DOC - Europa.eu

annuncio pubblicitario
Conseil/00/370
Bruxelles, 10 ottobre 2000
1416/00 (Presse 370)
SETTIMA SESSIONE DEL CONSIGLIO DI ASSOCIAZIONE TRA
L'UNIONE EUROPEA E LA POLONIA
(Lussemburgo, 10 ottobre 2000)
1.
Il Consiglio di Associazione UE-Polonia ha tenuto la settima sessione martedì
10 ottobre 2000 sotto la Presidenza del sig. Pierre MOSCOVICI, Ministro incaricato degli
Affari europei della Francia e Presidente in carica del Consiglio dell'Unione europea. Il
sig. Wladyslaw BARTOSZEWSKI, Ministro degli Affari esteri della Polonia era a capo della
delegazione polacca. La sig.ra Anna LINDH, Ministro degli Affari esteri della Svezia e il
sig. Günter VERHEUGEN, Commissario responsabile per l'allargamento hanno fatto parte
della delegazione dell'Unione europea (formato Troika).
2.
Il Consiglio di Associazione ha esaminato l'andamento della preparazione all'adesione della
Polonia alla luce della seconda relazione periodica della Commissione dell'ottobre1999, del
partenariato di adesione, aggiornato nel dicembre 1999, e del programma nazionale della
Polonia per l'adozione dell'acquis, riveduto nell'aprile 2000.
Il Consiglio di Associazione ha preso atto che la Polonia continua a conformarsi ai criteri
politici di Copenaghen e ha sottolineato gli importanti progressi compiuti dalla Polonia
nell'ultimo decennio; in questo contesto ha ricordato l'importanza della riforma del sistema
giudiziario.
Il Consiglio di Associazione si è compiaciuto per il miglioramento macroeconomico registrato
nel 1999, pur ricordando l'attuale situazione della bilancia dei pagamenti, e ha sottolineato la
necessità di completare le riforme strutturali al fine di mantenere una crescita economica
sostenibile.
Il Consiglio di Associazione si è compiaciuto dell'ambizioso programma legislativo adottato
dal Governo polacco e approvato in larga misura dal Parlamento polacco. Ha incoraggiato gli
sforzi della Polonia per concentrarsi sull'attuazione efficace della legislazione, il che implica
l'attribuzione di adeguate risorse umane e finanziarie e l'efficace gestione della funzione
pubblica nazionale. Ha ricordato che il recepimento, l'applicazione e l'esecuzione dell'acquis
sono elementi altrettanto importanti della preparazione all'adesione.
Il Consiglio di Associazione si è inoltre compiaciuto delle azioni intraprese dall'Unione per
preparare l'allargamento, in particolare l'apertura di una nuova conferenza intergovernativa
che consentirà alle istituzioni dell'UE di essere pronte per l'allargamento.
3.
Il Consiglio di Associazione ha preso atto che l'attuazione dell'accordo europeo procede in
un'atmosfera di cooperazione e che l'ottava riunione del Comitato di associazione del
giugno 2000 ha contribuito a migliorare ulteriormente le relazioni bilaterali tra la Polonia e
l'Unione europea. Sono stati scambiati documenti di sintesi che contengono un'analisi degli
sviluppi finora registrati e un esame delle priorità future.
Il Consiglio di Associazione ha preso atto degli sforzi che la Polonia sta compiendo per
soddisfare le condizioni necessarie alla transizione alla seconda fase dell'accordo europeo.
Internet: http://ue.eu.int/Newsroom
E-mail: [email protected]
Il Consiglio di Associazione ha preso atto del buon andamento delle relazioni commerciali
bilaterali tra l'Unione europea e la Polonia che continuano a crescere più rapidamente degli
scambi dell'UE con il resto del mondo.
Il Consiglio di Associazione ha invitato entrambe le parti a trovare e mettere in atto soluzioni
soddisfacenti alle questioni commerciali in sospeso. In questo contesto il Consiglio di
Associazione si è compiaciuto della totale abolizione da parte della Polonia dei contingenti di
esportazione per i rottami metallici non ferrosi a decorrere dal 1° gennaio 2000 e della
sostituzione del sistema di licenze del settore automobilistico per le importazioni di telai per
autoveicoli da assemblare con un sistema tariffario. Ha preso atto dell'eliminazione delle
discriminazioni esistenti nel settore delle imposizioni indirette nel campo dei trasporti e ha
sottolineato l'importanza della soluzione dei problemi che sussistono negli scambi bilaterali.
Il Consiglio di Associazione ha preso atto con soddisfazione della conclusione, a livello
tecnico, dei negoziati per ulteriori concessioni commerciali bilaterali nel settore agricolo. Non
appena sarà concluso, l'accordo apporterà ad entrambe le parti benefici economici diretti ed
aiuterà la Polonia a prepararsi al Mercato unico. Il Consiglio di Associazione si è compiaciuto
dell'avvio di negoziati sulle concessioni reciproche nel settore della pesca.
Il Consiglio di Associazione si è compiaciuto degli sforzi compiuti dalla Polonia per
conformarsi agli obblighi che le derivano ai sensi del protocollo relativo all'accordo europeo
sulla valutazione di conformità per quanto riguarda le prove e la certificazione. In questo
contesto ha preso atto dell'adozione della legge sulla valutazione della conformità e degli
accordi volti a migliorare l'accesso al mercato per i prodotti dell'UE. Ha incoraggiato la
Polonia a proseguire i lavori per la piena adozione del sistema UE.
Il Consiglio di Associazione ha riconosciuto gli sforzi compiuti dalle autorità polacche
concretatisi, il 30 settembre 2000, nella presentazione di un programma riveduto di
ristrutturazione dell'industria siderurgica. Esso ha ricordato quanto sia grande nell'Unione
europea l'esperienza in materia di ristrutturazione del settore e ha incoraggiato la Polonia ad
avvalersene nel proprio processo di ristrutturazione. Il Consiglio di associazione ha preso
atto dell'abolizione, a decorrere dal 1° gennaio 2000, delle tariffe per le importazioni di
acciaio dall'UE.
Il Consiglio di Associazione ha ricordato le sue recenti decisioni concernenti la
partecipazione della Polonia ai programmi Leonardo da Vinci II, Socrates II e Gioventù. Sono
ben avviate le procedure per l'adozione di un'altra importante decisione concernente la
proroga di cinque anni del periodo previsto nell'accordo europeo per quanto riguarda le
modalità di valutazione degli aiuti di Stato concessi dalla Polonia. Il Consiglio di Associazione
si è compiaciuto inoltre per la proposta della Polonia relativa a una decisione concernente
l'istituzione di un comitato consultivo congiunto tra il Comitato delle regioni dell'UE e il
Comitato di collegamento polacco per la cooperazione con il Comitato delle regioni.
Il Consiglio di Associazione si è compiaciuto del contributo del programma PHARE e della
banca europea per gli investimenti allo sviluppo della Polonia, in particolare per quanto
riguarda il rafforzamento dei settori più sensibili dell'economia. Ha preso atto del cospicuo
aumento dell'aiuto di preadesione alla Polonia e agli altri paesi candidati a partire dal 2000 e
della creazione di due strumenti aggiuntivi a favore dello sviluppo agricolo e rurale
(SAPARD) e delle politiche strutturali (ISPA).
4.
Il Consiglio di Associazione ha discusso problemi internazionali di interesse comune. Ha
sottolineato l'importanza della cooperazione regionale quale mezzo per rafforzare la stabilità
e le relazioni di buon vicinato e ha preso atto con soddisfazione del contributo polacco alle
iniziative di cooperazione regionali quali il Gruppo di Visegrad e l'iniziativa centroeuropea.
5.
In conclusione il Consiglio di Associazione si è detto fiducioso dello sviluppo delle relazioni
nell'ambito dell'accordo europeo ed ha sottolineato il ruolo decisivo che esso è chiamato a
svolgere fino al momento dell'adesione della Polonia all'Unione europea.
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard