robert smithson

annuncio pubblicitario
Eterotopie, altri luoghi 09
suono danza parola video
2_5 settembre 09 Palazzo Te Mantova
5.9.09 ore 21.00
Shostakovich, un artista del popolo?
un concerto-racconto di Sandro Cappelletto
Sandro Cappelletto, voce recitante
Quartetto Giulini
Leonardo Zunica, pianoforte
Il 16 marzo 1941 al Quintetto con pianoforte di Dmitri Shostakovic viene assegnato il Premio Stalin.
Come intendere quella decisione? Una riabilitazione, un rinnovato consenso del regime sovietico a un
artista che, pochi anni prima, aveva saputo – e dovuto! - fare “autocritica”? Il riconoscimento del
suo genio? “Mi sento molto male. La mia nevrastenia si è seriamente aggravata… Ho suonato il
Quintetto troppe volte di seguito, e ciò ha portato una qualche abitudine. E l’abitudine è il nemico
della creatività e della qualità di esecuzione”, scrive il compositore all’inizio del 1941.
La Germania ha invaso l’URSS, per Shostakovic e la sua famiglia inizia un lungo periodo di
spostamenti, trasferimenti, nuove angosce, private e politiche. La musica da camera diventa il
rifugio segreto, il luogo creativo più intimo, sottratto ad ogni tentazione, ad ogni obbligo di
comporre musica celebrativa, ufficiale. Ad ogni tradimento. (Sandro Cappelletto)
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard