CELLULITE TEST DI AUTOVALUTAZIONE ED ESEMPI

annuncio pubblicitario
Medicina Estetica
•
Autovalutazione Cellulite
•
esempi di terapia
Medicina
Estetica
1)Autovalutazione Cellulite
2) esempi di terapia
Dovete naturalmente dare a questa possibilità
un valore del tutto relativo, dato che non
esiste soggetto che non abbia gli identici
problemi di un altro perché le alterazioni
possono presentarsi e apparire diverse
addirittura in una singola zona del corpo
valutato.
Però, con buona approssimazione, se
rispondendo ai quesiti della scheda di
autovalutazione i 2/3 delle risposte
corrisponderanno a quelle delle tabelle subito
dopo fornite, è molto probabile che soffriate
del tipo di cellulite ivi descritta.
Ricordate ,però, che esclusivamente il parere del medico può essere considerato degno di
fede, dato che solo la visione diretta e l'ausilio dei mezzi tecnici idonei può far giungere
a una decisione diagnostica adeguata caso per caso.
Scheda di autovalutazione di
...................................................................
Età altezza cm peso kg
Alimentazione : regolare o
Iperalimentazione Ipoalimentazione Attività fisica: leggera Intensa Vita sedentaria Gravidanze: sì no Quante?
Indumenti inadeguati (di utilizzo frequente):
- pantaloni stretti sì no - slip sì o no o
- collant sì o no o
- guaine sì o no o
Anamnesi familiare (precedenti familiari: nonni, genitori, fratelli, sorelle):
- cellulite o
- rilasciamento cutaneo muscolare o
- varici o
- capillari o
- smagliature o
Localizzazione della cellulite:
- fianchi o
- cosce o
- glutei o
- ginocchia o
- addome o
- braccia o
- gambe o
- caviglie o
Caratteristiche delle lesioni:
- aspetto a "buccia d'arancia" sì o no o
- consistenza: compatta
Molle
- dolore sì o no o
Spontaneo..........................
Alla palpazione...................
Pesantezza alle gambe sì o no o
Fragilità capillare sì o no o
Gonfiore alle caviglie sì o no o
Varici sì o no o
Eventuali terapie effettuate in precedenza:
- massaggi sì o no o
- dieta sì o no o
- sauna sì o no o
- vibromassaggiatori sì o no o
- altre apparecchiature traumatiche sì o no o
Ha subito brusche variazioni di peso sì o no o
Esiste netta sproporzione tra il torace
E il bacino e gli arti inferiori? Sì o no o
Farmaci assunti per lunghi periodi:
- cortisonici sì o no o
- anoressanti sì o no o
- diuretici sì o no o
E' presente rilasciamento cutaneo-muscolare? Si o no o
Dove? ........................................
Nella scheda che avete appena compilato avete posto delle crocette su svariati elementi.
Qui sotto troverete questi stessi elementi caratteristici raggruppati per ogni singolo tipo
di cellulite.
Sarà molto probabile che voi soffriate del tipo di cellulite in cui almeno i 2/3 delle
alterazioni ivi descritte corrispondono con quelle da voi riscontrate sul vostro corpo e
che avete indicato nella vostra scheda.
Come definire il proprio tipo di cellulite
Cellulite Età inferiore ai 30 anni
Compatta Attività fisica media o intensa
Gravidanze nessuna o solo una
Indumenti inadeguati (slip, pantaloni stretti, guaine, collant)
Precedenti familiari
Prevalente localizzazione ai fianchi o alle cosce
Consistenza dura
Assenza di dolore
Assenza di pesantezza alle gambe
Terapie mediche e fisiche mai praticate
Poca sproporzione tra torace e bacino compresi gli arti inferiori
________________________________________________________________
Cellulite Molle
Età superiore ai 40 anni
Attività fisica leggera o vita sedentaria
Gravidanze: una o più
Indumenti inadeguati (slip, pantaloni stretti, guaine, collant)
Precedenti familiari
Localizzazione addome e/o caviglie e/o cosce e/o glutei
Consistenza molle
Dolore presente anche saltuariamente
Pesantezza alle gambe
Fragilità capillare
Gonfiore alle caviglie presente anche saltuariamente
Teleangectasie
Brusche variazioni di peso
Netta sproporzione tra torace e il bacino con gli arti inferiori
Cortisonici - diuretici - anoressanti
Rilasciamento cutaneo muscolare sempre presente all'interno cosce
________________________________________________________________
Cellulite Edematosa
Età superiore ai 40 anni
Vita sedentaria
Più di due gravidanze
Indumenti inadeguati (slip, pantaloni stretti, guaine, collant)
Precedenti familiari
Localizzazione diffusa
Consistenza molle
Dolore presente
Pesantezza alle gambe
Gonfiore alle caviglie
Teleangectasie e capillari
Massaggi o altre terapie non idonee praticate precedentemente
Netta sproporzione tra torace e bacino con arti inferiori
Cortisonici, diuretici, anoressanti assunti in precedenza
Rilasciamento cutaneo-muscolare locale diffuso a tutta la coscia
________________________________________________________________
Cellulite molle A componente Vascolare
Età superiore ai 40 anni
Vita sedentaria
Più di due gravidanze
Precedenti familiari
Localizzazione diffusa
Consistenza molle
Dolore costante, specie alla pressione
Pesantezza alle gambe sempre presente
Fragilità capillare evidente
Gonfiore alle caviglie evidente
Teleangectasie molto evidenti
Varici
Massaggi o altre terapie non idonee
Netta sproporzione tra torace e bacino con arti inferiori
Cortisonici, diuretici, anoressanti
________________________________________________________________
Cellulite Associata A obesità
Peso superiore alla norma
Iperalimentazione
Attività fisica sedentaria
Gravidanze
Precedenti familiari (anche di obesità)
Smagliature
Localizzazione diffusa
Consistenza molle
Dolore
Pesantezza alle gambe
Teleangectasie
Poca sproporzione tra torace e bacino e arti inferiori
Cortisonici, diuretici, anoressanti, assunti in precedenza
Medicina Estetica
Esempi di terapia per diversi tipi di cellulite
Naturalmente sono del tutto indicativi perché deve essere compito del medico estetico la
personalizzazione terapeutica caso per caso.
La cellulite compatta
Si tratta di solito di una forma iniziale di cellulite dove la componente vascolare è poco
rappresentata. Sarà quindi certamente utile il drenaggio linfatico per eliminare il ristagno di liquidi
intracellulari dovuto alla stasi venosa e linfatica, che, però, non è mai di rilevante entità. In questa
forma è utile anche un numero consistente di sedute di elettroforesi di superficie per riequilibrare il
metabolismo delle strutture più esterne. La mesoterapia per la sua potente azione lipolitica e
antinfiammatoria è utile e verrà praticata a cicli ravvicinati (tre volte la settimana).
Questa forma, che non presenta, almeno in fase iniziale, rilasciamento cutaneo muscolare, non
necessita della ginnastica isometrica; è indispensabile tuttavia effettuare, alternandola alla terapia
suddetta, la ginnastica passiva, onde evitare che i rilasciamenti si formino durante la terapia.
La cellulite molle
In questo caso la componente vascolare è più accentuata e il processo degenerativo è di maggior
entità per tutti i tessuti interessati.
La terapia si gioverà di un numero consistente di sedute con l'elettroforesi di superficie, che ha lo
scopo di migliorare il metabolismo di tutte le strutture più superficiali.
Dovrà essere associato il linfodrenaggio elettronico perché esiste sempre anche una discreta
ritenzione di liquidi.
I muscoli saranno tonificati con la ginnastica isometrica e quella passiva. La mesoterapia sarà
effettuata con farmaci lipolitici, disintossicanti e vasoprotettori.
La cellulite edematosa
La cellulite edematosa è prevalentemente caratterizzata da un ristagno di liquidi. La prima parte
della terapia sarà pertanto impostata alla rimozione di questi. Ciò si può ottenere con il
linfodrenaggio effettuato con apposite apparecchiature (pressoterapia peristaltica o linfodrenaggio
elettronico) sia manualmente, associato alla mesoterapia con farmaci vasoprotettori e diuretici.
Una volta ridotto l'accumulo di liquido, si passerà all'elettroforesi di superficie per riequilibrare il
metabolismo delle strutture superficiali e conferire alla cute una maggiore elasticità. Il tono
muscolare, notevolmente ridotto in questa forma, sarà ripristinato con la ginnastica isometrica.
La mesoterapia utilizzerà farmaci lipolitici, vasoprotettori, drenanti degli emuntori.
La cellulite molle a componente vascolare
Il danno primitivo in questa forma risiede nell' insufficenza venosa e linfatica grave.
Pertanto la terapia sarà improntata a rimuovere questo danno attraverso cicli di elettroterapia
diadinamica, quindi si passerà a rimuovere gli accumuli di cellulite localizzati o diffusi grazie alla
mesoterapia per la potente azione lipolitica e antinfiammatoria. Le alterate condizioni di nutrimento
cutaneo saranno trattate con l'elettroforesi di superficie. La perdita del tono muscolare verrà curata
con la ginnastica isometrica e la ginnastica passiva.
La cellulite associata ad obesità
In questa forma di cellulite bisognerà anzitutto ridurre il sovrappeso con diete graduali e
personalizzate attraverso computer.
In genere la variante di cellulite presente in questa forma è "molle" o "molle a componente
vascolare" per cui la terapia intrapresa in associazione alla dieta è uguale a quella suddetta per le
rispettive forme ed è indispensabile per evitare il rilasciamento cutaneo-muscolare e smagliature.
DIETOTERAPIA
SCHEMA PER LA VALUTAZIONE
DEL PROPRIO PESO
COME SI USA
Unite con un
righello i metri
corrispondenti alla
statura (riga
verticale di sinistra)
con i chilogrammi
relativi al peso (riga
verticale di destra).
II punto di incontro
della linea tracciata
dal righello con la
riga centrale
indicherà la fascia
nella quale si
colloca il Vostro
peso (sottopeso,
normale,
sovrappeso, obeso).
Si precisa che la
riga centrale
rappresenta
"l'indice di massa
corporea"(IMC)
ottenuto dividendo
il peso (in Kg.) per
il quadrato della
statura (in metri).
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard