Plenilunio Leone - Associazione Pax Cultura Italia

annuncio pubblicitario
IL PLENILUNIO DEL LEONE E IL NOSTRO RETAGGIO
DI FIGLI DELLE STELLE
“LEO”
Leo è uno dei segni zodiacali più vitalmente interessante: ha il
privilegio di essere il TRONO del Sole, perché quando
quest’ultimo è in Leone irradia il massimo della sua energia
vivificatrice sulla Terra.
L’astrologia, che da molti è ritenuta uno studio fantasioso e privo
di qualsiasi fondamento, è invece una Scienza in divenire.
Effettivamente sono troppi i fattori ancora trascurati e ignorati
perché possa essere riconosciuta come scienza esatta, ma ciò non
potrà mancare di verificarsi.
Come l’anatomia studia gli organi del corpo umano e le relazioni
che intercorrono fra loro, la psicologia studia la psiche,
l’inconscio, le forze che muovono l’individuo e le relazioni fra
questi e l’ambiente sociale, così l’astronomia studia l’anatomia
dei pianeti e delle stelle e l’astrologia ne studia l’aspetto
energetico, psicologico, simbolico.
Ed è per questo che è una scienza in divenire, perché è in
continua evoluzione e ricerca proprio come la psicologia, scienza
che si è molto sviluppata ma ancora giovane.
Che dire quindi dell’astrologia che studia la PSICOLOGIA DEL
COSMO, L’INCONSCIO DELLO SPAZIO, LE VISIONI E I
SOGNI DELL’UNIVERSO e come tutto questo influisce sulla
vita del Pianeta e dell’Uomo?
Forse la parola che più suona bene per questa scienza è
COSMOPSICOBIOLOGIA.
A proposito vi è un’affascinante analogia fra l’Ultima Cena di
Leonardo da Vinci (che si trova al Cenacolo di Santa Maria delle
Grazie a Milano) e l’influenza dello Zodiaco o Ruota della Vita.
L’Ultima Cena infatti è ideata secondo un preciso ordine
astrologico e numerologico. Leonardo vedeva il mondo terrestre
e quello celeste legati da uno scambio costante di forze che
andava oltre le semplici corrispondenze.
Infatti sue sono le parole: “Il Corpo Nostro è sottoposto al Cielo
e il Cielo è sottoposto allo Spirito”.
Nell’ Ultima Cena vediamo che Cristo al centro corrisponde al
Sole,ciascun discepolo corrisponde invece ad un segno
zodiacale: 12 discepoli – 12 segni zodiacali.
Abbiamo così la rappresentazione del Sole al Centro della
Grande Ruota dello Zodiaco: la SINFONIA DELLO ZODIACO,
LA DANZA DEL COSMO.
L’analogia fra il Cristo e il Sole è perfetta: entrambi compiono
perennemente il Grande Sacrificio.
Molti scienziati ritengono che il nostro sole fisico stia compiendo
un sacrificio, cioè che stia lentamente e senza interruzione
donando il suo calore e la sua energia alla terra e agli altri
pianeti. Così alla fine il Sole morrà per salvare il mondo con il
sacrificio delle sue forze vivificatrici, il che è precisamente
quello che il Cristo fece per l’Umanità e che ancora oggi sta
facendo per ogni essere vivente.
Questo è il segno del Leone, che è il Trono del Sole, e questa
vuole essere un’apologia del Sole nostro Padre, Fratello e Madre.
Effettivamente noi siamo figli del Sole sia spiritualmente che
biologicamente.
Circa venti miliardi di anni fa si formò l’universo con una
esplosione cataclismica: il big bang che lanciò nello spazio
particelle subatomiche calde e ricche di energia.
Ogni singolo atomo nell’universo di oggi, inclusi quelli presenti
negli organismi viventi, ebbe origine dal big bang.
Perciò noi uomini e tutte le forme viventi siamo fatti di “polvere
di Stelle”, di materiale solare. Una pietra, una pianta, non sono
altro che dei condensati di Luce Solare; noi stessi non siamo
altro che Luce Solare e il nostro nutrimento tramite le piante,
viene dal Sole.
Il Sole non è un solido, né un liquido, e neanche un gas
incandescente, ma una sfera gigantesca di forze
elettromagnetiche, il serbatoio della vita e del moto universale
che pulsa in tutte le direzioni, alimentando tanto l’atomo più
piccolo quanto il massimo genio e il pianeta più grande con lo
stesso materiale.
Il Sole forma una sorgente di energia viva per tutto il sistema
solare, e che rispetto alla terra è “ positiva “.
Essa si sviluppa poi in elettricità e magnetismo positivi e
negativi, yin e yang.
•
L’energia terrestre rispetto al Sole è negativa, yin.
•
La terra ha le due qualità di energia, ma
principalmente è negativa, yin
Il Sole ha pure due qualità di energia, ma prevalentemente è
positiva, yang.
Dal contatto di queste energie, proviene la vita sulla terra.
Quell’intermediario che unisce e trasforma le due energie è
l’Etere o Prana, che penetra tutto lo Spazio, i pianeti, la Terra,
l’uomo, l’atomo. (Da qui il fatto che non esiste il vuoto).
La costituzione del Sole e quella delle cellule sono uguali.
Il Sole ha in sé 3 Regioni:
•
Il Sole Centrale Spirituale che prepara l’energia.
•
Il Cuore del Sole che l’accumula e la trasforma.
•
Il Sole fisico che invia questa energia sulla Terra.
L’uomo ha in sé 3 Regioni:
•
L’esterna, l’Aurea che ci avvolge, che riceve
questa energia solare.
•
Il Centro del Cuore, che corrisponde al Cuore del
Sole che irradia Amore e Saggezza.
•
Il Centro Spirituale della testa che corrisponde al
Sole Centrale Spirituale che irradia la Volontà Universale.
Anche nella cellula sono presenti 3 Regioni:
•
La membrana
•
Il citoplasma
•
Il nucleo
Così come nel germe o chicco:
•
L’involucro esterno l’Ectoderma
•
Quello di mezzo il Mesoderma
•
Quello centrale l’Endoderma
Quando la Terra riceve, anche l’organismo umano riceve ed al
contrario quando la terra emette l’uomo irradia.
E’ appunto per questo che i primi raggi del Sole agiscono con
maggiore forza. Allora anche l’organismo umano è
maggiormente ricettivo alle energie solari. In generale al mattino
abbiamo più Prana o Energia Vitale che non a mezzogiorno.
Allora l’organismo vivente assorbe le più potenti energie
positive (Prana). L’energia del Sole passa ogni giorno per due
periodi:
•
Dalle ore 24 alle ore 12 (Mezzogiorno) c’è il
Flusso dell’energia solare
•
Dalle ore 12 alla Mezzanotte c’è il Riflusso.
Il flusso che comincia a Mezzanotte raggiunge il suo punto
culmine al Levar del Sole. Questo è il Flusso più forte e
Vivificatore. Poi diminuisce gradatamente fino a Mezzogiorno.
Dopo Mezzogiorno comincia il Riflusso che è più forte dal
tramonto del Sole.
Prima del levar del Sole, i suoi raggi hanno una maggiore
influenza sul sistema nervoso, il cervello e il corpo mentale.
Nel momento del levar del Sole, i suoi raggi esercitano una
buona influenza sul sistema respiratorio e sulla nostra sensibilità
e stabilità emotiva. Poi quanto più ci avviciniamo a
Mezzogiorno, i raggi solari hanno influenza sul sistema
digerente.
Nel pomeriggio in generale l’energia solare ha scarsi effetti
curativi, mentre il sole forte va evitato per i danni che può
provocare al sistema nervoso, al corpo eterico e al plesso solare,
aumentando il nervosismo e l’emotività.
Un altro flusso e riflusso di energia riguarda le 4 stagioni.
•
Nella Primavera e nell’Estate abbiamo il flusso
dell’energia solare verso la Terra.
•
Nell’Autunno e nell’Inverno abbiamo il riflusso.
Perciò l’influenza del Sole più benefica comincia dal 22 Marzo.
Tutti gli organismi che sono in buone condizioni possono
utilizzare appieno quest’energia, mentre gli organismi deboli si
indeboliscono di più se non si rafforzano adeguatamente.
Quindi il miglior periodo per il rinnovamento fisico e spirituale
è dal 22 Marzo al 22 Giugno, seguito dal periodo che va dal 22
Giugno al 22 Settembre.
Come esseri umani dovremmo seguire nella nostra vita i
metodi delle piante, che comprendono meglio la Legge della
Natura.
Esotericamente infatti l’uomo è una pianta a 7 foglie il
SAPTAPARNA per cui dovremmo imparare dal regno vegetale
il processo di nutrizione diretta dall’energia solare (es. tramite
il digiuno) proprio come il Maestro Gesù ci ha insegnato
digiunando 40 giorni e 40 notti nel deserto: in quel momento
era capace –proprio come un albero- di cibarsi di prana solare,
sostenendo così le cellule del Suo corpo grazie al Sole Fisico.
L’energia solare scende sulla Terra come un’ampia corrente e
l’avvolge scorrendo dal Polo Nord al Polo Sud, per ritornare di
nuovo al Sole. Certi scienziati sostengono che sia precisamente
questa energia a far muovere la Terra intorno al proprio asse.
Quando le piante sentono che questa energia potenziale
comincia ad affluire sulla terra, allora germogliano e quando
l’energia si rafforza si coprono di foglie, fioriscono e preparano
il frutto.
Nel corpo fisico umano come polo positivo abbiamo il cervello
e il sistema nervoso centrale, mentre come polo negativo
abbiamo il sistema nervoso del gran simpatico. Così il cuore e
le arterie rappresentano il polo positivo, mentre le vene
rappresentano il polo negativo. L’energia che la Terra riceve dal
Sole si può paragonare al sangue venoso.
Come il sangue impuro deve ritornare dai tessuti al cuore e di
là nei polmoni per purificarsi, così pure le energie della Terra
ritornano al Sole per riconquistare il ritmo primitivo.
Il Sole non è un corpo inerme, ma un Grande Essere Vivente
che dà vita al nostro sistema solare.
L’uomo deve aprirsi con i suoi sentimenti, la sua intelligenza e
il suo essere verso questa FORZA VIVIFICATRICE per poter
ricevere le influenze benefiche e rinnovare le proprie forze,
mete e la vita stessa. (Per essere in armonia con le correnti
cosmiche, quando si dorme la testa deve essere rivolta verso il
nord o est).
Dal segno del Leone ci viene dunque il seguente insegnamento:
come venire più rapidamente in possesso della nostra eredità di
FIGLI DEL SOLE.
La lezione che ci viene dalla costellazione del Leone appare più
chiara: l’egoismo, l’istinto di auto protezione, e l’autoritarismo
devono cedere posto all’altruismo, che è letteralmente il
subordinare il bene personale al bene della Comunità e poi del
Tutto.
Il motto spirituale del Leone è: “IO SONO QUELLO E
QUELLO SONO IO”, intendendo l’identificazione con
l’Anima, con il Cristo, con la Luce e la Verità.
Come FIGLI DEL SOLE dobbiamo far risplendere il nostro
sole interiore e così compiere due passi importanti: 1) irradiare
luce e calore sui problemi della nostra Comunità, Nazione e
Pianeta; 2)allineare il nostro Sole interiore con il Sole dei
servitori che lavorano in tutti i campi e in tutto il mondo, con il
Sole dell’Umanità il Cristo, con il Sole del Pianeta il Logos,
con il Sole dell’Universo l’Amore di Dio, visualizzando un filo
di Luce che unisce questi Soli.
Possiamo poi usare il seguente Mantram:
“PIU’ SPLENDENTE DEL SOLE
PIU’ PURO DELLA NEVE
PIU’ SOTTILE DELL’ETERE
E’ IL SE’, LO SPIRITO DENTRO DI ME
IO SONO QUEL SE’, QUEL SE’ SONO IO”
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard