bollettino ufficiale

annuncio pubblicitario
Anno XLV
Repubblica Italiana
BOLLETTINO UFFICIALE
della Regione Toscana
("- *'"!36'0$'&*
Firenze
Bollettino Ufficiale: piazza dell'Unità Italiana, 1 - 50123 Firenze - Fax: 055 - 4384620
E-mail: [email protected]
'*''"//&)*#5 &'"!"''"$&*)"*. )+0'& /*". '0.&1(")/"&)#*-(!&$&/'"'+0'& 2&*)"11&")"!&)*-(&'("- *'"!3* *(0),0"*$)&,0'1*'/.")"-11&.&')" "..&/"!!&1&.*&)/-"
+-/&."+-/"
L’accesso alle edizioni del B.U.R.T., disponibili sul sito WEB della Regione Toscana, è libero, gratuito e senza limiti di tempo.
"'' Parte Prima.&+0'& )*'*//0/*-"$&*)'"'"'"$$&"&-"$*'(")/&!"''"$&*)")*) %
$'&"1")/0'&/"./& **-!&)/&&'
"$'&//&!&+-*$-((2&*)"!"$'&-$)&+*'&/& &//&!"$'&-$)&
+*'&/& &-"'/&1&''4&)/"-+-"/2&*)"!&)*-("$&0-&!& %"//&-"'/&1&&-"#"-")!0()*) %//&!"''*-/"
*./&/02&*)'""!"$'&-$)&$&0-&.!&2&*)'&+"-$'&//&)*-(/&1& *&)1*'$")/&'"$&*)"*. )'"*-!&
))2"!"$'&*-$)&-"$&*)'&
"'' Parte Seconda .&+0'& )*$'&//&!"''"$&*)"!"$'&)/&* '&!&)/&+0'& &*!&'/-&
)/&"!-$)&' 0&+0'& 2&*)".&+-"1&./&)'"$$&"-"$*'(")/&!"''*//**!"''"$&*)"$'&//&
!"''"$&*)"1")/& -//"-"!&##0.&1*$")"-'"//&!"$'&-$)&!&!&-"2&*)"((&)&./-/&1!"''"$&*)"
1")/& -//"-"*-$)&22/&1*$")"-'"
"'' Parte Terza.&+0'& )*&)!&"$'&11&.&!& *) *-.*&)!&"$'&11&.&+"-'//-&02&*)"!&
*-."!&./0!&*&) -& %& *)/-&0/&.*11")2&*)&")"5 &" *)*(& &"5))2&-&"'"-"'/&1"$-!0/*-&"
!"''"$&*)"!"$'&)/&* '&"!"$'&'/-&)/&+0'& &.&+0'& )*&)*'/-"&5)&!"'''*-*(..&(
*)*. &&'&/) %"&)!&"$'&11&.&!&. &+'&)/&!'''"$$"-"$&*)'"'0$'&*)
*-("&)
(/"-&!& *)/-//&+0'& &"-"'/&1"!&.+*.&2&*)&.0''.& 0-"22"-"$*'-&/!"''1*-*
&. 0) +-/" *(+-")!" ' ./(+ !& 0++'"(")/& &)/ ''"!&2&*)" *-!&)-& !& -&#"-&(")/*
+"-'+0'& 2&*)"!&//&!&+-/& *'-"1*'0(&)*.&/" *(+'"..&/*&)+-".")2!&.+" &5 %"".&$")2"
*))".."''/&+*'*$&!"$'&//&
2
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
SOMMARIO
CONCORSI
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione
Sociale
Settore Ricerca, Innovazione e Risorse Umane
DECRETO 4 luglio 2014, n. 2783
certificato il 04-07-2014
D.D. 937 del 13/03/2014 - Ammissione candidati
al concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale 2014/2017 della Regione
Toscana.
pag. 6
_____________
PAR FAS 2007-2013. Linea di Azione 1.4a “sostegno ai processi di integrazione aziendale”. D.D. 4834
del 12/11/2013 “Bando per la costituzione e lo sviluppo
di reti tra imprese”. Approvazione della graduatoria
delle domande ammesse e dell’elenco delle domande
non ammesse.
” 30
_____________
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e
Lavoro
Settore Formazione e Orientamento
DECRETO 16 giugno 2014, n. 2751
certificato il 03-07-2014
COMUNE DI MONTERIGGIONI (Siena)
Avviso di mobilità riservato a dipendenti della
P.A. per la copertura di n. 1 posto di “Istruttore Tecnico” cat C.
” 22
_____________
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 11
EMPOLI (Firenze)
Avviso di mobilità, per titoli e colloquio, tra
Aziende ed Enti del comparto Sanità, per la copertura di n. 1 posto a tempo indeterminato di Dirigente
Medico nella disciplina di Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, ai sensi dell’art. 20 del CCNL
Area Dirigenza Medica e Veterinaria sottoscritto in
” 22
data 8/6/2000 e ss.mm. ii.
_____________
ESTAV NORD-OVEST PISA
Revoca del concorso pubblico, per titoli ed esami,
per la copertura a tempo indeterminato di n. 8 posti
di collaboratore professionale Assistente Sociale. ” 30
CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI
Legge 53/00 art. 6 comma 4 avviso pubblico per
il finanziamento di progetti di formazione rivolti ad
imprese che hanno sottoscritto contratti di solidarietà.
Ammissione a finanziamento progetto RIQUALI.TAR
presentato dall’Associazione SMILE TOSCANA.
Assunzione di impegno di spesa.
” 35
_____________
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2769
certificato il 03-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto di paesaggio Cecina Volterra” presentato dalla Regione
Toscana - Settore “Tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio”.
” 36
_____________
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2770
certificato il 03-07-2014
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Ricerca Industriale, Innovazione e
Trasferimento Tecnologico
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto di valorizzazione del Sito Unesco Ville e Giardini Medicei in
Toscana” presentato dalla Regione Toscana - Settore
“Valorizzazione del Patrimonio Culturale”.
” 40
_____________
DECRETO 11 giugno 2014, n. 2681
certificato il 30-06-2014
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2771
certificato il 03-07-2014
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Completamento
del sistema tramviario nell’Area Metropolitana
Fiorentina - Sesto Fiorentino”, presentato dalla Regione Toscana - Area di coordinamento “Mobilità ed
infrastrutture”.
” 43
_____________
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Politiche Orizzontali di Sostegno alle Imprese
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2787
certificato il 04-07-2014
L.R. 21/2008 “Promozione dell’imprenditoria giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di
ammortizzatori sociali”. Approvazione graduatorie
marzo 2013 per contributi in c/interessi.
” 46
_____________
Direzione Generale Presidenza
Area di Coordinamento Risorse Finanziarie
Settore Contabilità
DECRETO 7 luglio 2014, n. 2797
certificato il 07-07-2014
Art. 44 L.R. 77/2013 e delibera G.R. Toscana n.
100/2014: riapertura dei termini per l’adesione degli
intermediari finanziari disponibili ad effettuare operazioni di acquisto pro-soluto di crediti vantati da
imprese italiane o imprese estere con sedi operative in
Italia, nei confronti degli Enti del Servizio Sanitario
Regionale della Toscana, alle condizioni previste dal
Protocollo d’intesa Regione Toscana-ASSIFACT del
” 53
10/03/2014.
_____________
3
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Sviluppo Rurale
Settore Programmazione Agricola-Forestale,
Zootecnia, Sistemi Informativi, Promozione e
Comunicazione in Agricoltura
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2801
certificato il 07-07-2014
Misura 215 del PSR Toscana 2007-2013. Approvazione dell’elenco di liquidazione n. 545/2014 per le
” 74
domande di pagamento annue - annualità 2013.
_____________
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e
Lavoro
Settore Lavoro
DECRETO 3 luglio 2014, n. 2811
certificato il 07-07-2014
Modifica al d.d. 2157/2014 “Approvazione richieste di concessione di integrazione al reddito per i
lavoratori che aderiscono ai contratti di solidarietà”
- revoca parziale nei confronti dell’azienda EFFEPI
MARMI SRL.
” 76
_____________
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Sviluppo Rurale
Settore Programmazione Agricola-Forestale,
Zootecnia, Sistemi Informativi, Promozione e
Comunicazione in Agricoltura
DECRETO 3 luglio 2014, n. 2821
certificato il 07-07-2014
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Turismo, Commercio e
Terziario
Settore Disciplina, Politiche e Incentivi del Commercio
e Attività Terziarie
Reg. CE n. 1698/05. Reg UE n. 335/2013. Reg. UE
n. 1310/2013. Sottomisura 214 azione b.1. Modifica al
bando approvato con D.D. n. 2424/14.
” 80
_____________
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2799
certificato il 07-07-2014
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Infanzia
POR CREO 2007/2013 - Linea di intervento 1.3E
“Innovazione settore terziario e servizi - Turismo/
commercio e servizi connessi - Sale cinematografiche”- Approvazione graduatoria bando scadenza
15.02.2014.
” 68
_____________
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2822
certificato il 07-07-2014
L.R. 32/2002. Anticipazione regionale FSE 2014/2020.
4
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Avviso pubblico per la realizzazione di “Progetti di
conciliazione vita familiare - vita lavorativa” rivolti ai
servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) - a.e.
2014/2015 - di cui al D.D. n. 2553/2014. Sostituzione
articolo 6 errore materiale.
” 81
_____________
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Infanzia
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
Deliberazione della Giunta Regionale n. 104/2014.
Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle
scuole dell’infanzia paritarie, private e degli enti
locali (3-6 anni) - buoni scuola - a.s. 2014/2015 approvato con D.D. n. 697/2014 e modificato con il D.D. n.
” 100
886/2014. Sostituzione allegato A.
_____________
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2826
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Museo”
presentato dal Comune di Pistoia.
” 84
_____________
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2829
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Risparmio
energetico” presentato dal Comune di Pistoia.
” 87
_____________
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2830
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Percorsi”
presentato dal Comune di Pistoia.
” 90
_____________
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2831
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Copertura parcheggio a verde” presentato dal Comune
di Pistoia.
” 94
_____________
DECRETO 30 giugno 2014, n. 2871
certificato il 09-07-2014
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Istruzione e Educazione
DECRETO 9 luglio 2014, n. 2880
certificato il 09-07-2014
Integrazione elenco candidature ammesse per la
costituzione dei Poli Tecnico Professionali ai sensi
” 108
dell’Avviso di cui al D.D. 4782/2013.
INCARICHI
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 8
AREZZO
Avviso pubblico Tirocinio formativo extracurriculare (Progetto GiovaniSì della Regione Toscana) ” 111
_____________
Avviso con procedura di valutazione comparativa
ex art. 7, comma 6, D.Lgs. 165/01, per l’affidamento
di un incarico libero professionale per progetto biennale relativo all’attività di supporto scientifico all’Ufficio Ricerca Clinica dell’ASL 8.
” 115
_____________
CONSORZIO DI BONIFICA 3 MEDIO VALDARNO
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2832
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto città della
casa” presentato dal Comune di Pistoia.
” 97
_____________
Nomina Direttore Generale del Consorzio 3 Medio
Valdarno - Avviso pubblico per la manifestazione di
interesse. Ai sensi dell’art. 21, comma 1, della L.R.
79/2012 e succ. mod.
” 123
_____________
ESTAV SUD-EST SIENA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio,
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel
profilo di Dirigente Medico - discipline: Pediatria e
Neonatologia per la direzione della “U.O.C. Pediatria/
Neonatologia” dello stabilimento Ospedaliero di Nottola presso l’Azienda USL 7 Siena.
” 123
_____________
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per
il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel profilo di Dirigente Medico - disciplina: Gastroenterologia
per la direzione della “U.O.C. Gastroenterologia”
” 134
dell’Azienda USL 9 Grosseto.
_____________
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio,
per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel
profilo di Dirigente Medico - disciplina: Cardiologia
per la direzione della “U.O.C. Emodinamica”
dell’Azienda USL 9 Grosseto.
” 144
BORSE DI STUDIO
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 10
FIRENZE
Avviso pubblico per n. 1 Borsa di Studio - Per il progetto: ERA “Early Arthritis Florence: diagnosi precoce
artrite reumatoide”, finanziato da Pfizer Italia S.r.l.
” 154
Riapertura termini di scadenza del Bando.
AVVISI DI GARA
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Organizzazione
Settore Patrimonio e Logistica
Avviso di aggiudicazione di appalto per i servizi
assicurativi a favore della Regione Toscana - Giunta
5
Regionale e degli Enti regionali, degli Organismi e
” 157
Aziende istituite con Legge Regionale.
_____________
Direzione Generale Politiche Mobilità,
Infrastrutture e Trasporto Pubblico Locale
Area di Coordinamento Trasporto Pubblico Locale
Bando di gara per acquisizione di servizi di supporto al Contact center della mobilità ed al numero
verde per la gestione dei reclami degli utenti del trasporto pubblico locale della Regione Toscana - CIG:
” 165
57376602D1, CUP: D11G14000000002.
_____________
AZIENDA REGIONALE DIRITTO ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DELLA TOSCANA
Esito gara con il sistema della procedura aperta
del servizio di ideazione, organizzazione e gestione dell’iniziativa “[email protected]” in programma a
Firenze, Pisa e Siena dal 28/7/2014 al 1/8/2014 - FSE
POR CRO 2007 - 20013. CIG n. 5729375DCE - CUP
” 173
n. C32FI2000020006.
AVVISI DI RETTIFICA
- Avvisi di gara
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Settore Formazione e Orientamento
Servizio di assistenza tecnica per la gestione ed
il monitoraggio del sistema regionale degli standard
professionali e per il riconoscimento e certificazione
delle competenze (CIG 562827791A) (Pubblicato sul
” 175
B.U. n. 26 del 02/07/2014 parte terza).
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
6
CONCORSI
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione
Sociale
Settore Ricerca, Innovazione e Risorse Umane
DECRETO 4 luglio 2014, n. 2783
certificato il 04-07-2014
D.D. 937 del 13/03/2014 - Ammissione candidati
al concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale 2014/2017 della Regione
Toscana.
IL DIRIGENTE
Visto quanto disposto dall’art 2 della LR 1/2009,
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale” che definisce i rapporti tra gli organi di
direzione politica e la dirigenza;
Visto quanto disposto dagli artt 6 e 9, della sopra
citata LR 1/2009, inerenti le competenze dei responsabili
di settore;
Visto il decreto n. 686 del 12/03/2013 con il quale il
sottoscritto è stato nominato dirigente responsabile del
Settore “Ricerca, Innovazione e Risorse Umane”;
Visto il D. Lgs. 368 del 17 agosto 1999 “Attuazione
della direttiva CEE in materia di libera circolazione dei
medici e di reciproco riconoscimento dei loro diplomi,
certificati ed altri titoli” ed in particolare il titolo IV,
Capo I – “Formazione specifica in medicina generale”,
come modificato dal D. Lgs. n. 277 del 08/07/2003
“Attuazione della direttiva 2001/19/CE che modifica
le direttive del Consiglio relative al sistema generale di
riconoscimento delle qualifiche professionali e le direttive del Consiglio concernenti le professioni di infermiere
professionale, dentista, veterinario, ostetrica, architetto,
farmacista e medico”;
Visto il D.M. del 07/03/2006 recante “Principi fondamentali per la disciplina unitaria in materia di formazione specifica in medicina generale”;
Visto il D.D. 937 del 13/03/2014 con il quale è stato
approvato ed emanato il bando di concorso pubblico per
esami per l’ammissione al corso triennale di formazione
specifica in medicina generale 2014/2017 della Regione
Toscana, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 12 del 26/03/2014 - parte III;
Considerato che ai sensi dell’art. 25 comma 4 del D.
Lgs. 368/99 e s.m.i. il Ministero della Salute stabilisce
il giorno e l’ora della prova concorsuale e che ne deve
essere data comunicazione ai candidati almeno 30 giorni prima a mezzo di avviso pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale della Repubblica Italiana - IV Serie speciale
- concorsi ed esami;
Atteso che il Ministero della Salute ha fissato la data
del concorso il giorno 17 settembre 2014 con inizio della
prova concorsuale alle ore 10,00 e ne ha dato comunicazione a mezzo avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale
n. 33 del 29/04/2014 - IV serie speciale – concorsi ed
esami;
Preso atto che i requisiti di ammissione indicati
dall’art. 2, comma 1 del bando di concorso di cui al
D.D. 937/2013, che devono essere posseduti alla data
di scadenza del termine utile per la presentazione della
domanda, sono:
a) Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri
dell’Unione Europea;
oppure: -essere cittadino non comunitario, in possesso di un diritto di soggiorno o di un diritto di soggiorno
permanente, essendo familiare di un cittadino comunitario (art. 38, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001);
oppure: -essere cittadino non comunitario con permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo CE
(art. 38, comma 3-bis, del d.lgs. n. 165/2001);
oppure: -essere cittadino non comunitario, titolare
dello status di rifugiato (art. 38, comma 3-bis, del d.lgs.
n. 165/2001);
oppure: -essere cittadino non comunitario, titolare
dello status di protezione sussidiaria (art. 38, comma
3-bis, del d.lgs. n. 165/2001);
b) Laurea in medicina e chirurgia;
c) Abilitazione all’esercizio professionale;
d) Iscrizione all’albo professionale dei medici di un
ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Repubblica Italiana;
Verificato che le domande valide presentate sono
state 729 e che l’ammissione dei candidati è stata effettuata in base ai dati dichiarati dai medesimi nella domanda di partecipazione al concorso;
Ritenuto:
- di ammettere al concorso n. 729 candidati riportati
nell’elenco allegato A) che, dall’esame delle domande,
conformi all’art. 3 del bando di ammissione, dichiarano
il possesso dei requisiti richiesti;
Atteso che, in base all’art. 4 comma 4 del citato bando di concorso, del luogo della prova scritta e
dell’ora di convocazione dei candidati è data comunicazione ai candidati stessi a mezzo avviso da pubblicarsi
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
nel Bollettino Ufficiale della Regione, allegato B) al
presente provvedimento;
Vista la L.R. 23/07 e la DGR 934/07;
DECRETA
1) di ammettere al concorso per l’ammissione al
corso triennale di formazione specifica in medicina
generale 2014/2017, emanato con decreto dirigenziale n.
937 del 13/03/2014, n. 729 candidati riportati nell’allegato A), parte integrante del presente decreto;
2) di dare comunicazione ai candidati ammessi della
7
data, del luogo e dell’ora di svolgimento del concorso
mediante pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della
Regione Toscana, secondo quanto indicato nell’ allegato
B), parte integrante del presente decreto.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente Responsabile
Alberto Zanobini
SEGUONO ALLEGATI
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
8
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
Medico
ACQUARO MARIA ROSARIA
ADDEVICO FRANCESCO
ADORNI VERONICA
AFSHAR SARA
AGNELLI LEONARDO
AIELLO GIOVANNI
AIUVALASIT MARTINA
ALBANO ELEONORA
ALDERIGHI CHIARA
ALEXOPOULOU MAGDALINI
AMENDOLA CHIARA
AMMIRATI LUIGI ANTONIO
ANDREI VALENTINA
ANGELI MARTINA
ANGELINI JACOPO
ANGELINO AMALIA
ANZIATI MARTINA
ARCES FRANCESCO
ARMIENTI ENRICA
ARNETOLI FEDERICA
ARNETOLI VALENTINA
AROSTINI SARA
ASADCHANKA IRYNA
ATZORI STEFANO
BACCI TOMMASO
BADII MARIA CHIARA
BAGGIANI GIOIA
BAGLIONI MARCO
BAGNOLI MARINA
BALDACCINI DAVIDE
BALDINI ALICE
BALESTRINO TIZIANO
BALLERINI LINDA
BAMBI LUCIA
BANDINELLI DILETTA
BANDINI GIULIA
BANDINI SILVIA
BARALE DANIEL
BARATTO FRANCESCO
BARBIERI GRETA
BARBIERI MARIACRISTINA
BARDELLI MATTEO
BARGELLINI TATIANA
BARONE SARA
BARONI ALESSIA
BARONI CLARA
BARONI ELEONORA
BARSACCHI MARINA
BARSANTI FRANCESCO
BARSOTTI FRANCESCO
BARSOTTI SARA
BARTALUCCI ALICE
BARTOLAMI VERONICA
BARTOLINI MATTEO
BARTOLINI PAOLO
BARZACCHI MARTA
BARZANTI GIULIA
Codice Fiscale
CQRMRS87M44B963D
DDVFNC83L22L833Q
DRNVNC87E62G843N
FSHSRA77P45D612M
GNLLRD86T05A390T
LLAGNN81M24D708N
VLSMTN84B44D612C
LBNLNR88B41E715J
LDRCHR87B54D403G
LXPMDL80D43Z115G
MNDCHR87M51A091D
MMRLNT61S28B968C
NDRVNT88P55A390A
NGLMTN88C46G628G
NGLJCP87P07I726R
NGLMLA88L51B963N
NZTMTN88M52D612V
RCSFNC82M08E205Z
RMNNRC84T41L049L
RNTFRC81P65D612M
RNTVNT84D63D612G
RSTSRA82M54A390G
SDCRYN75H60Z139N
TZRSFN88P13D403S
BCCTMS87B09D403Y
BDAMCH85P43F656C
BGGGIO88T71E625M
BGLMRC86C28E715O
BGNMRN87B55D403S
BLDDVD83B27E625F
BLDLCA88R62D629R
BLSTZN85E28G702E
BLLLND87L42D612I
BMBLCU84P49D403O
BNDDTT88P56M126F
BNDGLI87D67D403J
BNDSLV82R61G687O
BRLDNL77S21L833D
BRTFNC82M29G702S
BRBGRT88A54G088W
BRBMCR72D51C618P
BRDMTT85T13G702N
BRGTTN79A68G713F
BRNSRA88P59D612N
BRNLSS84E63G843D
BRNCLR88M62G843W
BRNLNR84B44D612P
BRSMRN85C46M126J
BRSFNC80T06G628Q
BRSFNC87S24G843L
BRSSRA86B58A657L
BRTLCA88C51E202U
BRTVNC88D41E715R
BRTMTT78R23G999T
BRTPLA87C17G713A
BRZMRT87E46E625L
BRZGLI82S45E625M
Data Nascita
04/08/1987
22/07/1983
22/05/1987
05/09/1977
05/12/1986
24/08/1981
04/02/1984
01/02/1988
14/02/1987
03/04/1980
11/08/1987
28/11/1961
15/09/1988
06/03/1988
07/09/1987
11/07/1988
12/08/1988
08/08/1982
01/12/1984
25/09/1981
23/04/1984
14/08/1982
20/06/1975
13/09/1988
09/02/1987
03/09/1985
31/12/1988
28/03/1986
15/02/1987
27/02/1983
22/10/1988
28/05/1985
02/07/1987
09/09/1984
16/09/1988
27/04/1987
21/10/1982
21/11/1977
29/08/1982
14/01/1988
11/04/1972
13/12/1985
28/01/1979
19/09/1988
23/05/1984
22/08/1988
04/02/1984
06/03/1985
06/12/1980
24/11/1987
18/02/1986
11/03/1988
01/04/1988
23/10/1978
17/03/1987
06/05/1987
05/11/1982
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
9
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
Medico
BASILE ZAIRA
BASTIANI LISA
BECCASIO ALFREDO
BECHERINI CARLOTTA
BELLINI CLAUDIA
BELLUOMINI LORENZO
BELLUOMINI MARIO ANTONIO
BENIGNI SERENA
BERNACCHI GUJA
BERNARDI PAOLO
BERNARDINI MARINA
BERNESCHI LUCIA
BERTI BARBARA
BERTI BEATRICE
BERTI MARCO
BERTOLINI CATERINA
BIAGINI FRANCESCO
BIANCHI NICOLA
BIANCHINI MATTEO
BIANCONI MARTINA
BICCHIERAI GIULIA
BINDI ILARIA
BINDI ILARIA
BIONDI ILARIA
BISOGNI DAMIANO
BLASI ELEONORA
BOCCALINI CARLOTTA
BOLOGNESI SARA
BONCIANI GIULIA
BONTI VIOLA
BONUCCI ANDREA
BORCHI LORENZO
BORGHERESI LAPO
BORGIA ELEONORA
BORSO' ELISA
BOSCHERINI CHIARA
BOTTACCI JACOPO
BOTTARI DIEGO
BOTTI MATTEO
BRACALI ILARIA
BRACONI FRANCESCA
BRAHIMI BRUNILDA
BRAVI STEFANIA
BRESCHI PAOLO
BROGI ELENA
BRUNI SIMONE
BRUNINI ALESSANDRO
BRUNOTTI SARA
BUDA VANESSA
BULLI GIULIA
BULOTTA SARA
BURCHI ELISABETTA
BUTTI DESY
CACACE CONCETTA
CAGNOLO ALESSANDRO
CAIOLI CARLA
CAIZZI MARIA VALERIA
Codice Fiscale
BSLZRA77R61A489B
BSTLSI83H47E715C
BCCLRD87M24L418U
BCHCLT84P46A564N
BLLCLD87B47E202H
BLLLNZ87M22E715B
BLLMNT82H22A657S
BNGSRN82S69D649O
BRNGJU88T41G491X
BRNPLA85T09E715U
BRNMRN87T50A564O
BRNLCU84P68A390L
BRTBBR87H62D612X
BRTBRC86B59G088X
BRTMRC82E22I726C
BRTCRN84R51A944U
BGNFNC88C03G713T
BNCNCL87S30E715U
BNCMTT88L25A657Q
BNCMTN88S60D403S
BCCGLI88M52D403V
BNDLRI76E44A390F
BNDLRI88R52I726E
BNDLRI76L57F032G
BSGDMN88A08G713P
BLSLNR82A45I155G
BCCCLT87R47A564L
BLGSRA79M56L833A
BNCGLI85H61A564H
BNTVLI88A70G713X
BNCNDR82C07D612S
BRCLNZ88M07G713P
BRGLPA83C08D575Y
BRGLNR86A59D612A
BRSLSE75M50G702A
BSCCHR87P43D612T
BTTJCP82C01G713P
BTTDGI82L29G628T
BTTMTT88H28G702P
BRCLRI83M57G713M
BRCFNC87B56I726H
BRHBNL82S60Z100C
BRVSFN87C68D325W
BRSPLA58S07G702W
BRGLNE77E67A657E
BRNSMN87S22I726R
BRNLSN70B24G687R
BRNSRA83C57B832K
BDUVSS84T48H294E
BLLGLI86P50D612N
BLTSRA88D59C352A
BRCLBT88L59D612D
BTTDSY88B45F656A
CCCCCT87H48I862M
CGNLSN86R02G628R
CLACRL64A63D612R
CZZMVL84P48G482H
Data Nascita
21/10/1977
07/06/1983
24/08/1987
06/09/1984
07/02/1987
22/08/1987
22/06/1982
29/11/1982
01/12/1988
09/12/1985
10/12/1987
28/09/1984
22/06/1987
19/02/1986
22/05/1982
11/10/1984
03/03/1988
30/11/1987
25/07/1988
20/11/1988
12/08/1988
04/05/1976
12/10/1988
17/07/1976
08/01/1988
05/01/1982
07/10/1987
16/08/1979
21/06/1985
30/01/1988
07/03/1982
07/08/1988
08/03/1983
19/01/1986
10/08/1975
03/09/1987
01/03/1982
29/07/1982
28/06/1988
17/08/1983
16/02/1987
20/11/1982
28/03/1987
07/11/1958
27/05/1977
22/11/1987
24/02/1970
17/03/1983
08/12/1984
10/09/1986
19/04/1988
19/07/1988
05/02/1988
08/06/1987
02/10/1986
23/01/1964
08/09/1984
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
10
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
115
116
117
118
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
Medico
CALABRESE ILARIA
CALABRESE MARIANGELA
CALABRESI EMANUELE
CALDERANI ENRICO
CALISTRI ELISA
CALOGERO ENRICO
CALONACI ANDREA
CAMBI CHRISTINA
CAMILLETTI ANNA CHIARA
CAMMI ALLEGRA
CAMPI GIACOMO
CAMPO IRENE
CANGIOLI MATILDE
CANNAVICCI ANGELO
CANOZZI ROBERTO
CAPANO DANIELE
CAPEZZUOLI TOMMASO
CAPOCCELLO GIOVANNA
CAPPELLI SUSANNA
CAPPELLINI GIULIA
CAPPONI FRANCESCO
CAPUTO FEDERICA
CAPUTO ROSILDE
CARDELLA GIACOMO
CARGIOLLI MARTINA
CARMIGNANI DANIELE
CARRAI PAOLO
CARTEI CAROLINA
CASELLI MICHELE
CASIGLIANI RABL SARA
CASSANI SARA
CASSANO GIULIO
CASSIOLI VITTORIA
CASTO MARIA TERESA
CAVACIOCCHI LUDOVICA
CAVALLARO ANNA ELISA
CAVASINI IRENE
CAVAZZA ELENA
CELLI SILVIA
CERABONA PROSPERO
CERRI EUGENIO
CERVI VALENTINA
CERVO ADRIANA
CHACON COELHO LUCIMAR MARIA
CHIARLE CLAUDIA
CHIOCCIOLI LAURA
CHIOSSI LORENZA
CHIRIACO' GIORGIO
CIAMPI ELEONORA
CIANCIO FRANCESCO
CIANETTI GIULIA
CIARDELLA ENZO
CIARFELLA ILARIA
CIEPLAK MAGDALENA MARIA
CIMMARUTA DANIELA
CIPOLLI TOMMASO
CIRIOLO MARCO
Codice Fiscale
CLBLRI88M49L049U
CLBMNG86C71D086O
CLBMNL87T28A390H
CLDNRC85S03G843V
CLSLSE85D54D403P
CLGNRC84A08G912A
CLNNDR88S08G687V
CMBCRS86A65Z114V
CMLNCH81A60E388I
CMMLGR88H49D612P
CMPGCM85A02D612T
CMPRNI87D51D423U
CNGMLD85D48G999H
CNNNGL84M28A462D
CNZRRT82C26C236X
CPNDNL89M02A091F
CPZTMS86A13D612A
CPCGNN75A58F152W
CPPSNN82L44A564K
CPPGLI86T56D612U
CPPFNC77R20A390Y
CPTFRC87S65A489O
CPTRLD87S42L738Z
CRDGCM82A08E715Y
CRGMTN85E55E463X
CRMDNL58P15G702K
CRRPLA86H26D612C
CRTCLN85E55G999H
CSLMHL86H10I726X
CSGSRA84H68G702B
CSSSRA82C45E289M
CSSGLI83P01E625I
CSSVTR79A47F592L
CSTMTR82D42Z604K
CVCLVC87B54D612O
CVLNLS71H50F839Y
CVSRNI76T50G088E
CVZLNE77E64G702E
CLLSLV87H44D612N
CRBPSP87H25G786M
CRRGNE87H23G702K
CRVVNT82D50G843G
CRVDRN88T61L049K
CHCLMR64A41Z602C
CHRCLD66D56B369I
CHCLRA84L42A390L
CHSLNZ86M59H501N
CHRGRG82H05E506T
CMPLNR86B49D612M
CNCFNC87T01C351A
CNTGLI87P51D403Z
CRDNZE78R12G702G
CRFLRI86M60G702K
CPLMDL87S43Z127R
CMMDNL87M70D612P
CPLTMS82M03G713A
CRLMRC77C11D086B
Data Nascita
09/08/1988
31/03/1986
28/12/1987
03/11/1985
14/04/1985
08/01/1984
08/11/1988
25/01/1986
20/01/1981
09/06/1988
02/01/1985
11/04/1987
08/04/1985
28/08/1984
26/03/1982
02/08/1989
13/01/1986
18/01/1975
04/07/1982
16/12/1986
20/10/1977
25/11/1987
02/11/1987
08/01/1982
15/05/1985
15/09/1958
26/06/1986
15/05/1985
10/06/1986
28/06/1984
05/03/1982
01/09/1983
07/01/1979
02/04/1982
14/02/1987
10/06/1971
10/12/1976
24/05/1977
04/06/1987
25/06/1987
23/06/1987
10/04/1982
21/12/1988
01/01/1964
16/04/1966
02/07/1984
19/08/1986
05/06/1982
09/02/1986
01/12/1987
11/09/1987
12/10/1978
20/08/1986
03/11/1987
30/08/1987
03/08/1982
11/03/1977
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
11
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
172
173
174
175
176
177
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
Medico
COCHETTI ANDREA
COMMARE ARIANNA
CONTE CHIARA
CONTROZZI TIZIANA
CORBO VALENTINA RITA
CORI MARIA SOFIA
CORSI ELISABETTA
CORSI LORETTA
CORSINI ARIANNA
CORSINI CATERINA
CORSINI ELISA
CORVINO MIRIAM
COSSU ELISA
COSTANTINO GIANLUCA
CREMONINI CAMILLA
CRISTAUDO AGOSTINO
CRITELLI LUCIA
CROCI STEFANIA
CROCI VALENTINA
CUCCURU LAURA
DAL CANTO MAURIZIO
DAL CANTO SERENA
DALLAGIACOMA GLORIA
DAMIANO DENISE
DAPOTO ANNARITA
DE BERNARDIS NICCOLO'
DE CAPUA ANTONIO
DE FALCO LUISA
DE GREGORIO MARIA GRAZIA
DE GUTTRY GIACOMO
DE LUCA MARIA GIOVANNA
DE MAJO FEDERICA
DE ROSE DOMENICO UMBERTO
DE VITA EMILIA
DEGL'INNOCENTI CLAUDIA
DEL CIONDOLO CORRADO
DEL FRANCO ANNAMARIA
DEL FRATE IRENE
DEL MATTO LAURA
DEL TORTO ALBERICO
D'ELIOS SOFIA
DELLA CROCE EDOARDO
DELL'AGNELLO UMBERTO
DELLE DONNE ARMANDO
DI BIAGIO ANDREA
DI CHIO TERESA
DI FLURI GIORGIA
DI GIACOMO ANNALISA
DI GIACOMO MARTINA
DI LENARDO FRANCESCA ADRIANA
DI STEFANO GIOIA
DIDDI AUGUSTO
DIETERICH TOMMASO
D'IGNAZIO ALESSIA
DINELLI ANDREA
DINELLI VALENTINA
DODARO MARIA GAIA
Codice Fiscale
CCHNDR88C11D612O
CMMRNN87R49D575Y
CNTCHR76R50D612Z
CNTTZN87B61G702R
CRBVNT87R53I726O
CROMSF88E45H501F
CRSLBT87H68G843M
CRSLTT86B41D810B
CRSRNN80C51G843T
CRSCRN87T64D575S
CRSLSE80A53G999U
CRVMRM88L60A509G
CSSLSE78R58G713U
CSTGLC83L12L219P
CRMCLL89D41G702U
CRSGTN77S04H50MU
CRTLCU85L51B774J
CRCSFN81C43C662F
CRCVNT88P49H294Q
CCCLRA88E47B157H
DLCMRZ56L22D612S
DLCSRN84A51G843X
DLLGLR88P53C372I
DMNDNS76C47E625H
DPTNRT84H42A013E
DBRNCL83B03D612U
DCPNTN87B04A783P
DFLLSU87L53I838U
DGRMGR88T44F912V
DGTGCM86S17G628R
DLCMGV86S45D086W
DMJFRC88T41A390N
DRSDNC88S26H919L
DVTMLE87M58I422Y
DGLCLD83M47A564L
DLCCRD78R01A468Z
DLFNMR87T51L219G
DLFRNI78L67E715H
DLMLRA86H50D612X
DLTLRC88E17L113W
DLSSFO88L59D612A
DLLDRD87T17A564S
DLLMRT87D03G702Z
DLLRND79E08B832O
DBGNDR82C16G687S
DCHTRS88M61A285S
DFLGRG80H41E463Y
DGCNLS88S63G702D
DGCMTN81L71G702M
DLNFNC77A51F205O
DSTGIO87A61A564J
DDDGST64M09G999N
DTRTMS85A06E625H
DGNLSS89R52A662Q
DNLNDR81C05E715E
DNLVNT86H70E715N
DDRMRG89E56D086Y
Data Nascita
11/03/1988
09/10/1987
10/10/1976
21/02/1987
13/10/1987
05/05/1988
28/06/1987
01/02/1986
11/03/1980
24/12/1987
13/01/1980
20/07/1988
18/10/1978
12/07/1983
01/04/1989
04/11/1977
11/07/1985
03/03/1981
09/09/1988
07/05/1988
22/07/1956
11/01/1984
13/09/1988
07/03/1976
02/06/1984
03/02/1983
04/02/1987
13/07/1987
04/12/1988
17/11/1986
05/11/1986
01/12/1988
26/11/1988
18/08/1987
07/08/1983
01/10/1978
11/12/1987
27/07/1978
10/06/1986
17/05/1988
19/07/1988
17/12/1987
03/04/1987
08/05/1979
16/03/1982
21/08/1988
01/06/1980
23/11/1988
31/07/1981
11/01/1977
21/01/1987
09/08/1964
06/01/1985
12/10/1989
05/03/1981
30/06/1986
16/05/1989
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
12
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
229
230
231
232
233
234
235
236
237
238
239
240
241
242
243
244
245
246
247
248
249
250
251
252
253
254
255
256
257
258
259
260
261
262
263
264
265
266
267
268
269
270
271
272
273
274
275
276
277
278
279
280
281
282
283
284
285
Medico
DOLCIOTTI CRISTINA
DOMENICHELLI FRANCESCO
DONZELLINI MARTINA
DORONZIO VALERIA MARIA
DOS SANTOS PACHECO ANA RITA
DURANTI ELISA
D'URSO SARA
ERRICHIELLO CARMELA
EVANGELISTA ISABELLA ANNA
FABBRI ELISA
FABBRIZZI ALESSIO
FABBRONI CHIARA
FACCHINI LUDOVICA
FALCIANI FRANCESCA
FALCONE ANNA MARIA
FANCELLI SARA
FANCIULLACCI SAMANTA
FANFANI ALBERTO
FANFANI GIULIA
FANOS MARGHERITA
FANTAPPIE' GIULIA
FANTECHI LORENZO
FANTI ELISA
FANTINI ROSANNA
FARINA MARTA
FARNESI ILARIA
FAZZINI GIULIA
FEDERICI FRANCESCA
FEDI FRANCESCA
FERRARI FEDERICA
FERRARI FILIPPO
FERRAUTO PAOLA CRISTINA
FERRI GIULIA
FERRI NADIA
FERRINI ILARIA
FERRO GIUSY
FIBBI BENEDETTA
FILIDEI ELENA
FINESCHI IRENE
FIORDELLI IRENE
FIORICA ALESSANDRO
FIORINI SERENA
FIORITI MASSIMO
FLORENZI CHIARA
FODALE ANNA
FOLIGNI STEFANO
FONTANA DAVIDE ONOFRIO
FONTANI VALENTINA
FORTINI VALENTINA
FOSSI FRANCESCA
FRANCESCHI MARCO
FRANCESCHINI LAURA
FRANCHINI IACOPO
FRANCIA ALESSANDRO
FRANCINI MARGHERITA
FRANCIONE COSIMO DAMIANO LORENZO
FRANCO ALESSANDRA
Codice Fiscale
DLCCST64D67H501V
DMNFNC86D11D629K
DNZMTN85L59G713L
DRNVRM87B66G712F
DSSNRT87A56Z128O
DRNLSE87D55D575C
DRSSRA82C58G999N
RRCCML89H60F839F
VNGSLL87E41A509O
FBBLSE84E58D612R
FBBLSS86L25D403O
FBBCHR88P69A390U
FCCLVC87P65D575X
FLCFNC87S64E202T
FLCNMR65T59H926A
FNCSRA87A58E202S
FNCSNT87L45D403Y
FNFLRT86L11D612B
FNFGLI88A71A564Q
FNSMGH88E50L781U
FNTGLI87L48D612F
FNTLNZ83T10A564G
FNTLSE83A46D612D
FNTRNN71L53D003F
FRNMRT88A51G752Z
FRNLRI82R62L833B
FZZGLI85D44D629I
FDRFNC77E52B832S
FDEFNC85M60D612V
FRRFRC87E69C236K
FRRFPP86D01I726F
FRRPCR85L51D423Z
FRRGLI83C48D612A
FRRNDA79E46G713N
FRRLRI81C46A390W
FRRGSY88S65D423D
FBBBDT80S53D612E
FLDLNE79P61E625F
FNSRNI83H60I726P
FRDRNI88B41I155J
FRCLSN79M09F839C
FRNSRN85C60D612T
FRTMSM89B15D612Q
FLRCHR87T53G713V
FDLNNA87A63D423K
FLGSFN84C02G999R
FNTDDN86D16G273G
FNTVNT88C70A390B
FRTVNT83E56A390Q
FSSFNC88E70G999P
FRNMRC80C31E625D
FRNLRA78T46F656L
FRNCPI87R30D612V
FRNLSN85D26D403X
FRNMGH83L62L833F
FRNCMD84P07F052C
FRNLSN84T58D612P
Data Nascita
27/04/1964
11/04/1986
19/07/1985
26/02/1987
16/01/1987
15/04/1987
18/03/1982
20/06/1989
01/05/1987
18/05/1984
25/07/1986
29/09/1988
25/09/1987
24/11/1987
19/12/1965
18/01/1987
05/07/1987
11/07/1986
31/01/1988
10/05/1988
08/07/1987
10/12/1983
06/01/1983
13/07/1971
11/01/1988
22/10/1982
04/04/1985
12/05/1977
20/08/1985
29/05/1987
01/04/1986
11/07/1985
08/03/1983
06/05/1979
06/03/1981
25/11/1988
13/11/1980
21/09/1979
20/06/1983
01/02/1988
09/08/1979
20/03/1985
15/02/1989
13/12/1987
23/01/1987
02/03/1984
16/04/1986
30/03/1988
16/05/1983
30/05/1988
31/03/1980
06/12/1978
30/10/1987
26/04/1985
22/07/1983
07/09/1984
18/12/1984
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
13
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
286
287
288
289
290
291
292
293
294
295
296
297
298
299
300
301
302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
315
316
317
318
319
320
321
322
323
324
325
326
327
328
329
330
331
332
333
334
335
336
337
338
339
340
341
342
Medico
FUGA MARIA TECLA
FUSILLI MARIA
FUSTO IRENE
GABELLIERI LUISA
GALLI FRANCESCO
GALLORI DONATELLA
GALZERANO LUCA
GANGAROSSA GABRIELE
GARIGLIANI LAURA
GARUNJA GENCI
GARZITTO ALICE
GAVANESCU ANTOANELA JENICA
GELASIO OLIVIANA
GEMIGNANI SARA
GENNAIOTTI ALESSANDRO
GENZANO CHIARA
GERI MARCO
GERVASI FRANCESCA
GHERARDESCHI IRENE
GIACOBAZZI LILIANA MARIA TERESA
GIACONI VALENTINA
GIAMPIERI MARGHERITA
GIANAZZETTI SABRINA
GIANNINI LIVIA
GIANNONI CLAUDIA
GIANNOTTI SANDRO
GINANNESCHI CHIARA
GIOMI ELSA
GIORGI LUIGI
GIOVANNELLI SIMONA
GIRONI CRISTIANO
GIUNTINI BENEDETTA
GIURGOLA ELISA
GIUSTI FRANCESCA
GOGLIA LORENZO
GONNELLI ALESSANDRA
GORI ELEONORA
GORI MICHELA
GORI ROBERTO
GOZZOLI MATTEO
GRANDE GIUSEPPE ALBERTO
GRANELLI STEFANO
GRASSI ANDREA
GRECO FRANCESCA
GRIFONI RAFFAELLA
GROTTI PAOLO
GUACCIO GIULIA
GUERRA FRANCESCA
GUERRI SARA
GULLOTTO CHIARA
GUNNELLA SUSANNA
GURRERA TIZIANA
HABTEMARIAM EFREMBEYENE
HAMITI ENTELA
HANEYCHUK VALENTYNA
IACAMPO LUCIANA
IACONO ALESSANDRA
Codice Fiscale
FGUMTC84A52G088B
FSLMRA86D59F844U
FSTRNI79A52C351L
GBLLSU78B43E202J
GLLFNC88T26L833Z
GLLDTL82C47A564D
GLZLCU87R20F656G
GNGGRL80T07D423J
GRGLRA81C68G702O
GRNGNC69H16Z100H
GRZLCA86D41L483M
GVNNNL67R66Z129R
GLSLVN76A64B563I
GMGSRA88D58G628M
GNNLSN85E01G702P
GNZCHR88H56G999A
GREMRC78A10D612L
GRVFNC86D62D423D
GHRRNI81A60G999E
GCBLNM76M55A743R
GCNVNT85T64G702W
GMPMGH87H58E202P
GNZSRN86T50B832H
GNNLVI88T68D612L
GNNCLD87M56D403K
GNNSDR86A26G628T
GNNCHR76D52F032I
GMILSE86C71E715P
GRGLGU89E16G687K
GVNSMN86H41G713A
GRNCST84T30D583B
GNTBDT80P67D612I
GRGLSE83M66D612D
GSTFNC78C55G999X
GGLLNZ82E11A783O
GNNLSN87T70G702E
GROLNR84A71D575C
GROMHL81M49G713V
GRORRT88A30H501J
GZZMTT86D09G702H
GRNGPP85P15A509V
GRNSFN83H17D612V
GRSNDR87R18D403Y
GRCFNC77C64A773J
GRFRFL81R69D612J
GRTPLA86D23G628S
GCCGLI88C41H703D
GRRFNC87C61H926T
GRRSRA88P56D612K
GLLCHR87L66F656B
GNNSNN87S51D612K
GRRTZN86B65G273I
HBTFMB82D18G713F
HMTNTL82R45Z100X
HNYVNT64M55Z138I
CMPLCN84M49B519V
CNILSN87M66E396R
Data Nascita
12/01/1984
19/04/1986
12/01/1979
03/02/1978
26/12/1988
07/03/1982
20/10/1987
07/12/1980
28/03/1981
16/06/1969
01/04/1986
26/10/1967
24/01/1976
18/04/1988
01/05/1985
16/06/1988
10/01/1978
22/04/1986
20/01/1981
15/08/1976
24/12/1985
18/06/1987
10/12/1986
28/12/1988
16/08/1987
26/01/1986
12/04/1976
31/03/1986
16/05/1989
01/06/1986
30/12/1984
27/09/1980
26/08/1983
15/03/1978
11/05/1982
30/12/1987
31/01/1984
09/08/1981
30/01/1988
09/04/1986
15/09/1985
17/06/1983
18/10/1987
24/03/1977
29/10/1981
23/04/1986
01/03/1988
21/03/1987
16/09/1988
26/07/1987
11/11/1987
25/02/1986
18/04/1982
05/10/1982
15/08/1964
09/08/1984
26/08/1987
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
14
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
343
344
345
346
347
348
349
350
351
352
353
354
355
356
357
358
359
360
361
362
363
364
365
366
367
368
369
370
371
372
373
374
375
376
377
378
379
380
381
382
383
384
385
386
387
388
389
390
391
392
393
394
395
396
397
398
399
Medico
IACOPETTI GIACOMO
IANNICELLI PAOLO
IERACE CHIARA
PELOSI PIER GIORGIO
IMPROTA FEDERICA
INNOCENTI ELEONORA
INNOCENTI MADDALENA
INNOCENTI SILVIA
INTINI MARIALETIZIA
IORI ALICE
IURATO CHIARA
JAHO FILE
KHITARISHVILI NANA
LA GAMMA MARIA LUISA
LA ROSA ELISA
LACAVA ILARIA
LAMI VALERIA
LANDI ELENA
LANDINI LEONARDO
LANFREDINI NORA
LANZETTA MONICA MARINA
LAPINI ELISA
LAPUCCI LETIZIA
LARUCCI LUCA
LATELLA LORENZO
LATINI ESTER
LATTANZI ELISABETTA
LAZZAROTTI EMILY
LAZZERI MARTA
LENZETTI CHIARA
LENZINI GIULIA
LEONCINI LUISA MARIA
LINARI AGNESE
LIPPI CAMILLA
LISERRE JOSEPHINE
LIVIDE CATERINA
LOFFRENO ANTONELLA
LOI BARBARA
LOI VALENTINA
LOMBARDI MARTINA
LOMBARDO FEDERICA
LOMBARDO VALENTINA
LONGO BENEDETTA
LORE' MARIA LAVINIA
LORENZI CHIARA
LUCANI BENEDETTA
LUCCHESI MARINA
LUCHERINI ELISA
LUCII GABRIELE
LUPPINO MARIAGRAZIA
MACCHIARINI LORENZO
MACCIONI MALVINA
MACRI' NICOLA
MADESANI FRANCESCA
MADRIGALI VALENTINA
MAGNOLFI FRANCESCO
MAINARDI CECILIA
Codice Fiscale
CPTGCM79R12E715C
NNCPLA77L28F839Y
RCICHR82A62G942E
PLSPGR85P03H534J
MPRFRC86M70F912J
NNCLNR87A69A390B
NNCMDL88A49D575B
NNCSLV65M53D612Z
NTNMLT81E70H096H
RIOLCA86C55H980Y
RTICHR83C64H163O
JHAFLI85L44Z100J
KHTNNA82T65Z254Y
LGMMLS78H66C349D
LRSLSE87E47G752T
LCVLRI83A49I726D
LMAVLR87L58G752Q
LNDLNE69P53L833I
LNDLRD80H20G713M
LNFNRO87C64L833V
LNZMCM83S53G999Q
LPNLSE82D53A390T
LPCLTZ82D45E715Y
LRCLCU83P07D612Y
LTLLNZ79T13G702D
LTNSTR87M45D612V
LTTLBT88R46D629G
LZZMLY85P46G628Y
LZZMRT88A54G716Q
LNZCHR87S47G999K
LNZGLI83L66E715K
LNCLMR83R62D612D
LNRGNS78M70D612O
LPPCLL87E69A564Z
LSRJPH84B59I422S
LVDCRN88R53I726O
LFFNNL88P54L418U
LOIBBR88D58I726Z
LOIVNT66H69B354C
LMBMTN85D53E715D
LMBFRC88S63A564H
LMBVNT86L66A851U
LNGBDT72E56G702F
LROMLV88D66I726K
LRNCHR88H64I155G
LCNBDT84T53A390P
LCCMRN86E49A657K
LCHLSE85M54A390T
LCUGRL87P14G752P
LPPMGR75P65H224D
MCCLNZ83M26D575S
MCCMVN86S49D403L
MCRNCL81C22F598F
MDSFNC78C59G628C
MDRVNT83D44G702D
MGNFNC80R07D612J
MNRCCL87T57E202D
Data Nascita
12/10/1979
28/07/1977
22/01/1982
30/08/1986
29/01/1987
09/01/1988
13/08/1965
30/05/1981
15/03/1986
24/03/1983
04/07/1985
25/12/1982
26/06/1978
07/05/1987
09/01/1983
18/07/1987
13/09/1969
20/06/1980
24/03/1987
13/11/1983
13/04/1982
05/04/1982
07/09/1983
13/12/1979
05/08/1987
06/10/1988
06/09/1985
14/01/1988
07/11/1987
26/07/1983
22/10/1983
30/08/1978
29/05/1987
19/02/1984
13/10/1988
14/09/1988
18/04/1988
29/06/1966
13/04/1985
23/11/1988
26/07/1986
16/05/1972
26/04/1988
24/06/1988
13/12/1984
09/05/1986
14/08/1985
14/09/1987
25/09/1975
26/08/1983
09/11/1986
22/03/1981
19/03/1978
04/04/1983
07/10/1980
17/12/1987
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
15
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
400
401
402
403
404
405
406
407
408
409
410
411
412
413
414
415
416
417
418
419
420
421
422
423
424
425
426
427
428
429
430
431
432
433
434
435
436
437
438
439
440
441
442
443
444
445
446
447
448
449
450
451
452
453
454
455
456
Medico
MAISTO ILENIA
MALACARNE ELISA
MALFATTI GIULIA
MALLARDO LUCA
MANCIANTI NICOLETTA
MANCUSO LAURA CATERINA
MANCUSO VERONICA
MANDARINI FEDERICA
MANNI CAROLINA
MANNI CORRADO
MANNONI ELISABETTA
MANZINI GABRIELE
MARCHETTI LARA
MARCHIANI COSTANZA
MARCONI LETIZIA
MARCONI PAMELA
MARENGHI AZZURRA
MARIANELLI ALESSIA
MARINI CECILIA
MARINO DENISE
MARRA ANTONELLA
MARRACCINI ALESSANDRO
MARRANCI NICCOLO'
MARRANI CAROLINA
MARRANI EDOARDO
MARRANI MARCO
MARRAZZINI ANDREA
MARSALLI GIULIA
MARTELLUCCI IGNAZIO
MARTIELLO MICHELE ARCANGELO
MARTINO FEDERICA
MARZETTI ALICE
MARZI FEDERICO
MARZOTTI RICCARDO
MASSARO FEDERICA
MATINI ANDREA
MATRACCHI EMANUELA
MATTALIANO CHIARA
MATTEINI SIMONA
MATTEONI ISABELLA
MAZZACCHERI FLAVIA
MAZZARELLA RAFFAELLA
MAZZETTI LOREDANA
MECONI TOMMASO
MEI FRANCESCA
MELE ALESSANDRO
MELE SILVIA
MENCATTINI SIMONE
MENCHINELLI MARTINA
MENCI MONIA
MENICHINI MELISSA
MEOCCI MARTINA
MEOLI ILARIA
MERCORELLA LISA
MICCHI YURI
MICELI LUDOVICA
MICHELANGELI NICOLETTA
Codice Fiscale
MSTLNI86S67G702V
MLCLSE87T57G843D
MLFGLI86S46G870T
MLLLCU88C01E202L
MNCNLT88T65I726S
MNCLCT88C59D423U
MNCVNC84L41G702I
MNDFRC86E56I726T
MNNCLN88P46E625X
MNNCRD87D12E625H
MNNLBT65E71D612L
MNZGRL87A27G088D
MRCLRA84E41C632Q
MRCCTN87P70A564E
MRCLTZ74S62D612C
MRCPML84P68D786W
MRNZRR83S65D612A
MRNLSS86A47G702P
MRNCCL84P58A657E
MRNDNS87P56A564R
MRRNNL88A45D851D
MRRLSN57E28G702B
MRRNCL81M28D612Z
MRRCLN82H47D612P
MRRDRD87D24D612V
MRRMRC87C12D612W
MRRNDR83H11G702S
MRSGLI87E50E715L
MRTGNZ83E27I726K
MRTMHL74T05L738F
MRTFRC82R60L219I
MRZLCA87D67D542Z
MRZFRC88B15I726A
MRZRCR88C11A390R
MSSFRC87E51E715I
MTNNDR88P22A851Z
MTRMNL75P51D612M
MTTCHR86B51I046P
MTTSMN75L56E715Z
MTTSLL83M50E715J
MZZFLV87P60A564E
MZZRFL83L49F839Y
MZZLDN88P45G088W
MCNTMS88L28A564T
MEIFNC88E58E715H
MLELSN80H03D612L
MLESLV87B61H501D
MNCSMN80A11G999H
MNCMTN82S46A040D
MNCMNO81E47I726S
MNCMSS83S47G843N
MCCMTN87L54G752L
MLELRI85D70B832C
MRCLSI80D62E715N
MCCYRU78E26C236X
MCLLVC85R65D612S
MCHNLT73R69H501S
Data Nascita
27/11/1986
17/12/1987
06/11/1986
01/03/1988
25/12/1988
19/03/1988
01/07/1984
16/05/1986
06/09/1988
12/04/1987
31/05/1965
27/01/1987
01/05/1984
30/09/1987
22/11/1974
28/09/1984
25/11/1983
07/01/1986
18/09/1984
16/09/1987
05/01/1988
28/05/1957
28/08/1981
07/06/1982
24/04/1987
12/03/1987
11/06/1983
10/05/1987
27/05/1983
05/12/1974
20/10/1982
27/04/1987
15/02/1988
11/03/1988
11/05/1987
22/09/1988
11/09/1975
11/02/1986
16/07/1975
10/08/1983
20/09/1987
09/07/1983
05/09/1988
28/07/1988
18/05/1988
03/06/1980
21/02/1987
11/01/1980
06/11/1982
07/05/1981
07/11/1983
14/07/1987
30/04/1985
22/04/1980
26/05/1978
25/10/1985
29/10/1973
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
16
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
457
458
459
460
461
462
463
464
465
466
467
468
469
470
471
472
473
474
475
476
477
478
479
480
481
482
483
484
485
486
487
488
489
490
491
492
493
494
495
496
497
498
499
500
501
502
503
504
505
506
507
508
509
510
511
512
513
Medico
MICHELI MASSIMO
MIKHAYLOVA SVETLANA
MILIANTI MICHELE
MILICIA GIROLAMO MATTEO
MINI FRANCESCA
MISERENDINO ANTONELLA
MISMAS VALERIA
MOBILIA GLORIA
MONTAGNANI SAMUELE
MONTANELLI LUCA
MONTELEONE LIBORIO SALVATORE
MONTELEONE NICOLA
MONTEREGGI FRANCESCO
MONTOMOLI BARBARA
MORABITO PASQUALE
MORDA' MATTEO
MORELLI ELENA
MORELLI SARA
MORI UBALDINI FRANCESCA
MORICONI DIEGO
MORONI PAOLO
MOSCHINI FRANCESCO
MULAS ESTER
MUNZ JARO MANUELE
MURCIANO MANUEL
MURR CELINE
MUSCATELLO MARTINA
MUTO ANDREA
MUZAKA ROVENA
NANNINI SERENA
NAPOLITANI MARGHERITA
NATALI CARLOTTA
NERI LAURA
NESI ALESSANDRO
NGALE NGAKO CHRISTELLE JOSIANE
NICOTRA ROSARIO
NIERI ALBERTO
NORELLO DARIO
NOTARBARTOLO MANILA
NOVELLI DILETTA
NOVELLI FRANCESCA
ORSINI FRANCESCO
ORSINI ISABELLA
OSMANAGAJ LUSINDA
PADERI AGNESE
PAGNINI GIULIA
PALADINO DARIA
PALAGI DANIELE
PALERMO TOMMASO
PANE GLORIA
PANZERA CHIARA
PAOLACCI GIULIA
PAPARELLI ALESSANDRA
PAPINI FRANCESCA
PAPINI LUCIA
PARDINI CATERINA
PARRETTI FILIPPO
Codice Fiscale
MCHMSM81D07A657Y
MKHSTL75P70Z154E
MLNMHL85C12G702W
MLCGLM86C16G999D
MNIFNC84E68D612C
MSRNNL74T59H792F
MSMVLR80E70E463C
MBLGLR85M71A390M
MNTSML86P02G702X
MNTLCU83P17D403N
MNTLRS80L26I533X
MNTNCL86D10H224B
MNTFNC88H05D612X
MNTBBR76D69I726G
MRBPQL88A03A783E
MRDMTT87E13G702C
MRLLNE77L53G702M
MRLSRA81E44G628T
MRBFNC86M59E625J
MRCDGI85D20E625E
MRNPLA88B13D612D
MSCFNC85R14G702I
MLSSTR89C69E715D
MNZJMN79C19D612P
MRCMNL88L25I119D
MRRCLN82A68Z229G
MSCMTN87D42E202G
MTUNDR72T25E620E
MZKRVN83A43Z100P
NNNSRN86L45D612G
NPLMGH86E50E202X
NTLCLT86R44G702M
NRELRA82D52E625H
NSELSN85S14D612X
NGLCRS84S57Z306G
NCTRSR81R19A089G
NRILRT87D10F032N
NRLDRA85E10D403C
NTRMNL86H46D423Q
NVLDTT85P65G713C
NVLFNC88D53E715X
RSNFNC78A11I921B
RSNSLL85A45B832T
SMNLND82H49Z100L
PDRGNS87C54D575J
PGNGLI84H42D612Q
PLDDRA83A48D612Y
PLGDNL74C29E625Q
PLRTMS85C03D612H
PNAGLR88D55I874J
PNZCHR86L61B506J
PLCGLI86E69D575E
PPRLSN82E66C858C
PPNFNC88S53I155M
PPNLCU63C54H570J
PRDCRN74R69L833Q
PRRFPP85A25D612L
Data Nascita
07/04/1981
30/09/1975
12/03/1985
16/03/1986
28/05/1984
19/12/1974
30/05/1980
31/08/1985
02/09/1986
17/09/1983
26/07/1980
10/04/1986
05/06/1988
29/04/1976
03/01/1988
13/05/1987
13/07/1977
04/05/1981
19/08/1986
20/04/1985
13/02/1988
14/10/1985
29/03/1989
19/03/1979
25/07/1988
28/01/1982
02/04/1987
25/12/1972
03/01/1983
05/07/1986
10/05/1986
04/10/1986
12/04/1982
14/11/1985
17/11/1984
19/10/1981
10/04/1987
10/05/1985
06/06/1986
25/09/1985
13/04/1988
11/01/1978
05/01/1985
09/06/1982
14/03/1987
02/06/1984
08/01/1983
29/03/1974
03/03/1985
15/04/1988
21/07/1986
29/05/1986
26/05/1982
13/11/1988
14/03/1963
29/10/1974
25/01/1985
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
17
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
514
515
516
517
518
519
520
521
522
523
524
525
526
527
528
529
530
531
532
533
534
535
536
537
538
539
540
541
542
543
544
545
546
547
548
549
550
551
552
553
554
555
556
557
558
559
560
561
562
563
564
565
566
567
568
569
570
Medico
PARSA NEDA
PASQUETTI ELEONORA
PASQUINI GIULIA
PASQUINI SIMONE
PASSARETTI ARCANGELO
PASSERO SILVIA
PASTACALDI SANDRO
PATRIZIO ENRICA
PATTUMELLI MARIA GRAZIA
PATURZO GAIA
PAVESE LAURA
PAZZI MADDALENA
PELLEGRINI ELENA
PEPPOLONI GIULIA
PERONACE GIUSEPPINA
PERRI GIAMPAOLO
PERSICO FRANCESCO
PERUZZI FRANCESCA
PESELLA FIAMMETTA
PETRECCA ALVISE ANDREA
PETROCCHI ANDREA
PETROCELLI PATRIZIA LORENA
PETRONE LUCA
PETROVA TETYANA
PETRUCCI ILARIA
PEYROV SAJAD SEPIDEH SADAT
PEZZULLO CARMINE
PICCARDO FRANCESCA
PICCINI MATTEO
PIERACCINI SIMONE
PIERACCIOLI MARIA CHIARA
PIERGENTILI LAURA
PIERGUIDI SERENA
PIETROPAOLO FRANCESCA
PIGNATALE ILARIA
PIRAGINE PIETRO FRANCESCO
PISANESCHI LISA
PISANI MARIA
PISTOLESI FILIPPO
PIZZETTI GABRIELLA
POCAI BENEDETTA
POLATO ELENA
POLICA ELISA
POLITI LEANDRO
POLLICE MARIATERESA
PONTENANI FEDERICA
POSI SILVANO
PRATESI MARIA
PREVITI GIOVAN BATTISTA
PRISCO MARCO
PROCOPIO FEDERICA
PROFETI ALESSIA
PROTA ALESSIO
PRUITI STEFANIA
PUCCI FEDERICA
PUCCI VALENTINA
PUCCINI ILARIA
Codice Fiscale
PRSNDE83M59G713X
PSQLNR86C42A390B
PSQGLI88S65G843J
PSQSMN75R15H449F
PSSRNG77M24E625H
PSSSLV86D64E882D
PSTSDR87H12D612U
PTRNRC87H70C632Z
PTTMGR85C58F844O
PTRGAI83A60E463X
PVSLRA88M67I726J
PZZMDL87H53D612E
PLLLNE85P56G713B
PPPGLI88T43A390E
PRNGPP85A43C352P
PRRGPL88H27D612F
PRSFNC80M12D612W
PRZFNC84S61D612F
PSLFMT71A48L833T
PTRLSN86D24G702H
PTRNDR85S25A657Z
PTRPRZ84P48Z516Z
PTRLCU88E24D612H
PTRTYN73R62Z138Q
PTRLRI74C52C296U
PYRSDH85P55Z224X
PZZCMN80M20E715D
PCCFNC74A54D969U
PCCMTT88A30D612H
PRCSMN75P14I726V
PRCMCH80C42E715N
PRGLRA83S70A390J
PRGSRN81H68I726W
PTRFNC88A47F537O
PGNLRI85S69L049A
PRGPRF84T20D575J
PSNLSI85E63D612M
PSNMRA87T71E396N
PSTFPP82B25G843A
PZZGRL81C46I726G
PCOBDT87C50E715L
PLTLNE88H56I726N
PLCLSE85T41E625S
PLTLDR89D30G082S
PLLMTR79R44F839A
PNTFRC87M52D575F
PSOSVN80L25D612F
PRTMRA86S46A564I
PRVGNB86H30D423U
PRSMRC87P16H703A
PRCFRC85T44C352G
PRFLSS85A64E625S
PRTLSS86P26D612O
PRTSFN80D44E715W
PCCFRC83L51G628U
PCCVNT82C63D403Y
PCCLRI73R42G702Y
Data Nascita
19/08/1983
02/03/1986
25/11/1988
15/10/1975
24/08/1977
24/04/1986
12/06/1987
30/06/1987
18/03/1985
20/01/1983
27/08/1988
13/06/1987
16/09/1985
03/12/1988
03/01/1985
27/06/1988
12/08/1980
21/11/1984
08/01/1971
24/04/1986
25/11/1985
08/09/1984
24/05/1988
22/10/1973
12/03/1974
15/09/1985
20/08/1980
14/01/1974
30/01/1988
14/09/1975
02/03/1980
30/11/1983
28/06/1981
07/01/1988
29/11/1985
20/12/1984
23/05/1985
31/12/1987
25/02/1982
06/03/1981
10/03/1987
16/06/1988
01/12/1985
30/04/1989
04/10/1979
12/08/1987
25/07/1980
06/11/1986
30/06/1986
16/09/1987
04/12/1985
24/01/1985
26/09/1986
04/04/1980
11/07/1983
23/03/1982
02/10/1973
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
18
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
571
572
573
574
575
576
577
578
579
580
581
582
583
584
585
586
587
588
589
590
591
592
593
594
595
596
597
598
599
600
601
602
603
604
605
606
607
608
609
610
611
612
613
614
615
616
617
618
619
620
621
622
623
624
625
626
627
Medico
PUGLIA CRISTINA
PULERA' CATIA
QUARANTA MARIA RITA
QUERCI FRANCESCA
RAGONI MATTEO
RAINONE ANTONIO
REGOLI FRANCESCO
RENZI OLMO
RICCI GIULIA
RICCI STEFANO
RICCIARDI SARA
RIGHI ANNA
RINALDI MILENA
RIVIERI LAURA
ROBUSTELLI VIRNA
ROCCAFORTE SORAYA
ROFFI NICOLO'
ROMANELLI LUCIA
ROMANELLO FULVIA
ROMANI MATTEO
ROMANO SIMONE LORENZO
RONCELLA CLAUDIA
RONZANO NADIA
ROSADINI DANIELE
ROSELLI JENNY
ROSI MASSIMILIANO
ROSINI FRANCESCA
ROSSI AZZURRA
ROSSI GIANLUCA
ROSSI GUGLIELMO
ROSSI LORENZA
ROTULO ANGELO
ROVEDI FABIANA
RUBINO ANTONELLA
SACCO IRENE
SACCONI FRANCESCA
SALEHZADEH SERENA
SANTINI LARA
SANTORO ANNA NATALIZIA
SANTOSUOSSO SIMONE
SASSI GIANLUCA
SASSOLINI FRANCESCA
SAUCHELLA ASSUNTA DANIELA
SBRULLI FRANCESCA
SCANSETTI DAVIDE
SCAPIN ELISA
SCARAMUZZI SARA
SCARSELLI LISA
SCARSELLI MARIA
SCHEGGI FRANCESCA
SCHIERA FRANCESCO
SCHIRO' TERESA
SCORPINITI MARGHERITA
SELVAGGIO STEFANO
SERAFINI FRANCESCO
SGHERRI GIADA
SILI MARIA
Codice Fiscale
PGLCST83E52I441E
PLRCTA85H65D122E
QRNMRT79E50E882D
QRCFNC86E64D612Y
RGNMTT86R05G702X
RNNNTN87B28I483E
RGLFNC89D20G702H
RNZLMO84P23L833G
RCCGLI85C68I155J
RCCSFN87P21B832O
RCCSRA87R64I838J
RGHNNA85H57E202L
RNLMLN76P69D086E
RVRLRA86M41L833N
RBSVRN87C53G702E
RCCSRY83B65D612A
RFFNCL86D08E625K
RMNLCU87M55A390Z
RMNFLV87R54D969N
RMNMTT85E15D403V
RMNSNL82R02G702V
RNCCLD88D69F023H
RNZNDA86E44L418V
RSDDNL88C06F656Y
RSLJNY88P68A509Q
RSOMSM77E09M059K
RSNFNC83R54D649E
RSSZRR85C59M126Q
RSSGLC76S18Z133K
RSSGLL85P26C415Y
RSSLNZ85E63A390B
RTLNGL87E01G999G
RVDFBN86H42H501V
RBNNNL78B54C352B
SCCRNI86E59G628K
SCCFNC85P62A390X
SLHSRN86R68G702J
SNTLRA83A57A390Q
SNTNNT86D54F152W
SNTSMN87A08D612C
SSSGLC84B12F023U
SSSFNC79H66F656R
SCHSNT87T57L086D
SBRFNC83M48E202V
SCNDVD77C17D612R
SCPLSE85L63F356N
SCRSRA88T47D612E
SCRLSI78A67D612W
SCRMRA86L53G999K
SCHFNC81R41D583R
SCHFNC76P14D612O
SCHTRS86R66G942K
SCRMGH86H65F656B
SLVSFN88S22C927J
SRFFNC73A26A390U
SGHGDI87A62E625Y
SLIMRA83T55D612K
Data Nascita
12/05/1983
25/06/1985
10/05/1979
24/05/1986
05/10/1986
28/02/1987
20/04/1989
23/09/1984
28/03/1985
21/09/1987
24/10/1987
17/06/1985
29/09/1976
01/08/1986
13/03/1987
25/02/1983
08/04/1986
15/08/1987
14/10/1987
15/05/1985
02/10/1982
29/04/1988
04/05/1986
06/03/1988
28/09/1988
09/05/1977
14/10/1983
19/03/1985
18/11/1976
26/09/1985
23/05/1985
01/05/1987
02/06/1986
14/02/1978
19/05/1986
22/09/1985
28/10/1986
17/01/1983
14/04/1986
08/01/1987
12/02/1984
26/06/1979
17/12/1987
08/08/1983
17/03/1977
23/07/1985
07/12/1988
27/01/1978
13/07/1986
01/10/1981
14/09/1976
26/10/1986
25/06/1986
22/11/1988
26/01/1973
22/01/1987
15/12/1983
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
19
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
628
629
630
631
632
633
634
635
636
637
638
639
640
641
642
643
644
645
646
647
648
649
650
651
652
653
654
655
656
657
658
659
660
661
662
663
664
665
666
667
668
669
670
671
672
673
674
675
676
677
678
679
680
681
682
683
684
Medico
SIRLEO LUIGI
SLABADZIANIUK TATSIANA
SODO ELENA
SORINI GABRIELE
SORRENTINO VALENTINA
SPAGNOLO PAMELA
SPARACINO LUCREZIA
SPINELLI ENRICO
STAGNARI SARA
STEFANINI DOROTEA
STEFANINI GIANNI
STELLA GIULIA
STIKO ERMELINDA
STIVAL ALESSIA
STIVALA MICOL
STOLAKIS KONSTANTINOS
STOPPIONI GIULIA
STUMMO CAROLA
TAFURO MARTINA
TAFUTO SILVIA
TALARICO DANIELA
TAMBASCO ANNALISA
TAMBURRINO MICHELE
TANI CHIARA
TARAKANOVA LADA
TARANTINI GAIA
TARANTO LUCIO
TARTAGLIONE GIUSEPPE
TASSINI GIULIA
TELESE ROBERTA
TELLESCHI MARTINA
TELLINI MATTEO
TERENZI FEDERICA
TERSIGNI CHIARA
TERZIANI FRANCESCA
TERZUOLI BIANCA
TICCI CHIARA
TINCANI GIULIA
TIRELLI FRANCESCA
TOFANI ARIELA
TOGNONI ALESSANDRO
TOLA FRANCESCO
TOMMASI ELEONORA
TONELLI NICO
TONELLI PAOLINA
TONINI ANNALISA
TORRE CLAUDIA
TORRE PAMELA
TORRENI LORENZO
TORRINI ELENA
TOTO VALENTINA
TRANIELLO GRADASSI ALESSANDRO
TRAUSI FEDERICA
TRAVERSINI VERONICA
TRINCI LAURA
TRIPOLI ALESSANDRA
TRIPPI IRENE
Codice Fiscale
SRLLGU87H09D976H
SLBTSN81S64Z139H
SDOLNE83S59A390I
SRNGRL87E01A390W
SRRVNT86T71G838I
SPGPML83E67I725Y
SPRLRZ86L69G999K
SPNNRC85R15D612K
STGSRA88S52G843B
STFDRT85L60E202T
STFGNN87D27G843P
STLGLI87H48A390G
STKRLN83H70Z100K
STVLSS83D48F770I
STVMCL83A56D612G
STLKST80D10Z115N
STPGLI85E53D575D
STMCRL88T58A773K
TFRMTN86S48A564Y
TFTSLV86D48F839X
TLRDNL85A44B774J
TMBNLS83L69L628F
TMBMHL84L29I158S
TNACHR83M46D403M
TRKLDA68H62Z135N
TRNGAI88B61A662V
TRNLCU86D06I422C
TRTGPP87D06H501H
TSSGLI84T50D575L
TLSRRT87D50F839M
TLLMTN78L41G702Z
TLLMTT88P17D612Q
TRNFRC88M70D612N
TRSCHR88M57I838N
TRZFNC88A53A390I
TRZBNC88M58D575A
TCCCHR88R47B036D
TNCGLI86D50E715T
TRLFNC81R66C847X
TFNRLA82P61D612K
TGNLSN86B28G687M
TLOFNC80H29D612Q
TMMLNR87S46L833H
TNLNCI71H14G843I
TNLPLN88P56D612H
TNNNLS87B60G713Q
TRRCLD83L57G702U
TRRPML85A50L628F
TRRLNZ86L28D612N
TRRLNE88D67D612Z
TTOVNT82B51G482C
TRNLSN88P20D612O
TRSFRC87S68E955I
TRVVNC85B43D575Z
TRNLRA85P45G702M
TRPLSN86L68G702W
TRPRNI88E43G713B
Data Nascita
09/06/1987
24/11/1981
19/11/1983
01/05/1987
31/12/1986
27/05/1983
29/07/1986
15/10/1985
12/11/1988
20/07/1985
27/04/1987
08/06/1987
30/06/1983
08/04/1983
16/01/1983
10/04/1980
13/05/1985
18/12/1988
08/11/1986
08/04/1986
04/01/1985
29/07/1983
29/07/1984
06/08/1983
22/06/1968
21/02/1988
06/04/1986
06/04/1987
10/12/1984
10/04/1987
01/07/1978
17/09/1988
30/08/1988
17/08/1988
13/01/1988
18/08/1988
07/10/1988
10/04/1986
26/10/1981
21/09/1982
28/02/1986
29/06/1980
06/11/1987
14/06/1971
16/09/1988
20/02/1987
17/07/1983
10/01/1985
28/07/1986
27/04/1988
11/02/1982
20/09/1988
28/11/1987
03/02/1985
05/09/1985
28/07/1986
03/05/1988
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
20
All. A)
Corso Medicina Generale 2014/2017 - Elenco medici ammessi al concorso - 17 settembre 2014
685
686
687
688
689
690
691
692
693
694
695
696
697
698
699
700
701
702
703
704
705
706
707
708
709
710
711
712
713
714
715
716
717
718
719
720
721
722
723
724
725
726
727
728
729
Medico
TROISI ANGELA
TSAI YIH CHERN
TURCO DARIO
TURRINI IRENE
UBIGLIA STEFANO
UGHI ARIANNA
VADALA' BARBARA
VADI GIULIA
VALSUANI CHIARA
VANNI VALERIO
VANNINI ANDREA
VANNINI MATTEO
VATTERONI ELENA
VECA VITO
VELIAJ ALTIN
VELIMIROVIC JELENA
VELTRONI ALESSIO
VENCIA FRANCESCO
VENEZIA BIANCA MARIA
VENTURINI STEFANO
VERDI DONATELLA
VERGNANI SAMANTHA
VERGURA LETIZIA
VERZE VIERI
VESPI MATTEO
VETRONE FRANCESCO
VICHI CHIARA
VIGNINI LIVIA
VIGNOLI CHIARA
VISCHI GIANLUCA
VISCIDI DECIO
VITALIANI LUCIA
VOLPE DALILA ANGELA
VOLPE GIOVANNI
VORRARO ANGELA
VOTO ANDREA
XHAFERI BRUNILDA
XHAMUCA ARDEIDA
YARED LEMLEM
ZANASI LORENZO
ZAPPOLI THYRION FRANCESCO
ZARA STEFANO
ZEI GIACOMO
ZINGONI FRANCESCA
ZUCCOLI PAOLA
Codice Fiscale
TRSNGL88A65A509H
TSAYCH78C62Z217C
TRCDRA86A20D708L
TRRRNI88R64A564G
BGLSFN84D28G702D
GHURNN80R44E625G
VDLBBR79P46D612D
VDAGLI85D70I046V
VLSCHR77B49B832Q
VNNVLR85L31E625U
VNNNDR86H26D612H
VNNMTT88M14D612L
VTTLNE80P49B832X
VCEVTI87R17I535X
VLJLTN71E10Z100F
VLMJLN74R70Z158V
VLTLSS86H29D612J
VNCFNC83S16A006R
VNZBCM87E46G273N
VNTSFN86D06A390P
VRDDTL58M58G702X
VRGSNT75S58E715K
VRGLTZ88D68G843F
VRZVRI78M06D612N
VSPMTT88M31A390L
VTRFNC88L15H501Z
VCHCHR85H42D612J
VGNLVI88B56A564K
VGNCHR87S49D612D
VSCGLC77T01I726V
VSCDCE75L08F839I
VTLLCU84L47E875E
VLPDLN77D68I533B
VLPGNN86P12C136N
VRRNGL76P62G813O
VTONDR87S12H703W
XHFBNL84M47Z100J
XHMRDD80M42Z100T
YRDLLM74L43Z368M
ZNSLNZ79A18D612T
ZPPFNC84L26D612G
ZRASFN86D20C933X
ZEIGCM78A06G491E
ZNGFNC79M65G843V
ZCCPLA84P42H501A
Data Nascita
25/01/1988
22/03/1978
20/01/1986
24/10/1988
28/04/1984
04/10/1980
06/09/1979
30/04/1985
09/02/1977
31/07/1985
26/06/1986
14/08/1988
09/09/1980
17/10/1987
10/05/1971
30/10/1974
29/06/1986
16/11/1983
06/05/1987
06/04/1986
18/08/1958
18/11/1975
28/04/1988
06/08/1978
31/08/1988
15/07/1988
02/06/1985
16/02/1988
09/11/1987
01/12/1977
08/07/1975
07/07/1984
28/04/1977
12/09/1986
22/09/1976
12/11/1987
07/08/1984
02/08/1980
03/07/1974
18/01/1979
26/07/1984
20/04/1986
06/01/1978
25/08/1979
02/09/1984
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
21
Allegato B
Concorso per l’ammissione al corso di formazione specifica in medicina generale 2014/2017
bandito con Decreto Dirigenziale n. 937 del 13/03/2014 e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della
Regione Toscana n. 12 del 26/03/2014 - parte III.
AVVISO AI CANDIDATI
La prova scritta del concorso per l’ammissione al corso triennale di formazione specifica in
medicina generale 2014/2017 avrà luogo il giorno 17 settembre 2014 presso:
TEATRO OBIHALL
LUNGARNO ALDO MORO 3
FIRENZE
I candidati ammessi sono: 729
I candidati dovranno presentarsi dalle ore 8.00 del giorno 17 SETTEMBRE 2014 presso la sede
sopra indicata, muniti di un documento di riconoscimento e di una penna di colore nero.
La prova avrà inizio su tutto il territorio nazionale alle ore 10.00
22
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
COMUNE DI MONTERIGGIONI (Siena)
Avviso di mobilità riservato a dipendenti della P.A.
per la copertura di n. 1 posto di “Istruttore Tecnico”
cat C.
Il Comune di Siena, per conto del Comune di Monteriggioni (SI), ha indetto un avviso per la copertura di
n. 1 posto di “Istruttore Tecnico” presso Area Assetto
del Territorio ed Attività produttive del Comune di Monteriggioni (SI), riservato esclusivamente a dipendenti
della Pubblica Amministrazione di cui all’art. 1, comma
2, del D.Lgs.n.165/2001, appartenenti alla Categoria
C (percorso economico C1-C5 Comparto Regioni Enti
Locali) o in categoria equivalente in caso di provenienza
da altri comparti, ed inquadrati nel profilo di “Istruttore
Tecnico” o profilo assimilabile.
L’avviso integrale con i requisiti richiesti e le modalità di presentazione della domanda sono reperibili sul sito
www.comune.siena.it alla voce Il Comune/Gare Concorsi e Avvisi/Concorsi e Avvisi/Bandi e Avvisi/ Avvisi
e Bandi in pubblicazione, e sul sito www.comune.monteriggioni.si.it alla voce “Bandi e Gare”. Le domande
devono pervenire entro il 1° agosto 2014. Informazioni
allo 0577/292186-292184.
Il Dirigente
Francesco Ghelardi
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 11
EMPOLI (Firenze)
Avviso di mobilità, per titoli e colloquio, tra
Aziende ed Enti del comparto Sanità, per la copertura di n. 1 posto a tempo indeterminato di Dirigente
Medico nella disciplina di Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, ai sensi dell’art. 20 del CCNL
Area Dirigenza Medica e Veterinaria sottoscritto in
data 8/6/2000 e ss.mm. ii.
In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale dell’Azienda USL 11 di Empoli n. 152 del 30.06.14
esecutiva a norma di legge, è indetto avviso di mobilità
tra Aziende ed Enti del Comparto Sanità, ai sensi dell’art.
20 del CCNL Area Dirigenza Medica e Veterinaria sottoscritto in data 8/6/2000 e ss.mm. ii per la copertura di
n. 1 posto a tempo indeterminato di Dirigente Medico
nella disciplina di Medicina e Chirurgia d’Accettazione
e d’Urgenza.
Requisiti
Possono presentare domanda di trasferimento, coloro
che abbiano superato il periodo di prova, inquadrati nel
profilo professionale a selezione in servizio a tempo
indeterminato delle Aziende Sanitarie Locali e Aziende
Ospedaliere, nonché i dipendenti di altri Enti del Comparto Sanità, inquadrati in posizione funzionale corrispondente.
Per la particolarità del posto da ricoprire si richiede
un’esperienza professionale almeno biennale maturata in
reparti di Pronto Soccorso.
I suddetti requisiti devono essere posseduti, a pena di
esclusione, sia alla data di scadenza del termine stabilito
per la presentazione delle domande di partecipazione
all’avviso che alla data del successivo ed effettivo trasferimento.
La carenza di uno solo dei requisiti stessi comporterà
la non ammissione all’avviso ovvero, nel caso di carenza riscontrata all’atto di trasferimento, la decadenza dal
diritto di trasferimento.
Modalità e termini di presentazione della domanda
La domanda di partecipazione all’avviso di mobilità,
redatta in carta libera ed indirizzata al Direttore Generale
dell’Azienda USL 11 Empoli, dovrà pervenire, all’Ufficio Protocollo – Via dei Cappuccini n. 79 – 50053 Empoli entro e non oltre il 15° giorno dalla pubblicazione
sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. Qualora
detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo
giorno successivo non festivo.
La domanda e la documentazione ad essa allegata
possono essere:
A) trasmesse a mezzo servizio postale, mediante raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso fa fede
il timbro a data dell’ufficio postale accettante;
B) consegnate direttamente all’Ufficio Protocollo
dell’Azienda USL 11 all’indirizzo di cui sopra, tutti i
giorni feriali (dal lunedì al venerdì) dalle ore 9.00 alle
ore 12.00.
E’ escluso qualsiasi altro mezzo di consegna o trasmissione.
Il termine fissato per la presentazione delle domande
e dei documenti e’ perentorio e non si terrà conto alcuno
delle domande, dei documenti e dei titoli comunque presentati dopo la scadenza del termine stesso, qualunque
sia la causa del ritardato arrivo.
Il mancato rispetto dei termini sopra descritti determina l’esclusione dalla procedura di cui trattasi.
Nella domanda, redatta secondo l’allegato modello (
Allegato n.1 ) indirizzata al Direttore Generale Azienda
USL 11 Empoli, il candidato, sotto la propria personale
responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste dall’art.76 del D.P.R.445/2000, per le ipotesi di falsità
in atti e dichiarazioni mendaci, deve dichiarare:
1. il nome e cognome, la data, il luogo di nascita e
la residenza;
2. il possesso della cittadinanza italiana;
3. le eventuali condanne penali riportate, ovvero di
non aver riportato condanne penali;
4. il titolo di studio posseduto e i requisiti di ammissione richiesti;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
5. di essere dipendente a tempo indeterminato a
decorrere dal_______________c/o l’Amministrazione/
Azienda__________________
6. il profilo professionale/la posizione funzionale di
inquadramento____________________
7. iscrizione all’albo professionale per l’esercizio
della professione (ove esistente);
8. di essere in possesso della piena idoneità alla mansione (fermo restando il relativo accertamento da parte di
questa Azienda in caso di accoglimento della domanda
di mobilità);
9. i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni
e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
10. esperienza professionale almeno biennale maturata in reparti di Pronto Soccorso dal ___________ al
___________ presso ___________________________;
11. eventuali titoli che conferiscono diritti di preferenza a parità di punteggio. I titoli di preferenza valutabili sono quelli di cui all’art.5 del D.P.R. n.487/1994
ess.mm.;
12. eventuali sanzioni disciplinari comminate nell’ultimo triennio o procedimenti disciplinari in corso;
13. di essere o di non essere titolare di congedi/permessi ex legge 104/92 e legge 53/00;
14. di autorizzare il trattamento manuale/informatizzato dei dati personali ai sensi e per gli effetti del
D.Lgs.196/2003;
15. il domicilio presso il quale ricevere ogni comunicazione relativa alla selezione, in caso di mancata indicazione vale ad ogni effetto la residenza di cui al punto 1.;
16. indirizzo mail per eventuali comunicazioni.
La domanda deve recare in calce firma leggibile e per
esteso del richiedente, pena esclusione. Ai sensi dell’art.
39 DPR 445 del 28/12/2000 non viene richiesta autenticazione della firma.
La presentazione della domanda di partecipazione
comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente avviso e di tutte le
norme in esso richiamate.
N.B. Non verranno prese in considerazione eventuali domande di trasferimento agli atti dell’Azienda.
Pertanto, coloro che avessero già presentato domanda di
trasferimento sono tenuti a ripresentarla entro i termini e
con le modalità previste dall’ avviso.
Documentazione da allegare alla domanda
In applicazione dell’art.15 co.1 L.182/2011, la
domanda di partecipazione alla procedura di mobilità
dovrà essere corredata ESCLUSIVAMENTE da:
a) CURRICULUM professionale e formativo datato
e firmato, redatto secondo lo schema di cui all’allegato
n.2 in forma di dichiarazione sostitutiva di certificazioni
e/o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi
degli art.46 e 47 del DPR 445/2000 e secondo le moda-
23
lità di rilascio di dichiarazioni sostitutive indicate nel
presente avviso di mobilità;
b) PUBBLICAZIONI in originale o copia conforme
all’originale;
c) FOTOCOPIA fronte retro di un documento di
identità in corso di validità, ai fini della validità delle
dichiarazioni sostitutive dell’atto notorio.
Dichiarazioni sostitutive contenute nel curriculum
Le dichiarazioni sostitutive di cui al DPR 445/2000
devono contenere, a pena di non valutazione, tutte le
informazioni atte a consentire una corretta/esaustiva
valutazione delle attestazioni in essa presenti.
Tali dichiarazioni devono essere rilasciate una sola
volta nell’ambito del curriculum professionale e formativo, formulato come dichiarazione sostitutiva di
certificazione e di atto di notorietà, senza ripetizione in
altri documenti.
La dichiarazione inserita nel curriculum concernente:
- i SERVIZI PRESTATI, deve contenere i rapporti di
lavoro di tipo subordinato a tempo determinato/indeterminato e per ciascuno di essi deve riportare:
1) l’esatta indicazione dell’Ente presso il quale il
servizio è stato prestato, (struttura pubblica, struttura
privata);
2) la natura giuridica del rapporto di lavoro (contratto
di dipendenza a tempo indeterminato/determinato
3) il profilo professionale/la posizione funzionale di
inquadramento;
4) la tipologia del rapporto di lavoro (tempo pieno
parziale, con l’indicazione del numero di ore svolte alla
settimana,...ect);
5) la data di inizio e fine del rapporto di lavoro;
6) l’indicazione di eventuali interruzioni del rapporto
di lavoro (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare...ect);
7) tutto ciò che si renda necessario, nel caso concreto, per valutare correttamente il servizio stesso, in
particolare, per le dichiarazioni relative ai servizi prestati
presso Case di Cura è necessario che il Dirigente indichi
con chiarezza se la Struttura è o meno convenzionata o
accreditata al SSN.
Nella dichiarazione relativa ai servizi, se il servizio
è stato prestato presso il SSN, deve essere attestato se
ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma
dell’art.46, del DPR n.761/79, in presenza delle quali
il punteggio deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del
punteggio.
Sarà oggetto di particolare considerazione l’esperienza professionale nella gestione della trombolisi nell’ictus,
nella diagnostica ultrasonografica delle grosse patologie
vascolari e nelle tecniche invasive, monitoraggio e tecniche di ventilazione non invasiva. Tale esperienza dovrà
essere adeguatamente autocertificata nel curriculum.
24
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- Per i TITOLI DI STUDIO UNIVERSITARI, deve
essere indicato l’Ente che ha rilasciato il titolo, la durata del
corso, la data di conseguimento e la votazione riportata.
- Le PUBBLICAZIONI devono essere obbligatoriamente allegate per la valutazione, devono essere edite a
stampa e sono valutate solo se presentate in originale, in
copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme
all’originale (con le modalità di cui agli art.19 e 47 DPR
445/2000).
- Per le DOCENZE, deve essere indicato l’Ente presso
cui sono state effettuate, il periodo , le ore e l’oggetto.
- Per i CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO, deve essere indicato l’oggetto, la data ed
il luogo di svolgimento, l’Ente organizzatore l’eventuale
esame finale, la durata.
- Nella parte relativa al CURRICULUM devono
essere inseriti tirocini, contratti libero professionali, contratti di Collaborazione coordinata e continuativa, altre
attività, indicando:
• Ente presso il quale il servizio è stato prestato;
• Natura giuridica del rapporto (tirocinio, contratto di
collaborazione, contratto libero professionale, contratto
occasionale, altre attività…)
• Qualifica rivestita,
• Indicazione delle ore svolte a settimana
• Data di inizio e data di fine del rapporto di lavoro.
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni
generiche o incomplete. L’interessato è tenuto a specificare con esattezza tutti gli elementi e i dati necessari per
una corretta valutazione.
Si ricorda che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle
dichiarazioni sostitutive ricevute e che, nel caso in cui
dovessero emergere ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, oltre alla decadenza dell’interessato dai
benefici eventualmente conseguiti, sono applicabili le
sanzioni penali previste dalla normativa vigente.
Ammissione/esclusione alla procedura di mobilità
La UOC Amministrazione e Politiche delle Risorse
Umane provvederà a verificare la sussistenza dei requisiti richiesti nonché la regolarità della presentazione della
domanda. L’esclusione dalla procedura sarà disposta con
provvedimento del Direttore della UOC Amministrazione e Politiche delle Risorse Umane e comunicata all’interessato di norma almeno 5 giorni prima del colloquio a
mezzo telegramma o raccomandata A/R o comunicazione e-mail all’indirizzo indicato nella domanda. L’elenco
degli ammessi e dei non ammessi sarà pubblicato sul sito
aziendale almeno 5 giorni prima della data di effettuazione del colloquio.
Commissione esaminatrice
I candidati ammessi saranno valutati da apposita
Commissione, nominata con Deliberazione del Direttore
Generale e composta da 1 Presidente, 2 Componenti,
dirigenti Medici ed un Segretario con funzioni amministrative e di verbalizzazione.
Data del colloquio
La data e il luogo di espletamento del colloquio saranno resi noti, almeno 5 giorni prima dell’espletamento
dello stesso, mediante pubblicazione di apposito avviso
sul sito web aziendale al seguente indirizzo: www.usl11.
toscana.it (pagina concorsi - mobilità ) avente valore di
notificazione a tutti gli effetti.
Valutazione dei titoli e colloquio
La Commissione procede alla verifica dei titoli professionali, scientifici e di studio dei concorrenti in relazione alle caratteristiche proprie del posto da ricoprire
e alla professionalità dei candidati, e li sottopone ad un
colloquio finalizzato a valutare il patrimonio di conoscenze e la capacità di soluzione di problemi operativi
riferiti in particolare alle caratteristiche specifiche dei
posti da ricoprire, al fine di accertare le professionalità acquisite dal candidato in relazione alle esigenze
dell’Azienda negli ambiti professionali richiesti.
La Commissione dispone di 100 punti così ripartiti:
20 punti per valutazione dei titoli di carriera, accademici e di studio, pubblicazioni e titoli scientifici e
curriculum;
80 punti per il colloquio.
In analogia a quanto previsto dal D.P.R. 483/97 i
punti di cui sopra sono così suddivisi:
titoli di carriera: punti 10
titoli accademici e di studio: punti 3
pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3
curriculum formativo e professionale: punti 4.
80 punti per la valutazione del colloquio. Il colloquio
si intende superato con un punteggio uguale o superiore
a 56 punti su 80.
Il colloquio tenderà a valutare le conoscenze, le competenze acquisite e le attitudini in relazione al posto da
ricoprire, particolare attenzione verrà riservata alla valutazione del grado di motivazione personale, iniziativa e
predisposizione al lavoro di gruppo.
I criteri e le modalità di svolgimento del colloquio
verranno stabiliti dalla Commissione Esaminatrice.
Al colloquio i candidati dovranno presentarsi muniti
di un valido documento d’identità personale.
Sulla base dell’esame comparativo dei risultati della
valutazione degli elementi curriculari e del colloquio,
la Commissione formula la graduatoria di merito dei
candidati. Verranno comunque esclusi dalla graduatoria
i candidati che non si siano presentati a sostenere il colloquio o non abbiano conseguito al colloquio stesso una
valutazione di almeno 56 punti.
Nel caso che nessuno dei candidati venga ritenuto
idoneo alla copertura dei posti messi in mobilità in relazione alla loro specificità, la Commissione redige, per
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
ciascuno candidato, un giudizio sintetico e motivato di
non idoneità.
Esiti procedura
Il verbale della Commissione contenente le risultanze
della procedura di mobilità verrà recepito con deliberazione del DG su proposta del Direttore della UOC
Amministrazione e Politiche delle Risorse Umane.
Alla graduatoria verrà data pubblicità esclusivamente
mediante pubblicazione sul sito internet dell’Azienda
e rimarrà efficace fino alla copertura dei posti di cui
trattasi.
Costituzione del rapporto di lavoro
Il trasferimento del candidato dichiarato vincitore è
subordinato al rilascio del nulla osta da parte dell’Ente di
provenienza che sarà sostituito dai termini di preavviso
di cui al vigente CCNL. Il candidato dichiarato vincitore sarà tenuto a presentare, nei termini stabiliti dalla
normativa vigente, i documenti di rito prescritti ai fini
della stipula del rapporto di lavoro, pena la decadenza
del trasferimento.
Sul candidato, dichiarato vincitore dell’avviso di
mobilità, ricade l’onere di acquisire il nulla osta da parte
dell’Amministrazione di provenienza, nei termini richiesti dalla scrivente Azienda.
Tutela dei dati personali - Informativa sulla privacy
I dati personali forniti dal candidato saranno raccolti
da questa Azienda per le finalità di gestione della procedura concorsuale e saranno trattati, anche successivamente, nell’eventualità di assunzione, per la gestione del
rapporto di lavoro. Tali dati potranno essere sottoposti
ad accesso da parte di coloro che sono portatori di un
concreto interesse ai sensi della Legge 241/90.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate ad altre Amministrazioni unicamente per l’adempimento di disposizioni di legge o per finalità attinenti alla
25
posizione economica– giuridica del candidato. L’interessato ha il diritto di rettificare, aggiornare o cancellare i
dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi
alla legge nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai
fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena
l’esclusione dalla stessa; il trattamento è finalizzato, ai
sensi del D.Lgs. 196/03, agli adempimenti per l’espletamento della procedura stessa nonché, nell’eventualità
di costituzione del rapporto di lavoro, per la finalità di
gestione del rapporto stesso.
Modifica, sospensione e revoca della selezione
L’azienda si riserva la facoltà, per motivi legittimi, di
modificare, sospendere o revocare, in tutto o in parte, la
presente procedura, nonché riaprire o prorogare i termini
per la presentazione delle domande senza che per gli
interessati insorga alcuna pretesa o diritto.
Norme finali
Per quanto non particolarmente previsto nel presente
Avviso, si rinvia alle disposizioni di legge vigenti in
materia.
Copia integrale dell’avviso è disponibile sul sito
aziendale all’indirizzo www.usl11.toscana.it (alla voce
concorsi – mobilità).
Per eventuali informazioni gli aspiranti potranno
rivolgersi alla UOC Amministrazione e Politiche delle
Risorse Umane – Settore Acquisizione e Sviluppo Risorse Umane, Via dei Cappuccini 79, 50053 Empoli (FI),
tel. 0571/702921 – 0571/702407 fax 0571/702533.
Il Direttore UOC Amministrazione e
Politiche delle Risorse Umane
Dino Ravaglia
SEGUONO ALLEGATI
26
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
(Allegato n.1) – Facsimile domanda di partecipazione
Al DIRETTORE GENERALE
Azienda USL 11 Empoli
Via dei Cappuccini, 79
50053 Empoli (FI)
Il/La sottoscritto/a_____________________________________chiede di essere ammesso/a a partecipare
alla procedura di mobilità per titoli e colloquio, tra Aziende ed Enti del Comparto Sanità, per la copertura di
n.1 posto a tempo indeterminato di Dirigente Medico nella disciplina di medicina e chirurgia
d’accettazione e d’urgenza, ai sensi dell’art. 20 del CCNL Area della Dirigenza Medica e Veterinaria del
SSN sottoscritto in data 8/6/2000 e ss.mm.ii. A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
del D.P.R. n.445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, sotto la propria responsabilità
DICHIARA
1. di essere nato a __________ il ______________________ e di essere residente a
______________________________________, Via ___________________________ n. _______
CAP _______ tel. _____________________________________________;
2. di essere in possesso della cittadinanza italiana;
3. di non aver riportato condanne penali (in caso contrario riportare le condanne penali);
4. di essere in possesso del titolo di studio _______________________________
5. di possedere i requisiti di ammissione richiesti;
6. di essere dipendente a tempo indeterminato a decorrere dal_______________c/o
l'Amministrazione/Azienda__________________
7. di aver superato il periodo di prova;
8. di
avere
il
seguente
profilo
professionale/la
posizione
funzionale
di
inquadramento________________ ___________________________
9. di essere iscritto all'albo professionale per l'esercizio della professione (ove esistente);
10. di essere in possesso di esperienza professionale almeno biennale maturata in reparti di Pronto
Soccorso dal ___________ al ____________ presso ______________________________________;
11. di essere in possesso della piena idoneità alla mansione (fermo restando il relativo accertamento da
parte di questa Azienda in caso di accoglimento della domanda di mobilità);
12. di aver prestato i seguenti servizi presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di
precedenti rapporti di pubblico impiego _________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________;
13. di aver diritto a preferenza a parità di punteggio, ai sensi dell'art.5 del D.P.R. n.487/1994 ess.mm.,
per le seguenti motivazioni______________________________________________________;
14. di non avere sanzioni disciplinari comminate nell’ultimo triennio o procedimenti disciplinari in corso
(altrimenti specificare le sanzioni riportate);
15. di essere o di non essere titolare di congedi/permessi ex legge 104/92 e legge 53/00;
16. di autorizzare il trattamento manuale/informatizzato dei dati personali ai sensi e per gli effetti del
D.Lgs.196/2003;
17. il domicilio presso il quale ricevere ogni comunicazione relativa alla selezione, in caso di mancata
indicazione vale ad ogni effetto la residenza di cui al punto 1.________________________________
_________________________________________________________________________________;
18. indirizzo mail per eventuali comunicazioni _______________________________________________.
Il/La sottoscritto/a ________________________________________autorizza il trattamento dei dati
personali ai sensi del D. Lgs. 196/03, in quanto necessario per consentire l’assunzione in servizio e la
gestione del rapporto di lavoro in adempimento degli obblighi stabiliti dalle leggi, regolamenti e contratti
collettivi.
La domanda deve essere datata e sottoscritta, pena l'esclusione dalla selezione. Tale sottoscrizione ai sensi
dell’art. 39 DPR 445/2000, non necessita di autentica.
Data, ________________
Firma _______________________________
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
27
(Allegato n. 2)
Schema di
Curriculum formativo e professionale
Redatto ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000
(dichiarazione sostitutiva di certificazione- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà)
Il/La sottoscritto/a____________________________________ nato a __________ Prov. _______ il______
residente in ___________ CAP___________ Prov. ____Via _______________________n. ___
C.F.__________________, ai sensi dell’art. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali, nel
caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. n.
445/2000, dichiara i seguenti stati, fatti e qualità personali:
Titoli di carriera
Per ogni contratto subordinato a tempo indeterminato/determinato precisare:
Ente presso il quale il servizio è stato prestato
Natura giuridica del rapporto (contratto subordinato a tempo indeterminato/determinato)
Profilo Professionale
Tipologia del rapporto (tempo pieno- parziale, indicando le ore svolte a settimana)
Data di inizio e fine rapporto
Indicazioni di eventuali interruzioni del rapporto di lavoro (aspettative senza assegni, ecc.)
Nelle certificazioni relative ai servizi, se il servizio è stato prestato presso il SSN, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo
comma dell’art. 46 del DPR 761/79, in presenza delle quali il punteggio deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della
riduzione del punteggio.
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
Titoli accademici e di studio
Per ogni titolo precisare:
Ente che ha rilasciato il titolo
Durata del corso
Data di conseguimento
Votazione riportata
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
Pubblicazioni e titoli scientifici
Allegare in originale o in copia conforme all’originale eventuali pubblicazioni
Curriculum formativo e professionale
Inserire tirocini, contratti libero professionali, contratti di collaborazione coordinata e continuativa, altre attività, indicando:
Ente presso il quale il servizio è stato prestato
Natura giuridica del rapporto (tirocinio, contratto libero professionale, contratto di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali
ecc.)
Qualifica
indicazione numero ore svolte a settimana
Data di inizio e fine rapporto di lavoro
28
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Per le attività di docenza indicare:
Ente presso cui sono state effettuate;
Periodo, numero delle ore e oggetto
Per ogni corso di formazione indicare:
Oggetto;
data e luogo di svolgimento;
Ente organizzatore;
eventuale esame finale;
crediti formativi attribuiti.
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
Di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13 D.Lgs 196/2003 che i dati personali raccolti
saranno trattati, anche con strumenti informatici, nell’ambito del procedimento per il quale la presente
dichiarazione viene resa e del successivo eventuale rapporto di lavoro; di autorizzare, ai sensi e per gli effetti
del D.Lgs. 196/2003, il trattamento dei dati personali contenuti nella presente dichiarazione.
DATA _____________________________ FIRMA____________________
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
29
(Allegato n. 3)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CONFORMITA’ DELLA COPIA ALL’ORIGINALE
Ai sensi degli artt. 19 e 47 D.P.R. 445/2000
Il Sottoscritto ____________________________nato a ______________ Prov _____ il______ e residente in
__________________________________CAP ______ Prov.__________Via___________________________
______________n ___.
Consapevole delle sanzione penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000,
DICHIARA
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
Di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 che i dati personali raccolti
saranno trattati, anche con strumenti informatici, nell’ambito del procedimento per il quale la presente
dichiarazione viene resa, e per l’eventuale stipula del contratto di lavoro. Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs.
196/2003, dichiaro di autorizzare il trattamento dei dati personali contenuti nella presente dichiarazione.
Data _____________________
FIRMA______________________________________
N.B. Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in presenza del
dipendente addetto ovvero sottoscritta e presentata unitamente alla copia fotostatica non autenticata di un
documento di identità in corso di validità del dichiarante.
30
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
ESTAV NORD-OVEST PISA
Revoca del concorso pubblico, per titoli ed esami,
per la copertura a tempo indeterminato di n. 8 posti
di collaboratore professionale Assistente Sociale.
Si comunica che con deliberazione del Direttore
Generale n.220 del 4/7/2014 e’ stato revocato il concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura a tempo
indeterminato di n.8 posti Collaboratore Professionale
Assistente Sociale indetto con determinazione dirigenziale n. 497 del 28/4/2011, pubblicato sul Bollettino
Ufficiale della Regione Toscana n. 19 del 11/5/2011 e
sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 27/5/2011 (scadenza
presentazione domande 27/6/11).
La Dirigente
Paola Melani
CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Ricerca Industriale, Innovazione e
Trasferimento Tecnologico
DECRETO 11 giugno 2014, n. 2681
certificato il 30-06-2014
PAR FAS 2007-2013. Linea di Azione 1.4a “sostegno ai processi di integrazione aziendale”. D.D. 4834
del 12/11/2013 “Bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese”. Approvazione della graduatoria delle domande ammesse e dell’elenco delle
domande non ammesse.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della legge regionale 8 gennaio 2009, n. 1 “Testo unico in materia di organizzazione e
ordinamento del personale”;
Vista la legge regionale 8 gennaio 2009, n. 1, sopra
citata, ed in particolare l’art. 9;
Visto il decreto del Direttore Generale della Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e
Sviluppo delle Competenze n. 4776 del 14.11.2013 con
il quale la sottoscritta è stata nominata responsabile del
Settore “Ricerca industriale, innovazione e trasferimento
tecnologico”, come confermato con il decreto n. 294 del
31.01.2014;
Vista la legge regionale n. 35 del 20 marzo 2000,
relativa a “Disciplina degli interventi regionali in materia
di attività produttive” e s.m.i.;
Vista la deliberazione del Consiglio regionale n.
59 del 11 luglio 2012, con la quale si approva il Piano
Regionale dello Sviluppo Economico (PRSE 20122015);
Vista la delibera di Giunta regionale n. 459 del 17
giugno 2013 di approvazione del programma attuativo
regionale del Fondo Aree Sottoutilizzate 2007-2013
(PAR FAS), che prevede l’ASSE 1 “Ricerca, sviluppo e
trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità” – Linea di Azione 1.4 “Interventi di sostegno alle
PMI”;
Vista la delibera di Giunta regionale n. 460 del 17
giugno 2013, di approvazione del Documento di Dettaglio del Programma Attuativo Regionale del Fondo Aree
Sottoutilizzate 2007-2013 (PAR FAS) – versione n. 6, ed
in particolare l’ASSE 1 “Ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità” – Linea
di Azione 1.4 “Interventi di sostegno alle PMI” – Azione
A “Sostegno ai processi di integrazione aziendale;
Visto il decreto n. 5791 del 20/12/2011, che approva
il disciplinare tra Regione Toscana e ARTEA per l’affidamento delle attività di controllo e pagamento relativamente alla Linea di Azione 1.4A (ex PIR 1.3 – Linea di
Azione 2A) del PAR FAS 2007-2013;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 151 del 4
marzo 2013 avente per oggetto “Piano di attività 2013
di Sviluppo Toscana SpA. Individuazione ambiti di
intervento”, che prevede l’utilizzo dell’importo di Euro
48.400,00 sul capitolo 74041/U, già prenotato nel bilancio 2012 con DGR 162/2012, per supporto e assistenza
tecnica, informatizzazione e istruttoria Bando integrazione e bando reti a valere sulla Linea di Azione 1.4A del
PAR FAS 2007-2013;
Visto il Reg. (CE) n. 800/2008 della Commissione
del 6 agosto 2008, che dichiara alcune categorie di aiuti
compatibili con il mercato comune in applicazione degli
articoli 87 e 88 del Trattato(regolamento generale di
esenzione per categoria);
Vista la delibera n. 893 del 28 ottobre 2013, che stabilisce le direttive di attuazione per la selezione di proposte progettuali per la costituzione e lo sviluppo delle
reti tra imprese a valere sulla Linea di Azione 1.4A del
PAR FAS 2007-2013;
Visto il decreto dirigenziale n. 4834 del 12 novembre
2013 con il quale si approva il bando per la costituzione
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
e lo sviluppo di reti tra imprese e si impegna l’importo
di Euro 2.337.454,18;
Visto il decreto n. 6024 del 16 dicembre 2013 con il
quale si approva la Convenzione tra Regione Toscana e
Sviluppo Toscana Spa per la gestione del bando sopra
citato, stipulata in data 16/04/2014;
Visto il decreto n. 1656 del 23 aprile 2014 con il
quale è stata nominata la Commissione Tecnica di Valutazione del bando sopra citato;
Visto il paragrafo 5 “Istruttoria e valutazione della
domanda” del bando, approvato con il citato decreto
n. 4834/2013, secondo cui le domande di agevolazione sono sottoposte in primo luogo ad un’istruttoria di
ammissibilità (vd. Paragrafo 5.1) e quelle che superano
positivamente tale fase accedono alla fase di valutazione
(vd. Paragrafo 5.2), effettuata dalla Commissione Tecnica di Valutazione;
Dato atto che, entro le ore 17.00 del 14/02/2014, scadenza prevista dal Bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese”, sono pervenute sulla piattaforma
informatica on-line di Sviluppo Toscana n. 8 domande di
partecipazione;
Visti i risultati dell’istruttoria di ammissibilità svolta
da Sviluppo Toscana Spa dai quali risulta che:
- n. 5 domande non sono ammissibili alla successiva fase di valutazione in quanto presentano cause di
inammissibilità di cui al paragrafo 5.1.1 dell’allegato A
del sopra citato bando (progetti: RE.SU.ME, CRESCI,
LEAN-CA, PLURINET e LIFESCIENCES);
- n. 3 domande sono ammesse alla successiva fase
di valutazione in quanto in possesso dei requisiti di
ammissibilità di cui al paragrafo 5.1. dell’allegato A del
sopra citato bando (progetti: ECOWEAR, PIC-RICH e
NETY 2.0);
Considerato che la Commissione Tecnica di Valutazione, appositamente costituita con il sopra citato decreto n. 1656/2014 e riunitasi nel giorno 9 maggio 2014,
come risulta dal verbale agli atti del Settore, prendendo
atto dell’esito dell’istruttoria di ammissibilità svolta da
Sviluppo Toscana Spa, ha esaminato n. 3 domande di
partecipazione;
Dato atto che l’esperto valutatore, membro della
Commissione Tecnica di Valutazione, ha svolto la propria attività di valutazione tecnica tramite il Sistema
Informatico di Sviluppo Toscana Spa nel quale sono state
compilate e rimangono conservate le schede di valutazione di ciascuna domanda (progetto);
Preso atto, ai sensi del paragrafo 5.2.1 “Criteri di
31
selezione”, 5.2.2 “Criteri di premialità” e del paragrafo
5.3 “Formazione della graduatoria” dell’allegato A del
citato bando:
- degli esiti della fase di valutazione tecnica delle
proposte progettuali e, in particolare, dei punteggi relativi ai criteri di selezione attribuiti a ciascun progetto;
- degli esiti della fase istruttoria relativa al calcolo
delle premialità, e, in particolare, dei punteggi relativi ai
criteri di premialità assegnati a tutti i progetti che abbiano totalizzato almeno 30 punti in sede di valutazione
tecnica;
così come risulta dalla documentazione trasmessa da
Sviluppo Toscana Spa con PEC del 6 giugno 2014, prot.
n. AOO-GRT/144276/L.050.060 del 09/06/2014;
Ritenuto di dover procedere all’approvazione della
graduatoria delle domande ammesse e dell’elenco delle
domande non ammesse a valere sul bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese, di cui al decreto n.
4834 del 12 novembre 2013, di cui, rispettivamente, agli
allegati A e B, parti integranti e sostanziali del presente
atto;
Considerato che l’accoglimento delle richieste di
ammissione con esito positivo comporta oneri per
314.627,05 euro;
Ritenuto di rinviare la liquidazione della suddetta
somma a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
Visto l’impegno n. 5285/2013 sul capitolo 51458
del bilancio 2013, di importo pari a Euro 2.337.454,18,
assunto con decreto n. 4834 del 12/11/2013;
Ritenuto pertanto, visti gli esiti istruttori di cui
sopra, di dichiarare un’economia di Euro 2.022.827,13
sull’impegno n. 5285/2013 a valere sul capitolo 51458
del bilancio 2013, assunto con decreto n. 4834 del
12/11/2013;
Considerato che le imprese sono finanziate con le
risorse FAS 2007-2013 e ritenuto pertanto di utilizzare,
per la rendicontazione dei programmi di investimento, la
procedura on-line del Sistema Gestionale Artea – Fas del
sito internet www.artea.toscana.it;
Considerato che, a fronte delle spese ammesse, il contributo previsto dal citato decreto n. 4834/2013 e dal presente atto è soggetto a ritenuta d’acconto del 4%, ai sensi
dell’art. 28 del D.P.R. 600/73, ad esclusione del contributo su eventuali spese per beni strumentali debitamente
documentate e secondo quanto espressamente dichiarato
dal beneficiario, ai sensi dello stesso D.P.R. 600/73;
32
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Ritenuto di dover procedere all’iscrizione dei presenti contributi nell’elenco dei beneficiari ai sensi del DPR
118/2000;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno 2014 e bilancio pluriennale 2014/2016”;
Vista la deliberazione di Giunta regionale n. 2 del
7 gennaio 2014 che approva il bilancio gestionale per
l’esercizio 2014 e il bilancio gestionale pluriennale
2014/2016;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D.Lgs. 14 marzo
2013 n. 33;
DECRETA
1. di approvare l’allegato A “Graduatoria delle domande ammesse – Linea di azione 1.4a) PAR FAS 2007/2013
bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese”
e l’allegato B “Elenco delle domande non ammesse -Linea
di azione 1.4a) PAR FAS 2007/2013 bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese”, parti integranti e
sostanziali del presente atto;
2. di concedere i contributi previsti alle n. 5 imprese
in graduatoria, di cui all’allegato A), parte integrante e
sostanziale del presente atto, per l’importo indicato a
fianco di ciascuna impresa, per un importo complessivo
di euro 314.627,05;
3. di dichiarare per le motivazioni espresse in narrativa, un’economia di Euro 2.022.827,13 sull’impegno n.
5285/2013 a valere sul capitolo 51458 del bilancio 2013,
assunto con decreto n. 4834 del 12/11/2013;
4. di trasmettere il presente atto a Sviluppo Toscana
Spa per gli adempimenti di propria competenza tra cui
quelli previsti all’art. 2 “Adempimenti” punto 5) dell’al-
legato A del sopra citato decreto n. 6024 del 16/12/2013,
ovvero “predisposizione delle comunicazioni ai beneficiari della conclusione della fase istruttoria, e notificazione degli esiti della valutazione (predisposizione
lettera concessione contributo e lettera di comunicazione
di esclusione al beneficiario)”;
Le domande di pagamento dovranno essere redatte
on-line accedendo al Sistema Gestionale Artea – Fas dal
sito internet www.artea.toscana.it.
Il soggetto proponente per accedere alla compilazione della domanda di pagamento dovrà richiedere
il rilascio di User-id e Password per la connessione al
sistema informatico secondo le istruzioni reperibili sul
sito suddetto nella pagina specifica dell’Artea Riservata
“Richiesta utenze”. Tale richiesta non dovrà essere presentata qualora il soggetto proponente abbia già un’utenza utilizzata per il sistema gestionale Artea – Por Creo.
Ulteriori informazioni sulle modalità di inserimento
delle domande di pagamento possono essere reperite sul
sito o acquisite su richiesta al seguente indirizzo e-mail:
[email protected]
Sugli originali della documentazione fiscale attestante il sostenimento dei costi di investimento (fatture
o documentazione probatoria equivalente) dovrà essere
apposto in modo indelebile, a cura del soggetto beneficiario, un timbro di imputazione della spesa recante la
dicitura “n. Decreto/Delibera di approvazione graduatoria – ‘Linea di intervento’ – ‘Titolo dell’intervento’
– Spesa rendicontata imputata al progetto per € ……..
– Rendicontazione effettuata in data …….. – firma del
responsabile del procedimento”.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi dell’art. 4, 5 e 5 bis della L.R. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art. 18 della medesima L.R. 23/2007.
La Dirigente
Angelita Luciani
SEGUONO ALLEGATI
$
!&
"
"
"!! #&!
! (
(
(
" #!
!!
(
(
& ! ! "''!
)! (
(
! (
(
(
(
(
(
(
(
(
! (
(
!! ! (
(
#! (
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
%!$ '!
!
& " !
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
(
!!# ""!
!$ !
,!%$ -$%& '"%()!)*,!%$ "%(+!"*&&%!' )!)'!#&' ( .
"!
/
ALLEGATO A
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
33
"
"!
$ ! !!
# # " !"!!*" ! #' ! " # ! !! #& ! !+ #
#'!!!! * ! #'!! # '' ''!"" ! 0
ALLEGATO B
!'
"!
!'"!
!'"!
!'"!
!'"!
!!# ""!
!$ !
,!%$ -$%& '"%()!)*,!%$ "%(+!"*&&%!' )!)'!#&' ( .
34
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e
Lavoro
Settore Formazione e Orientamento
DECRETO 16 giugno 2014, n. 2751
certificato il 03-07-2014
Legge 53/00 art. 6 comma 4 avviso pubblico per
il finanziamento di progetti di formazione rivolti ad imprese che hanno sottoscritto contratti di
solidarietà. Ammissione a finanziamento progetto
RIQUALI.TAR presentato dall’Associazione SMILE
TOSCANA. Assunzione di impegno di spesa.
IL DIRIGENTE
Vista la legge regionale 8 gennaio 2009 n. 1 (Testo
unico in materia di organizzazione e ordinamento del
personale) ed in particolare gli artt. 2, 6 e 9;
Visto il decreto del Direttore Generale n. 2606 del
04/07/2013 con il quale il sottoscritto è stato nominato
responsabile del Settore Formazione e Orientamento;
Vista la Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 (Testo
Unico della normativa della Regione Toscana in materia
di educazione, istruzione, orientamento, formazione
professionale e lavoro), e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Giunta regionale
dell’8 agosto 2003, n. 47/R e successive modifiche e
integrazioni, che emana il Regolamento di esecuzione
della L.R. 32/2002;
Vista la deliberazione del Consiglio Regionale n.32
del 17/04/2012 che approva il Piano di Indirizzo Generale Integrato 2012-2015 (PIGI);
Visto il Regolamento (CE) n. 1083/2006, del 11
luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo
europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo
e sul Fondo di coesione;
Visto il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione, dell’8 dicembre 2006, che stabilisce modalità
di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del
Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Sociale Europeo;
Visto il Regolamento CE n. 1081/2006, del 5 luglio
2006, relativo al Fondo Sociale Europeo;
35
Vista la decisione della Commissione delle Comunità
Europee C(2007) 5475 del 7 novembre 2007 con la quale
si approva il testo del POR CRO FSE 2007-2013 e la
relativa DGR 832 del 20 novembre 2007 con la quale la
Giunta Regionale ne prende atto;
Considerato che, in data 14 marzo 2013, l’autorità
di gestione a nome dello Stato membro Italia ha presentato una ulteriore richiesta di revisione del programma
operativo per l’intervento comunitario del Fondo sociale
europeo ai fine dell’obiettivo “Competitività regionale e occupazione” Regione Toscana in Italia, adottato
con decisione della Commissione C(2007) 5475 del 7
novembre 2007, come modificato con decisione C(2011)
9103;
Vista la decisione 13 maggio 2013 C(2013) n. 2788
con cui la Commissione Europea ha approvato la citata
proposta di revisione, modificando le Decisioni C(2007)
n. 5475 e C(2011) n. 9103 rispettivamente di approvazione e di modifica del POR CRO FSE Toscana, obiettivo
“Competitività Regionale e Occupazione” per il periodo
2007-2013;
Vista la delibera della Giunta Regionale del 3 giugno 2013, n. 425, di presa d’atto della citata decisione
C(2013) n. 2788 della Commissione Europea di riprogrammazione del POR CRO FSE Toscana 2007-2013;
Vista la delibera della Giunta Regionale dell’8 luglio
2013, n. 557, che modifica il Provvedimento Attuativo di
Dettaglio (PAD) del Programma Operativo Obiettivo 2
FSE 2007/2013 - approvato con DGR 873 del 26 novembre 2007 e ss.mm.ii. – recependo quanto approvato dalla
citata decisione (2013) n. 2788 della Commissione Europea in merito alla riprogrammazione del POR CRO FSE
Toscana 2007-2013;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 1179/2011,
con la quale si approvano le “Procedure di gestione degli
interventi formativi oggetto di sovvenzioni a valere sul
POR CRO FSE 2007-2013” e successive modifiche e
integrazioni ed in particolare la Deliberazione GR n.
281/13;
Vista la legge 53/00 art. 6 comma 4 che dispone in
merito alla promozione ed al sostegno di interventi di
formazione continua;
Visti i D.I. 106-107-108/Segr.DG/2013 e il D.I. 3/
Segr.DG/2014 con i quali il Ministero del Lavoro e delle
Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell’Economie e delle Finanze ha assegnato le risorse alla Regione
Toscana per le annualità 2010-2011-2012 e 2013;
Visto il Decreto Dirigenziale n. 3751 del 27/07/2010
36
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
che approva in riferimento alla suddetta L. 53/00 art.
6 comma 4 l’avviso pubblico per il finanziamento di
progetti di formazione rivolti ad imprese che hanno sottoscritto contratti di solidarietà;
Visto il Decreto Dirigenziale n. 5695 del 29 novembre 2010 che destina euro 500.000,00 al finanziamento
ulteriore dell’avviso pubblico approvato con il citato
decreto n. 3751/2010;
Preso atto che alla scadenza del 10/01/2014 è pervenuto il progetto denominato “RIQUALI.TAR” presentato dall’Associazione Smile Toscana C.F.: 04840470480–
Via Pier Capponi n. 7 Firenze;
Preso atto dell’esito positivo dell’istruttoria di ammissibilità effettuata dal Settore Formazione e Orientamento
che ha ammesso alla valutazione il citato progetto;
Ritenuto di approvare i verbali di valutazione n. 1 del
07/03/2014 e n. 2 del 09/04/2014 con i quali viene valutato positivamente dal Nucleo di Valutazione, previsto
dall’art. 12 dell’avviso pubblico, il suindicato progetto e
dichiarato ammissibile al finanziamento per un totale di
contributo pubblico pari ad € 95.900,00 (novantacinque
milanovecento/00);
Visto l’esito positivo dei controlli effettuati sulle
dichiarazioni rese, ai sensi del DPR n.445/00;
Ritenuto necessario assumere un impegno complessivo per un totale di contributo pubblico richiesto pari
ad € 95.900,00 (novantacinquemilanovecento/00), sul
Capitolo 61055 del Bilancio Regionale 2014;
Dato atto che le risorse impegnate con il presente atto
potranno essere utilizzate per effettuare operazioni di
overbooking a sostegno dell’indice di realizzazione del
POR FSE CRO 2007-2013 della Regione Toscana e che
le operazioni di cui al presente atto saranno soggette alle
procedure per la gestione ed il controllo degli interventi
proprie del POR FSE CRO 2007-2013;
1. di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa, i verbali di valutazione n. 1 del 07/03/2014 e n. 2 del
09/04/2014, agli atti del Settore Formazione e Orientamento, con il quale è stato valutato positivamente ed ammissibile al finanziamento il progetto denominato “RIQUALI.
TAR” presentato dall’Associazione Smile Toscana C.F.:
04840470480 - Via Pier Capponi n. 7 Firenze;
2. di dichiarare ammesso a finanziamento, per i motivi espressi in premessa, il progetto di cui al precedente
punto 1, per un totale di contributo pubblico pari ad €
95.900,00 (novantacinquemilanovecento/00);
3. di assumere conseguentemente, a favore dell’Associazione Smile Toscana C.F.: 04840470480 - Via
Pier Capponi n. 7 Firenze, l’impegno di spesa pari a €
95.900,00 (novantacinquemilanovecento/00) sul Capitolo 61055 del Bilancio Regionale 2014;
4. di procedere alla successiva stipula della convenzione con Associazione Smile Toscana;
5. di rinviare la liquidazione a successivo atto ai sensi
degli articoli 44 e 45 del DPR 61/R del 2001, secondo le
modalità previste dall’art. 7 della convenzione, nei limiti
di cui al successivo punto 6);
6. di stabilire che la liquidazione delle somme impegnate con il presente atto avverrà, per il 60% pari a €
57.540,00, entro l’anno 2014 e di rinviare la liquidazione del restante 40%, pari a € 38.360,00, all’anno 2015,
nel rispetto dei limiti di spesa previsti dalle decisioni di
Giunta Regionale nn. 18-29-30 del 2014 in materia di
patto di stabilità;
7. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicità di cui al D.Lgs 33/2013”.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della LR 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 18 della LR 23/2007.
Il Dirigente
Gabriele Grondoni
Dato atto che i contributi di cui al presente atto
devono essere iscritti nell’elenco dei beneficiari di cui al
D.P.R. n. 118 del 07/04/2000;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78 e
la Delibera di Giunta Regionale n. 2 del 07/01/2014 che
approvano il Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale pluriennale 2014 – 2016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D.Lgs 33/2013”.
DECRETA
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2769
certificato il 03-07-2014
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
37
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto di paesaggio Cecina Volterra” presentato dalla Regione Toscana
- Settore “Tutela, riqualificazione e valorizzazione del
paesaggio”.
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
IL DIRIGENTE
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
38
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/
247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni
Generali della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda
Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da
parte della Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
39
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento pervenute c’è quella presentata dalla Regione
Toscana – “Settore Tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio”, per lo studio di fattibilità soprasoglia dell’intervento “Progetto di paesaggio Cecina
Volterra”;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto di paesaggio Cecina Volterra”,
presentato dalla Regione Toscana – Settore “Tutela,
riqualificazione e valorizzazione del paesaggio”, secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo
contributo ammissibile:
Studio di fattibilità sopra soglia
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
187.500,00
187.500,00
Ricordato che con la Delibera di Giunta Regionale
n. 396 del 19/05/2014 avente ad oggetto “Variazione al
Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario 2014 e
pluriennale 2014/2016 ai sensi degli artt. 22,23 e 24 della
L.R. 36/2001” si è provveduto a stornare dal capitolo
51383 l’importo di euro 1.587.500,00 a favore di 4 nuovi
capitoli gestiti dai Settori regionali competenti che hanno
presentato domanda di finanziamento;
Dato atto che tra gli storni effettuati con la citata
Delibera n. 396/2014 c’è quello di euro 187.500,00 a
favore del cap. 51694 “Fondo per la progettazione degli
interventi strategici – Progetto di paesaggio Cecina
Volterra” assegnato al Settore “Tutela, riqualificazione e
valorizzazione del paesaggio”;
Ritenuto pertanto di assumere una prenotazione di
euro 187.500,00 sul cap. 51694 dell’esercizio finanziario
2014, dando atto che l’impegno definitivo sarà assunto
dal Settore regionale competente compatibilmente con i
vincoli posti dal patto di stabilità;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato che, ai sensi dell’art. 14.2, caso 1, del
Disciplinare, lo studio di fattibilità per l’intervento in
oggetto dovrà concludersi entro 180 giorni dall’affidamento /aggiudicazione definitiva;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza
della fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione
tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata
in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere presentata dal Settore “Tutela, riqualificazione e valorizzazione
del paesaggio” al Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei
termini e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo Toscana;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
Vista la delibera Giunta regionale n. 2 del 07/01/2014
“Approvazione Bilancio gestionale per l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016”;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento “Progetto di paesaggio Cecina Volterra” presentato dalla Regione Toscana – Settore “Tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio”, secondo il seguente investimento
ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
187.500,00
187.500,00
Studio di fattibilità sopra soglia
2. di assumere una prenotazione di euro 187.500,00
sul cap. 51694 dell’esercizio finanziario 2014, dando
atto che l’impegno definitivo sarà assunto dal Settore
regionale competente compatibilmente con i vincoli
posti dal patto di stabilità;
3. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dal Settore “Tutela, riqualificazione e
valorizzazione del paesaggio” al Settore “Infrastrutture
40
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo”
nel rispetto dei termini e delle condizioni dettagliate nel
Disciplinare;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
4. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2770
certificato il 03-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto di valorizzazione del Sito Unesco Ville e Giardini Medicei in
Toscana” presentato dalla Regione Toscana - Settore
“Valorizzazione del Patrimonio Culturale”.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione degli
ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i compiti
di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e assistenza
tecnica per la realizzazione sportello e rete per attuazione
del “Fondo progettazione opere strategiche” ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il quale è stato
approvato il relativo schema di disciplinare tra la Regione
Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/247411/
L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del
Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico e il
Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni Generali della
Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare
attraverso la Compilazione di una “Scheda Informativa”
gli interventi da definire “Strategici” da parte della Giunta
Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n. 10
schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
41
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
42
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
te da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dalla Regione Toscana –
Settore “Valorizzazione del Patrimonio Culturale”, per lo
studio di fattibilità sopra-soglia dell’intervento “Progetto
di valorizzazione del Sito Unesco Ville e Giardini Medicei in Toscana”;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presenta-
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto di valorizzazione del Sito
Unesco Ville e Giardini Medicei in Toscana” presentato
dalla Regione Toscana – Settore “Valorizzazione del
Patrimonio Culturale”, secondo il seguente investimento
ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
20.000,00
20.000,00
Studio di fattibilità sopra soglia
Ricordato che con la Delibera di Giunta Regionale
n. 396 del 19/05/2014 avente ad oggetto “Variazione al
Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario 2014 e
pluriennale 2014/2016 ai sensi degli artt. 22,23 e 24 della
L.R. 36/2001” si è provveduto a stornare dal capitolo
51383 l’importo di euro 1.587.500,00 a favore di 4 nuovi
capitoli gestiti dai Settori regionali competenti che hanno
presentato domanda di finanziamento;
Dato atto che tra gli storni effettuati con la citata
Delibera n. 396/2014 c’è quello di euro 20.000,00 a
favore del cap. 51695 “Fondo per la progettazione
interventi strategici: Progetto di valorizzazione del sito
UNESCO villa e giardini medicei” assegnato al Settore
“Valorizzazione del Patrimonio Culturale”;
Ritenuto pertanto di assumere una prenotazione di
euro 20.000,00 sul cap. 51695 dell’esercizio finanziario
2014, dando atto che l’impegno definitivo sarà assunto
dal Settore regionale competente compatibilmente con i
vincoli posti dal patto di stabilità;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovan-
te l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato che, ai sensi dell’art. 14.2, caso 1, del
Disciplinare, lo studio di fattibilità per l’intervento in
oggetto dovrà concludersi entro 180 giorni dall’affidamento /aggiudicazione definitiva;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza
della fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Settore “Valorizzazione del Patrimonio
Culturale” al Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei
termini e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Vista la delibera Giunta regionale n. 2 del 07/01/2014
“Approvazione Bilancio gestionale per l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 20142016”;
DECRETA
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
20.000,00
20.000,00
Studio di fattibilità sopra soglia
2. di assumere una prenotazione di euro 20.000,00
sul cap. 51695 dell’esercizio finanziario 2014, dando
atto che l’impegno definitivo sarà assunto dal Settore
regionale competente compatibilmente con i vincoli
posti dal patto di stabilità;
3. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali
dovrà essere presentata dal Settore “Valorizzazione del
Patrimonio Culturale” al Settore “Infrastrutture per lo
sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel
rispetto dei termini e delle condizioni dettagliate nel
Disciplinare;
4. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2771
certificato il 03-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Completamento
del sistema tramviario nell’Area Metropolitana
Fiorentina - Sesto Fiorentino”, presentato dalla
Regione Toscana - Area di coordinamento “Mobilità
ed infrastrutture”.
IL DIRIGENTE
43
1. di procedere all’approvazione dell’intervento “Progetto di valorizzazione del Sito Unesco Ville e Giardini
Medicei in Toscana” presentato dalla Regione Toscana
– Settore “Valorizzazione del Patrimonio Culturale”,
secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924 del
19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010. Linee
di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e priorità (All.
A) per la costituzione di un Fondo per le infrastrutture
produttive e relativo disciplinare (All. B)” e successive
integrazioni di cui alle deliberazioni G.R. n. 700 del
26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n. 253 del 11/04/2011,
n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del 29/10/2012 e n. 1259
del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
44
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato median-
te procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/
247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni
Generali della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda
Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da
parte della Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 preveden-
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
do “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dalla Regione Toscana –
Area di coordinamento “Mobilità ed infrastrutture”, per
lo studio di fattibilità sopra-soglia dell’intervento “Completamento del sistema tramviario nell’Area Metropolitana Fiorentina – Sesto Fiorentino” per un contributo
ammissibile di euro 496.533,00;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/88937/
F.045.020 del 02/04/2014) inviata dal Responsabile
dell’Area di coordinamento “Mobilità ed infrastrutture”,
con la quale si comunica la necessità di estendere il
progetto della linea tramviaria verso Bagno a Ripoli, con
conseguente incremento del costo dello studio di fattibilità all’importo di euro 500.000,00;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Completamento del sistema tramviario
nell’Area Metropolitana Fiorentina – Sesto Fiorentino”,
presentato dalla Regione Toscana – Area di coordinamento “Mobilità ed infrastrutture”, secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo
ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
500.000,00
500.000,00
Studio di fattibilità sopra soglia
Ricordato che con la Delibera di Giunta Regionale
n. 396 del 19/05/2014 avente ad oggetto “Variazione al
Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario 2014 e
pluriennale 2014/2016 ai sensi degli artt. 22,23 e 24 della
L.R. 36/2001” si è provveduto a stornare dal capitolo
51383 l’importo di euro 1.587.500,00 a favore di 4 nuovi
capitoli gestiti dai Settori regionali competenti che hanno
presentato domanda di finanziamento;
45
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Dato atto che tra gli storni effettuati con la citata
Delibera n. 396/2014 c’è quello di euro 1.000.000,00
a favore del cap. 51692 “Fondo per la progettazione
degli interventi strategici – Studi di fattibilità” assegnato
all’Area di coordinamento “Mobilità ed infrastrutture”;
Ritenuto pertanto di assumere una prenotazione di
euro 500.000,00 sul cap. 51692 dell’esercizio finanziario
46
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
2014, dando atto che l’impegno definitivo sarà assunto
dal Settore regionale competente compatibilmente con i
vincoli posti dal patto di stabilità;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
presentata dall’Area di coordinamento “Mobilità ed
infrastrutture” al Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei
termini e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
Ricordato che, ai sensi dell’art. 14.2, caso 1, del
Disciplinare, lo studio di fattibilità per l’intervento in
oggetto dovrà concludersi entro 180 giorni dall’affidamento /aggiudicazione definitiva;
Vista la delibera Giunta regionale n. 2 del 07/01/2014
“Approvazione Bilancio gestionale per l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 20142016”;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza
della fase progettuale, pena la revoca del contributo;
DECRETA
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
1. di procedere all’approvazione dell’intervento “Completamento del sistema tramviario nell’Area
Metropolitana Fiorentina – Sesto Fiorentino”, presentato
dalla Regione Toscana – Area di coordinamento “Mobilità ed infrastrutture”, secondo il seguente investimento
ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale
500.000,00
500.000,00
Studio di fattibilità sopra soglia
2. di assumere una prenotazione di euro 500.000,00
sul cap. 51692 dell’esercizio finanziario 2014, dando
atto che l’impegno definitivo sarà assunto dal Settore
regionale competente compatibilmente con i vincoli
posti dal patto di stabilità;
3. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dall’Area di coordinamento “Mobilità
ed infrastrutture” al Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei
termini e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
4. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Politiche Orizzontali di Sostegno alle Imprese
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2787
certificato il 04-07-2014
L.R. 21/2008 “Promozione dell’imprenditoria giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di
ammortizzatori sociali”. Approvazione graduatorie
marzo 2013 per contributi in c/interessi.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della legge regionale 8 gennaio 2009 n. 1 “Testo unico in materia di organizzazione e
ordinamento del personale”;
Vista la legge regionale 8 gennaio 2009 n. 1, sopra
citata, ed in particolare l’art. 9;
Visto il Decreto del Direttore generale 2835 del
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
02.07.2012 e s.m.i., con il quale alla Dirigente Dott.ssa
Simonetta Baldi è stata attribuita la responsabilità del
Settore Politiche Orizzontali di sostegno alle imprese;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 2011/2015,
approvato dal Consiglio Regionale con Risoluzione n. 49
del 29.6.2011 che prevede, tra l’altro, il progetto “GiovaniSI’”;
Visto il Piano di indirizzo generale integrato
2012/2015 di cui alla LR 32/2002, approvato con Delibera del Consiglio regionale n. 32 del 17/04/2012;
Vista la Legge Regionale 29 aprile 2008 n. 21,
recante norme per la “Promozione dell’imprenditoria
giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di
ammortizzatori sociali”, così come modificata dalla
Legge Regionale 11 luglio 2011 n. 28;
Visto il D.P.G.R. 16 settembre 2011, n. 42/R, recante
il “Regolamento di attuazione della Legge Regionale
29 aprile 2008, n. 21 (Promozione dell’imprenditoria
giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di
ammortizzatori sociali)”;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 907 del 24
ottobre 2011 con la quale tra l’altro:
- sono state approvate le condizioni e modalità per
l’attuazione degli interventi agevolativi, di cui alla L.R.
21/2008;
- è stato individuato in Fidi Toscana S.p.A. il soggetto attuatore degli interventi indicati all’art. 5 comma 1,
della L.R. 21/2008;
- sono stati destinati € 3.660.000,00 agli interventi
agevolativi previsti dall’art. 5 comma 1 lettera a) della
L.R. 21/2008;
Vista la delibera della Giunta Regionale n.17 del 14
gennaio 2013 con la quale:
- si approva la riduzione del contributo in c/interessi,
di cui all’art.5) comma 1 lettera a) della L.R.21/2008,
nella misura del 50% dell’importo degli interessi gravanti sul finanziamento garantito;
- si individua la data di decorrenza dell’operatività
della modifica;
Visto il Decreto Dirigenziale n. 101 del 24 gennaio
2013, che in attuazione della D.G.R.17/2013, tra l’altro,
approva le modifiche ed integrazioni al regolamento degli interventi previsti dalla L.R.21/2008 e delle
modalità di presentazione della domanda, di cui al D.D.
n.5195/2011, in particolare approva la riduzione del
contributo in c/interessi, di cui all’art.5) comma 1 lettera
a) della L.R.21/2008, nella misura del 50% dell’importo
degli interessi gravanti sul finanziamento garantito;
47
Visto il Decreto Dirigenziale n. 6116 del 22 dicembre
2011, con il quale si è proceduto all’impegno della somma
totale di euro 3.660.000,00 a valere sul Bilancio 2011 e
pluriennale 2012 e 2013 e alla liquidazione della somma
di €.1.220.000,00 per l’anno 2011 per l’attuazione degli
interventi agevolativi di cui all’art. 5 comma 1 lettera a)
della L.R. 21/2008 in favore di Fidi Toscana S.p.A;
Considerato che con il sopra citato Decreto Dirigenziale n. 6116/2011 si è proceduto all’impegno a favore
di Fidi Toscana S.p.A della somma di € 1.220.000,00 sul
capitolo n. 61611 del bilancio regionale 2012 , somma
che è stata liquidata con mandato n. 18094 del 2 agosto
2012 e all’impegno di €.1.220.000 sul capitolo n. 61611
del bilancio regionale 2013 , somma che è stata liquidata
con decreto dirigenziale 1160 del 29 marzo 2013;
Considerato, inoltre, che con il Decreto Dirigenziale
n. 4913 del 23 ottobre 2012 si è proceduto all’impegno
e alla liquidazione favore di Fidi Toscana S.p.A della
somma di euro 1.273.434,25 a valere sul Bilancio 2012
per l’attuazione degli interventi agevolativi di cui all’art.
5 comma 1 lettera a) della L.R. 21/2008;
Considerato che con il Decreto Dirigenziale n. 6154
del 18 dicembre 2012 si è proceduto all’impegno e alla
liquidazione favore di Fidi Toscana S.p.A della somma
di euro 400.000,00 a valere sul Bilancio 2012 per l’attuazione degli interventi agevolativi di cui all’art. 5 comma
1 lettera a) della L.R. 21/2008;
Considerato, inoltre, che con il Decreto Dirigenziale
n. 3519/2013 si è proceduto all’impegno e alla liquidazione favore di Fidi Toscana S.p.A della somma di euro
8.000.000,00 a valere sul Bilancio 2013 per l’attuazione
degli interventi agevolativi di cui all’art. 5 comma 1 lettera a) della L.R. 21/2008;
Vista la delibera di Giunta Regionale n.118/2014
che tra l’altro stabilisce, relativamente al contributo
in c/interessi di cui all’art.5) comma 1 lettera a) della
L.R.21/2008, che per consentire il finanziamento delle
graduatorie relative alle domande presentate fino al 7
marzo 2014 – graduatorie che saranno approvate nel
corso delle annualità 2014 e 2015 – siano dirottate su
questo fondo (a valere sull’attuale gestione di fidi Toscana S.p.a.) le risorse allocate sul capitolo 61611 del bilancio pluriennale 2014/2016, rispettivamente per Euro
5.220.000,00 sull’annualità 2014 ed Euro 1.220.000,00
sull’annualità 2015;
Preso atto del Decreto Dirigenziale n.1279/2014, che
in attuazione della delibera di Giunta Regionale di cui al
punto precedente, ha impegnato in favore di Fidi Toscana S.p.a., l’importo complessivo di € 6.440.000,00, nel
seguento modo:
48
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- euro 5.220.000,00 sul capitolo 61611, sul bilancio
regionale 2014 a valere sulla prenotazione n.2014/246;
- euro 1.220.000,00 sul capitolo 61611, sul bilancio
regionale 2015 a valere sulla prenotazione n.2014/246;
Toscana Spa comprendeva anche l’allegato 3),che riporta la rettifica dell’importo di contributo concesso a n.4
imprese ammesse a contributo in precedenti graduatorie,
così come descritto nel dettaglio dell’allegato stesso;
Tenuto conto che con il Contratto con Codice Identificativo di Gara n. 36727522D4 stipulato in data 14
dicembre 2011è stata affidata a Fidi Toscana S.p.A. la
gestione degli interventi agevolativi previsti dall’art. 5
comma 1 lettera a) della L.R. 21/2008, ed in attuazione di quanto già predisposto dalla sopra citata DGR
907/2011;
Vista la L.R.24 dicembre 2013, n.77 “Legge finanziaria per l’anno 2014”;
Tenuto conto che, ai sensi dell’art. 8 del sopra citato
Regolamento, la Regione Toscana provvede con proprio
decreto all’adozione del provvedimento di ammissione
al contributo previsto dall’art. 5 comma 1 lettera a) della
L.R. 21/2008, a seguito della trasmissione da parte di
Fidi Toscana dei risultati dell’istruttoria, mediante proposte di graduatorie mensili relative all’ammissione al
contributo, secondo l’ordine cronologico di ricezione
della domanda o di completamento della stessa;
Considerato che in data 20/06/2014 è pervenuta al
Settore Politiche Orizzontali di Sostegno alle Imprese
(protocollo AOOGRT/155897/L.50.100) da parte di Fidi
Toscana la comunicazione relativa all’elenco dei beneficiari al 31 marzo 2013 ammessi ai contributi (L.R.
21/2008 e Regolamento di attuazione ai sensi del D.D. n.
5195 del 22/11/2011 e del D.D. n.101 del 24/01/2013);
Considerato che, tale elenco è stato suddiviso in:
- elenco beneficiari al 31 marzo 2013 con finanziamenti fino a 50.000,00 euro costituito da n. 46 imprese
ammesse, di cui all’allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente decreto;
- elenco beneficiari al 31 marzo 2013 con finanziamenti superiori a 50.000,00 euro, costituito da n. 11
imprese ammesse, di cui all’allegato 2 parte integrante e
sostanziale del presente decreto.
Ritenuto di dover procedere ai sensi dell’art. 8 del
sopra citato Regolamento all’approvazione delle graduatorie delle domande di accesso al contributo ammissibili
come dal sopra citato allegato 1) per i finanziamenti fino
a 50.000,00 euro, come da allegato 2) per i finanziamenti
superiori a 50.000,00;
Preso atto che la documentazione trasmessa da Fidi
Vista la L.R. 24 dicembre 2013, n. 78 “Bilancio di
previsione per l’anno finanziario 2014 e bilancio pluriennale 2014-2016”;
Vista la Delibera di Giunta regionale n.2 del
07.01.2014 che approva il bilancio gestionale per l’esercizio finanziario 2014 e pluriennale 2014-2016;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al DLgs 33/2013;
DECRETA
1. di approvare gli elenchi dei beneficiari al 31 marzo
2013 ammessi ai contributi, ai sensi del Regolamento
approvato con il Decreto Dirigenziale n. 5195/2011 e
ss.mm.ii, di cui agli Allegati 1), e 2), così come specificato in narrativa, che costituiscono parte integrante e
sostanziale del presente atto;
2. di approvare la rettifica degli importi dei contributi
concessi, così come dettagliato nell’Allegato 3), che
costituisce parte integrante e sostanziale del presente
atto;
3. di trasmettere il presente decreto a Fidi Toscana
S.p.A. per gli adempimenti conseguenti previsti dal
Regolamento e dal Contratto con Codice Identificativo
di Gara n. 36727522D4, inclusa la comunicazione ai
soggetti interessati.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Simonetta Baldi
SEGUONO ALLEGATI
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
49
50
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
51
52
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Presidenza
Area di Coordinamento Risorse Finanziarie
Settore Contabilità
DECRETO 7 luglio 2014, n. 2797
certificato il 07-07-2014
Art. 44 L.R. 77/2013 e delibera G.R. Toscana n.
100/2014: riapertura dei termini per l’adesione degli intermediari finanziari disponibili ad effettuare
operazioni di acquisto pro-soluto di crediti vantati da
imprese italiane o imprese estere con sedi operative in
Italia, nei confronti degli Enti del Servizio Sanitario
Regionale della Toscana, alle condizioni previste dal
Protocollo d’intesa Regione Toscana-ASSIFACT del
10/03/2014.
IL DIRIGENTE
Vista la L.R. 8 gennaio 2009 n. 1 “Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale” ed
in particolare gli articoli 6 e 9;
Visto il Decreto n. 1936 del 10/05/2012 del Direttore
Generale della D.G. Presidenza che definisce il nuovo
assetto organizzativo della medesima D .G. e conferma
al sottoscritto Dirigente la responsabilità del Settore
Contabilità;
Vista la L.R. 24 dicembre 2013 n. 77 (L. finanziaria
per il 2014) ed in particolare l’art. 44, comma 4, che ha
previsto la promozione, da parte della Giunta Regionale,
della stipula di un protocollo d’intesa tra la Regione
Toscana e le Associazioni rappresentative delle società
di factoring volto a definire le modalità e le condizioni
delle operazioni di cessione di crediti vantate da micro,
piccole e medie imprese fornitrici del Servizio sanitario
regionale (S.S.R.);
Visto il protocollo d’intesa stipulato in data 10/3/2014
tra Regione Toscana e Assifact;
Visti altresì:
- il proprio precedente Decreto n. 984 del 17/03/2014
con il quale è stato disposto l’avvio di una procedura
per individuare gli intermediari creditizi e/o finanziari
disposti ad effettuare operazioni di cessione di crediti
vantati da imprese italiane e/o con sede operativa in Italia, nei confronti degli enti del S.S.R. della Toscana, in
attuazione del protocollo d’intesa stipulato il 10/03/2014
tra Regione Toscana e Assifact;
- il proprio precedente Decreto n. 2031 del 22/05/2014,
con il quale sono stati individuati gli intermediari che si
sono resi disponibili ad effettuare le operazioni di cessione di credito pro-soluto alle condizioni previste dal
53
protocollo d’intesa stipulato tra Regione Toscana ed
Assifact in data 10/03/2014;
Considerato che sussiste l’esigenza di assicurare la
massima partecipazione e concorrenzialità tra gli intermediari finanziari interessati a mettere a disposizione
delle imprese creditrici degli Enti del Servizio Sanitario
Regionale della Toscana, risorse da destinare alle operazioni di cessione pro-soluto dei propri crediti, da concludere alle condizioni previste dal sopra citato protocollo
d’intesa Regione Toscana-Assifact;
Ritenuto, per quanto sopra considerato, di riaprire i
termini per l’adesione delle banche all’operazione di cessione pro-soluto del credito e di stabilire che il termine
finale per l’adesione è fissato nella data del 31/07/2014;
Visti:
- lo schema di Avviso per la individuazione di intermediari creditizi e/o finanziari interessati a partecipare
all’operazione di smobilizzo dei crediti vantati dalle
imprese nei confronti degli Enti del Servizio sanitario
regionale (allegato “A”);
- lo schema di proposta irrevocabile di contratto con
clausola di adesione ai sensi dell’art.1332 del codice
Civile ed in particolare le clausole di cui agli artt. 2,4 e 8
del medesimo (allegato “B”);
- lo schema di atto di adesione alla proposta di contratto da parte dell’intermediario (Allegato “C”) nonché
lo schema di documento con cui si richiede all’intermediario aderente la specifica approvazione delle clausole
di cui agli articoli 2, 4 e 8 della sopra citata proposta di
contratto (Allegato “D” – allegato 1 all’allegato “C”);
Ritenuto di approvare gli schemi di documenti necessari ai fini della individuazione degli intermediari che si
renderanno disponibili all’effettuazione delle operazioni
di cessione di credito, ai sensi del suddetto protocollo
d’intesa;
DECRETA
1. di procedere, per le motivazioni espresse in narrativa, alla riapertura, fino alla data del 31/07/2014, dei
termini per l’adesione di ulteriori intermediari finanziari
abilitati all’esercizio dell’attività di factoring che si rendano disponibili alla conclusione di operazioni di cessione di credito vantanti da imprese nei confronti di Enti del
Servizio Sanitario Regionale;
2. di approvare i seguenti allegati:
- schema di Avviso per l’individuazione di ulteriori
intermediari finanziari interessati a partecipare all’operazione di smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese
nei confronti degli Enti del Servizio sanitario regionale
(allegato “A”);
54
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- schema di proposta irrevocabile di contratto con
clausola di adesione ai sensi dell’art.1332 del codice
Civile ed in particolare le clausole di cui agli artt. 2,4 e 8
del medesimo (allegato “B”);
- schema di atto di adesione alla proposta di contratto
da parte dell’intermediario (Allegato “C”);
- schema di atto di approvazione da parte dell’Intermediario, delle clausole di cui agli articoli 2, 4 e 8 della
proposta di contratto di cui alla precedente alinea (Allegato “D” – allegato 1 all’allegato “C”);
Il presente atto e gli allegati “A”; “B”, “C”; “D”
sono pubblicati integralmente sul B.U.R.T. ai sensi degli
articoli 4, 5 e 5-bis della L.R. 23/2007 e sulla banca dati
degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi
dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
Il Dirigente Responsabile
Alessandro Bini
SEGUONO ALLEGATI
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
55
ALLEGATO “A”
REGIONE TOSCANA - GIUNTA REGIONALE
DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA
AREA DI COORDINAMENTO DELLE RISORSE FINANZIARIE
SETTORE CONTABILITA’
Via di Novoli, 26 - 50127 Firenze
Tel . 055 438.3400 - Fax 055. 438.5021
AVVISO DI RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA INDIVIDUAZIONE DI
ULTERIORI INTERMEDIARI FINANZIARI INTERESSATI A PARTECIPARE
ALL'OPERAZIONE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI VANTATI DALLE
IMPRESE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI DEL SERVIZIO SANITARIO
REGIONALE
Con il presente avviso la Regione Toscana in attuazione dell'art. 44 della L.R.
24/12/2013 n. 77 e del “Protocollo d'intesa tra Regione Toscana e Assifact per lo
per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti del SSR “.
intende sollecitare
gli Intermediari finanziari1 ad aderire all'operazione finalizzata ad agevolare lo
smobilizzo e l’incasso dei crediti scaduti vantati nei confronti del Sistema
sanitario regionale (di seguito (“SSR”) dalle imprese fornitrici di beni e servizi.
FINALITÀ DELL'OPERAZIONE
L'operazione consiste nell'agevolare lo smobilizzo e l’incasso dei crediti scaduti
vantati nei confronti del Sistema sanitario regionale (di seguito (“SSR”) dalle
imprese fornitrici di beni e servizi attraverso l'acquisto pro-soluto da parte di
intermediari finanziari dei crediti vantati dalle imprese fornitrici con sede legale o
operativa sul territorio nazionale, che siano scaduti, non prescritti, certi, liquidi
ed esigibili.
Limitatamente alle micro, piccole e medie imprese (di seguito “MPMI”)
l’Operazione prevede l’erogazione da parte della Regione Toscana di un
contributo in conto interessi finalizzato a contenere gli oneri da queste
sostenuti a fronte della cessione pro soluto dei crediti; potranno beneficiare del
contributo le cessioni di crediti, derivanti da contratti di servizi e forniture, che
afferiscano sia a spese correnti che a spese in conto capitale per un importo
minimo (composto da uno o più crediti) di euro 10.000,00 e per un importo
massimo (composto da uno o più crediti) di euro 500.000,00 che siano
1
Si intende con tale termine tutti i soggetti autorizzati all’esercizio dell’attività di factoring (banche, soc. intermediarie
ecc.)
56
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
ALLEGATO “A”
regolarmente certificati dall’Ente debitore con
successiva cessione ad intermediari finanziari.
accettazione
preventiva
di
Le Aziende sanitarie e gli enti del Servizio sanitario regionale (di seguito “Enti del
SSR”) cui si riferisce la presente operazione ed ai quali la Regione Toscana
impartirà apposita Direttiva ai fini della loro partecipazione all’Operazione sono
individuati nei seguenti:
- le aziende Sanitarie locali
- le aziende Ospedaliero Universitarie
- la Fondazione Gabriele Monasterio
- l’Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica (ISPO)
- gli Enti per il supporto tecnico amministrativo delle tre aree vaste (ESTAV).
Sono esclusi dall’Operazione i crediti che, per qualsiasi causa, non siano nella
esclusiva ed incondizionata titolarità delle imprese e per i quali l’impresa non abbia
ottenuto la relativa certificazione, nel rispetto delle modalità di cui al decreto del
Ministero dell’Economia e delle Finanze del 25 giugno 2012.
I contenuti dell'operazione sono disciplinati dal “Protocollo d'intesa tra Regione
Toscana e Assifact per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti
del SSR “ , dalla “proposta irrevocabile di contratto con clausola di adesione ai
sensi dell'art. 1332 del codice civile” sottoscritta digitalmente dal dirigente
responsabile dell'operazione Dott. Alessandro Bini e dallo schema di atto di
adesione e di specifica approvazione delle clausole di cui agli articoli 2, 4 e 8 dello
schema di proposta irrevocabile di contratto pubblicati sul sito internet del profilo
committente Regione Toscana all’indirizzo:
http://www.regione.toscana.it/profilocommittente
MODALITA DI ADESIONE
Gli Intermediari che intendono aderire all'operazione devono :
sottoscrivere digitalmente per accettazione, ai sensi dell’art.1332 del codice
civile, la proposta irrevocabile di contratto ed il documento contenente
l'accettazione, ai sensi dell'art. 1341 e 1342 Cod. Civ., delle clausole contrattuali
di cui agli articoli 2,4 e 8, ed inoltrarla unitamente all’Atto di adesione,
anch’esso sottoscritto digitalmente, alla Regione Toscana entro il termine del:
31/07/2014.
L’Atto di adesione deve essere completato:
1. con i dati informativi concernenti l’Intermediario;
2. con l’indicazione del plafond che lo stesso si impegna
disposizione dell’Operazione rivolta alle MPMI;
a mettere a
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
57
ALLEGATO “A”
3. con l'indicazione delle condizioni massime di tasso che si impegna a
praticare nei confronti delle imprese di qualsiasi dimensione.
Alla proposta irrevocabile sottoscritta digitalmente per accettazione ed all’atto di
adesione devono essere allegati i seguenti documenti:
-
-
documento sottoscritto digitalmente contenente l'accettazione ai sensi
dell'art. 1341 c.c. delle clausole contrattuali di cui agli articoli 2,4 e 8 della
proposta irrevocabile;
-copia del documento comprovante l’attribuzione dei poteri del soggetto
sottoscrittore, se diverso dal legale rappresentante;
statuto dell’Intermediario.
MODALITÀ DI INOLTRO DELLA DOCUMENTAZIONE
La proposta irrevocabile sottoscritta per accettazione, unitamente all’Atto di
adesione ed agli allegati, dovranno pervenire esclusivamente tramite posta
elettronica certificata al seguente indirizzo PEC:
[email protected]
entro e non oltre il
31/07/2014, indicando quale destinatario:
REGIONE TOSCANA - GIUNTA REGIONALE
DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA
AREA DI COORDINAMENTO DELLE RISORSE FINANZIARIE
All’attenzione del DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SETTORE
CONTABILITA’
Il Dott. ALESSANDRO BINI, Dirigente Responsabile del Settore Contabilità, è il
Responsabile Unico del procedimento afferente l'Operazione.
Informazioni e/o chiarimenti sull'operazione potranno essere richiesti a mezzo
posta elettronica ai seguenti indirizzi e-mail [email protected]
oppure [email protected]
Il Dirigente
Dott. Alessandro Bini
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
58
ALLEGATO “B”
PROPOSTA IRREVOCABILE DI CONTRATTO CON CLAUSOLA DI ADESIONE,
AI SENSI DELL’ART.1332 DEL CODICE CIVILE
Da parte di
REGIONE TOSCANA, (Cod. fiscale/Partita IVA n. 01386030488), nella persona del dirigente
Settore Contabilità, Dott. Alessandro Bini, autorizzato alla sottoscrizione del presente atto con
deliberazione della Giunta Regionale n.100 del 19.02.2014;
Nei confronti di
Intermediario finanziario, intendendosi per tale l’intermediario finanziario o bancario che partecipa
all’operazione finanziaria (di seguito “l’Operazione”) che, con l’adesione alla presente proposta
contrattuale, partecipa all’operazione finanziaria (di seguito “l’Operazione”) finalizzata ad
agevolare lo smobilizzo e l’incasso dei crediti scaduti vantati nei confronti del Sistema sanitario
regionale (di seguito (“SSR”) dalle imprese fornitrici di beni e servizi;
PREMESSO CHE:
-
L’articolo 44 della legge regionale Toscana 24 dicembre 2013, n.77 (Legge Finanziaria per
l’anno 2014), impegna la Giunta regionale a promuovere un Protocollo di Intesa con le
associazioni rappresentative delle società di factoring volto a definire modalità e condizioni
delle operazioni di cessione dei crediti vantati nei confronti del SSR, e dispone inoltre, per
l’anno 2014, uno stanziamento di euro 2.500.000,00 per l’erogazione di un contributo in
favore delle micro, piccole e medie imprese creditrici del SSR, finalizzato a contenere gli
oneri finanziari da queste sostenuti a fronte della cessione pro soluto di crediti scaduti e
debitamente certificati;
-
La deliberazione della Giunta regionale n. 100 del 19 febbraio 2014 ha dato attuazione alla
sopraindicata disposizione normativa approvando lo schema di “Protocollo d’intesa tra
Regione Toscana e Assifact per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti
del SSR” ( di seguito “il Protocollo”), già approvato dal Comitato Esecutivo di ASSIFACT
in data 5 febbraio 2014 ;
-
In data 10 marzo 2014 il Protocollo è stato sottoscritto dalle parti;
-
In data 19 marzo 2014 la Regione Toscana ha pubblicato sul Bollettino Ufficiale l’Avviso
pubblico agli intermediari finanziari per la partecipazione all’Operazione (di seguito
“Avviso ai Factor”);
-
In data …. luglio 2014 la Regione Toscana ha pubblicato sul Bollettino Ufficiale, l’Avviso
pubblico di riapertura dei termini per l’adesione di ulteriori intermediari finanziari disposti a
partecipare all’operazione;
-
L’Operazione è rivolta alle imprese di qualsiasi dimensione fornitrici delle aziende e degli
enti del Servizio Sanitario Regionale della Toscana (di seguito “gli Enti del SSR”) che
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
59
ALLEGATO “B”
vantano nei confronti di questi ultimi crediti scaduti, non prescritti, certi, liquidi ed esigibili,
per la fornitura di beni e servizi;
-
Potranno formare oggetto di cessione i crediti regolarmente certificati dall’Ente debitore con
accettazione preventiva di successiva cessione ad intermediari finanziari.
-
Non potranno essere certificati i seguenti crediti:
a) oggetto di cessione, mandato all’incasso, pegno, sequestro, pignoramento o altri diritti o
vincoli in favore di terzi che siano stati debitamente notificati;
b) che siano stati integralmente soddisfatti in via spontanea o nell’ambito di un
procedimento esecutivo con pagamenti effettuati in favore dell’impresa dopo la
presentazione della domanda;
c) in relazione ai quali, prima della presentazione della domanda da parte dell’impresa, sia
stato emesso un provvedimento giudiziale che disponga la distribuzione del ricavato
della vendita dei beni pignorati oppure l’assegnazione dei beni o crediti pignorati;
d) i crediti che non possono essere certificati in base alle disposizioni di legge;
-
Limitatamente alle micro, piccole e medie imprese (di seguito “MPMI”) l’Operazione
prevede l’erogazione di un contributo in conto interessi finalizzato a contenere gli oneri da
queste sostenuti a fronte della cessione pro soluto dei crediti di cui ai punti precedenti;
potranno beneficiare del contributo le cessioni di crediti, derivanti da contratti di servizi e
forniture, che afferiscano sia a spese correnti che a spese in conto capitale per un importo
minimo (composto da uno o più crediti) di euro 10.000,00 e per un importo massimo
(composto da uno o più crediti) di euro 500.000,00 che siano regolarmente certificati
dall’Ente debitore con accettazione preventiva di successiva cessione ad intermediari
finanziari.
-
I termini dell’Operazione sono specificati nella presente proposta irrevocabile di contratto
con clausola di adesione ai sensi dell’art.1332 el codice civile formulata dalla Regione
Toscana;
TUTTO CIÒ PREMESSO,
Regione Toscana propone irrevocabilmente all’Intermediario che, mediante la sottoscrizione del
presente atto, accetta, il seguente accordo:
Art. 1
Oggetto del contratto e modalità di adesione
1.
Il presente contratto disciplina i termini, le condizioni e le procedure connesse
all’adesione dell’Intermediario all’Operazione oggetto del “Protocollo d’intesa tra
Regione Toscana e Assifact per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei
confronti del SSR” stipulato in data 10 marzo 2014.
3.
2. Le Aziende sanitarie e gli Enti del Servizio sanitario regionale (di seguito “Enti del
SSR”) che partecipano all’Operazione sono individuati nei seguenti:
- le aziende Sanitarie locali
- le aziende Ospedaliero Universitarie
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
60
ALLEGATO “B”
- la Fondazione Gabriele Monasterio
- l’Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica (ISPO)
- gli Enti per il supporto tecnico amministrativo delle tre aree vaste (ESTAV).
3.
Gli Intermediari che intendono a aderire all’Operazione sottoscrivono per accettazione,
ai sensi dell’art.1332 del codice civile, il presente atto e lo inoltrano, unitamente all’Atto
di adesione, alla Regione Toscana, nel termine indicato dall’Avviso Factor.
4.
L’Atto di adesione deve essere completato con i dati informativi concernenti
l’Intermediario e con l’indicazione del plafond che lo stesso si impegna a mettere a
disposizione dell’Operazione rivolta alle MPMI, nonché delle condizioni massime di
tasso che si impegna a praticare nei confronti delle imprese di qualsiasi dimensione.
Oltre alla proposta irrevocabile sottoscritta ai sensi del comma 3, all’atto di adesione
devono essere allegati i seguenti documenti:
a) copia del documento comprovante l’attribuzione dei poteri del soggetto
sottoscrittore, se diverso dal legale rappresentante;
b) statuto dell’Intermediario.
Art. 2
Caratteristiche dell’Operazione
1.
Acquisita la certificazione, le imprese creditrici degli Enti del SSR possono rivolgersi
all’Intermediario che, verificata la regolarità e conformità della richiesta ai contenuti
del presente Contratto, entro il termine massimo di 30 giorni dalla data di presentazione
della richiesta stessa, previo svolgimento della relativa istruttoria, effettua, nei limiti del
plafond specificato nell’Atto di Adesione, l’acquisto pro soluto a titolo definitivo del
credito certificato al valore oggetto di certificazione.
2.
L’impresa cedente corrisponderà a titolo di corrispettivo della cessione interessi
comprensivi di qualunque spesa e/o commissione, determinati nel limite massimo
indicato dall’Intermediario nell’Atto di adesione. Tale limite massimo non deve
comunque superare la misura del 300 bps + Euribor 1 mese.
3.
Per effetto dell’acquisto, l’Intermediario subentra nella titolarità del credito nei
confronti dell’ Ente del SSR cui la cessione viene notificata.
4.
La notifica della cessione del credito comporta per l’Ente del SSR l’impegno al
pagamento entro il termine massimo di otto mesi, senza alcun onere a proprio carico (di
seguito “il Periodo di Dilazione”).
5.
Trascorso il Periodo di Dilazione, in assenza di adempimento, l’azienda o ente debitore
è tenuto al pagamento di interessi moratori ad un tasso finito non superiore al 5% per un
periodo massimo di due mesi (di seguito “il Periodo di Mora”).
6.
Trascorso il Periodo di Mora in assenza di adempimento il cessionario del credito ha
facoltà di procedere in via giudiziale per il recupero dello stesso, comprensivo degli
interessi di mora determinati in relazione alla normativa vigente in materia di ritardi di
pagamento nelle transazioni commerciali.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
61
ALLEGATO “B”
7.
La Regione Toscana assicura un’attenta verifica in ordine al corretto adempimento dei
pagamenti da parte degli Enti del SSR, al fine di porre in essere le necessarie azioni nel
caso emergessero criticità.
8.
L’Intermediario si impegna a rilasciare alle imprese richiedenti, su conforme
modulistica prodotta dalla Regione Toscana, una certificazione delle operazioni di
cessione dei crediti, con specificazione del credito ceduto, sconto applicato e
corrispondente valore del contributo concedibile dalla Regione Toscana
Art.3
Contributo in conto interessi
1.
Le micro, piccole e medie imprese, come definite ai sensi della raccomandazione
(2003/361/CE) della Commissione del 6 maggio 2003 che, nel corso dell’anno 2014,
cedono i propri crediti nell’ambito dell’Operazione hanno titolo ad un contributo
regionale in conto interessi, finalizzato a contenere gli oneri finanziari sostenuti per
effetto della cessione.
2.
Il contributo regionale è fissato nella misura del 1 per cento rispetto al tasso di sconto
calcolato dal cessionario a fronte della cessione pro-soluto dei crediti scaduti e
debitamente certificati.
3.
L’impresa che intende cedere il proprio credito sottoscrive l’istanza di contributo
corredata da dichiarazione sostitutiva attestante la qualifica di MPMI ed il rispetto del
regime de minimis. L’istanza è inoltrata alla Regione Toscana, o soggetto da questa
successivamente individuato, con modalità telematica, unitamente alla comunicazione
dell’intermediario dell’avvenuto perfezionamento della cessione e del pagamento a suo
favore del connesso corrispettivo.
Le domande ammesse sono finanziate secondo un ordine cronologico di presentazione
nei limiti delle risorse disponibili.
4.
Art.4
Risoluzione dell’Contratto
1.
2.
3.
Il mancato rispetto delle clausole di cui all’articolo 2, commi 1,2 4 e 5 del presente
contratto costituisce grave inadempimento da parte dell’Intermediario alle obbligazioni
assunte con il presente contratto. In tale ipotesi la Regione Toscana potrà risolvere il
contratto tramite comunicazione scritta inoltrata tramite PEC che diverrà efficace alla
scadenza del quinto giorno dalla ricezione.
Per effetto della risoluzione l’Intermediario non potrà più acquistare crediti nell’ambito
dell’Operazione.
In caso di rilevante variazione dei tassi di interesse nel corso dell’esecuzione del
presente contratto, determinata da una variazione in aumento del tasso ufficiale di
riferimento BCE superiore allo 0,50 rispetto a quello in vigore alla data di sottoscrizione
della proposta irrevocabile da parte della Regione Toscana, l’Intermediario potrà
richiedere una corrispondente revisione delle condizioni di tasso oppure risolvere il
contratto tramite comunicazione scritta inoltrata tramite PEC (Indirizzo :
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
62
ALLEGATO “B”
[email protected] ), che diverrà efficace il giorno stesso della
ricezione.
Art.5
Responsabile dell’Operazione
1. L’Intermediario prende atto che il Dirigente regionale responsabile dell’Operazione per la
Regione Toscana è il Dott. ALESSANDRO BINI, Dirigente del Settore Contabilità (tel. n.
055/438.3400 / fax n. 055/438.5021).
Art. 6
Riservatezza
1. Le Parti si impegnano ad osservare la massima riservatezza, a non divulgare né utilizzare
per finalità diverse da quelle oggetto del presente contratto, le informazioni di qualsiasi
natura scambiate tra le Parti, fermi restando eventuali obblighi di pubblicità e trasparenza
stabiliti dalla normativa vigente.
Art. 7
Trattamento di dati personali
1.
Le Parti del presente protocollo, nell'ambito del perseguimento dei propri fini
istituzionali, provvederanno al trattamento dei dati personali strettamente necessari, non
eccedenti e pertinenti, unicamente per le finalità del presente contratto e nel rispetto
delle disposizioni del decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196 (Codice in materia di
protezione dei dati personali).
Art. 8
Foro competente
1.
Per qualunque controversia derivante o connessa al presente contratto, ove la Regione
Toscana sia attore o convenuto, è competente il foro di Firenze, con espressa rinuncia di
qualsiasi altro.
Art. 9
Oneri fiscali
1.
Il presente contratto, sarà registrato solo in caso d'uso con pagamento del tributo di
registro in misura fissa, dell'art. 1 punto b) dell'allegato A -tariffa-, parte seconda del
D.P.R. 131/1986, a cura e spese della Parte che avrà avuto interesse alla registrazione.
REGIONE TOSCANA
Il Dirigente responsabile del contratto
...........................................................
l’INTERMEDIARIO
.…………………………………………………..
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
63
ALLEGATO “C”
ATTO DI ADESIONE
Il sottoscritto [nome e cognome] nato a _____
qualità di ___________
il ___________ c.f. ___________ in
della società ___________, con sede in ___________, via
___________, c.f./p. IVA ___________, capitale sociale ___________
interamente
versato, n. iscrizione al Registro delle Imprese ___________, n. di iscrizione all’Elenco
speciale degli Intermediari finanziari ex art. 107 del TUB ___________,
oppure
Il sottoscritto [nome e cognome] nato a ___________ il ___________ c.f. ___________
in qualità di ___________ della Banca ___________, con sede in ___________, via
___________ , c.f./p. IVA ___________, capitale sociale ___________ interamente
versato, n. iscrizione al Registro delle Imprese ___________ , n. di iscrizione all’Albo delle
banche ex art. 13 del TUB ___________ , autorizzato alla sottoscrizione del presente Atto
e dei suoi allegati in virtù di delibera/delega del ___________
(di seguito,
l’“Intermediario”)
VISTI
1. l’articolo 44 della legge regionale Toscana 24 dicembre 2013, n.77 (Legge
Finanziaria per l’anno 2014), che impegna la Giunta regionale a promuovere un
Protocollo di Intesa con le associazioni rappresentative delle società di factoring
volto a definire modalità e condizioni delle operazioni di cessione dei crediti vantati
nei confronti del SSR, e dispone inoltre, per l’anno 2014, uno stanziamento di euro
2.500.000,00 per l’erogazione di un
medie imprese creditrici del SSR,
contributo in favore delle micro, piccole e
finalizzato a contenere gli oneri finanziari da
queste sostenuti a fronte della cessione pro soluto di crediti scaduti e debitamente
certificati;
2. la deliberazione della Giunta regionale n. 100 del 19 febbraio 2014, che ha dato
attuazione alla sopraindicata disposizione normativa approvando lo schema di
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
64
ALLEGATO “C”
“Protocollo d’intesa tra Regione Toscana e Assifact
per lo smobilizzo dei crediti
vantati dalle imprese nei confronti del SSR” ( di seguito “il Protocollo”) ;
3.
la deliberazione del Comitato Esecutivo di ASSIFACT in data 5 febbraio 2014, con
la quale è stato approvato il Protocollo di cui al punto precedente;
4. il Protocollo, sottoscritto in data 10 marzo 2014;
5. l’Avviso pubblico agli intermediari finanziari per la partecipazione all’Operazione (di
seguito “Avviso ai Factor”), pubblicato sul B.U.R.T. n. 11 del 19/03/2014, parte
terza (di seguito, l’“Avviso Factor”);
6. l’Avviso pubblico agli intermediari finanziari per la riapertura dei termini per la
partecipazione all’Operazione, pubblicato sul BURT n. …… del …/07/2014, parte
terza (“Avviso factor di riapertura termini”);
7. la Proposta Irrevocabile, sottoscritta dalla Regione Toscana in data ___________
di conclusione del contratto aperto alla successiva adesione, ai sensi dell’articolo
1332 del codice civile, degli Intermediari che partecipano all’Operazione (di
seguito,”L’Accordo”);
PRESO ATTO CHE
secondo quanto previsto dall’Avviso factor di riapertura dei termini, gli Intermediari
partecipano all’Operazione mediante accettazione della proposta irrevocabile di contratto,
unitamente a specifico Atto di Adesione, nel quale devono indicare:
1. il plafond complessivo che mettono a disposizione dell’Operazione assistita da
contributo regionale in conto interessi e rivolta alle micro, piccole e medie imprese;
2. il tasso massimo di interesse comprensivo di qualunque spesa e/o commissione
che si impegnano a praticare ai cedenti nell’ambito dell’Operazione, che non deve
comunque superare la misura 300 bps + Euribor 1 mese
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
65
ALLEGATO “C”
TUTTO CIO’ VISTO E PRESO ATTO,
l’Intermediario, come sopra rappresentato, intende partecipare all’operazione e, a tal fine,
DICHIARA
1. che l’Intermediario esercita l’attività di factoring secondo quanto previsto dallo
Statuto;
2. di aver preso visione e di accettare integralmente e senza riserva alcuna le
previsioni del Protocollo, dell’Avviso Factor, e di impegnarsi a rispettarle;
3. di aderire con il presente atto all’Operazione, di accettare la Proposta Irrevocabile di
Contratto, riconoscendosi obbligato e vincolato dalle previsioni contrattuali e dagli
impegni ivi previsti a decorrere dalla data di sottoscrizione del presente atto;
4. di mettere a disposizione dell’Operazione assistita da contributo regionale in conto
interessi e rivolta alle micro, piccole e medie imprese un plafond complessivo pari
ad euro _______ (________);
5. di impegnarsi a praticare alle imprese cedenti di qualsiasi dimensione, nell’ambito
dell’Operazione, interessi comprensivi di qualunque spesa
e/o commissione
determinati nella misura massima del _____ + Euribor 1 mese.
6. di rilasciare, alle imprese richiedenti la concessione del contributo in conto interessi
di cui all’art. 44 della LR 77/2013, la certificazione della acquisizione dei crediti, con
specificazione del credito acquisito, sconto applicato e corrispondente valore del
contributo concedibile dalla Regione Toscana, secondo la modulistica trasmessa da
quest’ultima
Ai fini del presente atto, il sottoscritto:
-
comunica che il Responsabile dell’Accordo a cui dovranno
tutte le comunicazioni nell’ambito dell’Operazione è :
[____________] nome/cognome;
[____________] ruolo/qualifica;
[____________] settore di appartenenza;
[____________] recapito telefonico
[____________] indirizzo e-mail
essere indirizzate
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
66
ALLEGATO “C”
-
individua, quale proprio rappresentante nel Comitato tecnico per il monitoraggio
dell’Operazione di cui all’art. 9 del Protocollo il Dott. _______________ (recapito
telefonico ______– indirizzo mail__________) ;
-
comunica che l’indirizzo presso il quale effettuare le comunicazioni nell’ambito
dell’Operazione è il seguente ______________
-
comunica che l’indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale effettuare le
comunicazioni nell’ambito dell’Operazione è il seguente ______.
____________, ______________________
Luogo
data
___________________________________
(Firma)
SI ALLEGANO alla presente:
1. Proposta Irrevocabile di Accordo sottoscritta per accettazione e documento di
specifica accettazione delle clausole di cui agli articoli 2, 4 e 8 della Proposta stessa;
2. copia
del
documento
comprovante
l’attribuzione
sottoscrittore, se diverso dal legale rappresentante;
3. statuto dell’Intermediario.
dei
poteri
del
soggetto
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
67
ALLEGATO “D”
(Allegato 1 all’atto di adesione)
Il sottoscritto [nome e cognome] nato a _____
qualità di ___________
il ___________ c.f. ___________ in
della società ___________, con sede in ___________, via
___________,
oppure
Il sottoscritto [nome e cognome] nato a ___________ il ___________ c.f. ___________
in qualità di ___________ della Banca ___________, con sede in ___________,
che ha firmato per accettazione in data odierna la Proposta Irrevocabile di contratto con
clausola di adesione ai sensi dell’art.1332 del codice civile già sottoscritta dalla Regione
Toscana in data ________, con la presente, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1341 e
1342 del codice civile dichiara di aver preso visione e di accettare espressamente le
clausole di cui agli articoli 2, 4 e 8 della Proposta stessa.
_________________, ______________________
Luogo
data
___________________________________
(Firma)
68
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Turismo, Commercio e
Terziario
Settore Disciplina, Politiche e Incentivi del
Commercio e Attività Terziarie
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2799
certificato il 07-07-2014
Turismo/commercio e servizi connessi”, le imprese che
esercitano l’attività di proiezione cinematografica;
Richiamata, altresì, la DGR n. 986 del 25.11.2013
che prevede di utilizzare le risorse economizzate a seguito della decadenza delle imprese beneficiarie della linea
di intervento 1.3e del POR CREO 2007/2013, di cui al
decreto dirigenziale n. 1120 del 28.03.2013, per l’attivazione di un nuovo bando a valere sulla linea 1.3e del
POR CREO “sale cinematografiche”, con una dotazione
finanziaria di Euro 656.657,03;
POR CREO 2007/2013 - Linea di intervento 1.3E
“Innovazione settore terziario e servizi - Turismo/
commercio e servizi connessi - Sale cinematografiche”- Approvazione graduatoria bando scadenza
15.02.2014.
Visto il decreto dirigenziale n. 5285 del 5/12/2013
con il quale è stato approvato il bando di cui al punto
precedente, assegnando allo stesso le risorse già prenotate con la citata DGR n. 986/2013;
IL DIRIGENTE
Viste le domande presentate alla scadenza del
15.02.2014;
Visto l’art. 2 comma 4 della L.R. 8 gennaio 2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Visto altresì l’art. 9 della suddetta legge regionale
1/2009, che individua la figura del responsabile di settore;
Visto il decreto del direttore generale n. 2143 del
30/05/2014 con il quale è stata rinnovata la nomina di
responsabile del Settore “Disciplina, politiche e incentivi
del commercio e attività terziarie” ad Elisa Nannicini;
Visto l’Ordine di servizio del 30.06.2014 con il quale
il dirigente Giovanni D’Agliano è stato nominato sostituto della dirigente del Settore “Disciplina, politiche e
incentivi del commercio e attività terziarie”, Elisa Nannicini, dal 30.06.2014 al 04.07.2014;
Vista la decisione C(2007) n. 3785 del 01/08/2007
per l’approvazione del POR FESR 2007/2013 per la
Regione Toscana e la delibera di Giunta Regionale n.
698 del 08/10/2007 di presa d’atto di tale approvazione;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 997 del
1.12.2008 con la quale sono stati approvati i criteri e
i parametri di priorità per la valutazione dei progetti
relativamente alla linea di intervento 1.3e del POR 20072013 “Innovazione Settore Terziario e Servizi – Turismo,
Commercio e servizi connessi”;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 205 del
17.03.2014 di approvazione della versione 20 del Documento di Attuazione Regionale (DAR) del POR FESR
2007/2013 che prevede, tra i beneficiari della linea di
intervento 1.3E “Innovazione settore terziario e servizi-
Visti i risultati dell’istruttoria delle domande di cui al
punto precedente, effettuata da Sviluppo Toscana S.p.A.,
come previsto dal disciplinare tra Regione Toscana e
Sviluppo Toscana S.p.A. approvato con decreto dirigenziale n. 2217 del 12.05.2010;
Preso atto che la graduatoria delle domande risultate
ammissibili, predisposta da Sviluppo Toscana S.p.A., a
valere sul bando 1.3e del POR CREO “sale cinematografiche”, di cui all’allegato A parte integrante e sostanziale
del presente atto, riporta un contributo totale riconosciuto alle imprese ammesse pari ad Euro 1.038.932,07 e
quindi superiore a quanto assegnato con DGR n. 986 del
25.11.2013;
Preso atto che con decreto dirigenziale n. 1718
del 30/04/2014 sono state dichiarate decadute alcune
imprese, finanziate a valere sul bando della linea di
intervento 1.3e del POR CREO annualità 2012, che
hanno determinato economie pari complessivamente
ad Euro 815.248,81, già impegnate a favore di ARTEA
con i decreti dirigenziali n 3673/2012, n. 4956/2012 e n.
5156/2012;
Vista la DGR n. 500 del 16.06.2014 che prevede di
poter utilizzare parte delle risorse di cui al punto precedente per incrementare la dotazione finanziaria del
bando POR CREO linea di intervento 1.3e “sale cinematografiche”, di cui al decreto dirigenziale n. 5285/2013,
e poter quindi soddisfare tutti i beneficiari della graduatoria delle domande risultate ammissibili;
Ritenuto, pertanto, opportuno utilizzare l’importo di
Euro 382.275,04, a valere sulle economie di cui al decreto dirigenziale n. 1718/2014, già impegnate con i decreti
dirigenziali n 3673/2012, n. 4956/2012 e n. 5156/2012,
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
al fine di incrementare la dotazione finanziaria assegnata
al bando 1.3e del POR CREO “sale cinematografiche” e
poter quindi finanziare tutte le imprese presenti nell’allegato A parte integrante e sostanziale del presente atto;
Preso atto del piano finanziario del POR CREO
FESR Toscana 2007/2013 e delle risorse assegnate alla
linea di intervento 1.3.E;
Ritenuto pertanto di dover procedere, relativamente
al bando della linea di intervento 1.3e del POR CREO
“Innovazione settore terziario e serviziTurismo/commercio e servizi connessiEsercizi cinematografici”, all’approvazione della graduatoria delle domande ammissibili
a contributo e dell’elenco delle domande non ammesse,
per le motivazioni che saranno comunicate da Sviluppo
Toscana S.p.A. direttamente alle imprese, di cui rispettivamente all’allegato A “Graduatoria delle domande
ammissibili” e allegato B “Elenco delle domande non
ammesse”, entrambi parte integrante e sostanziale del
presente atto;
Preso atto che, in attuazione dell’art. 7 del Reg. (CE)
8/12/2006 n. 1828/2006, l’Autorità di Gestione della
Regione Toscana ha attivato l’elenco dei beneficiari dei
finanziamenti POR CREO della Toscana tra cui saranno
pubblicati i nominativi dei beneficiari di cui all’allegato
A al presente atto unitamente agli importi del finanziamento pubblico concesso;
Vista la L.R. n. 60 del 19.11.1999 con la quale viene
istituita l’Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni
in Agricoltura (ARTEA) ed in particolare l’art. 2 comma
2 ove è previsto che la Regione Toscana possa affidare
alla stessa le competenze relative all’erogazione di ulteriori contributi;
Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 998
del 1.12.2008, così come integrata con D.G.R. 649
del 27/7/2009, con la quale si individua ARTEA quale
Organismo Intermedio in house per lo svolgimento
dell’attività di controllo e pagamento del POR CREO
FESR 2007/2013, demandando al contempo ai singoli
responsabili di attività di provvedere alla stipula di apposite convenzioni attuative con ARTEA;
Visto il decreto dirigenziale n. 957 del 9/03/2010
di approvazione del disciplinare tra Regione Toscana e
ARTEA per l’affidamento dei compiti di gestione, pagamento e controllo di primo livello per le linee di intervento 1.3c ed 1.3e del POR CREO FESR 2007/2013;
Dato atto che con le risorse disponibili per il
bando in argomento, approvato con decreto dirigenziale n.5285/2013, pari complessivamente ad Euro
1.038.932,07 (di cui Euro 656.657,03 disponibili sul
69
capitolo 51399, prenotazione n. 20132074 assunta con
DD n. 5285/2013, ed Euro 382.275,04 disponibili presso ARTEA a seguito delle decadenze di cui al DD n.
1718/2014) si riescono a finanziare totalmente le imprese presenti nell’allegato A al presente atto;
Ritenuto pertanto di impegnare a favore di ARTEA la
somma di Euro 656.657,03, a valere sul capitolo 51399
del bilancio gestionale 2014, imputandola alla prenotazione n. 20132074 (ridotta contestualmente per lo stesso
importo), assunta con decreto dirigenziale n. 5285/2013,
rinviando a successivo atto la liquidazione;
Ritenuto, altresì, di incaricare ARTEA di utilizzare
le risorse che si sono rese disponibili a seguito delle
decadenze delle domande di cui al decreto dirigenziale n.
1718/2014, a favore delle imprese presenti nell’allegato
A al presente atto, pari ad Euro 382.275,04;
Vista legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78 e la
Delibera di Giunta Regionale n. 2 del 07.01.2014 che
approvano il Bilancio gestionale 2014 e pluriennale
2014 – 2016;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al DLgs 33/2013;
DECRETA
1. di approvare l’allegato A “Graduatoria delle
domande ammissibili” e l’allegato B “Elenco delle
domande non ammesse”, relativamente al bando della
linea di intervento 1.3e del POR CREO FESR “ Innovazione settore terziario e serviziTurismo/commercio
e servizi connessiEsercizi cinematografici ”, approvato
con decreto dirigenziale n. 5285/2013, con scadenza 15
febbraio 2014, parte integrante e sostanziale del presente
atto;
2. di finanziare, tenuto conto delle risorse disponibili
per la linea di intervento 1.3e del POR CREO FESR
“Innovazione settore terziario e servizi – Turismo/commercio e servizi connessiEsercizi cinematografici”, pari
ad Euro 1.038.932,07 (di cui Euro 656.657,03 disponibili sul capitolo 51399, prenotazione n. 20132074 assunta
con DD n. 5285/2013, ed Euro 382.275,04 disponibili
presso ARTEA a seguito delle decadenze di cui al DD
n. 1718/2014) tutte le imprese presenti nell’allegato A,
parte integrante e sostanziale del presente atto;
3. di impegnare a favore di ARTEA la somma di Euro
656.657,03, destinata a finanziare la graduatoria di cui
all’allegato A “Graduatoria delle domande ammissibili”,
a valere sul capitolo 51399 del bilancio gestionale 2014,
imputandola alla prenotazione n. n. 20132074 (ridotta
70
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
contestualmente per lo stesso importo), assunta con DD
n. 5285/2013 e rinviando a successivo atto la liquidazione;
4. di incaricare ARTEA di utilizzare le risorse che
si sono rese disponibili a seguito delle decadenze delle
domande di cui al decreto dirigenziale n. 1718/2014, a
favore delle imprese presenti nell’allegato A al presente
atto, pari ad Euro 382.275,04.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli artt. 4, 5, 5 bis della L.R. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
Il Responsabile del Settore
Giovanni D’Agliano
SEGUONO ALLEGATI
"
)
)
$"
"
"
"
!
)
!
"
""
"
""
"$
"
*
"
($
)
"
#
""
"
"*"
""
)"
"
""
"
"
!
"
(
"&'
""%""
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
71
"
"
+
"
/
"
"
!
.
" $
"$
!#"
!"##$
"*"
""
*""
/
"
$
"
"
,"
,
,
-
"
72
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
73
74
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Sviluppo Rurale
Settore Programmazione Agricola-Forestale,
Zootecnia, Sistemi Informativi, Promozione e
Comunicazione in Agricoltura
stati aperti i termini per la presentazione delle domande di pagamento per l’annualità 2013 (5a annualità di
pagamento);
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2801
certificato il 07-07-2014
Visto il D.D. 7 novembre 2011, n. 4898 con cui, tra
le altre cose, si stabilisce che le UBA a pagamento debbano essere date dalla media consolidata dell’anno cui la
domanda si riferisce;
Misura 215 del PSR Toscana 2007-2013. Approvazione dell’elenco di liquidazione n. 545/2014 per le
domande di pagamento annue - annualità 2013.
IL DIRIGENTE
Vista la Legge Regionale 8 gennaio 2009, n. 1 “Testo
unico in materia di organizzazione ed ordinamento del
personale” ed in particolare l’art. 2, comma 4 e l’art. 9;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 1389 del
19/04/2013, con il quale ad Alvaro Fruttuosi è stata
attribuita la responsabilità del settore “Programmazione
Agricola -Forestale, zootecnia, sistemi informativi promozione e comunicazione in agricoltura”;
Visto l’Ordine di Servizio n. 6 dell’08/04/2014
dell’Area di Coordinamento Sviluppo Rurale che stabilisce che in caso di assenza di Alvaro Fruttuosi, lo stesso
venga sostituito da Carlo Chiostri;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 2529 del
27/06/2013, con il quale al sottoscritto è stata attribuita
la responsabilità del settore “Forestazione, promozione
dell’innovazione e interventi comunitari per l’agroambiente”;
Visto il D.D. 6 maggio 2009, n. 2086 con il quale si
approva il bando della misura 215 del PSR 2007-2013
Pagamenti per il benessere animale e s.m.i.;
Visto il D.D. 7 settembre 2009, n. 4340 così come
modificato dal D.D. 27 ottobre 2009, n. 5401 e dal
D.D. 18 marzo 2011, n. 992, con il quale si approvano
le disposizioni tecniche e procedurali per completare
le domande di aiuto e per presentare le domande di
pagamento relative alla misura 215 del PSR 2007-2013
Pagamenti per il benessere animale;
Visto il D.D. 23 luglio 2013, n. 3010 con cui sono
Effettuati i controlli sul mantenimento dei requisiti
di accesso sulle domande di pagamento presentate dalle
aziende di cui all’allegato A;
Visto altresì il D.D. 18 gennaio 2013, n. 143 con cui
si danno disposizioni precise per il calcolo dei capi a premio a partire dall’annualità 2012, così come modificato
dal D.D 29 luglio 2013, n. 3039;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’elenco di liquidazione dei premi n. 545/2014 per le
domande di pagamento 2013, sulla base delle consistenze medie di stalla consolidate riferite all’anno 2013 come
previsto dal D.D. 7 novembre 2011, n. 4898;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D.lgs 33/2013;
DECRETA
1. di approvare l’allegato A contenente l’elenco di
liquidazione premi n. 545/2014 delle domande di pagamento per l’annualità 2013 pervenute nell’ambito della
misura 215 “Pagamenti per il benessere degli animali”
del Programma di Sviluppo Rurale della Toscana 20072013, di cui al D.D. 6 maggio 2009, n. 2086 e D.D. 7
settembre 2009, n. 4340 così come modificato dal D.D.
27 ottobre 2009, n. 5401;
2. di dare mandato ad ARTEA di procedere alla liquidazione dei premi di cui all’Allegato A.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul Burt ai
sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della LR 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
Il Dirigente
Carlo Chiostri
SEGUE ALLEGATO
)"&$$"#
&!'
#
"$#
( #!#%
"$#
!#$$!%#!
"$#
$$
%
$&$&
$!%#!'# "$#
!$!$"
"$#
$ $ "$#
"
"&! &
#$" #* $#
5:/217;1.+=154/68/31+44;+21:>
& #
!' !' !' 5<1412+::/
5<1412+::/
5<1412+::/
5<1412+::/
5<1412+::/
!' !' 5<1412+::/
"%#$
!' %$!$ "%#$
# * !
##)! (+
$&&#(
&((
4:/#/0154/%59-+4+
445
;3/85
%165.53+4.+)
*5.;2519:8;::5815
=154/"$#
6+0+3/4:16/812,/4/99/8/./021+413+21+8:"$#
17;1.+=154/68/31
""''
##)! (+
$&&#(
$#(& )($
& '($
!
!
!
!
!
!
$#(& )($
"%$&($ #
)! (+
%"#($
"" '' !
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
75
76
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e
Lavoro
Settore Lavoro
DECRETO 3 luglio 2014, n. 2811
certificato il 07-07-2014
Modifica al d.d. 2157/2014 “Approvazione richieste di concessione di integrazione al reddito per i
lavoratori che aderiscono ai contratti di solidarietà”
- revoca parziale nei confronti dell’azienda EFFEPI
MARMI SRL.
IL DIRIGENTE
Viste le L. 863/83, L. 236/93 e L.608/96 e successive
modifiche ed integrazioni, che disciplinano l’istituto dei
Contratti di solidarietà;
Vista la Legge Regionale 26 luglio 2002 n. 32, recante “Testo unico della normativa della Regione Toscana in
materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro”, e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il “Regolamento di esecuzione della L.R.
32/02”, emanato con Decreto del Presidente della Giunta
Regionale 8 agosto 2003, n. 47/R, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il Piano di Indirizzo Generale Integrato, di cui
all’art. 31 della citata L.R. 32/02, approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale n. 32 del 17 aprile
2012;
Vista la Deliberazione della Giunta Regionale n. 114
del 19.02.2014, con la quale la Giunta Regionale ha
provveduto ad approvare gli “Indirizzi per l’integrazione
al reddito per i lavoratori che aderiscono ai contratti di
solidarietà”, modificando la Deliberazione della Giunta
Regionale n. 1093, del 30.11.2009;
Visto il Decreto Dirigenziale n. 7260 del 22/12/2009
“Approvazione avviso pubblico per la concessione di
integrazioni al reddito per i lavoratori che aderiscono
ai contratti di solidarietà (DGR 312/2009)”, così come
modificato dal d.d. 960/2014, con il quale si approva
anche lo schema di convenzione che regolamenta i rapporti tra Regione Toscana e ARTEA;
Vista la Convenzione stipulata tra Regione Toscana e
ARTEA per la gestione del Fondo per l’integrazione al
reddito dei lavoratori dipendenti da aziende che hanno
sottoscritto contratti di solidarietà;
Visto il d.d. 2157/2014, con il quale si è proceduto
all’approvazione delle richieste di concessione di integrazione al reddito per i lavoratori che aderiscono ai
contratti di solidarietà;
Considerato che con il sopra citato decreto veniva approvata la concessione di integrazioni al reddito pari ad € 9.489,99 relativa al periodo 02/05/2013
-28/02/2014 a favore dell’impresa EFFEPI MARMI
SRL (c.f. 00181460502) con sede in Via del Commercio
nord 69 -56034 Casciana Terme;
Considerato altresì che con il sopra citato decreto si
è proceduto a dare mandato ad ARTEA di liquidare la
somma complessiva di € 9.489,99 a favore dell’impresa
EFFEPI MARMI SRL come indicato nell’allegato C) al
d.d. 2157/2014;
Preso atto che ARTEA non ha ancora provveduto al
pagamento della somma di cui sopra;
Rilevato che da successivi controlli sono stati riscontrati errori materiali nella determinazione delle integrazioni poste a carico della Regione Toscana e che l’importo da liquidare pari ad € 9.489,99 a favore dell’impresa
EFFEPI MARMI SRL risulta superiore rispetto a quanto
effettivamente dovuto;
Considerato inoltre che a seguito di richiesta del
Settore Lavoro, l’impresa ha provveduto a trasmettere i
dati corretti tramite email in data 27/05/2014, dai quali
risulta che l’importo corretto ammonta a € 9.043,43 così
come indicato negli allegati B) e C) parte integrante e
sostanziale del presente atto;
Ritenuto pertanto necessario per le motivazioni sopra
esposte, procedere alla sostituzione degli allegati B) e
C) al d.d. 2157/2014 con gli allegati B) e C) al presente
atto;
Ritenuto inoltre necessario dare mandato ad
ARTEA di procedere al pagamento dell’importo di
€ 9.043,43 a favore dell’impresa EFFEPI MARMI
SRL (c.f. 00181460502) con sede in Via del Commercio nord 69 - 56034 Casciana Terme – IBAN
IT75H0856271120000010459287;
Dato atto che nessuna modifica è intervenuta all’allegato A) di cui al d.d. 2157/2014 relativamente all’elenco
delle domande di concessione di integrazione al reddito
per i lavoratori che aderiscono ai contratti di solidarietà
ammissibili;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Richiamata la comunicazione prot. n. AOOGRT/147382/S.070.030.030 del 12/06/2014 agli atti del Settore
Lavoro, con cui si è proceduto a comunicare all’impresa
EFFEPI MARMI SRL l’avvio del procedimento di revoca parziale della somma erogata;
Visto quanto disposto dall’art. 2 della L.R. 1/09
“Testo Unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale” che definisce i rapporti tra organi di
direzione politica e dirigenza e visti gli artt. 6 e 9 della
richiamata L.R. 1/09, inerenti le competenze dei responsabili di Settore;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 5192 del
26/10/2010 “Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze: assetto organizzativo” con il quale la sottoscritta è stata nominata
responsabile del Settore Lavoro;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. 33/2013;
DECRETA
1. di sostituire, per le motivazioni espresse in narrativa, gli allegati B) e C) al d.d. 2157/2014 (1) con gli
allegati B) e C) parte integrante e sostanziale del presente atto;
1
N.d.r. Pubblicato sul B.U. n. 23/2014
77
2. di dare mandato ad ARTEA, per le motivazioni espresse in narrativa, di procedere al pagamento
dell’importo di € 9.043,43 a favore dell’impresa EFFEPI
MARMI SRL (c.f. 00181460502) con sede in Via del
Commercio nord 69 -56034 Casciana Terme – IBAN
IT75H0856271120000010459287;
3. di trasmettere, ai sensi dell’art. 4 della convenzione stipulata tra Regione Toscana ed ARTEA per la
gestione del Fondo per la concessione di integrazioni
al reddito per i lavoratori che aderiscono ai contratti di
solidarietà, l’autorizzazione al pagamento ad ARTEA cui
compete la gestione del fondo e la successiva erogazione
del contributo.
Il presente atto è pubblicato sul BURT ai sensi degli
articoli 4, 5 e 5 bis della L.R. 23/2007 e sulla banca dati
degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi
dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
E’ escluso dalla pubblicazione l’allegato B) nel rispetto dei limiti alla trasparenza posti dalla normativa
statale
Il Dirigente Responsabile
Francesca Giovani
SEGUE ALLEGATO
69
297
313
350
370
378
403
405
409
426
435
452
469
471
474
475
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
C.L.O.M.E.A. SOC. COOP.
PERINI NAVI SPA
DOMINA SRL
MAGNANI SRL
IL PONTE PELLETTERIA SPA
TRAILER SPA
RESTI SPA
BRACCIALINI SRL
VEGA SRL
OMNIA SERVICE ITALIA SRL
TARGETTI SANKEY SPA
ASSOCIAZIONE COMMERCIO TURISMO E
SERVIZI ISOLA D'ELBA
ARCELORMITTAL PIOMBINO SPA
BRACALONI MASSIMO E LAZZERINI
PAOLO SNC
BITIMEC SRL
MAGGI ENGINEERING SRL
Codice
Num. Pratica Ragione Sociale
00431100486
01697130464
04003300482
01626880478
04253320487
00509720173
03673270488
01288710484
05341190485
05684990483
01537660480
00494840499
12499510159
01568460495
01253530511
00800500522
Codice Fiscale
ALLEGATO C - DETTAGLIO CONTABILE
-
FIRENZE
PORTOFERRAIO
50018
-
VIAREGGIO
SCANDICCI
VIA DELLE FONTI 8/C - FRAZ. BADIA A SETTI
55049
-
SAN MINIATO
VIA M. COPPINO 114
56027
-
PESCIA
VIA CASCINA DI LARI SNC
51017
-
MILANO
VIA DI ARAMO SNC LOC. CALAMARI
20121
-
VOBARNO
VIA LANDOLFO 1
25079
-
FIGLINE VALDARNO
VIA LAMA 32
50063
-
SCANDICCI
VIA FIORENTINA 4
50018
-
BARBERINO DI MUGELLO
VIA DI CASELLINA , 61/D
50031
-
SESTO FIORENTINO
VIA DELLA LORA, 15
50019
-
FIRENZE
VIALE L. LAMA 23
50145
-
-
VIA PRATESE 164
57037
VIALE ELBA 3
50136
-
LIVORNO
VIA P. VILLARI 39
57123
-
MONTEVARCHI
VIA CAIROLI, 21
52025
-
CERTALDO
VIA ERNESTO ROSSI 19
50052
VIA DELLE REGIONI 299
Sede
IT50W0103038083000000077943
IT49Z0103024800000063106343
IT10U0103037870000000925600
IT64W0602024939039570220580
IT89Q0616002895100000009918
IT40M0511654560000000020658
IT24E0616037850000007965C00
IT11B0616038010000008131C00
IT03D0616037730000009194C00
IT40D0623002800000030695678
IT44T0103002825000001193454
IT58Q0704870740000000001700
IT36E0616002899073321701041
IT85K0623013900000040033984
IT82K0200871602000040670327
IT49Y0539071860000000091504
IBAN
€ 27.475,48
€ 46.000,52
€ 3.143,95
€ 16.598,28
€ 2.339,18
€ 2.976,88
€ 1.720,59
€ 889,49
€ 5.882,51
€ 4.026,36
€ 141.786,34
€ 2.897,60
€ 283.976,97
€ 2.815,31
€ 9.061,03
€ 17.225,63
Importo da
liquidare
11/02/2013
02/04/2013
27/02/2013
25/01/2013
01/02/2014
01/01/2014
01/02/2014
01/01/2014
01/10/2013
01/11/2013
01/08/2013
01/08/2013
01/01/2014
01/01/2014
01/07/2013
01/09/2010
10/02/2014
31/12/2013
26/02/2014
24/01/2014
28/02/2014
31/03/2014
28/02/2014
20/01/2014
31/12/2013
28/02/2014
06/11/2013
31/01/2014
31/03/2014
31/03/2014
30/09/2013
28/02/2011
Periodo del CdS da
liquidare
78
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
476
477
478
479
480
481
482
483
484
485
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
ENGINEERING ITALY SOLUTIONS SRL
STEEL LINE SRL
MITSUBA ITALIA SPA
EFFEPI MARMI SRL
KME SRL
KME ITALY SPA
ARCHIMEDE INFORMATICA SOC. COOP.
INDUSTRIE GIOTTILINE SPA
BITIMEC SRL
EFFETI INDUSTRIE S.R.L.
Codice
Num. Pratica Ragione Sociale
03486150877
00318200524
01158770501
00181460502
06009350486
00881250153
01380540508
06075160488
01253530511
04354180483
Codice Fiscale
-
87036
-
BARBERINO VAL D'ELSA
RENDE
VIA G. DE CHIRICO, 225
50021
-
PONTEDERA
STRADA DI SANT'APPIANO 8
56025
-
CASCIANA TERME
VIA M. BIAGI 12
56034
-
FIRENZE
VIA DEL COMMERCIO NORD 69
50127
-
FIRENZE
VIA DEI BARUCCI 2
50127
-
PISA
VIA DEI BARUCCI 2
56127
-
BARBERINO VAL D'ELSA
VIA L. GERESCHI 36
50021
-
MONTEVARCHI
VIA PISANA 43
52025
-
TAVARNELLE VAL DI PESA
VIA ERNESTO ROSSI 19
50028
VIA L. DA VINCI 108
Sede
TOTALE DA LIQUIDAR
IT97U0513204601810570288919
IT76A0103071940000001186826
IT47K0103071130000001654688
IT75H0856271120000010459287
IT49I0100502807000000000352
IT06I0200802854000030070723
IT53I0616014000017171660110
IT94Z0623014200000043169977
IT82K0200871602000040670327
IT44T0103038120000000303353
IBAN
€ 823.895,83
€ 2.042,88
€ 16.811,87
€ 41.734,13
€ 9.043,43
€ 59.291,20
€ 29.766,87
€ 6.558,02
€ 48.510,25
€ 11.589,04
€ 29.732,02
Importo da
liquidare
01/10/2013
19/09/2013
02/02/2013
02/05/2013
29/04/2013
20/04/2013
14/01/2013
07/05/2013
01/10/2013
06/02/2013
28/02/2014
28/02/2014
31/12/2013
28/02/2014
31/12/2013
31/12/2013
15/01/2014
22/12/2013
31/12/2013
05/02/2014
Periodo del CdS da
liquidare
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
79
80
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Sviluppo Rurale
Settore Programmazione Agricola-Forestale,
Zootecnia, Sistemi Informativi, Promozione e
Comunicazione in Agricoltura
DECRETO 3 luglio 2014, n. 2821
certificato il 07-07-2014
Reg. CE n. 1698/05. Reg UE n. 335/2013. Reg. UE
n. 1310/2013. Sottomisura 214 azione b.1. Modifica al
bando approvato con D.D. n. 2424/14.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2, comma 4 e l’art 9 della L.R 8/1/2009
n. 1 “Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale”;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 1389 del
19 aprile 2013, con il quale ad Alvaro Fruttuosi è stata
attribuita la responsabilità del Settore “Programmazione
Agricola-Forestale, Zootecnia, Sistemi Informativi, Promozione e Comunicazione in Agricoltura”;
Visto l’Ordine di Servizio n. 6 dell’08/04/2014
dell’Area di Coordinamento Sviluppo Rurale, che stabilisce che in caso di assenza di Alvaro Fruttuosi lo stesso
venga sostituito da Carlo Chiostri;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 2529 del
27/06/2013, con il quale al sottoscritto è stata attribuita
la responsabilità del settore “Forestazione, promozione
dell’innovazione e interventi comunitari per l’agroambiente”;
Visto il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo
rurale da parte del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), e sue successive modifiche ed
integrazioni;
Visto il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione, del 15 dicembre 2006, recante disposizioni
di applicazione del regolamento CE n. 1698/2005 del
Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del
FEASR, e sue successive modifiche ed integrazioni;
Visto il Regolamento (UE) n. 65/2011 della Commissione, del 27 gennaio 2011, che stabilisce modalità
di applicazione del regolamento CE 1698/05 del Consiglio per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di
controllo e della condizionalità per le misure di sostegno
allo sviluppo rurale;
Visto il Regolamento UE n. 335/2013 che modifica
il regolamento CE n.1974/2006 recante disposizioni
di applicazione del regolamento CE n.1698/2005 sul
sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo
agricolo per lo sviluppo rurale;
Visto il Regolamento UE n. 1310/2013 che stabilisce
alcune disposizioni transitorie relative al sostegno allo
sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per
lo sviluppo rurale (FEASR);
Vista la decisione di esecuzione della Commissione
Europea C(2012) 8669 del 30.11.2012 con la quale viene
approvata la versione 9 del programma di sviluppo rurale
della Regione Toscana per il periodo di programmazione
2007-2013 e viene modificata la precedente decisione n.
C(2007) 4664 del 16/10/2007;
Vista la DGR n. 1175 del 17/12/2012, con cui si
prende atto dell’accettazione da parte della Commissione
Europea, con decisione di esecuzione C(2012) 8669 del
30/11/2012, della versione n. 9 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Toscana 2007/2013;
Vista la versione 10 del PSR toscano approvata dalla
Commissione europea con nota ares(2014)1111919 del
9/4/ 2014;
Vista la DGR n.340 del 28/4/2014 con la quale viene
preso atto della versione 10 del PSR toscano in seguito
all’approvazione da parte della Commissione europea;
Vista in particolare l’azione 214 b.1 “Conservazione
di risorse genetiche animali per la salvaguardia della
biodiversità”;
Visto il DD n. 2424 del 10/6/2014 avente per oggetto: “Reg CE n. 1698/05. Reg UE n. 335/2013. Reg UE
n. 1310/2013. Bando concernente le misure tecniche e
procedurali relative alla sottomisura 214, azione b.1 per
l’anno 2014”;
Vista la DGR n. 829 del 3 ottobre 2011 “Programma
di Sviluppo Rurale 2007-2013. Disposizioni regionali in
materia di inadempienze riscontrate nell`ambito del Reg.
CE 1698/2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte
del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale. Modifiche ed integrazioni alla Delibera di Giunta Regionale 9
dicembre 2008, n. 1026.”;
Considerato che nel bando allegato al DD n. 2424/14
precedentemente citato, al punto n. 11, per quanto
riguarda la Razza Equina Appenninica, riportando una
consistenza di fattrici di 28 unità, si inseriva tale razza tra
quelle meritevoli di un premio di euro 400/U.B.A;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Acquisita da A.R.A la precisazione che tale numero di
fattrici è solamente quello appartenente al registro principale, in cui le genealogie sono state definitivamente fissate,
mentre non si era tenuto conto delle consistenze provenienti dal registro supplementare, laddove le fattrici risultano
prive di genealogia, ma non per questo viene meno il loro
essere da considerarsi riproduttrici a tutti gli effetti;
Preso quindi atto che, in seguito alla inclusione delle
fattrici iscritte al citato registro supplementare la consistenza delle fattrici/U.B.A medesime calcolata al 31/12
u.s sale a 294, superiore quindi al numero massimo di
200 che conferisce il diritto a percepire un premio di euro
400/U.B.A, ma fa discendere l’importo di tale diritto ad
euro 200/U.B.A;
DECRETA
Di escludere la Razza Equina Appenninica dal punto
11 del bando approvato con il DD n. 2424/14,(1) in
conseguenza del fatto che le fattrici complessivamente
calcolate non sono 28, bensì 294;
di prevedere quindi, per la citata razza un premio di
mantenimento di euro 200/U.B.A, in virtù del fatto che
nell’ambito della specie equina è stabilita l’equivalenza
1 capo adulto= 1 U.B.A;
di mantenere invariata ogni altra parte del bando relativo alla misura P.S.R 214 b.1 per l’anno 2014.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul B.U.R.T
ai sensi degli artt 4, 5 e 5 bis della L.R. 23//2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
Il Dirigente
Carlo Chiostri
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Infanzia
DECRETO 1 luglio 2014, n. 2822
certificato il 07-07-2014
L.R. 32/2002. Anticipazione regionale FSE
2014/2020. Avviso pubblico per la realizzazione di
“Progetti di conciliazione vita familiare - vita lavorativa” rivolti ai servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) - a.e. 2014/2015 - di cui al D.D. n.
2553/2014. Sostituzione articolo 6 errore materiale.
1
N.d.r. Pubblicato sul B.U. n. 25/2014
81
IL DIRIGENTE
Visto quanto disposto dall’art. 2 della L.R. 1/09
(“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale”) che definisce i rapporti tra organi di
direzione politica e dirigenza;
Visti gli artt. 6 e 9 della richiamata L.R. 1/09, inerente le competenze dei responsabili di settore;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 618 del 1
marzo 2011 con il quale la dott.ssa Mele è stata nominata
dirigente responsabile del Settore infanzia;
Visto l’ordine di servizio n. 8/2013 adottato dal
sottoscritto, agli atti dell’ufficio, con il quale si prevede che, in caso di assenza temporanea, il dirigente del
Settore Infanzia sia sostituito dal sottoscritto, responsabile dell’Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca;
Visti:
- la Deliberazione della G.R. n. 946/2013 con la quale
la Giunta ha approvato il DPEF per il 2014, nel quale
sono state individuate le azioni oggetto della gestione in
anticipazione dei fondi comunitari;
- la risoluzione n. 219 del 18 dicembre 2013 del
Consiglio Regionale con cui è approvato il DPEF per il
2014;
- l’articolo n. 71 della legge n. 57/2013 (Legge finanziaria per l’anno 2014);
- la Decisione della Giunta Regionale n. 3 del 17-032014 con la quale si dà avvio alla gestione in anticipazione per l’anno 2014 del Programma regionale FSE
– Ciclo di programmazione 20142020, per garantire una
immediata attuazione dei programmi operativi e per assicurare continuità con l’attuale fase di programmazione
2007-2013;
- la Decisione della Giunta Regionale n. 29 del
17-03-2014 con la quale si approva il riparto delle risorse tra Programmi operativi FSE e FESR nell’ambito
dell’Obiettivo competitività regionale e occupazione
2014-2020;
- Deliberazione della G.R. n. 275 del 31-03-2014 con
la quale si approva la struttura e articolazione del Programma operativo regionale FSE 2014-2020;
- la Deliberazione della G.R. n. 419 del 26-05-2014
con la quale sono stati approvati gli elementi tecnici per
l’adozione successiva dell’avviso regionale per la realizzazione di progetti di conciliazione vita familiare – vita
lavorativa per l’anno educativo 2014/2015, finalizzati
alla assegnazione di contributi alle amministrazioni
comunali che li destineranno a buoni servizio per la frequenza di servizi educativi per la prima infanzia (3-36
mesi) accreditati per donne i cui figli siano rimasti in
lista di attesa nei servizi comunali, e viene stabilito che
82
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
l’importo messo a bando ammonti ad € 2.756.904,02,
con la seguente copertura finanziaria:
• cap. 61481/2014: num. Prenotazione generica di
impegno 2014667 per un importo pari a € 18.610,09;
• cap. 61443/2014: num. Prenotazione generica di
impegno 2014666 per un importo pari a € 738.293,93;
• per € 2.000.000 nei fondi destinati all’anticipazione
FSE 2014/20, num. Prenotazione generica di impegno
2014668 allocati sul capitolo 61706 del bilancio regionale 2014 a titolarità dell’Autorità di gestione FSE, per
i quali è stata richiesta una variazione di bilancio in via
amministrativa al fine di stornare analogo importo dal
capitolo 61706 al capitolo di nuova istituzione denominato “POR FSE 2014/2020 -Anticipazione regionale
Buoni Servizio Infanzia”;
- la Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 “Testo
unico della normativa della Regione Toscana in materia
di educazione, istruzione, orientamento, formazione
professionale e lavoro” ed il relativo Regolamento di
esecuzione, emanato con D.P.G.R. n. 41/R 2013;
- il Piano di Indirizzo Generale Integrato della L.R.
32/2002, approvato con deliberazione del Consiglio
Regionale 17 aprile 2012, n. 32, nel quale è stabilito,
all’azione 1.a.1 che i servizi educativi per la prima
infanzia:
• rappresentino un’indubbia valenza di tipo sociale
nei confronti dei bambini e delle loro famiglie;
• risultino essere uno degli aspetti determinanti per la
partecipazione attiva delle donne al mercato del lavoro,
visti gli impegni familiari connessi ai carichi di cura che
spesso rappresentano un freno all’occupazione femminile, sia in termini di partecipazione, che di riqualificazione e di ricollocamento professionale;
• rappresentino un’esperienza determinante e assolutamente caratterizzante il percorso di apprendimento
educativo-scolastico dei bambini, che risulterà preminente nella loro futura riuscita scolastica e professionale;
- il D.D. n. 2553/2014 con il quale si è proceduto all’approvazione di uno specifico avviso finalizzato all’assegnazione di contributi alle amministrazioni
comunali, per la realizzazione di progetti di conciliazione vita familiare-vita lavorativa per l’assegnazione di
buoni servizio, da utilizzarsi per l’a.e. 2014/2015 presso
servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) accreditati, che siano convenzionati con le amministrazioni
comunali, singolarmente o in forma associata;
Rilevato nell’avviso di cui all’allegato A un errore
materiale all’articolo 6 primo paragrafo – punto 9),
laddove è stabilito che “nel caso di Comuni con lista di
attesa nei servizi comunali, esclusivamente qualora alla
scadenza del 18 luglio 2014, sia stato trasmesso il provvedimento con il quale l’amministrazione ha rilevato,
all’atto dell’invio della documentazione, la consistenza
numerica dei bambini in lista di attesa, la determina dirigenziale di approvazione della lista di attesa”;
Rilevato che la prima scadenza dell’avviso in oggetto
sia fissata al 25 luglio 2014 e non al 18 luglio 2014, così
come indicato nell’articolo sopra menzionato;
Ritenuto opportuno procedere per le motivazioni
sopra espresse alla sostituzione dell’articolo 6 dell’avviso pubblico di cui all’allegato A al D.D. n. 2553/2014
con il seguente:
“Art. 6
Modalità di presentazione e gestione dei progetti
Le amm.ni comunali assegnatarie delle risorse devono trasmettere esclusivamente via PEC entro e non oltre
il 10 ottobre 2014, a pena d’esclusione alla Regione
Toscana – Settore Infanzia al seguente indirizzo [email protected], la seguente documentazione:
1) l’eventuale richiesta dell’anticipo delle risorse
assegnate, fino ad un massimo del 56% del contributo
assegnato, utilizzando a tal fine il modello di cui all’allegato C;
2) una proposta di piano di comunicazione, di cui
all’allegato D, finalizzato a valorizzare, presso l’opinione pubblica, il ruolo svolto dalla Regione, quale soggetto
che anticipa le risorse del nuovo ciclo di Programmazione FSE 2014-2020, e dell’Unione Europea nel migliorare
l’accesso e la permanenza delle donne all’occupazione e
ridurre le disparità di genere;
3) atto convenzionale con la Regione per la gestione,
il monitoraggio e la rendicontazione dei progetti, di cui
all’allegato E;
4) relazione nella quale devono essere specificate nel
dettaglio le modalità di assegnazione e di utilizzo dei
buoni servizio (relazione progetto), così come le risorse
necessarie all’attuazione del progetto, anche di importo
superiore a quanto precedentemente assegnato, di cui
all’allegato F;
5) dichiarazione della data presunta di avvio delle
attività progettuali, con il modello di cui all’allegato G;
6) dichiarazione della data di avvio effettiva delle
attività progettuali, con il modello di cui all’allegato H;
7) l’elenco dei nominativi delle madri che usufruiranno degli buoni servizio e dei relativi figli, con il modello
di cui all’allegato I;
8) il prospetto di riepilogo per ciascun servizio delle
risorse necessarie alla realizzazione del progetto, con il
modello di cui all’allegato L;
9) nel caso di Comuni con lista di attesa nei servizi
comunali, esclusivamente qualora alla scadenza del 25
luglio 2014, sia stato trasmesso il provvedimento con
il quale l’amministrazione ha rilevato, all’atto dell’invio della documentazione, la consistenza numerica dei
bambini in lista di attesa, la determina dirigenziale di
approvazione della lista di attesa;
10) esclusivamente se diverso da quanto già precedentemente trasmesso, il provvedimento aggiornato con
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
il quale l’amministrazione comunale, singolarmente o
in forma associata, ha approvato gli esiti della graduatoria della lista di attesa ovvero delle madri interessate
all’iscrizione dei propri figli in un servizio privato;
11) il provvedimento con il quale l’amministrazione
comunale ha approvato l’elenco delle beneficiarie dei
buoni servizio;
12) copia del documento di identità del sottoscrittore.
Gli allegati C, D, E, F, G e H devono essere sottoscritti digitalmente.
Ad esito di istruttoria di tale documentazione la
Regione Toscana provvede ad erogare, ove richiesto,
l’anticipo delle risorse.
I prospetti di cui agli allegati I e L devono essere inviati contestualmente anche per posta elettronica
all’indirizzo [email protected]
In presenza di ulteriori risorse disponibili, l’amministrazione regionale provvederà alla ripartizione delle
stesse, fino ad un massimo dell’importo eventualmente
indicato nell’allegato F, con le stesse modalità previste
all’articolo 4.”
Vista la Legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014 - 2016”;
Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 2 del
7 gennaio 2014 con la quale si è provveduto all’approvazione del Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario
2014 e del Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016;
DECRETA
- di procedere, per le motivazioni espresse in narrativa, alla sostituzione dell’articolo 6 dell’avviso pubblico di cui all’allegato A al D.D. n. 2553/2014 (1) con il
seguente:
“Art. 6
Modalità di presentazione e gestione dei progetti
Le amm.ni comunali assegnatarie delle risorse devono trasmettere esclusivamente via PEC entro e non oltre
il 10 ottobre 2014, a pena d’esclusione alla Regione
Toscana – Settore Infanzia al seguente indirizzo [email protected], la seguente documentazione:
1) l’eventuale richiesta dell’anticipo delle risorse
assegnate, fino ad un massimo del 56% del contributo
assegnato, utilizzando a tal fine il modello di cui all’allegato C;
2) una proposta di piano di comunicazione, di cui
all’allegato D, finalizzato a valorizzare, presso l’opinione pubblica, il ruolo svolto dalla Regione, quale soggetto
che anticipa le risorse del nuovo ciclo di Programmazione FSE 2014-2020, e dell’Unione Europea nel migliorare
1
N.d.r. Pubblicato sul B.U. n. 26/2014
83
l’accesso e la permanenza delle donne all’occupazione e
ridurre le disparità di genere;
3) atto convenzionale con la Regione per la gestione,
il monitoraggio e la rendicontazione dei progetti, di cui
all’allegato E;
4) relazione nella quale devono essere specificate nel
dettaglio le modalità di assegnazione e di utilizzo dei
buoni servizio (relazione progetto), così come le risorse
necessarie all’attuazione del progetto, anche di importo
superiore a quanto precedentemente assegnato, di cui
all’allegato F;
5) dichiarazione della data presunta di avvio delle
attività progettuali, con il modello di cui all’allegato G;
6) dichiarazione della data di avvio effettiva delle
attività progettuali, con il modello di cui all’allegato H;
7) l’elenco dei nominativi delle madri che usufruiranno degli buoni servizio e dei relativi figli, con il modello
di cui all’allegato I;
8) il prospetto di riepilogo per ciascun servizio delle
risorse necessarie alla realizzazione del progetto, con il
modello di cui all’allegato L;
9) nel caso di Comuni con lista di attesa nei servizi
comunali, esclusivamente qualora alla scadenza del 25
luglio 2014, sia stato trasmesso il provvedimento con
il quale l’amministrazione ha rilevato, all’atto dell’invio della documentazione, la consistenza numerica dei
bambini in lista di attesa, la determina dirigenziale di
approvazione della lista di attesa;
10) esclusivamente se diverso da quanto già precedentemente trasmesso, il provvedimento aggiornato con
il quale l’amministrazione comunale, singolarmente o
in forma associata, ha approvato gli esiti della graduatoria della lista di attesa ovvero delle madri interessate
all’iscrizione dei propri figli in un servizio privato;
11) il provvedimento con il quale l’amministrazione
comunale ha approvato l’elenco delle beneficiarie dei
buoni servizio;
12) copia del documento di identità del sottoscrittore.
Gli allegati C, D, E, F, G e H devono essere sottoscritti digitalmente.
Ad esito di istruttoria di tale documentazione la
Regione Toscana provvede ad erogare, ove richiesto,
l’anticipo delle risorse.
I prospetti di cui agli allegati I e L devono essere inviati contestualmente anche per posta elettronica
all’indirizzo [email protected]
In presenza di ulteriori risorse disponibili, l’amministrazione regionale provvederà alla ripartizione delle
stesse, fino ad un massimo dell’importo eventualmente
indicato nell’allegato F, con le stesse modalità previste
all’articolo 4.”;
- di mantenere invariato, per quanto non modificato
con il presente provvedimento, il contenuto dell’allegato
A al D.D. n. 2553/2014.
84
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Il presente atto è pubblicato sul BURT ai sensi degli
articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla banca dati
degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi
dell’art. 18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Marco Masi
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2826
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Museo”
presentato dal Comune di Pistoia.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/
247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni
Generali della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda
Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da
parte della Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
85
zione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presenta-
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli inter-
86
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
venti strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dal Comune di Pistoia,
per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
dell’intervento denominato “Progetto Museo”;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto Museo” presentato dal Comune
di Pistoia, secondo il seguente investimento ammissibile
ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
36.000,00
32.400,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
65.000,00
58.500,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
84.500,00
76.050,00
185.500,00
166.950,00
Ritenuto opportuno procedere all’impegno sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 della somma di
euro166.950,00, da imputare alla prenotazione generica
n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T. n. 215 del
25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
tanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Comune di Pistoia alla Regione Toscana
- Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico.
Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini e delle
condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Dato atto che la liquidazione delle suddette somme è
rinviata a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza di
ciascuna fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quie-
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 2 del
07/01/2014 “Approvazione Bilancio gestionale per
l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. n. 33/2013;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento “Progetto Museo” presentato dal Comune di Pistoia, secondo
il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Segue tabella
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
36.000,00
32.400,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
65.000,00
58.500,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
84.500,00
76.050,00
185.500,00
166.950,00
2. di impegnare sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 la somma di euro 166.950,00, da imputare alla prenotazione generica n. 2013345 assunta con
delibera di G.R.T. n. 215 del 25/03/2013, in favore del
Comune di Pistoia;
3. di rinviare la liquidazione delle suddette somme
a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli
44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36 del
06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
4. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dal Comune di Pistoia alla Regione
Toscana -Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini
e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
5. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2829
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Risparmio energetico” presentato dal Comune di Pistoia.
IL DIRIGENTE
87
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924 del
19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010. Linee
di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo
economico”. Approvazione linee di indirizzo e priorità
(All. A) per la costituzione di un Fondo per le infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All. B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni G.R. n. 700 del
26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n. 253 del 11/04/2011,
n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del 29/10/2012 e n. 1259
del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi e
88
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari” orientano in modo deciso verso una programmazione operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico
e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni Generali
della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da parte della
Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo
della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto
qualificato, selezionato mediante procedura ad evidenza
pubblica o ad altro organismo intermedio individuato
dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli inter-
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dal Comune di Pistoia,
per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
dell’intervento denominato “Progetto risparmio energetico”;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto risparmio energetico” presentato dal Comune di Pistoia, secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
52.000,00
46.800,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
50.000,00
45.000,00
132.000,00
118.800,00
Ritenuto opportuno procedere all’impegno sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 della somma di
euro 118.800,00, da imputare alla prenotazione generica
n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T. n. 215 del
25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
Dato atto che la liquidazione delle suddette somme è
rinviata a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
89
venti strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza
di ciascuna fase progettuale, pena la revoca del contributo;
90
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Comune di Pistoia alla Regione Toscana
- Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico.
Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini e delle
condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 2 del 07/01/
2014 “Approvazione Bilancio gestionale per l`esercizio
finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 20142016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. n.
33/2013;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento
“Progetto risparmio energetico” presentato dal Comune
di Pistoia, secondo il seguente investimento ammissibile
ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
52.000,00
46.800,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
2. di impegnare sul capitolo 51383 del Bilancio
gestionale 2014 la somma di euro 118.800,00, da imputare alla prenotazione generica n. 2013345 assunta con
delibera di G.R.T. n. 215 del 25/03/2013, in favore del
Comune di Pistoia;
3. di rinviare la liquidazione delle suddette somme
a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli
44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla
loro compatibilità con i vincoli posti dal patto di
stabilità;
4. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere presentata dal Comune di Pistoia
alla Regione Toscana -Settore “Infrastrutture per lo
sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel
rispetto dei termini e delle condizioni dettagliate nel
Disciplinare;
5. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
50.000,00
45.000,00
132.000,00
118.800,00
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2830
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Percorsi” presentato dal Comune di Pistoia.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 2011-
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
2015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
91
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico
e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni Generali
della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da parte della
Giunta Regionale;
92
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto
qualificato, selezionato mediante procedura ad evidenza
pubblica o ad altro organismo intermedio individuato
dalla Giunta secondo la normativa di riferimento oppure
al competente settore della DG Competitività del Sistema
Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione del
Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a valere sul
Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti
ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è stato modificato
il paragrafo 3 comma 3 della Delibera di Giunta Regionale
n. 54 del 29/01/2013 e successiva n. 369/2014 prevedendo
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dal Comune di Pistoia,
per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
dell’intervento denominato “Progetto Percorsi”;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto Percorsi” presentato dal Comune di Pistoia, secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Segue tabella
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
93
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
25.000,00
22.500,00
85.000,00
76.500,00
Ritenuto opportuno procedere all’impegno sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 della somma di
euro76.500,00, da imputare alla prenotazione generica
n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T. n. 215 del
25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
tanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Comune di Pistoia alla Regione Toscana
- Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico.
Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini e delle
condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Dato atto che la liquidazione delle suddette somme è
rinviata a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza di
ciascuna fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quie-
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 2 del
07/01/2014 “Approvazione Bilancio gestionale per
l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. n. 33/2013;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento
“Progetto Percorsi” presentato dal Comune di Pistoia,
secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
30.000,00
27.000,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
25.000,00
22.500,00
85.000,00
76.500,00
2. di impegnare sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 la somma di euro 76.500,00, da imputare alla prenotazione generica n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T.
n. 215 del 25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
3. di rinviare la liquidazione delle suddette somme
a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli
44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36 del
06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
4. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dal Comune di Pistoia alla Regione
Toscana -Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini
e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
5. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
94
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2831
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto Copertura parcheggio a verde” presentato dal Comune di
Pistoia.
IL DIRIGENTE
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi e
obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari” orientano in modo deciso verso una programmazione operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico
e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni Generali
della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da parte della
Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
95
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
96
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
pervenute c’è quella presentata dal Comune di Pistoia,
per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
dell’intervento denominato “Progetto Copertura parcheggio a verde”;
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto Copertura parcheggio a verde”
presentato dal Comune di Pistoia, secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo
ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
25.000,00
22.500,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
75.000,00
67.500,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
85.000,00
76.500,00
185.000,00
166.500,00
Ritenuto opportuno procedere all’impegno sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 della somma di
euro166.500,00, da imputare alla prenotazione generica
n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T. n. 215 del
25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
tanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Comune di Pistoia alla Regione Toscana
- Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico.
Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini e delle
condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Dato atto che la liquidazione delle suddette somme è
rinviata a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36
del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza di
ciascuna fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quie-
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 2 del
07/01/2014 “Approvazione Bilancio gestionale per
l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. n. 33/2013;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento
“Progetto Copertura parcheggio a verde” presentato dal
Comune di Pistoia, secondo il seguente investimento
ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
25.000,00
22.500,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
75.000,00
67.500,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
85.000,00
76.500,00
185.000,00
166.500,00
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
2. di impegnare sul capitolo 51383 del Bilancio
gestionale 2014 la somma di euro 166.500,00, da imputare alla prenotazione generica n. 2013345 assunta con
delibera di G.R.T. n. 215 del 25/03/2013, in favore del
Comune di Pistoia;
3. di rinviare la liquidazione delle suddette somme
a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli
44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36 del
06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
4. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dal Comune di Pistoia alla Regione
Toscana -Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini
e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
5. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Industria, Artigianato,
Innovazione Tecnologica
Settore Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e Controlli
DECRETO 26 giugno 2014, n. 2832
certificato il 07-07-2014
Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Approvazione dell’intervento “Progetto città
della casa” presentato dal Comune di Pistoia.
97
Visto il Decreto 4476 del 14/11/2013 “Direzione
Generale Competitività del Sistema regionale e Sviluppo
delle competenze. Modifiche all’assetto organizzativo
dell’Area di Coordinamento Industria, artigianato, innovazione tecnologica” con il quale è stata attribuita la
responsabilità del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo
economico. Monitoraggio e controllo” al sottoscritto;
Visto il Programma Regionale di Sviluppo 20112015 approvato dal Consiglio Regionale con risoluzione
n. 49/2011;
Visto il PRSE 2012-2015, approvato dal Consiglio
Regionale con delibera n. 59 del 11/07/2012;
Vista la L.R. 20/03/2000 n. 35 e s.m.i. (Disciplina
degli interventi regionali in materia di attività produttive), ed in particolare gli artt. 3, 3 bis, 3 ter, e 4;
Vista la delibera della Giunta Regionale n. 924
del 19/10/2009 avente ad oggetto: “PRSE 2007/2010.
Linee di intervento 1.5 e 3.3 “infrastrutture per lo sviluppo economico”. Approvazione linee di indirizzo e
priorità (All. A) per la costituzione di un Fondo per le
infrastrutture produttive e relativo disciplinare (All.
B)” e successive integrazioni di cui alle deliberazioni
G.R. n. 700 del 26/07/2010, n. 117 del 28/02/2011, n.
253 del 11/04/2011, n. 290 del 10/04/2012, n. 964 del
29/10/2012 e n. 1259 del 28/12/2012;
Visto il DPEF 2013, approvato con risoluzione del
Consiglio regionale n. 161 del 19.12.2012, il quale classifica intervento di carattere innovativo e strategico, ai
sensi del Fondo per infrastrutture produttive, le opere
che saranno previste dal Fondo di progettazione, in partenariato con Cassa Depositi e prestiti (Area tematica 1,
obiettivo 1.3, linea di intervento 4);
Considerato che è avviata la fase di elaborazione
propedeutica alla nuova fase di programmazione delle
politiche di coesione per il periodo 2014-2020, e i primi
documenti di indirizzo nazionale, in particolare “Metodi
e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari”
orientano in modo deciso verso una programmazione
operativa, fondata su progetti definiti, concreti e verificati;
Visto l’art. 2 comma 4 della L. R. 08.01.2009 n. 1
“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento
del personale”;
Preso atto che la verifica preventiva di fattibilità di
progetti di carattere strategico dovrà accompagnare la
progettazione della prossima fase di programmazione
dei fondi strutturali, con particolare riferimento al FESR
oltre che del PRS, per ciò che attiene ad interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio;
Vista la legge regionale 08.01.2009 n. 1, sopra citata,
ed in particolare l’art. 9 “Responsabile di settore”;
Ritenuto altresì opportuno che a tali finalità debbano
essere destinate anche risorse residue dell’assistenza
IL DIRIGENTE
98
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
tecnica del POR CReO Fesr 2007-2013, in funzione anticipatrice progettuale della nuova programmazione;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 151 del
04/03/2013 (e ss.mm.ii.) avente ad oggetto “Piano di
attività 2013 di Sviluppo Toscana Spa. Individuazione
degli ambiti di intervento” con la quale si prevede, tra i
compiti di Sviluppo Toscana Spa, l’attività di supporto e
assistenza tecnica per la realizzazione sportello e rete per
attuazione del “Fondo progettazione opere strategiche”
ed il successivo Decreto dirigenziale n. 4647/2013 con il
quale è stato approvato il relativo schema di disciplinare
tra la Regione Toscana e Sviluppo Toscana S.p.a.;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 54 del
29/01/2013 avente ad oggetto “POR CREO Fesr 20072013. PRSE 2012-2015 - Indirizzi per la costituzione del
fondo di progettazione per interventi strategici”, nella
quale:
- sono stati approvati gli indirizzi per la costituzione
di un “Fondo di progettazione per interventi strategici”
(comma 1del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo deve essere utilizzato
con particolare riferimento ad operazioni connesse allo
sviluppo economico del territorio: mobilità sostenibile,
infrastrutture per il trasferimento tecnologico, piattaforme modali, interventi di valorizzazione del patrimonio
ambientale e culturale; riqualificazione siti produttivi
dismessi, valorizzazione integrata di patrimonio immobiliare pubblico, con priorità agli interventi cofinanziabili con il Fesr per il periodo 2014-2020” (comma 1.2
del dispositivo);
- si stabilisce che “il Fondo si deve costituire, per
le specifiche caratteristiche, come fondo di ingegneria
finanziaria, una sezione della quale può essere alimentata
dal Fesr 2007-2013” (comma 1.6 del dispositivo);
- si da incarico alla DG Competitività di procedere
“all’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo soggetto qualificato (istituto di credito) selezionato mediante procedura di evidenza pubblica” (comma 3 punto 3
del dispositivo);
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 avente ad oggetto “Fondo di progettazione
per interventi strategici (Delibera G.R. n. 54/2013). 1)
Indicazioni sulle risorse per l’avvio della operatività del
Fondo; 2) Prima individuazione operazioni strategiche”,
con la quale di assegna al Fondo un primo stanziamento
sul cap. 51383 di euro 5.000.000,00 articolati sul biennio
2013-2014;
Vista la Delibera della Giunta Regionale n. 804 del
30/09/2013 con la quale è stato approvato il Disciplinare
del “Fondo di progettazione per la interventi strategici”,
con il quale si definiscono le modalità ed i criteri di
accesso al medesimo;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/247411/L.050.030 del 01/10/2013) inviata dal Responsabile del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico
e il Trasferimento Tecnologico” alle Direzioni Generali
della Regione Toscana, con la quale si richiedeva di indicare attraverso la Compilazione di una “Scheda Informativa” gli interventi da definire “Strategici” da parte della
Giunta Regionale;
Dato atto che, entro i termini previsti, sono state
inviate dalle Direzioni Generali della Regione Toscana n.
10 schede informative relative ad interventi strategici;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale
n. 1181 del 23/12/2013 avente ad oggetto: “Fondo per la
Progettazione: individuazione degli Interventi Strategici” con la quale sono stati definiti n. 10 ulteriori Progetti
Strategici, rispetto a quelli definiti con Delibera G.R.T.
n. 215/2013;
Ricordato che, con decreto dirigenziale n. 6113 del
24/12/2013, sono state definite le modalità di presentazione delle domande in attuazione del Disciplinare di cui
alla Delibera GRT 804/2013 relativamente ai progetti
definiti strategici, e contemporaneamente è stata impegnata in favore di ARTEA la somma complessiva di euro
2.500.000,00 sul Bilancio 2013 per finanziare il “Fondo
progettazione opere strategiche”, secondo quanto stabilito dalle Delibere della Giunta Regionale n. 215 del
25/03/2013 e n. 1181 del 23/12/2013 sopra richiamate;
Vista la Delibera di Giunta Regionale n. 369 del
05/05/2014, avente ad oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici ex delibera GRT 54/2013.
Modifiche ed integrazioni al Disciplinare del Fondo”,
nella quale:
- è stato modificato il punto 3, comma 3 del dispositivo della delibera GRT 54 del 29/01/2013 prevedendo “l’affidamento della gestione del Fondo ad idoneo
soggetto qualificato, selezionato mediante procedura
ad evidenza pubblica o ad altro organismo intermedio
individuato dalla Giunta secondo la normativa di riferimento”;
- sono state apportate alcune modifiche ed integrazioni al “Disciplinare del Fondo per la Progettazione
degli Interventi Strategici” (approvato con delibera GRT
804/2013);
- sono state stabilite per il Comune di Pistoia (intervento di recupero dell’area ed immobili dell’ex ospedale
del Ceppo) percentuali di contribuzione diverse, in deroga a quelle ordinariamente previste nella tabella 1 bis;
Vista la Delibera approvata dalla Giunta Regionale n.
460 del 03/06/2014 avente ad oggetto: “Individuazione
del Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico
Monitoraggio e controllo” per la gestione dei progetti a
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
valere sul Fondo di progettazione per gli interventi strategici ritenuti ammissibili con Del. G.R.”, con la quale è
stato modificato il paragrafo 3 comma 3 della Delibera
di Giunta Regionale n. 54 del 29/01/2013 e successiva
n. 369/2014 prevedendo l’affidamento della gestione
del Fondo ad idoneo soggetto qualificato, selezionato
mediante procedura ad evidenza pubblica o ad altro
organismo intermedio individuato dalla Giunta secondo
la normativa di riferimento oppure al competente settore
della DG Competitività del Sistema Regionale e sviluppo delle Competenze;
Vista la comunicazione prot. A00-GRT/149136/F.45
del 13/06/2014, con la quale il Direttore Generale della
DG Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo
delle competenze incarica il Settore “Infrastrutture per
lo sviluppo economico. Monitoraggio e controllo” della
gestione degli interventi finanziati sul Fondo di progettazione per interventi strategici;
Visto il decreto dirigenziale n. 2566 del 16/06/2014
avente a oggetto “Fondo per la progettazione degli interventi strategici. Dichiarazione di economia” con il quale
è stata dichiarata l’economia sull’impegno n. 6785/2013,
assunto a favore di Artea sul capitolo 51383 per euro
2.500.000,00;
Vista la comunicazione PEC (ns. prot. A00GRT/20639/
Dato atto che alla data di scadenza sono state presentate n. 10 domande di finanziamento, di cui n. 5 presentate da Settori della Regione Toscana per un finanziamento
complessivo di euro 1.587.500,00 e n. 5 presentate dal
Comune di Pistoia per un finanziamento complessivo
(secondo i criteri stabiliti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 369/2014) di euro 722.250,00;
Dato inoltre atto che tra le domande di finanziamento
pervenute c’è quella presentata dal Comune di Pistoia,
per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
dell’intervento denominato “Progetto Casa della città”;
Vista l’istruttoria di ammissibilità delle singole operazioni, svolta da Sviluppo Toscana Spa, agli atti d’ufficio, pervenutaci in data 07/03/2014;
Ritenuto opportuno procedere all’approvazione
dell’intervento “Progetto Casa della città” presentato
dal Comune di Pistoia, secondo il seguente investimento
ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
46.000,00
41.400,00
Progettazione preliminare sopra-soglia
99
L.050.030 del 23/01/2014) inviata dal Responsabile
del Settore “Infrastrutture per lo Sviluppo Economico.
Monitoraggio e controllo” ai soggetti attuatori degli
interventi individuati, con la quale si comunicavano le
modalità, i tempi e la scadenza al 28/02/2014 per la presentazione delle domande;
Progettazione definitiva sopra-soglia
73.000,00
65.700,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
96.000,00
86.400,00
215.000,00
193.500,00
Ritenuto opportuno procedere all’impegno sul capitolo 51383 del Bilancio gestionale 2014 della somma di
euro193.500,00, da imputare alla prenotazione generica
n. 2013345 assunta con delibera di G.R.T. n. 215 del
25/03/2013, in favore del Comune di Pistoia;
Ricordato inoltre che, ai sensi dell’art. 15 del Disciplinare, la rendicontazione dell’attività e delle spese
dovrà avvenire entro 90 giorni dalla data di scadenza
di ciascuna fase progettuale, pena la revoca del contributo;
Dato atto che la liquidazione delle suddette somme
è rinviata a successivi atti da predisporsi ai sensi degli
articoli 44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R.
36 del 06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente
alla loro compatibilità con i vincoli posti dal patto di
stabilità;
Stabilito che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà essere
presentata dal Comune di Pistoia alla Regione Toscana
- Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico.
Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini e delle
condizioni dettagliate nel Disciplinare;
Dato atto che il Disciplinare del Fondo, approvato
con delibera G.R. n. 369/2014, prevede all’art. 14.1 che
i soggetti beneficiari degli interventi sopra-soglia, entro
210 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di
ammissibilità, devono formulare richiesta di erogazione
del contributo, allegando la documentazione comprovante l’assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti
con l’avvenuto affidamento degli incarichi;
Ritenuto inoltre opportuno trasmettere copia del
presente provvedimento al Beneficiario e a Sviluppo
Toscana;
Vista la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014- 2016”;
100
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Vista la delibera di Giunta Regionale n. 2 del
07/01/2014 “Approvazione Bilancio gestionale per
l`esercizio finanziario 2014 e Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016”;
Dato atto che il presente provvedimento è soggetto
agli obblighi di pubblicità di cui al D. Lgs. n. 33/2013;
DECRETA
1. di procedere all’approvazione dell’intervento “Progetto Casa della città” presentato dal Comune di Pistoia,
secondo il seguente investimento ammissibile ed il relativo contributo ammissibile:
Investimento ammissibile
Contributo conto capitale 90%
Progettazione preliminare sopra-soglia
46.000,00
41.400,00
Progettazione definitiva sopra-soglia
73.000,00
65.700,00
Progettazione esecutiva sopra-soglia
96.000,00
86.400,00
215.000,00
193.500,00
2. di impegnare sul capitolo 51383 del Bilancio
gestionale 2014 la somma di euro 193.500,00, da imputare alla prenotazione generica n. 2013345 assunta con
delibera di G.R.T. n. 215 del 25/03/2013, in favore del
Comune di Pistoia;
3. di rinviare la liquidazione delle suddette somme
a successivi atti da predisporsi ai sensi degli articoli
44 e 45 del regolamento di attuazione della L.R. 36 del
06.08.2001 e da adottarsi condizionatamente alla loro
compatibilità con i vincoli posti dal patto di stabilità;
4. di stabilire che la rendicontazione della documentazione tecnica, amministrativa e fiscale debitamente
quietanzata in regola con le vigenti leggi fiscali dovrà
essere presentata dal Comune di Pistoia alla Regione
Toscana -Settore “Infrastrutture per lo sviluppo economico. Monitoraggio e Controllo” nel rispetto dei termini
e delle condizioni dettagliate nel Disciplinare;
5. di trasmettere copia del presente provvedimento al
Beneficiario e a Sviluppo Toscana.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
Il Dirigente
Andrea Zei
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Infanzia
DECRETO 30 giugno 2014, n. 2871
certificato il 09-07-2014
Deliberazione della Giunta Regionale n. 104/2014.
Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle
scuole dell’infanzia paritarie, private e degli enti
locali (3-6 anni) - buoni scuola - a.s. 2014/2015 approvato con D.D. n. 697/2014 e modificato con il D.D. n.
886/2014. Sostituzione allegato A.
IL DIRIGENTE
Visto quanto disposto dall’art. 2 della L.R. 1/09
(“Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale”) che definisce i rapporti tra organi di
direzione politica e dirigenza;
Visti gli artt. 6 e 9 della richiamata L.R. 1/09, inerente le competenze dei responsabili di settore;
Visto il Decreto del Direttore Generale n. 618 del 1
marzo 2011 con il quale la dott.ssa Mele è stata nominata
dirigente responsabile del Settore infanzia;
Visto l’ordine di servizio n. 8/2013 adottato dal
sottoscritto, agli atti dell’ufficio, con il quale si prevede che, in caso di assenza temporanea, il dirigente del
Settore Infanzia sia sostituito dal sottoscritto, responsabile dell’Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca;
Visti:
- la Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 “Testo
unico della normativa della Regione Toscana in materia
di educazione, istruzione, orientamento, formazione
professionale e lavoro” ed il relativo Regolamento di
esecuzione, emanato con D.P.G.R. n. 41/R 2013;
- il Piano di Indirizzo Generale Integrato della L.R.
32/2002, approvato con deliberazione del Consiglio
Regionale 17 aprile 2012, n. 32, il quale indica quale
obiettivo specifico 1.a “Potenziare l’offerta di attività e
servizi per l’infanzia nell’ottica di consolidamento di un
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
modello di continuità educativa rispondente ai bisogni
degli individui e delle famiglie”;
- la Deliberazione della G.R. n. 104/2014 con la quale
si sono stabilite le condizioni e le modalità di assegnazione ed erogazione, di cui all’allegato A a tale provvedimento, del contributo finalizzato a sostenere le famiglie
i cui figli frequentano le scuole dell’infanzia paritarie
di cui all’articolo 46 della Legge regionale 24 dicembre
2013, n. 77 “Legge finanziaria per l’anno 2014”, per gli
anni scolastici 2013/2014 e 2014/2015, assumendosi
la prenotazione generica di impegno 2014228 sul cap.
61699 del bilancio regionale 2014 per € 1.500.000, di cui
€ 1.300.000 per l’a.s. 2014/2015;
- il D.D. n. 697/2014 con il quale si è provveduto all’approvazione di uno specifico avviso pubblico
regionale finalizzato all’assegnazione di contributi alle
amministrazioni comunali, per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza
delle scuole dell’infanzia paritarie, private e degli enti
locali (3-6 anni) – buoni scuola – per l’anno scolastico 2014/2015, di cui alla Deliberazione della G.R. n.
104/2014;
Ricordato come agli artt. 5 e 6 dell’avviso pubblico
sopra richiamato era previsto quanto segue:
- le amministrazioni comunali, al fine di poter accedere alle risorse disponibili di cui a tale avviso avrebbero dovuto inviare la manifestazione di interesse alla
realizzazione dei progetti entro e non oltre il giorno 18
aprile 2014;
- le amministrazioni comunali successivamente individuate come beneficiarie dei contributi, avrebbero
dovuto inviare entro il 30 maggio 2014 l’eventuale
richiesta dell’anticipo delle risorse assegnate e l’atto
convenzionale con la Regione per la gestione, il monitoraggio e la rendicontazione dei progetti;
Accertato che il Dpcm 159/2013 ha previsto l’istituzione del nuovo indicatore della situazione economica
equivalente (ISEE), entrato in vigore l’8 febbraio 2014;
Verificato come da tale data di entrata in vigore decorrevano 120 giorni per completare il percorso attuativo di
tale provvedimento e che quindi le scadenze previste dal
D.D. n. 697/2014, possono determinare problematiche
per l’accesso ai buoni scuola da parte dei cittadini interessati, essendo questi ultimi calcolati sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente;
Ricordato come per le motivazioni sopra espresse,
con il D.D. n. 886 del 7 marzo 2014 si era proceduto
alla sostituzione degli articoli 5 e 6 dell’avviso pubblico
di cui al D.D. n. 697/2014, prevedendosi particolare una
proroga delle scadenze ivi previste;
Accertato che ancora oggi il percorso attuativo non
101
è stato ancora completato e che le problematiche sopra
descritte potrebbero verificarsi ulteriormente in ragione
della possibile e successiva approvazione degli atti conseguenti;
Richiamate altresì le Decisioni della Giunta regionale
n. 18 del 31/3/2013 “Patto di stabilità 2014 della Regione
Toscana: disposizioni di prima applicazione” e n. 29 del
5/5/2013 “Patto di stabilità 2014 della Regione Toscana:
ulteriori disposizioni”;
Vista altresì la Decisione della Giunta Regionale n.
30 del 26 maggio 2014 con la quale si è proceduto, tra
l’altro all’attribuzione dell’ulteriore 20% di budget di
Patto di stabilità rispetto alla quota già assegnata con la
Decisione Giunta regionale n. 29 del 5/5/2014 sopra citata, nonchè alla completa attribuzione alle Direzioni generali e alle singole voci di spesa di tale budget operativo,
divise tra pagamenti in conto residui o perenti, impegni/
pagamenti gestione di competenza e impegni gestione di
competenza che non danno luogo a pagamenti 2014;
Verificato, sulla base del budget operativo assegnato
alla Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze, che allo stato attuale
non sussistono per lo scrivente Settore le disponibilità di
bilancio utili a consentire una erogazione dell’anticipo
delle risorse dell’avviso in oggetto entro la fine dell’esercizio 2014;
Ritenuto opportuno pertanto procedere ad una complessiva rivisitazione delle scadenze previste dall’avviso
regionale in oggetto, stabilendosi la sostituzione dell’allegato A di cui al D.D. n. 697/2014, così come modificato dal D.D. n. 886/2014, con l’allegato A, parte integrale
e sostanziale del presente provvedimento;
Verificato altresì che con il D.D. n. 697/2014 non
si era proceduto alla assunzione della prenotazione
specifica di impegno ex art. 34 comma 6 lett. b) della
LR 36/2001 per € 1.300.000 a valere sulla prenotazione
generica 2014228 assunta sul capitolo 61699 con la Deliberazione della G.R. n. 104/2014;
Ritenuto opportuno pertanto procedere alla assunzione della prenotazione specifica di impegno ex art.
34 comma 6 lett. b) della LR 36/2001 per € 1.300.000
a valere sulla prenotazione generica 2014228 assunta
sul capitolo 61699 con la Deliberazione della G.R. n.
104/2014;
Vista la Legge regionale 24 dicembre 2013, n. 78
“Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e
pluriennale 2014 - 2016”;
Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 2 del
102
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
7 gennaio 2014 con la quale si è provveduto all’approvazione del Bilancio gestionale per l’esercizio finanziario
2014 e del Bilancio gestionale Pluriennale 2014-2016;
LR 36/2001 per € 1.300.000 a valere sulla prenotazione
generica 2014228 assunta sul capitolo 61699 con la Deliberazione della G.R. n. 104/2014.
DECRETA
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della l.r. 23/2007 e sulla
banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell’art.18 della l.r. 23/2007.
- di procedere, per le motivazioni espresse in narrativa, alla sostituzione dell’allegato A di cui al D.D. n.
697/2014, così come modificato dal D.D. n. 886/2014,
con l’allegato A, parte integrale e sostanziale del presente provvedimento;
- di procedere alla assunzione della prenotazione
specifica di impegno ex art. 34 comma 6 lett. b) della
Il Dirigente
Marco Masi
SEGUE ALLEGATO
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
103
Allegato A
Deliberazione della G.R. n. 104/2014
Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle
scuole dell'infanzia paritarie, private e degli enti locali (3-6 anni) – buoni scuola - a.s. 2014/2015
Articolo 1
Finalità generali
Il presente avviso è finalizzato a promuovere e sostenere i cittadini italiani e dell’Unione europea e i soggetti ad
essi equiparati (come definiti dall’articolo 5, comma 1, lettera a) della legge regionale 2 agosto 2013, n. 45)
nella frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie, private e degli enti locali (3-6 anni), attraverso Progetti
finalizzati all’assegnazione di buoni scuola, da utilizzarsi per l’a.s. 2014/2015 (settembre 2014-giugno 2015) a
parziale o totale copertura delle spese sostenute per la frequenza:
- Misura 1: di scuole dell’infanzia paritarie comunali (3-6 anni);
- Misura 2: di scuole dell’infanzia paritarie private (3-6 anni) convenzionate con le amministrazioni
comunali, singolarmente o in forma associata.
Art. 2
Soggetti ammessi alla presentazione dei progetti
I soggetti ammessi alla presentazione dei progetti sono i Comuni toscani, che, per poter accedere alle risorse di
cui al presente avviso:
A*+:32346+:+28/:'1+28+'*388'6+74+)/,/)3'::/73)3192'0+6/:3083')/88'*/2/837)'2/)32('1(/2//2
età utile per la frequenza della scuola dell’infanzia;
A/7869/7)3230+*31'2*+4+6:+298+'))+68'2*3).+/73--+88/).+.'22346+7+28'830/78'2<'7/'23/2
possesso dei requisiti fissati dal presente avviso;
A6+*/-323'*+7/83*+00'::/73'4437/8'-6'*9'836/'7900'('7+*/)6/8+6/)3+6+28/)320+*/7437/</32/
previste dal presente avviso.
I Comuni assegnatari delle risorse:
A2+0)'73*+00'/796' devono sottoscrivere apposita convenzione con i soggetti gestori delle scuole
dell’infanzia paritarie private nei quali sono utilizzati i buoni scuola, per la gestione dei rapporti conseguenti alla adesione al presente avviso;
A'4463:'23)3246346/3463::+*/1+2830+0+2)3*+/73--+88/).+979,69/6'223*+/(932/7)930'
A73238+298/'6/4368'6+2+-0/'::/7/+2+01'8+6/'0+/2,361'8/:3)3192/)'8/78'14':30'28/2/*+40/'28
manifesti, ecc.) il logo ufficiale della Regione Toscana.
Al fine dell’accesso alle risorse di cui alla Misura 1, i Comuni ove sia presente almeno una scuola
dell’infanzia paritaria privata sono tenuti obbligatoriamente, pena l’irrecivibilità dell’istanza, a
presentare la manifestazione di interesse anche sulla Misura 2.
Il beneficio dei buoni scuola è riconosciuto attraverso una riduzione del costo sostenuto dalle famiglie per
le rette, applicata dai soggetti titolari e/o gestori delle scuole dell’infanzia paritarie; per la misura 2 il
contributo regionale viene assegnato ai Comuni che lo erogheranno ai soggetti titolari e/o gestori delle
scuole dell’infanzia paritarie per l’importo pari ai buoni scuola riconosciuti.
Art. 3
Destinatari dei progetti e entità dei buoni scuola
Destinatari dei progetti comunali sono cittadini:
1) residenti in un Comune della Toscana;
2) genitori o tutori di bambini in età utile per la frequenza della scuola dell’infanzia;
104
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
3) che abbiano iscritto i propri figli per l’a.s. 2014/2015 ad una scuola dell’infanzia paritaria privata o
degli enti locali sita nel Comune;
4) che abbiano un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare, dei
redditi riferiti all’anno 2013, non superiore a € 30.000;
5) che non beneficino di altri rimborsi o sovvenzioni economiche o azioni di supporto dirette e/o
indirette erogate allo stesso titolo, di importo tale da superare la spesa complessivamente sostenuta.
I buoni scuola sono finalizzati alla riduzione del costo sostenuto dai soggetti beneficiari per la frequenza delle
scuole, e sono commisurati al valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo
familiare riferita alla dichiarazione dei redditi dell’anno 2013 (per l’anno scolastico 2014/2015), secondo i
seguenti parametri:
a) con ISEE fino a euro 17.999,99, un contributo fino a un massimo di euro 100,00 mensili per bambino
frequentante;
b) con ISEE da euro 18.000,00 a euro 23.999,99, un contributo fino a un massimo di euro 50,00 mensili
per bambino frequentante;
c) con ISEE da euro 24.000,00 a euro 30.000,00, un contributo fino a un massimo di euro 30,00 mensili
per bambino frequentante.
La domanda per l’accesso ai buoni 3-6 può essere presentata solo da uno dei genitori presso il Comune ove è
sita la scuola.
Non sono soggette a rimborso le spese di iscrizione e di refezione scolastica.
Art. 4
Risorse disponibili e modalità di assegnazione
Le risorse disponibili di cui al presente avviso ammontano a € 1.300.000.
La Regione Toscana assegna le risorse disponibili ai Comuni, ad esito dell’istruttoria della documentazione di
cui all’articolo 5, proporzionalmente alla consistenza numerica dei cittadini toscani interessati ai buoni scuola
per la frequenza dei propri figli di una scuola dell’infanzia paritaria privata e degli enti locali ed in possesso dei
requisiti fissati dal presente avviso.
Eventuali risorse aggiuntive che si dovessero rendere successivamente disponibili sul bilancio regionale
potranno essere attribuite in sede di assegnazione.
Art. 5
Manifestazione di interesse per la realizzazione del progetto e termini per la presentazione
Le amministrazioni comunali, al fine di poter accedere alle risorse disponibili di cui al presente avviso,
inviano al Settore Infanzia la manifestazione di interesse alla realizzazione del progetto di cui
all’allegato B, con allegata lettera di trasmissione e copia del documento di identità del sottoscrittore,
ove dovrà essere indicata la consistenza numerica dei cittadini toscani interessati ai buoni scuola ed in
possesso dei requisiti fissati dal presente avviso.
Dovrà essere allegato a pena di esclusione dei progetti il provvedimento unico con il quale
l’amministrazione, singolarmente o in forma associata, ha approvato gli esiti della graduatoria dei
cittadini toscani interessati ai buoni scuola.
Tale documentazione deve essere trasmessa, a pena di esclusione, entro e non oltre il giorno 3
ottobre 2014, esclusivamente via PEC all’indirizzo [email protected], con
lettera di accompagnamento indirizzata alla Regione Toscana, Settore Infanzia – Piazza
dell’Unità Italiana 1 - 50123.
L’oggetto della PEC deve riportare la seguente dicitura: PROGETTO BUONI SCUOLA 3-6 A.S.
2014/2015.
Il mancato ricevimento di tale documentazione non è imputabile alla Regione Toscana e rimane nella
responsabilità del soggetto che lo invia.
A seguito dell’istruttoria di tale documentazione la Regione Toscana provvede all’assegnazione delle
risorse, con le modalità indicate all’articolo 4.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Art. 6
Modalità di presentazione e gestione dei progetti
Entro il 21 novembre 2014 i Comuni devono far pervenire con le stesse modalità previste all’articolo
5 la seguente documentazione:
- l’eventuale richiesta dell’anticipo delle risorse assegnate, con le modalità di cui all’articolo 8,
utilizzando a tal fine il modello di cui all’allegato C;
- atto convenzionale con la Regione per la gestione, il monitoraggio e la rendicontazione dei
progetti, di cui all’allegato D;
- relazione nella quale devono essere specificate nel dettaglio le modalità di assegnazione e di
utilizzo dei buoni scuola (relazione progetto), così come le risorse necessarie all’attuazione del
progetto, anche di importo superiore a quanto precedentemente assegnato, di cui all’allegato E;
- il provvedimento amministrativo con il quale l’amministrazione comunale ha approvato
l’elenco dei beneficiari dei buoni scuola;
- l’elenco dei nominativi dei cittadini che usufruiranno dei buoni scuola e dei relativi figli, con il
modello di cui all’allegato F, che deve essere inviato contestualmente anche per posta elettronica
all’indirizzo [email protected]
Gli allegati C, D, E e F devono essere sottoscritti digitalmente e accompagnati dalla copia del
documento di identità del sottoscrittore.
Ad esito di istruttoria di tale documentazione la Regione Toscana provvede ad erogare, ove richiesto,
l’anticipo delle risorse.
I Comuni hanno facoltà di richiedere alla Regione Toscana un anticipo di risorse per un
massimo del 70% del contributo assegnato.
Per le scuole dell’infanzia paritarie private, i buoni scuola possono essere riconosciuti esclusivamente
successivamente all’avvenuto convenzionamento con i soggetti gestori delle stesse.
In presenza di ulteriori risorse disponibili, l’amministrazione regionale provvederà alla ripartizione delle stesse,
fino ad un massimo dell’importo eventualmente indicato nell’allegato E, con le stesse modalità previste
all’articolo 4.
Art. 7
Controlli e variazioni dei progetti in itinere dei soggetti beneficiari
L’attribuzione dei buoni scuola è subordinata all’effettiva frequenza dei bambini nelle scuole dell’infanzia.
Nel caso di assenze per malattia certificate dal medico, i buoni scuola possono essere riconosciuti fino ad un
massimo di due mesi, anche non continuativi, di mancata frequenza dei bambini; le scuole dell’infanzia paritarie
private convenzionate assicurano la tempestiva comunicazione di tali assenze al Comune competente, con le
modalità da quest’ultimo stabilite.
I Comuni dispongono controlli in loco, anche a campione, presso le scuole dell’infanzia convenzionate, per
accertare la frequenza dei bambini, ad esito dei quali viene predisposto un verbale, che potrà essere richiesto dal
Settore regionale competente in sede di rendiconto.
Ogni variazione successiva all’assegnazione dei buoni scuola, che comporti la modifica del progetto o dei
requisiti per l’ammissione o la rinuncia agli stessi è comunicata tempestivamente dal Comune richiedente al
Settore Infanzia, che valuterà tale richiesta al fine dell’ammissibilità della stessa.
Le assegnatarie dei buoni scuola potranno continuare a fruire degli stessi (fino a concorrenza dell’importo
massimo approvato) optando tempestivamente per altra scuola dell’infanzia paritaria privata in possesso dei
requisiti richiesti, qualora nel corso dell’anno scolastico 2014-2015:
· alla scuola dell’infanzia sia revocato il titolo di parità;
· sia venuta meno la convenzione tra il Comune e la scuola dell’infanzia paritaria privata;
· sia adeguatamente motivata dal soggetto assegnatario dei buoni scuola la necessità di modificare la
scuola dell’infanzia originariamente prescelta.
105
106
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Art. 8
Modalità di monitoraggio, rendicontazione e liquidazione
Al fine della verifica dell’applicazione degli sconti per la frequenza, in favore dei cittadini beneficiari dei buoni
scuola, i Comuni acquisiscono dalle scuole dell’infanzia comunali e dai soggetti gestori delle scuole
dell’infanzia paritarie private la documentazione probatoria volta a dimostrare la frequenza dei bambini e i costi
sostenuti dagli stessi per la frequenza.
Per la misura 2, al fine dell’erogazione delle risorse in favore dei soggetti gestori delle scuole dell’infanzia
paritarie private i Comuni assicurano la verifica:
- della documentazione probatoria (ricevute/fatture emesse dai soggetti gestori in favore dei cittadini
beneficiari dei buoni scuola) volta a dimostrare l’avvenuto abbattimento delle rette;
- della documentazione a rendiconto costituita dalle fatture/ricevute emesse dai soggetti gestori delle
scuole dell’infanzia private, ove devono essere chiaramente desumibili il nome dei bambini e le
mensilità di riferimento.
I Comuni, previa verifica di tale documentazione, erogano le risorse ai soggetti gestori delle scuole dell’infanzia
paritarie.
La liquidazione delle risorse ai Comuni da parte della Regione, fino ad un massimo del 90% delle risorse
assegnate, sarà disposta nel 2015, dietro formale richiesta di rimborso e a fronte:
- per la misura 1: dell’attestazione dell’applicazione degli sconti applicati dal Comune sulle tariffe
pagate dai cittadini beneficiari dei buoni scuola, tramite l’esibizione dei provvedimenti amministrativi
ove si attesti, per ciascun soggetto beneficiario dei buoni scuola, le tariffe applicate senza gli sconti, gli
sconti complessivamente applicati fino a tale scadenza e le mensilità di riferimento;
- per la misura 2: dell'attestazione del quietanzamento delle ricevute/fatture emesse dai soggetti gestori
delle scuole dell’infanzia paritarie private, tramite l'esibizione dei relativi mandati di pagamento dei
Comuni, ovvero di documenti di valore probatorio equivalente, regolarmente registrati nella contabilità
dell’ente secondo le disposizioni previste per la natura giuridica del soggetto realizzatore e del settore di
appartenenza.
L’oggetto delle ricevute/fatture emesse dai soggetti gestori delle scuole dell’infanzia paritarie private deve
chiaramente indicare i cittadini beneficiari dei buoni scuola ed il periodo di riferimento. Si precisa che qualora
nell’oggetto delle fatture/ricevute non siano chiaramente indicati i cittadini beneficiari dei buoni scuola, così
come le mensilità di riferimento, i soggetti gestori delle scuole sono tenuti ad allegare alle stesse una specifica
dichiarazione sostitutiva, con il modello fac-simile di cui all’allegato G, ove siano riportate tali informazioni.
Entro il 13 novembre 2015 i Comuni devono trasmettere alla Regione Toscana:
· formale richiesta del saldo del contributo, allorquando necessario;
· una relazione finale di sintesi che:
- illustri sinteticamente le modalità di utilizzo delle risorse regionali;
- evidenzi gli esiti dei controlli in loco di cui all’articolo 7;
· la documentazione probatoria (con le stesse modalità previste alla scadenza del 28 febbraio 2015) che
attesti l’avvenuta applicazione degli sconti in favore dei soggetti beneficiari dei buoni scuola;
· l’allegato H, che deve essere inviato contestualmente anche per posta elettronica all’indirizzo
[email protected]
La richiesta del saldo, la relazione di sintesi e l’allegato H devono essere sottoscritti digitalmente.
Ad esito dell’istruttoria della documentazione probatoria delle spese sostenute, la Regione provvede al saldo del
contributo assegnato.
Alla conclusione dell’anno scolastico 2014/2015 le amm.ni comunali beneficiarie dei contributi sono
tenute, per ciascuno dei soggetti beneficiari dei buoni scuola, a far sottoscrivere dagli stessi la
dichiarazione sostitutiva con il modello di cui all’allegato I; nel caso di assenze per malattia di cui
all’articolo 7 dovrà essere allegata specifica dichiarazione sostitutiva del soggetto beneficiario ove si
indichino esclusivamente le mensilità nelle quali il/la bambino/a non ha potuto frequentare.
La Regione ha facoltà di effettuare ulteriori controlli a campione sui singoli progetti, anche ai sensi di quanto
previsto dal dall’art. 71 del D.P.R. 445/2000; i controlli potranno essere effettuati su tutta la documentazione
probatoria che si rende necessaria per la realizzazione dei progetti, ivi compresi sugli allegati I sottoscritti dai
beneficiari dei buoni scuola.
La Regione si riserva di richiedere alle amm.ni comunali beneficiarie dei contributi informazione concernenti il
sistema tariffario adottato dai Comuni e delle rette applicate dai soggetti gestori delle scuole private, nonché le
loro eventuali variazioni nel corso dell’anno scolastico, al fine di monitorare l’impatto dell’intervento regionale
sull’offerta delle scuole.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
107
I soggetti gestori delle scuole dell’infanzia private sono tenuti a rendere disponibile ai Comuni la
documentazione prevista dal presente avviso entro i termini indicati dai Comuni stessi, al fine di rispettare le
scadenze regionali di cui sopra.
La mancata osservanza dei termini da parte dei Comuni o dei soggetti gestori delle scuole dell’infanzia
comporta la non erogazione delle risorse assegnate, fino ad assolvimento degli adempimenti sopra indicati.
Ulteriori indicazioni sulla predisposizione della rendicontazione potranno essere fornite ai Comuni dal Settore
regionale competente.
Articolo 9
Responsabile del procedimento
Ai sensi della Legge 241/90 il responsabile del procedimento di cui al presente avviso è il dirigente del Settore
Infanzia.
Articolo 10
Tutela della privacy
I dati dei soggetti di cui la Regione Toscana entra in possesso, a seguito del presente avviso, verranno trattati
unicamente per le finalità per la quale vengono rilasciati, ai sensi dell’articolo 13 del Decreto Legislativo 30
giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”; inoltre si specifica ulteriormente che:
1- il trattamento dei dati messi a disposizione dei soggetti proponenti è finalizzato alla conoscenza delle
informazioni necessarie al procedimento amministrativo di cui all’oggetto e avviene, nel rispetto dei
principi di correttezza, liceità e trasparenza, mediante archiviazione della documentazione cartacea
presentata e gestita mediante eventuale utilizzo di strumenti informatici;
2 – il conferimento dei dati è facoltativo e richiesto nell’interesse dei soggetti presentatori dei progetti;
3 – il titolare dei dati è la Regione Toscana-Giunta regionale, il dirigente responsabile del trattamento è
il dirigente responsabile del Settore “Infanzia”, gli incaricati del trattamento sono i dipendenti assegnati
al dirigente responsabile del Settore “Infanzia”; responsabili esterni del trattamento sono i Comuni.
Articolo 11
Informazioni
Il presente avviso è reperibile sul sito della Regione Toscana ove è possibile scaricare la relativa modulistica nel
menù Cittadini - Educazione e istruzione - Scuola dell’infanzia.
Per informazioni relative al presente avviso inviare una mail a: [email protected]
108
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Area di Coordinamento Educazione, Istruzione,
Università e Ricerca
Settore Istruzione e Educazione
DECRETO 9 luglio 2014, n. 2880
certificato il 09-07-2014
Integrazione elenco candidature ammesse per la
costituzione dei Poli Tecnico Professionali ai sensi
dell’Avviso di cui al D.D. 4782/2013.
LA DIRIGENTE
Vista la legge regionale n. 1/2009 (T.U. in materia
di organizzazione e ordinamento del personale) ed in
particolare l’art. 2 che definisce i rapporti fra organi di
direzione politica e dirigenza;
Visti gli artt. 6 e 9 della richiamata LR 1/2009, inerenti le competenze dei responsabili di settore;
Visto il Decreto Dirigenziale n° 2256 del 02 luglio
2013, con il quale è stata nominata responsabile del Settore Istruzione e Educazione la dirigente Maria Chiara
Montomoli;
Vista la legge regionale del 26 luglio 2002, n. 32
“Testo unico della normativa della Regione Toscana in
materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro” e ss.mm.ii.;
Visto il Regolamento di esecuzione della L.R.
26.7.2002, n. 32 (Testo unico della normativa della
Regione Toscana in materia di educazione, istruzione,
orientamento, formazione professionale, lavoro), emanato con decreto del Presidente della Giunta Regionale
dell’8 agosto 2003, n. 47/R e ss.mm.ii.;
Visto il Piano di indirizzo generale integrato (PIGI)
2012 – 2015 approvato dalla Delibera del Consiglio
Regionale n. 32/2012 ed in particolare l’obiettivo specifico 2.a che stabilisce di dare sostegno alla qualificazione professionale dei giovani, nell’ambito del sistema
complessivo di istruzione e formazione professionale
regionale, che comprende i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), i corso di Istruzione
Tecnica Superiore (ITS) e l’istituzione dei Poli Tecnico
Professionali (PTP);
Visto il Decreto interministeriale 7 febbraio 2013
“Linee guida di cui all’art. 52, commi 1 e 2, della legge
n. 35 del 4 aprile 2012, contenente misure di semplificazione e di promozione dell’istruzione tecnico professio-
nale e degli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.)” che approva le linee guida volte alla semplificazione e promozione
dell’istruzione tecnico-professionale anche attraverso la
costituzione dei Poli Tecnico Professionali;
Visto l’Allegato C), facente parte integrante del
Decreto interministeriale sopra citato, ai sensi del quale,
ferma restando l’autonomia delle istituzioni scolastiche,
la programmazione dei Poli Tecnico Professionali è di
competenza regionale e che fornisce gli standard minimi
per la costituzione dei PTP;
Richiamata la DGR 771/2013 avente ad oggetto
“Istruzione e formazione tecnica superiore e istituzione
dei poli tecnico professionali. Approvazione programmazione triennale”;
Richiamato il Decreto Dirigenziale n. 4782/2013
avente ad oggetto “DGR 771/2013. Approvazione
dell’avviso per la presentazione delle manifestazioni di
interesse alla costituzione dei poli tecnico professionali
per il triennio 2013/2015”, a seguito del quale, alla data
di scadenza prevista, sono pervenute a questa Amministrazione n. 24 (ventiquattro) candidature;
Visto il Decreto Dirigenziale n. 1866 del 14.05.2014
avente ad oggetto “Approvazione elenco candidature
ammesse per la costituzione dei Poli Tecnico Professionali ai sensi dell’Avviso di cui al DD 4782/2013”;
Considerato che successivamente all’approvazione
di tale decreto sono state segnalate agli uffici competenti
del settore “Istruzione e Educazione” due ulteriori candidature, non pervenute ai competenti uffici per causa non
imputabile agli interessati, in quanto spedite all´indirizzo
PEC indicato nell´Avviso di cui al DD 4782/2013 e che,
per errore mero materiale, è risultato errato;
Ritenuto, pertanto, opportuno ammettere le manifestazioni di interesse, successivamente inviate tramite
PEC delle due candidature suddette, all’istruttoria prevista dall’avviso di cui al DD 4782/2013;
Dato atto che l’ufficio competente del Settore “Istruzione e educazione” della Regione Toscana ha provveduto, ai sensi del paragrafo 7 del ricordato Avviso,
alla verifica del rispetto degli standard minimi ai fini
dell’ammissibilità delle due ulteriori candidature di cui
sopra - come risulta dal verbale agli atti dell’ufficio -,
procedendo, in un caso, alla richiesta di una integrazione,
pervenuta nei termini;
Ritenuto quindi di dover procedere all’integrazione
dell’elenco delle candidature ammesse alla costituzione
dei Poli Tecnico Professionali ai sensi dell’Avviso di
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
cui al DD 4782/2013, come risulta dall’allegato A, parte
integrante e sostanziale del presente atto;
Considerato, infine, che l’Avviso di cui al DD
4782/2013 prevede, al paragrafo 7, che la Regione
Toscana provveda a pubblicare l’elenco delle candidature ammesse sul sito web della Regione Toscana, alla
pagina http://www.regione.toscana.it/enti-e-associazioni/
istruzione-e-ricerca;
109
2. di procedere a pubblicare tale elenco sul sito web
della Regione Toscana, alla pagina http://www.regione.
toscana.it/enti-e-associazioni/istruzione-e-ricerca, così
come previsto dal paragrafo 7 dell’Avviso di cui al DD
4782/2013.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT
ai sensi degli articoli 4, 5 e 5 bis della L.R. 23/2007 e
sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta
regionale ai sensi dell’art. 18 della L.R. 23/2007.
DECRETA
1. di procedere all’integrazione dell’elenco delle candidature ammesse alla costituzione dei Poli Tecnico Professionali ai sensi dell’Avviso di cui al DD 4782/2013,
come risulta dall’allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto;
La Dirigente
Maria Chiara Montomoli
SEGUE ALLEGATO
110
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Allegato A
Denominazione Polo Tecnico
Professionale
Soggetto proponente
Filiera produttiva
AGRI.CUL.TUR.A - Agribusiness, cultura,
turismo e apprendimento
ERMES 2.0 Polo Tecnico Professionale a
sostegno del turismo, fruizione e
valorizzazione del patrimonio culturale
PRO.MO – PROfessione MOda
Agribusiness Valdichiana e Alta Valle del
Tevere
ISIS Leopoldo II di Lorena,
Grosseto
agribusiness, turismo
e beni culturali
I.S.I.S. Buonarroti - Fossombroni,
Arezzo
IT C. Cattaneo, San Miniato (PI)
ISIS Angelo Vegni, Capezzine
(AR)
turismo e beni
culturali
sistema moda
Turismo hotelerie e beni culturali
Polo Tecnico Professionale della Valdera
ISIS G. Vasari, Figline (FI)
ITIS G. Marconi, Pontedera (PI)
Polo Enogastronomico turistico della
Provincia di Siena
ISIS Ricasoli, Siena
Istituto Professionale G. Caselli,
TU.C - Turismo Culturale
Siena
IIS Giotto Ulivi, Borgo S. Lorenzo
Agribusiness Mugello
(FI)
Meccanica.mente – PFMCT Polo Formativo
ISIS Carducci Volta Pacinotti,
Meccanica Costa Toscana
Piombino (LI)
FOR.TU.N.A. Formazione in Turismo,
Natura e Arte
ISI di Barga (LU)
agribusiness
turismo e beni
culturali
meccanica
agribusiness, turismo
e beni culturali
turismo e beni
culturali
agribusiness
meccanica
turismo e beni
culturali
IPS F. Martini, Montecatini Terme agribusiness, turismo
(PT)
e beni culturali
IIS Buontalenti Cappellini
Super Yacht Accademy
Orlando, Livorno
nautica
La cultura del turismo tra costa e arcipelago
ITCG Giuseppe Cerboni,
toscano (AR.CO.)
Portoferraio (LI)
turismo beni culturali
Polo Tecnico Professionale della Filiera
Meccanica
ITTS S. Fedi – E. Fermi, Pistoia
meccanica
F.I.L.MECC. - Formazione Istruzione Lavoro
per il settore MECCanico
ISIS Leonardo da Vinci, Firenze
meccanica
T.R.I.P. polo Turistico per la Ricerca e
l'Innovazione Professionale
IPPSAR Matteotti, Pisa
turismo
IP E. Solvay, Rosignano
AGRI-FOOD Livorno
Marittimo (LI)
agribusiness
T.N.T. Toscana Nord Turismo
IIS E. Barsanti, Massa
turismo
AgrALPI AGro ALimentare Plsano
IIS E. Santoni, Pisa
agribusiness
Agr.Al.Tur.
Sistema moda Prato/Firenze
Ist.tecnico statale T. Buzzi, Prato
Polo Tecnico Professionale per il settore
cartario/cartotecnico e per la meccanica
strumentale (segmento tissue e cartone
ondulato)
IIS E. Fermi, Lucca
EUREKA – Polo tecnico-professionale per
l'innovazione dei processi e dei prodotti
meccanici e per la meccatronica
ITIS G. Galilei, Arezzo
Polo Tecnico Professionale Turistico PratoIstituto Professionale di Stato
Pistoia
Francesco Datini - Prato
Oro e moda - Produzione, servizi e
ISIS Marconi - San Giovanni
promozione
Valdarno
sistema moda
meccanica
meccanica
turismo
sistema moda
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
111
relativo Regolamento regionale di cui al Decreto del PreINCARICHI
sidente della Giunta Regionale n. 11/R del 22.03.2012.
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 8
AREZZO
Requisiti generali richiesti:
- Il tirocinio è finalizzato ad inoccupati (ovvero
coloro che non abbiano mai svolto un’attività lavorativa
sia come lavoratore subordinato che autonomo e iscritti
presso un Centro per l’Impiego della Regione Toscana)
o disoccupati (soggetti privi di lavoro e iscritti presso un
Centro per l’Impiego della Regione Toscana) non percettori di prestazioni a sostegno del reddito;
- Gli aspiranti tirocinanti dovranno avere un’età
compresa tra i 18 e 29 anni e possedere la residenza o
domicilio in Toscana;
Avviso pubblico Tirocinio formativo extracurriculare (Progetto GiovaniSì della Regione Toscana)
Si rende noto che questa Azienda USL 8 di Arezzo è
disponibile ad attivare n.1 tirocinio extracurriculare per
consentire, ai giovani interessati, la possibilità di effettuare un’esperienza formativa all’interno delle strutture
aziendali, utile per il proprio curriculum e per agevolare
la conoscenza diretta del mondo del lavoro.
Il progetto di tirocinio proposto sarà attivato ai sensi
della Legge Regionale Toscana n. 3 del 27.01.2012 e del
CONTENUTI DEL PROGETTO
1
Funzioni di supporto allo studio di
Monitoraggio Biologico Umano destinato
sia alla popolazione residente intorno ad
impianti di trattamento rifiuti nei Comuni di
Arezzo e Civitella in Val di Chiana sia ai
lavoratori del comparto Affinazione metalli
preziosi.
Progetto e requisiti specifici:
REQUISITO di AMMISSIONE
SEDE TIROCINIO
Laurea triennale in Assistenza
Sanitaria.
Zona Arezzo
Collaborazione ad attività finalizzate alla
raccolta di dati sanitari per la definizione di
profili di salute dei cittadini e dei lavoratori.
L’ammissione definitiva alla frequenza di tirocinio
avverrà previo accertamento medico di idoneità da parte
della struttura del Medico Competente dell’Azienda USL
8 di Arezzo.
Durata del tirocinio:
Il tirocinio avrà una durata massima di sei mesi, eventualmente rinnovabile di ulteriori sei mesi, e prevederà lo
svolgimento di n. 30 ore settimanali. Il tirocinante dovrà,
inoltre, svolgere almeno il 70% delle ore totali previste
nel progetto di tirocinio
Modalità di attivazione eventuale tirocinio:
Il tirocinio potrà essere attivato solo se promosso
dai soggetti di cui all’art. 2 della L.R. Toscana 3/2012 e
in particolare dal Centro per l’Impiego della Provincia
di Arezzo. L’attivazione del tirocinio potrà avvenire in
periodi differenziati secondo le esigenze aziendali. Sono
esclusi coloro che abbiano avuto precedenti rapporti di
lavoro o incarico (prestazioni di servizio) presso questa
Azienda. Per il tirocinio dovrà essere sottoscritta una
convenzione con il soggetto promotore e dovrà essere
predisposto specifico progetto di tirocinio.
Rimborso spese:
Al tirocinante sarà liquidato un rimborso spese forfetario di 500,00 euro mensili.
Selezione candidati:
I candidati saranno selezionati ed individuati
dall’Azienda USL n. 8 di Arezzo tramite specifica Commissione Esaminatrice che formulerà una graduatoria
sulla base dei titoli presentati dai candidati, attraverso il
curriculum formativo, ed un colloquio di conoscenza per
valutare la compatibilità con le caratteristiche previste e
richieste per il progetto.
Presentazione delle domande - Termini di scadenza:
La domanda di ammissione alla selezione, redatta obbligatoriamente sul modulo allegato al presente
bando, in carta libera, dovrà essere inviata al Direttore
Generale della Azienda U.S.L. 8 di Arezzo – Ufficio Protocollo – Via Curtatone, 54 – 52100 – Arezzo
ENTRO E NON OLTRE IL QUINDICESIMO GIORNO
SUCCESSIVO ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL
PRESENTE BANDO SUL BOLLETTINO UFFICIALE
DELLA REGIONE TOSCANA. L’orario di apertura al
pubblico dell’Ufficio Protocollo è da Lunedì al Venerdì
dalle ore 9 alle ore 12,30.
Il termine fissato per la presentazione della domanda,
dei documenti e dei titoli è perentorio. A tal fine, per le
domande spedite tramite raccomandata A.R., farà fede il
timbro e la data dell’Ufficio postale accettante. Qualora
la data di scadenza coincida con un giorno festivo, il
112
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla
domanda, a pena di esclusione. La sottoscrizione non
necessita di autenticazione.
Nella domanda di ammissione gli interessati devono
dichiarare:
nome, cognome, data, luogo di nascita;
1. indirizzo di residenza e di domicilio, telefono ed
eventuale indirizzo di posta elettronica;
2. il titolo di studio posseduto, specificando, in particolare, l’anno e la Scuola dove è stato conseguito ;
3. le conoscenze linguistiche e informatiche possedute ;
4. l’indirizzo al quale inviare eventuali comunicazioni;
5. la condizione occupazionale (inoccupato o disoccupato non percettore di prestazioni a sostegno del reddito) e la relativa iscrizione al Centro per l’Impiego di
riferimento.
Documentazione da allegare alla domanda:
- copia in carta semplice di un documento di identità
in corso di validità;
- curriculum formativo e professionale;
Per ulteriori informazioni e per il ritiro del modulo
di domanda gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Gestione Procedure Amministrative Formazione di
Base e Rapporti con l’Università del Polo Aziendale
di Formazione, V.le Cittadini, 33 – 52100 Arezzo (tel.
0575 254172 – [email protected] ), dal lunedì
al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13,30. La modulistica
sarà disponibile anche sul sito http://www.usl8.toscana.it
(Sezione: Polo Formativo/Tirocini Volontariato);
Informativa Trattamento dei dati personali ai sensi
del D.Lgs. n. 196 del 30/06/2003:
Ai sensi del D.Lgs. n. 196/03 “Codice in materia di
protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali raccolti è finalizzato allo svolgimento delle procedure selettive per l’assegnazione dei tirocini non curriculari. Il trattamento dei dati avverrà nel rispetto del segreto
d’ufficio e dei principi di correttezza, liceità e trasparenza, in applicazione di quanto disposto dallo stesso D.Lgs.
n. 196/03, in modo da assicurare la tutela della riservatezza dell’interessato, fatta comunque salva la necessaria
pubblicità delle procedure selettive di ammissione e
gestione del corso ai sensi delle disposizioni normative
vigenti. Il trattamento verrà effettuato anche con l’ausilio
di mezzi informatici, con la precisazione che l’eventuale
elaborazione dei dati per finalità statistiche o di ricerca
avverrà dopo che gli stessi saranno stati resi anonimi.
Il titolare del trattamento è l’Azienda USL 8 di Arezzo
con sede legale in V. Curtatone, 54 – 52100 Arezzo. Il
responsabile del trattamento è il Direttore U.O.C. Sviluppo delle Professionalità dell’Azienda USL 8 di Arezzo,
V.le Pietro Nenni, 20 – 52100 Arezzo. L’interessato gode
dei diritti di cui all’art. 7 del citato Decreto tra i quali il
diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni
diritti complementari tra cui quello di far rettificare i dati
erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla
legge, nonché ancora quello di opporsi al loro trattamento
per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’Azienda USL 8 di Arezzo.
Il Direttore U.O.C. Sviluppo delle Professionalità
Ivonne Pastorini
SEGUONO ALLEGATI
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
113
Al DIRETTORE GENERALE AZIENDA U.S.L. N° 8
Via Curtatone, 54 - 52100 - A R E Z Z O
Oggetto: domanda per svolgere tirocinio extracurriculare – Progetto Giovanisì della Regione Toscana c/o l’Azienda
USL 8 di Arezzo per laureato in Assistenza Sanitaria.
Il sottoscritto_________________________________________________________, in riferimento al progetto di
cui all’oggetto, con la presente
CHIEDE
di partecipare alla selezione stessa. A tal fine dichiara, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28.12.00, n. 445,
concernente le dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell’atto di notorietà, consapevole delle sanzioni penali
per dichiarazioni mendaci, falsità in atti ed uso di atti falsi ai sensi dell’art. 76 del citato D.P.R., sotto la propria
responsabilità:
a) essere nato il____________________a________________________ed essere residente
in___________________________________________________________________cod.fiscale________________
______________________________________
b) * essere cittadino italiano,
*equiparato cittadino italiano in base alle leggi vigenti,
*cittadino di uno dei Paesi dell’Unione Europea ;
c)
aver conseguito il diploma di laurea in ___________________________________,
presso l’Università di _________________________________________________
in data____________________,
d)
* di essere nella seguente situazione occupazionale (indicare se inoccupato o disoccupato non
percettore di prestazioni a sostegno del reddito):
____________________________________________________________________________________;
e) di essere iscritto al Centro per l’Impiego di _______________________________________________;
Il domicilio presso il quale deve ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione è il seguente
_____________________________________________________________________________________________
___________________________________________________
telefono ______________________________mail: ______________________________________
___l __sottoscritt___ autorizza infine, ai sensi del D.lgs. 196/03, l’Azienda USL 8 di Arezzo al trattamento di tutti i
dati personali forniti con la presente istanza e formati successivamente nell’ambito dello svolgimento delle eventuali
procedure di assunzione.
data ____________________
firma leggibile______________________________________
*) mettere una croce corrispondente al quadro cui si riferisce la propria situazione
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
114
Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di notorietà
Ai sensi dell’art. 46 e 47 del D.P.R. 28.12.00, n. 445
IL SOTTOSCRITTO _________________________________________________________
NATO A ____________________________________ IL ____________________________
RESIDENTE IN _____________________________________________________________
___________________________________________________________________________
DICHIARA
ai sensi dell’art. 46 e 47 del D.P.R. 28.12.00, n. 445
i seguenti stati, fatti e qualità personali:
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
Dichiara altresì di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 76 del D.P.R. 28.12.00, applicabili in caso di
falsità delle presenti dichiarazioni.
Allega alla presente, copia di un documento di riconoscimento.
data
_________
_________________________________
firma
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 8
AREZZO
Avviso con procedura di valutazione comparativa
ex art. 7, comma 6, D.Lgs. 165/01, per l’affidamento
di un incarico libero professionale per progetto biennale relativo all’attività di supporto scientifico all’Ufficio Ricerca Clinica dell’ASL 8.
IL DIRETTORE U.O.
GESTIONE DEL PERSONALE
Vista la delibera del Direttore Generale n. 276 del
30/06/2014, che approva il presente bando per l’attribuzione di un incarico libero professionale per progetto biennale relativo all’attività di supporto scientifico
all’Ufficio Ricerca Clinica dell’ASL 8 e per il monitoraggio e verifica degli studi clinici attivi no profit;
Visto l’art.7, comma 6, del D.Lgs. 165/01, il quale
dispone che, per esigenze cui non possono far fronte
con personale in servizio, le amministrazioni pubbliche
possono conferire incarichi individuali, con contratti di
lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e
continuativa, ad esperti di provata competenza e l’art.
7, comma, 6 bis, del D.Lgs. citato (come modificato
dall’art. 32 del D.L. n. 223/06 convertito nella L. 248/06)
in cui si prevede che le amministrazioni pubbliche disciplinano e rendono pubbliche, secondo i propri ordinamenti, procedure comparative per il conferimento degli
incarichi di collaborazione;
Visto il Regolamento Aziendale recante la disciplina
per il conferimento di incarichi di collaborazione, approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 241 del
25/06/2008;
Preso atto che l’Azienda ha accertato l’impossibilità
oggettiva di utilizzare, per l’esigenza sopra riportata, le
risorse umane disponibili al proprio interno ed ha valutato che tale incarico, di carattere temporaneo, richiede
prestazioni specificatamente qualificate;
Attiva una procedura di valutazione per il conferimento di:
N. 1 INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER
PROGETTO BIENNALE RELATIVO ALL’ATTIVITA’
DI SUPPORTO SCIENTIFICO ALL’UFFICIO RICERCA CLINICA DELL’ASL8.
L’ incarico sarà conferito previa sottoscrizione di
un apposito contratto, per la durata di due anni e al
professionista verrà corrisposto un compenso lordo
omnicomprensivo complessivo pari ad euro 44.000,00,
da liquidarsi periodicamente in relazione allo stato di
avanzamento del progetto, sulla base di un’attestazio-
115
ne del Responsabile Ufficio Ricerca Clinica, referente
aziendale del progetto, relativa all’avvenuta effettuazione delle attività previste per ciascuna fase progettuale
e previa presentazione di apposita fattura emessa dal
professionista medesimo. Il contratto sarà regolato dalle
disposizioni del libro V, titolo III, del Codice Civile.
Requisiti specifici di ammissione
- Diploma di Laurea in Farmacia o Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e abilitazione all’esercizio della
professione;
- Iscrizione all’Ordine dei Farmacisti;
- Conoscenza della normativa ed operativa della
Gestione delle Sperimentazioni;
- Attività continuativa di almeno 2 anni presso la
Segreteria Scientifica di un Comitato Etico;
- Capacità di condurre attività di monitoraggio;
- Capacità di inserimento di uno studio clinico secondo modulistica OSSCE e dei relativi emendamenti;
- Metodologia per supportare gli sperimentatori alla
stesura di uno studio clinico no profit,
- Conoscenza dell’inglese scientifico per leggere e
comprendere i protocolli scientifici;
- Analisi farmaco-economica di studi clinici sponsorizzati e no profit.
Domande di ammissione
La domanda di partecipazione all’avviso, firmata in
calce senza necessità di alcuna autentica (art. 39 del DPR
445/2000) e redatta secondo l’allegato schema, va indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda USL 8.
Nella domanda l’aspirante, oltre l’indicazione delle
proprie generalità (cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza) dovrà dichiarare:
a) di godere dei diritti civili e politici;
b) di non avere riportato condanne penali e di non
essere destinatario di provvedimenti che riguardino l’applicazione di misure di prevenzione;
c) la cittadinanza italiana, salve le equiparazioni
stabilite dalle leggi vigenti, o la cittadinanza di uno dei
Paesi dell’Unione Europea;
d) di non essere dipendente di Pubbliche Amministrazioni;
e) di essere in possesso dei requisiti specifici di
ammissione sopraindicati;
f) il domicilio presso il quale deve essere fatta ogni
necessaria comunicazione, nonché il recapito telefonico.
La mancata sottoscrizione della domanda non darà
luogo all’ammissione alla procedura, mentre l’ omessa
indicazione anche di un solo requisito o di una delle
dichiarazioni aggiuntive richieste dall’avviso determina
l’esclusione dalla procedura di che trattasi. In caso di
accertamento di indicazioni non rispondenti a veridicità,
la rettifica non è consentita e il provvedimento favorevole non potrà essere emesso.
116
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Documentazione da allegare
Alla domanda gli aspiranti dovranno allegare:
- curriculum formativo e professionale, nel quale
debbono essere descritte tutte le esperienze formative
e professionali utili ai fini della valutazione di merito.
In particolare dovranno essere indicati con precisione:
l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale é stata
svolta l’attività e l’indirizzo della sede legale, la tipologia di rapporto, la qualifica professionale, l’oggetto
dell’attività, le date di inizio e di conclusione dell’esperienza, nonché le eventuali interruzioni.
- Fotocopia del documento di identità in corso di
validità;
- Le pubblicazioni edite a stampa. Le stesse possono
essere allegate in fotocopia semplice e corredate da una
dichiarazione sostitutiva attestante la conformità all’originale redatta secondo le modalità di cui all’art. 19 del
DPR n. 445/2000;
- Eventuali altre certificazioni che ritengono opportune presentare agli effetti della valutazione di merito.
Al riguardo si fa presente che a decorrere dal
01/01/2012, per effetto dell’entrata in vigore delle disposizioni introdotte dall’art. 15, comma 1 della Legge
12/11/11 n. 183, che prevedono la “decertificazione” dei
rapporti tra P.A. e privati, le certificazioni rilasciate dalle
Pubbliche Amministrazioni in ordine a tali stati, qualità
personali e fatti sono sempre sostituite dalle dichiarazioni
sostitutive ai sensi del DPR 445/2000.
L’accertamento della qualificazione professionale e
delle competenze richieste sarà effettuato da apposito
Collegio Tecnico di Valutazione indicato dalla Direzione
aziendale. Il Collegio procederà altresì alla valutazione
comparata dei curricula di ciascun candidato e, qualora
lo ritenesse necessario, all’ effettuazione di un eventuale
colloquio diretto a verificare le capacità professionali
e le competenze dei candidati nella specifica attività
richiesta dal bando.
La data e la sede del colloquio, se ne sarà prevista
l’effettuazione, saranno comunicate agli interessati con
telegramma o lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, almeno quindici giorni prima dello svolgimento del
medesimo, all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione. L’Azienda non assume alcuna responsabilità
per eventuali disguidi postali.
Al colloquio i candidati dovranno presentarsi con
un documento di riconoscimento in corso di validità. La
mancata presentazione al colloquio equivale a rinuncia,
qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà del candidato stesso.
Modalità e termini di presentazione della domanda
La domanda, redatta in carta semplice, ed il curriculum
ad essa allegato dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo
della Azienda U.S.L. 8 di Arezzo– Via Curtatone, 54 –
52100 – Arezzo, entro e non oltre le ore 12,30 del ventesimo giorno successivo alla pubblicazione sul BURT.
Il termine fissato per la presentazione delle domande
è perentorio.
La domanda di partecipazione ed i relativi allegati
dovranno pervenire secondo le modalità di seguito riportate:
consegna a mano all’Ufficio protocollo aziendale ,
Via Curtatone, 54 52100 Arezzo e potrà essere presentata, entro tale termine, direttamente all’Ufficio Protocollo
aziendale, nel seguente orario:
- dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30;
trasmissione tramite il servizio postale, a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente
indirizzo: Direttore Generale Azienda USL 8 -Via Curtatone, 54, 52100 Arezzo. La busta dovrà contenere
la dicitura “contiene domanda di partecipazione alla
procedura comparativa per incarico libero professionale
per attività di supporto scientifico all’Ufficio Ricerca
Clinica”.La domanda dovrà pervenire entro il termine di
scadenza del bando. A tal fine farà fede il timbro a data
dell’Ufficio postale accettante
Qualora la data di scadenza coincida con un giorno
festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo
non festivo.
trasmissione tramite utilizzo di posta elettronica certificata personale del candidato, entro il termine di scadenza del bando, al seguente indirizzo di posta elettronica
certificata: uffi[email protected]
La domanda con i relativi allegati deve essere inviata
in un unico file in formato PDF, unitamente a fotocopia
del documento di identità del candidato. Si precisa che la
validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa
vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato
di posta elettronica certificata personale. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di
posta elettronica certificata sopra indicato.
Le domande presentate o pervenute oltre il termine di
scadenza non saranno accettate.
L’Azienda non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione
del recapito da parte del concorrente oppure da mancata
o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo
indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali
o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a
caso fortuito o forza maggiore.
Disposizioni relative ad eventuali situazioni di conflitto di interesse
Il conferimento dell’incarico e la stipulazione del contratto sono subordinati alla presentazione di un’autocertificazione volta a rilevare la sussistenza o meno di cause di
conflitto di interesse, anche potenziali, rispetto all’incarico
conferito, ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs 33/2013, dell’art.
53, comma 14, del D.Lgs 165/2001 modificato dalla
Legge 190/2012 e dell’art. 6 del D.P.R. 16 Aprile 2013.
Nell’ipotesi di accertamento di conflitto di interesse
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
reale o potenziale, l’ASL8 si riserva la facoltà di valutare
l’incompatibilità dell’incarico e di revocare lo stesso,
fatta salva la possibilità per il professionista di risolvere
il conflitto di interesse esercitando il diritto di opzione.
La sopravvenienza di un conflitto di interesse, anche
potenziale, successivo al conferimento dell’incarico e
alla stipula del contratto, è causa di risoluzione anticipata
del rapporto, previa comunicazione all’interessato relativamente alla possibilità di rimuovere tale conflitto.
La mancata presentazione dell’autocertificazione
sopraindicata determinerà la non conferibilità dell’incarico.
Il prestatore d’opera si dovrà impegnare a comunicare all’ASL8 qualsiasi variazione intervenga rispetto a
quanto dichiarato e a segnalare tempestivamente l’insorgenza di situazioni di conflitto di interessi che dovessero
configurarsi nel corso dello svolgimento dell’incarico, ai
sensi dell’art. 7 del D.P.R. 16 Aprile 2013 n. 62.
Trattamento dati personali
Ai sensi delle disposizioni di cui al D.L.vo 30/06/2003
n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e, in particolare, delle disposizioni di cui all’art. 13,
questa Azienda USL, quale titolare del trattamento dei
dati inerenti il presente avviso, informa che il trattamento
dei dati contenuti nelle domande presentate è finalizzato
all’espletamento della procedura comparativa in oggetto.
Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro
che, dimostrando un concreto interesse nei confronti della
suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi
dell’art. 22 della L. 241/90, così come modificato dalla L.
117
n. 15 del 11/02/2005. Questa Azienda USL precisa che,
data la natura obbligatoria del conferimento dei dati, un
eventuale rifiuto degli stessi (o una loro omissione) nei
termini stabiliti sarà causa di esclusione dalla procedura
di che trattasi. Ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs n. 196/2003 i
candidati hanno diritto di conoscere i dati che li riguardano e le modalità di trattamento, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica ovvero l’integrazione, la cancellazione,
la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati in
caso di violazione di legge, nel rispetto tuttavia dei termini perentori previsti relativamente alla procedura di che
trattasi. Il Responsabile del trattamento dati è il Dirigente
dell’U.O. Gestione del Personale dott. Fabio Gori.
Disposizioni varie
La presentazione della domanda di partecipazione
alla selezione di cui al presente Avviso ha valenza di
piena accettazione delle condizioni in esso riportate, e di
piena consapevolezza della natura autonoma del rapporto oggetto del presente avviso.
Per acquisire copia del presente avviso pubblico i
candidati potranno collegarsi al sito internet dall’Azienda (www.usl8.toscana.it) sez. Gare, bandi avvisi.
Per ogni eventuale informazione contattare l’Ufficio
Gestione Giuridica del Personale (tel. 0575/254292254297).
Il Direttore U.O. Gestione del Personale
Emanuele Giusti
SEGUONO ALLEGATI
118
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Al DIRETTORE GENERALE
AZIENDA U.S.L. 8
Via Curtatone, 54
52100 A R E Z Z O
Il/La lsottoscritto/a____________________________________________________________,
nato/a a_________________________, il_______, e residente a___________________________
in Via__________________________ tel. _______________________
CHIEDE
di essere ammesso/a a partecipare alla procedura comparativa per incarico libero professionale relativo
all’attività di supporto scientifico all’Ufficio Ricerca Clinica dell’ASL 8, come da Avviso pubblicato sul BURT n.
_________ del ______________;
A tal fine dichiara, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, concernenti le dichiarazioni
sostitutive di certificazione e dell’atto di notorietà, consapevole delle sanzioni penali per dichiarazioni
mendaci, falsità in atti ed uso di atti falsi, ai sensi dell’art. 76 del citato DPR, sotto la propria responsabilità:
1)di essere in possesso della cittadinanza italiana o della cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
2)di godere dei diritti civili e politici;
3)di non avere riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano
l’applicazione di misure di prevenzione;
4)di essere in possesso del diploma di laurea in Farmacia o Chimica e Tecnologie Farmaceutiche
conseguito in data__________________presso _______________________________________________
e dell’abilitazione all’esercizio della professione, conseguita in data _____________________________,
presso______________________________________________________;
5)di essere iscritto all’Ordine dei Farmacisti di__________________________________;
6)di avere conoscenza della normativa ed operativa della Gestione delle Sperimentazioni;
7) di avere svolto attività continuativa di almeno due anni presso la Segreteria Scientifica di un Comitato
Etico;
8) di avere capacità di condurre attività di monitoraggio;
9) di avere capacità di inserimento di uno studio clinico secondo modulistica OSSCE e dei relativi
emendamenti;
10) di avere acquisito metodologia per supportare gli sperimentatori alla stesura di uno studio clinico no
profit;
11) di conoscere l’inglese scientifico per leggere e comprendere i protocolli scientifici;
12)di essere in grado di effettuare un’analisi farmaco-economica di studi clinici sponsorizzati e no profit;
13)che non sussistono rapporti di lavoro subordinato con la Pubblica Amministrazione;
14)che
l’indirizzo
al
quale
deve
essergli
fatta
ogni
comunicazione
è
il
seguente_______________________________________tel.___________;
Dichiara, inoltre:
- di aver preso visione di tutte le informazioni, prescrizioni e condizioni contenute nell’Avviso pubblico per la
procedura comparativa per l’incarico relativo all’attività di supporto scientifico all’Ufficio Ricerca Clinica;
di essere consapevole che l’affidamento dell’incarico non instaura alcun rapporto di lavoro dipendente
con l’Azienda USL 8 di Arezzo;
che tutte le fotocopie allegate sono conformi all’originale;
che quanto dichiarato nel curriculum allegato corrisponde a verità.
Il/la sottoscritto/a allega:
Curriculum formativo e professionale, datato e firmato
copia del documento di riconoscimento in corso di validità
Per gli effetti dell’art. 15 della legge 183/2011 (decertificazione) dichiaro che eventuali certificazioni allegate
alla presente domanda rilasciate da P.A. corrispondono a stati/fatti/qualità relativi alla mia persona. Il
sottoscritto/a autorizza infine, ai sensi dell’art. 11 Legge 31.12.96, n. 675, l’Amministrazione dell’Azienda
USL 8 di Arezzo al trattamento di tutti i dati personali forniti con la presente istanza e formati
successivamente nell’ambito dello svolgimento della stessa procedura.
Luogo_________________data ____________________
Firma originale
__________________________
(La mancata sottoscrizione in originale determina
l’esclusione dalla procedura. La trasmissione della domanda
tramite PEC equivale a sottoscrizione in originale.Circ. F.P.
2/2010).
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
CONTRATTO PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICO LIBERO
PROFESSIONALE
PER
PROGETTO
RELATIVO
ALL’ATTIVITA’ DI SUPPORTO SCIENTIFICO ALL’UFFICIO
RICERCA CLINICA
TRA
L’Azienda USL 8(in seguito chiamata Azienda) in persona del
Dott. Emanuele Giusti, nato il 25/01/1957, nella sua qualità di
Direttore U.O. Gestione del Personale, a ciò espressamente
delegato dal Direttore Generale con deliberazione n. 276 del
30/06/2014;
E
II Dott.______________, nato a __________ il ___________ e
residente a ____________.,C.F.______________ , P.I.
______________ , iscritto all’Ordine dei Farmacisti della
provincia di ____________, che ha dichiarato la propria
disponibilità, di seguito definito prestatore d’opera professionale
PREMESSO
Che, con provvedimento del Direttore U.O. Gestione del
Personale n._______ del__________, è stato assegnato al
Dott._______________ un incarico libero professionale per il
progetto relativo all’attività di supporto scientifico all’Ufficio
Ricerca Clinica;
che il presente contratto viene stipulato, ai sensi dell’art. 2222
e seguenti c.c., per prestazioni d’opera professionale da
effettuare presso la ASL 8 di Arezzo, in attuazione del
progetto sopracitato;
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
La premessa è parte integrante del contratto.
Articolo 1
Il Dott ______________ si impegna, senza vincolo di
subordinazione e nell’ambito dell’incarico a lui affidato, a svolgere
a favore dell’Azienda USL 8 l’attività indicata in premessa.
Lo svolgimento dell’attività sarà effettuata nel territorio in cui
insiste la USL 8 di Arezzo.
L’attività oggetto dell’incarico è da intendersi liberamente
organizzata e svolta dal professionista , che potrà avvalersi degli
strumenti, dei materiali e dei mezzi necessari all’espletamento
dell’incarico, senza che questo assuma in alcun modo carattere
di lavoro subordinato.
119
120
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Il professionista dovrà comunque espletare l’attività rispettando le
indicazioni del Responsabile del progetto e i tempi concordati con
lo stesso, il Responsabile Ufficio Ricerca Clinica;
Articolo 2
Il corrispettivo per l’attività espletata dal prestatore d’opera
professionale _________________, nel periodo di cui all’art. 5,
rapportato all’impegno professionale e di tempo, viene stabilito in
un compenso omnicomprensivo lordo complessivo pari ad Euro
44.000,00, da liquidarsi periodicamente in relazione allo stato di
avanzamento del progetto di cui in premessa.
Articolo 3
Tra le parti viene concordato che la corresponsione del
compenso avverrà entro il mese successivo alla presentazione
della fattura, a conclusione di ogni fase progettuale prevista dal
progetto, a seguito della trasmissione all’U.O. Gestione del
Personale, da parte del Responsabile Ufficio Ricerca Clinica,
responsabile del progetto di cui in premessa, dell’attestazione
relativa all’avvenuta effettuazione delle attività previste per
ciascuna fase. Sul compenso spettante sarà applicata la ritenuta
d’acconto di imposta.
Articolo 4
L’ASL 8 si riserva la facoltà di recedere dal presente accordo
prima della scadenza, qualora ricorrano prevalenti motivi di
interesse pubblico. In tal caso al professionista incaricato non è
riconosciuto alcun diritto o pretesa, salvo quanto abbia maturato
per l’attività prestata.
L’Azienda USL 8 si riserva la facoltà insindacabile di rescindere
liberamente e discrezionalmente il presente contratto senza
preavviso e senza formalità alcuna in qualunque momento,
qualora insorgessero divergenze professionali sull’attività
espletata e senza che ciò produca a favore del convenzionato
alcun diritto a risarcimento di danni. Sono inoltre cause di
immediato scioglimento, senza preavviso, il mancato puntuale
adempimento
delle
prestazioni,
l’eccessiva
onerosità
sopravvenuta, a causa di avvenimenti successivi ed il mutuo
consenso. Nel caso di risoluzione anticipata del contratto, dovuta
a qualsiasi causa, il corrispettivo definito nel presente contratto
verrà proporzionato al minor periodo in cui il contratto ha avuto
regolare effetto, sempre salvo ed impregiudicato il diritto
dell’Azienda USL 8 al risarcimento dell’eventuale danno, in
applicazione comunque delle norme contenute nel Libro IV, Titolo
II, Capo XIV del Codice Civile.
Il contratto verrà, altresì, risolto in caso di violazione, da parte del
professionista, degli obblighi di condotta, per quanto compatibili,
previsti dal regolamento recante codice di comportamento dei
dipendenti pubblici, di cui al D.P.R. 16 Aprile 2013, n. 62.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Articolo 5
Le prestazioni di cui al presente contratto saranno effettuate per
ventiquattro mesi (24), dal ___________ fino al ___________,
salvo recesso in qualsiasi momento, da ambo le parti, da
comunicarsi con almeno 30 giorni di anticipo mediante lettera r.r.
Articolo 6
Il prestatore d’opera dichiara di non avere rapporto di lavoro
subordinato con la Pubblica Amministrazione.
Dichiara, altresì, di essere consapevole che l’A.S.L. potrà
revocare l’incarico, fatta salva la possibilità di risolvere il conflitto
di interessi esercitando il diritto di opzione, nel caso in cui venga
accertata nei suoi riguardi la sussistenza di un conflitto di
interesse, anche potenziale, ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs
33/2013, dell’art. 53, comma 14 del D.Lgs 165/2001, come
modificato dalla Legge n. 190 /2012 e dell’art. 6 del D.P.R. 16
Aprile 2013, n. 62, in relazione a quanto dichiarato
nell’autocertificazione resa prima della sottoscrizione del
presente contratto.
Si impegna a comunicare alla A.S.L. qualsiasi variazione
successiva, relativa alle dichiarazioni rese nell’autocertificazione.
Il prestatore d’opera si impegna, altresì, a segnalare
tempestivamente l’insorgenza di situazioni di conflitto di interessi
che dovessero configurarsi nel corso dello svolgimento
dell’incarico, ai sensi dell’art. 7 del D.P.R. 16 Aprile 2013, n. 62.
Articolo 7
L’Azienda USL 8 solleva il prestatore d’opera professionale dalla
Responsabilità Civile verso Terzi, per le attività oggetto del
contratto, salvo nelle ipotesi di dolo e colpa grave.
La copertura assicurativa per infortuni e malattia è a carico del
prestatore d’opera professionale.
Articolo 8
Il rapporto di cui al presente contratto si sostanzia in una
prestazione d’opera regolata dall’art. 2222 e seguenti del Codice
Civile; tale prestazione, a carattere individuale, è inquadrabile, ai
fini fiscali, in una locatio operis di cui agli artt. 53, 54 DPR 22
Dicembre 1986 n. 917 e successive modifiche. All’atto
dell’erogazione degli acconti l’Azienda USL 8 opererà a carico
del prestatore d’opera professionale la ritenuta di legge a titolo di
imposta IRPEF, così some previsto dall’art. 24, DPR 29
Settembre 1973 n. 600 e successive modificazioni.
Articolo 9
Tutti i dati e le informazioni di cui il convenzionato entrerà in
possesso nello svolgimento dell’incarico di cui al presente
contratto, dovranno essere considerati riservati ed è fatto
assoluto divieto alla loro divulgazione.
121
122
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Articolo 10
Ai sensi del D.lgs 196 del 30/06/2003 il convenzionato dà il
proprio incondizionato consenso al trattamento dei propri dati per
l’esecuzione di tutte le operazioni connesse al presente contratto,
nonché per fini statistici.
Articolo 11
Il presente contratto è esente da imposta di bollo ai sensi della
Risoluzione 21.07.2006 n.157/E di cui all’art.25- Tabella “B” DPR
26.10.1972 n.642.
Il presente atto è soggetto a registrazione solo in caso d’uso ai
sensi dell’art.10 della parte seconda della “Tariffa” allegata al
T.U. dell’Imposta del Registro approvato con DPR 26 Aprile 1986
n.131 e successive modificazioni e la relativa spesa sarà a carico
della parte interessata.
Articolo 12
Foro competente in caso di controversie sarà quello di Arezzo,
rinunziando espressamente fino da ora le parti alla competenza
di qualsiasi altra sede.
Letto, confermato e sottoscritto.
Le Parti
p.l’Azienda Usl 8
Il Direttore U.O.C. Gestione
del Personale
Dott. Emanuele Giusti
Il Professionista
_______________________
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
CONSORZIO DI BONIFICA 3 MEDIO
VALDARNO
Nomina Direttore Generale del Consorzio 3 Medio
Valdarno - Avviso pubblico per la manifestazione di
interesse. Ai sensi dell’art. 21, comma 1, della L.R.
79/2012 e succ. mod.
Richiami normativi
Articolo 21 Legge Regionale 27 dicembre 2012 n. 79
e succ. mod.
Oggetto
Avviso pubblico per la nomina del Direttore del Consorzio 3 Medio Valdarno.
Durata dell’incarico: come previsto dall’art. 21,
comma 3, della L.R. 79/2012 e succ. mod.
Sede dell’attività: Comprensorio Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno con sede legale in Firenze, Via Verdi
16 Sede del Consorzio 3 Medio Valdarno - FIRENZE
Modalità di conferimento: Nomina da parte del Presidente sentita l’Assemblea del Consorzio.
Ruolo: Direttore Generale
Inquadramento: CCNL Dirigenti dei Consorzi di
Bonifica – Direttore Generale (art. 2 “Definizione Contrattuale e Classificazione dei Dirigenti”)
Indennità: Come da art. 21, comma 6, della L.R.
79/2012 e succ. mod.
Condizioni per la partecipazione
Saranno prese in esame le dichiarazioni di manifestazione di interesse presentate da tutti i soggetti per i
quali sussistano i requisiti di legge e non ricorrano cause
di esclusione.
Modalità di partecipazione
I soggetti interessati a candidarsi ai fini della nomina
in oggetto, purché in possesso dei requisiti di legge ed
a condizione che per essi non ricorrano cause di esclusione, potranno presentare la propria “Dichiarazione di
manifestazione di interesse”. Ai sensi dell’art. 21 della
L.R. 79/2012 la nomina sarà disposta dal Presidente
sentita l’Assemblea del Consorzio.
La Dichiarazione di manifestazione di interesse, da
redigere in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del
DPR 28 dicembre 2000 n. 445, dovrà recare i seguenti
contenuti:
a) dati anagrafici e di residenza (con i contatti e recapiti che il candidato riterrà utile indicare);
b) curriculum degli studi e delle esperienze professionali;
c) elenco delle cariche e degli incarichi ricoperti in
enti, aziende, società ed organismi;
d) attestazione del possesso dei requisiti richiesti per
la nomina e quindi: professionalità adeguata alle funzioni, laurea magistrale, precedenti incarichi dirigenziali per
almeno cinque anni in enti o aziende pubbliche/private o
123
particolare specializzazione nel settore della bonifica e
della difesa del suolo, desumibile da concrete esperienze
di lavoro;
e) dichiarazione di disponibilità ad accettare l’incarico;
f) dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle cause
di esclusione, incompatibilità o conflitto di interesse previste dal d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 (artt. 38 e seguenti),
dalla legge 6 novembre 2012 n. 190, dalla legge regionale toscana 8 febbraio 2008 n. 5 (artt. 10, 10bis e ss. in
quanto applicabili).
Termine per la presentazione della Dichiarazione di
manifestazione di interesse:
Entro le ore 12,00 del giorno 29 luglio 2014.
Luogo di consegna/invio della Dichiarazione di
manifestazione di interesse:
Consorzio 3 Medio Valdarno – Presidente
Via Giuseppe Verdi, 16 – 50122 – Firenze
Modalità consegna della Dichiarazione di manifestazione di interesse:
1 - Consegna a mano al protocollo consortile (con
rilascio della ricevuta)
2 - Raccomandata con ricevuta di ritorno.
3 - PEC: [email protected]
Documenti da allegare alla Dichiarazione di manifestazione di interesse:
- copia di documento di identità in corso di validità
- eventuale documentazione ritenuta dal candidato
utile ai fini della migliore comprensione delle esperienze
professionali e dell’attività svolta;
Forme di pubblicità della nomina:
Pubblicazione per 10 giorni consecutivi su:
Sito Internet del Consorzio 3 Medio Valdarno: www.
cbmv.it
BURT della Regione Toscana: www.regione.toscana.
it/burt/concorsi
ESTAV SUD-EST SIENA
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio,
per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel
profilo di Dirigente Medico - discipline: Pediatria e
Neonatologia per la direzione della “U.O.C. Pediatria/
Neonatologia” dello stabilimento Ospedaliero di Nottola
presso l’Azienda USL 7 Siena.
In esecuzione delle deliberazioni del Commissario di
ESTAV Sud-Est con funzioni di Direttore Generale n. 139
del 18.06.2014 e n. 148 del 26.06.2014, esecutive ai sensi
di legge, è indetta selezione pubblica per titoli e colloquio,
per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale rinnovabile, a tempo determinato e con rapporto esclusivo, nel
profilo di Dirigente Medico – discipline: Pediatria e Neonatologia (Area Medica e delle Specialità Mediche) per la
direzione della Struttura Complessa “U. O. C. Pediatria/
124
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Neonatologia” dello Stabilimento Ospedaliero di Nottola
(Montepulciano), presso l’Azienda USL 7 Siena.
La selezione è indetta ai sensi delle norme di cui al
D. Lgs. 502/1992 e s.m.i., al D. Lgs. 165/2001 e s.m.i.,
al DPR 484/1997, al DM Sanità 30.01.1998 e s.m.i., alla
LRT 40/2005 e s.m.i.
Specificità proprie dell’incarico
Tipologia di attività svolta nella struttura:
La U.O.C. Pediatria/Neonatologia dello Stabilimento
Ospedaliero di Nottola si inserisce all’interno del Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda USL 7 di Siena.
Le attività routinarie comprendono: ricoveri tradizionali, day hospital, osservazioni brevi, ambulatori
integrati e ambulatori specialistici. Settori di particolare
attenzione sono rappresentati dalla allergologia ed endocrinologia pediatrica, dalla diagnostica ecografica. L’età
di riferimento è 0-16 anni.
Per quanto riguarda l’assistenza neonatale, questa è
tipica di un punto nascita di I livello con riferimento a
patologie lievi e medie ed a nati oltre le 34 settimane.
L’ospedale fa parte della Rete dei Baby Friendly
Hospital OMS/Unicef dal 2002, 1° ospedale toscano, 4°
in Italia (e successive conferme) per l’impegno a favore
dell’allattamento al seno.
Nel reparto sono presenti i seguenti posti letto:
culle 12, patologia neonatale 2, day hospital pediatria 1,
pediatria 5.
Nel 2013 si sono registrate le seguenti attività:
- pediatria: ricoveri totali n. 519
- punto nascita: nati n. 613
- ricoveri in patologia neonatale: n. 174
Le attività ambulatoriali sono:
- Ambulatorio divisionale
- Pediatria Generale
- Patologia neonatale e follow up
- Endocrinologia e Auxologia
- Allergologia pediatrica e Spirometria
- Ambulatorio per l’allattamento
- Diagnostica ecografica per la diagnosi precoce della
diplasia delle anche, delle uropatie malformative, delle
cardiopatie congenite
- Screening sordità con otoemissioni
Specifiche caratteristiche richieste al Direttore della
struttura:
La direzione di tale struttura richiede capacità gestionali ed organizzative con solido riscontro nel curriculum
professionale.
Sono altresì attese competenze relazionali e di visione, capaci di mantenere l’armonia interna all’équipe, di
stimolare adeguate motivazioni e consolidare percorsi
formativi adeguati ai bisogni della popolazione ed alle
indicazioni aziendali.
È richiesto impegno a sviluppare corretti rapporti
di collaborazione con i principali centri pediatrici specialistici della Rete regionale pediatrica, con partico-
lare riferimento alla Struttura Ospedaliera di 3° livello
(Azienda Ospedaliera Universitaria Senese), attraverso
la partecipazione costruttiva alle iniziative. Con la stessa
prospettiva va mantenuto il migliore livello relazionale
con la medicina pediatrica convenzionata in termini di
integrazione ospedale-territorio e condivisione di percorsi assistenziali.
Sui vari aspetti delle storiche specialità di reparto è
prioritario proseguire lo sviluppo di competenze relative
alla patologia neonatale, endocrinologia pediatrica, infettivologia, allergologia.
Accanto alle azioni dedicate alla diagnosi e cura,
l’Azienda ritiene di dover mantenere nella U. O. C. una
particolare attenzione ai percorsi dell’accoglienza, della
fisiologia e, soprattutto, alla promozione dell’allattamento al seno, che ha dato a quel presidio ed alla Azienda
USL 7 visibilità nazionale e regionale.
Requisiti di ammissione
Possono partecipare alla selezione coloro che sono in
possesso dei seguenti requisiti:
A) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi la cittadinanza
di uno Stato membro che siano titolari del diritto di
soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero
cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di
soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che
siano titolari dello status di rifugiato o di protezione
sussidiaria;
B) Idoneità fisica all’impiego; l’accertamento di tale
idoneità, con l’osservanza delle norme in materia di
categorie protette, è effettuato a cura dell’Azienda prima
dell’immissione in servizio.
C) Diploma di laurea in Medicina e Chirurgia;
D) Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio.
E) Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
L’anzianità di servizio deve essere maturata nei luoghi
e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997 o ad essi
equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 – 12 – 13. Ai
fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive
tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive
modificazioni ed integrazioni. E’ altresì valutabile, ai
sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le
strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del
Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali.
F) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del
DPR 484/1997, in cui sia documentata una specifica atti-
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
vità professionale ed adeguata esperienza nella disciplina, come specificato all’art. 6 del DPR 484/1997, salvo
quanto previsto all’art. 15 comma 3 DPR 484/1997;
G) Attestato di formazione manageriale di cui all’art.
5, comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
H) Età – La partecipazione a procedure concorsuali o
selettive indette da PP. AA. non è soggetta a limiti di età.
L’incarico, tuttavia, non potrà essere conferito qualora il
candidato, al termine della durata del medesimo, abbia
un’età superiore a quella prevista dalle vigenti norme in
materia di collocamento a riposo.
Ai sensi dell’art. 7 comma 1 D. Lgs. 165/2001 e
s.m.i. è garantita pari opportunità tra uomini e donne per
l’accesso al lavoro ed il relativo trattamento sul lavoro.
Non possono accedere all’impiego coloro che sono
stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che
sono stati dispensati dall’impiego presso PP. AA., per
aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione
di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla
data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
Domande di ammissione
Le domande di partecipazione alla selezione (redatte
in carta libera secondo lo schema esemplificativo allegato) debitamente sottoscritte – pena esclusione – devono
essere spedite con una delle seguenti modalità:
- a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento a:
Direttore Generale di ESTAV Sud-Est – Piazza C. Rosselli n. 24 – 53100 SIENA; in tal caso all’esterno della busta
deve essere indicato il mittente e deve essere riportata la
dicitura “DOMANDA UO PEDIATRIA NOTTOLA”
- mediante Posta Elettronica Certificata all’indirizzo
[email protected], secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; in tal caso
la dicitura di cui sopra (“DOMANDA UO PEDIATRIA
NOTTOLA”) deve essere riportata nell’oggetto della
mail. La validità di tale modalità di invio è subordinata
all’utilizzo da parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata personale. Non è possibile l’invio da
casella di posta elettronica semplice, anche se indirizzato
alla casella PEC sopra indicata. Si prega inoltre di inviare domanda, debitamente sottoscritta pena esclusione, e
allegati in formato PDF, inserendo il tutto, ove possibile,
in un unico file.
125
La spedizione deve essere fatta, pena esclusione,
entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello
della data di pubblicazione dell’estratto del presente
avviso sulla Gazzetta Ufficiale. Qualora detto giorno
sia festivo, il termine sarà prorogato al primo giorno
successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti ad esse correlati è
perentorio. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio
Postale accettante. L’eventuale riserva di successivo
invio di documenti è pertanto priva di effetto.
Nella domanda di ammissione (che deve contenere
l’indicazione esatta dell’avviso al quale si riferisce)
gli aspiranti devono dichiarare, sotto la loro personale
responsabilità, ai sensi dell’art. 3 DPR 483/1997:
1. Cognome e nome; luogo e data di nascita; residenza;
2. Il possesso della cittadinanza di uno degli Stati
membri dell’Unione Europea;
3. Il Comune o lo Stato estero nelle cui liste elettorali
sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della
cancellazione dalle liste medesime;
4. Le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso (tale dichiarazione
deve essere resa anche in caso negativo);
5. Il possesso dei requisiti di cui ai precedenti punti
C, D, E (vedi paragrafo successivo);
6. La posizione nei riguardi degli obblighi militari
(per i candidati di sesso maschile);
7. I servizi prestati come dipendenti presso PP. AA e
le eventuali cause di risoluzione degli stessi;
8. Il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto,
essere inviata ogni necessaria comunicazione ed il recapito telefonico (in caso di mancata indicazione, vale, ad
ogni effetto, la residenza di cui al punto 1).
Il candidato dovrà apporre la propria firma in calce
ala domanda.
ESTAV non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione
del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva
comunicazione di variazione dell’indirizzo indicato nella
domanda, né da eventuali disguidi postali o telegrafici non
imputabili a colpa dell’amministrazione stessa.
Dichiarazione relativa al possesso dei requisiti specifici di partecipazione
Nella domanda di partecipazione alla selezione i candidati devono dichiarare il possesso dei requisiti specifici
di partecipazione, costituiti dai titoli indicati di seguito,
mediante apposita dichiarazione sostitutiva (vedi fac
simile allegato):
- Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia;
- Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio;
126
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
L’anzianità di servizio deve essere maturata nei luoghi
e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997 o ad essi
equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 – 12 – 13. Ai
fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive
tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive
modificazioni ed integrazioni. E’ altresì valutabile, ai
sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le
strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del
Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali.
- Attestato di formazione manageriale di cui all’art. 5,
comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
Altre dichiarazioni
L’indicazione di documenti e titoli, ulteriormente
posseduti dal candidato rispetto ai requisiti di cui sopra
e dei quali lo stesso chiede la valutazione, deve essere
contenuta in apposita dichiarazione sostitutiva di certificazione / atto di notorietà (vedi fac simile allegato).
Documentazione da allegare: curriculum professionale
Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegato
un curriculum professionale, datato e firmato, ai sensi
dell’art. 8 del DPR 484/1997, in cui sia documentata specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella
disciplina. Fino all’emanazione dei provvedimenti di cui
all’art. 6 del DPR 484/1997, si prescinde dal requisito
della specifica attività professionale (art. 15 comma 3
DPR 484/1997).
Il contenuto del curriculum dovrà concernere:
- la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le
strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture
medesime;
- la posizione funzionale del candidato nelle strutture
e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione;
- la tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate dal candidato, con particolare valorizzazio-
ne dell’esperienza acquisita nell’attività d’urgenza. A tal
proposito sarà parametro di valutazione anche tipologia
qualitativa e quantitativa relativamente alla specifica attività di guardia attiva svolta dal candidato presso Strutture di Pediatria/Neonatologia sede di Punto Nascita. A
tale riguardo si precisa che le casistiche devono essere
riferite al decennio precedente la data di pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale del presente avviso e vistate dal
Direttore Sanitario della Struttura Sanitaria;
- i soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi,
con esclusione dei tirocini obbligatori;
- l’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o di
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione
di personale sanitario con indicazione delle ore annue di
insegnamento;
- la partecipazione a corsi, congressi, convegni e
seminari anche effettuati all’estero, nonché le pregresse
idoneità nazionali;
- la produzione scientifica, strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei
lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica.
I candidati sono invitati a formulare il proprio curriculum utilizzando il fac simile allegato, predisposto
come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto
di notorietà (vedi paragrafo sull’obbligo di utilizzo di
dichiarazioni sostitutive).
La casistica di specifiche esperienze ed attività professionali, riferita al decennio precedente alla pubblicazione dell’estratto del presente avviso sulla Gazzetta
Ufficiale deve essere certificata dal Direttore sanitario,
sulla base di attestazione del Dirigente responsabile del
competente Dipartimento o Unità Operativa, secondo
quanto previsto dall’art. 8 comma 5 DPR 484/1997.
Altra documentazione da allegare
Alla domanda deve inoltre obbligatoriamente essere
allegato:
1. Elenco in carta libera, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati, numerati progressivamente in
relazione al corrispondente titolo;
2. Eventuali pubblicazioni di cui il candidato è autore/
coautore, attinenti alla disciplina oggetto della selezione,
devono essere edite a stampa e pertanto essere comunque
presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome.
È ammessa la presentazione di copie, purché il candidato, mediante dichiarazione sostitutiva resa secondo le
modalità specificate, dichiari che le stesse sono conformi
all’originale. È altresì ammessa la presentazione, in luogo
degli originali e/o delle copie, di CD (o altro supporto)
contenente i files delle pubblicazioni in formato PDF.
3. Fotocopia di un documento di identità in corso di
validità.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
4. Ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento della
tassa di concorso, pari a 10,00 Euro non rimborsabili,
da versare sul c.c.p. n. 91975219 intestato ad ESTAV
Sud-Est, Piazza Rosselli n. 24 - 53100 Siena, recante
l’indicazione della causale del versamento.
Importante: obbligo di utilizzo di dichiarazioni sostitutive
Ai sensi della normativa vigente, con riferimento in
particolare alle modifiche apportate con Legge 183/2011
al DPR 445/2000 (in relazione agli artt. 40, 41, 43, 72 e
74 comma c.bis):
- le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono
valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati;
- nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli
atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni
di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000 (dichiarazioni
sostitutive di certificazione e dichiarazioni sostitutive di
atto di notorietà);
- costituisce violazione dei doveri d’ufficio la richiesta e l’accettazione di certificati o di atti di notorietà
Nel rispetto di quanto sopra nessuna certificazione
rilasciata da Pubbliche Amministrazioni deve essere trasmessa ad ESTAV Sud-Est da parte dei candidati.
Per lo stesso motivo gli stessi sono invitati a formulare la domanda di partecipazione utilizzando la modulistica allegata al presente bando. La corretta e completa
compilazione della domanda e del curriculum secondo i
fac-simile proposti consente infatti ad ESTAV Sud-Est ed
alla Commissione Tecnica relativa al presente avviso di
disporre di tutte le informazioni utili rispettivamente per
la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione e
per la successiva valutazione comparativa dei curricula.
ESTAV SUD-EST INFORMA I CANDIDATI CHE
NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE
DICHIARAZIONI GENERICHE O INCOMPLETE. L’INTERESSATO È TENUTO A SPECIFICARE
CON ESATTEZZA TUTTI GLI ELEMENTI E I DATI
NECESSARI PER UNA CORRETTA VALUTAZIONE.
Modalità generali per il rilascio di dichiarazioni sostitutive
Le dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46
DPR 445/2000: iscrizione in ordini professionali, titoli
di studio, titoli di specializzazione, di abilitazione, di
formazione, di aggiornamento e comunque tutti gli stati,
fatti e qualità personali di cui al punto 1 del citato art.
46) e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (art.
47 DPR 445/2000: da utilizzare, in particolare, per autocertificare i servizi presso pubbliche amministrazioni o
privati e per autenticare eventuali copie di documenti)
devono essere rilasciate una sola volta, nel corpo del
Curriculum formativo e professionale, formulato come
dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di
127
notorietà seguendo il fac simile allegato e corredato da
fotocopia fronte retro di un valido documento di identità,
senza ripetizioni in altri documenti, essendo del tutto
inutile, oltre che dispersivo, dichiarare le medesime
attività più volte in documenti diversi. I candidati sono
pertanto tenuti ad attenersi scrupolosamente alla presente
disposizione.
Modalità da seguire per le dichiarazioni sostitutive
- le dichiarazioni relative al titolo di studio, specializzazione, etc., devono indicare la struttura presso la
quale sono stati conseguiti i relativi diplomi, nonché la
data di conseguimento, la votazione riportata e la durata
del corso;
- nelle dichiarazioni inerenti i servizi prestati, l’interessato è tenuto a specificare: l’esatta denominazione e
l’indirizzo dell’ente presso il quale il servizio è prestato;
la natura giuridica del rapporto di lavoro (dipendente,
libera professione, etc.); se trattasi di rapporto di lavoro
a tempo indeterminato o a tempo determinato, a tempo
pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare la
percentuale); categoria e profilo professionale; periodo
di servizio effettuato (giorno, mese e anno di inizio e di
cessazione), nonché eventuali periodi di interruzione del
rapporto e loro motivo; nel comprovare lo svolgimento di
attività libero professionale, deve essere data, per la valutazione di tale titolo, anche l’indicazione dell’orario di
attività settimanale; per le dichiarazioni relative ai servizi
prestati presso case di cura, è necessario che l’aspirante
indichi con chiarezza se le struttura è o meno accreditata o convenzionata con il Servizi Sanitario Nazionale;
posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 DPR
761/1979, con precisazione della misura dell’eventuale
riduzione del punteggio di anzianità, per i servizi prestati
presso il SSN; motivo di cessazione del rapporto.
Le dichiarazioni sostitutive richiedono una delle
seguenti forme:
- devono essere sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto;
- devono essere sottoscritte dall’interessato e presentate unitamente a fotocopia fronte retro di valido documento di identità del sottoscrittore.
Ogni dichiarazione deve contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole che, in caso di dichiarazioni mendaci, lo stesso incorre nelle sanzioni penali
di cui all’art. 76 DPR 445/2000, oltre alla decadenza
dei benefici eventualmente conseguiti sulla base delle
dichiarazioni non veritiere. L’ESTAV Sud-Est si riserva
la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni
sostitutive rese dal candidato, con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni.
Non sarà tenuto conto di titoli e di dichiarazioni sostitutive non conformi alle caratteristiche richieste.
Modalità di svolgimento della selezione
Apposita Commissione esaminatrice, nominata dal
128
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Direttore Generale ESTAV Sud-Est con le modalità previste dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs. 502/1992 e s.m.i.,
procederà allo svolgimento della selezione e predisporrà
una terna di candidati idonei sulla base:
a) della valutazione del curriculum professionale dei
concorrenti,
b) dell’effettuazione di un colloquio, diretto alla
valutazione delle capacità professionali del candidato
nella specifica disciplina, con riferimento anche alle
esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità gestionali organizzative e di
direzione del candidato stesso, in relazione all’incarico
da svolgere.
La Commissione disporrà di 80 punti, così ripartiti:
- curriculum punteggio massimo 35 punti;
- colloquio punteggio massimo 45 punti.
La valutazione del curriculum professionale dei concorrenti sarà effettuata con riferimento:
- alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate
le strutture presso le quali il candidato ha svolto la propria attività ed alla tipologia delle prestazioni erogate
dalle strutture medesime, con particolare valorizzazione
dell’attività prestata in strutture sede di punto nascita
(punteggio max. 10 punti);
- alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze, con indicazione di eventuali
specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni
di direzione (punteggio max. 10 punti);
- alla tipologia quali-quantitativa delle prestazioni
con particolare riferimento all’attività svolta in Guardia
Attiva presso Strutture di Pediatria/Neonatologia sede di
Punto Nascita (punteggio max. 7 punti):
- soggiorni di studio o di addestramento professionale
per attività inerenti alla disciplina in rilevanti strutture
italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con
esclusione dei tirocini obbligatori; partecipazione a
corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati
all’estero, nonché alle pregresse idoneità nazionali (punteggio max. 2 punti);
- alla partecipazione a corsi, congressi, convegni e
seminari, anche effettuati all’estero, nonché alle pregresse idoneità nazionali, con particolare valorizzazione
dell’attività formativa svolta in ambito organizzativo,
gestionale e manageriale (punteggio max. 2 punti);
- all’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di
personale sanitario, con indicazione delle ore annue di
insegnamento (punteggio max. 2 punti);
- alla produzione scientifica strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da impact factor, che dovrà essere autocertificato attraverso apposita dichiarazione da parte del
candidato (punteggio max. 2 punti).
L’anzianità di servizio utile quale requisito di ammis-
sione non sarà oggetto di ulteriore valutazione da parte
della Commissione esaminatrice.
La data ed il luogo del colloquio saranno comunicati
ai candidati con lettera raccomandata a. r. almeno 20
giorni prima della data di effettuazione del medesimo. I
candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di identità. Il candidato che non risulti presente
nel giorno, ora e luogo indicati sarà considerato rinunciatario, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non
dipendente dalla volontà del candidato stesso.
Sorteggio componenti della commissione esaminatrice
Il sorteggio dei componenti della Commissione
esaminatrice, previsto dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs.
502/1992 e s.m.i., avrà luogo il quindicesimo giorno
successivo alla scadenza del presente avviso presso il
Centro Direzionale di ESTAV Sud Est, Piazza Rosselli,
24 – Siena.
Al sorteggio è preposta apposita Commissione, nominata ai sensi dell’art. 6 DPR 483/1997. Nel caso in cui
il giorno stabilito coincida con una festività o con altro
giorno di chiusura degli uffici, il sorteggio avrà luogo
alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.
Nel caso in cui, sempre in tale giorno, la Commissione di
sorteggio risulti indisponibile per cause di forza maggiore (es. assenza improvvisa di un componente), ovvero nel
caso in cui uno o più sorteggiati non accettino la nomina
o risultino incompatibili con la funzione, si procederà
nuovi sorteggi, che si effettueranno, nel medesimo luogo
ed alla stessa ora, ogni primo e quindicesimo giorno del
mese, fin quando non verrà completata la Commissione.
Nel caso in cui uno dei giorni ,come sopra determinati,
coincida con una festività o con altro giorno di chiusura
degli uffici, il sorteggio avrà luogo alla stessa ora del
primo giorno successivo non festivo.
Conferimento dell’incarico
Secondo quanto previsto dall’art. 15 comma 7bis D.
Lgs. 502/1992 e s.m.i., il Direttore Generale dell’Azienda USL 7 Siena individuerà il candidato da nominare
nell’ambito di una terna di idonei predisposta dalla Commissione esaminatrice sulla base dei migliori punteggi
riportati. Ove intenda nominare uno dei due candidati
che non hanno conseguito il miglior punteggio, la scelta
dovrà essere adeguatamente motivata.
L’incarico avrà durata quinquennale, rinnovabile per
lo stesso periodo o per periodo più breve, e potrà essere
conferito solo in regime di rapporto esclusivo, da mantenere per tutta la durata dell’incarico stesso.
Adempimenti del vincitore
Il candidato al quale viene attribuito l’incarico sarà
invitato, a mezzo lettera raccomandata a. r., a presentarsi,
nei tempi indicati nella comunicazione stessa, all’Ufficio
Assunzioni dell’Azienda USL 7 di Siena per gli adempi-
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
menti preliminari alla firma del contratto individuale di
lavoro - che sarà stipulato ai sensi del CCNL Dirigenza
Medica e Veterinaria del SSN. vigente al momento
dell’assunzione - nonché per la firma del contratto stesso.
Con questo atto è implicita l’accettazione, senza riserve,
di tutte le disposizioni che disciplinano e disciplineranno
lo stato giuridico ed il trattamento economico dei dipendenti delle aziende ospedaliere. Il trattamento economico
è quello previsto dal CCNL vigente per la Dirigenza
Medica e Veterinaria. Gli effetti economici decorrono
dalla data di effettiva presa di servizio, che comunque
deve avvenire entro i 30 giorni successivi alla data di
ricevimento della comunicazione di nomina, a pena di
decadenza dei diritti conseguiti. Il vincitore deve dichiarare, al momento dell’inizio del rapporto di lavoro, di
non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di
non trovarsi in alcuna delle situazioni di incompatibilità
richiamate dall’art. 53 D. Lgs. 165/2001.
Trattamento dei dati e consenso
Ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003, i dati personali
forniti dai candidati saranno raccolti presso ESTAV SudEst per le finalità di gestione della selezione in esame
e saranno trattati presso una banca dati automatizzata,
anche successivamente all’eventuale instaurazione del
rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del
rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso. Le medesime
informazioni potranno essere comunicate unicamente
alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate
allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridicoeconomica del candidato. L’interessato gode dei diritti
di cui all’art. 7 del citato decreto, tra i quali figura il
diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni
diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare,
aggiornare, completare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto
di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Il
129
responsabile del trattamento dati è il Direttore Generale
dell’ESTAV Sud-Est.
La presentazione delle domande di partecipazione
al concorso da parte dei candidati implica il consenso
al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati
sensibili, effettuato da ESTAV Sud-Est per le finalità
suddette.
Norme finali
ESTAV Sud-Est si riserva la facoltà di modificare,
prorogare, sospendere o revocare il presente bando,
ovvero di riaprire i termini di scadenza del medesimo,
qualora ricorrano motivi legittimi e particolari ragioni
dell’Azienda USL 7 di Siena – che ha inoltre la facoltà
di non conferire l’incarico – senza che per i concorrenti
insorga alcuna pretesa o diritto e possano elevare obiezioni di sorta. La partecipazione alla presente selezione
presuppone l’integrale conoscenza ed accettazione, da
parte dei candidati, delle disposizioni di legge e contrattuali relative alle assunzioni presso le Aziende del SSN
e di quelle relative allo stato giuridico ed al trattamento
economico del personale. Per quanto non esplicitamente
contemplato nel presente bando si intendono richiamate,
a tutti gli effetti, le norme di cui al DPR n. 484/1997 e
le disposizioni di legge applicabili in materia. Per eventuali chiarimenti e informazioni gli aspiranti potranno
rivolgersi all’ESTAV Sud-Est – Concorsi Area Dirigenza e Strutture Complesse (tel. 0577769524) secondo il
seguente orario: lunedì - venerdì ore 10/12. Il presente
avviso di selezione, nonché lo schema esemplificativo
della domanda e le dichiarazioni sostitutive, sono pubblicate sul sito Internet dell’ESTAV Sud-Est www.estavsudest.toscana.it, a partire dalla data di pubblicazione
sulla Gazzetta Ufficiale.
Il Commissario
Marco Menchini
SEGUONO ALLEGATI
130
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AL DIRETTORE GENERALE
ESTAV SUD-EST
Piazza C. Rosselli n. 24
53100 SIENA
[email protected]
Il sottoscritto COGNOME……………………………..……. NOME….……………...…………………...
Nato a …………….……………………………………….………………………… il ……………………..
Codice fiscale …………………………………………………………………………………………………
Residente in Via/Piazza ……………………………………………………………………. n ……………
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
Recapiti telefonici ……………………………….…………………………………………………………..
E mail ………………………………………………………………………………………………………….
Domicilio presso il quale inviare ogni comunicazione (indicare unicamente se diverso dalla
residenza):
Via / Piazza ……………………………………………….………..……………………... n. ……….…..….
Località ……………….………………………………………….…………. Prov. ………. CAP ………….
Recapiti telefonici…………………………………………………………. ………………………………….
chiede di partecipare all’avviso di selezione per il conferimento di un incarico quinquennale,
rinnovabile, di Dirigente Medico - discipline: Pediatria e Neonatologia - per la direzione della
Struttura Complessa “U. O. Pediatria/Neonatologia” dello Stabilimento Ospedaliero di
Nottola (Montepulciano) presso l’Azienda USL 7 Siena.
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000, consapevole delle responsabilità
penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti (art. 76 DPR
445/2000), il sottoscritto dichiara:
‰ Di possedere cittadinanza ……………………………………………………………………...…..;
‰ Di
essere
iscritto
nelle
liste
elettorali
del
Comune
(o
Stato
Estero)
di………………………………………………………………………………………………….…
(indicare i motivi della eventuale non iscrizione o cancellazione);
‰ Di non aver riportato condanne penali (in caso positivo dichiarare le condanne penali riportate);
‰ Di non aver procedimenti penali in corso (in caso positivo dichiarare i procedimenti penali in
corso);
‰ Di aver conseguito il Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di
……………………………………..………………….…….. in data ……………….………………..;
‰ Di aver conseguito il Diploma di Specializzazione in………………………………………….
…………………………………….………… presso l’Università di………………………………
……………………………………………………….…………… in data ……………………………;
‰ Di
essere iscritto all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di
………………………………………………………….….... dal ……………………….…………...,
posizione n. ……..…………;
‰ Di trovarsi nella seguente posizione nei confronti degli obblighi militari (per i candidati di sesso
maschile):………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………….…;
‰ di aver prestato, presso Pubbliche Amministrazioni, i servizi che risultano dalle dichiarazioni
sostitutive rilasciate nel curriculum formativo e professionale;
‰ Di non essere stato dispensato dall’impiego presso PP. AA.;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
131
Il sottoscritto allega alla presente domanda:
1) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del DPR 484/1997, formulato come dichiarazione
sostitutiva di certificazione e atto di notorietà (ved. fac-simile allegato);
2) Elenco dei documenti allegati, datato e firmato;
3) Ricevuta del versamento della tassa di concorso di Euro 10,00;
4) Fotocopia fronte retro di un valido documento di identità personale.
Il sottoscritto autorizza l’Amministrazione dell’ESTAV Sud-Est al trattamento di tutti i dati
personali comuni e sensibili forniti con la presente istanza e formati successivamente nell’ambito
dello svolgimento del concorso e nell’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità
inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il sottoscritto, inoltre, si impegna a comunicare
tempestivamente eventuali variazioni di indirizzo, sollevando l’Amministrazione da responsabilità in
caso di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento del domicilio indicato nella presente
domanda.
Luogo e data …………………………..
FIRMA
………………..………….………………………………….
132
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE
FORMULATO AI SENSI DEGLI ARTT. 6 E 8 DPR 484/1997
E DEGLI ARTT. 46 E 47 DPR 445/2000
(DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’)
Il sottoscritto ….…………………….………………………………… …..……………………………,
codice fiscale ………………………………..………………………….…………………………………..…
nato a …………………………………..…………………………… il ……..…………………………..,
residente in Via/Piazza ……………………….……………………………………. n …………..…..……,
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
consapevole delle responsabilità penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni non
veritiere, ai sensi e
per gli effetti di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/00 e sotto la
propria personale responsabilità
DICHIARA
i seguenti
stati, fatti
e
qualità
personali:
A) Titoli di studio:
Laurea in …………………………………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
voto ……………………….. in data …………….……… ……………..
Specializzazione in ……………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
Altro (es. Dottorato di ricerca, Master universitario) …………………………………………………
conseguito presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
B) Iscrizione albo ordine dei Medici Chirurghi di …………………………….……………………………
n. posizione …………….. decorrenza iscrizione ……………………………………………….……..
C) Esperienze lavorative e/o professionali:
Azienda / Ente (indicare esatta denominazione): ………………………………………………………..
Natura giuridica (indicare se pubblico/privato/privato accreditato o convenzionato): …………………
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Profilo professionale (indicare esatta denominazione, disciplina e tipologia del rapporto in caso di
co co co e/o prestazione d’opera): ………………………………………………………………………...
A tempo indeterminato / a tempo determinato (cancellare l’ipotesi che non interessa)
A tempo pieno / a tempo parziale (indicare n. ore settimanali o percentuale): …………..
Ricorrono / non ricorrono (cancellare l’ipotesi che non interessa solo in caso di servizi presso SSN)
le condizioni di cui all’art. 46 ultimo comma DPR 761/1979
Tipologia dell’Azienda/Ente e delle prestazioni da essa/o erogate: ……………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Competenze (indicare i propri eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione): ……………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………...
D) Soggiorni di studio o di addestramento professionale (qualora attinenti alla disciplina e effettuati
in rilevanti strutture italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con esclusione dei tirocini
obbligatori):
Struttura: ………………………………………………………………………………………………………
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
133
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Attività svolte: …………………………………………………………………………………………………
E) Pubblicazioni /abstract / poster / altro presentate (indicare se originale,copia conforme o altro; la
produzione scientifica deve essere strettamente pertinente alla disciplina):
Titolo: …………………………………………………………………………………………………………
Autori …………………………………………………………………………………………………………
Rivista scientifica / altro …………………………………………………………………………………….
Originale/copia conforme/file PDF (cancellare le ipotesi che non interessano)
F) Attività didattica (presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, laurea o
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario):
Corso ………………………………………………………………………………………........................
Materia di insegnamento:..........................…………………………………………………………………
Struttura …....................................................................................................……….........................
Anno accademico ……………………………………..……… Ore docenza n. ……………………….
G) Partecipazione ad attività di aggiornamento, convegni, seminari, etc:
Titolo del Corso ………………………………………………………………………………………...........
Ente Organizzatore / Luogo di svolgimento…......................................................................................
Data/e di svolgimento……………………………………..……… Ore complessive n. …………………
Modalità di svolgimento (indicare se come uditore o come relatore; con esame finale o senza; se
con ECM e quanti): ..........................……………………………………………………………………...
H) Tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate (casistiche riferite al decennio
precedente la data di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale):
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
I) (Solo per i cittadini di Stati membri della Unione Europea) Dichiarazione relativa al godimento dei
diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza, al possesso di tutti i requisiti previsti
per i cittadini italiani, ad eccezione della cittadinanza italiana, nonché di avere una adeguata
conoscenza della lingua italiana:
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Il sottoscritto dichiara inoltre che le fotocopie eventualmente allegate sono conformi agli originali
in suo possesso e che quanto dichiarato nella domanda e nel presente curriculum corrisponde
al vero.
Si allega fotocopia fronte retro di un valido documento di identità.
Luogo e data ……………………………………
FIRMA
………………………………………………
134
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
ESTAV SUD-EST SIENA
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel profilo di Dirigente Medico - disciplina:
Gastroenterologia per la direzione della “U.O.C.
Gastroenterologia” dell’Azienda USL 9 Grosseto.
In esecuzione della deliberazione del Commissario
di ESTAV Sud-Est con funzioni di Direttore Generale n.
149 del 26.06.2014, esecutiva ai sensi di legge, è indetta
selezione pubblica per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale rinnovabile, a tempo
determinato e con rapporto esclusivo, nel profilo di
Dirigente Medico – disciplina: Gastroenterologia (Area
Medica e delle Specialità Mediche) per la direzione
della Struttura Complessa “U. O. C. Gastroenterologia”
dell’Azienda USL 9 Grosseto.
La selezione è indetta ai sensi delle norme di cui al
D. Lgs. 502/1992 e s.m.i., al D. Lgs. 165/2001 e s.m.i.,
al DPR 484/1997, al DM Sanità 30.01.1998 e s.m.i., alla
LRT 40/2005 e s.m.i.
Specificità proprie dell’incarico
Tipologia di attività svolta nella struttura:
La rete ospedaliera dell’Azienda USL 9 Grosseto
(che assiste, dato censimento 2011, una popolazione residente di 220.564 abitanti su una superficie territoriale di
4.504,31 kmq) è strutturata in un ospedale di natura provinciale (Ospedale Misericordia di Grosseto), dotato di
circa 450 posti letto, nove sale operatorie ed una grande
area di Pronto Soccorso con circa 60.000 accessi l’anno,
di cui circa 18.000 prestazioni pediatriche; compongono
la suddetta rete altri 4 ospedali periferici, con circa 250
ulteriori posti letto totali.
La USL 9 è dotata di una U. O. C. Gastroenterologia
a valenza aziendale che afferisce all’Area Funzionale
Medica ed è collocata nell’Ospedale Misericordia di
Grosseto.
La U. O. C. Gastroenterologia, che non è fornita
di degenza propria, è dotata di un modernissimo polo
endoscopico ed assicura prestazioni ambulatoriali e di
consulenza, sia per gli esterni che per i pazienti ricoverati
a carico di altre UU. OO. Trattandosi di una UO a valenza aziendale, assicura, oltre alle pratiche diagnostiche
terapeutiche di primo livello, anche le prestazioni più
avanzate e complesse.
L’attività operativa annualmente svolta dai dirigenti
medici e dal personale infermieristico è sintetizzabile
con i seguenti dati, riferiti all’anno 2012:
- 5.288 procedure endoscopiche (2.879 colonscopie,
2.270 EGDS, 99 ERCP, 40PEG);
- 300 pazienti sottoposti a screening per CCR;
- 1.200 visite ambulatoriali;
- 250 visite ambulatorio MICI (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali);
- 220 visite ambulatorio celiachia dell’adulto;
- 400 ecografie del tubo digerente con e senza mdc
(studio spessore di parete, flussi vascolari ecc.)
- 80 ecografie epatiche con mdc;
- 75 biopsie epatiche eco guidate;
- 70 ecografie epatiche con alcoolizzazione di lesioni
focali;
- 400 ecografie addome superiore;
- 5 applicazioni intraoperatorie di radiofrequenze.
In sintesi, l’attività “core” della U. O. C. Gastroenterologia è quella endoscopica (con il supporto della U.
O. Anatomia Patologica per la diagnostica istologica).
Vi è comunque una rilevante attività ambulatoriale e di
consulenza sulle patologie del tubo digerente. È presente
inoltre un’attività ecografica diagnostica qualitativamente rilevante ed un’importante, peculiare attività epatologica strumentale-interventistica, mentre l’epatologia
clinica viene svolta in prevalenza dalla U. O. Malattie
Infettive.
Caratteristiche richieste al Direttore della struttura:
La direzione di tale struttura richiede adeguate
competenze, conoscenze ed esperienze professionali e
gestionali nella disciplina specialistica, con particolare
riferimento all’attività endoscopica di base ed avanzata.
Il candidato deve poi essere in grado di assicurare la
crescita professionale delle risorse umane che gli sono
affidate ed essere il riferimento tecnico professionale per
gli ospedali della rete.
Deve conoscere ed utilizzare gli strumenti per la prevenzione e la gestione del rischio clinico; deve conoscere
ed attuare i requisiti previsti dall’accreditamento istituzionale; deve infine conoscere ed applicare gli strumenti
della negoziazione di budget.
Requisiti di ammissione
Possono partecipare alla selezione coloro che sono in
possesso dei seguenti requisiti:
A) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi la cittadinanza
di uno Stato membro che siano titolari del diritto di
soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero
cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di
soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che
siano titolari dello status di rifugiato o di protezione
sussidiaria;
B) Idoneità fisica all’impiego; l’accertamento di tale
idoneità, con l’osservanza delle norme in materia di
categorie protette, è effettuato a cura dell’Azienda prima
dell’immissione in servizio.
C) Diploma di laurea in Medicina e Chirurgia;
D) Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio.
E) Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
L’anzianità di servizio deve essere maturata nei luoghi
e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997 o ad essi
equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 – 12 – 13. Ai
fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive
tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive
modificazioni ed integrazioni. E’ altresì valutabile, ai
sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le
strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del
Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali.
F) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del
DPR 484/1997, in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella disciplina, come specificato all’art. 6 del DPR 484/1997, salvo
quanto previsto all’art. 15 comma 3 DPR 484/1997;
G) Attestato di formazione manageriale di cui all’art.
5, comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
H) Età – La partecipazione a procedure concorsuali o
selettive indette da PP. AA. non è soggetta a limiti di età.
L’incarico, tuttavia, non potrà essere conferito qualora il
candidato, al termine della durata del medesimo, abbia
un’età superiore a quella prevista dalle vigenti norme in
materia di collocamento a riposo.
Ai sensi dell’art. 7 comma 1 D. Lgs. 165/2001 e
s.m.i. è garantita pari opportunità tra uomini e donne per
l’accesso al lavoro ed il relativo trattamento sul lavoro.
Non possono accedere all’impiego coloro che sono
stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che
sono stati dispensati dall’impiego presso PP. AA., per
aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione
di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla
data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
Domande di ammissione
Le domande di partecipazione alla selezione (redatte
in carta libera secondo lo schema esemplificativo allegato) debitamente sottoscritte – pena esclusione – devono
essere spedite con una delle seguenti modalità:
- a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento
a: Direttore Generale di ESTAV Sud-Est – Piazza C.
135
Rosselli n. 24 – 53100 SIENA; in tal caso all’esterno
della busta deve essere indicato il mittente e deve essere
riportata la dicitura “DOMANDA UOC GASTROENTEROLOGIA USL 9”
- mediante Posta Elettronica Certificata all’indirizzo
[email protected], secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; in tal caso
la dicitura di cui sopra (“DOMANDA UOC GASTROENTEROLOGIA USL 9”) deve essere riportata nell’oggetto della mail. La validità di tale modalità di invio è
subordinata all’utilizzo da parte dei candidati di casella
di posta elettronica certificata personale. Non è possibile
l’invio da casella di posta elettronica semplice, anche
se indirizzato alla casella PEC sopra indicata. Si prega
inoltre di inviare domanda, debitamente sottoscritta pena
esclusione, e allegati in formato PDF, inserendo il tutto,
ove possibile, in un unico file.
La spedizione deve essere fatta, pena esclusione,
entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello
della data di pubblicazione dell’estratto del presente
avviso sulla Gazzetta Ufficiale. Qualora detto giorno
sia festivo, il termine sarà prorogato al primo giorno
successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti ad esse correlati è
perentorio. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio
Postale accettante. L’eventuale riserva di successivo
invio di documenti è pertanto priva di effetto.
Nella domanda di ammissione (che deve contenere
l’indicazione esatta dell’avviso al quale si riferisce)
gli aspiranti devono dichiarare, sotto la loro personale
responsabilità, ai sensi dell’art. 3 DPR 483/1997:
1. Cognome e nome; luogo e data di nascita; residenza;
2. Il possesso della cittadinanza di uno degli Stati
membri dell’Unione Europea, ovvero di una cittadinanza
tra quelle descritte al punto A) dei requisiti di ammissione;
3. Il Comune o lo Stato estero nelle cui liste elettorali
sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della
cancellazione dalle liste medesime;
4. Le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso (tale dichiarazione
deve essere resa anche in caso negativo);
5. Il possesso dei requisiti di cui ai precedenti punti
C, D, E (vedi paragrafo successivo);
6. La posizione nei riguardi degli obblighi militari
(per i candidati di sesso maschile);
7. I servizi prestati come dipendenti presso PP. AA e
le eventuali cause di risoluzione degli stessi;
8. Il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto,
essere inviata ogni necessaria comunicazione ed il recapito telefonico (in caso di mancata indicazione, vale, ad
ogni effetto, la residenza di cui al punto 1).
Il candidato dovrà apporre la propria firma in calce
ala domanda.
ESTAV non assume alcuna responsabilità per la
136
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta
indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione di variazione dell’indirizzo
indicato nella domanda, né da eventuali disguidi postali
o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione
stessa.
Dichiarazione relativa al possesso dei requisiti specifici di partecipazione
Nella domanda di partecipazione alla selezione i candidati devono dichiarare il possesso dei requisiti specifici
di partecipazione, costituiti dai titoli indicati di seguito,
mediante apposita dichiarazione sostitutiva (vedi fac
simile allegato):
- Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia;
- Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio;
- Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina. L’anzianità di servizio deve essere maturata nei
luoghi e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997
o ad essi equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 –
12 – 13. Ai fini della valutazione dei servizi prestati e
delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle
rispettive tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998
e successive modificazioni ed integrazioni. E’ altresì
valutabile, ai sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il
servizio prestato in regime convenzionale a rapporto
orario presso le strutture a diretta gestione delle aziende
sanitarie e del Ministero della Sanità in base ad accordi
nazionali.
- Attestato di formazione manageriale di cui all’art. 5,
comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
Altre dichiarazioni
L’indicazione di documenti e titoli, ulteriormente
posseduti dal candidato rispetto ai requisiti di cui sopra
e dei quali lo stesso chiede la valutazione, deve essere
contenuta in apposita dichiarazione sostitutiva di certificazione / atto di notorietà (vedi fac simile allegato).
Documentazione da allegare: curriculum professionale
Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegato
un curriculum professionale, datato e firmato, ai sensi
dell’art. 8 del DPR 484/1997, in cui sia documentata specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella
disciplina. Fino all’emanazione dei provvedimenti di cui
all’art. 6 del DPR 484/1997, si prescinde dal requisito
della specifica attività professionale (art. 15 comma 3
DPR 484/1997).
Il contenuto del curriculum dovrà concernere:
- la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le
strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture
medesime;
- la posizione funzionale del candidato nelle strutture
e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione;
- la tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate dal candidato. A tale riguardo si precisa
che le casistiche devono essere riferite al decennio precedente la data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
del presente avviso;
- i soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi,
con esclusione dei tirocini obbligatori;
- l’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o di
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione
di personale sanitario con indicazione delle ore annue di
insegnamento;
- la partecipazione a corsi, congressi, convegni e
seminari anche effettuati all’estero, nonché le pregresse
idoneità nazionali;
- la produzione scientifica, strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei
lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica.
I candidati sono invitati a formulare il proprio curriculum utilizzando il fac simile allegato, predisposto
come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto
di notorietà (vedi paragrafo sull’obbligo di utilizzo di
dichiarazioni sostitutive).
La casistica di specifiche esperienze ed attività professionali, riferita al decennio precedente alla pubblicazione dell’estratto del presente avviso sulla Gazzetta
Ufficiale deve essere certificata dal Direttore sanitario,
sulla base di attestazione del Dirigente responsabile del
competente Dipartimento o Unità Operativa, secondo
quanto previsto dall’art. 8 comma 5 DPR 484/1997.
Altra documentazione da allegare
Alla domanda deve inoltre obbligatoriamente essere
allegato:
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
1. Elenco in carta libera, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati, numerati progressivamente in
relazione al corrispondente titolo;
2. Eventuali pubblicazioni di cui il candidato è
autore / coautore, attinenti alla disciplina oggetto della
selezione, devono essere edite a stampa e pertanto essere
comunque presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome. È ammessa la presentazione di copie, purché
il candidato, mediante dichiarazione sostitutiva resa
secondo le modalità specificate, dichiari che le stesse
sono conformi all’originale. È altresì ammessa la presentazione, in luogo degli originali e/o delle copie, di CD (o
altro supporto) contenente i files delle pubblicazioni in
formato PDF.
3. Fotocopia di un documento di identità in corso di
validità.
4. Ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento della
tassa di concorso, pari a 10,00 Euro non rimborsabili,
da versare sul c.c.p. n. 91975219 intestato ad ESTAV
Sud-Est, Piazza Rosselli n. 24 - 53100 Siena, recante
l’indicazione della causale del versamento.
Importante: obbligo di utilizzo di dichiarazioni sostitutive
Ai sensi della normativa vigente, con riferimento in
particolare alle modifiche apportate con Legge 183/2011
al DPR 445/2000 (in relazione agli artt. 40, 41, 43, 72 e
74 comma c.bis):
- le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono
valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati;
- nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli
atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni
di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000 (dichiarazioni
sostitutive di certificazione e dichiarazioni sostitutive di
atto di notorietà);
- costituisce violazione dei doveri d’ufficio la richiesta e l’accettazione di certificati o di atti di notorietà
Nel rispetto di quanto sopra nessuna certificazione
rilasciata da Pubbliche Amministrazioni deve essere trasmessa ad ESTAV Sud-Est da parte dei candidati.
Per lo stesso motivo gli stessi sono invitati a formulare la domanda di partecipazione utilizzando la modulistica allegata al presente bando. La corretta e completa
compilazione della domanda e del curriculum secondo i
fac-simile proposti consente infatti ad ESTAV Sud-Est ed
alla Commissione Tecnica relativa al presente avviso di
disporre di tutte le informazioni utili rispettivamente per
la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione e
per la successiva valutazione comparativa dei curricula.
ESTAV SUD-EST INFORMA I CANDIDATI CHE
NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE
DICHIARAZIONI GENERICHE O INCOMPLETE. L’INTERESSATO È TENUTO A SPECIFICARE
137
CON ESATTEZZA TUTTI GLI ELEMENTI E I DATI
NECESSARI PER UNA CORRETTA VALUTAZIONE.
Modalità generali per il rilascio di dichiarazioni
sostitutive
Le dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46
DPR 445/2000: iscrizione in ordini professionali, titoli
di studio, titoli di specializzazione, di abilitazione, di
formazione, di aggiornamento e comunque tutti gli stati,
fatti e qualità personali di cui al punto 1 del citato art.
46) e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (art.
47 DPR 445/2000: da utilizzare, in particolare, per autocertificare i servizi presso pubbliche amministrazioni o
privati e per autenticare eventuali copie di documenti)
devono essere rilasciate una sola volta, nel corpo del
Curriculum formativo e professionale, formulato come
dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di
notorietà seguendo il fac simile allegato e corredato da
fotocopia fronte retro di un valido documento di identità,
senza ripetizioni in altri documenti, essendo del tutto
inutile, oltre che dispersivo, dichiarare le medesime
attività più volte in documenti diversi. I candidati sono
pertanto tenuti ad attenersi scrupolosamente alla presente
disposizione.
Modalità da seguire per le dichiarazioni sostitutive
- le dichiarazioni relative al titolo di studio, specializzazione, etc., devono indicare la struttura presso la
quale sono stati conseguiti i relativi diplomi, nonché la
data di conseguimento, la votazione riportata e la durata
del corso;
- nelle dichiarazioni inerenti i servizi prestati, l’interessato è tenuto a specificare: l’esatta denominazione e
l’indirizzo dell’ente presso il quale il servizio è prestato;
la natura giuridica del rapporto di lavoro (dipendente,
libera professione, etc.); se trattasi di rapporto di lavoro
a tempo indeterminato o a tempo determinato, a tempo
pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare la
percentuale); categoria e profilo professionale; periodo
di servizio effettuato (giorno, mese e anno di inizio e di
cessazione), nonché eventuali periodi di interruzione del
rapporto e loro motivo; nel comprovare lo svolgimento
di attività libero professionale, deve essere data, per la
valutazione di tale titolo, anche l’indicazione dell’orario di attività settimanale; per le dichiarazioni relative
ai servizi prestati presso case di cura, è necessario che
l’aspirante indichi con chiarezza se le struttura è o
meno accreditata o convenzionata con il Servizi Sanitario Nazionale; posizione in ordine al disposto di cui
all’art. 46 DPR 761/1979, con precisazione della misura
dell’eventuale riduzione del punteggio di anzianità, per
i servizi prestati presso il SSN; motivo di cessazione del
rapporto.
Le dichiarazioni sostitutive richiedono una delle
seguenti forme:
138
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- devono essere sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto;
- devono essere sottoscritte dall’interessato e presentate unitamente a fotocopia fronte retro di valido documento di identità del sottoscrittore.
Ogni dichiarazione deve contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole che, in caso di dichiarazioni mendaci, lo stesso incorre nelle sanzioni penali
di cui all’art. 76 DPR 445/2000, oltre alla decadenza
dei benefici eventualmente conseguiti sulla base delle
dichiarazioni non veritiere. L’ESTAV Sud-Est si riserva
la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni
sostitutive rese dal candidato, con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni.
Non sarà tenuto conto di titoli e di dichiarazioni sostitutive non conformi alle caratteristiche richieste.
Modalità di svolgimento della selezione
Apposita Commissione esaminatrice, nominata dal
Direttore Generale ESTAV Sud-Est con le modalità previste dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs. 502/1992 e s.m.i.,
procederà allo svolgimento della selezione e predisporrà
una terna di candidati idonei sulla base:
a) della valutazione del curriculum professionale dei
concorrenti;
b) dell’effettuazione di un colloquio, diretto alla
valutazione delle capacità professionali del candidato
nella specifica disciplina, con riferimento anche alle
esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità gestionali. Organizzative e di
direzione del candidato stesso, in relazione all’incarico
da svolgere.
La Commissione esaminatrice disporrà di 80 punti,
così ripartiti:
curriculum massimo 30 punti;
colloquio massimo 50 punti.
Il curriculum professionale dei concorrenti sarà valutato con riferimento:
- alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le
strutture presso le quali il candidato ha svolto la propria
attività ed alla tipologia delle prestazioni erogate dalle
strutture medesime (punteggio massimo 3 punti);
- alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze, con indicazione di eventuali
specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni
di direzione (punteggio massimo 6 punti);
- alla tipologia quali-quantitativa delle prestazioni
effettuate dal candidato (punteggio massimo 12 punti);
- soggiorni di studio o di addestramento professionale
per attività inerenti alla disciplina in rilevanti strutture
italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con
esclusione dei tirocinii obbligatori; partecipazione a
corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati
all’estero, nonché alle pregresse idoneità nazionali (punteggio massimo 2 punti);
- all’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di
personale sanitario, con indicazione delle ore annue di
insegnamento (punteggio massimo 3 punti);
- alla produzione scientifica strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei
lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica
(punteggio massimo 4 punti).
La data ed il luogo del colloquio saranno comunicati
ai candidati con lettera raccomandata a. r. almeno 20
giorni prima della data di effettuazione del medesimo. I
candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di identità. Il candidato che non risulti presente
nel giorno, ora e luogo indicati sarà considerato rinunciatario, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non
dipendente dalla volontà del candidato stesso.
Sorteggio componenti della commissione esaminatrice
Il sorteggio dei componenti della Commissione
esaminatrice, previsto dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs.
502/1992 e s.m.i., avrà luogo il quindicesimo giorno
successivo alla scadenza del presente avviso presso il
Centro Direzionale di ESTAV Sud Est, Piazza Rosselli,
24 – Siena.
Al sorteggio è preposta apposita Commissione, nominata ai sensi dell’art. 6 DPR 483/1997. Nel caso in cui
il giorno stabilito coincida con una festività o con altro
giorno di chiusura degli uffici, il sorteggio avrà luogo
alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.
Nel caso in cui, sempre in tale giorno, la Commissione di
sorteggio risulti indisponibile per cause di forza maggiore (es. assenza improvvisa di un componente), ovvero nel
caso in cui uno o più sorteggiati non accettino la nomina
o risultino incompatibili con la funzione, si procederà
nuovi sorteggi, che si effettueranno, nel medesimo luogo
ed alla stessa ora, ogni primo e quindicesimo giorno del
mese, fin quando non verrà completata la Commissione.
Nel caso in cui uno dei giorni, come sopra determinati,
coincida con una festività o con altro giorno di chiusura
degli uffici, il sorteggio avrà luogo alla stessa ora del
primo giorno successivo non festivo.
Conferimento dell’incarico
Secondo quanto previsto dall’art. 15 comma 7bis D.
Lgs. 502/1992 e s.m.i., il Direttore Generale dell’Azienda USL 9 Grosseto individuerà il candidato da nominare
nell’ambito di una terna di idonei predisposta dalla Commissione esaminatrice sulla base dei migliori punteggi
riportati. Ove intenda nominare uno dei due candidati
che non hanno conseguito il miglior punteggio, la scelta
dovrà essere adeguatamente motivata.
L’incarico avrà durata quinquennale, rinnovabile per
lo stesso periodo o per periodo più breve, e potrà essere
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
conferito solo in regime di rapporto esclusivo, da mantenere per tutta la durata dell’incarico stesso.
Adempimenti del vincitore
Il candidato al quale viene attribuito l’incarico sarà
invitato, a mezzo lettera raccomandata a. r., a presentarsi,
nei tempi indicati nella comunicazione stessa, all’Ufficio
Assunzioni dell’Azienda USL 9 Grosseto per gli adempimenti preliminari alla firma del contratto individuale
di lavoro - che sarà stipulato ai sensi del CCNL Dirigenza Medica e Veterinaria del SSN. vigente al momento
dell’assunzione - nonché per la firma del contratto stesso.
Con questo atto è implicita l’accettazione, senza riserve,
di tutte le disposizioni che disciplinano e disciplineranno
lo stato giuridico ed il trattamento economico dei dipendenti delle aziende ospedaliere. Il trattamento economico
è quello previsto dal CCNL vigente per la Dirigenza
Medica e Veterinaria. Gli effetti economici decorrono
dalla data di effettiva presa di servizio, che comunque
deve avvenire entro i 30 giorni successivi alla data di
ricevimento della comunicazione di nomina, a pena di
decadenza dei diritti conseguiti. Il vincitore deve dichiarare, al momento dell’inizio del rapporto di lavoro, di
non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di
non trovarsi in alcuna delle situazioni di incompatibilità
richiamate dall’art. 53 D. Lgs. 165/2001.
Trattamento dei dati e consenso
Ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003, i dati personali
forniti dai candidati saranno raccolti presso ESTAV SudEst per le finalità di gestione della selezione in esame
e saranno trattati presso una banca dati automatizzata,
anche successivamente all’eventuale instaurazione del
rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del
rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso. Le medesime
informazioni potranno essere comunicate unicamente
alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate
allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridicoeconomica del candidato. L’interessato gode dei diritti
di cui all’art. 7 del citato decreto, tra i quali figura il
diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni
139
diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare,
aggiornare, completare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto
di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Il
responsabile del trattamento dati è il Direttore Generale
dell’ESTAV Sud-Est.
La presentazione delle domande di partecipazione
al concorso da parte dei candidati implica il consenso
al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati
sensibili, effettuato da ESTAV Sud-Est per le finalità
suddette.
Norme finali
Il Direttore Generale di ESTAV Sud-Est si riserva la
facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare
il presente bando, ovvero di riaprire i termini di scadenza del medesimo, qualora ricorrano motivi legittimi e
particolari ragioni dell’Azienda USL 9 Grosseto - che
ha inoltre la facoltà di non conferire l’incarico - senza
che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto e
possano elevare obiezioni di sorta. La partecipazione alla
presente selezione presuppone l’integrale conoscenza ed
accettazione, da parte dei candidati, delle disposizioni
di legge e contrattuali relative alle assunzioni presso le
Aziende del SSN e di quelle relative allo stato giuridico
ed al trattamento economico del personale. Per quanto
non esplicitamente contemplato nel presente bando si
intendono richiamate, a tutti gli effetti, le norme di cui
al DPR n. 484/1997 e le disposizioni di legge applicabili in materia. Per eventuali chiarimenti e informazioni
gli aspiranti potranno rivolgersi all’ESTAV Sud-Est
– Concorsi Area Dirigenza e Strutture Complesse (tel.
0577769524) secondo il seguente orario: lunedì - venerdì ore 10/12. Il presente avviso di selezione, nonché lo
schema esemplificativo della domanda e le dichiarazioni
sostitutive, sono pubblicate sul sito Internet dell’ESTAV
Sud-Est www.estav-sudest.toscana.it, a partire dalla data
di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Il Commissario
Marco Menchini
SEGUONO ALLEGATI
140
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AL DIRETTORE GENERALE
ESTAV SUD-EST
Piazza C. Rosselli n. 24
53100 SIENA
[email protected]
Il sottoscritto COGNOME……………………………..……. NOME….……………...…………………...
Nato a …………….……………………………………….………………………… il ……………………..
Codice fiscale …………………………………………………………………………………………………
Residente in Via/Piazza ……………………………………………………………………. n ……………
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
Recapiti telefonici ……………………………….…………………………………………………………..
E mail ………………………………………………………………………………………………………….
Domicilio presso il quale inviare ogni comunicazione (indicare unicamente se diverso dalla
residenza):
Via / Piazza ……………………………………………….………..……………………... n. ……….…..….
Località ……………….………………………………………….…………. Prov. ………. CAP ………….
Recapiti telefonici…………………………………………………………. ………………………………….
chiede di partecipare all’avviso di selezione per il conferimento di un incarico quinquennale,
rinnovabile, di Dirigente Medico - disciplina: Gastroenterologia - per la direzione della
Struttura Complessa “U. O. C. Gastroenterologia” dell’Azienda USL 9 Grosseto.
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000, consapevole delle responsabilità
penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti (art. 76 DPR
445/2000), il sottoscritto dichiara:
‰ Di possedere cittadinanza ……………………………………………………………………...…..;
‰ Di
essere
iscritto
nelle
liste
elettorali
del
Comune
(o
Stato
Estero)
di………………………………………………………………………………………………….…
(indicare i motivi della eventuale non iscrizione o cancellazione);
‰ Di non aver riportato condanne penali (in caso positivo dichiarare le condanne penali riportate);
‰ Di non aver procedimenti penali in corso (in caso positivo dichiarare i procedimenti penali in
corso);
‰ Di aver conseguito il Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di
……………………………………..………………….…….. in data ……………….………………..;
‰ Di aver conseguito il Diploma di Specializzazione in………………………………………….
…………………………………….………… presso l’Università di………………………………
……………………………………………………….…………… in data ……………………………;
‰ Di
essere iscritto all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di
………………………………………………………….….... dal ……………………….…………...,
posizione n. ……..…………;
‰ Di trovarsi nella seguente posizione nei confronti degli obblighi militari (per i candidati di sesso
maschile):………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………….…;
‰ di aver prestato, presso Pubbliche Amministrazioni, i servizi che risultano dalle dichiarazioni
sostitutive rilasciate nel curriculum formativo e professionale;
‰ Di non essere stato dispensato dall’impiego presso PP. AA.;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
141
Il sottoscritto allega alla presente domanda:
1) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del DPR 484/1997, formulato come dichiarazione
sostitutiva di certificazione e atto di notorietà (ved. fac-simile allegato);
2) Elenco dei documenti allegati, datato e firmato;
3) Ricevuta del versamento della tassa di concorso di Euro 10,00;
4) Fotocopia fronte retro di un valido documento di identità personale.
Il sottoscritto autorizza l’Amministrazione dell’ESTAV Sud-Est al trattamento di tutti i dati
personali comuni e sensibili forniti con la presente istanza e formati successivamente nell’ambito
dello svolgimento del concorso e nell’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità
inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il sottoscritto, inoltre, si impegna a comunicare
tempestivamente eventuali variazioni di indirizzo, sollevando l’Amministrazione da responsabilità in
caso di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento del domicilio indicato nella presente
domanda.
Luogo e data …………………………..
FIRMA
………………..………….………………………………….
142
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE
FORMULATO AI SENSI DEGLI ARTT. 6 E 8 DPR 484/1997
E DEGLI ARTT. 46 E 47 DPR 445/2000
(DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’)
Il sottoscritto ….…………………….………………………………… …..……………………………,
codice fiscale ………………………………..………………………….…………………………………..…
nato a …………………………………..…………………………… il ……..…………………………..,
residente in Via/Piazza ……………………….……………………………………. n …………..…..……,
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
consapevole delle responsabilità penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni non
veritiere, ai sensi e
per gli effetti di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/00 e sotto la
propria personale responsabilità
DICHIARA
i seguenti
stati, fatti
e
qualità
personali:
A) Titoli di studio:
Laurea in …………………………………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
voto ……………………….. in data …………….……… ……………..
Specializzazione in ……………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
Altro (es. Dottorato di ricerca, Master universitario) …………………………………………………
conseguito presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
B) Iscrizione albo ordine dei Medici Chirurghi di …………………………….……………………………
n. posizione …………….. decorrenza iscrizione ……………………………………………….……..
C) Esperienze lavorative e/o professionali:
Azienda / Ente (indicare esatta denominazione): ………………………………………………………..
Natura giuridica (indicare se pubblico/privato/privato accreditato o convenzionato): …………………
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Profilo professionale (indicare esatta denominazione, disciplina e tipologia del rapporto in caso di
co co co e/o prestazione d’opera): ………………………………………………………………………...
A tempo indeterminato / a tempo determinato (cancellare l’ipotesi che non interessa)
A tempo pieno / a tempo parziale (indicare n. ore settimanali o percentuale): …………..
Ricorrono / non ricorrono (cancellare l’ipotesi che non interessa solo in caso di servizi presso SSN)
le condizioni di cui all’art. 46 ultimo comma DPR 761/1979
Tipologia dell’Azienda/Ente e delle prestazioni da essa/o erogate: ……………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Competenze (indicare i propri eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione): ……………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………...
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
143
D) Soggiorni di studio o di addestramento professionale (qualora attinenti alla disciplina e effettuati
in rilevanti strutture italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con esclusione dei tirocini
obbligatori):
Struttura: ………………………………………………………………………………………………………
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Attività svolte: …………………………………………………………………………………………………
E) Pubblicazioni /abstract / poster / altro presentate (indicare se originale,copia conforme o altro; la
produzione scientifica deve essere strettamente pertinente alla disciplina):
Titolo: …………………………………………………………………………………………………………
Autori …………………………………………………………………………………………………………
Rivista scientifica / altro …………………………………………………………………………………….
Originale/copia conforme/file PDF (cancellare le ipotesi che non interessano)
F) Attività didattica (presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, laurea o
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario):
Corso ………………………………………………………………………………………........................
Materia di insegnamento:..........................…………………………………………………………………
Struttura …....................................................................................................……….........................
Anno accademico ……………………………………..……… Ore docenza n. ……………………….
G) Partecipazione ad attività di aggiornamento, convegni, seminari, etc:
Titolo del Corso ………………………………………………………………………………………...........
Ente Organizzatore / Luogo di svolgimento…......................................................................................
Data/e di svolgimento……………………………………..……… Ore complessive n. …………………
Modalità di svolgimento (indicare se come uditore o come relatore; con esame finale o senza; se
con ECM e quanti): ..........................……………………………………………………………………...
H) Tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate (casistiche riferite al decennio
precedente la data di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale):
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
I) (Solo per i cittadini di Stati membri della Unione Europea) Dichiarazione relativa al godimento dei
diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza, al possesso di tutti i requisiti previsti
per i cittadini italiani, ad eccezione della cittadinanza italiana, nonché di avere una adeguata
conoscenza della lingua italiana:
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Il sottoscritto dichiara inoltre che le fotocopie eventualmente allegate sono conformi agli originali
in suo possesso e che quanto dichiarato nella domanda e nel presente curriculum corrisponde
al vero.
Si allega fotocopia fronte retro di un valido documento di identità.
Luogo e data ……………………………………
FIRMA
………………………………………………
144
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
ESTAV SUD-EST SIENA
Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio,
per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale nel
profilo di Dirigente Medico - disciplina: Cardiologia per
la direzione della “U.O.C. Emodinamica” dell’Azienda
USL 9 Grosseto.
In esecuzione della deliberazione del Commissario
di ESTAV Sud-Est con funzioni di Direttore Generale n.
150 del 26.06.2014, esecutivo ai sensi di legge, è indetta
selezione pubblica per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale rinnovabile, a tempo
determinato e con rapporto esclusivo, nel profilo di Dirigente Medico – disciplina: Cardiologia (Area Medica e
delle Specialità Mediche) per la direzione della Struttura
Complessa “U. O. C. Emodinamica” dell’Azienda USL
9 Grosseto.
La selezione è indetta ai sensi delle norme di cui al
D. Lgs. 502/1992 e s.m.i., al D. Lgs. 165/2001 e s.m.i.,
al DPR 484/1997, al DM Sanità 30.01.1998 e s.m.i., alla
LRT 40/2005 e s.m.i.
Specificità proprie dell’incarico
Tipologia di attività svolta nella struttura:
La rete ospedaliera dell’Azienda USL 9 Grosseto
(che assiste, dato censimento 2011, una popolazione residente di 220.564 abitanti su una superficie territoriale di
4.504,31 kmq) è strutturata in un ospedale di natura provinciale (Ospedale Misericordia di Grosseto), dotato di
circa 450 posti letto, nove sale operatorie ed una grande
area di Pronto Soccorso con circa 60.000 accessi l’anno,
di cui circa 18.000 prestazioni pediatriche; compongono
la suddetta rete altri 4 ospedali periferici, con circa 250
ulteriori posti letto totali.
La U. O. C. Emodinamica opera presso l’Ospedale
Misericordia di Grosseto ed è collocata nell’Area Funzionale Medica del suddetto ospedale; tale AF comprende anche le UU. OO. Medicina Interna, Cardiologia,
Nefrologia, Oncologia, Malattie Infettive, Neurologia,
Diabetologia e Gastroenterologia.
La U. O. C. è il riferimento aziendale della rete
ospedaliera della USL 9 (PP. OO. di Grosseto, Castel del
Piano, Orbetello, Massa Marittima, Pitigliano), fornendo
le prestazioni che le sono proprie al bacino di utenza
della provincia di Grosseto.
È in corso di realizzazione un nuovo edificio ospedaliero, che si aggiungerà alla struttura esistente, presso il
quale sarà collocata tutta l’alta intensità (Rianimazione,
Sub Intensive, UTIC, Emodinamica, Elettrofisiologia,
Blocco operatorio con 11 nuove sale) e tutta la degenza
chirurgica ad intensità medio alta.
La U. O. C. è dotata di:
- posti letto adeguati per ricoveri ordinari presso
l’Area Funzionale Medica e gestiti dalla U. O. C. Cardiologia;
- posti letto adeguati per ricoveri urgenti presso
l’Area Funzionale Critica (prevalentemente provenienti
dal Pronto Soccorso), gestiti dalla U. O. C. Cardiologia;
- posti letto adeguati per ricoveri di day hospital;
- struttura ambulatoriale per le visite di controllo post
PTCA.
L’attività operativa annualmente svolta dai dirigenti
medici e dal personale infermieristico è sintetizzabile
con i seguenti dati, riferiti all’anno 2013:
- 850 cateterismi diagnostici (cateterismo sinistro,
cateterismo destro, coronarografia, ventricolografia, aortografia);
- 470 angioplastiche coronariche, di cui 180 angioplastiche primarie in pazienti con STEMI; il 70% dell’attività è costituito da interventi in emergenza-urgenza;
Tali attività vengono attualmente assicurate dalle
seguenti risorse umane: 4 Dirigenti Medici.
Caratteristiche richieste al Direttore della struttura:
La direzione di tale struttura richiede adeguate competenze, conoscenze ed esperienza consolidata nel settore professionale e gestionale testé citato, con particolare
riferimento all’esecuzione di angioplastica coronarica
in regime di emergenza ed alla esecuzione di accesso
arterioso radiale. Nel settore della cardiologia interventistica coronarica viene richiesta un’ampia esperienza e
casistica (esecuzione come primo operatore di almeno
2.000 cateterismi cardiaci ed almeno 1.000 procedure interventistiche, di cui almeno il 20% in regime di
emergenza-urgenza).
Il candidato deve poi possedere competenze manageriali, con conoscenza ed esperienza diretta nella organizzazione e gestione di struttura organizzativa inserita in
ospedale organizzato per intensità di cura. Deve essere in
grado di assicurare la crescita professionale delle risorse
umane che gli sono affidate. Deve infine conoscere ed
applicare gli strumenti della negoziazione di budget,
nonché avere cultura e competenza per la qualità, la sicurezza delle cure e la gestione del rischio clinico.
Requisiti di ammissione
Possono partecipare alla selezione coloro che sono in
possesso dei seguenti requisiti:
A) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi la cittadinanza
di uno Stato membro che siano titolari del diritto di
soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero
cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di
soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che
siano titolari dello status di rifugiato o di protezione
sussidiaria;
B) Idoneità fisica all’impiego; l’accertamento di tale
idoneità, con l’osservanza delle norme in materia di
categorie protette, è effettuato a cura dell’Azienda prima
dell’immissione in servizio.
C) Diploma di laurea in Medicina e Chirurgia;
D) Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chi-
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
rurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio.
E) Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
L’anzianità di servizio deve essere maturata nei luoghi
e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997 o ad essi
equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 – 12 – 13. Ai
fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive
tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive
modificazioni ed integrazioni. E’ altresì valutabile, ai
sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le
strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del
Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali.
F) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del
DPR 484/1997, in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella disciplina, come specificato all’art. 6 del DPR 484/1997, salvo
quanto previsto all’art. 15 comma 3 DPR 484/1997;
G) Attestato di formazione manageriale di cui all’art.
5, comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
H) Età – La partecipazione a procedure concorsuali o
selettive indette da PP. AA. non è soggetta a limiti di età.
L’incarico, tuttavia, non potrà essere conferito qualora il
candidato, al termine della durata del medesimo, abbia
un’età superiore a quella prevista dalle vigenti norme in
materia di collocamento a riposo.
Ai sensi dell’art. 7 comma 1 D. Lgs. 165/2001 e
s.m.i. è garantita pari opportunità tra uomini e donne per
l’accesso al lavoro ed il relativo trattamento sul lavoro.
Non possono accedere all’impiego coloro che sono
stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che
sono stati dispensati dall’impiego presso PP. AA., per
aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione
di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla
data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
Domande di ammissione
Le domande di partecipazione alla selezione (redatte
145
in carta libera secondo lo schema esemplificativo allegato) debitamente sottoscritte – pena esclusione – devono
essere spedite con una delle seguenti modalità:
- a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento
a: Direttore Generale di ESTAV Sud-Est – Piazza C.
Rosselli n. 24 – 53100 SIENA; in tal caso all’esterno
della busta deve essere indicato il mittente e deve essere
riportata la dicitura “DOMANDA UOC EMODINAMICA USL 9”
- mediante Posta Elettronica Certificata all’indirizzo
[email protected], secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.; in tal caso
la dicitura di cui sopra (“DOMANDA UOC EMODINAMICA USL 9”) deve essere riportata nell’oggetto della
mail. La validità di tale modalità di invio è subordinata
all’utilizzo da parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata personale. Non è possibile l’invio da
casella di posta elettronica semplice, anche se indirizzato
alla casella PEC sopra indicata. Si prega inoltre di inviare domanda, debitamente sottoscritta pena esclusione, e
allegati in formato PDF, inserendo il tutto, ove possibile,
in un unico file.
La spedizione deve essere fatta, pena esclusione,
entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello
della data di pubblicazione dell’estratto del presente
avviso sulla Gazzetta Ufficiale. Qualora detto giorno
sia festivo, il termine sarà prorogato al primo giorno
successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti ad esse correlati è
perentorio. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio
Postale accettante. L’eventuale riserva di successivo
invio di documenti è pertanto priva di effetto.
Nella domanda di ammissione (che deve contenere
l’indicazione esatta dell’avviso al quale si riferisce)
gli aspiranti devono dichiarare, sotto la loro personale
responsabilità, ai sensi dell’art. 3 DPR 483/1997:
1. Cognome e nome; luogo e data di nascita; residenza;
2. Il possesso della cittadinanza di uno degli Stati
membri dell’Unione Europea, ovvero di una cittadinanza
tra quelle descritte al punto A) dei requisiti di ammissione;
3. Il Comune o lo Stato estero nelle cui liste elettorali
sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della
cancellazione dalle liste medesime;
4. Le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso (tale dichiarazione
deve essere resa anche in caso negativo);
5. Il possesso dei requisiti di cui ai precedenti punti
C, D, E (vedi paragrafo successivo);
6. La posizione nei riguardi degli obblighi militari
(per i candidati di sesso maschile);
7. I servizi prestati come dipendenti presso PP. AA e
le eventuali cause di risoluzione degli stessi;
8. Il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto,
essere inviata ogni necessaria comunicazione ed il reca-
146
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
pito telefonico (in caso di mancata indicazione, vale, ad
ogni effetto, la residenza di cui al punto 1).
Il candidato dovrà apporre la propria firma in calce
ala domanda.
ESTAV non assume alcuna responsabilità per la
dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta
indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione di variazione dell’indirizzo
indicato nella domanda, né da eventuali disguidi postali
o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione
stessa.
Dichiarazione relativa al possesso dei requisiti specifici di partecipazione
Nella domanda di partecipazione alla selezione i candidati devono dichiarare il possesso dei requisiti specifici
di partecipazione, costituiti dai titoli indicati di seguito,
mediante apposita dichiarazione sostitutiva (vedi fac
simile allegato):
- Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia;
- Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale
di uno dei paesi della U.E. consente la partecipazione
alla selezione, fermo restando l’obbligo della iscrizione
all’albo in Italia, prima dell’assunzione in servizio;
- Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque
nella disciplina o in disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in disciplina equipollente,
ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
L’anzianità di servizio deve essere maturata nei luoghi
e nei modi previsti dall’art. 10 DPR 484/1997 o ad essi
equiparati ai sensi dei successivi artt. 11 – 12 – 13. Ai
fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive
tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive
modificazioni ed integrazioni. E’ altresì valutabile, ai
sensi dell’art. 1 DM Sanità 184/2000, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le
strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del
Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali.
- Attestato di formazione manageriale di cui all’art. 5,
comma 1- lettera “d” del DPR 484/1997, come modificato dall’art. 13 D. Lgs. 229/1999 – “art. 16 quinquies”.
Fino all’espletamento del primo corso di formazione
manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato
di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo
di conseguirlo entro un anno dalla assunzione dell’incarico con la frequenza ed il superamento dell’apposito
corso attivato dalla Regione. Il mancato superamento
del primo corso attivato dalla Regione, successivamente
al conferimento dell’incarico, determina la decadenza
dall’incarico stesso.
Altre dichiarazioni
L’indicazione di documenti e titoli, ulteriormente
posseduti dal candidato rispetto ai requisiti di cui sopra
e dei quali lo stesso chiede la valutazione, deve essere
contenuta in apposita dichiarazione sostitutiva di certificazione / atto di notorietà (vedi fac simile allegato).
Documentazione da allegare: curriculum professionale
Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegato
un curriculum professionale, datato e firmato, ai sensi
dell’art. 8 del DPR 484/1997, in cui sia documentata specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella
disciplina. Fino all’emanazione dei provvedimenti di cui
all’art. 6 del DPR 484/1997, si prescinde dal requisito
della specifica attività professionale (art. 15 comma 3
DPR 484/1997).
Il contenuto del curriculum dovrà concernere:
- la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le
strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture
medesime;
- la posizione funzionale del candidato nelle strutture
e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione;
- la tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate dal candidato. A tale riguardo si precisa
che le casistiche devono essere riferite al decennio precedente la data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
del presente avviso;
- i soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi,
con esclusione dei tirocini obbligatori;
- l’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o di
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione
di personale sanitario con indicazione delle ore annue di
insegnamento;
- la partecipazione a corsi, congressi, convegni e
seminari anche effettuati all’estero, nonché le pregresse
idoneità nazionali;
- la produzione scientifica, strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei
lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica.
I candidati sono invitati a formulare il proprio curriculum utilizzando il fac simile allegato, predisposto
come dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto
di notorietà (vedi paragrafo sull’obbligo di utilizzo di
dichiarazioni sostitutive).
La casistica di specifiche esperienze ed attività professionali, riferita al decennio precedente alla pubblicazione dell’estratto del presente avviso sulla Gazzetta
Ufficiale deve essere certificata dal Direttore sanitario,
sulla base di attestazione del Dirigente responsabile del
competente Dipartimento o Unità Operativa, secondo
quanto previsto dall’art. 8 comma 5 DPR 484/1997.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Altra documentazione da allegare
Alla domanda deve inoltre obbligatoriamente essere
allegato:
1. Elenco in carta libera, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati, numerati progressivamente in
relazione al corrispondente titolo;
2. Eventuali pubblicazioni di cui il candidato è
autore / coautore, attinenti alla disciplina oggetto della
selezione, devono essere edite a stampa e pertanto essere
comunque presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome. È ammessa la presentazione di copie, purché
il candidato, mediante dichiarazione sostitutiva resa
secondo le modalità specificate, dichiari che le stesse
sono conformi all’originale. È altresì ammessa la presentazione, in luogo degli originali e/o delle copie, di CD (o
altro supporto) contenente i files delle pubblicazioni in
formato PDF.
3. Fotocopia di un documento di identità in corso di
validità.
4. Ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento della
tassa di concorso, pari a 10,00 Euro non rimborsabili,
da versare sul c.c.p. n. 91975219 intestato ad ESTAV
Sud-Est, Piazza Rosselli n. 24 - 53100 Siena, recante
l’indicazione della causale del versamento.
Importante: obbligo di utilizzo di dichiarazioni sostitutive
Ai sensi della normativa vigente, con riferimento in
particolare alle modifiche apportate con Legge 183/2011
al DPR 445/2000 (in relazione agli artt. 40, 41, 43, 72 e
74 comma c.bis):
- le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono
valide ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati;
- nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli
atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni
di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000 (dichiarazioni
sostitutive di certificazione e dichiarazioni sostitutive di
atto di notorietà);
- costituisce violazione dei doveri d’ufficio la richiesta e l’accettazione di certificati o di atti di notorietà
Nel rispetto di quanto sopra nessuna certificazione
rilasciata da Pubbliche Amministrazioni deve essere trasmessa ad ESTAV Sud-Est da parte dei candidati.
Per lo stesso motivo gli stessi sono invitati a formulare la domanda di partecipazione utilizzando la modulistica allegata al presente bando. La corretta e completa
compilazione della domanda e del curriculum secondo i
fac-simile proposti consente infatti ad ESTAV Sud-Est ed
alla Commissione Tecnica relativa al presente avviso di
disporre di tutte le informazioni utili rispettivamente per
la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione e
per la successiva valutazione comparativa dei curricula.
ESTAV SUD-EST INFORMA I CANDIDATI CHE
NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE
147
DICHIARAZIONI GENERICHE O INCOMPLETE.
L’INTERESSATO È TENUTO A SPECIFICARE CON
ESATTEZZA TUTTI GLI ELEMENTI E I DATI NECESSARI PER UNA CORRETTA VALUTAZIONE.
Modalità generali per il rilascio di dichiarazioni sostitutive
Le dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46
DPR 445/2000: iscrizione in ordini professionali, titoli
di studio, titoli di specializzazione, di abilitazione, di
formazione, di aggiornamento e comunque tutti gli stati,
fatti e qualità personali di cui al punto 1 del citato art.
46) e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (art.
47 DPR 445/2000: da utilizzare, in particolare, per autocertificare i servizi presso pubbliche amministrazioni o
privati e per autenticare eventuali copie di documenti)
devono essere rilasciate una sola volta, nel corpo del
Curriculum formativo e professionale, formulato come
dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di
notorietà seguendo il fac simile allegato e corredato da
fotocopia fronte retro di un valido documento di identità,
senza ripetizioni in altri documenti, essendo del tutto
inutile, oltre che dispersivo, dichiarare le medesime
attività più volte in documenti diversi. I candidati sono
pertanto tenuti ad attenersi scrupolosamente alla presente
disposizione.
Modalità da seguire per le dichiarazioni sostitutive
- le dichiarazioni relative al titolo di studio, specializzazione, etc., devono indicare la struttura presso la
quale sono stati conseguiti i relativi diplomi, nonché la
data di conseguimento, la votazione riportata e la durata
del corso;
- nelle dichiarazioni inerenti i servizi prestati, l’interessato è tenuto a specificare: l’esatta denominazione e
l’indirizzo dell’ente presso il quale il servizio è prestato;
la natura giuridica del rapporto di lavoro (dipendente,
libera professione, etc.); se trattasi di rapporto di lavoro
a tempo indeterminato o a tempo determinato, a tempo
pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare la
percentuale); categoria e profilo professionale; periodo
di servizio effettuato (giorno, mese e anno di inizio e di
cessazione), nonché eventuali periodi di interruzione del
rapporto e loro motivo; nel comprovare lo svolgimento di
attività libero professionale, deve essere data, per la valutazione di tale titolo, anche l’indicazione dell’orario di
attività settimanale; per le dichiarazioni relative ai servizi
prestati presso case di cura, è necessario che l’aspirante
indichi con chiarezza se le struttura è o meno accreditata o convenzionata con il Servizi Sanitario Nazionale;
posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 DPR
761/1979, con precisazione della misura dell’eventuale
riduzione del punteggio di anzianità, per i servizi prestati
presso il SSN; motivo di cessazione del rapporto.
Le dichiarazioni sostitutive richiedono una delle
seguenti forme:
148
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
- devono essere sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto;
- devono essere sottoscritte dall’interessato e presentate unitamente a fotocopia fronte retro di valido documento di identità del sottoscrittore.
Ogni dichiarazione deve contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole che, in caso di dichiarazioni mendaci, lo stesso incorre nelle sanzioni penali
di cui all’art. 76 DPR 445/2000, oltre alla decadenza
dei benefici eventualmente conseguiti sulla base delle
dichiarazioni non veritiere. L’ESTAV Sud-Est si riserva
la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni
sostitutive rese dal candidato, con le modalità e nei termini previsti dalle vigenti disposizioni.
Non sarà tenuto conto di titoli e di dichiarazioni sostitutive non conformi alle caratteristiche richieste.
Modalità di svolgimento della selezione
Apposita Commissione esaminatrice, nominata dal
Direttore Generale ESTAV Sud-Est con le modalità previste dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs. 502/1992 e s.m.i.,
procederà allo svolgimento della selezione e predisporrà
una terna di candidati idonei sulla base:
a) della valutazione del curriculum professionale dei
concorrenti;
b) dell’effettuazione di un colloquio, diretto alla
valutazione delle capacità professionali del candidato
nella specifica disciplina, con riferimento anche alle
esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità gestionali. Organizzative e di
direzione del candidato stesso, in relazione all’incarico
da svolgere.
La Commissione esaminatrice disporrà di 80 punti,
così ripartiti:
curriculum massimo 30 punti;
colloquio massimo 50 punti.
Il curriculum professionale dei concorrenti sarà valutato con riferimento:
- alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le
strutture presso le quali il candidato ha svolto la propria
attività ed alla tipologia delle prestazioni erogate dalle
strutture medesime (punteggio massimo 3 punti);
- alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze, con indicazione di eventuali
specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni
di direzione (punteggio massimo 6 punti);
- alla tipologia quali-quantitativa delle prestazioni
effettuate dal candidato (punteggio massimo 12 punti);
- soggiorni di studio o di addestramento professionale
per attività inerenti alla disciplina in rilevanti strutture
italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con
esclusione dei tirocinii obbligatori; partecipazione a
corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati
all’estero, nonché alle pregresse idoneità nazionali (punteggio massimo 2 punti);
- all’attività didattica presso corsi di studio per il
conseguimento di diploma universitario, di laurea o specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di
personale sanitario, con indicazione delle ore annue di
insegnamento (punteggio massimo 3 punti);
- alla produzione scientifica strettamente pertinente
alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei
lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica
(punteggio massimo 4 punti).
La data ed il luogo del colloquio saranno comunicati
ai candidati con lettera raccomandata a. r. almeno 20
giorni prima della data di effettuazione del medesimo. I
candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di identità. Il candidato che non risulti presente
nel giorno, ora e luogo indicati sarà considerato rinunciatario, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non
dipendente dalla volontà del candidato stesso.
Sorteggio componenti della commissione esaminatrice
Il sorteggio dei componenti della Commissione esaminatrice, previsto dall’art. 15 comma 7bis D. Lgs. 502/1992
e s.m.i., avrà luogo il quindicesimo giorno successivo alla
scadenza del presente avviso presso il Centro Direzionale
di ESTAV Sud Est, Piazza Rosselli, 24 – Siena.
Al sorteggio è preposta apposita Commissione, nominata ai sensi dell’art. 6 DPR 483/1997. Nel caso in cui
il giorno stabilito coincida con una festività o con altro
giorno di chiusura degli uffici, il sorteggio avrà luogo
alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.
Nel caso in cui, sempre in tale giorno, la Commissione di
sorteggio risulti indisponibile per cause di forza maggiore (es. assenza improvvisa di un componente), ovvero nel
caso in cui uno o più sorteggiati non accettino la nomina
o risultino incompatibili con la funzione, si procederà
nuovi sorteggi, che si effettueranno, nel medesimo luogo
ed alla stessa ora, ogni primo e quindicesimo giorno del
mese, fin quando non verrà completata la Commissione.
Nel caso in cui uno dei giorni, come sopra determinati,
coincida con una festività o con altro giorno di chiusura
degli uffici, il sorteggio avrà luogo alla stessa ora del
primo giorno successivo non festivo.
Conferimento dell’incarico
Secondo quanto previsto dall’art. 15 comma 7bis D.
Lgs. 502/1992 e s.m.i., il Direttore Generale dell’Azienda USL 9 Grosseto individuerà il candidato da nominare
nell’ambito di una terna di idonei predisposta dalla Commissione esaminatrice sulla base dei migliori punteggi
riportati. Ove intenda nominare uno dei due candidati
che non hanno conseguito il miglior punteggio, la scelta
dovrà essere adeguatamente motivata.
L’incarico avrà durata quinquennale, rinnovabile per
lo stesso periodo o per periodo più breve, e potrà essere
conferito solo in regime di rapporto esclusivo, da mantenere per tutta la durata dell’incarico stesso.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Adempimenti del vincitore
Il candidato al quale viene attribuito l’incarico sarà
invitato, a mezzo lettera raccomandata a. r., a presentarsi,
nei tempi indicati nella comunicazione stessa, all’Ufficio
Assunzioni dell’Azienda USL 9 Grosseto per gli adempimenti preliminari alla firma del contratto individuale
di lavoro - che sarà stipulato ai sensi del CCNL Dirigenza Medica e Veterinaria del SSN. vigente al momento
dell’assunzione - nonché per la firma del contratto stesso.
Con questo atto è implicita l’accettazione, senza riserve,
di tutte le disposizioni che disciplinano e disciplineranno
lo stato giuridico ed il trattamento economico dei dipendenti delle aziende ospedaliere. Il trattamento economico
è quello previsto dal CCNL vigente per la Dirigenza
Medica e Veterinaria. Gli effetti economici decorrono
dalla data di effettiva presa di servizio, che comunque
deve avvenire entro i 30 giorni successivi alla data di
ricevimento della comunicazione di nomina, a pena di
decadenza dei diritti conseguiti. Il vincitore deve dichiarare, al momento dell’inizio del rapporto di lavoro, di
non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di
non trovarsi in alcuna delle situazioni di incompatibilità
richiamate dall’art. 53 D. Lgs. 165/2001.
Trattamento dei dati e consenso
Ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003, i dati personali
forniti dai candidati saranno raccolti presso ESTAV SudEst per le finalità di gestione della selezione in esame
e saranno trattati presso una banca dati automatizzata,
anche successivamente all’eventuale instaurazione del
rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del
rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso. Le medesime
informazioni potranno essere comunicate unicamente
alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate
allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridicoeconomica del candidato. L’interessato gode dei diritti
di cui all’art. 7 del citato decreto, tra i quali figura il
diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni
diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare,
149
aggiornare, completare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto
di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Il
responsabile del trattamento dati è il Direttore Generale
dell’ESTAV Sud-Est.
La presentazione delle domande di partecipazione al
concorso da parte dei candidati implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, effettuato da ESTAV Sud-Est per le finalità suddette.
Norme finali
Il Direttore Generale di ESTAV Sud-Est si riserva la
facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare
il presente bando, ovvero di riaprire i termini di scadenza del medesimo, qualora ricorrano motivi legittimi e
particolari ragioni dell’Azienda USL 9 Grosseto - che
ha inoltre la facoltà di non conferire l’incarico - senza
che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto e
possano elevare obiezioni di sorta. La partecipazione alla
presente selezione presuppone l’integrale conoscenza ed
accettazione, da parte dei candidati, delle disposizioni
di legge e contrattuali relative alle assunzioni presso le
Aziende del SSN e di quelle relative allo stato giuridico
ed al trattamento economico del personale. Per quanto
non esplicitamente contemplato nel presente bando si
intendono richiamate, a tutti gli effetti, le norme di cui
al DPR n. 484/1997 e le disposizioni di legge applicabili in materia. Per eventuali chiarimenti e informazioni
gli aspiranti potranno rivolgersi all’ESTAV Sud-Est
– Concorsi Area Dirigenza e Strutture Complesse (tel.
0577769524) secondo il seguente orario: lunedì - venerdì ore 10/12. Il presente avviso di selezione, nonché lo
schema esemplificativo della domanda e le dichiarazioni
sostitutive, sono pubblicate sul sito Internet dell’ESTAV
Sud-Est www.estav-sudest.toscana.it, a partire dalla data
di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Il Commissario
Marco Menchini
SEGUONO ALLEGATI
150
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AL DIRETTORE GENERALE
ESTAV SUD-EST
Piazza C. Rosselli n. 24
53100 SIENA
[email protected]
Il sottoscritto COGNOME……………………………..……. NOME….……………...…………………...
Nato a …………….……………………………………….………………………… il ……………………..
Codice fiscale …………………………………………………………………………………………………
Residente in Via/Piazza ……………………………………………………………………. n ……………
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
Recapiti telefonici ……………………………….…………………………………………………………..
E mail ………………………………………………………………………………………………………….
Domicilio presso il quale inviare ogni comunicazione (indicare unicamente se diverso dalla
residenza):
Via / Piazza ……………………………………………….………..……………………... n. ……….…..….
Località ……………….………………………………………….…………. Prov. ………. CAP ………….
Recapiti telefonici…………………………………………………………. ………………………………….
chiede di partecipare all’avviso di selezione per il conferimento di un incarico quinquennale,
rinnovabile, di Dirigente Medico - disciplina: Cardiologia - per la direzione della Struttura
Complessa “U. O. C. Emodinamica” dell’Azienda USL 9 Grosseto.
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000, consapevole delle responsabilità
penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti (art. 76 DPR
445/2000), il sottoscritto dichiara:
‰ Di possedere cittadinanza ……………………………………………………………………...…..;
‰ Di
essere
iscritto
nelle
liste
elettorali
del
Comune
(o
Stato
Estero)
di………………………………………………………………………………………………….…
(indicare i motivi della eventuale non iscrizione o cancellazione);
‰ Di non aver riportato condanne penali (in caso positivo dichiarare le condanne penali riportate);
‰ Di non aver procedimenti penali in corso (in caso positivo dichiarare i procedimenti penali in
corso);
‰ Di aver conseguito il Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di
……………………………………..………………….…….. in data ……………….………………..;
‰ Di aver conseguito il Diploma di Specializzazione in………………………………………….
…………………………………….………… presso l’Università di………………………………
……………………………………………………….…………… in data ……………………………;
‰ Di
essere iscritto all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di
………………………………………………………….….... dal ……………………….…………...,
posizione n. ……..…………;
‰ Di trovarsi nella seguente posizione nei confronti degli obblighi militari (per i candidati di sesso
maschile):………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………….…;
‰ di aver prestato, presso Pubbliche Amministrazioni, i servizi che risultano dalle dichiarazioni
sostitutive rilasciate nel curriculum formativo e professionale;
‰ Di non essere stato dispensato dall’impiego presso PP. AA.;
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
151
Il sottoscritto allega alla presente domanda:
1) Curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 del DPR 484/1997, formulato come dichiarazione
sostitutiva di certificazione e atto di notorietà (ved. fac-simile allegato);
2) Elenco dei documenti allegati, datato e firmato;
3) Ricevuta del versamento della tassa di concorso di Euro 10,00;
4) Fotocopia fronte retro di un valido documento di identità personale.
Il sottoscritto autorizza l’Amministrazione dell’ESTAV Sud-Est al trattamento di tutti i dati
personali comuni e sensibili forniti con la presente istanza e formati successivamente nell’ambito
dello svolgimento del concorso e nell’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità
inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il sottoscritto, inoltre, si impegna a comunicare
tempestivamente eventuali variazioni di indirizzo, sollevando l’Amministrazione da responsabilità in
caso di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento del domicilio indicato nella presente
domanda.
Luogo e data …………………………..
FIRMA
………………..………….………………………………….
152
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE
FORMULATO AI SENSI DEGLI ARTT. 6 E 8 DPR 484/1997
E DEGLI ARTT. 46 E 47 DPR 445/2000
(DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’)
Il sottoscritto ….…………………….………………………………… …..……………………………,
codice fiscale ………………………………..………………………….…………………………………..…
nato a …………………………………..…………………………… il ……..…………………………..,
residente in Via/Piazza ……………………….……………………………………. n …………..…..……,
Località ……………………………………………………………. Prov. ..…...... CAP ………….………
consapevole delle responsabilità penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni non
veritiere, ai sensi e
per gli effetti di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/00 e sotto la
propria personale responsabilità
DICHIARA
i seguenti
stati, fatti
e
qualità
personali:
A) Titoli di studio:
Laurea in …………………………………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
voto ……………………….. in data …………….……… ……………..
Specializzazione in ……………………………………………………………………………
conseguita presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
Altro (es. Dottorato di ricerca, Master universitario) …………………………………………………
conseguito presso ………..……………………………………….. ……………………………………
in data …………….……… …………………………………….
B) Iscrizione albo ordine dei Medici Chirurghi di …………………………….……………………………
n. posizione …………….. decorrenza iscrizione ……………………………………………….……..
C) Esperienze lavorative e/o professionali:
Azienda / Ente (indicare esatta denominazione): ………………………………………………………..
Natura giuridica (indicare se pubblico/privato/privato accreditato o convenzionato): …………………
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Profilo professionale (indicare esatta denominazione, disciplina e tipologia del rapporto in caso di
co co co e/o prestazione d’opera): ………………………………………………………………………...
A tempo indeterminato / a tempo determinato (cancellare l’ipotesi che non interessa)
A tempo pieno / a tempo parziale (indicare n. ore settimanali o percentuale): …………..
Ricorrono / non ricorrono (cancellare l’ipotesi che non interessa solo in caso di servizi presso SSN)
le condizioni di cui all’art. 46 ultimo comma DPR 761/1979
Tipologia dell’Azienda/Ente e delle prestazioni da essa/o erogate: ……………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Competenze (indicare i propri eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di
direzione): ……………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………...
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
153
D) Soggiorni di studio o di addestramento professionale (qualora attinenti alla disciplina e effettuati
in rilevanti strutture italiane o estere, di durata non inferiore a tre mesi, con esclusione dei tirocini
obbligatori):
Struttura: ………………………………………………………………………………………………………
Dal (gg/mm/aaaa) …………………………. al (gg/mm/aaaa) …………………………….
Attività svolte: …………………………………………………………………………………………………
E) Pubblicazioni /abstract / poster / altro presentate (indicare se originale,copia conforme o altro; la
produzione scientifica deve essere strettamente pertinente alla disciplina):
Titolo: …………………………………………………………………………………………………………
Autori …………………………………………………………………………………………………………
Rivista scientifica / altro …………………………………………………………………………………….
Originale/copia conforme/file PDF (cancellare le ipotesi che non interessano)
F) Attività didattica (presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, laurea o
specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario):
Corso ………………………………………………………………………………………........................
Materia di insegnamento:..........................…………………………………………………………………
Struttura …....................................................................................................……….........................
Anno accademico ……………………………………..……… Ore docenza n. ……………………….
G) Partecipazione ad attività di aggiornamento, convegni, seminari, etc:
Titolo del Corso ………………………………………………………………………………………...........
Ente Organizzatore / Luogo di svolgimento…......................................................................................
Data/e di svolgimento……………………………………..……… Ore complessive n. …………………
Modalità di svolgimento (indicare se come uditore o come relatore; con esame finale o senza; se
con ECM e quanti): ..........................……………………………………………………………………...
H) Tipologia quantitativa e qualitativa delle prestazioni effettuate (casistiche riferite al decennio
precedente la data di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale):
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
I) (Solo per i cittadini di Stati membri della Unione Europea) Dichiarazione relativa al godimento dei
diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza, al possesso di tutti i requisiti previsti
per i cittadini italiani, ad eccezione della cittadinanza italiana, nonché di avere una adeguata
conoscenza della lingua italiana:
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………..
Il sottoscritto dichiara inoltre che le fotocopie eventualmente allegate sono conformi agli originali
in suo possesso e che quanto dichiarato nella domanda e nel presente curriculum corrisponde
al vero.
Si allega fotocopia fronte retro di un valido documento di identità.
Luogo e data ……………………………………
FIRMA
………………………………………………
154
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
BORSE DI STUDIO
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N. 10
FIRENZE
Avviso pubblico per n. 1 Borsa di Studio - Per il
progetto: ERA “Early Arthritis Florence: diagnosi
precoce artrite reumatoide”, finanziato da Pfizer Italia
S.r.l. Riapertura termini di scadenza del Bando.
In esecuzione del provvedimento del Direttore della
S.C. Gestione del Personale e Rapporti con OO.SS. n.
185 del 03.07.2014 sono riaperti i termini di scadenza
dell’Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 1 Borsa di Studio, relativa al progetto
ERA “Early Arthritis Florence: diagnosi precoce artrite
reumatoide”, approvato con delibera del Direttore Generale n. 768 del 08.10.2013, finanziato da Pfizer Italia
S.r.l.
Finalità del progetto:
La finalità del progetto è quella di istituire un servizio
dedicato alla diagnosi precoce dell’artrite reumatoide
con l’obiettivo di creare una rapida comunicazione tra i
Medici di Medicina Generale/Reumatologo del centro di
riferimento dell’Azienda.
Si rende necessario attivare una borsa di studio con
un medico specializzato in Reumatologia in grado di
supportare questa attività, migliorandone così l’efficienza clinica ed organizzativa.
La borsa di studio avrà la durata di 12 mesi, con
impegno quantificato in 20 ore settimanali.
Il borsista percepirà un compenso lordo, comprensivo di oneri a carico dell’Azienda, pari ad €. 21.250,00.
La sede di attività è presso la S.O.S. di Reumatologia
del Presidio Ospedaliero San Giovanni di Dio.
Al momento dell’assegnazione della Borsa di Studio,
il Borsista dovrà dimostrare di non essere titolare di rapporto di lavoro subordinato presso strutture pubbliche o
private, né in rapporto di convenzione con il SSN.
Art. 1
Possono partecipare al presente Avviso Pubblico
coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti:
1. Laurea in Medicina e Chirurgia;
2. Specializzazione in Reumatologia;
3. Competenze professionali cliniche e diagnostiche;
4. Competenze ecografiche per lo studio di malattie
reumatiche
I compiti del borsista, relativamente alla attività progettuale, si sostanziano nella implementazione dell’ attività clinica nello studio specifico della diagnosi precoce
dell’artrite reumatoide;
Art. 2
Le istanze di partecipazione redatte in carta libera ed
il curriculum vitae , devono essere inviate al Direttore
Generale dell’A.S.L. n. 10 – S.C. Gestione del Personale
e Rapporti con OO.SS. presso Villa Fabbri via di San
Salvi, 12 – Firenze - entro e non oltre il 15° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente
avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, a
pena di esclusione:
- a mezzo raccomandata a.r.. Sulla busta indicare:
“AVVISO PUBBLICO BORSA DI STUDIO PROGETTO “ERA”.
- mediante Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)
all’indirizzo: [email protected], secondo quanto previsto dall’art. 65 del D.Lgs.
82/2005 e s.m.i.; nell’oggetto della mail dovrà essere
riportata la dicitura “AVVISO PUBBLICO BORSA DI
STUDIO PROGETTO “ERA”.
La validità della mail è subordinata all’utilizzo da
parte dei candidati di casella di posta elettronica certificata PERSONALE. Si prega di inviare domanda (debitamente sottoscritta) e allegati in formato PDF, inserendo il
tutto, ove possibile, in un unico file.
- mediante consegna diretta presso la Struttura S.C.
Gestione del Personale e Rapporti con OO.SS. presso
Villa Fabbri – II° piano - Via di San Salvi, 12 – Firenze dal Lunedì al Venerdì nella fascia oraria 9,00 – 15,00.
Qualora il suddetto giorno sia festivo, il termine s’intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione delle domande
è perentorio e pertanto non è ammessa la presentazione
di documenti oltre la scadenza del termine per l’invio
delle domande ed è priva di effetto la riserva di presentazione successiva eventualmente espressa dal candidato.
Non saranno prese in considerazione eventuali
domande pervenute al di fuori del periodo di pubblicazione del presente avviso e a tal fine non fa fede il timbro
e data dell’Ufficio Postale accettante in caso di invio a
mezzo raccomandata a.r..
La istanza deve essere sottoscritta, pena l’esclusione
dalla selezione. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/2000,
la sottoscrizione non necessita di autentica.
La presentazione della istanza comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del
presente avviso e di tutte le norme in esso richiamate.
Gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria
responsabilità:
a) cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza,
recapito telefonico ed indirizzo di posta elettronica;
b) cittadinanza;
c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero
i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle
liste medesime;
d) Comune o Stato Estero nelle cui liste elettorali è
iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
e) i titoli di studio posseduti, con indicazione della
data, sede e denominazione completa degli istituti in cui
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
i titoli stessi sono stati conseguiti,nonché tutti i requisiti
di ammissione richiesti dal presente Avviso. In caso di
titolo conseguito presso Università Straniera dovranno
essere indicati gli estremi del decreto di riconoscimento
del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della
Ricerca ai sensi delle norme vigenti;
f) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni
e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti
di pubblico impiego;
g) il domicilio presso il quale devono, ad ogni effetto, essergli fatte pervenire le comunicazioni inerenti la
presente selezione.
Il concorrente dovrà altresì dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, di non aver riportato condanne penali o, in caso contrario, dovrà indicare quali
condanne abbia riportato e procedimenti penali in corso
a suo carico.
L’Azienda declina fin d’ora ogni responsabilità per
dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte
indicazioni del recapito da parte dell’aspirante, o da
mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento
dell’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali
disguidi postali non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
DOCUMENTAZIONE RICHIESTA (da allegare o
autocertificare ai sensi della legge 183/2011)
Alla domanda di partecipazione all’avviso i concorrenti dovranno presentare dichiarazione sostitutiva relativa ai seguenti stati, fatti e qualità personali:
a) Titoli di studio validi per l’ammissione (laurea e
specializzazione richiesti)
b) Titoli attestanti la conoscenza richiesta, per l’attività oggetto del presente Avviso, come specificato all’art.
1, valevole al fine dell’ammissione;
c) Tutti i titoli professionali e/o di carriera conseguiti,
che il candidato ritenga opportuno far valere nel proprio
interesse agli effetti della valutazione;
d) Lavori scientifici: sono ammessi anche lavori in
bozza o dattiloscritti, purché muniti della dichiarazione
d’impegno da parte delle direzioni delle riviste, degli atti
e delle collezioni presso le quali il lavoro verrà pubblicato;
e) Qualsiasi altro titolo o documento, atto a comprovare la preparazione scientifica del concorrente;
f) Curriculum formativo e professionale, redatto in
carta semplice datato e firmato.
Il candidato dovrà inoltre presentare elenco dei documenti sopra indicati. Non è consentito aggiungere, dopo
il termine di scadenza fissato, alcun altro documento,
certificato, memoria, pubblicazione o parte di essa, né
sostituire quanto già presentato.
Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla
domanda, a pena di esclusione. La sottoscrizione non
necessita di autenticazione.
Il candidato potrà avvalersi della facoltà prevista dal
DPR 445/2000 relativa all’autocertificazione.
155
Si precisa che in caso di dichiarazione sostitutiva di
certificazioni da rendere nei modi previsti dalla legge
con particolare riferimento al DPR 445/2000 relativa a
requisiti di ammissione e/o titoli che possono dar luogo
anche a valutazione, l’interessato è tenuto a specificare,
con esattezza, tutti gli elementi ed i dati necessari affinché questa Amministrazione sia posta nelle condizioni di
poter determinare il possesso dei requisiti e/o la valutabilità della dichiarazione ai fini della graduatoria.
Le pubblicazioni per essere oggetto di valutazione
non possono essere autocertificate.
Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà riguardanti tutti gli stati, fatti e qualità di cui all’art. 47 DPR
445/2000 e non espressamente indicati all’art. 46 del
medesimo DPR, devono risultare da apposita dichiarazione nella domanda o nel curriculum.
Tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e
tutte le dichiarazioni di conformità all’originale di fotocopie di documenti o fotocopie di pubblicazioni devono
essere sottoscritte dall’interessato e corredate da una
fotocopia del documento di identità. Per quanto concerne tali dichiarazioni è sufficiente apporre in calce o in
allegato alla copia del documento di identità la seguente
dicitura:
“Il sottoscritto (cognome e nome), consapevole delle
sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere,
di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art.
76 del D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445, nonché della
decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento
eventualmente emanato sulla base della dichiarazione
non veritiera, qualora dal controllo effettuato emerga la
non veridicità del contenuto di taluna delle dichiarazioni
rese (art. 75 D.P.R. n. 445/2000), dichiara sotto la propria
responsabilità che ogni dichiarazione resa risponde a
verità e che le fotocopie allegate alla domanda di partecipazione all’avviso pubblico sono conformi all’originale
in suo possesso”.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 26 della L.
15/68 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto
della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici
eventualmente conseguenti al provvedimento emanato
sulla base della dichiarazione non veritiera.
Non saranno prese in considerazione dichiarazioni
generiche che non consentano una idonea conoscenza
degli elementi necessari per una corretta valutazione.
Art. 3
L’ammissione dei candidati è disposta dal Direttore
S.C. Gestione del Personale e Rapporti con OO.SS.. Lo
stesso dispone altresì la non ammissione dei candidati
che, in base alle dichiarazioni contenute nelle domande
ed alla documentazione a queste allegate, risultino privi
dei requisiti prescritti, nonché di quelli le cui domande
siano irregolari o pervenute fuori dai termini.
156
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Art. 4
L’individuazione del soggetto cui attribuire la Borsa
di Studio viene effettuata da un’apposita Commissione
composta da tre esperti, nominata dal Direttore S.C.
Gestione del Personale e Rapporti con le OO.SS., su
indicazione del Direttore Sanitario aziendale, che sulla
base della valutazione del curriculum formativo professionale nonché di uno specifico colloquio, provvede a
formulare graduatoria di merito.
Per la valutazione del curriculum formativo e professionale nonché per il colloquio la Commissione ha a
disposizione 60 punti, così ripartiti:
a) 30 punti per la valutazione del curriculum formativo e professionale
b) 30 punti per il colloquio
I 30 punti per la valutazione del curriculum formativo
e professionale sono così ripartiti:
- Titoli professionali: punti 20
In tale categoria saranno valutate le attività professionali
e similari, specifiche rispetto ai requisiti richiesti, svolte
presso Enti Pubblici o privati (rapporto di lavoro subordinato, incarichi libero professionali, collaborazioni coordinate
e continuative, frequenze volontarie, borse di studio,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio
sarà attribuito dalla Commissione secondo il prudente
apprezzamento, tenuto conto, tra l’altro, della tipologia
del rapporto, dell’impegno orario e di ulteriori elementi
idonei ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito rapportato all’attività da espletare.
- Titolo vari: punti 10
In tale categoria verranno valutati gli ulteriori titoli, non rientranti nella precedente categoria, idonei ad
evidenziare il livello di qualificazione professionale
acquisito, quali: titoli di studio/professionali, corsi di
formazione/aggiornamento, convegni scientifici, attività
didattica, attività scientifica,…).
Nell’ambito di tale categoria, il relativo punteggio
verrà attribuito dalla Commissione secondo il suo prudente apprezzamento, e con adeguata motivazione.
Il colloquio sarà diretto ad accertare la conoscenza
nell’ambito del settore dell’attività, come specificatamente richiesto all’art.1 .
La data e la sede in cui si svolgerà il colloquio saranno comunicate ai candidati, a cura della Commissione,
via e.mail , e verrà inviata almeno dieci giorni prima
della data fissata per l’espletamento dello stesso.
I candidati che non si presenteranno a sostenere
il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita,
saranno dichiarati esclusi dalla presente selezione, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente
dalla volontà dei singoli concorrenti.
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non
abbia conseguito la sufficienza, pari ad un punteggio corrispondente alla metà più uno del punteggio disponibile
del punteggio massimo per il colloquio.
La graduatoria di merito dei candidati redatta dalla
Commissione e risultante da apposito verbale potrà esse-
re utilizzata esclusivamente per il progetto in questione.
Gli atti risultanti da apposito verbale redatto dalla
Commissione, contenente la graduatoria di merito dei
candidati, nonché l’attribuzione della Borsa di Studio
al candidato avente titolo, sono approvati con provvedimento del Direttore della S.C. Gestione del Personale e
Rapporti con le OO.SS.
Art. 5
Il vincitore della Borsa di studio riceverà apposita
comunicazione via mail a cura della S.C. Gestione del
Personale e Rapporti con le OO.SS. dell’Azienda, ove
saranno specificati gli eventuali adempimenti a suo
carico ed il termine per l’inizio del servizio. E’ richiesta
comunque una polizza assicurativa per la responsabilità
civile verso terzi (ivi compresa l’Azienda U.S.L. 10 di
Firenze) nonché per il caso di infortuni, malattie ed eventi
di qualsiasi natura che possano accadere al contraente. La
polizza, ad intero ed esclusivo carico del borsista, dovrà
coprire l’intero periodo della durata della Borsa stessa.
Art. 6
La Borsa potrà anche essere revocata nel caso che
l’assegnatario, senza giustificato motivo, non perseguisse regolarmente ed ininterrottamente e per tutta la durata
della Borsa, l’attività iniziata o si rendesse responsabile
di gravi e ripetute negligenze o che, infine, desse prova di
non possedere la necessaria attitudine allo svolgimento
dell’attività oggetto della borsa di studio.
Nel caso in cui il borsista non effettui, se pure con
giustificati motivi, la prevista frequenza settimanale, così
come indicato nei termini del presente bando, è tenuto al
recupero delle ore nel mese successivo.
Art. 7
L’inizio del godimento della Borsa di Studio decorrerà, per il candidato avente titolo, dalla data che sarà
fissata dopo l’espletamento del concorso.
Decadrà dal diritto di godimento della Borsa colui che
entro il termine di 10 giorni dalla data di ricezione della
lettera di comunicazione, non dichiari di accettarla, o che
non inizi la propria attività entro il termine fissato.
Potranno essere giustificati solo ritardi dovuti a gravi
motivi di salute o a casi di forza maggiore debitamente
comprovati.
Art. 8
Il pagamento della Borsa sarà effettuato in rate mensili posticipate, previa presentazione di dichiarazione di
svolgimento dell’attività prevista dalla Borsa di studio
stessa, con l’impegno orario richiesto. Detta dichiarazione dovrà essere rilasciata dal Direttore della Struttura
presso cui l’interessato svolgerà la propria attività.
Il vincitore avrà diritto al rateo mensile previsto soltanto se avrà svolto almeno un mese di attività. In caso
contrario, la Borsa sarà assegnata ad altro concorrente
risultato idoneo secondo l’ordine della graduatoria.
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
L’Azienda si riserva, a suo insindacabile giudizio, la
facoltà di modificare, sospendere o annullare il presente
bando senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa
o diritto.
Per ulteriori chiarimenti ed informazione gli aspiranti
potranno rivolgersi alla S.C. Gestione del Personale e
Rapporti con le OO.SS. dell’Azienda U.S.L. 10 di Firenze – Presidio San Salvi – Villa Fabbri – Via di San Salvi
n. 12 - 50135 Firenze (indirizzo email: [email protected]
asf.toscana.it).
157
AVVISI DI GARA
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Organizzazione
Settore Patrimonio e Logistica
Avviso di aggiudicazione di appalto per i servizi
assicurativi a favore della Regione Toscana - Giunta
Regionale e degli Enti regionali, degli Organismi e
Aziende istituite con Legge Regionale.
Il Direttore S.C. Gestione del
Personale e Rapporti con OO.SS.
Arianna Tognini
SEGUE ALLEGATO
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
158
!"! (+&'$#$% % , -&'$./0&$$&1$$234
'50&
%6
!
7(!( (7(8"(4!
9.:
;(($'%('0
<
=(
4
)($><<5
"(!$%!?(%!(%
[email protected]$><<5<<
((;(( !!$#$+++%(%!(%
()!($#$+++%(%!(%)!(
!!(!()($#$+++%(%!(%
%6
"
A(!
%6
#
$
((( !#
%6
%
4;(( !!!B !((( !!$(
&'
%6
%%6
('
! )7(!(8 (7(&((C/(
( !(47(%
%%6
"
0(%:$)((6! 6(!)((
4 (!! (C!(()( ($9.
:8<
=(%
0!.&
%%6
(
')
)
* +
%%6
,
')
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
!"! 0((! (( (! !(!#C! 7(!(&((((%4;!( ($
4%7D8((!(C) C(!%
4%/;%
4%70/%
4%7(A"(%
4<%7(A(%
4:% 4%
4
%() (%
45%9!((%
4%9!&(%
4%(!(%
4%= 4%3!!#(!%
4%70"%
4;4870/E(%
4;4:8 4E(%
4;483!!#(!E(%
4;4870"E(%
%%<6
-.
*%#-+
::<
%%:6
(
'..*#+
4;E!(;!! !F"6$G
%6
-(
%%6
-(
9$5:C<&7
9! -#
9%6
"
9%%6
"
9%6
%
9%%6
%
"H
9%%6
(
'
7! (;(!$(
9%6
(
9%%6
/(
.0
9%%6
#..
,
. ;(&$:55
5%%
-
'
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 159
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
160
!"! 4(%$'((($! 7D)7(!( (7(&(
( !(47(80<::<:
I<
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
(
93!!#
3(9(F96
4
9%6
(
'
9)(J$
9$<5
C<&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$'((($! /;)7(!( (7(80
<:::
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
44/L';)4((8((;
05:
3(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$
&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$'((($! 7(A"()7(!( (
7((( !(47(80<:::5<0I
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
161
!"! 9%6
/'
()1
'
44/L';)4((8((;
05:
3(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$:5
C&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$<'((($! 7(A()7(!( (
7(80<::
:&5
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
& 4
90# 3(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$
C5&7
9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$
'((($! () ()7(!( (7(&(
( !(47(80<::
::00
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
(
93!!#
3(9(F96
9%6
(
'
9)(J$
9$5C<&7
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
162
9%<6
!"! (
.
K!#;( $(
4(%$5'((($! MD ")7(!( (7(
&(( !(47(80<::
5
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
(! (
9(<
5I(
9%6
(
'
9)(J$
9$
5:C5&7
9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$'((($! 70 !#!!)7(!( (
7(&(( !(47(80<::
5I&'
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
(! (
9(<
5I(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$5
C:&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$'((($! 7!#(!()7(!(&("!
(780<::
:
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
!"! 9%6
/'
()1
'
(! (
9(<
5I(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$5:C5&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
4(%$'((($! 7!#= )7(!(&("!
(780<::50&=
9%6
'
<%:%
9%6
(
((
. ))( (!$
9%6
/'
()1
'
(! (
9(<
5I(
4
9%6
(
'
9)(J$
9$:&7
9! 9%<6
(
.
K!#;( $(
-
(
9%6
(
(
'2
4;E!(( ()(()(;(( $(
9%6
(
'!( !((%:5<<%:%!)!%:%%
9%6
#
9%%6
&
.
((7(!(
=(
4
9%%6
#
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 163
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
164
!"! ()(! (((!$()(! (((
!$(!( !(())!7 !(F%<
B (B '%4::6!(! (!(! ;%
'%4::%
9%%6
)
.
(
9%6
%
%
#$% % &'
!"! ( ))!*(( 16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Politiche Mobilità,
Infrastrutture e Trasporto Pubblico Locale
Area di Coordinamento Trasporto Pubblico Locale
Bando di gara per acquisizione di servizi di sup-
165
porto al Contact center della mobilità ed al numero
verde per la gestione dei reclami degli utenti del trasporto pubblico locale della Regione Toscana - CIG:
57376602D1, CUP: D11G14000000002.
SEGUE ALLEGATO
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
166
SEZIONE
I:
AMMINISTRAZIONE
AGGIUDICATRICE
I.1)
Denominazione,
indirizzi
e
punti di contatto: REGIONE TOSCANA - GIUNTA REGIONALE. DIREZIONE GENERALE
POLITICHE MOBILITÀ, INFRASTRUTTURE E TRASPORTO PUBBLICO LOCALE - AREA DI
COORDINAMENTO TRASPORTO PUBBLICO LOCALE – Via di Novoli, 26 50127 FIRENZE
Italia. Punti di contatto: all’attenzione di Ing. Saverio Montella. Gestore
Sistema Telematico: I Faber Spa Divisione Pleiade Tel: +390554384324 +39 02
86838415
Fax:
+390554384316
Indirizzo
[email protected],
e-mail:
internet
Amministrazione
http://www.regione.toscana.it
Profilo
del
http://www.regione.toscana.it/profilocommittente.
informazioni
Accesso
http://www.regione.toscana.it/start
elettronica
di
offerte
e
aggiudicatrice:
richieste
committente:
elettronico
Presentazione
di
alle
per
via
partecipazione
http://www.regione.toscana.it/start. Ulteriori informazioni: il capitolato
di oneri e la documentazione complementare sono disponibili presso i punti di
contatto
sopra
indicati.
I.2)
Tipo
di
amministrazione
aggiudicatrice:
Autorità regionale o locale; I.3) Principali settori di attività: Servizi
telefonici e di trasmissione dati. L’amministrazione aggiudicatrice acquista
per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: NO.
SEZIONE
II:
conferita
OGGETTO
all’appalto
DELL’APPALTO
II.1)
Descrizione
dall’amministrazione
II.1.1)
aggiudicatrice:
Denominazione
Acquisizione
di
servizi di supporto al Contact center della mobilità ed al numero verde per
la gestione dei reclami degli utenti del trasporto pubblico locale della
Regione
Toscana
-
CIG:
57376602D1,
CUP:
D11G14000000002.II.1.2)
Tipo
di
appalto: servizi, categoria di servizi n. 5. Luogo principale di esecuzione:
Comune di Firenze, via di Novoli, 26 Codice NUTS ITE1; II.1.3) L’avviso
riguarda
un
appalto
pubblico;
II.1.5)
Breve
descrizione
dell’appalto.
Il
presente appalto ha per oggetto l'acquisizione delle banche dati fornite
dalla
Regione
Toscana,
gestione
operativa,
assistenza
e
manutenzione,
trasferimento finale dei Servizi Applicativi per la gestione dei processi in
modalità ASP “Applicatione Service Provider”, nonché servizi di supporto del
Contact center e del Numero Verde per la gestione dei reclami degli utenti
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
167
del trasporto pubblico locale della Regione Toscana. II.1.6) CPV 64210000-1
(Servizi telefonici e di trasmissione dati); II.1.7) L’appalto è disciplinato
dall’accordo sugli appalti pubblici: Noi; II.1.8) Divisione in lotti: No¸
II.1.9) Ammissibilità di varianti: No II.2.1) Quantitativo o entità totale:
L’importo
complessivo
dell’appalto
stimato
a
base
di
gara
è
di
Euro
1.100.000,00 oltre IVA nei termini di legge, secondo le specifiche indicate
all'art.
6
del
capitolato
speciale
descrittivo
e
prestazionale.
Per
l’espletamento del presente appalto non sono rilevabili rischi interferenti
per
i
quali
sia
necessario
adottare
specifiche
misure
di
sicurezza,
e
pertanto non risulta necessario prevedere la predisposizione del “Documento
Unico di Valutazione dei rischi da Interferenze” – Duvri e non sussistono di
conseguenza costi della sicurezza di cui all’art. 86, comma 3 bis, del D.Lgs.
163/06.
II.2.2)
Opzioni.
NO.
II.3)
Durata
dell’appalto
o
termine
di
esecuzione:
:mesi 62.
SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E
TECNICO
III.1)
Condizioni
relative
all’appalto
III.1.1)
Cauzioni
e
garanzie richieste: Garanzia a corredo dell’offerta di Euro 22.000,00 con
validità 240 giorni dalla data di presentazione dell’offerta e con impegno
del garante a rinnovare la garanzia di ulteriori 180 giorni, nel caso in cui
alla
scadenza
del
primo
l’aggiudicazione.
contratto
pari
periodo
Garanzia
al
10%
di
validità
fideiussoria
dell’
importo
non
da
sia
parte
contrattuale
al
ancora
intervenuta
dell’esecutore
del
netto
con
dell’IVA
l’applicazione degli eventuali aumenti ai sensi dell’art. 113, c. 1, del
D.Lgs.
III.1.2)
163/06.
pagamento
e/o
Finanziamento
effettuato
Principali
riferimenti
sul
secondo
alle
capitolo
quanto
disposizioni
32076
Bilancio
indicato
“Fatturazione
e
pagamenti”.
subappaltatore
il
pagamento
modalità
nello
In
della
caso
di
applicabili
Regione
schema
di
prestazione
finanziamento
di
in
Toscana.
e
materia:
Pagamento
contratto,
art.
prestazione
eseguita
verrà
nei
fatto
di
7
dal
confronti
dell’Aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro 20 giorni dalla data
di
ciascun
pagamento
effettuato
nei
suoi
confronti,
copia
delle
fatture
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
168
quietanzate relative ai pagamenti da esso corrisposti al subappaltatore, con
l’indicazione
condizioni
III.2)
delle
ritenute
particolari
CONDIZIONI
operatori,
DI
inclusi
cui
è
di
garanzia
soggetta
la
realizzazione
PARTECIPAZIONE
III.2.1)
i
relativi
requisiti
III.1.4)
effettuate.
Altre
dell’appalto:
Situazione
personale
all’iscrizione
No;
degli
nell’albo
professionale o nel registro commerciale: Informazioni e formalità necessarie
per valutare la conformità ai requisiti: Sono esclusi dalla partecipazione
alle
procedure
di
affidamento
degli
appalti
di
forniture
e
servizi,
né
possono essere affidatari di subappalti, e non possono stipulare i relativi
contratti i soggetti partecipanti che si trovano in una delle condizioni di
cui all’art. 38 del D.Lgs. 163/06 e di altra normativa vigente. Ammissione
alla
gara
previo
raggiungimento
della
soglia
minima
richiesta
per
il
requisito di capacità tecnico-professionale riportato al successivo punto
III.2.3). Ai sensi dell’art. 38 comma 2 bis e all’art. 46 comma 1 ter del
D.Lgs. 163/2006, così come introdotti dal D.L. 90/2014, in fase di verifica
della documentazione amministrativa, in caso di mancanza, incompletezza e
ogni
altra
irregolarità
essenziale
delle
dichiarazioni
rese
per
la
partecipazione alla gara si applica quanto previsto al comma 2 bis dell’art.
38 del D.Lgs. 163/2006 e verrà irrogata una sanzione pecuniaria pari a Euro
1.100,00 (euro millecento/00), il cui versamento è garantito dalla cauzione
provvisoria. In caso di raggruppamento temporaneo di impresa, di consorzio
ordinario di concorrenti o di G.E.I.E. ciascun membro deve possedere parte
del requisito di capacità tecnico-professionale, indicato al successivo punto
III)2.3),
mandataria
ai
fini
deve
del
raggiungimento
comunque
possedere
ed
della
soglia
apportare
ivi
il
specificata.
requisito
La
tecnico-
professionale in misura maggioritaria rispetto ad ogni singolo altro membro.
Nel Disciplinare di gara sono specificate le condizioni di partecipazione per
operatori riuniti di cui all’art.34, comma 1, lett. d), e), f), consorzi di
cui all’art. 34 comma 1 lett. b) e c) D.Lgs. 163/2006, per i subappaltatori,
nonché
le
condizioni
di
partecipazione
in
caso
di
avvalimento
ai
sensi
dell’art. 49 del D.Lgs. 163/06. I soggetti partecipanti, al momento della
presentazione dell’offerta, quale condizione di ammissibilità alla gara, sono
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
169
tenuti al pagamento del contributo di Euro 140,00 a favore dell’Autorità per
la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, con le
modalità di cui al punto A.5) del Disciplinare di gara. III.2.3) Capacità
tecnica: Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai
requisiti: Elenco dei principali servizi di gestione di call center e/o
Numero Verde nel periodo dal 01/05/2012 al 30/04/2014, compresi i contratti
iniziati precedentemente ed ancora in corso nel periodo indicato. Livelli
minimi
di
capacità
richiesti:
Saranno
ammessi
i
concorrenti
che
hanno
prestato complessivamente nel periodo dal 01/05/2012 al 30/04/2014 servizi di
gestione di call center e/o numero verde per almeno €. 400.000,00 oltre Iva
nei termini di legge.
In caso di R.T.I./Consorzio ordinario di concorrenti/G.E.I.E., ai fini del
raggiungimento
singola
della
impresa
soglia
minima
costituente
il
richiesta
per
l’ammissione,
Raggruppamento/Consorzio
ciascuna
ordinario
di
concorrenti/G.E.I.E., dovrà aver prestato servizi di gestione di call center
e/o
numero verde . L’importo dei
servizi prestati dovrà essere pari a
quello risultante dalla applicazione della quota percentuale di apporto del
requisito, indicata dal soggetto stesso nella “domanda di partecipazione e
scheda di rilevazione relativa ai requisiti di ordine generale”, sull’importo
di € 400.000,00. La mandataria, comunque, dovrà apportare il requisito in
misura maggioritaria rispetto ad ogni altro singolo membro dell’operatore
riunito.
In ogni caso, per i contratti iniziati antecedentemente e ancora in corso di
esecuzione nel periodo di riferimento l’importo dichiarato deve corrispondere
a quanto eseguito nel suddetto periodo. Si precisa
che l’importo eseguito
deve essere quello relativo all’attività/prestazione effettuata nel periodo
di riferimento e non quello relativo al fatturato specifico.
In caso di Consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lett. C) D.Lgs. 163/06, la
soglia minima per l’ammissione è raggiunta dalla somma dei servizi prestati
dalle
singole
consorziate
esecutrici.
III.2.4)
Appalti
riservati:
No.
III.3.Condizioni relative agli appalti di servizi. III.3.1)La prestazione di
servizio è riservata ad una particolare professione:No. III.3.2) Personale
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
170
responsabile
dell’esecuzione
del
servizio:
le
persone
giuridiche
devono
indicare il nome e le qualifiche professionali del personale incaricato della
prestazione del servizio: NO.
IV.2.1)
Aperta;
Criteri
di
SEZIONE IV: PROCEDURA IV.1.1) Tipo procedura:
aggiudicazione:
Offerta
economicamente
più
vantaggiosa, criteri indicati nel disciplinare di gara. IV.2.2) Ricorso ad
un’asta
elettronica:
No;
IV.3.2)
Pubblicazioni
precedenti
relative
allo
stesso appalto: No; IV.3.3) Condizioni per ottenere il capitolato di oneri e
la documentazione complementare. Documenti a pagamento: No; IV.3.4) Termine
per il ricevimento delle offerte: 13/08/2014 ore 13:00:00. IV.3.6) Lingua
utilizzabile per la presentazione delle offerte: Italiano; IV.3.7) Periodo
minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta: 240
giorni dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte; IV.3.8) Modalità
di apertura delle offerte: Data 01/09/2014 ore 9,30 Luogo: Uffici della
Giunta Regionale – III piano, palazzo A, stanza 334 – Via di Novoli 26
Firenze; Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: Il titolare
o
legale
rappresentante
del
soggetto
concorrente
o
persona
munita
di
specifica delega.
SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI VI.1) Trattasi di un appalto periodico: No;
VI.2) Appalto connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi
comunitari: No VI.3) Informazioni complementari: Si precisa che il termine
perentorio di presentazione delle offerte è fissato alle ore 13,00 del giorno
13/08/2014.
163/06,
può
La
stazione
procedere
appaltante,
ai
contemporaneamente
sensi
alla
dell’art.
verifica
88,
di
c.7
D.
anomalia
Lgs.
delle
migliori offerte, non oltre la quinta, fermo restando quanto previsto ai
commi da 1 a 5 dell’art. 88. Il concorrente ai sensi dell’art. 79, c. 5quinquies, del D. Lgs. 163/06, deve indicare il domicilio eletto, il numero
di
fax,
l’indirizzo
di
posta
elettronica
e
quello
di
posta
elettronica
certificata (PEC) per le comunicazioni di cui all’art. 79, c. 5, del D. Lgs.
163/06. Tali indicazioni sono fornite dal concorrente compilando gli appositi
spazi predisposti nella “domanda di partecipazione e scheda di rilevazione
attinente ai requisiti di ordine generale” (punto A.1 del Disciplinare di
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
171
gara). L’Amministrazione, ai sensi dell’art. 241, c 1-bis, D. Lgs. 163/06,
comunica
che
procedura
il
di
contratto
gara
non
verrà
conterrà
svolta
la
in
clausola
modalità
compromissoria.
telematica
sul
La
sito
www.regione.toscana.it/start – sezione Regione Toscana – Giunta Regionale.
Tutta
la
documentazione
telematica
sul
suddetto
richiesta
sito
dovrà
e,
ove
essere
prodotta
richiesto,
firmata
in
modalità
digitalmente.
L’appalto è disciplinato dal Bando di gara, dal disciplinare di gara e dalle
“Norme
Regione
tecniche
di
Toscana
dirigenziale
–
n.
funzionamento
Giunta
del
Regionale
4606/2006
e
Sistema
–
Telematico
Start
GR”
consultabili
di
Acquisto
approvate
con
all’indirizzo
decreto
internet
All’indirizzo
www.regione.toscana.it/start.
di
Internet
www.regione.toscana.it/start è disponibile tutta la documentazione di gara,
compreso il disciplinare di gara in cui è specificata tutta la documentazione
da
presentare
per
la
partecipazione
alla
gara
nonché
le
modalità
di
presentazione della stessa per i soggetti che partecipano singolarmente, in
raggruppamento temporaneo, consorzi, G.E.I.E. Gli operatori economici possono
formulare
richieste
di
chiarimenti
secondo
le
modalità
indicate
nel
Disciplinare di gara. L’Amministrazione garantisce una risposta a tutti i
chiarimenti
che
perverranno
entro
10
giorni
dalla
data
di
scadenza
del
termine stabilito per il ricevimento delle offerte. Il presente bando è
inoltre pubblicato nella terza parte del Bollettino Ufficiale della Regione
Toscana (BURT). Ai sensi dell’art. 34, c35 del D.L. 179/2012 convertito in L.
221/2012, le spese sostenute da Regione Toscana per le pubblicazioni per
estratto ai sensi dell'art. 66, c.7, secondo capoverso, del D.Lgs. 163/ 06,
devono
essere
rimborsate
dall’aggiudicatario
entro
il
termine
di
60
gg.
dall’aggiudicazione. L’importo per tali pubblicazioni ammonta indicativamente
a Euro 4.650,00 oltre IVA nei termini di legge.
Si informa che, ai sensi
dell’art. 3 della L. 136/2010 e ss. mm. ii, l’Aggiudicatario, al fine di
assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari, è tenuto ad utilizzare,
per tutti i movimenti finanziari relativi al presente appalto, esclusivamente
conti correnti bancari o postali dedicati, anche in via non esclusiva. Ai
fini
della
tracciabilità
dei
flussi
finanziari,
il
bonifico
bancario
o
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
172
postale, ovvero gli altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena
tracciabilità, devono riportare, in relazione a ciascuna transazione posta in
essere dall’appaltatore, dal subappaltatore e dai subcontraenti della filiera
delle imprese interessati al presente appalto, il codice CIG 57376602D1 e, il
codice
CUP
D11G14000000002.
Dirigente
n.
contrattuale:
2743
Delibera
del
Atto
di
indizione
12/06/2014.
Giunta
dell’appalto:
Riferimento
Regionale
n.
1154
alla
del
Decreto
del
Programmazione
23/12/2013.
Altre
informazioni inerenti il procedimento amministrativo, il trattamento dei dati
personali
e
i
controlli
sulle
dichiarazioni
rese
dai
partecipanti
sono
indicate nel disciplinare di gara. Il Responsabile Unico del procedimento è
ing.
Saverio
Montella
tel.
055
4384324.
VI.4)
Procedure
di
ricorso:
Organismo responsabile delle procedure di ricorso: Tribunale Amministrativo
regionale
della
decorrenti
dalla
Toscana.
VI.4.2)
pubblicazione
Presentazione
nella
Gazzetta
di
ricorso:
Ufficiale
della
30
giorni
Repubblica
Italiana o dalla ricezione delle comunicazioni di cui all’art. 79 del D. Lgs.
163/2006.
VI.5)
04/07/2014.
Data
di
spedizione
del
presente
avviso
alla
G.U.C.E.:
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AZIENDA REGIONALE DIRITTO ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DELLA TOSCANA
Esito gara con il sistema della procedura aperta
del servizio di ideazione, organizzazione e gestione dell’iniziativa “[email protected]” in programma a
173
Firenze, Pisa e Siena dal 28/7/2014 al 1/8/2014 - FSE
POR CRO 2007 - 20013. CIG n. 5729375DCE - CUP
n. C32FI2000020006.
SEGUE ALLEGATO
174
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario
Viale Gramsci, 36 - 50132 Firenze (tel. 055/22611- fax 055/2261258)
http://www.dsu.toscana.it - e-mail:[email protected]
Esito gara con il sistema della procedura aperta
1. Amministrazione aggiudicatrice: Azienda Regionale per il Diritto allo Studio
Universitario – Viale Gramsci, 36 – Firenze
2. Procedura di aggiudicazione: procedura aperta ai sensi dell’art. 55, comma 1 del
D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e ss.mm.
3. Appalto aggiudicato: Servizio di ideazione, organizzazione e gestione dell’iniziativa
“[email protected]” in programma a Firenze, Pisa e Siena dal 28/7/2014 al 1/8/2014 - FSE
POR CRO 2007 – 20013. CIG n. 5729375DCE - CUP n. C32FI2000020006.
4. Valore totale stimato: Euro 65.000,00 al netto di I.V.A.
5. Provvedimento di aggiudicazione: Provvedimento del Direttore n. 329 del 3 luglio
2014.
6. Criteri di aggiudicazione: ai sensi dell’art. 83 D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.
(aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa)
7. Elenco partecipanti:
- FONDAZIONE CONSERVATORIO S. CHIARA – Via Roma, 15 - S. Miniato (FI)
- HULLABALOO S.r.l. – Via Amerigo Vespucci, 9 - Napoli
8. Graduatoria delle offerte
1. FONDAZIONE CONSERVATORIO S. CHIARA
Punti 70,15
2. HULLABALOO S.r.l.
Punti 66,00
9. Soggetto aggiudicatario: FONDAZIONE CONSERVATORIO S. CHIARA – Via Roma,
15 – 56028 S. Miniato (PI).
10.Punteggio di aggiudicazione: 70,15/100
11.Prezzo di aggiudicazione: Euro 62.400,00 al netto di I.V.A.
Il Direttore
Dr. Paolo Vicini
16.7.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 28
AVVISI DI RETTIFICA
- Avvisi di gara
REGIONE TOSCANA
Direzione Generale Competitività del Sistema
Regionale e Sviluppo delle Competenze
Settore Formazione e Orientamento
Servizio di assistenza tecnica per la gestione ed
il monitoraggio del sistema regionale degli standard
professionali e per il riconoscimento e certificazione
delle competenze (CIG 562827791A) (Pubblicato sul
B.U. n. 26 del 02/07/2014 parte terza).
Si informa che:
- con la Legge di conversione n. 89/2014 del DL
66/2014, è stato abrogato l’obbligo per i concorrenti di
rimborsare alla stazione appaltante le spese di pubblicazione del Bando di gara sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana ed è stato reintrodotto l’obbligo,
sempre a carico dei concorrenti, di rimborsare alla stazione appaltante le spese sostenute dalla stessa per le
pubblicazioni per estratto ai sensi dell’art. 66, c7, secondo capoverso, del D. Lgs. 163/06. Conseguentemente si
è provveduto a modificare il Bando di Gara. Per la gara
in oggetto l’importo da rimborsare per le pubblicazioni
175
sopra richiamate ammontano a Euro 6.000,00 oltre iva
nei termini di legge. La rettifica al Bando di gara, pubblicata sulla GUCE n. S 129 del 09/07/2014, è disponibile
su START nello spazio documentazione allegata.
- a seguito dell’entrata in vigore del DL 90/2014 si
è reso necessario integrare il punto III.2.1 del Bando
pubblicato con la seguente frase: “In fase di verifica
della documentazione amministrativa ai sensi dell’art.
38 comma 2 bis e all’art. 46 comma 1 ter del D.Lgs.
163/2006, così come introdotti dal D.L. 90/2014, in caso
di mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità
essenziale delle dichiarazioni rese per la partecipazione
alla gara, si applica quanto previsto al comma 2 bis
dell’art. 38 del D.Lgs. 163/2006 e verrà irrogata una
sanzione pecuniaria pari a Euro 300,00 il cui versamento deve essere espressamente garantito dalla cauzione
provvisoria”.
Si è provveduto altresì a modificare il Disciplinare di
Gara con riferimento alla procedura (pag. 3) alla garanzia a corredo dell’offerta( punto A.3.2.2 e punto A.3.4 a
pag. 14).
SI INVITANO I CONCORRENTI A VISIONARE
I NUOVI DOCUMENTI, COSI’ INTEGRATI E MODIFICATI, DISPONIBILI NELLA DOCUMENTAZIONE DI GARA E AD ATTENERSI ALLE DISPOSIZIONI IVI CONTENUTE.
MODALITÀ TECNICHE PER L’INVIO DEGLI ATTI
DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE
Con l’entrata in vigore dal 1 gennaio 2008 della L.R. n. 23 del 23 aprile 2007 “Nuovo ordinamento del Bollettino
Ufficiale della Regione Toscana e norme per la pubblicazione degli atti. Modifiche alla legge regionale 20 gennaio
1995, n. 9 (Disposizioni in materia di procedimento amministrativo e di accesso agli atti)”, cambiano le tariffe e le
modalità per l’invio degli atti destinati alla pubblicazione sul B.U.R.T.
Tutti gli Enti inserzionisti devono inviare i loro atti per la pubblicazione sul B.U.R.T. in formato esclusivamente
digitale. Le modalità tecniche per l'invio elettronico degli atti destinati alla pubblicazione sono state stabilite con
Decreto Dirigenziale n. 5615 del 12 novembre 2007. L’invio elettronico avviene mediante interoperabilità dei
sistemi di protocollo informatici (DPR 445/2000 artt. 14 e 55) nell’ambito della infrastruttura di Cooperazione
Applicativa Regionale Toscana. Le richieste di pubblicazione firmate digitalmente (D.Lgs. 82/2005) hanno come
allegato digitale l'atto di cui è richiesta la pubblicazione. Per gli enti ancora non dotati del protocollo elettronico,
per i soggetti privati e le imprese la trasmissione elettronica deve avvenire esclusivamente tramite posta
certificata (PEC) all’indirizzo [email protected]
Il materiale da pubblicare deve pervenire all’Ufficio del B.U.R.T. entro il mercoledì per poter essere pubblicato il
mercoledì della settimana successiva.
Il costo della pubblicazione è a carico della Regione.
La pubblicazione degli atti di enti locali, altri enti pubblici o soggetti privati obbligatoria per previsione di
legge o di regolamento è effettuata senza oneri per l’ente o il soggetto interessato.
I testi da pubblicare, trasmessi unitamente alla istanza di pubblicazione, devono possedere i seguenti requisiti
formali:
• testo - in forma integrale o per estratto (ove consentito o espressamente richiesto);
• collocazione fuori dai margini del testo da pubblicare di firme autografe, timbri, loghi o altre segnature;
• utilizzo di un carattere chiaro tondo preferibilmente times newroman, corpo 10;
• indicazione, all’inizio del testo, della denominazione dell’ente emettitore e dell’oggetto dell’atto sintetizzato nei
dati essenziali;
• inserimento nel testo di un unico atto o avviso; più atti o avvisi possono essere inseriti nello stesso testo se
raggruppati per categorie o tipologie omogenee.
Per ogni eventuale chiarimento rivolgersi alla redazione del B.U.R.T. tel. n. 0554384611-4631
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

creare flashcard