x internet.fh11

annuncio pubblicitario
IL SETTIMANALE DEL TEMPO LIBERO
Periodico associato alla
“Unione Stampa Periodica Italiana”
il sommario
anno XVI/numero 43
settimanale - dal 12 al 18 dicembre 2008
6
Alla corte
del re cafone
MATTEO SALVATORE, IL RE
DELLA NOSTRA MUSICA FOLK
VIENE CELEBRATO CON UN
PREMIO A LUI INTITOLATO
CHE VERR¸ CONSEGNATO
A NICCOLæ FABI E AD ALTRI
MUSICISTI ITALIANI.
10
TEATRO/Gullotta
l’onesto
LEO GULLOTTA, DOPO IL SUCCESSO OTTENUTO ALL’ELISEO DI
ROMA, PORTA A SAN SEVERO IL SUO PIRANDELLO
22
MUSICA/Le
26
ARTE/L’arte
28
AGENDA/Torna
voci del Natale
LA RASSEGNA ASSAGGI DI MUSICA ESPLORA LA MAGIA DEI
CANTI NATALIZI TRADIZIONALI
come divertissement
A LUCERA, UNA MOSTRA RIVISITA LE AVVENTURE DELL’EROE
ULISSE ATTRAVERSO IL SEGNO DEL CALABRESE PINO PROCOPIO
Telethon
LA RICERCA SULLE MALATTIE GENETICHE RARE HA UN ALLEATO
INFALLIBILE, LA RACCOLTA DI FONDI PROMOSSA DA TELETHON
Chiuso in redazione il 9 dicembre 2008
5
copertina
Un premio
per ricordare
un re cafone
Sabato 13 dicembre
farà particolarmente caldo
al Teatro del Fuoco:
Niccolò Fabi, Folkabbestia,
Enzo Avitabile, i Favonio
e altri musicisti
riceveranno il premio
intitolato a Matteo Salvatore
di Domenico De Felice
Foggia Che Matteo Salvatore non
fosse uomo da battesimo sulle rive del
Giordano te ne accorgevi piuttosto facilmente: burbero, scontroso, facilmente
irritabile e, nell’ultimo periodo, pure
pieno di catarro. Nella malattia era diventato ancora più duro e pure rude,
ma con le idee sempre chiare, quasi le
vedessi luccicare dietro ai suoi occhi
appannati da Ofidio.
Eppure, quando si aveva l’opportunità
QUESTO PREMIO SOTTOLINEA L ASSENZA
DI RISTAMPE O RACCOLTE CHE RENDANO FRUIBILE
IL PATRIMONIO DI MATTEO SALVATORE
6
di conoscerlo o di accostarsi seppur
brevemente alla sua storia, risultava un
personaggio struggente e dolce, un poeta misurato e accorto, musicalmente
raffinato. Un cantastorie, un artista venuto fuori dalla fame, dalla miseria,
cresciuto dalla propria sregolatezza,
pasciuto dalla furbizia che lo portava
– agli esordi di carriera – a vendere
come esclusive canzoni che in realtà
faceva pubblicare contemporaneamente
ad almeno un paio di case discografiche
differenti (che, a voler essere sinceri,
erano almeno quattro).
Un uomo forgiato dalla vita per strada
o nelle baracche, dagli espedienti per
la sopravvivenza nel dopoguerra, dal
carcere e dalla fortuna insperata.
L’ospite più atteso,
Niccolò Fabi
C’è chi dice che non esistono sinonimi: ogni parola
ha la capacità di fotografare esattamente il concetto
che intendiamo esprimere meglio di qualsiasi altra.
Poi, c’è chi fa di questo concetto uno stile di vita,
scegliendo i suoi vocaboli con la stessa cura con
la quale si sistemano dietro l’orecchio i capelli della
persona amata. E c’è chi sa giocare con i capelli
come nessun altro. Niccolò Fabi, quarantenne,
cantautore, laureato in filologia romanza con tesi
in codicologia.
Scorrendo le track che compongono i suoi otto album,
molti potranno riconoscere pezzi di pregiata fattura
e che, nonostante tutto, hanno riscontrato un notevole
successo da parte del pubblico e dagli addetti ai
lavori: canzoni come Capelli (il Premio della Critica
a Sanremo Giovani del 1997), Rosso, Lasciarsi un
giorno a Roma, Vento d’Estate (cantata con Max
Gazzè, vince il Disco per l’estate), Il negozio di
antiquariato, Costruire, Oriente, Mi piaci come sei
(scritta con Jarabe de Palo). L’ultimo lavoro di Niccolò
Fabi è Violenza 124, un concerto a sette voci, un
progetto che permette ad artisti di culture musicali
e sensibilità differenti di impegnarsi, sporcandosi le
mani, per un fine comune.
Uno di quelli che non si farebbe fatica,
invece, a vedere battezzato sulle rive
scure e feconde del Mississipi in Lousiana, magari proprio a New Orleans,
una città che l’avrebbe accolto maternamente per ostentarne quella produzione così variegata, fatta di uno stile
nuovo e slegato da qualsivoglia tradizione preesistente.
Proprio al Principe di Apricena è dedicato l’appuntamento di sabato 13 dicembre (alle 21.00) quando a Foggia,
presso il Teatro del Fuoco (mai elemento gli fu più adatto), gli sarà tributata la quarta edizione del Premio
Matteo Salvatore, premio fortemente
voluto da Angelo Cavallo (www.suonidalmondo.net), amico e presenza costante accanto a Salvatore.
Il premio è una festa vera e propria,
l’unica attualmente dedicata alla memoria del cantastorie, che nel corso
degli anni ha visto avvicendarsi numerosissimi artisti e che vedrà, quest’anno,
la presenza e la premiazione di Niccol
Fabi, Enzo Avitabile, T tes De Bois,
Folkabbestia, Umberto Sangiovanni
e Daunia Orchestra, Chiara Armien-
to, Leo Mansueto e i Favonio.
Un’occasione per costruire un percorso
della memoria che celebri Salvatore.
Una serata che sottolinea la mancanza
di ristampe o raccolte che rendano fruibili i capolavori del talento di Apricena.
Un momento per ricordare che quando
nel 2005 il Re è morto, se n’è andato
zitto. A piedi scalzi.
i: 0881.708648
Il Premio in tv
Teleradioerre trasmetterà in
diretta la quarta edizione del
premio intitolato a Matteo
Salvatore.
Sintonizzandosi con l’emittente foggiana a partire dalle
21.00 sarà possibile seguire
la consegna dei premi e le
esibizioni dei musicisti che
parteciperanno alla serata (i
canali sono 41 e 59).
È possibile seguire la diretta
anche in streaming sul sito
internet di Teleradioerre.
i: www.teleradioerre.it
7
Gli altri ospiti del Premio
Enzo Avitabile
Braccio destro di James Brown durante le sue apparizioni
europee, Enzo Avitabile nasce nel 1955 a Napoli. A sette
anni è già in giro tra i vicoli in riva al golfo con il suo
inseparabile sax. Un diploma in flauto traverso al Conservatorio di San Pietro a Majella e la prima, storica collaborazione con Pino Daniele nell’album Nero a metà, datato
1980. Due anni dopo, il primo disco dal titolo Avitabile
sintetizza il suo modo di intendere il blues e la musica
tutta. Nel 1986 pubblica uno dei suoi più noti lavori, S.O.S.
Brothers, la cui copertina è affidata all’estro di Andrea
Pazienza.
Têtes de Bois
Band romana, i Têtes de Bois sono capeggiati da Andrea
Sacca (voce), con Carlo Amato (contrabbasso, computer e
campionamenti), Luca De Carlo (tromba), Angelo Pelini
(pianoforte, tastiere e fisarmonica), Maurizio Pizzardi
(chitarre) e Lorenzo Gentile (batteria e percussioni). Nel
2002 si aggiudicano il Premio Tenco con l’album Ferré,
l’amore e la rivolta, mentre nel 2007 salgono sul palco di
Sanremo al fianco di Paolo Rossi, con il brano In Italia
si sta male. Sono tra gli ideatori del Festival Stradaiolo.
Folkabbestia
Attivi dal 1994, i Folkabbestia travolgono, con il loro folkrock atipico, tutto ciò che incontrano. Dal 2003 il loro
nome è annotato sul libro dei Guinness, dopo aver suonato
per ben 30 ore lo stesso brano, strappando il primato a
Elio e le storie tese. La band barese è formata da Lorenzo
Mannarini (chitarra e voce), Nicola De Liso (batteria),
Francesco Fiore (basso), Fabio Losito (violino), oltre a
Pietro Santoro (fisarmonica) e Simone Martorana (chitarra).
È da poco uscito il loro ultimo album, dal titolo Il segreto
della felicità.
Umberto Sangiovanni
Nato a Foggia nel 1963 e residente a Roma, Umberto
Sangiovanni, pianista jazz, fisarmonicista e compositore,
si è già esibito sui prestigiosi palchi del Roma Jazz Festival,
Umbria Jazz e Dolce Vita Jazz Festival. Da quasi dieci
anni, supportato dalla sua Daunia Orchestra, sta curando
e promuovendo un originale progetto di recupero delle
tradizioni popolari daune, legate ai canti contadini. È stato
già autore di musiche per i noti programmi televisivi La
macchina del tempo e Geo & Geo.
Chiara Armiento e Leo Mansueto
Chiara Armiento e Leo Mansueto, corista la prima e
chitarrista il secondo, hanno entrambi avuto la fortuna
di affiancare Matteo Salvatore durante i suoi ultimi anni
di vita, esibendosi durante i suoi recital e partecipando
al suo lavoro discografico: La luna aggira il mondo e voi
dormite. Porteranno sul palco i ricordi di questa incredibile
esperienza professionale e umana.
Favonio
La band foggiana guidata dalla voce di Paolo Marrone
nasce nel 2002 dopo l’incontro di musicisti provenienti
dalle più diverse esperienze musicali. Soltanto un anno
dopo, partecipano alla finale di Spazio Giovani
aggiudicandosi il premio speciale Gazzetta del Mezzogiorno,
con il brano Dolcevita. Nel 2004 vincono il Bologna Music
Festival. Da pochi mesi è uscito l’ultimo disco dal titolo
Come instabili ballerini, distribuito dall’etichetta Preludio.
8
teatro
Gullotta
l’onesto
Leo Gullotta torna a teatro
per interpretare Angelo Baldovino,
il protagonista della commedia
di Luigi Pirandello
Il piacere dell’onestà
di Luigi Lioce
LEO GULLOTTA
SAN SEVERO Dopo “L’uomo, la bestia
e la virtù” portato in giro per i teatri
italiani nel 2005 e dopo 45 anni dalla
sua prima pièce pirandelliana, Leo Gullotta torna a teatro per interpretare Angelo Baldovino, il protagonista della commedia del Nobel siciliano Il piacere
dell onest , in scena al teatro comunale
Giuseppe Verdi di San Severo luned
15 dicembre alle 21.00. Attore di talento, premiato dall’affetto del pubblico e
dai riconoscimenti degli addetti ai lavori,
David di Donatello come miglior attore
non protagonista per “Il camorrista” di
Tornatore, Nastro d’argento e Ciak d’oro
per il suo ruolo nel film Vajont, Leo Gullotta, catanese, classe 1946, non ha mai
nascosto l’amore per i testi pirandelliani,
per la loro capacità di essere attuali ancora oggi a distanza di decenni. Non a
caso sceglie di mettere in scena Il piacere
dell’onestà, commedia in tre atti scritta
nel 1917 e ispirata alla novella Tirocinio
sempre dell’autore di Agrigento, Girgenti
in siciliano, che tanto successo ha riscosso
al Teatro Eliseo di Roma. Il testo presenta
la storia di un uomo ritenuto amorale al
quale viene chiesto dal marchese Colli di
sposare Agata, ragazza di buona famiglia
incinta del nobile, a sua volta già accasato. L’idea del marchese si rivela controproducente, il matrimonio di facciata non
reggerà a lungo in quanto Angelo prenderà
molto sul serio il suo ruolo, dimostrandosi
onesto fino in fondo, nonostante i tiri man-
cini del nobiluomo. Ancora una volta vengono strappate vie tutte le maschere dei
personaggi, criticata la società borghese
attenta all’apparire e ligia alla morale, ma
logora dentro e alla quale si contrappone
l’onesto, il diverso, l’anomalia, colui che
non si omologa, disposto all’incontro o
allo scontro, ma sempre in nome
dell’autenticità. Allo spettacolo, musicato
da Germano Mazzocchetti, prendono
parte anche Marta Richeldi, Martino
Duane, Paolo Lorimer, Mirella Mazzaranghi, Antonio Fermi, Federico Mancini
e Vincenzo Versari. i: 0882. 241323
LEO GULLOTTA SCEGLIE DI INTERPRETARE
LE COMMEDIE DEL CONTERRANEO PIRANDELLO
PER LA LORO CAPACITÀ DI ESSERE SEMPRE ATTUALI
Esperimento teatro
Manfredonia Uno spettacolo dedicato ai bambini,
d’aspetto e di animo, e due pièce di teatro d’innovazione
sono in scena questa settimana sul palco del Teatro
Comunale di Manfredonia. Si volerà con l’immaginazione
grazie a La Leggenda di Peter Pan della compagnia
Cerchio di Gesso domenica 14 dicembre alle 18.00.
Mentre, giovedì 12 dicembre, alle 21.00, la compagnia
Nasca teatri di Terra ripropone Oggi sposi, scritto da
Ippolito Chiarello e musicato da Luigi Bubbico, uno
spettacolo che attraverso i modi dell’avanspettacolo e
un registro comico-grottesco effettua un lavoro di ricerca
sulle visioni del matrimonio. Marco Baliani, per la
rassegna Teatro d’Innovazione, porta sul palco sipontino
- giovedì 18 dicembre alle 21.00 - un atteso adattamento
del testo di Curzio Malaparte. La pelle è un progetto
nato dalla collaborazione del Teatro Mercadante di Napoli
e del teatro Metastasio Stabile della Toscana, un lavoro
che riflette sulla pelle come metafora di qualcosa di più
profondo e oscuro. i: 0884.519710
MARCO BALIANI
10
Limoni
al gelo
In scena questo weekend
al Teato dei Limoni
il secondo spettacolo
della stagione Giallocoraggioso,
Nel bel mezzo di un rigido inverno
di Luigi Lioce
FOGGIA Uno spettacolo teatrale non è solo
la messa in scena di un testo: il giorno del
debutto di fronte alla platea si celebra,
qualunque sia il grado di apprezzamento
del pubblico, una vittoria. Bisogna superare
difficoltà organizzative, logistiche, economiche, smussare quegli attriti che spesso vedono protagonisti attori capricciosi, tutto
per amore di una forma d’arte che nonostante abbia perduto la funzione sociale e
culturale di un tempo, conserva un fascino
unico capace di conquistare interpeti e
spettatori. I retroscena, le nevrosi degli attori
e i mille problemi relativi all’organizzazione
di una rappresentazione vengono raccontati
con ironia dalla seconda pièce del cartellone
Giallocoraggioso che vede, alle 21.00 di
venerd 12, sabato 13 e domenica 14
dicembre, la compagnia del Teatro dei
Limoni e alcuni allievi del Laboratorio
Sperimentale Indipendente dello stesso
teatro di via Giardino – diciotto protagonisti
in tutto - interpretare un gruppo di attori,
di un piccolo e desolato paesino, alle prese
UNO SPETTACOLO METAFORA DI VITA
LA BONARIA FOLLIA DI UN REGISTA
ACCECATO DALL’AMORE PER IL TEATRO
12
con l’Amleto. Liberamente tratto dal testo
di Kenneth Branagh, che nel 1995 lo trasforma in un film, Nel bel mezzo di un
gelido inverno – adattato e diretto da
Roberto Galano – muove dalla decisione
dell’attore e regista Joe Harper di mettere
su, con l’aiuto della sua assistente, la tragedia shakespeariana per eccellenza e allestirla nel suo borgo natio. Uno spettacolo
metafora di vita. Una chiesa abbandonata
che diventa la location della pièce, un sparuto gruppo di attori decisamente sui generis, la bonaria follia di un regista, dai modi
grotteschi e surreali, accecato dall’amore
per il teatro e ostinato a portare a in scena
il suo spettacolo, nonostante si trovi nel bel
mezzo di un rigido inverno.
i: www.teatrodeilimoni.it; 347.6462134
Un amore
così
Manuela Villa
è la cantattrice della commedia
in scena Teatro dell’Opera
di Luigi Lioce
LUCERA Gigi Sammarchi e Andrea Roncato, duo comico romagnolo di grande popolarità negli anni Ottanta - nove volte su dieci
riproponevano la gag della madre, con tanto di ferri e maglia, che
raccontava le disavventure del figlio - tornano a recitare assieme
grazie alle pièce scritta dal direttore dei periodici della Cairo Editore
Sandro Mayer e tratta dal suo libro Un amore grande grande,
ovvero matrimonio d’amore alla spagnola. La commedia, in scena
al Teatro dell Opera di Lucera venerd 12 dicembre alle 21.00,
tiene a battesimo come attrice la cantante Manuela Villa, al secolo
Manuela Maria Garofano Pica - figlia naturale del reuccio della
canzone italiana Claudio Villa - artista dalla gavetta ventennale e
vincitrice della quinta edizione del reality L’isola dei Famosi (che
ormai fa curriculum). La pièce, diretta da Antonello Capodici, ha
è incentrata sull’amore del travestito Wanda, soubrette capace
di incantare le platee, ma in difficoltà quando deve gestire il
suo privato, che decide durante una tournèe in terra iberica di
mettere su famiglia. A lei si affianca la cameriera Rosaria
(Manuela Villa) capace di trasformarsi, grazie alla sua splendida
voce, in una regina del palcoscenico. I diversi travestimenti,
fisici e caratteriali, le ambientazioni spagnoleggianti e l’autoironia
dei personaggi, danno vita a uno spettacolo leggero ma non
privo di spunti di riflessione; una commedia dagli echi, neanche
troppo celati, di stampo almodovariano. i: 0881.318040
Mare d’inverno
Vico del Gargano Giovedì 18 dicembre, alle 21.00,
il Teatro Comunale di Vico del Gargano ospita Senza
nome fra mare e terra, un canto per le genti che
cercano fortuna, scritto da Gigi Borruso e musicato
da Umberto Sangiovanni. Lo spettacolo, che rientra
nella progetto A teatro d’Inverno, è dedicato al tema
delle migrazioni contemporanee. Due artisti meridionali raccontano le cronache di gente alla deriva
tra le sponde del mediterraneo attraverso testimonianze, inchieste e le parole di Omero, Gibran,
Castelli e Jallud. i: 0881.663147
14
Dall’altro
lato del letto
Al Mercadante va in scena una commedia
brillante all’insegna degli equivoci.
Nel cast Vittoria Belvedere e Lorenza Mario
di Domenico De Felice
CERIGNOLA Occhi sgranati e lingue felpatissime domenica
14 dicembre, al teatro Mercadante di Cerignola, per L altro
lato del letto, spettacolo teatrale tratto da un adattamento
dall’omonimo film spagnolo di Emilio Martínez-Lázaro del 2002
candidato, tra l’altro, a ben sei premi Goya e vincitore di tre
premi dal Festival de Malaga Cine Espagnol.
Risultato dell’elaborata trasposizione è una commedia brillante,
con protagoniste assolute le due sgambatissime Vittoria Belvedere (omen nomen, amen!) e Lorenza Mario (indimenticabile
ballerina del Bagaglino) presenti sul palco per cantare, recitare
e ballare per, poi, spogliarsi e rivestirsi in continuazione - tra
un’uscita di scena e un tuffo sotto le lenzuola - fino all’ossessione
maniacale delle prime file.
Gioia dei voyeuristi già nel passato (Vittoria indimenticabile in
Graffiante Desiderio e Lorenza consegnatasi a Youtube con un
serie infinita di upskirt da cardiopalma), le due ragazzone ci
mettono anima e cuore (fuggi malizia...) per interpretare una
commedia aeriforme, giocata su equivoci, spasimanti insidiosi,
bugie e insoddisfazioni delle dinamiche relazionali solide e solite
di due coppie asfittiche. Notevole l’alternanza di comprimari a
metà tra burla e gusto del grottesco, che incidono positivamente
nel clima della commedia, senza alcuna pretesa di risultare
credibile, esattamente come avveniva per il film.
Assieme a loro, sullo stesso palco e nello stesso letto, anche
Augusto Fornari e Michele La Ginestra, dei quali risulta
apprezzabile lo sforzo recitativo a metà tra ironia e sfacciataggine.
16
cultura
Vieste,
un romanzo
Pietro Cimino ambienta nel centro garganico
le vicende del suo libro,
che verrà presentato
nella serata di venerdì 12 dicembre
del circolo culturale La Merlettaia
FOGGIA Anche quando è invasa dai turisti, quando le chianche del centro storico
vengono sfiorate da ciabatte di plastica
e pelli ancora unte di olio solare, Vieste
conserva un suo fascino riservato, una
bellezza segreta che sfugge anche ai suoi
più assidui frequentatori. È un volto che
rivela a pochissimi, a quei pochi che sanno
dialogare con le sue ombre pomeridiane,
con gli improvvisi affacci sul mare aperto,
con quei vicoli che sembrano l’intestino
di un animale ferito.
Vieste ha saputo rivelarsi anche a un artista
e architetto, una persona che solitamente
scolpisce materiali pesanti come la pietra
e disegna forme in cui muoversi o abitare,
e questa rivelazione è stata così forte e
abbacinante da portarlo a scolpire con le
parole dando vita a un libro.
ANCHE QUANDO Ø INVASA DAI TURISTI
VIESTE CONSERVA UN FASCINO RISERVATO,
UNA BELLEZZA SEGRETA E INSOLITA
La protagonista del libro è Vieste,
l’autore è Pietro Cimino. Il libro è Il
Romanzo di Vieste (Claudio Grenzi
Editore, 144 pagine, 12 euro). Eloquentissimo il sottotitolo: quasi una guida,
quasi un giallo, quasi una rivelazione.
Un gruppo di amici trascorre una vacanza in quella che giustamente viene definita dai più la perla del Gargano, e
questo incontro in una città così pregna
di suggestioni diventa il canovaccio sul
quale vengono tessute le pagine del
romanzo, nonché lo spunto per raccon-
Sotto una campana di vetro
Manfredonia Tipica espressione dell’artigianato locale e della devozione
popolare, i santi sotto una campana di vetro riescono a comunicare il
volto di un intero territorio e del suo rapporto con la fede. Alle 17.30
di sabato 13 dicembre, a Manfredonia, verrà inaugurato il Museo dei
Santi sotto campana, la cui apertura è stata resa possibile dal GAL DaunoOfantino. Il museo è ospitato dalla Cappella della Maddalena del Chiostro
di Palazzo San Domenico, sede del comune sipontino. La raccolta comprende 31 campane, sotto le quali sono conservate sculture in cartapesta
o in terracotta (le vesti dei santi, invece, sono in tessuto) o addirittura
in alabastro, come i due pezzi più preziosi, ambedue raffiguranti
l’Arcangelo Michele che sul Gargano è oggetto di una devozione millenaria.
Il giorno dell’inaugurazione, l’esposizione resterà aperta fino alle 21.00,
mentre il giorno successivo (domenica 14 dicembre) il museo resterà
aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00. i: 0884.588488
18
tare le tradizioni, la fede, le abitudini
di una cittadina che rimane fieramente
legata alla sua identità, al suo dialetto,
ai suoi ritmi nonostante la sua natura
di meta turistica tra le più visitate del
promontorio.
Cimino è nato a Roma, ma vive tra Foggia
e Vieste. Il suo romanzo non poteva, quindi, non essere presentato anche ai lettori
foggiani. Tutto questo avverrà venerd
12 dicembre, alle 19.00, negli ambienti
del circolo culturale La Merlettaia, in
via Arpi 79. i: www.lamerlettaia.it
Lì giù,
la Puglia
Una mostra fotografica
vede protagonista Luca De Napoli
e le sue immagini
realizzate dall’alto
di Adriana Salvatori
MANFREDONIA Giunta al suo secondo
anno, la mostra del cinema documentario
sui paesaggi dell’uomo e della natura
Tesori di Puglia, organizzata dalla Regione Puglia e dalla città di Manfredonia,
ospiterà da sabato 13 a sabato 20
dicembre, nelle sale del Palazzo dei
Celestini di Manfredonia, la personale
fotografica di Luca De Napoli dal titolo
Puglia dal cielo: il mondo in una regione. La manifestazione prettamente cinematografica lascia spazio a un altro modo di raccontare, di memorizzare, di
documentare. L’artista barese, classe
1947, da lungo tempo si occupa di comunicazione pubblicitaria, attività che
affianca al lavoro di ricercatore in campo
20
fotografico. Le 40 opere in esposizione
nascono, infatti, da un progetto iniziato
nel 2002 con l’obiettivo di tramandare
in maniera indissolubile ai posteri la
bellezza e l’eterogeneità dei paesaggi
pugliesi. La Puglia delle distese verdi,
del mare affacciato su coste frastagliate,
dei timidi rilievi, ma soprattutto la regione vista dagli occhi del fotografo con
una connotazione tipica dell’artista impressionista.
La natura fa da padrona tra colori che
si confondono e contorni che si annebbiano, in fotografie che sembrano dipinti sui quali il pennello ha avuto paura
di fermarsi troppo a lungo, punteggiando qua e là. In realtà, però, si tratta
proprio di fotografie e trovare la giusta
situazione di luce e d’inquadratura spiega la durata del progetto. Tutte le riprese sono state eseguite dall’alto, dal
cielo come recita il titolo della mostra,
grazie alla collaborazione dell’Aeronautica Militare, in particolare delle
sedi di Brindisi e Amendola. Dopo le
esposizioni a San Pietroburgo, Parigi,
Strasburgo, Francoforte e in diverse città
italiane, Luigi De Napoli torna nella sua
regione per omaggiarla.
La mostra, che verrà inaugurata sabato
13 dicembre alle 19.00, alla presenza
dell’autore, sarà visitabile dalle 9.30 alle
12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. L’ingresso
è gratuito. i: www.tesoridipugliafest.it
musica
C’era una volta
un motivetto
Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo
tornano in provincia con lo spettacolo
E fermarono i cieli,
rivisitazione dei canti natalizi del Settecento
di Luigi de Martino
AMBROGIO SPARAGNA
LUCERA Canzoncine, preghiere composte su melodie e viceversa, motivetti
che poi sarebbero diventati classici natalizi, in un angolino di Settecento che
non ti aspetti, distante chilometri da
fenomeni in parrucca, le pipe d’organo
della “controriforma” bachiana e i primi, timidi rantoli romantici. Storie di
musica e umanità che fiorivano attorno
alla nascita di ordini religiosi, più o
meno ufficializzati dall’autorità dittatoriale di nonna Chiesa.
Come quello dei Padri Redentoristi, fondato da Alfonso Maria de’ Liguori, che
si circondava di povera gente reclutata
tra i vicoli e la peste del Regno di Napoli. Si narra che il Liguori allietasse
piaghe e povertà con canzoncine spirituali che traevano spunto dalle stesse
credenze popolari mischiate alla dottrina ufficiale. Molti di questi motivetti
dalla struttura semplice erano legati al
ciclo delle festività natalizie.
Nella sua invidiabile playlist anche
Quanne nascette, Fermarono i cieli e
Tu scendi dalle stelle, brano grazie al
quale il futuro Sant’Alfonso oggi dormirebbe su una montagna di monete
e profumate banconote, “scese dalle
stelle” per via di plurimilionari introiti
Siae. In più di quattro secoli il popolarissimo brano è stato eseguito, rieseguito e rivisitato in tutti i modi possibili.
Qualcuno si inventa pure uno spettacolo, cercando di restituire a quei brani
dalle originarie proprietà taumaturgiche
significato e impianto orchestrale generale degli albori.
Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo,
così, tornano in Capitanata dopo neanche due settimane dalle loro ultime
apparizioni. Il primo è stato tra i protagonisti della notte bianca foggiana, il
secondo la voce di un irresistibile omaggio a Modugno in un gremito Teatro
del Fuoco. E fermarono i cieli, spettacolo musicale da cui è stato anche realizzato un disco, aprirà la sezione Musica e prosa della stagione Lucera
Teatro. Nella serata di mercoled 17
SPARAGNA RIESUMA UN ANGOLO DI SETTECENTO
DISTANTE CHILOMETRI DA FENOMENI IN PARRUCCA
E PIPE D’ORGANO DELLA CONTRORIFORMA BACHIANA
22
dicembre Sparagna e Servillo saliranno
sula palco del Teatro dell Opera assieme
a Erasmo Treglia (ciaramella, ghironda,
oboe barocco, violino, tofa e fischiareglio),
i soprani Anna Maria Colaianni, Susanna Ruffini e Claudia Scalmana; Alessandra Del Monti, Arianna Rumiz, Marco Tomassi e Marco Iamele (zampogne)
e Valentina Ferraiuolo ai tamburelli. Lo
spettacolo avrà inizio alle 21.00, con
ingresso a teatro a partire dalle 20.00.
i: 0881.541350
PEPPE SERVILLO
Le voci
del Natale
Allestimento e rivisitazioni originali
in occasione del terzo appuntamento
con la rassegna Assaggi di Musica.
Cori, solisti e Orchestra Sempreverdi
riuniti nel Concerto di Natale
di Luigi de Martino
FOGGIA Come puntualizzò il grande
studioso di teatro medievale Elie Konigson, “il luogo teatrale del dramma liturgico non è questa o quella componente
architettonica della chiesa, ma la chiesa
stessa”. A quanto pare è stato proprio
uno dei postulati di un pezzo di storia
del teatro a ispirare Luciano Fiore, direttore artistico dell’associazione Coro
Dauno Umberto Giordano, nella messa
a punto del terzo, suggestivo appuntamento con la seconda edizione di Assaggi di Musica.
Obbligata la scelta di cambiare location
rispetto alla consueto palco dell’aula
magna della Facoltà di Economia. Il Concerto di Natale sarà ospitato, nella
serata di marted 16 dicembre,
nell’aula liturgica della Chiesa di Ges
IL CORO DI VOCI BIANCHE UMBERTO GIORDANO
e Maria, inedito angolo architettonico
della nuova piazza Giordano.
A esibirsi saranno i tre cori di Fiore (Voci
bianche, Coro Giovanile e Coro Polifonico), sorretti dall’Orchestra Sempreverdi
con Domenico Monaco al pianoforte,
Luigi Dell Accio alla chitarra e Andrea
Saracino alle percussioni.
Le teorie di Konigson verranno messe
in pratica proprio in apertura di concerto:
l’esecuzione del Puer Natus est nobis,
elaborazione a cura di Luciano Fiore di
motivi e canti della tradizione natalizia,
partirà con il tema intonato da un gruppo di canto gregoriano collocato lungo
il corridoio della navata. Ai due lati si
aggiungeranno due gruppi femminili
sorretti dai tre cori e dall’orchestra,
disposti sull’altare. Nel corso della prima
parte del concerto voci e orchestrali
eseguiranno, tra gli altri, tre tra i più
popolari brani della tradizione natalizia
(Hark! The herald angels sing, Jingle
Bells e Christmas Star) nell’inedita rivisitazione del sassofonista e compositore
foggiano Alessandro Inglese. Dopo
una breve pausa Fiore dirigerà la celebre Navidad Nuestra di Ariel Ramirez,
rielaborata per cori riuniti, chitarra,
pianoforte e percussioni.
Il concerto in programma il 16 dicembre, durante il quale verrà effettuata
una raccolta di fondi pro Ual, è fuori
abbonamento. L’inizio dell’esibizione è
previsto alle 20.30, con ingresso a partire dalle 20.00.
i: www.corodaunogiordano.it;
328.1520601
23
arte
Procopio:
l’arte come
divertissement
Le avventure dell’eroe Ulisse
rivisitate dal creaivo calabrese Pino Procopio
in mostra presso Palazzo D’Auria Secondo, a Lucera
di Alessandra De Stefano
LUCERA Le avventure di Ulisse sono sempre state oggetto, sin dall’antichità, di
ammirazione ed emulazione in diversi campi artistici; come non ricordare, ad esempio,
le pregevoli sculture della villa romana di
Sperlonga? Una rivisitazione moderna e
quanto mai singolare e originale, realizzata
con tecnica ad olio su tela, è proposta da
Pino Procopio, pittore calabrese, abruzzese
d’adozione, in una mostra dal titolo Ulisse.
Scene da un viaggio, che verrà inaugurata sabato 13 dicembre, alle 19.00,
presso Palazzo D Auria Secondo a Lucera
(in Piazza Oberdan 3) e sarà presentata
dallo scrittore Raffaele Nigro.
L’artista (classe 1954), in questa esposizione, illustra le fasi salienti del viaggio di
Ulisse, come fotogrammi in sequenza di
un film animato che, nella caratterizzazione
quasi bozzettistica, rimanda alle divagazioni
letterarie ed ironiche di Stefano Benni e
Daniel Pennac. Ed è proprio l’ironia uno
dei fili conduttori della produzione artistica
di Procopio, che illustra la realtà in modo
soggettivo con la rappresentazione di forme croniche e deformate, bozzetti di vita
demistificati senza falsi moralismi, che
rimandano a Botero e Grosz, in particolare,
senza quella vena sarcastica e satirica,
rivisitati con bonaria ed innocua ironia.
Egli costruisce i suoi quadri come scenografie teatrali, come inquadrature cinematografiche, affollandole di personaggi non
meno divertenti di Paolo Villaggio o Roberto Benigni. Attraverso i suoi quadri, si
ha la sensazione di assistere ad un film
di Fellini o di Bunuel, di essere in un circo
equestre o in uno zoo, di scorrere il manuale di zoologia fantastica di Borges.
La sua versatilità pittorica e cromatica,
che varia a seconda dei soggetti illustrati
e delle tecniche usate (oltre all’olio su
tela, acquerello, tempera, china, matita,
acquerello e scultura in bronzo) e la sua
indiscutibile originalità, caratterizzata da
uno stile alquanto insolito e personale
LA SUA VERSATILIT¸ PITTORICA, IL SUO STILE
E L’IMMEDIATEZZA DEL SUO LINGUAGGIO
CATTURANO L’ATTENZIONE DI CHI OSSERVA
26
che cattura immediatamente l’attenzione
di chi guarda, scaturisce dall’immediatezza
d’esecuzione che caratterizza la sua produzione artistica, senza peccare in ciò di
trascuratezza.
Pino Procopio, come racconta in
un’intervista telefonica, non si elegge a
portavoce di alcuna ideologia, piuttosto
concepisce la pittura come gioco, come
divertimento. Un pensiero fisso di Procopio
è: perché i pesci non salutano mai?
i: www.pinoprocopio.it
Sensazioni natalizie
Foggia Sarà visitabile fino
al 4 gennaio, la collettiva
d’arte di sette artisti (Nunzio
Lo Basso, Antonio Romoli,
Gabriele Mansolillo, Antonio
Turi, Pierluigi Bruno, Antonio Capozzi, Valter Carnevale), che mettono in bella mostra il loro sé. La mostra,
inaugurata venerdì 5 dicembre presso il Settantunocento
Cafè di Foggia, sito in viale
Ofanto 182, è intitolata Sensations ed è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 9.00
alle 23.00. i: 3493461530
Damato
e l’arte:
nozze d’oro
Inaugurata la mostra
che celebra i 50 anni di attività artistica
di Dario Damato
di Alessandra De Stefano
FOGGIA 50 anni sono importanti nella
vita di un uomo, rappresentano l’angolo
di svolta, il giro di boa. Sono ancora più
importanti quando celebrano non una
semplice ricorrenza biologica, ma il primo
traguardo di una lunga e costante attività artistica, come quella del maestro
Dario Damato (nato nel 1937), barlettano d’origine, artista attivo a livello
nazionale ed internazionale, che ha maturato nella nostra città le fasi salienti
del suo lavoro e della sua carriera accademica (è stato direttore dell’Accademia
di Belle Arti di Foggia dal 1980 al 1990
e docente di Pittura nelle Accademie di
Belle Arti dal 1973 al 1998).
È stata inaugurata, infatti, sabato 6
dicembre, presso la Galleria della
Fondazione Banca del Monte Domenico Siniscalco Ceci di Foggia, in via
Arpi 152, la mostra Dario Damato —
50 anni di presenza artistica, una
sorta di antologia dedicata al maestro
Damato, che ripercorre i momenti più
significativi della sua pittura, dal figurativo al concettuale, dall’astrazione
scritturale fino alle recentissime geografie, espressioni di una realtà altra rappresentata attraverso una trasmigrazione organizzata tra realtà fisica e
coscienza metafisica e pop scritture,
una sorta di analisi delle scritture visive
e comunicative della nuova civiltà elet-
tronica, attraverso immagini, testi pubblicitari e fotogrammi filmici.
La mostra, voluta e organizzata dalla
Fondazione e curata da Gaetano Cristino
e Guido Pensato, sarà visitabile fino a
sabato 20 dicembre (dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 17.00
alle 20.00; la domenica dalle 10.00 alle
13.00). È, inoltre, disponibile un catalogo
che, oltre all’attività artistica del maestro,
illustra il suo rapporto con la città attraverso un corposo apparato iconografico
e documentario. i: 0881712182
LA MOSTRA, APERTA FINO AL 20 DICEMBRE,
RIPERCORRE LE TAPPE DELLA SUA PITTURA
DALL’ARTE FIGURATIVA A QUELLA CONCETTUALE
27
agenda
La corsa della solidarietà
Donne in arte
arte
FINO A VENERD 19 DICEMBRE
FOGGIA
DALLE 9.00 ALLE 18.00, PALAZZO ATENEO
COLLETTIVA
www.unifg.it
t 0881.338531
Mercatino di Natale
territorio
DA SABATO 13 DICEMBRE
LUCERA
ORE 19.00, CENTRO CITTADINO
MERCATINO, ANIMAZIONE E MUSICHE A TEMA
Presepe a sagome
arte
MERCOLED 17 DICEMBRE
SAN MARCO IN LAMIS
Ogni anno otto milioni di bambini con malattie di origine
genetica. Le patologie sono causate da un’alterazione del
DNA e si trasmettono per via ereditaria, possono colpire
qualsiasi organo e manifestarsi a qualunque età. L’unica
arma contro le malattie rare è sostenere la ricerca con
Telethon, che dal 1990 ha finanziato 2141 progetti, studiato
400 malattie genetiche e reso curabili malattie prima
inguaribili. La maratona di solidarietà torna anche
quest’anno: venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dicembre
si raccoglieranno fondi per la ricerca. A Foggia sono diverse
le iniziative messe a punto dalla BNL, partner storico della
manifestazione, che ha organizzato per venerdì 12 dicembre
alle 19.00, in via della Repubblica, un concerto di pianoforte,
mentre alle 20.30 si terrà il galà Napoli…in canta presso
la scuola Zingarelli. Sabato 13 dicembre la banca ospiterà
un’esposizione di aeromodellismo, alle 11.00 il concerto
degli allievi del Conservatorio, alle 16.00 il raduno di auto
storiche, e alle 20.30 un concerto lirico. Venerdì 12 dicembre
spettacolo musicale al teatro di Sannicandro Garganico,
mentre sabato 13 e domenica 14 dicembre due giorni di
musica al teatro Rossi di Torremaggiore. i: www.telethon.it
Il gatto e gli stivali
Foggia L’Oda Teatro ospita
domenica 14 dicembre, alle
18.00, la compagnia Teatro
Kismet Opera di Bari che
porterà in scena (per la regia
di Lucia Zotti) Il gatto e gli
stivali. La celebre fiaba europea, rivisitata da diversi autori tra i quali Charles Perrault e i fratelli Grimm,
rientra nella stagione teatrale per ragazzi Per Amore per
Passione. i: 0881.663147
ORE 17.30, CHIESA DEL PURGATORIO
MOSTRA
Sagra dell’anguilla
territorio
VENERD 12 DICEMBRE
LESINA
DALLE 18.00, CENTRO CITTADINO
DIBATTITI, MUSICA E DEGUSTAZIONI
www.comunelesina.it
t 347.1438062
Cuore/Ventimila leghe sotto i mari
San Severo Creare frasi di senso compiuto o dei veri e propri componimenti
leggendo i dorsi di libri posti uno sull’altro. Chiunque voglia cimentarsi
nella poesia dorsale può farlo partecipando sabato 13 dicembre al concorso
indetto dalla associazione culturale Anam Cara presso la libreria Edicolè
di San Severo i: 0882.248991
Natale a scuola
musica
MERCOLED 17 DICEMBRE
DELICETO
ORE 17.00, SCUOLA MEDIA
CONCERTO DEGLI ALUNNI DEL CORSO MUSICALE
www.comune.deliceto.fg.it
t 0881.914311
Wild Car in concerto
musica
GIOVED 18 DICEMBRE
FOGGIA
ORE 22.00, TAVERNA DEL GUFO
MUSICA LIVE
Aspettando il Natale
territorio
SABATO 13 E DOMENICA 14 DICEMBRE
VICO DEL GARGANO
IN GIORNATA, CENTRO CITTADINO
MERCATINI, CONCERTI E DEGUSTAZIONI
28
Natale dai nonni
Foggia Considerare le persone
anziane una risorsa e come tale
valorizzarla al meglio: questa
è la filosofia dell’Associazione
Serena Onlus, che fornisce assistenza domiciliare ad anziani
e disabili. Per venerdì 19 dicembre, alle 19.00, l’associazione no profit ha organizzato presso la Fondazione Maria Grazia Barone una rappresentazione teatrale con cori
natalizi. i: 0881.724437
La campagna in città
Foggia Con il Natale ritorna anche la tradizionale iniziativa firmata
dalla Coldiretti che riesce a portare un po’ di campagna in città: si
tratta di Campagna Amica, la manifestazione che si terrà da sabato
13 dicembre (l’inaugurazione avrà luogo dopo la Santa Messa delle
10.00 e la benedizione degli stand delle 12.00) a martedì 23 dicembre.
Presso i giardini del Parco del Gusto (in viale Luigi Pinto 2), verranno
installati dei gazebo sotto i quali si terrà la vendita diretta di prodotti
tipici della Capitanata. Campagna Amica permetterà ai produttori
di far conoscere la genuinità dei loro prodotti e i metodi di produzione utilizzati, e ai consumatori di accostarsi a uno dei fiori
all’occhiello del nostro territorio. i: www.foggia.coldiretti.it
SALVO OCCHIONERO
Pomeriggio zen
Vediamo com’era
Foggia Parte martedì 16 dicembre,
alle 22.10, il nuovo programma di
Telefoggia curato da Dino Ferrara
Foggia Com’era, un contenitore per
ricordare i personaggi, il costume
e le tradizioni del capoluogo dauno.
Al timone della trasmissione, in onda
ogni martedì e in replica la domenica
alle 21.00, Salvo Occhionero, già
conduttore sulla stessa rete del programma estivo Coppia di Cuori, coadiuvato da Rachele Occhionero.
Foggia Per cancellare lo
stress e rigenerarsi prima di
affrontare l’impegnativo periodo natalizio, l’associazione
culturale La Merlettaia di
Foggia (in via Arpi 79) organizza lunedì 15 dicembre,
dalle 16.20 alle 19.00, un intero pomeriggio all’insegna
della meditazione secondo le
diverse pratiche orientali col
maestro Myoko Petrillo.
i: 320.3127755
29
La Gazzetta “raddoppia”
Dallo scorso 1° dicembre la Gazzetta del Mezzogiorno
e La Stampa di Torino si presentano insieme in edicola
al costo di 1 euro. Le due storiche testate uniscono, così,
le loro forze per contrastare la “concorrenza” rappresentata
da internet e dalla televisione, per assicurare ai lettori
un’informazione autorevole e scrupolosa. L’unione tra
i due quotidiani si preannuncia come il primo passo
di una lunga collaborazione editoriale, che si fonda
su una comune visione del concetto di informazione
giornalistica. i: www.lagazzettadelmezzogiorno.it
Premio Renoir
Foggia L’Università degli Studi di Foggia ospiterà
venerdì 12 dicembre, alle 18.30, nell’aula magna
della Facoltà di Economia, la XIX edizione del Premio
di Cultura Renoir, ambito riconoscimento conferito
a rappresentanti del territorio pugliese che si sono
distinti nel campo della cultura, dell’arte e della
scienza. Durante le passate edizioni il premio, uno
dei pochi riconoscimenti italiani che premia la
cultura a 360°, è stato conferito a personalità come
Joseph Tusiani e Michael Pesce. i: www.unifg.it
Campioni in erba
Foggia Prime soddisfazioni della stagione per il
Circolo Schermistico Dauno di Foggia. Gabriele Corbo
(nove anni) ha conquistato nella categoria prime
lame il terzo gradino del podio durante la prima
prova nazionale under 14 che si è tenuta a San Severo
a fine novembre. Nel frattempo Pierfrancesco Ciccone,
Emidio Rinaldi e Luca Guascito si sono qualificati a
Matera per la partecipazione agli Open, che si terranno
a Ravenna a partire da sabato 13 dicembre e dove ci
si potrà scontrare con atleti del calibro di Montano.
33
timeline
13.12/sabato
Foggia
Campagna Amica
INAUGURAZIONE/in mattinata
Parco del Gusto, via Luigi Pinto 2
(fino al 23 dicembre)
Nel bel mezzo
di un rigido inverno
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro dei Limoni, via Giardino
12.12/venerdì
Apricena
Foggia
INAGURAZIONE/ore 17.00
Corso Garibaldi
Donne in Arte
MOSTRA D’ARTE/9.00-18.00
Palazzo Ateneo, via Gramsci 89
(fino al 19 dicembre)
Il presepe
dei nostri bimbi/ore 18.00
Premio di Cultura Renoir
Mercatino di Santa Lucia
Centro Punto Donna, corso Garibaldi
XIX EDIZIONE/ore 18.30
Aula Magna, Facoltà di Economia
QUINTA EDIZIONE/19.00-23.30
Corso Garibaldi
Il romanzo di Vieste
Lesina
PRESENTAZIONE LIBRO/ore 19.00
Circolo Culturale La Merlettaia, via Arpi
Nel bel mezzo
di un rigido inverno
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro dei Limoni, via Giardino
Lesina
La sagra dell’anguilla 2008
CONVEGNI E DEGUSTAZIONI/dalle 18.00
Centro cittadino
Lucera
La sagra dell’anguilla 2008
CONVEGNI E DEGUSTAZIONI/dalle 10.00
Centro cittadino
Vico del Gargano
Aspettando il Natale
MERCATINI E DEGUSTAZIONI/in giornata
Viale e Convento dei Cappuccini
14.12/domenica
Un amore grande grande
Foggia
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro dell’Opera
Il gatto e gli stivali
Manfredonia
Oggi Sposi
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro Comunale
San Giovanni Rotondo
Mystery vs Another Form
GIOVENTÙ SONICA/ore 22.00
Moto Club Gargaros
36
Bottequa
SPETTACOLO TEATRALE/ore 18.00
Oda Teatro
Nel bel mezzo
di un rigido inverno
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro dei Limoni, via Giardino
Apricena
Mercatino di Santa Lucia
QUINTA EDIZIONE/9.30-13.00/16.00-23.30
Corso Garibaldi
San Severo
Cerignola
Nella valle di Elah
L’altro lato del letto
PROIEZIONE FILM/ore 19.30
Casa Eirene, via Daunia 41
SPETTACOLO TEATRALE/ore 20.30
Teatro Mercadante
Vico del Gargano
Lesina
Cornflakes4 vs OHM
La sagra dell’anguilla 2008
GIOVENTÙ SONICA/ore 22.00
La Dolce Vita
CONVEGNI E DEGUSTAZIONI/dalle 12.00
Centro cittadino
Manfredonia
La Leggenda di Peter Pan
SPETTACOLO TEATRALE/ore 18.00
Teatro Comunale
San Marco in Lamis
La torta natalizia
più grande del mondo
GUINNESS DEI PRIMATI/in giornata
Piazza Oberdan
Torremaggiore
Cornflakes4 in concerto
TELETHON/ore 20.00
Teatro Rossi, via Luigi Rossi 1
Vico del Gargano
Aspettando il Natale
MERCATINI, CONCERTI E DEGUSTAZIONE
DI PRODOTTI TIPICI/in giornata
Viale e Convento dei Cappuccini
15.12/lunedì
San Severo
Il piacere dell’onestà
SPETTACOLO TEATRALE/ore 21.00
Teatro Verdi
16.12/martedì
Foggia
Concerto di Natale
ASSAGGI DI MUSICA/ore 20.30
Chiesa di Gesù e Maria
17.12/mercoledì
Lucera
Ambrogio Sparagna
e Peppe Servillo
LUCERA TEATRO/ore 21.00
Teatro dell’Opera, via Giordano Bruno 5
18.12/giovedì
Foggia
Clean Hands vs GloryHoles
GIOVENTÙ SONICA/ore 22.00
Gaas Pub, via Arpi 96
Wild Car in concerto
SERATA MUSICALE/ore 22.00
Taverna del Gufo, piazza dell’Addolorata
37
al cinema
Avvertimenti
spaziali
Remake di un classico
della fantascienza del 1951,
Ultimatum alla terra
versione 2008
parla di tematiche ecologiste.
La regia è di Scott Derrickson
e il protagonista è Keanu Reeves
di Paola La Sala
LA LOCANDINA
ARISTON
Piazzale Vitt. Veneto, 5 - 0881.708034
www.cicolella.it
Ultimatum alla terra
18,00 - 20,00 - 22,00
€ 6,00 - 4,00 (dal lun al gio)
CICOLELLA
Viale XXIV Maggio - 0881.720614
www.cicolella.it
Come Dio comanda
18.00 - 20.15 - 22.15
€ 6,00 - 4,00 (dal lun al gio)
Ultimatum alla terra
Una celebre scienziata si ritrova faccia a
faccia con un alieno che ha viaggiato
attraverso l’Universo per avvertire l’umanità
di una crisi imminente. Ma qualcuno pensa
che l’extraterrestre sia una creatura ostile.
Regia: S. Derrickson
Cast: K. Reeves, J. Connelly, J. Smith
Genere: Fantascienza
FALSO MOVIMENTO
Via Campanile, 1 - 0881.720143
www.falsomovimentoilcinema.it
The Millionaire
18.00 - 20.00 - 22.00
6.00 - 4,00
€ 3,00 (lun) solo studenti universitari
LALTROCINEMA
Via Duomo, 15 - 0881.776439
www.cicolella.it
La felicit porta fortuna
18.00 - 20.00 - 22.00
€ 6,50 - 4,50 (dal lun al gio)
40
Come Dio comanda
In un desolato Nord-Est d’Italia vivono un
padre e un figlio, Rino e Cristiano, ragazzo
schivo e umiliato dalle ragazzine. I due hanno un solo amico Quattro Formaggi, un
poveraccio ossessionato da Dio.
Regia: G. Salvatores
Cast: E. Germano, F. Timi, F. De Luigi, A. Leo
Genere: Drammatico
Addio alla terra un romanzo del
1940 scritto da Harry Bates, da cui
Robert Wise nel 1951 trasse un famoso film, Ultimatum alla terra, interpretato da Michael Rennie e Patricia Neil,
di cui il regista Scott Derrickson
da sempre un estimatore, tanto da
decidere di farne un remake che porta
lo stesso titolo.
Ultimatum alla terra (The Day the
Earth Stood Still), infatti, che esce in
questi giorni anche sugli schermi italiani, ripropone la vicenda della celebre
scienziata Helen Benson che si ritrova
alle prese con Klaatu, un alieno atterrato nel bel mezzo di Washington D. C.
con il suo robot Gort, il quale sostiene
di essere stato mandato sulla terra per
avvertire l umanit che la attende una
imminente, grave crisi dovuta ad
un invasione extraterrestre.
Klaatu chiede alla scienziata di poter
parlare di questo ai maggiori leader
mondiali, ma la cosa alla fine gli viene
impedita da alcune forze che la donna
non riesce a controllare, che pensano
che l alieno sia una creatura ostile.
Girato a Vancouver, il film, ambientato
nei giorni nostri, vuole essere un vero
e proprio omaggio - almeno nelle intenzioni - che il regista Scott Derrickson
ha voluto fare al maestro Robert Wise,
cercando di mantenere inalterato lo
spirito dell originale, con l aggiunta di
una marcata connotazione ecologista
al passo con i tempi. In effetti, a cambiare rispetto al film del 1951 proprio
l evoluzione del personaggio dell alieno
Klaatu che, a detta del suo interprete
Keanu Reeves (che ormai sembra essersi specializzato in ruoli del genere)
da un iniziale cupezza e ostilit nei
confronti della razza umana, muta nel
corso della storia divenendo gradualmente pi incline ad essa.
Una curiosit legata al film che la
composizione della crisi non affidata
al Presidente degli Stati Uniti, bens al
Segretario di Stato, inteso come una
figura dinamica rispetto alla prima,
considerata statica!
Ad affiancare Reeves, nel ruolo della
dottoressa Benson troviamo Jennifer
Connelly e anche, fra gli altri, la brava
Kathy Bates e John Cleese.
CITT¸ DEL CINEMA
The Millionaire
In India, per conquistare l’amata Latika, il
giovane Jamal Malik decide di partecipare
all’edizione nazionale del gioco televisivo a
premi Chi vuol esser milionario, di cui
laragazza è un’ammiratrice.
Regia: D. Boyle
Cast: A. Kapoor, D. Pate, F. Pinto
Genere: Drammatico
La felicit porta fortuna
Pauline, Poppy per tutti, è una maestra elementare che sprizza allegria da tutti i pori.
La ragazza è uno spirito libero, ama i vestiti
kitsch e vive con l’amica del cuore in un
appartamento a nord di Londra.
Regia: M. Leigh
Cast: S. Hawkins, A. Zegerman, E. Marsan
Genere: Commedia
Via Miranda - 0881.652129
Come Dio comanda
18.00 - 20.30 - 23.00
Ultimatum alla terra
17.00 - 19.30 - 22.00 - 00.30 (sab)
Solo un padre
18.30 - 20.30 - 22.30 - 00.30 (sab)
Saw V
18.00 - 20.00 - 22.00 - 00.30 (sab)
Changeling
17.00 - 20.00 - 22.30
Io non ci casco
18.00 - 20.30
Max Payne
22.00 - 00.00 (sab)
Bolt - Un eroe a quattro zampe
17.00 - 17.30 - 19.30 - 22.00
Twilight
19.30 - 22.00 - 00.30 (sab)
Never Back Down
18.00 - 20.30 - 23.00
Nessuna verit
17.30 - 20.15 - 23.00
La fidanzata di pap
18.00 - 20.00 - 22.00 - 00.00 (sab)
41
Torno a vivere da solo
17.00 - 19.30 - 22.00 - 00.30 (sab)
Twilight
17.00 - 19.30 - 22.00 - 00.30 (sab)
€ 5,00 (dal lun al ven) - 4,00 (ridotto);
6,50 (festivi, prefestivi, sab e dom)
Carlo, dermatologo trentenne, vive
serenamente con la figlia, nonostante la
perdita della moglie, grazie all’affetto deio
genitori e degli amici. La sua vita, però, è
stravolta dall’incontro con Camille.
Regia: L. Lucini
Cast: L. Argentero, D. Fleri, F. Troiano, C. Pandolfi
Genere: Commedia
CORSO
Via Roma - 0885.422045
Ultimatum alla terra
17.00 (sab e dom) - 19.15 - 21.45
Changeling
16.30 (sab e dom) - 18.45 - 21.30
Twilight
18.00
Saw V
20.15 - 22.00
ROMA
Via Roma - 0885.422421
Come Dio comanda
17.30 (sab e dom) - 19.30 - 21.30
€ 6,00 - 4,00 (mer e gio)
DELL OPERA
Via G. Bruno, 5 - 0881.525007
Galantuomini
18.30 - 21.00
€ 6,00 - 5,50
CICOLELLA
Via Stornarella, 2 Twilight
18.00 - 20.30
€ 4,00
Solo un padre
0885.781618
Changeling
A Los Angeles, negli anni Venti, Christine,
dopo il rapimento e la ricomparsa del figlio,
sostiene che il bambino non è il suo. Intenzionata a scoprire la verità, la donna porta
avanti le sue ricerche contro tutto e tutti.
Regia: C. Eastwood
Cast: A. Jolie, J. Malkovich, A. Ryan
Genere: Thriller
Io non ci casco
Il diciottenne Marco vive spensierato la sua
giovinezza: frequenta il liceo classico, ha
una fidanzata e sta organizzando la festa
di fine anno con il suo idolo, un d.j.
Regia: P. Falcone
Cast: M. Casagrande, M. Cucinotta
Genere: Drammatico
Max Payne
Max Payne è un poliziotto violento deciso
a vendicare la morte della sua famiglia.
Lavora all’archivio casi irrisolti e la morte
di un collegfa lo induce a investigare nei
bassifondi della città.
Regia: J. Moore
Cast: M. Whalberg, M. Kunis, B. Bridges
Genere: Azione
42
nightlife
FOGGIA
via Gioberti, 40 (vicinanze stadio)
t 334.8581296
Pub/Nuova apertura. Sala privè dove potrai
festeggiare qualsiasi ricorrenza o semplicemente passare una serata in completo relax.
mar: Happy hour birra 1 litro di birra 4
euro dalle 22 alle 23.
gio: dalle ore 22 Happy hour, 2 cocktail
5 euro.
sab: disco live.
Aperto tutto i giorni
FOGGIA
via S. Altamura, 34 - t 0881.312103
Cocktailbar, restaurant/
Il Blackberry è un locale accogliente in pieno
centro, dove fare colazione, gustare aperitivi,
ottimi cocktail e cicchetti. Il Blackberry è
anche internet cafè, paninoteca e ristorazione take away o al tavolo su prenotazione.
ven e sab: Happy hour dalle 21,30 in poi,
due Drinks 5 euro. In collaborazione con
Manhattan Fashion Store.
Associazione
Pizzaiuoli
Napoletani dal 2003
FOGGIA
via Sandro Pertini, 8
(ultima trav. a dx di viale Europa)
t 0881.665531 - www.pizzeriadelirio.it
Pizzosteria/Pizza, cucina e vino.
Pizza napoletana con bordo alto o sottile.
apertura estiva: aprile/settembre dal martedì alla domenica.
apertura invernale: ottobre/marzo dal
giovedì alla domenica.
aperture straordinarie: festività varie e
periodo natalizio.
FOGGIA
via S.S. 16 km 682+880 - c/o A.S.D.
Circolo Tennis Pipposport Enzo Troito
t 0881.652841, 328.7181348, 328.7181359
Ristorante e pizzeria con forno a legna/
25 dic: pranzo di Natale con piatti tipici
natalizi che ricordano i profumi e i sapori
di una volta. È gradita la prenotazione.
Dicembre aperto tutti i giorni tranne il martedì non festivo. Domenica aperti a pranzo
solo su prenotazione.
Costantino Vitagliano
Costantino al Domus
Foggia Cresciuto nella periferia milanese, ma di origini
campane, è diventato un volto noto nel mondo dello spettacolo
e dei gossip dopo la sua partecipazione (era il 2003) alla
trasmissione pomeridiana di Maria De Filippi Uomini e Donne,
su Canale 5. Costantino Vitagliano sabato 13 dicembre sarà
ospite al Domus. Oggi, il modello è nel cast della trasmissione
sportiva di Simona Ventura, Quelli che... il calcio, ed è il
protagonista del calendario 2009 della rivista Star Tv, considerato dal pubblico femminile il calendario più sexy e hot del
momento. Sabato al Domus potremo, quindi, vedere per credere!
i: 320.3397731; 347.6126299
44
FOGGIA
via dell’Immacolata, 8 - t 339.6347522
Locanda spagnola/
Specialisti in paella, sangria e musica spagnola. Paella da asporto o a domicilio.
Descuento especial a todos los italianos que
hablan español. Aparte el sabado.
mar e mer: paella di carne su prenotazione.
gio: offriamo sangrìa a todas las señoritas
Chiuso il lunedì non festivo.
FOGGIA
corso del Mezzogiorno (ang. viale Ofanto)
t 0881.661919
Lounge Bar/Cafè restaurant, pizzeria con
forno a legna, internet cafè, take away.
sab e dom: anticipo e posticipo di campionato.
gio: Karaoke
Aperto anche a pranzo.
FOGGIA
Lisa Dalla Via
Lucignolo
ospite dell’Histoire
Segezia Sabato 13 dicembre Lisa
Dalla Via, presentatrice dell’ultima
edizione della trasmissione Lucignolo in onda su Italia 1, presenterà
all’Histoire il calendario Lucignolo
2009. Molti la ricorderanno per aver
improvvisato, vestita di solo lattice,
un’erotica lap dance tra i passeggeri
di una metrò milanese. Il video, circolato sul web, ha suscitato la curiosità di molti utenti e le tv l’hanno
ribattezzata la “donna gatto”. Recentemente è comparsa seminuda in
campo a Coverciano, durante gli allenamenti della nazionale, puntualmente ripresa dalle telecamere di
tutto il mondo. Un’astuta mossa di
marketing pubblicitario che l’ha resa
famosa, facendola diventare una star
di internet. Non ci resta che attendere
sabato notte per vederla nelle vesti
di provocatrice all’Histoire.
i: 348. 7423554
46
tratturo Camporeale, km 2,2
t 0881.612668, 339.1747505
Pizzeria, ristorante e braceria/
Dove una semplice cena si trasforma in una
magica serata!
Organizziamo ogni tipo di festa.
31 dic: cenone di capodanno con veglione.
Privè interamente rinnovato, dove potrai
festeggiare qualsiasi ricorrenza in un ambiente accogliente ed elegante.
Chiuso il 24 e 25 dic. Aperto il 26 dic.
FOGGIA
via Duomo, - t 0881.770863
Ristopub/Non mancare, il Nessun Dorma
ti aspetta! Un’accogliente sala fumatori con
menù arricchito e possibilità di gustare piatti,
bevande.
ven: musica dal vivo.
24 e 31 dic: aperti dopo la mezzanotte.
Locale autorizzato SKY. Si organizzano feste
private.
FOGGIA
corso Garibaldi, 9 - t 0881.580358
Bar, Pasticceria, cioccolateria/
Il Gran Cafè è sempre con te.
Un luogo elegante e raffinato nel pieno
centro di Foggia che accompagna le tue
pause e la tua voglia di relax, dalla colazione
al pranzo fino all’aperitivo serale.
Venerdì e sabato siamo aperti fino alle ore
1.00.
FOGGIA
via P. Scrocco, 18 (trav. via Matteotti)
t 393.1629199
Discopub/Locale in stile americano in pieno
centro, propone panini, stuzzichini, drinks,
cocktails, birre, per trascorrere serate piacevoli
e assistere alle più importanti partite di
Campionato e Champions League. Il Malo è
il locale ideale per feste di laurea, compleanni,
addii al nubilato e celibato, veglioni,feste in
maschera. Si accettano prenotazioni.
LUCERA
piazza Duomo, 4
t 0881.540712, 348.3155235
Ristopub, pizzeria, braceria/Locale autorizzato Mediaset Premium. Rinnovata carta
dei vini. Sala fumatori.
Chiuso il lunedì non festivo
FOGGIA
VICO DEL GARGANO
via Marchese De Rosa, 37
t 328.0478167
Pub/Continua la stagione del Puerto Dino:
getta l’ancora! Locale autorizzato Mediaset
premium, partite di Campionato e Champions League su maxi schermi.
lun: dalle 24 alle 01 Happy hour, per ogni
consumazione alcolica, la seconda è gratis.
Chiuso il giovedì non festivo
via Casale, 168 (presso piazza Castello)
www.cantinailtrappeto.it
per info e prenot.: t 338.1627389, t 328.5604876
Il Trappeto/
Wine bar con cantina rinnovata che vanta
130 etichette di vini e non solo. Il Trappeto
è anche ristorante e pizzeria con forno a
legna. Si organizzano feste private, banchetti
e meeting. Locale climatizzato.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard