Apri in formato Pdf

annuncio pubblicitario
DIPARTIMENTO DI FISICA ED ASTRONOMIA
Corso di laurea magistrale in Fisica
Anno accademico 2016/2017 - 1° anno - Curriculum FISICA
APPLICATA
ANALISI PER IMMAGINI ED ELEMENTI DI DOSIMETRIA
6 CFU - 2° semestre
Docente titolare dell'insegnamento
ANNA MARIA GUELI
Email: [email protected]
Edificio / Indirizzo: Cittadella Universitaria - Dipartimento di Fisica e Astronomia - Edificio 6 - via
Santa Sofia 64 - 95123 Catania
Telefono: 095 378 5354
Orario ricevimento: Previo appuntamento da concordare via e-mail
OBIETTIVI FORMATIVI
Conoscere i principi fisici della formazione e dell'analisi delle immagini nelle principali tecniche
diagnostiche e in dosimetria con particolare riferimento alle grandezze di interesse radioprotezionistico.
PREREQUISITI RICHIESTI
Onde elettromagnetiche. Spettro elettromagnetico. Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. Interazione
radiazione e. m. - materia.
Struttura atomica e nucleare. Decadimenti radioattivi. Interazione particelle - materia.
Fisica dei rivelatori e grandezze caratteristiche dei rivelatori di radiazione.
FREQUENZA LEZIONI
Obbligatoria.
CONTENUTI DEL CORSO
Parte generale: Formazione delle immagini. Immagini analogiche ed immagini digitali. Parametri
caratteristici di un'immagine. Risoluzione di contrasto e risoluzione spaziale.
Tecniche di imaging clinico: Radiografia X. Tomografia Computerizzata. Imaging da Risonanza
Magnetica. Imaging in Medicina Nucleare.
Elementi di dosimetria: Grandezze dosimetriche di base. Grandezze dosimetriche
radioprotezionistiche. Riferimenti normativi.
Immagini in dosimetria: Film radiocromici. Rivelatori a matrice.
TESTI DI RIFERIMENTO
Attix F.H., "Introduction to Radiological Physics and Radiation Dosimetry", Wiley, 2007, 598 pp.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins, 2012, 1030
Dowsett D.J., Kenny P.A. and Johnston R. E., "The Physics of Diagnostic Imaging", CRC Press, 2006, 725
pp.
Gonzales R.C. and Woods R. E., "Elaborazione delle immagini digitali", Pearson Pertice Hall, 2008, 820 pp.
Greening J.R., "Fundamentals of Radiation Dosimetry", CRC Press, 1985, 190 pp.
Hendee W. R. and Ritenour E.R., "Medical Imaging Physics", Wiley-Liss, 2002, 512 pp.
PROGRAMMAZIONE DEL CORSO
* Argomenti
1
Formazione delle immagini. Immagini
analogiche ed immagini digitali.
Riferimenti testi
Gonzales R.C. and Woods R. E., "Elaborazione delle
immagini digitali", Pearson Pertice Hall, 2008
2
* Parametri caratteristici di
un'immagine.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone
J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins, 2012
3
* Risoluzione di contrasto e risoluzione
spaziale.
Hendee W. R. and Ritenour E.R., "Medical Imaging
Physics", Wiley-Liss, 2002
4
* Radiografia X.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone
J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins
5
* Tomografia Computerizzata.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone
J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins
6
* Imaging da Risonanza Magnetica.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone
J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins
7
* Imaging in Medicina Nucleare.
Bushberg J.T, Seibert J.A., Leidholdt E.M. Jr., Boone
J.M., "The Essential Physics of Medical Imaging",
Lippincott Williams & Wilkins
8
* Grandezze dosimetriche di base.
Attix F.H., "Introduction to Radiological Physics and
Radiation Dosimetry", Wiley, 2007
9
* Grandezze dosimetriche
radioprotezionistiche. Riferimenti
normativi.
Attix F.H., "Introduction to Radiological Physics and
Radiation Dosimetry", Wiley, 2007
10 * Dosimetria mediate film radiocromici.
Appunti e pubblicazioni forniti dal docente
11
Appunti e pubblicazioni forniti dal docente
Rivelatori a matrice per misure di
dose.
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.
N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non
sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente
alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.
MATERIALE DIDATTICO
http://studium.unict.it/dokeos/2016/index.php?category=194b09552421
PROVA D'ESAME
MODALITÀ D'ESAME
La valutazione delle conoscenze acquisite viene realizzata in due fasi: una prova scritta seguita da un
colloquio.
La prova scritta consiste di domande a scelta multipla, domande aperte e problemi sugli argomenti
trattati a lezione con particolare attenzione a quelli riguardanti i principi fisici di base delle applicazioni
delle tecniche di imaging in diagnostica e in terapia. Le risposte alle domande e le soluzioni devono
essere opportunamente commentate e giustificate.
La prova orale consiste nella discussione dello svolgimento della prova scritta e, a discrezione dello
studente, sulla presentazione di un elaborato riguardante l'approfondimento di uno degli argomenti del
programma.
DATE D'ESAME
I sessione
Primo Appello: 10 febbraio 2017 ore 11.00
Secondo Appello: 3 marzo 2017 ore 11.00
II Sessione
Primo Appello: 23 giugno 2017 ore 11.00
Secondo Appello: 21 luglio 2017 ore 11.00
III Sessione
Primo Appello: 15 settembre 2017 ore 11.00
Secondo Appello: 6 ottobre 2017 ore 11.00
ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI
1. Quale fra i seguenti apparati utilizzati in diagnostica utilizza radiazioni non ionizzanti?
A. TAC
B. RMN
C. PET
D. gammacamera
E. mammografo
2. Riordinare in ordine crescente di lunghezza d’onda le seguenti onde elettromagnetiche: (a)
infrarossi; (b) microonde; (c) raggi X; (d) ultravioletti; (e) radiofrequenze
A. d e a b c
B. e a d b c
C. c d a b e
D. d a e b c
E. d b c e a
3. Una lastra protettiva lascia passare solo il 50% di raggi X incidenti. Quale frazione di raggi
X passeranno da una lastra analoga di spessore doppio rispetto alla precedente:
A. 0
B. 10 %
C. 75 %
D. 25 %
E. 50 %
4. Qual è l’unità di misura del coefficiente di attenuazione lineare?
A. cm
B. cm-1
C. g/cm
D. g∙cm
E. g/cm2
5. Il coefficiente di attenuazione lineare di un fascio di fotoni in un mezzo materiale:
A. ha le dimensioni dell’inverso di una lunghezza
B. dipende dall’energia dei fotoni ma non dal numero atomico Z del mezzo
C. dipende dal numero atomico Z del mezzo ma non dall’energia dei fotoni
D. rappresenta la frazione di fotoni che interagiscono per unità di spessore attraversato
E. ha le dimensioni di una lunghezza
6. In un tubo per la produzione di raggi X la frequenza massima dei fotoni dipende da:
A. numero di massa del materiale di cui è costituita la placca di arresto
B. differenza di potenziale da cui è accelerato il fascio di elettroni
C. intensità di corrente trasportata dal fascio di elettroni
D. numero atomico del materiale di cui è costituita la placca di arresto
E. densità della placca di arresto
7. La gamma-camera è:
A. un generatore di raggi X
B. un generatore di raggi gamma ed alfa
C. un rivelatore di raggi gamma
D. un rivelatore di raggi alfa e beta
E. un rivelatore di ultrasuoni
8. L’attenuazione dei raggi X segue una legge:
A. che dipende dalla pressione
B. che può essere modificata ad alte temperature
C. di tipo esponenziale decrescente
D. di tipo esponenziale crescente
E. che non dipende dallo spessore attraversato
9. Il tempo di dimezzamento fisico:
A. è una caratteristica biologica del radionuclide
B. dipende dal metabolismo
C. è sempre uguale a sei ore
D. è una caratteristica fisica del radionuclide
E. dipende dalla temperatura
10. Con riferimento alla radiazione X, quale tra le seguenti affermazioni è corretta?
A. un fascio di radiazione X, quando attraversa la materia e non interagisce, aumenta la sua velocità di
propagazione
B. un fascio di radiazione X, quando attraversa la materia e non interagisce, diminuisce la sua velocità di
propagazione
C. un'onda elettromagnetica di lunghezza d'onda uguale a 104 angstrom può essere una radiazione X
D. un'onda elettromagnetica di lunghezza d'onda uguale a 0.1 angstrom può essere una radiazione X
E. la velocità di propagazione della radiazione X nel vuoto è tanto maggiore quanto minore è la sua
energia
11. La scintigrafia è:
A. una misurazione del numero di isotopi di un elemento
B. la misura dello spettro energetico di una sostanza radioattiva
C. la misura delle emissioni luminose di una sostanza radioattiva
D. una tecnica diagnostica che fa uso di traccianti radioattivi
E. una misurazione del numero atomico di un elemento
12. Cosa si intende per materiale tessuto equivalente?
A. un materiale che ha Z/A e densità simili al tessuto
B. un materiale che ha la stessa densità del tessuto umano
C. un materiale che ha la stessa composizione chimica del tessuto umano
D. un materiale che ha lo stesso Z/A del tessuto umano
E. un materiale che ha Z/A simile all’acqua
QUESITO 1. Dopo aver schematizzato le componenti essenziali di un’apparecchiatura per
Risonanza Magnetica Nucleare, descrivere i principi fisici alla base della formazione delle
immagini in diagnostica.
QUESITO 2. Trattare brevemente i principi fisici di base della radiografia X con particolare
riferimento al ruolo delle grandezze operative per la qualità dell’immagine radiologica e per
la dose al paziente.
QUESITO 3. Descrivere i principi fisici di base della dosimetria mediante film radiocromici con
particolare riferimento alla realizzazione di profili e mappature di dose e alla risoluzione
spaziale a questi associata.
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

creare flashcard