Viaggio in Madagascar Viaggio in Madagascar

annuncio pubblicitario
Viaggio in Madagascar
Dal 25
25 ottobre al 07 novembre 2014
14 giorni/12
giorni/12 notti
Un tour affascinante e corposo, che parte dal cuore del Paese
per svilupparsi verso sud ovest, sino ad arrivare ad incontrare
il mare di Ifaty. Si proseguirà poi in volo fino a Fort Dauphin
per scoprire la ricchezza ed i segreti della zona più meridionale
dell’Isola Rossa.
Programma di massima
25 ottobre, sabato – Bergamo/ Milano Linate/Parigi/Antananarivo
Ritrovo dei signori partecipanti e incontro con la nostra accompagnatrice. Trasferimento in
pullman privato all’aeroporto di Milano Linate. Operazioni di imbarco e partenza con
volo di linea Air France da Milano Linate per Parigi alle ore 07.35. Arrivo nella capitale
francese alle ore 09.10 e proseguimento con volo Air France alle ore 11.20 per
Antananarivo. Pasti e intrattenimenti a bordo. Arrivo alle 23.00 nella capitale malgascia e
procedura per l’ottenimento del visto di ingresso nel paese (gratuito alla data odierna).
Seguirà il ritiro dei bagagli e l’incontro con l’ assistente in lingua italiana. Trasferimento al
Carlton Hotel (4 stelle) e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.
26 ottobre, domenica – Antananarivo/Antsirabe (170 km – circa 3 ore)
Prima colazione in hotel e partenza in minivan (20 posti) verso Antsirabe, considerata la
città del sale, grazie alle diverse sorgenti di acqua minerale e termale. E’ un viaggio tra gli
altipiani malgasci caratterizzati da risaie e tipici
villaggi con le case fatte di mattoni rossi come il
colore della terra. Arrivo a destinazione dopo circa 3
ore di tragitto. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio
visite alla cittadina e sistemazione in hotel (3 stelle).
Cena e pernottamento.
Antsirabe fu fondata
come centro sanatoriale dai missionari norvegesi, attratti in
queste zone dal clima fresco tipico degli altipiani e delle
sorgenti terapeutiche. Oggi, Antsirabe è una città raffinata e
tranquilla, che conserva un distinto aspetto ottocentesco. La
città è attraversata da ampi viali fiancheggiati da palme e da
eleganti edifici e pullula di pousse-pousse (rickshaw) sempre
pronti ad accompagnare i turisti alla scoperta dei tesori della
città. I missionari norvegesi sono ancora residenti e gestiscono l’ospedale cittadino.
27 ottobre, lunedì – Antsirabe/Ranomafana (260 km –
circa 5 ore)
Dopo la prima colazione, proseguimento del tour verso sud.
Sosta ad Ambositra, la capitale dell’artigianato malgascio,
dove potrete trovare sculture di legno, ceste in rafia, pietre
lavorate, collane di legno colorato ed altri begli oggetti; possibilità di visitare la stazione e
la posta, costruzioni tipiche dell’epoca coloniale. Proseguimento per Ambohimahasoa con
sosta rurale all’ “Imanasoavahiny”, letteralmente “che fa del bene agli ospiti”. Pranzo in
ristorante tradizionale di cucina malgascia. Dopo il pranzo, continuazione del viaggio
verso Ranomafana ed arrivo quindi nella regione del parco nazionale. Sistemazione in
hotel/lodge (3 stelle). Cena e pernottamento.
Con le sue colline coperte dalla foresta pluviale e la ricchezza di flora e fauna selvatiche,
il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato una della meraviglie del Madagascar ed
è uno dei parchi più visitati del paese. E’ costituito per la maggior parte da colline
oscillanti tra gli 800 e i 1200 mt. di altitudine, solcate da numerosi corsi d’acqua che si
gettano nel fiume Namorona. Il gruppo tribale principale della zona è quello dei Tanala,
famoso per la produzione di ottimo miele.
28 ottobre, martedì – Ranomafana/Fianarantsoa (60 km – circa 1h30)
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del parco nazionale di
Ranomafana, che durerà circa tre ore con passeggiata di circa un’ora e mezza e con
scalinata di circa 200 gradini; una guida eco turistica del parco vi aiuterà a conoscere la
flora e la fauna tipiche di questa bellissima regione, in cui vivono 29 specie di mammiferi
tra cui dodici di lemuri. Rientro in hotel per il pranzo e proseguimento del viaggio per
Fianarantsoa. Arrivo in serata, sistemazione nelle camere riservate in hotel (3 stelle sup.),
cena e pernottamento.
Fianarantsoa, seconda città del Madagascar per estensione, fu
fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I, decisa a
costruire un grande centro a metà strada tra Tana e le remote
province della parte meridionale del suo regno. Oggi Fianar,
come viene confidenzialmente chiamata, è la capitale culturale
del paese e ottimo punto di partenza per la scoperta delle regione
agricola circostante, rinomata per la produzione di vino e di tè.
29 ottobre, mercoledì – Fianarantsoa/Ranohira (310 km – circa 7 ore)
Dopo la prima colazione, partenza di buon’ora per Ranohira lungo gli altipiani centrali del
Paese, attraverso risaie coltivate a terrazza, zone montuose e savana sino ad arrivare nella
regione del massiccio dell'Isalo. Dopo circa un'ora e mezza di viaggio sosta ad
Ambalavao, una delle più belle cittadine degli Hauts Plateaux, situata nella regione
viticola del Madagascar, ancora più
conosciuta per il mercato degli
zebù, la fabbricazione della seta
naturale e della famosa carta di
Antaimoro.
Breve
percorso
attraverso le tipiche abitazioni e
visita del Parco di Anja per vedere
i lemuri con la coda ad anelli, poi
sosta per il pranzo in ristorante. Proseguimento per Ranohira, passando per Ihosy, capitale
della tribù dei Bara, una delle poche tribù che in Madagascar praticano ancor oggi la
poligamia. All’arrivo, raggiungimento del Lodge (4 stelle) e sistemazione nelle camere
riservate. Cena e pernottamento.
IlParco Nazionale
dell’Isalo copre
circa 81.500 ettari
dell’omonimo massiccio di arenaria, rilievo di formazione giurassica, che presenta
paesaggi di straordinaria suggestione e merita davvero alcuni giorni di esplorazione a
piedi: l’alternarsi di pianure erbose e creste di arenaria segnata dal vento e dall’acqua,
massi di roccia che nascondono antiche tombe Bara spingono il turismo internazionale a
seguire i sentieri già tracciati per scoprirne la rara bellezza.
Tra i luoghi di maggiore interesse si segnalano la Piscine Naturelle e la Fenêtre de l’Isalo.
30 ottobre, giovedì - Ranohira
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita del Parco Nazionale dell'Isalo, con
possibilità di effettuare un leggero trekking, una passeggiata nella natura di circa due ore.
L’Isalo racchiude un'infinità di canyon, di grotte e di picchi di roccia rossa dalle forme
diverse le une dalle altre ed ognuna scolpita e modellata dall'acqua e dal vento da milioni
di anni. Rientro in hotel per il pranzo. Breve relax e nel pomeriggio, accompagnati dai
caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, partenza per la famosa
“finestra sull’Isalo” da dove si potrà ammirare un paesaggio mozzafiato. Rientro in hotel
per la cena ed il pernottamento.
31 ottobre, venerdì – Ranohira/Tulear/Ifaty (275 km – circa 3h30 fino a Tulear + 1
ora di strada per Ifaty)
Dopo la prima colazione, partenza per Tulear attraverso una immensa zona di savana,
alternata da diverse zone verdi caratterizzate da palme
argentate e da tapia. A circa 100 km da Ranohira,
incontreremo i primi Baobab e le prime tombe delle tribù dei
Vezo e dei Mahafaly, noti per la loro capacità di costruire
tombe dalle dimensioni enormi. Scendendo verso sud, il clima
diventa più arido e secco e a qualche chilometro da Tulear si
cominciano a vedere le prime piante grasse. Arrivo e sosta per
il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, visita del giardino
botanico dove si potranno ammirare numerose piante e fiori endemici del Madagascar. Poi
breve visita della cittadina e del mercato delle conchiglie. Proseguimento sino ad Ifaty e
sistemazione in hotel (3 stelle) per la cena e il pernottamento.
Con il nome di Ifaty si indicano tre piccoli villaggi di pescatori, Ifaty, Mangily e Madio
Rano, 22 chilometri a nord di Tulear, collegati tra loro da una
lunga spiaggia stretta e rocciosa. E’ un luogo piacevole per
riposare dopo le fatiche di un tour, nuotare tra le acque
limpide del Canale di Mozambico e fare delle immersioni
durante le quali, con un po’ di fortuna, si potranno avvistare
anche gli squali. L’entroterra è arido e disseminato di saline.
Ad est della spiaggia c’è una foresta spinosa, ottimo luogo per
il birdwatching, caratterizzata da un vasto assortimento di piante che, pur essendo simili a
cactus, costituiscono in realtà una famiglia a sé (quella delle Dideriacee).
01 novembre, sabato – Ifaty
Intera giornata a disposizione per relax e/o attività balneari.
Trattamento di pensione completa in hotel.
02 novembre, domenica – Ifaty/Tulear/Fort Dauphin/Riserva di Nahampoana
Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo
di linea alla volta di Fort Dauphin. Partenza alle ore 10.05 e arrivo alle ore 10.50.
Proseguimento verso la Riserva forestale di Nahampoana, localizzata a circa 7 km dalla
città (circa 20 minuti). Sistemazione e pranzo al lodge (3 stelle sup.), all’interno della
riserva stessa. Visita della riserva con passeggiata di circa un’ora. Cena e pernottamento.
La riserva di Nahampoana sorge a sette chilometri dalla città.
Questo immenso giardino si estende su una superficie di 50
ettari. Sentieri escursionistici si snodano attraverso la
vegetazione tipica dell'est e del sud del Madagascar. Tra le
molte piante esotiche che si trovano nel parco si sottolineano
l’albero del viaggiatore Ravinala, il pachypodium, le piante
carnivore, i baobab. Diverse specie di lemuri vivono in questo
parco: il Sifaka, il Lemure marrone...ed inoltre i camaleonti, le tartarughe, i coccodrilli e
una grande varietà di uccelli.
03 novembre, lunedì – Riserva di Nahampoana/Parco di Andohahela/Fort Dauphin
(70 km – circa 3 ore)
Dopo la prima colazione, partenza per la visita del parco Andohahela a circa 60 km dalla
città. Durante l’affascinante passeggiata nella foresta, circa due ore, si possono ammirare
diverse specie endemiche della fauna e flora del sud malgascio. Pranzo picnic in corso di
escursione. Nel pomeriggio, ritorno verso Fort-Dauphin. Sistemazione in hotel (3 stelle),
cena e pernottamento.
Il parco di Andohahela situato a circa 60 km a Nord Ovest di Fort Dauphin, racchiude tre
mondi differenti in un solo parco. La catena montagnosa di Anosyenne del Sud separa due
zone climatiche distinte accumulando le nubi di pioggia provenienti dall’oceano Indiano.
In qualche chilometro, si passerà dalla grande foresta umida dell’Est a quella secca e
spinosa del sud, attraverso una zona di transizione assai originale. La fauna e la flora si
sono adattate attraverso i secoli
alla siccità della regione.
Andohahela
ospita
dei
pachypodiums, specie di baobab
del Sud e delle palme triangolari
(Neodypsis decaryi), molto rare.
Rimarcabile è assistere al
saltellare di un Sifaka di Verreaux (Propithecus verreauxi), tra i rami spinosi di
un’Alluaudia spinosa, senza nemmeno ferirsi e osservare certe specie, come i lemuri nani
dalla grossa coda ibernare durante la stagione secca dell’anno. Incredibile come una
varietà di rettili come le Iguanides, assomiglino ai loro cugini d’America latina. Tutto
questo è il fantastico mondo di Andohahela.
04 novembre, martedì – Fort Dauphin/escursione alla baia di Lokaro (circa 2 ore)
Dopo la prima colazione, giornata dedicata all’escursione alla Baia di Lokaro. Dopo un
percorso in auto, partenza in barca a motore
lungo un canale che costeggia la rigogliosa
vegetazione caratterizzata da mangrovie ed
arrivo al villaggio di Evatra da dove
comincia la passeggiata sino alla Baia del
Lokaro (circa un’ora). Tempo a disposizione e
pranzo pic-nic. Nel pomeriggio rientro a Fort Dauphin per la cena e il pernottamento in
hotel.
05 novembre, mercoledì – Fort Dauphin
Pensione completa in hotel. Giornata dedicata alla visita di Fort Dauphin.
Fort Dauphin, la città più meridionale del Madagascar, è una piccola e graziosa cittadina
rimasta ancora piuttosto isolata dal resto del paese che gode di una magnifica posizione.
Domina infatti una baia concava e sabbiosa bagnata dal mare cristallino e disseminata di
relitti semiaffondati. Il mare è ricco di crostacei e pesce, mentre la costa si rivela
rigogliosissima per la presenza d’orchidee, euforbie, piante spinose e alberi del
viaggiatore. I dintorni offrono una varietà di paesaggi unica e dei contesti spettacolari
rimarcabili; si possono raggiungere zone bellissime come la penisola di Lokaro, il Lago
Vinanibe, il Pic St. Louis, la Riserva forestale di Nahampoana, la Baia de Sainte Lucie, il
Parco Nazionale d’Andohahela e la Riserva privata di Berenty.
06 novembre, giovedì – Fort Dauphin/Antananarivo/Parigi
Prima colazione in hotel e ultime ore a disposizione a Fort Dauphin. Trasferimento in
aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per Antananarivo delle ore 13.10. Arrivo alle
15.05 e visita guidata della capitale, con guida in lingua italiana. Al termine trasferimento
in hotel (4 stelle) per il day use e per la cena. Successivo trasferimento in aeroporto in
tempo utile per le operazioni di check-in sul volo di linea Air France.
Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine
dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista che vi
soggiorna per la prima volta per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri
che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga
(letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi
Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al
gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti
in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000
uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo
(Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo
chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille”
(suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al
numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I
Francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo
l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più
frequentemente “Tanà”. “
07 novembre, venerdì – Parigi/Milano Linate/Bergamo
Partenza alle ore 01.40, pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo.
Arrivo a Parigi alle ore 10.40 e cambio di aeromobile per il proseguimento alle ore 12.40
con volo Air France per lo scalo milanese di Linate con arrivo verso le ore 14.10 circa.
Ritiro bagagli e trasferimento a Bergamo in pullman privato.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE Euro 3.890,00
(minimo 10 partecipanti)
Tasse aeroportuali Euro 570,00 circa (da definire all’emissione del biglietto aereo)
Sconto “prenota prima” di Euro 70,00
Per le iscrizioni entro il 24 luglio
-
La quota comprende:
Trasferimenti da Bergamo a Milano Linate e ritorno con pullman privato
Voli di linea Milano/Parigi/Antananarivo e ritorno con voli di linea Air France in classe
economica
Voli interni con Air Madagascar Tulear/Fort Dauphin e Fort Dauphin/Antananarivo in
classe economica
Franchigia bagaglio di kg 20 per persona
Trasferimenti in Madagascar dall’aeroporto all’hotel e viceversa
Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle (nostra classificazione) in camera/bungalow doppia
standard
Pensione completa dalla prima colazione del secondo giorno fino alle cena del tredicesimo
giorno
Minibus 20 posti con autista privato fino a Tulear
Auto 4x4 per la zona di Fort Dauphin
Guida locale in lingua italiana da Antananarico (arrivo in Madagascar) fino a Tulear e poi
guida locale in lingua francese al sud (Fort Dauphin)
Tutti i trasferimenti necessari via terra
Acqua minerale a bordo del veicolo durante il tour da Antananarivo a Tulear
Ingressi ai parchi e luoghi di visita
Guide eco-turistiche nei parchi parlanti francese-inglese
Tasse turistiche locali
Accompagnatrice da Bergamo
Assicurazione medico, bagaglio, annullamento (euro 100,00 non rimborsabili)
Documentazione di viaggio
-
La quota non comprende:
Tasse aeroportuali (Euro 570,00 circa)
Visto turistico di ingresso ad oggi gratuito
Bevande ai pasti ed extra di carattere personale
Mance (prevedere circa 55/60 Euro)
Tutto quanto non espressamente indicato alla voce la quota comprende
-
Supplemento per la sistemazione in camera singola Euro 530,00
AVVERTENZA
Si precisa che il Madagascar, destinazione incantevole dal punto di vista naturalistico, offre dei
servizi turistici che, non sempre, sono all’altezza degli standard occidentali e richiede un buon
spirito di adattamento oltre che di attenzione alla realtà igienica del paese. A volte può accadere di
trovarsi in situazioni inaspettate: arrabbiarsi è inutile, si consiglia di armarsi di pazienza ricordando
che il motto del paese è “mora, mora”, ovvero “calma, calma”.
Gli hotel e i servizi selezionati sono le migliori soluzioni possibili, in base alla disponibilità dei
medesimi al momento della conferma: sono in genere confortevoli ma non sempre rispondono agli
standard internazionali e risultano di livello variabile a seconda delle località. Le sistemazioni,
specie nelle zone più isolate, sono piuttosto semplici e richiedono pertanto spirito di adattamento.
Le distanze ed il tempo di percorrenza indicati sono da ritenersi approssimativi; a volte
l’impraticabilità di strade e gli imprevisti che si possono incontrare lungo l’itinerario o le soste
prolungate nonché i cambi degli operativi dei voli della compagnia aerea di bandiera, possono
modificare sia i tempi che i programmi. L'ordine delle visite potrebbe essere invertito
DOCUMENTI NECESSARI
Passaporto in corso di validità (con almeno 6 mesi di validità dalla data di rientro del viaggio e con
due pagine libere) e visto d’ingresso (alla data attuale gratuito per soggiorni inferiori ai 30 giorni)
che si può ottenere presso l’aeroporto internazionale di Antananarivo.
VACCINAZIONI
Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. E’consigliata la profilassi antimalarica. Suggeriamo di
rivolgersi al proprio medico di fiducia e/o all’ASL di competenza per informazioni. E’ richiesta la
vaccinazione contro la febbre gialla solo se si proviene da una zona considerata infetta.
CLIMA E FUSO ORARIO
Il Madagascar è caratterizzato da una grande varietà di condizioni climatiche. In quasi tutto il paese
si distingue una stagione umida (da novembre a marzo) ed una secca (da aprile a ottobre) la
lunghezza delle quali dipende sostanzialmente da latitudine e longitudine. A sud per esempio piove
molto a giugno, mentre la stagione secca comincia a luglio. Ad occidente e a sud il clima è
prevalentemente desertico e le temperature sono elevate tutto l’anno, diminuendo solo sugli
altipiani. Nell’est e nord est le piogge sono frequenti tutto l’anno, anche se di breve durata. Da
gennaio a marzo la costa orientale può essere colpita da cicloni. Negli altipiani centrali la pioggia è
di casa anche a giugno, luglio e agosto. Nelle zone aride del sud ovest piove per poche settimane a
gennaio e febbraio. Nella zona di Fort Dauphin le piogge durano fino a luglio.
Temperature: le massime medie vanno dai circa 30° delle zone costiere fino ai 25° degli altipiani.
Lungo la costa occidentale le temperature restano alta tutto l’anno (Tulear).
Fuso orario: + 2 ore rispetto all’Italia. + 1 ora quando in Italia è in vigore l’ora legale.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Le quote sono calcolate in base alle tariffe aeree attualmente in vigore. L’operativo dei voli è
indicativo perché soggetto a variazioni da parte della compagnia aerea che, inoltre, si riserva di
effettuare modifiche fino all'emissione effettiva del biglietto. Le tariffe aeree e le tasse non sono
garantite fino a quando non viene emesso il biglietto aereo. Qualsiasi variazione verrà comunicata
entro 21 giorni prima della partenza.
Le prenotazioni si accettano presso l’agenzia viaggi ROSALEDA by TURISBERG
Via G. Camozzi, 38 – Bergamo – Tel. 035 35 62 66 – con il versamento
dell’acconto di Euro 1.300,00. Il saldo è richiesto un mese prima della partenza.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard