Relazione dal convegno di Roma del 29-30 Novembre 2003
“Autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo: cause biologiche e relative terapie”
a cura di Maria Elena Martinez
Teoria del Dottor Shaw
Alla base di questa teoria vi sono diversi fattori che sono stati riscontrati nei ragazzi
autistici da vari ricercatori negli Stati Uniti. Questi fattori sono:
FATTORI GENETICI
DEFICIT DEL SISTEMA IMMUNITARIO
1.
2.
3.
4.
5.
basso numero di cellule Natural Killer
anomalie dei linfociti T: diminuzione dei CD4+
deficit di C4b del complemento: evidenze per un’eziologia autoimmune dell’autismo
deficit selettivo d’IgA
deficit di sottoclassi delle IgG
ERRORI CONGENITI DEL METABOLISMO
Anomalie nel metabolismo delle purine:
1. iperuricusuria (20% artistici): causa sconosciuta
2. deficit di diidropirimidina-deidrogenasi: uracile (timida) aumentata nelle urine
3. ipouricusuria e alti livelli di nucleotidasi
4. deficit di adenilosuccinato liasi: aumento delle succinilpurine nelle urina
FATTORI AMBIENTALI
VACCINAZIONI
1. Anomalie gastrointestinali da virus del morbillo
2. Alti livelli d’antimorbillo e anti herpes virus 6 associato ad alti livelli d’antimielina e
antineurofilamenti
3. Vaccino contro il morbillo aumenta interferone gamma:
 che causa autoimmunità contro la mielina
 alti livelli d’interferone gamma nel sangue di bambini artistici
4. aumenta incidenza di patologie autoimmuni
INTOSSICAZIONE DA METALLI PESANTI
FONTI DI MERCURIO: vaccini, grossi pesci (salmone, tonno), otturazioni dentarie
ALTRI METALLI: Piombo, cadmio, arsenico, rame, alluminio, antimonio
La sua teoria si viene a formare successivamente in base all’esperienza clinica, e
grazie ad alcuni studi effettuati nel mondo sui ragazzi autistici, oltre che sulle conoscenze
mediche e biochimiche (acquisite nella sua carriera collaborando con un immunologo e un
neuropsichiatria infantile). In grandi linee la sua ipotesi si può spiegare dalla:
TEORIA DELL’AUTOMAZIONE
Fattori genetici e ambientali, che danneggiano il sistema immunitario, possono indurre ad
infezioni ricorrenti come le otiti, mal di gola da streptococco o bronchiti. Queste infezioni
sono poi trattate con antibiotici. A questo segue:
1. eliminazione della normale flora batterica del tratto gastroenterico
2. crescita eccessiva di lieviti nel tratto gastroenterico
3. produzione da parte del lievito di composti anomali per il corpo umano (gliotossine
e altre immunotossine come i derivati del mannano)
4. che sono tossici per il sistema immunitario e lo indeboliscono
a causa delle immunodeficienze, è più probabile che un bimbo s’infetti di nuovo e sia
sottoposto ad ulteriori cure antibiotiche, cosicché si stabilisce un circolo vizioso.
Conseguenza di questo processo
Il lievito può produrre:
1. zuccheri anomali per l’uomo
 interferiscono con il metabolismo dei carboidrati
 formano pentosidine che alterano le strutture e le funzioni delle proteine
come analoghi dei composti intermedi del ciclo di Krebs questi zuccheri
 inibiscono la produzione d’energia e la gluconeogenesi
2. enzimi come
 la fosfolipasi rompe i fosfolipidi
 aspartil protesi secretoria che digerisce le proteine
questi enzimi possono parzialmente digerire il rivestimento dello stesso tratto
intestinale.
Ciò provoca:
danneggiamento della mucosa intestinale con una conseguente
1. diminuzione nella produzione di secretina da parte della mucosa intestinale, il cui
compito è quello di stimolare la secrezione d’enzimi pancreatici
2. risposta allergica contro gli alimenti che vengono a contatto con la mucosa
danneggiata: ALLERGIE ALIMENTARI (che possono manifestarsi con disturbi
comportamentali)
Inoltre:
 Candida: stimola la produzione d’anticorpi contro il cervello e il pancreas. La
distruzione di funzioni chiave del cervello a causa d’anticorpi antimielina.
 Proteine del grano: forse inducono atrofia del pancreas (->
malassorbimento e malnutrizione)
 Latte e glutine: peptici mal digeriti reagiscono con recettori per gli oppiacei
nel lobo temporale del cervello dove a sede l’integrazione uditiva e il
linguaggio (teoria di Reichelt). Alterano il metabolismo di un gran numero di
peptici ormonali idrolizzati da DPP IV
 Clostridi: batteri resistenti a molti antibiotici, e di cui alcuni tipi presenti
normalmente nella flora batterica intestinale, producono 3- (3idrossifenil) -3idrossipropionico e forse altre neurotossine (che alterano il comportamento)
Terapie
Le terapie considerate attuabili dal Dott. Shaw, esclusivamente sotto controllo medico e
dopo aver eseguito opportune indagini, che attestino le problematiche specifiche di un
preciso bambino artistico, sono:
1. Possibili terapie biomediche
 Dieta senza glutine e caseina (con calcio)
 Probiotici, antifungini, antibatterici
 Miglioramento nutrizionale grazie integratori di vitamine, minerali e
antiossidanti
 Secretina ed enzimi digestivi
 Acidi grassi, omega 3
 Chelazione dei metalli pesanti
2. Programma educativo
In grandi linee possono essere così riassunte le principali caratteristiche di alcune di
queste terapie:
Dieta senza latte e glutine
NON USARE
 Frumento, orzo, segale, avena
 Latte e derivati
 Malto, maltodestrine
 Soia, glutammato monopodico
 Colori e sapori artificiali
FONTI OCCULTE DI GLUTINE O CASEINA
 Amido modificato, amido vegetale (se di granturco si può usare)
 Proteina vegetale idrolizzata
 Salsa Teriyaki
 Vitamine ed integratori (verificare etichetta)
 Colorante nel caramello (solo gassosa)
 Destrine
 Minestrone in lattine o in pacchetto
 Verificare se il latte di riso non contiene orzo
IMPORTANTE: da effettuare sotto controllo medico
 LEGGERE ETICHETTE
 INTEGRARE IL CALCIO: 800-1000mg/die (ed eventualmente vitamina D)
Indagini: esame delle urine – peptici oppiacei (caseomorfina e glutenmorfina)
Terapia antifungina
 No zuccheri semplici
 Lactobacillus Acidophilus 10milioni/die
 Antifungino
Tempo terapia: un anno e mezzo
Non definitiva perché frequenti recidive
Effetti collaterali d’alcuni antifungini: epatotossicità
IMPORTANTE: da effettuare sotto controllo medico
Indagini:
 esame urine-arabinosio
 esame delle feci-candida
Terapia antibatterica contro i Clostridi
 Vancomicina
 Lactobacillus Acidophilus
IMPORTANTE: da effettuare sotto controllo medico
Altre terapie








INTEGRATORI Acidi grassi essenziali omega 3 e 6:
olio di fegato di merluzzo
ENZIMI DIGESTIVI E PEPTIDASE
VITAMINA B6 15mg per kg di peso
Lactobacillus Acidophilus
ANTIOSSIDANTI: vitamina C, Glutatione, Vitamina E, Selenio, Zinco
CHELAZIONE: da effettuare sotto controllo medico (indagine: analisi dei capelli)
Effetti collaterali: nausea, diarrea, astenia
DIMETILGLICINA 125mg/die
ALLERGIE: indagare le intolleranze alimentari del bambino
Scarica

deficit del sistema immunitario