Leader indiscusso della protezione degli edifici per oltre

annuncio pubblicitario
Progettato per proteggere tetti e pareti di edifici
Fornisce un allarme preventivo in caso di attacco, prima dell’intrusione
Consigliato dalle forze dell’ordine e dagli esperti di rischio delle compagnie assicurative
Utilizza il collaudato cavo sensore GDALPHA
Leader indiscusso della protezione degli edifici
per oltre 20 anni
Leader mondiale nel
campo delle soluzioni di
protezione perimetrale
Leader indisc
Per molti anni sono stati elaborati design e tecnologie che
hanno tentato di emulare la capacità di rilevazione del cavo
sensore GDALPHA. Poiché Geoquip detiene il brevetto del
cavo sensore magnetico, tutti gli altri sistemi devono usare
cavi sensori di tipo coassiale o a fibra ottica, entrambi
caratterizzati dall’inconveniente di una limitata risposta in
frequenza. Ciò significa che o le vibrazioni fisiche causate da
un attacco, come trapanazione o martellamento sfuggono
alla rilevazione, oppure la compensazione che è necessario
introdurre nel circuito di rilevazione per ovviare a queste
limitazioni determina un netto incremento del tasso di
incidenza dei falsi allarmi.
Queste tecnologie, sviluppate principalmente per una stabile
trasmissione dei dati, sono semplicemente inadeguate ad
offrire lo stesso livello di prestazioni del cavo sensore Alpha
espressamente progettato per queste applicazioni. Geoquip è
talmente convinta della superiorità tecnica del suo cavo
sensore da offrire una Promessa di Prestazioni unica nel suo
genere.
Sistema di protezione per edifici Guardwire
La superiorità tecnologica di Guardwire può essere ulteriormente
dimostrata esaminandola più dettagliatamente e confrontandola
con queste altre tecnologie. Prima di tutto, i due fili conduttori del
cavo sensore Alpha, assieme ai componenti elettronici di
rilevazione costituiscono, in effetti, due pseudo-sistemi di
rilevazione. Questa tecnica è detta DCSP (Dual Channel Signal
Processing) e consente di regolare il sistema in maniera
indipendente per le due modalità di attacco più comunemente
impiegato contro tetti e pareti, ossia l’attacco a impatto, come il
martellamento, e l’attacco continuato, come la trapanazione, senza
compromettere l’efficacia contro né l’una né l’altra. Questa è una
grave limitazione degli altri sistemi, nei quali la regolazione per
una modalità di attacco va a discapito della protezione dall’altra
modalità, poiché queste modalità di attacco generano campi di
frequenza diversi ma sullo stesso circuito di rilevazione.
In secondo luogo, il design magnetico del cavo sensore funziona
esattamente in base allo stesso principio di un altoparlante, il che
consente l’autoverifica di una condizione di allarme tramite un
segnale di output audio, il che rappresenta veramente una
caratteristica che non trova equivalenti nell’industria.
Utilizzando il cavo sensore magnetico GDALPHA come dispositivo
di rilevazione il sistema Guardwire è in grado di offrire prestazioni
di livello superiore. Il cavo sensore, progettato espressamente per
la rilevazione delle intrusioni, è prodotto da Geoquip nel proprio
stabilimento di produzione, operante a norma BS EN ISO 9001. Ciò
garantisce la qualità del prodotto finito e i servizi di supporto che
è lecito aspettarsi da un’azienda leader dell’industria.
Il processo produttivo del cavo sensore comporta l’estrusione di
due magneti semicircolari continui da un polimero magnetico
flessibile. Tra le due estrusioni sono disposti due tubi rivestiti di
silicone entro cui i conduttori possono muoversi liberamente. È la
vibrazione di questi conduttori durante un attacco a produrre i
segnali di allarme e audio.
La rilevazione avviene mediante le vibrazioni trasmesse dalla
struttura del tetto o delle pareti dell’edificio, che determinano
l’induzione di una piccola corrente elettrica per effetto del
movimento dei conduttori in un campo magnetico. È questo
segnale che viene rilevato ed elaborato dall’analizzatore
elettronico secondo una combinazione di frequenza e ampiezza.
I due conduttori sono configurati come un circuito chiuso
bilanciato che elimina naturalmente qualsiasi interferenza elettrica
indotta esternamente. Un’ulteriore protezione dalle interferenze in
radiofrequenza viene assicurata da un involucro di foglio di
alluminio che funge da schermatura.
Una robusta guaina esterna in polietilene nero impervio ai raggi
ultravioletti protegge il cavo sensore dall’infiltrazione di umidità e
dai danni meccanici. Un’ulteriore protezione fisica può essere
offerta installando il cavo sensore in un condotto flessibile in
acciaio corazzato, oppure utilizzando il sensore GDALPHA-TJ che è
munito di una guaina esterna in PVC particolarmente robusta, che
lo rende adatto per il fissaggio diretto alle pareti.
usso della protezione degli edifici
Analizzatori GW500
Un sistema molto conveniente sul piano economico per la
rilevazione locale e a distanza di attacchi massicci contro tetti e
pareti di edifici. Questo sistema sfrutta il concetto che un edificio
è un perimetro e si integra perfettamente con i tradizionali
rilevatori volumetrici, come quelli a infrarossi, che rilevano
l’intruso soltanto dopo che quest’ultimo è penetrato nell’area
protetta.
L’analizzatore fornisce output dei contatti relè sia per l’allarme che
per il tamper, che possono essere facilmente integrati nella
maggior parte dei sistemi di protezione o di allarme. Laddove sia
richiesta l’autoverifica tramite il segnale audio, è possibile fornire
annunci sia locali che a distanza. Per soddisfare questi requisiti
sono disponibili numerose opzioni hardware.
L’ingresso attraverso tetti o pareti è sorprendentemente facile e
l’asportazione delle merci non sempre richiede che l’intruso entri
fisicamente nell’area protetta. In questo tipo di applicazione, il
cavo sensore Alpha può essere fissato:
•
Al rivestimento od alla parete esterna dell’edificio (area di
rilevazione 1,5 m su ciascun lato del sensore) per consentire la
rilevazione di attacchi come colpi di martello, trapanazione,
ecc.
•
Al tetto, fissando il cavo sensore alle travi portanti od ai
supporti del tetto oppure disponendolo nell’arcareccio del
tetto.
Il sistema può essere configurato in zone fino a 1000 m, a
seconda del tipo di muratura dell’edificio.
Tutta l’elaborazione elettronica dei tentativi di intrusione viene
effettuata all’interno dell’edificio dall’analizzatore GW500, che
consente di selezionare impostazioni individuali per i due tipi di
attacco, nonché impostazioni del timer e per vari eventi, il che,
complessivamente, riduce in misura significativa l’incidenza dei
falsi allarmi e degli allarmi indesiderati.
Promessa di Prestazioni Defensor
Le vanterie dei fabbricanti di sistemi perimetrali elettronici di
rilevazione delle intrusioni in merito alle prestazioni dei loro
sistemi abbondano. Taluni sostengono di offrire prestazioni
superiori utilizzando sofisticate tecniche di rilevazione elettronica,
altri possono semplicemente affermare che i loro prodotti sono i
migliori.
Geoquip ritiene che l’unica testimonianza valida della qualità di
un prodotto siano le sue prestazioni reali, confrontate con quelle
dei prodotti di qualsiasi altro fabbricante.
Siamo talmente sicuri della superiorità delle prestazioni del
sistema Defensor rispetto a quelle dei sistemi di cavo sensore
montato su recinzione di qualsiasi altro fabbricante che se, in una
prova ‘a parità di condizioni’ concordata, il
Defensor dovesse risultare inferiore
sul piano delle prestazioni
Geoquip si impegna ad
acquistare il sistema in prova
dell’altro fabbricante per
conto dell’utente finale.
Dettagli dell’analizzatore del sistema di rilevazione
Requisiti di alimentazione:
Gamma di tensione: 7 - 24 Volt CC
Assorbimento di corrente:
90mA a 12 Volt CC
Output audio:
0dBm a 600ohm
Output allarme:
Contatto relè a secco con opzione di collegamento per selezionare le
configurazioni di contatto normalmente aperto o normalmente chiuso.
Output tamper:
Contatto relè a secco con opzione di collegamento per selezionare le
configurazioni di contatto normalmente aperto o normalmente chiuso.
Valori nominali dei contatti dei relè:
Massima tensione commutata:
Massima corrente commutata:
Massima potenza commutata:
Protezione dai fulmini:
mediante isolamento del trasformatore e limitatori di sovraccorrente
a semiconduttore.
Indicatori interni:
Indicatori di relè:
LED di stato del relè di allarme
LED di stato del relè di tamper
Indicatori di attacco:
LED di attacco modalità impatti
LED di attacco modalità continua
350V CA / CC
100mA CA / CC
600mW CA / CC
Indicatore del fusibile di alimentazione:
LED di fusibile bruciato
Comandi interni:
Contatore di eventi, Finestra oraria, sensibilità attacco a impatto, sensibilità
attacco continuato. Tutte le regolazioni vengono effettuate mediante
commutatori rotanti a
10 posizioni.
Garanzia:
12 mesi a decorrere dalla data della fattura
Leader mondiale nel
campo delle soluzioni di
protezione perimetrale
QA0413
Rev 0: 30.04.06
Geoquip Limited
Kingsfield Industrial Estate
Derby Road
Wirksworth
Matlock
Derbyshire
DE4 4BG
United Kingdom
T : +44 (0) 1629 824891
F : +44 (0) 1629 824896
E : [email protected]
W: www.geoquip.com
BS 5750: parte 1/ISO 9001/EN 29001
Certificato N. FM 10603
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard