glossario

advertisement
GLOSSARIO
ACRONIMI ED ABBREVIAZIONI
ABNT
Associação Brasileira de Normas Técnicas
(Brazilian Technical Standards Association)
ac
alternating current
ACR-F
attenuation-to-crosstalk ratio - far end
ACR-N
attenuation-to-crosstalk ratio – near end
ADA
Americans with Disabilities Act
ADSL
asynchronous digital subscriber line
AHJ
authority having jurisdiction
ACEG
alternating current equipment ground
AFEXT
alien far-end crosstalk
AIA
American Institute of Architects
ANEXT
alien near-end crosstalk
ANSI
American National Standards Institute
AP
access provider
ARL
attenuation to return loss ratio
ASTM
American Society for Testing and Materials
ATIS
Alliance for Telecommunications Industry Solutions
ATM
asynchronous transfer mode
AWG
American wire gauge
BC
bonding conductor
BCD
backbone conduit
BD
building distributor
BEF
building entrance facilities
BER
bit error rate
BFOC
bayonet fiber optic connector
BFOC/2.5 bayonet fiber optic connector 2.5 mm ferrule
BICSI
Building Industry Consulting Service International
B-ISDN
Broadband ISDN
BNC
Bayonet Neil — Concelman or bayonet navel connector
BOCA
Building Officials and Code Administrators
BOMA
Building Owners and Managers Association
BRI
Basic Rate ISDN
CATV
community antenna television; cable television
CBC
campus backbone cable
CBN
common bonding network
CCIA
Computer Communications Industry Association
CCITT
International Telegraph and Telephone Consultative
Committee
CCTV
closed-circuit television
CD
campus distributor
CEC
Canadian Electrical Code, Part 1
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-1
GLOSSARIO
CER
CLEC
CM
CP
CPE
CPU
CSA
CSI
CSMA/CD
CTR
Cu
dc
DCE
DEMARC
DN
DOC
DP
DP
DSX
DTE
DUT
EDA
EF
EIA
ELFEXT
EMC
EMI
EMS
EMT
ENT
EP
ER
FCC
FD
FDDI
FEXT
ffs
3-2
common equipment room
competitive local exchange carrier
common mode
consolidation point
customer premises equipment
central processing unit
Canadian Standards Association
Construction Specifications Institute
carrier sense multiple access with collision detection
common telecommunications room
copper
direct current
data circuit terminating equipment
demarcation point
differential mode
Communication Canada
demarcation point
distribution point
digital signal cross-connect
data terminal equipment
device under test
equipment distribution area
entrance facility
Electronic Industries Alliance
equal level far-end crosstalk
electromagnetic compatibility
electromagnetic interference
energy management system
electrical metallic tubing
electrical nonmetallic tubing
entrance point
equipment room
Federal Communications Commission
floor distributor
fiber distributed data interface
far-end crosstalk
for further study
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
FIPS PUB
FOCIS
FOIRL
F/UTP
FTR
FWHM
HC
HDA
HDG
HVAC
IBC
IBI
IC
IC
ICEA
IDC
IEC
IEEE
IFMA
ILD
IS
ISDN
ISO
ITU-T
JTC
KTS
LAN
LCL
LCTL
LEC
LED
MAU
MAC
MC
MCM
MDA
MDF
MH
MPD
MuTOA
MUX
N/A
NBC
N-BNC
NCS
Federal Information Processing Standard Publication
Fiber Optic Connector Intermateability Standard
fiber optic inter-repeater link
unshielded twisted pair with overall foil
Federal Telecommunications Recommendation
full width half maximum
horizontal cross-connect
horizontal distribution area
heavy duty galvanized
heating, ventilation, and air conditioning
interconnecting bonding conductor
Intelligent Buildings Institute
intermediate cross-connect
integrated circuit
Insulated Cable Engineers Association
insulation displacement connector
International Electrotechnical Commission
The Institute of Electrical and Electronics Engineers
International Facility Management Association
insertion loss deviation
interim standard
integrated services digital network
International Organization for Standardization
International Telecommunications Union
Joint Technical Committee
key telephone system
local area network
longitudinal conversion loss
longitudinal conversion transfer loss
local exchange carrier
light emitting diode
media attachment unit
moves, adds and changes
main cross-connect
million circular mills
main distribution area
main distribution frame
maintenance hole
multiple plastic duct
multi-user telecommunications outlet assembly
multiplexer
not applicable
National Building Codes of Canada
n-type to BNC converter
National Communications System
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-3
GLOSSARIO
NEC
National Electrical Code
NEMA
National Electrical Manufacturers Association
NEXT
near-end crosstalk
NESC
National Electrical Safety Code
NFPA
National Fire Protection Association
NID
network interface device
NIR
near-end crosstalk to insertion loss ratio
NIST
National Institute for Standards and Technologies
NRTL
national recognized testing laboratory
NVP
nominal velocity of propagation
OC
optical carrier
OCC
other common carriers
OSP
outside plant
OTDR
optical time domain reflectometer
PBX
private branch exchange
PCB
printed circuit board
PDAM
proposed draft amendment
PDU
power distribution unit
PMD
physical layer medium dependent
PSACR-F power sum attenuation-to-crosstalk ratio far end
PSSCR-N
power sum attenuation-to-crosstalk ratio near end
PSAELFEXT power sum alien equal level far-end crosstalk
PSAFEXT power sum alien near-end crosstalk
PSANEXT power sum alien far-end crosstalk
PSELFEXT power sum equal level far-end crosstalk
PSFEXT power sum far-end crosstalk
PSNEXT power sum near-end crosstalk
PVC
polyvinyl chloride
R
resistance
REA
Rural Electrification Agency
RFI
radio frequency interference
RH
relative humidity
RL
return loss
RMS
rack mount space
SAN
storage area network
SC
(optical fiber connector) subscriber connector
SCC
Standards Council of Canada
SCFOC/2.5 duplex 568SC optical fiber connector
SC-D
duplex SC optical fiber connector
SCTE
Society of Cable Telecommunications Engineers
ScTP
screened twisted pair
SDH
synchronous digital hierarchy
SE
station equipment
SONET
synchronous transport model
SP
service provider
3-4
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
SRL
S/FTP
ST
STI
STM
STP
STP-A
TBB
TDR
TE
TEF
TGB
TIA
TMGB
TO
TP
TR
TS
TSB
UL
ULC
UPC
UPS
US
UTP
VoIP
WA
WAN
WAP
WiFi
WP
X
ZDA
structural return loss
overall braid screened cable with foil screened twisted-pair
(see BFOC/2.5)
surface transfer impedance
synchronous transport model
shielded twisted-pair
shielded twisted-pair (categorized to 300 MHz)
telecommunications bonding backbone
time domain reflectometer
telecommunications enclosure
telecommunications entrance facility
telecommunications grounding busbar
Telecommunications Industry Association
telecommunications main grounding busbar
telecommunications outlet
transition point
telecommunications room
telecommunications space
Telecommunication System Bulletin
Underwriters Laboratories
Underwriters Laboratories of Canada
universal product code
uninterruptible power supply
United States
unshielded twisted-pair
voice over internet protocol
work area
wide area network
wireless access point
wireless fidelity
waterproof outlet box
cross-connect
zone distribution area
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-5
GLOSSARIO
UNITÀ’ DI MISURA
A
dB
°C
°F
ft
g
g
GHz
Hz
in
J
kg
kHz
km
kN
kV
kVA
lbf
lx
m
mA
Mb/s
mg
MHz
mm
N
nF
nm
ns
pF
ppm
V
VCA
VCC
Vrms
µA
µg
µm

3-6
ampère
decibel
gradi Celsius
gradi Fahrenheit
piede
accelerazione di gravità
grammo
gigahertz
hertz
pollice
joule
chilogrammo
kilohertz
kilometro
kilonewton
kilovolt
kilovoltampère
libbre forza
lux
metro
milliampère
megabit al secondo
milligrammi
megahertz
millimetro
newton
nanofarad
nanometro
nanosecondo
picofarad
parti per milione
volt
volt corrente alternata
volt corrente continua
tensione quadratica media
microampère
microgrammo
micrometro o micron
ohm
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
GLOSSARIO
DEFINIZIONI
Applicazione multimediale
1.
Applicazione che comunica simultaneamente con più recettori sensoriali umani.
2.
Applicazione che comunica informazioni tramite vari supporti.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Armadio di distribuzione di campus
Distributore dal quale si diparte il cablaggio della dorsale di campus.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Armadio elettrico
Struttura di servizio a pavimento per alloggiare dispositivi elettrici, quadri e comandi.
L’armadio rappresenta l’interfaccia riconosciuta fra il montante della dorsale elettrica e la
relativa canalizzazione.
ATM
Asynchronous Transfer Mode (modalità di trasferimento asincrona). Tecnologia
selezionata da International Telecommunications Union (ITU, già CCITT) per l’ISDN a
banda larga. Questo protocollo di telecomunicazione è stata sviluppata dal Forum ATM
(Foster City, California) per la trasmissione a 155 Mb/s su coppie.
Attenuazione
Diminuzione in ampiezza del segnale di trasmissione fra due punti, espressa in dB,
equivalente al rapporto fra i livelli del segnale in uscita e in ingresso.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Attenuazione di accoppiamento
Rapporto fra l’energia trasmessa attraverso i conduttori e il picco massimo irradiato; tale
energia viene condotta e generata da correnti eccitate di modo comune.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Attenuazione di riflessione (Return Loss)
Rapporto espresso in dB fra la potenza del segnale in uscita e quella del segnale riflesso.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Balun
Dispositivo per trasformare la tensione non bilanciata in tensione bilanciata o viceversa.
(Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Barra di terra per telecomunicazioni
Punto di connessione comune per il sistema di telecomunicazioni e il collegamento degli
apparati a terra, situato nella sala telecomunicazioni o in quella apparati.
(Fonte ANSI/TIA/EIA-607)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-7
GLOSSARIO
Borchia (telecomunicazioni)
Alloggiamento che contiene connettori/prese per telecomunicazioni.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Borchia multiutente
Raggruppamento in un’unica posizione di più borchie telecomunicazioni.
(Fonte ISO/IEC11801)
Borchia telecomunicazioni
Un dispositivo di collegamento fisso dove termina il cavo orizzontale. La borchia
telecomunicazioni fornisce l’interfaccia per il cablaggio della postazione di lavoro. (Fonte
ISO/IEC 11801)
Borchia telecomunicazioni
Vedere Borchia, telecomunicazioni. (Fonte ANSI/TIA/EIA-568-A)
Cabinet
Contenitore per dispositivi di collegamento, terminazioni, apparecchi, cavi e attrezzature.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Struttura a incasso concepita per alloggiare componenti
telecomunicazioni. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
e
attrezzature
per
Cabinet T (per telecomunicazioni)
Contenitore utilizzato per la terminazione di cavi per telecomunicazioni, cablaggi e
dispositivi di collegamento con coperchio incernierato, di solito montato a livello della
parete. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Cablaggio
Combinazione di tutti i cavi, jumper, cordoni e hardware di connessione.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Sistema di cavi per telecomunicazioni, cordoni e hardware di connessione in grado di
supportare il collegamento di attrezzature informatiche. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cablaggio centralizzato
Configurazione di cablaggio dalla postazione di lavoro a un permutatore centrale, realizzata
mediante cavi pull-through, un’interconnessione o un giunto in sala telecomunicazioni.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cablaggio centralizzato in fibra ottica
Le tecniche per il cablaggio centralizzato in fibra ottica creano un canale combinato
orizzontale/dorsale. Dalle aree di lavoro, il canale raggiunge il permutatore centralizzato,
permettendo di utilizzare cavi pull-through o giunti. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cablaggio di dorsale
Hardware di cablaggio e collegamento che comprende i permutatori principale e intermedi
e i cavi installati fra i cabinet, le sale apparati e le strutture di ingresso.
Cablaggio generico
3-8
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Sistema di cablaggio strutturato per telecomunicazioni, in grado di supportare un’ampia
gamma di applicazioni. Può essere installato senza che si conoscano le applicazioni
richieste. L’hardware specifico per applicazione non fa parte del cablaggio generico. (Fonte
ISO/IEC 11801)
Cablaggio orizzontale
Un cavo che collega il distributore per pavimento alle borchie telecomunicazioni.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cablaggio fra connettore/presa per telecomunicazioni e permutatore di piano (compresi).
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cablaggio orizzontale (fisso)
Cavo che collega il distributore di piano al punto di consolidamento (CP) o, se il CP non è
presente, alla borchia telecomunicazioni (TO). (Fonte ISO/IEC 11801)
Campo di connessione
Unità o singolo elemento contenenti una o più strisce per la terminazione dei cavi.
esempio, un campo di connessione può essere costituito da un singolo:
Ad
• pannello patch a 24 porte,
• blocco di connessione a 100 coppie, S110
• modulo S66M1-50 a 50 coppie,
• pannello patch in fibra ottica.
Campus
Edifici e il terreno circostante dotati di interconnessioni contigue.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Sito comprendente uno o più edifici. (Fonte ISO/IEC 11801)
Canale
Percorso di trasmissione end-to-end fra due punti cui è collegato l’apparato specifico per
l’applicazione. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Percorso di trasmissione end-to-end che collega due componenti qualsiasi degli apparati
relativi alla specifica applicazione. I cavi di apparato e della postazione di lavoro sono
inclusi nel canale, ma non il connettore di interfaccia dell’apparato.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Canalina
Qualsiasi canalizzazione incassata, concepita per alloggiare fili o cavi.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Canalizzazione
Struttura per la posa di cavi per telecomunicazioni. (Fonte ANSI/TIA - 569 B) (Fonte
ISO/IEC 18010)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-9
GLOSSARIO
Canalizzazione con coperchio
Una canalizzazione per il contenimento del cavo dotata di coperchio rimovibile.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Canalizzazione di dorsale
Parte del sistema di canalizzazione che consente la posa di cavi fra l’ingresso e tutti i punti
di permutazione all’interno di un edificio e tra edifici.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Canalizzazioni di dorsale all’interno dell’edificio
Struttura di canalizzazione per il collegamento di sale di ingresso servizi esterni, sale
apparati e armadi per telecomunicazioni all’interno di un edificio.
(Fonte ISO/IEC 18010)
Canalizzazioni di dorsale tra edifici
Struttura di canalizzazione per interconnettere le sale o gli spazi di ingresso per
telecomunicazioni in vari edifici, come in un campus, nonché il confine della proprietà per
i collegamenti esterni alla sede. (Fonte ISO/IEC 18010)
Canalizzazioni orizzontali
Canalizzazioni per l’installazione di cavi dalla sala telecomunicazioni alla
presa della postazione di lavoro. Una struttura di canalizzazione orizzontale può essere
formata da vari componenti, quali vassoi, tubazioni, controsoffitti, pavimenti flottanti,
elementi di fissaggio non continui e sistemi perimetrali. (Fonte ISO/IEC 18010)
Cavi a coppie schermati
Cavo elettroconduttivo che comprende uno o più elementi schermati singolarmente. Se la
schermatura è completa, si definisce cavo a coppie completemente schermato.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cavi affasciati
Gruppo di due o più cavi singoli, di qualsiasi tipo o categoria conforme, legati insieme da
nastro per formare una struttura unitaria.
Cavi schermati
Gruppo di due o più elementi a coppie bilanciate o quarte protetti da una schermatura
completa contenuti in una guaina comune o tubo. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo
Gruppo di uno o più conduttori isolati o fibre ottiche, con una guaina protettiva.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Gruppo di una o più unità di cablaggio dello stesso tipo e categoria, con una guaina
complessiva. Può presentare una schermatura completa. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo aereo
Cavo per telecomunicazioni installato su un supporto aereo come pali, lati di edifici e altre
strutture. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
3-10
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Cavo bilanciato
Cavo che consiste in uno o più elementi conduttivi simmetrici metallici (coppie o moduli
quad). (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo bilanciato non schermato
Un cavo bilanciato privo di schermatura. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo bilanciato schermato
Un cavo bilanciato, dotato di schermatura completa e/o schermature per i singoli elementi.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo CP (Consolidation Point)
Cavo che collega il punto di consolidamento con le borchie telecomunicazioni.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo d’apparato
Cavo o gruppo di cavi utilizzato per collegare apparati per telecomunicazioni al cablaggio
orizzontale o di dorsale. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cavo di permutazione (patch cord)
Segmento di cavo con una spina a una o entrambe le estremità.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cavo, unità di cablaggio o elemento del cavo con connettori, utilizzato per il collegamento
al pannello patch. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo di terra
Conduttore non isolato posto a contatto elettrico con una schermatura. (Fonte ANSI/
TIA/EIA-568-B)
Cavo ibrido
Gruppo di due o più cavi di tipo o categoria diversi, ricoperti da un’unica guaina. Può
essere protetto da una schermatura completa. (Fonti ISO/IEC 11801 e ANSI/TIA/
EIA-568-B)
Gruppo di due o più unità di cablaggio e/o cavi di tipo o categoria diversi, protetto da una
guaina. Può presentare una schermatura completa. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo in fibra ottica (o cavo ottico)
Cavo comprendente uno o più elementi in fibra ottica. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo interrato
Cavo installato nel sottosuolo e che non è possibile rimuovere senza effettuare operazioni
di scavo. (Fonte ANSI/TIA - 569 B, ‘758)
Cavo interrato direttamente
Cavo installato nel sottosuolo e che non è possibile rimuovere senza effettuare operazioni
di scavo. (Fonte ISO/IEC 18010)
Cavo multicoppia
Cavo bilanciato comprendente oltre 4 coppie. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-11
GLOSSARIO
Cavo per dorsale di campus
Cavo che collega il distributore di campus ai distributori degli edifici. I cavi della dorsale di
campus possono anche collegare direttamente gli armadi di distribuzione degli edifici.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo per dorsale di edificio
Cavo che collega il distributore di edificio a un distributore di piano. Questo tipo di cavi è
inoltre in grado di collegare distributori di piano nello stesso edificio.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cella
Singola canalizzazione di un sistema di condutture a celle o sotto il pavimento.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Cella vuota
Spazio vuoto di un pavimento a celle, in metallo o cemento, senza raccordi installati dal
produttore. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Cemento precompresso
Tipo di costruzione rinforzata in cemento, nella quale l’acciaio viene posto in tensione e il
cemento viene compresso dopo l’indurimento. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Centralino privato (PBX)
Sistema di commutazione privato solitamente utilizzato in un’organizzazione, ad esempio
un’azienda, presso la sede del cliente. Tale dispositivo commuta le chiamate all’interno di
un edificio o della sede e all’esterno verso la rete telefonica; talvolta può fornire accesso a
un computer da un terminale dati.
Chiave di inserzione
Caratteristica meccanica di un connettore che garantisce l’orientamento corretto di un
collegamento o impedisce la connessione a un jack o adattatore per fibra ottica dello stesso
tipo, ma concepito per scopi diversi. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Caratteristica meccanica di un sistema connettore che garantisce la polarizzazione o
impedisce il collegamento a una presa o adattatore per fibra ottica incompatibile.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Circuito diretto
Canalizzazione o cavo senza punti di accesso intermedi. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cluster di aree di lavoro
Gruppo contiguo di aree di lavoro senza spazi intermedi.
Colata unica
Singola colata continua di un pavimento in cemento e delle colonne di un pavimento in un
edificio. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Collegamento (link)
Può essere un collegamento CP o permanente; vedere Collegamento CP o Collegamento
permanente. (Fonte ISO/IEC 11801)
3-12
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Percorso trasmissivo fra due punti, esclusi l’apparato terminale, i cavi della postazione di
lavoro e quelli d’apparato. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Collegamento con giunti
Collegamento permanente di parti metalliche per formare un percorso elettroconduttivo
che garantisca continuità elettrica e sia in grado di supportare, in modo sicuro, i livelli di
corrente previsti. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Collegamento duplex in fibra ottica
Elemento accoppiato, formato da due connettori e un adattatore duplex.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Collegamento permanente (Permanent Link)
Configurazione per il test di un collegamento, esclusi i cavi test e patch cord.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Percorso di trasmissione fra la borchia telecomunicazioni e il distributore di piano.
Esclude cavi di apparato e patch cord della postazione di lavoro, ma comprende ciascuna
estremità terminata. Può includere un collegamento CP (Consolidation Point). (Fonte
ISO/IEC 11801)
Collettore
Canalizzazione simile a una conduttura principale, ma solitamente di lunghezza inferiore,
per collegare tra loro varie condutture di distribuzione. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Colonna utenze
Canalizzazione estesa dal soffitto agli arredi o al pavimento concepita per fili elettrici, cavi
per telecomunicazioni o entrambi. (Fonte ANSI/TIA - 569 B) (Fonte ISO/IEC 18010).
Nota: utilizzabile anche per montare o alloggiare hardware di connessione.
Computer Room
Locale destinato prevalentemente al contenimento di sistemi di elaborazione dati
Condotta
1.
Singola canalizzazione incassata per conduttori o cavi.
Vedere anche conduttura, canalizzazione.
2.
Singola canalizzazione incassata per fili o cavi, di solito utilizzata in terreno o
cemento.
3.
Vano al cui interno è possibile il passaggio dell’aria. In genere fa parte del sistema
HVAC di un edificio. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Conduttore di collegamento per telecomunicazioni
Conduttore di interconnessione tra l’infrastruttura di collegamento per telecomunicazioni e
la terra dell’edificio. (Fonte ANSI/TIA/EIA-607)
Conduttura
(1) Canalizzazione di sezione trasversale circolare.
(2) Struttura contenente una o più condutture secondarie.
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-13
GLOSSARIO
(Fonte ANSI/TIA/EIA-568-A) e (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Nota: il termine conduttura si riferisce ai tubi sia in metallo (EMT) che non in metallo
(ENT).
Conduttura di alimentazione
Vedere Conduttura principale. (Fonte ANSI/TIA - 569 B) (Fonte ISO/IEC 18010)
Conduttura di distribuzione
Canalizzazione, di sezione trasversale rettangolare, posizionata all’interno o
immediatamente sotto la superficie di un pavimento finito e che consente di prolungare i
cavi o i fili per raggiungere una specifica postazione di lavoro. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Conduttura interna
Canalizzazione non metallica, solitamente circolare, all’interno di un’altra più grande. Nota
anche come sottoconduttura. (Fonte ISO/IEC 18010)
Conduttura principale
Canalizzazione a sezione trasversale rettangolare inserita nel pavimento per collegare
condutture o celle di distribuzione all’armadio telecomunicazioni. Spesso definita
conduttura di alimentazione o cunicolo. Un cunicolo è una conduttura di alimentazione
installata a livello del pavimento finito, dotata di protezioni rimovibili sull’intera lunghezza
e di divisori per separare i servizi. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Conduttura principale; Cunicolo; Conduttura di alimentazione
Un sistema di gestione cavi a sezione trasversale rettangolare inserito nel pavimento per
collegare le condutture di distribuzione all’armadio per telecomunicazioni (IT).
(Fonte ISO/IEC 18010)
Conduttura scorrevole
Conduttura sovradimensionata che si sposta agevolmente su una conduttura più piccola e
copre un vuoto o una parte mancante di quest’ultima.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Connessione
Dispositivo accoppiato o combinazione di dispositivi comprendenti terminazioni utilizzate
per collegare cavi o relativi elementi ad altri cavi, elementi o attrezzature specifiche per
applicazione. (Fonte ISO/IEC 11801)
Connettore duplex in fibra ottica
Dispositivo meccanico di terminazione concepito per trasferire potenza ottica fra due
coppie di fibre. (Fonte ISO/IEC 11801)
Connettore Small Form Factor
Connettore in fibra ottica concepito per alloggiare due o più fibre ottiche con almeno la
stessa densità di montaggio del connettore utilizzato per il cablaggio bilanciato.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Connettore duplex in fibra ottica con dimensioni simili a quelle di un connettore/presa
modulari a 8 posizioni, solitamente utilizzato per terminare cavi in rame a 4 coppie.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
3-14
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Connettore/presa (telecomunicazioni)
Dispositivo di collegamento presso la postazione di lavoro sul quale termina il cavo
orizzontale o quello d’utente. (Fonte ANSI/TIA-568-C, ‘570-A)
Connettore/presa di disconnessione ausiliari, (telecomunicazioni)
Dispositivo, normalmente nelle installazioni domestiche, utilizzato per terminare il cavo di
distribuzione o della dorsale. (Fonte ANSI/TIA/EIA-570-A)
Controsoffitto
Elemento che crea un’area o uno spazio tra il soffitto e la struttura soprastante. (Fonte
ANSI/TIA - 569 B) (Fonte ISO/IEC 18010)
Coppia
Elemento di cavo formato da due conduttori isolati e intrecciati fra loro in modo
particolare, per creare una linea di trasmissione bilanciata. (Fonte ISO/IEC 11801)
Coppie non schermate (UTP)
Elemento di cavo con una o più coppie di conduttori in rame isolati e intrecciati, uniti in
una singola guaina in plastica.
Coppie schermate (STP)
Struttura di cavo con una o più coppie di conduttori in rame isolati e intrecciati, circondati
da una treccia o lamina metallica e uniti in una singola guaina in plastica.
Cordone (telecomunicazioni)
Cavo, unità di cablaggio o elemento del cavo con almeno una terminazione.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Cavo che utilizza conduttori multitrefolo per garantire la massima flessibilità, come nei cavi
di distribuzione o di linea. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Cordone d’apparato
Cordone che collega un apparato all’armadio di distribuzione. (Fonte ISO/IEC 11801)
Cordone d’utente (postazione di lavoro)
Cavo che collega la borchia telecomunicazioni all’apparato terminale. (Fonte ANSI/
TIA/EIA-568-B) (Fonte ISO/IEC 11801)
Corrente vagante
Corrente di bassa intensità, insufficiente ad attivare i salvavita e pertanto in grado di
oltrepassarli senza essere rilevata. Questo tipo di corrente viene generato dal contatto fra le
linee di comunicazione e i circuiti di alimentazione CA oppure da induzione e può
provocare danni agli apparati a causa di surriscaldamento.
Crossover
Unità di giunzione sul punto di intersezione fra due vassoi di gestione cavi, canalizzazioni o
condutture (canaline) su piani diversi. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Cunicolo
Vedere Conduttura principale. (Fonte ISO/IEC 18010)
Dati
Informazioni codificate elettronicamente. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-15
GLOSSARIO
Decibel (dB)
Unità standard per esprimere il guadagno o la perdita in trasmissione, nonché i relativi
livelli di potenza.
Delay skew
Differenza nel ritardo di propagazione fra due coppie qualsiasi entro la stessa guaina.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Deviazione perdita di inserzione
Differenza fra perdita di inserzione misurata in un gruppo di componenti a cascata e quella
determinata semplicemente sommando le perdite di inserzione dei singoli componenti.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Diafonia (Crosstalk)
Rumore o interferenza provocati dall’accoppiamento elettromagnetico da un percorso di
segnale a un altro. Le prestazioni di diafonia sono solitamente espresse in decibel.
Dispositivo (postazione di lavoro)
Apparecchio, ad esempio un telefono, un computer o un terminale per video o grafica.
(Fonte ANSI/TIA-568-C) (Fonte ISO/IEC 18010)
Dispositivo di adattamento d’impedenza
Dispositivo che garantisce l’adattamento dell’impedenza tra l’apparato di trasmissione e il
cablaggio installato. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Dispositivo di distribuzione
Struttura all’interno dell’unità permanente per l’interconnessione o la permutazione.
(Fonte ANSI/TIA/EIA-570-A)
Dispositivo di protezione
Elemento, accessorio, unità o modulo protettivo.
Distributore
Indica un insieme di componenti (ad es. pannelli patch, cavi patch) utilizzati per collegare
cavi. (Fonte ISO/IEC 11801)
Distributore di edificio
Armadio di distribuzione nel quale terminano i cavi della dorsale di edificio e che consente
il collegamento dei cavi della dorsale di campus. (Fonte ISO/IEC 11801)
Distributore di piano
Armadio distributore utilizzato per collegare il cavo orizzontale e altri sottosistemi di
cablaggio o apparati. Vedere Sala telecomunicazioni. (Fonte ISO/IEC 11801)
Dorsale
Struttura (ad es. canalizzazione, cavi o conduttori) fra le sale telecomunicazioni o i terminali
di distribuzione a pavimento, le strutture di ingresso e le sale apparati all’interno o tra
edifici. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Dorsale all’interno dell’edificio (intrabuilding)
Cavi per telecomunicazioni della dorsale facenti parte del sottosistema di edificio che
collega un armadio all’altro. I metodi di installazione comprendono: soffitto, vassoio di
gestione cavi e condutture.
3-16
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Dorsale tra edifici (interbuilding)
Cavi per telecomunicazioni della dorsale che fanno parte del sottosistema campus e
collegano un edificio all’altro. La dorsale tra edifici può essere installata con i metodi
sotterraneo (in condutture), a interramento diretto, aereo o in tunnel.
Edificio a uso commerciale
Edificio, o parte dello stesso, a uso ufficio. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Efficiente messa a terra
Collegamento intenzionale a terra, realizzato tramite una o più connessioni di terra con
impedenza sufficientemente bassa e dotato di capacità di conduzione adeguate a impedire
l’accumulo di tensioni che potrebbero causare rischi indesiderati agli apparati collegati o
alle persone.
Electronic Industries Association (EIA)
Organizzazione di standardizzazione specializzata nelle caratteristiche elettriche e
funzionali dei dispositivi di interfaccia. L’organizzazione definisce gli standard per le
interfacce, onde garantire la compatibilità fra apparati di comunicazione dati e i terminali
corrispondenti.
Elemento del cavo
La più piccola unità strutturale (ad es. coppia, quad o fibra singola) di un cavo. L’elemento
può essere schermato. (ISO/IEC 11801)
Elettrodo di messa a terra
Conduttore, tipicamente asta, tubo o piastra (o gruppo di conduttori) a diretto contatto
con il suolo per fornire un collegamento a terra a bassa impedenza. (Fonte ANSI/TIA/
EIA-607)
ELFEXT = Telediafonia meno attenuazione
Misura dell’accoppiamento indesiderato di segnale da un trasmettitore all’estremità vicina
in un’altra coppia misurata all’estremità lontana e relativa al livello di segnale ricevuto.
Emissione con sovraccarico
Emissione controllata, nella quale la fibra sottoposta a test viene sovraccaricata per angolo
e posizione, in modo da simulare le emissioni LED. (Fonte ISO/IEC 11801)
Fascio di cavi
Gruppo di due o più cavi collegati in maniera continua tra loro a formare un’unità singola.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Fermacavo
Elemento tensore utilizzato per sostenere il peso del cavo per telecomunicazioni.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B, ‘570-A)
Fibra ottica monomodale
Fibra ottica che trasporta solo un percorso ottico. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Fibra ottica multimodale
Fibra ottica che trasporta più percorsi ottici. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-17
GLOSSARIO
Filo
Conduttore in metallo, solido o multitrefolo, isolato singolarmente.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Fornitore di accesso
Operatore di una struttura utilizzata per indirizzare i segnali di telecomunicazione da e
verso la sede del cliente. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Foro passante
Apertura, solitamente circolare, nella parete, a soffitto o sul pavimento che consente il
passaggio dei cavi. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Gestione
Metodo di etichettatura, identificazione, documentazione e utilizzo necessario per
implementare spostamenti, aggiunte e modifiche dell’infrastruttura di telecomunicazioni.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Metodologia per definire i requisiti della documentazione di un sistema di cablaggio e del
relativo contenuto, l’etichettatura degli elementi funzionali e il processo di registrazione di
spostamenti, aggiunte e modifiche. (Fonte ISO/IEC 11801)
Gestore telefonico locale (LEC)
Fornitore di telecomunicazioni (soggetto ai regolamenti locali) di servizi di accesso alla rete
switched pubblica. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Giunto
Unione permanente di più conduttori in una scatola di giunzione. (Fonte ANSI/TIA-568C)
L’unione di conduttori o fibre ottiche, in genere provenienti da guaine distinte.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Guaina (del cavo)
Protezione di conduttori o fibre ottiche che può includere uno o più componenti in
metallo, parti di rinforzo o rivestimenti. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Hardware di connessione (o di terminazione)
Dispositivo che fornisce terminazioni di cablaggio meccaniche (connettore).
(Fonte ANSI/TIA-568-C).
Dispositivo o combinazione di dispositivi utilizzati per collegare cavi o i relativi elementi.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Hub
Nelle reti LAN è il centro della topologia a stella; utilizzato nelle applicazioni ARCNET,
Ethernet e Token Ring. L’hardware dell’hub può essere attivo o passivo.
IEEE 802.3
Standard per il livello fisico che definisce una rete LAN con metodo di accesso CSMA/
3-18
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
CD su una topologia bus. 10BASE-T, Ethernet e Starlan seguono tutti lo standard 802.3.
In genere trasmettono a 10 megabit al secondo.
IEEE 802.5
Standard per il livello fisico che definisce una rete LAN con accesso tramite autorizzazione
(metodo token passing) su una topologia ad anello. Utilizzato dall’hardware Token Ring di
IBM. La velocità di trasmissione tipica è da 4 a 16 megabit al secondo.
Impedenza di trasferimento
Misura delle prestazioni di schermatura determinata dal rapporto fra la tensione sui
conduttori protetti da una schermatura e le correnti superficiali all’esterno della stessa.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Incasso
Apertura, solitamente rettangolare, nella parete, a soffitto o sul pavimento che consente il
passaggio dei cavi. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Infrastruttura (telecomunicazioni)
Insieme dei componenti per telecomunicazioni, esclusi gli apparati, che forniscono il
supporto di base per la distribuzione di tutte le informazioni all’interno di un edificio o di
un campus. (Fonte ANSI/TIA-568-C) (ISO/IEC 18010)
Ingresso alternativo
Struttura aggiuntiva per l’ingresso in un edificio che utilizza un altro instradamento per
diversificare il servizio e garantirne la continuità. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Ingresso antenna
Struttura di canalizzazione dall’antenna all’apparato collegato. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
(Fonte ISO/IEC 18010)
Ingresso d’edificio
Struttura che offre tutti i servizi meccanici ed elettrici necessari ed è conforme a tutti
regolamenti pertinenti all’ingresso dei cavi per telecomunicazioni in un edificio. (Fonte
ISO/IEC 11801)
Inserto
Apertura nella conduttura o cella di distribuzione dalla quale fuoriescono fili e cavi.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Intercapedine
Spazio tridimensionale all’interno di uno o più pavimenti di un edificio, utilizzato per
l’estensione e la distribuzione dei servizi (ad es. ascensori, lavanderie, vani scala, sistemi
meccanici, elettrici e per telecomunicazioni) in tutto lo stabile.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Interconnessione
Schema che garantisce la connessione diretta di cavi singoli con un altro cavo o il cavo di
un’attrezzatura, senza utilizzare cavi patch. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Interfaccia
Punto nel quale vengono effettuate le connessioni al cablaggio generico.
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-19
GLOSSARIO
(Fonte ISO/IEC 11801)
Interfaccia di rete esterna
Punto di demarcazione tra rete pubblica e privata. In molti casi l’interfaccia di rete esterna
è il punto di connessione fra le infrastrutture del fornitore di rete e il cablaggio presso la
sede del cliente. (Fonte ISO/IEC 11801)
Interfaccia di rete pubblica
Punto di demarcazione tra rete pubblica e privata. In molti casi l’interfaccia di rete pubblica
è il punto di connessione fra le strutture del fornitore di rete e il cablaggio presso la sede
del cliente. (Fonte ISO/IEC 11801)
Interferenza elettromagnetica (EMI)
Interferenza nella trasmissione o ricezione del segnale, causata dalle radiazioni di campi
elettrici e magnetici. Energia elettromagnetica irradiata o conduttura che determina effetti
indesiderati sulle attrezzature elettroniche o sulla trasmissione del segnale. (Fonte
ANSI/TIA-568-C)
Involucri
Elementi fissi o raccordi, aperti o chiusi, concepiti per alloggiare l’hardware di connessione.
(Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Jumper
Gruppo di coppie senza connettori, utilizzato per unire collegamenti/circuiti per
telecomunicazioni in corrispondenza del permutatore. (Fonte ANSI/TIA/EIA-568-A)
Cavo, unità di cablaggio o elemento del cavo, senza connettori, utilizzato per il
collegamento a un permutatore. (Fonte ISO/IEC 11801)
Lavori di ingegneria civile
Attività necessarie per preparare canalizzazioni e relativi sistemi, soprattutto all’esterno
degli edifici, prima dell’installazione dei cavi. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Messa a terra
Processo di collegamento di conduttori/contatti di terra di cablaggi, sistemi di
canalizzazione o componenti a un punto di messa a terra identificato all’interno della sede,
in conformità ai regolamenti locali o nazionali. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Collegamento conduttivo, intenzionale o accidentale, fra un circuito elettrico
(telecomunicazioni) o un’attrezzatura e terra, oppure con qualsiasi corpo conduttore che
funga da terra. (Fonte ANSI/TIA/EIA-607)
Mezzi trasmissivi (telecomunicazioni)
Fili, cavi o conduttori utilizzati per telecomunicazioni. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Modulo strutturale
Standard selezionato quale riferimento dimensionale per il progetto dell’edificio, ad es. un
multiplo di 100 mm (4”). (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Muffola
Dispositivo utilizzato per proteggere un giunto. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
3-20
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
NEXT = Paradiafonia
Accoppiamento indesiderato di un segnale da una coppia di fili a un’altra. Distorsione
derivante dall’accoppiamento del segnale fra una coppia e un’altra a diverse frequenze.
Pannello di permutazione (patch panel)
Gruppo di connettori concepito per alloggiare cavi patch. Facilita la gestione negli
spostamenti e nelle modifiche. (Fonte ISO/IEC 11801)
Sistema hardware di connessione che facilita la terminazione dei cavi e la gestione del
cablaggio utilizzando cavi patch.
Pavimento flottante
Sistema formato da pannelli di pavimentazione rimovibili e intercambiabili, supportati da
piedistalli o traversine (o entrambi), che permette di accedere all’area sottostante. (Fonte
ANSI/EIA/TIA-569-A) (Fonte ISO/IEC 18010)
Perdita di inserzione (Insertion Loss)
Deriva dall’inserzione di un dispositivo in un sistema di trasmissione e corrisponde al
rapporto fra la potenza fornita alla parte del sistema a valle del dispositivo prima
dell’inserzione e la potenza erogata alla stessa parte dopo l’inserzione. La perdita di
inserzione viene espressa in decibel. (Fonte ISO/IEC 11801)
Permutatore
Struttura che consente di terminare gli elementi dei cavi, con relativa interconnessione o
permutazione. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Permutatore IXI
Elemento che consente di terminare e permutare gli elementi dei cavi, solitamente
utilizzando cavi patch o jumper. I cavi in ingresso e uscita vengono terminati in punti fissi.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Permutatore di piano
Permutatore tra un cablaggio orizzontale e uno di altro tipo (ad es. orizzontale, dorsale o
apparato). (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Permutatore intermedio
Permutatore fra il cablaggio di primo e secondo livello della dorsale.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Permutatore principale
Permutatore tra i cavi di dorsale di primo livello, quelli di ingresso e quelli d’apparato.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Permutatore, orizzontale
Interconnessione tra un cablaggio orizzontale e uno di altro tipo (ad es. orizzontale,
dorsale, apparato).
Permutazione
Schema di connessione tra percorsi di cablaggio, sottosistemi e attrezzature, realizzato
mediante cavi patch o jumper che si collegano all’hardware di connessione a ogni estremità.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-21
GLOSSARIO
Plenum
Vano o camera al quale si collegano una o più condutture dell’aria e che fa parte del
sistema di distribuzione dell’aria. (Fonte ANSI/TIA - 569 B) (Fonte ISO/IEC 18010)
Polarità delle fibre ottiche
Le reti in fibra ottica solitamente trasmettono su una fibra e ricevono su un’altra. Da ciò
deriva il termine polarità. Tuttavia, trasmissione e ricezione dipendono dall’origine
geografica: a partire da una posizione specifica, la fibra di trasmissione diventa quella di
ricezione all’estremità più lontana.
Postazione di lavoro singola
Spazio minimo d’edificio che è possibile riservare per un utente.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Pozzetto
Struttura simile a una piccola cameretta, che tuttavia non consente l’ingresso di una
persona per l’esecuzione del lavoro. (Fonte ISO/IEC 18010)
Presa modulare (Jack)
Connettore/presa femmina per cavi, codificato o meno in conformità a FCC Part 68
Subpart F. Le prese modulari possono presentare posizioni per 6 o 8 contatti, ma non
occorre dotare di contatti tutte le posizioni.
Punch down
Metodo per connettere i conduttori a un modulo di terminazione, nel quale il filo isolato
viene collocato nella scanalatura del terminale e inserito a pressione con un tool apposito.
Quando il filo è in posizione, il terminale perfora l’isolamento del conduttore per realizzare
un collegamento elettrico e la lama del tool taglia il conduttore a misura. Detto anche “cut
down”.
Punto di consolidamento (CP)
Punto di connessione nel sottosistema di cablaggio orizzontale tra un distributore di piano
e una borchia telecomunicazioni. (Fonte ISO/IEC 11801)
Punto di demarcazione
Punto in cui cambia il controllo operativo o la proprietà. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Punto di demarcazione della rete
Punto di interconnessione tra le strutture per telecomunicazioni del gestore locale e il
cablaggio e l’attrezzatura dei sistemi di telecomunicazioni nella sede dell’utente finale.
Questo punto deve trovarsi sul lato di accesso del sistema di protezione della società
telefonica o in posizione equivalente, se una protezione non è necessaria.
Punto di ingresso (telecomunicazioni)
Punto di uscita del cablaggio per telecomunicazioni attraverso una parete esterna, un
pavimento o da una conduttura. (Fonte ANSI/TIA-568-C) (Fonte ISO/IEC 18010)
Punto di ingresso minimo
(1) Il punto utile più vicino alla posizione in cui le strutture del gestore attraversano il
confine della proprietà oppure (2) il punto utile più vicino all’ingresso delle strutture del
gestore in un condominio. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
3-22
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Punto di transizione
Una posizione nel cablaggio orizzontale dove il cavo piatto da inserire sotto il tappeto si
collega al cavo di sezione circolare. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Quarta
Elemento di cavo che comprende quattro conduttori isolati, intrecciati tra loro. Due
conduttori diametralmente opposti formano una coppia di trasmissione. Nota: i cavi
contenenti quarte sono intercambiabili con i cavi a coppie, purché le caratteristiche
elettriche soddisfino le stesse specifiche. (Fonte ISO/IEC 11801)
Raccordo di servizio
Borchia utilizzata per contenere i collegamenti per le telecomunicazioni nella postazione di
lavoro dell’utente. Vedere anche Inserto. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Raggio di curvatura minimo definitivo
Minimo raggio consentito per la curvatura di un cavo in posizione operativa.
(Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Raggio di curvatura minimo temporaneo
Minimo raggio consentito per la curvatura di un cavo durante l’installazione.
(Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Resistenza CC
Misura della capacità intrinseca di un componente di impedire il flusso della corrente
continua.
Riempimento
Sottile colata di cemento per incassare una conduttura sotterranea posta su un unico livello.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Sala apparati
Sala dedicata ad alloggiare gli armadi di distribuzione e gli apparati specifici per
l’applicazione. (Fonte ISO/IEC 11801)
Sala apparati (telecomunicazioni)
Spazio centralizzato, con condizioni ambientali controllate, dedicato agli apparati per
telecomunicazioni e che in genere contiene un permutatore principale o intermedio. La
sala apparati è diversa dall’armadio per telecomunicazioni a causa della natura e complessità
della strumentazione che ospita. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Sala o spazio di ingresso (telecomunicazioni)
Spazio in cui ha luogo il collegamento delle strutture della dorsale per telecomunicazioni
tra o all’interno degli edifici. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Sala telecomunicazioni
Spazio delimitato per alloggiare gli apparati per telecomunicazioni, le terminazioni dei cavi
e il cablaggio di permutazione; si tratta della posizione definita per il permutatore
orizzontale. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Spazio delimitato per alloggiare gli apparati per telecomunicazioni, le terminazioni dei cavi,
il permutatore. (Fonte ISO/IEC 11801)
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-23
GLOSSARIO
Saldatura esotermica
Metodo per unire in modo permanente due metalli, per mezzo di una reazione termica
controllata che crea un legame molecolare. (Fonte ANSI/TIA/EIA-607)
Sbilanciamento resistivo CC
Differenza tra i valori di resistenza di coppie adiacenti di oggetti
Schermatura
Strato metallico avvolto su un conduttore o un gruppo di conduttori. Nota: la schermatura
può essere la guaina metallica del cavo o lo strato metallico interno di una guaina in un
diverso materiale. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Sforzo di tiro
La forza di trazione applicabile a un cavo. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Sistema di canalizzazione
Aree o volumi dotati di contrassegni o raccordi all’interno delle canalizzazioni, concepiti
per alloggiare i cavi installati. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Sistema di distribuzione a soffitto
Sistema di distribuzione che utilizza lo spazio tra un controsoffitto e la superficie
soprastante. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Sistema dorsale
Comprende le canalizzazioni e gli spazi relativi, la dorsale e le terminazioni.
Sistema Poke-Thru
Dispositivi inseriti attraverso la soletta del pavimento per consentire l’installazione di cavi
orizzontali per telecomunicazioni. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Sistema tagliafuoco
Struttura specifica costituita da materiali (guarnizioni tagliafuoco) di riempimento delle
aperture a parete o a pavimento, da qualsiasi dispositivo che venga inserito nel muro o nel
pavimento, come cavi, vassoi, condutture, tubazioni, nonché da qualunque elemento di
terminazione, come le borchie elettriche, unitamente ai loro supporti.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Sito
Edifici, terreno e annessi sotto il diretto controllo del cliente.
(Fonte ANSI/TIA-568-C) (Fonte ISO/IEC 18010)
Soletta
Parte di un pavimento in cemento rinforzato sostenuta da travi.
(Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Soletta a terra
Pavimento in cemento collocato direttamente sul terreno, senza fondamenta o
intercapedine. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Spazio (telecomunicazioni)
Area utilizzata per l’installazione e la terminazione di dispositivi e cavi per
telecomunicazioni, ad es. sale apparati comuni, sale apparati, sale telecomunicazioni
3-24
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
comuni, sale telecomunicazioni, aree di lavoro e camerette/pozzetti. (Fonte ANSI/TIA 569 B) (Fonte ISO/IEC 18010)
Spazio terminale principale
Punto di interconnessione tra i cavi della rete per telecomunicazioni esterna e il sistema di
cablaggio del sito di riferimento. (Fonte ISO/IEC 18010)
Spazio utilizzabile a pavimento
Spazio del pavimento che è possibile utilizzare come postazione di lavoro.
ANSI/TIA - 569 B)
(Fonte
Spina modulare (Plug)
Connettore maschio per cavi, codificato o meno in conformità a FCC Part 68
Subpart F. Le spine modulari possono presentare posizioni per 4, 6 o 8 contatti, ma non
occorre dotare di contatti tutte le posizioni.
Struttura aerea
Componente della struttura di ingresso che comprende pali, fermacavo e sistema di
supporto. (Fonte ISO/IEC 18010)
Struttura di ingresso (telecomunicazioni)
Ingresso di edificio per i cavi dei servizi di rete sia pubblici che privati (comprese le
antenne per servizi wireless), dal punto di ingresso nello stabile fino alla sala o area di
ingresso. (Fonte ANSI/TIA-568-C) (Fonte ISO/IEC 18010)
Telaio
Struttura aperta concepita per il montaggio di componenti e attrezzature per
telecomunicazioni. (Fonte TR 14763-2 ©ISO/IEC:2000(E))
Telaio di distribuzione
Struttura con terminazioni per collegare il cablaggio permanente di un’installazione, in
modo che sia possibile implementare rapidamente connessioni o interconnessioni. (Fonte
ANSI/TIA-568-C)
Telecommunications Industry Association (TIA)
Organizzazione di standardizzazione specializzata, tra le altre attività, nelle caratteristiche
elettriche e funzionali degli apparati di interfaccia. L’organizzazione definisce gli standard
per le interfacce, onde garantire la compatibilità fra gli apparati di comunicazione dati e i
terminali.
Telecomunicazioni
Qualsiasi trasmissione, emissione e ricezione di segni, segnali, testi, immagini e suoni,
ovvero informazioni di qualunque tipo, tramite sistemi via cavo, radio, fibre ottiche o
elettromagnetici. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Settore tecnologico che riguarda trasmissione, emissione e ricezione di segni, segnali, testi,
immagini e suoni, ovvero informazioni di qualunque tipo, tramite sistemi via cavo, radio,
fibre ottiche o elettromagnetici. Il termine telecomunicazioni non ha valore legale
nell’accezione in cui viene impiegato nel presente documento internazionale.
(Fonte ISO/IEC 11801)
Telediafonia meno attenuazione
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-25
GLOSSARIO
Misura dell’accoppiamento indesiderato di segnale da un trasmettitore all’estremità vicina
in un’altra coppia misurata all’estremità lontana e relativa al livello di segnale ricevuto.
Terminale
a)
Punto nel quale le informazioni possono entrare o uscire da una rete per
telecomunicazioni;
b)
Apparato I/O (di ingresso e uscita);
c)
Dispositivo mediante il quale è possibile collegare fili tra loro.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Terminazione a T
Collegamento che consente di utilizzare la stessa coppia di cavi in vari punti di
distribuzione. (Fonte ANSI/TIA-568-C)
Tiracavi
Cordone o filo inserito in una canalizzazione e utilizzato per far passare i cavi all’interno di
tale struttura. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Topologia
Disposizione fisica o logica di un sistema per telecomunicazioni.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Topologia a stella
Topologia in cui ogni connettore/presa per telecomunicazioni viene cablato direttamente
al dispositivo di distribuzione. (Fonte ANSI/TIA - 569 B)
Traccia del cavo
Segmento di cavo installato che può includere altri componenti lungo il suo percorso.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
Trunk (Tronco di linea)
Tratto di linea di comunicazione fra due sistemi di commutazione. Per “sistema di
commutazione” normalmente si intende un apparato di centrale (presso la società
telefonica) e dei PBX (centralini). Un tronco di collegamento connette due PBX. I tronchi
di linea di centrale collegano un PBX al sistema di commutazione della centrale stessa.
Unità ad accesso multiplo (MAU)
Concentratore di cablaggio utilizzato nelle reti LAN. Dispositivo che consente di collegare
terminali, computer, stampanti e altri dispositivi in una configurazione a stella. L’hardware
MAU può essere attivo o passivo.
Unità di cablaggio
Singolo gruppo di uno o più elementi di cavo, dello stesso tipo e categoria. L’unità di
cablaggio può essere schermata. Un’unità di cablaggio può essere, ad esempio, uno dei
tubetti di un cavo a fibre ottiche .
Utente finale
Il proprietario o l’utente dei sistemi di cablaggio del sito di riferimento.
(Fonte ANSI/TIA-568-C)
3-26
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
GLOSSARIO
Velocità nominale di propagazione (NVP)
Coefficiente utilizzato per determinare la velocità di trasmissione lungo un cavo rispetto
alla velocità della luce nel vuoto.
Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS-1821-01 Rev. M
3-27
Scarica