Consulta il pdf

advertisement
n° 1
Gen/Feb 2015
L’APPUNTAMENTO CON LA COSMESI DI
armamese
focus
Come valutare
la pelle del viso?
mercato
Si naviga a vista
speciale oli
Oro liquido
vetrinistica
Non solo arredi
IPOALLERGENICA
SENZA PARABENI
PULIZIA VISO
editoriale
­– di Lorenzo Verlato –
LA VOGLIA DI RINNOVARSI
Anche un giornale, al pari di una bella donna, deve controllare
i segni del tempo e sottoporsi con costanza alla “prova dello specchio”.
Tanto più poi se è una rivista che tratta di bellezza e di benessere
e si propone di fornire ai suoi lettori giusti consigli per essere sempre
in forma. È lei per prima, quindi, che deve dare il buon esempio,
se vuole essere credibile. Ecco perché abbiamo deciso di rinverdire
“Panorama Cosmetico”, presentandoci al 2015 con una nuova
impaginazione, molto fresca, moderna e accattivante.
C’è un altro motivo che ci ha indotto a questa sfida al cambiamento,
forse più sottile, come un retro pensiero, ma non per questo meno
3
importante. La voglia cioè di rinnovarci, di vestirci a nuovo per affrontare
il futuro con rinvigorita speranza. Siamo stanchi, infatti, di sentir parlare
di crisi, di convivere con una malinconica sfiducia che congela
fantasia e iniziative. E poi, come possiamo suggerire ai farmacisti
di rinnovarsi, di occupare nuovi spazi e di offrire nuovi servizi, se poi non
applichiamo anche noi la lezione? E allora lo facciamo per primi,
come ci è possibile, cioè cambiando l’impaginazione e rinverdendo
i contenuti. Chissà che tutto questo abbia anche un effetto scaramantico.
Che il nostro cambiar veste preannunci la fine della crisi e, insieme,
l’arrivo di una nuova primavera, sia per noi e il nostro ruolo,
sia per la cosmesi e la nostra farmacia.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
SOMMARIO
14
8
VETRINE
20
28
FOCUS
Come valutare la pelle del viso?
SPECIALE OLI
Oro liquido
MERCATO
Si naviga a vista
40
7
BLOCK NOTES
44
24
MAKE UP
Fondotinta
perfetto
AGGIORNAMENTO
Bellezza a tavola
48
34
PRINCIPI ATTIVI
I segreti
dell’aloe
VETRINISTICA
Non solo arredi
“Panorama Cosmetico”
Supplemento a
armamese
Gennaio 2015
Direttore responsabile: Lorenzo Verlato
Impaginazione: Silvia Fazzini
Collaboratori:
Serena Allevi • Alice Berlai • Annalisa
Betti • Alessandra M. Cantù
Gabriella Daporto • Sergio Garanzini
Beatrice Pardi • Corinna Rigoni • Anna
Scotti • Graziella Tonato • Chiara Verlato
Matteo Verlato • Stefano Visintin
Direzione, redazione
e amministrazione:
Editoriale Giornalidea s.r.l.
Piazza della Repubblica, 19
20124 Milano
Tel. 02/6888775 (ric.aut.)
Telefax 02/6888780
E-mail: [email protected]
5
IL CONSIGLIO
Il check up
della pelle
Fotolia:
al62, Budimir Jevtic, Chlorophylle, Christian Schwier, DIA, gert hochmuth, guy,
Igor Mojzes, Jan Schuler, Kenishirotie,
kung_4444, Lars Zahner, lemon03,
monticellllo, Nik_Merkulov, Okea, olly,
primopiano, puhhha, stokkete, studiovespa, underdogstudios, Valua Vitaly,
whilerests, wildworx, zuchero
Stampa:
Grafiche Parole Nuove s.r.l.
Via Garibaldi, 58
20047 Brugherio (MI)
Tel. 039/884884
Telefax 039/883978
Pubblicità & Marketing:
Matteo Verlato
Myriam Padovani
E-mail: [email protected]
Prezzo a copia € 1,03
Abbonamento annuo a
“Farma Mese” € 25,00,
importo da versare
su c/c postale n. 27029206
intestato a:
Iscritto al Registro degli Operatori
di Comunicazione (ROC) n. 1223
Editoriale Giornalidea s.r.l.
Piazza della Repubblica, 19
20124 Milano
IVA assolta dall’editore a norma dell’art. 74, lett. c)
D.P.R. 633/72 e successive modifiche
ASSOCIATO A:
A.N.E.S.
ASSOCIAZIONE NAZIONALE
EDITORIA PERIODICA SPECIALIZZATA
Ogni riproduzione, anche parziale,
delle pagine del giornale deve
essere autorizzata
L’editore garantisce la massima
riservatezza dei dati forniti dagli
abbonati in suo possesso,
fatto diritto, in ogni caso, per l’interessato
di richiedere gratuitamente la rettifica
o la cancellazione ai sensi della legge
196/03
Block Notes
In esclusiva per la farmacia la
linea Clinians Dermocosmetique
È la nuova linea visage creata in esclusiva per la
farmacia dalla ricerca Clinians e distribuita da Silc,
azienda storica nella creazione e distribuzione di
prodotti per l’igiene e la cura di tutta la famiglia. Clinians
Dermocosmetique è la gamma completa dedicata alla
pulizia e alla cura della pelle, anche quella più sensibile.
Comprende sia prodotti di pulizia, sia trattamenti viso per
offrire a ogni donna una routine di bellezza quotidiana
adatta alle proprie esigenze. Tutti i prodotti della linea
sono formulati con SensHydration, uno specifico e mirato
complesso di principi attivi altamente idratanti e lenitivi.
Gli specifici prodotti Clinians Dermocosmetique
approdano
in farmacia,
affidandosi
all’esperienza
Silc. «L’accordo
con Clinians»
spiega il direttore
commerciale
di Silc, Antonio
Ogliari «si
inserisce
nella nostra
ultraventennale esperienza nel canale farmacia, dove
ci occupiamo con ottimi risultati della distribuzione di
grandi marchi. Una nuova sfida all’insegna dei valori di
ricerca, innovazione, qualità e sicurezza che da sempre
caratterizzano l’operato di Silc e che abbiamo ritrovato
in Clinians e nella sua scelta di dedicare le proprie
attenzioni alla cura della pelle di quanti cercano in
farmacia prodotti garantiti e di qualità superiore». In
particolare, la divisione farmacia di Silc (nella foto) si
occupa della rete di farmacie, parafarmacie e negozi
specializzati ed è presente in modo capillare su tutto il
territorio nazionale, proponendo esclusivamente marchi
leader. Ma Silc non è soltanto distribuzione: l’azienda,
che ha sede nel cremasco, nasce nel 1972 e opera con
successo sul mercato anche come produttore di ausili
assorbenti monouso e prodotti per l’igiene della persona.
Il restyling
di Abc Cosmetici
Cambia veste e si rinnova il portale di Cosmetica Italia
dedicato al consumatore. Per stimolare a una maggiore
e migliore conoscenza dei prodotti in commercio e delle
loro caratteristiche.
www.abccosmetici.it è stato
ripensato e rinnovato,
sia nell’aspetto grafico,
sia nella sostanza. «I
contenuti sono stati
arricchiti e ridistribuiti
per una più immediata
fruizione» spiega Luca
Nava, responsabile
dell’area tecnico-normativa di Cosmetica Italia. Ma
anche il layout ci ha guadagnato, con un maggior
numero di immagini e una homepage più dinamica:
«È più accattivante e oggi ottimizzato anche per la
visualizzazione sui device». Tra le principali novità
del portale l’implementazione della nuova sezione
dedicata ai prodotti cosmetici: per ogni categoria
ci sarà una descrizione prodotto con le modalità di
utilizzo e gli approfondimenti sulla sicurezza e gli
ingredienti.
Vichy rottama
i vecchi fondotinta
È valida fino a metà aprile l’iniziativa che vede
protagonisti i vecchi fondotinta: consegnandone uno
di qualsiasi marca nelle farmacie aderenti al progetto
“Rottama il tuo vecchio
fondotinta”, il cliente potrà
subito ricevere il 20% di
sconto sull’acquisto di un
prodotto make up di Vichy.
La campagna è stata
lanciata sulla pagina
Facebook, ironizzando
sugli stereotipi delle storie
d’amore finite male: se
anche il tuo fondotinta ti
ha deluso oppure quello
scelto non è giusto per te puoi rottamarlo e sostituirlo
con un altro. A corredo del messaggio simpatici slogan,
come “È stato bello finché è durato, #tirottAMO”, “Merito
di meglio, #tirottAMO”. Per maggiori informazioni,
www.promofondotinta.vichy.it
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
7
e
n
i
r
t
Ve
8
Più snella
in 7 notti
Una
base-coccola
Antiage
formato mignon
Mani a prova
di carezza
Gocce
antietà
Per riconquistare
una silhouette invidiabile
servono sacrifici sui fronti dieta
e fitness, ma la cosmetica
può essere un altro alleato top,
se specifica e performante.
Questo è il caso di Somatoline
Cosmetic Snellente 7 notti.
È un prodotto innovativo che
svolge una triplice azione:
lipolitica, drenante
e antistoccaggio. Tutto grazie
all’esclusivo Bioslim7-complex
(azione in 7 notti), un mix
di attivi come caffeina,
laminaria digitata, escina, pepe
rosa, sale marino, molecola
carrier, argilla bianca, burro
di karité. Gli effetti sono visibili
in una settimana
con un’apprezzabile riduzione
di girovita, fianchi e cosce.
Il make up diventa
un momento di vero
piacere quando si scelgono
trattamenti che sappiano
coccolare anche la pelle.
È il caso del nuovo Foundation
Dr. Hauschka: mettersi il
fondotinta diventa un vero
e proprio momento benessere
grazie anche alle formulazione
ricca di estratti fitoterapici,
oli vegetali idratanti e cere
naturali. Il plus è il mix perfetto
tra oli di macadamia
e di cocco, miscelati a essenza
di melograno. Immancabile
anche il buon sentore, questa
volta regalato da frangipane e
neroli. L’effetto ottenuto
può essere modulato secondo
l’applicazione (con dita
o spugnetta): l’incarnato resta
sempre naturalmente perfetto.
In 5 nuance: Macadamia,
Almond, Chestnut, Hazelnut
e Nutmeg.
Cosmetica di ibridazione? Sì,
grazie. Si tratta del mix perfetto
tra medicina estetica, biologia
e benefici fitoterapici.
Lierac ha puntato proprio
su questo innovativo concept
per creare 3 trattamenti
antiage, in formato “prova”
da 30 ml. Lierac Magnificence
è un prodotto dalla texture
fondente e fresca, in versione
crema vellutata o crema-gel:
antietà dai 40 anni, lascia
la pelle liscia e affinata. Lierac
Premium è la crema antietà
per eccellenza, grazie
alla forza di 3 fiori neri rari.
Infine, Lierac Liftissime,
in versione Setosa o Ricca,
promette un lifting cosmetico
in 3D, per azione
del complesso Cell-Junction.
La pelle delle mani è più
soggetta a invecchiamento:
agenti atmosferici, lavori
domestici, attività quotidiane,
tutto lascia il segno. I risultati
sono secchezza, macchie,
rughe, ruvidità e arrossamenti.
Per prevenirli e curarli,
Physiogel ha pensato
a una crema lenitiva, idratante
e rigenerante. È Sollievo
Calmante A.I Crema Mani,
la cui applicazione costante
attenua i rossori e protegge
per ben 24 ore, grazie
alla tecnologia Physiogel
BioMimic. Si crea una barriera
sulla cute che la ripara
anche in caso di lavaggi
ripetuti, freddo e vento.
L’effetto sollievo è pressoché
immediato e si protrae
per tutta la giornata. E
nessun problema per le pelli
sensibili: come tutti i prodotti
Physiogel è un trattamento
ipoallergenico e non irritante.
Contrastare i segni
del tempo sul nascere
e riempire le piccole rughe
in modo efficace? Oltre
alle creme antiage giorno
e notte, è necessario applicare
anche un siero una volta
al giorno. Caudalìe presenta
un innovativo antietà
in gocce, Premier Cru
L’Elixir, un prodotto metà
olio e metà siero in grado
di fondersi perfettamente
con la pelle. I suoi plus
sono preziosi oli naturali:
jojoba, noce di sandalo, fico,
coriandolo e l’immancabile
olio di vinaccioli d’uva. Ricchi
di acidi grassi essenziali
e antiossidanti, questi oli
agevolano la rigenerazione
cellulare idratando a fondo,
rivitalizzando il colorito
e riempiendo le piccole
rughe già formatesi.
€6
€ 57
Per informazioni:
Gsk Consumer Healthcare Spa
tel. 800/800931556
[email protected]
www.physiogel.it
Per informazioni:
Caudalie
tel. 06/45490300
[email protected]
www.caudalie.it
€ 51
€ 34
€ 34
,50
Vaso da 400 ml
,50
,50
Vaso da 250 ml
Sachet da 200 ml
Per informazioni:
Somatoline Cosmetic Manetti
& Roberts
tel. 800/827176
www.somatolinecosmetic.it
€ 25
,00
30 ml
Per informazioni:
Wala Italia Srl
tel. 02/29534069
[email protected]
www.dr.hauschka.com
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
€ 39
€ 63
€ 41
,00
Lierac Magnificence
,00
Lierac Premium
,00
Lierac Liftissime
30 ml
Per informazioni:
Alès Groupe Italia
tel. 02/2906671
,90
50 ml
,00
29 ml
e
n
i
r
t
Ve
Detersione specifica
per pelli sensibili
Sopracciglia
più folte
La Spa
della buonanotte
Il corpo
ideale
Glicobiologia
contro la calvizie
Da oggi in farmacia c’è
Clinians Dermocosmetique,
la linea di prodotti privi di
parabeni e ipoallergenici per
l’uso quotidiano e specifici per
pelli sensibili. Ne fa parte il
Latte Detergente, che rimuove
dolcemente e in profondità
impurità e tracce di trucco.
Grazie al SensHydration,
complesso di principi attivi
idratanti e lenitivi, dona
una sensazione di comfort
e benessere immediato.
SensHydration è il risultato
dell’azione sinergica di diversi
ingredienti: l’olio di limnanthes
alba, naturalmente ricco
di vitamina E, antiossidanti
ed emollienti; trealosio,
che prolunga l’idratazione;
pantenolo, ad alto tenore
emolliente e lenitivo. Fanno
parte della linea anche
la Lozione Tonica Delicata,
lo Struccante Occhi Delicato
e le Salviette Struccanti
Delicate 3 in 1 viso/occhi/
labbra.
Finalmente anche
le sopracciglia hanno
una cosmetica a loro dedicata
con il nuovo Siero Rigenerante
per sopracciglia RapidBrow,
capace di renderle più folte,
dense e forti. La formulazione,
a base di HexateinTM2
Complex, promette
un miglioramento visibile
in soli 40/60 giorni grazie
a polipeptidi, biotina (provitamina B7/vitamina H/
coenzima R), pantenolo,
cheratina, estratto cellulare
della mela ed estratto
della mandorla dolce.
L’aspetto è quello di un
mascara e va passato,
con l’applicatore, due
volte al giorno sulle
sopracciglia. Ideale quando
inizia il diradamento “da
invecchiamento” o quando le
sopracciglia naturali
sono spelacchiate e sottili.
Svegliarsi con la pelle
luminosa anche dopo aver
fatto le ore piccole si può con
il nuovo Balsamo Notte di Korff
per pelli mature e disidratate,
ideale anche per il trattamento
dell’epidermide appena
segnata o molto secca a causa
di aggressioni esterne o stress
psicofisico. La formulazione
è efficace grazie al perfetto
mix tra esseskin (calcio, alfaidrossimetionina, omotaurina),
esculano vegetale (derivato
da olio d’oliva), un complesso
multivitaminico, allantonina e
pantenolo, soline, perfection
peptide e proteine della seta.
Le rughe staranno così
alla larga e i solchi verranno
distesi e “riempiti” grazie
all’azione filler dei principi
attivi. Inoltre, sarà assicurato
anche l’effetto bonne mine
al risveglio.
Una pelle liscia, levigata,
tonica e anche profumata.
Un sogno? Può darsi, ma la
nuova linea corpo Vichy ci
si avvicina molto, rendendo
l’idratazione del corpo un
momento di benessere a 360°.
Stiamo parlando dei nuovi
trattamenti Ideal Body: LatteSiero, Balsamo Corpo e Olio.
Il plus è nei lipidi, che vanno
a rigenerare e compattare
il derma: le formulazioni
sono, infatti, ricche di acido
ialuronico, LHA (acidi esfolianti
che levigano la grana
della pelle) e ben 10 oli
fondamentali e nutrienti.
L’effetto di questi trattamenti
ipoallergenici è un mix
di aumentata elasticità e
morbidezza. L’applicazione
garantisce, inoltre,
un’impagabile esperienza
sensoriale grazie al profumo
fresco e ambrato per il LatteSiero e il Balsamo Corpo, più
sensuale per l’Olio.
Vivipharma presenta
un prodotto specifico per
prendersi cura del capello
e del suo ciclo vitale,
arrestandone i processi di
indebolimento e di caduta.
Si tratta di Glycosan Plus
Trattamento d’urto, la cui
formulazione punta sui
glicosaminoglicani per
restituire vitalità
al follicolo pilifero: glicogeno,
glicosaminoglicani, collagene
marino, Atp e bioflavonoidi,
che attivano il microcircolo,
riducendo con efficacia la
caduta dei capelli sia maschile,
sia femminile. L’assenza
di alcol rende il prodotto
adatto anche alla cute
sensibile e allergica. Glycosan
Plus è disponibile sia in fiale
e shampoo, sia in lozione
e shampoo.
€7
200 ml
€ 99
,00
€ 54
,95
Per informazioni:
Silc
tel. 0373/271254
[email protected]
www.silc.it
€ 20
€ 29
€ 25
€ 26
,00
,90
Per informazioni:
Integra NewLife
tel. 02/36550835
www.integramilano.it
50 ml
Per informazioni:
Korff
tel. 02/5357041
www.korff.it
€ 169
€ 174
10
Latte-Siero 200 ml
,00
Latte-Siero 400 ml
,00
Balsamo Corpo 200 ml
,00
Olio 100 ml
Per informazioni:
L’Oréal Italia
02/970661
,40
12 fiale + Shampoo
Lozione + Shampoo
Per informazioni:
Vivipharma
tel. +378 0549/960550
numero verde 800/013099
[email protected]
www.vivipharma.com
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
9
e
n
i
r
t
Ve
10
Sapone
vintage e puro
Cosmesi
di precisione
Abbinata
vincente
Addio stanchezza
sulla pelle
Per molti resta un irrinunciabile
prodotto di bellezza. Il tipo
di sapone, però, fa
la differenza: deve essere
delicato e idratante, meglio
ancora se piacevolmente
profumato. Compagnie de
Provence presenta Extra Pure,
la nuova linea di saponi
e creme che regala una pelle
luminosa, pulita e profumata.
Sono colorati, emozionali
e privi di coloranti, parabeni,
siliconi, tensioattivi, oli minerali,
solfati. Il Sapone di Marsiglia
liquido e il Sapone solido
sono disponibili in 5 fragranze
(Mediterranée, Verveine, Olive
Lavande, Rose, Violette). Non
manca, poi, la Crema Mani
con burro di karité, rigenerante
e declinata nelle stesse
fragranze dei saponi.
Non si può fermare lo scorrere
del tempo, ma è possibile,
comunque sia, intervenire
efficacemente con prodotti ad
hoc, che puntino su precisione
e formulazioni innovative.
Miamo, nuova linea di
cosmesi funzionale, presenta
Restructuring 24h Cream.
È una crema viso ristrutturante
dalla funzione antiage 24h.
Adatta a ogni tipologia
di pelle, agisce sulla neosintesi
del collagene, favorendola.
Inoltre, migliora l’elasticità
del derma e contrasta i radicali
liberi. Anche il colorito del viso
ne trae giovamento, poiché
i principi attivi contenuti
aiutano la circolazione
cutanea, contrastando
il fotoinvecchiamento.
Un trattamento “preciso”
e, al contempo, un idratante
da usare ogni giorno come
base trucco.
La notte è il momento migliore
perché la pelle si rinnovi
e per garantirsi un incarnato
liscio e compatto al risveglio:
dopo averla struccata
perfettamente, è necessario
un prodotto che agevoli
la detossinazione delle cellule,
lasciandole respirare, così
come ogni mattino andrebbe
esaltata la luminosità di una
cute sana e rigenerata.
Nuxe presenta Nuxellence
Détox e Nuxellence éclat
trattamenti antiage notte
e giorno, innovativi trattamenti
che agevolano l’autopulizia
della pelle, aiutandola
a liberarsi dalle tossine
e a produrre nuove cellule
grazie al Complesso SuperDétox e a passiflora, alcanna
e papavero, riparatori del Dna.
I segni di un volto affaticato
dagli impegni quotidiani ormai
hanno i giorni contati grazie
a due innovativi prodotti
della linea My Payot. La prima
riguarda il viso e promette
di donare il colorito perfetto
anche quando la giornata
è super stressante: si tratta
di Éclat du Regard, pennello
correttore illuminante. I suoi
atout sono un complesso
vitaminico (E, C), sfere gialle
e polvere soft focus.
La seconda novità My Payot
è Super Base, base istantanea
perfezione: grazie a vitamine,
acido ialuronico e polveri
soft focus, la pelle sarà
impeccabile anche
senza trucco.
Arriva la linea
occhi Rilastil
Un problema frequente
del make up occhi è
l’ipersensibilità ai componenti
di mascara, matite & Co, così
come ciglia troppo deboli,
che tendono a sfoltirsi
con l’età. Rilastil ha pensato
a tutte le donne, creando
un’intera linea di maquillage
occhi. I nuovi prodotti per
chi ama il trucco naturale e
sicuro, sono: Base Mascara in
siero, che rinforza le ciglia e
aumenta la performance
del rimmel; Mascara
Rinforzante Volumizzante
con estratti naturali di
laminaria e pelvetia; Mascara
Rinforzante allungante e
incurvante con speciale
applicatore high tech e cere
microcristalline; Matita occhi
Wet & Dry ad alta tollerabilità
in 3 nuance e Matita
correttiva sopracciglia ad
alta tollerabilità dal finissage
naturale e discreto.
€ 18,90 Base Mascara
€ 18,90 Mascara Rinforzante
€ 16 Sapone Liquido 500 ml
€ 12 Sapone Liquido 300 ml
€ 4 Sapone Solido 100 gr € 85
50 gr
€ 9 Crema Mani 75 ml
,75
,75
,30
,00
,95
Per informazioni:
Istituto Ganassini
tel. 02/5357041
[email protected]
www.ganassinicorporate.com
Per informazioni:
Medspa
tel. 081/19569101
[email protected]
www.miamo.com
€ 52
50 ml
€ 22
€ 29
Per informazioni:
Nuxe Italia
tel. 0171/390195
[email protected]
www.nuxe.it
Per informazioni:
Sifarma
tel. 02/4220151
fax 02/422015210/211
www.sifarma.it
,00
,00
Éclat du Regard 2,5 ml
,00
Super Base 30 ml
Volumizzante
€ 18,90 Mascara Rinforzante
Allungante e Incurvante
€ 13,90 Matita Occhi Wet & Dry
€ 13,90 Matita Correttiva
Sopracciglia
Per informazioni:
Rilastil Laboratori Milano
tel. 02/5357041
www.rilastil.com
OPEN SPACE
Goditi la tua età intensamente
Darphin e la sua consolidata arte nella formulazione hanno elaborato un innovativo mix sensoriale di ingredienti
preziosi, per offrire un unico approccio contro i segni del tempo. È Exquisâge, linea di trattamenti per la pelle matura.
Basa la sua efficacia sul Complesso CelluVie, bilanciato cocktail in grado di restituire elasticità, luminosità e bellezza al viso, favorendo la naturale produzione di collagene e attenuando rughe e segni sul volto.
Il Complesso CelluVie è composto da Acetil Esapeptide, che stimola il rinnovamento cellulare, donando un incarnato levigato e morbido, Estratto di Laminaria Digitata, alga scura raccolta al largo della costa francese, che stimola
la produzione di energia, favorendo elasticità e compattezza, ed Estratti di frutto del Sapindus Mukurossi e di
Cesalpina Spinosa, fitoingredienti attivi contro i segni di affaticamento della pelle matura. Il magistrale equilibrio dei
diversi attivi è contenuto nei due prodotti rivelatori di bellezza della linea, il Siero e la Crema.
Il Siero Exquisâge restituisce vigore, elasticità e tono, anche grazie all’Estratto di Artemia, che ricarica di energia e
radiosità la pelle, e all’Estratto delle foglie di Carciofo, che svolge un’azione lenitiva sulla cute infiammata. Il tutto in una
formulazione leggera e delicatamente profumata alle fragranze di Fresia, Mela verde e note di Legni preziosi. La Crema Exquisâge è sensuale, avvolgente e protettiva: il Complesso CelluVie è integrato con Fermento di Lactobacillus,
per favorire il ripristino della flora cutanea e potenziare le difese della pelle, e dal mix di Estratto di Orzo, Pomodoro,
Girasole e Cetriolo, che protegge dalle aggressioni ambientali e aiuta a non disperdere l’idratazione. La sua texture
restituisce benessere e comfort anche alla cute più sensibile, garantendole protezione e rinnovata energia.
Le Consulenti di bellezza Darphin fanno provare durante le Giornate Darphin la nuova linea Exquisâge. Il calendario è
nella sezione “Dove trovarci” su www.darphin.it.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
e
n
i
r
t
Ve
12
Vita nuova
ai capelli
Detox
per il viso
Ovale tonico
e giovane
Morbidezza
senza rischi
Effetto
velluto
Spazzola piena di capelli
spezzati, diradamento,
secchezza. Bioscalin
ha pensato al momento della
detergenza creando
lo Shampoo fortificante
rivitalizzante con formulazione
a base di SincroBiogenina.
L’azione è quella fortificante
e volumizzante, perfetta
per contrastare caduta
precoce dei capelli
e indebolimento delle
lunghezze. Il pool di attivi
è costituito da vitamina B5,
Betaina, proteine del grano
e altri elementi di origine
vegetali efficaci per rinforzare
la chioma. Inoltre, si avvale
di una speciale tecnologia
a base di microsfere che
si attaccano al cuoio capelluto
e, anche dopo il risciacquo,
rilasciano i principi attivi
nella fibra capillare.
Nulla è come il siero
per regalare alla pelle
del viso un aspetto da beauty
farm. Q-Supreme Serum
di Hino Natural Skincare
è un siero naturale al 99%.
La formulazione è costituita
da ingredienti di origine
biologica (certificato Icea) e
da attivi detox, antiossidanti e
antietà. Il merito va al pool di
resveratrolo, coenzima Q10,
estratti di pino marittimo,
di ginkgo biloba e
di melograno, veri e propri
“guerrieri” nella lotta ai radicali
liberi. In più, Q-Supreme
Serum contiene il complesso
Gemmalife (sequoia gigante,
ribes nero e limone), estratto
di aloe, pantenolo e cassia
angustifolia. È perfetto sia
per le donne, sia per l’uomo
e si applica dopo la detersione
mattina e sera.
Uno degli effetti
dello scorrere del tempo sulla
pelle è il cedimento
dei contorni dell’ovale. Tutto
ciò solitamente si associa
a segni più o meno evidenti,
rughe d’espressione,
disidratazione e perdita
di elasticità. Filorga presenta
la soluzione ideale per
“risollevare” il viso in pochi
gesti: si tratta del nuovo NutriFiller, trattamento nutriente,
volumizzante e a effetto
lifting. Il suo segreto sta nella
formulazione naturale a base
di olio di argan, burro di karité,
oligofruttosaccaridi
della cicoria, acido ursolico,
derivato del rosmarino, estratti
di davilla rugosa e di alga
rossa. Il risultato è un’azione
sinergica antiossidante,
riempitiva e tonificante.
Ad attivarsi è, infatti, la lipolisi
del derma.
La pelle secca, reattiva
e sensibile richiede prodotti
che siano emollienti, ma che
possano escludere rischi
di allergie e intolleranze.
Per idratare al meglio la cute
disidratata, Galderma propone
Cetaphil Restoraderm D.A.
Fluido Ultra Idratante.
Il plus di questa innovativa
formulazione Erc5, perfetta
per la pelle secca e molto
secca, è la sua triplice azione:
emolliente, umettante
e a “effetto barriera” contro
aggressioni esterne
e potenziali fattori disseccanti
o irritanti. È senza profumo
e non comedogenico
e perfetto anche per chi ha
la pelle mista.
Che cosa si chiede a un gloss?
Di essere luminoso, vellutato
e non appiccicoso. Evoc
riunisce tutte queste
caratteristiche in un
nuovissimo indispensabile
del make-up: Gloss Comfort.
Sei tonalità perfette per
ogni occasione (dal rosato
all’arancio fino ai colori più
scintillanti, come il fucsia)
e una formulazione che si
rivela adatta anche
alle pelli sensibili e intolleranti,
grazie alla totale assenza
di parabeni, glutine e silicone.
Un gloss super sicuro
e semplicissimo da applicare
grazie alla scorrevolezza
della texture e all’effetto
luminoso ma non “colloso”.
Il cosmetico da tenere
in borsetta per i ritocchi
e per un make-up fresco
anche all’ultimo minuto.
€ 27
,12
€ 48
470 ml
,00
€9
,90
200 ml
Per informazioni:
Giuliani
tel. 02/20541
30 ml
€ 61
€ 22
Per informazioni:
Hino Natural Skincare
tel. 049/8642996
[email protected]
www.hinoskincare.com
Per informazioni:
Crea
tel. 02/48519352
www.filorga.it
Per informazioni:
Galderma
02/800216207
www.galderma.com
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
,00
50 ml
,08
226 ml
Per informazioni:
Evoc
tel. 035/2650409
[email protected]
www.evocmilano.it
Soddisfa
il tuo bisogno
di idratazione
Personal Hydra System di EuPhidra
è la linea che si occupa a 360 gradi
dell’idratazione della pelle del viso:
incrementa, bilancia e riequilibra il fattore
di idratazione naturale della cute. È
questo il mix bilanciato di aminoacidi,
sali minerali e zuccheri naturalmente
presente nell’epidermide, che garantisce
luminosità e compattezza all’ovale.
EuPhidra Personal Hydra System
agisce attivamente contro le aggressioni
esterne che mettono in pericolo il livello
di idratazione ottimale della pelle, come
la luce del sole, per esempio, lo smog,
gli sbalzi di temperatura.
Oggi la linea si arricchisce con la Crema
Idratante Leggera Spf 20, il nuovo
trattamento di bellezza EuPhidra leggero
come un fluido, idratante come una
crema e protettivo come un solare.
È formulato con ben 5 filtri Uv per
garantire protezione lungo tutto il corso
dell’anno. I filtri, infatti, sono fotostabili e
fotostabilizzanti: non vengono degradati
dalle radiazioni Uv e mantengono
inalterato nel tempo il loro coefficiente
protettivo, difendendo la pelle dai
radicali liberi. La Crema Idratante
Leggera Spf 20 contrasta lo stress
ossidativo grazie al Tocoferolo Acetato,
che rallenta l’attività dei radicali e, come
tutte le referenze della linea Personal
Hydra System, è dermatologicamente
OPEN SPACE
testata, priva di parabeni e conservanti
aggiunti e con profumo senza allergeni.
Leggera e non unta, è arricchita di Burro
di Karitè e Olio di Cocco, emollienti e
nutritivi, ed è indicata per tutti i tipi di
pelle anche come ottima base per il
trucco. Il flacone è airless: la valvola di
chiusura garantisce la conservazione
ottimale della crema in tutta sicurezza.
In farmacia EuPhidra Crema Idratante
Leggera Spf 20 è in promozione: con
ogni acquisto Personal Hydra System
la cliente riceverà subito in omaggio
il formato da viaggio della Lozione
Micellare EuPhidra, detergente delicato
senza alcool, profumo, coloranti,
parabeni, conservanti, sles e sapone.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
FOCUS a cura di Alessandra M. Cantù e Corinna Rigoni, dermatologhe (Milano)
14
Come valutare
la pelle del viso?
La conoscenza del tipo di pelle è importante per consigliare
in modo corretto i prodotti e i trattamenti cosmetici
più adeguati e per valutare la presenza di eventuali
alterazioni cutanee e capire come affrontarle.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
FOCUS
L
a cute del viso dell’adulto e, in particolare, della donna può
essere definita in base alle caratteristiche che maggiormente la
contraddistinguono. Avremo così una pelle normale, sensibile, grassa
oppure secca. Questa suddivisione, però, a volte può non essere facilmente
stabilita soltanto dal check up clinico, ma sarebbe opportuno, per valutarne
l’esatta tipologia, considerare le alterazioni nel contenuto di acqua a livello
epidermico, la perdita di acqua transepidermica (TEWL), le variazioni di pH,
la quantità di sebo, il grado di elasticità, compattezza, luminosità e di altri
parametri biologici cutanei.
Grazie ai numerosi strumenti ad alta definizione a disposizione dei
dermatologi, si possono oggi indagare alcune specifiche caratteristiche
della pelle. Tra questi utili macchinari, vanno menzionati il corneometro, che
misura il grado di idratazione cutanea, l’evaporimetro, in grado di definire la
Tewl, il piaccametro, per la valutazione del pH, il sebometro, che individua
la quantità di sebo superficiale, l’elastometro, in grado di misurare i gradi di
elasticità e compattezza, il colorimetro che indica la quantità di colore -sia in
termini di pigmento melanico, ma anche dell’eritema- e, infine, il glossimetro,
che definisce il grado di luminosità cutanea. Tutte queste misurazioni devono
essere effettuate in condizioni ambientali standard, rispetto alla temperatura
esterna, al livello di umidità e via dicendo.
La conoscenza dello specifico tipo di pelle è importante per poter consigliare
in modo corretto i prodotti e i trattamenti cosmetici più adeguati e anche
per valutare la presenza di eventuali alterazioni cutanee. Infatti, se sono
presenti patologie come, per esempio, la dermatite atopica, la cute risulterà
più xerotica, mentre se la pelle è affetta da acne, la seborrea sarà maggiore
rispetto alla norma. Inoltre è fondamentale tener conto dell’età e delle
modificazioni conseguenti non soltanto al trascorrere del tempo, ma anche
alle abitudini igieniche e cosmetologiche e all’influenza di fattori ambientali (il
clima, il fumo, lo stress, eventuali patologie). Vediamo di definire i diversi tipi
di pelle e di conoscere meglio i fattori che li caratterizzano.
PELLE NORMALE
È caratterizzata dalla presenza di un equilibrio idrolipidico a livello
epidermico, garanzia di una barriera cutanea integra e di una corretta
circolazione sanguigna a livello dermico. Nel soggetto giovane la cute si
presenta luminosa, di consistenza compatta, elastica, di colorito omogeneo,
liscia e levigata al tatto e priva di imperfezioni.
Alessandra Maria Cantù
Trattamento Antirughe Giorno
Rassodante Intensivo Spf15
Clinians Dermocosmetique
Fa parte della nuova linea visage Clinians
Dermocosmetique. Contribuisce a ridurre
tridimensionalmente la visibilità delle rughe
e a prevenirne la comparsa. Contrasta
la perdita di tono e di elasticità, lasciando
la cute idratata, levigata, tonica ed elastica
(50 ml, € 18,90).
15
Prescription Soluzione Micellare e Crema
Confort Lenitiva Riequilibrante
Lierac
All’acqua di sorgente marina, la Soluzione
Micellare (200 ml, € 16,03) per viso, occhi
e labbra strucca, lenisce e addolcisce
rispettando l’equilibrio della cute sensibile
e intollerante. La Crema vellutata, ricca di
Omega 3, 6 e 9 e di olio di avocado, allevia,
protegge e idrata (40 ml, € 35,29).
Corinna Rigoni
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
FOCUS
La cute normale con il passare degli anni presenta, poi, un tipo di
invecchiamento intrinseco (cronologico) e uno estrinseco, a seconda
delle abitudini di vita più o meno corrette, caratterizzato da secchezza,
perdita di tono e di luminosità, comparsa di rughe fini e profonde oppure
di teleangectasie, discromie (ipo/ipercromie), strato corneo ispessito
(nel photoaging) e flaccidità, a causa del rilassamento muscolo-cutaneo,
riassorbimento del grasso sottocutaneo e osseo, con perdita dei contorni
e dell’ovale del volto. L’invecchiamento caratterizzato da una particolare
attenzione ai fattori ambientali sarà meno importante anche dal punto di vista
clinico.
Benzac Skincare Idratante Viso Spf30
Galderma
PELLE SENSIBILE
Protegge dai raggi Uv le pelli grasse
e impure, a tendenza acneica o in terapia
farmacologica. Contiene ceramidi, zinco
e filtri Uv. Ripristina la barriera cutanea
senza ungere e riducendo l’effetto lucido.
È un’ottima base trucco (118 ml, € 20,07).
16
Acido Ialuronico Crema
e Fluido Viso Tripla Azione
L’Erbolario
L’acido ialuronico ad alto, medio e basso
peso molecolare limita l’evaporazione
dell’acqua, scongiurando il pericolo
disidratazione e favorendo l’elasticità.
Entrambi antiage: levigano e ricompattano,
illuminando le pelli normali e secche
(Fluido 28 ml, € 26; Crema 50 ml, € 31,50).
Roséliane Maschera Anti-arrossamenti
Uriage
La linea Roséliane si occupa
specificatamente di pelle sensibile
e soggetta ad arrossamenti, donando
immediato benessere. In particolare,
la Maschera, delicatamente profumata,
rinfresca e lenisce, con effetto calmante
sulla cute (40 ml, € 16,90).
Non esiste una definizione esatta di cute sensibile in dermatologia o, quanto
meno, che sia riconosciuta come tale dall’Food and Drug Administration. Il
40% della popolazione ritiene di avere tale tipo di pelle, con un conseguente
incremento del mercato di prodotti mirati a questa tipologia di cute. Quella
sensibile è stata definita anche come cute intollerante, irritabile, ipereattiva a
stimoli di cui non risente, invece, una pelle cosiddetta normale. È comunque
sia da notare una sproporzione tra sintomatologia riferita -quale discomfort,
prurito, bruciore, sensazione puntoria (stinging), di “pelle che tira” e di caloree obiettività, caratterizzata molto spesso da nessun segno clinicamente
visibile o, talora, da eritema, secchezza, desquamazione.
Tre sono i fattori che caratterizzano una pelle sensibile e ipersensibile:
barriera cutanea compromessa, reazione locale delle fibre nervose,
flogosi acuta o cronica determinata da cause molteplici, endogene (stress,
patologie, predisposizione genetica) ed esogene (ambientali, come clima,
inquinamento, errati comportamenti cosmetologici). La cute sensibile può
essere xerotica, di colorito roseo (fototipi chiari, tipica dei paesi nordici) e
sofferente agli sbalzi di temperatura, oppure può essere iperseborroica, di
colorito olivastro (fototipi scuri, tipica dei paesi asiatici) e risentire delle alte
temperature e dell’inquinamento ambientale.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
FOCUS
Questo tipo di pelle è predisposta alla formazione precoce di rughe e di
teleangectasie. La cosmesi in questi casi non va, comunque sia, bandita:
utile è l’impiego di prodotti cosmetici, a patto che siano privi di coloranti,
conservanti chimici e profumi e che abbiano azione idratante, calmante,
antirossore, con attività vasoprotettiva, e che siano ripristinanti della barriera
cutanea. I detergenti dovranno essere molto delicati ed è consigliato
addirittura l’impiego di acque termali. Per questo tipo di pelle possono
essere, poi, scelti prodotti a base di acido ialuronico, ceramidi 3, burro di
karitè, in base alla presenza di cute più o meno secca. Si devono, invece,
evitare le esposizioni prolungate e ripetute al sole, che potrebbero aggravare
la reattività di questo tipo di cute e utilizzare sempre protettivi solari non
occludenti, poco untuosi e con un fattore di protezione elevato. È importante
in questi casi associare anche una dieta priva di bevande alcoliche, caffè e
tè, spezie, cibi piccanti ed evitare l’esposizione a saune, bagni turchi o fonti
di vapore dirette, come, per esempio, il ferro da stiro. Fondamentale è, infine,
rimuovere sempre creme o altri prodotti alla sera, prima di andare a dormire.
PELLE GRASSA
Merveillance Expert
Nuxe
Due le varianti della Crema giorno correttiva
delle rughe: c’è quella per pelle normale
a effetto ultraidratante, morbida e leggera,
e la ricca e densa, per cute secca e molto
secca (entrambe 50 ml, € 42). Merveillance
Expert Nuit rigenera, invece, la pelle durante
la notte, intervenendo su elasticità
e compattezza (50 ml, € 42).
Superlative Crema Giorno
Antirughe Spf15
Korff
17
Ha texture ricca e vellutata ed è indicata
per le pelli mature disidratate, secche e molto
secche. Stimola il turnover cellulare, rassoda
e leviga, favorendo i processi di riparazione
dei tessuti. Lascia la pelle distesa e luminosa
e le rughe appaiono meno profonde
(50 ml, € 94,50).
È caratterizzata da un’eccessiva produzione di sebo, ha un aspetto lucido,
con presenza di pori dilatati, ipercheratosi e tendenza all’eritema. Possono
essere presenti comedoni chiusi e aperti e papule ed è maggiormente
predisposta all’acne e alla dermatite seborroica.
Rispetto a una pelle secca o normale, quella grassa tende a invecchiare più
lentamente, con sviluppo di rughe meno evidenti.
La pelle grassa deve essere trattata con prodotti idratanti, ma non occludenti
o comedogenici, contrastanti la proliferazione batterica (Propionibacterium
acnes, Staphylococcus aureus, Propionibacterium granulosum, Pityrosporum
ovale) e la chiusura dagli osti follicolari da parte dell’ipercheratosi e
favorenti la fuoriuscita del sebo. Oltre all’utilizzo di sostanze antibatteriche,
batteriostatiche e sebonormalizzanti, verranno affiancati prodotti delicati,
quali detergenti con un pH acido (4.5-5.0). Una eccessiva o aggressiva
detersione può, infatti, oltre che danneggiare la barriera cutanea, stimolare
un’ulteriore produzione di sebo. In questo caso si possono anche consigliare
prodotti a base di vitamina C, ad azione inibente la secrezione sebacea
e antiossidante, sali di zinco ad azione seboregolatrice (5 alfa reduttasi),
Hydrabio Sérum
Bioderma
Siero concentrato idratante quotidiano,
protegge dalle aggressioni esterne, nutre
in profondità la pelle regalandole comfort,
morbidezza e luminosità. È privo di
parabeni, ipoallergenico, senza profumo
e nickel tested (40 ml, € 18,90).
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
FOCUS
I cibi amici
della pelle
18
Le scoperte più
recenti sul genoma
umano hanno
rivelato i meccanismi
molecolari attraverso
cui i singoli geni o
le loro combinazioni
rispondono ai
cambiamenti con la
dieta (nutrigenomica)
e lo stile di vita
(esposizione al fumo
di sigaretta, consumo
di alcol e via dicendo).
Si comprende così
come un individuo
sia particolarmente
sensibile a contrarre un
certo tipo di patologia
o, viceversa, sia favorito
nell’esserne esente.
Dal punto di vista
dell’alimentazione,
è importante nutrirsi
con moderazione,
scegliendo cibi
considerati protettivi
per la pelle, ad azione
antiossidante e in grado
di contrastare l’azione
nociva dei radicali liberi
e l’invecchiamento
cutaneo. I nostri
alleati sono i cibi
contenenti vitamine
A, C, E (verdura e
frutta essenzialmente),
sali minerali (zinco,
selenio, potassio),
flavonoidi (antociani,
antoxantine e simili),
carotenoidi (licopene,
betacarotene), acidi
grassi essenziali
(Omega 3, 6, 9).
acido salicilico e derivati ad azione cheratolitica e per la stimolazione del
rinnovamento cellulare. Occorre, inoltre, seguire un’adeguata alimentazione,
integrata da frutta e verdura, riducendo il consumo di fritti, grassi, carni rosse
e alcolici.
CUTE SECCA
Si presenta clinicamente e al tatto ruvida, poco elastica, con trama irregolare,
soggetta a frequenti screpolature e irritazioni, dal colorito opaco o grigio.
La pelle secca può essere causata da una serie di numerosi fattori, quali la
predisposizione genetica, il vento e il freddo, l’eccessiva esposizione ai raggi
Uv, e/o patologie, come allergie, ipotiroidismo, alterazioni di tipo epatico,
ed è spesso presente nella psoriasi e nella dermatite atopica. In questo
tipo di pelle il contenuto idrolipidico dello strato corneo è inferiore ai valori
fisiologici e, inoltre, è sottoposta a processi di invecchiamento precoce.
Deve essere, quindi, ben protetta dai bruschi cambiamenti termici, dai raggi
solari e dall’uso frequente di acqua e detergenti. Utili i trattamenti cosmetici
con sostanze idratanti, emollienti e nutrienti, verificando la quantità di liquidi
assunti durante il giorno. Va poi abbinata un’adeguata alimentazione, che sia
integrata da frutta e verdura.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
MERCATO a cura di Stefano Visintin
si naviga
a vista
20
L’indagine congiunturale di Cosmetica Italia tira le somme
del 2014 e presenta le prime previsioni per il 2015: la crisi
non è finita, il mercato interno è statico, ma la farmacia
resiste meglio di Gdo e profumeria
grazie alla solida fiducia di cui gode tra i consumatori.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
P
aiono davvero lontanissimi i tempi in cui il
settore cosmetico italiano cresceva a ritmi
gagliardi e in farmacia toccava addirittura
tassi annuali di incremento del 7-8%. Ormai, da
quando la sciagurata vicenda dei subprime americani si è dilatata in crisi economica globale (che
in Italia morde con particolare accanimento), ci
si deve accontentare di uno 0,5-1% in più e confortarsi con il fatto che altri comparti paragonabili
sono afflitti dal segno negativo. Riflessioni che si
confermano valide all’indomani della presentazione della consueta analisi congiunturale di fine
2014 elaborata dal Centro studi di Cosmetica Italia,
che illustra i preconsuntivi dell’anno appena finito (e, in particolare, del secondo semestre) e formula le proiezioni per il primo semestre del 2015.
Il 28° Rapporto sul settore cosmetico sottolinea
la buona tenuta dell’industria cosmetica nel suo
complesso, che può vantare un fatturato globale per il 2014 di 9.370 milioni di euro, con un
aumento dell’1% rispetto al 2013 e con una prospettiva di crescita del 2,3% per il 2015. Va, però,
considerato che i risultati positivi dipendono dalle esportazioni, che valgono 3.350 milioni e sono
aumentate del 5,5% nel 2014 (e dovrebbero registrare un ulteriore +7% nel corso di quest’anno).
Il mercato interno, invece, è in sofferenza: vale,
in termini di fatturato industriale, poco più di
seimila milioni, ma cede circa un punto e mezzo percentuale tra 2013 e 2014 e calerà prevedibilmente di qualche decimale anche nel 2015.
Quindi, se la competitività internazionale delle
imprese è certo un elemento incoraggiante, il
problema della domanda interna resta aperto.
Gli esperti del Centro studi ritengono, però, che
esistano anche ragioni per essere fiduciosi, a
cominciare dall’orientamento degli operatori economici del settore intervistati, che manifestano in prevalenza ottimismo e desiderio
di aumentare gli investimenti, specialmente in
ricerca e sviluppo. Altro aspetto significativo è
che a determinare il calo di valore dei consumi
interni (che assommano a circa 9.500 milioni di
euro, con una flessione dell’1,4% rispetto al 2013)
non sia una diminuzione delle quantità acquistate: gli italiani non comprano meno confezioni, stanno soltanto più attenti ai prezzi e spesso scelgono prodotti meno cari. Si conferma,
quindi, una solida fedeltà al cosmetico come
“bene irrinunciabile nella quotidianità di utilizzo”.
L’analisi ravvicinata dei canali di vendita ne ribadisce la notevole disomogeneità, già verificata
spesso nel passato e tendenzialmente addirittura in aumento oggi, con lo sviluppo di fenomeni nuovi, come il formarsi di una inedita “cultura
del prodotto” da parte del pubblico, l’evoluzione
dell’e-commerce, il diffondersi di punti vendita
monomarca.
La forza della farmacia
Cominciamo dalla farmacia. È sempre il terzo
canale in termini di valore con circa 1.800 milioni
di euro e, passo dopo passo, riduce le distanze
nei confronti del secondo, la profumeria, che
sta intorno ai 2.100 milioni, ma rimane afflitta da
un costante segno “meno”. La farmacia, invece,
è tra i pochi canali che registra sempre una crescita: +0,5% per il secondo semestre 2014, +0,8%
tra 2013 e 2014, +1% previsto per il primo semestre 2015. D’altra parte, si tratta di incrementi
modesti, che rappresentano -scrive il Rapporto- «deboli segnali di difficoltà», specialmente
pensando agli anni di exploit superiori alla media
del comparto. Insomma, la farmacia tiene, resiste e conserva la solida fiducia dei consumatori (che altri canali non possono vantare), ma
risente di una razionalizzazione della doman-
21
La farmacia è tra i pochi
canali che registra
sempre una crescita.
Tutt’altra aria tira
nei saloni di acconciatura
e nei centri estetici.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
MERCATO
da, legata ai tempi di crisi che stiamo vivendo.
La dermocosmesi, con il 63% delle vendite, rimane la componente merceologica più venduta in farmacia, ma la relazione segnala che i
segmenti più dinamici (con crescite intorno al
2%) sono oggi igiene personale e igiene orale.
Secondo il Centro studi, un nuovo impulso alle
vendite potrà arrivare, più che da promozioni e
offerte, da un impegno congiunto di industria e
distribuzione nella conquista di fasce di utenza
nuove, che ancora non si rivolgono al cosmetico: si pensa, in particolare, agli over 50, «la fascia
meno coperta dalle vendite nel canale».
Gdo altalenante
22
Se la farmacia non brilla, ma non cede, qualche
dispiacere in più lo subisce la grande distribuzione, pur sempre il maggior canale con 3.800
milioni di euro. Infatti, risulta in calo di un punto
percentuale nel secondo semestre del 2014 e
di oltre uno e mezzo a preconsuntivo 2014-13;
può parzialmente consolarsi con il mezzo punto di crescita previsto sui primi sei mesi del 2015.
Il canale maggiore, pur partendo teoricamente favorito in tempi di crisi in virtù dei prezzi più
convenienti, non riesce, nonostante l’impegno
su promozioni e nuovi prodotti, a evitare qualche
perdita: un fenomeno che si ripete ormai da alcuni esercizi. Il rapporto sottolinea l’andamento
altalenante e disomogeneo della Gdo: «a fronte
della sofferenza delle superfici più grandi, iper
e super, con flessioni di oltre quattro punti percentuali, si registra la tenuta positiva degli spazi
specializzati, definiti anche “casa-toilette” (o “canale moderno”), che hanno registrato incrementi
anche superiori al 5%». Tra i fattori che condizionano l’evoluzione del canale vanno considerati
l’eccessivo sforzo nelle promozioni, che sottrae
risorse agli investimenti di maggior sostanza, e lo
sviluppo di multicanalità e vendite on line.
la prima parte del 2015. Il canale perde competitività e attraversa una sorta di crisi di identità, a
parere degli esperti: c’è infatti molta differenza
tra la staticità delle profumerie tradizionali e di
vicinato, da una parte, e il successo delle catene
organizzate e delle piccole realtà specializzate,
dall’altra. Una fetta dei punti vendita fatica a sintonizzarsi con i cambiamenti di gusto e comportamento dei consumatori, che «non rinunciano ai
canali tradizionali, ma pretendono livelli di servizio e di qualità adeguati ai livelli di prezzo dell’offerta», come commenta il rapporto. Gli studiosi
di Cosmetica Italia ritengono in molti casi insufficiente il servizio fornito dal canale e criticano le
sue «politiche di prezzo superiori alla media del
comparto», che suonano irrazionali in tempi di
congiuntura negativa. La profumeria in generale
(con l’eccezione, quindi, dei settori più moderni)
stenta, inoltre, ad affrontare i fenomeni della multicanalità, dei negozi monomarca, dei concept
store e del crescente e-commerce.
L’exploit dell’erboristeria
L’erboristeria è il canale -relativamente piccolo
(420 milioni), ma molto dinamico- che meglio ha
saputo fronteggiare gli effetti della recessione
sino a oggi. Il rapporto evidenzia, però, che anche qui, pur in presenza di un costante tendenza
favorevole (una crescita del 3% sia nel secondo
semestre del 2014, sia nel primo del 2015 e una
media del +2,4% sull’anno 2014), si avverte qualche rallentamento. La spiegazione sta nella concorrenza che arriva da certi settori della grande
distribuzione che propongono cosmetici “di derivazione naturale”: prodotti che i consumatori
faticano a distinguere da quelli venduti in erboristeria e che presentano spesso prezzi più bassi.
La performance dell’erboristeria rimane, peraltro,
complessivamente soddisfacente.
I “professionali” piangono
Profumeria in crisi
Il discorso si fa più doloroso quando si parla di
profumeria, secondo canale per valore, con oltre
duemila milioni di euro, ma in costante ridimensionamento da alcuni anni (oltre cinque, ormai).
La sequenza del segno meno negli ultimi dati
è eloquente: -2,5% al secondo semestre 2014;
-2,7% nel preconsuntivo 2014-13; -3% atteso per
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
Tutt’altra aria tira nei saloni di acconciatura (la cui
attività vale 570 milioni di euro) e nei centri estetici (circa 240 milioni di euro): in entrambi i canali
imperversa il segno “meno” e l’unica considerazione ottimistica riguarda un leggero rallentamento della ormai cronica tendenza negativa.
Gli acconciatori subiscono un -2,9% nel secondo semestre 2014 e devono attendersi altri due
MERCATO
lioni di euro e ottengono risultati positivi comparabili con quelli dell’erboristeria: +3,5% per il
secondo semestre 2014, +2,8% preconsuntivo
2014-13, una ulteriore crescita di due punti e
mezzo attesa per la prima parte del nuovo anno.
Porta a porta e corrispondenza presentano, secondo il rapporto di Cosmetica Italia, formule di
vendita più vicine alle nuove esigenze dei consumatori e ne guadagnano la fiducia, offrendo
prezzi e condizioni di acquisto e assistenza più
agevoli rispetto ai canali tradizionali. Infine, per
quanto riguarda le vendite on line, il valore è
stimato intorno ai cento milioni di euro, con una
crescita dell’8%, «ben superiore alla media del
comparto», segno di una tendenza sempre più
diffusa tra i consumatori.
punti e mezzo in meno per i primi sei mesi del
2015; la chiusura del 2014 registra un -3,5%, analogo al -3,6% dei centri estetici (che perderanno
probabilmente un altro 3% nei prossimi mesi). Il
rapporto suggerisce agli acconciatori di seguire
la strada (imboccata già da alcuni) dello sviluppo
della competenza e della qualità del servizio alla
clientela, anziché tentare la sterile via dei prodotti
a basso costo. Valutazioni analoghe si possono
fare per i centri estetici, finora condizionati, secondo il rapporto, da un dannoso “immobilismo”.
Le “dirette” in ascesa
Anche quest’anno una menzione particolare va
fatta alle vendite dirette: valgono circa 550 mi-
L’ANDAMENTO DEI CANALI
2014/2013
Preconsuntivi
2° semestre 2014
Previsioni
1° semestre 2015
Valori 2014
(milioni di euro)
Grande
distribuzione
-1,7%
-1,0%
+0,5%
3.800
Profumeria
-2,7%
-2,5%
-3%
2.100
Farmacia
+0.8%
+0,5%
+1%
1.800
Acconciatori
-3,5%
-2,9%
-2,4%
Erboristeria
+2,4%
+3%
+3%
420
Centri estetici
-3,6%
-3,5%
-3%
240
Vendite dirette
+2,8%
+3,5%
+2,5%
500
23
570
I CONTI DELL’INDUSTRIA COSMETICA
2013
2013/12
2014
2014/13
2015/14
Fatturato Italia
6.103
-1,2%
6.020
-1,4%
-0,3%
Canali
tradizionali
5.401
-0,3%
5.340
-1,1%
+0,1%
680
-3,5%
-2,9%
Canali
professionali
702
Esportazioni
3.176
+11%
Fatturato
globale
9.279
+2,6%
-7,7%
3.350
9.370
+5,5%
+7%
+1%
+2,3%
N.B: 2013, consuntivi; 2014, preconsuntivi; 2015, proiezioni - Valori assoluti in milioni di euro
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
AGGIORNAMENTO a cura di Luca Ferrari
BELLEZZA
A TAVOLA
24
La cute è un organo assai complesso e che registra, con visibili
alterazioni, veri processi morbosi legati a disturbi alimentari.
Ecco come reagisce in caso di ipo e iperalimentazione,
di diete squilibrate, intolleranze oppure cattivo assorbimento
di alcune sostanze base della nostra alimentazione.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
L
a pelle non è un semplice organo di rivestimento, ma un vero e proprio organo
complesso e polivalente, in cui si svolgono
processi metabolici legati ad attività ormoniche,
a fattori immunologici, a meccanismi enzimatici.
Con i suoi 2 metri quadrati di superficie e con un
volume pari a circa un sesto del totale peso corporeo svolge, infatti, importanti attività biologiche
ed è anche campanello d’allarme in presenza di
danni funzionali e organici degli apparati interni,
evidenziando eventuali loro alterazioni con segni
evidenti.
Sono soprattutto l’ipo o iper alimentazione, le
disarmonie alimentari, le intolleranze, le carenze
dietetiche a manifestarsi in modo evidente attraverso la pelle. Pensiamo, per esempio, a come
la carenza nutrizionale, dovuta sia a ridotta alimentazione piuttosto che al malassorbimento
o altre cause ancora (per esempio, farmaci oppure vomito e diarrea persistenti), si manifesti
con alterazioni del trofismo cutaneo. Il tema è
stimolante e merita di essere approfondito, per
capire come salute e bellezza vanno consolidate anche, se non soprattutto, a tavola. Vediamo
allora che cosa comporta la carenza di alcune
sostanze e come colmarle con diete bilanciate
e riequilibranti.
CARENZE PERICOLOSE
L’acqua è il più indispensabile tra tutti gli elementi
nutrizionali, tant’è vero che l’organismo ne richiede circa 2 litri al giorno. Un inadeguato apporto
idrico, per esempio, dovuto a un uso prolungato
di diuretici o in seguito a dialisi oppure per diete
iposodiche, si evidenzia subito attraverso secchezza e ruvidezza della cute, maggiore permeabilità epidermica e minor capacità di difendersi
dalle aggressioni esterne.
Una carenza di grassi, di idrati di carbonio e di
proteine determina, invece, un deficit calorico,
che si manifesta subito attraverso una pelle di
colore giallastro o cianotico, tendenzialmente
fredda e desquamante, oltre che predisposta
alle infezioni. Un deficit di energia provoca anche
unghie e capelli deboli, predisposti alla fragilità e,
quindi, a spezzarsi.
La malnutrizione, insieme al malassorbimento,
spesso si accompagna a deficienza di zinco e di
vitamine, determinando così una sindrome policarenziale. La pelle allora diventa grigia, desquama e si fessura, mentre i capelli si fanno fragili e
opachi e le unghie diventano molli e sottili. Appaiono chiazze acromiche e le mucose diventano
aride. Eppure, basta una cura con aminoacidi, vitamine e minerali per risolvere il problema.
È importante innanzitutto sottolineare il ruolo svolto dallo zinco, la cui carenza -dovuta a
condizioni congenite o acquisite (farmaci o alimentazione parenterale)- provoca gravi danni,
soprattutto se si è in gravidanza o durante l’allattamento. Lo zinco, assai presente nell’epidermide e decrescente nel derma, è, infatti, essenziale
in molte funzioni enzimatiche e sembra anche
influenzare il sistema immunitario. Una sua carenza (spesso accompagnata da diarrea) determina eruzioni eczematose e pustolose alle mani,
piedi, zona genitale e perianale, oltre a stomatite,
paronichia e cheilite angolare. Anche la ritardata
cicatrizzazione dalle ferite, l’alopecia e la dermatite seborroica possono essere causate da una
deficienza cronica di zinco.
Opportuna, in tutti questi casi, una dieta a base di
carne, pesce, uova, latte, legumi, cereali integrali, noci. Se del caso, si può ricorrere anche a un
suo apporto integrativo, ma ricordando che questo può influenzare l’aumento del colesterolo. È
opportuno, allora, farsi consigliare un adeguato
25
L’acqua è il più
indispensabile tra tutti gli
elementi nutrizionali, tant’è
vero che l’organismo ne
richiede circa 2 litri
al giorno. Un inadeguato
apporto idrico si evidenzia
attraverso secchezza
e ruvidezza della pelle.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
AGGIORNAMENTO
apporto sinergico anche di rame, che insieme
allo zinco sembra giocare un ruolo importante
nel metabolismo lipoproteico. In ogni caso ricordiamo che la dose giornaliera di zinco varia con
l’età: 0,5 mg nel neonato, 10 mg da 1 a 10 anni, 20
mg in gravidanza, 25 mg durante l’allattamento.
Rame - Precisiamo subito che è assai raro riscontrare una deficienza acquisita di rame, perché il fabbisogno giornaliero (2-3 mg negli adulti)
è garantito dalla normale alimentazione. Talvolta
si riscontrano carenze nei bambini, ma se alimentati soltanto con latte di mucca o con diete a
deficienza proteica. Il rame svolge una funzione
metabolica con gli enzimi ossidativi, partecipa
26
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
alla formazione dell’elastina e interagisce con il
ferro e con lo zolfo nei capelli. Ricordarsi che se
ne perde molto nella sudorazione profusa.
Ferro - Il fabbisogno giornaliero va dai 10 mg
nell’uomo ai 20 mg nella donna e lo si trova
soprattutto nel fegato, nella carne, nelle foglie
degli ortaggi (spinaci), nel grano, patate, lenticchie e frutta secca. È presente nell’adulto in 4-5
grammi, soprattutto nell’emoglobina del sangue,
ma eventuali variazioni possono essere causate
da acido ascorbico (ne aumenta l’assorbimento),
da parassitismo intestinale (ne aumenta il fabbisogno) e dalla pillola anticoncezionale (riduce le
perdite mestruali). Il ferro interviene nella produzione di emoglobina, nel trasporto di ossigeno,
oltre a favorire l’integrità epiteliale. Una sua carenza provoca lingua infiammata con atrofia delle
papille, cheilite angolare, coilonichia e disfagia.
Altri minerali - La carenza di altri minerali quali
il manganese, silicio, cobalto, potassio, selenio,
cromo può avere riflessi nei processi di ortodermia. Lo zolfo, in particolare, risulta necessario
all’attività dell’organismo, perché fa parte di ormoni e vitamine.
Acidi grassi essenziali (Efa) - Una volta assorbiti
a livello intestinale, gli Efa entrano nei fosfolipidi della membrana cellulare e poi intervengono
nei processi infiammatori, nelle mitosi cellulari e
nella funzione barriera dell’epidermide. Una loro
carenza provoca dermatite, eritema, alopecia,
ipercheratosi follicolare, cute squamosa e disidratata per incapacità a trattenere acqua, oltre
che diminuita difesa dalle infezioni. In particolare,
un deficit di acido linoleico è stato individuato nel
sebo delle persone acneiche, così come alterazione degli Efa sono state riscontrate nei pazienti
con psoriasi.
Ma quali le fonti alimentari principali degli acidi grassi essenziali? Per quanto riguarda l’acido
gamma linolenico, precursore delle prostaglandine, lo si trova in gran quantità nell’olio di borragine e nel ribes nigrum e risulta prezioso contro
la dermatite atopica. L’acido linoleico, invece, è
presente soprattutto nell’olio di girasole, di
soia, di noce e d’arachide, mentre l’acido linolenico nell’olio di soia, di noce e di colza
e, in piccole tracce, nei grassi animali.
IL
F UTURO
È
OGGI
19a EDIZIONE
BOLOGNA
Organizzato da:
Sogecos S.p.A. Milano
Tel +39.02.796.420 Fax +39.02.795.036
[email protected] • www.cosmofarma.com
A company of
17-19 APRILE 2015
Con il patrocinio di:
In collaborazione con:
SPECIALE OLI a cura di Chiara Verlato
Oro
Liquido
28
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
Vive un momento felicissimo
anche per le sue diverse
e possibili applicazioni: idrata,
nutre e protegge corpo, viso
e capelli. Parliamo di oli
ricchi di principi attivi
e delle nuove formulazioni,
che non ungono
e non appesantiscono,
rendendoli prodotti
multivalenti indispensabili
per la cura di tutto il corpo,
dalla testa ai piedi.
Rigeneranti, tonici, protettivi antisecchezza
ed elasticizzanti per il corpo; ristrutturanti,
illuminanti ultraleggeri e rinforzanti sui capelli;
ristoratori, idratanti e antiaging per il viso.
Gli oli vivono una primavera che pare non finire
e il loro successo è dovuto alle innovative
formulazioni, che li hanno profondamente
trasformati, rendendoli trattamenti
completamente differenti rispetto al passato.
Nulla a che fare con i tradizionali oli da massaggio:
i prodotti attualmente disponibili in farmacia
sono oli secchi, non ungono né appesantiscono,
non lasciano macchie e spesso un prodotto
basta per tutto, viso, corpo e capelli.
E sono sufficienti poche gocce per ritrovare
fusto e pelle rigenerati, luminosi e idratati.
Il loro segreto?
Sono ricchissimi di principi attivi particolarmente
utili proprio in questa stagione, quando la pelle
e i capelli sono soggetti a shock termici
e alla secchezza, minaccia per la salute
e la bellezza di tutto il corpo.
29
Nature’s, Olio Berbero di Argà / Vichy, Ideal Body Huile / Nuxe, Huile Prodigieuse Limited Edition / Planter’s, Oil Aloevera
Darphin, The Revitalizing Oil/ Lierac, Sensorielle Huile Sèche Tonifiante
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
SPECIALE OLI
30
Elisir
di bellezza
per il viso
Gli oli sono preziosi per il viso
perché riducono la perdita
d’acqua, con effetti benefici
sulla luminosità dell’incarnato
e sulla sua idratazione. Si può
applicare un prodotto trivalente o un olio specifico al posto
dell’idratante: la composizione
li rende efficaci nel ricostruire
la barriera idrolipidica della
cute, rendendoli alleati speciali in particolare contro freddo, vento e smog. Ma gli oli
sono anche potenti antirughe:
vitamine, acidi grassi e antiossidanti li rendono attivi contro
i radicali liberi ed efficaci per
restituire un florido colorito,
attenuare i segni del tempo,
restituire idratazione anche
alle pelli più secche. Particolarmente utili, nei casi di secchezza più intensa, i preparati
a base di argan, cartamo, sesamo, mandorla, jojoba o olio
di borragine, mentre chi ha la
pelle più oleosa e tendente
al grasso dovrebbe rivolgersi agli oli più leggeri, per non
alterare la produzione di sebo
e rendere l’’aspetto del viso lucido.
Lavorano anche di notte,
quando noi riposiamo, grazie
ad attivi specificatamente efficaci sulla rigenerazione cellulare e con azione purificante,
per aiutare a liberare la pelle
dalle tossine accumulate durante il giorno.
Infine, via libera alle formulazioni oleose anche per le pelli
sensibili: molti oli hanno, infatti, anche attività antinfiammatoria e lenitiva su rossori e irritazioni e possono essere tranquillamente aggiunti anche ai
prodotti del make up, come il
fondotinta, per regalare luce al
volto.
Lierac, Premium Élixir / Korff, Superlative Elisir / Galénic, Olio Prezioso Argane / Caudalie, Vinosource Huile de Nuit
Boots Laboratories, Olio Attivo Notte Serum7
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
SPECIALE OLI
Hanno rapido assorbimento anche gli oli specifici per il corpo
in grado di restituire sostanze
nutrienti fondamentali, come vitamine e acidi grassi essenziali,
che la cute perde con l’avanzare dell’età, ma anche in seguito
alle aggressioni esterne di freddo, inquinamento, sbalzi termici
e raggi Uv. Gli oli possono essere usati al posto della crema
dopo bagno e doccia: risultano
particolarmente nutrienti sulle zone del corpo più secche,
dove le ghiandole sebacee
sono presenti in minor quantità
(gambe e braccia) per prevenire
ruvidità e desquamazioni. Sono
elasticizzanti (in particolare gli
oli più ricchi di vitamina, come
l’olio di mandorla o di nocciolo
di albicocca e pesca, ma anche
di camomilla e rosmarino) e
funzionano bene nella prevenzione delle smagliature, in gravidanza ma non solo: ammorbidiscono le cicatrici e nutrono in
profondità, aiutando a prevenire
tutti i segni del tempo, anche le
inestetiche macchie cutanee.
Gli oli secchi per il corpo lascia-
no la pelle setosa senza appiccicare, in modo da poter essere
usati con facilità e potersi poi
subito rivestire dopo l’applicazione del prodotto.
Sono nutrienti potenti anche
per le mani: applicati con leggeri massaggi intorno e alla
base dell’unghia le rinforzano,
ma possono essere anche abbinati alle creme idratanti mani,
per potenziarne gli effetti nutrienti.
Infine, sia gli oli viso, sia quelli
corpo possono essere usati puri
-specie d’inverno, nei cambi di
stagione o dopo lunghi viaggi
in aereo, per rigenerare la pelle dopo il jet lag- oppure mescolati ai consueti trattamenti
idratanti, creme o maschere:
ne potenziano l’efficacia, con
benefici e visibili effetti a livello
di idratazione e luminosità. L’unico accorgimento è in base al
tipo di pelle: a quella normale
e grassa basteranno poche
gocce -sempre applicate su
cute detersa-, mentre alla pelle
più secca servirà una quantità
maggiore di prodotto.
Nutrimento
intenso
al corpo
31
Chefaro, Bio-Oil / Carma, Re-Gen Oil / Eucerin, Olio Corpo / Helan, Olio di Mandorle Dolci e Argan / Lichtena, Equilydra Olio Corpo
Élève, Imago Olio Corpo Anti-età / Rilastil, Olio Elasticizzante
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
SPECIALE OLI
Luminosità
e morbidezza
alle chiome
Nella stagione invernale i capelli possono risultare secchi e particolarmente fragili,
con punte sfibrate. Anche in
questo caso gli oli vengono
in aiuto come trattamenti di
bellezza rinforzanti, nutritivi e
protettivi. Naturalmente parliamo di formulazioni trivalenti
o appositamente studiate per
le chiome, oli leggeri, impalpabili, per niente unti: argan,
macadamia, rosmarino, lavanda e arancia, squalene vegetale, jojoba, mandorle, ricino,
sesamo. Vanno applicati sulle
lunghezze e anche sul cuoio e preferibilmente lasciati in
posa qualche minuto prima di
procedere al lavaggio. Subito
dopo i capelli vanno spazzolati e il cuoio capelluto massaggiato con delicatezza. Segue,
poi, il lavaggio e, dopo l’asciugatura, il capello ritroverà nutrimento, luce e pettinabilità,
senza nessuna traccia di pesantezza lungo il fusto.
Anche in questo caso il prodotto va scelto in base alle
proprie specifiche esigenze:
capello riccio, secco, stopposo, soggetto alla caduta,
sfibrato, in cerca di luminosità
o semplicemente di un trattamento per mantenere la propria bellezza. Gli oli possono
portare mille benefici e il farmacista è la persona più adatta a consigliare quello ideale.
32
Dr. Hauschka, Olio al Neem / Phyto, Huile Suprême / L’Erbolario, Olio di Argan / René Furterer, Complexe 5
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
’
NOVITA
2015
CIGLIA SEPARATE E DEFINITE
EFFETTO VENTAGLIO
IsaDoraBeauty
ARREDAMENTO/VETRINISTICA
non solo
arredi
34
Cambiano i mobili, si modifica il lay out, si rinnovano strutture
e attrezzature, e così tutta l’attenzione del titolare
e dell’arredatore si focalizza su come modernizzare l’interno
della farmacia. E si dimentica la facciata, quella che il passante
vede prima di diventare nostro paziente o cliente. Che fare allora?
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
Q
uando si parla di modernizzare la farmacia, il pensiero corre subito al rinnovo
dell’arredamento, senza dubbio indispensabile se si vuole rinverdire l’immagine dei
locali. Ma proporre mobili nuovi, belli e funzionali,
non basta perché il punto vendita va analizzato
nel suo complesso, individuandone tutti gli elementi, anche i minori: tutti contribuiscono all’immagine della farmacia. Non basta più, allora,
pensare soltanto all’interno -che ovviamente rimane il core business, dove si lavora tutto il giorno (e si genera fatturato)- dimenticando quello
che è il volto visibile della farmacia, la facciata,
il primo contatto che ha il passante con la “sua”
farmacia. Fermiamoci, quindi, all’esterno, e soffermiamoci sull’immagine che offriamo, a quella
che il cliente memorizza prima ancora di varcare
la soglia, ricordandoci che “la prima impressione
è quella che conta”. E ci accorgiamo subito che
qui ci sono alcuni elementi che vanno studiati e
valorizzati, in quanto rappresentano i biglietti da
visita con i quali la farmacia si propone al passante. Vediamoli con ordine.
La BANDIERA
Ecco la prima delle occasioni mancate, forse
perché non le si attribuisce il giusto valore e non
si pensa che, in realtà, è proprio il faro che si vede
da più lontano e che permette di individuare la
presenza di un servizio sanitario. A differenza dei
negozi poi, la farmacia è l’unica a possedere simboli peculiari, che le consentono di distinguersi
senza possibili dubbi. Simboli che si rifanno a una
consolidata tradizione, non meri richiami pubblicitari, ma vere testimonianze di antica e prestigiosa professionalità, oltre che di un servizio
essenziale al cittadino per il
mantenimento della salute.
Croce e caduceo meritano
di essere valorizzati, e non
soltanto per rispetto della nostra storia, ma perché
consentono di individuare
la farmacia subito, in modo
chiaro e fin da lontano. Così
importanti e socialmente utili da poter essere collocati
non soltanto sopra o accanto alla farmacia, ma anche
all’angolo della strada, sulla
deviazione rispetto alla via
di maggior traffico, perché la farmacia è un servizio di pubblica necessità e facilitare una sua
immediata individuazione non è soltanto furbizia commerciale, ma un obbligo professionale.
Appuntamento
con le vetrine su
“Panorama Cosmetico”
È la facciata il vero biglietto da
visita della farmacia. Pensiamo allo
stemma o bandiera, all’insegna, alle
porte oppure alle saracinesche e poi
soprattutto alle vetrine, che sono i veri
occhi lucenti della farmacia.
Tutti elementi che hanno un rilevante
valore di richiamo, oltre che estetico, e
che consentono di proiettare all’esterno
l’immagine sia di un presidio sanitario,
sia di un professionista a tutela
della salute. Ecco perché abbiamo
deciso che “Panorama Cosmetico”,
rivista di bellezza e benessere in
farmacia, dedicasse ampio spazio a
una parte spesso trascurata, ma non
per questo meno importante della
modernizzazione del punto vendita.
Non solo mobili allora, ma vediamo
man mano, durante l’arco del 2015,
quali attenzioni bisogna dedicare agli
“occhi lucenti della farmacia”,
le vetrine.
35
Ma come deve essere
questo “faro”, questa
“longa manus” della farmacia? In Italia
si preferisce la croce, mentre all’estero
si punta anche sui
simboli classici della
professione, come il
caduceo, il pestello e l’ampolla. Certo,
la croce è il simbolo più suggestivo e
dà subito l’idea del
presidio
sanitario,
mentre il caduceo è più evocativo, ma essendo da noi poco diffuso si corre il rischio di non
ottenere il risultato desiderato, cioè la rapida individuazione della farmacia. Lo stemma italiano
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
ARREDAMENTO/VETRINISTICA
36
(quello della Fofi), invece, che raggruppa croce e caduceo, è stilisticamente di buon effetto
e offre un richiamo univoco e ben noto. Se poi
qualche titolare vuol dare spazio alla fantasia è
certo libero di adottare design più o meno stilizzati, ma cerchi in ogni caso di offrire un simbolo chiaro, evitando stilismi astratti o esasperati.
Offriamo ora qualche indicazione concreta: alla
sobrietà del disegno deve poi corrispondere uno
studio su dove collocare la bandiera, per esempio in posizione sufficientemente alta da non essere coperta da camion in sosta (ma non al punto
da non rientrare nel visus di chi cammina, senza
dover alzare la testa), e di dimensioni adeguate
(deve essere ben visibile dall’angolo più lontano o almeno da cento metri circa). Di sera, poi,
la bandiera dev’essere sempre ben illuminata,
soprattutto nelle zone buie o nebbiose, come
pure nelle vie dove si è circondati da altre insegne luminose. Le aziende specializzate offrono
un’ampia varietà di bandiere professionali, a luce
fissa o intermittente, con led che indicano orari, o
servizi, o merceologie offerte. Occhio a garantire
sempre un’immagine professionale, soprattutto
evitare che la bandiera non assomigli a un albero
natalizio o dia un senso di aggressività. Lo stemma, infatti, va considerato più come un segnale
e un richiamo che non come un’insegna. E deve
indicare un servizio prima ancora che un commercio: è il primo contatto visivo con il paziente
e, quindi, non deve deludere, perché è il cordone
ombelicale tra la strada, l’atmosfera della farmacia e l’accoglienza del
farmacista.
L’insegna
Ecco la seconda occasione mancata. E lo
è quando si presenta
sporca o trascurata, dimostrando la scarsa
attenzione da parte del
titolare, offrendo così
un segno di decadenza. Eppure l’insegna è il
vero biglietto da visita
con cui ci presentiamo al pubblico, tant’è vero
che esistono vari studi su come realizzarla. Gli
esperti stranieri, per esempio, consigliano di eliminare richiami enfatizzanti, tipo “Farmacia Mo-
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
derna”, “Farmacia Centrale”, “Farmacia Principale”,
come pure quelli legati alla localizzazione, tipo
“Farmacia del Duomo”, “Farmacia alla Stazione”.
C’è anche chi contesta le cosiddette insegne
“personalizzate”, cioè con il nome del titolare,
come “Farmacia dr. Rossi”, o “Farmacia Bianchi”.
La regola di questi ultimi anni è di limitarsi alla
scritta “Farmacia”, magari ripetuta più volte sopra le diverse vetrine, all’insegna della sobrietà
e della chiarezza: è l’indicazione del servizio che
deve prevalere, proprio quello che il paziente
cerca.
Importante anche scegliere caratteri chiari e
di facile lettura, visibili anche da lontano, senza concedere troppo spazio alla fantasia o alla
leziosità. Inoltre l’insegna deve essere sufficientemente alta, come nel caso della bandiera, e con le lettere sufficientemente distaccate una dall’altra, in modo che l’intera scritta
sia leggibile anche da un auto in corsa. Anche
in questo caso è opportuno che l’insegna sia
leggibile dall’angolo più lontano o da almeno
cento metri di distanza, per stimolare il riflesso
alla sosta di chi è al volante di una macchina.
Attenzione, poi, all’illuminazione, per il necessario avvistamento a distanza durante le ore
serali. Fatevi consigliare su che cosa adottare
(luce diretta o riflessa, faretti, al neon o tramite
led), tenendo conto sia della localizzazione, sia
dell’ambiente: un conto, infatti, è lavorare in una
zona nebbiosa, piuttosto che in una città o nel
centro tranquillo di un paese. Importante è anche considerare lo sfondo, in modo che ci sia
un buon contrasto con
le scritte. Per esempio,
ottimi risultati di leggibilità si ottengono con
scritte bianche su sfondo verde scuro, oppure
rosse su sfondo bianco.
Attenzione, poi, alle insegne dei negozi vicini,
per differenziare la propria dalle altre, con grafica e colori ben diversi.
Soprattutto in questi
casi bisogna che l’insegna sia integrata con la croce, simbolo del servizio offerto.
Ricordiamo, infine, che l’insegna è un richiamo
indispensabile per le persone anziane, e soprat-
VETRINISTICA
tutto proprio quando si rinnovano gli arredi, per
confermare che il nuovo punto vendita, seppur
diverso dal precedente, è pur sempre una farmacia, la “loro” farmacia. Quindi, qualunque sia la
scelta e la combinazione dei materiali, dei colori,
del livello di illuminazione, le soluzioni devono
comunque sia risultare coerenti con il posizionamento e le caratteristiche del punto vendita.
Porte e saracinesche
38
Il passo della soglia è il più importante, perché
superato quello il passante diventa un paziente
o un cliente. Ecco, allora, che bisogna prestare
particolare attenzione alla porta, anche perché
costituisce il primo contatto fisico con la farmacia. Ovviamente deve essere sempre non soltanto ben pulita, ma anche facile da aprire e non ingolfata da annunci, vetrofanie, depliant o cartelli.
Il cliente, nel momento stesso che entra, deve
avere un contatto visivo con la farmacia, riuscire
a vederne l’interno e ricavarne un senso di ordine. Interessante, quindi, lo studio che all’estero
dedicano anche alla porta, con interventi estetici sulle maniglie (per esempio, a forma di croce
stilizzata), oppure sul meccanismo d’apertura,
prevedendo spesso porte elettriche che si aprono grazie alla fotocellula. In quest’ultimo caso è
opportuno, però, fare attenzione ai tempi di apertura, che devono tener conto degli anziani, dei
disabili e delle loro necessità.
Le saracinesche, invece, rappresentano lo scudo che protegge la farmacia dai malintenzionati,
un brutto sipario che nasconde i locali durante la
notte. Come dire che ci si nega, mentre un presidio sanitario dovrebbe essere sempre valorizzato, anche quando riposa. Chi ha già una simile
saracinesca può cercare di rimodernarla, senza
incorrere in rifacimenti costosi, facendovi dipingere una bella croce stilizzata oppure un altro
richiamo all’attività esercitata. In questo modo
la farmacia sarà ben visibile a distanza anche di
notte e potrà così distinguersi, coniugando sia
l’estetica (si rompe la grettezza della lamiera), sia
la funzionalità (si memorizza la presenza di una
farmacia).
Un’alternativa interessante è offerta dalla saracinesca a maglie, che consente sempre il
contatto visivo tra la farmacia e il passante, riuscendo così a “pubblicizzare” il servizio anche
quando i locali sono chiusi. Sono una soluzione
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
interessante perché eliminano il senso di barriera, promuovono l’esposizione facendo vedere le vetrine, e consentono di memorizzare
i prodotti per l’acquisto futuro. Se poi le maglie
sono sufficientemente strette e di buon spessore offrono le stesse garanzie delle saracinesche.
Le controindicazioni viste per le porte elettriche
(tempo di apertura, difficoltà per gli anziani o per
le carrozzelle), non esistono, invece, con le saracinesche. Basta controllare che il meccanismo
elettrico di apertura e chiusura avvenga senza
stridori e poi il gioco è fatto: si alza il tutto senza
fatica e si ottiene un tocco di modernità e funzionalità, che ha effetti positivi sia sul personale, sia
sulla clientela.
IL CONSIGLIO a cura di Gabriella Daporto
40
il check up
della pelle
Come offrire un consiglio personalizzato di trattamento
dermo-nutricosmetico per il volto in base alla specifica
tipologia cutanea? Ecco qualche pratico suggerimento
su come organizzare in farmacia la giornata ad hoc.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
I
n ottica di sviluppare un servizio di consulenza
sempre più mirato sulle personali esigenze della clientela, ci occupiamo in queste pagine di
come organizzare la “Giornata dedicata alla pelle del viso”, un momento di consiglio professionale mirato che potrà riscuotere grande successo
in farmacia, aumentando il traffico e gli scontrini.
Ma prima di consigliare e vendere un trattamento
dermocosmetico è importante osservare la pelle della persona che ci sta di fronte e focalizzare
l’attenzione sui segni da correggere. L’analisi si
può fare a occhio nudo o con l’aiuto di un apparecchio microcamera e gli inestetismi da esaminare sono distribuiti su tutto il viso, il collo e il
décolleté e sono legati all’età, allo stato di salute,
alla cura di sé, ai prodotti cosmetici usati e allo
stile di vita della cliente.
4)
LE FASI DI ANALISI
Vi guidiamo, passo dopo passo, nell’effettuare
il check up della pelle del viso, indicando come
va compilata la scheda consiglio, strumento fondamentale per individuare la precisa tipologia di
pelle della cliente che abbiamo di fronte. Ecco le
indicazioni per compilarla in ogni sua parte.
1) Innanzitutto bisogna stabilire il tipo di pelle:
disidratata-secca, mista, sensibile, grassa.
L’obiettivo è riuscire a individuare la texture
più adatta: leggera, ricca, ad alta tollerabilità,
mat.
2) Scoprire le anomalie: la couperose, i comedoni aperti/chiusi e le imperfezioni, le macchie di pigmentazione e il colorito (che dipende, non soltanto dal fototipo, ma anche
dal microcircolo e dallo stato della superficie
cutanea).
3) Valutare i segni delle 3 età della pelle:
• rughe di espressione dinamiche all’età di
5)
30-40 anni: sono rughe orizzontali sulla
fronte (dette “della tristezza”), verticali
tra le sopracciglia (“del leone”), perioculari (le ben note zampe di gallina) oppure perilabiali (“codice a barre”);
• rughe profonde statiche e rilassamento
cutaneo all’età di 40-55 anni: le rughe
di espressione si trasformano in rughe
profonde e si sommano ai segni legati
alla forza di gravità, come palpebra rilassata, piega nasogeniena profonda e
ovale alterato (doppio mento);
• perdita di densità cutanea, pelle svuotata, post menopausa, dai 55 anni in poi:
la cute appare spesso secca e priva di
luminosità.
Osservazione accurata della zona perioculare: le rughe del contorno occhi sono
sempre le prime a comparire, seguite da
palpebre che iniziano a rilassarsi. Le occhiaie, spesso indipendenti dall’età, sono la manifestazione di un ristagno di sangue venoso
a livello della palpebra inferiore. Le borse,
invece, sono cuscinetti di grasso scolpiti sulla palpebra inferiore, ma sono più frequenti
i gonfiori, edemi che si manifestano sia sulla
palpebre inferiore, sia su quella superiore.
Passare, poi, a collo e décolletté: possono
presentare macchie di pigmentazione, disidratazione, rilassamento e atonia (cosiddette collane di Venere).
41
IL TRATTAMENTO PERSONALIZZATO
Le fasi del consiglio da offrire alla cliente sono
diverse, ma per nulla complicate:
1) Innanzitutto si deve scegliere la marca: lusso, dermatologica, naturale, commerciale.
2) Poi bisogna individuare le 3 creme indi-
Tipo di cute, presenza
di anomalie, segni
dell’età: tanti sono
i fattori da considerare
prima di indicare
alla cliente i trattamenti
d’elezione.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
IL CONSIGLIO
3)
4)
42
5)
6)
spensabili (giorno-occhi-notte): in base ai
segni riscontrati si possono proporre trattamenti con funzionalità diverse, come, per
esempio, creme idratanti (leggere, ricche,
con Spf, baume), nutrienti, ad alta tollerabilità, BB cream, opacizzanti/dermopurificanti,
antirughe, rassodanti, rimodellanti, ridensificanti, schiarenti e via di seguito. Particolare
attenzione va posta nel consiglio del trattamento per il contorno occhi, mirato al singolo inestetismo e applicato sempre mattina
e sera. I trattamenti devono essere poi usati
sempre anche su collo e décolletté con movimenti ascendenti.
Scegliere i prodotti per la detergenza più
adatti al tipo di pelle: senz’acqua (latte+tonico), con acqua (mosse, gel+acqua termale),
lozione micellare e struccante specifico per
gli occhi.
Sottolineare l’importanza del trattamento
periodico: per esempio, il siero da applicare
sotto la crema mattina e sera nei momenti
di particolare stanchezza e il “minisoin” (peeling+acqua termale+maschera). Pulizia profonda e reidratazione intensa permettono,
infatti, di ottenere risultati immediatamente
visibili in termini di luminosità e tocco setoso
della pelle, proprio come dall’estetista.
Anche un integratore è sempre da consigliare in base alla specifica esigenza: acidi
grassi essenziali omega 3, 6 e 9 per la pelle secca, estratti vegetali vasoprotettivi per
la cute sensibile e arrossata, depurativi e
probiotici per la pelle grassa e antiossidanti per combattere l’invecchiamento.
Trucco e camuflage completano, infine,
il consiglio. In farmacia è particolarmente
importante saper insegnare ai clienti a nascondere i difetti cutanei, quali macchie,
occhiaie, cicatrici, rossori, fino
a correggere la vitiligine e gli
angiomi con fondotinta e
correttori coprenti. Inoltre,
per occhi particolarmente sensibili si consigliano
i mascara, le matite e gli
ombretti dermatologicamente testati e sicuri, per
prevenire irritazioni e rossori
sulle palpebre.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
I MAGNIFICI TRE
Una volta compilato il trattamento dermonutricosmetico personalizzato, che in genere comprende almeno 10 prodotti, occorre, però, indicare i tre prodotti indispensabili, per evitare che
la cliente abbia difficoltà nella scelta. Indispensabili sono -come detto- sempre il trattamento giorno/notte/occhi e la detergenza, ma a
seconda delle personali esigenze si consigliano prodotti mirati a soddisfarle nello specifico.
IL CONSIGLIO
Trattamento consigliato
Analisi della pelle
Nome
Marca
Cognome
Trattamento quotidiano
Età
Detergenza viso / occhi
Contatto
Crema giorno
Crema notte
Tipo di pelle
Normale
Mista
Secca
Grassa
Sensibile
Crema contorno occhi
Segni particolari
Couperose
Iperpigmentazione / macchie
Comedoni
Colorito spento
Trattamento periodico
Siero
Disidratazione e Secchezza
Assente
Lieve
Elevata
Maschera
Segni del tempo
Rughe d’espressione
Rughe profonde
Rilassamento cutaneo
Perdita di densità
Peeling
Zona del contorno occhi
Rughe perioculari (zampe di gallina)
Gonfiori (palpebra inferiore/superiore)
Palpebra rilassata
Borse (palpebra inferiore)
Occhiaie
Integratore periodico
Trucco / Camouflage
Fototipo
Resistente al sole
Sensibile al sole
Poco sensibile al sole
Estremamente sensibile al sole
La tua farmacia
Se si dispone di texteurs o campioni, è bene far
provare alla clientela i prodotti consigliati e valorizzarne la gradevolezza cosmetica: il profumo,
la consistenza,l’assorbimento. Ricordate, la prova
prodotto è determinante nel processo d’acquisto. Infine, non dimenticate che la scheda consiglio viene lasciata alla cliente e le viene fissato
l’appuntamento per la prossima giornata promozionale della farmacia.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
MAKE UP a cura di Annalisa Betti
fondotinta
PERFETTo
Apparire al meglio
è il desiderio
di ogni donna
44
e nascondere i difetti
in modo naturale
è il sogno di chi ha
problematiche cutanee
specifiche.
Ecco come ottenere
un risultato
impeccabile,
consigliando alla propria
cliente il fondotinta
più adatto
alle sue necessità.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
U
n viso che presenta inestetismi evidenti
come macchie, discromie e angiomi, ha
la necessità di mascherarli con un fondotinta speciale, a coprenza elevata o totale. Inutile
prendere in considerazione le formule “a effetto
naturale”, che mirano semplicemente a uniformare una pelle che non ha particolari esigenze.
Occorre puntare su quei fondotinta che possono
essere paragonati a un correttore dal punto di
vista della concentrazione dei pigmenti.
Un secondo elemento di cui tenere conto è che
le pelli che presentano inestetismi diffusi sono
anche, il più delle volte, estremamente delicate
e possono avere problemi come ipersensibilità
o intolleranze. Di conseguenza, l’Inci svolge un
ruolo chiave, in quanto l’assenza di allergeni o
di sostanze aggressive sarà una caratteristica indispensabile al momento della scelta. Certo, in
questo la farmacia è senz’altro avvantaggiata rispetto alla profumeria o al mass market, perché
è il luogo in cui per antonomasia ci si aspetta di
trovare prodotti efficaci, ma sicuri.
Questo vale anche per quanto riguarda il maquillage: una donna con problemi cutanei ha
comunque sia il desiderio e il diritto di avere un
aspetto curato. Un trucco ben riuscito è, dunque,
merito soprattutto di una base perfetta, ovvero di
una pelle uniforme e senza inestetismi. Il fondotinta gioca un ruolo chiave, ancora più del correttore: infatti, se quest’ultimo va applicato in aree
molto limitate, il fondotinta copre, invece, tutto
il viso e deve fare la magia di garantire un coverage da elevato a totale, con una modulabilità
variabile e, contemporaneamente, non deve
mai creare spessore, dando la sensazione di
pesantezza a chi lo indossa e a chi osserva.
Formulazioni high tech
In questo, le texture attuali si sono evolute
sorprendentemente rispetto ai decenni
passati, quando l’“effetto mascherone”
era pressoché inevitabile ed era necessario scegliere se avere un trucco naturale, con un fondotinta poco coprente
e leggero, oppure un risultato visibilmente artificioso e pesante. Oggi per
fortuna non è più necessario rinunciare a uno dei due aspetti, anzi: la
cliente evoluta della farmacia ha
anche la possibilità di accontentare le proprie preferenze tra formule
in crema, fluide o compatte. Sempre con la
certezza di un effetto “seconda pelle” di grande
leggerezza, totale comfort e spessore impercet-
tibile, grazie alle formule ad alta tecnologia che
veicolano pigmenti di ultima generazione in texture dermoaffini, che lasciano respirare la pelle
anche se applicate la mattina e struccate in tarda serata. Il tutto è completato dalla presenza di
filtri solari, indispensabili per un’ulteriore azione
protettiva e schermante.
Pelle giovane e pelle matura:
quali fondotinta preferire?
Poiché la cliente tipo può avere vent’anni come cinquanta, è necessario tenere
conto di un’ulteriore scelta tra formule oilfree, purificanti e opacizzanti da una parte, piuttosto che antiage e nutrienti dall’altra.
Ogni marchio crea, in linea di massima, almeno
due fondotinta differenziati, proprio per rispondere alle diverse esigenze delle consumatrici,
e le indicazioni sono chiaramente visibili sulle
confezioni. In caso contrario, un fondotinta “per
pelli sensibili” si rivela sempre la scelta giusta, in
quanto garantisce una buona tollerabilità a un’adolescente così come a una donna con pelle
matura.
La scelta della tonalità
Il fondotinta si prova sulla guancia, non sul dorso della mano.
Se la cliente è indecisa tra due
nuance, basta applicarne una
piccola quantità tra zigomo e
mandibola, possibilmente con
una luce naturale, e osservare
l’effetto: il colore che si adatta di
più alla pelle senza trucco è la
scelta giusta.
45
i Consigli
per l’applicazione
Si possono massimizzare le qualità cosmetiche di un fondotinta seguendo le tecniche dei truccatori
professionisti. Soprattutto se la cliente
è giovane, è probabile che sia inesperta e che abbia bisogno di suggerimenti. Importante è cominciare usando una
piccola quantità di fondotinta: c’è sempre
tempo, in fondo, per aggiungerne altro
fino a ottenere l’effetto desiderato.
Si parte dal centro del viso verso l’esterno,
ricordando che più lo si sfuma, meno è coprente, perciò se lo si picchietta sugli inestetismi (usando la spugnetta o il polpastrello) avrà
un effetto più marcato.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
Euphidra: Skin Color Fondotinta Fluido
Ideale per chi ama il risultato mat e cipriato, unisce un potere unificante
elevato a un finish estremamente naturale (€ 19,50).
Darphin: Melaperfect Fondotinta Correttivo Antimacchie Spf 15
Specializzato nel coprire istantaneamente e trattare l’iperpigmentazione, è
perfetto complemento della linea skincare Melaperfect (€ 33,95).
Eau Thermale Avène: Crema Compatta Colorata Couvrance Spf 30
Prodotto versatile e semplice da applicare, offre una coprenza elevatissima.
In due formule, per pelli secche oppure miste (€ 21,60).
Rilastil: Camouflage Liftrepair Spf 15
Indispensabile per le pelli mature, ha una formula multifunzione che, oltre ad
assicurare un effetto correttivo, svolge un’azione levigante e antietà (€ 27).
Evoc: Fondotinta Skin Illusion Spf 20
Fluido e leggero, ha un’elevata sfumabilità, con una coprenza modulabile
da media a alta. Impalpabile, per un effetto seconda pelle a lunga durata.
Mavala: Teinte de Rêve
Una formula trattante fluida e oil-free che garantisce una pelle uniforme e
luminosa tutto il giorno. Ottima per le sportive perché waterproof (€ 36).
Vichy: Fondotinta Fluido Teint Idéal Spf 20
Regala luminosità alla pelle normale o mista. La texture ultraliquida si fonde con la
pelle, creando un piacevole effetto radioso (€ 26).
Korff: Fondotinta in gocce effetto nude
Una consistenza peso piuma in grado di uniformare l’incarnato con un effetto soft
focus, con in più un’intensa azione idratante e antiage (€ 38).
La Roche Posay: Toleriane Teint Fondotinta Acqua-Crema Idratante Spf 20
Ottimo per la cute sensibile da normale a secca, regala un colorito uniforme e naturale,
satinato e luminoso, e la sensazione di una pelle fresca (€ 23).
BioNike: Fondotinta Antiage Defence Color Lifting Spf 15
Cremoso e confortevole, particolarmente indicato per epidermidi mature, sensibili
e intolleranti (€ 23).
Helan: Fondotinta Compatto Effetto Colore
Unisce una texture soffice a un’elevata coprenza per un risultato impeccabile. Il fattore di
protezione 50+ protegge dai raggi Uv, prevenendo anche le macchie scure (€ 21).
IsaDora: Active Moist Make-up Spf 30
Corregge tutte le imperfezioni, idrata a fondo e garantisce una tenuta impeccabile per 16
ore (€ 34,99).
Lichtena: Norma-Acn Fondotinta Anti-imperfezioni Effetto Mat
Ideale per pelli impure, alle quali garantisce non soltanto una coprenza medio-alta, ma un’azione
opacizzante e rigenerante (€ 21).
Chrissie: Crema Fondotinta Rassodante Antietà
Vero e proprio trattamento antiage, leviga la pelle e uniforma il colorito con un finish mat e satinato.
Ideale per pelli molto sensibili (€ 42,50).
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
47
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
PRINCIPI ATTIVI a cura di Graziella Tonato
i segreti
dell’aloe
48
L’approccio farmaco-cosmetologico parte sempre
dalla domanda: come agisce? Quali sono i principi funzionali
che rendono l’Aloe così attiva e che permettono
la risoluzione di problemi cutanei anche non così banali?
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
P
oche piante possono vantare una storia
di 4.000 anni di utilizzo e poche sono così
semplici da coltivare e da “sfruttare” per
il loro prezioso succo: l’aloe gel è quasi sicuramente il rimedio a livello erboristico, alimentare
e cosmetico più conosciuto e amato, soprattutto oltreoceano, negli Stati Uniti d’America. Nel
campo della salute, in particolare, l’impiego di
aloe vera copre una vasta gamma di condizioni e
problematiche, pur in essenza di sperimentazioni “robuste”. Essa viene utilizzata per una grande
varietà di indicazioni: come emolliente, calmante in caso di scottature solari o di altra origine,
cicatrizzante per ferite superficiali, idratante per
il corpo, soluzione antinfiammatoria e riparatrice lenitiva. In campo alimentare, l’aloe viene poi
utilizzata soprattutto nelle bevande salutistiche
e anche come agente che conferisce un sapore
amaro. Anche in Europa viene ormai utilizzato da
moltissime persone e le sue applicazioni stanno
ormai estendendosi ai campi più disparati. Si è
perfino ipotizzato che l’aloe gel possa stimolare il
sistema immunitario, facendo produrre all’organismo linfociti naturali, ma i veri meccanismi con
cui agisce non sono perfettamente conosciuti.
I principali componenti sono i polisaccaridi, in
particolare quelli contenenti mannosio, cellulosa e polisaccaridi pectici. Tra i componenti non
polisaccaridici, l’acido salicilico e altri composti antiprostaglandine contribuiscono all’attività
antinfiammatoria locale. I potenti effetti antiossidanti dell’aloe vera -compreso quello contro i
radicali liberi- sono stati attribuiti a un cromone,
una sostanza fortemente attiva in questo senso,
mentre l’azione cicatrizzante sembra sia dovuta
a una capillarodilatazione, che aumenta il flusso
sanguigno a livello della ferita. L’aloe vera ha poi
dimostrato di aumentare anche la biodisponibilità di vitamina C e vitamina E, in quanto sembra
proteggere le vitamine stesse dalla degradazione e, quindi, dalla loro eliminazione.
L’approccio farmaco-cosmetologico, parte sempre dalla domanda: come agisce? Quali sono i
principi funzionali che rendono l’Aloe così attiva e che permettono la risoluzione di problemi
cutanei anche non così banali? Questa pianta
succulenta contiene più di settanta componenti
diversi, che comprendono polisaccaridi, steroidi, acidi organici, enzimi, antibiotici, aminoacidi,
minerali, lignine, saponine e acido salicilico e le
sue proprietà terapeutiche sono, come detto,
molteplici. Come prodotto cosmeceutico è sempre stata associata al trattamento delle ustioni fin
dagli anni ’60, quando la Food and Drug Administration approvò l’uso di un unguento a base
di aloe vera come prodotto Otc per ustioni serie
della pelle.
In alcuni studi e metanalisi sulle ustioni in cui
veniva usata mucillagine di aloe, con la quale si
impregnavano delle garze che venivano applicate in tempi definiti su cute ustionata, i risultati
sono stati confortanti per l’aloe vera usata a diverse dosi soprattutto nell’epitelizzazione e nella cicatrizzazione. Ma vista la complessità della
composizione dell’Aloe vera risulta davvero indispensabile, come spesso si è sottolineato, documentarsi bene sulle modalità di estrazione e i
relativi processi di purificazione e controllare, poi,
con precisione i dati analitici e i risultati.
L’aloe vera viene ottenuta, infatti, attraverso diversi metodi, alcuni dei quali posseggono persino il brevetto. Secondo i puristi è fondamentale
conoscere anche qual è stato il solvente di estrazione, in quanto esso può condizionare enormemente le proprietà cosmeto-farmacologiche del
prodotto finito.
La composizione cambia anche a seconda della
varietà della pianta, del clima e delle variazioni
49
L’aloe vera
ha molteplici indicazioni
d’uso: è emolliente,
calmante, cicatrizzante,
antinfiammatoria,
idratante e riparatrice.
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
PRINCIPI ATTIVI
50
stagionali, nonché dall’età della pianta stessa. È,
pertanto, molto importante controllare anche la
stabilità e la degradazione ed eseguire un controllo microbiologico del prodotto, poiché il gel,
in modo particolare, è facilmente inquinabile. Il
contenuto variabile di polisaccaridi può, invece,
dipendere dal riscaldamento che si conduce per
ottenere l’estratto, soprattutto se si superano i
60°, che provocano cambiamenti nel peso molecolare del prodotto. Un altro pericolo, in particolare del prodotto solido, è quello del “taglio” con
gomma guar, gomma di acacia, lattosio, amido,
malto destrine, glucosio, glicerina e acido malico.
Per quanto riguarda la sicurezza, gli studi eseguiti mettono in evidenza che le applicazioni di aloe
vera gel o di estratti del prodotto sono innocui,
anche in condizioni di cute infiammata, ustionata
o ferita. L’uso di aloe dovrebbe essere, però, valutato in individui allergici a piante o prodotti della stessa famiglia, le Liliaceae e cioè, per esempio, aglio e cipolle.
- I mille diversi usi
della succulenta L’aloe vera è un potente idratante,
antinfiammatorio, calmante
e disinfettante. In cosmetica è
frequentemente utilizzato per trattare
le pelli secche e disidratate, perché ha
una straordinaria capacità di penetrare
fino agli strati più profondi del derma,
rilasciando acqua e stimolando le
cellule alla rigenerazione. Anche
sulla pelle sensibile e atopica
funziona bene, soprattutto in caso di
prolungata esposizione solare o dopo
la depilazione, come calmante lenitivo.
Chi ha la pelle impura può poi trovare
un buon alleato nelle formulazioni
con aloe vera, perché la sua attività
batteriostatica, antimicotica e antivirale
aiuta nei processi disinfettanti. Infine,
anche arrossamenti, brufoli e irritazioni
vengono contrastate con efficacia
e delicatezza dai cosmetici che
contengono i principi attivi rigeneranti
della pianta.
Ecco, allora, una proposta di formula
di un prodotto lenitivo, utile come
dopo-sole e in tutti i casi in cui la pelle
necessiti di un rapido sollievo:
• aloe gel 1.50
• acqua distillata 8.00
• glicerina 12.00
• PEG 7 gliceril cocoate 9.00
• estratto di calendula 5.00
• polimeri alchil acrilici 3.00
• sodio lattato 0.60
• acido citrico 0,10
• conservanti e profumo qb
Panorama Cosmetico - Gennaio Febbraio 2015
*Non contiene glutine o i suoi derivati. L’indicazione consente una decisione informata ai soggetti con “Sensibilità al glutine non-celiaca (Gluten Sensitivity)”. **Anche contenuti residuali di nickel, cromo e cobalto
possono creare, in particolare nei soggetti predisposti, reazioni allergiche e sensibilizzazione. Quindi ogni prodotto è stato formulato per minimizzare la loro presenza e testato secondo la Direttiva Europea nr. 94/27/CE.
Nickel Tested**
SENZA
Conservanti
Profumo
Glutine*
La linea make-up
che rispetta ogni tipo di pelle,
anche la più sensibile.
Con l’innovativo complesso
illuminante Glow Factor
ad azione:
• anti stress
• anti radicali liberi
DEFENCE COLOR
TRATTAMENTO, LUCE, COLORE:
L’ESSENZA DELLA BELLEZZA.
BIONIKE
PER IL BENE DELLA
PELLE SENSIBILE
In Farmacia
“Nude Essentials”, la nuova collezione per
un perfetto look naturale. Colori nude matt e
perlati dalla texture delicata e setosa, ideali da
sfumare e mixare per un make up super glam!
IsaDoraBeauty
Scarica