file Word

advertisement
Nota sull'impiego del programma di calcolo per Excel per l’ACB
Per agevolare le procedure di applicazione dell'ACB è stato reimpostato un foglio elettronico (spreadsheet)
per Excel, operante solo in ambiente Windows. I requisiti hardware sono un PC IBM compatibile 386, con
RAM di almeno 4 MB, un adattatore grafico con risoluzione 640 x 350 (EGA) o superiore. Per l'installazione e
l'impiego del programma Excel si faccia riferimento al relativo Manuale dell'utente.
Lo spreadsheet è basato su diversi singoli "fogli" che rappresentato altrettanti step o livelli dell'analisi. I fogli
sono tra loro collegati tramite funzioni; tali collegamenti consentono di rielaborare automaticamente i dati che
vengono gradualmente introdotti nei primi fogli in modo tale da poter disporre, nel foglio finale, dei risulati
dell'analisi.
Alcuni elementi di organizzazione del programma sono comuni a tutti i fogli.
La caselle a fondo colorato (verde, rosso o altri colori) devono essere utilizzate per l'introduzione delle voci
e dei relativi dati; in particolare le caselle a fondo rosso servono per l'introduzione dei dati di costo, quelle a
fondo verde per i dati di ricavo (o beneficio). Le caselle a fondo grigio non vanno utilizzate in quanto
presentano formule e voci che il programma elabora autonomamente.
I dati di costo, come quelli di ricavo, vanno introdotti come voci positive (cioè non precedute dal segno
meno). Al posto di una singola voce possono essere introdotte più voci collegate tra loro con i normali
operatori logici (per esempio "=(30+50)*50000" ).
Nel seguito sono riportate alcune informazioni specifiche relative all'impiego dello spreadsheet.
I primi 3 fogli consentono di realizzate l'introduzione dei dati relativi ai 3 tipi di analisi e hanno una struttura
analoga, basata su una matrice anni (in colonna) x voci di costo e benefici (per riga)
1.
Il primo foglio (etichettato con il termine "Finanziaria") è impostato per l'introduzione dei dati relativi
all'analisi finanziaria. In colonna sono riportati gli anni, a partire dall'anno 1 fino all'anno 30; a fianco
dell'anno 30, assunto come durata massima dell'investimento, può essere inserito in una colonna
apposita un valore residuo relativo ai costi e ai ricavi dell'azione.
Una volta introdotto il primo dato per una voce di costo o di beneficio, questo viene automaticamente
attribuito a tutti i rimanenti anni del progetto (ma non nella colonna che riporta i valori residui). Tale
automatismo è stato introdotto per risparmiare l'inserimento dei dati costanti anno per anno;
immettendo al posto della formula un qualsiasi valore (anche zero) si può interrompere la
duplicazione del dato precedentemente introdotto.
Nella parte alta del foglio devono essere immessi i valori relativi alla situazione con progetto, nella
parte inferiore andranno invece introdotti i dati in assenza del progetto. Il foglio è preimpostato per
introdurre 20 voci di costo e 10 voci di ricavo e per la realizzazione in automatico della sommatoria di
tali voci.
2.
Il secondo foglio (etichettato con il termine "Convenzionale") consente di effettuare l'analisi
economica "convenzionale". Nella prima colonna del foglio vengono in automatico riprese le
specifiche denominazioni delle voci di costo e ricavo introdotte nel primo foglio. A fianco di tali voci, in
una seconda colonna, possono essere inseriri i fattori di conversione. Una volta immesso, voce per
voce, un particolare fattore di conversione, vengono automaticamente rielaborati i dati dell'analisi
finanziaria e, nelle colonne a fianco dei fattori di conversione, sono riportati i dati dei costi e benefici
ricalcolati.
Ovviamente se il fattore di conversione (che per default è posto pari a 1) non viene modificato, la riga
riportante i dati di costo o beneficio di una azione sarà del tutto uguale a quella corrispettiva
dell'analisi finanziaria1. Per annullare una voce, esigenza che potrebbe essere dettata dalla necessità
ad esempio di eliminare i trasferimenti, è sufficiente assegnare il valore zero al coefficiente di
conversione.
Oltre alle voci preimpostate nel primo foglio, nell'analisi economica convenzionale possono essere
introdotte nuove voci (e i relativi valori) sia di costo che di beneficio.
3.
Nel terzo foglio (etichettato con il termine "Estesa") è possibile effettuare l'introduzione dei dati
dell'analisi economica "estesa". In particolare il foglio è preimpostato in modo tale da visualizzare in
automatico la sommatoria delle voci di costo e beneficio del complesso delle azioni relative all'analisi
1.
Invece di inserire il fattore di conversione, un'opzione alternativa possibile è quella di introdurre
direttamente, cella per cella nell'area a fondo grigio, i dati calcolati sulla base dell'assunzione di particolari
"prezzi di conto".
4.
economica "convenzionale" (sempre nei due casi con e senza progetto). Sotto la riga contenente tali
valori è possibile riportare le nuove voci (e i relativi valori) di costo e beneficio.
Con l'introduzione dei dati dell'analisi economica "estesa" termina la fase di imputazione dei valori
dell'investimento e, nel quarto foglio (etichettato con il termine "Risultati"), sono visibili i valori
assunti dai due indici principali di rendimento (VAN e SRI) relativi ai 4 tipi di analisi.
A lato di tali valori sono riportati 3 parametri:
il saggio di sconto, che – se ritenuto opportuno - può essere imputato con valori diversi per
l’analisi finanziaria e quella economica;
la durata dell'investimento;
la superficie interessata dal progetto.
Ovviamente tali parametri possono essere modificati, consentendo di effettuare delle analisi di
reattività sul VAN e di calcolare alcuni degli indicatori secondari di convenienza, i cui valori sono
riportati sotto quelli principali. In particolare i 6 indicatori secondari automaticamente calcolati dal
programma sono:
il Rapporto Benefici/Costi (calcolato con il saggio di sconto introdotto dall'utente);
il VAN calcoltato ad un saggio di sconto inferiore del 2% rispetto a quello introdotto
dall'utente;
il VAN calcoltato ad un saggio di sconto superiore del 2% rispetto a quello introdotto
dall'utente;
il rendimento medio annuale (VANanno) calcolato, con riferimento alla durata
dell'investimento, tramite la formula dell'ammortamento finanziario, a partire ovviamente dal
VAN;
il VAN per unità di superficie interessata al progetto;
il VANanno per unità di superficie interessata al progetto.
Sotto tali risultati viene riportata una tabella con i 3 cash flow relativi all’analisi finanziaria ed
economica. Sotto tale tabella è disponibile un’altra tabella che consente di conteggiare gli anni del
periodo di ritorno (payback period): i dati riportati sono la sommatoria, anno per anno a partire
dall’anno zero, delle voci di costo e ricavo (beneficio) scontate.
Oltre a quelle preimpostate, un'analisi di reattività dell'investimento può essere effettuata anche variando i
dati di base introdotti nei primi fogli e osservando la corrispondente variazione degli indicatori di rendimento
nel foglio dei risultati.
Per ogni altra necessità di informazione sulle modalità di impiego dei due speadsheet si rimanda ai manuali
di consultazione del programma Excel. Va, infatti, ricordato che i dati introdotti possono essere utilizzati,
grazie alle normali procedure implementate nei due fogli elettronici, per produrre stampati, grafici, indicatori
statistici, ecc.
2
Scarica