
Rubalcaba, Jose Armando Gola e Horacio “El Negro”
Hernandez, cubani, e Giovanni Hidalgo, portoricano, sono
vere leggende del latin jazz. Insomma, ce n’è per tutti.
E la grande chiusura del 10 dicembre nella prestigiosa cornice
della Fazioli Concert Hall sarà affidata al pianista finlandese Iiro Rantala, per un concerto di piano solo.
INFO> www.controtempo.org
19
20
musica
Slovenia Gig Guide
Pete Rock
Anche in novembre diverse interessanti
date in Slovenia a livello di concerti e
serate clubbing, con proposte variegate
in arrivo. Iniziamo da Lubiana e da Kino
Siska (www.kinosiska.si), che propone
il 6 novembre i Kvelertak ed il 26 gli
ammalianti Lola Marsh. Grande già
l’attesa anche per il 1 dicembre quando
sul palco dell’ex cinema trasformato
in centro multidisciplinare di cultura
EshOne
urbana arriveranno gli Editors. Hugo
Race con i True Spirit sarà a Channel 0
(www.ch0.org) martedì 17. Sempre nel
comprensorio di Metelkova il Gala Hala
(www.galahala.com) ospita i francesi
High Tone il 7, mentre il 23 è protagonista l’hip hop con una figura storica
come Pete Rock. Alcune segnalazioni
nella capitale anche per l’elettronica:
il K4 (www.klubk4.org) avrà in con-
Lola Marsh
solle Nakadia il 6 e Martin Buttrich il
27: è di scena invece il drum and bass
con gli australiani Pendulum il 13 a
Cvetlicarna mentre tocca alle basse frequenze di EshOne il 23 allo Zoo.
Il Mostovna (www.mostovna.com)
infine, nei pressi di Nova Gorica, presenta il 30 Torch,The Canyon Observers e
Damned Pilots.
Rubrica a cura di Cristiano Pellizzaro
Parola di Geco / Tutta un’altra musica
Percussioni-africane.com è un bel sito
tutto dedicato a strumenti ed accessori
musicali tradizionali del continente nero.
Alcuni anni fa, quando l’etnico e in particolar modo l’Afro erano tanto di moda,
questo sito sarebbe stato l’ideale per far
fronte al problema della reperibilità di
pelli e lacci di ricambio per le percussioni.
Una visita la suggerisco lo stesso agli
amanti del genere. Tratta in ogni caso
articoli difficili da trovare.
Disponibile da questo mese in tutte le
librerie Tutti su di me, la biografia ufficiale di Immanuel Casto, raccontato da
Max Ribaric. Il testo edito da Tsunami, è
Immanuel Casto
il frutto di quasi due anni di lavori della
penna triestina giunta già alla sua terza
pubblicazione. Foto, documenti e rarità
raccolte in poco più di due centinaia di
pagine. Da notare la scelta dell’inserimento a lato del testo, di un QR Code ove
necessario, per permettere al lettore di
visionare i videoclip di Casto direttamente
dal proprio smartphone. Altra particolarità è la labbratura color rosa delle pagine
del libro. Casto si esibirà in concerto
sabato 12 dicembre al Deposito
Giordani di Pordenone.
Overdrive Alternative TV è un ambizioso progetto triestino nato da poco, che
si pone l’obbiettivo di fornire tutta l’informazione riguardante la scena musicale
alternativa italiana e non, che sta fuori
dal circuito di largo consumo e che necessita di essere divulgata come si deve.
Tutto da scoprire mediante visita al sito
www.overdriveatv.com, questo nuovo
media non solo trasmetterà un reale programma televisivo, ma offrirà anche delle
esaustive sezioni web d’approfondimento
gestite a dovere dagli ideatori del proget-
to che hanno studiato tutto nei minimi
dettagli, sfruttando le potenzialità dei
socialnetwork e di un blog dove gli utenti
potranno condividere materiale e opinioni. Questa scommessa mediatica è partita
per prova la scorsa estate andando in giro
per i festival d’Europa a tastare il terreno.
Dopo essersi strutturato in una vera e
propria macchina informativa con tanto
d’uffici stampa e di produzione, autofinanziandosi e mettendo a disposizione
attrezzature, competenza e contatti, lo
staff ha mosso i primi passi sul campo
nel vecchio continente ottenendo ottimi
riscontri. Da quel momento la strada si è
aperta da sola, decidendo di proseguire
sul web in modo indipendente e non
tramite i convenzionali canali tv locali
come all’inizio era previsto, in quanto non
avrebbero potuto fornire lo spazio necessario per una divulgazione adeguata.
INFO> www.facebook.com/latanadeigechi / latanadeigechi.blogspot.com
ZAPPING
TRIESTE / SALONE DEGLI INCANTI / DAL 20 AL 22 NOVEMBRE
Tattoo Expo 2015
La grande rassegna torna a Trieste con i maestri della body art
Siamo ormai prossimi all’ottava edizione della più importante convention Internazionale del tatuaggio del nord est che si
terrà a Trieste nelle giornate di venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 Novembre 2015. La location di “ The International
Tattoo Expo “ è in pieno centro della bellissima città di
Trieste; il Salone degli Incanti, affacciato sul mare del golfo è
ideale per i suoi ampi spazi. Garantita la presenza di quasi
duecento artisti della body art e maestri del tatuaggio
da tutto il mondo, confronto ed incontri su nuove idee e proposte, le ultime novità nel settore dei prodotti professionali e
dei colori, le nuove forme per le tendenze ed i classici, le star
e i loro segreti, tutto quello di innovativo che c’è oggi. Come
sempre attorno al Tattoo Expo Trieste ruotano molti eventi
di intrattenimento: a presentare le varie fasi quest’anno sarà
Andrea Rock, assieme a Giulia Salvi, voce del programma preserale Generazione rock sulle frequenze della Virgin Radio.
Sarà Andrea Rock il vocalist di queste tre coloratissime e
tatuatissime giornate fatte anche di spettacoli ed intrattenimento. A proposito, attesissima ospite La Pina: sarà lei la
Special Guest in carne ed ossa e tatuaggi direttamente dalle
onde Radio DeeJay.
INFO> www.triestetattooexpo.com
TRIESTE / PALACHIARBOLA / 29 NOVEMBRE
Mostra del disco 2015
Consueto appuntamento con la vera celebrazione del disco a Trieste
Si svolgerà domenica 29 novembre la Mostra mercato del disco, cd
e dvd usato e da collezione, giunta alla XIV edizione. Cancelli aperti
al Palasport di Chiarbola a Trieste, dalle 10 del mattino per 9
ore filate e con la presenza di una settantina di operatori italiani
e stranieri, provenienti da Slovenia, Croazia, Svizzera, Ungheria e
Germania. La convention sarà meta di appassionati, collezionisti e
curiosi che si daranno appuntamento per scovare LP e CD in ogni
formato, più o meno rari, sagomati, vinili neri o colorati, picture disc,
33 e 45 giri, album singoli e doppi, con copertine apribili ed in rilievo.
E poi una valanga di stampe estere, quelle inglesi, per eccellenza
ma anche giapponesi, di notevole fattura e cura del particolare ed
altre dai paesi più insospettabili. Ogni genere musicale sarà rappresentato, dalla musica italiana al prog-rock, passando attraverso punk, funky e jazz, non trascurando metal e disco-music, new
wave, elettronica, classica ed etnica, senza dimenticare le sigle dei
cartoni animati ed i 78 giri dei nostri nonni! Chiunque potrà esporre,
scambiare, acquistare, vendere o semplicemente farsi valutare i propri dischi. Ma sui banchi non troneggeranno solo dischi. Anche
gadget, videocassette e DVD, magliette, manifesti, libri e riviste,
locandine e fotografie d’epoca. Ed ancora, strumenti ed hi-fi, nuovo
e vintage! Una vera celebrazione del disco, un rito a cui non mancare per tutti gli affezionati uniti dalla passione per il caro, vecchio
vinile ed i più moderni supporti digitali.
INFO> www.musicalibera.it / [email protected] / mobile: +39 329 3430 481
21
22
Sistema Network Caffè
A dicembre pubblichiamo gratuitamente le date che riceviamo entro il 21 novembre 2015
pordenone
musica
Giovedì 5
W.A.S.P.
In attesa del nuovo album dal titolo
“Golgotha”, il concerto del storico
gruppo guidato da Blackie Lawless.
Heavy metal puro, diabolico e
primitivo!
Ore 19 - Il deposito, via Prasecco 13,
Pordenone
Info: ildepositoconcerthall.com
>>articolo a pag. 18
Venerdì 6
Iosonouncane
DIE è un progetto che nasce dalla
maturazione artistica di
Iosonouncane, dalle decine di
concerti in giro per l’Italia, dalle
collaborazioni con molti musicisti, ma
anche dal desiderio di percorrere un
diverso percorso creativo rispetto a
quello che aveva dato come risultato il
premiato debutto
Astro Club, via Puccini 141, Fontanafredda, Pordenone
Info: www.astro-club.it
SABATO 7
Oregon
Il volo del jazz
Pietra miliare dell’evoluzione che ha
portato la musica verso un suono
eterogeneo, introspettivo,
impressionista e visionario, gli
Oregon sono stati i primi a gettare le
fondamenta tra Oriente e Occidente in
modo metodico, esplorando la musica
e filtrandola in un’ottica jazzistica
Ore 21 - Teatro Zancanaro, viale
Zancanaro 26, Sacile, Pordenone
Info: www.controtempo.org
sé forme musicali del passato (la
forma variata, il rondò, il corale)
per svilupparle in una macroforma
unitaria di dimensioni ragguardevoli
Ore 18 - Teatro Verdi, viale Martelli 2,
Pordenone
Info: comunalegiuseppeverdi.it
Venerdì 13
ZEUS!
Tornano gli ZEUS! a radunare nuvole e
scagliare fulmini su questa terra, due
anni dopo “Opera”. Questa volta tocca
a “Motomonotono”, terzo album per il
duo formato da Luca Cavina al basso
elettrico e voce e Paolo Mongardi alla
batteria
Astro Club, via Puccini 141,
Fontanafredda, Pordenone
Info: www.astro-club.it
La finale di uno dei principali concorsi
per ottoni al mondo, per la prima volta
aperta a un più vasto pubblico.
Con l’Orchestra da Camera di Padova
e del Veneto diretta da Luciano Acocella. Musiche di Nino Rota, Concerto
per trombone e orchestra; Ludwig van
Beethoven, Sinfonia n. 7 op. 92
Ore 20.45 - Teatro Verdi, viale Martelli
2, Pordenone
Info: comunalegiuseppeverdi.it
Domenica 15
Terence Blanchard
Il volo del jazz
Con più di 30 album alle spalle,
Blanchard si riconferma uno
sperimentatore, pronto a percorrere
strade musicali sempre diverse
Ore 21 - Teatro Zancanaro, viale
Zancanaro 26, Sacile, Pordenone
Info: www.controtempo.org
>>articolo a pag. 19
26° Concorso
Città di Porcia
Il Concorso Internazionale “Città di
Porcia” punta sulla valorizzazione
degli strumenti a fiato. Il Concorso
offre la possibilità di assistere a
performance che accompagnano lo
spettatore durante una settimana
di prove
Ass.ne Amici della Musica S. Gandino,
via Correr 69, Porcia, Pordenone
Info: www.musicaporcia.it
Prima esecuzione assoluta
È un lavoro del 2013 di Luca Macchi,
compositore monfalconese ma
varesino d’adozione. Una sorta
di “iperpezzo”, che racchiude in
Cosmetic
“Nomoretato”, il nuovo lavoro, è un
concentrato di tutte le migliori cose
della band con un pizzico di psichedelia in più
Astro Club, via Puccini 141,
Fontanafredda, Pordenone
Info: www.astro-club.it
Dhafer Youssef
Il volo del jazz
Dopo essersi trasferito negli anni ’90
in Europa per studiare jazz, Dhafer
Youssef è diventato uno dei musicisti
tunisini più apprezzati al mondo
Ore 21 - Teatro Zancanaro, viale
Zancanaro 26, Sacile, Pordenone
Info: www.controtempo.org
>>articolo a pag. 19
Sabato 14
Dal 9 al 15/11
Lightning Streaks
Sabato 21
Finale concorso “Città
di Porcia”
>>articolo a pag. 19
Mercoledì 11
novembre
Sabato 28
Volcan
Il volo del jazz
Un’autentica all star band del latin
jazz riunita insieme per il progetto
Volcan. I cubani Rubalcaba, Gola e “El
Negro” Hernandez e il portoricano
Hidalgo sono vere e proprie leggende
del latin jazz
Ore 21 - Teatro Zancanaro, viale
Zancanaro 26, Sacile, Pordenone
Info: www.controtempo.org
>>articolo a pag. 19
teatro
Sabato 7
Serata di gala
e premiazione
Con il cabarettista bolognese Gian
Piero Sterpi. Nel corso del Gran Galà
del Teatro verranno consegnati i
premi della terza edizione del Festival
Itinerante del Teatro Amatoriale
Ore 21 - Teatro Mascherini, Azzano
Decimo, Pordenone
Info: www.fitapordenone.it
Domenica 8
Apriti cielo
Ficarra & Picone ritornano a teatro
dopo quattro anni d’assenza.
Un cadavere tra i piedi di due
improbabili tecnici della tv è solo una
Mercoledì 4
sfortunata coincidenza?
Forbici & Follia
Ore 21 - Teatro Zancanaro, viale
Forbici & follia è un gioco di contrasti e Zancanaro 26, Sacile, Pordenone
di tante possibili verità. La tranquilla Info: www.teatrozancanaro.it
vita di pettegolezzi di un negozio
di parrucchiere viene interrotta
dall’assassinio della vecchia pianista
che vive al piano di sopra ed è la
proprietaria dell’edificio. Tutti i
presenti hanno un movente che
giustificherebbe il delitto, e hanno
avuto la possibilità di compierlo
Ore 21 - Teatro Pileo, via Battisti 70,
Prata di Pordenone, Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Hansel e Gretel
OrtoTeatro bambini e famiglie
Lo spettacolo appartiene ad un
progetto di recupero delle fiabe
Gaber, Jannacci,
tradizionali che tende ad evidenziare
Milano, Noi
gli aspetti educativi e ad esaltare
“Il punto di partenza, le tappe di
la dolcezza del racconto, il clima
Giovedì 26
un percorso, l’ambizione di una
di dolcezza dei tempi di una volta,
condivisione. Gaber e Jannacci sono
quando i nonni davanti al loro focolare
XYZ
tutto questo per noi”. Parola degli
raccontavano ai propri nipotini una
È il nuovo progeetto del prodigioso
autori e interpreti dello spettacolo Ale fiaba classica prima di addormentarsi
Ian Svenonius, condiviso con l’amico
& Franz, una delle coppie più amate
Ore 16.15 - Auditorium Concordia, via
Memphis Electronic (a.k.a. Didier
del cabaret italiano, in bilico fra il
Interna 2, Pordenone
Balducci)
surrealismo di Cochi e Renato, di cui
Info: www.ortoteatro.it
Astro Club, via Puccini 141,
sono probabilmente i più degni eredi,
Fontanafredda, Pordenone
e una modernità che detta loro tempi
Giovedì 12
Info: www.astro-club.it
velocissimi e una continua inversione
Ieri è un altro giorno!
del ruolo della spalla
Mitico tango
Sul punto di concludere «la causa» più
Teatro Verdi, viale Martelli 2,
In un percorso che va da Gardel a
importante della sua vita, Pietro, un
Pordenone
Piazzolla, il Quintetto i Fiori Blu
rigido avvocato, ossessionato dalle
Info: comunalegiuseppeverdi.it
accompagnato da Adrian Aragon e
sue manie e dai suoi principi, si trova
obbligato a dividere una lunga
Erica Boaglio conduce il pubblico in un
giornata con un individuo
emozionante viaggio. Mitico tango è
imprevedibile. Con G. Ramazzotti,
una serata indimenticabile di mondi
A. Cornacchione, L. Manera
lontani, solitudini che si incontrano e
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Umberto I
emozioni notturne
57, Maniago, Pordenone
Ore 20.45 - Auditorium comunale,
Info: www.ertfvg.it
via Manfrin, San Vito al Tagliamento,
Pordenone
Venerdì 13
Info: www.ertfvg.it
Dal 6 all’8/11
Ieri è un altro giorno!
Venerdì 27
Indaco
Venerdì 20
Any | Other
Concerto del gruppo formato da Adele
Nigro, Marco Giudici e Erica Lonardi
Astro Club, via Puccini 141,
Fontanafredda, Pordenone
Info: www.astro-club.it
La madre Terra è una tempesta di
energia: acqua, fuoco, aria e vento
sottostanno alle leggi della natura
determinando la vita, nella crescita e
nell’estinzione, dei generi viventi
Ore 21 - Auditorium Aldo Moro, via
Traversagna 4 , Cordenons,
Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Venerdì 6
Visti da vicino
Carlo & Giorgio
“Quante volte in questi anni di attività
ci siamo sentiti dire: ‘dovreste venire
al lavoro da me per una giornata e ne
avreste di spunti per uno spettacolo’
Ecco, lo abbiamo fatto.”
Ore 20.45 - Auditorium Comunale, via
da Vinci 1, Zoppola, Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Vedi giovedì 12
Ore 21 - Auditorium Aldo Moro,
via Traversagna 4 , Cordenons,
Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Sabato 14
Magazzino 18
Una sedia, accatastata assieme a
molte altre, porta un nome, una
sigla, un numero e la scritta “Servizio
Esodo”. Simone Cristicchi ripercorrerà
pordenone
novembre
questa pagina della nostra storia
partendo proprio da quel luogo, il
Magazzino 18 nel Porto Vecchio di
Trieste
Ore 20.45 - Teatro Pasolini, via Piave
16, Casarsa della Delizia, Pordenone
Info: www.ertfvg.it
18 e 19/11
Ivanov
Ivanov è la prima delle grandi opere
teatrali di Anton Cechov. Racconta
l’ultimo anno di vita di un uomo
che si trova a fare i conti con la
propria incapacità di vivere, la sua
inadeguatezza verso il mondo che lo
circonda e la irrimediabile perdita di
ogni speranza nei confronti della vita.
Diretto e interpretato da Filippo Dini
Ore 20.45 - Teatro Verdi, viale Martelli
2, Pordenone
Info: comunalegiuseppeverdi.it
24 e 25/11
Polvere
Dialogo tra uomo e donna
Il femminicidio, un tema urgente,
purtroppo costante, da presidiare
senza sosta. Il Verdi lo ripropone
anche in questa stagione e accende
le luci, in particolare, sulla violenza
psicologica. Spettacolo scritto e
interpretato da Saverio La Ruina
Teatro Verdi, viale Martelli 2,
Pordenone
Info: comunalegiuseppeverdi.it
Martedì 24
Cancun
Cancun è una commedia dagli aspetti
comici e surreali sulle relazioni e i
desideri inconfessabili dell’amore
coniugale. Due coppie di amici vanno
in vacanza a Cancun per celebrare
oltre vent’anni di amicizia
Ore 20.45 - Teatro Pasolini, via Piave
16, Casarsa della Delizia, Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Domenica 29
Il pifferaio magico
OrtoTeatro bambini e famiglie
C’era una volta, e c’è ancora,
incastonata tra i raggi dell’aurora,
una città come ce ne sono tante una
città come tante altre: affannata,
trafficata, annebbiata, annoiata,
insomma una città del tutto spacciata
Ore 16.15 - Auditorium Aldo Moro,
via Traversagna 4 , Cordenons,
Pordenone
Info: www.ortoteatro.it
arte
Fino al 4/11
Inafferrabile
Lo sguardo di P. Paolo Pasolini
Giornalista e fotografo sui set italiani
più importanti della seconda metà
del ‘900, Gideon Bachmann è stato
un amico e un fine osservatore di Pier
Paolo Pasolini. Nel corso dei quindici
anni di ininterrotta frequentazione
amicale l’ha seguito e scrutato,
consegnandoci una raccolta di
Dal 27 al 29/11
ritratti completamente inediti che
sanno cogliere i dissidi interiori che
Moliere: la recita di
dilaniarono l’intellettuale, le passioni
Versailles
del critico e la levità del poeta
L’improvvisazione di Versailles
Spazi espositivi del Palazzo della
(L’Impromptu de Versailles) è una
Provincia, corso Garibaldi, Pordenone
Mercoledì 18
commedia scritta da Molière nel 1663, Info: www.cinemazero.org
Il piccolo principe
in cui mette in scena sé stesso e la sua
OrtoTeatro bambini e famiglie compagnia in una recita messa su in
Fino al 15/11
poche ore per il re di Francia. Teatro
Il Piccolo Principe di Antoine De
sul teatro con undici artisti sul palco, Luigi Sacilotto
Saint- Exupéry, è un capolavoro
della letteratura, non solo per
di cui quattro musicisti, capitanati dal Mostra personale dell’artista
ragazzi. È un racconto allegorico
capocomico, il mattatore Paolo Rossi. Galleria La Roggia, viale Trieste 19,
della nostra avventura umana, una
Riscritto da Stefano Massini e diretto Pordenone
parabola sull’infanzia e l’età adulta,
da Giampiero Solari, altri due nomi di Info: www.laroggiapn.it
sull’amicizia e sull’amore, sulla
primissimo piano del teatro italiano
paura ed il coraggio, sulla morte e la
Teatro Verdi, viale Martelli 2,
Franco Costalonga
speranza
Pordenone
Monografica volta a celebrare la
Ore 17 - Auditorium Concordia, via
Info: comunalegiuseppeverdi.it
grandezza dell’artista veneziano, la
Interna 2, Pordenone
cui opera Sfera (1969) fa parte della
Info: www.ortoteatro.it
collezione Peggy Guggenheim
Studio d’arte GR, viale Zancanaro 44,
Giovedì 19
Sacile, Pordenone
Info: www.studioartegr.com
Ferite a morte
Attingendo dalla cronaca e dalle
indagini giornalistiche, Serena
Dandini ha elaborato una sorta di
Spoon River del femminicidio per
dare voce alle troppe donne che
perdono la vita per mano di un marito,
un compagno, un amante, un “ex”
Ore 20.45 - Auditorium comunale,
via Manfrin, S. Vito al Tagliamento,
Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Domenica 22
L’oritteropo
Nel cuore dell’Africa esiste un
animale che vive sotto terra e che
ama mettere il suo musino fuori per
sentire gli odori e per vedere con i suoi
occhi i colori del mondo, correndo però
spesso il rischio di allontanarsi dal
suo rifugio: è un cucciolo di oritteropo:
un simpatico animale che pochi hanno
visto e che quasi nessuno conosce
Ore 16 - Teatro Verdi, viale Martelli 2,
Pordenone
Info: comunalegiuseppeverdi.it
Fino al 17/1
Pordenone Montanari.
Assedio alla forma
Lui ha quasi ottant’anni e da un
quarto di secolo si è totalmente
sottratto al mondo. È Domenico
“Pordenone” Montanari
Galleria Harry Bertoia, corso V.
Emanuele II 60, Pordenone
Info: www.comune.pordenone.it
Venerdì 27
Bisbetica
«Credo che Shakespeare abbia
scritto una commedia della quale
non mi convincono le letture che
fanno arrivare Caterina massacrata,
denutrita e devastata, come fosse
uscita da Guantanamo» scrive
Cristina Pezzoli a proposito de La
bisbetica domata, che mette in scena
in una singolare edizione con una
disinvolta e ironica Nancy Brilli nel
ruolo del titolo
Teatro Mascherini. Azzano Decimo,
Gocce
Pordenone
OrtoTeatro bambini e famiglie
Info: www.teatromascherini.it
La vera storia di due gocce d’acqua e
del loro viaggio dal Cielo alla Terra e
Finalmente mi
ritorno. Due gocce d’acqua, sorelle,
vivono nel cielo finché non si tuffano concedo
sulla Terra per riempire pozzanghere, Un tragicomico satirico ed irriverente
ritratto delle donne contemporanee
laghi e fiumi, sognando di diventare
che sono “al limite”. Con L. De Marchi
arcobaleno
Ore 20.45 - Auditorium Comunale, via
Ore 16.15 - Teatro Gozzi, via Roma,
da Vinci 1, Zoppola, Pordenone
Pasiano di Pordenone, Pordenone
Info: www.ertfvg.it
Info: www.ortoteatro.it
varie
Fino all’8/11
Riso e confetti
Un’ occasione per visitare tutto ciò
che serve ai futuri sposi, ma anche
una fiera per chi vuole semplicemente
divertirsi e trovare tante cose curiose,
utili ed interessanti
Fiera di Pordenone
Info: www.fierapordenone.it
Domenica 9
Castagnata sotto
il campanile
Una manifestazione di tradizione
popolare che offre ai partecipanti e
ai visitatori la possibilità di gustare i
prodotti della cucina locale. L’evento
è organizzato in collaborazione con
il locale gruppo di Alpini e contempla
rappresentazioni musicali e concerti
di canti di montagna
Barcis, Pordenone
Info: www.barcisfvg.it
INVIATECI LE VOSTRE DATE
[email protected]
23
24
udine
novembre
Venerdì 20
Revolution
Mitteleuropa Orchestra
Il programma prevede musiche dei
Beatles
Ore 20.45 - Teatro Modena, via Dante
16, Palmanova, Udine
Info: www.ertfvg.it
Lunedì 23
Nek
Prima di parlare live 2015
Nek eseguirà dal vivo i nuovi brani
del suo ultimo lavoro discografico,
oltre alle grandi canzoni che hanno
segnato la sua brillante carriera, dal
debutto ad oggi.
Ore 21 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.azalea.it
>>articolo a pag. 18
Martedì 24
Enrico Rava Trio
musica
Giovedì 5
Venerdì 13
Maschere
I due volti di Giano, uno che guarda al
passato e l’altro al futuro. Musiche di
Wayne Escoffery
Stravinsky, Visnoviz, Prokof’ev, De
Falla. Con l’Orchestra del Teatro Verdi
Quartet
Due musicisti americani e due europei di Trieste
Ore 20.45 - Teatro Modena, via Dante
si riuniscono per intraprendere un
16, Palmanova, Udine
viaggio coinvolgente ed espressivo
che li vede protagonisti nella rilettura Info: www.ertfvg.it
del repertorio dell’American SongBook
Domenica 15
La Vedova, via Tavagnacco 9, Udine
Info: www.allavedova.it
Accademia d’Archi
Arrigoni
Concerto diretto da Domenico
Mason con i violinisti Christian
Sebastianutto e Laura Bortolotto
Ore 20.45 Teatro Bon, Via Patrioti 29,
Colugna di Tavagnacco, Udine
Info: www.fondazionebon.it
Venerdì 6
Sarcasmi
L’invenzione d’un nuovo stile è un
prodigio che sorprende e colpisce.
Lo scarno strumentale di questo
apologo faustiano dà piena coscienza
d’una visione cubista del mondo
Ore 20.45 - Teatro Modena, via Dante
16, Palmanova, Udine
Info: www.ertfvg.it
Martedì 10
Wiener Symphoniker
Per la prima volta al Teatro Nuovo,
il prestigioso complesso austriaco
celebra in questa stagione i 115
anni di storia. Le musiche di questo
appuntamento saranno affidate
all’interpretazione del celebre
maestro svizzero Charles Dutoit
Ore 20.45 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
>>articolo a pag. 8
Lunedì 16
Malika Ayane
Naif tour 2015. Accompagnata da
una band di undici elementi, Malika
porterà in scena le novità dell’ultimo
album insieme alle sue canzoni più
amate dal pubblico
Ore 21 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.azalea.it
>>articolo a pag. 18
Lo schiaccianoci
La regia a cura di Luigi Martelletta
ha eliminato subito i risvolti più
inquietanti del racconto di Hofmann
dal quale è tratto il famoso baletto,
a favore di una formula spettacolare
che esaltasse maggiormente lo spirito
favolistico
Ore 21 - Teatro Ristori, via Ristori 32,
Cividale del Friuli, Udine
Info: www.ertfvg.it
Mercoledì 2/12
Mitico Tango
Partendo dal gesto del mettersi in
cammino, uscita da una terra, esodo
verso un nuovo mondo, fuga dai
nemici, si visita il corpo dell’altro per
adiacenze, sostegni e il prendersi
cura. Una comunità in cammino, in
un continuo procedere senza sosta:
viaggio che racchiude un atlante di
gesti ricercati, da scoprire, nella loro
bellezza e piccolezza.
Teatro S. Giorgio, via Quintino Sella,
borgo Grazzano, Udine
Info: www.cssudine.it
Un ‘viaggio di ritorno’ alla ‘terra
di temporali e primule’ ideato e
interpretato da Giuseppe Battiston,
pensato per restituire la bellezza del
grande laboratorio di poesia in lingua
friulana di Pasolini e il suo spessore
emozionale nella memoria collettiva
Teatro Palamostre, piazzale Paolo
Diacono 21, Udine
Info: www.cssudine.it
Mercoledì 25
Mitico Tango
Vedi martedì 24
Ore 20.45 - Teatro Modena,
via Dante 16, Palmanova, Udine
Info: www.ertfvg.it
Giovedì 26
Indaco
La madre Terra è una tempesta di
energia: acqua, fuoco, aria e vento
sottostanno alle leggi della natura
determinando la vita, nella crescita e
nell’estinzione, dei generi viventi
Ore 21 - Teatro sociale, via XX
Settembre 1, Gemona del Friuli, Udine
Info: www.ertfvg.it
Vedi martedì 3
Ore 20.45 - Ass. Amici del Teatro,
piazza Marnicco 20, Artegna, Udine
Info: www.teatroartegna.it
Dall’1 all’10/11
Fuga Pasolini_ Ballo
1922
Dall’1 all’11/11
È uno spettacolo in forma di teatrocanzone, che ripropone le canzoni di
Cjamp dai pierduts amôrs, il secondo
album (1983) del Povolâr Ensemble
Ore 20.45 Teatro Bon, Via Patrioti 29,
Colugna di Tavagnacco, Udine
Info: www.fondazionebon.it
Giovedì 5
Forbici e follia
teatro
Non c’è acqua più
fresca
Di jerbas e di suns
>>articolo a pag. 6
La poetica romantica è al centro
dell’appuntamento famosa orchestra
eseguire tre grandi capolavori di
Schumann, Brahms e Bruckner. Il
programma è affidato alla direzione di
Daniel Harding
Ore 20.45 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
>>articolo a pag. 8
In un percorso che va da Gardel a
Piazzolla, il Quintetto i Fiori Blu
accompagnato da Adrian Aragon e
Erica Boaglio conduce il pubblico in un
emozionante viaggio. Mitico tango è
una serata indimenticabile di mondi
lontani, solitudini che si incontrano e
emozioni notturne
Ore 20.45 - Teatro Benois de Cecco, via
XXIX Ottobre 1, Codroipo, Udine
Info: www.ertfvg.it
grandi successi in questi anni. La
contraddizione tra essere e apparire,
tra ciò che siamo per gli altri e ciò
che davvero siamo, diviene vissuto
teatrale, esperienza densa di
emozione Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
London Symphony
Assieme a Enrico Rava, uno dei
musicisti jazz più noti e autorevoli
della scena italiana, due grandi
musicisti come Maurizio Brunod e
Danilo Gallo
Ore 21 - Teatro Pasolini, piazza
Indipendenza 34, Cervignano, Udine
Info: www.euritmica.it
Galina Chistiakova
In programma: Chopin, Barcarola
op.60; Ballata in sol minore, op.23;
Ballata in lab maggiore, op.47;
Andante Spianato & Grande Polacca
Brillante op.22.; Scriabin, 12 studi op.8
Ore 20.45 Teatro Bon, via Patrioti 29,
Colugna di Tavagnacco, Udine
Info: www.fondazionebon.it
Venerdì 27
Venerdì 6
Forbici e follia
Vedi martedì 3
Ore 20.45 - Teatro Italia, via Grillo 3,
Pontebba, Udine
Info: www.ertfvg.it
Sabato 7
Apriti cielo
Ficarra & Picone ritornano a teatro
dopo quattro anni d’assenza.
Un cadavere tra i piedi di due
improbabili tecnici della tv è solo una
sfortunata coincidenza?
Ore 21 - Teatro sociale, via XX
Settembre 1, Gemona del Friuli, Udine
Info: www.ertfvg.it
Fools!
Neil Simon scrive Fools riprendendo
una fiaba popolare yiddish, Il paese
degli scemi, archetipo della migliore
tradizione ebraica dove l’umorismo è
un potente antidoto alla paura.
Gruppo teatro dell’istituto Malignani
Ore 20.45 - Auditorium Piccini,
via Lungoroggia, Buttrio, Udine
Info: www.teatrotuttotondo.org
Domenica 8
Wonder Woman
È una drammaturgia originale, a tratti
fumettistica, che indaga un mondo
fatto di stereotipi di genere, spreco di
talenti, crisi della coppia, diritti
mancati; ma anche popolato da donne
e uomini che, pur non avendo poteri
sovrumani, affrontano la quotidianità
dell’amore, del lavoro, della famiglia
Martedì 3
con voglia di cambiamento.
Ore 20.45 Teatro Bon, via Patrioti 29,
Forbici e follia
Forbici & follia è un gioco di contrasti e Colugna di Tavagnacco, Udine
di tante possibili verità. La tranquilla Info: www.fondazionebon.it
vita di pettegolezzi di un negozio
di parrucchiere viene interrotta
Martedì 10
dall’assassinio della vecchia pianista
che vive al piano di sopra ed è la
Ieri è un altro giorno!
proprietaria dell’edificio
Sul punto di concludere «la causa» più
Ore 21 - Teatro Odeon, via Vendramin importante della sua vita, Pietro, un
22, Latisana, Udine
rigido avvocato, ossessionato dalle
Info: www.citlatisana.com
sue manie e dai suoi principi, si trova
obbligato a dividere una lunga
giornata con un individuo
Dal 5 al 7/11
imprevedibile. Con G. Ramazzotti,
A. Cornacchione, L. Manera
Il fu Mattia Pascal
Del grande romanzo di Luigi
Ore 20.45 - Teatro Comunale, via XXV
Pirandello Tato Russo propone
Aprile, Tolmezzo, Udine
una versione che ha mietuto
Info: www.ertfvg.it
udine
novembre
Mercoledì 11
Ieri è un altro giorno!
Vedi martedì 10
Ore 21 - Teatro Ristori, via Ristori 32,
Cividale del Friuli, Udine
Info: www.ertfvg.it
Giovedì 12
Magazzino 18
Una sedia, accatastata assieme a molte altre, porta un nome, una sigla, un
numero e la scritta “Servizio Esodo”.
Simone Cristicchi ripercorrerà questa
pagina della nostra storia partendo
proprio da quel luogo, il Magazzino 18
nel Porto Vecchio di Trieste
Ore 20.45 - Teatro Benois de Cecco,
via XXIX Ottobre 1, Codroipo, Udine
Info: www.ertfvg.it
Wonder Woman
Vedi domenica 8
Ore 20.45 - Auditorium alla Fratta,
via Nievo, S. Daniele del Friuli, Udine
Info: www.ertfvg.it
Venerdì 13
Non c’è acqua più
fresca
Vedi dall’1 all’11
Teatro Pasolini, piazza Indipendenza,
Cervignano del Friuli, Udine
Info: www.teatropasolini.it
Dal 18 al 22/11
Domenica 22
Diario di una
casalinga serba
Olivia Paperina
Andjelka, una giovane donna, rivive
i propri ricordi sentendo il bisogno di
ripercorrere quella che era la sua vita:
la sua infanzia nella Yugoslavia di
Tito, la sua adolescenza, la sua
maturità nella Serbia di Milosevic
Teatro S. Giorgio, via Quintino Sella,
borgo Grazzano, Udine
Info: www.cssudine.it
Dal 25/11 al 3/12
Il sole e gli sguardi
“Abbiamo perso prima di tutto un
poeta” urlava Moravia all’indomani
della morte del suo amico, scegliendo
Venerdì 20
così, tra le varie manifestazioni
dell’ingegno di Pasolini proprio la
Vecchia sarai tu!
Una signora di ottant’anni si ritrova in dimensione lirica. Con Luigi Lo Cascio
ospizio contro la propria volontà. Una Teatro S. Giorgio, via Quintino Sella,
borgo Grazzano, Udine
caduta, qualche giorno in ospedale,
Info: www.cssudine.it
il figlio lontano, una nuora avida, la
nipote che non ha mai tempo, quindi
la soluzione migliore per tutti è la casa Giovedì 26
di riposo. Per tutti tranne che per lei
Ore 20.45 - Teatro Plinio Clabassi,
A tu per tu con
via XXIV Maggio 6, Sedegliano, Udine Elio Pandolfi
Info: www.ertfvg.it
Accompagnato da Marco Scolastra al
pianoforte, per il pubblico di Udine
Pandolfi ricorderà soprattutto il suo
Quello che parla
repertorio operettistico
strano
Ore 17.30 - Teatro Nuovo Giovanni da
Gli spettacoli di Maurizio Lastrico
Udine, via Trento 4, Udine
sono il frutto della sua interazione
Info: www.teatroudine.it
con il pubblico. La sua sperimentazione sul linguaggio parlato e scritto
Sabato 28
nasce dall’osservazione di realtà fra
loro molto distanti
La vedova allegra
Ore 20.45 - Teatro Italia, via Grillo 3,
La vedova allegra è il più amato titolo
Pontebba, Udine
della storia dell’operetta sin dal suo
Info: www.ertfvg.it
debutto. Nell’ininterrotto favore del
pubblico ha attraversato un secolo di
cambiamenti profondi ed è a tutt’oggi
uno dei titoli più rappresentati nei
teatri di tutto il mondo
Ore 20.45 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
Sabato 14
Dal 29/11 al 5/12
Fratelli unici
I Papu
Due fratelli si ritrovano davanti alla
tomba del padre pochi giorni dopo la
sua scomparsa. I loro caratteri così
diversi, prima dell’imprevedibilità
delle vicende umane, li hanno divisi e
tenuti lontani per molti anni
Ore 20.45 - TeatrOrsaria, Orsaria di
Premariacco, Udine
Info: www.ertfvg.it
Vedi dal 18 al 19
Teatro Pasolini, piazza Indipendenza
34, Cervignano del Friuli, Udine
Info: www.cssudine.it
Materiali per una
tragedia tedesca
Sabato 21
Quello che parla
strano
La narrazione di un pezzo centrale
del ‘900 che non smette di parlare al
nostro presente, e, insieme, un
compendio delle possibilità di
rappresentazione contemporanea
Teatro Palamostre, piazzale Paolo
Diacono 21, Udine
Info: www.cssudine.it
Magazzino 18
Vedi giovedì 12
Ore 20.45 - Teatro Modena,
via Dante 16, Palmanova, Udine
Info: www.ertfvg.it
18 e 19/11
Olivia Paperina
Una piccola paperottola dai grandi
occhioni appena uscita dall’uovo, va
alla scoperta del mondo: del sole, del
mare, dei colori, delle cose, e delle
parole che alle cose danno un nome
Teatro Palamostre, piazzale Paolo
Diacono 21, Udine
Info: www.cssudine.it
>>articolo a pag. 8
Domenica 22
Mai far la Lady!
In questo originale allestimento la
commedia Pygmalion di Shaw è
trasposta da Londra a Venezia. Anche
i personaggi popolari non si
esprimono nel classico cockney ma
chi in dialetto veneziano e chi con un
marcato accento napoletano
Ore 17 - Teatro Modena, via Dante 18,
Palmanova, Udine
Info: www.excentia.it
arte
Fino all’8/11
La natura selvaggia di
Gianni Borta
Mostra in occasione dei 55 anni di
attività artistica, traguardo che il
pittore festeggia esponendo più di
cento opere e presentando il volume
fotografico “La natura selvaggia di
Gianni Borta”
Chiesa di S. Francesco di Udine
Info: 335.6750946
Fino al 9/11
Sandro Chia
l’opera grafica
Dopo aver già esposto, in vari centri
della regione, le opere dei grandi
protagonisti europei come Dürer,
Piranesi, Toulouse-Lautrec, Picasso
e Mirò, e italiani, come Zigaina, la
Triennale ci propone l’occasione di
conoscere e apprezzare uno degli
artisti contemporanei italiani più noti
al mondo: Sandro Chia
Villa Manin, Passariano di Codroipo,
Udine
Info: www.villamanin-eventi.it
Fino al 28/2
Tina Modotti
La nuova rosa
Mostra con materiali fotografici
inediti a livello internazionale che
presenta la raccolta più vasta degli
scatti della fotografa di origini
udinesi, tratte dai negativi originali
e arricchita dalle più recenti
acquisizioni riferibili alla storia
familiare della Modotti, all’arte
fotografica e all’impegno politico e
sociale
Fino al 3/4
Joan Miró-Soli di notte
Di indole taciturna e riservata, nella
sua vita Miró ha portato avanti un
lavoro di continuo rinnovamento
espressivo, senza però mai tradire il
suo stile e soprattutto la sua coerenza
Villa Manin, Passariano di Codroipo,
Udine
Info: www.villamanin-eventi.it
Dall’1 al 29/11
Maravee Therapy
Tra miti di sempre e bramosie
contemporanee, sarà l’artista
francese ORLAN, protagonista
assoluta del corpo inteso come
materiale per una scultura biologica
in divenire, a far cadere i veli
dell’edizione 2015 di Maravee
Castello di Susans di Majano, Udine
Info: www.atemporarystudio.com
>>articolo a pag. xxxx
Fino al 22/11
Si potranno ammirare le opere di
diversi artisti accomunati da una
forte ricerca artistica proiettata
verso il nuovo millennio, con diversi
linguaggi espressivi
Abbazia di Rosazzo, Manzano, Udine
Info: 0432.759091
Zoran e il cane di
porcellana
Domenica 15
I PanPers
Uno show completamente inedito che
spazierà tra monologhi a due, sketch,
canzoni e i personaggi che ne hanno
fatto la fortuna, uniti anche alle nuovissime interpretazioni dei giudici di
X Factor Mika e Fedez
Ore 17 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
Amore e scelta
Vedi venerdì 20
Ore 20.45 - Auditorium Comunale, via
delle Scuole 5b, Lestizza, Udine
Info: www.ertfvg.it
Zoran è un ragazzo con degli occhiali
troppo grandi per il suo viso. Il suo
modo di esprimersi è particolarmente
strano, soprattutto agli occhi di chi
ha un approccio piuttosto pratico alla
vita. Eppure Zoran, apparentemente
molto fragile, sa mettere in scacco le
persone che gli stanno vicino
Ore 18 - Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine
Info: www.teatroudine.it
Quasi Esauriti
Fino al 30/11
Visioni Urbane
Domenica 29
Mamma sei sempre
nei miei pensieri.
Spostati!
E’ uno spettacolo sulla “mammità”, sul
distacco dal cordone ombelicale, su
come la mamma condiziona i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri, e tutto
il nostro essere, e viene “analizzata”
comicamente l’impronta che ogni
madre lascia sulla propria figlia, e che
la figlia lascerà a sua volta sui propri
figli. Con Cinzia Leone
Ore 20.45 - Teatro della Corte, via XXII
Novembre, Osoppo, Udine
Info: www.anathemateatro.com
Il progetto vuole diffondere la
conoscenza della Creatività Urbana
intesa come l’evoluzione del
movimento del writing (graffiti) verso
forme di espressione che cercano il
dialogo sia con le istituzioni che con
la cittadinanza, per realizzare grandi
opere site-specific. A Udine
Info: www.udinecultura.it
Fino al 10/1
Carlo Fontana
Il progetto espositivo, a cura
dell’Associazione Juliet, si compone
di un insieme di circa venti tele
incentrate sul tema della natura
morta e di un gruppo di lavori
che ruotano attorno a dettagli
architettonici, sfondi paesaggistici
Museo Archeologico Nazionale di
Aquileia, Udine
Info: 0431.91016
varie
Fino all’8/12
Invito a Pranzo nelle
Valli del Natisone
Invito a pranzo è una manifestazione
enogastronomica che da 22 anni si
svolge in autunno e che coinvolge i
ristoratori delle Valli del Natisone
con lo scopo di portare in tavola le
ricette tradizionali, realizzate con gli
ingredienti della stagione più ricca di
sapori e suggestioni. Luoghi vari in
provincia di Udine
Info: www.invitoapranzo.it
25
26
trieste
musica
Fino all’8/11
Don Giovanni
(Il dissoluto punito, o sia Il Don
Giovanni)
Musica di Wolfgang Amadeus Mozart,
direttore Gianluigi Gelmetti
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1.
Trieste
Info: www.teatroverdi-trieste.com
novembre
Zeit
(hc/post-hc/extreme metal, VE)
+ The mild (metal/grindcore/
hardcore, TV/VE): finestra aperta
sull’esplosiva scena “Venezia HC”,
un movimento non solo musicale che
sta coinvolgendo un quantitativo
spropositato di ragazzi. Aspettatevi
una mischia tra hardcore, posthardcore e metal estremo
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda 3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Lunedì 9
Tastiere
Mercoledì 4
Colloquio Galante
Ecoensemble Trio
Concerto dedicato alla memoria
di Marco Sofianopulo. Musiche di
Procaccini, Stockhausen, Gentile,
Mastropietro, Sofianopulo
Ore 20.30 - Sala Tartini, via Ghega 12,
Trieste
Info: www.conservatorio.trieste.it
Kenobit
(chiptune, MI): il Festival Science+Fiction presenta Fabio
Bortolotti, uno che ha preso il suo
Game Boy e lo ha suonato, pubblicando un vinile e portando la sua musica
Ore 22.30 - Tetris, via della Rotonda 3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Venerdì 6
Goblin
Profondo Rosso Live
Soundtrack
Evento del festival Science+Fiction
promosso in collaborazione con
Trieste is Rock. I Goblin di Claudio
Simonetti celebreranno i 40 anni di
Profondo Rosso con l’esecuzione in
real time sulla proiezione del film
della colonna sonora che li ha resi
celebri nel mondo
Ore 21 - Sala Tripcovich, largo Città di
Santos 1, Trieste
Info: www.triesteisrock.it
I concerti del conservatorio
Marco Alpi, pianoforte e Andrea
Toschi, organo. Musiche di Balbi,
Gariboldi, Perosi, Silverj, Yon
In collaborazione con il Conservatorio
“G.Nicolini” di Piacenza
Ore 20.30 - Sala Tartini, via Ghega 12,
Trieste
Info: www.conservatorio.trieste.it
Venerdì 13
Scorpions
Return to forever - 50th
Anniversary
1965 – 2015, 50 anni di storia di
grande musica, un traguardo che solo
in poche grandi band sono riuscite a
raggiungere, è molto vicino per una
delle realtà di riferimento della scena
hard rock e heavy metal mondiale.
Un gruppo capace di segnare la storia
universale del rock brani come “Still
Loving You” e “Wind of Change” e di
vendere oltre 100 milioni di dischi
nel mondo.
Special guest i Rhapsody of Fire
PalaTrieste, via Flavia 3, Trieste
Info: www.azalea.it
>>articolo a pag. 18
Pupkin kabarett
Riformando s’impara
Consueto appuntamento con la satira
del Pupkin
Ore 21.01 - Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Martedì 10
Kemp Dances
Invenzioni e Reincarnazioni
Lindsay Kemp, autentico mito
vivente, ritorna al Rossetti per la
seconda volta (la prima risale al 1992),
a incantare con la sua danza, che ha
segnato una svolta fondamentale nel
teatro contemporaneo
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
Interiors
Interiors è un viaggio che unisce
elettronico e analogico e cavalca il
ritmo senza mai abusarne.
Approfittando delle suggestioni
suggerite dalle immagini dei super8
sperimentali di Derek Jarman, Valerio
Corzani (basso semiacustico, basso
tinozza e laptop) ed Erica Scherl
(violino e looper) mettono in moto
un tracciato pieno di fibrillazioni e
sorprese
Ore 19.30 - Knulp bar e libreria,
via Madonna del Mare 7/a, Trieste
Info: www.knulp.it
Società dei Concerti
Con il violoncellista Enrico Bronzi
accompagnato dall’Orchestra da
Camera di Mantova. Il programma è
un “ritratto” del compositore e dei
suoi figli che illustra il passaggio
stilistico dalla severa razionalità
polifonica dello stile barocco del
grande Johann Sebastian allo stile
galante, ai Concerti e alle Sinfonie
di una famiglia musicale che
colse e interpretò i segnali di una
trasformazione delle sensibilità
Ore 20.30 - Teatro Verdi, Trieste
Info: www.societadeiconcerti.net
Concerto di apertura dell’ Anno
Accademico 2015-2016. Orchestra
Sinfonica del Conservatorio Tartini
diretta da Romolo Gessi. Musiche
di Brahms, Cajkovskij, Strauss, Van
Der Roost
Ore 18 - Sala de Banfield-Tripcovich,
largo Città di Santos 1, Trieste
Info: www.conservatoriotrieste.it
Il contrabbasso
Le stanze della musica
a cura del Prof. Stefano Sciascia
Museo Teatrale Schmidl, via Rossini
4, Trieste
Info: www.museoschmidl.it
80’ Voglia di Musica
Una serata-tributo a quello che è
stato il periodo d’oro della produzione
artistica, musicale e discografica
mondiale. I proventi del concerto
andranno a sostegno delle attività
dell’Onlus Centro per la Salute del
Bambino
Ore 21 - Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Domenica 22
Giovanni Mareggini e
Marko Feri
Il programma con brani di autori e
stili diversi del secolo scorso passa
dalla Francia di Ibert, alla Spagna di
Rodrigo e alla Slovenia di Strajnar,
Lunedì 16
per arrivare al ricordo del triestino
Happy the heart
Pavle Merkù. Con Giovanni Mareggini,
that thinks
flauto, e Marko Feri, chitarra
Concerto di musica antica organizzato Ore 11 - Kulturni Dom, via Petronio
dall’associazione I musicanti di Brema. 4, Trieste
Musiche del periodo Elisabettiano
Info: www.teaterssg.com
(Dowland, Hume, Johnson). Michele
Veronese alla viola da gamba e voce
Cesare Cremonini
Ore 20.30 Chiesa di S. Teresa del
Bambino Gesù, via Manzoni 22, Trieste Più che logico tour 2015
il nuovo tour nei palasport, il “Più che
Info: www.acmtrioditrieste.it
Logico Tour 2015”, che toccherà città
Mondrian Trio
Concerto del trio formato dal pianista
Ohad Ben-Ari, il violinista Daniel Bard
e la violoncellista Hila Karni. Musiche
di Brahms e Šostakovich
Ore 18 - Ridotto del Teatro Verdi,
piazza Verdi 1, Trieste
Info: www.acmtrioditrieste.it
nuove e riporterà l’artista ad esibirsi
in quelle già visitate per soddisfare la
grande richiesta da parte del pubblico.
Ore 21 - PalaTrieste, via Flavia 3,
Trieste
Info: www.azalea.it
>>articolo a pag. 18
The Dead End Alley
Trio Ganor
L’eredità dei Bach
Le danze sinfoniche
Mercoledì 18
(psych/stoner/blues, PER) + Two
Hicks One Cityman (soul/space rock):
i peruviani Dead-End Alley Band
riprendono la strada intrapresa da
13th Floor Elevators aggiungendovi
>>articolo a pag. 9
un alone misterioso. Chitarre
acustiche e fughe strumentali
s’intrecciano in un amalgama
Liederabend
assolutamente imperdibile
Die schöne Müllerin
Ciclo di 20 lieder composti da Schubert Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
nel 1823 sui testi di Wilhelm Müller.
Info: www.gruppotetris.org
Con Raffaele Prestinenzi, tenore, ed
Elia Macrì, pianoforte
Ore 18.30 - Sala Beethoven, Ass.
Sabato 14
Schiller, via del Coroneo 15, Trieste
Info: schillertrieste.altervista.org
Mercoledì 11
con la consueta ironia.
Un decennio pieno di speranze, pieno
di voglia di fare e dove tutto sembrava
realizzabile.Ore 16.30 - Teatro Miela,
piazza Duca degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Concerto in seno al Festival Viktor
Ullmann 2015, dedicato alla musica
“concentrazionaria”, e “degenerata”.
Verranno eseguite musiche di M.
Lavry, P. Ben Haim, E. W. Korngold, S.
Kuti, S. Laks, E. Schulhoff e G. Klein
Ore 20.30 - Auditorium Casa della
Musica, via Capitelli 3, Trieste
Info: festivalviktorullmann.com
Lunedì 23
Sosuu Jazz Quartet
Venerdì 20
Musica al D-Sotto
Djset gothic/new wave/postpunk
Francis and the Phantoms
Ore 22 - D-Sotto, via Bernini 2, Trieste
Info: www.d-sotto.org
Valentina Lupi
(singer/songwriter, RM) + Ambra
Drius (TS): Valentina Lupi è una
cantautrice attiva nel circuito
indipendente sin dai primi Duemila
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Riformando s’impara
Consueto appuntamento con la satira
del Pupkin
Ore 21.01 - Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Orchestra Abimà
Sabato 21
Hierbamala
(reggae’n’roll, VA): prima serata della
nuova stagione dedicata alle sonorità
in levare. Niente di meglio per iniziare
degli Hierbamala, un gruppo storico e
‘60 in musica
apprezzatissimo, attivo dal 1998. I fan
Note in caffè
Tra terzinati, lenti e travolgenti twist, del genere sono avvisati
Alessio Colautti, insieme al trio vocale Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Ondatrio, proporrà una galleria di
brani del periodo del Boom economico, Info: www.gruppotetris.org
Domenica 15
Pupkin kabarett
Mercoledì 25
Jules Fourier
(alt-folk/indie, TS) + Matteo Della
Schiava (singer, songwriter, GO):
release show per i Jules Fourier,
un’altra eccellente band triestina
alla quale il Tetris non può rifiutare
il suo palco. In apertura Matteo Della
Schiava (e band), “cantastorie” di
qualità da Monfalcone
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
I brani della serata sono stati composti
dal contrabbassista Pietro Spanghero,
hanno impostazione jazzistica nella
struttura e nella parte armonica,
che risentono anche dell’influenza di
musiche popolari provenienti da più
aree geografiche
Ore 20.30 - Conservatorio Tartini, via
Ghega 12, Trieste
Info: www.conservatorio.trieste.it
Concerto in seno al Festival Viktor
Ullmann 2015, dedicato alla musica
“concentrazionaria”, e “degenerata”.
L’orchestra diretta da Davide Casali
eseguirà musiche di V. Kaprálová,
E. Fox, U. Levis-Mamlock, I. Weber e
C. Arbel
Ore 20.30 - Sala del consiglio
comunale, piazza Unità d’Italia 4,
Trieste
Info: festivalviktorullmann.com
Dal 27/11 al 5/12
Werther
Musica di Jules Massenet, direttore
Christopher Franklin
Teatro lirico G. Verdi, piazza Verdi 1.
Trieste
Info: www.teatroverdi-trieste.com
>>articolo a pag. 8
Trieste
novembre
Venerdì 27
Graveltones
(heavy blues rock’n’roll, UK) +
Omza (rock, TS): l’heavy blues
rock’n’roll di questo duo chitarrabatteria australiano (trapiantato in
Inghilterra) è spettacolare quanto
il nuovo “Mad Max”: ammirateli! In
apertura i local heroes Omza
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Sabato 28
Figli di Puff
Se il folk può esser visto come identità
e quella di Trieste è un’identità di
frontiera, com’è il folk suonato da una
band triestina? “Fe voi”, dicono i Figli
di Puff. Non resta che andare a vedere
loro le carte
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Mercoledì 2/12
Quartetto Lyksamm
Alessandro Taverna,
Simone Rubino
Secondo appuntamento stagionale
con la Società dei Concerti. In
programma ,usiche di G. F. Haas,
E. Schulhoff, R. Schumann. Una
collaborazione con il Festival
Ullmann, che ha il merito di far
riscoprire la civiltà musicale
cancellata dalle persecuzioni naziste
Ore 20.30 - Teatro Verdi, Trieste
Info: www.societadeiconcerti.net
teatro
Dal 3 al 22/11
Rosso Venerdì
Roberto Cavosi definisce Rosso Venerdì un “monologo a più voci” ed in
effetti, è affascinante la struttura
drammaturgica secondo la quale sviluppa il testo: flussi di coscienza in cui
contemporaneamente i diversi personaggi raccontano sé stessi, i rispettivi
drammi, il loro mondo e danno notizie
delle altre figure a cui sono legati
Sala Bartoli del Politeama Rossetti,
largo Gaber 1, Trieste
Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 6
Dal 6 al 15/11
28 e 29/11
Concerto
Concerti della Banda dei Salesiani,
fuori abbonamento, ingresso libero
Teatro dei Salesiani, via dell’Istria
53, Trieste
Info: www.teatrolabarcaccia.com
Domenica 29
Il principe ranocchio
e l’incantesimo della
strega Baswelia
Zoran e il cane di
porcellana
Zoran è un ragazzo con degli occhiali
troppo grandi per il suo viso. Il suo
modo di esprimersi è particolarmente
strano, soprattutto agli occhi di chi
ha un approccio piuttosto pratico alla
vita. Eppure Zoran, apparentemente
molto fragile, sa mettere in scacco le
persone che gli stanno vicino
Teatro Orazio Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste
Info: www.contrada.it
>>articolo a pag. 5
Musical. In un castello incantato
vive la bellissima principessa Lilian.
Un giorno, passeggiando vicino ad
uno stagno, viene sorpresa da un
ranocchio che tenta di baciarla
Teatro Orazio Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste
Info: www.contrada.it
Mostra mercato del
Disco, CD & DVD
Saranno presenti più di 70 espositori
provenienti da Italia, Slovenia,
Croazia, Svizzera, Ungheria e
Germania. Si potranno acquistare,
vendere e scambiare tutti i supporti
audio-visivi, e inoltre gadget,
memorabilia, libri e riviste musicali,
poster e locandine
Palasport di Chiarbola, via Visinada
7, Trieste
Info: www.musicalibera.it
Nel portone di una piazza come tante,
in un giorno come tanti o forse un po’
diverso… Ogni riferimento a persone o
fatti realmente accaduti è puramente
casuale
Teatro dei Salesiani, via dell’Istria
53, Trieste
Info: www.teatrolabarcaccia.com
Dal 12 al 29/11
Ismene, la sorella di
La storia di Antigone e della sua lotta
ideologica con lo zio Creonte è ben
conosciuta: di certo meno visibile è la
sorella di Antigone, Ismene, muta o
relegata al margine di storie note. Le
viene data la possibilità di raccontarsi
Kulturni Dom, via Petronio 4, TriesteInfo: www.teaterssg.com
Dal 6 al 15/11
Sesso, bugie e...
papagai
Immaginatevi una sala medici
all’interno di un ospedale, caratterizzata da un via vai di dottori e infermieri altamente professionali, seri e
efficienti...Ecco, non è proprio questo il
caso di questa equipe
Teatro Silvio Pellico, via Ananian 5/2,
Trieste
Info: www.teatroarmonia.it
Dall’11 al 15/11
Bisbetica
«Credo che Shakespeare abbia
scritto una commedia della quale
non mi convincono le letture che
fanno arrivare Caterina massacrata,
denutrita e devastata, come fosse
uscita da Guantanamo» scrive
Cristina Pezzoli a proposito de La
bisbetica domata, che mette in scena
in una singolare edizione con una
disinvolta e ironica Nancy Brilli nel
ruolo del titolo
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 4
Venerdì 13
Mi rendo conto
Zu
(heavy jazz, RM): uno dei gruppi
più significativi dell’underground
italiano. Approdati alla corte di Mike
Patton (l’etichetta Ipecac), vantano
una carriera live incredibile.
Ore 21.30 - Tetris, via della Rotonda3,
Trieste
Info: www.gruppotetris.org
Dal 7 al 15/11
Trieste Graffiti
Dal 5 al 8/11
Magazzino 18
Una sedia, accatastata assieme a
molte altre, porta un nome, una
sigla, un numero e la scritta “Servizio
Esodo”. Simone Cristicchi ripercorrerà
questa pagina della nostra storia
partendo proprio da quel luogo, il
Magazzino 18 nel Porto Vecchio
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
Dal 6 all’8/11
Peer Gynt
In Peer Gynt la realtà di vicende autobiografiche si intreccia a elementi di
>>articolo a pag. 21
un mondo simbolico, quasi fiabesco. Il
giovane Peer vive solo con la madre:
Lunedì 30
le loro giornate sono apparentemente
prive di eventi significativi, ma sono
Guitar recital - II
al tempo stesso attraversate da cavalDuccio Bianchi, chitarra
cate appassionanti attraverso luoghi
Musiche di Henze, Scarlatti,
Castelnuovo Tedesco, Manen, Albeniz. fantastici
Ore 20.30 - Sala Tartini, via Ghega 12, Kulturni Dom, via Petronio 4, Trieste
Trieste
Info: www.teaterssg.com
Info: www.conservatorio.trieste.it >>articolo a pag. 5
Lo spettacolo vuole ripercorrere, dalle
origini ai giorni nostri, le differenti
tecniche del teatro di figura e d’attore,
coi personaggi della commedia
dell’arte animati a vista in un dialogo
col burattinaio, marionette a filo,
burattini in baracca, pupazzi, uso
delle mani ed attore.
Ore 20.30 - Teatro Verdi,
via S. Giovanni 4, Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
Giovedì 19
Barbablù
S/paesati, XVI edizione
Saturnine, giovane ragazza belga,
cerca un alloggio a Parigi. Trova,
per una cifra davvero modesta,
un suntuoso appartamento da
condividere con un eccentrico
propietario, ma l’irriverente ragazza
non sa che otto donne prima di lei
hanno abitato in quella magnifica casa
Ore 21.00 - Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Dal 19 al 22/11
La verità
Tredici prodigiosi artisti della Compagnia Finzi Pasca regalano al pubblico
oltre due ore di assoluto incanto
visivo, di sorprese, di tutto quello che
può essere espresso dal più raffinato e
incredibile teatro acrobatico.
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
Una lezione intensiva di lingua, tradizioni, abitudini slovene in forma di
slide show. Dedicato a chi voglia conoscere la cultura slovena e agli Sloveni
delle varie latitudini che voglione ridere di se stessi. Calendario completo
sul sito del teatro
Ore 15 - Kulturni Dom, via Petronio
4, Trieste
Info: www.teaterssg.com
Più forte del destino
Antonella Ferrari porta sul palcoscenico l’omonimo adattamento teatrale
della sua prima opera letteraria “Più
forte del destino - Tra camici e paillette la mia lotta alla sclerosi multipla”.
Lo spettacolo vuole raccontare la
disabilità, tema poco trattato dai
registi teatrali, senza renderla però la
protagonista assoluta
Ore 20.30 - Teatro Verdi,
via San Giovanni 4, Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
Peter Pan
Felice Sciosciamocca e la moglie
Amalia Maruzzella, dopo un anno di
matrimonio vissuto tra continui litigi e
incomprensioni, decidono di separarsi
Ore 20.30 -Teatro dei Fabbri,
via dei Fabbri 2a, Trieste
Info: www.teatroincontro.it
Come diventare
sloveni in 50 minuti
Trieste che si trasforma tra ’800 e
‘900 attraverso gli occhi di Kugy, austriaco, sloveno, italiano. La vita quotidiana, l’infanzia, gli amati animali;
si raccontano le passioni di un uomo
curioso, solitario, che non amava percorrere strade battute e ha dedicato
la vita a scoprire i segreti della natura
con discrezione e rispetto
Ore 20.30 -Teatro dei Fabbri, via dei
Fabbri 2a, Trieste
Info: www.teatroincontro.it
Domenica 22
O’ scarfalietto
Mercoledì 18
Lunedì 23
Andante con variazioni
Commedia musicale in dialetto
triestino
Ore 17 - Teatro dei Salesiani, via dell’Istria 53, Trieste
Info: www.teatrolabarcaccia.com
l 20 a
Dal 20 al 23/11
Sarto per signora
Piccole infedeltà coniugali, un
turbinio di false verità spese
soprattutto con l’intento di limitare
i danni, con l’imprevedibilità
delle situazioni che da sempre
contraddistingue lo stile di Feydeau.
Teatro Orazio Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste
Info: www.contrada.it
Una giovinezza
enormemente giovane
Ritorna in scena uno spettacolo singolare, costruito attorno a un monologo
presago, quasi divinatorio che da un
lato fa omaggio al pensiero di Pier
Paolo Pasolini – nel quarantesimo
anniversario della morte – attraverso
l’evocazione della sua opera letteraria
e poetica, e dall’altro sancisce la grande capacità profetica dello scrittore,
sul piano sociale e politico
Ore 20.30 - Politeama Rossetti, largo
Gaber 1, Trieste
Info: www.ilrossetti.it
27
28
trieste
Dal 24 al 29/11
Porcile
Porcile è un dramma in undici episodi
che Pasolini ha scritto nel 1966
e che poi, nel 1969, ha trasposto
nel film omonimo per raccontare
l’impossibilità di vivere secondo le
proprie coordinate, i propri istinti,
preservando l’intima natura di
se stessi dal mondo cannibale. La
passione misteriosa che segna il
personaggio principale fin dal suo
ingresso diviene simbolo del disagio
di chi non si riconosce nella società
coeva, e si rifugia in qualcosa di
istintuale ma segreto.
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 4
novembre
Kebab
S/paesati, XVI edizione
Tre giovani romeni decidono di
lasciare il loro paese per seguire i loro
sogni in Irlanda: Madalina, diventare
una pop-star, Voicu, guadagnare più
soldi e Bogdan, lavorare nel campo
delle arti visive
Ore 21.00 - Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.it
Venerdì 27
Disorient Express
Milioni di persone grazie alle
infinite opportunità di espressione
offerte dalla tecnologia e dalla
virtualità, parlano, esprimono
opinioni e aggiungono informazioni.
Siamo disorientati da un vento di
contraddizioni che ci spettina tutti i
pensieri. Di e con Cinzia Leone e Fabio
Murreddu
Teatro Orazio Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste
Info: www.contrada.it
Un comico fatto di
sangue
Mercoledì 25
25.671
Il 26 febbraio 1992 la Slovenia
cancella 25.671 persone dal registro
dei residenti. Queste persone hanno
continuato per anni a vivere senza
documenti, senza assicurazioni
sociali e sanitarie, senza possibilità
di un lavoro o di istruzione legale o di
uscire dal paese, senza possibilità di
il suo ruolo di capitale del caffè.
Spettacoli, degustazioni, bookshop
ed eventi animeranno il Salone degli
Incanti per tutta la durata della
mostra
Salone degli Incanti, Trieste
Info: triestecapitaledelcaffe.it
partecipare alla vita politica e nella
costante paura della polizia o della
deportazione
Ore 20.30 - Kulturni Dom, via Petronio
4, Trieste
Info: www.teaterssg.com
Con Alessandro Benvenuti. L’autore
e la sua compagna analizzano con un
linguaggio comico modernissimo e
con chirurgica spietatezza i rapporti
tra i membri di una famiglia che sa
tanto d’Italia, di questa nostra Italia
che ha perso la bussola del buon
senso e naviga ormai a vista tra i
flutti sempre più minacciosi del mar
dell’incertezza
Ore 20.30 - Teatro Verdi, via San
Giovanni 4, Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
Ugo Guarino
Dal 2 al 6/12
Calendar Girls
Un cast a maggioranza femminile e di
altissimo livello – all’interno del quale
figura anche il nome di Ariella Reggio
- e una regista, Cristina Pezzoli, che
saprà cogliere con sensibilità e humour la leggerezza del testo e al contempo la profondità dei suoi temi
Politeama Rossetti, largo Gaber 1,
Trieste
Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 5
cinema
Dal 3 all’8/11
La mostra che la città natale di
dell’artista e la Fondazione Rizzoli
Corriere della Sera è un omaggio a un
uomo che, con il suo tratto, ha segnato
molto di più che la cronaca su un
importante quotidiano
Museo Revoltella, via Diaz 27, Trieste
Info: www.museorevoltella.it
Fino all’11/11
Ri-Forma
Personale dell’artista Gabry Benci;
grafiche, dipinti, collage, installazioni
Sala comunale d’arte, piazza
dell’Unità d’Italia 4, Trieste
Info: retecivica.trieste.it
>>articolo a pag. 12
Fino al 13/11
Guardar con Maraviglia
Sei artisti e un progetto di mostra
collettiva che mette insieme talenti
diversi attorno un tema ampio e ricco
di spunti come quello della meraviglia
Science+Fiction
Galleria Rettori Tribbio, piazza
Festival della fantascienza
Vecchia 6, Trieste
Quindicesima edizione della kermesse
Info: www.paolopascutto.it
dedicata all’esplorazione dei mondi
www.rettoritribbio.com
del fantastico
Info: www.sciencefictionfestival.org
Fino al 22/11
Trieste Photo Days
Eventi in vari spazi espositivi della
città. Visita il sito per il programma
Trieste
Info: www.triestephotodays.com
Fino al 29/11
Claudia Herrath
La pittura dell’inconscio
Un nuovo Spazio Espositivo dedicato
all’arte:“Herrath Spazio Espositivo”
apre con una personale di C. Herrath
intitolata La pittura dell’inconscio
Herrath spazio espositivo, via
Torrebianca 41, Trieste
Info: 339.7178400
Fino all’8/12
Ippolito Caffi
Dipinti di viaggio tra Italia e
Oriente
Il complesso del corpus espositivo
proviene dall’importante e
ricchissima collezione di Ca’ Pesaro,
che appartiene alla Fondazione Musei
Civici di Venezia di Miramare, Trieste
Info: www.castello-miramare.it
>>articolo a pag. 16
arte
Fino all’8/11
Il gusto di una città
Trieste capitale del caffè
Una mostra multimediale innovativa
per raccontare Trieste attraverso
Fino al 16/12
Triestiners
Gente di Trieste James Joyce e
la sua “Seconda Patria”
Un Joyce che parla e scrive un ottimo
e disinvolto dialetto triestino, che
prende parte alla vita culturale
Trieste
novembre
cittadina non solo in qualità di
insegnante di inglese della buona
borghesia, ma anche tenendo
conferenze sulla sua Irlanda e su
Amleto, Defoe e Blake e scrivendo per
il “Piccolo della Sera”
Museo sveviano, via Madonna del
Mare 13, Trieste
Info: www.museosveviano.it
Fino al 19/12
Materia
Lidia Boševski è una ceramista di
fama internazionale che da sempre
ama osservare e vivere con la natura,
fotografare i dettagli delle texture,
delle strutture, del movimento che
essa ci dona e da cui prende personale
ispirazione per tradurre il tutto in
materia
Spazio Espositivo EContemporary, via
via Crispi 28, Trieste
Info: www.elenacantori.com
di una riflessione critica sulla
contemporaneità”. Queste poche
parole segnano tutto il percorso di
Francesco Demundo: l’attenzione per
la storia, la citazione “rettificata”,
il motto di spirito, la battuta che si
contrappone all’immagine.
Ad formandum, via Ginnastica 72,
Trieste
Info: 335.264611
Fino al 30/12
Arte Moderna a
Trieste
Inaugurazione della mostra
organizzata in occasione della
Giornata internazionale contro
la violenza sulle donne dalla
Commissione per le Pari Opportunità
del Comune di Muggia
Ore 17.30 - Sala Arte Negrisin, piazza
Marconi 1, Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
Fabio Rinaldi
La mostra Forty-one shades of
portrait, ovvero quarantuno
sfumature di ritratto, che
sottolinea le sottili differenze,
anche psicologiche, esistenti tra i
personaggi raffigurati, è curata da
Adriano Perini
Museo Ugo Carà, via Roma 9, Muggia,
Trieste
Info: www.comune.muggia.ts.it
Come scrive Enzo Santese, nella
presentazione, l’autore “interpreta
la ricerca come una continua
ricognizione nel passato dove preleva
argomenti e motivi per l’innesco
Perduto Padre /
Lost Father
donne
Forty-one shades of
portrait
L’insostenibile
leggerezza di un
pensiero
Venerdì 20
Inaugurazione della mostra collettiva
a cura di Maria Campitelli-Gruppo78,
all’interno del Progetto Arte
1910-1914, il mondo è là
Oltre cento le opere d’arte selezionate, Contemporanea Carà
Ore 18.30 - Museo Ugo Carà, via Roma
esempi emblematici che per qualità,
stile e storia danno vita a un percorso 9, Muggia, Trieste
Info: www.benvenutiamuggia.eu
dedicato al Novecento giuliano e alle
sue specificità
Magazzino delle idee, corso Cavour
Mercoledì 25
ingresso lato mare, Trieste
Violenza contro le
Info: www.provincia.trieste.it
Fino al 19/12
Fino al 30/12
riflessione e uno stimolo per quelle
giovani donne che, attratte dalla
carriera scientifica o da professioni
tecniche, non sempre hanno il
coraggio di intraprenderle
Biblioteca Comunale Stelio Mattioni,
via Petracco 10, Trieste
Info: bibliotecasteliomattioni.it
e accompagnati dall’arpa celtica,
dà vita ed illustra alcune icone di
Carolina Franza, eseguite secondo
la tradizione: legno, bisso di lino, oro
zecchino, pigmenti naturali temperati
al tuorlo d’uovo
Ore17.30 - Salotto dei Poeti, via
Donota 2, Trieste
Info: 333 3215658
Dal 13/11
Requiem
“Requiem” nasce da un’idea di
Mariano Mazzelli, artista romano
residente in regione, con l’intento di
commemorare il quarantennale della
morte di Pier Paolo Pasolini
Capannone n. 8 della Zona Industriale
di San Dorligo della Valle, Trieste
Info: [email protected]
>>articolo a pag. 16
varie
Il Burlesque è servito
Seduzione, cibo, ironia
Prenotazioni allo 040.300633
Ai Fiori, Piazza Hortis 7, Trieste
Info: www.aifiori.com
Sabato 14
La guerra e la
montagna
La Grande Guerra sulle montagne del
fronte orientale fra arte, storia, tecnica e malattie. Convegno organizzato
dall’Associazione CAI XXX Ottobre
Ore 9 - Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste
Info: www.miela.i
Trieste Coffee Festival
Manifestazione per svelare al pubblico
i segreti del caffè, per sostenere una
maggiore consapevolezza sullo stretto
rapporto tra il caffè e la città di Trieste
e sulla filiera produttiva presente sul
territorio.
Salone degli Incanti Ex Pescheria Centrale, Trieste. Info: www.retecivica.
Giovedì 26
Convegno
Tecnologie dell’informazione e della
comunicazione (ITC) per le persone con
disabilità visiva.
Istituto Regionale Rittmeyer per
ciechi . Info: 040 419811
Fino al 31/1
Ventitre biografie di scienziate
vissute tra il XVII e la metà degli
anni novanta del XX secolo, che
rappresentano modelli esemplari e
offrono uno spunto straordinario di
Mercoledì 11
Dal 6 all’8
trieste.it/triestecultura
Storie di donne,
scienza e tecnologia
Anche il 29 novembre
Ore 16 - Knulp bar e libreria,
via Madonna del Mare 7/a, Trieste
Info: www.knulp.it
[email protected]
Lunedì 23
Il colore diventa
musica
Lucilla Delben, con ballate e
canti popolari eseguiti in lingua
originale (inglese, gaelico e gallego)
Domenica 8
Stitch ‘n’ Spritz
Il classico ritrovo di un gruppo di
agguerrite knitter e crocheter.
29
30
gorizia
musica
Venerdì 6
Arie d’opera e
Romanze da salotto
Protagonisti del concerto sono il soprano Daniela Donaggio, il pianista F.
Malaman e l’attore Francesco Cevaro
Ore 20.45 - Teatro Bratuž, viale XX
Settembre 85, Gorizia
Info: www.lipizer.it
Concerto Beethoven
Francesca Dego e Francesca Leonardi
eseguiranno le ultime tre sonate per
violino e pianoforte: l’ottava del 1802,
la celeberrima “A Kreutzer” del 1803,
la decima, del 1812
Ore 20.45 - Teatro Comunale, corso del
Popolo 20, Monfalcone, Gorizia
Info: www.teatromonfalcone.it
>>articolo a pag. 7
Mercoledì 18
My Songbook
Enrico Pieranunzi si propone qui nella
nuova veste di songwriter.
Un susseguirsi di brani all’insegna
dell’eleganza e di un raffinato gusto
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.excentia.it
novembre
Mercoledì 25
Indaco
La madre Terra è una tempesta di
energia: acqua, fuoco, aria e vento
sottostanno alle leggi della natura
determinando la vita, nella crescita e
nell’estinzione, dei generi viventi
Ore 20.30 - Kulturni Dom, via Brass
20, Gorizia
Info: www.excentia.it
Domenica 29
Concerto per organo
Roberto Antonello, docente di organo
al Conservatorio di Vicenza, propone
un programma articolato su brani di
compositori attivi negli anni a cavallo
della Prima Guerra Mondiale,con una
pagina conclusiva (Trittico) dedicata
al ricordo di Marco Sofianopulo
Ore 16 - Duomo di Monfalcone,
via della Basilica, Monfalcone, Gorizia
Info: www.teatromonfalcone.it
teatro
3 e 4/11
Wonder Woman
Partendo dall’inchiesta di Silvia
Sacchi e Luisa Pronzato, tre attrici
esplorano il tema dell’indipendenza
economica femminile con le armi del
teatro d’indagine e dell’ironia
Ore 20.45 - Teatro Comunale, corso del
Popolo 20, Monfalcone, Gorizia
Info: www.ertfvg.it
Venerdì 6
Giovedì 19
Piccoli crimini
coniugali
Gilles e Lisa vivono da anni un
tranquillo menage familiare. Un
Rock Bazar
piccolo incidente domestico in cui
Massimo Cotto riporta in scena l’epoca Gilles perde la memoria, diventa
d’oro del rock, un viaggio tra verità e
la causa scatenante di un sottile e
leggenda attraverso le storie dei suoi distruttivo gioco al massacro
protagonisti
Ore 20.30 - Kulturni Dom, via Brass
Ore 21 - Nuovo Teatro Comunale, via
20, Gorizia
Ciotti 1, Gradisca, Gorizia
Info: www.kulturnidom.it
Info: www.artistiassociatigorizia.it
Venerdì 20
Ma dov’è l’Armando?
Una commedia musicale degli
equivoci che si sviluppa a partire da
brani tratti dalle operette, dalle opere
teatrali e liriche e dai musical più
celebri. Con Marzia Postogna e Ilaria
Zanetti
Ore 20.45 - Teatro Bratuž, viale XX
Settembre 85, Gorizia
Info: www.lipizer.it
Venerdì 20
Coro Polifonico di Ruda
‘900 e oltre
Un dittico contemporaneo di due
affermati compositori italiani per
il Coro Polifonico di Ruda diretto da
Fabiana Noro
Ore 20.45 - Teatro Comunale, corso del
Popolo 20, Monfalcone, Gorizia
Info: www.teatromonfalcone.it
Sabato 21
Doppio Fronte
Oratorio per la grande guerrra
Lo spettacolo racconta della Prima
Guerra Mondiale, combattuta dal nostro esercito nelle trincee sui monti e
quella vissuta nel quotidiano da un’Italia che via via andava impoverendosi sempre di più
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.excentia.it
>>articolo a pag. 9
Sabato 7
Forbici & Follia
La tranquilla vita di pettegolezzi di
un negozio di parrucchiere viene
interrotta dall’assassinio della
vecchia pianista che vive al piano di
sopra ed è la proprietaria dell’edificio
Ore 20.45 - Auditorium Marin, via
Marchesini 31, Grado, Gorizia
Info: www.ertfvg.it
Domenica 8
Forbici & Follia
Vedi sabato 7
Ore 21 - Nuovo Teatro Comunale, via
Ciotti 1, Gradisca, Gorizia
info: artistiassociatigorizia.it
Martedì 10
Bisbetica
La regista Cristina Pezzoli mette in
scena una singolare edizione della
commedia shakespeariana assieme a
una disinvolta e ironica Nancy Brilli
nel ruolo del titolo
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.comune.gorizia.it
>>articolo a pag. 4
Mercoledì 11
Wonder Woman
Vedi 3 e 4/11
Ore 21 - Teatro Comunale, via Nazario
Sauro 17, Cormons, Gorizia
Info: artistiassociatigorizia.it
Sabato 14
L’arte della commedia
La Compagnia dell’Eclissi presenta
questa poco rappresentata opera del
grande E.De Filippo.
Ore 20.30 - Kulturni Dom, via Brass
20, Gorizia
Info: www.kulturnidom.it
Domenica 15
Peter Pan
Peter Pan, il personaggio creato
nel 1902 da James Matthew Barrie,
viene messo in scena da Fantateatro
in una nuova e inedita avventura
ambientata nell’isola che non c’è
Ore 16 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.comune.gorizia.it
17 e 18/11
Ferite a Morte
Attingendo dalla cronaca e dalle
indagini giornalistiche, Serena
Dandini ha elaborato una sorta di
Spoon River del femminicidio
Ore 20.45 - Teatro Comunale, corso del
Popolo 20, Monfalcone, Gorizia
Info: www.ertfvg.it
Venerdì 20
I botoni dela montura
Dalle Maldobrie di Carpinteri &
Faraguna. Un tempo i bottoni della
divisa dei soldati di Marina avevano
un preciso significato gerarchico.
Poterli cambiare da neri, ad argentati,
a dorati, equivaleva ad un passaggio
di grado ed era motivo di orgoglio
poterli ostentare in occasione della
messa domenicale
Ore 20.30 - Kulturni Dom, via Brass
20, Gorizia
Info: www.kulturnidom.it
Lunedì 23
Operetta burlesca
Pietro è nato femmina ai piedi del
Vesuvio, parla in falsetto, ha un corpo
sbagliato e un animo passionale.
Di Emma Dante
Ore 20.45 - Teatro Comunale, corso del
Popolo 20, Monfalcone, Gorizia
Info: www.ertfvg.it
L’angelo dell’oblio
Il romanzo della scrittrice e poetessa
carinziana descrive con intima
poesia il significato del movimento
partigiano nella Carinzia austriaca
Ore 20.30 - Centro culturale Bratuž,
v.le XX Settembre 85, Gorizia
Info: www.teaterssg.com
Giovedì 26
Il mio nome è Nessuno
Una lunga, intensissima narrazione
con una voce principe, quella di
Sebastiano Lo Monaco, e intorno tutti
quei demoni che hanno costellato il
viaggio sterminato di Ulisse
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.comune.gorizia.it
Venerdì 27
Ieri è un altro giorno!
Sul punto di concludere «la causa» più
importante della sua vita, Pietro, un
rigido avvocato, ossessionato dalle
sue manie e dai suoi principi, si trova
obbligato a dividere una lunghissima
giornata con un individuo
imprevedibile
Ore 21 - Teatro Comunale, via Nazario
Sauro 17, Cormons, Gorizia
Info: artistiassociatigorizia.it
Sabato 28
Mai far la Lady!
In questo originale allestimento la
commedia Pygmalion di Shaw è
trasposta da Londra a Venezia
Ore 20.45 - Teatro Verdi, via Garibaldi
2a, Gorizia
Info: www.excentia.it
Castello di Gorizia
Info: www.comune.gorizia.it
Fino al 14/12
Impressioni
Pittura e musica di C. Seghizzi
Il titolo della mostra vuole riferirsi
non soltanto alla poetica figurativa
e musicale di Cecilia Seghizzi, ma
anche all’obiettivo di sensibilizzare
Visite
Le visite possono costituire anche un trasversalmente e globalmente i
visitatori su diversi piani percettivi,
problema. Soprattutto nella classica
situazione messa in scena dalla nuova culturali ed estetici
Galleria Seghizzi, corso Verdi 85,
commedia di Vinko Möderndorfer: la
Gorizia
prima visita di una giovane coppia
Info: www.seghizzi.it
ai genitori
Ore 20 - Kulturni Dom, via Brass 20,
Gorizia
Fino al 29/2
Info: www.teaterssg.com
cinema
Martedì 10
Omaggio a Pier Paolo
Pasolini
Un appuntamento imperdibile per
ricordare Pasolini con la visione dei
film “L’accattone” e “Mamma Roma”
e una conversazione-spettacolo dal
titolo “Pasolini: l’eretico mite”
Ore 18 - Cinema Kinemax, piazza
Vittoria 41, Gorizia
Info: www.excentia.it
arte
Fino all’8/11
L’esercito marciava
L’avanzata verso Gorizia
La mostra si propone di illustrare la
Grande Guerra a Gorizia,mediante
un percorso espositivo costituito
da pannelli esplicativi corredati
da riproduzioni di foto, molte delle
quali assolutamente inedite, cimeli,
documenti, uniformi originali
dell’epoca, e completato da alcune
opere d’arte del pittore, scultore e
scrittore Aristide Giulio Sartorio
Soldati
Mostra sulle Caserme dismesse.
Esposizione dedicata alla storia di
Gorizia attraverso lo sguardo dei
militari che si sono avvicendati in
città tra gli inizi del Novecento al
recente passato
Fondazione CaRiGo, via Carducci 2,
Gorizia
Info: www.comune.gorizia.it
Dal 20/11
Natura e design nelle
collezioni Gervasoni
Mostra dedicata alla Gervasoni,
azienda di fama internazionale del
Friuli Venezia Giulia. Un percorso
nella storia di un’azienda che dal
1882 progetta e realizza soluzioni
d’arredo con la collaborazione di
designer tra i più qualificati a livello
internazionale e con la passione per
il bello e fatto ad arte coniugato alla
vita contemporanea
Galleria Spazzapan, Palazzo Torriani,
Gradisca, Gorizia
Info: www.galleriaspazzapan.it
Scarica
Random flashcards
Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

emilia

2 Carte oauth2_google_f0da50e0-d873-4248-914c-e782ffe4831d

rocce

2 Carte oauth2_google_c482f14d-5fdf-4363-90b1-31fa1b3e2bb1

creare flashcard