Curriculum vitae in formato pdf

annuncio pubblicitario
BORDIN GIORGIO
Nato il 20 settembre 1949 a Vicenza
1966 vince il secondo premio del teatro dalla scuola con un monologo
intitolato “Hiroschima” con la regia di Mariano Santin
1967 vince il primo premio del teatro dalla scuola, con un monologo tratto dal
romanzo di Mario M. Rigoni Stern, intitolato “Il sergente nella neve”
1968 ha partecipato come attore alla commedia “Il lungo pranzo di Natale” di
Thorton
Wilder, con la regia di Otello Cazzola
1969-70-71-72-73 - durante gli studi universitari fa diverse esperienze come
doppiatore presso alcune case editoriali, e in particolare da la voce ai salmi di
Padre Maria Turoldo.
Inizia i corsi di Karate Shotokan all’Accademia Italiana di Karate (A.I.KA)
1974-75 - si laurea con tesi in psicologia del lavoro, ottiene certificato
internazionale in ecologia umana Università Padova, Losanna, Parigi.
Frequenta inoltre la scuola di specializzazione in metodologia delle scienze e
filosofia dell’università di Padova.
1976 - Partecipa alla nascita della compagnia Grammelot come laboratorio
aperto sulle tecniche teatrali, in cui confluivano attori dalle diverse esperienze:
dai seminari veneziani del Teatr Laboratorium, al Centro Universitario teatrale
di Padova; da uno stage di Wroclaw sempre con il Teatr Laboratorium al
gruppo italiano di Danza Libera.
- Riceve il diploma di Karate Primo Dan (A.I.KA)
1977 - Collabora ad una esperienza pilota nell’interland milanese: in appoggio
al Consorzio Sociosanitario di Cernusco sul Naviglio, si impegna come
animatore per i festival dell’unità della zona Pioltello (Milano), e alla Garzanti
occupata. Collabora a un progetto per Villa Reale a Monza. Realizza
interventi in centri storici del veneto. Per l’ente locale collabora a iniziative
sperimentali di animazione (centri diurni, Parchi Robinson) e nelle sedi
decentrate della biblioteca di Vicenza.
1978 - Sotto la direzione del regista Joseph Losey conduce uno studio sui
movimenti dei personaggi dell’opera “ Don Giovanni” di Mozart, per le
riprese del film omonimo, che vengono fatte all’interno del Teatro Olimpico
di Vicenza, nella Basilica Palladiana, a Villa Valmarana, alla Rotonda, a
Murano in una fabbrica di vetro a Venezia al Redentore.
Partecipa alla messa in scena di uno spettacolo intitolato “ Pensavo che questa
terra fosse in pericolo e tutto sarebbe scomparso” tratto da un testo collettivo.
Frequenta inoltre l’accademia di danza classica della Besobrasova a
Montecarlo
1979 - Frequenta altri corsi di danza classica nella scuola di Mariaberica dalla
Vecchia di Vicenza
1980 -’81 - Partecipa come attore agli spettacoli : “La bague magique”
(l’anello magico)
di Carlo Goldoni, messo in scena anche al Gostner Hoftheater di Norimberga;
ed “Eco e narciso” fiaba di Carlo Gozzi, prodotto per la biennale di Venezia in
occasione del carnevale ’81.
- Dirige il seminario della rassegna “Ma chi sono questi girovaghi?” in
collaborazione con l’assessorato alla Cultura del comune di Vicenza.
Partecipa all’organizzazione del carnevale ’81, sempre con il comune di
Vicenza.
- In collaborazione con la circoscrizione 5 cura la rassegna “Teatro 5” (teatro
di base nei quartieri). Partecipa inoltre con gli spettacoli sopra indicati e altri,
ai seguenti festivals e rassegne : Venezia (Carnevale della ragione); Mestre (“
Invito in galleria”) Bologna (“ Decentramento e territorio”); Varese (“ Eppur
si muove……”) ; Treviso (“L’isola del teatro”); Verona (“Rassegna su
Goldoni”);
- Scrive un testo intitolato “L’immaginario e la realtà” (logica e tetro nel
quotidiano) edito il 26-5-1980.
- Scrive nel 1981 il testo: “ Corpo e significati tra marginalità e cambiamento
” in collaborazione con l’assessorato all’istruzione del Comune di Vicenza.
- Scrive l’introduzione del libro “ Star bene nuovamente” edizione Rizza,
collaborando con il Centro Ricerca Comportamento e Linguaggio .
- Fonda un laboratorio all’interno delle scuole superiori con il nome di
“Apollo e Dioniso” tutt’ora esistente.
1983 - Mette in scena lo spettacolo "Laiana" con il gruppo teatrale scolastico e
vince il primo premio del "Teatro dalla scuola"
1984 - Viene pubblicato il testo dello spettacolo "Laiana"
1985 - Pubblica un quaderno di lavoro intitolato “Estetica teatrale, pragmatica
teatrale ” con alcune note di Stefano Zecchi e di Giuseppe Pareschi.
1986 - Interpreta il mago carnevale e coordina il “ Carnevale ‘86” per il
Comune di Vicenza
•
Maree
•
Paradise Lost
1987- Scrive il testo e conduce la regia dello spettacolo teatrale Aisthanomai,
che fa mettere in scena dal gruppo teatrale “Apollo e Dioniso”
1989 Scrive il testo“Il giallo della colpa” e vince il primo premio per la regia
nella rassegna “Teatro dalla scuola”.
1990 - Pubblica “ The vacuum peinture” per l’università di Losanna, centro di
semiotica dello spazio. Scrive il testo “Specchi d’anima ”
1991 – Scrive una raccolta di poesie “ La porta a viaggi” edito da Prometheus.
- Scrive l’introduzione al catalogo “ La cava dipinta” per il pittore Toni
Zarpellon
Cura la regia dello spettacolo Axiologica messo in scena dagli allievi di un
corso di teatro –danza organizzato da Arti della Rappresentazione nella
Circoscrizione 5 di Vicenza
1992- Presenta la sua raccolta di poesie “La porta a viaggi” con una
performance danzata e recitata con l’omonimo titolo, al teatro Astra di
Vicenza.
Scrive il testo e cura la regia“ Pietre e differenze” spettacolo che fa la sua
prima nelle cave di Rubbio di Bassano.
Scrive testo e regia dello spettacolo “Quante sono le Americhe” trilogia su
Cristoforo Colombo, messo in scena al teatro di Polegge (VI), al teatro Astra
di Vicenza, e
1993- Ideatore e regista del progetto “Vivere la città” che comprende mostre e
spettacoli scrive l’introduzione della pubblicazione “ La
cava…dell’immaginazione”
1994- E’ regista e ideatore del video ”Donne non solo” e della performance
anche teatrale “Manichini senza più fili”
Porta avanti il progetto “Vivere la città” che comprende: una mostra
multimediale nella chiesa di S. Giacomo di Vicenza, intitolata “Terre d’acqua
il filò delle donne”.,una rassegna cinematografica e spettacoli di teatro e danza
sul tema “La donna tra oriente e occidente, tra passato e presente” al teatro
Astra di Vicenza.
Con il laboratorio scolastico di teatro mette in scena lo spettacolo “Chi è Tea”
1995- Ideatore e direttore artistico della manifestazione “Nuove arti” che
comprende installazioni visive, spettacoli e tavole rotonde, che ha come nota
dominante la “geopoesia” nel teatro Astra di Vicenza.
“Una rinocerontite acuta” è il titolo dello spettacolo che fa mettere in scena
dal gruppo scolastico inter- istituti, dove collabora anche Jolanda Bertozzo per
la realizzazione dei costumi e della scena, e vince il premio per l’allestimento
al concorso regionale “Teatro dalla scuola”.
Curatore e regista della manifestazione “Di –Versi Natali” che comprende
mostre danza recitazione e canto nel conservatorio Pedrollo di Vicenza.
1996 – E’ ideatore e responsabile del carnevale interculturale “Carro novalis”,
che ha la durata di cinque giorni in vari luoghi della città di Vicenza, in
collaborazione con il Comune di Vicenza.
Scrive i testi e fa la regia dello spettacolo di teatro danza“Le donne
immaginarie” due monologhi:
“Il cibo inesistente” tratto dalla storia vera di una ragazza anoressica
“A cena con i demoni” anche questa storia realmente vissuta di dissociazione
mentale
Replicato varie volte in diversi teatri : il …. Al teatro Ariston di Bolzano
Vicentino,
il 24 febbraio 1996 nell’auditorium della scuola di Creazzo Vicenza, l’ 8
giugno 1996
nella Chiesa sconsacrata della Misericordia di Vicenza, nel 1997 a Milano,
1998 al teatro Libero di Milano, il 21 maggio 1999 al teatro Mattarello di
Arzignano (VI), Trissino, l’8 aprile 2000 al teatro Astra di Vicenza.
Ideatore e direttore artistico degli incontri culturali, multimediali e teatrali per
tutto il 1996 prima con i laboratori veneti riuniti e poi sulla poesia del ‘900 tra
oralità e scrittura, nella Chiesa della Misericordia a Vicenza.
1998 E’ regista e scrive i testi dello spettacolo “On a pond” che il 31
dicembre viene messo in scena nel Chibuz “Neve Shalom” di Tel Aviv
(Israele).
Poi viene rappresentato in alcune occasioni anche in Italia :
l’11 marzo 2000 a Povolaro (VI), il 5 maggio 2000 nel teatro di Debba (VI),
il 13 Ottobre 2000 a Montecchio Maggiore (VI); il 24 maggio 2001 al teatro
Astra di Vicenza nello “Scenario Veneto” progetti di giovane teatro.
1999 - Ideatore e direttore artistico dello show room Fiatars presso la
concessionaria Safami a Torrri di Quartesolo (VI), dove vengono esposte
numerose opere di licei e istituti d’arte di Vicenza. Organizza una rassegna di
teatro danza e incontri serali su “poesia e immagine” .
2000 - Scrive il testo “L’elefante e la fanciulla” ispirandosi all’Africa , che
viene poi messo in scena, prima dal gruppo scolastico “Apollo e Dioniso”, e
sucessivamente dagli attori di Arti della Rappesentazione, dove viene portato
in diversi teatri : il 13 maggio 2000 al Teatro di Debba (VI), il 25 maggio
2001 nello “Scenario Veneto” progetti di giovane teatro al Teatro Astra di
Vicenza ; il 14 dicembre 2001 a Monteviale (VI), l’1 febbraio 2002 al teatro
S. Lorenzo alle colonne di Milano nella rassegna teatrale delle migrazioni 4°
L’altrofestival ; nei giorni 15 e 16 febbraio 2002 presso il teatro Astra di
Vicenza; il 25 settembre 2004 nella rassegna “La Seduzione” a Villa Pisani di
Montabelluna ; maggio 2005 a Noventa Vicentina per un progetto regionale
"Non solo fame ma di bellezza, Africa"
Messo in scena anche in numerose scuole di vario grado.
2001 – In seguito ai diversi viaggi in varie regioni Africane realizza alcuni
filmati sul mondo animale, e sugli abitanti dei luoghi che percorre,
mettendone in risalto la cultura gli usi e costumi.
2002 – Collabora alla realizzazione della manifestazione “Il parco ritrovato”
che si svolge al parco Querini di Vicenza, curando le performance e la
realizzazione filmica
2003 – Organizza dei seminari di teatro-danza- ritmi- fotografia per il
Comune di Monteviale (VI), con incontri fino a maggio 2004.
Segue la regia scrive e incolla alcuni testi per creare lo spettacolo sulla
memoria dei campi di concentramento della seconda guerra mondiale
intitolato "27 gennaio", che viene replicato in molte scuole e teatri.
2004 - Presenta la mostra di arti visive“Riannodare” presso il Municipio di
Sovizzo
2005 - Realizza un video- documentario intitolato "Ultimi nomadi" che viene
poi presentato a Vicenza nel centro nell'occasione della manifestazione
mondiale
"Tre du court".
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

123

2 Carte

creare flashcard