Nuovo modulo della botnet Rmnet disattiva gli antivirus - s

annuncio pubblicitario
Fonte: http://www.freedrweb.com/show/?i=3551&c=19&lng=it
Nuovo modulo della botnet Rmnet disattiva gli antivirus
23 maggio 2013
Doctor Web — produttore degli antivirus Dr.Web — informa che nella botnet esistente
Rmnet sono comparsi due moduli nuovi, uno dei quali permette ai malintenzionati di
disattivare programmi antivirali installati sul computer vittima. Doctor Web ha potuto
prendere il controllo di una delle sottoreti di Rmnet in cui funzionano questi moduli
malevoli.
In precedenza, Doctor Web avvisava della vasta diffusione dei file virus Win32.Rmnet.12 e
Win32.Rmnet.16 che sono capaci di organizzare reti dannose. Ricordiamo ai nostri lettori che
Win32.Rmnet sono programmi del genere “file virus”, sono composti da più moduli e possono
propagarsi da soli. Le funzioni principali di questi malware permettono di incorporare contenuti
fraudolenti nelle pagine web visualizzate dall’utente (web injection), reindirizzare il browser ai
siti creati dai truffatori e inviare sui server remoti le informazioni digitate dall’utente in formulari
sul web. I virus “Rmnet” possono anche rubare password di accesso a diversi client FTP, quali,
per esempio, Ghisler, WS FTP, CuteFTP, FlashFXP, FileZilla e Bullet Proof FTP.
Gli specialisti di Doctor Web hanno potuto intercettare una sottorete di Win32.Rmnet (in
aggiunta a quelle già controllate) utilizzando il metodo “sinkhole”. Abbiamo osservato che in
questa sottorete si propagano due moduli malevoli nuovi che abbiamo chiamato con il nome
generale Trojan.Rmnet.19. Uno di questi moduli cerca macchine virtuali in uso sul computer
infetto, mentre l’altro è di particolare interesse. Emulando le azioni dell’utente (clic con il mouse
su icone corrispondenti) questo modulo malevolo disattiva gli antivirus Microsoft Security
Essential, Norton Antivisus, Eset NOD32, Avast, Bitdefender, AVG installati sugli elaboratori
compromessi.
Se il computer bersaglio è protetto dall’antivirus Dr.Web, non corre alcun rischio che la
protezione venga disabilitata perché i nostri software prevedono l’inserimento del codice
CAPTCHA e Trojan.Rmnet.19 non riesce ad oltrepassare questa misura preventiva.
Esaminando la sottorete intercettata abbiamo visto che il virus scarica dal server di gestione sul
computer infetto sette moduli, cioè:
•
•
•
•
•
•
•
un modulo nuovo che può disattivare programmi antivirali;
un modulo che ruba cookies;
un server FTP locale;
un modulo studiato per eseguire web injection;
un modulo studiato per rubare password dei client FTP;
un modulo nuovo che può scoprire la presenza delle macchine virtuali;
un modulo utilizzato dai malintenzionati per avere accesso remoto al sistema infettato.
•
•
•
un componente che carica altri moduli nella memoria del computer;
un backdoor;
un modulo che rimuove programmi antivirus.
Secondo i dati del 22 maggio 2013, oltre 18.000 mila computer infetti si sono connessi al server
di gestione intercettato da Doctor Web. Analizzando i dati statistici raccolti, possiamo
concludere che i pirati informatici hanno scelto il Regno Unito e Irlanda come il loro target
principale. Così 15.253 computer infetti (84,5%) si trovano su questo territorio, mentre il
secondo posto nella statistica è occupato dalla Francia in cui abbiamo registrato 1.434 casi di
infezione (7,9%). Seguiamo con attenzione gli sviluppi della situazione.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

123

2 Carte

creare flashcard