Le madri di campagna

advertisement
GENTE IN ASPROMONTE
“…le madri di campagna non sono abituate alle tenerezze altro che dei figlioli piccoli.
Quando i figli sono grandi non trovano più la via per dire le parole buone d’un tempo,
e tanto meno quelle che i ragazzi poveri sanno dire, come per esempio:
Quando sarò grande ti farò una pentola d’oro, un piatto d’oro”.
Queste cose sono rimaste nel cuore della madre
e nessuno saprà mai ridire come quel fanciullo, con quella certezza e quello slancio.”
Corrado Alvaro, “Madre di paese, in Opere”, “Romanzi brevi e racconti”,
a cura di Geno Pampaloni, Milano, Bompiani, 1994.
Scarica