Musica a perdifiato

annuncio pubblicitario
Nello spazio e nel tempo: muovere, evocare
Il programma della serata ruota intorno ad un elemento: il movimento, ovvero l’azione che
unisce lo spazio, il tempo e la musica creata per generarlo, e per agire su di esso.
Musica “funzionale” dunque, nata in origine per “far muovere” fisicamente che diviene
però, inevitabilmente, confrontandosi, luogo di incontro, di diversità e mezzo per creare
dinamiche interiori fatte di evocazioni e suggestioni.
Il corpus dei brani che compongono il concerto è stato concepito facendo un’operazione di
puro, semplice accostamento avvicinando mondi molto lontani apparentemente lontani tra
loro: la divina semplicità di Mozart, diciannovenne, che scrive una piccola marcia (genere
tipico della musica per banda) con un organico ridottissimo adatto agli intrattenimenti delle
serenate, accanto alla liricità travolgente di Kachaturijan e di Waignein e al gioco di
rivisitazione grottesca e graffiante del giovane Shostakovich.
E anche il pathos struggente del celeberrimo Adagio di Samuel Barber (in origine scritto per
soli archi), apparentemente distante dalle atmosfere danzanti, diviene movimento interiore e
lancinante. Non a caso, fra i mille “ruoli” drammatici ricoperti dalla composizione, a partire
dalla consacrazione operata da Arturo Toscanini (è del Maestro la prima esecuzione assoluta
con l’Orchestra Sinfonica della NBC il 5 novembre 1938 a New York), vi è anche quello di
storica colonna sonora di un’importante produzione dell’American Ballet Theatre, nonché
del celebre film di Oliver Stone, Platoon.
Le Danze Armene di Alfred Reed (compositore statunitense recentemente scomparso)
chiudono la sequenza di accostamenti giungendo a un “opposto” di estremo contrasto con la
“semplicità” mozartiana iniziale: il tributo al compositore Gomidas Vartabed e alla musica
popolare della lontana repubblica caucasica. Composizione originale per symphonic band
degli anni Settanta, il lavoro di Reed appare “monumentale” per densità di scrittura e
ricerca timbrica e vero esempio delle poliedriche potenzialità dell’ensemble di fiati.
Fabrizio Tallachini
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard