La seconda guerra mondiale

annuncio pubblicitario
La seconda guerra mondiale
In risposta alle mire tedesche sulla Polonia, Francia e Inghilterra conclusero
un'alleanza con questo paese e, quando il 1° settembre 1939, Hitler invase la
Polonia, Francia e Inghilterra dichiararono guerra alla Germania mentre l'Italia,
che da poco aveva concluso il «patto d'acciaio» con i Tedeschi, annunciò la «non
belligeranza».
La conquista tedesca della Polonia fu rapidissima, grazie al nuovo tipo di «guerralampo» praticato dai tedeschi (uso congiunto di aviazione e mezzi corazzati). Nei
primi mesi la guerra si svolse in pratica solo a nord: la Russia attaccò la Finlandia,
la Germania occupò Danimarca e Norvegia. Nel maggio-giugno 1940 l'offensiva
tedesca sul fronte occidentale si risolse in un travolgente successo: la parte
centrosettentrionale della Francia fu occupata dai Tedeschi, mentre la sovranità
francese si esercitava su quella meridionale (la Repubblica di Vichy), di fatto
subordinata alla Germania.
Il 10 giugno '40, convinto che la guerra stesse ormai per finire, Mussolini annunciò
l'intervento dell'Italia a fianco dell'alleato nazista. Ma l'esercito italiano fornì una
pessima prova sia contro i Francesi, sia - in Africa e nel Mediterraneo - contro gli
Inglesi. I successivi insuccessi in Grecia e nel Nord Africa obbligarono gli Italiani a
chiedere l'aiuto dei Tedeschi: finiva così l'illusione di una «guerra parallela».
Rimasta sola a combattere contro le potenze fasciste, l'Inghilterra, sotto la guida
energica del primo ministro Churchill, riuscì a respingere il tentativo tedesco di
invadere le isole britanniche. La battaglia d'Inghilterra dell'estate '40 - combattuta
soprattutto nell'aria - segnò così per la Germania la prima battuta d'arresto.
Nel 1941 il conflitto entrò in una nuova fase, divenendo effettivamente mondiale.
Nell'estate la Germania invase l'Urss, riportando notevoli successi ma finendo con
3
l'immobilizzare su quel fronte, in una guerra di usura, gran parte del proprio
esercito. In dicembre gli Stati Uniti - che già sostenevano economicamente lo
sforzo bellico inglese - entrarono anch'essi in guerra dopo l'attacco che la loro flotta subì a Pearl Harbor ad opera del Giappone.
Nella primavera-estate del 1942 le potenze del Tripartito raggiunsero la loro
massima espansione.
4
Nelle zone occupate, il Giappone e la Germania cercarono di costruire un «nuovo
ordine» fondato sulla supremazia della nazione «eletta». I Tedeschi, in particolare,
miravano a ridurre i popoli slavi in condizioni di semischiavitù. La persecuzione si
concentrò, però, soprattutto contro gli ebrei: dai 5 ai 6 milioni ne furono sterminati
nei lager. Soprattutto dopo l'attacco tedesco alI’Urss, si svilupparono in Europa
movimenti di resistenza (pur attraversati da divisioni fra comunisti e non comunisti).
In molti dei paesi controllati dai nazisti una parte della popolazione e della classe
dirigente accettò di collaborare con gli occupanti.
Nel 1942-43 si ebbe una svolta nella guerra. I Giapponesi subirono alcune
sconfitte nel Pacifico. Sul fronte russo la lunga e sanguinosa battaglia di
5
Stalingrado si risolse in una sconfitta dei Tedeschi. Sul fronte nordafricano gli
alleati fermarono le forze dell'Asse a EI Alamein e le costrinsero a ritirarsi. Nel
luglio '43 gli Anglo-americani sbarcarono in Sicilia.
Gli insuccessi militari ormai drammatici furono all'origine della caduta di Mussolini
(25 luglio '43). L'8 settembre veniva annunciato l'armistizio fra l'Italia e gli anglo americani.. A quel punto il paese era diviso in due: lo Stato monarchico
sopravviveva nel Sud occupato dagli alleati. Al Nord Mussolini costituiva la
Repubblica sociale italiana, del tutto soggetta al controllo dei Tedeschi.
Alla fine dei '43 si formarono le prime bande partigiane, come era già avvenuto in
molti Paesi occupati, la Francia innanzitutto, allo scopo di scacciare l’invasore e di
preparare la pace.
Mentre gli anglo-americani erano impegnati in Italia, fra il '43 e il '44 l'Urss ini ziava
una lenta ma inarrestabile avanzata. Nel giugno '44 gli alleati sbarcavano in
Normandia e, di lì a poco, liberavano la Francia. Frattanto, nelle conferenze di
Mosca (ottobre '44) e di Yalta (febbraio '45), Russi, Americani e Inglesi si accordavano sulla futura sistemazione dell'Europa. Nel 1945 i Tedeschi dovettero arretrare su entrambi i fronti, sotto la pressione di Anglo-americani e Russi. II 25
aprile, mentre la Resistenza proclamava l'insurrezione generale, l'Italia era liberata
dalle forze alleate (Mussolini fu allora giustiziato dai partigiani). Pochi giorni dopo,
entrati i Russi a Berlino, la Germania capitolava. La guerra proseguiva, a quel
punto, solo nel Pacifico contro il Giappone; terminò il 2 settembre, dopo l'esplosione di due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki.
6
7
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard