FOGLIO INFORMATIVO N. 13.005 SERVIZIO FINANZIAMENTI

annuncio pubblicitario
FOGLIO INFORMATIVO N. 13.005
SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
(Versione numero 16 aggiornata al 01/06/2017)
SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
INFORMAZIONI SULLA BANCA
Crédit Agricole Cariparma S.p.A.
Sede legale: Via Università 1 – 43121 Parma
Telefono: 800 771100
Indirizzo di posta elettronica: [email protected] Sito internet: www.credit-agricole.it
Iscritta all’Albo delle Banche al n. 5435. Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale
di Garanzia. Capogruppo del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari al n. 6230.7.
Soggetta all’attività di Direzione e Coordinamento di Crédit Agricole S.A.
SOGGETTO CHE CURA L’OFFERTA FUORI SEDE
Nome e Cognome / Ragione Sociale
Sede (indirizzo)
Telefono
Email
CHE COS’È IL SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
CARATTERISTICHE
Il Servizio Finanziamenti Estero è volto a soddisfare le esigenze dei Clienti, titolari di un conto corrente di
corrispondenza, che chiedono di effettuare operazioni con l’estero e/o in divisa. Le tipologie di operazioni rientranti in tale
Servizio sono:
1. Finanziamenti in divisa: sono linee di credito concesse a fronte di esigenze di credito dei clienti e non legati ad una
specifica finalità e/o operazione commerciale. Possono esser concessi ad aziende e possono essere in euro e/o in
divisa nel caso di clientela “non residente” e solo in divisa per clientela “residente”.
2. Finanziamenti Import: sono linee di credito, in euro o in divisa, concesse ad aziende italiane per l’acquisto di merci o
servizi all’estero.
3. Anticipi Export: sono linee di credito concesse ad aziende italiane per anticipare i crediti derivanti da esportazioni di
merci o forniture di servizi già effettuate o da effettuare.
L'utilizzo delle linee di credito avviene tramite accredito in conto corrente dell'importo
I Finanziamenti / Anticipi possono essere regolati tramite:
• evidenza a "partita": che consente di gestire i singoli utilizzi come partite singole e distinte. I tassi di interesse e le
scadenze sono gestiti autonomamente su ciascuna partita e la liquidazione degli interessi avviene all’atto della
lavorazione di ognuna di esse e alla scadenza pattuita. Possono essere regolati con evidenza a "partita" i
Finanziamenti in divisa, i Finanziamenti Import e gli Anticipi Export sia in Euro che in divisa;
• evidenza a "scalare": che consente di gestire i singoli utilizzi (anticipi o finanziamenti) con il metodo “a scalare”. Gli
interessi dovuti, in misura fissa o indicizzata, a fronte degli utilizzi sono addebitati automaticamente al cliente alla
scadenza di ogni periodo di liquidazione: fine marzo, giugno, settembre e dicembre, di ogni anno. Possono essere
regolati a "scalare" solo i Finanziamenti in divisa, i Finanziamenti Import e gli Anticipi Export in Euro.
Alla scadenza pattuita il cliente è tenuto a rimborsare alla banca quanto dovuto per capitale, interessi e spese.
Rischi specifici legati alla tipologia di contratto
Tra i principali rischi vanno tenuti presenti:
- per i finanziamenti a tasso fisso l’impossibilità di beneficiare delle fluttuazioni dei tassi al ribasso;
- per i finanziamenti a tasso fisso indicizzato a parametro la variazione di tasso in senso sfavorevole quale
conseguenza dell’andamento dei mercati finanziari;
- per i finanziamenti espressi in valuta diversa dall’euro, il rischio di cambio, rappresentato dall’alea circa la variazione
dei tassi di cambio, della valuta estera rispetto all’euro in relazione al finanziamento stipulato;
- per i soli Anticipi Export il mancato pagamento da parte del debitore del contratto anticipato.
FOGLIO INFORMATIVO N. 13.005
SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
(Versione numero 16 aggiornata al 01/06/2017)
PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE
Simulazione impatto economico da apprezzamento della valuta del 20%
Esempio riferito ad Apertura di Credito di € 1.500,00 con utilizzo in divisa di durata 3 mesi al tasso pari a 8,75%.
Spese e commissioni previste: - accensione (11 €) - estinzione (11 €) - CDF (0,50 % trimestrale)
Controvalore da
Controvalore
versare a scadenza
Apprezzamento all'estinzione (in divisa
(in divisa e
del tasso di
comprensivo di spese e
comprensivo di
cambio
interessi*)
spese e interessi) a
del 20%
con apprezzamento del
parità di tasso di
cambio
cambio
Tasso di
cambio
all'accensione
(rilevazione del
01.12.2016
Controvalore
utilizzo
(Divisa)
AUD - dollaro
Australia
1,064
1.595
1.661
1,276
1.993
332
CAD - dollaro
Canada
0,853
1.279
1.331
1,023
1.598
266
CHF - franco
Svizzera
7,440
11.160
11.621
8,928
13.945
2.324
DKK - corona
Danimarca
1,423
2.135
2.223
1,708
2.667
445
GBP - sterlina
Gran Bretagna
120,480
180.720
188.173
144,576
225.808
37.635
JPY - yen
Giappone
1,080
1.620
1.687
1,296
2.025
337
NOK - corona
Norvegia
9,019
13.529
14.086
10,823
16.904
2.817
SEK - corona
Svezia
9,754
14.631
15.234
11,705
18.281
3.047
USD - dollaro
USA
1,429
2.144
2.232
1,715
2.678
446
ZAR - rand
Sudafrica
14,890
22.334
23.255
17,867
27.906
4.651
DIVISA
Maggior costo
(in divisa)
QUANTO PUÒ COSTARE IL SERVIZIO FINANZIAMENTO ESTERO
Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)
Esempio: Affidamento di 1.500 EURO di DURATA 3 MESI, utilizzato per intero dal momento della conclusione del
contratto e per l’intera durata del medesimo.
Tasso Fisso
TAEG
12,849%
Esempio: Affidamento di 1.500 Dollari alla data del 1/12/2016 di DURATA 3 MESI, utilizzato per intero dal momento
della conclusione del contratto e per l’intera durata del medesimo.
Tasso fisso indicizzato
al Libor
TAEG
10,328%
Esempio: Affidamento di 1.500 EURO di DURATA 3 MESI, utilizzato per intero dal momento della conclusione del
contratto e per l’intera durata del medesimo.
Tasso fisso indicizzato
al Tasso d’Istituto
TAEG
10,888%
I costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono ad un profilo di operatività, meramente indicativo, stabilito
dalla Banca d’Italia, di aperture di credito su conto corrente. Per saperne di più consultare il sito www.bancaditalia.it
FOGLIO INFORMATIVO N. 13.005
SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
(Versione numero 16 aggiornata al 01/06/2017)
ll Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 L.108/96 (c.d. “legge antiusura”), relativo alle operazioni di
“anticipi, sconti commerciali” per i Finanziamenti Import e Anticipi Export e di “altri finanziamenti alle famiglie e alle
imprese” per i Finanziamenti in Divisa, può essere consultato sull’apposito cartello affisso nei locali della Banca e sul sito
internet www.credit-agricole.it
.
VOCI
COSTI
Fino al 100% dell’importo corrispondente alla linea di fido erogata.
Importo finanziabile
Per gli Anticipi Export su contratto: 50% dell’importo del contratto; per gli Anticipi Export su
fattura: 80% dell’importo della fattura.
Fino a 18 mesi
Durata
Per i soli Finanziamenti generici massimo 6 mesi
Rimborso
In un’unica soluzione alla scadenza contrattuale prevista. Il capitale da rimborsare è da
intendersi espresso nella divisa negoziata.
Divisa
- Euro
- Valuta extra UEM
Tasso Fisso – per i soli affidamenti in Euro
Tasso Annuo a debito Nominale
8,7500%
Tasso fisso indicizzato a parametro
Tasso Annuo a debito Nominale
Tasso di interesse
nominale annuo
Parametri di indicizzazione:
- Tasso interbancario (Libor), per operazioni nella stessa divisa del
finanziamento e per pari durata
0,8842%
- Tasso di Istituto, quotato giornalmente dalla Banca per operazioni
nella stessa divisa del finanziamento e per pari durata
0,9471%
Spread
+ 6 punti
Tasso per rinnovo affidamenti
Commissione
Disponibilità Fondi
(calcolata sull’importo
dell’affidamento
concesso in proporzione
alla durata - giorni
effettivi - dello stesso e
addebitata al termine di
ogni trimestre solare)
Spese per la gestione
del rapporto
Parametro di
indicizzazione + spread
Esempio di calcolo: su un trimestre di 92 gg, con affidamento
concesso di
importo costante nel trimestre (€ 1.500,00) :
(1.500x0,50x92)/(92x100) = 7,50 euro
Su un trimestre di 92 gg con ipotesi di affidamento di importo
variabile nel
Trimestre (€ 2.000,00 per il primo mese aumentati a € 5.000,00per
i restanti due mesi): [(2.000x31)+(5.000x61)]x0,50/(92x100) =
19,94 euro
Tasso in essere + 0,25
punti
0,50% su base
trimestrale
Importo massimo
10.000,00 euro
Accensione
11,00 euro
Proroga
11,00 euro
Estinzione
11,00 euro
Modifica/Variazione
11,00 euro
Invio comunicazioni
periodiche
Documento di sintesi in formato cartaceo
0,85 euro
Documento di sintesi in formato elettronico
0,00 euro
FOGLIO INFORMATIVO N. 13.005
SERVIZIO FINANZIAMENTI ESTERO
(Versione numero 16 aggiornata al 01/06/2017)
ALTRE CONDIZIONI
Informativa precontrattuale: 2,50 euro (commissione per il rilascio del contratto idoneo per la stipula)
Valuta di erogazione finanziamenti in euro: Giorno operazione
Valuta di erogazione finanziamenti in divisa: 2 Giorni
RECESSO E RECLAMI
Recesso
La Banca ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento, anche con comunicazione verbale, dall’apertura di credito
concessa, nonché di ridurla o di sospenderla. Per il pagamento di quanto eventualmente ancora dovuto, per i
finanziamenti/anticipazioni in essere, sarà dato al Cliente, con lettera raccomandata, un preavviso non inferiore ad un
giorno. Nel caso in cui il Cliente decida di recedere anticipatamente dal contratto potrà farlo in qualsiasi momento, dando
comunicazione scritta alla Banca, mediante lettera raccomandata, e provvedendo ad estinguere tutti i
finanziamenti/anticipazioni erogate ed eventualmente ancora in essere. Nel caso in cui i finanziamenti/anticipazioni
ancora in essere siano stati erogati in divisa, il Cliente dovrà altresì riconoscere alla Banca gli importi corrispondenti alle
eventuali perdite conseguenti al differenziale dei tassi di cambio il cui ammontare gli verrà comunicato in sede di
chiusura delle anticipazioni stesse. In ogni caso il recesso ha l’effetto di sospendere immediatamente l’utilizzo
dell’apertura di credito concessa
Reclami
I reclami vanno inviati al Servizio Reclami Crédit Agricole Cariparma S.p.A. (Via Università, 1 - 43121 Parma - indirizzo
mail: [email protected]) che deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento.
Se il Cliente non è soddisfatto della risposta, o se non ha avuto risposta entro 30 giorni, può - qualora ne sussistano i
presupposti - presentare ricorso a:
- Arbitro Bancario Finanziario (“ABF”), secondo le modalità reperibili sul sito www.arbitrobancariofinanziario.it o presso
qualunque filiale della Banca o della Banca d’Italia;
- Conciliatore Bancario, anche in assenza di preventivo reclamo. Per sapere come rivolgersi al Conciliatore si può
consultare il sito www.conciliatorebancario.it.
Il Cliente ha in ogni caso la facoltà di avvalersi in ogni momento dei mezzi di tutela giurisdizionale previsti dalla legge o
dal contratto.
Risoluzione stragiudiziale delle controversie - Clausola di mediazione
Per la risoluzione stragiudiziale delle controversie che possono insorgere tra Banca e Cliente, in dipendenza del
contratto di Finanziamento la Banca e il Cliente, fatti salvi eventuali obblighi di legge, hanno la facoltà di esperire il
procedimento di mediazione di dette controversie solamente avanti all’Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal
“Conciliatore Bancario Finanziario”, Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie
ADR (iscritto al n. 3 del registro degli organismi di mediazione tenuto dal Ministero della Giustizia) ovvero, a scelta della
parte promuovente, all’Organismo di Conciliazione Forense di Milano (iscritto al n. 36), o all’Organismo di mediazione
forense di Roma (iscritto al n. 127), o all’Organismo di Mediazione dell'Ordine degli Avvocati di Napoli (iscritto al n. 267),
o agli Organismi istituiti rispettivamente dall’Ordine degli Avvocati di Piacenza, Parma, Pordenone e La Spezia, ovvero
ad ogni altro organismo iscritto nel medesimo registro previo accordo con l’altra parte. Resta ferma la possibilità di
esperire il procedimento istituito in attuazione dell’art 128-bis del T.U.B. per le materie ivi regolate.
LEGENDA
Commissione di disponibilità fondi
E’ la spesa calcolata sull’importo dell’affidamento concesso in
proporzione alla durata (giorni effettivi) dello stesso e addebitata al
termine di ogni trimestre solare
Divisa
Liquidazione
Unità di misura monetaria diversa dall’euro
Calcolo e determinazione periodica degli interessi riguardanti il
finanziamento.
Frequenza con cui vengono calcolati gli interessi.
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero
dell’economia e delle finanze come previsto dalla legge sull’usura.
Per verificare se un tasso di interesse è usurario e, quindi, vietato,
bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il tasso soglia
dell’operazione e accertare che quanto richiesto dalla banca non sia
superiore.
Tasso di riferimento, diffuso giornalmente dalla Federazione Bancaria
Europea, che misura il costo del denaro a breve termine applicato fra
le banche nell’area Euro per le varie divise trattate.
Unione Europea Monetaria
Periodicità di liquidazione
Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM)
Tasso interbancario lettera sulle
Eurodivise
UEM
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard