1TEC_FIS_13 - ISISS Antonio SANT`ELIA

advertisement
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE
Programmazione 2013/2014
materia
Scienze Integrate (Fisica)
classe
1a Costruzioni, Ambiente e Territorio
docente
Annamaria Bertoni
testi in adozione
metodi
A. Poli, A. Fiorello “Elementi di Fisica 1”; ETAS
Lezione frontale, lezione interattiva, lezione multimediale,
cooperative learning, problem solving, attività di laboratorio,
esercitazioni pratiche
mezzi
Libri di testo, appunti, dispense, computer, dvd
spazi
Aula, laboratori
strumenti di verifica
Relazioni di laboratorio, test a risposta aperta, test a risposta
multipla, risoluzione di problemi, interrogazione
sistemi di valutazione Per la valutazione verranno adottati i criteri stabiliti dal POF
d’Istituto.
altro
MO 00.01 1^ Ed. 01.03.10
Pagina 1 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 1 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: LE GRANDEZZE FISICHE, LA MISURA, LA RELAZIONE FRA GRANDEZZE
Periodo/Durata: Settembre-Ottobre per 16 ore complessive
Competenze:

Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere
nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità
Abilità
Conoscenze
 Eseguire operazioni con le grandezze fisiche
 Definizione di grandezza fisica
 Utilizzare multipli e sottomultipli delle unità
di misura
 Sistema Internazionale di Unità di misura:
grandezze fondamentali e derivate
 Distinguere una grandezza fondamentale da
una derivata
 Unità di misura di lunghezza, intervallo di
tempo e massa
 Valutare l’ordine di grandezza di un numero
 Multipli e sottomultipli delle unità di misura
 Riconoscere le caratteristiche dei più comuni
strumenti di misura
 Notazione esponenziale scientifica e ordini di
grandezza
 Eseguire misure scrivendo correttamente il
risultato
 Unità di misura di area e volume
 Confrontare misure diverse e valutarne la
precisione
 Costruire grafici cartesiani a partire da
tabelle di dati
 Densità
 Caratteristiche degli strumenti di misura
 Misure dirette ed indirette
 Come si esegue una misurazione
 Ricavare informazioni da un grafico
 Errori di misura
 Riconoscere la relazione matematica fra
coppie di grandezze
 Assi cartesiani e grafici
 Proporzionalità diretta, inversa, quadratica
 Relazione lineare
 Rappresentazione grafica dei dati sperimentali
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Conoscere il concetto di grandezza fisica e distinguere fra grandezze fondamentali e derivate
o
Conoscere le unità di misura del Sistema Internazionale
o
Corretto utilizzo dei multipli, sottomultipli delle unità di misura
o
Corretta scrittura del risultato di una misura
o
Rappresentazione dei dati sperimentali con un grafico cartesiano
o
Riconoscere la relazione fra grandezze dall’analisi del grafico sperimentale
MODULO TIPO
Pagina 2 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 2 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: LE FORZE E L’EQUILIBRIO NEI SOLIDI
Periodo/Durata: Novembre-Dicembre per 16 ore complessive
Competenze:

osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere
nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità

essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate
Abilità
Conoscenze
 Grandezze fisiche scalari e vettoriali
 Distinguere una grandezza scalare da una
vettoriale
 Calcolo vettoriale
 Operare con grandezze fisiche vettoriali
 Concetto di forza e sua misura
 Calcolare il peso di un corpo nota la sua
massa
 Forza peso
 Calcolare la costante elastica di una molla
dopo aver misurato gli allungamenti causati
dai pesi applicati
 Descrivere il funzionamento di un
dinamometro
 Risolvere problemi applicando la legge di
Hooke
 Analizzare situazioni di equilibrio statico
individuando le forze ed i momenti applicati
 Elasticità
 Differenza fra massa e peso
 Forza elastica e legge di Hooke
 Forze di attrito
 Equilibrio del punto materiale
 Equilibrio di un corpo appoggiato al piano
inclinato
 Momento di una forza
 Equilibrio del corpo rigido
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Corretta esecuzione delle operazioni di calcolo vettoriale
o
Conoscenza del concetto di forza e della differenza fra massa e peso
o
Analisi dell’equilibrio del punto materiale note le forze ad esso applicate
o
Analisi dell’equilibrio del corpo rigido note le forze ad esso applicate ed il punto di applicazione
MODULO TIPO
Pagina 3 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 3 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: LE FORZE E L’EQUILIBRIO NEI FLUIDI
Periodo/Durata: Gennaio - Febbraio per 12 ore complessive
Competenze:

osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere
nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità

analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire
dall’esperienza

essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate
Abilità
 Applicare la grandezza fisica pressione ad
esempi riguardanti solidi, liquidi, gas
 Descrivere il principio di funzionamento del
torchio idraulico
 Ricavare la legge di Stevin nel caso di una
colonna di liquido
 Ricavare la legge di Archimede
 Descrivere situazioni in cui entra in gioco la
statica dei fluidi spiegabili in base alle leggi
studiate
Conoscenze
 Pressione e sua misura
 Principio di Pascal
 Legge di Stevin
 Vasi comunicanti
 Principio di Archimede e galleggiamento dei
corpi
 Pressione atmosferica ed esperienza di
Torricelli
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Conoscenza del concetto di pressione e della sua unità di misura
o
Conoscenza dei principi dell’idrostatica e corretta applicazione dei medesimi nell’esecuzione
degli esercizi
MODULO TIPO
Pagina 4 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 4 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: CINEMATICA DEI MOTI RETTILINEI
Periodo/Durata: Marzo-Aprile per 18 ore complessive
Competenze:

osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere
nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità

analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire
dall’esperienza

essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate
Abilità
 Descrivere il moto di un corpo utilizzando gli
strumenti appropriati: traiettoria, legge
oraria, legge v-t, diagramma orario,
diagramma v-t
 Calcolare la velocità media
 Applicare le leggi orarie dei moti alla
risoluzione di problemi
 Ricostruire il moto di un corpo dall’analisi
della legge oraria, legge v-t, diagramma
orario, diagramma v-t
 Risolvere problemi sul moto di caduta libera
dei gravi
Conoscenze
 Sistema di riferimento e traiettoria di un
moto
 Moto rettilineo
 Tabella oraria, rappresentazione grafica del
moto, diagramma orario e sua analisi,
velocità media
 Legge oraria e diagramma orario del moto
rettilineo uniforme
 Velocità media ed istantanea
 Accelerazione media ed istantanea
 Legge oraria e diagramma orario del moto
rettilineo uniformemente accelerato
 Moto di caduta libera dei gravi
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Conoscenza dei concetti di velocità ed accelerazione e applicazione negli esercizi proposti
o
Costruzione di semplici diagrammi orari e diagrammi v-t relativi ai moti proposti negli esercizi
o
Descrizione del moto a partire dalla lettura di semplici diagrammi orari e diagrammi v-t
o
Corretta scrittura delle leggi orarie e leggi v-t relative ai moti proposti negli esercizi
o
Applicazioni delle leggi orarie dei moti alla risoluzione di semplici problemi
MODULO TIPO
Pagina 5 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 5 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: LA DINAMICA
Periodo/Durata:
Aprile -Maggio per 18 ore complessive
Competenze:

Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e
riconoscere nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità

analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire
dall’esperienza

essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate
Abilità
 Studiare sperimentalmente l’effetto di una
forza costante sul moto di un corpo.
 Definire l’unità di misura della forza.
 Distinguere la massa dal peso.
 Applicare il secondo principio della dinamica
al moto di corpi soggetti all’azione di forze
costante.
 Descrivere situazioni di moti in sistemi
inerziali e non inerziali, distinguendo tra
forze apparenti a quelle attribuibili ad
interazioni
Conoscenze
 Primo principio della dinamica.
 Sistemi di riferimento inerziali.
 Secondo principio della dinamica.
 Applicazioni del secondo principio al moto
dei corpi soggetti alla forza-peso.
 Terzo principio della dinamica.
 Forze di attrito radente
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Conoscere il concetto di dinamica
o
Conoscere i tre principi della dinamica
o
Corretta scrittura della formula del secondo e terzo principio della dinamica
o
Applicazioni dei tre principi della dinamica alla risoluzione di semplici problemi
MODULO TIPO
Pagina 6 di 7
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA
I.S.I.S.S. “ANTONIO SANT'ELIA”
Via Sesia, 1 - 22063 CANTÙ (CO)   031.709443  Fax 031.709440   [email protected]
Codice Meccanografico: COIS003007 - Codice Fiscale: 81004210134
Cod. Mecc. COTL00301X  COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (Ist. Tecnico settore tecnologico)
Cod. Mecc. CORI00301V  MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (Ist. Prof. settore industria e artigianato)
Percorsi IeFP OPERATORE ELETTRICO, OPERATORE ELETTRONICO, TECNICO ELETTRICO, TECNICO ELETTRONICO
Cod. Mecc. COPS00301N  LICEO SCIENTIFICO e LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE
UNITÀ FORMATIVA N° 6 - CLASSE 1^ TECNICO
SETTORE TECNOLOGICO – INDIRIZZO COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO
TITOLO: LAVORO, ENERGIA, POTENZA PRINCIPI DI CONSERVAZIONE
Periodo/Durata:
Maggio-Giugno per 19 ore complessive
Competenze:

Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e
riconoscere nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità

analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire
dall’esperienza

essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate
Abilità
 Calcolare il lavoro di una forza parallela allo
spostamento.
 Calcolare il lavoro di una forza inclinata
rispetto allo spostamento.
 Calcolare l’energia cinetica di un corpo
 Calcolare l’energia potenziale
 Calcolare l’energia meccanica
 Descrivere situazioni quotidiane in cui
avvengono trasformazioni energetiche
 Calcolare la quantità di moto
 Calcolare l’impulso
Conoscenze
 Lavoro
 Energia cinetica
 Energia potenziale
 Energia meccanica e sue trasformazioni
 Teorema dell’energia cinetica
 Potenza
 Conservazione dell’energia meccanica e
totale
 Quantità di moto, impulso e urti
 Conservazione della quantità di moto
Obiettivi minimi per la sufficienza:
o
Conoscere i concetti di lavoro, energia cinetica, potenziale e meccanica
o
Corretta scrittura delle formule energetiche
o
Enunciazione dei principi di conservazione
MODULO TIPO
Pagina 7 di 7
Scarica