Spiegazione dei messaggi di errore

annuncio pubblicitario
Manuale per la risoluzione degli errori
BusinessObjects Enterprise 6.1 Business Intelligence
Windows e UNIX
2
Manuale per la risoluzione dei problemi
Copyright
Copyright © 2004 Business Objects. Tutti i diritti riservati.
In caso di anomalie nella presente documentazione, comunicarle a Business Objects S.A.
scrivendo all'indirizzo: [email protected]
Stampato in Francia.
Marchi
commerciali
Business Objects, il logo Business Objects, Crystal Reports e Crystal Enterprise sono marchi
commerciali o marchi registrati di Business Objects S.A. o delle società consociate negli Stati
Uniti e in altri paesi.
Tutti gli altri nomi citati nel presente documento sono marchi commerciali dei rispettivi
proprietari.
Contiene IBM Runtime Environment for AIX(R), Java(TM) 2 Technology Edition Runtime
Modules (c) Copyright IBM Corporation 1999, 2000. Tutti i diritti riservati.
Questo prodotto include codici registrati da RSA Security, Inc. Alcune parti registrate IBM sono
disponibili al seguente URL: http://oss.software.ibm.com/icu4j
Brevetti
Business Objects è proprietario dei seguenti brevetti americani che possono includere prodotti
proposti e venduti da Business Objects:
5 555 403, 6 247 008 B1, 6 578 027 B2, 6 490 593 e 6 289 352.
Numero della
parte
383-50-610-07
Manuale per la risoluzione dei problemi
Indice
Prefazione
Indice
3
Ottimizzazione delle fonti di informazione
7
Fonti di informazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
Servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
Indirizzi utili in un colpo d'occhio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
Informazioni sul manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
Capitolo 1
Elenco dei messaggi di errore
17
Messaggi di errore relativi all’installazione
63
Messaggi di errore relativi all’installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64
Capitolo 2
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
73
Messaggi di errore relativi all’amministrazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74
Capitolo 3
Messaggi di errore relativi alla protezione
131
Messaggi di errore relativi alla protezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 132
Capitolo 4
Messaggi di errore relativi agli universi
159
Messaggi di errore relativi agli universi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 160
Capitolo 5
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
181
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi . . . . . . . 182
Capitolo 6
Messaggi di errore relativi alla connettività
223
Messaggi di errore relativi alla connettività . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 224
Indice
3
4
Manuale per la risoluzione dei problemi
Capitolo 7
Messaggi di errore generali di BusinessObjects
229
Messaggi di errore generali di BusinessObjects . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 230
Capitolo 8
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
233
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects . . . . . . 234
Capitolo 9
Messaggi di errore di accesso ai dati
247
Messaggi di errore di accesso ai dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 248
Capitolo 10
Messaggi di errore OLAP
263
Messaggi di errore OLAP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 264
Capitolo 11
Messaggi di errore di BusinessQuery
285
Messaggi di errore di BusinessQuery . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 286
Capitolo 12
Messaggi di errore di Broadcast Agent
305
Messaggi di errore di Broadcast Agent . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 306
Errori di calcolo di Broadcast Agent . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 392
Capitolo 13
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
393
Messaggi di errore relativi al server Business Objects . . . . . . . . . . . . . . . 394
Capitolo 14
Messaggi di errore relativi a BOManager
411
Messaggi di errore relativi a BOManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 412
Capitolo 15
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
423
Messaggi di errore relativi ad Administration Console . . . . . . . . . . . . . . . 424
Capitolo 16
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
437
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 438
Capitolo 17
Messaggi di errore relativi a InfoView
447
Messaggi di errore relativi a InfoView . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 448
Indice
Manuale per la risoluzione dei problemi
Capitolo 18
Messaggi di errore di WebIntelligence
453
Messaggi di errore di WebIntelligence . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 454
Capitolo 19
Messaggi di errore di Auditor
477
Messaggi di errore di Auditor . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 478
Capitolo 20
Messaggi di errori vari
483
Messaggi di errori vari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 484
Indice
5
6
Manuale per la risoluzione dei problemi
Indice
prefazione
Ottimizzazione delle fonti di
informazione
8
Manuale per la risoluzione dei problemi
Presentazione
Informazioni, servizi e soluzioni
La soluzione di business intelligence di Business Objects è accompagnata da
migliaia di pagine di documentazione, disponibili a partire dai prodotti, su
Internet, su CD e in un insieme di guide in linea approfondite e documenti
multimediali.
L'insieme della documentazione consente agli utenti di trovare soluzioni concrete
ai loro problemi, grazie ad informazioni tecniche approfondite, esempi reali e
consigli sulla risoluzione dei problemi e l'uso ottimizzato dei prodotti.
Business Objects propone anche una gamma completa di supporto e servizi
perché i clienti possano trarre il massimo vantaggio dal proprio investimento
nella business intelligence. Le sezioni seguenti spiegano come Business Objects
può aiutare i clienti nell'individuare e soddisfare le proprie esigenze in materia di
supporto tecnico specifico, formazione e consulenze.
Ottimizzazione delle fonti di informazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Fonti di informazione
Gli utenti, qualunque sia il loro profilo Business Objects, possono accedere
rapidamente alla documentazione e ad altre informazioni necessarie.
Punto di partenza
Seguono alcune indicazioni su dove iniziare; a pagina 14 è possibile consultare
un riepilogo degli indirizzi Web utili.
Documentation Roadmap
Il documento Documentation Roadmap contiene riferimenti a tutti i manuali e i
documenti multimediali di Business Objects e consente di vedere in un colpo
d'occhio quali informazioni sono disponibili, dove e in che formato.
Visualizzare o scaricare Business Objects Documentation Roadmap
all'indirizzo www.businessobjects.com/services/documentation.htm
Documentazione a partire dai prodotti
In qualsiasi momento è possibile accedere alla versione elettronica della
documentazione a partire dal prodotto che si sta utilizzando. La guida in linea, i
documenti multimediali e i manuali in formato Adobe PDF sono disponibili a
partire dal menu ? dei prodotti.
Documentazione sul Web
L'insieme completo della documentazione in versione elettronica è disponibile,
per i clienti che dispongono di un contratto di manutenzione valido, sul sito Web
Online Customer Support (OCS) all'indirizzo www.businessobjects.com/
services/support.htm
Acquisto della documentazione stampata
È possibile ordinare la documentazione stampata presso l'ufficio vendite locale
sul sito Business Objects Documentation Supply Store all'indirizzo
www.businessobjects.com/services/documentation.htm
Fonti di informazione
9
10
Manuale per la risoluzione dei problemi
Ricerca nel CD di documentazione
È possibile eseguire una ricerca nell'insieme della documentazione contenuta
nel CD di documentazione di Business Objects fornito con i prodotti. Il CD
contiene l'intera documentazione, con suggerimenti, astuzie, esercitazioni
multimediali e materiale di dimostrazione.
Ordinare il CD di documentazione in linea sul sito Business Objects
Documentation Supply Store o presso il punto di vendita più vicino.
Multimedia
Per gli utenti principianti e gli utenti che aggiornano da una versione precedente
o passano, ad esempio, dalla soluzione desktop alla soluzione Web, sono state
create presentazioni multimediali dei prodotti ed esercitazioni introduttive,
disponibili sul sito Web Online Customer Support (OCS) o sul CD di
documentazione.
Ottenimento delle versioni più recenti della documentazione
È possibile procurarsi la documentazione più aggiornata mediante il Web.
Controllare a intervalli regolari i siti elencati sotto per essere informati sulla
documentazione, gli esempi e i suggerimenti più recenti.
Tips & Tricks
Si tratta di una risorsa, accessibile a tutti ed aggiornata regolarmente, contenente
soluzioni creative per numerosi problemi concreti. È anche possibile inviare
suggerimenti, contribuendo così ad arricchire il sito.
www.businessobjects.com/forms/tipsandtricks_login.asp
Documentazione dei prodotti
La documentazione e i documenti multimediali proposti sono aggiornati ed
ampliati regolarmente. Con un contratto di manutenzione valido, è possibile
ottenere la documentazione più recente, in sette lingue, sul sito Web Online
Customer Support (OCS).
Developer Suite Online
Developer Suite Online consente ai clienti che dispongono di un contratto di
manutenzione valido e di una licenza Developer Suite di ottenere
documentazione, esempi e suggerimenti sul sito Web Online Customer Support
(OCS).
Ottimizzazione delle fonti di informazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Commenti degli utenti
I suggerimenti su possibili miglioramenti da apportare alla documentazione e i
commenti sugli aspetti particolarmente positivi sono presi in considerazione per
la versione successiva della documentazione e possono essere inviati
all'indirizzo: [email protected]
NOTA
In caso di problemi riguardanti un prodotto Business Objects e non la
documentazione, contattare gli esperti dell'assistenza ai clienti. Per informazioni
sull'assistenza ai clienti, visitare il sito: www.businessobjects.com/services/
support.htm
Fonti di informazione
11
12
Manuale per la risoluzione dei problemi
Servizi
Una rete globale di esperti nella tecnologia Business Objects fornisce assistenza
ai clienti, corsi di formazione e consulenze consentendo di trarre il massimo
vantaggio dalla business intelligence.
Possibilità di assistenza
Business Objects propone programmi di assistenza ai clienti che corrispondono
esattamente alle dimensioni e alle esigenze di ogni distribuzione in rete. Esistono
tre centri di assistenza ai clienti:
• per il continente americano: San Jose, California e Atlanta, Georgia
• per l'Europa: Maidenhead, Regno Unito
• per l'Asia: Tokyo, Giappone e Sydney, Australia
Online Customer Support
Il sito Web Customer Support è accessibile a tutti i clienti diretti che dispongono
di un contratto di manutenzione valido, e consente di ottenere i prodotti
Business Objects e le informazioni tecniche più aggiornati. È possibile registrare,
aggiornare e seguire casi da questo sito mediante la Knowledge Base di
Business Objects.
In caso di problema con un prodotto
Se si riscontra un problema specifico, consultare tutte le risorse di risoluzione dei
problemi che si hanno a disposizione alla ricerca di una soluzione.
Per ottenere assistenza per la distribuzione in rete dei prodotti Business Objects,
contattare il Worldwide Customer Support all'indirizzo:
www.businessobjects.com/services/support.htm
Ottimizzazione delle fonti di informazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Ricerca della migliore soluzione per la distribuzione in rete
I consulenti Business Objects possono accompagnare il cliente dallo stadio
dell'analisi iniziale alla finalizzazione del progetto di distribuzione in rete. Le loro
competenze si estendono dai database relazionali e multidimensionali alle
connettività, dagli strumenti di progettazione di database alla tecnologica di
incorporazione personalizzata e altro ancora.
Per ulteriori informazioni, contattare il punto di vendita locale o contattare
Business Objects all'indirizzo:
www. businessobjects.com/services/consulting.htm
Corsi di formazione
Business Objects propone soluzioni di formazione adatte alle esigenze e allo
stile di apprendimento preferiti del cliente, dall'apprendimento classico in aula a
seminari mirati di apprendimento in linea. Per ottenere ulteriori informazioni,
consultare il sito Web Business Objects Education all'indirizzo:
www.businessobjects.com/services/education.htm
Servizi
13
14
Manuale per la risoluzione dei problemi
Indirizzi utili in un colpo d'occhio
Indirizzo
Contenuto
Documentazione di Business Objects
Presentazione della documentazione di
Business Objects. Collegamenti a Online Customer
Support, Documentation Supply Store,
Documentation Roadmap, Tips & Tricks e alla casella
postale della documentazione.
www.businessobjects.com/services/
documentation.htm
Casella postale della documentazione Commenti o domande sulla documentazione.
di Business Objects
[email protected]
Documentazione dei prodotti
www.businessobjects.com/services/
support.htm
Informazioni sui prodotti
Business Objects
La documentazione più recente dei prodotti
Business Objects, da scaricare o consultare in
linea.
Informazioni sull'intera gamma dei prodotti
Business Objects.
www.businessobjects.com
Developer Suite Online
www.techsupport.businessobjects.com
Disponibile ai clienti detentori di un contratto di
manutenzione valido e di una licenza Developer
Suite tramite il sito Web Online Customer Support
(OCS). Contiene tutta la documentazione, gli
esempi più recenti, materiale di esempio e
suggerimenti.
Knowledge Base (KB)
Articoli tecnici, documenti, soluzioni di casi.
www.techsupport.businessobjects.com
Ottimizzazione delle fonti di informazione
Utilizzare anche Knowledge Exchange per
scoprire i problemi sperimentati da altri utenti (sia
clienti che impiegati) e le strategie messe a punto
per affrontare problemi complessi. Da Knowledge
Base, fare clic sul collegamento Knowledge
Exchange.
Manuale per la risoluzione dei problemi
Indirizzo
Contenuto
Tips & Tricks
Esempi pratici del settore di attività.
www.businessobjects.com/forms/
tipsandtricks_login.asp
Online Customer Support
www.techsupport.businessobjects.com
Punto di partenza per rispondere alle domande e
risolvere i problemi.
www.businessobjects.com/services
Informazioni sulla registrazione presso il
Worldwide Customer Support.
Servizi di formazione di
Business Objects
La gamma delle opzioni e dei moduli di formazione
di Business Objects.
www.businessobjects.com/services/
education.htm
Servizi di consulenza di
Business Objects
Informazioni su come trarre il massimo vantaggio
dall'investimento in business intelligence mediante
Business Objects.
www.businessobjects.com/services/
consulting.htm
Indirizzi utili in un colpo d'occhio
15
16
Manuale per la risoluzione dei problemi
Informazioni sul manuale
Il presente manuale è una compilazione dei messaggi di errore che possono
essere visualizzati durante l’uso corrente dei prodotti Business Objects.
Lo scopo di questo manuale consiste nel fornire informazioni dettagliate in modo
da poter determinare le cause di un errore e intraprendere le azioni necessarie
per risolverlo.
Il manuale consente di ricercare i messaggi di errore per codice. Ogni messaggio
di errore figura nel manuale con la sua causa probabile e le azioni consigliate.
A chi si rivolge il manuale
Il presente manuale è destinato principalmente agli utenti dei prodotti
BusinessObjects: supervisori, designer, utenti esperti e utenti di base. Può
essere utilizzato anche da amministratori di rete o di database.
Convenzioni tipografiche
Nella seguente tabella sono descritte le convenzioni tipografiche utilizzate nel
presente manuale.
Convenzione
Uso
Carattere Courier
Codice, sintassi SQL, programmi software. Ad
esempio: @Select(Paese\Id paese). Questo
carattere è utilizzato anche per tutti i percorsi, le
directory, gli script, i comandi e i file di UNIX.
Codice
seguito del codice
Posto al termine di una riga di codice, il simbolo
( ) indica che la riga successiva deve essere
immessa di seguito, senza andare a capo.
$NOMEDIRECTORY
Il percorso di una directory nella struttura delle
directory di installazione/configurazione di
Business Objects. Ad esempio:
• $INSTALLDIR si riferisce alla directory di
installazione di Business Objects.
• $LOCDATADIR si riferisce a una
sottodirectory della directory di installazione di
BusinessObjects chiamata locData.
Ottimizzazione delle fonti di informazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Elenco dei messaggi di errore
A
ADC 00010 - Il nome utente o la password immessi sono errati. 425
ADC 00020 - Non si hanno i diritti di accesso al sistema. 425
ADC 00030 - I comandi di sicurezza dell’utente sono disabilitati. 425
ADC 00040 - La datazione non consente l’accesso al sistema. 425
ADC 00050 - Occorre modificare la password. 425
ADC 00060 - L’account utente è disabilitato. 425
ADC 00070 - Administration Console non riesce a connettersi al sistema. 426
ADC 00071 - Il sistema Business Objects non è stato avviato. 426
ADC 00072 - Administration Console non riesce a connettersi al dominio di
sicurezza. 426
ADC 00073 - Il dominio di sicurezza non è stato migrato. 426
ADC 00074 - Login Server deve essere aggiornato. 427
ADC 00075 - Non c'è dominio di sicurezza o ce n'è uno di troppo. 427
ADC 00080 - Administration Console non riesce a connettersi al sistema. 427
ADC 01010 - Identificazione errata. 427
ADC 01020 - La password immessa è errata. 427
ADC 01030 - Non si è autenticati come supervisore. 427
ADC 01040 - L’account utente è disabilitato. 428
ADC 10020 - Il valore di ‘Peso del nodo’ deve essere compreso tra 1 e
214748647. 428
ADC 20010 - Il sistema non può recuperare l'elenco dei BCA. 428
ADC 20020 - Errore di sistema durante l'avvio di un nuovo processo
Scheduler. 428
ADC 20030 - L'avvio della programmazione è terminato in errore. Verificare i
parametri e l'accesso al repository. 428
ADC 20040 - Scheduler cannot start. 428
ADC 20050 - <nome Scheduler> non viene controllato con questo Broadcast
Agent Manager. 429
ADC 20060 - Problema di accesso al file di configurazione. 429
ADC 25010 - Nome del server non specificato. 429
Indice analitico
17
18
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADC 25020 - Nome di dominio non specificato. 429
ADC 25040 - <nome parametro>: Il numero max. di processi deve essere
maggiore di 0. 429
ADC 25050 - Numero tentativi connessione a BOMgr: Il numero di
collegamenti non può essere 0. 429
ADC 25060 - <nome parametro>: Il parametro non può essere maggiore di
<max>. 430
ADC 25070 - <nome parametro>: Il parametro non può essere minore di
<min>. 430
ADC 25080 - <nome parametro>: Impossibile modificare questo parametro
quando Scheduler è connesso. 430
ADC 25090 - Tipo di documento non specificato. 430
ADC 25100 - <nome parametro>: Il parametro non può essere negativo. 430
ADC 25110 - Tipo di parametro non valido. 430
ADC 25120 - Nome di parametro non valido. 430
ADC 30010 - Nessun file .key. 431
ADC 30020 - Per eseguire controlli tramite database, è necessario il file
BOMain.key. 431
ADC 30030 - Nessuna sessione disponibile. 431
ADC 30040 - Nessuna connessione a un database definita nel
repository. 431
ADC 30050 - Impossibile ottenere l’elenco delle connessioni al database dal
repository. 431
ADC 30110 - La connessione non è stata trovata. 432
ADC 30120 - Errore durante la lettura dei file RSS. 432
ADC 30130 - Impossibile creare tabelle di controllo. 432
ADC 30140 - Impossibile modificare le tabelle di controllo esistenti. 432
ADC 30150 - La migrazione del database di controllo non è supportata con
questo RDBMS. 432
ADC 30160 - Il valore di Dimensioni max. della cache deve essere compreso
tra <1> e <2147483647>. 433
ADC 50001 - <parameter name> must be between <min> and <max>. 433
ADC 50002 - <parameter name> must be null or between <min> and
<max>. 433
ADC 50051 - <parameter name> must be greater than <parameter
name>. 433
ADC 50060 - Impossibile abilitare macro su una piattaforma UNIX. 433
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADC 50061 - Impossibile abilitare l’elalborazione interattiva su questo
nodo. 433
ADC 50101 - <parameter name> must be between <min> and <max>. 433
ADC 50151 - <nome parametro> deve essere minore di <parameter
name>. 434
ADC 50201 - Il valore del parametro <nome parametro> deve essere
compreso tra <min> e <max>. 434
ADC 50202 - Il valore del parametro <nome parametro> deve essere nullo o
compreso tra <min> e <max>. 434
ADC 50301 - <nome parametro> deve essere compreso tra <min> e
<max>. 434
ADC 50401 - <nome parametro> deve essere compreso tra <min> e
<max>. 434
ADC 50501 - <nome parametro> deve essere compreso tra <min> e
<max>. 434
ADC 50601 - <nome parametro> deve essere compreso tra <min> e
<max>. 434
ADC 50661 - L'aggiornamento manuale è terminato in errore. 435
ADC 50701 - <nome parametro> deve essere compreso tra <min> e
<max>. 435
ADC 50702 - Tempo max. attività deve essere maggiore di <min> secondi e
minore di 2147483647. <min> secondi è il valore di Timeout per azioni
interattive. 435
ADM 0003 - Il dominio degli universi <nome> non è più valido. 75
ADM 0004 - Il dominio dei documenti <nome> non è più valido. 76
ADM 0012 - Impossibile connettersi al dominio degli universi. 76
ADM 0014 - Problema d’integrità. Contattare il supporto tecnico di Business
Objects. 76
ADM 0015 - Operazione terminata in errore. 77
ADM 0017 - Troppi candidati. 77
ADM 00207 - Non si è autorizzati ad eliminare un utente che appartiene anche
ad almeno un gruppo per cui non si hanno i diritti di amministrazione. Utilizzare
invece il comando "rg". La riga <numero riga> non sarà elaborata. 122
ADM 0026 - Motore RDBMS non supportato 77
ADM 0032 - Si è verificato un errore durante l’elaborazione. 77
ADM 0034 - Errore durante l’upgrade del repository. 78
ADM 0037 - Non si è autorizzati ad accedere al nome del proprietario. 78
Indice analitico
19
20
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADM 0038 - Impossibile eliminare questo Broadcast Agent. Chiedere al
supervisore di esaminare e ripristinare gli errori del repository. 78
ADM 0051 - L’informazione sulla scadenza della password dell’utente <nome
utente> è <stato>. 78
ADM 0052 - L’espressione regolare indicata per l’elenco dei caratteri
autorizzati nel repository non è valida. 79
ADM 0069 - Il nome della classe superiore è cambiato. 79
ADM 0070 - La definizione della classe superiore non è valida. 79
ADM 0071 - Errore nel file di input: nessun gruppo definito alla riga <[numero
riga]>. 80
ADM 0072 - Errore nel file di input: azione scorretta alla riga <numero
riga>. 81
ADM 0073 - Errore nel file di input: nessun nome utente definito alla riga
<numero riga>. 82
ADM 0076 – <nome utente> del gruppo <nome gruppo> ha provocato l’errore
seguente: <messaggio di errore>. 83
ADM 0078 – Impossibile aprire il file d’importazione. 84
ADM 0079 - Impossibile aprire il file log. 84
ADM 0080 - <utente> del gruppo <nome gruppo> non esiste. 84
ADM 0081 - Il file d’importazione contiene più di un comando di aggiornamento
per <utente> in <gruppo>. 85
ADM 0082 - <numero riga>: impossibile aggiornare la definizione dell’utente/
gruppo. 85
ADM 0083 - Impossibile eliminare <utente> dal gruppo <gruppo> perché non
esiste. 87
ADM 0084 - Impossibile creare <utente> perché il livello superiore <gruppo>
indicato non esiste. 88
ADM 0085 - Si è verificato un errore durante l’importazione. 88
ADM 0087 - Errore durante la creazione della validità della password per l’ID
utente # <numero>. 89
ADM 0088 - Errore durante l’aggiornamento della validità della password per
l’ID utente # <numero>. 90
ADM 0089 - <sottogruppo> del gruppo <gruppo> esiste già. La riga sarà
elaborata come aggiornamento. 91
ADM 0090 - Non si è autorizzati a creare un gruppo. La riga <numero riga> non
sarà elaborata. 92
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADM 0091 - Non si è autorizzati a creare o aggiornare utenti con privilegi
superiori ai propri. La riga <numero riga> non sarà elaborata. 92
ADM 0092 - Non si è autorizzati a creare utenti. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. 93
ADM 0093 - Non si è autorizzati ad eliminare gruppi. La riga <numero riga> non
sarà elaborata. 94
ADM 0094 - Non si è autorizzati ad eliminare utenti. La riga <numero riga> non
sarà elaborata. 94
ADM 0095 - Non si è autorizzati a rinominare gli utenti. La riga <numero riga>
non sarà elaborata. 95
ADM 0096 - Non si è autorizzati a rinominare i gruppi. La riga <numero riga>
non sarà elaborata. 95
ADM 0097 - Non si è autorizzati a disabilitare gli utenti. La riga <numero riga>
non sarà elaborata. 96
ADM 0098 - Non si è autorizzati a modificare le proprietà degli utenti. La riga
<numero riga> non sarà elaborata. 97
ADM 0101 - Impossibile utilizzare l’utente come supervisore generale in un
sottogruppo. 98
ADM 0102 - Errore durante la creazione della definizione di un utente/
gruppo. 99
ADM 0103 – Impossibile creare un file .undo. 100
ADM 0104 – Errore durante l’aggiornamento della durata della password per
l’ID utente. 100
ADM 0105 - <utente> ha un padre sconosciuto. 101
ADM 0113 - Non si è autorizzati ad eliminare utenti. La riga <numero riga> non
sarà elaborata. 102
ADM 0114 - Alla riga <numero riga>, il nome utente supera la lunghezza
autorizzata. 102
ADM 0116 - Alla riga <numero riga>, la password di <utente> supera la
lunghezza autorizzata. Verrà applicata la password predefinita. 103
ADM 0117 - Tipo non valido alla riga <numero riga>. Verrà usato il tipo
predefinito. 104
ADM 0118 - Valore dell’opzione Livello di protezione degli oggetti non valido
alla riga <numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (pubblico). 105
ADM 0119 - Valore dell’opzione Strategia di identificazione non valido alla riga
<numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (Verifica completa). 106
Indice analitico
21
22
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADM 0120 - Valore dell’opzione Cambia password (prima connessione) non
valido alla riga <numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (Verifica
completa). 107
ADM 0127 - Valore dell’opzione Abilita eliminazione documenti non valido alla
riga <numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (sì). 108
ADM 0130 - Errore alla riga <numero riga>: Impossibile rimuovere un gruppo
come se fosse un utente. Questa riga sarà considerata come un’azione
Elimina gruppo. 108
ADM 0131 - Errore alla riga <riga numero>: Impossibile rimuovere <utente> da
<gruppo> perché l’utente non esiste. 109
ADM 0132 - Errore alla riga <numero riga>: Si è verificato un errore durante
l’eliminazione di <utente> dal gruppo <gruppo>. 110
ADM 0133 - Impossibile leggere il file. Verificare l’installazione. 111
ADM 0134 - File di regole scorretto. Verificare l’installazione. 111
ADM 0155 - Impossibile scrivere nel file. Verificare che il file non sia utilizzato
da un’altra applicazione. 111
ADM 0157 - Il nome predefinito viene usato come password. La sua lunghezza
deve essere superiore alla lunghezza minima specificata per la
password. 112
ADM 0158 - Il nome utente predefinito contiene caratteri non validi. I caratteri
validi sono 112
ADM 0159 - Il nome di gruppo predefinito contiene caratteri non validi. I
caratteri validi sono 112
ADM 0161 - Errore durante il caricamento dei dati per la tabella. 112
ADM 0169 - Errore durante l’upgrade. 113
ADM 0170 - Riga <numero riga>: Non si è autorizzati ad aggiornare le proprie
impostazioni. 113
ADM 0171 - Riga <numero riga>: La password deve contenere più di <numero
minimo di caratteri> caratteri. Il comando non sarà eseguito. 114
ADM 0172 - Riga <numero riga>: Errore di password cifrata. 114
ADM 0173 - Riga <numero riga>: Si è verificato un errore interno durante
l’eliminazione di <utente> nel gruppo <gruppo>. 115
ADM 0174 - Errore: impossibile generare un nuovo nome. 115
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADM 0175 - Il nome predefinito dell’utente/gruppo con un numero incrementale
ha superato la lunghezza consentita per il nome dell’utente/gruppo.
Rinominare l’utente/gruppo (massimo 35 caratteri) e chiedere a un supervisore
generale di immettere un nome predefinito dell’utente/gruppo più corto per il
repository. 116
ADM 0176 - Il file srrules.srr contenente la procedura Esamina e ripristina è
diverso da quello contenuto in BusinessObjects. La funzione Esamina e
ripristina non sarà eseguita. Recuperare un file srrules.srr corretto. 117
ADM 0177 - La convalida mediante checksum è terminata in errore. 117
ADM 0178 – Errore durante l’inizializzazione del dialogo. Contattare il supporto
tecnico di Business Objects. 118
ADM 0179 - Errore durante l’aggiornamento del comando di sicurezza.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects. 118
ADM 0180 - Errore durante l’inserimento del comando di sicurezza. Contattare
il supporto tecnico di Business Objects. 118
ADM 0181 - Errore durante l’eliminazione del comando di sicurezza.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects. 118
ADM 0182 - Impossibile eliminare un’impostazione predefinita integrata. 118
ADM 0183 - Il nome dell’impostazione predefinita esiste già. Scegliere un altro
nome. 119
ADM 0184 - Si è verificato un errore durante il recupero dei diritti del comando.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects. 119
ADM 0194 - Sconosciuto 119
ADM 0195 - Impossibile trovare l’utente attuale. Contattare il
supervisore. 119
ADM 0198 - Impossibile trovare la connessione predefinita. Verificare il valore
della connessione. 119
ADM 0199 - Impossibile trovare il file specificato. 120
ADM 0200 - Impossibile avviare l’agente UX. Contattare il supporto tecnico di
Business Objects. 120
ADM 0201 - Si è verificato un errore durante la copia. Contattare il supporto
tecnico di Business Objects. 120
ADM 0202 - Impossibile caricare la DLL del driver. Assicurarsi che sia stata
installata nella stessa cartella di Supervisor.exe. 121
ADM 0203 - Impossibile installare il driver. Contattare il supporto tecnico di
Business Objects. 121
ADM 0204 - Impossibile raggiungere il dominio specificato. Per aggiungere un
dominio, è necessario potervi accedere tramite la rete. 121
Indice analitico
23
24
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADM 0205 - Selezionare il parametro ’Data inizio/fine’, ’Ora inizio/fine’ o
’Quando’ per questa datazione. 121
ADM 0206 - L’ora finale deve essere posteriore all’ora iniziale. 122
ADT 01001 - Cannot set INSTALL_PATH 480
ADT 01002 - Missing or corrupt file: clusterlist.dat. Check that there is a cluster
configured on this machine. 480
ADT 01003 - Cannot read new line in clusterlist.dat. 480
ADT 01004 - Cannot retrieve resource from DocumentExporter.jar 480
ADT 01008 - Cannot start server. 480
ADT 01009 - Invalid login: Please check user name and password and try
again. 481
ADT 01010 - Failed to delete document. 481
ADT 01011 - Cannot retrieve cluster storage directory. 481
ADT 01012 - Selected cluster storage directory is not valid. 481
ADT 01013 - You do not have the necessary user rights to use the Document
Exporter. 481
ADT 01014 - Your login attempt has failed. Check that the Business Objects
server is running. 481
ADT 01015 - Your license key is not valid. Please contact your Auditor
distributor. 481
ADT 02001 - The test did not succeed; please check all your parameters. 482
ADT 02002 - Error creating views. 482
ADT 02003 - Error dropping views. 482
ADT 02004 - Designer is not responding; please check its installation. 482
ADT 02005 - Please use Designer version 6.1 or later. 482
ADT 02006 - Error exporting universe. 482
ADT 02007 - The database connection can’t be established; please check your
parameters. 482
ADT0001 - Document with the same name already exists, unable to
overwrite. 479
ADT0002 - There is no Broadcast Agent defined for the selected document
domain. 479
ADT0003 - You do not have the access rights needed to delete
indicators. 479
ADT0004 - A problem occured while opening the document. Contattare
lmministratore. 479
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
ADT0005 - A problem occured while refreshing the document. Contattare
lmministratore. 479
ADT0006 - Error, please contact your administrator. 479
ADT0007 - The new password and the password confirmation are not
identical. 480
ADT0008 - The new password must be different than the old one. 480
ADT0009 - You do not have the access rights needed to change your
password. 480
ADW 0002 – Installazione non riuscita. 122
ADW 0003 - Nessuna connessione valida! 122
ADW 0005 - Impossibile trovare il file .KEY. 123
ADW 0006 - Impossibile creare il file .KEY. 123
ADW 0007 - Impossibile creare il file < nome>.key. 123
ADW 0008 - Impossibile creare il supervisore generale. 124
ADW 0009 - Il nome della compagnia contiene caratteri non validi o è
vuoto. 124
ADW 0010 - Non esistono domini di sicurezza per questa connessione. 124
ADW 0011 – Impossibile creare il dominio di universi. 126
ADW 0012 - Impossibile trovare il file RSS [nome file]. 126
ADW 0013 - Impossibile trovare la sezione ’Repository’ nel file RSS. 127
ADW 0014 - Impossibile trovare la sezione ’Create’ nel file RSS. 127
ADW 0015 - Impossibile trovare la sezione ’Table’ nel file RSS. 127
ADW 0016 - Impossibile trovare la sezione ’Index’ nel file RSS. 128
ADW 0017 - Impossibile trovare la sezione ’Insert’ nel file RSS. 128
ADW 0019 – Impossibile creare un dominio di documenti. 128
ADW 0020 – Impossibile creare un dominio di sicurezza. 129
ADW 0021 - Impossibile trovare lo script esterno. 129
ADW 0025 – Impossibile accedere al driver di connessione. 130
B
BCA 0001 - Nome file non valido specificato per l’opzione -vars. 307
BCA 0003 - Impossibile salvare l’intervallo tra gli aggiornamenti! 307
BCA 0004 - Impossibile creare la macro nel documento. 308
BCA 0009 - Impossibile caricare il dominio di sicurezza. 309
BCA 0012 - Impossibile inviare di nuovo <nome> a Broadcast Agent. Verificare
che lo stato corrisponda a quello visualizzato. 309
Indice analitico
25
26
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCA 0013 - Impossibile caricare la DLL di Broadcast Agent. 310
BCA 0014 - Impossibile lanciare BusinessObjects. 310
BCA 0016 - L’elenco degli utenti non è stato aggiornato nel dominio di
sicurezza. 311
BCA 0018 - Impossibile inviare il documento a Broadcast Agent. 311
BCA 0019 - Impossibile generare il file temporaneo. 311
BCA 0020 - Il documento non è stato salvato da BusinessObjects. 312
BCA 0021 - BusinessObjects terminato in errore! 312
BCA 0022 - Impossibile eliminare <documento> da Broadcast Agent.
Verificare che lo stato corrisponda a quello visualizzato. 312
BCA 0026 - Impossibile avviare il timer di aggiornamento! 313
BCA 0028 - Impossibile arrestare il timer di aggiornamento! 313
BCA 0030 - Impossibile sospendere il task. 313
BCA 0032 - Impossibile riprendere il task. 314
BCA 0033 - Impossibile collegarsi al dominio dei documenti! 314
BCA 0034 - Impossibile collegarsi al dominio di sicurezza! 314
BCA 0035 - Impossibile scollegarsi dal dominio di sicurezza! 315
BCA 0036 - Impossibile trovare il dominio di sicurezza! 315
BCA 0037 - Impossibile trovare il file esterno SQL! 315
BCA 0038 - Impossibile caricare il file sqlbo.dll! 315
BCA 0039 - Impossibile stabilire la connessione! 315
BCA 0040 - Verificare la connessione. Impossibile ottenere il cursore. 316
BCA 0041 - Verificare la connessione. Impossibile ottenere il driver di
connessione. 316
BCA 0042 - Impossibile aggiornare i dati del dominio di sicurezza! 316
BCA 0043 - Impossibile lanciare il task in background! 316
BCA 0045 - Impossibile trovare le informazioni sui task. 317
BCA 0046 - Impossibile caricare il file di risorse. Verificare l’installazione. 317
BCA 0064 - Per il(i) gruppo(i) di appartenenza non è stato definito nessun
amministratore Broadcast Agent. Rivolgersi al supervisore. 317
BCA 0065 - Impossibile trovare il documento sul disco fisso. 318
BCA 0066 - La data di scadenza non può essere anteriore a quella della prima
occorrenza. 318
BCA 0067 - Nome non disponibile 318
BCA 0068 - Documento sconosciuto 318
BCA 0069 - Impossibile aprire bochan.cdx senza accesso in lettura. 319
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCA 0070 - Impossibile generare il file di indice del canale:
BOChannelldx.htm. 319
BCA 0071 - Errore relativo al canale. 319
BCA 0072 - Impossibile trovare il file specificato. 320
BCA 0090 - Impossibile creare l’elenco degli utenti. 320
BCA 0091 - Impossibile visualizzare l’elenco degli utenti del dominio di
sicurezza. 321
BCA 0092 - Impossibile aggiornare l’elenco degli utenti del dominio di
sicurezza. 321
BCA 0097 - Impossibile impostare correttamente la frequenza dei
processi. 322
BCA 0098 - Impossibile aggiornare l’elenco degli utenti. 323
BCA 0100 - Impossibile impostare la nuova data di inizio. 324
BCA 0101 - Impossibile impostare il parametro di programmazione. 324
BCA 0102 - Impossibile impostare la priorità dei processi. 325
BCA 0103 - Impossibile definire il titolo del processo. 326
BCA 0104 - Impossibile ripristinare l’elenco degli utenti. 326
BCA 0106 - Impossibile ottenere i nomi delle colonne. 327
BCA 0107 - Impossibile inviare il documento agli utenti! 328
BCA 0108 - Impossibile ottenere l’elenco dei destinatari del documento! 328
BCA 0109 - Il supervisore ha disattivato l’accesso dell’utente. 329
BCA 0110 - File RSS inaccessibile. 329
BCA 0111 - L’SQL utilizzato è errato. 329
BCA 0112 - Errore durante l’importazione. 330
BCA 0113 - Memoria insufficiente. 330
BCA 0114 - Errore durante l’importazione. 330
BCA 0115 - Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per
l’esportazione. 330
BCA 0117 - Errore del database durante l’esportazione. Esportazione
interrotta. 331
BCA 0118 - Interruzione durante l’esportazione. Esportazione interrotta. 331
BCA 0119 - Impossibile aprire il file. 331
BCA 0120 - Impossibile iniziare la transazione sul dominio di sicurezza. 332
BCA 0121 - Impossibile iniziare la transazione per avviare l’esportazione dei
documenti nel dominio dei documenti. 333
BCA 0122 - Impossibile eliminare il documento precedente. 334
Indice analitico
27
28
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCA 0123 - Impossibile ottenere le informazioni sul documento
precedente. 335
BCA 0124 - Impossibile terminare la transazione mentre si esportano i
documenti nel dominio dei documenti. 335
BCA 0125 - Impossibile terminare la transazione mentre si esportano i
documenti nel dominio di sicurezza. 336
BCA 0130 - Non è stata specificata nessuna cartella per la distribuzione
attraverso il file system 337
BCA 0131 - Non è stata specificata nessuna cartella per la distribuzione
attraverso il server web 337
BCA 0132 - Nessun utente selezionato per la distribuzione attraverso il
repository di BusinessObjects 338
BCA 0133 - Condizione non valida: <condizione> 338
BCA 0134 - La formula non è valida nel contesto Broadcast Agent (non
booleana). 338
BCA 0135 - Verificare la sintassi della formula. 339
BCA 0136 - Le variabili non sono compatibili. 339
BCA 0137 - Non si è autorizzati a usare questa opzione. 339
BCA 0138 - Questo documento non può essere aggiornato. 340
BCAG 0015 - Il parametro non può essere maggiore di <valore>. 340
BCAG 0020 - Errore sconosciuto. 340
BCAG 0025 - Impossibile ottenere informazioni sul processo 341
BCAG 0030 - Errore interno. 341
BCAG 0040 - Errore Kit di strumenti. 341
BCAG 0050 - Errore CORBA. 341
BCAG 0060 - Errore BOManager. 342
BCAG 0070 - Errore ADE. 342
BCAG 0090 - Impossibile ottenere BOManager. 342
BCAG 0100 - Impossibile connettersi a BOManager. 343
BCAG 0110 - Il destinatario non può connettersi a BOManager. 343
BCAG 0120 - Rilascio di contesto di documento non riuscito. 344
BCAG 0130 - Creazione di contesto di documento non riuscita. 344
BCAG 0140 - Creazione di sessione non riuscita. 344
BCAG 0150 - Impossibile ottenere la password dell’utente 344
BCAG 0160 - Impossibile ottenere informazioni sulla connessione 345
BCAG 0170 - Impossibile generare il documento 345
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCAG 0180 - Task annullato dall’utente 345
BCAG 0190 - Annullato alla chiusura di Scheduler. 345
BCAG 0200 - Raggiunta la durata massima. 346
BCAG 0220 - Processo sconosciuto soppresso. 346
BCAG 0230 - Il processo sconosciuto in corso è stato soppresso 346
BCAG 0240 - Impossibile duplicare il processo nel repository. 346
BCAG 0250 - Impossibile liberare la memoria cache su BOManager 347
BCAG 0260 - Impossibile eseguire la macro. 347
BCAG 0280 - Impossibile generare il documento per il destinatario. 347
BCAG 0290 - Impossibile distribuire al destinatario. 348
BCAG 0300 - Impossibile distribuire ai destinatari. 348
BCAG 0310 - Impossibile importare il documento sul server. 349
BCAG 0320 - Impossibile ottenere il documento dalla memoria cache 349
BCAG 0330 - Impossibile aggiornare il documento. 349
BCAG 0340 - Impossibile copiare il file sul server. 350
BCAG 0350 - Impossibile calcolare il processo. 350
BCAG 0360 - Distribuzione da file system non riuscita 350
BCAG 0370 - Distribuzione non riuscita. 351
BCAG 0380 - Invio documento non riuscito. 351
BCAG 0390 - Impossibile ottenere la password dell’utente. 352
BCAG 0410 - Elenco destinatari errato. 352
BCAG 0420 - Impossibile ottenere l’elenco dei destinatari. 353
BCAG 0421 - Impossibile ottenere l’elenco di distribuzione per la
pubblicazione. 353
BCAG 0430 - Scheduler non può essere avviato 354
BCAG 0440 - Scheduler non può creare oggetti CORBA. 355
BCAG 0450 - Scheduler non può inizializzare le librerie BO. 355
BCAG 0460 - Scheduler non può connettersi al repository. 355
BCAG 0470 - Scheduler non può caricare il file di sicurezza del dominio. 356
BCAG 0480 - Scheduler è bloccato; impossibile raggiungere il repository 356
BCAG 0490 - Scheduler si è bloccato a causa di un errore fatale. 356
BCAG 0500 - Scheduler non può connettersi al repository. 356
BCAG 0510 - Scheduler non può collegarsi all’agente del repository. 357
BCAG 0520 - Scheduler non può ottenere il master del repository. 357
BCAG 0530 - Scheduler non può ottenere il dx del repository. 358
Indice analitico
29
30
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCAG 0540 - Scheduler non può ottenere l’ID della datazione. 358
BCAG 0550 - Impossibile ottenere l’elenco dei processi 359
BCAG 0560 - Impossibile ottenere la lingua dal gestore cluster. 360
BCAG 0570 - Impossibile aggiornare la datazione. 360
BCAG 0580 - La tabella della datazione è piena. 361
BCAG 0590 - Errore sconosciuto SQLBO. 361
BCAG 0600 - Tipo di Scheduler errato. 361
BCAG 0610 - Impossibile accedere alla directory del file bomain.key. 361
BCAG 0620 - Impossibile accedere al file Main.key. 362
BCAG 0630 - Impossibile aprire il file .key. 363
BCAG 0640 - Impossibile creare lo stream sul file .key. 364
BCAG 0650 - Impossibile trovare il repository attuale. 365
BCAG 0670 - Impossibile inviare il messaggio all’agente SQLBO. 366
BCAG 0680 - Impossibile ottenere una connessione SQLBO. 366
BCAG 0690 - Impossibile ottenere un cursore SQLBO. 366
BCAG 0700 - Impossibile ottenere un livello di rete SQLBO. 367
BCAG 0710 - Impossibile accedere alla directory .RSS. 367
BCAG 0720 - Invalid .key file 367
BCAG 0730 - Versione del repository non valida. 368
BCAG 0740 - L'attore attuale non può connettersi per il momento. 368
BCAG 0750 - L’identificazione utente attuale del server non è valida. 369
BCAG 0770 - Errore dovuto all’identificazione utente non valida. 369
BCAG 0780 - Annullamento dell’identificazione utente. 369
BCAG 0800 - Impossibile aprire il file LSI. 370
BCAG 0810 - Impossibile scrivere nome utente/password nel file LSI. 370
BCAG 0820 - Impossibile aggiornare l’elenco LRU nel file LSI. 371
BCAG 0830 - Impossibile recuperare le indicazioni di tempo per il repository
principale. 371
BCAG 0850 - Applicazione sconosciuta. 371
BCAG 0860 - Utente attuale non autorizzato. 372
BCAG 0870 - L’utente attuale non è il supervisore generale di apertura di
sessione. 372
BCAG 0880 - Il supervisore generale di apertura di sessione non può essere
utilizzato in questo caso. 372
BCAG 0890 - L’utente è LIGHT. 372
BCAG 0900 - I TMS dell'utente attuale non sono validi per il momento. 373
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCAG 0910 - Il file .lsi non è modificabile. 373
BCAG 0940 - Il file .lsi è bloccato da un’altra applicazione. 373
BCAG 0950 - Nessuna datazione per questo utente nel file .lsi. 373
BCAG 0960 - Impossibile recuperare l’elenco degli universi. 374
BCAG 0980 - ID di accesso non valido. 374
BCAG 0990 - Password non valida nella finestra di dialogo Cambia
password. 374
BCAG 1000 - Nome utente riservato (MANAGER o LIGHT). 375
BCAG 1010 - Scheduler non può essere eseguito in questo sistema
operativo. 375
BCAG 1020 - Annullamento durante la modifica obbligatoria della
password. 375
BCAG 1030 - Impossibile caricare il driver di autenticazione. 375
BCAG 1040 - Inizializzazione del driver terminata in errore. 375
BCAG 1050 - Inizializzazione del driver di identificazione terminata in
errore. 376
BCAG 1060 - Inizializzazione del driver di autenticazione terminata in
errore. 376
BCAG 1070 - Errore durante il rilascio del driver. 376
BCAG 1080 - Errore durante il rilascio del driver di identificazione. 376
BCAG 1120 - File .key non valido (non corrispondente al file .lsi). 377
BCAG 1130 - File .lsi errato 377
BCAG 1140 - Dominio della versione precedente. 377
BCAG 1150 - Il dominio di sicurezza è anteriore a quello necessario. 378
BCAG 1160 - File .key non trovato. 378
BCAG 1170 - Identificazione utente disabilitata. 378
BCAG 1180 - Connessione errata al repository. 379
BCAG 1190 - File RSS inaccessibile. 379
BCAG 1200 - L’SQL utilizzato è errato. 379
BCAG 1210 - Errore durante l’importazione. 380
BCAG 1220 - Memoria insufficiente. 380
BCAG 1230 - Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per
l’esportazione. 380
BCAG 1240 - Impossibile iniziare la transazione sul dominio di sicurezza. 381
BCAG 1250 - Impossibile iniziare la transazione sul dominio dei
documenti. 381
Indice analitico
31
32
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCAG 1260 - Impossibile ottenere le informazioni sul documento
precedente. 382
BCAG 1270 - Impossibile terminare la transazione sul dominio dei
documenti. 382
BCAG 1280 - Impossibile terminare la transazione sul dominio di
sicurezza. 382
BCAG 1290 - BOManager è occupato. 383
BCAG 1300 - Ottimizzazione della visualizzazione non riuscita. 383
BCAG 1310 - Impossibile ottenere MachineManager. 383
BCAG 1320 - Questo Broadcast Agent Scheduler non può elaborare
documenti BusinessObjects. 384
BCAG 1330 - Questo Broadcast Agent Scheduler non può elaborare
documenti WebIntelligence. 385
BCAG 1340 - Impossibile creare una sessione WebIntelligence. 385
BCAG 1350 - Impossibile ottenere Session Manager. 385
BCAG 1360 - Impossibile ottenere WIQT. 385
BCAG 1370 - Identificazione utente NT non valida. 386
BCAG 1380 - AVVISO: Inserimento di un’informazione del destinatario nel
database terminato in errore per un task di report bursting. 386
BCAG 1500 - Impossibile avviare una sessione WebIntelligence 6.x. 386
BCAG 1510 - Impossibile connettersi al server WebIntelligence 6.x. 387
BCAG 1520 - Importazione di documento WebIntelligence 6.x terminata in
errore. 387
BCAG 1530 - Aggiornamento di documento WebIntelligence 6.x terminato in
errore. 387
BCAG 1600 - Numero di licenza non valido. Non si è autorizzati ad avviare il
prodotto. Contattare l’amministratore o il rivenditore indicando questo
codice: 388
BCAG 1610 - Errore - impossibile verificare il numero di licenza. 388
BCAG 1700 - Tipo di documento sconosciuto. 388
BCAG 1710 - Impossibile aggiornare il documento. 388
BCAG 1720 - Task di report bursting terminato in errore. 389
BCAG 1730 - Impossibile ottenere il numero massimo di tentativi per i task
UNIX. 389
BCAG 1740 - Impossibile eseguire questo task con la versione di Broadcast
Agent Scheduler installata attualmente. Contattare l’amministratore. 389
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
BCB 0001 - Time limit exceeded. 390
BCB 0003 - Impossibile estrarre gli script dal documento. 390
BCB 0004 - Occorre impostare una programmazione mediante Scheduler o
File Watcher (o entrambi). 390
BCB 0005 - Non è stato specificato un file per il File Watcher. 390
BCB 0006 - Impossibile contattare Scheduler. Potrebbe non essere
connesso. 390
BCB 0007 - Scheduler è occupato. Riprovare? 391
BCB 0008 - Errore CORBA. 391
BCB 0009 - Comando Scheduler terminato in errore. 391
BCB0010 – Avviso: impossibile portare a termine il task di push. 391
BOL#05 - Nessun documento aperto. 493
BOL#102 - Error while importing document 494
BOL#109 – Sono stati selezionati troppi valori. 494
BOL#130 - Unable to open this document, not authorised 494
BOL#131 - Unable to open this document, cancelled by user 494
BOL#132 - Unable to open this document, no read access 494
BOL#133 - Unable to open this document, no write access 494
BOL#134 - Unable to open this document, no read and write access 495
BOL#136 - Unable to open this document, file is corrupted 495
BOMGR0010 - Parametri di connessione non validi; connessione non
riuscita. 413
BOMGR0020 - Il documento è già aperto. 413
BOMGR0040 - Errore imprevisto durante la connessione. 413
BOMGR0060 - Il processo del server BusinessObjects ha restituito
un'eccezione di automazione. 413
BOMGR0070 - Errore COM durante la chiamata del processo del server
BusinessObjects. 414
BOMGR0080 - Eccezione del file 414
BOMGR0090 - Eccezione di rete 414
BOMGR011 - Eccezione generica. 414
BOMGR0120 - Impossibile trovare la sessione. 414
BOMGR0140 - Impossibile trovare il contesto del documento. 415
BOMGR0180 - È stato raggiunto il numero massimo di processi caricati del
server. 415
Indice analitico
33
34
Manuale per la risoluzione dei problemi
BOMGR0190 - È stato raggiunto il numero massimo di processi occupati del
server. 416
BOMGR0200 - Chiusura del server in corso... 416
BOMGR0210 - Memoria insufficiente 416
BOMGR0220 - Impossibile avviare il processo del server
BusinessObjects. 416
BOMGR0230 - Errore indefinito. 417
BOMGR0240 - Impossibile inizializzare la libreria COM. 417
BOMGR0250 - Impossibile scrivere nel file di configurazione. 417
BOMGR0260 - Parametro non valido. 418
BOMGR0270 - Impossibile sovrascrivere il documento esistente. Operazione
interrotta. 418
BOMGR0280 - Impossibile creare la directory. 419
BOMGR0290 - Impossibile copiare il file dalla memoria cache. 419
BOMGR0300 - Impossibile importare il file nella memoria cache. 419
BOMGR0305 - Impossibile esportare il documento. 419
BOMGR0310 - Esecuzione della macro terminata in errore. 420
BOMGR0320 - Task interrotto. 420
BOMGR0330 - Impossibile aprire questo documento che contiene macro.
Chiedere all’amministratore di abilitare le macro. 420
BOMGR0340 - Impossibile visualizzare il documento selezionato con il
visualizzatore attuale. 421
BQ 0001 - Impossibile caricare BusinessQuery. Eseguire di nuovo il
programma d’installazione. 290
BQ 0004 - Questo file non può essere sostituito. 290
BQ 0005 - Questi file sono identici. 291
BQ 0006 - Impossibile copiare questo file. 291
BQ 0007 - Impossibile creare questo file. 292
BQ 0008 - Impossibile spostare il file [nome]. 292
BQ 0009 - Impossibile eliminare il file [nome]. 292
BQ 0010 - Impossibile eliminare questo file di query. 293
BQ 0011 - Impossibile rinominare questo file di query. 293
BQ 0012 - Impossibile duplicare questo file di query. 293
BQ 0013 - Un file di query con il nome specificato esiste già. Usare un altro
nome. 294
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
BQ 0016 - La query [nome] contiene oggetti che sono stati eliminati
dall’universo. 294
BQ 0020 - Impossibile elaborare questo foglio. 294
BQ 0021 - BusinessQuery non è stato inizializzato correttamente. 295
BQ 0023 - Memoria insufficiente. 295
BQ 0024 - Si è verificato un errore imprevisto. 295
BQ 0027 - Non si è autorizzati a lavorare con questo universo. 296
BQ 0032 - L’ID dell’universo selezionato non è valido. 296
BQ 0034 - File non valido. 296
BQ 0035 - Il server OLE Automation di Excel ha generato un errore
imprevedibile. 296
BQ 0050 - Si è verificato un errore imprevisto durante lo scaricamento di
BusinessQuery. 298
BQ 0073 - Impossibile inviare i documenti. 298
BQ 0074 - Impossibile recuperare i documenti. 298
BQ 0077 - Impossibile creare la cartella. 298
BQ 0078 - Impossibile accedere alla cartella. 299
BQ 0079 - Impossibile accedere al file richiesto. 300
BQ 0080 - Impossibile ottenere informazioni su questo universo. 300
BQ 0084 - Operazione non riuscita. 301
BQ 0091 - Impossibile aggiornare il fornitore di dati. 301
BQ 0095 - Si è verificato un errore interno. 302
BQ 0096 - Non si è autorizzati ad eseguire questo comando. 302
BQ 0097 - Inserimento parziale. Il numero di righe restituite supera il limite di
Excel. 302
BQ 0098 - Inserimento parziale. Il numero di colonne restituite supera il limite
di Excel. 303
BQM 0001 - Questi non sono dati BusinessQuery. 287
BQM 0002 - Impossibile inserire una query in celle che contengono dati
BusinessQuery. 287
BQM 0003 - Intervallo Excel non valido. 288
BQM 0008 - Risultato parziale! 289
BQM 0009 - La modifica del nome o l’eliminazione di un file di query si
ripercuote su tutte le cartelle di lavoro contenenti la query associata. 289
Indice analitico
35
36
Manuale per la risoluzione dei problemi
C
CAT 0001 - Il nome della categoria contiene caratteri non validi. I caratteri validi
sono: 183
CFT 00001 - L'eliminazione del cluster è terminata in errore. 439
CFT 00501 - I file ORB di Business Objects non sono stati creati. 439
CFT 00502 - I file ORB di Business Objects non sono stati creati. 439
CFT 00503 - Tipo di nodo errato. 439
CFT 00504 - Porta errata. 439
CFT 00520 - L’eliminazione dell’istanza è terminata in errore. 439
CFT 01001 - Nome utente o password non valido. 440
CFT 01002 - Questo utente non dispone dei diritti per la gestione dei servizi. Il
profilo utente deve comprendere le impostazioni Act as part of the operating
system e Log on as a service. 440
CFT 01002 - Questo utente non dispone dei diritti necessari per la gestione dei
servizi. (Act as part of the operating system è necessario) 440
CFT 01003 - La connessione è negata per questo utente. 440
CFT 01004 - I parametri del servizio non sono stati registrati. 441
CFT 01005 - L'identità di BOManager non è stata registrata. Non si dispone di
diritti sufficienti per scrivere nel registro di configurazione di Windows. 441
CFT 09510 - File non esistente. 441
CFT 10001 - Questo file non esiste o non è possibile accedervi. 441
CFT 10006 - Un file non è stato eliminato: potrebbe essere bloccato da un'altra
applicazione. 441
CFT 10522 - Errore durante la distribuzione in rete di Application Server. 442
CFT 11020 - Un file .dll non è stato registrato. 442
CFT 11021 - L’annullamento della registrazione di un file .dll è terminato in
errore. 442
CFT 14503 - Errore durante la distribuzione in rete di Websphere. 442
CFT 15000 - {actionname} this action has failed. 442
CFT 15001 - L’azione non esiste. 443
CFT 15002 - Il valore deve essere 0 (falso) o 1 (vero). 443
CFT 15003 - Tipo di prodotto errato. 443
CFT 15004 - Il prodotto non esiste. 443
CFT 15005 - Il file o la directory non esiste. 443
CFT 15006 - L’azione non è stata eseguita. 443
CFT 15007 - Errore durante l’aggiunta di un server Web. 443
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
CFT 15008 - Tipo di server Web errato. 444
CFT 15009 - Nome di istanza di server Web errato. 444
CFT 15010 - Errore durante l’aggiunta di un server delle applicazioni. 444
CFT 15011 - Tipo di server delle applicazioni errato. 444
CFT 15012 - Nome di istanza di server delle applicazioni errato. 444
CFT 15013 - Errore durante l’eliminazione del server Web. 444
CFT 15014 - La configurazione del server Web non esiste. 444
CFT 15015 - Errore durante l’eliminazione del server delle applicazioni. 445
CFT 15016 - La configurazione del server delle applicazioni non esiste. 445
CFT 15017 - Questa lingua non esiste o non è installata. 445
CFT 15018 - Carattere non autorizzato. 445
CFT 15019 - Non è stata rilevata nessuna istanza che utilizza questi file. 445
CFT 15020 - Non è stata rilevata nessuna istanza SSL che utilizza questi
file. 445
CFT 15021 - Occorre specificare un’istanza del server delle applicazioni. 446
D
DA 0002 - Problema durante l’estrazione. 161
DA 0003 - Errore durante l’esecuzione di SQL: 161
DA 0004 - Una connessione richiesta per aggiornare il documento non è
disponibile. 161
DA 0005 - Errore relativo alla connessione o a SQL. 162
DA 0008 - Impossibile trovare l’universo oppure non si hanno i diritti d’accesso
richiesti. 162
DA 0009 - La colonna BLOB non riesce ad estrarre più di una riga. 162
DA 0010 - Nell’universo [nome], alcuni oggetti mancano o sono ambigui.
Impossibile eseguire la query in questo universo. 163
DA 0011 – Impossibile trovare l’universo [nome]. 163
DA 0012 – Impossibile trovare l’universo [nome] che utilizza la connessione
[nome]. 164
DA 0013 - Query interrotta. Risposta dal server: 165
DAC 0001 - Impossibile creare la connessione. 227
DAC 0002 - Impossibile modificare la connessione: il driver di connessione non
è disponibile. 227
DAC 0003 - Impossibile verificare la connessione: il driver di connessione non
è disponibile. 227
Indice analitico
37
38
Manuale per la risoluzione dei problemi
DAC 0004 - Impossibile modificare le connessioni protette in modalità
offline. 227
DAC 0005 - Impossibile recuperare le connessioni protette. 227
DBD0003 - Impossibile inizializzare DB2 OLAP. 276
DBD0004 - Impossibile trovare l’elemento della dimensione. 276
DBD0005 - Impossibile trovare il livello inferiore <nome> di <nome>. 276
DBD0009 - Si è verificato un errore durante la generazione dello script del
report DB2 OLAP. 276
DBD0010 - Valore errato. 276
DBD0011 - Tabella alias inesistente 277
DBD0015 - La modalità di recupero è errata. 277
DMA 00009 - Error when trying to access VBA. 260
DMA 00010 - Unable to edit the procedure. 260
DMA 00011 - Unable to create the procedure. 261
DMA 00012 - You must select a procedure in the list. 261
DMA 00013 - Unable to delete the procedure. 261
DMA 0002 - Nome di gerarchia errato 258
DMA 0005 - Esportazione terminata in errore. 258
DMA 0006 - Se si modifica il fornitore di dati, occorre aggiungere un
componente BusinessObjects non installato sul computer. Rivolgersi
all’amministratore del sistema. 259
DMA 0007 - Aggiornamento dei seguenti fornitori di dati terminato in
errore: 260
DMA 0008 - Una variabile ha impedito l’aggiornamento del fornitore di dati
[nome]. 260
DMB 0003 - Tipo di dati errato 243
DMB 0005 - Troppi parametri 244
DMB 0006 - Parametri insufficienti 244
DMB 0007 - Errore di sintassi 244
DMB 0008 - Le variabili non sono compatibili. 245
DPP 0001 - Impossibile aprire il file: 249
DPP 0002 - Non si è autorizzati ad utilizzare questa stored procedure. 249
DPQ 0001 - La connessione non è definita. 249
DPQ 0003 - Il server non risponde! 250
DPQ 0005 - Problema di connessione 250
DPQ 0006 - non esiste. 250
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
DPS 0001 - Questa stored procedure è stata eliminata. 258
DPS 0002 - Non si è autorizzati ad utilizzare questa stored procedure. 258
DSG 0001 - I join esterni intorno all’operatore sono incoerenti. 165
DSG 0002 - Cardinalità sconosciuta 166
DSG 0003 - Cardinalità sconosciuta. 166
DSG 0005 - Impossibile trovare il file specificato. 166
DSG 0017 - Impossibile esportare un universo in sola lettura. 166
DSG 0040 – Il nome di tabella [nome tabella] supera i 110 caratteri. 167
DSG 0041 - La cartella degli universi predefinita specificata non esiste. 167
DSG 0046 - L’universo è danneggiato e non è possibile aprirlo. 167
DSG 0048 - Collegamento in rete assente. 167
DSG 0049 - Sono stati trovati elementi duplicati. Impossibile collegare gli
universi. 167
DSG 0051 - Un universo non può essere collegato a se stesso. 168
DSG 0052 - Impossibile trovare l’universo. 168
DSG 0053 - Impossibile caricare l’universo. 168
DSG 0054 - Errore di memoria 168
DSG 0055 - Elementi già utilizzati. 169
DSG 0086 - Questo universo da collegare fa parte di un altro repository.
Impossibile eseguire questo collegamento. 169
DWZ 0001 - Connessione terminata in errore. 249
DWZ 0002 - Nessuna stored procedure 240
DWZ 0003 - Nessun universo 241
DWZ 0004 - Nessun modello. 241
DWZ 0005 - Ogni cartella deve contenere almeno una variabile. 241
DWZ 0008 - Per creare un grafico occorre definire almeno un indicatore e una
dimensione o un dettaglio. 242
DWZ 0009 - Si deve selezionare almeno una variabile. 242
DWZ 0010 – Errore interno. Verificare l’installazione del fornitore di dati. 242
DWZ0011 - Anteprima non disponibile. Questo modello contiene solo la
definizione degli stili. 243
DX 0001 - Impossibile generare il file temporaneo. 183
DX 0002 - Il file [nome documento] non è protetto sulla propria
workstation. 183
DX 0003 - File RSS inaccessibile. 184
DX 0004 - È stato utilizzato un SQL errato. 184
Indice analitico
39
40
Manuale per la risoluzione dei problemi
DX 0005 - Errore durante l’importazione. 184
DX 00050 - L’eliminazione del documento è terminata in errore. 203
DX 0007 - Errore durante l’importazione. 184
DX 0008 - Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per
l’esportazione. 185
DX 0009 - Errore sconosciuto durante l’importazione di <[nome documento]>.
Importazione annullata. <[nome documento]> non può essere importato. 185
DX 0010 – Impossibile chiudere <[nome documento]>. Importazione annullata.
<[nome documento]> non può essere importato. 186
DX 0011 - Impossibile creare il file associato a <[nome documento]>.
Importazione annullata. <[nome documento]> non può essere importato. 187
DX 0012 - Impossibile eliminare il file [nome documento] precedente.
Importazione annullata. <[nome documento]> non può essere importato. 187
DX 0014 - Impossibile scrivere in <[nome del documento]>. Importazione
annullata. <[nome documento]> non può essere importato. 188
DX 0015 - Impossibile ottenere i dati da <[nome documento]>. Importazione
annullata. <[nome documento]> non può essere importato. 188
DX 0016 - Importazione terminata in errore. 189
DX 0017 - Impossibile eliminare il file [nome]. 190
DX 0018 - Il nome file [nome documento] non è compatibile con la propria
piattaforma di lavoro. Modificarlo. 190
DX 0019 - Il file è di sola lettura. Impossibile inviarlo al repository. 190
DX 0020 - Nessun dominio documenti disponibile. 190
DX 0021 - Impossibile aprire: <documento> 191
DX 0022 - È stato richiesto di esportare il file protetto <documento>. Non si è
autorizzati a eseguire tale operazione. L’esportazione di <documento> è stata
annullata. 192
DX 0023 - Le proprietà non sono state aggiornate con l’ultima esportazione del
documento! 192
DX 0024 - Errore sconosciuto durante l’esportazione di <[nome documento]>.
Esportazione interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato. 192
DX 0025 - Errore relativo al durante l’esportazione di <[nome documento]>.
Esportazione interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato. 193
DX 0026 - Interruzione durante l’esportazione di <[nome documento]>:
Esportazione interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato. 193
DX 0027 - Impossibile aprire il file associato a <[nome documento]>. <[nome
documento]> non è stato esportato. 193
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
DX 0028 - Impossibile iniziare la transazione e l’esportazione di <[nome
documento]>. Problema relativo al repository. <[nome documento]> non è
stato esportato. 194
DX 0029 - Impossibile iniziare la transazione e l’esportazione di <[nome
documento]>. Problema con Broadcast Agent. <[nome documento]> non è
stato esportato. 194
DX 0030 - Impossibile eliminare il file <[nome documento]> precedente.
<[nome documento]> non è stato esportato. 195
DX 0031 - Impossibile ottenere le informazioni sul file <[nome documento]>
precedente. <[nome documento]> non è stato esportato. 195
DX 0032 - Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome
documento]>. Problema relativo al repository dx. <documento> non è stato
esportato. 196
DX 0033 - Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome
documento]>. Problema con il master repository. <[nome documento]> non è
stato esportato. 197
DX 0034 - Esportazione terminata in errore. 198
DX 0035 - Impossibile connettersi al repository. 198
DX 0037 - Impossibile caricare il file [nome DLL]. Verificare l’installazione di
Microsoft Exchange. 199
DX 0040 - Impossibile aprire il file associato a <[nome documento]>. 199
DX 0041 - Impossibile inviare il messaggio. 199
DX 0042 - Impossibile aggiornare localmente le informazioni relative alla
connessione. 200
DX 0043 - Nessuna proprietà disponibile per questo documento! 200
DX 0044 - Impossibile ottenere le proprietà del documento! 201
DX 0045 - ERRORE DI DB 201
DX 0046 - Il dominio dei documenti non risponde! 201
DX 0047 - Per importare questo documento è necessaria una versione più
recente di BusinessObjects. 202
DX 0059 - File RSS inaccessibile. 217
E
ESB0002 – Nessuna applicazione. Rivolgersi all’amministratore del
database. 277
ESB0003 - Impossibile inizializzare Essbase. 277
ESB0004 - Impossibile trovare il nome dell’elemento della dimensione. 277
Indice analitico
41
42
Manuale per la risoluzione dei problemi
ESB0005 - Impossibile trovare il livello inferiore <nome> di <nome>. 278
ESB0009 - Si è verificato un errore durante la generazione dello script del
report Essbase. 278
ESB0010 - Valore errato. 278
ESB0011 - Tabella alias inesistente. 278
ESB0015 - La modalità di recupero è errata. 278
F
FOR 0001 - Impossibile visualizzare il grafico. Ci deve essere almeno un
indicatore sull’asse Y. 245
FOR 0002 - Impossibile visualizzare il grafico. Ci deve essere almeno una
variabile sull’asse X. 246
FOR 0003 - Impossibile visualizzare il grafico. Si possono porre indicatori solo
sull’asse Y. 246
FRM 00026 - This version of BusinessObjects will expire in <number> days.
Rivolgersi al proprio distributore BusinessObjects. 493
FRM 00027 - Impossibile aprire il file <nome file>. Potrebbe essere in sola
lettura o già aperto. Chiudere il file o chiedere i diritti adeguati e riprovare. 493
FRM 00028 - Errore interno di verifica della licenza (codice: <numero>).
Annotare il codice e contattare il Customer Support Center di Business
Objects. 493
FRM 0013 - Nessuna licenza trovata per %s. Contattare il rappresentante di
Business Objects. 489
FRM0001 - Impossibile trovare il file. 486
FRM0002 - Il file è di sola lettura. 487
FRM0003 - Impossibile aprire il file perché è danneggiato. 487
FRM0004 - Impossibile salvare il file per un errore su disco. 487
FRM0006 - Impossibile creare il file temporaneo. Il disco di avvio è
probabilmente pieno. 487
FRM0007 - Impossibile aprire il file per un errore sconosciuto. 487
FRM0008 - Non si è autorizzati a utilizzare questo documento. 488
FRM0009 - Non si ha il diritto di accesso in scrittura a questo documento. Verrà
aperto in sola lettura. 489
FRM0010 – Password non valida. Ritentare. 489
FRM0011 - <nome> è protetto dalla scrittura 489
FRM0014 - Warning: la licenza scade tra <numero> giorni. Contattare il
rappresentante di BusinessObjects. 489
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
FRM0015 - Avviso: la licenza è scaduta da <numero> giorni. Tra breve, non
sarà più possibile utilizzare il prodotto. Contattare il rappresentante di Business
Objects. 490
FRM0016 - La licenza [nome] è scaduta. Contattare il rappresentante di
Business Objects. 490
FRM0017 - Memoria o risorse del sistema insufficienti. 490
FRM0018 - Il file setup.exe non è valido. 490
FRM0019 - Il file setup.exe non è stato trovato. 491
FRM0020 - Il percorso del programma d'installazione non è stato trovato. 491
FRM0021 - Errore sconosciuto durante l'esecuzione del programma
d'installazione. 491
FRM0022 - Percorso del programma d'installazione sconosciuto. 491
FRM0023 - Impossibile eseguire la macro. il nome specificato non corrisponde
a nessuna macro. 492
FRM0024 - Impossibile eseguire la macro: il nome specificato non corrisponde
a nessuna macro. 492
FRM0025 - Impossibile creare la macro VBA. 492
G
GUI0002 - Il nome del file è troppo lungo (8 caratteri al massimo). 485
GUI0003 - Il nome del file contiene caratteri non autorizzati. 485
GUI0005 – Impossibile trovare il file. Verificare di avere inserito il nome file
giusto. 485
GUI0006 - Impossibile trovare il percorso<nome>. Verificare che il nome del
percorso sia corretto. 485
I
INF 00003 -Selezionare una data valida. 449
INF 00045 - La nuova password non è stata confermata. 449
INF 00047 - La nuova password non dovrebbe avere più di 32 caratteri. 449
INF 00052 - Selezionare un gruppo. 449
INF 00072 - Selezionare un gruppo o un utente. 449
INF 00105 - Il server BusinessObjects non è pronto. 449
INF 00111 - Impossibile aggiungere un documento BusinessObjects da
InfoView. A tale scopo, utilizzare la funzione Pubblica nei documenti
dell’azienda di BusinessObjects Reporter. 450
Indice analitico
43
44
Manuale per la risoluzione dei problemi
INF 00120 - Occorre selezionare almeno un processo nell'elenco. 450
INF 00130 - Si è verificato un errore di sistema. 450
INF 00140 - Occorre selezionare almeno una categoria nell'elenco. 450
INF 00150 - La prima data non è valida. 450
INF 00160 - Occorre selezionare almeno un documento nell'elenco. 450
INF 00170 - I caratteri / \ : * ? “ < > | non sono autorizzati. 450
INF 00180 - La seconda data non è valida. 451
INF 00190 - Occorre reinstallare BusinessObjects. Contattare l’amministratore
del sistema. 451
INF 00200 - La versione di BusinessObjects installata sul computer non può
essere aggiornata. Disinstallarla. 451
INF 00210 - Impossibile recuperare da BusinessObjects le informazioni
relative alla versione. 451
INF 00220 - Il programma di installazione di BusinessObjects non può essere
eseguito su questa piattaforma. 451
INF 00230 - Impossibile avviare BusinessObjects da questo browser. 451
INF 00240 - BusinessObjects non può essere eseguito su questa
piattaforma. 451
INF 00250 - Impossibile avviare BusinessObjects. 452
INF 00260 - Impossibile avviare il programma di installazione di
BusinessObjects da questo browser. 452
INF 00270 - Occorre essere supervisore generale Business Objects per
modificare o aggiungere una fonte dati OLAP. 452
INF 00280 - Selezionare una sola casella di controllo. 452
INF 00290 - Selezionare almeno una fonte dati. 452
INF 00300 - Selezionare solo una fonte dati. 452
INF 00310 - Occorre essere supervisore generale per eliminare una fonte dati
OLAP. 452
INF 00320 - L’account utente è disabilitato. Rivolgersi all’amministratore. 452
L
LOV0001 - Troppi valori selezionati 486
LOV0002 - Non si è autorizzati ad usare questo universo. 486
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
O
OEX0004 - Impossibile inizializzare Express. 279
OEX0005 - La modalità di recupero è errata. 279
OEX0008 - Valore errato. 279
OEX0011 - Impossibile aggiungere l’indicatore perché almeno una dimensione
è vuota. 279
OEX0012 – Impossibile collegarsi al database [nome]. Verificare il nome
database e la password. 279
OEX0013 - Impossibile connettersi a pcExpress. 279
OEX0014 - Impossibile connettersi al server. 280
OEX0015 - Argomenti della funzione non validi 280
OEX0016 - Memoria insufficiente. 280
OEX0017 - Errore generale. 280
OEX0018 - Buffer di uscita insufficiente. 280
OEX0019 - Nessun server corrisponde alle specifiche. 281
OEX0020 - Fine dati o limite 281
OEX0022 - Errore fatale - sessione distrutta. 281
OEX0023 - Impossibile caricare la DLL del fornitore di servizi. 281
OEX0024 - Funzione API non implementata. 281
OEX0025 - Incompatibilità di tipo di dati. 282
OEX0026 - Impossibile inizializzare una nuova sessione. 282
OEX0027 - Il server è stato arrestato. 282
OEX0028 - SNAPI locale già in esecuzione. 282
OEX0029 - Impossibile recuperare i valori della dimensione. 282
OEX0030 - La dimensione è vuota. 283
OEX0031 - Errore durante la fase di esecuzione. Verificare i valori delle
dimensioni. 283
OEX0033 - Il numero immesso nel campo corrispondente ai valori limite per le
dimensioni deve essere compreso tra <valore> e <valore>. 283
OEX0034 - La gerarchia per la dimensione non esiste. 284
OLC 0001- Impossibile creare l’oggetto OLAP. 273
OLC 0005 - Impossibile connettersi al server OLAP. 273
OLC 0010 - Impossibile eseguire la query. 274
OLC 00100 - Impossibile connettersi al server OLAP. 275
OLC 0015 - Nessuna colonna e nessun dato da recuperare. 274
OLC 0020 - OLE DB non registrato nel registro. 274
Indice analitico
45
46
Manuale per la risoluzione dei problemi
OLC 0025 - Si è verificato un errore durante l’esecuzione della query. 274
OLC 0030 - Nessuna informazione sulla colonna. 274
OLC 0035 - Impossibile recuperare una riga. 275
OLC 0040 - Impossibile recuperare un risultato della query. 275
OLC 0050 - Impossibile determinare il tipo di ordinamento per la
dimensione. 275
OLC 0055 - Impossibile creare ordinamenti sulla dimensione a partire dalla
definizione nel pannello delle query OLAP. 275
OLP 0001 - Attenzione! Per ulteriori informazioni, consultare i dettagli… 265
OLP 0003 - Il server non risponde! 265
OLP 0005 - Errore generale. 265
OLP 0006 - Errore di memoria 266
OLP 0007 - Non si è autorizzati a modificare questo fornitore di dati. 267
OLP 0010 - Impossibile stabilire la connessione con il server. 267
OLP 0011 - Impossibile disconnettersi dal server. 267
OLP 0012 - Troppe colonne 267
OLP 0013 - Impossibile aggiungere una dimensione all’asse orizzontale. 267
OLP 0014 - Impossibile aggiungere una dimensione all’asse verticale. 268
OLP 0015 - Impossibile aggiungere un indicatore. 268
OLP 0016 - Impossibile aggiungere un filtro. 268
OLP 0017 - Impossibile rimuovere una dimensione dall’asse orizzontale. 269
OLP 0018 - Impossibile rimuovere una dimensione dall’asse verticale. 269
OLP 0019 - Impossibile rimuovere un indicatore. 269
OLP 0020 - Impossibile rimuovere un filtro. 270
OLP 0021 - Impossibile invertire gli assi. 270
OLP 0022 - Impossibile spostare una dimensione. 270
OLP 0023 - Errore interno 271
OLP 0031 - Impossibile eseguire il drill down. 271
OLP 0032 - Impossibile eseguire il drill up. 271
OLP 0037 - Si è verificato un problema di configurazione relativo alla rete, al
server o al client. Impossibile visualizzare l’editor OLAP. 272
OLP 0044 - Asse delle colonne danneggiato. 272
OLP 0045 - Asse delle righe danneggiato. 272
OLP 0047 - Impossibile sostituire la dimensione sull’asse orizzontale. 272
OLP 0048 - Impossibile sostituire la dimensione sull’asse verticale. 273
OLP 0050 - La struttura del database è vuota. 273
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
Q
QP 0001 - Errore durante la generazione di SQL. 251
QP 0002 - Errore di memoria interna durante la generazione di SQL. 251
QP 0003 - Errore di memoria durante la generazione di SQL. 251
QP 0004 - Combinazione di oggetti incompatibile. 251
QP 0005 - Join esterni incoerenti. 252
QP 0006 - Prodotto cartesiano non autorizzato. 252
QP 0007 - La query non è associata a una tabella. 252
QP 0008 - Riferimento a una tabella che non esiste più. 252
QP 0009 - Uno degli oggetti della query non è esatto. 252
QP 0010 - Una delle proprietà della query non è esatta. 253
QP 0011 - Impossibile trovare il file .PRM. 253
QP 0013 - La condizione complessa ha creato un prodotto cartesiano. 253
QP 0014 - Loop in una condizione complessa. 253
QP 0015 - Questa query è troppo complessa. Una delle sottoquery contiene
oggetti incompatibili. 254
QP 0016 - Il server non risponde. 254
QP 0017 - Le colonne della clausola SELECT non corrispondono agli oggetti
risultato. 254
QP 0018 - Errore di sintassi nella variabile. 255
QP 0019 - Non si è autorizzati a utilizzare l’oggetto [nome]. 256
QP 0020 - La risoluzione di navigazione aggregata è terminata in errore. 256
QP 0021 - Condizione ambigua su un indicatore. Eliminarla o annullare il livello
dell’analisi. 257
QP 0022 - Impossibile creare una nuova scheda prima di inserire almeno un
oggetto risultato. 257
QP 0023 - Impossibile combinare le sottoquery. 257
QP 0025 - Impossibile eliminare questa query. Eliminare prima la
condizione. 257
QP 0027 - Alcuni oggetti obsoleti sono stati eliminati dalla query. 257
QPF 0001 - “Select” è l’unico comando SQL autorizzato. 251
Indice analitico
47
48
Manuale per la risoluzione dei problemi
R
RPT 0001 - Impossibile trasformare il blocco in grafico. Occorre includere
almeno un indicatore sull’asse Y e una variabile sull’asse X. 235
RPT 0004 - Impossibile creare l’oggetto. Assicurarsi che l’applicazione si trovi
nel registro di configurazione. 235
RPT 0005 - Impossibile trovare il file [nome].ret. Verranno utilizzate le
impostazioni predefinite dell’applicazione. 235
RPT 0006 - Il file <nome>.ret è in sola lettura. Le modifiche apportate alle
impostazioni di stile non verranno salvate. 236
RPT 0007 - Il file <nome>.ret è in sola lettura. Le modifiche effettuate non
verranno salvate. 236
RPT 0009 - Rimuovi varianza. 237
RPT 0020 - La variabile deve avere un nome. 237
RPT 0025 - Valore Min maggiore del valore Max 237
RPT 0026 - Operatori incompatibili. 237
RPT 0027 - Numero di parametri non valido. Si devono indicare due
valori. 238
RPT 0028 - Numero di parametri non valido. Si deve indicare almeno un
valore. 238
RPT 0029 - Mancano le condizioni 238
RPT 0030 - Intervallo vuoto 238
RPT 0033 - Impossibile trovare [default]: verranno utilizzate le impostazioni
predefinite dell’applicazione. 239
RPT 0034 - Impossibile inserire una classifica. Non esistono indicatori per
questa dimensione. 239
RPT 0035 - Impossibile inserire un oggetto Documento BusinessObjects in un
documento BusinessObjects. 240
RPT 0037 - Il valore massimo dell’asse deve essere maggiore del valore
minimo dell’asse. 240
RPT 0038 - I valori massimi e minimi dell’asse devono essere maggiori di zero
in una scala logaritmica. 240
RPT 0039 - Il valore dell’unità deve essere maggiore di zero. 240
S
SBO 0001 - Connessione non riuscita! 225
SBO 0003 - Il nome della connessione esiste già. 225
SBO 0005 - Il campo Nome è vuoto. 225
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
SBO 0008 - Impossibile caricare il driver di connessione: 225
SBO 0009 - Impossibile accedere al driver di connessione: 225
SBO 0010 - Impossibile caricare il file .prm: 226
SBO 0011 - Impossibile caricare il file .rss: 226
SBO 0015 - Impossibile accedere al file .sbo: 226
SBO 0016 - Connessione non riuscita. 226
STU 00004 - This Business Objects distribution is for <OS name> not for <OS
name>. 65
STU 00005 - This Business Objects distribution only supports AIX 5. 65
STU 00005 - This Business Objects distribution only supports HP-UX 11. 65
STU 00005 - This Business Objects distribution only supports Solaris 8. 65
STU 00006 - ProductID.txt file not found. 65
STU 00008 - You did not provide the CD <diskNumber>. 65
STU 00009 - The distribution is already installed in this directory. 66
STU 00010 - Your Business Objects server is still running. Stop it, then
retry. 66
STU 00015 - You have logged in with a different user account than that used
for the installation. 66
STU 00019 - Patch directory is not correct. 66
STU 00020 - Temporary directory is not correct. 66
STU 00021 - Installation directory is not correct. 66
STU 00022 - License directory is not correct. 66
STU 00023 - Source directory is not correct. 67
STU 00024 - Installation directory is needed. 67
STU 00025 - License directory is needed. 67
STU 00026 - Source directory is needed. 67
STU 00027 - Unknown feature <feature>. 67
STU 00028 - Unknown language <language>. 67
STU 00029 - Current language is not one of the installed languages. 67
STU 00030 - Your license directory does not contain a valid license file. 68
STU 00031 -You do not have a license for this feature: <feature>. 68
STU 00032 - All your licenses have expired. 68
STU 00040 - Feature <feature> is already installed. 68
STU 00041 - Feature <feature> is not installed. 68
STU 00050 - Impossible to create temporary file <file>. 68
STU 00051 - Impossible to create <directory>. 69
Indice analitico
49
50
Manuale per la risoluzione dei problemi
STU 00052 - Impossible to copy files to <directory>. 69
STU 00053 - winstall has already been copied to this directory. 69
STU 00060 - Not enough space in the disk. 69
STU 00070 - This directory does not contain Business Objects products. 69
STU 00071 - Your directory does not contain the correct Business Objects
distribution. 69
STU 00072 - Impossible to upgrade this installation release. 70
STU 00080 - You can’t install this patch on this version. 70
STU 00081 - The features you want to patch are not installed. 70
STU 00082 - Patch <patchname> is already installed. 70
STU 00083 - Patch <patchname> not found. 70
STU 00090 - Patch <patchName> is not the most recent patch. Please remove
patches in reverse installation order. 70
STU 00091 - This patch has not been installed. 71
STU 00092 - Impossible to access <pathDirectory>. 71
STW 10000 - Non sono stati trovati file di licenza validi in questa cartella.
Occorrono file di licenza validi per installare Business Objects Enterprise 6 71
U
UNM 0001 - Possibile incoerenza. 177
UNM 0002 - Formato di numero non valido 178
UNM 0003 - Virgolette semplici mancanti "..." 178
UNM 0004 - Virgolette doppie mancanti "..." 178
UNM 0005 - La parentesi non è chiusa {...}. 178
UNM 0006 - Non è stata aperta la parentesi dopo il nome della funzione 178
UNM 0007 - La parentesi non è chiusa 178
UNM 0008 - Parametri mancanti 178
UNM 0009 - Numero di parametri non valido 178
UNM 0010 - Carattere non valido 179
UNM 0011 - Rientro scorretto 179
UNM 0012 - Operando incompatibile 179
UNM 0013 - Loop nella definizione della variabile 179
UNM 0014 - Tipo incompatibile con il tipo di oggetto utente. 179
UNM 0015 - Errore di sintassi. 179
UNM 0016 - Impossibile creare due oggetti utente con lo stesso nome. 179
UNV 0001 - Errore di memoria relativo all’universo 169
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
UNV 0002 - Errore interno relativo all’universo. 169
UNV 0003 - Impossibile caricare l’universo. 169
UNV 0004 - Impossibile caricare i parametri dell’universo. 170
UNV 0005 - Impossibile caricare le tabelle dell’universo. 170
UNV 0006 - Impossibile caricare i contesti dell’universo. 170
UNV 0007 - Impossibile caricare l’elenco delle modifiche dell’universo. 170
UNV 0008 - Impossibile caricare i join dell’universo. 170
UNV 0009 - Impossibile caricare gli oggetti dell’universo. 171
UNV 0010 - Impossibile caricare le gerarchie dell’universo. 171
UNV 0011 - Impossibile caricare gli universi collegati. 171
UNV 0015 - Impossibile caricare SQLBO. 171
UNV 0017 - Il server non risponde! 172
UNV 0018 - Connessione terminata in errore! 172
UNV 0020 - Errore sconosciuto durante l’estrazione dei dati. 172
UNV 0021 - Errore sconosciuto durante l’esecuzione della query. 173
UNV 0022 - Errore RDBMS sconosciuto. 174
UNV 0023 - Definizione non valida. 174
UNV 0024 - La clausola WHERE contiene una funzione di aggregazione. 175
UNV 0025 - Diverse chiamate della funzione @Aggregate_Aware. 175
UNV 0026 - Funzioni @Aggregate_Aware annidate. 175
UNV 0027 - Riferimenti incrociati. 175
UNV 0028 - Tabella già esistente. 175
UNV 0029 - Tabella inesistente. 175
UNV 0035 - Oggetto già esistente. 176
UNV 0039 - Oggetto inesistente. 176
UNV 0049 - Connessione della strategia non trovata. 177
USO 001 - La password di conferma non corrisponde. 231
USP 0001 - Non si è autorizzati ad eseguire un drill in un blocco che visualizza
diverse query sullo stesso universo o diverse fonti dati. 231
USP 0003 - È impossibile salvare questo documento come file .bqy. Il
documento deve contenere un solo fornitore di dati, cioè una query creata a
partire da un universo. 231
USP 0004 - Impossibile connettersi al sito web di Business Objects. 232
USP 0006 - Non si è autorizzati ad accedere a questo file di query perché il
dominio di sicurezza non è quello con il quale si sta lavorando. 232
USR 0001 - Non si è autorizzati ad usare Supervisor. 133
Indice analitico
51
52
Manuale per la risoluzione dei problemi
USR 0002 - Nuova password richiesta. 133
USR 0003 - Identificazione utente non valida. 133
USR 0004 - ID di accesso non valida. 134
USR 0005 - Password non valida. 134
USR 0006 - Non si è autorizzati ad usare Designer. 134
USR 00064 - Questa applicazione è incompatibile con il repository perché il
repository è di una versione più recente. Contattare il supervisore di Business
Objects. 157
USR 00065 - Questa applicazione è incompatibile con il repository perché il
repository è di una versione più recente. Contattare il supervisore di Business
Objects. 157
USR 0007 - Non si è autorizzati ad usare BusinessObjects. 134
USR 0008 - Impossibile accedere al file locale di protezione. 135
USR 0009 - Impossibile scrivere nel file locale di protezione. 135
USR 0010 - Impossibile aggiornare il file locale di protezione. 135
USR 0011 - Impossibile leggere la datazione nel file locale di protezione. 136
USR 0013 - Impossibile accedere al repository. 136
USR 0014 - Impossibile recuperare le indicazioni di tempo per il dominio di
sicurezza. 137
USR 0015 - Impossibile recuperare l’elenco degli universi. 138
USR 0016 - Impossibile recuperare l’elenco dei limiti dell’universo. 138
USR 0017 - Impossibile recuperare l’elenco delle datazioni. 138
USR 0018 - Impossibile recuperare l’elenco dei diritti utente. 139
USR 0019 - Impossibile recuperare l’elenco delle stored procedure. 139
USR 0020 - Impossibile recuperare l’elenco dei documenti/modelli. 140
USR 0023 - Non si è autorizzati ad usare Broadcast Agent. 140
USR 0024 - Non si è autorizzati ad usare BusinessQuery. 141
USR 0026 - Non si è autorizzati ad usare WebIntelligence. 141
USR 0027 - Non si è autorizzati a lavorare offline con il BusinessObjects
attuale. 141
USR 0029 - File di sicurezza (*.LSI) introvabile. Ne occorre uno per lavorare
offline. 141
USR 0030 - File .key non valido Il file .key non è quello usato per creare il file
.lsi. 142
USR 0031 - Il repository deve essere aggiornato per supportare i prodotti
BusinessObjects Enterprise 6. Contattare il supervisore di Business
Objects. 143
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
USR 0032 - Occorre immettere l’identificazione utente corretta per
l’installazione di BusinessObjects su altri posti. 143
USR 0033 - Questa identificazione utente è riservata. Sceglierne
un’altra. 144
USR 0034 - Impossibile avviare l’applicazione in questa modalità. 144
USR 0035 - Impossibile avviare BusinessObjects Broadcast Agent senza
connettersi a un repository. 144
USR 0037 - Impossibile accedere al file bomain.key. 145
USR 0038 - Impossibile aprire il file bomain.key. 146
USR 0039 - Impossibile scrivere nel file bomain.key. 146
USR 0040 - File bomain.key non valido. 147
USR 0041 – Impossibile trovare il repository attuale. 147
USR 0042 - Impossibile accedere a file SQL esterni. 148
USR 0043 - Impossibile comunicare con SQLBO. 148
USR 0044 - Impossibile stabilire una connessione. 149
USR 0045 - Impossibile accedere al database del repository. 149
USR 0046 - Impossibile accedere al driver di connessione. 150
USR 0047 - Impossibile accedere alla cartella SQL esterna. 150
USR 0049 - Problema interno 151
USR 0050 - La protezione dell’accesso a BusinessObjects è
danneggiata. 152
USR 0051 - Impossibile memorizzare le informazioni di protezione della
sessione. 152
USR 0052 - Il file locale di protezione è bloccato da un’altra applicazione. 153
USR 0053 - Impossibile caricare il driver di autenticazione. 153
USR 0054 - Impossibile trovare il punto d’ingresso del driver di
autenticazione. 153
USR 0055 - Impossibile trovare il punto di uscita del driver di
autenticazione. 154
USR 0057 - Errore sul server 154
USR 0058 - File .key non valido 154
USR 0059 - Questa password non è valida. Si può provare solo n altra(e)
volta(e). 155
USR 0060 - Si è verificato un errore durante l’apertura del file .lsi. 155
USR 0061 - Il nome del file .key indicato nella riga di comando non esiste nella
cartella dei dati. 156
Indice analitico
53
54
Manuale per la risoluzione dei problemi
USR 0062 - Impossibile collegarsi perché il repository non accorda fiducia al
dominio principale di NT. 156
USR 0063 - Il supervisore ha vietato l’utilizzo del driver di autenticazione di
NT. 156
USU0001 - Impossibile trovare <nome>. Verificare che tutti i componenti siano
stati installati correttamente. 485
UX 0001 - L’universo è stato esportato, ma potrebbe contenere errori.
Contattare il designer di questo universo. 203
UX 0003 - Non si è autorizzati ad usare questo universo. 203
UX 0010 - Nessun dominio degli universi disponibile. Contattare il supervisore
per ulteriori informazioni. 204
UX 0011 - L’universo <[nome universo]> non esiste in questo dominio degli
universi. 204
UX 0012 - Il nome file <[nome]> non esiste nella cartella locale. 204
UX 0013 - Impossibile recuperare le colonne dalle tabelle dell’universo. La
connessione associata a questo universo non è valida. 205
UX 0014 - La connessione associata all’universo non è stata definita. Occorre
creare una connessione protetta. 205
UX 0015 - La connessione associata all’universo non è stata definita. Occorre
creare una connessione. 205
UX 0016 - Impossibile aggiornare localmente la connessione. 206
UX 0023 - Impossibile aprire l’universo. 206
UX 0028 - Impossibile caricare il repository. 206
UX 0029 - Impossibile rilasciare il repository attuale. 206
UX 0032 - Il nome del file di universo non esiste. 207
UX 0033 - Questo dominio degli universi non esiste. 207
UX 0034 - L’ID dell’universo non esiste nel repository. 207
UX 0037 - Il repository non risponde! 208
UX 0038 - Il dominio dell’universo non risponde! 208
UX 0039 - Il nome del contesto non esiste! 209
UX 0040 - Il dominio del documento non è stato creato sullo stesso account.
Impossibile esportare gli elenchi dei valori. 209
UX 0041 - L’account del dominio dei documenti è diverso. Impossibile
importare gli elenchi dei valori. 209
UX 0042 - Impossibile aprire il file dell’elenco dei valori [nome file LOV]. 214
UX 0042 - Impossibile esportare gli elenchi dei valori. 210
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
UX 0043 - Impossibile aggiornare gli elenchi dei valori nel dominio degli
universi. 210
UX 0044 - Impossibile importare gli elenchi dei valori. 211
UX 0045 - Le operazioni di esportazione incrementale non sono disponibili.
Esportare l’intero universo? 211
UX 0046 - Impossibile bloccare l’universo. 211
UX 0047 - Impossibile salvare l’universo. 212
UX 0048 – Impossibile eliminare l’elenco dei valori <[nome universo]>
precedente. 212
UX 0049 - <[carattere]> è sostituito da <[carattere]>. 213
UX 0050 – Impossibile creare la cartella destinazione [nome] o il file universo
[nome]. 213
UX 0051 - Errore relativo al database 213
UX 0052 - Impossibile creare il file dell’elenco dei valori [nome file]. 213
UX 0054 - Impossibile chiudere il file dell’elenco dei valori. 215
UX 0055 – Impossibile eliminare il file dell’elenco dei valori precedente. 215
UX 0055 - Impossibile scrivere nel file dell’elenco dei valori [nome file LOV]. 216
UX 0058 - Impossibile ottenere i dati del file dell’elenco dei valori [nome file
LOV]. 216
UX 0060 - Uso di un SQL non valido. 217
UX 0061 - Memoria insufficiente. 217
UX 0062 - Impossibile iniziare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio di sicurezza. 218
UX 0063 - Impossibile iniziare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio dei documenti. 218
UX 0064 - Impossibile ottenere informazioni sul file <[nome]>
precedente. 219
UX 0065 - Impossibile eliminare il file <[nome]> precedente. 219
UX 0066 - Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome
universo]>. Problema legato al dominio dei documenti. 220
UX 0067 - Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome
universo]>. Problema legato al dominio di sicurezza. 220
UX 0068 - Errore legato al database durante l’esportazione del file dell’elenco
dei valori [nome file]. 221
UX 0069 - Esportazione degli elenchi dei valori interrotta. 221
UX 0071 – L’universo [nome universo] esiste già nel dominio.
Sovrascriverlo? 221
Indice analitico
55
56
Manuale per la risoluzione dei problemi
V
VAR0001 - Errore di sintassi 486
W
WI0003 - Could not get the authentication mode. 395
WI0004 - Unable to load the properties. 395
WI0005 - Unable to invoke the Dll request. 396
WI0100 - This page is empty. 396
WI0101 - Problem during processing of the query. 400
WI0102 - CORBA exception during processing of the query. 400
WI0103 - Problem during processing of the query. 400
WI0104 - CORBA exception during processing of the query. 400
WI0105 - WebIntelligence server is not ready. 400
WI0202 - Login via generator call has caused an exception. 401
WI0203 - Login via generator call has caused an exception. 401
WI0204 - The login has returned an error code. 402
WI0312 - Errore! Categoria inesistente. 402
WI0314 - Nessun host disponibile per elaborare l’apertura di sessione. 402
WI0315 - Impossibile connettersi: l’amministratore ha messo il sistema
WebIntelligence offline. 403
WI0500 - Nessun dato da recuperare. 403
WI0501 - Problema di contesto. modificare il report e fare clic sul pulsante
Esegui. 404
WI0502 - Non si è autorizzati ad aggiornare questo documento. Contattare il
supervisore. 404
WI0503 - Non si hanno i diritti per eseguire query! 406
WI0504 - Nessun servizio disponibile per visualizzare i report full client.
Contattare l'amministratore per abilitare questo modulo. 406
WI0505 - Il sistema si è arrestato a causa di un parametro del server
WebIntelligence. Chiedere all’amministratore di aumentare il valore di Tempo
max. attività WIQT. 407
WI0506 - Documento non disponibile 407
WI0507 - Questo file è un file di aggiunta (.rea) e quindi non può essere
visualizzato. 408
WI0508 - Accesso all'universo o aggiornamento del documento non
consentiti. 408
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
WI0509 - Sono stati selezionati troppi valori. 408
WI0600 - * Errore nei parametri. 409
WI0601 - * Errore nella creazione del report. 409
WIH 00001 - Definizione di blocco non valida. 455
WIH 00002 - Questo oggetto è già stato inserito. 455
WIH 00003 - Questo filtro è già stato inserito. 455
WIH 00004 - Il documento contiene caratteristiche di formattazione avanzata
che richiedono il pannello dei report Java. Selezionare il pannello dei report
Java nella pagina Opzioni e riaprire il documento. 456
WIH 00005 - Definizione di prompt non valida. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. 460
WIH 00005 - Impossibile inserire indicatori sull’asse X. 456
WIH 00006 - Impossibile inserire dimensioni o dettagli sull’asse Y. 456
WIH 00007 - Impossibile inserire indicatori sull’asse Z. 456
WIH 00008 - Si deve inserire un oggetto risultato prima di selezionare un’altra
scheda. 456
WIH 00009 - Non è possibile basare una sezione su un indicatore. 457
WIH 00010 - Impossibile inserire oggetti dimensione o dettaglio sullsse Z di
questo tipo di grafico. 457
WIH 00011 - Impossibile inserire oggetti dimensione o dettaglio sull'asse X di
questo tipo di grafico. 457
WIJ 10000 - Occorre utilizzare l'editor delle formule per creare una
formula. 457
WIJ 10001 - Non è possibile creare una variabile con lo stesso nome di un
oggetto documento esistente. Dare alla nuova variabile un nome diverso. 457
WIJ 10500 - Questo componente del report non può essere posizionato
rispetto a un blocco, cella o sezione posizionato a sua volta rispetto a questo
componente di report. Selezionare un altro blocco, cella o sezione nell’elenco
a discesa Rispetto a o deselezionare l’opzione Rispetto a. 458
Indice analitico
57
58
Manuale per la risoluzione dei problemi
WIJ 20000 - Si è verificato un errore durante la decodifica del documento.
Aprire il documento in InfoView. Se non funziona, contattare l’amministratore
BusinessObjects. 458
WIJ 20001 - Un problema interno imprevisto si è verificato durante
l’aggiornamento dei dati del documento e l’apertura del documento. La fonte
dati è stata modificata o eliminata, o non è stato selezionato nessun valore per
un prompt sul documento. 458
WIJ 20002 - Il pannello dei report Java di WebIntelligence non può connettersi
al server. Chiudere il pannello dei report e riprovare a connettersi o contattare
l'amministratore di BusinessObjects. 458
WIJ 20003 - Impossibile recuperare la prima pagina del report attuale.
Verificare se il report contiene errori o contattare l'amministratore. Il pannello
dei report passerà in visualizzazione Struttura del report. 459
WIJ 30003 - Memoria insufficiente. Ridurre le dimensioni della finestra del
browser o riavviare il pannello dei report. 459
WIJ 77777 - Impossibile recuperare questo documento a causa di un problema
del server o di un errore nella struttura del documento. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. 459
WIS 00001 - Alcuni oggetti non sono più disponibili nell’universo. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. 460
WIS 00002 - Alcuni oggetti non sono disponibili per questo profilo utente. Non
è possibile aggiornare questo documento. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. 460
WIS 00003 - Alcuni filtri predefiniti non sono più disponibili nell’universo.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 460
WIS 00004 - Alcune tabelle del database non sono più disponibili nell’universo.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 460
WIS 00006 - Definizione di funzioni di aggregazione non valida. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. 461
WIS 00007 - Un filtro contiene un valore errato. Non è possibile eseguire la
query. 461
WIS 00008 - La query non può essere eseguita perché contiene oggetti
incompatibili. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 461
WIS 00009 - La query non può essere eseguita perché un filtro avanzato
contiene un oggetto incompatibile. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. 461
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
WIS 00010 - L’universo non consente l’uso di un’espressione complessa in
un’istruzione GROUP BY. Non è possibile eseguire la query. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. 462
WIS 00011 - Uno o più oggetti contengono diversi attributi. Questa sintassi non
è più supportata in questa versione. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. 462
WIS 00012 - Non è possibile eseguire questa query perché produrrà un
prodotto cartesiano. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 463
WIS 00013 - La generazione dell’SQL è terminata in errore. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. 463
WIS 00014 - La risoluzione dell’utilizzazione degli aggregati è terminata in
errore. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 464
WIS 00015 - I filtri di query multipli contengono un prompt con lo stesso testo,
ma con un diverso tipo di operando o conteggio dei valori dell’operatore. 464
WIS 00016 - La query contiene una funzione @Script() che non è supportata.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 465
WIS 00017 - I seguenti oggetti non possono essere utilizzati come oggetti
risultato: {obj_list}. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 465
WIS 00018 - I seguenti oggetti non possono essere utilizzati come filtri di query:
{obj_list}. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. 465
WIS 00501 - Impossibile trovare l'universo. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. 465
WIS 00502 - Impossibile trovare i diritti dell’utente. Contattare l’amministratore
di BusinessObjects. 466
WIS 10001 - Errore di sintassi nella formula alla posizione {n}. 466
WIS 10005 - Il nome di oggetto {oggetto} alla posizione {n} non è unico nel
report. Utilizzare il nome oggetto con la qualifica completa. 466
WIS 10006 - L'oggetto {oggetto} alla posizione {n} non esiste nel report. 466
WIS 10012 - Il numero {numero} alla posizione {n} presenta un formato
incompatibile con la lingua di WebIntelligence. 466
WIS 10014 - Il numero {numero} alla posizione {n} presenta un formato
incompatibile con la lingua di WebIntelligence. 467
WIS 10016 - Manca la virgoletta di chiusura nella formula dopo la virgoletta di
apertura prima di {parte_formula} alla posizione {n}. 467
WIS 10019 - Il nome di oggetto {oggetto} alla posizione {n} è ambiguo.
Utilizzare il nome completo dell'oggetto. 467
WIS 10033 - Questa variabile {nome variabile} non può essere eliminata
perché ha formule dipendenti o variabili collegate a {nome variabile}. 467
Indice analitico
59
60
Manuale per la risoluzione dei problemi
WIS 10034 - Esiste già una variabile di nome {variabile}. Scegliere un altro
nome per la variabile. 467
WIS 10035 - Il formato di data/ora {dataora} alla posizione {n} non è valido.
Specificare un formato di data/ora valido. 467
WIS 10036 - L'espressione/sottoespressione alla posizione {n} non è valida.
Specificare un'espressione valida. 468
WIS 10037 - Il tipo di dati dell'espressione/sottoespressione alla posizione {n}
non è valido. Specificare un tipo di dati valido. 468
WIS 10038 - Carattere non valido {carattere} nel nome della variabile alla
posizione {n}. Specificare un carattere valido. 468
WIS 10039 - Il contesto specificato per l'indicatore {indicatore} alla posizione
{n} non è valido. Specificare un altro contesto. 468
WIS 10040 - La formula della variabile {variabile} contiene un riferimento a una
variabile con lo stesso nome breve. Occorre utilizzare il nome completo della
variabile nella formula per eliminare l’ambiguità. 468
WIS 10041 - Uso scorretto di operatori di confronto multipli alla
posizione {n}. 468
WIS 10042 - Si verifica un riferimento circolare perché la formula della variabile
{nome_variabile} fa riferimento a una variabile la cui formula fa riferimento a
{nome_variabile}. 469
WIS 10701 - Il server del database non supporta gli operatori Entrambi e
Tranne. Definire i filtri utilizzando operatori diversi prima di eseguire di nuovo
la query. 469
WIS 10702 - È stato definito un filtro su un oggetto incompatibile con tutti gli
oggetti selezionati nel riquadro Oggetti risultato. Rimuove il filtro dal riquadro
Filtri di query o rimuovere gli oggetti dal riquadro Oggetti risultato. 469
WIS 10901 - Errore del database: {errore_db}. Contattare l'amministratore o il
fornitore del database per ulteriori informazioni. 470
WIS 30251 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
modificare le query nei documenti WebIntelligence. 470
WIS 30252 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
modificare i documenti WebIntelligence. 470
WIS 30253 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
aggiornare i documenti WebIntelligence. 470
WIS 30254 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
aggiornare gli elenchi dei valori. 470
WIS 30255 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
utilizzare gli elenchi dei valori. 471
Indice analitico
Manuale per la risoluzione dei problemi
WIS 30256 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
visualizzare l’SQL generato dalla query. 471
WIS 30257 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
utilizzare il linguaggio delle formule di WebIntelligence. 471
WIS 30258 - Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di
eseguire analisi drill. 471
WIS 30259 - Il profilo di sicurezza non dispone dell’autorizzazione per
estendere il livello dell’analisi. 471
WIS 30270 - Si è verificato un errore interno durante la chiamata dell'API
{nome_api}. 472
WIS 30351 - WebIntelligence non può completare le azioni necessarie per la
creazione della query né generare il report, a causa di informazioni mancanti o
non valide relative alla fonte dati o alla definizione della query. Contattare
l’amministratore di Business Objects. 473
WIS 30381 - L'utente non dispone del diritto di modificare questo documento,
perché l'opzione della proprietà della query "Consenti ad altri utenti di
modificare la query" non è stata abilitata alla creazione del documento. 473
WIS 30551 - WIQT ha generato un errore interno. Contattare l’amministratore
di BusinessObjects. 473
WIS 30553 - La sessione WIQT WebIntelligence ha raggiunto il timeout.
Disconnettersi e connettersi di nuovo ad InfoView. 474
WIS 30554 - Nessun altro server WIQT è disponibile. Il numero massimo di
utenti simultaneamente connessi a WebIntelligence è stato raggiunto. 474
WIS 30555 - Il profilo di sicurezza dell’utente non dispone dell’autorizzazione
per salvare documenti come documenti dell’azienda né per inviare documenti
tramite InfoView. 474
WIS 30556 - Esiste già un documento dell’azienda con questo nome. Il profilo
di sicurezza dell’utente non dispone dell’autorizzazione di eliminare documenti
dell’azienda creati da altri utenti. 475
WIS 30650 - Impossibile eseguire l’azione richiesta su questo
documento. 475
WIS 30651 - Non ci sono risorse sufficienti per aprire questo file. 476
Indice analitico
61
62
Manuale per la risoluzione dei problemi
Indice analitico
capitolo
Messaggi di errore relativi
all’installazione
64
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi all’installazione
I messaggi di errore relativi all’installazione sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
STU 00004 - STU 00092 Installazione di UNIX
STW 10000
Messaggi di errore relativi all’installazione
Installazione di Windows
Manuale per la risoluzione dei problemi
This Business Objects distribution is for <OS name> not for
<OS name>. (STU 00004)
Causa
Azione
Si è tentato di installare una distribuzione su un sistema diverso da quello adatto.
Installare la versione corretta per la piattaforma in uso.
This Business Objects distribution only supports Solaris 8. (STU 00005)
Causa
Azione
La versione del sistema operativo in esecuzione è errata. Questa distribuzione
può essere eseguita solo su Solaris 8.
Installare la distribuzione su una piattaforma Solaris 8.
This Business Objects distribution only supports Solaris 5. (STU 00005)
Causa
Azione
La versione del sistema operativo in esecuzione è errata. Questa distribuzione
può essere eseguita solo su AIX 5.
Installare la distribuzione su una piattaforma AIX 5.
This Business Objects distribution only supports HP-UX 11. (STU 00005)
Causa
Azione
La versione del sistema operativo in esecuzione è errata. Questa distribuzione
può essere eseguita solo su HP-UX 11.
Installare la distribuzione su una piattaforma HP-UX 11.
ProductID.txt file not found. (STU 00006)
Causa
Azione
La sorgente inserita non è un CD Business Objects.
Assicurarsi che il CD inserito sia un CD Business Objects.
Impossible to retrieve files from <directory>. (STU 00007)
Causa
Azione
Il programma di installazione non è in grado di individuare i pacchetti di
distribuzione o di decomprimerli.
Assicurarsi che il CD di cui si dispone sia un CD Business Objects.
Se il contenuto di tutti i CD è stato copiato in una directory su un disco e
l’installazione viene eseguita da tale directory, assicurarsi che tutti i CD siano
stati copiati correttamente e di disporre delle autorizzazioni di lettura.
You did not provide the CD <diskNumber>. (STU 00008)
Causa
Azione
Se l’installazione della distribuzione avviene dalla riga di comando, è necessario
inserire i CD uno dopo l’altro. In questo caso, i CD non sono stati inseriti
nell’ordine corretto.
Inserire i CD seguendo l’ordine corretto.
Messaggi di errore relativi all’installazione
65
66
Manuale per la risoluzione dei problemi
The distribution is already installed in this directory. (STU 00009)
Causa
Azione
Nella directory specificata è già presente una distribuzione Business Objects.
Scegliere un’altra directory oppure rimuovere la distribuzione precedente.
Your Business Objects server is still running. Stop it, then retry. (STU 00010)
Causa
Azione
Non è possibile modificare le opzioni di installazione durante l’esecuzione del
server.
Arrestare il sistema, quindi tentare di nuovo.
You have logged in with a different user account than that used for the
installation. (STU 00015)
Causa
Azione
Non è possibile eseguire l'operazione sulla directory d'installazione dato che ci si
è connessi con un account utente diverso da quello utilizzato per l'installazione.
Disconnettersi, quindi riconnettersi utilizzando l'account utente utilizzato per
l'installazione.
Patch directory is not correct. (STU 00019)
Causa
Azione
La sintassi della directory della patch è errata. È possibile che si tratti di un
percorso relativo oppure che il nome contenga spazi o caratteri non supportati.
Immettere un percorso assoluto valido per la directory della patch che non
contenga alcuno dei seguenti caratteri: [spazio], '#" o '$'.
Temporary directory is not correct. (STU 00020)
Causa
Azione
La sintassi della directory temporanea è errata. È possibile che si tratti di un
percorso relativo oppure che il nome contenga spazi o caratteri non supportati.
Immettere un percorso assoluto valido per la directory temporanea che non
contenga alcuno dei seguenti caratteri: [spazio], '#" o '$'.
Installation directory is not correct. (STU 00021)
Causa
Azione
La sintassi della directory di installazione è errata. È possibile che si tratti di un
percorso relativo oppure che il nome contenga spazi o caratteri non supportati.
Immettere un percorso assoluto valido per la directory di installazione che non
contenga alcuno dei seguenti caratteri: [spazio], '#" o '$'.
License directory is not correct. (STU 00022)
Causa
Azione
La sintassi della directory dei file di licenza è errata. È possibile che si tratti di un
percorso relativo oppure che il nome contenga spazi o caratteri non supportati.
Immettere un percorso assoluto valido per la directory dei file di licenza che non
contenga alcuno dei seguenti caratteri: [spazio], '#" o '$'.
Messaggi di errore relativi all’installazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Source directory is not correct. (STU 00023)
Causa
Azione
La sintassi della directory d’origine è errata. È possibile che si tratti di un percorso
relativo oppure che il nome contenga spazi o caratteri non supportati.
Immettere un percorso assoluto valido per la directory d’origine che non
contenga alcuno dei seguenti caratteri: [spazio], '#" o '$'.
Installation directory is needed. (STU 00024)
Causa
Azione
La directory di installazione non è stata specificata.
Per specificare la directory di installazione, utilizzare il parametro -i.
License directory is needed. (STU 00025)
Causa
Azione
La directory dei file di licenza non è stata specificata.
Per specificare la directory dei file di licenza, utilizzare il parametro -l.
Source directory is needed. (STU 00026)
Causa
Azione
Se i pacchetti vengono recuperati dai CD Business Objects, è necessario
specificare la directory d’origine.
Per specificare la directory d’origine, utilizzare il parametro -s.
Unknown feature <feature>. (STU 00027)
Causa
Azione
La caratteristica specificata non è disponibile in questa distribuzione.
Verificare che il nome della caratteristica sia stato scritto correttamente.
Controllare che la caratteristica sia contenuta nella distribuzione. Nel file CD/
setup/mymenu.xml è disponibile un elenco delle caratteristiche contenute nella
distribuzione.
Unknown language <language>. (STU 00028)
Causa
Azione
La lingua specificata non è disponibile in questa distribuzione.
Verificare che il nome della lingua sia stato scritto correttamente.
Controllare che la lingua sia presente nella distribuzione. Nel file CD/setup/
lang.dat è disponibile un elenco delle lingue presenti nella distribuzione.
Current language is not one of the installed languages. (STU 00029)
Causa
Azione
La lingua specificata come attuale non è disponibile nella distribuzione o non
verrà installata.
Verificare che il nome della lingua sia stato scritto correttamente.
Controllare che la lingua sia presente nella distribuzione. Verificare se la lingua
verrà installata. Diversamente, installarla.
Messaggi di errore relativi all’installazione
67
68
Manuale per la risoluzione dei problemi
Your license directory does not contain a valid license file. (STU 00030)
Causa
Azione
Nella directory dei file di licenza specificata non sono presenti file di licenza
oppure tali file sono corrotti o scaduti.
Assicurarsi di avere copiato i file di licenza nell’apposita directory. Se i file di
licenza sono corrotti o scaduti, richiedere al supporto tecnico di Business Objects
un file di licenza valido.
You do not have a license for this feature: <feature>. (STU 00031)
Causa
Azione
Il file di licenza di cui si dispone non è valido per la caratteristica che si è tentato
di installare.
È possibile decidere di non installare la caratteristica oppure richiedere una
licenza che ne consenta l’uso.
È inoltre necessario controllare che i file di licenza siano stati copiati nella relativa
directory specificata e che si disponga delle autorizzazioni di lettura per tali file.
All your licenses have expired. (STU 00032)
Causa
Azione
Tutti i file di licenza contenuti nella relativa directory sono scaduti.
Verificare che nella directory dei file di licenza siano contenuti i file più aggiornati.
Richiedere i file validi al supporto tecnico di Business Objects.
Feature <feature> is already installed. (STU 00040)
Causa
La caratteristica da aggiungere all’installazione attuale è già installata.
Azione
Rimuovere il nome della caratteristica dalla riga di comando.
Feature <feature> is not installed. (STU 00041)
Causa
Azione
La caratteristica che si desidera rimuovere dall’installazione attuale non è
installata.
Rimuovere il nome della caratteristica dalla riga di comando.
Impossible to create temporary file <file>. (STU 00050)
Causa
Azione
Quando vengono eseguiti winstall o wmodify, occorre che tali script creino dei file
temporanei nella directory /tmp. Se il disco è pieno, o se non si dispone
dell’accesso in scrittura alla directory temporanea, non è possibile creare i file
necessari.
Se la directory /tmp non è vuota, cancellare alcuni file per ottenere lo spazio
necessario.
Se non è possibile creare i file nella directory /tmp, modificare le autorizzazioni
relative a tale directory.
Messaggi di errore relativi all’installazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossible to create <directory>. (STU 00051)
Causa
Azione
Non è consentito creare la directory.
Assicurarsi di disporre delle autorizzazioni adatte alla creazione delle directory.
Diversamente, modificare le autorizzazioni relative alla directory principale
oppure installare la distribuzione in un’altra directory.
Impossible to copy files to <directory>. (STU 00052)
Causa
Azione
La scrittura dei file nella directory di installazione non è consentita.
Assicurarsi di disporre delle autorizzazioni adatte alla scrittura nella directory.
Diversamente, modificare le autorizzazioni relative alla directory oppure
installare la distribuzione in un’altra directory.
winstall has already been copied to this directory. (STU 00053)
Causa
Azione
Si è cercato di copiare winstall in una directory in cui è già stato copiato.
Per evitare possibili incompatibilità tra diverse versioni del programma
d'installazione, winstall impedisce di utilizzare una directory in cui è già stato
copiato un programma d'installazione bootstrap.
Eliminare la versione precedente di winstall o copiare la nuova versione in
un'altra directory.
Not enough space in the disk. (STU 00060)
Causa
Azione
Le dimensioni totali dei file da installare sono superiori allo spazio disponibile su
disco.
Installare una quantità inferiore di caratteristiche o lingue oppure recuperare
spazio sul disco. È inoltre possibile specificare un’altra directory di installazione
dei file o un altro disco.
This directory does not contain Business Objects products. (STU 00070)
Causa
Azione
La directory d'installazione non contiene prodotti Business Objects.
Specificare una directory che contenga già prodotti Business Objects.
Your directory does not contain the correct Business Objects
distribution. (STU 00071)
Causa
Azione
Il service pack o la patch non sono destinati alla distribuzione Business Objects
contenutta nella directory d'installazione specificata.
Specificare una directory che contenga la distribuzione corretta di Business
Objects.
Messaggi di errore relativi all’installazione
69
70
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossible to upgrade this installation release. (STU 00072)
Causa
Azione
Si è cercato di eseguire l'upgrade dell'installazione, ma la versione attuale è più
recente del service pack che si cerca di installare.
Recuperare la distribuzione del service pack più recente per eseguire l'upgrade
dell'installazione attuale.
Se si desidera installare un service pack anteriore, occorre eseguire una nuova
installazione in un'altra posizione.
You can't install this patch on this version. (STU 00080)
Causa
Azione
Si è cercato di installare una patch non destinata a questa versione.
Se la patch è destinata a una versione anteriore, non è necessario installarla. Il
suo contenuto è già compreso nella versione installata.
In caso contrario, eseguire l'upgrade alla versione a cui è destinata la patch,
quindi installare la patch.
The features you want to patch are not installed. (STU 00081)
Causa
Azione
La patch non può essere installata perché nessuna delle caratteristiche a cui si
applica è installata.
Se si desidera comunque installare la patch, occorre prima installare le
caratteristiche a cui si applica mediante il comando wmodify.
Patch <patchname> is already installed. (STU 00082)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di installare una patch già installata.
Verificare se la patch è realmente installata.
Patch <patchname> not found. (STU 00083)
Causa
Azione
Si è cercato di installare una patch che non si trova nella directory delle patch.
Accertarsi che la directory sorgente delle patch contenga questa patch.
Assicurarsi di avere digitato il nome della patch in modo esatto.
Patch <patchName> is not the most recent patch. Please remove patches in
reverse installation order. (STU 00090)
Causa
Azione
La patch che si è cercato di rimuovere non è la più recente installata.
Rimuovere le patch più recenti in ordine inverso.
Il messaggio d'errore contiene il comando da eseguire dalla riga di comando per
rimuovere le altre patch.
Messaggi di errore relativi all’installazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
This patch has not been installed. (STU 00091)
Causa
Azione
All'installazione non è stata applicata la patch.
Digitare un nome valido di patch.
Impossible to access <pathDirectory>. (STU 00092)
Causa
Azione
La directory di salvataggio <pathDirectory> che deve contenere i file da
ripristinare non esiste o non è accessibile. È impossibile rimuovere la patch.
Reinstallare i prodotti.
Non sono stati trovati file di licenza validi in questa cartella. Occorrono file di
licenza validi per installare Business Objects Enterprise 6. (STW 10000)
Causa
Azione
La cartella specificata non contiene file di licenza validi.
Copiare un file di licenza valido nella directory specificata.
In alternativa, tornare alla finestra precedente, fare clic su Sfoglia e selezionare
un’altra directory.
Messaggi di errore relativi all’installazione
71
72
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi all’installazione
capitolo
Messaggi di errore relativi
all’amministrazione
74
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
I messaggi di errore relativi all’amministrazione sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
ADM0003 - ADM 00207
Errori di amministrazione
ADW0002 - ADW0025
Errori dell’assistente di
amministrazione
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il dominio degli universi <nome> non è più valido. (ADM0003)
Causa
Azione
Sia la connessione al dominio dell’universo specificato, sia il dominio
dell’universo stesso non sono validi.
Tentare quanto segue:
1. Lanciare Supervisor.
2. Selezionare Strumenti > Repository.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Gestione del repository.
3. Fare clic sul dominio degli universi.
4. Fare clic sul pulsante Test per verificare che la connessione all’universo sia
valida.
Se la connessione non è valida, verificare i parametri dell’universo nel
Designer, quindi accertarsi che le connessioni al repository e la Fonte dati
siano stati configurati correttamente (Strumenti > Connessioni > Modifica).
5. Fare clic sul pulsante Integrità per verificare se il dominio degli universi è
valido.
Se il dominio non è valido, consultare l’amministratore del database
contenente il dominio.
NOTA
In un ambiente WebIntelligence/Broadcast Agent, è inoltre necessario
controllare la connessione sul server da cui la stessa viene effettuata. Utilizzare
Supervisor su un server Windows e un altro strumento quale SQL*Plus su un
server UNIX.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
75
76
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il dominio dei documenti <nome> non è più valido. (ADM0004)
Causa
Azione
Sia la connessione al dominio dei documenti specificato, sia il dominio dei
documenti stesso non sono validi.
Tentare quanto segue:
1. Avviare Supervisor.
2. Selezionare Strumenti > Repository.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Gestione del repository.
3. Fare clic sul dominio dei documenti.
4. Fare clic sul pulsante Test per verificare che la connessione al dominio dei
documenti sia valida.
5. Fare clic sul pulsante Integrità per verificare se il dominio degli universi è
valido.
Per individuare o risolvere gli errori, fare clic su Esamina per visualizzare la
finestra di dialogo Esamina e ripristina. Da qui, si può fare clic su Esamina per
avere un resoconto degli errori, oppure su Ripristina per risolverli.
NOTA
In un ambiente WebIntelligence/Broadcast Agent, è inoltre necessario
controllare la connessione sul server da cui la stessa viene effettuata. Utilizzare
Supervisor su un server Windows e un altro strumento quale SQL*Plus su un
server UNIX.
Impossibile connettersi al dominio degli universi. (ADM0012)
Causa
Azione
Non è possibile collegarsi al dominio degli universi, sia perché non vi è
collegamento alla rete, sia perché il server su cui si trova il dominio degli universi
è in arresto.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Problema d’integrità. Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
(ADM0014)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato in conseguenza di un’operazione di
Esamina e ripristina. Questo messaggio significa che uno o più domini del
repository sono danneggiati.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Operazione non riuscita. (ADM0015)
Causa
Azione
Questo errore viene visualizzato se si tenta di aggiungere nuovi utenti a un
repository danneggiato.
Eseguire Esamina e ripristina in Supervisor come segue:
1. In Supervisor, accedere a Strumenti > Repository.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Gestione del repository.
2. Fare clic sul dominio di sicurezza.
3. Fare clic sul pulsante Esamina.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Esamina e ripristina.
4. Fare clic su Esamina, quindi su Ripristina.
Troppi candidati. (ADM0017)
Causa
Azione
Si è tentato di creare o importare un universo con troppi loop o un universo con
loop infiniti tra due o più tabelle.
Il designer dell’universo deve eseguire una Verifica integrità sull’universo per
individuare e risolvere il problema. Il designer può quindi salvare e riesportare
l’universo nel repository.
Motore RDBMS non supportato. (ADM0026)
Causa
L’installazione dei database ODBC non è esatta oppure il file .sbo è stato
modificato o è danneggiato. Ciascun database in uso ha un file .sbo associato,
che di solito si trova in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
Esempio
Il messaggio di errore di cui sopra viene generato se si tenta di accedere al data
warehouse tramite il repository dopo avere spostato, rinominato, eliminato o
danneggiato il file .sbo. È possibile che questo messaggio venga generato anche
nel caso in cui il file .sbo è stato bloccato da un’altra applicazione o da un altro
utente.
Eseguire il programma d’installazione e reinstallare le connessioni ODBC (che si
trovano nella cartella Data Access). Il file Odbc viene reinstallato.
Il nome del file .sbo per i database ODBC è Odbc.sbo.
Si è verificato un errore durante l'elaborazione. (ADM0032)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando viene eseguita un’operazione di
Esamina o Ripristina. Il messaggio indica che la struttura o il contenuto del
repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
77
78
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l’upgrade del repository. (ADM0034)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando viene eseguita un’operazione di
Esamina o Ripristina. Il messaggio indica che la struttura o il contenuto del
repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Non si è autorizzati ad accedere al nome del proprietario. (ADM0037)
Causa
Azione
Il gruppo a cui si appartiene non ha il diritto di accesso alla risorsa.
Il supervisore o il supervisore generale possono modificare la portata della
gestione in modo da consentire l’accesso alla risorsa.
Impossibile eliminare questo Broadcast Agent. Chiedere al supervisore di
esaminare e ripristinare gli errori del repository. (ADM0038)
Causa
Azione
Si è tentato di eliminare un server Broadcast Agent per un particolare gruppo di
utenti (tramite Proprietà del gruppo), ma il Supervisor non è in grado di eliminare
il server a causa di mancanza di collegamenti o di incoerenze nel repository.
Per individuare o risolvere gli errori, fare clic su Esamina per visualizzare la
finestra di dialogo Esamina e ripristina. Da qui, si può fare clic su Esamina per
avere un resoconto degli errori, oppure su Ripristina per risolverli.
Una volta eseguita quest’operazione, tentare ancora una volta di eliminare il
server Broadcast Agent .
L’informazione sulla scadenza della password dell’utente <nome utente> è
<stato>. (ADM0051)
Causa
Azione
Nella finestra di dialogo Definizione degli utenti, l’impostazione Validità della
password per l’utente specificato non è valida. Questo messaggio viene
generato quando si esegue Esamina e ripristina.
Il supervisore deve modificare le proprietà dell’utente ed immettere le
impostazioni giuste.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
L'espressione regolare indicata per l'elenco dei caratteri autorizzati nel
repository non è valida. (ADM0052)
Causa
Azione
In Supervisor è stato inserito un elenco di caratteri extra da accettare come validi
(Strumenti > Opzioni > Repository). Tuttavia, uno o più caratteri immessi non
sono supportati dal RDBMS in uso.
I caratteri predefiniti validi sono a-z (tutte lettere minuscole), A-Z (tutte lettere
maiuscole), 0-9 (numeri interi da 0 a 9), trattino (-), segno di sottolineatura (_),
dollaro ($) e caratteri spazio.
Modificare l’elenco di caratteri validi per il repository, utilizzando solo quelli
supportati dal proprio RDBMS. Effettuare l’operazione mediante l’opzione
denominata Caratteri validi per il repository (Strumenti > Opzioni).
Il nome della classe di livello superiore è cambiato. (ADM0069)
Causa
Azione
Uno degli oggetti di database a cui si tenta di accedere appartiene ad una classe
il cui nome è stato modificato.
Chiedere al designer dell’universo di risolvere la definizione della classe di livello
superiore e riesportare l’universo nel repository.
La definizione della classe di livello superiore non è valida. (ADM0070)
Causa
Azione
Uno degli oggetti di database a cui si tenta di accedere appartiene ad una classe
con nome non valido. I nomi della classe devono essere unici in un universo e
non superare 35 caratteri alfanumerici.
Chiedere al designer dell’universo di risolvere la definizione della classe di livello
superiore e riesportare l’universo nel repository.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
79
80
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore nel file di input: nessun gruppo definito alla riga <numero riga>.
(ADM0071)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
Supervisor ha individuato un utente nel file assegnato ad un gruppo.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato e aggiungendo il nome del
gruppo al campo informazioni sull’utente. Quindi, è possibile tentare di importare
di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore nel file di input: azione scorretta alla riga <numero riga>. (ADM0072)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
Supervisor ha riscontrato un comando non valido sulla riga specificata.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti i comandi non validi sul file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo uno dei
comandi seguenti riconosciuti. Tentare di reimportare il file.
Nome del comando
Descrizione
NU
Nuovo utente
UU
Aggiorna utente
AG
Aggiungi al gruppo
RG
Elimina dal gruppo
DU
Elimina utente
NG
Nuovo gruppo
RR
Rinomina gruppo
DG
Elimina gruppo
#
Commento
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
81
82
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore nel file di input: nessun nome utente definito alla riga <numero riga>.
(ADM0073)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
Supervisor ha rilevato un nome utente mancante alla riga specificata.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed aggiungendo il nome
utente. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
<nome utente> del gruppo <nome gruppo> ha provocato l’errore seguente:
<messaggio di errore>. (ADM0076)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
Supervisor ha rilevato un errore di sintassi alla riga specificata.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri
esatti. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Esempio
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Owen nel gruppo Sviluppo ha provocato l’errore seguente: La password contiene
caratteri non validi. I caratteri validi sono: a-z A-Z 0-9 \- _ $ , e spazio (tranne
all’inizio). (ADM0076).
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
83
84
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aprire il file d’importazione. (ADM0078)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti nel repository, ma il file
d’importazione è danneggiato.
Tentare di aprire il file in un’applicazione editor di testo quale ad esempio
WordPad. Se non è possibile aprire il file, occorre crearne un altro.
Impossibile aprire il file log. (ADM0079)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire un file di registro d’importazione, ma il file è danneggiato.
Tentare di aprire il file in un’applicazione editor di testo quale ad esempio
WordPad. Se non si riesce ad aprirlo, eliminarlo. Il file viene generato
automaticamente ogni volta che s’importa un elenco di utenti.
<utente> del gruppo <nome gruppo> non esiste. (ADM0080)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando di aggiornamento (UU) per rinominare un utente che
non esiste nel gruppo specificato. Un comando di aggiornamento viene utilizzato
per modificare le proprietà di un utente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri
esatti. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Sintassi
Per aggiornare gli utenti da un file d’importazione, è possibile utilizzare la
seguente sintassi.
UU, Gruppo, NomeUtenteAttuale, NuovoNome, PasswordUtente,
Profilo[GS,S,SD,D,U,V], DisattivaIlNomeUtente[S,N],
AutorizzaSessioneOffline[S,N], AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIdirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[Y,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Il file d’importazione contiene più di un comando di aggiornamento per
<utente> in <gruppo>. (ADM0081)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene più di un comando di aggiornamento per un particolare utente. In
tal caso, Supervisor attiva i comandi in modo sequenziale.
Più di un comando di aggiornamento per un dato utente può portare a modifiche
indesiderate o conflittuali nelle proprietà dell’utente. Aprire il file d’importazione
per individuare i comandi ed eliminare quelli che non sono necessari.
Riga <numero riga>: impossibile aggiornare la definizione dell'utente/
gruppo. (ADM0082)
Causa 1
Azione
Causa 2
L'utente non è autorizzato ad aggiornare, eseguire il downgrade o l'upgrade di un
supervisore generale né a rendere un utente esterno. Solo un supervisore
generale può eseguire queste operazioni.
Contattare l'amministratore del sistema per ottenere l'autorizzazione necessaria.
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia
il file contiene informazioni di aggiornamento non valide per un utente o un
gruppo.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
85
86
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Sintassi
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori nel file d’importazione con un editor di testi
passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri esatti. Si può
tentare d’importare di nuovo il file. Quando s’importano utenti e gruppi Supervisor
genera un file di annullamento. Se a questo punto s’importa immediatamente
questo file dopo un’importazione, si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri
termini, l’annullamento ripristina la configurazione originale.
Per aggiornare gli utenti da un file d’importazione, è possibile utilizzare la
seguente sintassi.
UU, Gruppo, NomeUtenteAttuale, NuovoNome, PasswordUtente,
Profilo[GS,S,SD,D,U,V], DisattivaIlNomeUtente[S,N],
AutorizzaSessioneOffline[S,N], AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIdirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[Y,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eliminare <utente> dal gruppo <gruppo> perché non esiste.
(ADM0083)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando di eliminazione di un utente che non esiste nel gruppo
specificato.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori nel file d’importazione con un editor di testi
passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri esatti. Quindi, è
possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Utilizzare la sintassi seguente per eliminare un utente da un file d’importazione:
RG, Gruppo, Nome utente esistente
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
87
88
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare <utente> perché il livello superiore <gruppo> indicato non
esiste. (ADM0084)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando di creazione di un utente che appartiene ad un gruppo
inesistente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic allora Supervisor
su...
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri
esatti. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare gli utenti da un file d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Si è verificato un errore durante l'importazione. (ADM0085)
Causa
Azione
Supervisor non è stato in grado di importare un elenco di utenti o gruppi in quanto
non è riuscito ad aprire il file d’importazione.
Il file d’importazione è in qualche modo danneggiato. Uscire da Supervisor,
quindi tentare di aprire il file in un editor di testi standard.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante la creazione della validità della password per l’ID utente #
<numero>. (ADM0087)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando d’impostazione della durata della password per un
utente. Questo comando contiene un errore di sintassi. Durata della password
significa che gli utenti devono cambiare le password assegnate loro dopo un
numero di giorni specificato.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri
esatti. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
89
90
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l’aggiornamento della validità della password per l’ID utente
# <numero>. (ADM0088)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando d’impostazione della durata della password per un
utente. Questo comando contiene un errore di sintassi. Durata della password
significa che gli utenti devono cambiare le password assegnate loro dopo un
numero di giorni specificato.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori di sintassi nel file d’importazione con un
editor di testi passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri
esatti. Quindi, è possibile tentare di importare di nuovo il file.
Sintassi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
<sottogruppo> del gruppo <gruppo> esiste già. La riga sarà elaborata come
aggiornamento. (ADM0089)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Tuttavia,
il file contiene un comando di creazione di un gruppo secondario già esistente in
un gruppo. Il comando viene trattato come aggiornamento e non come
creazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori nel file d’importazione con un editor di testi
passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri esatti. Quindi, è
possibile tentare di importare di nuovo il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
91
92
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a creare un gruppo. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0090)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Nuovo Gruppo (NG). Tuttavia, un altro supervisore
(oppure il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente a creare nuovi
gruppi.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Il supervisore generale può garantire all’utente tutti i comandi di sicurezza
necessari.
Non si è autorizzati a creare o aggiornare utenti con privilegi superiori ai
propri. La riga <numero riga> non sarà elaborata. (ADM0091)
Causa
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Un
utente nel file dispone di privilegi superiori a quelli definiti nelle proprie proprietà
utente. Per “privilegi” si intende il livello di sicurezza dell’oggetto assegnato a un
utente. Questo livello determina gli oggetti su cui un utente può lavorare in un
universo.
I livelli di sicurezza di un oggetto vanno dal più alto al più basso: Privato,
Riservato, Ristretto, Controllato e Pubblico. In un file d’importazione, questi
parametri vengono inseriti come segue:
• PC (Privato)
• CD (Riservato)
• R (Ristretto)
• C1 (Controllato)
• PC (Pubblico)
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Accertarsi di avere inserito tutti i parametri giusti nel file d’importazione.
Altrimenti, rivolgersi al supervisore generale per sapere in che modo vengono
assegnati i livelli di sicurezza in azienda.
Non si è autorizzati a creare utenti. La riga <numero riga> non sarà elaborata.
(ADM0092)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Nuovo utente (NU). Tuttavia, un altro supervisore (oppure
il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente a creare nuovi utenti.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
93
94
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati ad eliminare gruppi. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0093)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Elimina Gruppo (NG). Tuttavia, un altro supervisore
(oppure il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente a creare nuovi utenti.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Non si è autorizzati ad eliminare utenti. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0094)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Elimina utente (DU). Tuttavia, un altro supervisore (oppure
il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente ad eliminare altri utenti.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori di sintassi nel file di testo, ma elabora tutti i
comandi validi restanti.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a rinominare gli utenti. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0095)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un comando di aggiornamento (UU) per rinominare un utente. Tuttavia,
un altro supervisore (oppure il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente
a rinominare altri utenti.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Non si è autorizzati a rinominare i gruppi. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0096)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Rinomina Gruppo (RG). Tuttavia, un altro supervisore
(oppure il supervisore generale) non ha autorizzato l’utente a rinominare i gruppi.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
95
96
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a disabilitare gli utenti. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0097)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un comando di aggiornamento (UU) per disattivare la sessione di
identificazione utente. Tuttavia, un altro supervisore (oppure il supervisore
generale) non ha autorizzato l’utente a disattivare le sessioni di identificazione
utente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a modificare le proprietà degli utenti. La riga <numero
riga> non sarà elaborata. (ADM0098)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include un comando di aggiornamento (UU) per modificare una o più
proprietà di un utente. Tuttavia, un altro supervisore (oppure il supervisore
generale) non ha autorizzato l’utente a modificare le proprietà di un utente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Di seguito viene riportata la sintassi dei parametri che include le proprietà di un
utente.
UU, Gruppo, NomeUtenteAttuale, NuovoNome, PasswordUtente,
Profilo[GS,S,SD,D,U,V], DisattivaIlNomeUtente[S,N],
AutorizzaSessioneOffline[S,N], AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIdirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[Y,N]
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori per sapere perché vi è
una restrizione sulla modifica delle proprietà dell’utente.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
97
98
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile utilizzare l’utente come supervisore generale in un sottogruppo.
(ADM0101)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include un comando di nuovo utente (NU) per creare un supervisore generale
all’interno di un gruppo. È possibile creare dei supervisori generali solo a livello
della radice.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi e rimuovere il nome del gruppo
dal campo informazioni utente. Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante la creazione della definizione di un utente/gruppo. (ADM0102)
Causa
Azione
Sintassi
Tentativo d’importare un elenco di utenti o gruppi da un file di testo, ma
Supervisor non è stato in grado di creare un utente o un gruppo. Questo
problema è dovuto a un errore di sintassi nel file d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file
d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Segue la sintassi per creare nuovi gruppi da un file d’importazione.
NG, Gruppo padre, Nome gruppo
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
99
100
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare un file .undo. (ADM0103)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Quando un elenco di utenti o gruppi viene importato nel repository, solitamente
Supervisor crea un file di annullamento per impostazione predefinita. Tuttavia, in
questo caso non è in grado di creare un file di annullamento in quanto la cartella
BusinessObjects è protetta in scrittura.
Chiedere all’amministratore della rete o del sistema di autorizzare l’accesso in
scrittura alla cartella BusinessObjects.
Quando un elenco di utenti o gruppi viene importato nel repository, solitamente
Supervisor crea un file di annullamento per impostazione predefinita. In questo
caso, però, non può creare un file di annullamento perché il file è troppo grande
per il disco.
Verificare lo spazio su disco disponibile sull’unità in cui è stato installato
BusinessObjects. È possibile che sia necessario svuotare il Cestino oppure
eliminare alcuni file non necessari.
Errore durante l’aggiornamento della durata della password per l’ID utente.
(ADM0104 )
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o gruppi da un file di testo, ma
Supervisor non è stato in grado di creare un utente o un gruppo. Durata della
password significa che gli utenti devono cambiare le password assegnate loro
dopo un numero di giorni specificato.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic allora Supervisor
su...
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
È possibile correggere tutti gli errori nel file d’importazione con un editor di testi
passando al numero di riga specificato ed inserendo i parametri esatti. Quindi, è
possibile tentare di importare di nuovo il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Sintassi
Per aggiornare gli utenti da un file d’importazione, è possibile utilizzare la
seguente sintassi.
UU, Gruppo, NomeUtenteAttuale, NuovoNome, PasswordUtente,
Profilo[GS,S,SD,D,U,V], DisattivaIlNomeUtente[S,N],
AutorizzaSessioneOffline[S,N], AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIdirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[Y,N]
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
<utente> ha un padre sconosciuto: <nome gruppo>. (ADM0105)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include un comando Nuovo utente (NU) non valido per creare un utente
all’interno di un gruppo sconosciuto.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic allora Supervisor
su...
Ignora tutto ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi validi.
Sintassi
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro errore
di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla configurazione.
Si può utilizzare la sintassi seguente per creare nuovi utenti da un file d’importazione.
NU, Gruppo, NomeUtente, PasswordUtente, Profilo[GS,S,SD,D,U,V],
DisattivaIdentificazioneUtente[S,N], AutorizzaSessioneOffline[S,N],
AutorizzaModificaPassword[S,N],
AggiornaIDirittiUtenteInTempoReale[S,N],
AutorizzaEliminazioneDocumenti[S,N],
LivelloDiProtezioneDegliOggetti[PC,CD,R,Cl,PE],
StrategiaDiIdentificazione[F,N], CambiaPassword (prima connessione)[S,N],
GiorniDiValiditàPassword[N,1-365], AzionePeriodica[S,N]
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi che è possibile utilizzare con i file
d’importazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
101
102
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati ad eliminare utenti. La riga <numero riga> non sarà
elaborata. (ADM0113)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Questo
file include il comando Rimuovi utente dal gruppo (RG). Tuttavia, il supervisore
generale o un altro supervisore non ha autorizzato l’utente a rimuovere gli utenti
dai gruppi.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Rivolgersi al supervisore generale o ad altri supervisori del proprio posto di lavoro
per sapere quali sono i motivi della restrizione.
Alla riga <numero riga>, il nome utente supera la lunghezza autorizzata.
(ADM0114)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include una definizione utente con un nome utente che si compone di più di
32 caratteri.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere un nuovo nome
utente con meno di 32 caratteri nel campo informazioni sull’utente. Tentare di
reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Alla riga <numero riga>, la password di <utente>supera la lunghezza
autorizzata. Verrà applicata la password predefinita. (ADM0116)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
comprende una definizione utente con una password che si compone di più di
32 caratteri. Se non si cambia la password, Supervisor applica la password che
è il nome utente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere una password con
meno di 32 caratteri nel campo informazioni sull’utente. Rimuovendo
semplicemente la password dal file, l’utente non ha alcuna password assegnata.
Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Esempio
NU, Gruppo1, Paolo, P12345678901234567890123456789012345, U
Nel comando Nuovo utente di cui sopra, la password utente supera la lunghezza
autorizzata di 32 caratteri. Se la password non viene modificata, corrisponderà
al nome utente (Paolo).
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
103
104
Manuale per la risoluzione dei problemi
Tipo non valido alla riga <numero riga>. Verrà usato il tipo predefinito.
(ADM0117)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un profilo mancante o inesatto alla riga specificata del file d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere il profilo utente
esatto.
•
GS (Supervisore generale)
•
S (Supervisore)
• SD (Supervisore-designer)
•
D (Designer)
•
U (Utente)
•
V (Versatile)
Se non si specifica un profilo per un utente nel file d’importazione, Supervisor
applica automaticamente il profilo utente. Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Valore dell'opzione Livello di protezione degli oggetti non valido alla riga
<numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (pubblico). (ADM0118)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un livello di protezione mancante o inesatto alla riga specificata del file
d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere un livello di
protezione corretto.
• PE (Privato)
• CL (Riservato)
• R (Ristretto)
• CD (Controllato)
• PC (Pubblico)
Se non si specifica un livello di protezione degli oggetti per un utente nel file
d’importazione, Supervisor applica automaticamente il livello di protezione
pubblico. Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
105
106
Manuale per la risoluzione dei problemi
Valore dell'opzione Strategia di identificazione non valido alla riga <numero
riga>. Verrà usato il valore predefinito (Verifica completa). (ADM0119)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include una strategia di identificazione mancante o inesatta alla riga specificata
del file d’importazione. La strategia di identificazione si riferisce al sistema di
verifica della password associato all’utente.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori di sintassi nel file di testo, ma elabora tutti i
comandi validi restanti.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi e immettere sia F (Pieno)
oppureN Mai. Questi parametri causano la verifica sempre (F) o mai (N) della
password del nuovo utente all’apertura di sessione da parte del repository di
BusinessObjects. Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Valore dell'opzione Cambia password (prima connessione) non valido alla
riga <numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (Verifica completa).
(ADM0120)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un parametro Cambia password (prima connessione) mancante o
inesatto alla riga specificata del file d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere un parametro
esatto. S (Sì) oppure N (No). Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
107
108
Manuale per la risoluzione dei problemi
Valore dell'opzione Abilita eliminazione documenti non valido alla riga
<numero riga>. Verrà usato il valore predefinito (sì). (ADM0127)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un parametro Autorizza eliminazione documenti mancante o inesatto alla
riga specificata del file d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori di sintassi nel file di testo, ma elabora tutti i
comandi validi restanti.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere un parametro
esatto. S (Sì) oppure N (No). Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Errore alla riga <numero riga>: Impossibile rimuovere un gruppo come se
fosse un utente. Questa riga sarà considerata come un’azione Elimina
gruppo. (ADM0130)
Causa
Sintassi
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un comando Rimuovi gruppo non valido. È possibile eliminare un gruppo,
ma non rimuoverlo.
La sintassi di eliminazione di un gruppo è la seguente:
DG, Nome gruppo
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elimina il gruppo e elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma
se rileva un altro errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno
effetto sulla configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere il comando e la
sintassi esatti.
DG, Nome gruppo
Tentare di reimportare il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Errore alla riga <numero riga>: Impossibile rimuovere <utente> da <gruppo>
perché l'utente non esiste. (ADM0131)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi da un file di testo. Il file
include un comando Rimuovi gruppo non valido perché specifica un utente che
non esiste o il cui non è scritto in modo inesatto.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Aprire il file d’importazione con un editor di testi ed immettere il nome utente.
Tentare di reimportare il file.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
109
110
Manuale per la risoluzione dei problemi
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Esempio
RG, Marketing, Paolo, ,u
Il comando di cui sopra è un’istruzione per rimuovere l’utente Paolo dal gruppo
Marketing. Tuttavia, non vi è tale utente nel gruppo Marketing.
Errore alla riga <numero riga>: Si è verificato un errore durante l’eliminazione
di <utente> dal gruppo <gruppo>. (ADM0132)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o gruppi. Supervisor ha riscontrato
un comando di eliminazione di un utente (DU), ma le informazioni relative
all’utente sono danneggiate e non possono essere eliminate dal repository.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Eseguire Esamina e ripristina sul repository per risolvere il problema di
danneggiamento dei dati e poi importare di nuovo il file.
Quando s’importano utenti e gruppi, Supervisor genera un file di annullamento.
Se a questo punto s’importa immediatamente questo file dopo un’importazione,
si può invertire l’effetto dell’operazione. In altri termini, l’annullamento ripristina la
configurazione originale.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile leggere il file. Verificare l’installazione. (ADM0133)
Causa
Azione
Si tratta di un errore relativo al file di regole. Il file srrules.srr determina e controlla
il modo in cui Supervisor esegue un’operazione di Esamina e ripristina. In realtà,
si tratta dello script Esamina e ripristina. Il file di script è installato nella cartella
Business Objects 6.1 e viene riportato in formato non codificato. Nonostante
costituisca un rischio, gli amministratori di rete o del sistema possono modificare
il contenuto di tale file.
Se viene generato il messaggio di errore di cui sopra, significa che il file
srrules.srr è stato:
• spostato
• eliminato
• rinominato
• modificato
• danneggiato
Occorre sostituire il file srrules con una copia pulita del file, sia da un’altra
installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di assistenza
tecnica di Business Objects.
File di regole scorretto. Verificare l’installazione. (ADM0134)
Causa
Azione
Il file srrules.srr determina e controlla il modo in cui Supervisor esegue
un’operazione di Esamina e ripristina. In realtà, si tratta dello script Esamina e
ripristina. Il file di script è installato nella cartella Business Objects 6.1 e viene
riportato in formato non codificato. Nonostante costituisca un rischio, gli
amministratori di rete o del sistema possono modificare il contenuto di tale file.
Se si ottiene il messaggio di errore di cui sopra, significa che il file srrules.srr è
stato modificato.
Occorre sostituire il file srrules con una copia pulita del file, sia da un’altra
installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di assistenza
tecnica di Business Objects.
Impossibile scrivere nel file. Verificare che il file non sia utilizzato da un’altra
applicazione. (ADM0055)
Causa
Azione
Tentativo di esportare un elenco di utenti/gruppi in un file già esistente nel file
system, ma il file selezionato è di sola lettura, oppure attualmente in uso da un
altro utente o applicazione.
Se il file è di sola lettura, scegliere un altro nome di file, oppure chiedere
all’amministratore di Windows di fornire l’accesso al file. Se il file è in uso da un
altro utente o applicazione, attendere finché non viene rilasciato e riprovare.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
111
112
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome predefinito viene usato come password. La sua lunghezza deve
essere superiore alla lunghezza minima specificata per la password.
(ADM0157)
Causa
Azione
Poiché non è stata immessa alcuna password, il nome predefinito viene utilizzato
come password. Tuttavia, il nome predefinito contiene caratteri non validi.
I caratteri che possono essere utilizzati sono limitati alle lettere dell’alfabeto
latino, ai numeri, al simbolo $ e allo spazio (tranne all’inizio).
Quando si creano gli utenti o i gruppi in Supervisor, è possibile definire i propri
caratteri autorizzati.
Il nome utente predefinito contiene caratteri non validi. I caratteri validi
sono (ADM0158)
Causa
Azione
Il nome predefinito contiene caratteri non validi.
I caratteri che possono essere utilizzati sono limitati alle lettere dell’alfabeto
latino, ai numeri, al simbolo $ e allo spazio (tranne all’inizio).
Quando si creano gli utenti o i gruppi in Supervisor, è possibile definire i propri
caratteri autorizzati.
Il nome di gruppo predefinito contiene caratteri non validi. I caratteri validi
sono (ADM0159)
Causa
Azione
Poiché non è stata immessa alcuna password, il nome predefinito viene utilizzato
come password. Tuttavia, il nome predefinito contiene caratteri non validi.
I caratteri che possono essere utilizzati sono limitati alle lettere dell’alfabeto
latino, ai numeri, al simbolo $ e allo spazio (tranne all’inizio).
Quando si creano gli utenti o i gruppi in Supervisor, è possibile definire i propri
caratteri autorizzati.
Errore durante il caricamento dei dati per la tabella. (ADM0161)
Causa
Azione
Si tratta di un errore che potrebbe venire generato quando viene eseguita
un’operazione di Esamina e ripristina. Supervisor non è in grado di aggiornare i
dati nella tabella specificata a causas di un repository corrotto.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l’upgrade. (ADM0169)
Causa
Azione
Supervisor ha riscontrato degli errori mentre tentava di aggiornare il repository
da una versione precedente. È possibile che il repository esistente contenesse
già degli errori oppure la connessione al database non abbia avuto esito positivo.
In ogni caso, si consiglia di eseguire un Esamina e ripristina prima di aggiornare
il repository e accertarsi che il repository sia stabile, compatto e privo di errori.
Verificare la connessione al database e tentare di nuovo oppure risolvere i
problemi come necessario.
Riga <numero riga>: Non si è autorizzati ad aggiornare le proprie
impostazioni. (ADM0170)
Causa 1
Causa 2
Azione
Tentativo d’importazione di un elenco di utenti/gruppi precedentemente
esportati, oppure già esistenti nel repository.
Durante l’importazione di un elenco di utenti, Supervisor ha rilevato un comando
di aggiornamento del proprio profilo utente alla riga specificata del file
d’importazione.
Procedere in uno dei seguenti modi
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Il supervisore generale può garantire all’utente tutti i comandi di sicurezza
necessari.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
113
114
Manuale per la risoluzione dei problemi
Riga <numero riga>: La password deve contenere più di <numero minimo di
caratteri> caratteri. Il comando non sarà eseguito. (ADM0171)
Causa
Azione
Durante l’importazione di un elenco di utenti, Supervisor ha rilevato una
password che conteneva meno del numero minimo di caratteri alla riga
specificata del file d’importazione. La cifra minima è specificata dal supervisore
generale.
Procedere in uno dei seguenti modi
Se si fa clic
su...
allora Supervisor
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi
validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla
configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Riga <numero riga>: Errore di password cifrata. (ADM0172)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un utente che era stato precedentemente esportato e
che attualmente ha una password codificata danneggiata o errata.
Includere il comando No_Encrypted_Password nel file d’importazione e tentare
di rieseguire l’importazione. Potrebbe anche essere necessario rimuovere la
password codificata dal numero di riga specificato, poiché può contenere
caratteri illegali che possono generare un altro errore.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Riga <numero riga>: Si è verificato un errore interno durante l’eliminazione
di <utente> nel gruppo <gruppo>. (ADM0173)
Causa
Azione
Si è tentato di importare un elenco di utenti o di gruppi. Il file contiene un
comando di eliminazione di un utente. Tuttavia, Supervisor non è in grado di
eliminare l’utente in quanto la configurazione dello stesso è stata danneggiata.
Procedere in uno dei seguenti modi:
Se si fa clic allora Supervisor
su...
Ignora tutto
ignora tutti gli errori nel file di testo, ma elabora tutti i comandi validi.
Termina
termina l'importazione senza nessun effetto sulla configurazione.
Continua
elabora tutti i rimanenti comandi ma si ferma se rileva un altro
errore di sintassi. Tutti i comandi validi hanno effetto sulla
configurazione.
Se si continua, eseguire Esamina e ripristina in un secondo momento per tentare
di risolvere il problema.
Errore: impossibile generare un nuovo nome. (ADM0174)
Causa
Azione 1
Azione 2
Si è cercato di creare un nuovo utente il cui nome predefinito supera il numero
massimo di caratteri autorizzato (36 caratteri).
In Supervisore, è possibile creare un nome utente predefinito che aggiunge un
numero incrementato di uno ad ogni nuovo utente (nuovoutente, nuovoutente1,
nuovoutente2, ecc.). La lunghezza massima di un nome utente è 36 caratteri,
quindi è possibile creare fino a 10000 utenti con un nome utente predefinito di
32 caratteri (ad esempio, <32caratteri>, <32caratteri>1, <32caratteri>2...
<32caratteri>9999>). Si è cercato di creare un utente il cui nome utente
predefinito supera questo limite.
1. Nel menu Strumenti, fare clic su Opzioni.
2. Nella finestra di dialogo Opzioni, attivare la scheda Repository.
3. Deselezionare l'opzione Nuovo nome utente e fare clic su OK.
4. Creare un nuovo utente e assegnargli un nome manualmente.
1. Nel menu Strumenti, fare clic su Opzioni.
2. Nella finestra di dialogo Opzioni, attivare la scheda Repository.
3. Nella casella Nuovo nome utente, immettere un nuovo nome utente
predefinito. Per poter creare più di 10000 utenti con questo nome predefinito,
immettere un nome con meno di 32 caratteri.
4. Creare un nuovo utente con il nuovo nome predefinito.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
115
116
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome predefinito dell’utente/gruppo con un numero incrementale ha
superato la lunghezza consentita per il nome dell’utente/gruppo. Rinominare
l'utente/gruppo (massimo 35 caratteri) e chiedere a un supervisore generale
di immettere un nome predefinito dell'utente/gruppo più corto per il
repository. (ADM0175)
Causa
Azione
Si è tentato di creare un utente o un gruppo ed è stato generato questo
messaggio.
Il supervisore generale ha l’autorizzazione a definire un nome predefinito per i
nuovi utenti e gruppi creati nel repository. Al nome predefinito dell’utente/gruppo
vengono aggiunti dei numeri in modo incrementale se il nome stesso è già stato
utilizzato una volta (utente, utente2, utente3 e così via). La lunghezza massima
consentita per un nuovo nome di utente o gruppo è di 31 caratteri. Il repository
accetta un massimo di quattro caratteri numerici supplementari aggiunti
automaticamente per incrementi al nome predefinito, in modo che sia possibile
creare un massimo di 9999 utenti con un nome predefinito composto da
31 caratteri. In questo caso, tale limite è stato superato.
Assegnare un nome della lunghezza massima di 31 caratteri all’utente o al
gruppo. È possibile effettuare tale operazione manualmente oppure utilizzando
un nome predefinito, che viene definito dal supervisore generale come descritto
di seguito:
1. Connettersi a Supervisor con un nome utente e una password del
supervisore generale.
2. Nel menu Strumenti, fare clic su Opzioni.
3. Nella finestra di dialogo Opzioni, attivare la scheda Repository.
4. In Nomi predefiniti, selezionare le opzioni Nuovo nome utente e/o Nuovo
nome gruppo.
5. Immettere un nome predefinito più breve per i nuovi utenti e/o gruppi.
6. Fare clic su OK.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il file srrules.srr contenente la procedura Esamina e ripristina è diverso da
quello contenuto in BusinessObjects. La funzione Esamina e ripristina non
sarà eseguita. Recuperare un file srrules.srr corretto. (ADM0176)
Causa
Azione
Il file srrules.srr determina e controlla il modo in cui Supervisor esegue
un’operazione di Esamina e ripristina. In realtà, si tratta dello script Esamina e
ripristina. Il file di script è installato nella cartella Business Objects 6.1 e viene
riportato in formato non codificato. Nonostante costituisca un rischio, gli
amministratori di rete o del sistema possono modificare il contenuto di tale file.
Se viene generato il messaggio di errore di cui sopra, significa che è stato fatto
un tentativo di esecuzione dell’operazione di Esamina e ripristina dopo che il file
srrules.srr è stato:
• spostato
• eliminato
• rinominato
• modificato
• danneggiato
Occorre sostituire il file srrules con una copia pulita del file, sia da un’altra
installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di assistenza
tecnica di Business Objects.
La convalida mediante checksum è terminata in errore. (ADM0177)
Causa
Azione
Il file srrules.srr determina e controlla il modo in cui Supervisor esegue
un’operazione di Esamina e ripristina. In realtà, si tratta dello script Esamina e
ripristina. Il file di script è installato nella cartella Business Objects 6.1 e viene
riportato in formato non codificato. Nonostante costituisca un rischio, gli
amministratori di rete o del sistema possono modificare il contenuto di tale file.
Se si ottiene il messaggio di errore di cui sopra, è stato fatto un tentativo di
esecuzione dell’operazione Esamina e ripristina. Tuttavia, il file srrules.srr
contenente la macro Esamina e ripristina è diverso da quello distribuito con
BusinessObjects, quindi l’operazione Esamina e ripristina non può essere
eseguita. È possibile che il file srrules.srr sia stato:
• spostato
• eliminato
• rinominato
• modificato
• danneggiato
Occorre sostituire il file srrules con una copia pulita del file, sia da un’altra
installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di assistenza
tecnica di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
117
118
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l’inizializzazione del dialogo. Contattare il supporto tecnico di
Business Objects. (ADM0178)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere il problema in quanto il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Errore durante l’aggiornamento del comando di sicurezza. Contattare il
supporto tecnico di Business Objects. (ADM0179)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere il problema in quanto il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Errore durante l’inserimento del comando di sicurezza. Contattare il
supporto tecnico di Business Objects. (ADM0180)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere il problema in quanto il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Errore durante l’eliminazione del comando di sicurezza. Contattare il
supporto tecnico di Business Objects. (ADM0181)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere il problema in quanto il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Impossibile eliminare un’impostazione predefinita integrata. (ADM0182)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato se si tenta di eliminare un’impostazione
predefinita integrata in Supervisor.
Le impostazioni predefinite integrate non possono essere eliminate. È possibile
eliminare solo le impostazioni predefinite create personalmente.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome dell’impostazione predefinita esiste già. Scegliere un altro
nome. (ADM0183)
Causa
Azione
Si è tentato di creare un’impostazione predefinita nuova in Supervisor, ma il
nome immesso corrisponde a quello di un’impostazione predefinita esistente.
Immettere un nome univoco per la nuova impostazione predefinita.
Si è verificato un errore durante il recupero dei diritti del comando.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects. (ADM0184)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere il problema in quanto il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Sconosciuto (ADM0194)
Causa
Azione
Potrebbe trattarsi di uno dei messaggi generati all’esecuzione di un’operazione
di Esamina e ripristina. Tuttavia, Esamina e ripristina non è stato in grado di
risolvere i problemi perché il repository è danneggiato.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Impossibile trovare l’utente attuale. Contattare il supervisore. (ADM0195)
Causa
Azione
Durante la connessione ad una sessione di BusinessObjects, il supervisore ha
eliminato l’ID utente dal repository.
Il supervisore deve prima ricreare l’ID utente in modo che l’utente possa
continuare a lavorare con BusinessObjects.
Impossibile trovare la connessione predefinita. Verificare il valore della
dell’asse. (ADM0198)
Causa 1
Azione
La connessione al dominio degli universi specificato potrebbe non essere valida.
Effettuare quanto segue:
1. Avviare Supervisor.
2. Selezionare Strumenti > Repository.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Gestione del repository.
3. Fare clic sul dominio degli universi.
4. Fare clic su Test per verificare che la connessione al dominio degli universi
sia valida.
5. Verificare le proprietà dell’universo.
6. Accertarsi che le connessioni al repository e che la Fonte dati siano stati
impostati correttamente (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
119
120
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Non è possibile collegarsi al dominio degli universi, sia perché non vi è
collegamento alla rete, sia perché il server su cui si trova il dominio degli universi
è in arresto.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal database del repository.
Impossibile trovare il file specificato. (ADM0199)
Causa
Azione
Si è tentato di visualizzare una delle guide in linea dal menu ?, ma il file PDF
associato è stato spostato, eliminato o rinominato.
Occorre copiare il file nella posizione corretta.
Business Objects\Online Guides\It
Ciò è possibile copiando il file mancante da un’altra installazione di
BusinessObjects oppure eseguendo il programma d’installazione di
BusinessObjects BusinessObjects e reinstallando i componenti della
documentazione necessari.
Impossibile avviare l'agente UX. Contattare il supporto tecnico di
Business Objects. (ADM0200)
Causa
Azione
Un file .dll richiesto è stato eliminato o danneggiato.
Prima di tutto, eseguire il programma d’installazione per reinstallare Supervisor,
quindi tentare di avviare Supervisor. Se l’errore persiste, tentare di reinstallare
anche Designer.
Si è verificato un errore durante la copia. Contattare il supporto tecnico di
Business Objects. (ADM0201)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore può verificarsi quando s’importano i dati nel
repository. Indica che una o più tabelle del repository sono danneggiate.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile caricare la DLL del driver. Assicurarsi che sia stata installata
nella stessa cartella di Supervisor.exe (ADM0202).
Causa
Azione
In Supervisor, il supervisore generale ha attivato l’autentica Windows NT
(Strumenti > Opzione > Criteri di protezione), ma BusinessObjects non è in grado
di trovare il file KNTUI50.DLL necessario ad attivare questa funzione.
Il driver di autentica si basa sul meccanismo del driver di sicurezza Plug and Play
di BusinessObjects cosicché l’utente per attivarlo deve:
1. Eliminare o spostare KGLUI50.DLL dalla cartella Business Objects 6.1.
2. Copiare KNTUI50.DLL to KGLUI50.DLL.
Impossibile installare il driver. Contattare il supporto tecnico di Business
Objects. (ADM0203)
Causa
Azione
In Supervisor, il supervisore generale ha attivato l’autentica Windows NT
(Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione), ma BusinessObjects non è in grado
di installare il file KNTUI50.DLL necessario ad attivare questa funzione. Il file
KNTUI50.DLL può essere danneggiato.
Copiare una versione di backup del file KNTUI50.DLL nella cartella Business
Objects 6.1.
Impossibile raggiungere il dominio specificato. Per aggiungere un dominio,
è necessario potervi accedere tramite la rete. (ADM0204)
Causa
In Supervisor è stato fatto un tentativo di aggiungere un dominio da fare accettare
al driver di autentica di Windows NT. Ciò è stato fatto nella finestra di dialogo
Opzioni, nel modo seguente:
Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione > Attiva l’autenticazione WinNT >
Nuovo
Azione
Il dominio specificato resta però inaccessibile.
Occorre un accesso di rete al dominio. Verificare di avere immesso la descrizione
del dominio con precisione e che la rete funzioni correttamente.
Selezionare il parametro 'Data inizio/fine', 'Ora inizio/fine' o 'Quando' per
questa datazione. (ADM0205)
Causa
Azione
Mentre si modifica una datazione per un utente/gruppo, si disattivano tutte le
caselle di riepilogo di datazione (Data inizio/fine – Ora inizio/fine – Quando).
Attivare una o più caselle di controllo Data inizio/fine – Ora inizio/fine – Quando.
Almeno una di esse deve essere attivata.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
121
122
Manuale per la risoluzione dei problemi
L'ora finale deve essere posteriore all'ora iniziale. (ADM0206)
Causa
Azione
Durante la definizione di una Datazione per determinare quando un gruppo può
collegarsi ad un'applicazione BusinessObjects assegnata (Proprietà utente/
gruppo in Supervisor), è stata immessa una data/ora finale che precede la data/
ora iniziale.
Modificare la data finale che deve essere posteriore a quella iniziale.
Non si è autorizzati ad eliminare un utente che appartiene anche ad almeno
un gruppo per cui non si hanno i diritti di amministrazione. Utilizzare invece
il comando "rg". La riga <numero riga> non sarà elaborata. (ADM 00207)
Causa
Azione
Il file di importazione batch include il comando Elimina utente (DU). Questo
comando elimina tutte le istanze dell'utente dal repository. Tuttavia, almeno
un'istanza dell'utente appartiene a un gruppo che non si ha il diritto di
amministrare, quindi non si è autorizzati ad utilizzare il comando DU per questo
utente.
Per rimuovere l'utente dal gruppo che si è autorizzati ad amministrare, utilizzare
piuttosto il comando RG (Rimuovi dal gruppo).
Installazione non riuscita! (ADW0002)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
BusinessObjects deve creare una cartella temporanea durante l’installazione.
Questa cartella viene eliminata alla fine dell’installazione. Quest’unità è
comunque piena.
Svuotare il cestino. Se occorre, eliminare tutti i file ridondanti o indesiderati e
svuotare nuovamente il Cestino.
I privilegi d’accesso all’unità C:\ sono di sola lettura.
L’amministratore di sistema o della rete può garantire privilegi di Modifica o di
Controllo completo all’unità C:\.
Nessuna connessione valida! (ADW0003)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Durante l’esecuzione dell’Assistente configurazione dell’amministrazione di
Supervisor è stato selezionato un livello di rete non valido.
Selezionare un livello di rete disponibile sul sistema. A scopo di verifica, si
possono selezionare i driver ODBC.
Durante l’esecuzione dell’Assistente configurazione dell’amministrazione di
Supervisor è stato selezionato un livello di rete valido, ma senza specificare un
motore di database né una fonte dati.
Una volta selezionato un livello di rete valido, fare clic sul pulsante Configura e
selezionare il motore di database in uso e la fonte dati.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare il file .key. (ADW0005)
Causa
Azione
Non si ha l’accesso in lettura alla cartella LocData, che contiene il file .key.
L’amministratore di Windows può concedere l’accesso in lettura a questa
cartella. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Fare clic sulle proprietà di condivisione della cartella.
2. Selezionare la scheda Protezione.
3. Fare clic sul pulsante Permessi.
4. Fare doppio clic su Ognuno.
5. Attivare Lettura (L).
Impossibile creare il file .key. (ADW0006)
Causa
Azione
Il recupero dell’installazione non è stato in grado di creare il file .key al termine
dell’assistente in quanto non si dispone dei privilegi di scrittura sulla cartella in cui
si trova il file.
L’amministratore di Windows può concedere l’accesso in scrittura a questa
cartella. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Fare clic sulle proprietà di condivisione della cartella.
2. Selezionare la scheda Protezione.
3. Fare clic sul pulsante Permessi.
4. Fare doppio clic su Ognuno.
5. Attivare Scrittura (S).
Impossibile creare il file <nome>.key. (ADW0007)
Causa
Azione
Il recupero dell’installazione non è stato in grado di creare il file .key al termine
dell’assistente in quanto non si dispone dei privilegi di scrittura sulla cartella in cui
si trova il file.
L’amministratore di Windows può concedere l’accesso in scrittura a questa
cartella. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Fare clic sulle proprietà di condivisione della cartella.
2. Selezionare la scheda Protezione.
3. Fare clic sul pulsante Permessi.
4. Fare doppio clic su Ognuno.
5. Attivare Scrittura (S).
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
123
124
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare il supervisore generale. (ADW0008)
Causa
Azione
Si è verificato un problema durante la creazione del repository. Il repository era
installato solo parzialmente e non è stato creato un supervisore generale.
Eliminare tutti i file già installati, quindi eseguire nuovamente l’Assistente
d’installazione. Una volta installato il repository e creato il supervisore generale,
eseguire una verifica dell’integrità
(Strumenti > Repository > Integrità) per verificare che non vi siano ulteriori
problemi.
Il nome della compagnia contiene caratteri non validi o è vuoto. (ADW0009)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione dell’Assistente configurazione dell’amministrazione, è
stato fatto uso di uno o più caratteri non validi mentre s’inseriva il nome
dell’azienda, oppure è stato lasciato il campo vuoto.
Inserire o reinserire un Nome azienda utilizzando solo caratteri validi. I caratteri
validi sono: a-z A-Z 0-9 \- _ $ , e spazio (tranne all’inizio)
NOTA
Quando si creano gli utenti o i gruppi in Supervisor, è possibile definire i propri
caratteri autorizzati.
Non esistono domini di sicurezza per questa connessione. (ADW0010)
Causa 1
Azione
È stato eseguito un Recupero dell’installazione ed è stato ottenuto questo errore.
La connessione al database non viene diretta al repository giusto, ma al
repository che non contiene un dominio di sicurezza.
In Supervisor, verificare che la connessione al database si diriga al repository
giusto (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
La connessione si dirige al dominio di sicurezza giusto, ma mancano alcune
tabelle nell’account del database.
Accertarsi che l’account del database contenga tutte le tabelle del dominio di
sicurezza. Esistono 25 tabelle del dominio di sicurezza:
• DS_PENDING_JOB
• DS_USER_LIST
• OBJ_M_ACTOR
• OBJ_M_ACTORDOC
• OBJ_M_ACTORLINK
• OBJ_M_CATEG
• OBJ_M_CHANNEL
• OBJ_M_CONNECTDATA
• OBJ_M_CONNECTION
• OBJ_M_DOCAT
• OBJ_M_DOCCATEG
• OBJ_M_DOCATVAR
• OBJ_M_DOCCST
• OBJ_M_DOCUMENTS
• OBJ_M_GENPAR
• OBJ_M_MAGICID
• OBJ_M_OBJSLICE
• OBJ_M_REPOSITORY
• OBJ_M_RESERVATION
• OBJ_M_RESLINK
• OBJ_M_TIMESTAMP
• OBJ_M_UNIVCST
• OBJ_M_UNIVDBCST
• OBJ_M_UNIVERSES
• OBJ_M_UNIVSLC
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
125
126
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 3
Azione
La connessione si dirige al dominio di sicurezza giusto nell’account del database.
Tuttavia, anche se l’account ha selezionato i privilegi, non è il proprietario delle
tabelle.
Specificare la connessione indicando il proprietario dell’account. Il motivo è che
l’SQL generato durante il Recupero dell’installazione esegue un’istruzione di
selezione del tipo:
“Select M_ACTOR_N_ID from OBJ_M_ACTOR where 1=0” e non è stato incluso
un altro nome account (“...from owner.OBJ_M_ACTOR”).
Accertarsi che tutte le tabelle del dominio di sicurezza si trovino nello stesso
account. Potrebbero non essere nello stesso account se il repository è stato
aggiornato dalla versione 4 e il file SQL di aggiornamento è stato personalizzato.
Si può anche tentare di fare quanto segue:
• Eseguire un tracciato utilizzando il file utility BOLOGAPP.exe per scoprire
esattamente dove si situa il problema.
• Se sono presenti due versioni di BusinessObjects eseguire un Recupero di
sicurezza in entrambe le versioni specificando la stessa connessione. È
possibile confrontare i risultati.
Impossibile creare il dominio degli universi. (ADW0011)
Causa
Azione
Si è tentato di creare un dominio degli universi, ma il sistema su cui si desidera
farlo risiedere non è raggiungibile. È possibile che il nodo non sia in esecuzione
oppure che la connessione della rete sia in arresto.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Impossibile trovare il file RSS. (ADW0012)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che il messaggio di errore di cui sopra venga generato se
BusinessObjects tenta di accedere ad uno dei database dopo che il file .rss
associato è stato eliminato o danneggiato.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato o eliminato con una copia pulita del file,
sia da un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio
di assistenza tecnica di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare la sezione 'Repository' nel file RSS. (ADW0013)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato se BusinessObjects tenta di
accedere alla sezione Repository in uno dei file .rss di database dopo che questa
sezione è stata danneggiata.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato con una copia pulita del file, sia da
un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di
assistenza tecnica di Business Objects.
Impossibile trovare la sezione 'Create' nel file RSS. (ADW0014)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato se BusinessObjects tenta di
accedere alla sezione Create in uno dei file .rss di database dopo che questa
sezione è stata danneggiata.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato con una copia pulita del file, sia da
un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di
assistenza tecnica di Business Objects.
Impossibile trovare la sezione 'Table' nel file RSS. (ADW0015)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato se BusinessObjects tenta di
accedere alla sezione Table in uno dei file .rss di database dopo che questa
sezione è stata danneggiata.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato con una copia pulita del file, sia da
un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di
assistenza tecnica di Business Objects.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
127
128
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare la sezione 'Index' nel file RSS. (ADW0016)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato se BusinessObjects tenta di
accedere alla sezione Index in uno dei file .rss di database dopo che questa
sezione è stata danneggiata.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato con una copia pulita del file, sia da
un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di
assistenza tecnica di Business Objects.
Impossibile trovare la sezione 'Insert' nel file RSS. (ADW0017)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questi file si trovano nelle
cartelle del database associate, disponibili in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato se BusinessObjects tenta di
accedere alla sezione Insert in uno dei file .rss di database dopo che questa
sezione è stata danneggiata.
Occorre sostituire il file .rss danneggiato con una copia pulita del file, sia da
un’altra installazione di BusinessObjects, sia con quella fornita dal servizio di
assistenza tecnica di Business Objects.
Impossibile creare un dominio dei documenti. (ADW0019)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Quest’unità è piena.
Svuotare il cestino. Se occorre, eliminare tutti i file ridondanti o indesiderati e
svuotare nuovamente il Cestino.
I privilegi d’accesso all’unità C:\ sono di sola lettura.
L’amministratore di sistema o della rete può garantire privilegi di Modifica o di
Controllo completo all’unità C:\.
Si sta tentando di creare il dominio dei documenti su un’altra macchina (nodo
cluster), ma la macchina è in arresto oppure la connessione non funziona
correttamente.
Eseguire il “ping” della macchina per verificare che il collegamento alla rete sia
valido.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare un dominio di sicurezza. (ADW0020)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Esempio
Questo problema si verifica alla creazione del repository iniziale Non completa
l’installazione del dominio di sicurezza. Nella maggior parte dei casi, il problema
si verifica nella tabella OBJ_M_MAGIC_ID.
Il problema è legato alla configurazione.
Fare quanto segue per tentare di risolvere il problema:
• Accertarsi di utilizzare una piattaforma supportata per installare il repository.
• Utilizzare di utilizzare il middleware di database compatibile con la versione
attuale di BusinessObjects.
• Accertarsi che vi sia spazio sufficiente per creare le tabelle del repository.
• Se possibile, tentare di creare le tabelle su un altro database dello stesso tipo
e poi esportarle se l’installazione termina correttamente.
• Tentare di eseguire un’installazione personalizzata in Supervisor.
Il file SQL esterno non è accessibile oppure non è stato trovato durante
l’installazione del prodotto.
Occorre correggere manualmente il file *.sbo relativo.
Prendiamo l’esempio in cui si tenta di creare un repository su IBM DB2/390
versione 5, ma che si riceva il messaggio di errore di cui sopra. È necessario
effettuare quanto segue:
1. Aprire il file db2.sbo con un editor di testi come Blocco Note.
Tale file si trova in $INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\Db2
2. Nelle sezioni [DEFAULT] e [DB2 Connect for DB2/390 v5] aggiungere il
parametro seguente:
SQL DDL File=db2
In tal modo, BusinessObjects si dirige verso il file SQL abilitando la creazione
di un repository.
NOTA
Questa soluzione è valida solo per la creazione di un nuovo repository 6.1. e non
ha alcun effetto su un aggiornamento del repository dalla versione 5.x alla 6.1.
Impossibile trovare lo script esterno. (ADW0021)
Causa
Azione
Si sta tentando di utilizzare uno script SQL esterno per creare un repository
personalizzato. Tuttavia, BusinessObjects non presenta il percorso giusto dello
script.
Verificare il percorso del file di script e correggerlo.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
129
130
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere al driver di connessione. (ADW0025)
Causa
Azione
L’errore si verifica quando si tenta di avviare il prodotto Business Objects e
collegarsi al repository, mentre il middleware che consente a tutti i client di
accedere al database non è stato installato adeguatamente.
Verificare l’installazione del middleware.
• Quando viene installato BusinessObjects, accertarsi che
BusinessObjects - l’accesso RDBMS sia attivato.
• Alla fine dell’installazione, attivare il middleware.
• Nel file AUTOEXEC.BAT, verificare che il percorso dell’ambiente del
database sia corretto. Dovrebbe essere del tipo [unità locale]\ Orawin\bin.
Messaggi di errore relativi all’amministrazione
capitolo
Messaggi di errore relativi alla
protezione
132
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi alla protezione
I messaggi di errore relativi alla protezione sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
USR001 - USR 00066
Sicurezza
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati ad usare Supervisor. (USR0001)
Causa
Azione
Si è tentato di avviare Supervisor, ma non si dispone dell’autorizzazione
necessaria (non si dispone del profilo utente di supervisore).
Occorre un supervisore per modificare il profilo utente a supervisore (oppure
supervisore-designer).
Nuova password richiesta. (USR0002)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire una sessione BusinessObjects, ma la password è scaduta.
Un supervisore può fare quanto segue:
1. Fare clic sul pulsante destro del nome utente e selezionare Proprietà.
2. Andare alla scheda Definizione.
3. Da Sicurezza, disattivare Validità della password, oppure attivare Validità
della password e impostare il numero di giorni per cui si desidera che la
password sia valida.
Identificazione utente non valida. (USR0003)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Esempio
Tre tentativi di connessione consecutivi a BusinessObjects immettendo nome
utente e password sbagliati.
Un supervisore può fare quanto segue:
1. Fare clic sul pulsante destro del nome utente e selezionare Proprietà.
2. Andare alla scheda Definizione.
3. Da Proprietà, disattivare la casella di controllo Disattiva identificazione utente.
Si sta utilizzando il driver di autenticazione Windows NT per connettersi a
BusinessObjects, ma è impossibile stabilire la connessione.
Quando si effettua la connessione a Windows, i dettagli relativi alla connessione
non prendono in considerazione la distinzione tra maiuscole e minuscole. Se si
utilizzano lettere maiuscole e lettere minuscole nel nome utente, questo verrà
interpretato sempre così come è stato definito dall’amministratore del dominio.
Tuttavia, i nomi utente di BusinessObjects devono essere identici a quelli
dell’identificazione NT.
Per controllare le lettere utilizzate nel nome utente NT, utilizzare il comando SET
(dalla riga di comando DOS) ed eventualmente rinominare l’utente in modo che
il nome corrisponda esattamente a quello definito in Supervisor.
Se l’utente BusinessObjects è Utente1 e il nome NT è UTENTE1, non sarà
possibile aprire la sessione. In tal caso, occorre rinominare l’utente in UTENTE1
in Supervisor.
Messaggi di errore relativi alla protezione
133
134
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 3
Azione
È inoltre possibile che questo messaggio di errore venga generato all’avvio di
Broadcast Agent manualmente oppure come servizio. Il Nome server è una
funzione con tre tentativi di attivazione, per cui l’utente viene scollegato se
inserisce tre volte di seguito la password sbagliata.
Un supervisore può fare quanto segue:
1. Lanciare Supervisor e individuare il gruppo che ospita il Broadcast Agent.
2. Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Proprietà.
3. Andare alla scheda Broadcast Agent.
4. Da Proprietà, disattivare la casella di controllo Disattiva identificazione utente.
ID di accesso non valido. (USR0004)
Causa
Azione
L’identificazione utente è stata scritta in modo errato all’apertura della sessione
di WebIntelligence. Questo messaggio non viene visualizzato, ma inserito in un
log con il tool BologApp.exe.
Tentare di ricollegarsi di nuovo utilizzando il nome d’identificazione utente giusto.
Password non valida. (USR0005)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato durante un’operazione di Modifica
password se la nuova password non è nuova o contiene caratteri non validi.
Tentare di modificare di nuovo la password utilizzando una password diversa
dalla vecchia e accertarsi di non utilizzare caratteri non autorizzati.
NOTA
Il supervisore può arricchire la lista di caratteri accettati dal repository come
validi. Questi caratteri possono essere specificati nella scheda Repository della
finestra di dialogo Opzioni.
Non si è autorizzati ad usare Designer. (USR0006)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare Designer senza avere l’autorizzazione necessaria (il che
significa che l’utente non ha un profilo utente di designer).
Un supervisore può modificare il profilo utente a designer (oppure supervisoredesigner).
Non si è autorizzati ad usare BusinessObjects. (USR0007)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare BusinessObjects senza avere l’autorizzazione
necessaria.
Un supervisore può autorizzare l’accesso a BusinessObjects.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere al file locale di protezione. (USR0008)
Causa 1
Si è tentato di avviare un programma BusinessObjects, ma è impossibile
accedere al file di protezione. Il file di protezione (.lsi) memorizza le informazioni
utilizzate dai prodotti BusinessObjects per gestire le connessioni al database e
al repository.
È necessario disporre dell'accesso in lettura e in scrittura al file lsi in quanto ad
ogni connessione i dati vengono scritti in tale file. Per impostazione predefinita,
il file si trova in:
Azione
Causa 2
Azione
C:\Documents and Settings\<nomeutente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\lsi
Verificare quanto segue:
• La presenza del file di protezione.
• Se il file si trova nella cartella corretta, è possibile che sia danneggiato.
BusinessObjects installa automaticamente un file di backup (.bak). È
possibile utilizzare questo file in sostituzione di quello danneggiato. Si trova
nella stessa cartella di quello originale.
• L’utente ha accesso in scrittura alla cartella o al file lsi.
Il server che ospita il repository è in arresto oppure il collegamento in rete non
funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Impossibile aggiornare il file locale di protezione. (USR0010)
Causa 1
Azione
Il file di protezione memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti
BusinessObjects per gestire le connessioni al database e il repository. Il file viene
memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali, oppure nella
cartella ShData per le installazioni condivise in rete.
È possibile che questo messaggio venga visualizzato quando si tenta di
installare BusinessObjects. Lo spazio su disco potrebbe non essere sufficiente
per installare BusinessObjects oppure l’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’accesso in scrittura al sistema.
Interrompere l’installazione e verificare di avere l’accesso in scrittura al sistema.
Se lo spazio su disco disponibile non è sufficiente, per liberarne un po’, eliminare
i file inutili e svuotare il Cestino.
Messaggi di errore relativi alla protezione
135
136
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Se si lavora in un’installazione condivisa di BusinessObjects, è possibile che
questo errore venga generato se due o più utenti tentano di accedere al file di
protezione contemporaneamente (di solito quando gli utenti tentano di collegarsi
all’inizio della giornata).
Uscire da BusinessObjects e tentare di connettersi in un secondo momento.
Impossibile leggere la datazione nel file locale di protezione. (USR0011)
Causa
Il programma BusinessObjects non è in grado di leggere la datazione nel file
locale di protezione. Il file di protezione (.lsi) memorizza le informazioni utilizzate
dai prodotti BusinessObjects per gestire le connessioni al database e al
repository.
Occorre avere l’accesso in lettura e scrittura al file lsi in quanto i dati vengono
scritti ogni volta che si effettua la connessione. Per impostazione predefinita, il
nome e il percorso del file sono i seguenti:
C:\Documents and Settings\<nomeutente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\lsi
Azione
Di solito, questo messaggio di errore viene visualizzato se non si è autorizzati ad
accedere in scrittura alla cartella o al fine, oppure se il file locale di protezione è
danneggiato.
Eliminare questo file e riavviare l’applicazione BusinessObjects. Viene
visualizzata una finestra di apertura sessione vuota (senza nessun nome già
definito in precedenza). Si può comunque inserire il proprio nome utente e la
password precedenti. Il file locale di protezione viene rigenerato
automaticamente durante l’apertura della sessione.
Impossibile accedere al repository. (USR0013)
Causa
Azione
La password del database di BusinessObjects è stata modificata. Di
conseguenza, non è possibile collegarsi al repository con il file key attuale. Il file
key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Un supervisore generale deve eseguire la procedura seguente:
1. Impostare l’ID del database di BusinessObjects con una password senza
scadenza.
2. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
3. Collegarsi al Supervisor come supervisore generale.
4. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
5. Fare clic sul pulsante Test.
In tal modo, l’utente può verificare se la connessione al dominio dei
documenti è ancora valida.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
È probabile che l’ID e la password utilizzate per il dominio dei documenti e
dell’universo siano le stesse di quelle utilizzate per la creazione del file key.
Di conseguenza, entrambe le connessioni, al dominio degli universi e dei
documenti devono essere modificate in modo da riflettere le modifiche dell’ID e
della password in quanto tali connessioni sono memorizzate nel repository e non
nel file key.
Impossibile recuperare le indicazioni di tempo per il dominio di sicurezza.
(USR0014)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato immediatamente dopo avere
eseguito un Recupero dell’installazione e quando si tenta di collegarsi ad
un’applicazione BusinessObjects. Il problema è dovuto al fatto che la
connessione definita nel processo di Recupero dell’installazione è funzionale ma
non è diretta al repository.
Questo errore può anche essere generato se il file key della cartella LocData non
è esatto. Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da
Supervisor. Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella
$INSTALLDIR\locData per le installazioni locali o nella cartella
$INSTALLDIR\shData per le installazioni condivise.
Eseguire di nuovo un Recupero dell’installazione, come segue:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione.
6. Verificare che le informazioni relative all’account (di solito nome utente,
password, alias del database e nome server) si dirigano effettivamente al
database contenente il repository.
7. Inserire le informazioni nelle rispettive caselle di testo.
8. Verificare la connessione per accertarsi che il server risponda, quindi fare clic
su OK.
9. Selezionare la posizione giusta del file .key per la memorizzazione o per la
distribuzione.
Messaggi di errore relativi alla protezione
137
138
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile recuperare l’elenco degli universi. (USR0015)
Causa
Azione
È impossibile recuperare l’elenco degli universi dal repository. Ciò potrebbe
essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto oppure che
il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Impossibile recuperare l'elenco dei limiti dell'universo. (USR0016)
Causa
Azione
L’errore può verificarsi quando si tenta di esportare un universo o inviare un
documento ad un utente in un ambiente di repository multiplo. Solitamente,
questo errore si verifica se viene terminato un task inviato a Broadcast Agent (ad
esempio riavviando il sistema) oppure se un task viene terminato in modo
anomalo da Broadcast Agent.
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile recuperare l'elenco delle datazioni. (USR0017)
Causa 1
Azione
Causa 2
È impossibile recuperare l’elenco delle datazioni dal repository. Ciò potrebbe
essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto oppure che
il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Il repository potrebbe essere danneggiato.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile recuperare l'elenco dei diritti utente. (USR0018)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
È impossibile recuperare l’elenco dei diritti utente dal repository. Ciò potrebbe
essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto oppure che
il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Una sezione del repository potrebbe essere danneggiata.
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile recuperare l'elenco delle stored procedure. (USR0019)
Causa 1
Azione
Causa 2
È impossibile recuperare l’elenco delle stored procedure dal repository. Ciò
potrebbe essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto
oppure che il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Una sezione del repository potrebbe essere danneggiata.
Messaggi di errore relativi alla protezione
139
140
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile recuperare l'elenco dei documenti/modelli. (USR0020)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
È impossibile recuperare l’elenco dei documenti/modelli dal repository. Ciò
potrebbe essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto
oppure che il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Una sezione del repository potrebbe essere danneggiata.
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Non si è autorizzati ad usare Broadcast Agent. (USR0023)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare Broadcast Agent senza avere l’autorizzazione necessaria.
Un supervisore può abilitare Broadcast Agent per il gruppo in Supervisor facendo
clic sul simbolo del gruppo nella scheda Configurazione e dalla scheda
Broadcast Agent inserendo le opportune informazioni relative al server.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati ad usare BusinessQuery. (USR0024)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare BusinessQuery senza avere l’autorizzazione necessaria.
Un supervisore è in grado di abilitare BusinessQuery per il proprio gruppo nel
seguente modo:
1. Fare clic sulla scheda Configurazione in Supervisor.
2. Fare clic sul gruppo.
3. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sull’icona di BusinessQuery.
4. Selezionare Risorse > Disabilita/abilita configurazione.
Non si è autorizzati ad usare WebIntelligence. (USR0026)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare WebIntelligence senza avere l’autorizzazione necessaria.
Un supervisore è in grado di abilitare WebIntelligence per il proprio gruppo nel
seguente modo:
1. Fare clic sulla scheda Configurazione in Supervisor.
2. Fare clic sul gruppo.
3. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sull’icona di BusinessQuery.
4. Selezionare Risorse > Disabilita/abilita configurazione.
Non si è autorizzati a lavorare offline con il BusinessObjects attuale.
(USR0027)
Causa
Azione
All’avvio della sessione di lavoro, è stata attivata la casella di controllo Sessione
di lavoro offline ma il supervisore non ha dato l’autorizzazione a operare in
questa modalità.
Un supervisore può abilitare la sessione di lavoro offline per l’ID dell’utente dalla
scheda Definizione delle Proprietà dell’utente.
File di sicurezza (*.LSI) introvabile. Ne occorre uno per lavorare offline.
(USR0029)
Causa
Quando si è tentata la connessione, è stata selezionata la casella di controllo
Sessione di lavoro offline, ma sulla macchina in uso non è presente
un’installazione locale di BusinessObjects. Pertanto non si dispone del file di
protezione locale.
Il file di protezione memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti
BusinessObjects per gestire le connessioni al database e il repository. Tale file è
memorizzato in C:\Documents and Settings\<nomeutente>\Application
Data\Business Objects\Business Objects 6.1\MyLocData\*.lsi.
Messaggi di errore relativi alla protezione
141
142
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
È possibile installare BusinessObjects localmente sulla macchina in uso oppure
richiedere al supervisore di fornire un file di protezione da copiare in
C:\Documents and Settings\<nomeutente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\MyLocData\*.lsi.
File .key non valido. Il file .key non è quello usato per creare il file
.lsi. (USR0030)
Causa
Il messaggio di errore si riferisce a due file: il file .key e il file di protezione.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Il file .lsi è il file di protezione locale in cui sono contenute le informazioni utilizzate
dal prodotto per gestire le connessioni al database e al repository e, per
impostazione predefinita, è memorizzato in:
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.x\lsi
Azione
Il messaggio di errore di cui sopra viene visualizzato se si utilizza il file .key
sbagliato, ovvero, il file .key è stato rinominato o eliminato, ma si ha ancora il
corrispondente file .lsi.
Effettuare quanto segue:
• Rinominare o eliminare il file .lsi.
• Chiedere al supervisore generale di eseguire un Recupero dell’installazione
e di creare un nuovo file .key. Quando si effettua di nuovo la connessione
utilizzando il nuovo file, BusinessObjects genera automaticamente un file .lsi
nuovo.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il repository deve essere aggiornato per supportare i prodotti
BusinessObjects Enterprise 6. Contattare il supervisore di Business Objects.
(USR0031)
Causa
Azione
Si sta tentando di accedere ad una versione del repository non compatibile con
il software versione client.
Contattare il supervisore di Business Objects per conoscere le modalità di
connessione ad un repository aggiornato compatibile con BusinessObjects 6.1.
Occorre immettere l'identificazione utente corretta per l'installazione di
BusinessObjects su altri posti. (USR0032)
Causa
Si è tentato di avviare uno dei programmi BusinessObjects, ma BusinessObjects
non è in grado di trovare il file .key.
Il file di protezione (.lsi) memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti per
gestire le connessioni al database e al repository. Per impostazione predefinita,
il file è memorizzato in:
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.x\lsi
Azione
In questa situazione, il file key può essere stato spostato, rinominato, eliminato o
danneggiato.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi inserire il nome del database,
l’ID utente e la password.
Oppure, l’amministratore del sistema o della rete può reinstallare
BusinessObjects.
Messaggi di errore relativi alla protezione
143
144
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questa identificazione utente è riservata. Sceglierne un’altra. (USR0033)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio di errore venga visualizzato se si tenta di
connettersi a Supervisor con un nomeutente/password riservati GENERAL
SUPERVISOR per creare un nuovo repository o eseguire un Recupero
dell’installazione.
Per eliminare l’errore, rimuovere o rinominare il file .key. Il file key contiene
l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Solitamente, tale file
è memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le installazioni locali o
nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni condivise.
Impossibile avviare l'applicazione in questa modalità. (USR0034)
Causa
Azione
Si è tentato di avviare un programma BusinessObjects da VBA, probabilmente in
modalità Blind, ma questo tipo di operazione non è autorizzata.
Avviare i programmi BusinessObjects nel modo standard, utilizzando il menu
Avvio oppure il collegamento sul desktop.
Impossibile avviare BusinessObjects Broadcast Agent senza connettersi a
un repository. (USR0035)
Causa 1
Azione
Causa 2
Si è tentato di avviare una sessione di Broadcast Agent, ma BusinessObjects
non è in grado di trovare il repository. È possibile che il server che ospita il
database del repository non sia disponibile.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Il file key è stato spostato, rinominato, eliminato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi inserire il nome del database,
l’ID utente e la password.
Oppure, l’amministratore del sistema o della rete può reinstallare
BusinessObjects.
Impossibile accedere al file bomain.key. (USR0037)
Causa
Azione
Impossibile accedere al repository perché il file .key attuale è stato spostato,
eliminato, rinominato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi immettere il nome del
database, l’ID utente e la password.
Messaggi di errore relativi alla protezione
145
146
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aprire il file bomain.key. (USR0038)
Causa
Azione
Impossibile accedere al repository perché il file .key attuale è stato spostato,
eliminato, rinominato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi immettere il nome del
database, l’ID utente e la password.
Impossibile scrivere nel file bomain.key. (USR0039)
Causa
Azione
Impossibile accedere al repository perché il file .key attuale è stato spostato,
eliminato, rinominato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi immettere il nome del
database, l’ID utente e la password.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
File bomain.key non valido. (USR0040)
Causa
Azione
Impossibile accedere al repository perché il file .key attuale è stato spostato,
eliminato, rinominato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi immettere il nome del
database, l’ID utente e la password.
Impossibile trovare il repository attuale. (USR0041)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato ogni volta che si verifica un problema di
collegamento al repository. Ciò può essere dovuto a problemi della rete o al fatto
che la macchina su cui si trova il database del repository è in arresto. È inoltre
possibile che questo messaggio venga generato in conseguenza ad azioni di
avvio di connessioni al repository (invio o recupero dei documenti, invio a
Broadcast Agent e così via).
Verificare che le connessioni al repository e che la Fonte dati siano stati impostati
correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Messaggi di errore relativi alla protezione
147
148
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere a file SQL esterni. (USR0042)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Tale errore si verifica quando si tenta di avviare BusinessObjects e di connettersi
al repository, ma il livello BusinessObjects che consente a tutti i client di accedere
al database non è stato installato correttamente.
Verificare l’installazione del middleware.
• Quando viene installato BusinessObjects, accertarsi che l’accesso BO
RDBMS sia stato attivato.
• Alla fine dell’installazione, attivare il middleware.
• Nel file AUTOEXEC.BAT, verificare che il percorso dell’ambiente del
database sia corretto. Dovrebbe essere del tipo [unità locale]\ Orawin\bin.
Questo errore può verificarsi sulle installazioni condivise.
Un amministratore di rete o di sistema può risolvere il problema reinstallando il
software client, oppure un supervisore generale può eseguire un Recupero
dell’installazione per generare un nuovo file di protezione e un nuovo file key.
La persona che reinstalla il software può anche verificare la presenza di cartelle
danneggiate o di configurazioni ODBC/database errate.
Impossibile comunicare con SQLBO. (USR0043)
Causa
Azione
Ogni database in uso ha un file .dll associato, che di solito si trova in
INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy. Ciascuno di questi file ha un prefisso
Sq come segue:
• sqboci.dll per i database Oracle
• sqodbc.dll per i database ODBC
Il messaggio d’errore di cui sopra viene generato se si tenta di accedere al data
warehouse tramite il repository dopo avere spostato, rinominato, eliminato o
danneggiato il file .dll. Questo messaggio può verificarsi anche se il file .dll è stato
bloccato da un’altra applicazione o da un altro utente.
Sostituire il file .dll con una copia di backup se questa esiste o da un’altra
installazione di BusinessObjects. Se queste non sono disponibili, occorre
reinstallare il modulo di Accesso ai dati.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile stabilire una connessione. (USR0044)
Causa
Un file .rss è associato ad ognuno dei database in uso. Questo file contiene le
informazioni utili relative alla connessione e viene memorizzato nella cartella del
database:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di trovare il file
.rss nella cartella del database e di conseguenza non è in grado di stabilire una
connessione al database.
Copiare un backup di questo file .rss nella cartella del database. Se non si
dispone di una copia di backup, il supervisore deve ricreare la connessione.
Impossibile accedere al database del repository. (USR0045)
Causa 1
Azione
Questo errore si verifica quando si avvia BusinessObjects e si tenta di
connettersi al repository. BusinessObjects non è in grado di risolvere la stringa
della connessione. Per la maggior parte dei database, solitamente ciò significa
che l’alias del database (che può essere un ODBC DSN o un nome server) non
è stato definito correttamente o non è stato trovato.
Un amministratore del database deve verificare la configurazione del database.
Ad esempio, per i database Oracle, BusinessObjects utilizza un file Oracle per
connettersi al database: il file tnsnames.ora. Quindi il problema potrebbe essere
che:
• Questo file del sistema client non contiene il nome TNS che il designer ha
definito alla connessione (nome server) di BusinessObjects o nel file .key.
• Il file tnsnames.ora non è aggiornato oppure non esiste sul client
(memorizzato in C:\...\Oracle\Network\Admin). Un supervisore, un designer
oppure un amministratore del database può verificare se questo file
corrisponde all’ultima versione del database Oracle.
Se necessario, un supervisore generale può eseguire un Recupero
dell’installazione nel seguente modo:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi immettere il nome del
database, l’ID utente e la password.
Messaggi di errore relativi alla protezione
149
150
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Esempio
Il pacchetto di accesso al database non è stato installato.
Tentare quanto segue:
1. Eseguire l’installazione.
2. Individuare il driver di accesso ai dati contenuto in $INSTALLDIR
\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>.
3. Fare clic sulla casella di controllo ed installare questo driver.
Il pacchetto di accesso al database per Oracle è Net8 e si trova nella cartella
\...\legacy\Oracle.
Impossibile accedere al driver di connessione. (USR0046)
Causa
Azione
Ogni database in uso dispone di un file .sbo associato, che solitamente si trova
in INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>:
• Oracle.sbo per i database Oracle
• Odbc.sbo per i database ODBC
Il messaggio d’errore di cui sopra viene generato se si tenta di accedere al data
warehouse tramite il repository dopo avere spostato, rinominato, eliminato o
danneggiato il file .sbo. È possibile che questo messaggio venga generato anche
nel caso in cui il file .sbo è stato bloccato da un’altra applicazione o da un altro
utente.
Sostituire il file .sbo con una copia di backup se questa esiste o da un’altra
installazione di BusinessObjects. Se queste non sono disponibili, occorre
reinstallare il modulo di Accesso ai dati.
Impossibile accedere alla cartella SQL esterna. (USR0047)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Tale errore si verifica quando si tenta di avviare BusinessObjects e di connettersi
al repository, ma il livello BusinessObjects che consente a tutti i client di accedere
al database non è stato installato correttamente.
Verificare l’installazione del middleware.
• Quando viene installato BusinessObjects, accertarsi che l’accesso BO
RDBMS sia stato attivato.
• Alla fine dell’installazione, attivare il middleware.
• Nel file AUTOEXEC.BAT, verificare che il percorso dell’ambiente del database
sia corretto. Esso dovrebbe essere simile a: [Unità locale]\Orawin\bin.
Questo errore può verificarsi sulle installazioni condivise.
In situazioni di questo tipo, un amministratore di rete o di sistema può risolvere il
problema reinstallando il software client, oppure un supervisore generale può
eseguire un Recupero dell’installazione per generare un nuovo file di protezione
e un nuovo file key.
La persona che reinstalla il software può anche verificare la presenza di cartelle
danneggiate o di configurazioni ODBC/database errate.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Problema interno (USR0049)
Causa 1
Se il file .rss non è presente nella cartella del database, è possibile che questo
errore si verifichi all’esecuzione di BusinessObjects.
Per ogni database in uso, viene creato un file .rss. Questo file contiene le
informazioni utili relative alla connessione e viene memorizzato nella cartella del
database:
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Copiare il file .rss giusto e salvarlo nella cartella del database.
Quando BusinessObjects viene utilizzato in modalità aziendale, è possibile che
questo errore si verifichi dopo avere immesso il nome utente e la password. Ciò
indica che il file .rss del database in
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database> è danneggiato o
inesistente. Se si è utente Windows NT, ciò può significare anche che non si è
autorizzati a leggere il file.
Un amministratore del sistema o della rete può ripristinare il file da un backup,
copiarne uno da un’altra installazione di BusinessObjects in funzione oppure
reinstallare BusinessObjects su questa macchina.
Per gli utenti NT, rivolgersi all’amministratore Windows per informazioni relative
ai diritti di accesso.
È inoltre possibile che questo errore si verifichi quando un utente tenta di
connettersi a BusinessObjects. Il nome utente potrebbe non essere definito in
Supervisor. Tuttavia, quando si tenta di
ricreare lo stesso utente, è possibile che venga visualizzato il messaggio “Esiste
già un utente o un gruppo con questo stesso nome. Scegliere un altro nome.”
Un amministratore di database può eliminare un utente dalla tabella
OBJ_M_ACTOR del repository. Un supervisore è in grado di ricreare l’utente in
Supervisor.
Il messaggio di errore di cui sopra viene visualizzato se si utilizza il file .key
sbagliato, ovvero, il file .key è stato rinominato o eliminato, ma si ha ancora il
corrispondente file .lsi.
Effettuare quanto segue:
• Rinominare o eliminare il file .lsi.
• Chiedere al supervisore generale di eseguire un Recupero dell’installazione
e di creare un nuovo file .key. Quando si effettua di nuovo la connessione
utilizzando il nuovo file, BusinessObjects genera automaticamente un file .lsi
nuovo.
Messaggi di errore relativi alla protezione
151
152
Manuale per la risoluzione dei problemi
La protezione dell'accesso a BusinessObjects è danneggiata. (USR0050)
Causa
Non è possibile connettersi a BusinessObjects in quanto il file di protezione
locale (.lsi) è stato danneggiato o eliminato.
Il file di protezione memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti
BusinessObjects per gestire le connessioni al database e il repository. Il file viene
memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali, oppure nella
cartella ShData per le installazioni condivise in rete.
Azione
Il problema può verificarsi al collegamento, quando l’utente si spazientisce
perché non ottiene risposta alla richiesta di collegamento e riavvia il sistema.
Quest’azione danneggia immediatamente il file di protezione.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
nome utente: GENERAL
password: SUPERVISOR
3. Fare clic su Avanti.
In tal modo si avvia l’Assistente all’installazione.
4. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
Impossibile memorizzare le informazioni di protezione della sessione.
(USR0051)
Causa
Azione
Si è tentato di aggiornare alcune impostazioni relative alla protezione in
Supervisor, ma non è possibile memorizzare tali modifiche in quanto il file di
protezione locale (.lsi) è già in uso da un’altra applicazione.
Il file di protezione memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti
BusinessObjects per gestire le connessioni al database e il repository. Il file viene
memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali, oppure nella
cartella ShData per le installazioni condivise in rete.
Aspettare qualche minuto e riprovare. Volendo, è possibile anche arrestare ogni
altro processo in corso sul sistema.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il file locale di protezione è bloccato da un'altra applicazione. (USR0052)
Causa
Azione
Si è tentato di aggiornare alcune impostazioni relative alla protezione in
Supervisor, ma non è possibile memorizzare tali modifiche in quanto il file di
protezione locale (.lsi) è già in uso da un’altra applicazione. Non è stato neanche
possibile effettuare la connessione a Supervisor.
Il file di protezione memorizza le informazioni utilizzate dai prodotti
BusinessObjects per gestire le connessioni al database e il repository. Il file viene
memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali, oppure nella
cartella ShData per le installazioni condivise in rete.
Arrestare tutti gli altri processi in corso sul sistema e uscire dalle applicazioni non
necessarie.
Impossibile caricare il driver di autenticazione. (USR0053)
Causa
Azione
In Supervisor, è stata abilitata l’autenticazione Windows NT
(Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione) ma BusinessObjects non è in grado
di trovare il file KNTUI50.DLL di cui ha bisogno per attivare questa funzione.
Il driver di autenticazione si basa sul meccanismo del driver di sicurezza Plug and
Play di BusinessObjects cosicché l’utente per attivarlo deve:
1. Eliminare o spostare KGLUI50.DLL dalla cartella Business Objects 6.1.
2. Copiare KNTUI50.DLL to KGLUI50.DLL.
Impossibile trovare il punto d’ingresso del driver di autenticazione.
(USR0054)
Causa
Azione
In SUPERVISOR, è stata abilitata l’autenticazione Windows NT
(Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione). Il file KNTUI50.DLL di cui si ha
bisogno per attivare tale funzione non è quello giusto, oppure è stato modificato,
o danneggiato.
Tentare quanto segue:
1. Eliminare il file KNTUI50.DLL dalla cartella Business Objects 6.1.
2. Copiare un backup del file KNTUI50.DLL nella cartella Business Objects 6.1
(se presente) oppure copiarlo da un’altra installazione di BUSINESSOBJECTS.
Se queste non sono disponibili, occorre reinstallare il modulo di Accesso ai
dati di BUSINESSOBJECTS.
Messaggi di errore relativi alla protezione
153
154
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare il punto di uscita del driver di autenticazione. (USR0055)
Causa
Azione
In SUPERVISOR, è stata abilitata l’autenticazione Windows NT
(Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione). Il file KNTUI50.DLL di cui si ha
bisogno per attivare tale funzione non è quello giusto, oppure è stato modificato,
o danneggiato.
Tentare quanto segue:
1. Eliminare il file KNTUI50.DLL dalla cartella Business Objects 6.1.
2. Copiare un backup del file KNTUI50.DLL nella cartella Business Objects 6.1
(se presente) oppure copiarlo da un’altra installazione di BUSINESSOBJECTS.
Se queste non sono disponibili, occorre reinstallare il modulo di Accesso ai
dati di BUSINESSOBJECTS.
Errore sul server (USR0057)
Causa
Azione
È possibile che questo errore venga visualizzato quando si tenta di accedere alla
pagina iniziale di WebIntelligence. Un percorso non valido è stato definito nel
Web server oppure è stato installato un prodotto che utilizza la stessa tecnologia
CORBA, come NET DYNAMIC.
Tentare quanto segue:
1. Verificare la pagina iniziale predefinita del Web server.
2. Verificare se ci sono altri prodotti che utilizzano la tecnologia CORBA sullo
stesso sistema.
3. Modificare il percorso e disinstallare gli altri prodotti che utilizzano CORBA.
(File .key non valido) (USR0058)
Causa
Azione
Si è tentato di effettuare la connessione a BusinessObjects, ma non è stato
possibile aprire il file .key. Potrebbe essere danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi inserire il nome del database,
l’ID utente e la password.
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questa password non è valida. Si può provare solo n altra(e)
volta(e). (USR0059)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si tenta di avviare Supervisor con
una password sbagliata.
Immettere la password esatta. Come indica il messaggio di errore, è possibile
eseguire massimo tre tentativi per inserire la password giusta. In caso contrario,
chiedere al supervisore generale di attribuire un’altra password.
Se l’utente è supervisore generale ed è escluso perché immette tre password
sbagliate di seguito, questo deve avere già creato un secondo supervisore
generale che possa ripristinare questo tipo di situazione. Se non è stato creato
un secondo supervisore generale, sarà necessario ripristinare il repository a
partire da una copia di backup. Se non si dispone di una copia di backup,
contattare il supporto tecnico di Business Objects.
NOTA
Il nome utente e la password fanno la differenza tra maiuscole e minuscole e
pertanto vanno inseriti esattamente come l’utente li ha creati. Inoltre, i caratteri
creati con il tasto BLOC MAIUSC possono essere trattati in modo diverso da
quelli creati con il tasto MAIUSC anche se a schermo appaiono identici.
Si è verificato un errore durante l’apertura del file .lsi. (USR0060)
Causa
Si è tentato di effettuare la connessione a BusinessObjects, ma non è stato
possibile aprire il file di protezione (.lsi). Potrebbe essere danneggiato.
Nel file .lsi sono contenute le informazioni utilizzate dai prodotti BusinessObjects
per gestire le connessioni al database e al repository. È necessario disporre
dell'accesso in lettura e in scrittura al file lsi in quanto ad ogni connessione i dati
vengono scritti in tale file. Per impostazione predefinita, il file si trova in:
Azione
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\
Business Objects\Business Objects 6.1\lsi
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell’installazione, nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi inserire il nome del database,
l’ID utente e la password.
Messaggi di errore relativi alla protezione
155
156
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome del file .key indicato nella riga di comando non esiste nella cartella
dei dati. (USR0061)
Causa
Azione
Si è tentato di effettuare la connessione a BusinessObjects, ma non è stato
possibile trovare il file .key. Può essere stato eliminato, rinominato, spostato o
danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Verificare che il nome del file .key sia stato digitato correttamente nella riga di
comando. Se il problema persiste nonostante il nome sia corretto, un supervisore
generale può eseguire un Recupero dell’installazione nel seguente modo:
1. Rinominare o eliminare il file .key.
2. Avviare Supervisor.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
3. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
4. Fare clic su Inizia.
5. Selezionare Recupero dell’installazione, quindi inserire il nome del database,
l’ID utente e la password.
Impossibile collegarsi perché il repository non accorda fiducia al dominio
principale di NT. (USR0062)
Causa
Azione
È stato fatto un tentativo di collegamento a BusinessObjects utilizzando
l’autenticazione NT. Tuttavia, ciò non è possibile perché il dominio NT a cui si
appartiene non è incluso nell’elenco di domini autorizzati specificati dal
supervisore.
Un supervisore può aggiungere il dominio all’elenco di domini “riconosciuti”.
(In Supervisor, Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione > Attiva
l’autenticazione WinNT > Nuovo)
Il supervisore ha vietato l’utilizzo del driver di autenticazione di NT.
(USR0063)
Causa
Azione
È stato fatto un tentativo di collegamento a BusinessObjects utilizzando
l’autenticazione NT. Tuttavia, ciò non è possibile perché il supervisore ha
disattivato la funzione.
Un supervisore può abilitare l’autenticazione Windows NT.
(In Supervisor, Strumenti > Opzioni > Criteri di protezione > Attiva
l’autenticazione WinNT).
Messaggi di errore relativi alla protezione
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questa applicazione è incompatibile con il repository perché il repository è
di una versione più recente. Contattare il supervisore di Business Objects.
(USR 00064)
Causa
Azione
Esempio
Si cerca di accedera a un repository di due o più versioni più vecchio della
versione attuale di Supervisor. Supervisor non è in grado di eseguire l'upgrade di
questo repository.
Installare la versione di Supervisor immediatamente precedente alla versione
attuale. Utilizzare questa versione per eseguire l'upgrade del repository a una
versione intermedia. Quindi utilizzare la versione attuale di Supervisor per
eseguire l'upgrade del repository alla versione attuale.
Se la versione attuale è 6.x, installare Supervisor 5.x ed eseguire l'upgrade del
repository alla versione 5, quindi utilizzare Supervisor 6.x per eseguire l'upgrade
del repository alla versione 6.
Questa applicazione è incompatibile con il repository perché il repository è
di una versione più recente. Contattare il supervisore di Business Objects.
(USR 00065)
Causa
Azione
La versione dell'applicazione che si utilizza non può essere connessa al
repository. Il repository è stato aggiornato a una versione più recente della
versione dell'applicazione attuale.
Contattare il supervisore di Business Objects per conoscere le modalità di
aggiornamento della versione dell'applicazione per renderla compatibile con il
repository. Se non si desidera aggiornare la versione dell'applicazione, si
potrebbe ottenere le informazioni di accesso a un repository compatibile dal
supervisore di Business Objects.
Messaggi di errore relativi alla protezione
157
158
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi alla protezione
capitolo
Messaggi di errore relativi agli
universi
160
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi agli universi
I messaggi di errore relativi agli universi sono compresi nelle seguenti codifiche
e categorie:
Codifica
Categoria
DA0002 - DA0013
Errori di database
DSG001 - DSG0086
Errori di Designer
UNV0001 - UNV0049
Errori dell’universo
UNM0001 - UNM0016
Errori di gestione dell’universo
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Problema durante il recupero. (DA0002)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Impossibile recuperare un universo dal repository. Ciò potrebbe essere dovuto al
fatto che il server che ospita il repository è in arresto oppure che il collegamento
in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Il dominio di sicurezza del repository potrebbe essere danneggiato.
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Errore durante l'esecuzione di SQL: (DA0003)
Causa
Azione
BusinessObjects ha riscontrato un errore eccezionale durante un tentativo di
accesso al database aziendale.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Una connessione richiesta per aggiornare il documento non è disponibile.
(DA0004)
Causa 1
Azione
BusinessQuery non è in grado di aggiornare una query in quanto l’universo è
stato spostato in un repository o dominio diversi senza che il nome venisse
modificato. BusinessQuery non è più in grado di individuare tale universo o la
connessione ad esso associata.
Poiché non è possibile modificare la fonte con BusinessQuery, effettuare quanto
segue:
1. Aprire il file .bqy.
2. Modificare la query e premere Esegui (non limitarsi ad aggiornare il fornitore
di dati).
3. Salvare la query come file .bqy utilizzando lo stesso nome di prima.
La query di BusinessQuery si dirige così all’universo e alla connessione
giusti.
Messaggi di errore relativi agli universi
161
162
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Si sta tentando di aggiornare un documento sulla base di un universo scaduto o
non valido nel repository.
Il designer dell’universo deve esportare una nuova versione dell’universo nel
repository. Tentare di aggiornare un’altra volta il file.
Errore relativo alla connessione o a SQL. (DA0005)
Causa 1
Azione 1
Causa 2
Azione 2
Si può ottenere un errore relativo alla connessione o a SQL dopo avere
modificato il formato della data nel file .sbo.
Verificare che il parametro NLS_DATE_FORMAT di Oracle sia impostato sul
formato della data impostato nel file sbo. Per ulteriori informazioni, consultare la
documentazione di Oracle.
I driver ODBC sono stati spostati, eliminati, rinominati o danneggiati.
Installare di nuovo il driver Microsoft ODBC.
Impossibile trovare l’universo oppure non si hanno i diritti d'accesso
dall’universo. (DA0008)
Causa
Azione
Ogni volta che si aggiorna il documento, si ottiene questo messaggio di errore e
BusinessObjects non recupera nessun dato.
Tentare quanto segue:
• Rivolgersi al supervisore di BusinessObjects per sapere come ottenere i diritti
sull’universo.
• Accertarsi di essere collegati al repository. Utilizzare il comando Accedi come
dal menu Strumenti per ricollegarsi, questa volta in modalità online.
• Selezionare Strumenti > Opzioni e fare clic sulla scheda Cartelle predefinite.
Verificare il percorso del documento.
Se si lavora offline, occorre recuperare l’universo dal repository. La query
richiede l’universo per aggiornare il documento e non è in grado di farlo in
modalità offline.
La colonna BLOB non riesce ad estrarre più di una riga. (DA0009)
Causa
Azione
Il database aziendale non supporta il recupero di oggetti BLOB che vanno oltre
una riga singola.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nell'universo, alcuni oggetti mancano o sono ambigui. Impossibile eseguire
la query in questo universo. (DA0010)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato ogni volta che si tenta di eseguire una
query su un universo con oggetti mancanti.
Eliminare gli oggetti dal report che sembrano mancare. È possibile verificare
quali sono questi oggetti nella scheda Dettagli del messaggio di errore. Quindi
modificare gli oggetti nella query da Dati > Visualizza dati.
Impossibile trovare l’universo. (DA0011)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si aggiorna un report o si
tenta di modificare i dati. Il che significa che il report non è in grado di trovare
l’universo nel file system o nel repository se si lavora in modalità aziendale.
Il nome o la posizione dell’universo sono stati modificati.
Se il nome o la posizione dell’universo sono stati modificati, si può fare quanto
segue in BusinessObjects:
1. Selezionare Dati > Visualizza dati> scheda Definizione.
2. Fare clic sul pulsante con i tre puntini di sospensione (...) a destra del nome
dell’universo (nella casella di gruppo Generale).
3. Selezionare l’universo dalla finestra di dialogo Cambia universo, quindi fare
clic su OK.
L’universo non è stato esportato nel repository.
Chiedere al designer di esportare l’universo nel repository. Si può anche copiare
l’universo localmente sul file system se la sua connessione è locale.
Il file universo (.unv) non esiste più. È stato eliminato dalla sottocartella della
cartella Universo.
Importare l’universo dal repository o copiarlo dal file system se la sua
connessione è locale.
Il report si basa su un universo assegnato ad un repository, ma si desidera
accedervi da un secondo repository.
Se l’universo non è stato associato ad un secondo repository, un designer può
fare quanto segue:
1. Aprire la copia locale dell’universo in Designer.
L’universo si trova nella cartella Universe\Universe.
2. Selezionare File > Parametri e creare una connessione condivisa.
3. Assegnare la connessione condivisa all’universo locale.
4. Selezionare File > Salva con nome e fare clic sull’opzione Salva per tutti gli
utenti.
Messaggi di errore relativi agli universi
163
164
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 5
Azione
5. Aprire il report in BusinessObjects.
6. Selezionare Dati > Visualizza dati> Universo > [...].
7. Assegnare il report all’universo locale.
Si tratta di quello senza un dominio specifico (visualizzato con un punto a
destra).
8. Aggiornare il report.
9. Selezionare File > Salva con nome e fare clic sull’opzione Salva per tutti gli
utenti.
10. Uscire da BusinessObjects.
11. Ricollegarsi a BusinessObjects con un utente dal secondo repository.
12. Selezionare Dati > Visualizza dati> Universo > [...].
Assegnare il report all’universo in un dominio degli universi del secondo
repository.
Il report si aggiorna correttamente nell’universo del secondo repository.
L’universo è stato disabilitato in Supervisor.
Un supervisore può abilitare l’universo.
Impossibile trovare l’universo che utilizza la connessione. (DA0012)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Ogni volta che si aggiorna il documento, si ottiene questo messaggio di errore e
BusinessObjects non recupera nessun dato.
Non si è collegati al repository.
Utilizzare il comando Accedi come dal menu Strumenti per ricollegarsi, questa
volta in modalità online.
Si richiede l’universo per aggiornare il documento, mentre si lavora offline.
Quest’operazione è impossibile in modalità offline.
Occorre ottenere una copia locale dell’universo dal repository se si desidera
continuare a lavorare offline.
Il report si basa su un universo assegnato ad un repository, ma si desidera
accedervi da un secondo repository.
Effettuare quanto segue:
1. Aprire la copia locale dell’universo in Designer.
L’universo si trova nella cartella Universe\Universe.
2. Selezionare File > Parametri e creare una connessione condivisa.
3. Assegnare la connessione condivisa all’universo locale.
4. Selezionare File > Salva con nome e attivare l’opzione Salva per tutti gli
utenti.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
5. Aprire il report in BusinessObjects.
6. Selezionare Dati > Visualizza dati> Universo > [...].
7. Assegnare il report all’universo locale.
Si tratta di quello senza un dominio specifico (visualizzato con un punto a
destra).
8. Aggiornare il report.
9. Selezionare File > Salva con nome e attivare l’opzione Salva per tutti gli
utenti.
10. Uscire da BusinessObjects.
11. Ricollegarsi a BusinessObjects con un utente dal secondo repository.
12. Selezionare Dati > Visualizza dati> Universo > [...].
13. Assegnare il report all’universo in un dominio degli universi del secondo
repository.
Il report si aggiorna correttamente nell’universo del secondo repository.
Query interrotta. Risposta dal server: (DA0013)
Causa
Azione
Il messaggio viene visualizzato se si esegue una query in un universo e
s’interrompe l’operazione mentre la query è ancora in esecuzione.
Ogni volta che s’interrompe la query in questo modo, BusinessObjects visualizza
una risposta dal server del database. Essa viene visualizzata dopo il messaggio
d’errore di cui sopra e varia a seconda del database utilizzato.
I join esterni intorno all’operatore sono incoerenti. (DSG0001)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Si possono verificare diversi errori a causa delle strutture del join esterno che il
database non è in grado di gestire.
Definire i join esterni così come si vuole che funzionino utilizzando la descrizione
che si trova sotto il pulsante Rileva nella finestra di dialogo Modifica join. Quindi
invertire sistematicamente i join esterni attivando la casella di controllo Join
esterno.
La soluzione giusta per SQL Server 6.5 è utilizzare la generazione del join
esterno di tipo ANSI che funziona correttamente.
Una tabella in un’operazione join presenta un join esterno su più di una tabella
su due. Una tabella può avere un join esterno solo una tabella su due.
Specificare un solo join esterno per tale tabella e ripetere l’operazione.
Una volta che la struttura dell’universo è stata modificata, possono sussistere
oggetti che si riferiscono alla tabella eliminata. Se si esegue una query con
questo universo, si può ottenere questo messaggio di errore.
Eliminare gli oggetti scaduti dall’universo e ricrearli con i riferimenti alle nuove
tabelle.
Messaggi di errore relativi agli universi
165
166
Manuale per la risoluzione dei problemi
Cardinalità sconosciuta (DSG0002)
Causa
Azione
È possibile che questo errore si verifichi quando viene eseguita una Verifica
integrità su una struttura dell’universo da Designer o Supervisor.
Verificare che il database su cui è stato costruito l’universo contiene
effettivamente i dati, altrimenti la funzione Verifica cardinalità riporta sempre un
rapporto di uno ad uno provocando così un messaggio di errore di cardinalità
dopo l’operazione di Verifica integrità.
Se si è certi che le cardinalità siano esatte, si può ignorare il messaggio di errore.
BusinessObjects avverte solo del fatto che possono esservi degli errori nella
struttura del database.
Cardinalità sconosciuta! (DSG0003)
Causa
Azione
È possibile che questo errore si verifichi quando viene eseguita una Verifica
integrità su una struttura dell’universo da Designer o Supervisor.
Verificare che il database su cui è stato costruito l’universo contiene
effettivamente i dati, altrimenti la funzione Verifica cardinalità riporta sempre un
rapporto di uno ad uno provocando così un messaggio di errore di cardinalità
dopo l’operazione di Verifica integrità.
Se si è certi che le cardinalità siano esatte, si può ignorare il messaggio di errore.
BusinessObjects avverte solo del fatto che possono esservi degli errori nella
struttura del database.
Impossibile trovare il file specificato. (DSG0005)
Causa
Azione
Tentativo di visualizzare una delle guide in linea del manuale dell’utente dal
menu ?, ma il file PDF associato è stato spostato, eliminato o rinominato.
Occorre copiare il file nella posizione corretta.
Business Objects\Online Guides\It
Ciò è possibile copiando il file mancante da un’altra installazione di
BusinessObjects oppure eseguendo il programma d’installazione di
BusinessObjects BusinessObjects e reinstallando i componenti della
documentazione necessari.
Impossibile esportare un universo in sola lettura. (DSG0017)
Causa
Azione
Si dispone di diritti di sola lettura relativi alla cartella in cui sono memorizzati gli
universi. Tuttavia, occorre salvare un universo sul disco prima che Designer
possa esportarlo.
L’amministratore di sistema o della rete può garantire privilegi di Modifica o di
Controllo completo relativi alla cartella in cui sono memorizzati gli universi.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome di tabella supera i 110 caratteri. (DSG0040)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di rinominare una tabella utilizzando più di 110 caratteri.
Fare clic su OK per accettare il messaggio di errore ed immettere un nome più
breve per la tabella.
La cartella degli universi predefinita specificata non esiste. (DSG0041)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di specificare una cartella che non esiste.
Fare clic su Sfoglia, quindi utilizzare il browser per indicare il percorso corretto
della cartella contenente gli universi.
L'universo è danneggiato e non è possibile aprirlo. (DSG0046)
Causa
Azione
L’universo a cui si tenta di accedere è danneggiato.
Eliminare la versione locale dell’universo, importare l’universo dal repository e
poi aprirlo.
Collegamento in rete assente. (DSG0048)
Causa
Azione
Impossibile recuperare un universo dal repository. Ciò può essere dovuto al fatto
che il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Sono stati trovati elementi duplicati. Impossibile collegare gli universi.
(DSG0049)
Causa
Azione
Quando si tenta di collegare due universi, Designer trova elementi identici in ogni
universo.
Avviare Designer, aprire entrambi gli universi e individuare ed eliminare tutti gli
elementi doppi.
Messaggi di errore relativi agli universi
167
168
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un universo non può essere collegato a se stesso. (DSG0051)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di collegare un universo a se stesso. È possibile collegare un
universo solo ad un altro universo ben distinto.
Da Designer, effettuare quanto segue:
1. Selezionare Modifica > Collegamenti.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Parametri dell’universo.
2. Fare clic sul pulsante Aggiungi collegamento.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Universo da collegare.
3. Utilizzare il pulsante Su di un livello per puntare ad un altro universo.
Impossibile trovare l'universo. (DSG0052)
Causa
Azione
Si sta tentando di accedere ad un universo collegato (un universo che deriva da
un universo “master”). Tuttavia, è impossibile trovare l’universo master (o di
livello superiore). Poiché l’universo derivato richiede componenti specifici che
sono disponibili solo nell’universo master, è impossibile aprire l’universo
derivato.
L’universo master può essere stato rinominato, spostato o eliminato. Per
risolvere il problema, occorre esportare un’altra copia dell’universo master nel
repository.
Impossibile caricare l'universo. (DSG0053)
Causa
Azione
Si sta tentando di aprire un universo collegato (un universo che deriva da un
universo “master”). Tuttavia, è impossibile caricare l’universo master (o di livello
superiore) su cui si basa questo universo. Poiché l’universo derivato richiede
componenti specifici che sono disponibili solo nell’universo master, è impossibile
aprire l’universo derivato.
Uno o più componenti dell’universo master possono essere danneggiati. Per
risolvere il problema, occorre esportare una versione operativa dell’universo
master nel repository.
Errore di memoria (DSG0054)
Causa
Azione
Si sta tentando di aprire un universo collegato (un universo che deriva da un
universo “master”). Tuttavia, non è possibile caricare l’universo master (o di
livello superiore) su cui si basa questo universo in quanto Windows non ha
memoria sufficiente.
Chiudere tutte le applicazioni aperte e riavviare il computer. Se il problema
persiste, si può tentare di aumentare la RAM presente sul sistema.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Elementi già utilizzati. (DSG0055)
Causa
Azione
In Designer, si è tentato di eliminare un collegamento tra due componenti, ma ciò
risulta impossibile in quanto uno o più elementi collegati sono attualmente in uso.
Accertarsi che si desidera realmente rimuovere questo collegamento. In tal caso,
attendere finché gli elementi collegati non sono più in uso.
Questo universo da collegare fa parte di un altro repository. Impossibile
eseguire questo collegamento. (DSG0086)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di collegare universi con connessioni diverse. Tuttavia, è
possibile collegare solo gli universi che condividono la stessa connessione. È
impossibile collegare universi che si riferiscono a tipi di database diversi.
Tentare di effettuare quanto segue in Designer:
• Eseguire una query in ogni universo e poi collegare le due query nel
documento.
• Creare delle “tabelle collegate” nel primo database che si collega al secondo
database. In tal modo, si può creare un universo per entrambe le serie di dati.
La connessione al primo database è l’unica connessione che viene utilizzata
poiché fornisce il collegamento al secondo database. In Designer, si
otterrebbe una sola connessione.
Errore di memoria relativo all'universo. (UNV0001)
Causa
Azione
Tentativo di accesso ad un universo. Tuttavia, risulta impossibile caricare
l’universo in quanto Windows non ha memoria sufficiente.
Chiudere tutte le applicazioni aperte e riavviare il computer. Se il problema
persiste, si può tentare di aumentare la RAM presente sul sistema.
Errore interno relativo all'universo. (UNV0001)
Causa
Azione
Un file .dll di risorsa richiesto è stato spostato, eliminato, rinominato o
danneggiato.
Potrebbe essere necessario reinstallare Designer. Per maggiori informazioni,
rivolgersi al Supporto tecnico Business Objects.
Impossibile caricare l'universo. (UNV0003)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare specifici componenti nell’universo.
Uno o più elementi dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Messaggi di errore relativi agli universi
169
170
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile caricare i parametri dell'universo. (UNV0004)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare specifici parametri nell’universo.
Uno o più parametri dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare le tabelle dell'universo. (UNV0005)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare tabelle specifiche nell’universo.
Una o più tabelle dell’universo sono danneggiate. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare i contesti dell'universo. (UNV0006)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare contesti specifici nell’universo.
Uno o più contesti dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare l'elenco delle modifiche dell'universo. (UNV0007)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare specifici componenti nell’universo.
Uno o più componenti della tabella Storico (UNV_Audit) nel dominio degli
universi sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra copia funzionante
dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel repository e
tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare i join dell'universo. (UNV0008)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare join specifici nell’universo.
Uno o più join dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra copia
funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile caricare gli oggetti dell'universo. (UNV0009)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare oggetti specifici nell’universo.
Uno o più oggetti dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare le gerarchie dell'universo. (UNV0010)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, si è tentato di aprire un universo. Tuttavia, è
impossibile caricare gerarchie specifiche nell’universo.
Una o più gerarchie dell’universo sono danneggiati. Tentare di ottenere un’altra
copia funzionante dell’universo, se è disponibile. Quindi, esportare l’universo nel
repository e tentare d’importarlo nuovamente.
Impossibile caricare gli universi collegati. (UNV0011)
Causa
Azione
Si sta tentando di aprire un universo collegato (un universo che deriva da un
universo “master”). Tuttavia, è impossibile caricare l’universo master (o di livello
superiore) su cui si basa questo universo. Poiché l’universo derivato richiede
componenti specifici che sono disponibili solo nell’universo master, è impossibile
aprire l’universo derivato.
Uno o più componenti dell’universo master potrebbero essere danneggiati,
oppure l’universo master può essere stato rinominato, spostato o eliminato. Per
risolvere il problema, occorre esportare una versione operativa dell’universo
master nel repository.
Impossibile caricare SQLBO. (UNV0015)
Causa
È possibile che questo errore venga generato se BusinessObjects non è in grado
di trovare il file sqlbo.dll. Questo file è necessario per garantire una connettività
appropriata al middleware del database. Il file sqlbo.dll è raggruppato con una
serie di file .dll nel file cnxsrv.dll.
Questo file si trova in:
Azione
$INSTALLDIR\Business Objects 6.1
È possibile che il file cnxsrv.dll sia stato eliminato, rinominato, spostato o
danneggiato. Se si dispone di una copia di backup di questo file, copiarla nella
cartella \...\Business Objects 6.1. Se non si dispone di un’altra copia del file,
rivolgersi al supporto tecnico di Business Objects oppure reinstallare
BusinessObjects.
Messaggi di errore relativi agli universi
171
172
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il server non risponde. (UNV0017)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato quando si tenta di accedere
al database (per eseguire il “ping” di una connessione, aggiornare la struttura
dell’universo o un documento).
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Il server non risponde. (UNV0018)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato quando si tenta di accedere
al database (per eseguire il “ping” di una connessione, aggiornare la struttura
dell’universo o un documento).
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Errore sconosciuto durante il recupero dei dati. (UNV0020)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Ciò significa che le formule o le variabili che si tenta di estrarre sono state
eliminate e/o le informazioni sono state eliminate dal report.
Da BusinessObjects, selezionare Dati > Variabili. Dalla finestra di dialogo
Variabili, verificare quali sono le formule o le variabili ancora esistenti e con valori
assegnati.
L’utente ha tentato d’inserire una tabella nell’universo ed ha ottenuto il
messaggio d’errore di cui sopra.
I driver Microsoft ODBC per BusinessObjects non sono stati installati. Sono stati
installati solo i driver ODBC generici. Nella connessione all’universo viene
specificato MS SQL Server come motore del database.
Effettuare quanto segue:
1. Installare i driver Microsoft ODBC per BusinessObjects.
2. Modificare la connessione specificando la fonte dati ODBC generica come
motore del database.
Prendere in considerazione il fatto che Generic ODBC ha funzioni limitate. È
previsto solo per il supporto a comandi di database molto elementari. Si
consiglia di utilizzare un driver nativo se disponibile.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore sconosciuto durante l'esecuzione della query. (UNV0021)
Causa 1
Azione
La query ha generato un errore di database. Questo errore non è stato generato
da BusinessObjects. Gli errori specifici del database non vengono visualizzati in
BusinessObjects.
Attivare una traccia per identificare l’origine dell’errore. A tale scopo, è possibile
utilizzare l'utility di traccia distribuita dal fornitore di database (per Oracle, ad
esempio, si tratta di SQL+).
Uscire innanzitutto da BusinessObjects, avviare la traccia, quindi riavviare
BusinessObjects. In tal modo viene generata la traccia che registra tutte le
transazioni SQL che passano tra il client front-end e il repository e tra il repository
e il database aziendale.
Percorrere a schermo le informazioni relative alla traccia o salvarle in un file.
Oppure, è possibile inviarle al Supporto tecnico di Business Objects per
un’analisi.
Causa 2
Azione
Nel file di traccia, occorre cercare un errore o valori negativi. Si può condurre una
ricerca utilizzando il comando Modifica > Trova e immettendo parole quali:
errore, 0, -1 e così via.
L’utente ha tentato d’inserire una tabella nell’universo ed ha ottenuto il
messaggio d’errore di cui sopra.
I driver Microsoft ODBC per BusinessObjects non sono stati installati. Sono stati
installati solo i driver ODBC generici. Nella connessione all’universo viene
specificato MS SQL Server come motore del database.
Effettuare quanto segue:
1. Installare i driver Microsoft ODBC per BusinessObjects.
2. Modificare la connessione specificando la fonte dati ODBC generica come
motore del database.
Prendere in considerazione il fatto che Generic ODBC ha funzioni limitate. È
previsto solo per il supporto a comandi di database molto elementari. Business
Objects consiglia l’uso di un driver nativo, se disponibile.
Messaggi di errore relativi agli universi
173
174
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore RDBMS sconosciuto. (UNV0022)
Causa
Azione
La query ha generato un errore di database. Questo errore non è stato generato
da BusinessObjects. Gli errori specifici del database non vengono visualizzati in
BusinessObjects.
Attivare una traccia per identificare l’origine dell’errore. A tale scopo, è possibile
utilizzare l'utility di traccia distribuita dal fornitore di database (per Oracle, si tratta
di SQL+).
Uscire innanzitutto da BusinessObjects, avviare la traccia, quindi riavviare
BusinessObjects. In tal modo viene generata la traccia che registra tutte le
transazioni SQL che passano tra il client front-end e il repository e tra il repository
e il database aziendale.
Percorrere a schermo le informazioni relative alla traccia o salvarle in un file.
Oppure, è possibile inviarle al Supporto tecnico di Business Objects per
un’analisi.
Nel file di traccia, occorre cercare un errore o un valore negativo. Si può condurre
una ricerca utilizzando il comando Modifica > Trova e immettendo parole quali:
errore, 0, -1 e così via.
Definizione non valida. (UNV0023)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
È possibile che questo messaggio di errore venga generato quando si esegue
una Verifica integrità su un universo in Designer. Ciò può essere dovuto a:
• Sono state rimosse delle tabelle dall’universo che sono referenziate in
definizioni dell’oggetto.
• I join sono stati eliminati in modo inesatto, come eliminare tabelle attorno ai
join. La posizione dei join può essere trovata eseguendo un’anteprima
stampa.
Tentare quanto segue:
1. Rimuovere tutti i riferimenti dalle definizioni dell’oggetto e aggiornare la
struttura dell’universo se è stata aggiunta o eliminata una tabella.
2. Aggiornare la struttura dell’universo. Esportare e importare l’universo se ci si
rende conto che mancano alcune definizioni di join.
Altrimenti, questo messaggio può essere visualizzato nell’Editor SQL quando si
tenta di creare o modificare un’istruzione SQL e poi si fa clic su Analizza per
verificare la sintassi.
Controllare la sintassi dell’istruzione SQL o la funzione. Dall’editor SQL, si può
visualizzare la sintassi esatta di qualsiasi funzione facendo clic su di essa. La
sintassi appare nella casella Descrizione.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
La clausola WHERE contiene una funzione di aggregazione. (UNV0024)
Causa
Azione
In Designer, è stato avviato l’Editor SQL e si è tentato di immettere una
funzione aggregata di una clausola WHERE. Ciò non è autorizzato.
Rimuovere la funzione aggregata dalla clausola WHERE.
Diverse chiamate della funzione @Aggregate_Aware. (UNV0025)
Causa
Azione
In Designer, è stato avviato l’Editor SQL e si è tentato di immettere più di una
funzione aggregata in una clausola WHERE. Ciò non è autorizzato.
Lasciare una sola funzione aggregata.
Funzioni @Aggregate_Aware annidate. (UNV0026)
Causa
Azione
In Designer, è stato avviato l’Editor SQL e si è tentato di annidare una
funzione aggregata all’interno di un’altra funzione aggregata. Ciò non è
autorizzato.
Rimuovere la funzione aggregata annidata.
Riferimenti incrociati. (UNV0027)
Causa
Azione
Si sta lavorando su un universo collegato (un universo che deriva da un universo
“master”). Tuttavia, l’universo derivato contiene
dei riferimenti incrociati all’universo master che non può essere aperto.
L’universo master può essere stato rinominato, spostato o eliminato. Per
risolvere il problema, occorre esportare una versione operativa dell’universo
master nel repository.
Tabella già esistente. (UNV0028)
Causa
Azione
In Designer, è stato avviato l’Editor SQL e si è tentato di immettere una
funzione aggregata di una clausola WHERE. Ciò non è autorizzato.
Rimuovere la funzione aggregata dalla clausola WHERE.
Tabella inesistente. (UNV0029)
Causa
La tabella o la visualizzazione immessa non esiste, è stato utilizzato un sinonimo
non autorizzato oppure è stata referenziata una visualizzazione dove è richiesta
una tabella. Le tabelle utente e le visualizzazioni esistenti possono essere
elencate eseguendo una query sul dizionario dei dati.
Potrebbero essere richiesti alcuni privilegi per accedere alla tabella. Se
un’applicazione restituisce questo messaggio, la tabella a cui l’applicazione tenta
di accedere non esiste nel database oppure l’applicazione non ha diritto
d’accesso ad essa.
Messaggi di errore relativi agli universi
175
176
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare quanto segue:
• La scrittura della tabella o il nome della visualizzazione.
• Che la visualizzazione non viene specificata al posto di una tabella.
• Che una tabella esistente o un nome di visualizzazione esista.
• Rivolgersi all’amministratore di database se la tabella deve essere creata o
se sono richiesti privilegi utente o di applicazione per accedere alla tabella.
Tentare quanto segue:
1. Annotare le tabelle a cui si fa riferimento in SQL utilizzate da
BusinessObjects.
2. In Designer, aprire il Browser delle tabelle selezionando il comando
Inserisci > Tabella e verificare se sono visibili le stesse tabelle.
Se si tenta di accedere a una tabella o a una visualizzazione in un altro schema,
accertarsi che sia referenziato quello giusto e che sia garantito l’accesso
all’oggetto.
Oggetto già esistente. (UNV0035)
Causa
Azione
L’oggetto che si sta tentando di creare esiste già nella classe. Gli oggetti
all’interno della stessa classe devono avere nomi univoci.
Rinominare l’oggetto esistente oppure assegnare un altro nome al nuovo
oggetto. Se viene modificato il nome di un oggetto esistente, è possibile che i
documenti che utilizzano il suddetto oggetto non vengano aggiornati
correttamente.
Oggetto inesistente. (UNV0039)
Causa
Azione
Dopo che un universo è stato esportato in un altro dominio con una nuova
connessione, non si riesce a trovare la struttura.
Designer non è in grado di trovare i nomi del proprietario e del qualificatore da
utilizzare per accedere alle tabelle della struttura.
Occorre specificare il proprietario (nome utente) ed il qualificatore (nome del
database) per tutte le tabelle. Se non si ricordano questi nomi, modificare il
browser delle tabelle, inserire una delle tabelle in uso e prendere nota del
proprietario e del qualificatore.
Selezionare tutte le tabelle, fare clic destro su di esse, selezionare Rinomina
tabella e specificare il proprietario e il qualificatore. Applicare le modifiche e
esportare l’universo. A questo punto, è possibile aggiornare la struttura.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Se non si è ancora in grado di farlo, eliminare il file .unv corrispondente locale e
reimportarlo: ciò serve ad aggiornare la struttura del file .unv. Poiché a questo
punto è stato specificato il nome del proprietario e del qualificatore nella struttura,
Designer sarà in grado di trovarli ogni volta che l’universo viene aperto.
Esempio
Una soluzione alternativa è l’uso dei sinonimi. A seconda delle caratteristiche del
RDBMS, un amministratore di database è in grado d’implementare sinonimi per
evitare problemi di proprietario della tabella.
Questo problema si può verificare quando è stato definito un universo con una
connessione di test: dopo avere modificato la connessione in produzione, il
messaggio d’errore di cui sopra viene visualizzato ogni volta che si tenta di aprire
l’universo. Utilizzando il comando Aggiorna struttura, si ottiene lo stesso risultato.
Connessione della strategia non trovata. (UNV0049)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando viene utilizzata una strategia
di oggetto esterno per accedere al repository.
La connessione di cui alla sezione [CONNECTION] del file .PRM deve essere
definita come connessione personale. Se è definita come connessione protetta,
non funzionerà in quanto la connessione consente di accedere ad ogni struttura
di metadati e potrebbe non essere disponibile per tutti gli altri utenti.
NOTA
I file di strategia esterna sono dichiarati nei file .PRN, che si trovano in diverse
sottocartelle di:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Possibile incoerenza. (UNM0001)
Causa
Azione
L’universo può contenere:
• una sintassi non valida nella definizione SQL di un oggetto, condizione o join
• loop
• tabelle isolate
• cardinalità mancanti o inesatte.
Eseguire una Verifica integrità sull’universo. In tal modo si verifica se la struttura
dell’universo corrisponde ai requisiti del database.
Messaggi di errore relativi agli universi
177
178
Manuale per la risoluzione dei problemi
Formato di numero non valido. (UNM0002)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Il formato numerico è sbagliato.
Inserire di nuovo il numero e sottoporre nuovamente la formula.
Virgolette semplici mancanti "..." (UNM0003)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula mancano le
virgolette semplici.
Inserire le virgolette semplici e sottoporre nuovamente la formula.
Virgolette doppie mancanti "..." (UNM0004)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula mancano le
virgolette doppie.
Inserire le virgolette doppie e sottoporre nuovamente la formula.
La parentesi non è chiusa {...}. (UNM0005)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula la parentesi è
rimasta aperta.
Inserire la parentesi di chiusura e sottoporre nuovamente la formula.
Non è stata aperta la parentesi dopo il nome della funzione. (UNM0006)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula manca la
parentesi di apertura.
Inserire la parentesi di apertura e sottoporre nuovamente la formula.
La parentesi non è chiusa. (UNM0007)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula la parentesi è
rimasta aperta.
Inserire la parentesi di chiusura e sottoporre nuovamente la formula.
Parametri mancanti. (UNM0008)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula mancano uno
o più parametri.
Inserire il parametro mancante e sottoporre nuovamente la formula.
Numero di parametri non valido. (UNM0009)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Nella formula mancano uno
o più parametri o vi sono parametri in eccesso.
Inserire il numero di parametri giusto e sottoporre nuovamente la formula.
Messaggi di errore relativi agli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Carattere non valido. (UNM0010)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. È stato inserito un carattere
non autorizzato in una delle dichiarazioni del campo.
Verificare e correggere la sintassi. Quindi sottoporre nuovamente la formula.
Rientro scorretto. (UNM0011)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. È stato inserito un rientro non
autorizzato in una delle dichiarazioni del campo.
Verificare e correggere la sintassi. Quindi sottoporre nuovamente la formula.
Operando incompatibile. (UNM0012)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. È stato inserito un operando
incompatibile con la funzione SQL attuale.
Verificare e correggere il SQL. Quindi sottoporre nuovamente la formula.
Loop nella definizione della variabile. (UNM0013)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. È stato inserito un loop che
non può essere risolto.
Verificare e correggere la sintassi. Quindi sottoporre nuovamente la formula.
Tipo incompatibile con il tipo di oggetto utente. (UNM0014)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula SQL inserita. Vi sono incoerenze nella
definizione dell’oggetto utente.
Verificare e correggere la sintassi. Quindi sottoporre nuovamente la formula.
Errore di sintassi. (UNM0015)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando vengono utilizzati
caratteri speciali nei nomi oggetti, tra cui:
[]=&@×$%,;!ߣ~§µ+'(){}Non utilizzare caratteri speciali nei nomi oggetto.
Impossibile creare due oggetti utente con lo stesso nome. (UNV0016)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di creare un oggetto utente con un nome già assegnato ad un
altro oggetto utente.
Scegliere un nome unico per l’oggetto utente. Quindi sottoporre nuovamente la
formula.
Messaggi di errore relativi agli universi
179
180
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi agli universi
capitolo
Messaggi di errore sullo scambio
dei documenti e degli universi
182
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore sullo scambio dei
documenti e degli universi
I messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi sono compresi
nelle seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
CAT0001
Errori di categoria
DX0001 - DX 00050
Errori di scambio dei documenti
UX0001 - UX0071
Errori di scambio degli universi
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome della categoria contiene caratteri non validi. I caratteri validi
sono: (CAT0001)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di nominare una nuova categoria utilizzando caratteri non
autorizzati.
Reinserire il nome della categoria utilizzando solo caratteri validi. I caratteri validi
sono: a-z A-Z 0-9 \- _ $ , e spazio (tranne all’inizio).
SUGGERIMENTO
Un supervisore generale può definire caratteri autorizzati per il repository utilizzando
l’opzione Caratteri validi per il repository (Strumenti > Opzioni).
Impossibile generare il file temporaneo. (DX0001)
Causa
L’utente ha tentato d’inviare un documento al repository. Tuttavia,
BusinessObjects salva sempre temporaneamente i file sul disco prima d’inviarli
al repositoty. Tali file temporanei vengono memorizzati nella cartella:
Miei documenti\Documenti BusinessObjects\Documenti personali
Sia non si ha accesso in scrittura al disco, sia il disco è pieno.
Azione
Svuotare il cestino. Se occorre, eliminare tutti i file ridondanti o indesiderati e
svuotare nuovamente il Cestino. Se si dispone di diritti di sola lettura relativi
sull’unità C:\, l'amministratore della rete o del sistema può garantire i privilegi di
accesso completo sull'unità principale.
Il file [nome documento] non è protetto sulla propria workstation. (DX0002)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di pubblicare un documento nei documenti aziendali prima di
salvarlo. Per proteggere una versione locale di questo documento, occorre prima
salvarlo. Altrimenti, le restrizioni di sicurezza poste sul documento del repository
non sarebbero valide per il documento sul file system finché non viene
sovrascritto dalla versione del repository.
Salvare la versione locale del documento prima di pubblicarlo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
183
184
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere al file RSS. (DX0003)
Causa
Azione
Questo errore si può verificare quando le tabelle del dominio di sicurezza
passano ad un altro database. Di conseguenza i parametri della connessione
dell’universo non sono più validi.
Un designer può ripristinare la connessione come segue:
1. Creare una nuova connessione (Strumenti > Connessioni) per l’universo.
2. Assegnare la connessione all’universo (File > Parametri).
3. Salvare l’universo.
4. Esportare nuovamente l’universo nel repository (File > Esporta).
L’SQL utilizzato è errato. (DX0004)
Causa
Azione
BusinessObjects ha riscontrato un errore eccezionale durante un tentativo di
accesso al database aziendale.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Errore durante l'importazione. (DX0005)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il recupero di un documento dal repository.
L’importazione è stata interrotta per uno dei seguenti motivi:
• Si è verificato un errore di rete.
• Il server su cui risiede il dominio dei documenti è in arresto.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Errore durante l'importazione. (DX0007)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il recupero di un documento dal repository.
L’importazione è stata interrotta per uno dei seguenti motivi:
• Si è verificato un errore di rete.
• Il server su cui risiede il dominio dei documenti è in arresto.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per l’esportazione.
(DX0008)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di esportare un universo o d’inviare un documento ad un
utente, ma la Magic_ID assegnata all’universo o al documento nel repository è
stata danneggiata.
L’errore di solito si verifica quando l’utente termina un task sottoposto a
Broadcast Agent in modo anormale riavviando il PC. Lo stesso accade quanto il
task viene terminato in modo anormale con Broadcast Agent. Possono esservi
altri motivi, ma i più frequenti sono due.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
In tal modo, l’anomalia dovrebbe essere corretta nel Magic_Id, in modo che da
questo momento in poi non si ottenga più questo errore.
Errore sconosciuto durante l'importazione di <[nome documento]>.
Importazione annullata. <[nome documento]> non può essere importato.
(DA0009)
Causa
Azione
I documento sono esportati con successo al repository e gli utenti possono
recuperarli, ma non appena i file vengono aperti, si ottiene questo messaggio di
errore. Questo errore si verifica quando il computer client non presenta le stesse
impostazioni di caratteri del database per leggere le informazioni. Oltre alle
impostazioni del middleware, le impostazioni del carattere vanno impostate in
una variabile d’ambiente.
Modificare il computer client per utilizzare le stesse impostazioni di carattere del
database.
Sul computer client, impostare la variabile DB2CODEPAGE con le stesse
impostazioni esistenti nel database (chiedere all’amministratore del database per
la variabile e le sue impostazioni). Il valore più comune è 850, ma può variare se
si hanno lingue specifiche.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
185
186
Manuale per la risoluzione dei problemi
Accertarsi di modificare le impostazioni dal lato client, non dal lato server. Il punto
in cui DB2CODEPAGE viene aggiunto alle variabili d’ambiente dipende dal
sistema operativo:
• Per Windows 2000: le variabili d’ambiente si trovano in
Risorse del computer > Proprietà > Avanzate > Variabili d’ambiente.
• Per Windows NT (3.51 e 4.0): le variabili d’ambiente si trovano in
Risorse del computer > Proprietà > scheda Ambiente.
Quindi esportare di nuovo il documento nel repository e importare il documento.
Le informazioni possono essere lette allo stesso modo in cui sono state
esportate.
Impossibile chiudere <[nome documento]>. Importazione annullata. <[nome
documento]> non può essere importato. (DX0010)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato dopo avere aperto un universo con un
elenco dei valori ad esso associato (LOV). Un LOV è un file contenente i valori
dei dati associati ad un oggetto.
Sebbene il file LOV sia ancora aperto, la connessione al dominio dei documenti
è andata persa.
Se il dominio dei documenti si trova su un altro server, tentare di eseguire un
“ping” del server su cui risiede per accertarsi che questo risponda. Se la rete
funziona correttamente, l'amministratore del database utilizza il middleware del
database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del
repository.
Se il dominio dei documenti è stato danneggiato, un supervisore può eseguire
un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti > Repository). Questa funzione
consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul dominio dei
documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare il file associato a <[nome documento]>. Importazione
annullata. <[nome documento]> non può essere importato. (DX0011)
Causa
Azione
L’utente tenta d’importare un documento dal repository, ma non è in grado di
scrivere il file localmente sul disco. Ciò è dovuto a:
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta d’importare il file.
• Spazio su disco insufficiente per importare il file.
Tentare quanto segue:
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta d’importare il file.
• Uscire dall’applicazione, liberare un po’ di spazio su disco, eliminare i file non
necessari e svuotare il Cestino. Tentare di reimportare il file.
• Modificare la posizione predefinita in cui si desidera importare i documenti.
Impossibile eliminare il file [nome documento] precedente. Importazione
annullata. <[nome documento]> non può essere importato. (DX0012)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di reimportare un
documento dal repository. Poiché esiste già una versione precedente del
documento sul sistema, occorre eliminare la versione precedente prima
d’importare la nuova versione. In tal caso, la versione precedente del documento
non può essere comunque eliminata. Ciò può essere dovuto a:
• l’utente non ha accesso in scrittura al file o alla cartella.
• il file è attualmente aperto e in uso con un’altra applicazione.
Tentare quanto segue:
• Chiudere tutte le altre applicazioni in esecuzione e tentare di reimportare il
documento.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire i privilegi d’accesso
completi al file e/o alla cartella.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
187
188
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile scrivere in <[nome documento]>. Importazione annullata.
<[nome documento]> non può essere importato. (DX0014)
Causa
Azione
Il messaggio può essere visualizzato quando si tenta d’importare i report dopo
avere eseguito la migrazione da un database all’altro o dopo avere eseguito un
Recupero dell’installazione per creare un nuovo file .key.
Quando si ricrea un file .key, viene ricreata una sola connessione al dominio di
sicurezza. Le connessioni ai domini degli universi e dei documenti restano le
stesse. Quindi, occorre eseguire una delle operazioni seguenti:
• Modificare le connessioni in modo che si dirigano al nuovo database.
• Modificare gli alias in modo che si dirigano al nuovo database.
• Creare un nuovo dominio dei documenti e degli universi e importare in essi le
informazioni. Una volta fatto ciò, verificare che i nuovi domini funzionino
correttamente ed eliminare quelli vecchi.
Impossibile ottenere i dati da <[nome documento]>. Importazione annullata.
<[nome documento]> non può essere importato. (DA0015)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di reimportare un
documento dal repository. Quindi il problema potrebbe essere che:
• Non vi è una connessione valida al dominio dei documenti.
• Vi è un problema di scambio d’informazioni con il dominio dei documenti del
repository. Ciò può essere dovuto al fatto che vi sono tabelle danneggiate nel
database del repository.
• Il documento è danneggiato.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta d’importare il documento.
• File bloccato: Il documento potrebbe essere già aperto o utilizzato da un altro
utente o un’altra applicazione.
Tentare quanto segue:
1. Verificare se altri utenti possono accedere al documento.
In caso negativo, chiedere al proprietario del documenti di rinviarlo al
repository.
2. Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta d’importare il documento.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover creare il
repository.
Importazione terminata in errore. (DX0016)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta d’importare un
documento dal repository. Quindi il problema potrebbe essere che:
• Non vi è una connessione valida al dominio dei documenti.
• Vi è un problema di scambio d’informazioni con il dominio dei documenti del
repository. Ciò può essere dovuto al fatto che vi sono tabelle danneggiate nel
database del repository.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta d’importare il documento.
• File bloccato: Il documento potrebbe essere già aperto o utilizzato da un altro
utente o un’altra applicazione.
Tentare quanto segue:
• Verificare se altri utenti possono accedere al documento.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta d’importare il documento.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
189
190
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eliminare il file. (DX0017)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di eliminare o
d’importare un documento dal repository.
Il file del documento (.rep) è probabilmente aperto. Chiudere il file del documento
e ripetere la procedura.
Il nome file [nome documento] non è compatibile con la propria piattaforma
di lavoro. Modificarlo. (DX0018)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di recuperare un documento dal repository, ma il nome del file
non è compatibile con la piattaforma in uso.
Modificare il nome del documento in modo da renderlo compatibile con la
piattaforma in uso, quindi esportarlo di nuovo. Quindi tentare di nuovo di
recuperare il documento.
Il file è di sola lettura. Impossibile inviarlo al repository. (DX0019)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente ha tentato d’inviare al repository un documento di sola lettura. Tuttavia,
BusinessObjects salva sempre localmente i file sul disco prima d’inviarli al
repositoty.
Modificare le proprietà del documento facendo clic con il pulsante destro sul file,
selezionando Proprietà e disattivando Sola lettura.
L’utente non ha accesso in scrittura alla cartella contenente il documento.
L’amministratore Windows può concedere l’accesso in scrittura a questa cartella
nel modo seguente:
1. Fare clic sulle proprietà di condivisione della cartella.
2. Selezionare la scheda Protezione.
3. Fare clic sul pulsante Permessi.
4. Fare doppio clic su Ognuno.
5. Attivare Scrittura (S).
Nessun dominio dei documenti disponibile. (DX0020)
Causa
Il messaggio può essere visualizzato quando si tenta di pubblicare un
documento. Quindi il problema potrebbe essere che:
• Non vi è una connessione valida al dominio dei documenti.
• Sussiste un problema durante lo scambio delle informazioni con il repository
perché non vi è nessun dominio dei documenti, né tabelle danneggiate nel
database del repository.
• L’utente ha tentato d’inviare un documento al repository, ma il server su cui è
installato il repository non risponde.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile aprire: <[nome documento]> (DX0021)
Causa
Azione
L’utente non è riuscito ad aprire il documento specificato perché è stato
eliminato, rinominato, danneggiato, oppure non si ha accesso al dominio dei
documenti.
Tentare quanto segue:
• Verificare se altri utenti possono accedere al documento. In caso negativo,
chiedere al proprietario del documenti di rinviarlo al repository.
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
191
192
Manuale per la risoluzione dei problemi
È stato richiesto di esportare il file protetto <documento>. Non si è autorizzati
a eseguire tale operazione. L’esportazione di <[nome documento]> è stata
annullata. (DX0022)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta d’inviare un
documento al repository.
Se il supervisore non ha posto restrizioni al profilo utente, verificare la cartella
c:\temp.
1. Eliminare i documenti inutilizzati nella cartella c:\temp (se possibile, svuotare
il contenuto).
2. Riavviare la macchina.
3. Poi, inviare di nuovo i documenti al repository.
Le proprietà non sono state aggiornate con l’ultima esportazione del
documento! (DA0023)
Causa
Azione
Sebbene i documenti siano stati memorizzati nel dominio dei documenti, le loro
proprietà sono memorizzate nel dominio di sicurezza. Quando s’importano o si
esportano documenti, tanto il documento quanto le sue proprietà devono essere
trasferiti. Se il dominio dei documenti e il dominio di sicurezza si trovano su
server a parte, il tempo di trasferimento del documento e delle proprietà può
differire. Ciò può provocare una mancata sincronizzazione durante il
trasferimento che può generare il messaggio di errore di cui sopra.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Tentare di esportare ancora una volta il documento.
Errore sconosciuto durante l'esportazione di <[nome documento]>.
Esportazione interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato. (DX0024)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Lo spazio della tabella nel repository è pieno. Spazio insufficiente per
memorizzare il documento.
Chiedere all’amministratore del database di aumentare lo spazio della tabella.
Il sistema che ospita il repository ha esaurito lo spazio disponibile su disco.
L’amministratore della rete o del sistema deve liberare spazio disco sul sistema.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore relativo al durante l'esportazione di <[nome documento]>.
Esportazione interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato.
(DX0025)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Il repository è pieno. Spazio insufficiente per memorizzare il documento.
Chiedere all’amministratore del database di aumentare lo spazio della tabella.
Il sistema che ospita il repository ha esaurito lo spazio disponibile su disco.
L’amministratore della rete o del sistema deve liberare spazio sul disco del
sistema.
Le dimensioni della tabella non sono sufficienti per obj_x_documents.
Chiedere all’amministratore del database di aumentare le dimensioni della
tabella per obj_x_documents.
Interruzione durante l’esportazione di <[nome documento]>: Esportazione
interrotta. <[nome documento]> non è stato esportato. (DX0026)
Causa
Azione
Durante l’esportazione di un documento al repository, il processo è stato
interrotto per un errore di rete, oppure per un problema sul server del repository.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Tentare di esportare un’altra volta il documento.
Impossibile aprire il file associato a <[nome documento]>. <[nome
documento]> non è stato esportato. (DX0027)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di esportare un documento nel repository, ma è impossibile
aprire il file. Il file potrebbe essere danneggiato.
Tentare di esportare altri file. Se non funziona, rivolgersi al supervisore per
maggiori informazioni sul repository in uso.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
193
194
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile iniziare la transazione e l’esportazione di <[nome documento]>.
Problema relativo al repository. <[nome documento]> non è stato esportato.
(DX0028)
Causa
Azione
L’utente non è riuscito ad esportare un documento perché vi erano errori nel
repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Tentare di esportare un’altra volta il documento.
Impossibile iniziare la transazione e l’esportazione di <[nome documento]>.
Problema con Broadcast Agent. <[nome documento]> non è stato esportato.
(DX0029)
Causa 1
Azione
La macchina su cui si trova Broadcast Agent non ha spazio su disco o memoria
sufficiente.
È possibile effettuare quanto segue:
• Riavviare la macchina su cui si trova Broadcast Agent.
• Ridurre il numero di task concomitanti sulla Console di Broadcast Agent sulla
macchina server per evitare che questo errore si riproduca.
• Eseguire ScanDisK, svuotare il cestino e eliminare i file .temp dalla macchina
server.
• Installare più macchine Broadcast Agent per accertarsi di recuperare dagli
errori e garantire il bilanciamento del carico.
NOTA
Per ulteriori informazioni su Broadcast Agent, consultare il Manuale
dell’amministratore di Broadcast Agent.
Causa 2
Azione
Broadcast Agent non funziona, sia quando lo si lancia, sia mentre si elaborano i
task. Ciò può essere dovuto a problemi relativi all’installazione o alla
configurazione, alla configurazione della macchina server stessa, oppure essere
il risultato di un codice di errore non riconosciuto inviato da una versione
incompatibile di BOManager.
Riavviare Broadcast Agent. Se si ottiene lo stesso messaggio di errore, rivolgersi
all’amministratore del sistema.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eliminare il file <[nome documento]> precedente. <[nome
documento]> non è stato esportato. (DX0030)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di riesportare un
documento nel repository. Poiché esiste già una versione precedente del
documento nel repository, occorre eliminare la versione precedente prima di
esportare la nuova versione. In tal caso, però, non è possibile eliminare la
versione precedente del documento perché il repository non è accessibile.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente occorre attivare la funzione
manualmente.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Impossibile ottenere le informazioni sul file <[nome documento]>
precedente. <[nome documento]> non è stato esportato. (DX0031)
Causa
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di riesportare un
documento nel repository. Poiché esiste già una versione precedente del
documento nel repository, occorre eliminare la versione precedente prima di
esportare la nuova versione.
In tal caso, è impossibile trovare la versione precedente del documento.
Probabilmente, ciò è dovuto al fatto che la versione precedente del documento è
stata spostata, rinominata, o eliminata dal supervisore, perché le tabelle del
dominio del documento sono state danneggiate, o perché il tipo di documento
non è supportato da BusinessObjects.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
195
196
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare che la versione precedente del file sia sempre disponibile nel dominio
dei documenti.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome documento]>.
Problema relativo al repository dx. <[nome documento]> non è stato
esportato. (DX0032)
Causa
Azione
L’utente ha avviato l’esportazione di un documento in un dominio dei documenti
del repository, ma non ha completato l’operazione perché si è verificato un
problema sul dominio dei documenti. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio dei documenti.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
• La macchina su cui risiede il dominio dei documenti non ha spazio su disco
sufficiente.
Tentare quanto segue:
• Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sul server che ospita il dominio
dei documenti.
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome documento]>.
Problema con il master repository. <[nome documento]> non è stato
esportato. (DX0033)
Causa
Azione
L’utente ha avviato l’esportazione di un documento in un dominio dei documenti
del repository, ma non ha completato l’operazione perché si è verificato un
problema sul dominio di sicurezza. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio di sicurezza è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
197
198
Manuale per la risoluzione dei problemi
Esportazione terminata in errore. (DX0034)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere visualizzato quando si tenta di esportare un
documento nel repository. Quindi il problema potrebbe essere che:
• Non vi è una connessione valida al dominio dei documenti.
• Vi è un problema di scambio d’informazioni con il dominio dei documenti del
repository. Ciò può essere dovuto al fatto che vi sono tabelle danneggiate nel
database del repository.
• File bloccato: Il documento potrebbe essere già aperto o utilizzato da un altro
utente o un’altra applicazione.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile connettersi al repository. (DX0035)
Causa
Azione
La password del database di BusinessObjects è stata modificata. Non è possibile
collegarsi al repository con il file key attuale.
Un supervisore generale può fare quanto segue:
1. Impostare l’ID del database di BusinessObjects con una password senza
scadenza.
2. Collegarsi al Supervisor come supervisore generale.
3. Eseguire un Recupero dell'installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
4. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
5. Fare clic sul pulsante Test.
In tal modo, l’utente può verificare se la connessione al dominio dei
documenti è ancora valida.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
È probabile che l’ID utente e la password utilizzate per il dominio dei documenti
e dell’universo siano le stesse di quelle utilizzate per la creazione del dominio di
sicurezza.
Di conseguenza, entrambe le connessioni al dominio degli universi e dei
documenti devono essere modificate in modo da riflettere le modifiche dell’ID e
della password in quanto tali connessioni sono memorizzate nel repository e non
nel file key. Un supervisore generale può eseguire tale operazione utilizzando
Strumenti > Connessioni.
Impossibile caricare il file [nome DLL]. Verificare l’installazione di Microsoft
Exchange. (DX0037)
Causa
Azione
Un file .dll richiesto è stato eliminato o danneggiato.
Verificare l’installazione di Microsoft Exchange. Se l’errore persiste, tentare di
reinstallare Microsoft Exchange.
Impossibile aprire il file associato a <[nome documento]>. (DX0040)
Causa
Azione
L’utente tenta d’inviare un documento per posta elettronica, ma è impossibile
aprire il file che si tenta d’inviare. Ciò può essere dovuto a:
• Il file è danneggiato.
• Il file potrebbe trovarsi su una macchina in arresto o ha perso la connessione
in rete.
• Se il file si trova su un disco condiviso, può essere già utilizzato in un’altra
applicazione o da un altro utente.
Verificare che il file che si desidera inviare sia accessibile e che lo si possa aprire
prima di tentare d’inviarlo.
Impossibile inviare il messaggio. (DX0041)
Causa
Azione
L’utente sta tentando d’inviare un documento per posta elettronica (MAPI), ma
BusinessObjects non è in grado di lanciare l’applicazione corrispondente.
L’applicazione di posta elettronica non può essere avviata, probabilmente perché
manca un file .dll oppure per una configurazione incompleta. Tentare d’installare
di nuovo l’applicazione.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
199
200
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiornare localmente le informazioni relative alla connessione.
(DX0042)
Causa
Azione
Le informazioni di connessione relative al repository non sono più esatte.
Il supervisore generale deve rigenerare il file key per modificare i parametri della
connessione al repository. I punti da seguire sono:
1. Rinominare il file .key per disattivarlo.
Il file viene memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali,
oppure nella cartella ShData per le installazioni condivise.
2. Avviare Supervisor come supervisore generale.
3. Eseguire un Recupero dell’installazione.
4. Nella scheda Avanzate, attivare il parametro Sconnetti dopo ogni
transazione.
5. Uscire da Supervisor.
6. Verificare la connessione.
Nessuna proprietà disponibile per questo documento! (DX0043)
Causa
Azione
Sebbene i documenti siano stati memorizzati nel dominio dei documenti, le loro
proprietà sono memorizzate nel dominio di sicurezza. Quando s’importano o si
esportano documenti, tanto il documento quanto le sue proprietà devono essere
trasferiti. Questo messaggio può essere generato nelle seguenti circostanze:
• Se il dominio dei documenti e il dominio di sicurezza si trovano su server a
parte, il tempo di trasferimento del documento e delle proprietà può differire.
Ciò può essere provocato da una mancata sincronizzazione durante il
trasferimento.
• Le tabelle del repository utilizzate per memorizzare le proprietà del
documento potrebbero essere danneggiate.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Tentare di esportare un’altra volta il documento.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere le proprietà del documento! (DX0044)
Causa
Azione
Sebbene i documenti siano stati memorizzati nel dominio dei documenti, le loro
proprietà sono memorizzate nel dominio di sicurezza. Quando s’importano o si
esportano documenti, tanto il documento quanto le sue proprietà devono essere
trasferiti. Questo messaggio può essere generato quando la connessione alla
macchina che riceve il dominio di sicurezza non è più in funzione o la macchina
stessa è in arresto.
Se il dominio di sicurezza si trova su un altro server, tentare di eseguire un “ping”
del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Errore relativo al database: (DA0045)
Causa
Azione
Questo errore può essere generato quando si tenta d’importare, esportare o
aggiornare un documento. Il problema non riguarda BusinessObjects, ma il data
warehouse.
Annotare le informazioni relative all’errore restituite con il messaggio e verificarle
nella documentazione di risoluzione dei problemi con il fornitore di database.
Il dominio dei documenti non risponde! (DX0046)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Windows non dispone di memoria sufficiente per eseguire i vari sistemi server
configurati.
Verificare i requisiti di sistema per assicurarsi di disporre di memoria sufficiente
per BusinessObjects. Oppure, chiudere le altre applicazioni per liberare
memoria. Svuotare il Cestino e eliminare i file inutili.
Il repository può contenere errori, oppure essere danneggiato.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
201
202
Manuale per la risoluzione dei problemi
Per importare questo documento è necessaria una versione più recente di
documento. (DX0047)
Causa
Azione
Esempio
Si sta utilizzando una versione di BusinessObjects precedente a
BusinessObjects Enterprise 6. Di conseguenza non è possibile importare i
documenti creati con la versione 6.
Per utilizzare i documenti BusinessObjects Enterprise 6, occorre aggiornare
l’installazione di BusinessObjects alla versione 6.
Il diagramma seguente illustra l’interazione dei documenti 5.x e 6.1 con i
repository BusinessObjects.
Repository Business
Objects 5.x
5.x
5.x
Client 5.x
Client 6.1
6.1
5.x
6.1
Client 6.1
Repository
Business Objects
6.1 aggiornato
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’eliminazione del documento è terminata in errore. (DX 00050)
Causa
Azione
Si è cercato di eliminare un documento mediante Scambio di documenti o nel
repository dell'azienda. Il processo è stato interrotto o il server non risponde.
Tentare un’altra volta di eliminare il file. Se si riceve di nuovo il messaggio,
cercare di disconnettersi e di riconnettersi e ripetere il procedimento.
L’universo è stato esportato, ma potrebbe contenere errori. Contattare il
designer di questo universo. (UX0001)
Causa
Azione
L’universo è stato esportato, ma BusinessObjects ha rilevato incoerenze nella
struttura o nel contenuto dell’universo.
Eseguire una Verifica integrità sull’universo per risolvere il problema e poi
esportarlo di nuovo.
Non si è autorizzati ad usare questo universo. (UX0003)
Causa
Azione
Non è possibile verificare i diritti di accesso al dominio dei documenti o degli
universi. Ciò accade quando:
• L’utente ha copiato un file nel file system, ma non lo ha associato al dominio
dei documenti o degli universi in Supervisor.
• L’utente (o il supervisore) ha esportato un documento nel repository e poi lo
ha eliminato.
Quando si esporta un documento, i diritti di accesso ad esso vengono esportati
con l’ID del documento. Quando si elimina il documento, non si ha più accesso
ad esso. Si tratta di una misura per proteggere l’integrità del dominio dei
documenti.
Se non si può accedere al documento o all’universo direttamente da Supervisor
oppure non ci si collega al repository, è possibile:
1. Aprire il documento o l’universo con il profilo di un altro utente che ha accesso
ad esso oppure con il profilo di supervisore generale.
2. Salvare il documento o l’universo (File > Salva con nome), ma selezionare
l’opzione Salva per tutti gli utenti nell’angolo inferiore destro della finestra di
dialogo.
3. Rinviare il documento o l’universo all’utente.
Chiedere al supervisore generale di riesportare il documento e di riassegnarlo
all’utente o al gruppo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
203
204
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nessun dominio degli universi disponibile. Contattare il supervisore per
ulteriori informazioni. (UX0010)
Causa
Azione
Non è possibile esportare i documenti o gli universi nel repository perché
mancano le righe necessarie che rappresentano le connessioni nella tabella
OBJ_M_RESLINK.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Tentare nuovamente di esportare un universo. Se il problema persiste, rivolgersi
al supporto tecnico di Business Objects.
L’universo <[nome universo]> non esiste in questo dominio degli universi.
(UX0011)
Causa
L’utente sta tentando d’importare un universo derivato, il che significa che è
collegato ad un altro universo.
Gli universi collegati sono universi che condividono componenti comuni, quali
parametri, classi, oggetti, join o contesti. Nell’ambito degli universi collegati, si
dice che un universo è un universo di riferimento, mentre gli altri sono universi
derivati.
Azione
In tal caso, l’universo di riferimento è stato rimosso dal dominio degli universi ma
non dal dominio di sicurezza.
Verificare la posizione dell’universo di riferimento e riesportarlo nel dominio degli
universi. Per maggiori informazioni sugli universi collegati, consultare il Manuale
del Designer.
Il nome file <[nome]> non esiste nella cartella locale. (UX0012)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di importare di nuovo un universo derivato dal repository.
Una versione precedente dell’universo esiste già sul sistema, ma una
precedente versione dell’universo master non è stata trovata. Ciò può essere
dovuto al fatto che l’universo master è stato eliminato dal sistema.
Eliminare la versione precedente dell’universo dal sistema e reimportare
l’universo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile recuperare le colonne dalle tabelle dell’universo. La
connessione associata a questo universo non è valida. (UX0013)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo, ma Designer non è in grado di
recuperare le colonne necessarie perché la connessione non è più valida.
Il server non risponde! Verificare la connessione e, se necessario, modificarla e
poi aggiornare la struttura dell’universo.
Si sta tentando d’importare un universo, ma poiché è stata avviata la sessione
attuale di Designer, il supervisore ha eliminato l’universo.
Prima di poter importare l’universo, il designer dell’universo deve esportarlo nel
repository ancora una volta.
La connessione associata all’universo non è stata definita. Occorre creare
una connessione protetta. (UX0014)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di accedere ai dati nel repository, ma il collegamento tra il
dominio degli universi e il dominio di sicurezza è stato danneggiato. Non si
dispone più di un accesso protetto al dominio degli universi.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
La connessione associata all’universo non è stata definita. Occorre creare
una connessione. (UX0015)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di accedere ai dati nel repository, ma il collegamento tra il
dominio degli universi e il dominio di sicurezza è stato danneggiato. Non si
dispone più di un accesso protetto al dominio degli universi.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
205
206
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiornare localmente la connessione. (UX0016)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di aggiornare la connessione al repository, ma vi sono
problemi di rete oppure la macchina su cui risiede il database del repository è
inattiva. Questo messaggio può essere anche generato in conseguenza ad
azioni di avvio di connessioni al repository (invio o recupero dei documenti, invio
a Broadcast Agent, ecc).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può accertarsi che le connessioni al repository e che la Fonte dati
siano stati impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni >
Modifica).
Impossibile aprire l'universo. (UX0023)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo, ma l’ universo è danneggiato.
Eliminare la versione locale dell’universo, importare l’universo dal repository e
poi aprirlo.
Uno o più componenti dell’universo possono essere danneggiati.
Per risolvere il problema, il designer deve esportare una versione operativa
dell’universo nel repository.
Impossibile caricare il repository. (UX0028)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di accedere ai dati nel repository, ma BusinessObjects non
è in grado di caricare il file kgtrep50.dll. Vi è un problema di connessione al
dominio di sicurezza.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può accertarsi che le connessioni al repository e che la Fonte dati
siano stati impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni >
Modifica).
Impossibile rilasciare il repository attuale. (UX0029)
Causa
Azione
Designer non è in grado di liberare risorse inizializzate per impostare una
connessione al repository.
Tentare di avviare di nuovo Designer.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome del file di universo non esiste. (UX0032)
Causa
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo, ma il file universo è stato
rinominato, spostato o eliminato dalla cartella degli universi. Questa cartella si
trova in:
$INSTALLDIR\Business Objects 6.1\Universi
Verificare che il file universo sia disponibile fisicamente e che sia completamente
accessibile nella cartella Universi. Se non si riesce a trovare l’universo, verificare
con gli altri designer del sito per determinare la sua eventuale posizione
possibile.
Questo dominio degli universi non esiste. (UX0033)
Causa
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo, ma il dominio degli universi è stato
eliminato dal supervisore.
Richiedere al supervisore informazioni sul repository. Probabilmente, occorre
ricreare un dominio degli universi.
L’ID dell’universo non esiste nel repository. (UX0034)
Causa
L’utente sta tentando d’importare un universo derivato, il che significa che è
collegato ad un altro universo.
Gli universi collegati sono universi che condividono componenti comuni, quali
parametri, classi, oggetti, join o contesti. Nell’ambito degli universi collegati, si
dice che un universo è un universo di riferimento, mentre gli altri sono universi
derivati.
Azione
In tal caso, l’universo di riferimento è stato rimosso dal repository.
Verificare la posizione dell’universo di riferimento e riesportarlo nel repository.
Per maggiori informazioni sugli universi collegati, consultare il Manuale del
Designer.
Il nome dell'universo non esiste. (UX0036)
Causa
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo, ma questo è stato rinominato,
spostato o eliminato dal supervisore o da un altro designer autorizzato.
Verificare con il supervisore e con altri designer autorizzati. Probabilmente,
occorre riesportare l’universo nel repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
207
208
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il repository non risponde! (UX0037)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si verifica un problema di
collegamento al repository. Ciò può essere dovuto a problemi della rete o al fatto
che la macchina su cui si trova il database del repository è in arresto. Questo
messaggio può essere anche generato in conseguenza ad azioni di avvio di
connessioni al repository (invio o recupero dei documenti, invio a Broadcast
Agent, ecc).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può accertarsi che le connessioni al repository e che la Fonte dati
siano stati impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni >
Modifica).
Il dominio dell'universo non risponde! (UX0038)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il server che ospita il dominio dei documenti del repository è in arresto oppure il
collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Questo messaggio viene visualizzato quando si verifica un problema di scambio
d’informazioni con il dominio degli universi del repository. Ciò può essere dovuto
al fatto che vi sono tabelle danneggiate nel database del repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome del contesto non esiste! (UX0039)
Causa
Azione
Durante l’esecuzione di Designer, l’utente ha tentato di esportare un universo.
Tuttavia, è impossibile accedere a uno o più contesti specifici nell’universo.
Per risolvere il problema:
1. Aprire la versione sorgente dell’universo.
2. Selezionare Strumenti > Rileva contesti per elencare i contesti candidati
dell’universo.
3. Eseguire una Verifica integrità sull’universo.
4. Esportare una versione operativa nel repository.
Il dominio del documento non è stato creato sullo stesso account.
Impossibile esportare gli elenchi dei valori. (UX0040)
Causa
Sebbene il dominio dei documenti e il dominio degli universi siano stati creati
sullo stesso account, vi è un problema relativo alla tabella dell’Elenco di valori
(LOV).
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto.
Azione
Esempio
I LOV sono memorizzati nel dominio dei documenti in una tabella denominata
OBJ_X_DOCUMENTS. Tuttavia, per riuscire nell’esportazione di un documento,
questa stessa tabella deve esistere nel dominio degli universi. Ciò non è valido
per il proprio account.
È possibile creare manualmente una tabella LOV, oppure (se si è supervisore),
utilizzare l’assistente disponibile in Supervisor per crearla nello stesso database
del dominio degli universi.
Si dispone di un repository di sviluppo, test e produzione e di altrettanti domini
corrispondenti. È stato creato un universo con pochi oggetti con file LOV. Tutti gli
oggetti si aggiornano prima dell’uso e si esportano con l’universo. I LOV non
presentano nessun problema in Designer, ma il messaggio di errore di cui sopra
viene visualizzato quando si tenta di esportare l’universo.
L’account del dominio dei documenti è diverso. Impossibile importare gli
elenchi dei valori. (UX0041)
Causa
È possibile che Designer visualizzi il messaggio durante l’importazione di un
universo. Da BusinessObjects lo si può vedere quando s’importa un universo (da
Strumenti > Universi) o quando si tenta di visualizzare Elenchi di valori (LOV) (da
Strumenti > Universi > Elenchi di valori).
Questo messaggio viene visualizzato quando il LOV che dovrebbe essere con
l’universo nel repository non è stato trovato.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
209
210
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Per evitare questo messaggio di errore, esportare solo un LOV dell’universo
(aggiornare il LOV prima di esportare per creare il file .lov). L’ID dell’universo è
presente nel dominio dei documenti (con il LOV) e il dominio è riconosciuto come
quello giusto.
Naturalmente, occorre esportare tutti gli altri LOV assegnati agli oggetti dopo
avere attivato l’opzione Esporta con universo se si desidera importarli con
l’universo.
Impossibile esportare gli elenchi dei valori. (UX0042)
Causa
Azione
A causa dei limiti sui tipi di dati in alcuni database, non vi è supporto per il dominio
dei documenti (o per lo scambio dei documenti), Broadcast Agent, o
l’importazione e esportazione dei file di documento (.rep). Di conseguenza, non
è possibile esportare gli universi con gli elenchi di valori (LOV) nel repository, in
quanto i LOV sono memorizzati nel dominio dei documenti del repository.
Utilizzare un’alternativa nella distribuzione dei file LOV (come la posta elettronica
o un floppy) e copiare i file LOV associati all’universo nella cartella seguente:
$INSTALLDIR\Business Objects 6.1\Universi\<nome dominio universi>\
<nome dell’universo>
In alternativa, un supervisore può creare un dominio dei documenti e degli
universi su un altro database (ad esempio, Oracle, SQL Server, MS Access)
conservando il dominio di sicurezza sullo stesso database.
Impossibile aggiornare gli elenchi dei valori nel dominio degli universi.
(UX0043)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto. Esso è
memorizzato come tabella nel dominio dei documenti. Questo messaggio viene
generato quando si tenta di riesportare un universo con un LOV associato (la
casella di controllo Esporta con universo in Designer è stata selezionata), ma il
dominio degli universi e dei documenti sono stati creati in account diversi.
Per esportare un LOV con un universo, il dominio degli universi e quello dei
documenti devono trovarsi sullo stesso account. Di conseguenza occorre creare
un dominio dei documenti nello stesso account di quello del dominio degli
universi.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile importare gli elenchi dei valori. (UX0044)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio viene generato
quando si tenta d’importare un universo con un LOV associato, ma il dominio dei
documenti e il dominio degli universi si trovano su account diversi.
Per importare un LOV con un universo, il dominio degli universi e quello dei
documenti devono trovarsi sullo stesso account. Di conseguenza, il supervisore
deve creare un dominio dei documenti nello stesso account di quello del dominio
degli universi.
Le operazioni di esportazione incrementale non sono disponibili. Esportare
l’intero universo? (UX0045)
Causa
Azione
Sono state eseguite modifiche estese all’universo e si tenta di esportarle nel
repository. Non tutte queste modifiche sono state salvate o esportate
correttamente.
Fare clic su Sì per eseguire un’esportazione completa normale dell’universo nel
repository.
Impossibile bloccare l'universo. (UX0046)
Causa
Azione
Di solito, si può bloccare un universo nel Designer dalla finestra di dialogo
Importa/Esporta. In tal modo si è sicuri che solo un designer può aggiornare o
modificare l’universo ad un dato momento. In tal caso, però, l’universo non può
essere bloccato. Ciò può essere dovuto a:
• L’universo è già stato bloccato da un altro designer.
• Il dominio degli universi non è accessibile.
Tentare quanto segue:
Individuare gli altri designer che hanno accesso all’universo e richiedere di
sbloccare l’universo.
Se il dominio degli universi si trova su un altro server, tentare di eseguire un
“ping” del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona
correttamente, l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware
del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
211
212
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile salvare l’universo. (UX0047)
Causa
Azione
Salvare un universo sul disco prima che Designer possa esportarlo. Ciò non è
possibile perché si dispone di privilegi di sola lettura sul disco in cui si desidera
salvare l’universo, oppure il disco è pieno.
Tentare quanto segue:
• Svuotare il cestino. Se occorre, eliminare tutti i file ridondanti o indesiderati e
svuotare nuovamente il Cestino.
• Se si hanno privilegi di sola lettura sul disco, l’amministratore di Windows può
fornire all’utente privilegi di accesso completo.
• Salvare l’universo in un’altra cartella o su un altro computer in cui si dispone
di diritti di scrittura. Da Designer, selezionare File > Salva con nome ed
indicare una posizione diversa per salvare l’universo.
Impossibile eliminare l’elenco dei valori <[nome universo]> precedente.
(UX0048)
Causa
Azione
Il messaggio può essere generato quando si tenta di riesportare un universo nel
repository, oppure di reimportare un universo dal repository. In entrambi i casi,
poiché esiste già una versione precedente dell’universo, occorre prima eliminare
la precedente versione e poi esportare/importare la nuova versione. Questo
messaggio viene generato se non si può accedere ad una precedente versione
dell’universo.
• nel repository (durante l’esportazione).
• sul sistema (durante l’importazione).
Per un’esportazione, tentare quanto segue:
• Se si pensa che il dominio degli universi sia stato bloccato da un altro utente,
tentare di esportarlo di nuovo. Se il problema si verifica di frequente, verificare
se il database del repository supporta il blocco a livello della riga. In tal caso,
probabilmente l’amministratore del database deve attivare la funzione
manualmente.
• Verificare se la macchina che ospita il dominio degli universi risponde
eseguendo un “ping” del server. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Per un’importazione, verificare per vedere se si hanno privilegi di sola lettura sul
disco. In tal caso, chiedere all’amministratore Windows di garantire privilegi di
accesso completo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
<[carattere]> è sostituito da <[carattere]>. (UX0049)
Causa
Azione
L’utente ha importato un universo, ma questo contiene caratteri non validi nella
definizione dell’oggetto, della classe, o del contesto. Per impostazione
predefinita, BusinessObjects ha sostituito automaticamente tali caratteri non
validi con caratteri vuoti.
Si può continuare a lavorare normalmente. Non dimenticare però, che l’universo
importato non è più identico a quello del repository.
Impossibile creare la cartella destinazione [nome] o il file universo [nome].
(UX0050)
Causa
Azione
L’utente sta tentando d’importare un universo dal repository. Ma, sia non ha
accesso in scrittura al disco, sia il disco è pieno.
Svuotare il cestino. Se occorre, eliminare tutti i file ridondanti o indesiderati e
svuotare nuovamente il Cestino. Se si hanno privilegi di sola lettura sull’unità C:\,
l’amministratore Windows NT può garantire i privilegi di accesso completo
sull’unità principale C:\.
Errore relativo al database: (UX0051)
Causa
Azione
Questo errore può essere generato quando si tenta d’importare, o di esportare
un universo. Il problema non riguarda BusinessObjects, ma il data warehouse.
Annotare le informazioni relative all’errore restituite con il messaggio e verificarle
nella documentazione di risoluzione dei problemi con il fornitore di database.
Impossibile creare il file dell’elenco dei valori [nome file]. (UX0052)
Causa 1
Azione
Causa 2
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio viene generato
quando si tenta di esportare un universo con un LOV associato (la casella di
controllo Esporta con universo in Designer è stata attivata), ma il dominio degli
universi e dei documenti sono stati creati in account diversi.
Per esportare un LOV con un universo, il dominio degli universi e quello dei
documenti devono trovarsi sullo stesso account. Di conseguenza occorre creare
un dominio dei documenti nello stesso account di quello del dominio degli
universi.
BusinessObjects non è in grado di creare il LOV nel dominio dei documenti. Ciò
può essere dovuto al fatto che il dominio dei documenti si trova su una macchina
server in arresto o che ha perso la connessione in rete. Oppure, le tabelle del
dominio dei documenti potrebbero essere danneggiate, o lo spazio su disco
potrebbe essere insufficiente.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
213
214
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sulla macchina in cui risiede il
dominio dei documenti. Eliminare i file inutili e svuotare il Cestino.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile aprire il file dell'elenco dei valori [nome file LOV]. (UX0053)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si tenta di aprire un universo con un LOV associato. Le tabelle
del dominio dei documenti potrebbero essere danneggiate.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile chiudere il file dell'elenco dei valori [nome file LOV]. (UX0054)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si apre un universo con un LOV associato. Sebbene il file LOV
sia ancora aperto, la connessione al dominio dei documenti è andata persa.
Se il dominio degli universi si trova su un altro server, tentare di eseguire un
“ping” del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona
correttamente, l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware
del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Se il dominio dei documenti è stato danneggiato, un supervisore può eseguire
un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti > Repository). Questa funzione
consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul dominio dei
documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile eliminare il file dell’elenco dei valori precedente. (UX0055)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si tenta di riesportare un universo nel repository. Poiché esiste
già una versione precedente dell’universo nel repository, occorre eliminare la
versione precedente del file LOV prima di esportare la nuova versione. In tal
caso, però, non è possibile eliminare la versione precedente del del file LOV
perché il dominio dei documenti non è accessibile.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente occorre attivare la funzione
manualmente.
• Verificare se la macchina che ospita il dominio dei documenti risponde
eseguendo un “ping” del server. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
215
216
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile scrivere nel file dell’elenco dei valori [nome file LOV]. (UX0057)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si tenta di esportare un universo nel repository. In tal caso, non
è possibile scrivere nel file LOV. Ciò può essere dovuto al fatto che non si
dispone dell’autorizzazione necessaria, che le tabelle del dominio dei documenti
sono piene, o perché il sistema che ospita il dominio dei documenti non presenta
più spazio su disco sufficiente.
Tentare quanto segue:
• L’utente potrebbe avere privilegi di sola lettura sul disco in cui si trova il
dominio dei documenti. Chiedere all’amministratore Windows di garantire
privilegi di accesso completo.
• Chiedere all’amministratore di database di aumentare lo spazio della tabella
del dominio dei documenti.
• Liberare spazio su disco sulla macchina contenente il dominio dei documenti.
Eliminare i file inutili e svuotare il Cestino. Tentare di esportare nuovamente
l’universo.
Impossibile ottenere i dati del file dell’elenco dei valori [nome file LOV].
(UX0058)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si tenta di aprire un universo con un LOV associato. Le tabelle
del dominio dei documenti potrebbero essere danneggiate.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere al file RSS. (UX0059)
Causa
Per ogni database in uso, viene creato un file .rss. Questo file contiene le
informazioni utili relative alla connessione e viene memorizzato nella cartella del
database:
$INSTALLDIR\Business Objects 6.1\dataAccess\RDBMS\legacy\
<nome database>
Azione
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di trovare il file
.rss nella cartella del database e di conseguenza non è in grado di stabilire una
connessione al database.
Copiare un backup di questo file .rss nella cartella del database. Se non si
dispone di un backup, un supervisore deve creare un’altra volta la connessione
in Supervisor.
Uso di un SQL non valido. (UX0060)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato nel dominio dei documenti. Questo messaggio può essere
generato quando si tenta di accedere ad un universo con un LOV associato
utilizzando le istruzioni di freehand SQL inserite nell’Editor SQL. Il SQL utilizzato
potrebbe non essere compatibile con il database aziendale.
Verificare quali versioni di SQL sono supportate dal database aziendale.
BusinessObjects ha riscontrato un errore eccezionale durante un tentativo di
accesso al database aziendale.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Memoria insufficiente. (UX0061)
Causa
Azione
Windows non dispone di memoria sufficiente per eseguire i vari sistemi server
configurati.
Verificare i requisiti di sistema per assicurarsi di disporre di memoria sufficiente
per BusinessObjects. Oppure, chiudere le altre applicazioni per liberare
memoria. Svuotare il Cestino e eliminare i file inutili.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
217
218
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile iniziare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio di sicurezza. (UX0062)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di esportare un universo nel repository, ma il dominio di
sicurezza potrebbe essere inaccessibile o danneggiato.
Se il dominio di sicurezza si trova su un altro server, tentare di eseguire un “ping”
del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile iniziare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio dei documenti. (UX0063)
Causa
Azione
L’utente sta tentando di esportare un universo nel repository, ma il dominio dei
documenti potrebbe essere inaccessibile o danneggiato.
Se il dominio degli universi si trova su un altro server, tentare di eseguire un
“ping” del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona
correttamente, l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware
del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database
del repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere informazioni sul file <[nome]> precedente. (UX0064)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando si tenta di riesportare un
universo nel repository. Poiché esiste già una versione precedente dell’universo
nel repository, dovrebbe essere disponibile anche una versione precedente del
file LOV nel dominio dei documenti. Un LOV è un file contenente i valori dei dati
associati ad un oggetto.
In tal caso, però, è impossibile trovare la versione precedente del file LOV nel
dominio dei documenti. Ciò può essere dovuto al fatto che il file LOV è stato
spostato, rinominato, o eliminato dal supervisore.
Verificare che la versione precedente del file sia sempre disponibile nel dominio
dei documenti.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile eliminare il file <[nome]> precedente. (UX0065)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando si tenta di riesportare un
universo nel repository. Poiché esiste già una versione precedente dell’universo
nel repository, dovrebbe essere disponibile anche una versione precedente del
file LOV nel dominio dei documenti. Un LOV è un file contenente i valori dei dati
associati ad un oggetto.
Questo file va eliminato prima di potere esportare il nuovo LOV. In tal caso, però,
è impossibile eliminare la versione precedente del file LOV dal dominio dei
documenti. Ciò può essere dovuto al fatto che non si ha accesso in scrittura al
disco contenente il dominio dei documenti.
L’utente potrebbe avere privilegi di sola lettura sul disco in cui si trova il dominio
dei documenti. Chiedere all’amministratore Windows di garantire privilegi di
accesso completo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
219
220
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio dei documenti. (UX0066)
Causa
Azione
L’utente ha cominciato l’esportazione di un universo nel repository, ma non ha
potuto completare l’operazione perché il dominio dei documenti non è più
accessibile oppure è stato danneggiato.
Se il dominio degli universi si trova su un altro server, tentare di eseguire un
“ping” del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona
correttamente, l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware
del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile terminare la transazione ed esportare <[nome universo]>.
Problema legato al dominio di sicurezza. (UX0067)
Causa
Azione
L’utente ha cominciato l’esportazione di un universo nel repository, ma non ha
potuto completare l’operazione perché il dominio di sicurezza non è più
accessibile oppure è stato danneggiato.
Se il dominio di sicurezza si trova su un altro server, tentare di eseguire un “ping”
del server per accertarsi che questo risponda. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore legato al database durante l’esportazione del file dell’elenco dei valori
[nome file]. (UX0068)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato dopo che è stata terminata
l’elaborazione del task BusObj.exe (ad esempio accesso al repository per inviare
un documento, eseguire un aggiornamento, ecc.). Il problema è dovuto al modo
in cui si il database del repository è stato impostato per gestire l’accesso utente.
Verificare con l’amministratore del database per accertarsi che il database non
sia né pieno né danneggiato.
Esportazione degli elenchi dei valori interrotta. (UX0069)
Causa
Azione
Un LOV è un file contenente i valori dei dati associati ad un oggetto e che è
memorizzato come tabella nel dominio dei documenti. Questo messaggio viene
generato quando si perde la connessione al dominio dei documenti mentre si
tenta di esportare un universo.
Verificare se il repository risponde eseguendo un “ping” del server. Se la rete
funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il
middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta
dal dominio dei documenti del repository.
L’universo [nome universo] esiste già nel dominio. Sovrascriverlo? (UX0071)
Causa
Azione
L’universo che si tenta di esportare ha lo stesso nome di un altro universo che è
già stato esportato nel dominio degli universi.
Se si aggiorna un universo esistente, si può sovrascrivere l’universo che si trova
già nel dominio dei documenti. Se si esporta un universo nuovo, rinominare
l’universo utilizzando un nome unico e tentare di esportarlo di nuovo.
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
221
222
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore sullo scambio dei documenti e degli universi
capitolo
Messaggi di errore relativi alla
connettività
224
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi alla connettività
I messaggi di errore relativi alla connettività sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
SBO0001 - SBO00016
Messaggi di errore relativi alla
connettività
DAC0001 - DAC0005
Messaggi di errore di accesso ai
dati
Messaggi di errore relativi alla connettività
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il server non risponde. (SBO0001)
Causa 1
Causa 2
Causa 3
Azione
Il middleware non è stato configurato correttamente.
I parametri della connessione di BusinessObjects non sono validi.
Il server del database è in arresto.
Fare clic sul pulsante Dettagli nella finestra di dialogo Test connessione.
Annotare il messaggio di errore del database o del middleware e rivolgersi
all’amministratore del database.
Il nome della connessione esiste già. (SBO0003)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di creare una connessione con il nome di una connessione
già esistente.
Immettere un altro nome nella casella di testo Nome, verificare gli altri parametri
e fare clic su OK.
Il campo Nome è vuoto. (SBO0005)
Causa
L’utente non ha inserito il nome per la connessione che si tenta di creare.
Azione
Immettere un nome nella casella di testo Nome, verificare gli altri parametri e fare
clic su OK.
Impossibile caricare il driver di connessione: (SBO0008)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Il middleware del database non è installato sulla macchina in uso.
Installare il middleware.
Il middleware del database non è installato correttamente sulla macchina in uso.
Installare di nuovo il middleware.
Il driver di connessione non è installato correttamente sulla macchina in uso.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile accedere al driver di connessione: (SBO0009)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando si tenta di avviare un’applicazione
BusinessObjects dopo avere creato il repository. Il driver di connessione non è
installato correttamente sulla macchina in uso.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Messaggi di errore relativi alla connettività
225
226
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile caricare il file .prm: (SBO0010)
Causa
BusinessObjects non è in grado di individuare il file driveren.prm. In tale file sono
contenuti tutti i parametri necessari alla creazione e alla gestione degli universi
BusinessObjects e alla generazione di query.
Solitamente, esiste un file driveren.prm per ogni motore RDBMS. Per
impostazione predefinita, il file si trova in:
Azione
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile caricare il file .rss: (SBO0011)
Causa
BusinessObjects non è in grado di individuare il file .rss. È possibile che questo
problema si verifichi se per il repository e l’universo vengono utilizzati motori
RDBMS diversi e non sono stati installati tutti i driver di connessione necessari.
Occorre installare (o reinstallare) il driver di connessione mancante.
Solitamente, esiste un file driveren.prm per ogni motore RDBMS. Per
impostazione predefinita, il file si trova in:
Azione
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile accedere al file .sbo: (SBO0015)
Causa 1
Causa 2
Causa 3
Azione
BusinessObjects non è in grado di accedere all’elenco della sintassi SQL dal file
driver.sbo. In tale file sono contenuti tutti i parametri predefiniti per la
connessione. Per impostazione predefinita, il file si trova in:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
BusinessObjects non è in grado di aprire il file driver.sbo.
BusinessObjects non è in grado di individuare il file driver.sbo.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Connessione non riuscita. (SBO0016)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Non è stata immessa la password esatta.
Reinserire la password nella scheda Connessione.
Il server del database è in arresto.
Chiedere all’amministratore del database di riavviare il server.
Messaggi di errore relativi alla connettività
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare la connessione. (DAC0001)
Causa
Azione
Il driver di connessione o uno dei suoi componenti non è più presente sul PC.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile modificare la connessione: il driver di connessione non è
disponibile. (DAC0002)
Causa
Azione
Il driver di connessione o uno dei suoi componenti non è più presente sulla
macchina in uso.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile verificare la connessione: il driver di connessione non è
disponibile. (DAC0003)
Causa
Azione
Il driver di connessione o uno dei suoi componenti non è più presente sulla
macchina in uso.
Installare di nuovo il driver di connessione.
Impossibile modificare le connessioni protette in modalità offline. (DAC0004)
Causa
Azione
Non è possibile modificare le connessioni protette mentre ci si trova in modalità
locale. La modalità locale significa che si lavora sugli universi che sono
memorizzati solo sul proprio PC.
Da Designer o da BusinessObjects, selezionare Accedi come dal menu
Strumenti. Quindi, dalla finestra di dialogo Identificazione utente, disattivare
l’opzione Sessione di lavoro offline.
Impossibile recuperare le connessioni protette. (DAC0005)
Causa
Azione
Impossibile accedere al repository.
Avviare Supervisor. Dalla finestra di dialogo Identificazione utente, fare clic sul
pulsante Admin. Dall’Assistente Configurazione dell’amministrazione, eseguire
un Recupero dell'installazione per ripristinare il repository.
Messaggi di errore relativi alla connettività
227
228
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi alla connettività
capitolo
Messaggi di errore generali di
BusinessObjects
230
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore generali di BusinessObjects
I messaggi di errore generali di BusinessObjects sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
USO001
Password
USP0001 - USP0006
Generale
Messaggi di errore generali di BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
La password di conferma non corrisponde. (USR0001)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di modificare la password con il comando Modifica password
e la password digitata nella casella Conferma password non è la stessa di quella
digitata nella casella Nuova password. Ciò può essere dovuto semplicemente a
un errore di battitura.
Digitare di nuovo la password nella casella Nuova password e poi immettere
esattamente la stessa nella casella Conferma password.
Non si è autorizzati ad eseguire un drill in un blocco che visualizza diverse
query sullo stesso universo o diverse fonti dati. (USP0001)
Causa
Azione
Esempio
È impossibile analizzare una tabella, tabella a campi incrociati o un grafico in
modalità drill se contiene dati di fornitori di dati di tipo diverso o se contiene dati
da query diverse nello stesso universo.
Se si desidera impostare un report per l’analisi in modalità drill, accertarsi che il
blocco su cui si desidera eseguire il drill contiene i dati provenienti dallo stesso
fornitore di dati. Se si desidera a quale fornitore di dati appartengono i dati, aprire
il Gestore dei dati. A tale scopo, selezionare Visualizza i dati dal menu Dati.
Una tabella visualizza i dati di una query in un universo di BusinessObjects e i
dati da un foglio elettronico personale per analizzare i dati della tabella in
modalità drill.
Impossibile salvare questo documento come file .bqy. Il documento deve
contenere un solo fornitore di dati, cioè una query creata a partire da un
universo. (USP0003)
Causa
Azione
Esempio
Si può salvare un documento BusinessObjects come file BusinessQuery solo se
contiene dati da una query in un universo BusinessObjects. BusinessQuery non
è stato progettato per manipolare i dati da altre fonti.
Se si desidera salvare i dati di un documento in un file BusinessQuery accertarsi
che questo contenga solo un fornitore di dati dell’universo. Per accertarsene, dal
menu Dati, selezionare Visualizza dati per aprire il Gestore dei dati.
Si dispone di un documento BusinessObjects che contiene i dati di una query in
un universo BusinessObjects e dati da un file di dati personali. Si desidera
salvare questo file come file BusinessQuery.
Messaggi di errore generali di BusinessObjects
231
232
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile connettersi al sito Web di Business Objects. (USP0004)
Causa
Azione
Esempio
Alcuni comandi dei menu dei prodotti di Business Objects aprono le pagine del
sito web aziendale. Se non si ha un accesso a un browser Internet sul computer,
il messaggio viene visualizzato quando si seleziona uno di questi comandi.
Se si desidera utilizzare i comandi che aprono le pagine del sito web di Business
Objects, occorre installare e configurare correttamente un browser Internet e
accertarsi di avere accesso a Internet dal computer.
Il comando Info center del menu ? di BusinessObjects porta direttamente alla
pagina Tips and Tricks del sito web di Business Objects.
Non si è autorizzati ad accedere a questo file di query perché il dominio di
sicurezza non è quello con il quale si sta lavorando. (USP0006)
Causa
Azione
Esempio
È possibile aprire un documento BusinessQuery o WebIntelligence in
BusinessObjects solo se il nome del file .key corrisponde a bomain.key.
Modificare il nome del file .key in bomain.key. Per impostazione predefinita, il file
.key è memorizzato in $INSTALLDIR\locData.
Un utente crea un documento WebIntelligence e lo invia al repository. Se il nome
del file .key sul server WebIntelligence è TEST.key e il file .key locale dell’utente
è TEST.key, occorre che l’utente modifichi il nome del file locale in bomain.key
in modo che sia possibile aprire il documento WebIntelligence in
BusinessObjects.
Messaggi di errore generali di BusinessObjects
capitolo
Messaggi di errore sull’analisi e il
reporting con BusinessObjects
234
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting
con BusinessObjects
I messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects sono compresi
nelle seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
RPT0001 - RPT0039
Creazione dei report
DWZ0002 - DWZ0011
Assistente Nuovo report
DMB0003 - DMB0008
Creazione delle variabili
FOR0001 - FOR0003
Grafici
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trasformare il blocco in grafico. Occorre includere almeno un
indicatore sull'asse Y e una variabile sull'asse X. (RPT0001)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di trasformare una tabella contenente solo variabili
dimensione/dettaglio o solo variabili indicatore in grafico utilizzando la barra degli
strumenti grafico o il comando Trasforma in grafico. Per trasformare i dati in un
grafico, occorre avere almeno una variabile indicatore e una variabile
dimensione o dettaglio.
Se si desidera visualizzare i dati in un grafico, accertarsi di avere almeno una
variabile indicatore e una variabile dimensione o dettaglio nella tabella prima di
trasformarla in grafico.
Impossibile creare l’oggetto. Assicurarsi che l’applicazione si trovi nel
registro di configurazione. (RPT0004)
Causa
Azione
Esempio
L’utente ha tentato di inserire un oggetto in un report di BusinessObjects
utilizzando ilcomando Inserisci > Oggetto. Il comando Inserisci > Oggetto
consente di inserire un oggetto OLE in un report. Un oggetto OLE viene creato
da un’applicazione salvata.
Quest’errore può verificarsi se il tipo di oggetto scelto da inserire non è associato
ad un’applicazione oppure è associato ad un’applicazione non più installata sul
computer.
Accertarsi che l’applicazione associata al tipo di oggetto sia stata installata
correttamente sul computer e che non sia stata né eliminata né rinominata.
L’utente ha tentato di inserire un documento Microsoft Word in un report, ma
Microsoft Word non è installato sul computer. BusinessObjects non è in grado di
trovare l’applicazione e di visualizzare questo messaggio di errore.
Impossibile trovare il file [nome].ret. Verranno utilizzate le impostazioni
predefinite dell’applicazione. (RPT0005)
Causa 1
Azione
Causa 2
Le impostazioni di stile utilizzate per creare un report standard sono contenute
nel file predef.ret. È possibile personalizzare e salvare le impostazioni di stile
utilizzando la finestra di dialogo Stili di report standard. Se BusinessObjects non
è in grado di trovare questo file con le impostazioni personalizzate, lo ricrea
utilizzando le impostazioni predefinite dell’applicazione.
Il file predef.ret è stato spostato dalla cartella Modello di BusinessObjects.
Chiudere la finestra di dialogo Stili di report standard senza effettuare modifiche
e poi accertarsi che il file predef.ret si trovi nella cartella Modello di
BusinessObjects.
La cartella Modello di BusinessObjects è stata spostata.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
235
236
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Causa 3
Azione
Aggiornare il percorso della cartella Modello in modo che si trovi nella cartella in
cui è stato salvato il file predef.ret. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Selezionare Strumenti > Opzioni.
2. Fare clic sulla scheda Cartelle predefinite.
3. Modificare il percorso dei Modelli utente.
Il file predef.ret è stato eliminato inavvertitamente.
Se si utilizza un file predef.ret personalizzato in uso in azienda, fare una copia da
un altro utente.
Il file <nome>.ret è in sola lettura. Le modifiche apportate alle impostazioni di
stile non verranno salvate. (RPT0006)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
L’utente ha tentato di aprire la finestra di dialogo Stili di report standard per
modificare gli stili e viene visualizzato questo messaggio.
Il file predef.ret è stato spostato dalla cartella Modello di BusinessObjects.
Accertarsi che il file predef.ret si trovi nella cartella Modello di BusinessObjects.
La cartella Modello di BusinessObjects è stata spostata.
Aggiornare il percorso della cartella Modello in modo che si trovi nella cartella in
cui è stato salvato il file predef.ret. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Selezionare Strumenti > Opzioni.
2. Fare clic sulla scheda Cartelle predefinite.
3. Modificare il percorso dei Modelli utente.
Il file predef.ret è stato eliminato inavvertitamente.
Se si utilizza un file predef.ret personalizzato in uso in azienda, fare una copia da
un altro utente.
Il file predef.ret è stato impostato in sola lettura il che significa che le modifiche
effettuate nella finestra di dialogo Stili di report standard non verranno salvate.
Verificare con il supervisore di BusinessObjects di detenere il diritto di modifica
delle impostazioni di stile standard del report.
Il file <nome>.ret è in sola lettura. Le modifiche effettuate non verranno
salvate. (RPT0007)
Causa
Azione
Il file predef.ret è stato impostato in sola lettura il che significa che le modifiche
effettuate nella finestra di dialogo Stili di report standard non verranno salvate.
Verificare con il supervisore di BusinessObjects di detenere il diritto di modifica
delle impostazioni di stile standard del report.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Rimuovi varianza. (RPT0009)
Causa
Azione
Esempio
Impossibile raggruppare valori di una variabile dimensione in una tabella o
tabella a campi incrociati se la tabella o la tabella a campi incrociati contiene un
calcolo di varianza sulla variabile dimensione che si tenta di raggruppare.
Per prima cosa, rimuovere le colonne o le righe contenenti il calcolo della
varianza prima di tentare di raggruppare i valori. Quindi si può reinserire il calcolo
della varianza sui valori raggruppati.
Viene visualizzata una tabella con il fatturato delle vendite per trimestre in cui si
inserisce un calcolo di varianza per mostrare la differenza di fatturato tra il Q1 e
il Q2. A questo punto si possono raggruppare i trimestri in due semestri, H1 e H2
e si ottiene questo messaggio di errore
La variabile deve avere un nome. (RPT0020)
Causa
Azione
Quando si crea una nuova variabile nell’Editor delle variabili di BusinessObjects
o trasformando una formula esistente in variabile, si deve indicare il nome della
variabile. BusinessObjects tratta una variabile senza nome come formula.
Fare clic sulla scheda Definizione dell’Editor delle variabili e immettere un nome
della variabile nella casella di testo Nome.
Valore Min maggiore del valore Max. (RPT0025)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore di BusinessObjects. Quando si
definiscono le condizioni del segnalatore sulla scheda Condizioni della finestra di
dialogo Modifica segnalatore, vengono utilizzati due operatori, l’operatore minore
di (<)e l’operatore maggiore di (>). Il valore impostato da utilizzare con l’operatore
minore di (<) è inferiore a quello impostato da utilizzare con l’operatore maggiore
di (>). Ciò non è possibile perché BusinessObjects non riesce a trovare un valore
che sia al tempo stesso minore di 15 e maggiore di 25.
Modificare le condizioni del segnalatore per accertarsi che il valore immesso da
utilizzare con l’operatore maggiore di (>) sia in effetti maggiore del valore
immesso da utilizzare con l’operatore (<).
Operatori incompatibili. (RPT0026)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore BusinessObjects e si definiscono
due operatori incompatibili. Nell’esempio seguente, Valore 1 è stato impostato
come uguale (=) a 25 e Valore 2 come minore di (<) 15. Naturalmente,
BusinessObjects non riesce a trovare valori che siano al tempo stesso uguali a
25 e minori di 15, quindi visualizza un messaggio di errore.
Se imposta più di un valore nella scheda Condizioni, accertarsi che gli operatori
utilizzati siano compatibili con i valori impostati.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
237
238
Manuale per la risoluzione dei problemi
Numero di parametri non valido. Si devono indicare due valori. (RPT0027)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore BusinessObjects e si sceglie
l’operatore Tra e si immette un solo valore nella casella di testo Valore. Quando
si utilizza l’operatore Tra, si devono inserire due valori e separarli da un punto e
virgola (;).
Accertarsi di avere immesso due valori nella casella di testo Valore della scheda
Condizioni e di avere separato i due valori con un punto e virgola (;), come
mostrato di seguito. Se si scelgono valori dall’elenco Elenco dei valori,
selezionare il primo valore, tenere premuto il tasto Ctrl e selezionare il secondo
valore, quindi fare clic su OK. In tal caso, il separatore punto e virgola viene
aggiunto automaticamente.
Numero di parametri non valido. Si deve indicare almeno un valore.
(RPT0028)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore BusinessObjects e si sceglie
l’operatore InElenco e non si immette almeno un valore nella casella di testo
Valore.
Immettere almeno un valore nella casella Valore della scheda Condizioni.
Mancano le condizioni. (RPT0029)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore BusinessObjects e non si
impostano le condizioni nella scheda Condizioni e poi si fa clic su OK per creare
il segnalatore.
BusinessObjects non può creare un segnalatore se non si impostano le
condizioni nella scheda Condizioni. Tornare alla scheda Condizioni e impostare
le condizioni necessarie.
Intervallo vuoto. (RPT0030)
Causa
Azione
Si verifica quando si imposta un segnalatore di BusinessObjects. Nella scheda
Condizioni, sono stati impostati due operatori diversi e lo stesso valore per
ognuno di essi.
Accertarsi di impostare un valore diverso per ognuno degli operatori scelti.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare [default]: verranno utilizzate le impostazioni predefinite
dell’applicazione. (RPT0033)
Le impostazioni di stile utilizzate per creare un report standard sono contenute
nel file predef.ret. È possibile personalizzare e salvare le impostazioni di stile
utilizzando l’editor Stili di report standard. Se BusinessObjects non è in grado di
trovare questo file con le impostazioni personalizzate, lo ricrea utilizzando le
impostazioni predefinite dell’applicazione.
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
È stato creato un nuovo report standard e il messaggio viene visualizzato dopo
che la query è stata eseguita e prima di visualizzare il nuovo report.
Il file predef.ret è stato spostato dalla cartella Modello di BusinessObjects.
Accertarsi che il file predef.ret personalizzato si trovi nella cartella Modello di
BusinessObjects.
La cartella Modello di BusinessObjects è stata spostata.
Aggiornare il percorso della cartella Modello in modo che si trovi nella cartella in
cui è stato salvato il file predef.ret. A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Selezionare Strumenti > Opzioni.
2. Fare clic sulla scheda Cartelle predefinite.
3. Modificare il percorso dei Modelli utente.
Il file predef.ret è stato eliminato inavvertitamente.
Se si utilizza un file predef.ret personalizzato in uso in azienda, fare una copia da
un altro utente.
Impossibile inserire una classifica. Non esistono indicatori per questa
dimensione. (RPT0034)
Causa
Azione
Esempio
Se non vi sono variabili indicatore nel report che siano compatibili con la variabile
dimensione selezionata, non si può inserire una classifica.
Inserire una variabile indicatore che sia compatibile con la variabile dimensione
che si desidera classificare nel report modificando il fornitore di dati oppure
creando una variabile locale.
Quando si inserisce una classifica nei dati, si classifica una variabile dimensione,
ad esempio mese, secondo una variabile indicatore, ad esempio fatturato delle
vendite, per visualizzare i primi tre fatturati delle vendite costi nel periodo mese.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
239
240
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile inserire un oggetto Documento BusinessObjects in un
documento BusinessObjects. (RPT0035)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato se si tenta di inserire un documento
BusinessObjects come oggetto OLE in un report utilizzando il comando
Inserisci > Oggetto.
È impossibile inserire un documento BusinessObjects come oggetto OLE in un
report BusinessObjects.
Il valore massimo dell’asse deve essere maggiore del valore minimo
dell’asse. (RPT0037)
Causa
Azione
Nella scheda Scala della finestra di dialogo Formato etichetta asse, il valore
Massimo nella scala è stato impostato con un valore più piccolo di quello
impostato nella casella Valore minimo.
Nella casella Massimo immettere un valore più grande del valore inserito nella
casella Minimo.
I valori massimi e minimi dell'asse devono essere maggiori di zero in una
scala logaritmica. (RPT0038)
Causa
Azione
Nella scheda Scala della finestra di dialogo Formato etichetta asse, è stata
impostata la scala di un grafico in modo da visualizzare una scala logaritmica e
il valore Minimo o Massimo di questa scala è stato impostato su un valore uguale
a zero o minore di zero.
Immettere un valore maggiore di zero nella casella Valore massimo o minimo.
Il valore dell'unità deve essere maggiore di zero. (RPT0039)
Causa
Azione
Nella scheda Scala della finestra di dialogo Formato etichetta asse, il valore
Unità principale è stato impostato ad un valore uguale a zero o minore di zero.
Nella casella Unità principale, immettere un valore maggiore di zero.
Nessuna stored procedure. (DWZ0002)
Causa
Azione
Si verifica quando si crea un nuovo report con l’Assistente Nuovo report e si
sceglie di utilizzare una stored procedure per ottenere i dati e BusinessObjects
non riesce a trovare la stored procedure selezionata.
Controllare che la stored procedure esiste e che non sia stata rinominata,
spostata o eliminata.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nessun universo. (DWZ0003)
Causa 1
Azione
Esempio
Causa 2
Azione
Non vi sono universi nella cartella Universi.
Verificare che gli universi in uso si trovino nella cartella Universi della cartella
BusinessObjects.
L’utente sta creando un nuovo report nell’Assistente Nuovo report e ha scelto di
creare una query su un universo ma non vi sono universi nell’elenco Universi
disponibili.
La posizione della cartella Universi è cambiata.
Aggiornare il percorso della cartella Universi in modo che si diriga verso la
cartella in cui si trovano gli universi a cui si ha accesso. A tale scopo, effettuare
quanto segue:
1. Selezionare Strumenti > Opzioni.
2. Fare clic sulla scheda Cartelle predefinite dalla finestra di dialogo Opzioni.
3. Aggiornare il percorso dell’universo.
Nessun modello. (DWZ0004)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente sta creando un nuovo report nell’Assistente Nuovo report e desidera
utilizzare un modello, ma nell’elenco Modelli disponibili non vi sono modelli.
Non vi sono modelli nella cartella Modello di BusinessObjects.
Verificare che i modelli in uso si trovino nella cartella Modello della cartella
BusinessObjects.
La posizione della cartella Modello è cambiata.
Aggiornare il percorso della cartella Modello in modo che si diriga verso la
cartella in cui si trovano i modelli a cui si ha accesso. A tale scopo, effettuare
quanto segue:
1. Selezionare Strumenti > Opzioni.
2. Fare clic sulla scheda Cartelle predefinite dalla finestra di dialogo Opzioni.
3. Aggiornare il percorso del modello.
Ogni cartella deve contenere almeno una variabile. (DWZ0005)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si usa l’Assistente Inserisci tabella
a campi incrociati e non si inserisce una variabile in ognuna delle tre cartelle nella
schermata Fare ruotare i dati. Per visualizzare i dati in una tabella a campi
incrociati, di solito si pongono variabili di tipo dimensione delle cartelle Riga e
Colonna e le variabili di tipo indicatore nella cartella Corpo.
Inserire una variabile in ognuna delle tre cartelle della schermata Fare ruotare i
dati. Se si hanno due variabili soltanto, non si può creare una tabella a campi
incrociati.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
241
242
Manuale per la risoluzione dei problemi
Per creare un grafico occorre definire almeno un indicatore e una
dimensione o un dettaglio. (DWZ0008)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si utilizza l’assistente Inserisci
grafico e non si sceglie una variabile di tipo indicatore e una variabile di tipo
dimensione o dettaglio dall’elenco Selezione delle variabili. Per visualizzare i dati
in un grafico, occorre avere almeno una variabile indicatore e una variabile
dimensione o dettaglio.
Scegliere almeno un variabile di tipo indicatore e una variabile di tipo dimensione
o dettaglio dall’elenco Selezione delle variabili.
Si deve selezionare almeno una variabile. (DWZ0009)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si utilizza l’assistente Inserisci
tabella e non si selezionano le variabili da visualizzare nella tabella nell’elenco
Selezione delle variabili.
Scegliere almeno una variabile dall’elenco Selezione delle variabili.
Errore interno. Verificare l’installazione del fornitore di dati. (DWZ0010)
Causa
Azione
Esempio
Questo errore si verifica quando si crea un nuovo report nell’Assistente Nuovo
report e BusinessObjects ha riscontrato un problema con la scelta del fornitore
di dati.
Accertarsi che tutti i componenti del fornitore dei dati in uso sono stati installati
correttamente.
Se si tenta di collegarsi a un server OLAP, il software middleware deve essere
installato sulla macchina client.
Seguono gli elementi da verificare sulla macchina client per accedere a un server
Oracle Express.
• Verificare l’opzione di trasporto ncacn_ip_tcp mentre si installa SNAPI
versione 6.2. Il protocollo NCACN_IP_TCP utilizza un trasporto Microsoft
RPC. È possibile utilizzarlo per connettersi ad un server Windows.
• Verificare che BusinessObjects sia collegato al file dll RSNAPI denominato
XWSNLR32.DLL (che si trova in tutte le versioni SNAPI: 6, 6.01, 6.1, 6.2).
XWSNLR32.DLL carica dinamicamente le dll denominate XSSNR32.DLL
che carica che altre dll di cui ha bisogno dinamicamente.
• Verificare che i file SNAPI si trovi nel percorso o nelle variabili d’ambiente del
sistema.
XWSNLR32.DLL
XWSNR32.DLL
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Anteprima non disponibile. Questo modello contiene solo la definizione degli
stili. (DWZ0011)
Causa
Azione
Un modello può contenere stili e struttura. La struttura del modello contiene
blocchi che contengono dati. Non è possibile utilizzare un modello che contiene
solo gli stili per creare un nuovo report perché non vi sono strutture che
contengono i dati.
Creare prima il report (sia il report standard oppure utilizzare un modello che
contiene la struttura) e poi applicare il modello che contiene solo gli stili nel
report. A tale scopo, selezionare Formato > Report e poi Applica modello.
Tipo di dati errato. (DMB0003)
Causa
Esempio 1
Si verifica quando si scrive una formula nell’editor delle formule, nella barra delle
formule o direttamente in una cella e nella formula sono stati inseriti tipi di dati
che non possono essere utilizzati insieme, oppure sono stati utilizzati tipi di dati
errati in una funzione BusinessObjects. I due esempi che seguono riportano le
due situazioni in cui potrebbe verificarsi questo errore.
Si sta scrivendo una formula per combinare testo e data in una cella utilizzando
l’operatore & o + o utilizzando la funzione Concatenamento():
="Data di fatturazione "&<Data>
Azione 1
La formula riporta un errore perché non è possibile combinare una stringa di
caratteri e una data. È possibile combinare solo stringhe di caratteri utilizzando
l’operatore & e + o la funzione Concatenamento().
Utilizzare la guida in linea di BusinessObjects nell’editor delle formule per
verificare la sintassi della funzione o dell’istruzione nella formula. Assicurarsi di
utilizzare i tipi di dati necessari.
Se si desidera combinare testo e date e numeri, occorre prima convertire la data
o il numero in una stringa di caratteri. A tale scopo, si può utilizzare la funzione
FormatoData() e la funzione FormatoNumero(). La formula:
="Data di fatturazione: "&FormatoData(<Data>, "gg/mm/aaaa")
Esempio 2
riporta il risultato seguente: Data di fatturazione: 15/08/1999
Si sta scrivendo una formula utilizzando l’istruzione If Then Else.
If (<Numero di ospiti>>500) Then "Ok" Else "0"
La formula riporta un errore perché si utilizza un numero in una parte
dell’istruzione e una stringa di caratteri in un’altra parte. Non è possibile
mescolare tipi di risultati utilizzando la sintassi If Then Else in quanto
BusinessObjects non sa se restituire un numero (0) o una stringa di caratteri
(“Ok”).
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
243
244
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione 2
Per risolvere il problema nella formula di cui sopra, utilizzare lo stesso tipo di dati
in entrambe le parti dell’istruzione come riportato nei due esempi seguenti:
If (<Numero di ospiti>>500) Then "Ok" Else "Da migliorare"
If (<Numero di ospiti>>500) Then 1 Else 0
Troppi parametri (DMB0005)
Causa
Azione
Esempio
Si verifica quando si scrive una formula nell’Editor delle formule, nella barra delle
formule, o direttamente in una cella e sono stati inseriti troppi parametri in una
funzione BusinessObjects utilizzata nella formula.
Utilizzare la guida in linea BusinessObjects per verificare che la sintassi in uso
per la funzione nella formula sia esatta. La sintassi e i tipi di variabile richiesti per
le funzioni di BusinessObjects sono riportati nell’editor delle formule quando si
seleziona la funzione nell’elenco delle funzioni.
Si tenta di utilizzare la funzione Ass() con due parametri come riportato oltre:
=Ass(2,-3)
Poiché si può utilizzare solo un parametro con questa funzione, si ottiene un
messaggio di errore.
Parametri insufficienti (DMB0006)
Causa
Azione
Esempio
Si verifica quando si scrive una formula nell’Editor delle formule, nella barra delle
formule, o direttamente in una cella e sono stati inseriti troppi parametri in una
funzione BusinessObjects utilizzata nella formula.
Utilizzare la guida in linea BusinessObjects per verificare che la sintassi in uso
per la funzione nella formula sia esatta. La sintassi e i tipi di variabile richiesti per
le funzioni di BusinessObjects sono riportati nell’editor delle formule quando si
seleziona la funzione nell’elenco delle funzioni.
Si tenta di utilizzare la funzione Ass() con due parametri come riportato oltre:
=Ass()
Poiché questa funzione richiede un solo parametro, si ottiene un messaggio di
errore.
Errore di sintassi (DMB0007)
Causa
Azione
Si verifica quando si sta scrivendo una formula e si è commesso un errore nella
sintassi.
Quando BusinessObjects visualizza questo messaggio di errore, fare clic su Ok
per chiudere la finestra di errore. BusinessObjects mette in evidenza la parte
della formula in cui si verifica il problema di sintassi. Utilizzare la guida in linea
BusinessObjects per verificare che la sintassi in uso per la funzione e per gli
operatori nella formula sia esatta.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Le variabili non sono compatibili. (DMB0008)
Causa
Azione
Esempio
Si verifica se la formula contiene le variabili dimensione che sono incompatibili.
Questo errore si può verificare anche quando si tenta di creare una tabella o un
altro tipo di blocco utilizzando variabili incompatibili, ma di solito BusinessObjects
non consente la creazione di un blocco utilizzando due variabili incompatibili.
Due variabili dimensione possono essere incompatibili se appartengono a
fornitori di dati diversi o se in un universo, appartengono a contesti diversi. Il
designer dell’universo crea contesti quando un universo si riferisce a un
database che contiene due o più percorsi tra tabelle. Le query contenenti oggetti
incompatibili generano istruzioni SELECT multiple e recuperano microcubi
multipli.
Accertarsi che le variabili in uso nella formula siano compatibili. Le regole di
compatibilità determinano quali variabili dimensioni possono essere combinate
nello stesso blocco o nella stessa formula. Per vedere se si dispone delle variabili
che non sono compatibili con la variabile dimensione selezionata:
1. Aprire Report Manager e fare clic sulla scheda Dati.
2. Nell’elenco delle variabili, selezionare la variabile dimensione.
Le variabili dimensioni non compatibili con la variabile selezionata vengono
disattivate e messe in corsivo.
La formula seguente contiene due variabili che non possono essere utilizzate
insieme perché non appartengono allo stesso microcubo anche se i dati
provengono dallo stesso universo. Quando BusinessObjects ha eseguito la
query sull’universo, ha creato due microcubi perché < Anno della prenotazione>
e < Anno> non appartengono allo stesso contesto. Per BusinessObjects, non vi
è nessun rapporto tra le due variabili, quindi non può creare una formula quando
li utilizza.
= If <Anno della prenotazione>="FY97" E <Anno>="FY94" Then 0
Impossibile visualizzare il grafico. Ci deve essere almeno un indicatore
sull’asse Y. (FOR0001)
Causa
Azione
Nella scheda Rotazione della finestra di dialogo Formato grafico, le variabili sono
state riorganizzate sugli assi del grafico e non è stata collocata almeno una
variabile indicatore nella cartella dell’asse Y. Per visualizzare i dati in un grafico,
occorre avere almeno una variabile indicatore.
Aggiungere una variabile indicatore alla cartella dell’asse Y.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
245
246
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile visualizzare il grafico. Ci deve essere almeno una variabile
sull’asse X. (FOR0002)
Causa
Azione
Nella scheda Rotazione della finestra di dialogo Formato grafico, le variabili sono
state riorganizzate sugli assi del grafico e non è stata collocata almeno una
variabile dimensione o dettaglio nella cartella dell’asse X. Per visualizzare i dati
in un grafico, occorre avere almeno una variabile dimensione o dettaglio.
Aggiungere una variabile dimensione alla cartella dell’asse X.
Impossibile visualizzare il grafico. Si possono porre indicatori solo
sull’asse Y. (FOR0003)
Causa
Azione
Nella scheda Rotazione della finestra di dialogo Formato grafico, le variabili sono
state riorganizzate sugli assi del grafico e non è stata collocata una variabile
indicatore nella cartella dell’asse X. Sull’asse Y si possono collocare solo variabili
indicatori.
Spostare la variabile indicatore dalla cartella dell’asse X alla cartella dell’asse Y.
Messaggi di errore sull’analisi e il reporting con BusinessObjects
capitolo
Messaggi di errore di accesso ai
dati
248
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di accesso ai dati
I messaggi di errore di accesso ai dati sono compresi nelle seguenti codifiche e
categorie:
Codifica
Categoria
DWZ0001
server
DPP0001
errore file
DPQ0001 - DPQ0006
connessione
QPF0001
SQL
QP0001 - QP0027
SQL/query
DPS0001 - DPS0002
stored procedure
DMA0002 - DMA 00013
fornitore di dati
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il server non risponde. (DWZ0010)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato in Designer quando si esegue un
processo che richiede il server del database e questo non risponde. Vi sono tre
cause possibili:
• Il middleware non è stato configurato correttamente.
• I parametri della connessione di BusinessObjects non sono validi.
• Il server del database è in arresto.
Fare clic sul pulsante Dettagli nella finestra di dialogo Test connessione.
Annotare il messaggio di errore del database o del middleware e rivolgersi
all’amministratore del database.
Impossibile aprire il file. (DPP0001)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato dopo che il tentativo di apertura di
uno dei seguenti file non è riuscito e si sta utilizzando un file di dati personale:
• dBase
• Excel
• testo
Il file non è disponibile perché probabilmente è stato eliminato, rinominato,
spostato o danneggiato. È possibile che non si sia autorizzati a utilizzare il file,
ad esempio, il file si trova in una cartella con accesso limitato.
Occorre verificare lo stato del file.
Non si è autorizzati ad utilizzare questa stored procedure. (DPP0002)
Causa
Azione
Si è cercato di aprire un documento creato mediante una stored procedure, dopo
l'eliminazione della stored procedure.
Rivolgersi all’amministratore del database.
La connessione non è definita. (DPQ0001)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si tenta di eseguire una
query creata nell’editor Free-Hand SQL. Nessuna connessione definita tra
BusinessObjects e il database a cui si desidera accedere con la query. Di
conseguenza è impossibile accedere ai dati per il report.
Occorre creare una connessione al database dall’Editor Free-Hand SQL o
l’amministratore del database deve definire una nuova connessione al database
con Designer o con Supervisor.
È possibile creare una nuova connessione nella finestra di dialogo Aggiungi una
connessione che viene visualizzata facendo clic sul pulsante Crea una nuova
connessione nell’Editor Free-Hand SQL. Per ulteriori informazioni, consultare il
Manuale dell’utente di BusinessObjects: accesso ai dati e analisi dei dati.
Messaggi di errore di accesso ai dati
249
250
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il server non risponde. (DPQ0003)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si aggiorna un documento
in BusinessObjects. Vi sono tre cause possibili:
• Il middleware non è stato configurato correttamente.
• I parametri della connessione di BusinessObjects non sono validi.
• Il server del database è in arresto.
Fare clic sul pulsante Dettagli nella finestra di dialogo Connessione relativa al
task da eseguire. Annotare il messaggio di errore del database o del middleware
e rivolgersi all’amministratore del database.
Problema di connessione: (DPQ0005)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si tenta di eseguire una
query creata nell’editor Free-Hand SQL. Una connessione è una serie di
parametri che consentono di accedere a un database. Questo messaggio viene
visualizzato quando la connessione non è stata definita correttamente.
Se la connessione al database è stata definita dall’Editor Free-Hand SQL,
occorre modificarla. Per modificare la connessione, selezionare la connessione
nell’elenco Connessione dell’editor Free-Hand SQL e fare clic sul pulsante
Modifica connessione.
Se si sta utilizzando una connessione non definita nell’Editor Free-Hand SQL,
l’amministratore del database deve modificare la connessione in Designer o in
Supervisor.
non esiste. (DPQ0006)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si tenta di eseguire uno
script SQL creato nell’editor Free-Hand SQL. Il fornitore di dati SQL non è in
grado di trovare le informazioni sulla connessione a un database che dovrebbe
essere in uso e visualizza questo messaggio di errore.
Occorre vedere quale connessione al database deve utilizzare lo script SQL per
accertarsi che esista e che sia ancora valida.
Se la connessione al database non esiste, la si può definire nell’Editor Free-Hand
SQL.
Se la connessione al database esiste, è quella che è stata definita nell’Editor
Free-Hand SQL e deve essere modificata, per modificarla, selezionarla
dall’elenco Connessione dell’editor Free-Hand SQL e fare clic sul pulsante
Modifica connessione.
Se la connessione al database esiste e non è stata definita, l’amministratore del
database deve modificarla in Designer o in Supervisor.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
“Select” è l'unico comando SQL autorizzato. (QPF0001)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando il SQL è stato modificato (molto probabilmente,
manualmente) ed il comando Select è stato sostituito. Il comando SQL Select è
necessario per generare un report.
Occorre aggiungere il comando Select a SQL e rigenerarlo. Queste operazioni
possono essere eseguite nel Pannello delle query o nell’Editor Free-Hand SQL.
BusinessObjects non accetta un commento come primo comando SQL.
Errore durante la generazione di SQL: (QP0001)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante l’esecuzione di una query. Le due cause
possibili sono un errore in SQL o un problema nella connessione tra
BusinessObjects e il database.
Verificare il SQL. Se è corretto, verificare la connessione.
Errore di memoria interna durante la generazione di SQL. (QP0002)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando non vi è più memoria sufficiente per generare
SQL.
Chiudere le altre applicazioni e eseguire nuovamente la query.
Errore di memoria durante la generazione di SQL. (QP0003)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando non vi è più memoria sufficiente per generare
SQL.
Chiudere le altre applicazioni e eseguire nuovamente la query.
Combinazione di oggetti incompatibile. (QP0004)
Causa
Azione
Questo errore viene provocato da uno dei seguenti problemi nella definizione
dell’universo:
• Nell’universo vi sono oggetti incompatibili e il designer dell’universo non ha
impostato l’opzione che consente molteplici istruzioni SQL per ogni contesto.
• Non vi sono contesti nell’universo e la query ha creato un loop.
• Gli oggetti della query escludono tutte le possibili scelte SQl per una funzione
aggregata.
• L’universo contiene un oggetto che si riferisce a più tabelle in contesti
separati.
Il designer dell’universo deve effettuare le opportune modifiche all’universo
utilizzando Designer.
Messaggi di errore di accesso ai dati
251
252
Manuale per la risoluzione dei problemi
Join esterni incoerenti. (QP0005)
Causa
Azione
Questo errore è provocato da un problema di definizione dell’universo. Vi è una
combinazione errata di join esterni tra le tabelle del database.
Il designer dell’universo deve effettuare le opportune modifiche all’universo
utilizzando Designer.
Prodotto cartesiano non autorizzato. (QP0006)
Causa
Azione
Un prodotto cartesiano è il risultato di una query in cui due o più tabelle non sono
collegate da un join. Se viene eseguito, il report riporta i risultati di ogni possibile
combinazione di ogni riga della tabella. Il designer dell’universo di
BusinessObjects ha specificato che i prodotti cartesiani non erano autorizzati alla
creazione dell’universo.
Il designer dell’universo deve effettuare le opportune modifiche all’universo
utilizzando Designer. Il designer può autorizzare i prodotti cartesiani o creare i
collegamenti necessari tra le tabelle del database.
La query non è associata a una tabella. (QP0007)
Causa
Azione
Questo errore è provocato da un problema di definizione dell’universo. Vi è un
oggetto nell’universo che non può essere utilizzato da solo. Inoltre nessuna
istruzione SQL riconosce l’oggetto.
Il designer dell’universo deve effettuare le opportune modifiche all’universo
utilizzando Designer. Per maggiori informazioni, consultare il Manuale del
Designer.
Riferimento a una tabella che non esiste più. (QP0008)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando si rigenera un’istruzione SQL dopo avere
aggiornato un database e dopo avere modificato l’universo. Impossibile eseguire
l’istruzione SQL perché si riferisce a una tabella che non esiste più nell’universo.
Il designer dell’universo deve modificare l’universo utilizzando Designer cosicché
tutti gli oggetti sono collegati alle tabelle dell’universo.
Uno degli oggetti della query non è esatto. (QP0009)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando uno degli oggetti della query non esiste più
nell’universo.
Il designer dell’universo può restituire l’oggetto all’universo utilizzando Designer
oppure l’utente può rimuovere l’oggetto dalla query.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Una delle proprietà della query non è esatta. (QP0010)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si esegue una query che
include gli oggetti della condizione predefinita dal Pannello delle query. Uno degli
oggetti della condizione della query non esiste più nell’universo. La query non
può essere eseguita e viene visualizzato il messaggio di errore.
Chiedere al designer dell’universo informazioni sull’universo e sull’oggetto
condizione. Con Designer, il designer dell’universo può definire gli oggetti che
fungono da condizioni predefinite su una classe. Sia il designer dell’universo ha
bisogno di definire l’oggetto condizione, sia l’utente deve creare una query senza
condizione. Per ulteriori informazioni su come definire gli oggetti condizione,
consultare il Manuale del designer.
Impossibile trovare il file .PRM. (QP0011)
Causa
Azione
BusinessObjects non riesce a trovare un file .prm. Un file .prm contiene tutti i
parametri necessari alla creazione e alla gestione degli universi BusinessObjects
e a generare query. Questo errore indica che BusinessObjects è stato installato
in modo errato.
Installare di nuovo BusinessObjects. Per ulteriori informazioni, consultare il
manuale d’installazione e configurazione del sistema operativo in uso.
La condizione complessa ha creato un prodotto cartesiano. (QP0013)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando s’inserisce un calcolo come parte di una
condizione complessa. Il calcolo è l’uso di oggetti che si riferiscono a tabelle
scollegate. Un prodotto cartesiano è il risultato di una query in cui due o più
tabelle non sono collegate da un join. Se viene eseguito, il report riporta i risultati
di ogni possibile combinazione di ogni riga della tabella.
Il designer dell’universo può utilizzare Designer per collegare le tabelle a cui
fanno riferimento gli oggetti nel calcolo. Oppure l’utente può rimuovere la
condizione dalla query.
Loop in una condizione complessa. (QP0014)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando s’inserisce un calcolo come parte di una
condizione complessa. Il calcolo utilizza oggetti le cui tabelle formano un loop.
Il designer dell’universo deve utilizzare Designer per collegare le tabelle a cui
fanno riferimento gli oggetti nella query in modo che non formino un loop. Oppure
l’utente può rimuovere la condizione dalla query.
Messaggi di errore di accesso ai dati
253
254
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questa query è troppo complessa. Una delle sottoquery contiene oggetti
incompatibili. (QP0015)
Causa
Azione
Questo errore si verifica in caso di query complessa che contiene molteplici
sottoquery e gli oggetti di una sottoquery sono incompatibili con gli oggetti di
un’altra sottoquery.
Occorre esaminare le sottoquery della query complessa per garantire che tutti gli
oggetti delle sottoquery siano compatibili.
Per ulteriori informazioni sulle query complesse, consultare il Manuale dell’utente
di BusinessObjects: accesso ai dati e analisi dei dati.
Il server non risponde. (QP0016)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si esegue una query dal
Pannello delle query e non viene restituito alcun dato dal server. Vi sono tre
cause possibili:
• Il middleware non è stato configurato correttamente.
• I parametri della connessione di BusinessObjects non sono validi.
• Il server del database è in arresto.
Fare clic sul pulsante Dettagli nella finestra di dialogo Connessione relativa al
task da eseguire. Annotare il messaggio di errore del database o del middleware
e rivolgersi all’amministratore del database.
Le colonne della clausola SELECT non corrispondono agli oggetti
risultato. (QP0017)
Causa
Azione
Questo errore di solito si verifica quando si modifica SQL manualmente
nell’editor Free-hand SQL. Vi sono sia troppi o troppo pochi campi nella clausola
Select in confronto al numero di oggetti del Pannello delle query.
Occorre modificare il SQL in modo che vi sia lo stesso numero di campi nella
clausola Select che di oggetti nel Pannello delle query.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore di sintassi nella variabile. (QP0018)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando uno degli oggetti della query contiene un
[email protected] o una [email protected] che è stata definita in modo sbagliato nell’universo.
Il designer dell’universo deve ridefinire il [email protected] o la [email protected] nell’universo
utilizzando Designer.
Sintassi di @Prompt.
La sintassi della funzione è la seguente:
@Prompt(‘messaggio’,[‘tipo’],[lov],[MONO|MULTI],[FREE|CONSTRAI
N])
dove
• messaggio è il testo di un messaggio racchiuso tra virgolette semplici.
• tipo è uno dei seguenti elementi: ‘A’ sta per alfanumerico, ‘N’ per numerico, e
‘D’ per data.
• lov può essere sia:
- un elenco dei valori tra parentesi (ciascun valore deve essere in virgolette
semplici e separato da virgole), oppure
- il nome di una classe e oggetto separati da una barra inversa e tra virgolette
semplici.
• MONO significa che il prompt accetta un solo valore.
MULTI significa che il prompt può accettare più valori.
• FREE si riferisce a un input libero in opposizione a CONSTRAIN, che significa
che l’utente finale deve scegliere un valore suggerito dal prompt.
NOTA
Gli ultimi quattro argomenti sono opzionali. Tuttavia, se si omette un argomento,
occorre immettere comunque le virgole come separatori.
Messaggi di errore di accesso ai dati
255
256
Manuale per la risoluzione dei problemi
Sintassi di @Variabile.
La sintassi della funzione è la seguente:
@Variabile(‘mionome’)
dove mionome può essere uno dei seguenti elementi:
• Il testo di un oggetto interattivo precedentemente creato con la funzione
@Prompt, ad esempio il primo argomento immesso nella funzione @Prompt.
• Una variabile di sistema di BusinessObjects come BOUSER o BOPASS.
Queste variabili rappresentano rispettivamente il nome utente e la password
che formano l’identificazione utente. Le variabili di sistema esistono anche
per il collegamento al RDBMS.
Per maggiori informazioni sulla sintassi esatta per la definizione di @Prompt o di
@Variabile, consultare il Manuale del Designer.
Non si è autorizzati a utilizzare l’oggetto [nome]. (QP0019)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando un utente tenta di aprire un documento creato
da un altro utente e il documento contiene un oggetto per cui l’utente non ha diritti
di accesso.
Il supervisore di BusinessObjects può dare i diritti di accesso all’oggetto.
La risoluzione dell’utilizzazione degli aggregati è terminata in errore.
(QP0020)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante la generazione SQL perché un oggetto
indicatore che era stato definito utilizzando la funzione @Aggregate_Aware era
stato definito in modo sbagliato. Occorre definire questi oggetti indicatori per
impostare gli aggregati. La funzione aggregata migliora le prestazioni delle
transazioni SQL. A causa di una definizione inesatta, SQL non può essere
generato.
Il designer dell’universo deve esaminare gli oggetti indicatore definiti con la
funzione @Aggregate_Aware per accertarsi che la sintassi sia esatta.
Sintassi di @Aggregate_Aware
La sintassi della funzione @Aggregate_Aware è la seguente:
@Aggregate_Aware (somma(tabella_agg_1, ...
somma(tabella_agg_n))
dove agg_table_1 è la tabella con il livello di aggregazione più elevato e
agg_table_n la tabella con il livello più basso. Occorre inserire in modi di tutte le
tabelle aggregate come argomenti. Inoltre, prestare attenzione all’ordine in cui si
pongono i nomi delle tabelle; l’ordine di precedenza è da sinistra a destra.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il designer deve inoltre accertarsi che vi è un elenco di oggetti incompatibili e/o
condizioni incompatibili predefinite per ogni tabella aggregata nell’universo.
Per maggiori informazioni sulla funzione di aggregazione e @Aggregate_Aware,
consultare il Manuale del Designer.
Condizione ambigua su un indicatore. Eliminarla o annullare il livello
dell’analisi. (QP0021)
Causa
Azione
Quando si sceglie un livello dell’analisi più profondo, si aggiungono oggetti da
livelli inferiori nella gerarchia della query. SQL utilizza Raggruppa per ordine per
generare una sottoquery sincronizzata. Gli operatori Uguale a, Tranne, Maggiore
di, Minore di, Maggiore o uguale a, Minore o uguale a possono generare una
sottoquery sincronizzata. Gli operatori Tra, Corrisponde ai criteri di ricerca e In
elenco non possono generare una sottoquery sincronizzata. Il SQL non può
essere generato.
È possibile modificare la query o eliminare il livello dell’analisi.
Impossibile creare una nuova scheda prima di inserire almeno un oggetto
risultato. (QP0022)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato se si tenta di creare una seconda
query che si desidera combinare alla prima e sono stati eliminati tutti i risultati
dalla prima query.
Porre almeno un risultato nella scheda della prima query.
Impossibile combinare le sottoquery. (QP0023)
Causa
Questo messaggio di errore viene visualizzato se si tenta di combinare una
sottoquery di una query a una seconda query. Ciò non è autorizzato.
Impossibile eliminare questa query. Eliminare prima la condizione. (QP0025)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato se si tenta di eliminare una query a cui è
stata collegata una sottoquery senza prima eliminare la sottoquery ad essa
collegata.
Per eliminare una query, occorre prima eliminare la sottoquery.
Alcuni oggetti obsoleti sono stati eliminati dalla query. (QP0027)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante la generazione di SQL in quanto nella query
sono contenuti oggetti che il designer dell’universo ha rimosso dalla query
stessa.
È necessario eseguire di nuovo la query senza gli oggetti eliminati.
Messaggi di errore di accesso ai dati
257
258
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questa stored procedure è stata eliminata. (DPS0001)
Causa
Azione
Una stored procedure è un tipo di fornitore di dati BusinessObjects. Una stored
procedure è uno script SQL memorizzato nel RDBMS. Il supervisore definisce
una connessione al database contenente la stored procedure e la assegna
all’utente. In tal caso, si tenta di utilizzare una stored procedure che è stata
eliminata. BusinessObjects non è in grado di generare il report.
Sia il supervisore deve ridefinire la connessione al database contenente la stored
procedure e assegnarla all’utente, sia occorre utilizzare un altro fornitore di dati.
Non si è autorizzati ad utilizzare questa stored procedure. (DPS0002)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si tenta di utilizzare una
stored procedure come fornitore di dati e il supervisore non ha il permesso di
utilizzarlo.
Rivolgersi al supervisore per ottenere il permesso di utilizzare la stored procedure.
Nome di gerarchia errato. (DMA0002)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando si tenta di nominare una gerarchia
con lo stesso nome di una gerarchia già esistente.
Utilizzare un nome unico per la nuova gerarchia.
Esportazione terminata in errore! (DMA0005)
Causa 1
Questo messaggio di errore viene visualizzato in seguito a un errore dopo avere
selezionato una delle seguenti opzioni di esportazione di file:
• Esporta in formato file locale – Nel caso di un tentativo di esportazione ad un
file dBase o Excel, vi è un errore di esportazione generale provocato
probabilmente da file target non disponibili, un errore interno Microsoft DAO
(come ad esempio un driver ISAM assente) oppure spazio su disco
insufficiente.
Nel caso di un tentativo di esportazione in file di testo, vi è un errore di
esportazione generale provocato probabilmente da file target non disponibili
o da spazio su disco insufficiente.
• Copia in DDE – Nel caso di un tentativo di esportazione in DDE (gli Appunti
di Windows), è stato generato un errore di esportazione generale dovuto da
memoria insufficiente.
• Esporta in RDBMS – Nel caso di un tentativo di esportazione tramite una
connessione BusinessObjects, si è verificato un errore di esportazione
generale provocato probabilmente da una connessione middleware o una
connessione inidonee, con un server in arresto o l’utente non autorizzato a
modificare una tabella esistente nel database indicato dalla connessione. Nel
caso di Esporta in RDBMS, questo messaggio di errore segue un messaggio
generato dal middleware che contiene informazioni più precise.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Causa 2
Azione
Verificare l’opzione selezionata per l’esportazione e poi intraprendere le seguenti
azioni:
Se si seleziona
Quindi...
Esporta in formato file
locale
accertarsi che i file di destinazione siano
disponibili e che vi sia spazio su disco sufficiente.
Se sono soddisfatte entrambe le condizioni,
cercare eventuali errori interni DAO, come driver
ISAM assente.
Copia in DDE
accertarsi che la memoria sia sufficiente.
Esporta in RDBMS
il messaggio di errore (middleware) precedente
deve fornire informazioni più precise.
In BusinessObjects, l’utente ha tentato di esportare i dati in Microsoft Excel. I dati
contengono comunque oggetti con i nomi composti da caratteri speciali con
significati precisi in Microsoft Excel.
Quando si esportano i dati, fare quanto segue:
1. Invece di selezionare l’opzione Esporta in formato file locale, fare clic su
Copia in DDE:.
In tal modo, è possibile copiare i dati negli Appunti di Microsoft Windows.
2. Avviare Excel e incollare (speciale) i dati nelle cellule desiderate.
I nomi dell’oggetto vengono visualizzati correttamente.
Una soluzione alternativa consiste nell’utilizzare BusinessQuery se è disponibile.
Accetta anche i dati BusinessObjects visualizzati correttamente.
Se si modifica il fornitore di dati, occorre aggiungere un componente
BusinessObjects non installato sul computer. Rivolgersi all'amministratore
del sistema. (DMA0006).
Causa
Azione
Esempio
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando si tenta di modificare un
fornitore di dati per un report BusinessObjects ed esso richiede un componente
non installato.
Rivolgersi all’amministratore del sistema per individuare questo componente
mancante ed installarlo.
Si desidera modificare un fornitore di dati che utilizza un server OLAP e non si
dispone del OLAP Access Pack sul computer.
Messaggi di errore di accesso ai dati
259
260
Manuale per la risoluzione dei problemi
Aggiornamento dei seguenti fornitori di dati terminato in errore: (DMA0007)
Causa
Questo messaggio viene visualizzato nelle seguenti situazioni:
Essbase OLAP Access Pack: se viene utilizzato un alias di tabella contenente
una parentesi.
Azione
Tutti gli altri prodotti Business Objects: Si comincia ad aggiornare il documento
che chiede di selezionare i valori. Viene visualizzata la finestra di dialogo
Immettere o selezionare i valori. Piuttosto che selezionare i valori, selezionare
Annulla nella finestra di dialogo Immettere o selezionare i valori e interrompere
l’aggiornamento del fornitore di dati.
Essbase OLAP Access Pack: l’alias di tabella non deve contenere parentesi.
Contattare l’amministratore del sistema.
Tutti gli altri prodotti Business Objects: non si tratta di un errore. Si tratta di un
messaggio che indica che il report non visualizza nuovi dati perché s’interrompe
l’aggiornamento del fornitore di dati.
Una variabile ha impedito l’aggiornamento del fornitore di dati [nome].
(DMA0008)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato nella seguente situazione. L’utente ha
iniziato ad aggiornare un documento, ma una delle variabili contenute nel
fornitore di dati (@Variabile, @Prompt, @Script) non può essere risolta. Ciò
impedisce l’aggiornamento del fornitore di dati.
L’utente o il designer dell’universo devono esaminare e, se necessario,
modificare le variabili della query. Ciò è possibile dall’Editor Free-Hand SQL o il
designer dell’universo può farlo da Designer. Per maggiori informazioni sulla
sintassi esatta delle variabili, consultare il Manuale del Designer.
Error when trying to access VBA. (DMA00009)
Causa
Azione
Si è tentato di selezionare VBA come fornitore di dati BusinessObjects.
Verificare che VBA sia stato installato correttamente.
Unable to edit the procedure. (DMA00010)
Causa
Azione
Si è tentato di modificare una routine VBA utilizzata come fornitore di dati
BusinessObjects.
La routine è già aperta nell’editor di Visual Basic. Chiuderla e tentare di nuovo.
Messaggi di errore di accesso ai dati
Manuale per la risoluzione dei problemi
Unable to create the procedure. (DMA00011)
Causa
Azione
Si è tentato di creare una routine VBA da utilizzare come fornitore di dati
BusinessObjects.
Verificare che VBA sia stato installato correttamente.
You must select a procedure in the list. (DMA00012)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire una routine VBA come fornitore di dati BusinessObjects
senza avere selezionato una routine dall’elenco.
Selezionare una routine dall’elenco.
Unable to delete the procedure. (DMA00013)
Causa
Azione
Si è tentato di eliminare una routine VBA utilizzata come fornitore di dati
BusinessObjects.
La routine è già aperta nell’editor di Visual Basic. Chiuderla e tentare di nuovo.
Messaggi di errore di accesso ai dati
261
262
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di accesso ai dati
capitolo
Messaggi di errore OLAP
264
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore OLAP
I messaggi di errore OLAP sono compresi nelle seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
OLP001 - OLP0050
Errori OLAP generali
OLC0001 - OLC 00100
BW Connect, MDX
Connect
DBD003 - DBD0015
IBM DB2 OLAP
ESB0002 - ESB0015
Hyperion Essbase
OEX0004 - OEX0034
Oracle Express
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Warning: Per ulteriori informazioni, consultare i dettagli… (OLP0001)
Causa
Azione
La lunghezza del messaggio di avvertimento è troppo grande per la finestra di
dialogo. Questo messaggio di avvertimento viene visualizzato per chiedere
all’utente di fare clic su Dettagli per vedere un altro messaggio di avvertimento.
Fare clic su Dettagli e agire sulle informazioni contenute nel secondo messaggio
di avvertimento.
Il server non risponde. (OLP0003)
Causa
Azione
Esempio
Il messaggio viene visualizzato dopo avere fatto clic su Continua nell’Editor
OLAP per generare il report BusinessObjects, ma BusinessObjects non è in
grado di generare il report per un problema legato al server.
Rivolgersi all’amministratore del database o del sistema.
Il server è in arresto o non vi è nessuna connessione aperta tra il client e il server.
Errore generale. (OLP0005)
Causa
Azione
Esempio
Si tratta di un messaggio di errore iniziale che chiede di fare clic su Dettagli per
vedere un altro messaggio di errore. Il che può significare che la connessione al
server OLAP non è stata configurata correttamente sul client PC.
Fare clic su Dettagli e cercare una spiegazione del secondo messaggio di errore
in questo manuale.
Si tenta di creare un report sulla base di un server SAP BW. Quando s’immettono
le informazioni del server e si fa clic su Successivo, si ottiene il precedente
messaggio di errore.
Verificare che la macchina client sia stata configurata correttamente per
collegarsi a un server SAP BW. Fare quanto segue:
1. Installare DCOM e MDAC (Microsoft Data Access Components).
2. Verificare che le seguenti dll si trovino nella stessa libreria:
mdrmsap.dll
mdxpars.dll
mdrmdlg.dll
3. Assicurarsi che il file librfc32.dll si trovi nella cartella di sistema.
Messaggi di errore OLAP
265
266
Manuale per la risoluzione dei problemi
4. Registrare le seguenti dll: mdrmsap e ScErrLkp.
- A tale scopo, selezionare Avvio > Esegui > REGSVR32 (cartella della
posizione) \mdrmsap.dll e REGSVR32 (cartella di posizione)\ScErrLkp.dll.
- Si può inoltre avviare l’applicazione REGSVR32.exe e trascinare e
rilasciare i due file.
- Si ottiene un messaggio che conferma l’avvenuta registrazione delle dll.
5. Modificare il file saprfc.ini per collegarsi al server.
Per esempio:
DEST=ServerName
TYPE=A
ASHOST=/H/IP Address
SYSNR=43
6. Per Windows 98, aggiungere la variabile saprfc.ini al percorso nel file
autoexec.bat.
set RFC_INI=cartella\saprfc.ini
Nota: non vi sono spazi dopo il segno di uguaglianza (=).
Per Windows NT, aggiungere quanto segue nella finestra Proprietà del
sistema:
Variabile d’ambiente del sistema=RFC_INI
Valore=cartella\saprfc.ini
NOTA
I punti di cui sopra sono la configurazione prerequisita per BusinessObjects per
collegarsi a un server SAP BW.
Errore di memoria. (OLP0006)
Causa
Azione
Memoria insufficiente. Si tratta di un problema di mancanza di spazio nella
memoria e non di una mancata distribuzione temporanea di spazio memoria che
può verificarsi
nei processi multi-thread.
Verificare i requisiti di sistema per assicurarsi di disporre di memoria sufficiente
per BusinessObjects. Oppure, chiudere le altre applicazioni per liberare
memoria.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a modificare questo fornitore di dati. (OLP0007)
Causa
Azione
L’amministratore del database non ha attribuito accesso in scrittura al fornitore di
dati.
Chiedere all’amministratore del database di attribuire l’accesso in scrittura al
fornitore di dati.
Impossibile stabilire la connessione con il server. (OLP0010)
Causa
Azione
Esiste un parametro errato nella schermata dell’assistente per il collegamento a
un server OLAP.
Vari server possono richiedere d’inserire parametri diversi per stabilire una
connessione. Se in una schermata viene richiesto d’immettere una password, è
possibile che sia stata inserita in modo errato. L’utente potrebbe avere scelto una
configurazione sbagliata.
Digitare di nuovo la password e accertasi che tutte le configurazioni dell’elenco
siano valide.
Impossibile disconnettersi dal server. (OLP0011)
Causa
Azione
Problema con il server.
Rivolgersi all’amministratore del sistema.
Troppe colonne. (OLP0012)
Causa
Azione
Per Essbase e DB2, la Griglia deve avere al massimo 255 colonne. Se un’azione
quale l’aggiunta di una colonna o il drill down crea più di 255 colonne, viene
visualizzato questo messaggio di errore.
Si può ridurre il numero di colonne della Griglia prendendo una dimensione
dall’asse orizzontale e utilizzarlo come filtro.
Impossibile aggiungere una dimensione all’asse orizzontale. (OLP0013)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, l’aggiunta di una dimensione all’asse
orizzontale è una delle cose da fare prima di aggiornare il report. Vi è
probabilmente un problema legato alla dimensione.
L’amministratore del database deve esaminare la dimensione che si tenta di
aggiungere all’asse orizzontale per accertarsi che sia stato definito
correttamente nel server.
Messaggi di errore OLAP
267
268
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiungere una dimensione all’asse verticale. (OLP0014)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, l’aggiunta di una dimensione all’asse
verticale è una delle cose da fare prima di aggiornare il report. Vi è probabilmente
un problema legato alla dimensione.
L’amministratore del database deve esaminare la dimensione che si tenta di
aggiungere all’asse orizzontale per accertarsi che sia stato definito
correttamente nel server.
Impossibile aggiungere un indicatore. (OLP0015)
Causa
Azione
Esempio
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Vi è sia un problema con l’indicatore stesso sia
al momento dell’aggiunta si creano troppe colonne nella Griglia.
Annotare il server OLAP a cui è collegato BusinessObjects.
• Se si è collegati a un server Essbase o DB2, verificare il numero di colonne
nell’asse orizzontale. Se il numero è vicino a 255, ridurre il numero di colonne.
• Esaminare la definizione dell’indicatore.
È inoltre possibile aggiungere un indicatore all’asse orizzontale che crea più di
255 colonne. Essbase e DB2 non sono in grado di supportare più di 255 colonne.
Probabilmente, un indicatore è stato definito male.
Impossibile aggiungere un filtro. (OLP0016)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, l’aggiunta di un filtro è una delle cose
da fare prima di aggiornare il report. Probabilmente, l’utente ha scelto un valore
che non può essere utilizzato come filtro.
L’utente o l’amministratore di database deve verificare la definizione del valore in
uso come filtro.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile rimuovere una dimensione dall’asse orizzontale. (OLP0017)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, la rimozione di una dimensione
dall’asse orizzontale è una delle cose da fare prima di aggiornare il report.
Probabilmente, la rimozione di una data dimensione dall’asse orizzontale ha
provocato un problema di generazione della query, in particolare quando si è
tentato di eliminare l’unica dimensione da un asse.
Verificare la Griglia per vedere se le dimensioni restanti, gli indicatori e filtri
costituiscono una query. Se non vi sono dimensioni nell’asse orizzontale,
aggiungerne una.
Impossibile rimuovere una dimensione dall’asse verticale. (OLP0018)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, la rimozione di una dimensione
dall’asse verticale è una delle cose da fare prima di aggiornare il report.
Probabilmente, la rimozione di una data dimensione dall’asse orizzontale ha
provocato un problema di generazione della query, in particolare quando si è
tentato di eliminare l’unica dimensione da un asse.
Verificare la Griglia per vedere se le dimensioni restanti, gli indicatori e filtri
costituiscono una query. Se non vi sono dimensioni nell’asse verticale,
aggiungerne una.
Impossibile rimuovere un indicatore. (OLP0019)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, la rimozione di un indicatore dalla
Griglia è una delle cose da fare prima di aggiornare il report. Probabilmente, la
rimozione di un indicatore dalla Griglia ha provocato un problema di generazione
della query, in particolare quando si è tentato di eliminare l’unico indicatore.
Verificare la Griglia per vedere se le dimensioni restanti, gli indicatori e filtri
costituiscono una query completa. Se non vi sono indicatori nella Griglia,
aggiungerne uno.
Messaggi di errore OLAP
269
270
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile rimuovere un filtro. (OLP0020)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, la rimozione di un filtro dalla casella
Filtri è una delle cose da fare prima di aggiornare il report. Probabilmente
l’eliminazione di un filtro dalla casella Filtri ha provocato un problema di
generazione della query.
Verificare la Griglia per vedere se le dimensioni, gli indicatori e filtri costituiscono una
query. Verificare che vi siano dimensioni su entrambi gli assi e che vi sia almeno un
indicatore da qualche parte nella Griglia. Accertarsi che il fatto di eliminare il filtro non
crei un report con più di 255 colonne per i server Essbase e DB2.
Impossibile invertire gli assi. (OLP0021)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, l’inversione degli assi è una delle
cose da fare prima di aggiornare il report. È possibile che l’inversione degli assi
abbia provocato un problema di generazione della query.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, è possibile anche che l’inversione
degli assi abbia creato un report con più di 255 colonne. Essbase e DB2 non
supportano più di 255 colonne.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, controllare nella Griglia se si sta
generando un report con più di 255 colonne. Ridisporre le dimensioni e gli
indicatori o creare un filtro in modo da ridurre il numero di colonne.
Impossibile spostare una dimensione. (OLP0022)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di dialogo
Errore generale viene visualizzata in caso di problema nell’aggiornamento di un
report BusinessObjects generato. Di solito, lo spostamento di una dimensione è
una delle cose da fare prima di aggiornare il report. È possibile che lo spostamento
di una dimensione abbia provocato un problema di generazione della query.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, è possibile anche che lo
spostamento di una dimensione abbia creato un report con più di 255 colonne.
Essbase e DB2 non supportano più di 255 colonne.
Ridisporre le dimensioni e gli indicatori o creare un filtro in modo da ridurre il
numero di colonne.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore interno. (OLP0023)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato in caso di un documento
danneggiato che la versione installata di BusinessObjects non è in grado di
leggere. Possono esservi due motivi all’origine del problema:
• Vi è un problema di connessione al server.
• Vi è un problema di connessione al database.
L’utente e l’amministratore del database devono controllare le connessioni al
server e al database.
Impossibile eseguire il drill down. (OLP0031)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic su Dettagli nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di
dialogo Errore generale viene visualizzata in caso di problema
nell’aggiornamento di un report BusinessObjects generato. Probabilmente è
stato fatto un drill down su una dimensione prima di aggiornare il report. Con il
drill down, si è verificato un problema con la definizione di una dimensione o di
uno dei suoi membri.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, il drill down può creare un report con
più di 255 colonne. Essbase e DB2 non supportano più di 255 colonne.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, controllare nella Griglia se si sta
generando un report con più di 255 colonne. Essbase e DB2 non supportano più
di 255 colonne. Ridisporre le dimensioni e gli indicatori o creare un filtro in modo
da ridurre il numero di colonne.
Se si è collegati a un’altra piattaforma, verificare la definizione delle dimensioni
su cui si esegue il drill per accertarsi che siano valide.
Impossibile eseguire il drill up. (OLP0032)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic su Dettagli nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di
dialogo Errore generale viene visualizzata in caso di problema
nell’aggiornamento di un report BusinessObjects generato. Probabilmente è
stato fatto un drill up su una dimensione prima di aggiornare il report. Con il drill
up, si è verificato un problema con la definizione di una dimensione o di uno dei
suoi membri.
Verificare le definizioni delle dimensioni su cui si esegue il drill per accertarsi che
siano valide.
Messaggi di errore OLAP
271
272
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si è verificato un problema di configurazione relativo alla rete, al server o al
client. Impossibile visualizzare l’editor OLAP. (OLP0037)
Causa
Azione
Se si ottiene questo messaggio la prima volta che si tenta di avviare
BusinessObjects dopo l’installazione, il problema è dovuto a un’installazione
errata. Se non si lancia BusinessObjects per la prima volta dopo l’installazione,
vi è un problema di configurazione relativo alla rete, al server o al client.
Se è la prima volta che si lancia BusinessObjects dopo l’installazione, reinstallare
il prodotto. Se non è la prima volta, l’amministratore del sistema deve verificare
la rete, il server e il client.
Asse delle colonne danneggiato. (OLP0044)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando BusinessObjects non è in
grado di leggere un documento per aggiornarlo e scopre un problema con gli
oggetti del database nell’asse orizzontale. Di solito, ciò implica situazioni in cui
gli oggetti del database quali i membri della dimensione della Struttura del cubo
non esistono nel database.
L’utente o l’amministratore del database deve rivedere le dimensioni dell’asse
orizzontale per accertarsi che siano state definite correttamente e che vi sia una
corrispondenza precisa tra la Struttura del cubo e il database.
Asse delle righe danneggiato. (OLP0045)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato quando BusinessObjects non è in
grado di leggere un documento per aggiornarlo e scopre un problema con gli
oggetti del database nell’asse verticale. Di solito, ciò implica situazioni in cui gli
oggetti del database quali i membri della dimensione della Struttura del cubo non
esistono nel database.
L’utente o l’amministratore del database deve rivedere le dimensioni dell’asse
verticale per accertarsi che siano state definite correttamente e che vi sia una
corrispondenza precisa tra la Struttura del cubo e il database.
Impossibile sostituire la dimensione sull’asse orizzontale. (OLP0047)
Causa
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic su Dettagli nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di
dialogo Errore generale viene visualizzata in caso di problema
nell’aggiornamento di un report BusinessObjects generato. Probabilmente si è
tentato di sostituire una dimensione sull’asse orizzontale prima di aggiornare il
report.
Può esservi un problema relativo alla definizione della dimensione che si
desidera utilizzare come sostituzione.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Se si è collegati a un server Essbase o DB2, la dimensione sostitutiva può creare
un report con più di 255 colonne. Essbase e DB2 non supportano più di
255 colonne.
Se si è collegati a un server Essbase o DB2 e la configurazione della Griglia crea
un report con più di 255 colonne, riconfigurare l’asse orizzontale utilizzando i filtri
per ridurre il numero di colonne.
Se si è collegati a un altro server, l’amministratore del database deve rivedere la
definizione della dimensione che si desidera utilizzare come sostituzione.
Impossibile sostituire la dimensione sull’asse verticale. (OLP0048)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in una finestra di dialogo secondaria dopo
avere fatto clic su Dettagli nella finestra di dialogo Errore generale. La finestra di
dialogo Errore generale viene visualizzata in caso di problema
nell’aggiornamento di un report BusinessObjects generato. Probabilmente si è
tentato di sostituire una dimensione sull’asse verticale prima di aggiornare il
report.
Può esservi un problema relativo alla definizione della dimensione che si
desidera utilizzare come sostituzione.
L’amministratore del database deve rivedere la definizione della dimensione che
si desidera utilizzare come sostituzione.
La struttura del database è vuota. (OLP0050)
Causa
Azione
Un database è danneggiato.
L’amministratore del database deve risolvere i problemi relativi al database.
Impossibile creare l’oggetto OLAP. (OLC0001)
Causa
Azione
Questo errore si verifica prima della generazione della query MDX.
BusinessObjects non è in grado di creare uno degli oggetti OLAP necessari alla
query. La causa più probabile di tale problema è l’assenza delle DLL corrette
installate.
Assicurarsi di avere installato le versioni DLL contenute nel CD-ROM
BusinessObjects.
Impossibile connettersi al server OLAP. (OLC0005)
Causa
Azione
BusinessObjects non è in grado di connettersi al server OLAP. È possibile che il
server non sia in esecuzione o che in una finestra di apertura sessione siano stati
immessi un nome utente o una password errati.
Immettere di nuovo il nome utente e la password. Se tali dati sono stati immessi
correttamente, accertarsi che il server sia in esecuzione.
Messaggi di errore OLAP
273
274
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eseguire la query. (OLC0010)
Causa
Azione
BusinessObjects non è in grado di eseguire la query MDX sul server OLAP.
L’MDX generato dalla query nel relativo pannello OLAP include delle opzioni che
non sono supportate dal server MS OLAP Services a cui si è connessi.
Semplificare i filtri nella query. Se non è possibile evidenziare le opzioni non
supportate dal server, contattare il supporto tecnico di Business Objects
descrivendo il contenuto del pannello delle query OLAP e il codice MDX generato
in modo da individuare il codice che ha causato l’errore.
Nessuna colonna e nessun dato da recuperare. (OLC0015)
Causa
Azione
BusinessObjects ha generato la query MDX e sta recuperando i dati per la
creazione del report. durante tale operazione di recupero riscontra la presenza
di una colonna priva di valori. Il report che viene visualizzato presenta dei valori
solo nelle colonne per cui è possibile recuperare i dati. Nella maggior parte dei
casi, tale problema si verifica se è stata attivata l’eliminazione dei dati mancanti
e la query riscontra dei valori vuoti.
Nella finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP, deselezionare la casella di
controllo Elimina i dati mancanti o errati dai risultati della query, quindi eseguire
di nuovo la query.
OLE DB non registrato nel registro. (OLC0020)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante l’inizializzazione di OLE DB ed è dovuto ad
un’installazione errata del suddetto.
Installare di nuovo MDAC 2.5, ossia il middleware contenente OLE DB.
Si è verificato un errore durante l’esecuzione della query. (OLC0025)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato in seguito ad un errore di sintassi MDX.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects descrivendo il contenuto del
pannello delle query OLAP e il codice MDX generato in modo da individuare il
codice che ha causato l’errore.
Nessuna informazione sulla colonna. (OLC0030)
Causa
BusinessObjects ha generato la query MDX e sta recuperando i dati per la
creazione del report. durante tale operazione di recupero riscontra la presenza
di una colonna priva di valori. Il report che viene visualizzato presenta dei valori
solo nelle colonne per cui è possibile recuperare i dati. Nella maggior parte dei
casi, tale problema si verifica se è stata attivata l’eliminazione dei dati mancanti
e la query riscontra dei valori vuoti.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Nella finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP, deselezionare la casella di
controllo Elimina i dati mancanti o errati dai risultati della query, quindi eseguire
di nuovo la query.
Impossibile recuperare una riga. (OLC0035)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante l'esecuzione della query. Per la creazione del
report, la query recupera i dati riga per riga. Non è in grado di recuperare una riga
in particolare, quindi viene visualizzato il messaggio di errore. Solitamente,
questo errore si verifica in seguito ad un problema di connessione.
Assicurarsi che la connessione stia funzionando correttamente, quindi eseguire
di nuovo la query.
Impossibile recuperare un risultato della query. (OLC0040)
Causa
Azione
Questo errore si verifica durante l'esecuzione della query. La query non è in
grado di recuperare i dati necessari alla creazione del report.
È possibile modificare ed eseguire di nuovo la query. Se il messaggio viene
visualizzato di nuovo, contattare il supporto tecnico di Business Objects
descrivendo il contenuto del pannello delle query OLAP e il codice MDX generato.
Impossibile determinare il tipo di ordinamento per la dimensione. (OLC0050)
Causa
Azione
È stato definito un ordinamento personalizzato per una dimensione nel pannello
delle query OLAP. BusinessObjects non è in grado di determinare il tipo di
ordinamento che si desidera eseguire.
Verificare l’ordinamento personalizzato.
Impossibile creare ordinamenti sulla dimensione a partire dalla definizione
nel pannello delle query OLAP. (OLC0055)
Causa
Azione
È stato definito un ordinamento personalizzato per una dimensione nel pannello
delle query OLAP. BusinessObjects è stato in grado di leggere la definizione
dell’ordinamento personalizzato, ma non di tradurlo in un ordinamento
personalizzato BusinessObjects.
Verificare e modificare l’ordinamento personalizzato.
Impossibile connettersi al server OLAP. (OLC 00100)
Causa
Azione
Questo errore si verifica quando BusinessObjects Reporter non è in grado di
connettersi ad un server OLAP SAP BW.
Per risolvere tale problema, occorre verificare che:
1. Il middleware client SAP sia installato correttamente.
2. L’identificazione utente e la password siano corrette.
Messaggi di errore OLAP
275
276
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile inizializzare DB2 OLAP. (DBD0003)
Causa
Azione
BusinessObjects non riesce a collegarsi al server DB2. Di solito la causa è
un’errata installazione e una DLL mancante.
Reinstallare BusinessObjects inserendo OLAP Access Pack. Le finestre del
messaggio d’installazione riportano eventuali DLL mancanti.
Impossibile trovare l’elemento della dimensione. (DBD0004)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando un filtro del prompt è parte del
report. Si seleziona un elemento della dimensione al prompt e BusinessObjects
non è in grado di aggiornare il report perché non riesce a trovare l’elemento della
dimensione selezionato. Molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che la
definizione della dimensione sul server non include l’elemento della dimensione.
L’amministratore del database deve rivedere il database e accertarsi che vi sia
un’esatta corrispondenza tra il database sul server e la struttura del cubo.
Impossibile trovare il livello inferiore <nome> di <nome>. (DBD0005)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando un filtro del prompt è parte del
report. Al prompt si seleziona un elemento dimensione che è un livello inferiore
di un altro elemento dimensione e BusinessObjects non riesce ad aggiornare il
report perché non trova l’elemento della dimensione. Molto probabilmente ciò è
dovuto al fatto che la definizione della dimensione sul server non include
l’elemento della dimensione.
L’amministratore del database deve rivedere il database e accertarsi che vi sia
un’esatta corrispondenza tra il database sul server e la struttura del cubo.
Si è verificato un errore durante la generazione dello script del report
DB2 OLAP. (DBD0009)
Causa
Azione
La configurazione della Griglia non è in grado di produrre uno script accettabile
per il motore di calcolo del server DB2. Di solito ciò accade quando sono stati
posti troppi oggetti del database su un solo asse.
Riconfigurare la Griglia in modo che vi sia più equilibrio tra l’asse orizzontale e
quello verticale.
Valore errato. (DBD0010)
Causa
Azione
È stato inserito un valore inaccettabile in uno dei campi della casella Estrazione
dei dati della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Cercare i valori e eventualmente modificarli.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Tabella alias inesistente. (DBD0011)
Causa
Azione
È stata selezionata una tabella alias che non esiste dalla scheda Generale della
finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Selezionare una tabella alias esistente dall’elenco della finestra di dialogo
Opzioni dell’editor OLAP.
La modalità di recupero è errata. (DBD0015)
Causa
Azione
È stata selezionata una modalità di estrazione che non esiste dalla casella Filtri
della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Selezionare una modalità di estrazione valida nella finestra di dialogo Opzioni
dell’editor OLAP.
Nessuna applicazione. Rivolgersi all’amministratore del database.
(ESB0002)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore viene visualizzato dopo avere immesso la password
e fatto clic su Successivo nell’assistente Nuovo report. Ciò è dovuto al fatto che
il database non è stato installato sul server oppure che non si ha il diritto di
accesso al database.
L’amministratore del database deve rivedere l’installazione del database e
assegnare i diritti di accesso all’utente.
Impossibile inizializzare Essbase. (ESB0003)
Causa
Azione
BusinessObjects non riesce a collegarsi al server Essbase. Di solito la causa è
un’errata installazione e una DLL mancante.
Reinstallare BusinessObjects inserendo OLAP Access Pack. Le finestre del
messaggio d’installazione riportano eventuali DLL mancanti.
Impossibile trovare l’elemento della dimensione. (ESB0004)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando un filtro del prompt è parte del
report. Si seleziona un elemento della dimensione al prompt e BusinessObjects
non è in grado di aggiornare il report perché non riesce a trovare l’elemento della
dimensione selezionato al prompt. Molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che
la definizione della dimensione sul server non include l’elemento della
dimensione.
L’amministratore del database deve rivedere il database e accertarsi che vi sia
un’esatta corrispondenza tra il database sul server e la struttura del cubo.
Messaggi di errore OLAP
277
278
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare il livello inferiore <nome> di <nome>. (ESB0005)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato quando un filtro del prompt è parte del
report. Al prompt si seleziona un elemento dimensione che è un livello inferiore
di un altro elemento dimensione e BusinessObjects non riesce ad aggiornare il
report perché non trova l’elemento della dimensione. Molto probabilmente ciò è
dovuto al fatto che la definizione della dimensione sul server non include
l’elemento della dimensione.
L’amministratore del database deve rivedere il database e accertarsi che vi sia
un’esatta corrispondenza tra il database sul server e la struttura del cubo.
Si è verificato un errore durante la generazione dello script del report
Essbase. (ESB0009)
Causa
Azione
La configurazione della Griglia non è in grado di produrre uno script accettabile
per il motore di calcolo del server Essbase. Di solito ciò accade quando sono stati
posti troppi oggetti del database su un solo asse.
Riconfigurare la Griglia in modo che vi sia più equilibrio tra l’asse orizzontale e
quello verticale.
Valore errato. (ESB0010)
Causa
Azione
È stato inserito un valore inaccettabile in uno dei campi della casella Estrazione
dei dati della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Cercare i valori e eventualmente modificarli.
Tabella alias inesistente. (ESB0011)
Causa
Azione
È stata selezionata una tabella alias che non esiste dalla scheda Generale della
finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Selezionare una tabella alias esistente dall’elenco della finestra di dialogo
Opzioni dell’editor OLAP.
La modalità di recupero è errata. (ESB0015)
Causa
Azione
È stata selezionata una modalità di estrazione che non esiste dalla casella Filtri
della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Selezionare una modalità di estrazione valida nella finestra di dialogo Opzioni
dell’editor OLAP.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile inizializzare Express. (OEX0004)
Causa
Azione
BusinessObjects non riesce a collegarsi al server Express. Di solito la causa è
un’errata installazione e una DLL mancante.
Reinstallare BusinessObjects inserendo OLAP Access Pack. Le finestre del
messaggio d’installazione riportano eventuali DLL mancanti.
La modalità di recupero è errata. (OEX0005)
Causa
Azione
È stata selezionata una modalità di estrazione che non esiste dalla casella Filtri
della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Selezionare una modalità di estrazione valida nella finestra di dialogo Opzioni
dell’editor OLAP.
Valore errato. (OEX0008)
Causa
Azione
È stato inserito un valore inaccettabile in uno dei campi della casella Estrazione
dei dati della scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP.
Cercare i valori e eventualmente modificarli.
Impossibile aggiungere l’indicatore perché almeno una dimensione
è vuota. (OEX0011)
Causa
Azione
In Express, le definizioni della variabile (indicatore) comprendono le dimensioni.
È stato selezionato un indicatore contenente almeno una dimensione vuota. Un
indicatore definito con una dimensione vuota non è accettabile per
BusinessObjects.
Si può utilizzare un indicatore diverso oppure chiedere all’amministratore del
database di ridefinire l’indicatore utilizzato senza includere dimensioni vuote
nella definizione.
Impossibile connettersi al database. Verificare il nome database e la
password. (OEX0012)
Causa
Azione
Sia il nome del database sia la password sono sbagliati.
Verificare il nome del database e digitare di nuovo la password.
Impossibile connettersi a pcExpress. (OEX0013)
Causa
Azione
Problema di connessione o d’installazione sul computer locale.
Verificare che pcExpress e BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente.
Messaggi di errore OLAP
279
280
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile connettersi al server. (OEX0014)
Causa
Azione
Problema di connessione o d’installazione tra il computer locale e il server
Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server.
Argomenti della funzione non validi. (OEX0015)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Per maggiore assistenza,
consultare la documentazione Express.
Memoria insufficiente. (OEX0016)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. Indica che la memoria è
insufficiente per Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Errore generale. (OEX0017)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Buffer di uscita insufficiente. (OEX0018)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che indica che la memorizzazione allocata
è insufficiente per un valore restituito.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nessun server corrisponde alle specifiche. (OEX0019)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. Express non è in grado di
trovare il server selezionato nell’assistente.
Verificare la specifica per il server selezionato. Verificare che sia Express, sia
BusinessObjects siano stati installati e configurati correttamente tanto in locale
quanto sul server. Consultare la documentazione Express.
Fine dati o limite. (OEX0020)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Errore fatale - sessione distrutta. (OEX0022)
Causa
Azione
Si tratta di un messaggio di errore SNAPI Express che indica che un errore fatale
ha distrutto la sessione Express.
Dopo aver verificato che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e
configurati correttamente tanto in locale quanto sul server, ricollegarsi al server.
Consultare la documentazione Express per maggiori informazioni.
Impossibile caricare la DLL del fornitore di servizi. (OEX0023)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. Express non è riuscito a
caricare la DLL del fornitore di servizi.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Funzione API non implementata. (OEX0024)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. Express ha chiamato una
funzione API che non è stata implementata.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Messaggi di errore OLAP
281
282
Manuale per la risoluzione dei problemi
Incompatibilità di tipo di dati. (OEX0025)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Impossibile inizializzare una nuova sessione. (OEX0026)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. Il processo di connessione è
terminato in errore perché non è stato possibile inizializzare una nuova sessione
Express.
Verificare che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e configurati
correttamente tanto in locale quanto sul server. Consultare la documentazione
Express per maggiori informazioni.
Il server è stato arrestato. (OEX0027)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects perde la connessione a Express. Il server a cui ci si è collegati
o si tenta di collegarsi è stato arrestato.
Dopo aver verificato che sia Express, sia BusinessObjects siano stati installati e
configurati correttamente tanto in locale quanto sul server, ricollegarsi al server.
Consultare la documentazione Express per maggiori informazioni.
SNAPI locale già in esecuzione. (OEX0028)
Causa
Azione
Si tratta di un errore SNAPI Express che viene visualizzato dopo che
BusinessObjects non riesce a collegarsi a Express. La connessione SNAPI non
può essere utilizzata per BusinessObjects perché è già in esecuzione.
Accertarsi che non vi siano altre applicazioni in esecuzione che utilizzano in
parallelo la connessione SNAPI. Quindi, ricollegarsi al server. Consultare la
documentazione Express per maggiori informazioni.
Impossibile recuperare i valori della dimensione. (OEX0029)
Causa
Azione
Si è verificato un errore di database che impedisce a BusinessObjects di estrarre
i valori da una dimensione in un database Express.
Verificare che la dimensione sia stata definita correttamente. Consultare la
documentazione Express per maggiori informazioni.
Messaggi di errore OLAP
Manuale per la risoluzione dei problemi
La dimensione è vuota. (OEX0030)
Causa
Azione
BusinessObjects sta tentando di estrarre dei valori da una dimensione per la
query, ma la dimensione non ha valori.
Verificare che la dimensione sia stata definita correttamente. Consultare la
documentazione Express per maggiori informazioni.
Errore durante la fase di esecuzione. Verificare i valori delle dimensioni.
(OEX0031)
Causa
Azione
BusinessObjects sta tentando di estrarre un valore da una dimensione per la
query ma la dimensione non ha valori.
Verificare che la dimensione sia stata definita correttamente. Consultare la
documentazione Express per maggiori informazioni.
Il numero immesso nel campo corrispondente ai valori limite per le
dimensioni deve essere compreso tra <valore> e <valore>. (OEX0033)
Causa
Azione
Il campo corrispondente ai valori limite per le dimensioni consente di limitare il
numero di valori di dimensione da recuperare quando una dimensione senza
gerarchie viene inserita nella Griglia. Express limita il numero di valori della
dimensione recuperati a non più di 1000. Impostare questo numero nella scheda
Generale della finestra di dialogo Opzioni dell’editor OLAP. Questo messaggio di
errore viene visualizzato se s’imposta un numero sbagliato.
Impostare un numero autorizzato nella scheda Generale della finestra di dialogo
Opzioni dell’editor OLAP.
Messaggi di errore OLAP
283
284
Manuale per la risoluzione dei problemi
La gerarchia per la dimensione non esiste. (OEX0034)
Causa
Azione
È stata selezionata una gerarchia della dimensione inesistente. Ciò può essere
dovuto al fatto che una gerarchia è stata eliminata dal database.
Si può selezionare un’altra gerarchia oppure esaminare il database sul server
per vedere se la gerarchia esiste, ma non è visibile per BusinessObjects per altri
motivi.
Messaggi di errore OLAP
capitolo
Messaggi di errore di
BusinessQuery
286
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di BusinessQuery
I messaggi di errore relativi a BusinessQuery sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
BQM001 - BQM0009
BusinessQuery
BQ0001 - BQ0098
BusinessQuery
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questi non sono dati BusinessQuery. (BQM0001)
Causa
Azione
Questo messaggio viene visualizzato se:
• Si fa clic su una cella del foglio di lavoro che è vuota o contiene dati che non
sono stati ottenuti tramite una query di BusinessQuery.
• Quindi si seleziona il comando Modifica query o Aggiorna query dal menu
BusinessQuery.
• Il comando selezionato diventa indisponibile.
Per utilizzare i comandi Modifica query o Aggiorna query:
1. Aprire la cartella di lavoro.
2. Fare clic su una cella contenente i dati BusinessQuery.
3. Selezionare il comando desiderato.
Impossibile inserire una query in celle che contengono dati BusinessQuery.
(BQM0002)
Causa
È stata selezionata una cella contenente i dati BusinessQuery, quindi è stato
selezionato il comando Inserisci query. BusinessQuery autorizza unicamente
l’inserimento delle query nelle celle che non contengono dati BusinessQuery.
Se è stato eliminato il collegamento tra una query e la cartella di lavoro nel file
corrispondente, Excel consente d’inserire (o di creare) una query in una cella
contenente i dati BusinessQuery.
Per rimuovere il collegamento tra una query inserita e il file corrispondente,
selezionare il pulsante Rimuovi dal QueryDirector. BusinessQuery chiede di
rimuovere la query e il file corrispondente oppure di lasciare i dati così come sono
ma di interrompere il collegamento nel file di query.
Se...
• Viene selezionata la seconda opzione e rimosso solo il collegamento tra la
cartella di lavoro e il file di query.
• Selezionare una cella contenente i dati BusinessQuery.
• Viene selezionato il comando Inserisci query nel menu BusinessQuery.
BusinessQuery visualizza il seguente prompt: La cella non è vuota. Continuare?
Azione
In altre parole, si ottiene il messaggio di errore BQM0002 solo se vi è ancora un
collegamento tra la query nella cartella di lavoro e il corrispondente file.
Selezionare una cella vuota e selezionare di nuovo il comando Inserisci query.
Messaggi di errore di BusinessQuery
287
288
Manuale per la risoluzione dei problemi
Intervallo Excel non valido. (BQM0003)
Causa
Si sta creando o modificando una query e si è tentato di applicare una condizione
utilizzando l’operando Digitare un intervallo Excel nel Pannello delle query.
Questo operando consente di creare una condizione sulla base dei valori
dell’intervallo di celle a cui si fa riferimento. Ad esempio, è possibile utilizzarlo per
escludere un elenco di clienti dai dati che si desidera estrarre dal database
aziendale.
Per fare riferimento a una gamma di celle, usare una sintassi d’intervallo Excel
standard, ad esempio,
A1:H9
Azione
Esempio
dove A e H si riferiscono a colonne e 1 e 9 alle righe. Questo errore viene
visualizzato quando s’inserisce la sintassi sbagliata.
Nel Pannello delle query.
1. Fare clic su OK per uscire dalla finestra di dialogo del messaggio di errore.
2. Nell’elenco Operandi, fare doppio clic su Digitare un intervallo Excel.
3. All'interno della condizione, digitare le coordinate dell’intervallo a cui si
desidera fare riferimento nella condizione stessa:
- Immettere il riferimento nella cella superiore sinistra, ad esempio A1
- Digitare i due punti (:)
- Immettere il riferimento nella cella superiore destra, ad esempio H9.
4. Premere Invio.
BusinessQuery aggiunge le parentesi e le virgolette semplici attorno
all’intervallo immesso senza che l’utente debba farlo, in quando sono
obbligatorie.
5. Continuare a creare o a modificare la query, oppure fare clic su Esegui per
estrarre i dati.
Nella condizione, l’utente ha digitato
A1/H9
ovvero ha utilizzato una barra (/), invece dei due punti (:) per separare i valori
dell’intervallo.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Risultato parziale! (BQM0008)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Esempio
La query è stata eseguita o aggiornata, quindi annullata prima che tutti i dati
venissero restituiti dal database. BusinessQuery ha visualizzato la finestra di
dialogo Esecuzione interrotta, in cui è stato scelto di conservare un risultato
parziale selezionando Arrestare l’esecuzione e conservare i risultati parziali.
Quindi visualizzando il messaggio Risultato parziale! (BQM0008),
BusinessQuery informa semplicemente che i dati del foglio di lavoro sono
incompleti.
Per ottenere una serie completa di dati dal database, utilizzare il comando
Aggiorna query dal menu BusinessObjects.
Il supervisore BusinessObjects potrebbe avere ridotto il numero di righe di dati
che si è autorizzati a estrarre dal database. In modo simile, l’universo può
contenere limiti sulle righe.
In entrambi i casi, l’utente finale di BusinessQuery non è in grado di recuperare
la serie completa di dati dal database. L’unica cosa che può fare è rivolgersi al
supervisore o al designer e chiedere di eliminare i limiti sulle righe o sul profilo
utente o sull’universo in uso.
Il designer dell’universo ha posto un limite di 500 righe di dati nell’universo in uso.
Il database che si sta interrogando in BusinessQuery contiene più di 500 righe di
dati.
Quando si esegue o si aggiorna un query nell’universo, BusinessQuery rileva
che vi sono più righe di dati nel database che nel risultato. BusinessQuery ne
informa l’utente visualizzando il messaggio Risultato parziale!
La modifica del nome o l'eliminazione di un file di query si ripercuote su tutte
le cartelle di lavoro contenenti la query associata. (BQM0009)
Causa 1
L’utente ha utilizzato il comando Inserisci query nel menu BusinessQuery Dalla
finestra di dialogo Inserisci query che viene visualizzata, la query è stata
rinominata.
I nomi della query elencati nella finestra di dialogo Inserisci query sono in effetti
i nomi dei file di query. Un file di query corrisponde alla query creata e porta
l’estensione .bqy.
Causa 2
Se si modifica il nome del file di query, si cambia anche il nome della query così
come è stato inserito nel foglio di lavoro.
L’utente ha utilizzato il comando Inserisci query nel menu BusinessQuery Nella
finestra di dialogo Inserisci query, la query è stata eliminata facendo clic destro
sul nome corrispondente e poi scegliendo Elimina dal menu popup visualizzato.
Messaggi di errore di BusinessQuery
289
290
Manuale per la risoluzione dei problemi
I nomi della query elencati nella finestra di dialogo Inserisci query sono in effetti
i nomi dei file di query. Un file di query corrisponde alla query creata e porta
l’estensione .bqy.
Se si elimina il file di query, i dati restituiti dalla query rimangono nelle cartelle di
lavoro. Tuttavia, non è più possibile modificare né aggiornare la query perché
non esiste più.
Azione
Se non si tenta di aggiornare una cartella di lavoro contenente i dati da una query
eliminata, BusinessQuery visualizza il seguente messaggio di errore:
“Impossibile accedere al file richiesto (BQ0079).”
Per evitare di eliminare la query, fare clic su Annulla nella finestra di dialogo del
messaggio di errore.
Se si fa clic su OK, non è possibile estrarre il file di query. L’unica soluzione
consiste in:
1. Ricreare la stessa query, con lo stesso nome, in un foglio di lavoro vuoto.
2. Utilizzare il comando Aggiorna tutte le query nel menu BusinessQuery.
BusinessQuery riattiva il collegamento tra le query inserite nella cartella di
lavoro e la nuova query creata.
3. Aprire e aggiornare tutte le cartelle di lavoro contenente la query inizialmente
eliminata.
Impossibile caricare BusinessQuery. Eseguire di nuovo il programma
d’installazione. (BQ0001)
Causa
Azione
Il messaggio significa che BusinessQuery non è stato installato correttamente.
L’installazione è stata interrotta, oppure alcuni file non sono stati copiati
correttamente.
Utilizzare il programma di installazione di BusinessObjects per disinstallare
completamente BusinessQuery. Quindi, installare di nuovo BusinessQuery.
Per informazioni sulle modalità di installazione di tutti i prodotti BusinessObjects,
consultare il manuale d’installazione e configurazione del sistema operativo in uso.
Questo file non può essere sostituito. (BQ0004)
Causa
L’utente ha tentato di sostituire un file di query con un altro, ma ha ottenuto
questo messaggio di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Eliminare i file inutili e svuotare il
Cestino. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo di
svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Questi file sono identici. (BQ0005)
Causa
L’utente ha tentato d’inserire una query trovandola con il pulsante Sfoglia.
Tuttavia, BusinessQuery non consente di farlo in quanto la query si trova nella
cartella predefinita per le query. In qualche modo equivale a tentare di sostituire
il file stesso.
SUGGERIMENTO
È possibile modificare le posizioni predefinite dei file BusinessQuery dalla scheda
Cartelle predefinite della finestra di dialogo Opzioni.
Azione
Questo errore è facilmente risolvibile. Prima di tutto, uscire dalla finestra di errore
facendo clic sul pulsante OK. Quindi, dall’elenco Query disponibili della finestra
di dialogo Inserisci query, individuare la query desiderata, fare clic su di essa e
poi su OK.
Se la query che si sta cercando non è visualizzata nell’elenco, tentare
d’individuarla di nuovo con il pulsante Sfoglia.
Impossibile copiare questo file. (BQ0006)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di copiare un file BusinessQuery, ma ha ottenuto questo
messaggio di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i
file inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo
di svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Messaggi di errore di BusinessQuery
291
292
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare questo file. (BQ0007)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di creare un file BusinessQuery ma ha ottenuto questo
messaggio di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i
file inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo
di svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Impossibile spostare il file. (BQ0008)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di spostare un file BusinessQuery, ma ha ottenuto questo
messaggio di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i
file inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo
di svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Impossibile eliminare il file. (BQ0009)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente ha tentato di eliminare un file e BusinessQuery ha visualizzato questo
messaggio di errore.
L’amministratore del sistema o della rete non ha autorizzato l’utente ad eliminare
il file.
Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle cartelle
del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Il file che si tenta di eliminare potrebbe essere utilizzato da un altro utente.
Per verificare se è vero, tentare di aprire il file da Gestione risorse di Windows.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eliminare questo file di query. (BQ0010)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
L’utente ha tentato di eliminare un file e BusinessQuery ha visualizzato questo
messaggio di errore.
L’amministratore del sistema o della rete non ha autorizzato l’utente ad eliminare
il file.
Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle cartelle
del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Il file che si tenta di eliminare potrebbe essere utilizzato da un altro utente.
Per verificare se è vero, tentare di aprire il file da Gestione risorse di Windows.
Impossibile rinominare questo file di query. (BQ0011)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di copiare un file di query, ma ha ottenuto questo messaggio
di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i
file inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo
di svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Impossibile duplicare questo file di query. (BQ0012)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di duplicare un file di query, ma ha ottenuto questo messaggio
di errore. Il problema può essere dovuto a:
• Spazio su disco insufficiente per continuare l’operazione.
• Diritti di accesso a Windows: L’amministratore di Windows potrebbe non
avere fornito l’autorizzazione in lettura/scrittura necessaria alla cartella in cui
si tenta di eseguire l’azione.
Tentare quanto segue:
• Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i
file inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo
di svolgere l’operazione.
• Chiedere all’amministratore di Windows di garantire accesso pieno alle
cartelle del sistema in cui si tenta di eseguire l’azione.
Messaggi di errore di BusinessQuery
293
294
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un file di query con il nome specificato esiste già. Usare un altro
nome. (BQ0013)
Causa
Azione
Esempio
L’utente ha tentato di rinominare una query con il nome di un’altra query.
Scegliere un nome di query unico.
L’utente ha tentato di rinominare “Query 1” come “Info sulle vendite”, ma la
cartella di lavoro contiene già una query con questo nome.
La query [nome query] contiene oggetti che sono stati eliminati
dall’universo. (BQ0016)
Causa
Azione
Esempio
Il designer dell’universo ha rimosso oggetti da un universo che è stato
precedentemente usato per creare una query. Quando si aggiorna la query, il
messaggio indica che alcuni degli oggetti inseriti non esistono più. Pertanto, la
query non è in grado di recuperare i dati sulla base degli oggetti eliminati.
Chiedere al designer dell’universo di modificare l’universo secondo le proprie
esigenze e poi rieseguire la query.
Se il designer ricrea gli oggetti eliminati, tutti i dati vengono recuperati al
successivo aggiornamento della query.
L’utente ha creato una query nell’universo eModa e ha incluso i seguenti oggetti:
Stato, Città, Fatturato di vendita, Settimana, Quantità venduta. L’utente usa
questa query per controllare settimanalmente le vendite per stato e città.
È lunedì mattina e, come al solito, si aggiorna la query per sapere quali sono le
ultime novità sulle vendite. Tuttavia, dalla settimana scorsa, il designer
dell’universo ha modificato l’universo eliminando l’oggetto Quantità venduta.
Pertanto, il foglio di lavoro non visualizza più il numero di articoli venduti.
Impossibile elaborare questo foglio. (BQ0020)
Causa
Azione
Per motivi sconosciuti, BusinessQuery non ha potuto elaborare le query
contenute nel foglio di lavoro del file Excel. Il file Excel potrebbe essere
danneggiato.
Uscire da Excel, avviarlo di nuovo e caricare BusinessQuery. Se l’errore persiste,
il file è probabilmente irrimediabilmente danneggiato. Eseguire un’utility standard
tipo ScanDisk che verifica file, cartelle e superficie del disco per controllare
l’eventuale presenza di errori e ripararli. Se non funziona, utilizzare il backup del
file, se è disponibile.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
BusinessQuery non è stato inizializzato correttamente. (BQ0021)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Si è verificato un errore interno in BusinessQuery. Ciò può essere dovuto a un
certo numero di motivi.
Problema d’installazione o di configurazione di BusinessObjects.
Uscire da Excel e riavviarlo. Caricare BusinessQuery. Se l’errore persiste,
installare di nuovo BusinessQuery e BusinessObjects sul computer in uso. Per
informazioni sulle modalità di installazione di tutti i prodotti BusinessObjects,
consultare il manuale d’installazione e configurazione del sistema operativo in uso.
Vi è un errore nel registro del sistema forse perché alcune impostazioni sono
state modificate. Di conseguenza, il computer non funziona.
Di solito, non si dovrebbe modificare il registro a meno che non sia
assolutamente necessario. In caso di errore, è possibile ripristinare il registro allo
stato in cui si trovava l’ultima volta che il computer è stato avviato correttamente.
Per istruzioni in merito, consultare la guida in linea dell’editor del registro.
Vi è un problema di memoria sul computer.
Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i file
inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo di
svolgere l’operazione.
Memoria insufficiente. (BQ0023)
Causa
Azione
Il computer non ha memoria sufficiente per eseguire il task richiesto.
Uscire da Excel e liberare spazio su disco. Svuotare il Cestino e eliminare i file
inutili. Quindi lanciare Excel, caricare BusinessQuery e tentare di nuovo di
svolgere l’operazione.
Si è verificato un errore imprevisto. (BQ0024)
Causa
Azione
Si tratta di un errore non specificato, con una causa non identificabile.
Si consiglia di:
1. Salvare e chiudere la cartella di lavoro in cui si sta lavorando.
2. Scaricare BusinessQuery con il comando Scarica dal menu BusinessQuery.
3. Uscire da Excel.
4. Lanciare Excel.
5. Caricare BusinessQuery con il comando Carica dal menu BusinessQuery.
6. Aprire la cartella di lavoro e continuare a lavorare con BusinessQuery.
Messaggi di errore di BusinessQuery
295
296
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a lavorare con questo universo. (BQ0027)
Causa
Azione
Il supervisore di BusinessObjects non ha assegnato il diritto di utilizzare
l’universo. I supervisori possono attribuire o negare l’accesso agli universi su una
base per utente.
Chiedere al supervisore di attribuire il diritto di lavorare con l’universo e ritentare.
L’ID dell’universo selezionato non è valido. (BQ0032)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di creare una nuova query sulla base di un universo con un
ID non valido. Un ID viene assegnato a un universo dal repository quando un
designer lo esporta nel repository per la prima volta. Per alcuni motivi, questo ID
non è più valido probabilmente perché non è più attuale o in seguito ad azioni
d’importazione/esportazione eseguite dal designer.
Verificare lo stato dell’universo con il designer. Potrebbe essere necessario
esportare nel repository.
File non valido. (BQ0034)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di eseguire un’azione su un file BusinessQuery danneggiato.
Impossibile lavorare su questo file.
Eseguire un’utility standard tipo ScanDisk che verifica file, cartelle e superficie
del disco per controllare l’eventuale presenza di errori e ripararli. Se non
funziona, utilizzare il backup del file, se è disponibile.
Il server OLE Automation di Excel ha generato un errore imprevedibile.
(BQ0035)
Causa
Azione
Non vi è una causa specifica per questo errore.
Non vi è rimedio particolare per questo errore. Indica semplicemente che
Microsoft Excel ha riconosciuto che un processo all’interno dell’applicazione non
funziona correttamente e richiede che l’utente:
1. Esca e riavvii Excel.
2. Continui a lavorare normalmente con BusinessQuery.
Se si continua ad ottenere questo messaggio:
• Riavviare il computer.
• Verificare che Excel sia stato installato correttamente.
• Disinstallare e reinstallare Excel.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si è verificato un errore durante il caricamento di BusinessQuery. (BQ0038)
Causa 1
Il percorso del sistema contiene due istanza di BQ, ma ne occorre solo una.
Ad esempio, invece di
PATH=c:\winnt\system32;c:\BQ
il percorso deve essere:
Azione
Causa 2
Azione
PATH=c:\winnt\system32;c:\BQ;c:\BQ
Effettuare quanto segue:
1. Uscire da Excel.
2. Utilizzare una finestra DOS per rimuovere tutte le ripetizioni di BQ dal
percorso.
3. Riavviare il computer e lanciare Excel.
4. Selezionare Carica dal menu BusinessQuery.
Se si continua ad ottenere questo messaggio di errore, consultare la
seguente causa e azione.
All’inizio di una sessione di lavoro BusinessQuery, l’utente ha tentato di avviare
BusinessQuery selezionando il comando Carica dal menu BusinessQuery. Si è
verificato un errore non specificato che ha impedito il caricamento corretto di
BusinessQuery.
Effettuare quanto segue:
1. Chiudere e salvare tutte le cartelle di lavoro aperte.
2. Uscire da Excel.
3. Lanciare Excel.
4. Accertarsi che l’add-in BusinessQuery 6.1 sia visibile e attivare la finestra di
dialogo Aggiunte (menu Strumenti > comando Aggiunte).
5. Se l’aggiunta è presente in elenco, fare clic su Annulla e passare al punto 6.
- In caso contrario, fare clic su Sfoglia per individuare l’aggiunta
BusinessQuery.
- Per impostazione predefinita, il file necessario (bqapi.xll) si trova in:
$INSTALLDIR\Business Objects 6.1
6. Selezionare il file, quindi fare clic su OK.
7. Selezionare la casella BusinessQuery 6.1 nell’elenco delle aggiunte, quindi
fare clic su OK.
8. Selezionare Carica dal menu BusinessQuery.
Se BusinessQuery viene caricato correttamente, viene visualizzata la finestra
di dialogo Identificazione utente da cui è possibile inserire nome utente e
password e iniziare a lavorare nell’applicazione.
Messaggi di errore di BusinessQuery
297
298
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si è verificato un errore imprevisto durante lo scaricamento di
BusinessQuery. (BQ0050)
Causa
Azione
Alla fine di una sessione di lavoro BusinessQuery l’utente ha tentato di scaricare
l’applicazione selezionando il comando Scarica dal menu BusinessQuery. Si è
verificato un errore non specificato che ha impedito lo scaricamento corretto di
BusinessQuery.
Si suggerisce di:
1. Chiudere e salvare tutte le cartelle di lavoro aperte.
A questo punto, il menu BusinessQuery è disattivato.
2. Uscire da Excel.
3. Lanciare Excel.
Il menu BusinessQuery è disponibile.
4. Selezionare il comando Scarica nel menu BusinessQuery.
Impossibile inviare i documenti. (BQ0073)
Causa
Azione
L’invio di documenti o di query richiede una connessione al repository. Di
conseguenza, se il server in cui risiede il repository è indisponibile, oppure se la
connessione al server è andata persa, non è possibile inviare i documenti.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile recuperare i documenti. (BQ0074)
Causa
Azione
Il recupero di documenti o di query richiede una connessione al repository. Di
conseguenza, se il server in cui risiede il repository è indisponibile, oppure se la
connessione al server è andata persa, non è possibile recuperare i documenti.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile creare la cartella. (BQ0077)
Causa
Azione
Un’azione che si tenta di eseguire in BusinessQuery richiede che la cartella
venga creata nel file system. Per motivi di sicurezza, non è possibile creare le
cartelle nel file system, o perlomeno questa parte del file system.
L’amministratore di Windows può autorizzare la creazione di cartelle nel file
system.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Esempio
La prima query va creata nell’universo Emoda. BusinessQuery deve creare una
cartella in cui memorizzare il file di query (file .bqy) corrispondente alla query. Per
impostazione predefinita, la cartella si chiama Emoda e viene creata nella
cartella in MyBQY. Il percorso completo della cartella è:
Documents and Settings\<nome utente NT>\Documenti\Documenti
BusinessObjects\MyBQY\<nome utente BusinessObjects>\Emoda
Viene riportato il messaggio Impossibile creare la cartella perché il profilo utente
di Windows non autorizza la creazione di cartelle nel file system, in cui è stato
installato BusinessQuery.
Impossibile accedere alla cartella. (BQ0078)
Causa
Azione
Esempio
Un’azione che si tenta di eseguire in BusinessQuery richiede l’accesso ad una
cartella nel file system.
Le azioni di BusinessQuery che richiedono l’accesso alla cartella sono:
• Creazione, inserimento o aggiornamento delle query
• Uso della funzione Prepara/estrai
• Verifica delle proprietà della query nel QueryDirector
I motivi potenziali per cui non si può accedere alle cartelle nel file system sono
molti:
• La cartella può trovarsi sul file system di rete e la connessione è stata persa.
• La cartella può trovarsi sul file system di rete e si lavora offline.
• La cartella è stata protetta o rimossa dall’amministratore del sistema.
Il modo per superare l’errore dipende dal motivo per cui non si può accedere alla
cartella necessaria.
Se si ottiene questo messaggio quando si tenta d’inserire una query in una
cartella di lavoro, significa che la cartella che contiene i file di query è
inaccessibile. Probabilmente ciò significa che la cartella si trova su un server
remoto, non sul computer. Di conseguenza, verificare:
• Che la connessione al server funzioni correttamente.
• Che si dispone ancora del diritto di accesso al server.
• Se si lavora offline. In tal caso, e in assenza di un collegamento in rete,
attendere il recupero di quest’ultimo e poi riprovare.
Messaggi di errore di BusinessQuery
299
300
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile accedere al file richiesto. (BQ0079)
Causa
Azione
Esempio
L’utente ha tentato di eseguire un’azione su un file che non esiste più o che è
memorizzato in una posizione inaccessibile.
Se il file di cui si ha bisogno esiste, ma non è accessibile, attendere di potervi
accedere o eseguire una connessione in quella posizione. Ad esempio, se si
lavora offline, ma il file di cui si ha bisogno si trova sul server, collegarsi al server
e riprovare.
Consultare:
• BQM0009 per informazioni sul ripristino di file di query eliminati
• BQ0078 per informazioni su problemi di accesso alla cartella
L’utente ha aperto una cartella contenente la query che si chiama eModa. Però,
prima di aprire la cartella di lavoro, è stato eliminato il file di query, emoda.bqy
dal computer.
BusinessQuery non è in grado di aggiornare la query perché il file di query che
contiene la definizione della query non esiste più.
Impossibile ottenere informazioni su questo universo. (BQ0080)
Causa
Azione
L’universo ha uno stato sconosciuto nel repository. Il che significa che vi è un
problema con l’universo, ma che BusinessQuery non è in grado di determinarne
la causa precisa.
Impossibile risolvere il problema in BusinessQuery. Ciò riguarda il designer
dell’universo o il supervisore, che devono verificare che:
• L’universo si apre correttamente in Designer e che la sua definizione sia
giusta.
• L’universo non è stato esportato correttamente nel repository. Se l’universo
non si trova più nel repository, occorre che il supervisore o il designer lo
esportino di nuovo.
In ogni caso, si consiglia che il designer dell’universo apra l’universo in Designer,
verifichi che non è stato modificato né danneggiato e lo esporti di nuovo nel
repository. Per ulteriori informazioni su come lavorare sugli universi in Designer,
consultare il Manuale dell’utente di Designer.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Operazione non riuscita. (BQ0084)
Causa
Un file che deve eseguire un’azione in BusinessQuery provoca questo errore.
Ciò è noto che si verifichi quando gli utenti selezionano il comando Prepara/estrai
dal menu BusinessQuery.
Le cause note dell’errore sono:
• L’utente non ha il diritto di utilizzare almeno uno dei file implicati nell’azione
che si tenta di eseguire.
• Almeno uno dei file è di sola lettura.
• Almeno uno dei file è danneggiato.
Azione
Esempio
Verificare tutti i file implicati nell’azione che si tenta di eseguire.
Si seleziona Prepara/estrai dal menu BusinessQuery. Il comando pone tutti i file
di query in una cartella di lavoro facilitandone la distribuzione. L’azione richiede
che si abbia il diritto in scrittura ai file di query, questi file non possono essere
danneggiati.
Due file di query delle query della cartella di lavoro sono stati definiti in sola
lettura. Di conseguenza, BusinessQuery non è in grado di prepararli nella cartella
di lavoro e riporta l’errore Operazione non riuscita.
Impossibile aggiornare il fornitore di dati. (BQ0091)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
BusinessQuery non è in grado di aggiornare le query perché il fornitore di dati su
cui si basa non esiste più o è stato rimosso. Un fornitore di dati è il meccanismo
che porta i dati dalla fonte al report. In BusinessQuery il fornitore di dati è un
universo che a sua volta si basa su un database o un file di dati personale.
Chiedere al designer dell’universo informazioni su dove si trova l’universo e su
dove si trova il repository.
L’aggiornamento di un fornitore di dati richiede una connessione al repository. Di
conseguenza, se il server in cui risiede il repository è indisponibile, oppure se la
connessione al server è andata persa, non è possibile aggiornare il fornitore di
dati.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Messaggi di errore di BusinessQuery
301
302
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si è verificato un errore interno. (BQ0095)
Causa
Azione
Si è verificato un errore interno a causa di un problema d’installazione o di
configurazione con BusinessQuery e/o BusinessObjects.
Uscire da Excel. Avviare di nuovo l’applicazione, caricare BusinessQuery e
tentare di eseguire l’azione nuovamente. Se questo errore si verifica di
frequente, installare di nuovoBusinessQuery e/o BusinessObjects sul computer
in uso. Per informazioni sulle modalità di installazione di tutti i prodotti
BusinessObjects, consultare il manuale d’installazione e configurazione del
sistema operativo in uso.
Non si è autorizzati ad eseguire questo comando. (BQ0096)
Causa
Azione
Il comando BusinessQuery che si tenta di utilizzare è stato ristretto dal
supervisore di BusinessObjects. I supervisorei possono abilitare/disabilitare i
comandi su una base per utente.
Il supervisore può abilitare l’utente ad utilizzare questo comando. Una volta
svolta quest’operazione, ritentare.
Inserimento parziale. Il numero di righe restituite supera il limite di Excel.
(BQ0097)
Causa 1
Azione
Causa 2
La query appena eseguita o aggiornata ha riportato più righe di quanto non sia
autorizzato in una cartella di lavoro Excel. BusinessQuery ha inserito tante righe
quante sono quelle autorizzate da Excel.
È possibile effettuare quanto segue:
• Limitare il numero di righe riportate dalla query, sia impostando un limite
superiore (pulsante Opzioni, Pannello delle query), oppure applicando una
condizione. Consultare il Manuale dell’utente di BusinessQuery per Excel per
maggiori informazioni.
• Chiedere al supervisore d’impostare il numero massimo di righe ammesso
nel profilo utente.
• Aggiornare ad una versione di Excel che supporta il numero di righe riportato
dalla query.
Il foglio di lavoro contiene molteplici query inserite dall’alto verso il basso nel
foglio di lavoro. Quando si aggiorna la cartella di lavoro (si aggiornano cioè tutte
le query in essa contenute), i dati restituiti superano il limite di righe di Excel.
Messaggi di errore di BusinessQuery
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Inserire le query da sinistra a destra nel foglio di lavoro, in opposizione a dall’alto
verso il basso. In tal modo, si può definire una strategia SmartSpace diversa in
BusinessQuery. SmartSpace controlla in che modo vengono inserite le query nel
foglio di lavoro e determina in che modo vengono gestite le modifiche, ad
esempio, spostamento verso il basso delle celle quando vengono inserite nuove
righe di dati.
Per informazioni sulla strategia SmartSpace, consultare il Manuale dell’utente di
BusinessQuery per Excel.
Inserimento parziale. Il numero di colonne restituite supera il limite di Excel.
(BQ0098)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
La query appena eseguita o aggiornata ha riportato più di 256 colonne di dati. I
fogli di lavoro Excel possono contenere al massimo 256 colonne di dati, ma non
di più.
BusinessQuery ha inserito le prime 256 colonne di dati nel foglio di lavoro, ma i
dati restanti non vengono visualizzati.
BusinessQuery ha restituito una colonna di dati per risultato nella query. Di
conseguenza, occorre includere non più di 256 risultati in una singola query.
Se sono necessari più di 256 oggetti, si possono creare molteplici query ed
inserirle nello stesso foglio di lavoro.
Questo errore può verificarsi quando si lavora con molte query nello stesso foglio
di lavoro. Se nel foglio di lavoro le query vengono inserite da sinistra verso
destra, è possibile che la query più a destra superi il limite di 256 colonne di
Excel.
Inserire le query dall’alto verso il basso nel foglio di lavoro, in opposizione a da
sinistra a destra. In tal modo, si può definire una strategia SmartSpace diversa in
BusinessQuery. SmartSpace controlla in che modo vengono inserite le query nel
foglio di lavoro e determina in che modo vengono gestite le modifiche, ad
esempio, spostamento verso il basso delle celle quando vengono inserite nuove
righe di dati.
Per informazioni sulla strategia SmartSpace, consultare il Manuale dell’utente di
BusinessQuery per Excel.
Messaggi di errore di BusinessQuery
303
304
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di BusinessQuery
capitolo
Messaggi di errore di Broadcast
Agent
306
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di Broadcast Agent
I messaggi di errore relativi a Broadcast Agent sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
BCA0001 - BCA0138
Errori dell’amministrazione di BCA
BCAG0015 - BCAG1740
Errori dello Scheduler di BCA
BCB0001 - BCB0010
Errori della console di BCA
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nome file non valido specificato per l'opzione -vars. (BCA0001)
Causa
Azione
Le variabili utilizzate dal task programmato sono memorizzate in un file. Tuttavia,
non è possibile individuare tale file per uno dei seguenti motivi:
• Il nome specificato è errato.
• Il file è corrotto o è stato eliminato.
• Le autorizzazioni relative al file lo rendono inaccessibile all’utente di
BOManager.
• Il record del repository contenente il nome del file è corrotto.
Verificare che il nome specificato nell’opzione -vars corrisponda al nome del file
corretto e che il file esista.
Se l’errore si verifica di nuovo, il supervisore o l’amministratore del database
possono eseguire un’utility di controllo del disco (per i sistemi UNIX, l’utility fsck;
per i sistemi Windows, l’utility ScanDisk). Il supervisore può inoltre eseguire
Esamina e ripristina per correggere eventuali danni verificatisi nel disco o nel
repository.
Impossibile salvare l'intervallo tra gli aggiornamenti! (BCA0003)
Causa
Azione
La connessione al repository non ha avuto esito positivo. Ciò può essere dovuto a:
• Il server ha perso la connessione al repository a causa di problemi di rete.
• I record interessati nel repository sono attualmente bloccati da un altro utente.
• Le tabelle sono danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al record, attendere alcuni
minuti, quindi tentare di nuovo.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
307
308
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile creare la macro nel documento. (BCA0004)
Causa 1
Azione
Broadcast Agent non è in grado di inserire la macro personalizzata VBA nel
documento, probabilmente in quanto il task è in esecuzione su un cluster solo
UNIX, che non supporta VBA.
Se il task è stato inviato ad un Broadcast Agent solo UNIX, inviarlo di nuovo ad
un Broadcast Agent basato su Windows.
Utilizzare Business Objects Services Administrator per verificare che almeno un
nodo server basato su Windows sia attivo e in esecuzione nel cluster.
Assicurarsi inoltre che l’opzione Abilita elaborazione batch nei parametri
BOManager del nodo in questione sia attivata.
Causa 2
Azione
Se il problema persiste, tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
La connessione al repository è in arresto. Ciò può essere dovuto a:
• Il server ha perso la connessione al repository a causa di problemi di rete.
• I record interessati nel repository sono attualmente bloccati da un altro utente.
• Le tabelle sono danneggiate.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile caricare il dominio di sicurezza. (BCA0009)
Causa
Azione
L’accesso a Broadcast Agent è controllato tramite il dominio di sicurezza. Tale
accesso è stato negato per uno dei seguenti motivi:
• Non vi sono repository.
• Il repository non è stato aggiornato alla versione 6.1.
• Le tabelle del repository sono danneggiate.
Il supervisore può eseguire l’Assistente di configurazione dell’amministrazione o
aggiornare il repository. Se ciò è già stato fatto, il supervisore deve eseguire
un’operazione di Esamina e ripristina per risolvere tutti gli errori.
Impossibile inviare di nuovo <nome> a Broadcast Agent. Verificare che lo
stato corrisponda a quello visualizzato. (BCA0012)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere al repository. Ciò è dovuto a:
• problemi di rete
• la macchina in cui risiede il repository è indisponibile
• i domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
309
310
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile caricare la DLL di Broadcast Agent. (BCA0013)
Causa
Azione
È possibile che questo errore si verifichi quando viene avviata la Console e
quando BusinessObjects non è in grado di individuare il file dll di Broadcast
Agent. Il file dovrebbe essere installato nella:
cartella Business Objects 6.1 e si chiama kagtbcli.dll.
Il file dll può essere stato eliminato, rinominato, spostato o danneggiato. Se si
dispone di una copia di backup di questo file, copiarla nella cartella Business
Objects 6.1. Se al contrario non si dispone di un’altra copia del file, occorre
installare di nuovo Broadcast Agent.
Impossibile avviare BusinessObjects. (BCA0014)
Causa
Per elaborare un documento Broadcast Agent lancia BusinessObjects sul server
tramite il comando Esegui:
“$INSTALLDIR\bin”
Azione
In tal caso, Broadcast Agent non è in grado di trattare un documento perché non
è in grado di lanciare BusinessObjects.
Sulla macchina Broadcast Agent è possibile:
• Verificare le dimensioni, la data di creazione o di modifica del file Busobj.exe.
• Eseguire manualmente BusinessObjects.
• Eseguire ScanDisk.
• Verificare che sulla macchina vi sia memoria sufficiente. Eventualmente
uscire da alcune applicazioni.
• Se necessario, installare di nuovo BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
L'elenco degli utenti non è stato aggiornato nel dominio di sicurezza.
(BCA0016)
Causa
Azione
Potrebbe esservi un problema legato al dominio di sicurezza.
Eseguire la Console e verificare le Proprietà del task. Se tutte le impostazioni
sono esatte, il supervisore deve eseguire Esamina e ripristina per risolvere tutti i
problemi legati al dominio di sicurezza (Strumenti > Repository). Questa funzione
consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza e sul dominio dei
documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile inviare il documento a Broadcast Agent. (BCA0018)
Causa
Azione
Si è verificato un problema delle routine di gestione della memoria sul nodo
server Broadcast Agent oppure del repository.
Chiudere Broadcast Agent, quindi eseguire un riavvio a freddo della macchina
server su cui si trova Broadcast Agent. In tal modo, il sistema di gestione della
memoria della macchina viene ripristinato. A questo punto, tentare di inviare di
nuovo il documento.
Se il problema persiste, è possibile che il repository sia danneggiato. Un
supervisore deve eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository). Questa
funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul dominio
dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile generare il file temporaneo. (BCA0019)
Causa
Azione
BusinessObjects salva sempre temporaneamente i file sul disco locale prima
d’inviarli al repository. Non si dispone dell’accesso in scrittura al disco oppure sul
disco non vi è spazio libero a sufficienza per memorizzare il file.
Per i sistemi Windows, svuotare il Cestino. Se occorre, eliminare tutti i file
ridondanti o indesiderati e svuotare nuovamente il Cestino. Se si dispone
di privilegi di sola lettura sull’unità C:\, l’amministratore Windows può garantire i
privilegi di accesso completo sull’unità radice C:\.
Per le macchine UNIX, eseguire l’utility df per accertarsi di disporre di spazio su
disco. Diversamente, eliminare i file non necessari oppure spostarli in una
partizione diversa.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
311
312
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il documento non è stato salvato da BusinessObjects. (BCA0020)
Causa 1
Azione
Esempio
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Il documento è stato inviato a Broadcast Agent con uno script che contiene il
numero “1” nel nome.
Togliere il numero 1 dal nome.
Questo script si chiama script1.spt.
Il supervisore ha disattivato il comando Salva documento. Di conseguenza, se
l’utente a cui viene inviato il documento ha disattivato il comando Salva,
BusinessObjects non è in grado di salvare il documento.
Il supervisore deve modificare i diritti dell’utente.
Il percorso della cartella UserDocs contiene più di 256 caratteri.
Modificare il percorso ad una cartella mappata o a una nuova posizione, in modo
che contenga meno di 256 caratteri.
BusinessObjects terminato in errore! (BCA0021)
Causa
Azione
BusinessObjects è stato arrestato durante l’elaborazione di un documento.
Spesso l’errore è dovuto a una macro personalizzata collegata al documento
BusinessObjects. Di conseguenza, è possibile:
• Eseguire e risolvere la macro interattivamente.
• Eseguire le azioni impostate sulla macchina server (aggiornamento, stampa
e così via) su cui è in esecuzione Broadcast Agent.
Impossibile eliminare <documento> da Broadcast Agent. Verificare che lo
stato corrisponda a quello visualizzato. (BCA0022)
Causa
Azione
L’utente tenta di eliminare un task dalla Console di Broadcast Agent, ma questo
presenta lo stato In esecuzione o Esecuzione rinviata.
Non è possibile eliminare un task il cui stato è In esecuzione o Esecuzione
rinviata. Per eliminare un task dalla coda dei task. Attendere finché non viene
elaborato, quindi:
1. Fare clic sul nome del documento nella Console di Broadcast Agent.
2. Fare clic sul pulsante Elimina.
3. Confermare l’operazione facendo clic su OK.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile avviare il timer di aggiornamento! (BCA0026)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che la Fonte dati siano stati impostati
correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile arrestare il timer di aggiornamento! (BCA0028)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile sospendere il task. (BCA0030)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
313
314
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile riprendere il task. (BCA0032)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile connettersi al dominio dei documenti! (BCA0033)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile connettersi al dominio di sicurezza! (BCA0034)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Il supervisore ha definito restrizioni di tempo per l’utente che ha inviato il
documento. La programmazione impostata dall’utente non è autorizzata dalla
restrizione sul tempo applicata. Pertanto, l’accesso al dominio di sicurezza del
repository viene negato.
Inviare il documento in un altro momento oppure modificare le restrizioni di tempo
per l’utente in Supervisor.
Vi sono troppi task Broadcast Agent in esecuzione simultaneamente e tutti
tentano di aggiornare contemporaneamente il file .lsi. (File utilizzato in modalità
offline).
Nell’Administration Console, ridurre il numero di task simultanei in Broadcast
Agent. Individuare le impostazioni di Broadcast Agent, quindi modificare
l’opzione Num. max di processi BusinessObjects in corso.
Il file .lsi è danneggiato.
Effettuare una nuova copia del file a partire dal file .lsi in $LOCDATADIR.
È inoltre possibile impostare la Correzione errori su <numero di task concomitanti
autorizzati> + 1 (Console > Opzioni, scheda Avanzate).
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile disconnettersi dal dominio di sicurezza! (BCA0035)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato dopo che è stata terminata
l’elaborazione del task BusObj.exe (ad esempio accesso al repository per inviare
un documento, eseguire un aggiornamento, ecc.). Il problema è dovuto al modo
in cui si il database del repository è stato impostato per gestire l’accesso utente.
Sebbene si possa continuare a lavorare normalmente, se il messaggio viene
visualizzato ripetutamente, rivolgersi all’amministratore del database per
chiedere un consiglio.
Impossibile trovare il dominio di sicurezza! (BCA0036)
Causa
Azione
Broadcast Agent sta tentando di accedere al repository, ma il collegamento tra il
dominio dei documenti e il dominio di sicurezza è stato danneggiato e non si ha
più un accesso protetto al dominio dei documenti.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile trovare il file esterno SQL! (BCA0037)
Causa
Azione
Broadcast Agent sta tentando di utilizzare uno script SQL esterno per inviare i file
al repository. Tuttavia, Broadcast Agent non presenta il percorso giusto dello
script.
Verificare il percorso del file di script e correggerlo.
Impossibile stabilire la connessione! (BCA0039)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
315
316
Manuale per la risoluzione dei problemi
Verificare la connessione. Impossibile ottenere il cursore. (BCA0040)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Verificare la connessione. Impossibile ottenere il driver di connessione.
(BCA0041)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di collegarsi al dominio dei documenti a causa
di problemi di rete o perché la macchina in cui si trova il dominio dei documenti
è indisponibile.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile avviare Scheduler! (BCA0043)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di avviare Scheduler. Ciò può essere dovuto a
memoria insufficiente, a problemi della rete o al fatto che la macchina su cui si
trova lo Scheduler è in arresto.
Tentare quanto segue:
• Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
• È possibile che si tratti di un problema di “perdita” di memoria se la macchina
esegue e elabora lavori per un lungo periodo di tempo. In tal caso, arrestare
Broadcast Agent, eseguire un riavvio a freddo della macchina su cui si trova
Broadcast Agent e della macchina che esegue Scheduler, se non è la stessa.
In tal modo, la connessione al database viene ristabilita; ciò è quanto spesso
è sufficiente effettuare.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare le informazioni sui task. (BCA0045)
Causa
Azione
Le informazioni sul task dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se lo Scheduler non ha accesso alle
informazioni sul task. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio dei documenti.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile caricare il file di risorse. Verificare l’installazione. (BCA0046)
Causa
Azione
Uno dei file di risorse necessari per avviare l’applicazione Broadcast Agent è
stato eliminato, spostato, rinominato o danneggiato.
È necessario eseguire il programma di installazione, quindi installare di nuovo
Broadcast Agent.
Non è stato definito nessun amministratore di Broadcast Agent per il
gruppo(i) di appartenenza. Rivolgersi al supervisore. (BCA0064)
Causa
Azione
Si è tentato di inviare un documento a Broadcast Agent, ma non è stato definito
nessun Broadcast Agent per il gruppo di appartenenza.
Un supervisore può autorizzare il gruppo di appartenenza ad accedere a
Broadcast Agent.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
317
318
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare il documento sul disco rigido. (BCA0065)
Causa
Azione
I task programmati possono includere operazioni di macro quali l’apertura di file
in posizioni specifiche su macchine specifiche. Questo messaggio viene
generato nel caso in cui un task programmato non riesca ad aprire un file. Ciò
può essere dovuto al fatto che il file è stato spostato, rinominato, o eliminato dalla
posizione specificata.
Verificare che il file richiesto si trovi sempre alla posizione specificata.
La data di scadenza non può essere anteriore a quella della prima
occorrenza. (BCA0066)
Causa
Azione
Si sta utilizzando la Console di Broadcast Agent per programmare un task (dalla
scheda Programmazione nelle Proprietà del task), ma è stata specificata una
data di scadenza che precede quella d’inizio.
Modificare la data d’inizio inserendone una che precede quella di scadenza.
Nome non disponibile. (BCA0067)
Causa
Azione
Broadcast Agent sta tentando di eseguire un task programmato per aggiornare
un canale, ma il canale specificato è stato rimosso in Supervisor.
Un supervisore può fare quanto segue:
1. Avviare Supervisor.
2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su uno dei gruppi e selezionare
Proprietà.
3. Nella finestra di dialogo, selezionare la scheda Broadcast Agent.
4. Fare clic sul pulsante di scelta Broadcast Agent.
5. Fare clic su Gestisci canali.
6. Fare clic sul pulsante Aggiungi ed immettere le informazioni relative al canale
eliminato.
7. Fare clic su Chiudi e poi su OK per applicare le modifiche.
Documento sconosciuto. (BCA0068)
Causa
Azione
Il tipo di documento a cui si tenta di accedere non è supportato da questa release
di BusinessObjects. È possibile accedere esclusivamente ai documenti
WebIntelligence o BusinessObjects.
Chiedere al proprietario del documento di inviarlo di nuovo a Broadcast Agent
come documento WebIntelligence o BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aprire bochan.cdx senza accesso in lettura. (BCA0069)
Causa
Azione
Questo messaggio viene generato quando si tenta di aprire il modello predefinito
dei file canale senza avere l’accesso in lettura al file di definizione del canale
(CDF).
L’amministratore di Windows può autorizzare l’accesso completo alle cartelle del
sistema.
Impossibile generare il file di indice del canale: BOChannelldx.htm.
(BCA0070)
Causa
Azione
Questo messaggio viene generato quando si seleziona Pubblica sul canale e lo
spazio su disco della macchina su cui si trova Broadcast Agent è insufficiente per
generare il file di indice oppure l’utente non dispone dell’accesso in scrittura alle
cartelle della macchina.
Tentare quanto segue:
• Liberare spazio su disco, eliminare i file inutili e svuotare il Cestino, quindi
riprovare.
• Chiedere all’amministratore di Windows di autorizzare l’accesso completo
alle cartelle del sistema.
Errore relativo al canale. (BCA0071)
Causa
Azione
Il supervisore può definire i canali per Broadcast Agent, in modo che gli utenti
possano pubblicare automaticamente i documenti nei canali. Tuttavia, per
utilizzare tali canali occorre che Broadcast Agent interagisca con il repository,
creato e gestito dal supervisore.
Questo messaggio può essere generato nelle seguenti circostanze:
• La macchina in cui si trova il dominio di sicurezza può essere indisponibile,
oppure il collegamento in rete alla macchina non funziona più.
• Il supervisore ha rinominato o eliminato il canale.
• La sezione del dominio di sicurezza utilizzata per le informazioni sul canale è
danneggiata.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare ed accertarsi che l’elenco dei canali esista ancora.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
319
320
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile trovare il file specificato. (BCA0072)
Causa
Azione
Si sta tentando di accedere alla documentazione PDF in linea, ma i file non sono
stati installati o sono stati eliminati dopo l’installazione. I file PDF dovrebbero
trovarsi nella cartella Guide in linea\It.
Installare (o installare di nuovo) la documentazione utilizzando il programma di
installazione di BusinessObjects.
Impossibile creare l'elenco degli utenti. (BCA0090)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
BROADCAST AGENT non è in grado di eseguire operazioni di scrittura nel dominio
di sicurezza del repository, probabilmente in quanto il server che ospita il
repository è in arresto oppure la connessione in rete non funziona.
Chiedere all’amministratore di verificare la connessione in rete mediante
l'esecuzione di un “ping” del server. Se la rete funziona correttamente, occorre
che l'amministratore utilizzi un’utility quale SQL NET per verificare se vi è
risposta dal database del repository.
Alcune tabelle del dominio di sicurezza possono essere piene o danneggiate:
• tabella DS_Pending_Job
• tabella Obj_M_Timestamp
• tabella Obj_M_Genpar (proprietà)
Chiedere al supervisore di eseguire Esamina e ripristina per effettuare una delle
seguenti operazioni nel dominio di sicurezza o in un dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• compattare il database
L’account utente di Broadcast Agent non dispone delle autorizzazioni corrette
per la scrittura nel database oppure il database stesso ha raggiunto le dimensioni
limite o la capacità massima del disco.
Verificare con l’amministratore che la password non sia stata modificata e che sia
ancora possibile scrivere i dati nelle tabelle DB.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile visualizzare l'elenco degli utenti del dominio di sicurezza.
(BCA0091)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere al dominio di sicurezza del
repository. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il server che ospita il
repository è in arresto oppure che il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Alcune tabelle del dominio di sicurezza possono essere piene o danneggiate:
• tabella DS_Pending_Job
• tabella Obj_M_Timestamp
• tabella Obj_M_Genpar (proprietà)
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile aggiornare l'elenco degli utenti del dominio di sicurezza.
(BCA0092)
Causa
Broadcast Agent, come tutti i prodotti BusinessObjects che interagiscono con il
repository, talvolta può restituire errori che devono essere riparati durante la
normale gestione del repository.
In tal caso, è probabile che un documento sia stato programmato per una
distribuzione in un elenco di utenti particolare. Quando giunge il momento
programmato, Broadcast Agent tenta innanzitutto di aggiornare l’elenco degli
utenti dal dominio di sicurezza del repository prima di distribuire il documento.
Tuttavia, nel frattempo, può verificarsi uno dei casi seguenti:
• Il supervisore ha rinominato o eliminato l’elenco degli utenti.
• La sezione del dominio di sicurezza utilizzata per memorizzare gli elenchi
utente può essere danneggiata.
• La macchina in cui si trova il dominio di sicurezza può essere indisponibile,
oppure il collegamento alla macchina non funziona più.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
321
322
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare ed accertarsi che l’elenco degli utenti esista
ancora.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile impostare correttamente la frequenza dei processi. (BCA0097)
Causa
Azione
Si sta tentando di modificare le informazioni sul task di Broadcast Agent, tuttavia
non si dispone più dell’accesso al repository. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Repository bloccato da un altro utente, oppure tabelle danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia bloccato il repository, aspettare un po’,
poi ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiornare l'elenco degli utenti. (BCA0098)
Causa
Azione
L’elenco degli utenti è memorizzato nel repository. Questo messaggio viene
generato se lo Scheduler non ha accesso all’elenco utenti. Ciò può essere
dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
323
324
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile impostare la nuova data di inizio. (BCA0100)
Causa
Azione
Le informazioni sul task dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se si tenta d’impostare una nuova data
d’inizio per un task e lo Scheduler non è in grado di accedere alle informazioni
sul task. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• Un altro utente è attualmente connesso ai domini del repository, che risultano
pertanto temporaneamente bloccati. Si tratta di una funzione del database
standard e automatica che assicura che un solo utente o processo possono
aggiornare un dato valore in un determinato momento.
• Alcune delle tabelle del repository sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente o processo stiano accedendo al file, attendere
qualche istante, quindi tentare di nuovo.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile impostare il parametro di programmazione. (BCA0101)
Causa
Azione
Le informazioni sul task dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se si tenta d’impostare parametri per un task
e lo Scheduler non è in grado di accedere al repository. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile impostare la priorità dei processi. (BCA0102)
Causa
Azione
Le informazioni sul task dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se si tenta d’impostare la priorità dei processi
e lo Scheduler non è in grado di accedere al repository. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore di Broadcast Agent
325
326
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile definire il titolo del processo. (BCA0103)
Causa
Azione
Le informazioni sul processo dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se si tenta d’impostare un titolo del processo
e lo Scheduler non è in grado di accedere al repository. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
• Un altro utente sta accedendo al file.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile ripristinare l'elenco degli utenti. (BCA0104)
Causa
Azione
L’elenco degli utenti è memorizzato nel repository. Questo messaggio viene
generato se si tenta di ripristinare l’elenco degli utenti e lo Scheduler non è in
grado di accedere ad esso. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Impossibile ottenere i nomi delle colonne. (BCA0106)
Causa
Azione
Le informazioni sul processo dello Scheduler sono memorizzate nel repository.
Questo messaggio viene generato se si tenta di recuperare le informazioni
programmate sul processo e lo Scheduler non è in grado di accedere al
repository. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sui domini del repository.
• I domini del repository sono stati bloccati da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Messaggi di errore di Broadcast Agent
327
328
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile inviare il documento agli utenti! (BCA0107)
Causa
Azione
Broadcast Agent sta tentando di elaborare la richiesta programmata di
distribuzione di un report a un elenco di utenti, ma non è in grado di farlo in
quanto:
• Non vi è connessione al repository.
• L’elenco utenti non esiste più.
• Non si è autorizzati ad eseguire quest’azione.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può fare quanto segue:
• Verificare che il gruppo di utenti non sia stato eliminato in Supervisor.
• Verificare se si è autorizzati ad utilizzare Broadcast Agent.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Impossibile ottenere l'elenco dei destinatari del documento! (BCA0108)
Causa
Azione
L’utente ha richiesto a Broadcast Agent di distribuire il documento ad altri utenti
tramite il repository.
Broadcast Agent è riuscito a trattare il documento, ma non a distribuirlo perché
l’elenco degli utenti non può essere recuperato dal dominio di sicurezza del
repository.
In Supervisor:
1. Eseguire Esamina e ripristina dal dominio di sicurezza.
2. Verificare che ogni utente della lista di distribuzione esista ancora nel gruppo
giusto.
3. Se necessario, creare di nuovo l’elenco degli utenti.
In BusinessObjects:
1. Selezionare il comando Console nel menu Strumenti.
2. Fare clic sul task e poi su Proprietà.
3. Nella finestra di dialogo Proprietà, fare clic sulla scheda Distribuzione.
4. Fare clic sul pulsante A e verificare che tutti gli utenti siano visibili nella lista
di distribuzione.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
5. Se necessario, eliminare l’elenco degli utenti e ricrearlo.
6. Se necessario, eliminare il task e inviare di nuovo il documento.
Da Supervisor, eseguire Esamina e ripristina sul dominio di sicurezza.
Esempio
Sulla macchina Broadcast Agent, verificare che la zona ora, data e ora siano
esatte.
Il documento viene inviato a Broadcast Agent e viene selezionato Mario, Antonio,
Luisa e Carlo e gli utenti destinatari del documento elaborato.
Tra il momento in cui s’invia il documento e l’ora in cui Broadcast Agent lo può
trattare, il supervisore ha eliminato Luisa e Mario dal repository. Pertanto,
Broadcast Agent non è in grado di recuperare l’elenco utenti e il task termina in
errore.
Il supervisore ha disabilitato l'accesso dell'utente. (BCA0109)
Causa
Azione
Per utilizzare Broadcast Agent, il gruppo a cui appartiene l’utente deve avere
l’autorizzazione necessaria. Questa viene definita dal supervisore nella scheda
Broadcast Agente delle proprietà del gruppo. Questo messaggio viene generato
se il supervisore ha disattivato l’accesso utente.
L’accesso utente (disattivato) deve essere riattivato dal supervisore.
Impossibile accedere al file RSS. (BCA0110)
Causa
Un file .rss viene creato per ognuno dei database in uso. Questo file contiene le
informazioni utili relative alla connessione e viene memorizzato nella cartella del
database:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di trovare il file
.rss nella cartella del database e di conseguenza non è in grado di stabilire una
connessione al database.
Copiare un backup di questo file .rss nella cartella del database. Se non si
dispone di un backup, occorre che un supervisore crei di nuovo la connessione
in Supervisor.
L’SQL utilizzato è errato. (BCA0111)
Causa
Azione
BusinessObjects ha riscontrato un errore eccezionale durante un tentativo di
accesso al database aziendale.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
329
330
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l'importazione. (BCA0112)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il recupero di un documento dal repository.
L’importazione è stata interrotta per uno dei seguenti motivi:
• Si è verificato un errore di rete.
• il server in cui risiede il dominio dei documenti è in arresto.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Memoria insufficiente. (BCA0113)
Causa
Azione
Windows non dispone di memoria sufficiente per eseguire i vari sistemi server
configurati.
Verificare i requisiti di sistema per assicurarsi di disporre di memoria sufficiente
per Broadcast Agent. Oppure, chiudere le altre applicazioni per liberare
memoria. Svuotare il Cestino e eliminare i file inutili.
Errore durante l'importazione. (BCA0114)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il recupero di un documento dal repository.
L’importazione è stata interrotta per uno dei seguenti motivi:
• Si è verificato un errore di rete.
• Il server su cui risiede il dominio dei documenti è in arresto.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per l’esportazione.
(BCA0115)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di esportare un universo o d’inviare un documento ad un
utente, ma la Magic_ID assegnata all’universo o al documento nel repository è
stata danneggiata.
Solitamente, l’errore si verifica quando l’utente termina un task inviato a
Broadcast Agent in modo anormale (ad esempio, riavviando il computer). Lo
stesso accade quanto il task viene terminato in modo anormale con Broadcast
Agent. Possono esservi altri motivi, ma i più frequenti sono due.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
L’anomalia viene corretta nel Magic_ID.
Errore del database durante l'esportazione. Esportazione interrotta. (BCA0117)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando si tenta di esportare un
documento nel repository. Il repository potrebbe essere pieno.
Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sulla macchina che ospita il
dominio dei documenti.
Interruzione durante l'esportazione. Esportazione interrotta. (BCA0118)
Causa
Azione
Questo messaggio può essere generato quando si tenta di esportare un
documento nel repository. Il collegamento in rete al repository potrebbe essere
perso, il server del repository indisponibile, o le tabelle del repository piene.
Tentare quanto segue:
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
• Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sulla macchina che ospita il
dominio dei documenti.
Impossibile aprire il file. (BCA0119)
Causa
Azione
Ogni volta che Broadcast Agent invia un documento programmato al repository,
lo salva prima localmente sul disco come file temporaneo. Ciò avviene per
comprimere il file prima d’inviarlo al repository, accelerando così il processo di
trasferimento. Una volta che il documento è stato inviato al repository, il file
temporaneo viene automaticamente eliminato.
Per inviare il file compresso al repository, Broadcast Agent deve prima essere in
grado di aprire il file. Questo messaggio viene generato se Broadcast Agent non
è in grado di aprire il file temporaneo. Ciò può essere dovuto al fatto che il file non
è stato trattato correttamente.
È necessario inviare di nuovo il documento a Broadcast Agent.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
331
332
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile iniziare la transazione sul dominio di sicurezza. (BCA0120)
Causa
Azione
Lo Scheduler di Broadcast Agent non è in grado di avviare un task programmato
in quanto non vi è più connessione al dominio di sicurezza. Ciò può essere
dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio di sicurezza è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio di sicurezza sia attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente l’amministratore del database deve
attivare la funzione manualmente.
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio di sicurezza come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio di sicurezza.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile iniziare la transazione per avviare l'esportazione dei documenti
nel dominio dei documenti. (BCA0121)
Causa
Azione
Lo Scheduler di Broadcast Agent non è in grado di avviare un task programmato
in quanto non vi è più connessione al dominio dei documenti. Ciò può essere
dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente l’amministratore del database deve
attivare la funzione manualmente.
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
333
334
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eliminare il documento precedente. (BCA0122)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato quando Broadcast Agent
tenta di inviare o pubblicare di nuovo un documento programmato nel repository.
Poiché esiste già una versione precedente del documento nel repository,
Broadcast Agent deve eliminare la versione precedente prima di esportare la
nuova versione. In tal caso, però, non è possibile eliminare la versione
precedente del documento perché il repository non è accessibile.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente l’amministratore del database deve
attivare la funzione manualmente.
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere informazioni sul documento precedente. (BCA0123)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato quando Broadcast Agent
tenta di inviare o pubblicare di nuovo un documento programmato nel repository.
Poiché esiste già una versione precedente del documento nel repository,
Broadcast Agent deve eliminare la versione precedente prima di esportare la
nuova versione.
Tuttavia, in tal caso non è possibile eliminare la versione precedente del
documento in quanto Broadcast Agent non è in grado di trovarla. Probabilmente,
ciò è dovuto al fatto che la versione precedente del documento è stata spostata,
rinominata, o eliminata dal supervisore, perché le tabelle del dominio del
documento sono state danneggiate, o perché il tipo di documento non è
supportato da BusinessObjects.
Verificare che la versione precedente del file sia sempre disponibile nel dominio
dei documenti.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile terminare la transazione mentre si esportano i documenti nel
dominio dei documenti. (BCA0124)
Causa
L’utente ha avviato l’esportazione di un documento in un dominio dei documenti
del repository, ma non ha completato l’operazione perché si è verificato un
problema sul dominio dei documenti. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio dei documenti.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
• La macchina su cui risiede il dominio dei documenti non ha spazio su disco
sufficiente.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
335
336
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
• Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sulla macchina che ospita il
dominio dei documenti.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile terminare la transazione mentre si esportano i documenti nel
dominio di sicurezza. (BCA0125)
Causa
Azione
L’utente ha avviato l’esportazione di un documento in un dominio dei documenti
del repository, ma non ha completato l’operazione perché si è verificato un
problema sul dominio di sicurezza. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio di sicurezza è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio di sicurezza come segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio di sicurezza.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non è stata specificata nessuna cartella per la distribuzione attraverso il file
system. (BCA0130)
Causa
Azione
L’utente ha utilizzato la finestra di dialogo Invio di un documento a Broadcast
Agent per inviare un documento a Broadcast Agent. Quando si fa clic su OK,
questo messaggio viene visualizzato perché si seleziona l’opzione Distribuisci
via file system del server nella scheda Distribuzione, senza specificare il nome
del server né la cartella.
Nella scheda Distribuzione:
1. Specificare il nome del server e il percorso alla cartella.
2. Si osservi che:
3. La cartella selezionata si trova sul file server e non sul proprio computer. Per
impostazione predefinita, BusinessObjects utilizza una variabile
$BO_FOLDER_ON_SERVER\UserDocs, che invia automaticamente i
documenti elaborati nella cartella in cui BusinessObjects è installato sul
server.
4. È possibile specificare una cartella diversa su un computer diverso facendo
clic su Sfoglia oppure digitando un percorso, ad es.,
\\Nomehost\Nomecartella.
5. Fare clic su OK per inviare il documento.
Non è stata specificata nessuna cartella per la distribuzione attraverso il
server Web. (BCA0130)
Causa
Azione
L’utente ha utilizzato la finestra di dialogo Invio di un documento a Broadcast
Agent per inviare un documento a Broadcast Agent. Quando si fa clic su OK,
questo messaggio viene visualizzato perché si seleziona l’opzione Distribuisci
via server web nella scheda Distribuzione, senza specificare la posizione del
server web.
Nella scheda Distribuzione:
1. Specificare la posizione del server web.
2. Si osservi che:
3. Il campo sottostante la casella di controllo Distribuisci via server web indica il
percorso della cartella che riceve il documento pubblicato. Per impostazione
predefinita, BusinessObjects utilizza una variabile
$BO_FOLDER_ON_SERVER\UserDocs, che invia automaticamente i
documenti elaborati nella cartella in cui BusinessObjects è installato sul
server.
4. Per individuare il server, utilizzare il pulsante Sfoglia.
5. Fare clic su OK per inviare il documento.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
337
338
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nessun utente selezionato per la distribuzione attraverso il repository di
BusinessObjects. (BCA0132)
Causa
Azione
L’utente ha utilizzato la finestra di dialogo Invio di un documento a Broadcast
Agent per inviare un documento a Broadcast Agent. Quando si fa clic su OK,
questo messaggio viene visualizzato perché si seleziona l’opzione Distribuisci
via i repository nella scheda Distribuzione, senza specificare né utenti né gruppi.
Nella scheda Distribuzione:
1. Fare clic sul pulsante A.
2. Nella finestra di dialogo Seleziona utenti e gruppi, selezionare utenti e/o
gruppi a cui si desidera inviare il documento elaborato e poi fare clic su OK.
3. Fare clic su OK per inviare il documento.
Condizione non valida: <condizione> (BCA0133)
Causa
Azione
Una condizione è un componente che controlla il tipo e la quantità di dati restituiti
da un oggetto specifico in una query. Questo messaggio viene generato quando
si seleziona Invia a Broadcast Agent, si fa clic sulla scheda Azioni e si specifica
una condizione con una sintassi errata o operatori non validi.
Aprire un documento e immettere la formula. Se la sintassi viene analizzata
correttamente da BusinessObjects, si dovrebbe essere in grado di utilizzare la
stessa formula nel campo condizione senza che venga generato alcun
messaggio di errore.
La formula non è valida nel contesto Broadcast Agent (non booleana).
(BCA0134)
Causa
Azione
Una condizione è un componente che controlla il tipo e la quantità di dati restituiti
da un oggetto specifico in una query. Questo messaggio viene generato quando
si seleziona Invia a Broadcast Agent, si fa clic sulla scheda Azioni e si specifica
una condizione con una sintassi errata o operatori non validi.
Aprire un documento e immettere la formula. Se la sintassi viene analizzata
correttamente da BusinessObjects, si dovrebbe essere in grado di utilizzare la
stessa formula nel campo condizione senza che venga generato alcun
messaggio di errore.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Verificare la sintassi della formula. (BCA0135)
Causa
Azione
Una condizione è un componente che controlla il tipo e la quantità di dati restituiti
da un oggetto specifico in una query. Questo messaggio viene generato quando
si seleziona Invia a Broadcast Agent, si fa clic sulla scheda Azioni e si specifica
una condizione con una sintassi errata o operatori non validi.
Aprire un documento e immettere la formula. Se la sintassi viene analizzata
correttamente da BusinessObjects, si dovrebbe essere in grado di utilizzare la
stessa formula nel campo condizione senza che venga generato alcun
messaggio di errore.
Le variabili non sono compatibili. (BCA0136)
Causa
Azione
Sono stati inseriti blocchi da due o più cubi separati nella visualizzazione
Struttura in un unico blocco, forzando BusinessObjects a visualizzare oggetti
incompatibili contemporaneamente. Quando si tenta di modificare il nome
dell’oggetto, BusinessObjects restituisce un errore.
Probabilmente vi sono molteplici percorsi, indicatori e contesti abilitati per
l’universo.
Un designer degli universi può disattivare queste opzioni nell’universo, in modo
tale che BusinessObjects disponga di più tempo di recupero con la generazione
del report. In determinate circostanze, i risultati possono essere deviati se queste
opzioni sono disattivate, ma BusinessObjects a questo punto può essere
visualizzato più liberamente. Se non vi sono oggetti incompatibili forzati nel
blocco, non dovrebbero esservi problemi nel cambiare i nomi delle variabili.
Non si è autorizzati a usare questa opzione. (BCA0137)
Causa
Azione
Si è tentato di lanciare Broadcast Agent senza avere l’autorizzazione necessaria.
Un supervisore è in grado di abilitare Broadcast Agent per il proprio gruppo nel
seguente modo:
1. Avviare Supervisor.
2. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sul gruppo di utenti.
3. Nel menu popup, fare clic su Proprietà.
4. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Proprietà del gruppo.
5. Selezionare la scheda Broadcast Agent.
6. Fare clic sul pulsante di opzione Broadcast Agent, quindi immettere i valori
dei parametri come necessario.
7. Fare clic su OK.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
339
340
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo documento non può essere aggiornato. (BCA0138)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di aggiornare il documento, ma non è riuscito a farlo perché
non è in grado di accedere al repository, o perché non dispone dell’accesso in
scrittura al documento.
Tentare quanto segue:
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
• Se si dispone di privilegi di sola lettura ai file o alle cartelle del sistema,
chiedere all’amministratore di Windows di concedere l’accesso completo.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic sul pulsante Test.
Lo stesso test va eseguito sul dominio di sicurezza.
Il parametro non può essere maggiore di <valore>. (BCAG0015)
Causa
Azione
Il numero immesso per un parametro è eccessivamente alto. Il valore massimo
consentito è il <valore> specificato.
Utilizzando l’Administration Console di Business Objects, immettere un valore
inferiore per il parametro.
Errore sconosciuto. (BCAG0020)
Causa
Azione
Quando viene lanciato o durante l’esecuzione dei task, Broadcast Agent non
funziona. Ciò può essere dovuto a problemi relativi all’installazione o alla
configurazione, alla configurazione della macchina server stessa, oppure essere
il risultato di un codice di errore non riconosciuto inviato da una versione
incompatibile di BOManager.
Riavviare Broadcast Agent. Se si ottiene lo stesso messaggio di errore, rivolgersi
all’amministratore della rete.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere informazioni sul processo (BCAG0025)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere alle informazioni che definiscono il
task. È possibile che il database del repository sia corrotto oppure che non sia
possibile accedervi a causa di problemi della rete.
Rivolgersi all’amministratore del database per verificare che il database del
repository sia disponibile e non corrotto. Se necessario, utilizzare Supervisor per
eseguire Esamina e ripristina per il repository.
Errore interno. (BCAG0030)
Causa
Azione
Quando viene lanciato o durante l’elaborazione dei task, Broadcast Agent non
funziona a causa di un errore del sistema.
Riavviare Broadcast Agent. Se si ottiene lo stesso messaggio di errore, rivolgersi
all’amministratore della rete.
Errore Kit di strumenti. (BCAG0040)
Causa
Azione
Broadcast Agent non funziona a causa di un problema legato alla libreria delle
risorse.
Accertarsi che Broadcast Agent sia stato installato correttamente.
Errore CORBA. (BCAG0050)
Causa
Azione
All’avvio, Broadcast Agent non è in grado di comunicare con il sistema CORBA
e di conseguenza non funziona.
Effettuare quanto segue:
1. Verificare che Os_Agent di CORBA sia stato installato correttamente.
2. Lanciare Visigenics ORBeline Smart Finder selezionando Esegui dal menu
Avvio e inserendo osfind.exe.
3. Controllare che:
- Vi sia un solo processo OsAgent nel cluster.
- C’è un solo processo OAD per nodo cluster e un solo processo OAD per
installazione standalone.
4. Se vi sono più processi, arrestare e riavviare Broadcast Agent, quindi
verificare i processi Broadcast Agent.
5. Se non si ottengono risultati corretti, arrestare la macchina, rilanciarla e
verificare di nuovo.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
341
342
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore BOManager. (BCAG0060)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di funzionare in quanto non può comunicare
correttamente con i BOManager tramite il sistema CORBA.
Verificare di avere una versione BOManager compatibile con la versione di
Broadcast Agent in uso e che BOManager sia stata installato correttamente. Se
il problema rientra tra quelli citati, installare una versione più recente di
BOManager.
Accertarsi che la versione BOManager sia compatibile con la versione di
BusinessObjects.
Errore ADE. (BCAG0070)
Causa
Azione
Esempio
L’ambiente ADE (Application Development Environment ) è costituito da una
serie di interfacce distribuite con BusinessObjects. Tutti i documenti elaborati da
Broadcast Agent utilizzano ADE.
Tentare quanto segue:
1. Accertarsi che VBA sia stato installato correttamente.
2. Lanciare BusinessObjects in modalità interattiva, quindi VBA da
BusinessObjects (Strumenti > Macro> Visual Basic Editor).
3. Se non si lancia correttamente, disinstallare e reinstallare VBA.
4. Se è possibile lanciare VBA senza problemi da BusinessObjects, rivolgersi
all’amministratore del sistema.
Utilizzando VBA, anch’esso distribuito con BusinessObjects, è possibile
programmare l’ambiente ADE per automatizzare l’inclusione delle condizioni nei
documenti e altre procedure BusinessObjects. È possibile collegare una macro
a un documento utilizzando ADE. In tal caso, un documento con tale macro è
stato inviato a Broadcast Agent, ma Broadcast Agent non è in grado di accedere
ad ADE per interpretare la macro.
Impossibile ottenere BOManager. (BCAG0090)
Causa
Azione
Broadcast Agent non funziona in quanto non può comunicare correttamente con
BOManager. È possibile che qualcuno abbia arrestato il BOManager in uso.
Verificare che vi sia almeno un BOManager attivo nel cluster e che sia stato
configurato correttamente.
• Se si trova un BOManager che non funziona, avviarlo.
• Se in tal modo non è possibile risolvere il problema, installare una versione
recente di BOManager, quindi tentare di nuovo di lanciarlo manualmente.
• Se il problema persiste, rivolgersi all’amministratore del sistema.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile connettersi a BOManager. (BCAG0100)
Causa
Azione
Esempio
Ogni volta che viene programmata l’esecuzione di un task, Broadcast Agent
deve entrare in contatto con BOManager. A tale scopo, collegarsi al server di
BOManager utilizzando il nome utente e la password dell’utente che ha
programmato il task. In tal caso, sia l’utente non ha più il diritto di collegarsi al
repository, sia BOManager non è stato installato correttamente.
Verificare con il supervisore per accertarsi che l’utente che ha programmato il
task ha il diritto di disattivare il collegamento. Se l’utente ha questo diritto,
accertarsi che BOManager sia stato installato correttamente e attivare il cluster.
Paolo Rossi ha programmato un documento contenente un’analisi delle cifre
relative alle vendite del mese da aggiornare e distribuire a tutti i membri del
servizio Marketing all’inizio di ogni mese. Durante il mese però, il supervisore ha
annullato il diritto di Paolo a collegarsi al repository. Di conseguenza, all’inizio del
mese successivo, quando Broadcast Agent utilizza il nome utente e la password
per connettersi a BOManager e aggiornare e distribuire il documento,
BOManager rifiuta l’accesso.
Il destinatario non può connettersi a BOManager. (BCAG0110)
Causa
Azione
Esempio
Broadcast Agent sta tentando di eseguire un task in modalità “report bursting”. Il
report bursting consente a Broadcast Agent di generare una versione di un
documento sulla base del profilo di ogni destinatario. Ogni volta che viene
programmata l’esecuzione di un task, Broadcast Agent deve entrare in contatto
con BOManager. A tale scopo, collegarsi al server BOManager con il nome
utente e la password di ogni destinatario del documento. In tal caso, sia il
destinatario non ha i diritti richiesti per collegarsi al repository, sia BOManager
non è stato installato correttamente.
Un supervisore può verificare se i destinatari hanno tutti i diritti di accesso
necessari per ricevere il documento (disattivare Disattiva identificazione utente).
Se l’utente ha questo diritto, accertarsi che BOManager sia stato installato
correttamente e attivare il cluster.
Mario Bianchi ha programmato un documento contenente un’analisi delle cifre
relative alle vendite del mese da aggiornare e distribuire a tutti i membri del
servizio Marketing all’inizio di ogni mese. Alcuni membri del Marketing non hanno
però il diritto di collegamento al repository e di conseguenza BOManager non
può aggiornare i dati corrispondenti agli oggetti dell’universo nel documento.
Quando Broadcast Agent tenta di connettersi a BOManager con il nome utente
e la password di ognuno di essi, BOManager rifiuta l’accesso.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
343
344
Manuale per la risoluzione dei problemi
Rilascio di contesto di documento non riuscito. (BCAG0120)
Causa
Azione
Quando BOManager completa l’elaborazione di un task, elimina una cartella
temporanea per il documento che ha creato sulla macchina server quando è
stato iniziato il task. In tal caso, BOManager non è in grado di rimuovere la
cartella del documento. Il problema è dovuto a un errore di sistema interno.
Il problema non è importante e non richiede azioni particolari.
Creazione di contesto di documento non riuscita. (BCAG0130)
Causa
Azione
Quando BOManager inizia l’elaborazione di un task, crea una cartella
temporanea per il documento sulla macchina server. In tal caso, non riesce a
creare tale cartella. Questo problema potrebbe verificarsi in quanto il disco del
server è pieno o la persona che ha installato il sistema del server non ha diritti di
accesso alla directory o al disco richiesti.
Tentare quanto segue:
1. Verificare lo spazio su disco disponibile sull’host di BOManager. Se lo spazio
su disco è ridotto, liberarne una determinata quantità.
2. Verificare che il nome utente e la password in uso per avviare BOManager
possono accedere al server BOManager.
Creazione di sessione non riuscita. (BCAG0140)
Causa
Azione
La macchina su cui si trova Broadcast Agent non ha spazio su disco o memoria
sufficiente.
Tentare quanto segue:
• Riavviare la macchina su cui si trova Broadcast Agent.
• Nella Console di Broadcast Agent, ridurre il numero di task simultanei sulla
macchina server.
• Eseguire ScanDisK, svuotare il Cestino ed eliminare la cartella Temp dalla
macchina server.
• Installare più macchine Broadcast Agent per accertarsi di recuperare dagli
errori e garantire il bilanciamento del carico.
Impossibile ottenere la password dell'utente. (BCAG0150)
Causa
Azione
Ogni volta che viene programmata l’esecuzione di un task, Broadcast Agent
deve entrare in contatto con BOManager. A tale scopo, collegarsi al server di
BOManager utilizzando il nome utente e la password dell’utente che ha
programmato il task. In tal caso, però, non è possibile recuperare la password
dell’utente dal repository.
Un supervisore può verificare la password richiesta.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere informazioni sulla connessione. (BCAG0160)
Causa
Azione
Prima di avviare un task, lo Scheduler esegue un’analisi del repository per
verificare nomi e password dell’utente sulla lista di distribuzione. Questo
messaggio viene generato se le informazioni sulla connessioni non sono più
disponibili nel repository.
Gli utenti possono essere stati eliminati.
Un supervisore può verificare le informazioni sulla connessione.
Impossibile generare il documento. (BCAG0170)
Causa
Azione
La macchina su cui si trova Broadcast Agent non ha memoria sufficiente oppure
il tipo di documento a cui Broadcast Agent tenta di accedere non è supportato da
questa release di BusinessObjects. È possibile accedere esclusivamente ai
documenti WebIntelligence o BusinessObjects.
Tentare quanto segue:
• Riavviare la macchina su cui si trova Broadcast Agent.
• Nella Console di Broadcast Agent, ridurre il numero di task simultanei sulla
macchina server.
• Eseguire ScanDisK, svuotare il Cestino ed eliminare la cartella Temp dalla
macchina server.
• Installare più macchine Broadcast Agent per accertarsi di recuperare dagli
errori e garantire il bilanciamento del carico.
Task annullato dall'utente. (BCAG0180)
Causa
Azione
Esempio
Il task attuale è stato annullato dall’utente che lo aveva programmato.
Nessun’azione.
Marco Bianchi ha programmato l’aggiornamento e la distribuzione di un
documento ad un gruppo di utenti ogni lunedì alle ore 11. Questo lunedì però, ha
interrotto il task durante l’elaborazione.
Annullato alla chiusura di Scheduler. (BCAG0190)
Causa
Azione
L’amministratore di WebIntelligence ha arrestato Scheduler. Tutti i task in
esecuzione sono stati annullati.
Chiedere all’amministratore di WebIntelligence di rilanciare Scheduler.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
345
346
Manuale per la risoluzione dei problemi
Raggiunta la durata massima. (BCAG0200)
Causa
Azione
L’amministratore di WebIntelligence può determinare la quantità di tempo
massima per l’elaborazione di un task. In tal caso, il task attuale è durato più a
lungo che la durata massima fissata.
Tentare le seguenti soluzioni:
1. Per prima cosa, tentare di capire perché il task dura tanto. Il modo migliore
per risolvere il problema è avviare il task in modo interattivo. Ciò significa
lanciare BusObj.exe sul server su cui si trova WebIntelligence in modo da
vedere cosa succede quando BusinessObjects elabora il documento. In tal
modo si saprà non solo quanto dura un task, ma se vi è un problema, lo mette
in evidenza e visualizza un messaggio di errore dettagliato.
2. Se non vi sono problemi, chiedere all’amministratore di WebIntelligence di
verificare se il tempo massimo specificato è ragionevole per questo tipo di
task.
Processo sconosciuto soppresso. (BCAG0220)
Causa
Azione
All’avvio, lo Scheduler interroga periodicamente il repository per determinare
quali documenti devono essere trattati. In tal caso, vede che il task doveva
essere già stato trattato, ma poiché è stato lanciato solo ora, l’elaborazione non
è avvenuta. Questo tipo di situazione può verificarsi se qualcuno ha staccato il
server su cui si trova lo Scheduler.
Diversamente, eseguire il processo manualmente dalla Console di Broadcast
Agent.
Se si ottiene spesso questo messaggio, verificare che lo Scheduler sia stato
installato correttamente.
Il processo sconosciuto in corso è stato soppresso. (BCAG0230)
Causa
Azione
La macchina server in cui risiede lo Scheduler è terminata in errore durante
l’elaborazione di un task.
Eseguire il processo manualmente dalla Console di Broadcast Agent.
Se si ottiene spesso questo messaggio, verificare che lo Scheduler sia stato
installato correttamente.
Impossibile duplicare il processo nel repository. (BCAG0240)
Causa
Azione
Vi è un problema legato al database. Potrebbe essere pieno.
Rivolgersi all’amministratore del database per informazioni sullo stato del
database.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile liberare la memoria cache su BOManager (BCAG0250)
Causa
Azione
Broadcast Agent ha lanciato un report bursting del task. Per accelerare la
distribuzione del documento, BOManager ha memorizzato il documento in una
cache, quindi ha inviato il documento ad ogni destinatario dalla cache. Al
completamento del task però, BOManager non è in grado di svuotare il
documento dalla cache.
Si tratta di un messaggio interessante ma non troppo importante. BOManager si
arresta ogni due ore e a quel punto svuota automaticamente la cache.
Impossibile eseguire la macro. (BCAG0260)
Causa
Azione
L’ambiente ADE (Application Development Environment ) è costituito da una
serie di interfacce distribuite con BusinessObjects. Utilizzando VBA, anch’esso
distribuito con BusinessObjects, è possibile programmare l’ambiente ADE per
automatizzare l’inclusione delle condizioni nei documenti e altre procedure
BusinessObjects.
È possibile collegare una macro a un documento utilizzando ADE. In tal caso, un
documento con una macro è stato inviato a Broadcast Agent, ma Broadcast
Agent non è in grado di accedere ad ADE per interpretare la macro.
Tentare quanto segue:
1. Accertarsi che VBA sia stato installato correttamente.
2. Lanciare BusinessObjects in modalità interattiva, quindi VBA da
BusinessObjects (Strumenti > Macro> Visual Basic Editor).
3. Se non si lancia correttamente, disinstallare e reinstallare VBA.
4. Se è possibile lanciare VBA senza problemi da BusinessObjects, rivolgersi
all’amministratore del sistema.
Impossibile generare il documento per il destinatario. (BCAG0280)
Causa
Azione
Un report bursting di un task è in elaborazione, il che significa che il documento
viene generato secondo i diritti di accesso di ogni destinatario. In tal caso, la
generazione del file termina in errore.
Un supervisore può verificare i diritti di accesso del destinatario e modificarli se
occorre.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
347
348
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile distribuire al destinatario. (BCAG0290)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di distribuire il documento a un destinatario in
quanto:
• Il database è pieno
• Il repository è pieno
• Il destinatario non ha il diritto richiesto
Verificare con l’amministratore del database per accertarsi che il database non
sia né pieno né danneggiato.
Un supervisore può fare quanto segue:
• Verificare i diritti di accesso del destinatario per il documento, l’universo su cui
si basa il documento, il repository in uso, ecc. Tali diritti devono essere
eventualmente modificati.
• Analizzare il dominio di sicurezza nel repository per determinare se il dominio
è pieno e se contiene errori strutturali o di coerenza. Se è pieno, il dominio va
compresso.
Impossibile distribuire ai destinatari. (BCAG0300)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di distribuire il documento a determinati
destinatari in quanto:
• Il database è pieno
• Il repository è pieno
• I destinatari non hanno il diritto richiesto
Verificare con l’amministratore del database per accertarsi che il database non
sia né pieno né danneggiato.
Un supervisore può fare quanto segue:
• Verificare i diritti di accesso del destinatario per il documento, l’universo su cui
si basa il documento, il repository in uso, ecc. Tali diritti devono essere
eventualmente modificati.
• Analizzare il dominio di sicurezza nel repository per determinare se il dominio
è pieno e se contiene errori strutturali o di coerenza. Se è pieno, il dominio va
compresso.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile importare il documento sul server. (BCAG0310)
Causa
Azione
Al momento dell’elaborazione del task, si verifica quanto segue:
• Quando lo Scheduler analizza il dominio dei documenti del repository per un
documento importante, non può trovare il documento.
• Lo Scheduler recupera il documento dal repository, ma BOManager non può
importarlo. In tal caso, il disco del server BOManager può essere pieno.
Per prima cosa, un supervisore deve verificare se il documento esiste nel
dominio dei documenti. Diversamente, eliminare il task utilizzando la Console di
Broadcast Agent e inviare di nuovo il documento a Broadcast Agent.
Se non funziona, chiedere all’amministratore del sistema o della rete di verificare
lo spazio su disco sul server BOManager.
Impossibile ottenere il documento dalla memoria cache (BCAG0320)
Causa
Azione
Durante l’elaborazione di un task, lo Scheduler è stato in grado di recuperare il
documento dal repository e di memorizzarlo nella cache di BOManager, ma
questo non è riuscito successivamente a recuperare il documento dalla cache. Il
disco sul server BOManager potrebbe non avere spazio su disco sufficiente.
Chiedere all’amministratore del sistema o della rete di verificare lo spazio su
disco sul server BOManager.
Impossibile aggiornare il documento! (BCAG0330)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
Il comando di protezione Aggiorna documenti è stato disattivato o nascosto.
Abilitare il comando Aggiorna documenti e inviare di nuovo il documento.
Il documento contiene contesti o prompt e il comando di sicurezza Non
rigenerare sistematicamente SQL è stato disattivato.
Attivare il comando Non rigenerare sistematicamente SQL.
I parametri dell’universo sono sovraccarichi, ovvero, il documento supera i limiti
di riga o di tempo impostati in Supervisor.
Un supervisore può modificare i parametri relativi a limiti di righe e di tempo.
Il documento contiene contesti e l’universo è stato esportato dopo che il
documento è stato inviato a Broadcast Agent.
È possibile che venga generato un messaggio di errore più specifico, quale ad
esempio:
• “Command failed. A variable prevented the data provider xxx with yyy from
being refreshed”
• “Command failed internal memory error during SQL generation”
• “The data provider hasn’t been refreshed because of one variable”
Messaggi di errore di Broadcast Agent
349
350
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 5
Azione
Prompt e contesti possono causare questi problemi. Tentare queste soluzioni:
• Andare a Broadcast Agent > Console > Opzioni > scheda Avanzate >
Recupero dagli errori e impostare Riprova a 1.
• Se vi sono @PROMPT nell’universo, accertarsi che il terzo parametro
contenga l’elenco dei valori (elemento opzionale).
Il documento contiene oggetti definiti con i prompt nell’universo, che è stato
esportato dopo che il documento è stato inviato a Broadcast Agent.
Vedere l’Azione della Causa 4.
Impossibile copiare il file sul server. (BCAG0340)
Causa
Azione
Quando il documento attuale è stato inviato, l’utente ha scelto la distribuzione del
documento con il file system e ha definito la cartella in cui il documento deve
essere salvato. In tal caso, il task è stato completato, ma il documento non può
essere salvato nella cartella perché l’utente che ha configurato BOManager in
uso non ha diritti di accesso a quel disco.
Utilizzare Configuration Tool per controllare l’identità dell’utente di BOManager,
quindi verificare che tale utente abbia accesso al server.
Impossibile calcolare il processo. (BCAG0350)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di elaborare un processo per errori di sintassi o
caratteri non supportati dal database.
Consultare la descrizione che segue il messaggio di errore per maggiori
informazioni.
Distribuzione da file system non riuscita (BCAG0360)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
Quando il documento attuale viene inviato a Broadcast Agent, l’utente ha scelto
di distribuirlo con il file system ed ha indicato una cartella in cui il documento deve
essere salvato. In tal caso, il task è stato completato, ma il documento non può
essere salvato nella cartella.
L’utente che ha configurato BOManager non ha privilegi di scrittura alla cartella
in rete.
Garantire i privilegi di scrittura.
La cartella è protetta da una password.
L’amministratore della rete o del sistema può rimuovere la protezione della
password sulla cartella o suggerire un’altra posizione allo stesso scopo.
La cartella specificata dall’utente non esiste.
L’utente deve rinviare il documento e specificare la cartella esistente sulla rete.
Un documento con lo stesso nome è già aperto nella cartella.
Il documento che è già stato aperto va chiuso.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Distribuzione non riuscita. (BCAG0370)
Causa
Azione
Il documento generato non può essere distribuito ai destinatari o essere salvato
nella cartella del server designata. Il problema può essere causato da vari motivi,
ad esempio è possibile che il profilo del destinatario o del mittente non sia idoneo
oppure che non vi sia spazio a sufficienza sul disco o nel repository.
Tentare quanto segue:
• Verificare lo spazio su disco del server.
• Se il task include il salvataggio del documento su una cartella del server,
accertarsi che la cartella esista sul server e che quest’ultimo disponga di
spazio su disco sufficiente.
Un supervisore può fare quanto segue:
• Verificare che il dominio dei documenti disponga di spazio su disco
sufficiente, altrimenti comprimerlo.
• Verificare che i destinatari del documento esistano nel dominio di sicurezza
del repository e che dispongano del profilo adatto alla ricezione del
documento.
Invio documento non riuscito. (BCAG0380)
Causa
Azione
In modalità report bursting, il documento attuale non può essere inviato al
destinatario per un certo numero di motivi.
Tentare quanto segue:
• Verificare lo spazio su disco del server.
• Se il task include il salvataggio del documento su una cartella del server,
accertarsi che la cartella esista sul server e che quest’ultimo disponga di
spazio su disco sufficiente.
Un supervisore può fare quanto segue:
• Verificare che il dominio dei documenti disponga di spazio su disco
sufficiente, altrimenti comprimerlo.
• Verificare che i destinatari del documento esistano nel dominio di sicurezza
del repository e che dispongano del profilo adatto alla ricezione del
documento.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
351
352
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere la password dell'utente. (BCAG0390)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di recuperare la password dell’utente dal
repository. Ciò può essere dovuto a:
• Il server ha perso la connessione al repository a causa di problemi di rete.
• I record interessati nel repository sono attualmente bloccati da un altro utente.
• Le tabelle sono danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Elenco destinatari errato. (BCAG0410)
Causa
Azione
In questo caso di report bursting, l’elenco dei destinatari per il documento attuale
non è valido, pertanto Broadcast Agent non è in grado di distribuirlo.
Effettuare quanto segue:
1. Modificare le proprietà del task nella Console di Broadcast Agent e verificare
che l’elenco dei destinatari sia corretta e intatta. Se non lo è, rifare e
risottoporre il task.
2. Se l’elenco è corretto, rivolgersi all’amministratore del sistema.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere l’elenco dei destinatari. (BCAG0420)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di recuperare l’elenco dei destinatari dal
repository. Ciò può essere dovuto a:
• Il server ha perso la connessione al repository a causa di problemi di rete.
• I record interessati nel repository sono attualmente bloccati da un altro utente.
• Le tabelle sono danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che un altro utente abbia accesso al file, aspettare un po’, poi
ritentare.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Impossibile ottenere l’elenco di distribuzione per la pubblicazione.
(BCAG0421)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere all’elenco degli utenti e dei gruppi a
cui occorre inviare il documento. Potrebbe non essere possibile accedere al
repository oppure è possibile che quest’ultimo sia danneggiato.
Controllare che il server di database che ospita il repository sia in esecuzione e
che sia possibile accedervi dal server su cui si trova Broadcast Agent.
Seguendo le istruzioni riportate nel Manuale del supervisore, utilizzare Supervisor
per eseguire Esamina e ripristina per il repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
353
354
Manuale per la risoluzione dei problemi
Scheduler non può essere avviato. (BCAG0430)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Scheduler, che estrae i documenti che vanno trattati dal repository e li invia a
BOManager per l’elaborazione, non si avvia. Il file .key potrebbe non essere
valido.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor.
Solitamente, il file viene memorizzato nella cartella $INSTALLDIR\locData per le
installazioni locali o nella cartella $INSTALLDIR\shData per le installazioni
condivise.
Effettuare quanto segue:
1. Nell’Administration Console, fare clic su Proprietà del sito.
2. Fare clic su Sincronizzazione dei file .key.
3. In tal modo, il file .key che si trova nella cartella LocData del nodo primario
viene copiato nella stessa cartella di tutti i nodi del sistema.
4. Utilizzare l’Administration Console per accertarsi che le impostazioni di
Scheduler siano corrette e che questo sia attivato.
Scheduler non è in grado di connettersi al repository in quanto l’opzione Disabilita
identificazione utente è stata applicata al gruppo di utenti in Supervisor.
Un supervisore può determinare se l’opzione Disattiva identificazione utente è
stata impostata, come segue:
1. Collegarsi a Supervisor.
2. Fare clic destro sul gruppo di utenti che ha riscontrato il problema.
3. Selezionare Proprietà.
4. Selezionare la scheda Broadcast Agent.
5. Verificare se l’opzione Disattiva identificazione utente è stata selezionata.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Scheduler non può creare oggetti CORBA. (BCAG0440)
Causa
Azione
All’avvio, Broadcast Agent non è in grado di comunicare con il sistema CORBA
e di conseguenza non funziona.
Effettuare quanto segue:
1. Verificare che Os_Agent di CORBA sia stato installato correttamente.
2. Lanciare Visigenics ORBeline Smart Finder nel modo seguente:
3. Aprire una finestra del prompt dei comandi di DOS.
4. Cambiare la cartella in <Cartella d’installazione>\Server\ORB 2.5\bin.
5. Immettere osfind e premere Invio.
6. Controllare che:
- Vi sia un solo processo OsAgent nel cluster.
- C’è un solo processo OAD per nodo cluster e un solo processo OAD per
installazione standalone.
7. Se vi sono più processi, arrestare e riavviare Broadcast Agent, quindi
verificare i processi Broadcast Agent.
8. Se non si ottengono risultati corretti, arrestare la macchina, avviarla
nuovamente e verificare di nuovo.
Scheduler non può inizializzare le librerie BO. (BCAG0450)
Causa
Azione
All’avvio, Scheduler non è in grado di trovare le librerie BusinessObjects di cui
necessita per elaborare i task.
Installare di nuovo Scheduler.
Scheduler non può connettersi al repository. (BCAG0460)
Causa 1
Azione
Causa 2
Periodicamente, Scheduler interroga il repository per determinare quali
documenti devono essere trattati. In tal caso, Scheduler non si collega al
repository perché l’opzione Disabilita identificazione utente è stata applicata al
gruppo di utenti da Supervisor.
Un supervisore può determinare se l’opzione Disattiva identificazione utente è
stata impostata, come segue:
1. Collegarsi a Supervisor.
2. Fare clic destro sul gruppo di utenti che ha riscontrato il problema.
3. Selezionare Proprietà.
4. Selezionare la scheda Broadcast Agent.
5. Verificare se l’opzione Disattiva identificazione utente è stata selezionata.
Broadcast Agent non è configurato correttamente.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
355
356
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Utilizzando BusinessObjects Services Administrator, è possibile verificare la
configurazione di Broadcast Agent.
Fare clic sul pulsante Parametri accanto al nome di Broadcast Agent. Controllare
inoltre la Console di Broadcast Agent per visualizzare i messaggi di errore.
Scheduler non può caricare il file di sicurezza del dominio. (BCAG0470)
Causa
Il file .key utilizzato da Broadcast Agent non esiste oppure è errato.
Azione
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
In BusinessObjects Services Administrator, fare clic sul pulsante Sincronizza
dominio di sicurezza nella scheda Proprietà del sito. Ciò copia il file .key ubicato
nella cartella LocData del gestore cluster nella stessa cartella di tutti i nodi del
sistema.
Scheduler si è fermato; cannot reach the repository. (BCAG0480)
Causa
Azione
Periodicamente, Scheduler interroga il repository per determinare quali
documenti devono essere trattati. In tal caso, tuttavia, Scheduler non è in grado
di connettersi al repository.
Utilizzando Supervisor, verificare che l’utente dotato del nome utente e della
password in uso per la connessione a Broadcast Agent disponga dei diritti di
connessione.
Scheduler si è bloccato a causa di un errore fatale. (BCAG0490)
Causa
Azione
Un errore serio ha arrestato lo Scheduler.
Riavviare l’host dello Scheduler.
Se il problema persiste, rivolgersi all’amministratore del database.
Scheduler non può connettersi al repository. (BCAG0500)
Causa
Azione
Periodicamente, Scheduler interroga il repository per determinare quali
documenti devono essere trattati. In tal caso, lo Scheduler non riesce a collegarsi
al repository.
Utilizzando BusinessObjects Services Administrator, verificare che Broadcast
Agent sia stato configurato correttamente (fare clic sul pulsante Parametri
accanto al nome di Broadcast Agent).
Verificare la Console di Broadcast Agent per eventuali messaggi di errore.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Scheduler non può collegarsi all'agente del repository. (BCAG0510)
Causa
Azione
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di trovare il file
.dll necessario a garantire la connettività adatta al middleware del database. Il file
.dll è raggruppato con una serie di file .dll nel file cnxsrv.dll, che si trova in
$INSTALLDIR\bin.
È possibile che il file cnxsrv.dll sia stato eliminato, rinominato, spostato o
danneggiato. Se si dispone di una copia di backup di questo file, copiarla nella
cartella Business Objects 6.1. Se non si dispone di un’altra copia del file,
rivolgersi al supporto tecnico di Business Objects oppure installare di nuovo
BusinessObjects.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
1. Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
2. Fare clic su Test.
Eseguire la stessa verifica per il dominio di sicurezza.
Scheduler non può ottenere il master del repository. (BCAG0520)
Causa
Azione
Questo messaggio viene generato se lo Scheduler non ha accesso al dominio di
sicurezza del repository. Ciò può essere dovuto a:
• Il dominio di sicurezza è attualmente bloccato da un altro utente.
• Il dominio di sicurezza potrebbe trovarsi su un server indisponibile, oppure il
collegamento in rete non funziona.
• Le tabelle del repository potrebbero essere danneggiate, oppure il repository
è danneggiato.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio di sicurezza sia attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente occorre attivare la funzione
manualmente.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
357
358
Manuale per la risoluzione dei problemi
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Scheduler non può ottenere il dx del repository. (BCAG0530)
Causa
Azione
Questo messaggio viene generato se lo Scheduler non ha accesso al dominio
dei documenti del repository. Ciò può essere dovuto a:
• Il dominio dei documenti potrebbe trovarsi su un server indisponibile, oppure
il collegamento in rete non funziona.
• Le tabelle del repository potrebbero essere danneggiate, oppure il repository
è danneggiato.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Scheduler non può ottenere l’ID della datazione. (BCAG0540)
Causa
È necessario disporre dell'accesso in lettura e in scrittura al file locale di
protezione (.lsi) in quanto ad ogni connessione i dati vengono scritti in tale file.
Per impostazione predefinita, il file si trova in $INSTALLDIR\locData.
Solitamente, questo errore si verifica se non si dispone dell'accesso in scrittura
alla cartella o al file oppure se il file di protezione è danneggiato.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Eliminare questo file e riavviare l’applicazione BusinessObjects. Viene
visualizzata una finestra di apertura sessione vuota (senza nessun nome già
definito in precedenza). Si può comunque inserire il proprio nome utente e la
password precedenti. Il file locale di protezione viene rigenerato
automaticamente durante l’apertura della sessione.
Impossibile ottenere l'elenco dei processi. (BCAG0550)
Causa
Azione
Lo Scheduler di Broadcast Agent non è in grado di avviare un task programmato
in quanto non vi è più connessione al dominio dei documenti. Ciò può essere
dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente occorre attivare la funzione
manualmente.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
359
360
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere la lingua dal gestore cluster. (BCAG0560)
Causa
Azione
All’avvio, lo Scheduler accede al Cluster Manager per recuperare un elenco delle
impostazioni utilizzate per la sessione. Una di queste impostazioni determina la
lingua utilizzata (inglese, francese, tedesco, ecc.). Questo messaggio viene
generato se lo Scheduler non ha accesso a Cluster Manager. In tal caso, lo
Scheduler utilizza l’inglese per impostazione predefinita.
Verificare la connessione alla macchina del gestore cluster eseguendo un “ping”
del server.
Impossibile aggiornare la datazione. (BCAG0570)
Causa
Azione
Le informazioni dell’indicatore orario vengono fornite quando lo Scheduler passa
in linea e va offline e vengono memorizzate in una delle tabelle del database del
repository. Questo messaggio viene generato quando lo Scheduler non è in
grado di aggiornare la tabella dell’indicatore orario. Ciò può essere dovuto a:
• Connessione persa sul dominio di sicurezza.
• Il dominio dei documenti è stato bloccato da un altro utente, oppure le tabelle
sono state danneggiate.
Tentare quanto segue:
• Se si sospetta che il dominio dei documenti è attualmente bloccato da un altro
utente, eseguire di nuovo il task programmato. Se il problema si verifica di
frequente, verificare se il database del repository supporta il blocco a livello
della riga. In tal caso, probabilmente occorre attivare la funzione manualmente.
• Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8
for Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
La tabella della datazione è piena. (BCAG0580)
Causa
Azione
Le informazioni della tabella della datazione vengono fornite quando Scheduler
passa in linea ed entra in modo offline e vengono memorizzate in una delle
tabelle del database del repository. Questo messaggio viene generato quando lo
spazio della tabella allocato per la datazione viene superato.
Un supervisore deve eseguire Esamina e ripristina e fare clic su Compatta per
compattare il contenuto del dominio di sicurezza. In tal modo, le informazioni già
eliminate logicamente vengono eliminate fisicamente dal dominio di sicurezza.
Errore SQLBO sconosciuto. (BCAG0590)
Causa
Azione
Ogni database in uso dispone di un file .dll associato, che solitamente si trova in
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>. Ognuno di questi
file è dotato di un prefisso Sq, come segue:
• Sqboci.dll per i database Oracle
• Sqodbc.dll per i database ODBC
È possibile che il messaggio di errore di cui sopra venga generato se si tenta di
accedere al data warehouse tramite il repository dopo avere spostato,
rinominato, eliminato o danneggiato il file .dll associato. Questo messaggio può
verificarsi anche se il file .dll è stato bloccato da un’altra applicazione o da un
altro utente.
Sostituire il file .dll con una copia di backup se questa esiste o da un’altra
installazione di BusinessObjects. Se nessuno di questi è disponibile, installare di
nuovo il modulo di Accesso ai dati.
Tipo di Scheduler errato. (BCAG0600)
Causa
Azione
Scheduler sta tentando di elaborare un tipo di documento non supportato
dall’installazione attuale di BusinessObjects.
Verificare la configurazione e le opzioni installate. Ad esempio, se non è stato
installato WebIntelligence, Scheduler non è in grado di elaborare un documento
WebIntelligence.
Impossibile accedere alla directory del file bomain.key. (BCAG0610)
Causa
La directory (cartella) contenente il file .key non è presente oppure le
autorizzazioni di protezione per la cartella non sono impostate correttamente.
Per impostazione predefinita, il file .key principale è denominato bomain.key. È
possibile modificare tale nome durante l’installazione del repository. Per
impostazione predefinita, il file viene memorizzato in:
$INSTALLDIR\locData
Messaggi di errore di Broadcast Agent
361
362
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Questa posizione può essere modificata durante l’installazione. Se la cartella
viene eliminata o spostata oppure le autorizzazioni sono impostate in modo tale
che gli utenti di BOManager non possano eseguirvi operazioni di scrittura né di
lettura, verrà generato questo errore.
Modificare le autorizzazioni relative alla cartella LocData in modo che gli utenti di
BOManager possano eseguirvi operazioni di scrittura o di lettura. Se la cartella
non esiste ancora, crearla. Potrebbe inoltre essere necessario copiare il file
bomain.key (o l’equivalente nel sistema) da un’altra macchina. Per ulteriori
informazioni sulla creazione e la gestione dei file .key, consultare il Manuale del
supervisore.
Impossibile accedere al file Main.key. (BCAG0620)
Causa
Si è tentato di avviare uno dei BusinessObjects, ma BusinessObjects non è in
grado di trovare il file .key.
Questo messaggio viene generato se il file key può essere stato spostato,
rinominato, eliminato o danneggiato.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
Azione
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario eliminare
il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo collegamento.
Se il problema persiste, potrebbe essere necessario reinstallare BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aprire il file Main.key. (BCAG0630)
Causa
Si è tentato di avviare uno dei programmi BusinessObjects, ma BusinessObjects
non è in grado di aprire il file .key.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
Azione
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario
eliminare il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo
collegamento.
Se il problema persiste, potrebbe essere necessario reinstallare
BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
363
364
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare lo stream sul file Main.key. (BCAG0640)
Causa
Si è tentato di avviare uno dei programmiBusinessObjects, ma BusinessObjects
non è in grado di leggere il file .key.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
Azione
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario
eliminare il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo
collegamento.
Se il problema persiste, potrebbe essere necessario reinstallare
BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare il repository attuale. (BCAG0650)
Causa 1
Si è tentato di avviare uno dei programmi BusinessObjects, ma BusinessObjects
non è in grado di trovare il repository. Manca il file key.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
Azione
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario
eliminare il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo
collegamento.
Se il problema persiste, potrebbe essere necessario reinstallare
BusinessObjects.
Causa 2
Azione
Il sistema che esegue il database del repository è indisponibile.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database utilizza il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal database del repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
365
366
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile inviare il messaggio all’agente SQLBO. (BCAG0670)
Causa
Azione
SQLBO rappresenta il livello di rete SQL di BusinessObjects che consente a tutte
le transazioni SQL di passare da e verso i database aziendali e il repository. Esso
è necessario per normalizzare tutte le transazioni SQL in un formato
interpretabile da tutti i database supportati e da tutte le versioni di middleware.
Questo messaggio di errore viene generato quando non è possibile stabilire una
connessione SQLBO.
La comunicazione tra le macchine client e i server del database viene fornita dal
middleware del database. Verificare che il middleware sia stato installato e che
funzioni correttamente e che si usi la versione giusta. Verificare inoltre il driver
BusinessObjects, che consente di accedere al middleware.
Impossibile ottenere una connessione SQLBO. (BCAG0680)
Causa
Azione
SQLBO rappresenta il livello di rete SQL di BusinessObjects che consente a tutte
le transazioni SQL di passare da e verso i database aziendali e il repository. Esso
è necessario per normalizzare tutte le transazioni SQL in un formato
interpretabile da tutti i database supportati e da tutte le versioni di middleware.
Questo messaggio di errore viene generato quando non è possibile stabilire una
connessione SQLBO.
La comunicazione tra le macchine client e i server del database viene fornita dal
middleware del database. Verificare che il middleware sia stato installato e che
funzioni correttamente e che si usi la versione giusta. Verificare inoltre il driver
BusinessObjects, che consente di accedere al middleware.
Impossibile ottenere un cursore SQLBO. (BCAG0690)
Causa
Azione
SQLBO rappresenta il livello di rete SQL di BusinessObjects che consente a tutte
le transazioni SQL di passare da e verso i database aziendali e il repository. Esso
è necessario per normalizzare tutte le transazioni SQL in un formato
interpretabile da tutti i database supportati e da tutte le versioni di middleware.
Questo messaggio di errore viene generato quando non è possibile stabilire i
canali SQLBO.
La comunicazione tra le macchine client e i server del database viene fornita dal
middleware del database. Verificare che il middleware sia stato installato e che
funzioni correttamente e che si usi la versione giusta. Verificare inoltre il driver
BusinessObjects, che consente di accedere al middleware.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere un driver di connessione SQLBO. (BCAG0700)
Causa
Azione
SQLBO rappresenta il livello di rete SQL di BusinessObjects che consente a tutte
le transazioni SQL di passare da e verso i database aziendali e il repository. Esso
è necessario per normalizzare tutte le transazioni SQL in un formato
interpretabile da tutti i database supportati e da tutte le versioni di middleware.
Questo messaggio di errore viene generato quando non è possibile stabilire una
connessione SQLBO.
La comunicazione tra le macchine client e i server del database viene fornita dal
middleware del database. Verificare che il middleware sia stato installato e che
funzioni correttamente e che si usi la versione giusta. Verificare inoltre il driver
BusinessObjects, che consente di accedere al middleware.
Cannot access .RSS directory. (BCAG0710)
Causa
Un file .rss viene creato per ognuno dei database in uso. Questo file contiene le
informazioni utili relative alla connessione e viene memorizzato nella cartella del
database:
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>
Azione
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di accedere alla
cartella del database e di conseguenza di stabilire una connessione al database.
Questo problema potrebbe essere causato dall’eliminazione, dalla rinomina o
dallo spostamento della cartella.
Copiare un file di backup della cartella .rss nella cartella dataAccess. Se non si
dispone di un backup, occorre che un supervisore crei di nuovo la connessione
in Supervisor.
Invalid .key file (BCAG0720)
Causa
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise. Questo messaggio viene generato
se si utilizza un file key errato per la connessione al repository associato.
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
367
368
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario
eliminare il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo
collegamento.
Versione del repository non valida. (BCAG0730)
Causa
Azione
L’accesso a Broadcast Agent è controllato tramite il dominio di sicurezza.
L’accesso viene tuttavia negato in quanto il repository non è stato aggiornato alla
versione 6.1.
Il supervisore generale può eseguire l’Assistente di configurazione
dell’amministrazione o aggiornare il repository alla versione 6.1.
L’attore attuale non può connettersi per il momento. (BCAG0740)
Causa
Azione
L’utente che sta tentando di connettersi a Broadcast Agent appartiene ad un
gruppo che non ha accesso alla funzione in Supervisor.
Il supervisore del gruppo di appartenenza è in grado di abilitare l’uso di Broadcast
Agent come segue:
1. Avviare Supervisor.
2. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sul gruppo di utenti.
3. Nel menu popup, fare clic su Proprietà.
4. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Proprietà del gruppo.
5. Selezionare la scheda Broadcast Agent.
6. Fare clic sul pulsante di opzione Broadcast Agent, quindi immettere i valori
dei parametri come necessario.
7. Fare clic su OK.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’identificazione utente attuale del server non è valida. (BCAG0750)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Lo Scheduler non si collega al repository perché l’opzione Disabilita
identificazione utente è stata applicata al gruppo di utenti da Supervisor.
Un supervisore può determinare se l’opzione Disattiva identificazione utente è
stata impostata, come segue:
1. Collegarsi a Supervisor.
2. Fare clic destro sul gruppo di utenti che ha riscontrato il problema.
3. Selezionare Proprietà.
4. Selezionare la scheda Broadcast Agent.
5. Verificare se l’opzione Disattiva identificazione utente è stata selezionata.
Il nome utente o la password attuali di BOManager non sono validi per la
connessione al server. Pertanto, quando Broadcast Agent tenta di accedere al
sistema, la connessione non ha luogo.
Ripristinare il nome utente e la password del sistema operativo impostandoli sui
valori originali utilizzando gli strumenti del sistema operativo adatti (ad es., User
Manager for Domains su Windows o admintool su Sun Solaris).
Errore dovuto all’identificazione utente non valida. (BCAG0770)
Causa
Azione
Si è tentato di connettersi utilizzando una password errata.
Connettersi di nuovo per verificare che la password sia corretta. Se non è ancora
possibile connettersi, rivolgersi all’amministratore.
Annullamento dell’identificazione utente. (BCAG0780)
Causa
Azione
L’utente che ha programmato un task di Broadcast Agent non dispone più di
un’identificazione valida.
Tale problema potrebbe verificarsi, ad esempio, se un utente con password e
nome utente validi ha programmato un task da eseguire in un secondo momento
e, al momento stabilito, Broadcast Agent rileva che l’identificazione utente è stata
successivamente disattivata dal supervisore.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Inviare di nuovo il task utilizzando un nome utente e una password validi che
non siano stati disattivati.
• Per abilitare l’account di accesso, utilizzare Supervisor.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
369
370
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aprire il file LSI. (BCAG0800)
Causa
Azione
Il file di protezione .lsi viene utilizzato per identificare gli utenti che tentano di
accedere al repository. Quando un utente si collega il nome e la password
corrispondenti vengono verificati direttamente rispetto ai dati rispettivi
memorizzati nel repository. Se la corrispondenza è esatta, i dati di autorizzazione
specifici all’utente (compresa l’ID utente e la password, i diritti specifici, le
restrizioni ecc.) vengono copiati dal repository al file di protezione.
Di conseguenza, questo agisce come “cache” di lettura-scrittura dei dati di
autorizzazione per un gruppo o utente specifico. Per le installazioni locali, questo
file .lsi viene creato nella cartella LocData. Questo messaggio viene generato se
Broadcast Agent non è in grado di accedere al file locale di protezione di un
sistema.
Verificare quanto segue:
• Per le installazioni locali, questo file .lsi viene creato nella cartella LocData.
• Se il file di sicurezza è danneggiato o non corrisponde più al file key
associato, esso va eliminato. Verrà automaticamente rigenerato alla
successiva apertura di sessione.
• L’utente ha accesso in scrittura alla cartella o al file lsi.
NOTA
Il file .lsi non è necessario se si lavora in offline.
Impossibile scrivere nome utente/password nel file LSI. (BCAG0810)
Causa
È necessario disporre dell'accesso in lettura e in scrittura al file locale di
protezione (.lsi) in quanto ad ogni connessione i dati vengono scritti in tale file.
Per impostazione predefinita, il file si trova in:
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\lsi
Azione
Questo messaggio di errore viene generato se BusinessObjects non è in grado
di aggiornare il file locale di protezione. Questo problema potrebbe essere
dovuto al fatto che il file è protetto in scrittura o danneggiato.
Tentare quanto segue:
• Verificare che gli utenti dispongano del diritto di accesso al file .lsi.
• Se il file di sicurezza è danneggiato, eliminarlo. Verrà automaticamente
rigenerato alla successiva apertura di sessione.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiornare l'elenco LRU nel file LSI. (BCAG0820)
Causa
L’LRU (elenco utilizzato di recente) fa parte del file di protezione. È necessario
disporre dell'accesso in lettura e in scrittura al file locale di protezione (.lsi) in
quanto ad ogni connessione i dati vengono scritti in tale file. Per impostazione
predefinita, il file si trova in:
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\lsi
Azione
Questo messaggio di errore viene generato se BusinessObjects non è in grado
di aggiornare il file locale di protezione. Questo problema potrebbe essere
dovuto al fatto che il file è protetto in scrittura o danneggiato.
Tentare quanto segue:
• Verificare che gli utenti dispongano del diritto di accesso al file .lsi.
• Se il file di sicurezza è danneggiato, eliminarlo. Verrà automaticamente
rigenerato alla successiva apertura di sessione.
Impossibile recuperare le indicazioni di tempo per il repository principale.
(BCAG0830)
Causa
Azione
Ogni database in uso dispone di un file .dll associato, che solitamente si trova in
$INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>. Ognuno di questi
file è dotato di un prefisso Sq, come segue:
• Sqboci.dll per i database Oracle
• Sqodbc.dll per i database ODBC
È possibile che il messaggio di errore di cui sopra venga generato se si tenta di
accedere al data warehouse tramite il repository dopo avere spostato,
rinominato, eliminato o danneggiato il file .dll associato. Questo messaggio viene
generato anche se il file .dell viene bloccato da un’altra applicazione o utente, o
se si utilizza un file .dll incompatibile.
Sostituire il file .dll con una copia di backup se questa esiste o da un’altra
installazione di BusinessObjects. Se nessuno di questi è disponibile, installare di
nuovo i moduli di Accesso ai dati.
Applicazione sconosciuta. (BCAG0850)
Causa
Azione
Un task programmato viene richiamato per essere eseguito da un’applicazione
sconosciuta.
Inviare di nuovo il task, verificando che le applicazioni necessarie siano installate
correttamente.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
371
372
Manuale per la risoluzione dei problemi
Utente attuale non autorizzato. (BCAG0860)
Causa
Azione
L’utente attuale non dispone delle autorizzazioni necessarie ad eseguire il task
programmato.
Utilizzare Configuration Tool per controllare l’identità dell’utente di BOManager
su ciascun nodo del cluster. Quindi, utilizzando Supervisor, verificare che l’utente
in questione disponga delle autorizzazioni per l’esecuzione del task
programmato. Verificare inoltre che i diritti del sistema operativo (forniti in
Windows o UNIX) siano corretti.
A questo punto, inviare di nuovo il task programmato.
L’utente attuale non è il supervisore generale di apertura di sessione.
(BCAG0870)
Causa
Azione
Alcuni task, quali ad esempio la creazione di un nuovo repository, possono
essere eseguiti solo dal supervisore generale di apertura di sessione, ossia il
supervisore generale identificato dal nome utente riservato “GENERAL”. Poiché
l’utente attuale non è tale tipo di utente, non potrà eseguire l’azione.
Connettersi con il nome utente GENERAL e la password SUPERVISOR, quindi
tentare di nuovo.
Il supervisore generale di apertura di sessione non può essere utilizzato in
questo caso. (BCAG0880)
Causa
Azione
Alcuni task non possono essere eseguiti dal supervisore generale di apertura di
sessione, ossia, il supervisore generale identificato dal nome utente riservato
“GENERAL”.
Connettersi come utente diverso che disponga delle autorizzazione del
supervisore generale, quindi inviare di nuovo il task programmato.
L’utente è LIGHT. (BCAG0890)
Causa
Azione
L’utente attuale si è connesso utilizzando il nome utente riservato “LIGHT”.
L’identità di tale utente non deve essere utilizzata per le normali attività di
Broadcast Agent.
Connettersi come utente diverso, quindi inviare di nuovo il task programmato.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
I TMS dell'utente attuale non sono validi per il momento. (BCAG0900)
Causa
Azione
Per l’utente attuale sono state definite delle restrizioni di tempo per la
connessione in Supervisor. Attualmente, all’utente non è consentito connettersi.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Utilizzare Supervisor per modificare le restrizioni di tempo dell’utente.
• Inviare di nuovo il task in modo che venga programmato per l’esecuzione
nell’arco di tempo in cui all’utente è consentito connettersi.
Il file .lsi non è modificabile. (BCAG0910)
Causa
È necessario disporre dell'accesso in lettura e in scrittura al file locale di
protezione (.lsi) in quanto ad ogni connessione i dati vengono scritti in tale file.
Per impostazione predefinita, il file si trova in:
C:\Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Business Objects\
Business Objects 6.1\lsi
Azione
Questo messaggio di errore viene generato se BusinessObjects non è in grado
di aggiornare il file locale di protezione. Questo problema potrebbe essere
dovuto al fatto che il file è protetto in scrittura o danneggiato.
Tentare quanto segue:
• Verificare che gli utenti dispongano del diritto di accesso al file .lsi.
• Se il file di sicurezza è danneggiato, eliminarlo. Verrà automaticamente
rigenerato alla successiva apertura di sessione.
Il file .lsi è bloccato da un'altra applicazione. (BCAG0940)
Causa
Azione
Tentativo di aggiornare alcune impostazioni relative alla protezione, ma non è
possibile memorizzare questi cambiamenti perché il file di protezione locale (.lsi)
è già in uso da un’altra applicazione.
Aspettare qualche minuto e riprovare. Arrestare tutti gli altri processi in corso sul
sistema e uscire dalle applicazioni non necessarie.
Nessuna datazione per questo utente nel file .lsi. (BCAG950)
Causa
Azione
Il file .lsi è danneggiato.
È necessario che il file .lsi venga creato di nuovo automaticamente alla
successiva connessione dell’utente.
Connettersi di nuovo con il nome di tale utente. Inviare nuovamente il task, quindi
tentare di nuovo.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
373
374
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile recuperare l’elenco degli universi. (BCAG0960)
Causa
Azione
L’elenco degli universi memorizzato nel repository non è disponibile. Questo
problema può essere causato da:
• danni nel repository
• mancata connessione al repository
• problemi di rete dovuti alla perdita della connessione del server al repository
Un supervisore può verificare la connessione al dominio dei documenti come
segue:
• Selezionare Strumenti > Repository e fare clic su Dominio dei documenti.
• Fare clic sul pulsante Test.
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Se il problema persiste, il supervisore generale potrebbe dover ricreare il
repository.
ID di accesso non valido. (BCAG0980)
Causa
Azione
L’ID utente utilizzato per la programmazione del task non è più valido.
Tale problema può verificarsi, ad esempio, se un utente effettua la connessione
e programma un task, quindi successivamente il supervisore elimina il suddetto
utente dal repository. Quando il task programmato deve essere eseguito,
Broadcast Agent tenta di elaborarlo. Tuttavia, non è in grado di connettersi al
repository in quanto in esso l’ID utente non esiste più; di conseguenza, viene
generato questo messaggio.
Inviare di nuovo il task programmato fornendo un’identificazione utente che
risulterà valida nel momento in cui il task programmato verrà eseguito.
Password non valida nella finestra di dialogo Cambia password. (BCAG0990)
Causa
Azione
Un utente ha tentato di modificare la password. Tuttavia, per l’operazione
occorre immettere la vecchia password. L’utente ha immesso la vecchia
password in modo errato.
Ripetere l’operazione immettendo la password corretta.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nome utente riservato (MANAGER o LIGHT). (BCAG1000)
Causa
Azione
Si è tentato di creare un Broadcast Agent o un utente con il nome “MANAGER” o
“LIGHT”. Tale operazione non è consentita in quanto questi due nomi utente sono
riservati per l’uso interno.
Scegliere un altro nome per il nuovo Broadcast Agent o utente.
Scheduler non può essere eseguito in questo sistema operativo.
(BCAG1010)
Causa
Azione
Scheduler può essere eseguito solo con i sistemi UNIX o Windows supportati.
Tale errore si verifica se un amministratore tenta di avviare uno Scheduler su un
sistema Windows non supportato.
Avviare Scheduler su una macchina con piattaforma supportata.
Annullamento durante la modifica obbligatoria della password. (BCAG1020)
Causa
Azione
Per il sistema Broadcast Agent, occorre che gli utenti modifichino le password
dopo un determinato periodo di tempo, se definito nell’account appropriato in
Supervisor. Se la modifica risulta necessaria, la finestra di dialogo Cambia
password viene visualizzata automaticamente ogni volta che un utente tenta di
connettersi. Tuttavia, l’utente ha utilizzato il comando Annulla piuttosto che
immettere i dati nella suddetta finestra di dialogo.
Utilizzare Supervisor per modificare la password, quindi tentare di nuovo.
Impossibile caricare il driver di autenticazione. (BCAG1030)
Causa
Azione
Dopo avere aggiornato il file setup.log (nella cartella Setup), se si verifica questo
file di registro, alcune dll non possono essere aggiornate perché erano in uso
quando è stato effettuato l’aggiornamento master. Dovrebbe essere visualizzato
il messaggio “File in uso”.
Aggiornare il master quando nessuno utilizza BusinessObjects. Tentare di
scollegare temporaneamente il computer dalla rete durante l’aggiornamento.
Inizializzazione del driver terminata in errore. (BCAG1040)
Causa
Azione
Quando la Console viene avviata, BusinessObjects tenta d’individuare il file di
autenticazione KGLUI.DLL. Tuttavia, BusinessObjects non è in grado di trovare
il file corretto oppure quest’ultimo è stato modificato o danneggiato.
Copiare un backup del file KGLUI.DLL nella cartella Business Objects 6.1 (se
presente) oppure copiarlo da un’altra installazione di BusinessObjects. Se
queste non sono disponibili, occorre installare di nuovo BusinessObjects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
375
376
Manuale per la risoluzione dei problemi
Inizializzazione del driver di identificazione terminata in errore. (BCAG1050)
Causa
Azione
Quando la Console viene avviata, BusinessObjects tenta d’individuare il file di
autenticazione KGLUI.DLL. Tuttavia, BusinessObjects non è in grado di trovare
il file corretto oppure quest’ultimo è stato modificato o danneggiato.
Copiare un backup del file KGLUI.DLL nella cartella Business Objects 6.1 (se
presente) oppure copiarlo da un’altra installazione di BusinessObjects. Se
queste non sono disponibili, occorre installare di nuovo BusinessObjects.
Inizializzazione del driver di autenticazione terminata in errore. (BCAG1060)
Causa
Azione
In Supervisor, è stata abilitata l’autenticazione Windows NT (Strumenti >
Opzioni > Criteri di protezione). Tuttavia, il file KNTUI.DLL necessario per attivare
tale funzione non è quello corretto oppure è stato modificato o danneggiato.
Tentare quanto segue:
1. Eliminare il file KNTUI.DLL dalla cartella Business Objects 6.1.
2. Copiare un backup del file KNTUI.DLL nella cartella Business Objects 6.1 (se
presente) oppure copiarlo da un’altra installazione di BusinessObjects.
3. Se queste non sono disponibili, occorre installare di nuovo BusinessObjects.
Errore durante il rilascio del driver. (BCAG1070)
Causa
Azione
Il driver della release risulta danneggiato.
Eseguire un controllo del disco (fsck per UNIX o ScanDisk per Windows).
Riavviare il sistema.
Se il problema persiste, è necessario installare di nuovo il driver della release.
Per tale operazione, potrebbe essere necessario installare di nuovo il software
del server Business Objects o il middleware del database sul server.
Errore durante il rilascio del driver di identificazione. (BCAG1080)
Causa
Azione
Il driver di identificazione della release risulta danneggiato.
Eseguire un controllo del disco (fsck per UNIX o ScanDisk per Windows).
Riavviare il sistema.
Se il problema persiste, è necessario installare di nuovo il driver della release.
Per tale operazione, potrebbe essere necessario installare di nuovo il software
del server Business Objects o il middleware del database sul server.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
File .key non valido (non corrispondente al file .lsi). (BCAG1120)
Causa
Azione
Esempio
Si utilizza il file key sbagliato. Il file key contiene l’indirizzo del dominio di
sicurezza generato da Supervisor. Di solito è memorizzato nella cartella LocData
per le installazioni locali o nella cartella ShData per le installazioni condivise.
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Eliminare il file .key e riavviare l’applicazione BusinessObjects. Viene
visualizzata una finestra di apertura sessione vuota (senza nessun nome di
connessione). Si può comunque inserire il proprio nome utente e la password
precedenti. Il file key viene rigenerato automaticamente durante l’apertura della
sessione.
È possibile che si sia tentato di utilizzare un file .key diverso rinominato con il
nome del file utilizzato da BusinessObjects.
File .lsi errato. (BCAG1130)
Causa
Il file di protezione (.lsi) viene utilizzato per identificare gli utenti che tentano di
accedere al repository. Quando un utente si collega il nome e la password
corrispondenti vengono verificati direttamente rispetto ai dati rispettivi
memorizzati nel repository.
Se la corrispondenza è esatta, i dati di autorizzazione specifici all’utente
(compresa l’ID utente e la password, i diritti specifici, le restrizioni ecc.) vengono
copiati dal repository al file di protezione. Quest’ultimo agisce dunque da
"cache" di lettura-scrittura dei dati di autorizzazione per un utente o gruppo
specifici.
Azione
Per le installazioni locali, il file viene creato nella cartella LocData, insieme al file
key. Questo messaggio di errore viene generato se è impossibile aprire un file di
protezione locale.
Tentare quanto segue:
• Accertarsi che gli utenti abbiano accesso in scrittura alla cartella o al file lsi.
• Se il file di sicurezza è danneggiato, eliminarlo. Verrà automaticamente
rigenerato alla successiva apertura di sessione.
Dominio della versione precedente. (BCAG1140)
Causa
Azione
BusinessObjects 6.1 è stato installato su una versione precedente di
BusinessObjects, ma il repository non è stato aggiornato.
Un supervisore generale può eseguire l’Assistente di aggiornamento per
aggiornare il repository alla versione 6.1.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
377
378
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il dominio di sicurezza è anteriore a quello necessario. (BCAG1150)
Causa
Azione
L’installazione di BusinessObjects è stata aggiornata a una versione più recente
senza che il repository venisse aggiornato.
Un supervisore generale può eseguire l’Assistente di aggiornamento per
aggiornare il repository alla versione di BusinessObjects in uso.
File .key non trovato. (BCAG1160)
Causa
Azione
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise. Se non si riesce a trovare questo
file, significa che è stato eliminato, rinominato, spostato o danneggiato.
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
NOTA
Il nuovo file key generato potrebbe non corrispondere più al file .lsi, che si trova
nella stessa sottocartella. Di conseguenza, potrebbe essere necessario
eliminare il file .lsi. Il file .lsi viene rigenerato automaticamente al successivo
collegamento.
Identificazione utente disabilitata. (BCAG1170)
Causa
Azione
Per utilizzare Broadcast Agent, il gruppo a cui appartiene l’utente deve avere
l’autorizzazione necessaria. Questa viene definita dal supervisore nelle proprietà
del gruppo (scheda Broadcast Agent). Questo messaggio viene generato se
l’accesso utente è stato disabilitato in Supervisor.
L’accesso utente (disattivato) deve essere riattivato dal supervisore.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Connessione errata al repository. (BCAG1180)
Causa
Si utilizza il file key sbagliato. Il file key in uso non si dirige al repository.
Il file key contiene l’indirizzo del dominio di sicurezza generato da Supervisor. Di
solito è memorizzato nella cartella LocData per le installazioni locali o nella
cartella ShData per le installazioni condivise.
Azione
Se non si è sicuri del tipo di file, fare clic su Setup.exe per trovarlo. Fare clic sul
pulsante Modifica per visualizzare la finestra Impostazioni in cui è specificato se
si tratta di un file .key locale o condiviso.
Un supervisore generale può eseguire un Recupero dell'installazione nel modo
seguente:
1. Rinominare o eliminare il file .key esistente.
2. Collegarsi a Supervisor con l’ID riservata:
3. nome utente: GENERAL
4. password: SUPERVISOR
5. Fare clic su Next.
6. In tal modo viene avviato l’Assistente all’installazione.
7. Eseguire un Recupero dell’installazione inserendo nome del database, ID
utente e password.
Impossibile accedere al file RSS. (BCAG1190)
Causa
Azione
Un file .rss viene creato per ognuno dei database in uso. Tale file contiene le
informazioni di connessione necessarie ed è memorizzato nella cartella del
database ($INSTALLDIR\dataAccess\RDBMS\legacy\<nome database>).
Questo errore viene generato se BusinessObjects non è in grado di trovare il file
.rss nella cartella del database e di conseguenza di stabilire una connessione al
database.
Copiare un backup di questo file .rss nella cartella del database. Se non si
dispone di un backup, occorre che un supervisore crei di nuovo la connessione.
L’SQL utilizzato è errato. (BCAG1200)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Questo messaggio può essere generato quando si tenta di accedere a un
database aziendale utilizzando le istruzioni di freehand SQL inserite nell’Editor
SQL. Il SQL utilizzato potrebbe non essere compatibile con il database aziendale.
Verificare con l’amministratore del database quali sono le versioni SQL
supportate dal database aziendale.
BusinessObjects ha riscontrato un errore eccezionale durante un tentativo di
accesso al database aziendale.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
379
380
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l'importazione. (BCAG1210)
Causa
Azione
Broadcast Agent si è collegato al dominio dei documenti per importare un file da
trattare. Dopo il collegamento, Broadcast Agent non è stato capace d’importare
il file. Il server che ospita il dominio dei documenti potrebbe essere indisponibile
oppure potrebbe esservi un errore di database.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la macchina è in arresto, o vi è un
problema di rete, rieseguire il task quando la macchina è disponibile. Se la
macchina è in arresto, o vi è un problema di rete, rieseguire il task quando la
macchina e la rete sono disponibili.
Se la macchina funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal database del repository.
Se il database risponde, verificare la colonna Errore della Console Broadcast
Agent e discutere con l’amministratore del database su una soluzione degli errori
SQL che possono verificarsi, oppure chiedere all’amministratore di verificare il
registro delle transazioni del server del database.
Memoria insufficiente. (BCAG1220)
Causa
Azione
Windows non dispone di memoria sufficiente per eseguire i vari sistemi server
configurati.
Verificare i requisiti di sistema per assicurarsi di disporre di memoria sufficiente
per BusinessObjects. Oppure, chiudere le altre applicazioni per liberare
memoria. Svuotare il Cestino e eliminare i file inutili.
Impossibile ottenere un’ID unica sul dominio di sicurezza per l’esportazione.
(BCAG1230)
Causa
L’utente ha tentato di esportare un universo o d’inviare un documento ad un
utente, ma la Magic_ID assegnata all’universo o al documento nel repository è
stata danneggiata.
Solitamente, l’errore si verifica quando viene terminato un task inviato a
Broadcast Agent in modo anormale (ad esempio, riavviando il computer). Lo
stesso accade quanto il task viene terminato in modo anormale con Broadcast
Agent. Possono esservi altri motivi, ma i più frequenti sono due.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Un supervisore può eseguire Esamina e ripristina (Strumenti > Repository).
Questa funzione consente le seguenti operazioni sul dominio di sicurezza o sul
dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
L’anomalia viene corretta nel Magic_ID.
Impossibile iniziare la transazione sul dominio di sicurezza. (BCAG1240)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è stato in grado di connettersi al dominio di sicurezza per
verificare i task in attesa. Il server che ospita il dominio di sicurezza potrebbe
essere indisponibile oppure potrebbe esservi un errore di database.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il dominio di sicurezza. Se la macchina è in arresto, o vi è un problema
di rete, rieseguire il task quando la macchina e la rete sono disponibili.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Se il database risponde, verificare la colonna Errore della Console Broadcast
Agent e discutere con l’amministratore del database su una soluzione degli errori
SQL che possono verificarsi, oppure chiedere all’amministratore di verificare il
registro delle transazioni del server del database.
Impossibile iniziare la transazione sul dominio dei documenti. (BCAG1250)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è stato in grado di connettersi al dominio dei documenti per
importare un documento per l’elaborazione. Il server che ospita il dominio di
sicurezza potrebbe essere indisponibile oppure potrebbe esservi un errore di
database.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la macchina è in arresto, o vi è un
problema di rete, rieseguire il task quando la macchina e la rete sono disponibili.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Se il database risponde, verificare la colonna Errore della Console Broadcast
Agent e discutere con l’amministratore del database su una soluzione degli errori
SQL che possono verificarsi, oppure chiedere all’amministratore di verificare il
registro delle transazioni del server del database.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
381
382
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile ottenere informazioni sul documento precedente. (BCAG1260)
Causa
Azione
Un documento è stato inviato per essere trattato in modalità sovrascrittura, il che
significa che il documento trattato di recente deve sovrascrivere quello esistente
nel repository, ma Broadcast Agent non è in grado di sovrascrivere il documento
esistente. Se il problema persiste, vi è un errore di database.
Tentare di nuovo. Se il problema persiste, verificare la colonna Errore della
Console Broadcast Agent e discutere con l’amministratore del database su una
soluzione degli errori SQL che possono verificarsi, oppure chiedere
all’amministratore di verificare il registro delle transazioni del server del
database.
Impossibile terminare la transazione sul dominio dei documenti. (BCAG1270)
Causa
Azione
Broadcast Agent è stato in grado di connettersi al dominio dei documenti per
importare un documento per l’elaborazione, ma l’importazione è terminata in
errore. Il server che ospita il dominio di sicurezza potrebbe essere indisponibile
oppure potrebbe esservi un errore di database.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server al
dominio dei documenti. Se la macchina è in arresto, o vi è un problema di rete,
rieseguire il task quando la macchina e la rete sono disponibili.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Se il database risponde, verificare la colonna Errore della Console Broadcast
Agent e discutere con l’amministratore del database su una soluzione degli errori
SQL che possono verificarsi, oppure chiedere all’amministratore di verificare il
registro delle transazioni del server del database.
Impossibile terminare la transazione sul dominio di sicurezza. (BCAG1280)
Causa
Azione
Broadcast Agent è stato in grado di connettersi al dominio di sicurezza per
verificare i task in attesa, ma non è riuscito a completare l’operazione. Il server
che ospita il dominio di sicurezza potrebbe essere indisponibile oppure potrebbe
esservi un errore di database.
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il dominio di sicurezza. Se la macchina è in arresto, o vi è un problema
di rete, rieseguire il task quando la macchina e la rete sono disponibili.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Se il database risponde, verificare la colonna Errore della Console Broadcast
Agent e discutere con l’amministratore del database su una soluzione degli errori
SQL che possono verificarsi, oppure chiedere all’amministratore di verificare il
registro delle transazioni del server del database.
BOManager è occupato. (BCAG1290)
Causa
Azione
Il numero massimo di sessioni di trattamento simultanee di BusinessObjects è
raggiunto. Questo parametro viene impostato nello strumento BusinessObjects
Services Administration.
Il task viene rilanciato finché non si può aprire una sessione. Se non si può
aspettare, utilizzare lo strumento BusinessObjects Services Administrator per
impostare il parametro Num. max. di processi occupati ad un numero più alto.
Questa procedura è descritta nel Manuale dell’amministratore di Broadcast Agent.
Ottimizzazione della visualizzazione non riuscita. (BCAG1300)
Causa
Azione
Un documento è stato programmato con l’opzione Visualizzazione ottimizzata
del documento, ma BOManager non è in grado di eseguire l’opzione.
Quest’opzione, impostata alla pubblicazione di un documento nel repository,
istruisce BOManager in modo che memorizzi una versione Metafile Windows del
documento nella cache del repository quando il trattamento con Broadcast Agent
è stato completato. Sia il server che ospita BOManager non ha i diritti di scrittura/
lettura alla cartella giusta sul server del repository, oppure il disco è pieno.
L’amministratore del server del repository deve attribuire i diritti di lettura/scrittura
al server BOManager, oppure liberare spazio su disco del server. Se il problema
proviene dai diritti alla cache che non possono essere attribuiti al BOManager, la
soluzione può essere disattivare l’opzione Visualizzazione ottimizzata del
documento dalla Console di Broadcast Agent con un doppio clic sul nome del
documento e cancellare l’opzione dalla scheda Azioni della finestra di dialogo
Proprietà del task.
Impossibile ottenere MachineManager. (BCAG1310)
Causa
Azione
MachineManager è un modulo server utilizzato da WebIntelligence e Broadcast
Agent. Sia è in arresto, sia perso, sia introvabile. Si tratta di un problema di
comunicazione CORBA.
Lanciare BusinessObjects Services Administrator, oppure uscire e riavviare se
già in esecuzione. Il modulo viene ripristinato ad un ordine di funzionamento.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
383
384
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo Broadcast Agent Scheduler non può elaborare documenti
BusinessObjects. (BCAG1320)
Causa
Azione
È stata disattivata l’elaborazione dei documenti BusinessObjects per Broadcast
Agent. Questo parametro viene impostato nello strumento BusinessObjects
Services Administrator.
Di solito, lo strumento Business Objects Services Administrator si trova in:
Programmi\Business Objects\Server\Admin Tools
1. Lanciare Administrator e selezionare Broadcast Agent Manager dalla finestra
a sinistra.
2. Selezionare un Broadcast Agent a destra e fare clic su Parametri.
3. Dalla finestra di dialogo Impostazioni, selezionare l’opzione On per i
documenti BusinessObjects.
4. Aprire la Console Broadcast Agent e selezionare il task da trattare.
5. Fare clic su Esegui subito dal menu Task.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo Broadcast Agent Scheduler non può elaborare documenti
WebIntelligence. (BCAG1330)
Causa
Azione
È stata disattivata l’elaborazione dei documenti WebIntelligence per Broadcast
Agent. Questo parametro viene impostato nello strumento BusinessObjects
Services Administrator.
Di solito, lo strumento Business Objects Services Administrator si trova in:
Programmi\Business Objects\Server\Admin Tools
1. Lanciare Administrator e selezionare Broadcast Agent Manager dalla finestra
a sinistra.
2. Selezionare un Broadcast Agent a destra e fare clic su Parametri.
3. Dalla finestra di dialogo Impostazioni, selezionare l’opzione On per i
documenti WebIntelligence.
4. Aprire la Console Broadcast Agent e selezionare il task da trattare.
5. Fare clic su Esegui subito dal menu Task.
Impossibile creare una sessione WebIntelligence. (BCAG1340)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il modulo WIGenerator sul server non è attivato.
Lanciare BusinessObjects Services Administrator e abilitare il modulo
WIGenerator.
Il server WebIntelligence è sovraccarico.
Aspettare che il traffico diminuisca sul server e rieseguire il task.
Impossibile ottenere Session Manager. (BCAG1350)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il modulo WISessionManager è stato disattivato.
Lanciare BusinessObjects Services Administrator e abilitare il modulo
WISessionManager.
Il modulo WISessionManager è stato arrestato o è impossibile trovarlo sul server.
Si tratta di un problema di comunicazione CORBA.
Lanciare BusinessObjects Services Administrator, oppure uscire e riavviare se
già in esecuzione. Il modulo viene ripristinato ad un ordine di funzionamento.
Impossibile ottenere WIQT. (BCAG1360)
Causa 1
Azione
Wiqt.exe è un modulo server lanciato da WISessionManager per creare e
aggiornare i documenti WebIntelligence. Ciò è indisponibile perché il server
WebIntelligence è sovraccarico.
Aspettare che il traffico diminuisca sul server e rieseguire il task.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
385
386
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Wiqt.exe è stato arrestato, indisponibile o introvabile per un problema di
comunicazione CORBA.
Lanciare BusinessObjects Services Administrator, oppure uscire e riavviare se
già in esecuzione. Il modulo viene ripristinato ad un ordine di funzionamento.
Identificazione utente NT non valida. (BCAG1370)
Causa
Azione
La combinazione identificazione utente/password utilizzata per lanciare
BOManager per avviare le sessioni di trattamento non è corretta. Le informazioni
di identificazione utente/password vengono fornite dall’amministratore locale per
la macchina server su cui si trovano WebIntelligence o Broadcast Agent e
inserite durante l’installazione. L’identificazione utente o la password sono state
modificate rispetto al momento dell’installazione.
Verificare che il nome utente e la password in uso per avviare BOManager siano
quelle dell’amministratore locale per la macchina server.
Warning: Inserimento di un’informazione del destinatario nel database
terminato in errore per un task di report bursting. (BCAG1380)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Broadcast Agent non è in grado di programmare un task per il destinatario di un
documento per cui è stato scelto il “report bursting”. Il report bursting viene
eseguito quando un documento viene programmato per un invio a più utenti
secondo il profilo, tramite l’opzione Aggiorna con il profilo di ogni destinatario. Il
disco della macchina server di Broadcast Agent è pieno.
Liberare spazio su disco della macchina server di Broadcast Agent e rieseguire
il task.
Broadcast Agent non è in grado di programmare un task per il destinatario di un
documento per cui è stato scelto il “report bursting”. Vi è un problema legato al
database.
Rivolgersi all’amministratore del database e verificare i registri.
Impossibile avviare una sessione WebIntelligence 6.x. (BCAG1500)
Causa
Azione
Broadcast Agent sta tentando di aggiornare un documento WebIntelligence 6.x,
ma non è in grado di avviare una sessione di WebIntelligence 6.x. Tale problema
potrebbe verificarsi in quanto WebIntelligence 6.x non è installato sul server
oppure il parametro “Num. max. di processi WebIntelligence 6.x in corso” è
impostato su un valore basso.
Se WebIntelligence 6.x non è installato, occorre installarlo in modo che
Broadcast Agent possa elaborare questo tipo di documenti.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Se WebIntelligence 6.x è installato, controllare il valore del parametro “Num.
max. di processi WebIntelligence 6.x in corso” utilizzando l’Administration
Console di Business Objects. Per consentire che questo tipo di task venga
elaborato da Broadcast Agent, è necessario che il parametro sia impostato su un
valore maggiore di zero.
Impossibile connettersi al server WebIntelligence 6.x. (BCAG1510)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di comunicare con nessuno dei server
WebIntelligence 6.x del cluster. È possibile che si tratti di un problema di
funzionamento della rete, che la macchina server sia in arresto oppure che il
software di WebIntelligence 6.x non risponda.
Verificare che la macchina server sia in funzione e che la rete non presenti
problemi, utilizzando il comando “ping” per entrare in comunicazione con il server
WebIntelligence dal server Broadcast Agent.
Se necessario, arrestare WebIntelligence, quindi avviarlo di nuovo.
Importazione di documento WebIntelligence 6.x terminata in errore.
(BCAG1520)
Causa
Azione
Non è stato possibile importare il documento nel repository. Il problema potrebbe
essere dovuto all’impossibilità di comunicare con il repository, all’insufficienza di
spazio su disco disponibile nel repository oppure alla presenza di danni in
quest’ultimo.
Utilizzare Supervisor per eseguire Esamina e ripristina per il repository.
Verificare che il server del database che ospita il repository disponga di spazio
su disco sufficiente.
Aggiornamento di documento WebIntelligence 6.x terminato in errore.
(BCAG1530)
Causa
Azione
Un documento WebIntelligence 6.x non è stato aggiornato correttamente da
Broadcast Agent. È possibile che si tratti di problemi di protezione o connettività
oppure che su nessun server vi siano processi WebIntelligence 6.x attivati.
Utilizzare l’Administration Console per verificare che su almeno uno dei server
nel cluster il parametro “Num. max. di processi WebIntelligence 6.x in corso” sia
impostato su un valore maggiore di zero.
Verificare che l’utente di Broadcast Agent disponga delle autorizzazioni di
protezione per l’aggiornamento del documento.
Verificare inoltre che sia possibile accedere al server del database dal server
Broadcast Agent.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
387
388
Manuale per la risoluzione dei problemi
Numero di licenza non valido. Non si è autorizzati ad avviare il prodotto.
Contattare l’amministratore o il rivenditore indicando questo codice:
(BCAG1600)
Causa
Azione
Per avviare Broadcast Agent, è necessaria una chiave di licenza di Business
Objects valida. La chiave di licenza immessa è scaduta oppure non include le
funzioni che si sta tentando di utilizzare.
Contattare il rivenditore per ottenere una chiave di licenza aggiornata e verificare
le funzioni che è possibile utilizzare con la licenza.
Errore - impossibile verificare il numero di licenza. (BCAG1610)
Causa
Azione
Per avviare Broadcast Agent, è necessario che venga fornita una chiave di
licenza di Business Objects valida. Ad ogni avvio, Broadcast Agent esegue una
verifica della licenza. In questo caso, Broadcast Agent non è stato in grado di
controllare la chiave di licenza. È possibile che l’installazione o la chiave di
licenza siano danneggiate.
Eseguire il programma di installazione di Business Objects, come descritto nel
manuale d’installazione e configurazione, quindi digitare di nuovo la chiave di
licenza. Solitamente, non è necessario installare di nuovo il software perché la
chiave di licenza risulti effettiva.
Se il problema persiste, tentare di risolverlo installando di nuovo il software di
Business Objects e immettendo nuovamente la chiave di licenza.
Se neanche in tal modo è possibile risolvere il problema, contattare il rivenditore
per ottenere una chiave di licenza aggiornata e verificare le funzioni che è
possibile utilizzare con la licenza.
Tipo di documento sconosciuto. (BCAG1700)
Causa
Azione
Il documento specificato come pubblicazione è in un formato non riconosciuto da
Broadcast Agent. È necessario creare il documento in una versione di
BusinessObjects o WebIntelligence supportata da Broadcast Agent.
Specificare un documento creato in una versione di BusinessObjects o
WebIntelligence supportata da Broadcast Agent.
Impossibile aggiornare il documento. (BCAG1710)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di aggiornare il documento. È possibile che si
tratti di problemi di protezione o connettività.
Verificare che l’utente di Broadcast Agent disponga delle autorizzazioni di
protezione per l’aggiornamento del documento.
Verificare inoltre che sia possibile accedere al server del database dal server
Broadcast Agent.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Task di report bursting terminato in errore. (BCAG1720)
Causa
Azione
Un documento programmato con l’opzione “Aggiorna con il profilo di ogni
destinatario” selezionata non è stato in grado di aggiornare il documento con il
profilo di uno o più destinatari. È possibile che si tratti di problemi di protezione o
connettività.
Verificare che l’utente di Broadcast Agent disponga delle autorizzazioni di
sicurezza corrette per l’aggiornamento del documento e che anche ogni utente
nell’elenco dei destinatari abbia le suddette autorizzazioni.
Verificare inoltre che sia possibile accedere al server del database dal server
Broadcast Agent.
Impossibile ottenere il numero massimo di tentativi per i task UNIX.
(BCAG1730)
Causa
Azione
Il server Broadcast Agent non è in grado di accedere ai parametri definiti in
Supervisor. È possibile che il repository sia corrotto oppure che non sia possibile
accedervi a causa di problemi della rete.
Utilizzare Supervisor per verificare che i parametri di Broadcast Agent siano
impostati correttamente.
Controllare che la connessione al repository dal nodo su cui si trova Broadcast
Agent funzioni correttamente.
Impossibile eseguire questo task con la versione di Broadcast Agent
Scheduler installata attualmente. Contattare l’amministratore. (BCAG1740)
Causa
Azione
Il task specificato si riferisce ad un documento di una versione di
BusinessObjects o WebIntelligence non supportata per l’uso simultaneo con la
versione installata di Broadcast Agent.
Creare di nuovo il documento utilizzando una versione di BusinessObjects o
WebIntelligence supportata per l’uso simultaneo con la versione installata di
Broadcast Agent.
In alternativa, installare una versione diversa di Broadcast Agent che supporti il
tipo di documento specificato.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
389
390
Manuale per la risoluzione dei problemi
Time limit exceeded. (BCB0001)
Causa
Azione
Esempio
La data di scadenza di un task è stata raggiunta prima della fine del trattamento
del documento con Broadcast Agent. Il task è terminato in errore.
Tentare quanto segue:
1. Rinviare il documento a Broadcast Agent.
2. Dalla scheda Programmazione, reimpostare la data e l’ora di scadenza.
L’utente ha impostato la data e l’ora di scadenza a mezzanotte di venerdì,
12 agosto. Broadcast Agent non ha completato l’elaborazione del documento per
quella data.
Impossibile estrarre gli script dal documento. (BCB0003)
Causa
Azione
Broadcast Agent ha tentato di elaborare un documento con script o macro VBA
(BusinessObjects 6.1) collegati, ma non è in grado di estrarli. Il file è
danneggiato.
Chiedere all’utente di verificare il documento e di inviarlo di nuovo.
Occorre impostare una programmazione mediante Scheduler o File Watcher
(o entrambi). (BCA0004)
Causa
Azione
L’utente ha tentato d’inviare un documento a Broadcast Agent senza selezionare
il calendario né il file watcher.
Dalla scheda Programmazione della finestra di dialogo Invia documento a
Broadcast Agent, selezionare l’opzione Programmazione e/o File Watcher.
Non è stato specificato un file per il File Watcher. (BCA0005)
Causa
Azione
L’utente ha tentato d’inviare un documento a Broadcast Agent con l’opzione File
Watcher ma senza specificare il file.
Dalla scheda Programmazione della finestra di dialogo Invia documento a
Broadcast Agent, immettere il percorso e il nome file del file da osservare. Fare
clic su Sfoglia per percorrere il file system e trovare il file.
Impossibile contattare Scheduler. Potrebbe non essere connesso.
(BCB0006)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere a uno degli Scheduler. Ciò è dovuto
al fatto che la macchina su cui gira Scheduler è in arresto, o perché non vi è
connessione sulla macchina Scheduler.
Verificare che le connessioni al repository e che il Nome fonte dati siano stati
impostati correttamente in Supervisor (Strumenti > Connessioni > Modifica).
Messaggi di errore di Broadcast Agent
Manuale per la risoluzione dei problemi
Verificare la connessione di rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
che ospita il dominio dei documenti. Se la rete funziona correttamente,
l'amministratore del database dovrebbe utilizzare il middleware del database
(come Net8 for Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
Scheduler è occupato. Riprovare? (BCA0007)
Causa
Azione
Broadcast Agent non è in grado di accedere a uno degli Scheduler. Ciò è dovuto
al fatto che Scheduler è occupato nell’elaborazione di un task.
Aspettare qualche minuto e riprovare.
Errore CORBA. (BCB0008)
Causa
Azione
All’avvio, Broadcast Agent non è in grado di comunicare con il sistema CORBA
e di conseguenza non funziona.
Effettuare quanto segue:
1. Verificare che Os_Agent di CORBA sia stato installato correttamente.
2. Lanciare Visigenics ORBeline Smart Finder selezionando Esegui dal menu
Avvio e inserendo osfind.exe.
3. Verificare che vi sia un solo:
- Processo OsAgent nel cluster.
- Processo OAD per nodo cluster e OAD per installazione standalone.
4. Se vi sono più processi, arrestare e riavviare Broadcast Agent, quindi
verificare i processi Broadcast Agent.
5. Se non si ottengono risultati corretti, arrestare la macchina, avviarla
nuovamente e verificare di nuovo.
Comando Scheduler terminato in errore. (BCB0009)
Causa
Azione
Risorse insufficienti per Scheduler di Broadcast Agent e i comandi Esegui subito,
Interrompi o Svuota sono indisponibili. Il problema è temporaneo.
Aspettare un po’ e riprovare.
Avviso: impossibile portare a termine il task di push. (BCB0010)
Causa
Azione
L’utente ha selezionato Canale come azione nella scheda Azioni della finestra di
dialogo Invia a Broadcast Agent e gli viene richiesto di creare un canale perché
non ne esiste nessuno. L’utente ha fatto clic su Sì e ha iniziato a creare un
canale. Si è però verificato un problema nel processo di creazione e non è stato
possibile creare il canale.
Ricominciare il processo di creazione. Per ulteriori informazioni sulle modalità di
creazione, consultare il Manuale del supervisore.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
391
392
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errori di calcolo di Broadcast Agent
Broadcast Agent può trattare i documenti sulla base dei risultati dei calcoli in
BusinessObjects. Ad esempio, si può richiedere a Broadcast Agent di aggiornare
un documento quando il numero di prodotti venduti ha raggiunto 100. Per
impostare questo valore, utilizzare l’opzione Valutazione condizione dalla
finestra di dialogo Invia a Broadcast Agent come descritto nel Manuale dell’utente
di InfoView.
Quando Broadcast Agent inizia a trattare il documento, lancia BusinessObjects
che esegue il calcolo specificato all’invio del documento. A questo punto,
possono verificarsi errori di calcolo. Ad esempio, se si scrive male il nome di una
variabile che fa parte della formula del calcolo, BusinessObjects restituisce
l’errore #SINTASSI nel documento.
In tal caso, Broadcast Agent non riesce a trattare correttamente il documento
perché il calcolo termina in errore. Tuttavia, Broadcast Agent restituisce l’errore
di calcolo alla Console, informando l’utente che deve risolvere il calcolo con
BusinessObjects e ritentare.
Gli errori di calcolo che possono essere riportati dalla Console di Broadcast
Agent sono:
• #CALCOLO
• #VALOREMULTI
• #DIV/0
• #ERRORE
• #ERRI
• #OVERFLOW
• #SINTASSI
• #SCONOSCIUTO
NOTA
Dalla Console, un numero appare prima dell’errore, ad esempio 13#DIV/0.
Questo numero è un’Eccezione di automazione e non costituisce un
suggerimento per correggere l’errore.
Messaggi di errore di Broadcast Agent
capitolo
Messaggi di errore relativi al
server Business Objects
394
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi al server
Business Objects
I messaggi di errore relativi al server Business Objects sono compresi nelle
seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
WI0003 - WI0005
Dispatcher
WI0100 - WI0105
HSAL
WI0202 - WI0204
Sessione
WI0312 - WI0315
Generator
WI0500 - WI0509
wiqt
WI0600 - WI0601
Report Generator
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Could not get the authentication mode. (WI0003)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
SessionManager non è in esecuzione. SessionManager è uno dei moduli più
importanti di WebIntelligence e controlla le attività dell’utente dall’ora in cui si
collega fino a quella in cui si scollega. Interagisce con il modulo Dispatcher per
fornire un metodo di autenticazione, un processo d’identificazione degli utenti e
di controllo delle risorse a cui hanno accesso.
SessionManager è installato sul gestore cluster del sistema WebIntelligence.
Verificare se il processo WISessionManager.exe è in esecuzione dalla finestra
del Task Manager di Windows. Se non appare nell’elenco dei task:
1. Lanciare BusinessObjects Services Administrator
2. Selezionare SessionManager sul gestore dei cluster nella pagina Host o Report.
3. Modificare i parametri come desiderato.
4. Fare clic su Applica.
Il modo di autenticazione non è stato sincronizzato correttamente tra il sistema
WebIntelligence e il server Web in uso.
WebIntelligence consente quattro modi di autenticazione:
• Challenge/Response di NT
• Autenticazione di base
• BusinessObjects standard
• Nessuna autenticazione
Per configurare il sistema WebIntelligence in modo che usi un metodo di
autenticazione, è necessario eseguire tre operazioni:
• Selezionare il metodo di autenticazione appropriato per il server Web in uso,
ad esempio IIS (Internet Information Service) di Microsoft. Per impostazione
predefinita, le opzioni Anonymous Access e Challenge/Response sono
selezionate.
• Selezionare il parametro appropriato dal modulo SessionManager
dell’Amministratore di WebIntelligence e applicare.
• Impostare le informazioni sull’account per ogni utente di WebIntelligence da
Supervisor.
Per ulteriori informazioni sulle modalità di autenticazione, consultare il
Manuale dell'amministratore del sistema.
Unable to load the properties. (WI0004)
Causa
Azione
Il file config del modulo Dispatcher può essere danneggiato o eliminato. Questo
file si trova in:
Business Objects\Server\WebIntelligence\WIDispatch
Si può rigenerare il file config dal modulo Dispatcher di BusinessObjects Services
Administrator impostando i parametri richiesti e facendo clic sul pulsante Applica.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
395
396
Manuale per la risoluzione dei problemi
Unable to invoke the DII request. (WI0005)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
La chiamata CORBA non ha funzionato.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
Vi è un problema di sintassi dell’URL.
Verificare la sintassi dell’URL.
This page is empty. (WI0100)
Background
Si tratta di un errore generico che può verificarsi in varie situazioni. La causa può
essere una query complessa o un report BusinessObjects che genera risultati
che superano le capacità dell’hardware.
Come intercettare l’errore da WebIntelligence
Per attivare le tracce, occorre modificare il file di configurazione della traccia
BO_trace.ini, che si trova nella directory $BO_TRACE_CONFIG. In questo
caso, occorre attivare le tracce solo per i moduli WISessionManager e
WIDispatcher.
File di configurazione della traccia di esempio
Siccome si desidera conservare la traccia solo delle attività di
WISessionManager e WIDispatcher, il file di configurazione della traccia
presenterà il seguente aspetto:
active
= false;
importance = '<<';
size
= 10000;
keep
= true;
if ( name = ‘WISessionManager’ ) {
active
= true;
importance = '>>';
}
if ( name = ‘WIDispatcher’ ) {
active
= true;
importance = '>>';
}
NOTA
Per una spiegazione dettagliata dei diversi parametri di traccia, consultare
Manuale dell'amministratore del sistema relativo al sistema operativo utilizzato.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Come intercettare l’errore da Java
Se si sta utilizzando Internet Explorer, è inoltre possibile controllare la
comunicazione Java:
1. Collegarsi a Internet Explorer.
2. Selezionare Strumenti > Opzioni Internet.
3. Fare clic sulla scheda Avanzate.
4. Nella sezione Java VM, accertarsi che l’opzione Registrazione attività Java
attivata sia selezionata.
Tutte le transazioni Java successive vengono registrate in un file denominato
javalog.txt. Tale file indica se nella configurazione esistono problemi relativi a
Java.
•
•
•
Azioni generali
Limitare la quantità di dati recuperabili con una query.
Applicare uno o più filtri al report da generare.
Arrestare il server Web e tutto l’intero sistema Business Objects, quindi
riavviarli.
Cause ed azioni specifiche
Causa 1
Azione
Esempio
Causa 2
Azione
Segue un elenco parziale delle cause possibili che hanno generato il messaggio
di errore “this page is empty” e delle azioni consigliate. Rivolgersi al supporto
tecnico Business Objects per informazioni nuove o aggiuntive relative a questo
messaggio di errore.
Questo problema proviene dal RDBMS.
Un amministratore del database può determinare se l’errore proviene da un limite
o da una restrizione nel RDBMS.
Il repository Oracle è occupato, causando l’arresto del processo WIQT. Nei
parametri di connessione (scheda Avanzate), selezionare l’opzione Attendi che
le risorse siano libere. In tal modo, per impostazione predefinita il processo WIQT
rimarrà in attesa del repository piuttosto che causare l’errore. Business Objects
consiglia tale opzione per tutti i repository Oracle e tutti i successivi domini degli
universi e dei documenti creati.
L’origine dell’errore sta nella configurazione della rete.
Un amministratore della rete può ricercare la configurazione della rete per
determinare se questa è la causa dell’errore.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
397
398
Manuale per la risoluzione dei problemi
Esempio
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
Causa 5
Azione
Esempio
È possibile che esistano delle differenze tra le impostazioni del server Business
Objects (nodo primario o nodo secondario) e lo switch Ethernet: 10 Mb e 100 Mb.
Oppure il server può essere impostato su full, mentre lo switch Ethernet su half
duplex.
Un processo CORBA del sistema Business Objects è scaduto.
Arrestare il server Web e tutto l’intero sistema Business Objects, quindi riavviarli.
WebIntelligence deve creare cartelle temporanee sul computer, ma si dispone
dei diritti di sola lettura sull’unità in cui sono state installate le cartelle
WebIntelligence.
L’amministratore di sistema o della rete può garantire privilegi di Modifica o di
Controllo completo sull’unità in cui è stato installato WebIntelligence.
Si è tentato di eseguire una query su un universo che contiene uno o più oggetti
definiti con una sintassi SQL errata. La sintassi non può essere analizzata e
produce un errore. È impossibile eseguire una query su un universo contenente
oggetti non validi.
Un designer può modificare la definizione di tutti gli oggetti nell’universo.
È possibile visualizzare SQL della query da BusinessObjects utilizzando il
Visualizzatore SQL. Vedere la spiegazione fornita alla Causa 7 per maggiori
dettagli su questa funzione.
Un oggetto Stato (Illinois, Indiana) è stato definito in modo errato, con una
sintassi del tipo:
Stato = IL, IN
e non con la sintassi giusta.
Causa 6
Azione
Causa 7
Azione
Stato in (‘IL’, ‘IN’)
Una restrizione sul tempo di esecuzione delle query è stato impostato nei
parametri dell’universo da cui si tenta di eseguire la query. La restrizione
proviene da uno dei seguenti parametri:
• Le dimensioni limite del risultato sono impostate su x righe.
• La durata limite dell’esecuzione è impostata su x minuti.
Un designer dell’universo o un supervisore possono impostare o rimuovere tali
restrizioni da Designer o Supervisor.
SQL di alcuni oggetti non può essere analizzato per via di restrizioni impostate in
Supervisor.
È possibile visualizzare le restrizioni impostate dal supervisore modificando la
query nel Pannello delle query di BusinessObjects, quindi facendo clic su
Visualizza SQL.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 8
Azione
Esempio
Causa 9
Questo pulsante visualizza l’SQL corrispondente alla query. L’utente o
l’amministratore del database può verificare la validità del SQL o tagliare e
incollare nello strumento della query nativa del RDBMS e eseguirlo. Il codice
dell’errore RDBMS generato dovrebbe segnalare l’errore di sintassi SQL.
La connessione dell’universo è stata definita con il parametro Usa il nome utente
e la password di Business Objects. Il nome utente e la password specificati non
corrispondono a quelli già definiti in RDBMS.
L’amministratore del database deve garantire che tutti gli utenti di
BusinessObjects o WebIntelligence abbiano un’identificazione valida per la
connessione all’RDBMS soggiacente. L’amministratore può verificare le
identificazioni utente connettendosi all’RDBMS con nome utente e password
BusinessObjects utilizzando il tool nativo SQL per RDBMS.
Per Oracle, il tool SQL nativo è SQL* Plus.
File .wid con nome sbagliato sono stati copiati nella cartella dei documenti
aziendali di WebIntelligence.
Questa cartella si trova in:
Azione
Esempio
Causa 10
Azione
Causa 11
Azione
$INSTALLDIR\nodes\<nomehost>\<nomecluster>\Storage\docs
Sostituire gli spazi nei nomi di file con il segno più (+).
Tra i file, ne esiste uno denominato Cust Name.wid. Rinominarlo in
Cust+Name.wid.
La connessione all’universo viene definita con un motore di database sbagliato.
Un designer può modificare la connessione dell’universo nel seguente modo:
1. Aprire l’universo in Designer.
2. Selezionare File > Parametri.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Parametri dell’universo.
3. Fare clic su Modifica, quindi verificare che sia selezionato il motore di
database appropriato.
4. Modificare la connessione.
5. Esportare di nuovo l’universo nel repository.
6. Per verificare la nuova connessione, aprire l’universo da WebIntelligence.
Si sta lavorando con un repository che ha un dominio dei documenti creato con
una versione precedente la 6.1. Inoltre, il nome del dominio dei documenti
contiene uno spazio.
Un supervisore può creare un dominio dei documenti nuovo (senza spazi nel
nome) su un account di database diverso. La connessione del nuovo dominio dei
documenti va modificata in modo che si diriga al vecchio database contenente il
vecchio dominio dei documenti.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
399
400
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 12
Azione
Questo errore si può verificare in browser vecchi quando si aggiorna un report
BusinessObjects contenente un prompt vuoto.
Contattare Business Objects Customer Support per l'elenco ufficiale dei browser
supportati.
Problem during processing of the query. (WI0101)
Causa
Azione
Si tratta di un errore interno CORBA.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
CORBA exception during processing of the query. (WI0102)
Causa
Azione
Si tratta di un errore interno CORBA.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
Se il problema persiste, consultare il file log delle attività del sistema per le
chiamate CORBA utilizzando Business Objects Services Administrator. Ad
eccezione di WIStorageManager, tutti i moduli del sistema contengono un
parametro denominato Traccia interna, che consente di attivare la traccia interna
del modulo registrando le relative richieste.
Problem during processing of the query. (WI0103)
Causa
Azione
Un problema di sistema generico impedisce l’elaborazione della query in cui si
lavora.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
CORBA exception during processing of the query. (WI0104)
Causa
Azione
Si tratta di un errore interno CORBA.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
WebIntelligence server is not ready. (WI0105)
Causa 1
Azione
Non è stato avviato il sistema WebIntelligence.
Per avviare il sistema Business Objects utilizzare:
• Notifica di WebIntelligence
• Menu Avvio
• Pannello di controllo Servizi
Notifica di WebIntelligence è un’utility che può essere utilizzata per avviare ed
arrestare WebIntelligence e verificarne lo stato.
Fare clic con il pulsante destro sull’icona Notifica sulla barra dei task e dal menu
popup selezionare il comando Avvia WebIntelligence.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
WebIntelligence viene avviato ma il messaggio persiste. Si tratta di un errore
interno CORBA.
Arrestare il server Web e tutto il sistema Business Objects, quindi riavviarli.
Login via generator call has caused an exception. (WI0202)
Causa
Azione
Il modulo Generator non è stato installato oppure non è stato attivato. Il
Generator crea in modo dinamico le pagine HTML che permettono ad ogni utente
di accedere alle risorse di WebIntelligence per cui l’utente ha i diritti di accesso.
Prima, cerificare lo strumento BusinessObjects Services Administrator per
visualizzare il modulo Generator.
• Se Generator non appare, occorre installarlo con il programma
d’installazione.
• Se Generator appare ma è disattivato, attivarlo.
Se il modulo Generator è attivato ma il problema persiste, verificare il processo
WIGenerator.exe nel Task Manager di Windows. Se il task non viene
visualizzato, arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi
avviarli di nuovo.
Login via generator call has caused an exception. (WI0203)
Causa
Azione
Il modulo Generator non è stato installato oppure non è stato attivato. Il
Generator crea in modo dinamico le pagine HTML che permettono ad ogni utente
di accedere alle risorse di WebIntelligence per cui l’utente ha i diritti di accesso.
Prima, cerificare lo strumento BusinessObjects Services Administrator per
visualizzare il modulo Generator.
• Se Generator non appare, occorre installarlo con il programma
d’installazione.
• Se Generator appare ma è disattivato, attivarlo.
Se il modulo Generator è attivato ma il problema persiste, verificare il processo
WIGenerator.exe nel Task Manager di Windows. Se il task non viene
visualizzato, arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi
avviarli di nuovo.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
401
402
Manuale per la risoluzione dei problemi
The login has returned an error code. (WI0204)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Vi è un problema di connessione al repository.
Un supervisore può verificare le impostazioni della connessione al repository da
Supervisor.
Vi è un problema con la password in uso per uno dei motivi seguenti:
• Non è valida.
• L’utente ha inserito la password sbagliata per più di tre volte, di conseguenza,
il profilo utente è stato bloccato per precauzione.
• Il profilo utente è stato disattivato dal Supervisor.
Un supervisore può risolvere i problemi relativi a password bloccate, dimenticate
o disattivate.
This category does not exist. (WI0312)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Non è stata creata nessuna categoria.
Verificare che la categoria esista. Per ulteriori informazioni sulla creazione e l’uso
delle categorie, consultare il Manuale dell'utente di InfoView.
Il nome della categoria inserito è sbagliato. I nomi delle categorie fanno
distinzione tra maiuscole e minuscole.
Se il nome della categoria è stato inserito (senza selezionarlo), selezionarlo.
Nessun host disponibile per elaborare l’apertura di sessione. (WI0314)
Causa
Si è tentato di connettersi a WebIntelligence, ma non è stato possibile aprire una
sessione. Per aprire una sessione è necessario un WIQT, fornito da un
WIGenerator. È possibile che si tratti di uno dei seguenti problemi:
• Nel cluster non vi sono WIGenerator attivi.
• Alcuni WIGenerator sono presenti, ma il relativo parametro Fattore di carico
del nodo è impostato su 0.
• Alcuni WIGenerator sono presenti, ma per nessuno di essi il parametro Abilita
elaborazione interattiva è attivato.
• Alcuni WIGenerator sono presenti, ma non è possibile raggiungerli.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Verificare innanzitutto lo strumento BusinessObjects Services Administrator per
visualizzare il modulo WIGenerator:
• Se WIGenerator non appare, occorre installarlo utilizzando il programma
d’installazione.
• Se WIGenerator appare ma è disattivato, attivarlo.
• Nelle schede Host o Report, selezionare il modulo WIGenerator, impostare il
parametro Fattore di carico del nodo su un valore diverso da 0, quindi fare clic
su Applica.
NOTA
Tale valore deve essere impostato accuratamente per ogni nodo, in base alle
capacità di ogni macchina. Questo tipo di rifinitura può implicare una grande
differenza nelle prestazioni complessive del sistema.
•
Selezionare il modulo WIGenerator, attivare il parametro Abilita elaborazione
interattiva, quindi fare clic su Applica.
Se il modulo WIGenerator è attivato ma il problema persiste, verificare il
processo WIGenerator.exe nel Task Manager di Windows. Se il task non viene
visualizzato, arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi
avviarli di nuovo.
Impossibile connettersi: l’amministratore ha messo il sistema
WebIntelligence offline. (WI0315)
Causa
Azione
Si è tentato di avviare una sessione di WebIntelligence, ma non è possibile
connettersi in quanto il sistema WebIntelligence è stato arrestato.
Chiedere all’amministratore di WebIntelligence di riavviare il sistema utilizzando
lo strumento Business Objects Administrator.
Nessun dato da recuperare. (WI0500)
Azione
La query è semanticamente sbagliata, non ha senso per l’universo in uso.
Esaminare i componenti della query come le condizioni e i filtri, più precisamente
per accertarsi che siano semanticamente giusti.
Causa 2
Tentare di espandere la query in modo da includere più componenti in modo da
ottenere più dati. Dopo di che, eseguire di nuovo la query.
Visti i dati disponibili nel database, la query non riporta risultati.
Consultare l’amministratore del database per chiedere informazioni sul database
in uso.
Causa 1
Azione
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
403
404
Manuale per la risoluzione dei problemi
Problema di contesto: modificare il report e fare clic sul pulsante
Esegui. (WI0501)
Causa
Azione
L’universo su cui si lavora contiene contesti. Un contesto è una regola con cui
BusinessObjects è in grado di decidere quale dei due percorsi scegliere se ve n’è
più d’uno possibile da una tabella all’altra del database. Quando un utente
esegue una query da un universo che contiene contesti, BusinessObjects
suggerisce all’utente d’indicare la prospettiva giusta per la query.
Modificare la query e indicare il contesto giusto. Quindi fare clic sul pulsante
Esegui query per generare il report.
Non si è autorizzati ad aggiornare questo documento. Contattare il
supervisore. (WI0502)
Causa 1
Quanto segue illustra l’ambiente di lavoro in caso di un messaggio di errore di
questo tipo:
• Si è passati a WebIntelligence 6.1.
• Si lavora con un repository 6.1.
• È possibile selezionare un documento da una cartella personale e
visualizzare il report.
• Si tenta di modificare un report WebIntelligence.
Una funzione di BusinessObjects e WebIntelligence 6.1 consente di
memorizzare i documenti in molteplici repository. Tuttavia, se si tenta di leggere
un documento in un repository 6.1 che non è stato esportato da un repository 5.x,
può verificarsi questo errore.
NOTA
Prima di aggiornare il repository, pubblicare tutti i documenti WebIntelligence
nella parte dei documenti aziendali del repository 5.1.x.
Azione
Un supervisore generale può fare quanto segue:
1. Ripristinare una copia di backup del repository 5.x.
Se non si dispone di una copia di backup, intraprendere le azioni alternative
descritte di seguito.
2. Pubblicare tutti i vecchi report WebIntelligence nella parte dei documenti
aziendali del repository 5.x.
3. Mediante Supervisor 6.1, eseguire un Recupero dell’installazione dal
repository 5.x.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azioni
alternative
Seguono due azioni alternative nel caso non si disponga di una copia di backup
del vecchio repository:
Alternativa 1
Un supervisore generale può fare quanto segue:
1. Creare un nuovo repository 5.x e pubblicare i vecchi report WebIntelligence
nel repository utilizzando gli universi interessati.
2. Avviare Supervisor.
3. Eseguire un Recupero dell’installazione (seguire i punti riportati oltre).
4. Importare l’elenco degli utenti dal repository 6.1.
Eseguire un Recupero dell’installazione.
Seguono le fasi per l’esecuzione del Recupero dell’installazione in
Supervisor 6.1. Sono specifici per un utente con un profilo di supervisore
generale. Occorre prima rimuovere il file key (o disattivarlo rinominandolo).
1. Lanciare Supervisor con un profilo di supervisore generale.
Viene visualizzata la finestra di dialogo Identificazione utente.
2. Fare clic su Admin.
Viene visualizzato l’Assistente Configurazione dell’amministrazione.
3. Fare clic su Inizia.
4. Selezionare Recupero dell’installazione.
5. Definire una connessione unicamente al repository 5.x ripristinato.
6. Fare clic su Avanti, quindi seguire le istruzioni dell’assistente per eseguire un
Recupero dell’installazione.
7. Fare clic su Sì quando viene riportato il messaggio “Il repository è di una
versione precedente. Eseguire l’upgrade?”
8. Completare le fasi dell’Assistente.
Alternativa 2
Causa 2
È possibile creare di nuovo i report utilizzando WebIntelligence 6.1.
Il supervisore ha disattivato l’universo su cui il report è stato creato per l’utente o
per il gruppo a cui appartiene l’utente.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
405
406
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Un supervisore può fare quanto segue:
1. Avviare Supervisor.
2. Connettersi al repository utilizzato dal server Business Objects.
3. Fare clic sulla scheda Universo.
4. Fare clic sul simbolo dell’utente.
5. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sull’universo, quindi selezionare
Abilita universo.
NOTA
Il supervisore deve verificare ogni istanza dell’utente, in particolare se il
repository è vasto o complesso e ha utenti duplicati. Per individuare ogni istanza
dell’utente, il supervisore può selezionare Modifica > Trova ed immettere il nome
utente.
Non si hanno i diritti per eseguire query! (WI0503)
Causa
Azione
Si tenta di eseguire un drill oltre i limiti del microcubo, quindi la query non può
essere eseguita.
Occorre modificare la query espandendone la portata in modo che il drill up o
down diventi fattibile.
Nessun servizio disponibile per visualizzare i report full client. Contattare
l'amministratore per abilitare questo modulo. (WI0504)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Da WebIntelligence, l’utente ha tentato di aprire un documento BusinessObjects,
un’azione che richiede l’avvio di BusinessObjects. Tuttavia, il supervisore ha
limitato il profilo utente dall’uso dell’applicazione disattivandolo.
Richiedere al supervisore i diritti di accesso a BusinessObjects.
L’utente ha tentato di eseguire un’azione che richiede BOManager, un servizio
che attualmente non è attivato per il sistema WebIntelligence.
BoManager è una versione di BusinessObjects scalabile e basata su un server
che offre funzioni di visualizzazione e di aggiornamento per i documenti di
BusinessObjects mediante WebIntelligence. Di solito, viene avviato
automaticamente quando si lancia WebIntelligence.
Attivare BOManager dallo strumento BusinessObjects Services Administrator.
La chiamata CORBA è terminata in errore.
Arrestare il server Web e l’intero sistema WebIntelligence, quindi riavviarli.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 4
Azione
La cartella BOManager non corrisponde a quella riportata nel registro.
La cartella di BOManager deve essere sincronizzata con le impostazioni di
registro corrispondenti, perché questa cartella e le impostazioni di registro
associate sono definite come parte del processo d’installazione. Si consiglia di
rivolgersi al supporto tecnico di Business Objects per maggiori informazioni.
NOTA
La modifica inesatta del Registro può provocare risultati imprevedibili. Bisogna
essere sicuri di sapere come procedere per risolvere il problema di ripristino
secondo quanto illustrato nella guida in linea del Registro.
Il sistema si è arrestato a causa di un parametro del server WebIntelligence.
Chiedere all’amministratore di aumentare il valore di Tempo max. attività
WIQT. (WI0505)
Causa
Azione
Il sistema è scaduto a causa di un parametro impostato nel server
WebIntelligence, Tempo max. attività WIQT. Il valore specifica il tempo massimo
(in secondi) che una query può impiegare prima di essere arrestata dal sistema.
Come indica il messaggio, il valore impostato richiede di essere aumentato
dall’amministratore di Business Objects. Per ulteriori informazioni su tale
parametro, consultare il Manuale dell’amministratore del sistema.
Questo documento non è disponibile. (WI0506)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Si tenta di accedere a un documento non più disponibile nel repository. Sebbene
si visualizzi il nome del documento, il documento stesso è stato spostato o non
esiste più. Una visualizzazione inesatta è conseguenza della cache del
computer.
Aggiornare l’elenco dei documenti dal browser. Il documento indisponibile non
viene più visualizzato. È possibile forzare l’aggiornamento di questo elenco ogni
volta che un utente avvia una sessione di WebIntelligence selezionando
l’opzione Aggiorna ogni sessione nella sezione Documenti delle opzioni utente.
Il nome di file scelto è troppo lungo oppure contiene caratteri speciali il cui uso
non è consentito.
In Windows 2000, i nomi di file possono essere composti da un massimo di
215 caratteri, spazi inclusi. In Windows NT, i nomi di file possono essere
composti da un massimo di 255 caratteri, spazi inclusi. I nomi di file non possono
contenere i seguenti caratteri: \ / : * ? " < > | "
Assegnare un nome più breve al file oppure rimuovere i caratteri non consentiti.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
407
408
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo file è un file di aggiunta (.rea) e quindi non può essere visualizzato.
(WI0507)
Causa
Azione
Il documento contiene una o più aggiunte scritte mediante Visual Basic. Il
documento non può essere visualizzato mediante il visualizzatore del browser in
uso in quanto viene considerato come file di aggiunta.
Effettuare quanto segue:
1. Da BusinessObjects, avviare l’editor di Visual Basic.
2. Nella finestra di dialogo Proprietà del documento, modificare la proprietà
IsAddIn da Vero a Falso.
3. Salvare il documento nell’editor di Visual Basic.
In alternativa, è possibile rimuovere qualsiasi aggiunta collegata al documento
nel modo seguente:
1. In BusinessObjects, aprire il documento.
2. Selezionare Strumenti > Aggiunte.
All’interno di una finestra di dialogo vengono elencate tutte le aggiunte. Le
aggiunge collegate al documento vengono visualizzate accanto ad un segno
di spunta.
3. Deselezionare le aggiunte attivate, quindi fare clic su OK.
4. Salvare il documento.
Accesso all'universo o aggiornamento del documento non consentiti.
(WI0508)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire un comando quale Aggiorna per cui occorre che il
documento acceda all’universo su cui è stato creato. Non si è autorizzati ad
accedere all’universo su cui è stata creata la query.
Il supervisore di BusinessObjects può fornire i diritti di accesso all’universo.
Troppi valori selezionati. (WI0509)
Causa
Azione
Nella finestra relativa a oggetti e condizioni, è stato selezionato un numero di
valori che supera la quantità massima definita nel parametro
MAX_INLIST_VALUES in acc2en.prm.
Selezionare una quantità inferiore di valori.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
Manuale per la risoluzione dei problemi
* Errore nei parametri. (WI0600)
Causa
Azione
Il report non è più valido o è divenuto incompatibile con la versione attuale di
WebIntelligence.
Tentare di ricreare il report utilizzando una versione più recente di
WebIntelligence. Se il problema persiste, rivolgersi al supporto tecnico di
Business Objects.
* Errore alla creazione del report. (WI0601)
Causa 1
Causa 2
Causa 3
Azione
La query è stata modificata involontariamente.
Vi è un problema di formattazione del report.
Vi è un problema con i filtri utilizzati nel report.
Tutte le cause possibili citate sono per natura interne. Rivolgersi al
Supporto tecnico Business Objects.
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
409
410
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi al server Business Objects
capitolo
Messaggi di errore relativi a
BOManager
412
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi a BOManager
I messaggi di errore relativi BOManager sono compresi nelle seguenti codifiche
e categorie:
Codifica
Categoria
BOMGR0010 - BOMGR0340 BOManager
Messaggi di errore relativi a BOManager
Manuale per la risoluzione dei problemi
Parametri di connessione non validi; connessione non riuscita. (BOMGR0010)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
BOManager non è riuscito ad aggiornare i documenti di BusinessObjects da
WebIntelligence in quanto non è stato in grado di creare un’istanza di
Busobj.exe. A tale scopo, occorre un’identificazione utente valida.
Chiedere al supervisore di BusinessObjects informazioni sui requisiti della
connessione per eseguire BusinessObjects da BOManager.
BOManager non è riuscito ad aggiornare i documenti di BusinessObjects da
WebIntelligence in quanto non è stato in grado di creare un’istanza di
Busobj.exe. A tale scopo, occorre un profilo utente valido. In altre parole, il
supervisore probabilmente ha disattivato il profilo utente o il gruppo dall’accesso
a BusinessObjects.
Chiedere al supervisore di attivare il profilo utente o il gruppo come segue:
• Selezionare l’utente o il gruppo in Supervisor.
• Dalla scheda Configurazione, fare clic sull’icona BusinessObjects.
• Selezionare il comando Disattiva/attiva.
Il documento è già aperto. (BOMGR0020)
Causa
Azione
Si tratta di un errore interno di WebIntelligence.
Arrestare e riavviare la sessione di WebIntelligence.
Errore imprevisto durante la connessione. (BOMGR0040)
Causa
Azione
Si tratta di un errore generale provocato da un evento relativo al sistema come
un errore COMM o un GPF.
Arrestare e riavviare la sessione di WebIntelligence. Se non è possibile, riavviare
il server su cui si trova BOManager.
Il processo del server BusinessObjects ha restituito un’eccezione
di automazione. (BOMGR0060)
Causa 1
Azione
Esempio
Causa 2
Azione
Esempio
Uno script o una macro errata sono referenziati dal documento.
Verificare il contenuto dello script o della macro per determinare se uno dei
commenti implica diritti non autorizzati o accesso a risorse ristrette.
La macro può includere istruzioni che chiamano un universo ristretto o un
fornitore di dati.
Un’azione è parzialmente o totalmente fallita.
Consultare il messaggio di errore in dettaglio per informazioni più precise sulla
causa dell’errore.
Si tenta di aggiornare un documento.
Messaggi di errore relativi a BOManager
413
414
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore COM durante la chiamata del processo del server BusinessObjects.
(BOMGR0070)
Causa
Azione
Si tratta di un errore interno COM.
Uscire dalla sessione BusinessObjects e riavviare il server in cui risiede
BOManager.
Eccezione del file. (BOMGR0080)
Causa
Azione
Questo errore si verifica per motivi relativi al file system della macchina in cui
risiede BOManager.
• I file sono stati eliminati o rimossi.
• L’utente non ha accesso in scrittura ai file di destinazione.
• Non c’è più spazio sul disco fisso.
Verificare se si hanno i diritti di scrittura sul file system della macchina. Verificare
il contenuto del file system per determinare se la capacità massima è già stata
raggiunta.
Eccezione di rete. (BOMGR0090)
Causa
Azione
La rete è in arresto o presenta anomalie.
Rivolgersi all’amministratore della rete per informazioni sullo stato della rete.
Eccezione generica. (BOMGR0110)
Causa
Azione
Si è verificato un problema generico del sistema.
Avviare di nuovo il server su cui risiede BOManager.
Impossibile trovare la sessione. (BOMGR0120)
Causa
Azione
La sessione BOManager è scaduta prima della sessione di WebIntelligence. La
situazione si verifica ogni volta che le scadenze della sessione di BOManager e
WebIntelligence vengono impostate su valori diversi.
Prima uscire da WebIntelligence.
L’amministratore di WebIntelligence può impostare entrambi i parametri da
BusinessObjects Services Administrator, l’applet Java utilizzata per ottimizzare
Broadcast Agent o WebIntelligence. L’applet può essere lanciata da Broadcast
Agent o da un browser di web.
Seguono le fasi di avvio dell’applet da Broadcast Agent.
1. Dal menu Programmi, selezionare Broadcast Agent.
2. Selezionare Administrator.
L’applet viene visualizzata.
Messaggi di errore relativi a BOManager
Manuale per la risoluzione dei problemi
All’interno dell’applet BOManager e Broadcast Agent vengono visualizzati come
moduli da cui è possibile impostare parametri.
Per BOManager, la scadenza della sessione viene impostata dal parametro
Chiusura automatica di BOManager dopo x minuti; per impostazione predefinita,
il valore è 60 minuti.
Per WebIntelligence, l’impostazione va definita nel modulo WISessionManager.
Questo parametro si chiama Fine della sessione. Per default, il valore è
impostato su 5.400 minuti o 90 minuti.
Si consiglia che i parametri di scadenza di BoManager e di WebIntelligence siano
sincronizzati.
Una volta eseguita l’operazione, lanciare una nuova sessione di
WebIntelligence.
Per ulteriori informazioni sui parametri presentati in precedenza, consultare il
Manuale dell'amministratore del sistema o il Manuale dell'amministratore di
Broadcast Agent.
Impossibile trovare il contesto del documento. (BOMGR0140)
Causa
Azione
Esempio 1
Esempio 2
Durante la codifica di un’estensione dei prodotti standard utilizzando SDK,
Developer Suite, macro VBA o altri metodi personalizzati, uno sviluppatore ha
richiamato delle routine API nell’ordine errato.
Scrivere di nuovo il codice personalizzato in modo che le chiamate delle funzioni
corrette avvengano nell’ordine esatto.
Una chiamata a ReleaseDocContext è stata effettuata prima della chiamata
necessaria a GetHtmlElement.
Non è stata effettuata alcuna chiamata a CreateDocContext prima del tentativo
di apertura del documento.
È stato raggiunto il numero massimo di processi caricati del server.
(BOMGR0180)
Causa
Azione
Si tratta del numero massimo di processi di BusinessObjects che possono
essere eseguiti sul server BOManager. Per default, il valore è impostato su
10 processi.
Questo numero può essere modificato da un parametro di BOManager detto
Num. max. di processi caricati..
Se questo numero viene modificato, tenere conto della capacità della memoria
della macchina. Ogni processo corrisponde a un full-client BusinessObjects.
Inoltre, il numero deve essere sempre maggiore del valore impostato per Num.
min. di processi caricati.
Messaggi di errore relativi a BOManager
415
416
Manuale per la risoluzione dei problemi
È stato raggiunto il numero massimo di processi occupati del server.
(BOMGR0190)
Causa
Azione
Si tratta del numero massimo di processi occupati di BusinessObjects che
possono essere eseguiti sul server BOManager. Per default, il valore è impostato
a quattro processi occupati.
Un processo “occupato” è un processo che assorbe il tempo della CPU. Questo
parametro specifica ugualmente che solo i processi x (come aggiorna, salva, o
elabora dati) possono essere attivi allo stesso tempo per le chiamate CORBA.
Questo numero può essere modificato da un parametro di BOManager detto
Num. max. di processi occupati.
Il valore ottimale si basa sulla potenza della CPU del server di BOManager. Il
valore immesso deve essere superiore al valore definito per Num. min. di
processi caricati e inferiore al valore definito per Num. max. di processi caricati.
Chiusura del server in corso... (BOMGR0200)
Causa
Azione
L’azione è terminata in errore perché il server BOManager che tratta i documenti
è in chiusura.
Consultare l’amministratore della rete o il responsabile del server. Si può ripetere
l’azione quando il server diventa di nuovo disponibile.
Memoria insufficiente. (BOMGR0210)
Causa
Azione
Il server BOManager che tratta i documenti, non ha memoria sufficiente,
probabilmente perché sono in esecuzione troppe applicazioni e/o processi
contemporaneamente.
Chiudere alcune applicazioni sul server e riprovare.
Impossibile avviare il processo del server BusinessObjects. (BOMGR0220)
Causa
Per eseguire l’azione programmata, il processo BOManager ha tentato di
avviare il processo BusObj.exe sul server. L’azione è terminata in errore in
quanto si è verificato un problema non identificato dal lato configurazione server.
Questo problema può avere le origini seguenti:
• Password, nomeutente e permessi sbagliati per il
processo BusObj
• Memoria insufficiente.
• Licenza inappropriata
• Versione di .dll sbagliata.
Messaggi di errore relativi a BOManager
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Per identificare una causa specifica del problema, tentare di avviare BusObj.exe
in modo interattivo sul server.
A questo punto si ottiene un messaggio di errore più specifico che serve ad
aiutare l’utente a risolvere la causa del problema. Quando si può eseguire il
processo in modo interattivo, le operazioni programmate vengono eseguite
anch’esse senza problemi.
Errore indefinito. (BOMGR0230)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
La cartella $INSTALLDIR\nodes\<nome host>\<nome nodo>\storage\docs è
stata eliminata o rimossa.
Portare di nuovo la cartella dei documenti alla posizione originale oppure creare
una directory nuova nella stessa posizione.
Non è possibile accedere alla cartella $INSTALLDIR\nodes\<nome host>\<nome
nodo>\storage\docs.
1. Con il pulsante destro del mouse, fare clic sulla cartella dei documenti, quindi
selezionare Proprietà.
2. Fare clic sulla scheda Protezione, quindi su Autorizzazioni.
3. Nella finestra di dialogo delle autorizzazioni relative alle directory, controllare
che il valore del tipo di accesso sia impostato su Aggiungi o su un valore
superiore.
Impossibile inizializzare la libreria COM. (BOMGR0240)
Causa
Azione
Il sistema non è in grado d’inizializzare la libreria COM per un problema di
configurazione.
Verificare la configurazione del sistema. Arrestare e riavviare la sessione di
WebIntelligence.
Impossibile scrivere nel file di configurazione. (BOMGR0250)
Causa
Si è tentato di modificare un parametro in BOManager, ma il sistema non è stato
in grado di scrivere su BOManager.cfg, il file in cui è memorizzato il valore del
parametro. Il file di configurazione, che serve ad inizializzare BOManager, si
trova in:
$INSTALLDIR\nodes\<nome host>\<nome nodo>\config\servers
Ciò può essere dovuto a:
• Il file non esiste o è stato eliminato.
• L’utente non ha accesso in scrittura a questo file.
• Non vi è più spazio disponibile sul disco fisso.
Messaggi di errore relativi a BOManager
417
418
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Se il file non esiste o è stato eliminato, chiedere all’amministratore di
WebIntelligence o alla persona che ha installato i prodotti server Business
Objects di sostituire il file di configurazione o di installare di nuovo BOManager.
È inoltre possibile che l’errore sia dovuto ad una restrizione della protezione
impostata dall’amministratore della rete sull’unità in cui sono installati i prodotti
server.
Parametro non valido. (BOMGR0260)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Una stringa che costituisce parte del percorso di un URL è errata oppure si fa
riferimento ad un tipo di repository non valido.
Se è in uso un server CGI, è presente un errore di ortografia in una variabile
d’ambiente.
In presenza di un server CGI, stampare e verificare l’esattezza dell'ortografia di
tutti i componenti dei percorsi contenuti nelle variabili d’ambiente relative ai
server WebIntelligence o HTTP.
Se sono state effettuate delle modifiche al codice utilizzando l’SDK di
WebIntelligence, è possibile che sia stato inserito un errore di ortografia in un
componente dei percorsi oppure che non sia stata inclusa l’estensione dei
documenti, ad esempio rep, wqy e così via.
Se si sta sviluppando il codice mediante l’SDK di WebIntelligence, verificare che
sia corretta l'ortografia dei componenti dei percorsi degli URL generati nel codice.
Se nel codice si stanno generando dati HSAL PATH_INFO, verificare che sia
corretta l’ortografia delle variabili e della stringa generata.
Nel codice SDK, si è tentato di esportare dei documenti in un tipo di repository
non supportato o di importarli da esso (ad es., un documento non aziendale,
personale o di posta elettronica).
Se si stanno esportando o importando dei documenti all’interno del codice SDK
di WebIntelligence, verificare che il parametro repo_type_id sia impostato
correttamente.
Impossibile sovrascrivere il documento esistente. Operazione interrotta.
(BOMGR0270)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di esportare un documento nel repository in cui esiste già un
documento con lo stesso nome.
Per l’opzione Sovrascrivi, selezionare Sì, quindi ripetere l’azione.
È inoltre possibile rinominare il documento e tentare di esportarlo di nuovo.
Messaggi di errore relativi a BOManager
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile creare la directory. (BOMGR0280)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di eseguire un’operazione che richiede la creazione di una
directory, ad esempio, report bursting. È impossibile fare ciò per uno dei seguenti
motivi relativi al server:
• Non si hanno i diritti per creare una directory sul server.
• L’unità disco del server è piena.
• Una restrizione di sicurezza è stata impostata da un amministratore della rete
sul server.
Per ulteriori informazioni sulla capacità e sulle possibili restrizioni impostate sul
server, rivolgersi all’amministratore di WebIntelligence o della rete.
Impossibile copiare il file dalla memoria cache. (BOMGR0290)
Causa
Azione
BOManager ha tentato di eseguire un’operazione che implica la copia di un file
dalla cache. Ciò non è avvenuto per i seguenti motivi:
• La cache è stata limitata.
• L’unità disco del server è piena.
• Una restrizione di sicurezza è stata impostata da un amministratore della rete
sul server.
Per ulteriori informazioni sulla capacità e sulle possibili restrizioni impostate sul
server, rivolgersi all’amministratore di WebIntelligence o della rete.
Impossibile importare il file nella memoria cache. (BOMGR0300)
Causa
Azione
Alcuni file di Scheduler sono corrotti.
Creare un nuovo Broadcast Agent in Supervisor. Creare di nuovo tutti i task per
il nuovo Scheduler.
Impossibile esportare il documento. (BOMGR0305)
Causa
Azione
È possibile che questo messaggio venga generato quando si tenta di esportare
un documento BusinessObjects nel repository. Il collegamento in rete al
repository potrebbe essere perso, il server del repository indisponibile, o le
tabelle del repository piene.
Tentare quanto segue:
• Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server
in cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore
del database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for
Oracle) per verificare se vi è risposta dal repository.
• Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente sulla macchina che ospita il
dominio dei documenti.
• Verificare che il proprio account disponga dei diritti di accesso al repository.
Messaggi di errore relativi a BOManager
419
420
Manuale per la risoluzione dei problemi
Esecuzione della macro terminata in errore. (BOMGR0310)
Causa
Azione
Esempio
Nel documento in cui si lavora viene referenziata una macro non valida. La macro
può essere non valida a causa di comandi che implicano azioni non autorizzate
o che richiedono accesso a risorse limitate.
Verificare il contenuto della macro per determinare se uno dei comandi implica
diritti non autorizzati o accesso a risorse ristrette.
La macro può includere istruzioni che chiamano un universo ristretto o un
fornitore di dati.
Task interrotto. (BOMGR0320)
Causa
Azione
Esempio
In InfoView è stato fatto clic su un documento BusinessObjects oppure si è
tentato di aggiornarlo. Il task, ad esempio l’apertura o l’aggiornamento del
documento, è stato interrotto per uno dei motivi seguenti:
• È stato avviato un altro task prima di completare il precedente.
• L’azione è scaduta. L’amministratore di WebIntelligence imposta un
parametro di scadenza che determina la quantità massima di tempo durante
il quale è possibile trattare un documento. In questo caso, il documento era
ancora in elaborazione e la scadenza definita dal parametro è stata
raggiunta.
È possibile effettuare quanto segue:
• Eseguire di nuovo il task.
• Chiedere all’amministratore di WebIntelligence di modificare il parametro di
scadenza. Una volta effettuata la modifica, rieseguire il task.
Si fa clic su un documento in InfoView e poi su Aggiorna. Dieci minuti dopo,
BusinessObjects sta ancora aggiornando il documento sul server, sia perché il
documento è molto vasto, sia perché sono in corso più processi
contemporaneamente. Dieci minuti è la lunghezza massima di tempo per
l’elaborazione dei documenti, impostata dall’amministratore di WebIntelligence.
Di conseguenza, BOManager interrompe il task.
Impossibile aprire questo documento che contiene macro. Chiedere
all’amministratore di abilitare le macro. (BOMGR0330)
Causa
Azione
Il documento contiene una o più macro create mediante Visual Basic. Non è
consentito aprire i documenti contenenti delle macro.
Mediante Business Objects Services Administrator, un amministratore di
WebIntelligence è in grado di applicare un parametro che rende possibile
l'apertura di documenti contenenti delle macro. Tale parametro viene
denominato Abilita macro per utenti interattivi e si trova nell’insieme dei parametri
del modulo BOManager.
Messaggi di errore relativi a BOManager
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile visualizzare il documento selezionato con il visualizzatore
attuale. (BOMGR0340)
Causa
Azione
Il documento contiene una o più aggiunte scritte mediante Visual Basic. Il
documento non può essere visualizzato mediante il visualizzatore del browser in
uso in quanto viene considerato come file di aggiunta.
Effettuare quanto segue:
1. Da BusinessObjects, avviare l’editor di Visual Basic.
2. Nella finestra di dialogo Proprietà del documento, modificare la proprietà
IsAddIn da Vero a Falso.
3. Salvare il documento nell’editor di Visual Basic.
In alternativa, è possibile rimuovere qualsiasi aggiunta collegata al documento
nel modo seguente:
1. In BusinessObjects, aprire il documento.
2. Selezionare Strumenti > Aggiunte.
All’interno di una finestra di dialogo vengono elencate tutte le aggiunte. Le
aggiunge collegate al documento vengono visualizzate accanto ad un segno
di spunta.
3. Deselezionare le aggiunte attivate, quindi fare clic su OK.
4. Salvare il documento.
Messaggi di errore relativi a BOManager
421
422
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi a BOManager
capitolo
Messaggi di errore relativi ad
Administration Console
424
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi ad Administration
Console
I messaggi di errore relativi ad Administration Console sono compresi nelle
seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
ADC 00010 - ADC 50701 Administration Console
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome utente o la password immessi sono errati. (ADC 00010)
Causa
Azione
Non è possibile accedere all’Administration Console in quanto sono stati immessi
un nome utente o una password errati.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Verificare che il nome utente e la password siano stati definiti correttamente
nel repository.
• Verificare che il nome utente e la password siano corretti e assicurarsi che
Bloc Maiusc non sia attivato.
Non si hanno i diritti di accesso al sistema. (ADC 00020)
Causa
Azione
Il profilo utente non consente di connettersi all’Administration Console. Per
connettersi all’Administration Console, è necessario disporre dei diritti di
connessione a Supervisor.
Chiedere al supervisore generale di fornire l’accesso all’Administration Console.
I comandi di sicurezza dell’utente sono disabilitati. (ADC 00030)
Causa
Azione
Non è possibile accedere all’Administration Console in quanto il comando di
sicurezza “Apri sessione sull’Administration Console” è disattivato.
Chiedere al supervisore generale di attivare il comando di sicurezza “Apri
sessione sull’Administration Console”.
La datazione non consente l’accesso al sistema. (ADC 00040)
Causa
Azione
Il supervisore generale ha applicato una datazione che al momento non
consente l’accesso.
Chiedere al supervisore generale di modificare la datazione oppure accedere in
un altro momento.
Occorre modificare la password. (ADC 00050)
Causa
Azione
Non è possibile accedere all’Administration Console finché la password non
viene modificata.
Connettersi ad un altro prodotto Business Objects. Quando viene richiesto di
modificare la password, effettuare la modifica, quindi accedere di nuovo
all’Administration Console.
L’account utente è disabilitato. (ADC 00060)
Causa
Azione
Non è possibile accedere all’Administration Console a causa della disabilitazione
dell’account utente dovuta all’immissione errata della password per tre volte.
Chiedere al supervisore generale di abilitare di nuovo l’account utente.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
425
426
Manuale per la risoluzione dei problemi
Administration Console non riesce a connettersi al sistema. (ADC 00070)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
L’Administration Console non è in grado di connettersi al sistema Business
Objects.
Si è verificato un problema relativo al server delle applicazioni.
Arrestare i server Web e di applicazioni. Avviare di nuovo il server delle
applicazioni, quindi il server Web.
La distribuzione in rete di Administration Console non si è svolta correttamente
sul server delle applicazioni.
Utilizzare Configuration Tool per eliminare l'istanza precedente di Administration
Console e ricrearla sul server delle applicazioni.
Si è verificato un problema che impedisce le connessioni a WILoginServer. È
possibile che WILoginServer non sia stato avviato oppure sia bloccato.
L’eventuale blocco di WILoginServer potrebbe derivare dalla mancata
disponibilità di repository o database.
Accertarsi che il database e il repository siano disponibili. Riavviare
WILoginServer cercando di connettersi di nuovo.
Il sistema Business Objects non è stato avviato. (ADC 00071)
Causa
Azione
Il sistema non è stato avviato.
Avviare il sistema Business Objects.
Administration Console non riesce a connettersi al dominio di sicurezza.
(ADC 00072)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il sistema Business Objects non può connettersi al dominio di sicurezza per
autenticare l'utente.
Accertarsi che il server sia stato configurato correttamente per la connessione al
database. Accertarsi che il database sia in esecuzione e che il repository sia
disponibile.
Il file bomain.key che contiene le informazioni relative al repository non è
disponibile nella cartella locdata per il cluster in cui è stata distribuita in rete
Administration Console.
Accertarse che ci sia un file bomain.key valido disponibile nella cartella
$INSTALLDIR\nodes\<nomehost>\<nomecluster>\locdata. Se non è il caso,
crearne uno utilizzando Supervisor o wmainkey e copiarlo in questa cartella.
Il dominio di sicurezza non è stato migrato. (ADC 00073)
Causa
Azione
Il dominio di sicurezza non è stato migrato e non è supportato.
Migrare il repository mediante Supervisor .
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
Login Server deve essere aggiornato. (ADC 00074)
Causa
Azione
L'identificazione utente è stata creata nel dominio di sicurezza. Tuttavia, siccome
Login Server non è stato aggiornato, l'autorizzazione non è disponibile nella
cache di WILoginServer e non è possibile connettersi ad Administration Console.
Connettersi ad Administration Console con un'identificazione utente diversa ed
aggiornare WILoginServer o attendere fino all'aggiornamento di WILoginServer.
Non c'è dominio di sicurezza o ce n'è uno di troppo. (ADC 00075)
Causa
Azione
La directory $INSTALLDIR/nodes/<nomehost>/<nomecluster>/locdata non
contiene file .key o ne contiene diversi. Ci deve essere un unico file .key in questa
directory.
Eliminare i file .key non necessari in modo che rimanga solo un file bomain.key
nella directory o copiare un file .key valido nella directory.
Administration Console non riesce a connettersi al sistema. (ADC 00080)
Causa
Azione
Dopo la connessione ad Administration Console, un errore CORBA impedisce di
continuare ad utilizzare l'applicazione.
Dato che è stato possibile connettersi ad Administration Console, non si tratta di
un problema di configurazione. Accertarsi che il server delle applicazioni, i server
Business Objects o il database non siano in arresto e che la connessione al
dominio di sicurezza sia sempre valida.
Identificazione errata. (ADC 01010)
Causa
Il nome utente e la password immessi non esistono nel repository.
Azione
Verificare che il nome utente e la password siano corretti e assicurarsi che Bloc
Maiusc non sia attivato.
La password immessa è errata. (ADC 01020)
Causa
Azione
La password immessa è errata.
Verificare che la password sia corretta e assicurarsi che Bloc Maiusc non sia
attivato.
Non si è autenticati come supervisore. (ADC 01030)
Causa
Azione
Per aggiungere uno Scheduler o inizializzare i database di controllo, è
necessario connettersi come supervisore. ma il nome utente utilizzato non
dispone dei privilegi di supervisore.
Digitare il nome utente e la password per un account che disponga dei privilegi
di supervisore.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
427
428
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’account utente è disabilitato. (ADC 01040)
Causa
Azione
Per aggiungere uno Scheduler o inizializzare i database di controllo, è
necessario connettersi come supervisore. ma il nome utente utilizzato non
dispone dei privilegi di supervisore.
Chiedere al supervisore generale di abilitare di nuovo l’account utente.
Il valore di ‘Peso del nodo’ deve essere compreso tra 1 e 214748647.
(ADC 10020)
Causa
Azione
Per il parametro ‘Peso del nodo’, è stato immesso un valore non compreso nella
gamma dei valori accettati.
Digitare un numero intero compreso tra 1 e 214748647.
Il sistema non può recuperare l'elenco dei BCA. (ADC 20010)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Vi è un problema di connessione al dominio di sicurezza.
Accertarsi che la connessione sia configurata in modo corretto e che il database
sia eseguito correttamente.
L'eseguibile WIAdminBOTools non è in esecuzione.
Accertarsi che l'eseguibile WIAdminBOTools si trovi nella directory
$INSTALLDIR/bin e possa essere avviato correttamente.
Errore di sistema durante l'avvio di un nuovo processo Scheduler.
(ADC 20020)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il gruppo Broadcast Agent non esiste più.
Accertarsi di creare uno Scheduler su un Broadcast Agent esistente.
I parametri per il nuovo processo Scheduler non possono essere recuperati.
Verificare che il file di configurazione per Scheduler si trovi in
$INSTALLDIR/nodes/<nomehost>/<nomecluster>/config/servers e possa
essere letto.
L'avvio della programmazione è terminato in errore. Verificare i parametri e
l'accesso al repository. (ADC 20030)
Causa
Azione
Il sistema non riesce a connettersi al repository.
Accertarsi che la connessione sia configurata in modo corretto e che il database
sia eseguito correttamente.
Scheduler cannot start.(ADC 20040)
Causa
Azione
Scheduler non può essere avviato.
Fare clic sul pulsante Dettagli per ulteriori informazioni su questo problema.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
<nome Scheduler> non viene controllato con questo Broadcast Agent
Manager. (ADC 20050)
Causa
Azione
Si è cercato di rimuovere uno Scheduler che è già stato rimosso.
Aggiornare la visualizzazione di Administration Console per vericare se lo
Scheduler è stato rimosso correttamente.
Problema di accesso al file di configurazione.(ADC 20060)
Causa
Azione
Si è cercato di rimuovere uno Scheduler, ma il sistema non è in grado di
accedere al file di configurazione dello Scheduler per rimuoverlo.
Se il file di configurazione ricercato non esiste più, verificare se lo Scheduler è
stato rimosso correttamente.
Se necessario, rimuovere manualmente il file da $INSTALLDIR/nodes/
<nomehost>/<nomecluster>/config/servers.
Nome del server non specificato(ADC 25010)
Causa
Azione
Non si è definito un nome di server per lo Scheduler.
Definire un nome di server per lo Scheduler.
Nome di dominio non specificato. (ADC 25020)
Causa
Non si è definito un dominio (file .key) per lo Scheduler.
Azione
Definire un valore per questo parametro.
<nome parametro>. Il numero max. di processi deve essere maggiore di 0.
(ADC 25040)
Causa
Azione
I parametri Num. max. di processi BusinessObjects in corso, Num. max. di
processi WebIntelligence 2.x in corso o Num. max. di processi
WebIntelligence 6.x in corso non possono essere nulli.
Definire un valore diverso da zero per il parametro che si era impostato a zero.
Numero tentativi connessione a BOMgr Il numero di collegamenti non può
essere 0. (ADC 25050)
Causa
Azione
Il parametro "Numero tentativi connessione a BOMgr" non può essere nullo.
Definire un valore diverso da zero per questo parametro.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
429
430
Manuale per la risoluzione dei problemi
<nome parametro>. Il parametro non può essere maggiore di <max>.
(ADC 25060)
Causa
Azione
Si è definito un valore maggiore del limite massimo per questo parametro dello
Scheduler.
Definire un valore minore del limite massimo per questo parametro.
<nome parametro>. Il parametro non può essere minore di <min>.
(ADC 25070)
Causa
Azione
Si è definito un valore minore del limite minimo per questo parametro dello
Scheduler.
Definire un valore maggiore del limite minimo per questo parametro.
<nome parametro>. Impossibile modificare questo parametro quando
Scheduler è connesso. (ADC 25080)
Causa
Azione
Non è possibile modificare il parametro quando lo Scheduler è avviato.
Arrestare lo Scheduler, modificare il parametro e riavviare lo Scheduler.
Tipo di documento non specificato. (ADC 25090)
Causa
Azione
I parametri per i documenti BusinessObjects e WebIntelligence sono entrambi
impostati su Off, quindi lo Scheduler non è in grado di elaborare documenti
BusinessObjects né WebIntelligence.
Impostare uno dei parametri su On.
<nome parametro>. Il parametro non può essere negativo. (ADC 25100)
Causa
Azione
Si è digitato un parametro negativo.
Definire un valore positivo per questo parametro.
Tipo di parametro non valido. (ADC 25110)
Causa
Azione
Si è definito un tipo di valore errato per uno dei parametri di Scheduler.
Definire un valore corretto per il parametro.
Nome di parametro non valido.(ADC 25120)
Causa
Azione
Il file di configurazione di Scheduler contiene un nome di parametro errato.
Verificare il contenuto del file di configurazione di Scheduler. Eliminare lo
Scheduler e ricrearlo; dovrebbe essere creato un nuovo file di configurazione.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nessun file .key. (ADC 30010)
Causa
Azione
Non è possibile passare al modo di controllo “Registra nel database” in quanto
non vi sono file bomain.key per accedere al repository.
Copiare un file bomain.key nella directory $INSTALLDIR/nodes/<nomehost>/
<nome cluster>/locdata.
Per eseguire controlli tramite database, è necessario il file BOMain.key.
(ADC 30020)
Causa
Azione
Non è possibile passare al modo di controllo “Registra nel database” in quanto è
stato rilevato un file .key il cui nome, tuttavia, non corrisponde a bomain.key.
Copiare un file bomain.key nella directory $INSTALLDIR/nodes/<nomehost>/
<nomecluster>/locdata oppure rinominare il file .key come bomain.key.
Nessuna sessione disponibile. (ADC 30030)
Causa 1
Causa 2
Azione
Non è possibile passare al modo di controllo “Registra nel database” in quanto
non è possibile aprire una sessione del database.
In modo database, quando si è tentato di creare il database di controllo, la
sessione aperta sul lato server mediante il server di controllo è stata persa. La
connessione al database non può essere aperta.
Assicurarsi che il database sia ancora in esecuzione in modo regolare e che la
connessione al repository sia definita correttamente.
Nessuna connessione a un database definita nel repository. (ADC 30040)
Causa
Azione
Una volta autenticato l’utente, il sistema recupera un elenco a discesa delle
connessioni disponibili. Se nel dominio Sicurezza non vi sono connessioni
definite, non è possibile impostare il modo database.
Creare una connessione protetta nel repository. Per ulteriori informazioni sulle
modalità di esecuzione di tale operazione, consultare l’Auditor Administrator’s
Guide.
Impossibile ottenere l’elenco delle connessioni al database dal repository.
(ADC 30050)
Causa
Azione
Si è verificato un errore relativo al database quando WISiteLog ha tentato di
recuperare l’elenco delle connessioni disponibili.
Per individuare l’errore relativo al database e conoscere le modalità per risolvere
il problema, consultare il manuale del database.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
431
432
Manuale per la risoluzione dei problemi
La connessione non è stata trovata. (ADC 30110)
Causa
Azione
La connessione selezionata non è disponibile oppure non è più valida nel
repository. Il server non è in grado di aprire la connessione e attivare il sistema
del modo database mediante la stessa.
Assicurarsi che il database sia ancora in funzione.
Errore durante la lettura dei file RSS. (ADC 30120)
Causa
Azione
Si è verificato un problema durante la lettura del file RSS.
Controllare che il server disponga dell’accesso al file RSS corrispondente al
database, installato nella directory $INSTALLDIR/database/legacy/<rdbms>/.
Controllare che tale file non sia corrotto e che si disponga dell'autorizzazione di
lettura per il file.
Se il file non è presente o sembra essere corrotto, installarlo di nuovo.
Impossibile creare tabelle di controllo. (ADC 30130)
Causa
Azione
Si è verificato un errore relativo al database quando WISiteLog ha tentato di
aggiungere una nuova tabella al database durante la creazione di un nuovo
database o durante la migrazione. Normalmente, questo messaggio è seguito
dall’errore RDBMS.
Per individuare l’errore relativo al database e conoscere le modalità per risolvere
il problema, consultare il manuale del database.
Impossibile modificare le tabelle di controllo esistenti. (ADC 30140)
Causa
Azione
Si è verificato un errore relativo al database quando WISiteLog ha tentato di
modificare una tabella esistente nel database durante la migrazione di un
database. Normalmente, questo messaggio è seguito dall’errore RDBMS.
Per individuare l’errore relativo al database e conoscere le modalità per risolvere
il problema, consultare il manuale del database.
La migrazione del database di controllo non è supportata con questo
RDBMS. (ADC 30150)
Causa
Azione
Alcuni database non supportano la migrazione automatica di WISiteLog. Nel
Readme è contenuto un elenco degli RDBMS supportati.
Chiedere all’amministratore del database di eseguire la migrazione del database
manualmente. Per ulteriori informazioni sulle modalità di esecuzione di tale
operazione, consultare l’Auditor Administrator’s Guide.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il valore di 'Dimensioni max. della cache' deve essere compreso tra <1> e
<2147483647>. (ADC 30160)
Causa
Azione
Per tali parametri, è stato immesso un valore non compreso nella gamma dei
valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
<parameter name> must be between <min> and <max>. (ADC 50001)
Causa
Azione
Per tale parametro di BOManager, è stato immesso un valore non compreso
nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
<parameter name> must be null or between <min> and <max>. (ADC 50002)
Causa
Azione
Per il parametro di BOManager, è stato immesso un valore non valido.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo oppure un
valore nullo.
<parameter name> must be greater than <parameter name>. (ADC 50051)
Causa
Per il parametro di BOManager, è stato immesso un valore non valido.
Azione
Immettere un altro valore per il primo parametro che sia superiore a quello del
secondo parametro.
Impossibile abilitare macro su una piattaforma UNIX. (ADC 50060)
Causa
Azione
Non è possibile elaborare le macro VBA sui server UNIX. Per questo motivo, il
parametro non può essere attivato su un sistema UNIX.
Aggiungere un server Windows al cluster. Questo tipo di server sarà in grado di
elaborare le macro VBA.
Impossibile abilitare l’elaborazione interattiva su questo nodo. (ADC 50061)
Causa
Azione
Se sul nodo è installato solo Broadcast Agent e non si dispone della licenza di
WebIntelligence, non è possibile eseguire l’elaborazione interattiva.
Richiedere una licenza di WebIntelligence, quindi installare WebIntelligence sul
nodo.
<parameter name> must be between <min> and <max>. (ADC 50101)
Causa
Azione
Per tale parametro del server di amministrazione, è stato immesso un valore non
compreso nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
433
434
Manuale per la risoluzione dei problemi
<nome parametro> deve essere minore di <nome parametro>. (ADC 50151)
Causa
Azione
Per il parametro del server di amministrazione, è stato immesso un valore non
valido.
Immettere un altro valore per il primo parametro che sia inferiore a quello del
secondo parametro.
Il valore del parametro <nome parametro> deve essere compreso tra <min>
e <max>. (ADC 50201)
Causa
Azione
Per tale parametro di WIReportServer, è stato immesso un valore non compreso
nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
Il valore del parametro <nome parametro> deve essere nullo o compreso tra
<min> e <max>. (ADC 50202)
Causa
Azione
Per il parametro di WIReportServer, è stato immesso un valore non valido.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo oppure un
valore nullo.
<nome parametro> deve essere compreso tra <min> e <max>. (ADC 50301)
Causa
Azione
Per tale parametro di Broadcast Agent Scheduler, è stato immesso un valore non
compreso nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
<nome parametro> deve essere compreso tra <min> e <max>. (ADC 50401)
Causa
Azione
Per tale parametro di WISessionManager, è stato immesso un valore non
compreso nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
<nome parametro> deve essere compreso tra <min> e <max>. (ADC 50501)
Causa
Azione
Per tale parametro di WIStorageManager, è stato immesso un valore non
compreso nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
<nome parametro> deve essere compreso tra <min> e <max>. (ADC 50601)
Causa
Azione
Per tale parametro di WILoginServer, è stato immesso un valore non compreso
nella gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
Manuale per la risoluzione dei problemi
L'aggiornamento manuale è terminato in errore. (ADC 50661)
Causa
Azione
L'aggiornamento di Login Server è terminato in errore. Ciò può essere dovuto
all'interruzione della connessione al repository.
Verificare la connessione al repository.
<nome parametro> deve essere compreso tra <min> e <max>. (ADC 50701)
Causa
Azione
Per tale parametro di WIQT, è stato immesso un valore non compreso nella
gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
Tempo max. attività deve essere maggiore di <min> secondi e minore di
2147483647. <min> secondi è il valore di Timeout per azioni interattive.
(ADC 50702)
Causa
Azione
Per tale parametro di WIQT, è stato immesso un valore non compreso nella
gamma dei valori accettati.
Immettere un altro valore compreso tra i valori minimo e massimo.
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
435
436
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi ad Administration Console
capitolo
Messaggi di errore relativi a
Configuration Tool
438
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi a Configuration
Tool
I messaggi di errore relativi a Configuration Tool sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
CFT 00001 - CFT 15021
Configuration Tool
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’eliminazione del cluster è terminata in errore. (CFT 00001)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante l’eliminazione del cluster. Per ulteriori
informazioni, fare clic su Dettagli.
Eliminare ogni componente singolarmente piuttosto che eliminare l’intero cluster.
In tal modo, è possibile individuare il punto in cui l’eliminazione è terminata in
errore.
I file ORB di Business Objects non sono stati creati. (CFT 00501)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante la configurazione dell’ORB. Per ulteriori
informazioni, fare clic su Dettagli.
Se alcuni processi che iniziano con it o wi sono ancora in esecuzione, eliminarli
e rilanciare la configurazione.
I file ORB di Business Objects non sono stati creati. (CFT 00502)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante la configurazione dell’ORB. Per ulteriori
informazioni, fare clic su Dettagli.
Se alcuni processi che iniziano con it o wi sono ancora in esecuzione, eliminarli
e rilanciare la configurazione.
Tipo di nodo errato. (CFT 00503)
Causa
Azione
È stato selezionato un tipo di nodo non valido durante l’esecuzione di
Configuration Tool dalla riga di comando.
Specificare PRIMARY, SECONDARY o CLIENT.
Porta errata. (CFT 00504)
Causa
Azione
È stato selezionato un numero di porta non valido durante l’esecuzione di
Configuration Tool dalla riga di comando. Il nome della porta errata è contenuto
nel messaggio.
Specificare un numero di porta valido. Tutti i numeri di porta devono essere
numeri interi.
L’eliminazione dell’istanza è terminata in errore. (CFT 00520)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il tentativo di eliminazione di un’istanza. Per
ulteriori informazioni, fare clic su Dettagli.
Verificare quanto segue:
• Configuration Tool è in esecuzione e si dispone dei diritti necessari per
amministrare il server delle applicazioni o il server Web.
• Il server delle applicazioni è in esecuzione.
• Sul server delle applicazioni, l'applicazione Web esiste e non è "avviata".
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
439
440
Manuale per la risoluzione dei problemi
Nome utente o password non valido. (CFT 01001)
Causa
Azione
Il nome utente o la password sono errati.
Digitarli di nuovo.
Questo utente non dispone dei diritti necessari per la gestione dei servizi.
(CFT 01002)
Causa
Azione
Si sta eseguendo Configuration Tool senza disporre dei diritti appropriati oppure
la connessione non è stata effettuata correttamente.
Assegnare i diritti “Act as part of the operating system” all’utente tramite gli
strumenti di amministrazione di Windows. Una volta assegnati tali diritti, è
necessario riavviare il sistema.
Questo utente non dispone dei diritti per la gestione dei servizi. Il profilo
utente deve comprendere le impostazioni Act as part of the operating system
e Log on as a service. (CFT 01002)
Causa
Azione
Il profilo utente non ha le impostazioni di sicurezza locale necessarie.
Occorre eseguire le azioni seguenti:
1. Selezionare Settings>Control Panel nel menu Start.
2. In Administrative Tools aprire la finestra di dialogo Local Security Policy.
3. Selezionare Local Policies nel riquadro di sinistra e fare doppio clic su User
Rights Assignment nel riquadro di destra. Viene visualizzato un elenco di
strategie di diritti utente.
4. Fare doppio clic su Act as part of the operating system e aggiungere l'utente
a cui si desidera assegnare questo diritto.
5. Fare doppio clic su Log on as a service e aggiungere l'utente a cui si desidera
assegnare questo diritto.
La connessione è negata per questo utente. (CFT 01003)
Causa
Azione
Non si dispone dei diritti necessari per abilitare la registrazione a Windows
Service.
Verificare se l'account utente utilizzato per avviare Configuration Tool e il servizio
Windows dispone dei diritti seguenti:
• Diritti di amministratore
• Act as part of the operating system e Log on as a service.
È possibile definire questi diritti mediante il comando Local Security Policy nel
Control Panel, Administrative Tools. Riavviare il sistema per convalidare le
modifiche.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
Manuale per la risoluzione dei problemi
I parametri del servizio non sono stati registrati. (CFT 01004)
Causa
Azione
Non si sono registrati i parametri del servizio.
Verificare se si dispone dei diritti adeguati per eseguire questa azione. È
possibile registrare i servizi Windows di WebIntelligence mediante il comando
seguente:
wiservice.exe -install manual/automatic -user domain\username
password.
L'identità di BOManager non è stata registrata. Non si dispone di diritti
sufficienti per scrivere nel registro di configurazione di Windows.
(CFT 01005)
Causa
Azione
Non si dispone di diritti sufficienti per scrivere nel registro di configurazione di
Windows.
Connettersi in qualità di amministratore o come utente con diritti sufficienti per
scrivere nel registro di configurazione.
File non esistente. (CFT 09510)
Causa
Azione
Un file non è stato installato o è stato eliminato accidentalmente.
Il nome del file mancante è indicato nel testo del messaggio. Per i file Windows,
eseguire il programma di installazione in modalità Ripristina oppure installare di
nuovo il file.
Questo file non esiste o non è possibile accedervi. (CFT 10001)
Causa
Il file con cui si sta tentando di lavorare non esiste.
Azione
Se nel messaggio è indicato il nome del file, è possibile individuare il file
inesistente.
Diversamente, consultare il file log: BINDIR/log/configtool.log o BINDIR/log/
serversSetupServers*.log.
Un file non è stato eliminato: potrebbe essere bloccato da un'altra
applicazione. (CFT 10006)
Causa
Azione
Configuration Tool non riesce ad eliminare un file. Ciò potrebbe essere dovuto al
fatto che il file è attualmente utilizzato da un'altra applicazione.
Chiudere tutte le altre applicazioni aperte ed eseguire di nuovo Configuration
Tool.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
441
442
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante la distribuzione in rete di Application Server. (CFT 10522)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante la distribuzione in rete dell'applicazione Web.
Verificare se:
• Si esegue Configuration Tool con i diritti adeguati per amministrare
Application Server.
• Application Server è in esecuzione.
• L'applicazione Web che si sta distribuendo in rete non esiste già.
Un file .dll non è stato registrato. (CFT 11020)
Causa
Azione
Alcuni file .dll non sono stati installati oppure sono stati eliminati accidentalmente.
I file .dll mancanti sono indicati nel testo del messaggio. Per Windows, eseguire
il programma di installazione in modalità Ripristina oppure installare di nuovo i
file.
L’annullamento della registrazione di un file .dll è terminato in errore.
(CFT 11021)
Causa
Azione
Si sta tentando di rimuovere parte di un cluster, ma alcuni file .dll che avrebbero
dovuto essere installati non sono presenti.
I file .dll mancanti sono indicati nel testo del messaggio. Per Windows, eseguire
il programma di installazione in modalità Ripristina oppure installare di nuovo i
file.
Errore durante la distribuzione in rete di Websphere. (CFT 14503)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante la distribuzione in rete dell'applicazione Web
in Websphere.
Verificare se:
• Si esegue Configuration Tool con i diritti adeguati per amministrare
Websphere.
• Websphere è in esecuzione.
• L'applicazione Web che si sta distribuendo in rete non esiste già.
{actionname} this action has failed. (CFT 15000)
Causa
Azione
L'azione di configurazione da eseguire è terminata in errore.
Verificare i parametri di valore nel file dei parametri e riprovare.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’azione non esiste. (CFT 15001)
Causa
Azione
È stata selezionata un’opzione non valida durante l’esecuzione di Configuration
Tool dalla riga di comando. Il nome dell’opzione non valida è contenuto nel
messaggio.
Per ottenere l’elenco delle opzioni valide, consultare il manuale d’installazione e
configurazione.
Il valore deve essere 0 (falso) o 1 (vero). (CFT 15002)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato assegnato un valore errato ad un
parametro. Il valore errato è indicato nel messaggio.
Assegnare il valore corretto al parametro utilizzando la riga di comando.
Tipo di prodotto errato. (CFT 15003)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un nome di prodotto
errato.
I nomi dei prodotti corretti sono elencati nel manuale d’installazione e configurazione.
Il prodotto non esiste. (CFT 15004)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un nome di prodotto
errato.
I nomi dei prodotti corretti sono elencati nel manuale d’installazione e
configurazione.
Il file o la directory non esiste. (CFT 15005)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un nome di file errato.
Il file o la directory errati sono indicati nel messaggio.
Correggere il nome del file o il percorso della directory.
L’azione non è stata eseguita. (CFT 15006)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, l’azione richiesta non è stata eseguita. Il
problema è indicato nel messaggio.
Per ulteriori informazioni, consultare i file log, in particolare BINDIR/log/
configtool.log o BINDIR/log/serversSetupServers*.log.
Errore durante l’aggiunta di un server Web. (CFT 15007)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Questo messaggio è sempre
associato ad un altro messaggio di errore, in cui vengono forniti ulteriori dettagli
relativi al problema.
Per ulteriori informazioni, controllare il messaggio di errore precedente.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
443
444
Manuale per la risoluzione dei problemi
Tipo di server Web errato. (CFT 15008)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un server Web non
supportato o il cui nome è errato.
I tipi di server Web sono i seguenti: IIS, APACHE, APACHE IBM, WEBLOGIC.
Nome di istanza di server Web errato. (CFT 15009)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Il nome di istanza errato è indicato
nel messaggio.
Verificare che l’istanza selezionata per il tipo di server Web scelto esista.
Errore durante l’aggiunta di un server delle applicazioni. (CFT 15010)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Questo messaggio è sempre
associato ad un altro messaggio di errore, in cui vengono forniti ulteriori dettagli
relativi al problema.
Per ulteriori informazioni, controllare il messaggio di errore precedente.
Tipo di server delle applicazioni errato. (CFT 15011)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un server delle
applicazioni non supportato o il cui nome è errato.
I tipi di server delle applicazioni sono i seguenti: TOMCAT, WEBLOGIC,
WEBSPHERE, IIS.
Nome di istanza di server delle applicazioni errato. (CFT 15012)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Il nome di istanza errato è indicato
nel messaggio.
Verificare che l’istanza selezionata per il tipo di server delle applicazioni scelto
esista.
Errore durante l’eliminazione del server Web. (CFT 15013)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Questo messaggio è sempre
associato ad un altro messaggio di errore, in cui vengono forniti ulteriori dettagli
relativi al problema.
Per ulteriori informazioni, controllare il messaggio di errore precedente.
La configurazione del server Web non esiste. (CFT 15014)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, si è tentato di rimuovere una
configurazione inesistente del server Web. Il nome della configurazione è
indicato nel messaggio.
Verificare il nome della configurazione.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore durante l’eliminazione del server delle applicazioni. (CFT 15015)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. Questo messaggio è sempre
associato ad un altro messaggio di errore, in cui vengono forniti ulteriori dettagli
relativi al problema.
Per ulteriori informazioni, controllare il messaggio di errore precedente.
La configurazione del server delle applicazioni non esiste. (CFT 15016)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, si è tentato di rimuovere una
configurazione inesistente del server delle applicazioni. Il nome della
configurazione è indicato nel messaggio.
Verificare il nome della configurazione.
Questa lingua non esiste o non è installata. (CFT 15017)
Causa
Azione
Lavorando in modalità riga di comando, è stato specificato un codice della lingua
errato.
Verificare che il codice della lingua sia di tipo ISO, composto da uno o due
caratteri minuscoli (ad esempio: en).
Carattere non autorizzato. (CFT 15018)
Causa
Azione
Si sta lavorando in modalità riga di comando. È possibile che questo messaggio
si riferisca al nome del cluster, al nome di una directory virtuale o al nome di
un’applicazione Web.
I caratteri validi sono: [a-z] [A-Z] [0-9] [.] [-] e [_].
Non è stata rilevata nessuna istanza che utilizza questi file. (CFT 15019)
Causa
Azione
Il percorso del file di configurazione specificato non esiste. Configuration Tool
non trova l'istanza del server Web.
Verificare che il percorso del file di configurazione specificato corrisponda al file
giusto.
Non è stata rilevata nessuna istanza SSL che utilizza questi file. (CFT 15020)
Causa
Azione
È stato scelto Apache for SSL come server Web, ma la versione di Apache
utilizzata non è configurata per SSL.
Scegliere la versione corretta di Apache.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
445
446
Manuale per la risoluzione dei problemi
Occorre specificare un’istanza del server delle applicazioni. (CFT 15021)
Causa
Azione
Questo messaggio viene restituito da Configuration Tool nella modalità riga di
comando (non interattiva) e viene visualizzato quando l’amministratore non ha
specificato un’istanza del server delle applicazioni nella riga di comando.
Utilizzare la sintassi corretta per specificare un’istanza del server delle
applicazioni nella riga di comando. Il parametro correlato è ASINSTANCENAME
e il suo valore è il nome dell’istanza del server delle applicazioni. Consultare i
manuali di Installazione e configurazione per informazioni sull’uso di
Configuration Tool in modalità riga di comando.
Messaggi di errore relativi a Configuration Tool
capitolo
Messaggi di errore relativi a
InfoView
448
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore relativi a InfoView
I messaggi di errore relativi a InfoView sono compresi nelle seguenti codifiche e
categorie:
Codifica
Categoria
INF 00003 - INF 00320
InfoView
Messaggi di errore relativi a InfoView
Manuale per la risoluzione dei problemi
Selezionare una data valida. (INF 00003)
Causa
Azione
Il formato della data immessa non è valido.
Contattare l'amministratore del sistema per conoscere il formato di data corretto
per le impostazioni di locale.
La nuova password non è stata confermata. (INF 00045)
Causa
Azione
Quando si immette una nuova password, viene richiesta una conferma della
modifica che consiste nel digitare due volte la nuova password. Non si è digitata
la stessa password.
Immettere un'altra volta la nuova password, quindi confermare.
La nuova password non dovrebbe avere più di 32 caratteri. (INF 00047)
Causa
Azione
Si è immessa una password contenente più di 32 caratteri.
Immettere una nuova password che non contenga più di 32 caratteri.
Selezionare un gruppo. (INF 00052)
Causa
Azione
Non si è selezionato un gruppo.
Selezionare un gruppo nell'elenco dei gruppi disponibili.
Selezionare un gruppo o un utente. (INF 00072)
Causa
Azione
Non si è selezionato un gruppo o un utente.
Selezionare un gruppo o un utente nell'elenco dei gruppi o degli utenti disponibili.
Il server BusinessObjects non è pronto. (INF 00105)
Causa 1
Azione
Il sistema Business Objects non è stato avviato.
Per avviare il sistema Business Objects utilizzare:
• Notifica di WebIntelligence
• Menu Avvio
• Pannello di controllo Servizi
Notifica di WebIntelligence è un’utility che può essere utilizzata per avviare ed
arrestare WebIntelligence e verificarne lo stato.
Fare clic con il pulsante destro sull’icona Notifica sulla barra dei task e dal menu
popup selezionare il comando Avvia WebIntelligence.
Causa 2
Azione
WebIntelligence viene avviato ma il messaggio persiste. Si tratta di un errore
interno CORBA.
Arrestare il server Web e tutto il sistema Business Objects, quindi riavviarli.
Messaggi di errore relativi a InfoView
449
450
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile aggiungere un documento BusinessObjects da InfoView. A tale
scopo, utilizzare la funzione Pubblica nei documenti dell’azienda di
BusinessObjects Reporter. (INF 00111)
Causa
Azione
La funzione di aggiunta dei documenti è disponibile solo per i documenti non
BusinessObjects.
È possibile aggiungere i documenti Business Objects solo utilizzando la funzione
Pubblica nei documenti dell’azienda di BusinessObjects Reporter.
A tale scopo, effettuare quanto segue:
1. Aprire BusinessObjects Reporter.
2. Aprire il documento.
3. Dal menu File, fare clic su Pubblica su Documenti dell’azienda.
4. Fare clic su OK.
Occorre selezionare almeno un processo nell'elenco. (INF 00120)
Causa
Azione
Non si è selezionato un processo.
Selezionare almeno un processo nell'elenco dei processi disponibili.
Si è verificato un errore di sistema. (INF 00130)
Causa
Azione
Si è verificato un errore di sistema non specificato.
Contattare l’amministratore del sistema.
Occorre selezionare almeno una categoria nell'elenco. (INF 00140)
Causa
Azione
Non si è specificata una categoria.
Selezionare almeno una categoria nell'elenco delle categorie disponibili.
La prima data non è valida. (INF 00150)
Causa
Azione
Il formato della data immessa non è valido.
Contattare l'amministratore del sistema per conoscere il formato di data corretto
per le impostazioni di locale.
Occorre selezionare almeno un documento nell'elenco. (INF 00160)
Causa
Azione
Non si è selezionato nessun documento nell'elenco.
Selezionare almeno un documento nell'elenco dei documenti disponibili.
I caratteri / \ : * ? “ < > | non sono autorizzati. (INF 00170)
Causa
Azione
Si sono immessi alcuni caratteri non validi.
I caratteri validi sono: a-z A-Z 0-9 - _ $ , e spazio (tranne all'inizio).
Messaggi di errore relativi a InfoView
Manuale per la risoluzione dei problemi
La seconda data non è valida. (INF 00180)
Causa
Azione
Il formato della data immessa non è valido.
Contattare l'amministratore del sistema per conoscere il formato di data corretto
per le impostazioni di locale.
Occorre reinstallare BusinessObjects. Contattare l'amministratore
del sistema. (INF 00190)
Causa
Azione
È stata rilevata la presenza di un'installazione di BusinessObjects , senza
poterne individuare la posizione.
Contattare l’amministratore del sistema.
La versione di BusinessObjects installata sul computer non può essere
aggiornata. Disinstallarla. (INF 00200)
Causa
Azione
Si ha una versione più vecchia di BusinessObjects installata sul computer.
Disinstallare la versione precedente di BusinessObjects prima di cercare di
installare una versione più recente.
Impossibile recuperare da BusinessObjects le informazioni relative alla
versione. (INF 00210)
Causa
Azione
Il programma di installazione non riesce a recuperare le informazioni relative alla
versione di BusinessObjects attualmente installata.
Contattare il supporto tecnico di Business Objects.
Il programma di installazione di BusinessObjects non può essere eseguito
su questa piattaforma. (INF 00220)
Causa
Azione
Si è cercato di installare BusinessObjects su una piattaforma non supportata.
Contattare Business Objects Customer Support per l'elenco ufficiale delle
piattaforme supportate.
Impossibile avviare BusinessObjects da questo browser. (INF 00230)
Causa
Azione
Si è cercato di avviare BusinessObjects su un browser non supportato.
Contattare Business Objects Customer Support per l'elenco ufficiale dei browser
supportati.
BusinessObjects non può essere eseguito su questa piattaforma. (INF 00240)
Causa
Azione
Si è cercato di eseguire BusinessObjects su una piattaforma non supportata.
Contattare Business Objects Customer Support per l'elenco ufficiale delle
piattaforme supportate.
Messaggi di errore relativi a InfoView
451
452
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile avviare BusinessObjects. (INF 00250)
Causa
Azione
Si è verificato un errore non specificato all'avvio di BusinessObjects.
Contattare l’amministratore del sistema.
Impossibile avviare il programma di installazione di BusinessObjects da
questo browser. (INF 00260)
Causa
Azione
Si è cercato di installare BusinessObjects da un browser non supportato.
Contattare Business Objects Customer Support per l'elenco ufficiale dei browser
supportati.
Occorre essere supervisore generale Business Objects per modificare o
aggiungere una fonte dati OLAP. (INF 00270)
Causa
Azione
Si è cercato di modificare o aggiungere una fonte dati OLAP da un account senza
diritti di supervisore generale.
Disconnettersi e riconnettersi come supervisore generale prima di cercare di
modificare o di aggiungere una fonte dati OLAP.
Selezionare una sola casella di controllo. (INF 00280)
Causa
Azione
Si è selezionata più di una casella di controllo.
Selezionare una casella di controllo alla volta.
Selezionare almeno una fonte dati. (INF 00290)
Causa
Azione
Non si è selezionata una fonte dati.
Selezionare almeno una fonte dati nell'elenco delle fonti dati disponibili.
Selezionare solo una fonte dati. (INF 00300)
Causa
Azione
Si è selezionata più di una fonte dati.
Selezionare una fonte dati alla volta.
Occorre essere supervisore generale per eliminare una fonte dati OLAP.
(INF 00310)
Causa
Azione
Si è cercato di eliminare una fonte dati OLAP da un account senza diritti di
supervisore generale.
Disconnettersi e riconnettersi come supervisore generale prima di cercare di
eliminare una fonte dati OLAP.
L’account utente è disabilitato. Rivolgersi all’amministratore. (INF 00320)
Causa
Azione
Si è cercato di connettersi utilizzando un account disabilitato.
Contattare l'amministratore di Business Objects.
Messaggi di errore relativi a InfoView
capitolo
Messaggi di errore di
WebIntelligence
454
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di WebIntelligence
I messaggi di errore relativi a WebIntelligence sono compresi nelle seguenti
codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
WIH 00001 - WIH 00011
Pannello dei report HTML
WebIntelligence
WIJ 10000 - WIJ 77777
Pannello dei report Java
WebIntelligence
WIS 00001 - WIS 30650
Server WebIntelligence
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Definizione di blocco non valida. (WIH 00001)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire la query o di accedere alle schede Filtri di report,
Proprietà o Formato senza che i seguenti criteri venissero osservati:
• Per le tabelle, le tabelle a campi incrociati e i moduli, è necessario assegnare
degli oggetti ad ogni campo.
• Per tutti i tipi di grafico, è necessario assegnare degli oggetti indicatore solo
all’asse Y.
• Per tutti i tipi di grafico, ad eccezione dei grafici a torta, è necessario
assegnare almeno un oggetto dimensione o dettaglio all’asse X.
• Per tutti i tipi di grafico, ad eccezione dei grafici a torta, se sono stati assegnati
più oggetti all’asse Y, non è possibile assegnare alcun oggetto all’asse Z.
• Per i grafici a torta, è possibile assegnare solo un oggetto indicatore
all’asse Y.
• Per i grafici a torta, è necessario assegnare almeno un oggetto all’asse X.
Assegnare correttamente gli oggetti ad ogni campo necessario, quindi accedere
alla scheda desiderata o eseguire la query.
Questo oggetto è già stato inserito. (WIH 00002)
Causa
Azione
Non è possibile inserire lo stesso oggetto più volte in una query.
Scegliere un altro oggetto oppure eseguire la query con l’oggetto selezionato.
Questo filtro è già stato inserito. (WIH 00003)
Causa
Azione
Non è possibile inserire lo stesso filtro predefinito più volte in una query.
Scegliere un altro filtro predefinito oppure eseguire la query con il filtro predefinito
già selezionato.
Messaggi di errore di WebIntelligence
455
456
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il documento contiene caratteristiche di formattazione avanzata che
richiedono il pannello dei report Java. Selezionare il pannello dei report Java
nella pagina Opzioni e riaprire il documento. (WIH 00004)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire un documento creato nel Pannello dei report Java
contenente uno dei seguenti elementi:
• più report
• più blocchi dei report
• filtri definiti per una sezione o un blocco dei report
• una sezione non incorporata
• più di tre celle mobili nell’intestazione o nel piè di pagina
• più celle mobili nella parte superiore del report
• più celle mobili in ogni sezione del report.
Aprire il documento con il Pannello dei report Java.
Impossibile inserire indicatori sull’asse X. (WIH 00005)
Causa
Azione
Non è possibile inserire un indicatore sull’asse X di un grafico. È possibile inserire
indicatori solo sull’asse Y.
Inserire l’indicatore sull’asse Y.
Impossibile inserire dimensioni o dettagli sull’asse Y. (WIH 00006)
Causa
Azione
Non è possibile inserire dimensioni o dettagli sull’asse Y di un grafico. È possibile
inserire indicatori solo sull’asse Y.
Inserire la dimensione o il dettaglio sull’asse X o sull’asse Z.
Impossibile inserire indicatori sull’asse Z. (WIH 00007)
Causa
Azione
Non è possibile inserire un indicatore sull’asse Z di un grafico. È possibile inserire
indicatori solo sull’asse Y.
Inserire l’indicatore sull’asse Y.
Si deve inserire un oggetto risultato prima di selezionare un’altra scheda.
(WIH 00008)
Causa
Azione
Si è tentato di accedere ad un’altra scheda senza prima inserire oggetti nel
report.
Nel report, inserire uno o più oggetti nel riquadro Oggetti dell’universo della
scheda Query.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non è possibile basare una sezione su un indicatore. (WIH 00009)
Causa
Azione
È possibile creare sezioni solo basandole su dimensioni. Ad esempio, è possibile
creare sezioni per periodi, ubicazioni, categorie di prodotti, clienti e così via. Non
è possibile creare sezioni basandole su indicatori, ad esempio, fatturato di
vendita, margine o unità vendute.
Selezionare una dimensione per creare una sezione.
Impossibile inserire oggetti dimensione o dettaglio sullsse Z di questo tipo
di grafico. (WIH 00010)
Causa
Azione
È possibile inserire solo oggetti dimensione sull'asse Z di questo tipo di grafico.
Selezionare un indicatore per l'asse Z.
Impossibile inserire oggetti dimensione o dettaglio sull'asse X di questo tipo
di grafico. (WIH 00011)
Causa
Azione
È possibile inserire solo oggetti dimensione sull'asse X di questo tipo di grafico.
Selezionare un indicatore per l'asse X.
Occorre utilizzare l'editor delle formule per creare una formula.
(WIJ 10000)
Causa
Azione
Si è digitata una formula in una cella mediante la finestra Proprietà della cella
invece che tramite l'editor delle formule.
Aprire l'editor delle formule e definire la formula nel riquadro Definizione della
formula.
Non è possibile creare una variabile con lo stesso nome di un oggetto
documento esistente. Dare alla nuova variabile un nome diverso. (WIJ 10001)
Causa
Azione
Un singolo documento WebIntelligence non può contenere diversi oggetti o
variabili con lo stesso nome.
Per salvare una nuova variabile, dare alla variabile un nome diverso da quello
degli oggetti e variabili già contenuti nel documento.
Messaggi di errore di WebIntelligence
457
458
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo componente del report non può essere posizionato rispetto a un
blocco, cella o sezione posizionato a sua volta rispetto a questo componente
di report. Selezionare un altro blocco, cella o sezione nell'elenco a discesa
"Rispetto a..." o deselezionare l'opzione "Rispetto a:" . (WIJ 10500)
Causa
Azione
Quando si posiziona un componente di report rispetto ad un altro componente di
report che fa riferimento a quello selezionato, si crea una relazione circolare.
Selezionare un altro blocco, cella o sezione nell'elenco a discesa "Rispetto a..." .
In alternativa, deselezionare l'opzione Rispetto a: per il componente di report
selezionato.
Si è verificato un errore durante la decodifica del documento. Aprire il
documento in InfoView. Se non funziona, contattare l'amministratore
BusinessObjects. (WIJ 20000)
Causa
Azione
WebIntelligence non può decodificare ed aprire il documento nel pannello dei
report Java.
Aprire il documento in InfoView facendo clic sul titolo del documento nel punto in
cui il documento viene elencato nella pagina Documenti dell'azienda o
Documenti personali di InfoView.
Se non funziona, contattare l'amministratore BusinessObjects.
Un problema interno imprevisto si è verificato durante l'aggiornamento dei
dati del documento e l'apertura del documento. La fonte dati è stata
modificata o eliminata, o non è stato selezionato nessun valore per un
prompt sul documento. (WIJ 20001)
Causa
Azione
L'opzione Aggiornamento all'apertura è stata selezionata per il documento.
Questo errore può essere dovuto a uno o più dei motivi seguenti:
• La fonte dati è stata modificata dopo la creazione del documento.
• La fonte dati è stata eliminata dopo la creazione del documento.
• Uno o più prompt non hanno valori selezionati.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects.
Il pannello dei report Java di WebIntelligence non può connettersi al server.
Chiudere il pannello dei report e riprovare a connettersi o contattare
l'amministratore di BusinessObjects. (WIJ 20002)
Causa
Azione
Il server potrebbe essere in arresto o la sessione utente terminata.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile recuperare la prima pagina del report attuale. Verificare se il
report contiene errori o contattare l'amministratore. Il pannello dei report
passerà in visualizzazione Struttura del report. (WIJ 20003)
Causa
Azione
Il report contiene errori strutturali. Ciò significa che WebIntelligence non può
decodificare il report e visualizzare i risultati.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Visualizzare il report in visualizzazione Struttura del report e verificare la
struttura del report. Ad esempio, si possono verificare errori se i blocchi del
report sono sovrapposti o se la struttura di una tabella contiene celle che
creano un formato di tabella asimmetrico. Modificare la struttura del report di
conseguenza.
• Contattare l'amministratore e richiedere che ricerchi anomalie strutturali nel
report.
Memoria insufficiente. Ridurre le dimensioni della finestra del browser o
riavviare il pannello dei report. (WIJ 30003)
Causa
Azione
Il PC non dispone di memoria sufficiente per far funzionare il pannello dei report
Java di WebIntelligence. Ciò può essere dovuto al fatto che la finestra del
browser è troppo larga.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Utilizzare il cursore per ridurre le dimensioni della finestra del browser
visualizzando il pannello dei report Java.
• Tornare alla finestra del browser di InfoView e riavviare il pannello dei report
Java, aprendo un documento esistente o creando un nuovo documento.
Impossibile recuperare questo documento a causa di un problema del server
o di un errore nella struttura del documento. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIJ 77777)
Causa
Azione
Il pannello dei report Java di WebIntelligence non può recuperare il documento
per via di uno o più dei seguenti motivi:
• Il server è in arresto.
• I risultati restituiti dal server contengono codice XML erroneo che il pannello
dei report non riesce a decodificare.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects.
Messaggi di errore di WebIntelligence
459
460
Manuale per la risoluzione dei problemi
Alcuni oggetti non sono più disponibili nell’universo. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00001)
Causa
Azione
Uno o più oggetti in un universo non sono più disponibili per un documento.
Eliminare gli oggetti dalla query che sembrano mancare. Gli oggetti disponibili
sono elencati nella scheda Dati. Creare di nuovo la query senza inserire gli
oggetti obsoleti.
Alcuni oggetti non sono disponibili per questo profilo utente. Non è possibile
aggiornare questo documento. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 00002)
Causa
Azione
Non si dispone dei diritti utente appropriati per l’accesso ai dati di uno o più
oggetti inclusi in una query. Poiché non è consentito accedere ai dati di tali
oggetti, non è possibile aggiornare il report.
Chiedere all’amministratore di BusinessObjects di modificare il profilo utente in
modo che sia possibile accedere agli oggetti.
Alcuni filtri predefiniti non sono più disponibili nell’universo. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00003)
Causa
Azione
Uno o più filtri predefiniti non sono più disponibili nell’universo.
I filtri predefiniti sono oggetti della condizione che vengono predefiniti mediante
le clausole WHERE. Queste vengono utilizzate per limitare i dati restituiti nelle
query.
Rimuovere i filtri predefiniti dalla query, quindi creare manualmente la stessa
condizione nella query utilizzando gli operatori e gli operandi appropriati.
Alcune tabelle del database non sono più disponibili nell’universo.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00004)
Causa
Azione
Una o più tabelle del database a cui fanno riferimento degli oggetti dell’universo
non sono più disponibili. È possibile che le tabelle siano state rinominate o
rimosse dal database.
Il designer degli universi può aggiornare la struttura degli universi selezionando
Visualizza > Aggiorna struttura in Designer.
Definizione di prompt non valida. Contattare l’amministratore
del sistema. (WIS 00005)
Causa
Azione
La sintassi del prompt non è valida oppure il prompt si riferisce ad un oggetto che
non esiste più nell’universo.
Il designer degli universi può accertarsi che la sintassi del prompt sia corretta e
che tutti gli oggetti a cui viene fatto riferimento nel prompt esistano.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Definizione di funzioni di aggregazione non valida. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00006)
Causa
Azione
Per la definizione di uno o più oggetti nella query viene utilizzata la funzione di
aggregazione. La sintassi della funzione di aggregazione non è valida.
Occorre che il designer degli universi si accerti che la sintassi della funzione di
aggregazione sia corretta.
Un filtro contiene un valore errato. Non è possibile eseguire la query.
(WIS 00007)
Causa
Azione
Il filtro contiene un operando errato. Potrebbe trattarsi, ad esempio, di un filtro
con una costante vuota o di un filtro relativo a valori numerici definito mediante
un valore alfanumerico.
Verificare la sintassi del filtro.
La query non può essere eseguita perché contiene oggetti incompatibili.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00008)
Causa
Azione
Nella query sono contenuti oggetti che restituiscono insiemi di dati che non è
possibile combinare o sincronizzare. È possibile che il problema sia dovuto a
parametri che non sono stati impostati nell’universo per abilitare più istruzioni
SQL per ogni contesto o più istruzioni SQL per ogni indicatore.
Il designer degli universi può effettuare quanto segue:
• Selezionare le opzioni Molteplici istruzioni SQL per ogni contesto e Molteplici
istruzioni SQL per ogni indicatore, che si trovano nella pagina SQL della
finestra di dialogo Parametri dell’universo.
• Creare un contesto nuovo che includa gli oggetti incompatibili.
La query non può essere eseguita perché un filtro avanzato contiene un
oggetto incompatibile. Contattare l’amministratore di BusinessObjects.
(WIS 00009)
Causa
Azione
Il filtro avanzato corrisponde ad una sottoquery. Non è possibile combinare
oggetti incompatibili in una sottoquery.
Modificare la definizione del filtro avanzato per utilizzare solo oggetti compatibili.
Messaggi di errore di WebIntelligence
461
462
Manuale per la risoluzione dei problemi
L’universo non consente l’uso di un’espressione complessa in un’istruzione
GROUP BY. Non è possibile eseguire la query. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 00010)
Causa
In una query è contenuta una clausola GROUP BY che utilizza formule o alias.
L’universo non autorizza tali espressioni nelle clausole GROUP BY. Il
comportamento viene determinato dal parametro
<Nome parametro="GROUPBY_EXCLUDE_COMPLEX">Y</Parametro>
Azione
del file PRM per l’RDBMS di destinazione.
Esistono le due seguenti soluzioni:
• Modificare la query in modo che gli oggetti che impiegano formule o alias non
vengano inclusi nella query.
o
• Un designer degli universi può aprire il file PRM per l’RDBMS di destinazione
e modificare in N il valore del parametro GROUPBY_EXCLUDE_COMPLEX.
Tale modifica deve essere apportata solo se si è certi che l’RDBMS supporta
le espressioni GROUP BY complesse.
Uno o più oggetti contengono diversi attributi. Questa sintassi non è più
supportata in questa versione. Contattare l’amministratore
del sistema. (WIS 00011)
Causa
Azione
Nella definizione di uno o più oggetti della query, viene utilizzata una virgola (“,”)
piuttosto che un operatore di concatenamento. Questa sintassi non è più
supportata nella versione attuale.
Il designer degli universi può procedere nei due seguenti modi:
• Definire di nuovo gli oggetti che impiegano una virgola in modo da
concatenare i dati di due oggetti. Per l’RDBMS, è possibile utilizzare
l’operatore di concatenamento standard.
• Se non si desidera ridefinire gli oggetti, è possibile aggiungere la seguente
riga al file PRM per l’RDBMS di destinazione:
<Nome parametro = "REPLACE_COMMA_BY_SEPARATOR"=Y>
In tal modo, la virgola verrà accettata come sintassi per il concatenamento
nelle definizioni degli oggetti.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non è possibile eseguire questa query perché produrrà un prodotto
cartesiano. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00012)
Causa
Azione
La query produrrà un prodotto cartesiano, ossia un insieme di risultati contenente
tutte le combinazioni possibili di righe delle tabelle dedotte dagli oggetti della
query. Non si tratta quasi mai di un risultato corretto. I parametri sono stati
impostati nell’universo per evitare i prodotti cartesiani.
Il designer degli universi può procedere nei due seguenti modi:
• Modificare lo schema delle tabelle degli universi in modo da includere i join e
le limitazioni appropriati per evitare la possibilità di un prodotto cartesiano.
• Se i prodotti cartesiani possono essere accettati dal contesto aziendale, in
Designer, impostare su Avvisa l’opzione Prodotti cartesiani, che si trova nella
pagina SQLl della finestra di dialogo Parametri dell’universo. In tal modo,
l’utente verrà avvertito benché non sarà evitata la produzione di un prodotto
cartesiano.
La generazione dell’SQL è terminata in errore. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 00013)
Causa
Azione
L’errore si verifica durante la generazione dell’SQL di una query. Può essere
causato da una serie di motivi, ad esempio la query potrebbe non includere
alcuna tabella del database.
Chiedere all’amministratore di BusinessObjects di controllare l’SQL associata
agli oggetti contenuti nella query.
Messaggi di errore di WebIntelligence
463
464
Manuale per la risoluzione dei problemi
La risoluzione dell’utilizzazione degli aggregati è terminata in errore.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00014)
Causa
Azione
Gli oggetti della query escludono tutte le possibili scelte SQl per una funzione
aggregata.
Il designer degli universi può eliminare l’incompatibilità tra gli oggetti in Designer.
Selezionare Strumenti > Utilizza aggregazione, quindi eliminare l’incompatibilità
per gli oggetti in questione.
I filtri di query multipli contengono un prompt con lo stesso testo, ma con un
diverso tipo di operando o conteggio dei valori dell'operatore. (WIS 00015)
Causa
Azione
La query contiene diversi prompt che visualizzano lo stesso messaggio.
WebIntelligence combina prompt con lo stesso messaggio e visualizza il prompt
solo una volta. Se l'operatore definito per alcuni di questi prompt richiede
l'immissione di un valore mentre l'operatore di altri prompt con lo stesso
messaggio richiede l'immissione di diversi valori, WebIntelligence non può
combinare il prompt.
Occorre modificare la definizione dei prompt. L'azione da eseguire dipende dalla
visualizzazione del documento:
• Mediante InfoView - fare clic sul collegamento Modifica, quindi utilizzare le
opzioni del pannello dei report di WebIntelligence per modificare i prompt. Per
informazioni più dettagliate su questa operazione, consultare il Manuale
dell'utente di WebIntelligence disponibile in formato PDF dal collegamento
Manuali in linea.
• Nel pannello dei report Java di WebIntelligence - andare alla visualizzazione
query facendo clic su Modifica query nella barra degli strumenti del pannello
dei report, quindi fare doppio clic sui prompt da modificare e selezionare
operatori per ogni prompt. Per informazioni più dettagliate su questa
operazione, consultare il Manuale dell'utente di WebIntelligence disponibile in
formato PDF dal collegamento Manuali in linea.
NOTA
Gli operatori definiti per i prompt con lo stesso testo di messaggio devono
richiedere tutti uno degli elementi seguenti:
• un valore (ad esempio: Uguale a, Diverso da, Maggiore di, Maggiore o uguale
a, Minore di, Minore o uguale a, Tranne).
• diversi valori al momento in cui si risponde al prompt (ad esempio: Tra, Non
tra, In elenco, Non in elenco, Corrisponde ai criteri, Non corrisponde ai criteri,
Entrambi).
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
La query contiene una funzione @Script() che non è supportata. Contattare
l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00016)
Causa
Azione
L'SQL generato dalla query per questo documento comprende una funzione
@Script() che non è supportata.
L'amministratore dovrà rimuovere la funzione @Script nell'universo selezionato
per questo documento.
I seguenti oggetti non possono essere utilizzati come oggetti risultato:
{obj_list}. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS 00017)
Causa
Azione
La definizione della query per questo documento comprende oggetti nel riquadro
Oggetti risultato che non possono essere utilizzati nelle query.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Passare in visualizzazione query facendo clic sul pulsante Modifica query
della barra degli strumenti del pannello dei report, quindi rimuovere gli oggetti
elencati dal riquadro Oggetti risultato.
• Contattare l'amministratore di BusinessObjects e richiedere l'autorizzazione
di includere gli oggetti elencati negli Oggetti risultato definiti per la query.
I seguenti oggetti non possono essere utilizzati come filtri di query:
{obj_list}. Contattare l’amministratore di BusinessObjects. (WIS00018)
Causa
Azione
La definizione della query per questo documento comprende oggetti nel riquadro
Filtri di query che non possono essere utilizzati nei filtri di query.
Eseguire una delle seguenti operazioni:
• Passare in visualizzazione query facendo clic sul pulsante Modifica query
della barra degli strumenti del pannello dei report, quindi rimuovere gli oggetti
elencati dal riquadro Filtri di query.
• Contattare l'amministratore di BusinessObjects e richiedere l'autorizzazione
di includere gli oggetti elencati nei filtri definiti per la query.
Impossibile trovare l'universo. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 00501)
Causa
Azione
L’universo utilizzato per l’aggiornamento del documento non è disponibile, ad
esempio è possibile che non esista o sia stato spostato.
Il designer degli universi può verificare se l’universo è presente nel repository ed
è accessibile alla connessione. Se si tratta di un universo collegato, accertarsi
che i collegamenti siano ancora validi.
Contattare l'amministratore di BusinessObjects con questa informazione.
Messaggi di errore di WebIntelligence
465
466
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile trovare i diritti dell’utente. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 00502)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
È impossibile recuperare l’elenco dei diritti utente dal repository. Ciò potrebbe
essere dovuto al fatto che il server che ospita il repository è in arresto oppure che
il collegamento in rete non funziona.
Verificare la connessione alla rete mediante l'esecuzione di un "ping" del server.
Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del database dovrebbe
utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle) per verificare se vi
è risposta dal repository.
Una sezione del repository potrebbe essere danneggiata.
In generale, quando vi sono problemi legati al repository, viene richiesto al
supervisore di eseguire un’operazione di Esamina e ripristina (Strumenti >
Repository). Questa funzione consente di eseguire le operazioni seguenti nel
dominio di sicurezza o nel dominio dei documenti:
• esaminare (analizzare) la struttura del dominio
• rilevare gli errori
• riparare gli errori
• comprimere il contenuto del dominio
Errore di sintassi nella formula alla posizione {n}. (WIS 10001)
Causa
Azione
Vi è un errore di sintassi nella formula alla posizione indicata.
Correggere la sintassi della formula.
Il nome di oggetto {oggetto} alla posizione {n} non è unico nel report.
Utilizzare il nome oggetto con la qualifica completa. (WIS 10005)
Causa
Azione
L'oggetto {oggetto} ha un nome in conflitto con il nome di un altro oggetto del
report.
Utilizzare il nome con la qualifica completa per {oggetto}.
L'oggetto {oggetto} alla posizione {n} non esiste nel report. (WIS 10006)
Causa
La formula si riferisce a un oggetto che non esiste più nel report.
Azione
Rimuovere il riferimento all'oggetto dalla formula.
Il numero {numero} alla posizione {n} presenta un formato incompatibile con
la lingua di WebIntelligence. (WIS 10012)
Causa
Azione
Il formato di {numero} non è compatibile con le impostazioni internazionali.
Modificare il formato del numero per conformarlo al formato autorizzato dalle
impostazioni internazionali.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il numero {numero} alla posizione {n} presenta un formato incompatibile con
la lingua di WebIntelligence. (WIS 10014)
Causa
Azione
Il formato di {numero} non è compatibile con le impostazioni internazionali.
Modificare il formato del numero per conformarlo al formato autorizzato dalle
impostazioni internazionali.
Manca la virgoletta di chiusura nella formula dopo la virgoletta di apertura
prima di {parte_formula} alla posizione {n}. (WIS 10016)
Causa
Azione
Manca una virgoletta di chiusura nella formula.
Aggiungere la virgoletta di chiusura.
Il nome di oggetto {oggetto} alla posizione {n} è ambiguo. Utilizzare il nome
completo dell'oggetto. (WIS 10019)
Causa
Azione
Una formula contiene un nome oggetto ambiguo.
Utilizzare il nome oggetto completo (qualificare il nome oggetto con la classe) per
eliminare l'ambiguità.
Questa variabile {nome variabile} non può essere eliminata perché ha
formule dipendenti o variabili collegate a {nome variabile}. (WIS 10033)
Causa
Azione
La variabile non può essere eliminata perché vi si fa riferimento in altre variabili
o formule.
Eliminare le formule/variabili che dipendono dalla variabile prima di eliminarla.
Esiste già una variabile di nome {variabile}. Scegliere un altro nome per la
variabile. (WIS 10034)
Causa
Azione
Si è cercato di creare una variabile o di aggiornare un nome di variabile
utilizzando un nome di variabile che esiste già.
Scegliere per la variabile un nome che non esiste ancora.
Il formato di data/ora {dataora} alla posizione {n} non è valido. Specificare un
formato di data/ora valido. (WIS 10035)
Causa
Azione
La formula contiene un formato di data/ora non valido (ad esempio, "bb/MM/
yyyy").
Specificare un formato di data/ora valido nella formula.
Messaggi di errore di WebIntelligence
467
468
Manuale per la risoluzione dei problemi
L'espressione/sottoespressione alla posizione {n} non è valida. Specificare
un'espressione valida. (WIS 10036)
Causa
Azione
La formula contiene un'espressione/sottoespressione non valida.
Specificare un'espressione/sottoespressione valida.
Il tipo di dati dell'espressione/sottoespressione alla posizione {n} non è
valido. Specificare un tipo di dati valido. (WIS 10037)
Causa
Azione
Un'espressione contiene un tipo di dati non valido. Ad esempio, si è cercato di
passare una stringa a una funzione che richiede una data.
Utilizzare un tipo di dati valido nell'espressione.
Carattere non valido {carattere} nel nome della variabile alla posizione {n}.
Specificare un carattere valido. (WIS 10038)
Causa
Azione
Il carattere {carattere} non è valido nel nome della variabile.
Rimuovere {carattere} dal nome della variabile.
Il contesto specificato per l'indicatore {indicatore} alla posizione {n} non è
valido. Specificare un altro contesto. (WIS 10039)
Causa
Azione
Il contesto di calcolo di {indicatore} non è valido.
Specificare un contesto valido.
La formula della variabile {variabile} contiene un riferimento a una variabile
con lo stesso nome breve. Occorre utilizzare il nome completo della variabile
nella formula per eliminare l'ambiguità. (WIS 10040)
Causa
Azione
La formula di una variabile fa riferimento a un'altra variabile con lo stesso nome
breve.
Utilizzare il nome della variabile con la qualifica completa.
Uso scorretto di operatori di confronto multipli alla posizione {n}.
(WIS 10041)
Causa
Azione
La formula utilizza diversi operatori di confronto in modo scorretto (ad esempio:
if(1<2=3;0;-1)).
Ristrutturare la formula per evitare di usare gli operatori di confronto in modo
scorretto.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si verifica un riferimento circolare perché la formula della variabile
{nome_variabile} fa riferimento a una variabile la cui formula fa riferimento a
{nome_variabile}. (WIS 10042)
Causa
Azione
Una formula contiene un riferimento circolare.
Rimuovere il riferimento circolare.
Il server del database non supporta gli operatori Entrambi e Tranne. Definire
i filtri utilizzando operatori diversi prima di eseguire di nuovo la query.
(WIS 10701)
Causa
Azione
Il database su cui il documento si basa non supporta gli operatori Entrambi e
Tranne. Ciò significa che non è possibile utilizzare l'operatore Entrambi o Tranne
quando si definiscono filtri sulla query di questo documento.
Tornare alla visualizzazione query facendo clic sul pulsante Modifica query della
barra degli strumenti del pannello dei report, quindi:
• Rimuove il filtro dal riquadro Filtri di query.
Oppure
• Fare doppio clic sul filtro del riquadro Filtri di query, quindi selezionare un
operatore diverso per il filtro.
SUGGERIMENTO
Se il riquadro Filtri di query non è visibile nella visualizzazione query, fare clic sul pulsante
Mostra/nascondi riquadro dei filtri nella barra degli strumenti Visualizzazione query.
È stato definito un filtro su un oggetto incompatibile con tutti gli oggetti
selezionati nel riquadro Oggetti risultato. Rimuovere il filtro dal riquadro Filtri
di query o rimuovere gli oggetti dal riquadro Oggetti risultato. (WIS 10702)
Causa
Azione
È stato definito un filtro su un oggetto incompatibile con tutti gli oggetti selezionati
nel riquadro Oggetti risultato.
Tornare alla visualizzazione query facendo clic sul pulsante Modifica query della
barra degli strumenti del pannello dei report, quindi:
• Rimuove il filtro dal riquadro Filtri di query.
Oppure
• Rimuovere gli oggetti dal riquadro Oggetti risultato.
SUGGERIMENTO
Se il riquadro Filtri di query non è visibile nella visualizzazione query, fare clic sul pulsante
Mostra/nascondi riquadro dei filtri nella barra degli strumenti Visualizzazione query.
Messaggi di errore di WebIntelligence
469
470
Manuale per la risoluzione dei problemi
Errore relativo al database: {errore_db}. Contattare l'amministratore o il
fornitore del database per ulteriori informazioni. (WIS 10901)
Causa
Azione
Il database che fornisce i dati a questo documento ha generato un errore. I
dettagli relativi all'errore sono forniti nella sezione del messaggio indicato dal
codice del campo. {errore_db}.
Contattre l'amministratore BusinessObjects con le informazioni del messaggio
d'errore o consultare la documentazione del fornitore del database.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di modificare le
query nei documenti WebIntelligence. (WIS 30251)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Modifica query nel
profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter modificare
le query nei documenti WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di modificare i
documenti WebIntelligence. (WIS 30252)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Modifica
documenti nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter modificare
i documenti WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di aggiornare i
documenti WebIntelligence. (WIS 30253)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Aggiorna
documenti nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter
aggiornare i documenti WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di aggiornare gli
elenchi dei valori. (WIS 30254)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Aggiorna elenchi
dei valori nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter
aggiornare gli elenchi dei valori WebIntelligence.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di utilizzare gli
elenchi dei valori. (WIS 30255)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Utilizza elenchi
dei valori nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter utilizzare
gli elenchi dei valori WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di visualizzare l’SQL
generato dalla query. (WIS 30256)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Visualizza SQL
nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter
visualizzare l’SQL nelle query WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di utilizzare il
linguaggio delle formule di WebIntelligence. (WIS 30257)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Utilizza linguaggio
delle formule/Crea variabili nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter utilizzare
il linguaggio delle formule e creare le variabili nei documenti WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non comprende il diritto di eseguire analisi
drill. (WIS 30258)
Causa
Azione
L’amministratore di BusinessObjects ha disattivato il comando Lavora in
modalità Drill nel profilo dell’utente.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter eseguire
il drill sui report WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza non dispone dell’autorizzazione per estendere il livello
dell’analisi. (WIS 30259)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire un’operazione di drill al di fuori del livello di analisi
definito. L’amministratore deve fornire le autorizzazioni ad eseguire tali
operazioni in Supervisor.
Rivolgersi all’amministratore.
Messaggi di errore di WebIntelligence
471
472
Manuale per la risoluzione dei problemi
Si è verificato un errore interno durante la chiamata dell'API {nome_api}.
(WIS 30270)
Causa
Le informazioni sul documento o la fonte dati non sono valide o non sono
disponibili.
La tabella seguente contiene informazioni su ogni API che può essere
visualizzato nel campo del messaggio di errore {nome_api}:
Azione
Nome
Causa
getDocumentInfos
L'ID del documento non è valido o il
documento non è disponibile.
getCategoriesAndDocuments
La categoria del documento non è valida o
WebIntelligence non è in grado di recuperare
il documento dal repository di Business
Objects.
getGroupAndDomains
Il gruppo di utenti o il dominio dei documenti
associato al documento non è valido o non
può essere trovato.
getDataSourceList
L'elenco degli universi non è disponibile.
getDataProviderResults
Il fornitore di dati non è valido o alcuni degli
oggetti specificati nella query non sono
disponibili.
sendDocument
Questo documento non può essere inviato
mediante InfoView, perché il destinatario o l'ID
del documento non è valido.
publishDocument
Questo documento non può essere salvato
come documento dell'azienda, perché il
destinatario o l'ID del documento non è valido.
L'amministratore di BusinessObjects può individuare il problema che ha
provocato l'errore attivando l'attività di traccia e verificando la traccia relativa
all'API.
NOTA
Per informazioni su come conservare una traccia dell'attività del sistema,
consultare il Manuale dell'amministratore di Business Objects.
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
WebIntelligence non può completare le azioni necessarie per la creazione
della query né generare il report, a causa di informazioni mancanti o non
valide relative alla fonte dati o alla definizione della query. Contattare
l’amministratore di Business Objects. (WIS 30351)
Causa
WebIntelligence non è stato in grado di completare una o più procedure
necessarie alla definizione di una query e alla creazione di un report. Tale
problema è dovuto ad uno dei seguenti motivi:
• il documento non è stato inizializzato
• la fonte dati non è valida
• la query non è stata definita
• il contesto della query non è stato definito a livello di universo
• per i prompt non sono stati specificati valori a livello di universo.
Azione
Occorre che l’amministratore di BusinessObjects verifichi quanto segue:
• la connessione alla fonte di dati
• la presenza nell’universo di contesti non specificati e valori dei prompt
L’utente non dispone del diritto di modificare questo documento, perché
l’opzione della proprietà della query “Consenti ad altri utenti di modificare la
query” non è stata abilitata alla creazione del documento. (WIS 30381)
Causa
Azione
Al momento della creazione del documento non è stata selezionata l’opzione
delle proprietà delle query “Consenti ad altri di modificare la query”.
Contattare l’utente che ha creato il documento per chiedere di attivare l’opzione
e salvare di nuovo il documento.
Salvare una copia del documento come documento personale, quindi modificare
la query nella copia.
WIQT ha generato un errore interno. Contattare l’amministratore di
BusinessObjects. (WIS 30551)
Causa
Azione
Sul server WIQT si è verificato un errore imprevisto.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects, il quale potrebbe necessitare
dell’assistenza del BusinessObjects Worldwide Customer Support.
Messaggi di errore di WebIntelligence
473
474
Manuale per la risoluzione dei problemi
La sessione WIQT WebIntelligence ha raggiunto il timeout. Disconnettersi e
connettersi di nuovo ad InfoView. (WIS 30553)
Causa
Azione
Si è rimasti connessi a InfoView senza utilizzare WebIntelligence più a lungo del
tempo massimo consentito dal sistema Business Objects.
Disconnettersi, quindi connettersi di nuovo a InfoView per continuare ad
utilizzare WebIntelligence; in tal modo, le modifiche non salvate effettuate prima
del timeout verranno perse.
Per poter rimanere connessi a InfoView senza utilizzare WebIntelligence,
chiedere all’amministratore di BusinessObjects di aumentare il parametro di
timeout della sessione.
Nessun altro server WIQT è disponibile. Il numero massimo di utenti
simultaneamente connessi a WebIntelligence è stato raggiunto. (WIS 30554)
Causa
Azione
Questo messaggio di errore indica che è stato raggiunto il numero massimo di
utenti, stabilito dall’amministratore, che possono utilizzare contemporaneamente
WebIntelligence. Gli amministratori specificano il numero di WIQT preregistrati
generati al momento dell’avvio del sistema, pronti per essere utilizzati alla
connessione degli utenti. Il sistema assegna un WIQT ad ogni sessione utente
alla connessione.
Tentare di nuovo in un secondo momento, quando un numero inferiore di utenti
sta utilizzando WebIntelligence.
Chiedere all’amministratore di BusinessObjects di aumentare il numero di utenti
a cui è consentito utilizzare contemporaneamente WebIntelligence.
Il profilo di sicurezza dell’utente non dispone dell’autorizzazione per salvare
documenti come documenti dell’azienda né per inviare documenti tramite
InfoView. (WIS 30555)
Causa
Azione
Il profilo di sicurezza non consente di salvare i documenti WebIntelligence come
documenti personali o dell’azienda né di programmare i documenti.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter effettuare
quanto segue:
• salvare i documenti dell’azienda
• inviare i documenti agli utenti del proprio gruppo
• inviare i documenti agli utenti di un altro gruppo
Messaggi di errore di WebIntelligence
Manuale per la risoluzione dei problemi
Esiste già un documento dell’azienda con questo nome. Il profilo di
sicurezza dell’utente non dispone dell’autorizzazione di eliminare documenti
dell’azienda creati da altri utenti. (WIS 30556)
Causa
Azione
Il profilo di sicurezza non consente di sovrascrivere i documenti dell’azienda
esistenti.
Contattare l’amministratore di BusinessObjects per richiedere di poter eliminare
i documenti dell’azienda salvati da altri utenti in InfoView.
Impossibile eseguire l’azione richiesta su questo documento. (WIS 30650)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Causa 3
Azione
Causa 4
Azione
Causa 5
Azione
Causa 6
Azione
Causa 7
Azione
Causa 8
Azione
Causa 9
Le risorse disponibili per aprire il file non sono sufficienti.
Chiudere uno o più file aperti sul desktop, quindi aprire il file in questione.
La memoria disponibile per completare l’operazione non è sufficiente.
Chiudere uno o più file aperti sul desktop, quindi aprire il file in questione.
Si è verificato un errore sul disco durante un’operazione di ricerca.
È possibile che il disco fisso sia pieno oppure che non funzioni correttamente.
Si è verificato un errore sul disco durante un’operazione di scrittura.
È possibile che il disco fisso sia pieno oppure che non funzioni correttamente.
Si è verificato un errore sul disco durante un’operazione di lettura.
È possibile che il disco fisso sia pieno oppure che non funzioni correttamente.
Si è verificata una violazione di condivisione.
Un altro utente ha tentato di accedere allo stesso file oppure si è connesso al
sistema utilizzando lo stesso nome utente.
Si è verificata una violazione di blocco.
Un altro utente ha tentato di accedere allo stesso file oppure si è connesso al
sistema utilizzando lo stesso nome utente.
Il file composito è stato creato con una versione di memorizzazione
incompatibile.
Si è tentato di aprire un documento creato su una macchina con una versione
diversa di OLE 32 in Windows. Per aprire il file, occorre:
• installare di nuovo il sistema operativo Windows con la stessa versione della
macchina su cui è stato creato il documento.
• installare di nuovo il service pack Windows con la stessa versione della
macchina su cui è stato creato il documento.
Il file composito è stato creato con una versione di memorizzazione più recente.
Messaggi di errore di WebIntelligence
475
476
Manuale per la risoluzione dei problemi
Azione
Si è tentato di aprire un documento creato su una macchina con una versione più
recente di OLE 32 in Windows. Per aprire il file, occorre:
• installare di nuovo il sistema operativo Windows con la stessa versione della
macchina su cui è stato creato il documento.
• installare di nuovo il service pack Windows con la stessa versione della
macchina su cui è stato creato il documento.
Non ci sono risorse sufficienti per aprire questo file. (WIS 30651)
Causa
Azione
Il computer locale utilizza troppa memoria. Ciò è dovuto al fatto che ci sono
troppe applicazioni in esecuzione sul computer.
Chiudere il file aperti sul computer che non sono necessari.
Messaggi di errore di WebIntelligence
capitolo
Messaggi di errore di Auditor
478
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errore di Auditor
I messaggi di errore relativi a Auditor sono compresi nelle seguenti codifiche e
categorie:
Codifica
Categoria
ADT0001 - ADT 02007
Auditor
Messaggi di errore di Auditor
Manuale per la risoluzione dei problemi
Document with the same name already exists, unable to overwrite. (ADT0001)
Causa
Azione
Si è tentato di pubblicare un documento sebbene ne esistesse un altro con lo
stesso nome.
Sovrascrivere o modificare il nome del documento.
There is no Broadcast Agent defined for the selected document
(ADT0002)
Causa
Azione
Per il dominio del documento selezionato non è definito alcun Broadcast Agent.
Installare o attivare Broadcast Agent.
You do not have the access rights needed to delete indicators. (ADT0003)
Causa
Azione
Non si dispone dei diritti di accesso necessari all’eliminazione di un documento.
Rivolgersi all’amministratore per ottenere i diritti di accesso necessari.
A problem occurred while opening the document. Contattare lmministratore.
(ADT0004)
Causa
Azione
Durante l’apertura di un documento, si verifica un errore generico. È possibile
che tale errore sia relativo ai processi BOManager o BusObj.
Verificare che WebIntelligence sia stabile.
A problem occurred while opening the document. Contattare lmministratore.
(ADT0005)
Causa
Azione
Durante l’aggiornamento di un documento, si verifica un errore generico. È
possibile che si tratti di una discrepanza tra il documento e l’universo
corrispondente oppure che non sia possibile individuare alcun universo.
Verificare di disporre dell’universo corretto e che l’universo da utilizzare per
creare il documento sia disponibile.
Error, please contact your administrator. (ADT0006)
Causa
Azione
Si tratta di un errore generico che potrebbe verificarsi al termine di una sessione
Web. Tale errore potrebbe inoltre verificarsi al momento della connessione se il
server Web o il server di applicazioni non sono disponibili o presentano dei
problemi.
Connettersi dopo essersi accertati che il server Web e il server di applicazioni
siano disponibili.
Messaggi di errore di Auditor
479
480
Manuale per la risoluzione dei problemi
The new password and the password confirmation are not
identical. (ADT0007)
Causa
Azione
Al momento della conferma della nuova password, è stata digitata una password
diversa.
Immettere un'altra volta la nuova password, quindi confermare.
The new password must be different than the old one. (ADT0008)
Causa
Azione
La nuova password è uguale a quella precedente.
Immettere una password diversa.
You do not have the access rights needed to change your
password. (ADT0009)
Causa
Azione
Non si dispone dei diritti di accesso necessari alla modifica della password.
Rivolgersi all’amministratore per ottenere i diritti di accesso necessari.
Cannot set INSTALL_PATH (ADT 01001)
Causa
Azione
L’applicazione non è in grado di creare un percorso per la directory di
installazione all’avvio.
Installare di nuovo Auditor.
Missing or corrupt file: clusterlist.dat. Check that there is a cluster
configured on this machine. (ADT 01002)
Causa 1
Causa 2
Azione
Il file cluster.dat è danneggiato.
Sulla macchina dell’utente non vi sono cluster configurati.
Configurare di nuovo il nodo cluster sulla macchina.
Cannot read new line in clusterlist.dat. (ADT 01003)
Causa
Azione
Auditor ha aperto il file clusterlist.dat, ma non è in grado di analizzarlo.
Configurare di nuovo il nodo cluster sulla macchina.
Cannot retrieve resource from DocumentExporter.jar (ADT 01004)
Causa
Azione
Il file DocumentExporter.jar non è presente.
Eseguire il programma di installazione e installare di nuovo Document Exporter
di Auditor.
Cannot start server. (ADT 01008)
Causa
Azione
Auditor non è in grado di aprire una sessione sul cluster in uso.
Arrestare e avviare di nuovo il server cluster, quindi tentare di nuovo.
Messaggi di errore di Auditor
Manuale per la risoluzione dei problemi
Invalid login: Please check user name and password and try
again. (ADT 01009)
Causa
Azione
Il nome utente e la password immessi non esistono nel repository.
Verificare il nome utente e la password e controllare che Bloc Maiusc non sia
attivato.
Failed to delete document. (ADT 01010)
Causa
Azione
Auditor non è stato in grado di eliminare la copia locale del documento Auditor.
Eliminare il documento manualmente da Windows Explorer.
Cannot retrieve cluster storage directory. (ADT 01011)
Causa
Azione
Auditor non è stato in grado di recuperare la directory Storage del cluster per i
documenti personali.
Configurare di nuovo le preferenze del cluster mediante lo strumento di
configurazione.
Selected cluster storage directory is not valid. (ADT 01012)
Causa
L’utente ha selezionato una directory Storage non valida.
Azione
Avviare di nuovo Auditor e verificare che le directory Storage siano valide.
You do not have the necessary user rights to use the
Document Exporter. (ADT 01013)
Causa
Azione
Il nome utente non dispone delle autorizzazioni necessarie per accedere a
Document Exporter.
Richiedere i diritti di accesso corretti all'amministratore del sistema.
Your login attempt has failed. Check that the Business Objects server is
running. (ADT 01014)
Causa
Azione
Il cluster Business Objects è in arresto.
Riavviare il server Business Objects.
Your license key is not valid. Please contact your Auditor
distributor. (ADT 01015)
Causa
Azione
Per utilizzare Auditor è necessaria una chiave di licenza di Business Objects
valida. La chiave di licenza immessa è scaduta oppure non include le funzioni
che si sta tentando di utilizzare.
Contattare il distributore di Auditor per una chiave di licenza aggiornata.
Messaggi di errore di Auditor
481
482
Manuale per la risoluzione dei problemi
The test did not succeed; please check all your parameters. (ADT 02001)
Causa
Azione
La connessione ODBC non funziona.
Rivolgersi all’amministratore del database oppure verificare che la connessione
ODBC sia corretta.
Error creating views. (ADT 02002)
Causa
Azione
L’utente non dispone dei diritti necessari ad utilizzare il database di controllo.
Rivolgersi all’amministratore del database per ottenere i diritti utente appropriati.
Error dropping views. (ADT 02003)
Causa
Azione
L’utente non dispone dei diritti necessari ad utilizzare il database di controllo.
Rivolgersi all’amministratore del database per ottenere i diritti utente appropriati.
Designer is not responding; please check its installation. (ADT 02004)
Causa
Designer non è installato correttamente.
Azione
Installare di nuovo Designer.
Please use Designer version 6.1 or later. (ADT 02005)
Causa
Azione
La versione di Designer che si sta utilizzando non funziona con la versione in uso
di Auditor.
Installare Designer 6.1 o versione successiva.
Error exporting universe. (ADT 02006)
Causa
Azione
Non si dispone dei diritti utente appropriati all’esportazione degli universi.
Rivolgersi all’amministratore del sistema per ottenere i diritti utente.
The database connection can't be established; please check your
parameters. (ADT 02007)
Causa
Azione
Si è verificato un errore relativo all’unità ODBC.
Verificare i parametri ODBC oppure rivolgersi all’amministratore del database.
Messaggi di errore di Auditor
capitolo
Messaggi di errori vari
484
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errori vari
I messaggi di errore sono compresi nelle seguenti codifiche e categorie:
Codifica
Categoria
GUI0002 - GUI0006
USU0001
GUI
LOV0001 - LOV0002
VAR0001
Elenco dei valori (LOV)
FRM0001 - FRM 00028
Ambiente di lavoro
BOL#05 - BOL#136
bolight
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
Il nome del file è troppo lungo (8 caratteri al massimo). (GUI0002)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di salvare un universo utilizzando un nome con più di otto
caratteri.
Ripetere l’azione utilizzando un nome con al massimo otto caratteri. I file
universo hanno l’estensione .unv.
Il nome del file contiene caratteri non autorizzati. (GUI0003)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di salvare un universo con un nome che contiene caratteri
vietati. La restrizione può provenire da:
• la serie di caratteri autorizzata dal database su cui risiede il repository di
BusinessObjects
• le opzioni, impostate dal supervisore dal modulo Supervisor che limita i
caratteri autorizzati nel repository
Utilizzare un altro nome per salvare l’universo. Se il problema persiste, chiedere
al supervisore di BusinessObjects informazioni sulla serie di caratteri autorizzati
per gli universi.
File non trovato. Verificare di avere inserito il nome file giusto. (GUI0005)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di aprire un report BusinessObjects con un nome di file
inesistente.
Immettere il nome corretto del file oppure utilizzare il pulsante Su di un livello
della finestra di dialogo Apri per individuare il report desiderato.
Impossibile trovare il percorso<nome>. Verificare che il nome del percorso
sia corretto. (GUI0006)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di aprire un report BusinessObjects utilizzando il percorso
sbagliato. Il report potrebbe esistere, ma non alla posizione specificata.
Dalla finestra di dialogo Apri, utilizzare il pulsante Su di un livello per individuare
il report.
Impossibile trovare <nome>. Verificare che tutti i componenti siano stati
installati correttamente. (USU0001)
Causa
Azione
È stato selezionato il comando Manuale dell’utente dal menu ? dell’applicazione
BusinessObjects, ma non appare nessun manuale. Le guide in linea, che sono
in formato PDF Acrobat, potrebbero non essere installate sul disco fisso.
Verificare il contenuto della cartella Online Guides\It (lingua) dei file
BusinessObjects. Se non vi sono file PDF, occorre installarli utilizzando il
programma d’installazione di BusinessObjects. Questo programma installa
anche Acrobat Reader che consente di leggere i file.
Messaggi di errori vari
485
486
Manuale per la risoluzione dei problemi
Troppi valori selezionati. (LOV0001)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Da un elenco dei valori del Pannello delle query, l’utente ha tentato di selezionare
un numero di valori superiore a quello autorizzato. Per impostazione predefinita,
si possono selezionare contemporaneamente 99 valori al massimo.
Limitare il numero di valori selezionati a meno di 99.
Sono stati selezionati meno di 99 valori, ma viene visualizzato il messaggio di
errore. Ciò significa che è stata impostata una restrizione nel file prm che
corrisponde al proprio database. Questa restrizione appare come parametro
MAX_INLIST_VALUES.
Rimuovere il parametro, oppure impostare il limite a un numero superiore.
Non si è autorizzati ad accedere all’universo. (LOV0002)
Causa
Azione
Non si hanno diritti all’universo (a cui sono stati assegnati gli elenchi dei valori).
Consultare il supervisore di BusinessObjects per sapere quali sono gli universi
su cui si può lavorare.
Errore di sintassi (VAR0001)
Causa
Azione
La query contiene una condizione con un prompt per cui si deve immettere uno
o più valori utilizzando un separatore tra ognuno di essi. Solitamente, si tratta di
un punto e virgola (;) o di una virgola (,). Questa impostazione è definita nel
Pannello di controllo di Windows (Impostazioni internazionali).
L’errore proviene da un uso sbagliato del separatore. Probabilmente è stato
immesso all’inizio del prompt, oppure involontariamente due volte tra due valori.
Dalla finestra di dialogo Immetti o seleziona valori, inserire di nuovo il valore
utilizzando un separatore tra ogni valore.
Impossibile trovare il file. (FRM0001)
Causa 1
Causa 2
Causa 3
Azione
L’utente ha tentato di aprire un file dall’elenco File recenti dell’applicazione, ma i
file non esiste più oppure si trova in un’altra posizione.
L’applicazione BusinessObjects è stata lanciata da una riga di comando o dal
comando Esegui e il file specificato non esiste più oppure è stato spostato.
Impossibile trovare il file perché la struttura dell’unità di rete è stata modificata,
ovvero, il file può trovarsi su un altro server.
Cercare sul disco fisso per vedere se il file esiste. Se esiste, annotare la
posizione. Se invece non esiste, verificare la struttura dell’unità di rete.
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
Questo file è in sola lettura. (FRM0002)
Causa
Azione
L’universo o il documento che si tenta di salvare è protetto in scrittura.
Dalla Gestione risorse di Windows, fare clic con il pulsante destro del mouse sul
file e dalla finestra di dialogo Proprietà, togliere l’opzione Sola lettura.
Impossibile aprire il file perché è danneggiato. (FRM0003)
Causa
Azione
Il file che si desidera aprire è danneggiato. La causa può essere un virus o errori
sul disco fisso.
Eseguire un’utility standard tipo ScanDisk che verifica file, cartelle e superficie
del disco per controllare l’eventuale presenza di errori e ripararli. Se non
funziona, utilizzare il backup del file, se è disponibile.
Impossibile aprire il file per un errore sul disco. (FRM0004)
Causa
Azione
Non c’è più spazio sul disco fisso.
Eliminare i file inutili o le applicazioni non utilizzate per liberare spazio sul disco
fisso.
Impossibile creare il file temporaneo. Il disco di avvio è probabilmente pieno.
(FRM0006)
Causa
Azione
Ogni volta che si creano o si modificano report, BusinessObjects crea
contemporaneamente report temporanei nella cartella Temp del disco di avvio.
Poiché il disco è probabilmente pieno, BusinessObjects non è più in grado di
creare questi file temporanei.
Uscire prima da BusinessObjects. Quindi eliminare file e applicazioni inutili e
svuotare la cartella Temp. Rilanciare BusinessObjects.
Impossibile aprire il file per un errore sconosciuto. (FRM0007)
Causa
Azione
BusinessObjects non ha potuto aprire il file per motivi indeterminabili.
Tentare di aprire altri file BusinessObjects. Se viene visualizzato lo stesso
messaggio di errore, tentare di installare di nuovo le applicazioni
BusinessObjects. Se il problema persiste, rivolgersi al supporto tecnico di
Business Objects.
Messaggi di errori vari
487
488
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si è autorizzati a utilizzare questo documento. (FRM0008)
Causa
Azione
La persona che ha creato il documento che si tenta di aprire lo ha fatto con una
connessione al repository. Si ha bisogno anche di una connessione al repository
per aprire il documento. Probabilmente si lavora offline, il che significa che
occorre:
• Verificare l’opzione Sessione di lavoro offline quando si avvia
BusinessObjects.
• Si lavora all’esterno e quindi non ci si può collegare al repository.
• Non è possibile lavorare online perché il supervisore non ha fornito una
connessione al repository (nome utente e password).
Si può leggere il documento se ci si collega prima al repository. Tuttavia, la
persona che ha creato il documento potrebbe non volere fornire l’accesso al
repository. In questo caso, il creatore del documento deve salvarlo, quindi
renderlo disponibile una seconda volta. Seguono le operazioni che deve
eseguire il creatore del documento:
1. Aprire il documento in BusinessObjects con una connessione al repository.
Il che significa che deve immettere nome utente e password alla
connessione.
2. Selezionare File > Salva con nome.
3. Dalla finestra di dialogo Salva con nome selezionare Salva per tutti gli utenti.
4. Fare clic su Salva.
5. Rendere disponibile il documento ad altri utenti, sia per posta elettronica,
tramite il repository, il file system, su dischetto, ecc.
NOTA
Questa procedura può inoltre essere eseguita sugli universi da Designer.
In alternativa, il supervisore generale può salvare lo stesso documento
utilizzando un nome di file diverso. In tal modo, il documento diventa leggibile.
Esempio
Franco avvia BusinessObjects, e quando viene richiesto immette il nome utente
e la password. Ciò significa che Franco lavora con una connessione al
repository. Franco crea un documento e poi lo invia tramite posta elettronica. Non
si ha tempo di leggere il documento mentre si è in ufficio cosicché viene
sincronizzata la posta elettronica prima di andare via, sperando di leggere il
documento a casa.
Quando si sta sul treno, si lavora offline, ovviamente non c’è nessuna rete che
consenta di collegarsi al repository. Di conseguenza, quando si tenta di aprire il
documento, si ottiene questo messaggio di errore.
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
Non si ha il diritto di accesso in scrittura a questo documento. Verrà aperto
in sola lettura. (FRM0009)
Causa
Azione
L’utente ha tentato di aprire un documento protetto in scrittura. Non possibile
eseguire modifiche su di esso. La restrizione può essere stata posta dal
supervisore di BusinessObjects.
Rivolgersi al supervisore di BusinessObjects per maggiori informazioni sui
documenti su cui si è autorizzati a lavorare.
Password non valida. Ritentare. (FRM0010)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire un universo con una password sbagliata.
Tentare d’inserire nuovamente la password. Se non funziona, rivolgersi al
designer di BusinessObjects (colui che ha impostato la password sull’universo)
per sapere se la password è stata modificata di recente.
<nome> è protetto dalla scrittura (FRM0011)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire un universo, ma la finestra di dialogo Password indica che
l’universo è riservato. Ciò significa che una password per accesso in scrittura è
stata assegnata all’universo.
Chiedere al designer dell’universo una password per accesso in scrittura e
tentare di riaprire l’universo.
Anche senza questa password, si può comunque visualizzare l’universo in
modalità sola lettura. In questa modalità, non si possono salvare le modifiche
apportate all’universo a meno che questo non venga rinominato. Per aprire un
universo in questa modalità, fare clic sul pulsante Sola lettura.
Nessuna licenza trovata per %s. Contattare il rappresentante di Business
Objects. (FRM0013)
Causa
Azione
Vi è un problema nel modo in cui BusinessObjects è stato impostato sul sistema.
Alcuni file essenziali o cartelle sono configurate o installate in modo sbagliato.
Installare di nuovo BusinessObjects sulla macchina in uso. Se il problema
persiste, rivolgersi al supporto tecnico di Business Objects.
Avviso: la licenza scade tra <numero> giorni. Contattare il rappresentante di
BusinessObjects. (FRM0014)
Causa
Azione
La versione di BusinessObjects installata sul sistema è una copia di test che
scade dopo 90 giorni. Non si tratta della versione ufficiale del prodotto.
Rivolgersi all’amministratore del sistema o alla persona che ha installato
BusinessObjects. È possibile che la persona abbia involontariamente utilizzato
la chiave di licenza per la versione di test e non quella della versione ufficiale.
Se invece la chiave utilizzata è quella giusta, rivolgersi al rappresentante
BusinessObjects.
Messaggi di errori vari
489
490
Manuale per la risoluzione dei problemi
Avviso: la licenza è scaduta da <numero> giorni. Tra breve, non sarà più
possibile utilizzare il prodotto. Contattare il rappresentante di Business
Objects. (FRM0015)
Causa
Azione
La versione di BusinessObjects installata sul sistema è una copia di test che è
scaduta. Non si tratta della versione ufficiale del prodotto. Si può continuare a
lavorare con questa versione ancora un giorno.
Rivolgersi all’amministratore del sistema o alla persona che ha installato
BusinessObjects. È possibile che la persona abbia involontariamente utilizzato
la chiave di accesso per la versione di test e non quella della versione ufficiale.
Installare di nuovo il programma utilizzando le chiavi di licenza giuste.
Se invece la chiave utilizzata è quella giusta, rivolgersi al distributore
BusinessObjects.
La licenza %s è scaduta. Contattare il rappresentante di Business Objects.
(FRM0016)
Causa
Azione
La versione di BusinessObjects installata sul sistema è una copia di test che è
scaduta. Non si tratta della versione ufficiale del prodotto. Il prodotto non
funziona più.
Rivolgersi all’amministratore del sistema o alla persona che ha installato
BusinessObjects. È possibile che la persona abbia involontariamente utilizzato
la chiave di licenza per la versione di test e non quella della versione ufficiale.
Se invece la chiave utilizzata è quella giusta, rivolgersi al rappresentante
BusinessObjects.
Memoria o risorse del sistema insufficienti. (FRM0017)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire un’azione che supera la capacità della macchina.
Chiudere tutte le applicazioni aperte, avviare l’applicazione BusinessObjects e
tentare di eseguire di nuovo l’applicazione.
Il file setup.exe non è valido. (FRM0018)
Causa 1
Azione
Il programma d’installazione non è riuscito a creare un file di setup temporaneo
nella cartella Temp del disco fisso. Potrebbe esserci un problema di spazio su
disco per installare le applicazioni BusinessObjects.
Svuotare la cartella Temp del disco fisso eliminandone il contenuto. Tentare poi
di eseguire di nuovo il programma d’installazione.
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
Causa 2
Azione
Il programma d’installazione è stato eseguito una volta, ma l’esecuzione è
terminata in errore.
Verificare la cartella Temp del disco fisso ed eliminare i seguenti file:
• imsg50%s.dll
• _su50.exe
• setup50.exe
Tentare poi di eseguire di nuovo il programma d’installazione.
Il file setup.exe non è stato trovato. (FRM0019)
Causa
Azione
Il programma d’installazione non è riuscito a creare un file di setup temporaneo
nella cartella Temp del disco fisso. Potrebbe esserci un problema di spazio su
disco per installare le applicazioni BusinessObjects.
Svuotare la cartella Temp del disco fisso eliminandone il contenuto. Tentare poi
di eseguire di nuovo il programma d’installazione.
Il percorso del programma d'installazione non è stato trovato. (FRM0020)
Causa
Azione
Il programma d’installazione non è riuscito a creare un file di setup temporaneo
nella cartella Temp del disco fisso. Potrebbe esserci un problema di spazio su
disco per installare le applicazioni BusinessObjects.
Svuotare la cartella Temp del disco fisso eliminandone il contenuto. Tentare poi
di eseguire di nuovo il programma d’installazione.
Errore sconosciuto durante l'esecuzione del programma d'installazione.
(FRM0021)
Causa 1
Causa 2
Azione
Vi è un problema di accesso o di connessione alla rete.
Il server in cui si trova il file setup.exe è in arresto.
Rivolgersi all’amministratore della rete per informazioni sullo stato della rete.
Percorso del programma d'installazione sconosciuto. (FRM0022)
Causa 1
Causa 2
Azione
Vi è un problema di accesso o di connessione alla rete.
Il server in cui si trova il file setup.exe è in arresto.
Rivolgersi all’amministratore della rete per informazioni sullo stato della rete.
Messaggi di errori vari
491
492
Manuale per la risoluzione dei problemi
Impossibile eseguire la macro. il nome specificato non corrisponde a
nessuna macro. (FRM0023)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire una query su un universo contenente un oggetto che si
riferisce a una macro, tuttavia, BusinessObjects ha rilevato più di una macro con
il nome specificato.
Un oggetto che referenzia una macro viene definito con la funzione @Script nelle
proprietà.
Rivolgersi a colui che ha creato le macro, oppure al designer che ha creato
l’universo. Occorre rinominare una delle macro, oppure assegnare un nome più
esplicito ad una di esse. Le macro sono memorizzate come file .rep o .rea nella
cartella UserDocs.
Impossibile eseguire la macro: il nome specificato non corrisponde a
nessuna macro. (FRM0024)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire una query su un universo contenente un oggetto che
referenzia una macro, ma BusinessObjects non è in grado di trovarla.
Un oggetto che referenzia una macro viene definito con la funzione @Script nelle
proprietà.
Ricercare il documento che contiene la macro ed aprirlo. Risolvere o rimuovere
la macro. Se non la si trova, rivolgersi al designer dell’universo o alla persona
responsabile della creazione delle macro sul sito.
Impossibile creare la macro VBA. (FRM0025)
Causa
Azione
Mentre si tenta di creare una macro da BusinessObjects, è stato immesso un
nome macro non valido.
Immettere un altro nome per la macro. In Microsoft Visual Basic, un nome di
macro deve soddisfare le seguenti condizioni:
• Deve cominciare con una lettera.
• Non deve superare 255 caratteri.
• Non può essere una parola chiave ristretta.
Per maggiori informazioni sui nomi delle macro, consultare la documentazione
relativa a Microsoft Visual Basic for Applications.
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
This version of BusinessObjects will expire in <number> days. Rivolgersi al
proprio distributore BusinessObjects. (FRM 00026)
Causa
Azione
Si sta eseguendo BusinessObjects con una chiave di licenza dotata di data di
scadenza. È possibile che si tratti di una versione di valutazione.
Rivolgersi al distributore BusinessObjects o al supervisore di Business Objects
per ottenere un’altra chiave di licenza.
Impossibile aprire il file <nome file>. Potrebbe essere in sola lettura o già
aperto. Chiudere il file o chiedere i diritti adeguati e riprovare.
(FRM 00027)
Causa
Azione
Si sta cercando di aprire il file indicato. Il file è impostato su lettura sola o è già
aperto.
Chiudere tutti i file aperti e riaprire il file. Se si verifica lo stesso errore, contattare
il supervisore di Business Objects.
Errore interno di verifica della licenza (codice: <numero>). Annotare il codice
e contattare il Customer Support Center di Business Objects. (FRM 00028)
Causa
Azione
BusinessObjects verifica se la licenza è valida ogni volta che si avvia il prodotto.
Non sarà possibile eseguire BusinessObjects se il file di licenza è incompatibile
o è scaduto.
Per aiutare Business Objects a determinare l'origine dell'errore, annotare il
codice tra parentesi e contattare il rappresentante locale dell'assistenza ai clienti.
Se si è stipulato un contratto di manutenzione e si ha la possibilità di accedere al
sito Web Online Customer Support, immettere
www.techsupport.businessobjects.com nel browser.
Nessun documento aperto. (BOL#05)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire un comando, quale Aggiorna, su un documento che è
stato eliminato. Si sta utilizzando una versione del documento contenuta nella
cache.
Aggiornare l’elenco dei documenti aziendali, personali o di posta elettronica in
modo da ottenere un elenco dei documenti disponibili.
Messaggi di errori vari
493
494
Manuale per la risoluzione dei problemi
Error while importing document (BOL#102)
Causa
Azione
Si è verificato un errore durante il recupero di un documento dal repository.
L’importazione è stata interrotta per uno dei seguenti motivi:
• Si è verificato un errore di rete.
• Il server su cui risiede il dominio dei documenti è in arresto.
Verificare la connessione in rete mediante l'esecuzione di un “ping” del server in
cui si trova il repository. Se la rete funziona correttamente, l'amministratore del
database dovrebbe utilizzare il middleware del database (come Net8 for Oracle)
per verificare se vi è risposta dal repository.
Sono stati selezionati troppi valori. (BOL#109)
Causa
Azione
Nella finestra relativa a oggetti e condizioni, è stato selezionato un numero di
valori che supera la quantità massima definita nel parametro
MAX_INLIST_VALUES del file .prm per la connettività in uso, ad esempio
ora7EN.prm per Oracle.
Selezionare una quantità inferiore di valori.
Unable to open this document, not authorised (BOL#130)
Causa
Azione
Si è tentato di aprire un documento che non è consentito visualizzare. La
restrizione può essere stata posta dal supervisore di BusinessObjects.
Rivolgersi al supervisore di BusinessObjects per ulteriori informazioni sui
documenti su cui si è autorizzati a lavorare.
Unable to open this document, cancelled by user (BOL#131)
Causa
Azione
Si è tentato di eseguire un comando per un documento prima che
WebIntelligence ne completasse l’apertura.
Evitare di eseguire i comandi prima che i documenti vengano aperti.
Unable to open this document, no read access (BOL#132)
Causa
Azione
Non si dispone dell’accesso in lettura alla directory Storage sul server
WebIntelligence in cui è memorizzato il documento.
L’amministratore di UNIX può concedere l’accesso in lettura alla directory
Storage di WebIntelligence.
Unable to open this document, no write access (BOL#133)
Causa
Azione
Non si dispone dell’accesso in scrittura alla directory Storage sul server
WebIntelligence in cui è memorizzato il documento.
L’amministratore di UNIX può concedere l’accesso in scrittura alla directory
Storage di WebIntelligence.
Messaggi di errori vari
Manuale per la risoluzione dei problemi
Unable to open this document, no read and write access (BOL#134)
Causa
Azione
Non si dispone dell’accesso in lettura o scrittura alla directory Storage sul server
WebIntelligence in cui è memorizzato il documento.
L’amministratore di UNIX può concedere l’accesso in lettura e scrittura alla
directory Storage di WebIntelligence.
Unable to open this document, file is corrupted (BOL#136)
Causa 1
Azione
Causa 2
Azione
Il file che si desidera aprire è danneggiato. Potrebbe trattarsi di un virus o di errori
sul disco fisso.
Occorre che l’amministratore del sistema o della rete esegua un’utility standard
quale FSCK che controlli i file, le directory e la superficie del disco per verificare
l’eventuale presenza di errori e risolverli. Se in tal modo il problema non viene
risolto, utilizzare il backup del file, se è disponibile.
Non vi è spazio a sufficienza sul disco fisso del server in cui è memorizzato il
documento o nel database del repository.
Occorre che l’amministratore della rete o del sistema liberi spazio su disco sul
sistema.
Messaggi di errori vari
495
496
Manuale per la risoluzione dei problemi
Messaggi di errori vari
Scarica
Random flashcards
Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard