Schede tecniche

annuncio pubblicitario
AT-01-CES
SIMULATORE CHIRURGICO
Fornitura ed installazione di n° 2 Simulatori chirurgici
CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME RICHIESTE
La destinazione d’uso del sistema virtuale è la simulazione di esercizi base di Chirurgia
Laparoscopica mediante l’utilizzo di un software appositamente progettato, compatibile con i PC in
commercio, dotato di grafica 3D e nativamente predisposto ad integrazioni di ulteriori moduli e upgrade.
Il sistema dovrà essere in grado di consentire ai discenti almeno i seguenti esercizi di base:
•
Esercitazione con la Video Camera
•
Esercitazione con gli strumenti laparoscopici
•
Coordinazione dei movimenti
•
Esercizi di presa
•
Esercizi di sollevamento e presa
•
Esercizi di taglio
•
Applicazione di clip
•
Applicazione di suture
•
Esercizi di presa dell’intestino
•
Dissezione di tessuti.
Nello specifico l’apparecchiatura dovrà consentire la simulazione di almeno alcune delle procedure
di base di chirurgia laparoscopica ginecologica, mediante l’uso di strumenti virtuali, tra cui:
•
occlusione tubarica (sterilizzazione)
•
salpingectomia (gravidanza extrauterina)
•
tubotomia (gravidanza extrauterina)
•
sutura del mioma.
Il sistema dovrà permettere tramite un Data Base la definizione di corsi di apprendimento e gestione
degli studenti per mezzo del controllo da parte di un amministratore unico, identificabile nella
figura del Tutor; l’amministratore sarà in grado di organizzare le procedure di apprendimento e i
test finali che rappresenteranno uno degli elementi di valutazione complessiva della performance
del discente nell’ambito del singolo corso o dell’intero percorso formativo presso il centro di
formazione.
Il complesso dei dati raccolti durante i corsi verranno salvati e gestiti tramite statistiche e grafici
dettagliati, i quali dovranno essere anche esportabili sotto altri formati, così da poter essere forniti ai
discenti alla fine del loro percorso formativo.
INSTALLAZIONE
Sono previste nella fornitura tutte le attività di installazione che consentano un uso sicuro e corretto
delle apparecchiature. Le attività di installazione dovranno essere eseguite nel rispetto delle
normative vigenti.
AT-02-CES
SISTEMI AUDIOVISIVI, VIDEOPROIETTORE, LAVAGNA
INTERATTIVA PODIO, VIDEOCAMERE E SISTEMA HARDWARE E CONTROLLO
STREAMING AUDIO-VIDEO
Fornitura ed installazione di n° 1 sistema di gestione integrata dei contributi audio e video
In particolare si richiedono:
∗
∗
∗
∗
n. 3 sistemi medicali per la gestione integrata dei segnali audio e video con utilizzo dello
streaming video;
n. 1 videoproiettore;
n. 1 lavagna interattiva
n. 4 videocamere (n. 3 per le sale operatorie, n.1 sala conferenza)
CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME RICHIESTE
N. 3 postazioni
Sistema medicale per la gestione integrata dello streaming audio-video, in grado di accludere
in una sola apparecchiatura diverse funzionalità, quali la gestione di segnali video e periferiche
ambientali, la gestione di dati ed immagini, la gestione del videostreaming e la videoconferenza.
Le dimensioni devono essere contenute e devono consentire l’installazione con posizionamento su
pensile dedicato.
I sistemi devono potere controllare tutte le funzioni tramite touch screen eseguendo una
tracciabilità delle procedure.
Le caratteristiche funzionali e prestazionali dei sistemi devono essere:
•
Gestione segnali video SD ed HD provenienti da qualsiasi sorgente video (telecamera
endoscopica, telecamera ambientale, DVD, Ecografo etc.). Il Videorouting deve essere
gestito tramite touch screen e matrice video 8x8 SD e 6x5 HD-SDI. Deve essere dotato di
funzione preview per ogni segnale ed up-scaling automatico di segnali SD verso
destinazioni HD.
•
Sistema di videoconferenza con microfono wireless e telecamera ambientale. Scelta in
videorouting segnale sorgente, rubrica numeri personalizzabile. Frame rate 30FPS,
risoluzione 704x576, Banda massima 2 MB/s
•
Gestione segnali audio per videoconferenza streaming, multi-channel mixer per differenti
sorgenti audio, quick access tasto mute per microfono e musica, personalizzazione fino a 4
utenti configurazione volume.
•
Gestione musica ambientale tramite stazione di controllo di tipo IPOD con preinstallazione
docking station e interfaccia grafica tramite touch screen. Controllo playlist, funzioni
principali, gestione separata audio ambientale
•
Controllo luci ambientali tramite due circuiti separati con analogo voltaggio tramite
controllo digitale. Preselezione di 4 scenari luci bianche/blu e accesso rapido luci
accese/spente
•
Integrazione video storage e documentation tramite software per gestione multidisciplinare
video,immagini dati (vedi sistema di gestione informatizzata). Registrazione ed editing
filmati, cattura digitale foto, importazione esportazione immagini/video,visione filmati
salvati, registrazione in qualità HD checklist materiale, creazione gestione cartella clinica
multimediale paziente, possibilità di connessione al PACS via DICOM, possibilità di
integrazione HL7, CD/DVD recording, generazione report, integrazione in architettura
client/server con unità di storage.
•
Integrazione software videostreaming per distribuzione segnali video di tutte le sorgenti a
tutte le destinazioni tramite rete Lan (vedi sistemi di gestione audio-video). Controllo,
encoding e decoding di segnali video analogici e segnali audio, preview sorgenti streamed,
streaming digitale via TCP/IP in MPEG-2 con banda da 1-7 MB/S.
La gestione deve avvenire tramite 2 unità touch screen collocate a parete funzionanti anche
simultaneamente, permettendo lo scambio delle funzioni di controllo della parte di
apparecchiature.
Il software di gestione deve essere di facile utilizzo, intuitivo e con icone di grandi dimensioni,
personalizzabili e riconoscibili.
Dettaglio delle specifiche:
Funzionalità interfono/ telefono: - gestione dei collegamenti telefonici /interfono con ausilio di
tastierino elettronico e rubrica personalizzabile dall’utente.
Impianto audio:
- sistema di amplificazione ad alta fedeltà e purezza di suono,
con soppressione automatica dei rumori di fondo, con
miscelazione automatica dei segnali di ingresso.
- Distribuzione dei segnali tramite 4 altoparlanti stereo a 2 vie
da 100 W posizionati a parete contrapposti.
Microfono senza fili:
- utilizzato per la comunicazione in videoconferenza, del
comando vocale delle apparecchiature
Unità di controllo a parete:
- struttura ad incasso, preferibilmente in Corian o Vetro
Infrangibile dotata di vano ispezionabile per facilitare le
attività manutentive
- monitor touch screen da 15”
- tastiera a scomparsa
- mouse a scomparsa
- pannello di ingresso / uscite per segnali ausiliari audio e
video che deve permettere la gestione di segnali video ed
audio nelle varie tipologie ( BNC,Y/C, HD ).
Tali segnali devono poter essere visualizzati su qualsiasi
uscita, trasmessi in videoconferenza o video-streaming o
registrati su qualsiasi dispositivo integrato nel sistema.
Stazione di controllo audio tipo
IPOD:
- stazione di controllo audio tipo IPOD dotata di base dedicata
e compatibile con il sistema
Unità di controllo a pensile:
- monitor touch screen da almeno 15”
- attacco VESA
- dimensioni contenute , superficie arrotondata e di facile
pulizia
- possibilità di copertura con rivestimento sterile
Collegamento con PACS / RIS :
- possibilità di collegamento ed acquisizione di informazioni
da sistema PACS/RIS e HIS
- acquisizione immagini e cartella clinica
- esportazione immagini e dati paziente
- archiviazione ed elaborazione dati/ immagini
- collegamento con altro PC in rete
Software di gestione dati/immagini: - piattaforma software per la gestione ed elaborazione dei
dati/immagini paziente. Configurazione Server –client con
interfacce di acquisizione DICOM e HL7.
- Possibilità di registrazione su unità di storage
opportunamente dimensionata per acquisizione segnali Y/C e
HD
Controllo remoto del sistema:
- possibilità di controllare a distanza il funzionamento del
sistema integrato, interagire con le stesso e caricare nuovo
software aggiornamento.
Funzione di test interno funzioni: - il sistema deve poter garantire in ogni momento il controllo
e test delle singole funzioni tramite un programma di
autodiagnosi e verifica del funzionamento di tutti gli apparati.
Controllo app.:.
- da entrambi i touch screen dovrà essere possibile controllare
le apparecchiature medicali della colonna e le periferiche
ambientali (Lampade Scialitiche, Telecamera Scialitica,
Tavolo Operatorio, ecc.)
Funzionalità di videoconferenza: - sistema di videoconferenza HD
controllabile dai 2 touch screen
- range di trasmissione 2 Mbit/s
- telecamera ambientale robotizzata
- collegamento in rete (LAN) e/o linee analogica ISDN
- programmazione agenda contatti
- video routing integrato
Monitor a parete da 42” HD:
- monitor di grande dimensioni collocato a parete
- ingressi S-VHS, HDMI, RGB e composito
- possibilità di visualizzazione di immagini digitali
provenienti dal PACS/RIS
- utilizzo per video conferenza e monitor ripetitore di segnali
video
Monitor di visualiz. immagini:
- n°2 monitor da almeno 26” per la visualizzazione
delle immagini
- attacco VESA per fissaggio a braccio mobile
- ingressi / uscite di tipo Composito, Y/C , RGB, HD-SDI
- controlli integrati per la regolazione dell’immagine
- menu di configurazione in/out e settaggio parametri base.
-
-
-
Sistema completamente integrato, che permetta di acquisire immagini e filmati dai sistemi
endoscopici e chirurgici, integrare i dati del intervento con quelli ottenibili dal sistema di
archiviazione ospedaliera e dei server PACS /RIS.
Il software deve essere progettato per installazioni di rete, funzionando secondo il principio
Client/Server utilizzando tecnologie standardizzate in ambiente Windows.
Deve garantire funzionalità base come la gestione delle anagrafiche pazienti, la
programmazione degli interventi, l’archiviazione di immagini e filmati e la refertazione
dell’esame, la completa amministrazione dei dati e delle informazioni ad essi relativi, in un
sistema che garantisca la completa tracciabilità delle procedure.
Consentire valutazioni statistiche dettagliate su tutti i dati contenuti nel database, su
immagini e referti
I dati, le immagini, i referti creati con devono essere conservati a livello di un server
centrale, quindi disponibili per tutti gli utenti immediatamente dopo la loro creazione.
Deve offrire la possibilità di dialogare con il sistema informatico dell’ospedale se esistente
per mezzo di protocolli di comunicazione standardizzati (HL7 e DICOM).
Deve consentire l’acquisizione di un numero non predefinito di immagini e filmati di
durata non limitata
Deve garantire la protezione dei dati sensibili codificando i referti dopo la stesura. Tutti i
cambiamenti sui dati, referti o immagini e l’accesso al sistema deve avvenire mediante
autenticazione con ID utente e password o badge personale elettronico.
-
-
-
Deve poter gestire una cartella clinica elettronica completa del paziente con visualizzazione
cronologica di tutti i dati esistenti, inclusiva di immagini e referti.
Deve gestire cataloghi di codici di procedura personalizzabili per la gestione economicoamministrativa del reparto
Deve gestire la documentazione relativa alle procedure di preparazione all’esame,
all’esame stesso ed alla dimissione. Deve poter consentire l’importazione dei parametri
vitali da sistemi di monitoraggio paziente
Deve consentire la completa personalizzazione del layout e dei contenuti di tutta la
documentazione in uscita secondo le esigenze del reparto come referti, documentazione di
cura, ordini.
Deve possedere un modulo di statistiche efficiente e di semplice utilizzo.
Deve permettere l’archiviazione di immagini e filmati a definizione standard e ad alta
definizione ( HDTV )
I protocolli di acquisizione devono essere l’ HL7 e il DICOM
Il sistema deve essere completo di infrastruttura Server dedicata, avente capacità di
memoria adeguata all’utilizzo delle sale oggetto di fornitura.
Certificazione dell’installazione
La posa in opera deve includere tutte le opere di cablaggio e organizzazione impiantistica atte alla
corretta installazione e funzionamento dell’intero sistema, utilizzando le predisposizioni già eseguite
in tutto il complesso operatorio.
L’azienda dovrà garantire la qualità e affidabilità dell’impianto tramite una certificazione di qualità
ed attestazione di messa in opera a “regola d’arte”.
Dovranno essere presentate in sede di gara le documentazioni relative alle procedure di controllo ed
installazione del sistema nella sua totalità.
N. 1 Videoproiettore
•
Sistema di proiezione : Digital Light Processing (DLP TM)
•
Risoluzione: XGA 1024 x 768
•
Contrasto: almeno 2000 : 1
•
Luminosità: 2000 ANSI LUMEN
•
Durata Lampada: almeno 2000 ore
N. 1 Lavagna luminosa
•
Tipo lavagna portatile luminosità almeno 2500 ansi lumen
N. 4 Videocamere
•
•
Videocamera ambientale robotizzata di tipo HD
Range di trasmissione 2 Mbit/s
Controllo delle apparecchiature della colonna laparoscopica
Controllo delle apparecchiature laparoscopiche: per una maggior flessibilità di lavoro deve
essere possibile controllare tutte le apparecchiature chirurgiche che compongono il rack
laparoscopico tramite diversi dispositivi e specificatamente con l’utilizzo dei 2 touch screen a
pensile e a parete , del comando vocale tramite microfono senza fili. La molteplicità dei controlli
non dovrà comunque pregiudicare la sicurezza dell’intero sistema e non creare situazioni di
pericolo per il paziente.
Unità di gestione ed integrazione
delle app. laparoscopiche :
- unità predisposta per il collegamento delle differenti unità
costituenti le app. laparoscopico.
- Collegamento parallelo delle apparecchiature alla centralina
di comando per prevenire condizioni di guasto su tutte le unità
collegate
- ingresso ausiliario per interfaccia dispositivi esterni ( X-ray
mobile , ecografo, altra colonna endoscopica ).
- visualizzazione dei differenti parametri di funzionamento su
display dedicato e programmabile dal sistema.
- visualizzazione sullo stesso monitor di immagini a supporto
dell’intervento chirurgico di tipo radiografico
- programmazione di almeno 100 programmi di preregolazione tutti personalizzabili dall’utente.
- programmazione di scenari di sala operatoria ( esempio
partenza/chiusura laparoscopia etc. )
- visualizzazione immagini scelte in precedenza dagli
utilizzatori in contesti diversi ( manuale d’uso
apparecchiature, schemi tecniche chirurgiche, check list di
sala etc. )
- archiviazione automatica delle variazioni effettuate sui
parametri principali di funzionamento di tutti i dispositivi
collegati.
- segnalazione anomalie guasti del sistema
- E’ richiesta la compatibilità del sistema con il marchio CE
relativo alla direttiva MDD 93/42 per il controllo dei
dispositivi medici
INSTALLAZIONE
Sono previste nella fornitura tutte le attività di installazione che consentano un uso sicuro e corretto
delle apparecchiature. Le attività di installazione dovranno essere eseguite nel rispetto delle
normative vigenti.
AT-03-LB
COLONNE
LAPAROSCOPICHE
AD
ALTA
ALLESTIMENTO SISTEMA DI CONTROLLO SPERIMENTALE
DEFINIZIONE
E
Fornitura ed installazione di n° 3 colonne laparoscopiche
CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME RICHIESTE
Descrizione: sistema che consente di visualizzare e/o elaborare un’immagine video del campo
osservato per via endoscopica mediante acquisizione dell’immagine con camera televisiva, o del
campo osservato per via endoscopica e a mezzo di strumenti di video endoscopia.
A ) Colonna laparoscopica integrata con il sistema
Deve gestire telecamere endoscopiche a definizione standard e ad alta definizione (HDTV 1080
linee ), preferibilmente predisposta per collegamento della più ampia gamma di teste di telecamera
e endoscopi flessibili sia fibro che video.
Centralina di telecamera: - multidisciplinare ad alta definizione ( HDTV 1080 linee )
- compatibilità con endoscopi flessibili e rigidi
- funzione di enfatizzazione di strutture vascolari
- memory card integrata ed asportabile
- Zoom 1.0, 1,2 e 1,5 x
- funzione PinP
- shift immagine grande piccolo
- autoshutter
- luminosità su 8 livelli
- AGC
- enhance almeno su 4 livelli
- tutte le funzioni controllabili da touch screen
Video Laparoscopio:
- digitale con tecnologia di ultima generazione ( HDTV )
- 10 mm, 0° con sensore immagine prossimale
- autofocus
- soluzione integrata ( testa ,cavo luce, cavo immagine )
- autoclavabilità
- tasti di funzione programmabili dall’utente
Video Laparoscopio:
- digitale con tecnologia di ultima generazione ( HDTV )
- 10 mm, 30° con sensore immagine prossimale
- autofocus
- soluzione integrata ( testa ,cavo luce, cavo immagine )
- autoclavabilità
- tasti di funzione programmabili dall’utente
Video Laparoscopio:
- digitale con tecnologia di ultima generazione
- 5 mm, 30° con sensore immagine prossimale
- autofocus
- soluzione integrata ( testa ,cavo luce, cavo immagine )
- autoclavabilità
- tasti di funzione programmabili dall’utente
Fonte di luce:
- allo xenon
- almeno 300 W ( lampada di riserva 150 W )
- funzione trattamento luce per visualizzazione vascolare
- temperatura di colore almeno 5.600 K°
- vita lampada almeno 500 h di funzionamento
- regolazione automatica / manuale a step
- funzione stand-by
- funzione extra illuminazione
- stand-by automatico al disinserimento cavo
- tutte le funzioni controllabili da touch screen
Insufflatore CO2:
- regolazione flusso da 1 a 35 litri/min
- regolazioni reimpostabili dal sistema centralizzato
- segnalazioni di sicurezza/allarme visivi acustici
- aspirazione automatica dei fumi e compensazione della pressione
attivazione anche con pedale
- tutte le funzioni controllabili da touch screen
Pompa di irrigazione /aspirazione:
- unità di lavaggi ed aspirazione con rulli peristaltici
- manipolo di attivazione aspirazione/ irrigazione
- comando manuale o con pedale
- capacità di irrigazione almeno 2500 ml/min
- pressione almeno 550 mbar
- completa degli accessori d’uso necessari al corretto funzionamento
INSTALLAZIONE
Sono previste nella fornitura tutte le attività di installazione che consentano un uso sicuro e corretto
delle apparecchiature. Le attività di installazione dovranno essere eseguite nel rispetto delle
normative vigenti.
AT-04-CES
PC CON SISTEMA DIAFANOSCOPIO E PERSONAL COMPUTER
Fornitura ed installazione di n° 1 sistema per visualizzazione e manipolazione immagini
In particolare si richiedono:
∗
∗
n. 1 PC con sistema diafanoscopico per visualizzazione e manipolazione
immagini medicali integrato;
n. 5 postazioni di Personal Computer.
CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME RICHIESTE
N. 1 PC con sistema diafanoscopico per visualizzazione e manipolazione immagini
medicali integrato
HARDWARE
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Schermo LCD 30” ad alta risoluzione (4MP) per la visualizzazione di immagini medicali
Schermo LCD 20” (2MP) per gestire le immagini senza impedirne la visualizzazione
Per entrambi gli schermi, sistema di controllo ad infrarossi dotato di tecnologia Multi-Touch
(multi-tocco), a sostituzione di mouse e tastiera. Possibilitá di ri-calibrazione.
PC integrato , processore di ultima generazione e 2GB di memoria principale per la gestione
di grande mole di dati
Min. 230GB di immagazzinamento temporaneo di dati su HDD, ad ottimizzazione
dell´affidabilitá (RAID1)
Connessione in rete ad alta velocitá per l´accesso ai dati del PACS e al server iPlanNet
BrainLAB: rapida ricerca di cartelle paziente sul PACS in modalitá DICOM Q/R.
Dicom Store Service: ricezione di immagini spedite in qualsiasi modalitá e da qualunque
workstation nell´ottica di un trasferimento rapido e diretto.
Connettivitá Web in modalitá intranet ed internet, secondo le preferenze dell´utenza.
Interfaccia Web ottimizzata per l´uso tramite touchscreen, elevata risoluzione.
Deve garantire l’accesso alle interfacce web di HIS, RIS, PACS ed altri sistemi IT ospedalieri,
cosí come ai sistemi di supporto decisionale web based, a pubblicazioni e altre fonti di
informazione.
Compatibile con tutti i siti web adatti alla visualizzazione tramite Microsoft Internet Explorer.
Drive CD/DVD e porte USB (4) per l´import di immagini medicali salvate su supporti esterni
Deve supportare il formato DICOM e i principali formati multimediali non medicali (png, jpg,
bmp, avi, wmv)
Deve prevedere una struttura di supporto per il montaggio a parete
Deve includere 6 stili sterili (ri-sterilizzabili)
SOFTWARE
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Deve consentire la visualizzazione contemporanea di molteplici serie di immagini;
protocolli di manipolazione flessibili.
Deve fornire intuitive funzioni di manipolazione touch based delle immagini (zoom,
trascinamento, scorrimento, rotazione, capovolgimento).
Deve effettuare una regolazione della finestratura (contrasto, luminositá), incluse impostazioni
predefinite, modalitá invertita e tavolozze colore.
Funzioni di misura 2D e 3D per la distanza, gli angoli e le circonferenze/sfere.
Possibilitá di aggiungere annotazioni con una tastiera virtuale.
Ricostruzioni 3D MPR su piú piani (assiale, coronale, sagittale, obliquo).
Deve supportare numerose modalitá diagnostiche (Raggi X, TAC, RMN, PET, SPECT,
ultrasonografia, secondary capture) provenienti dalla maggior parte delle apparecchiature
presenti sul mercato.
Con possibilitá di fusione di immagini diagnostiche: co-registrazione automatica di molteplici
set di immagini come TAC, RMN (T1, T2, flair, MRA), PET, SPECT e regolazione interattiva
di specifiche aree di interesse, con visualizzazione affiancata e correlata dei diversi set.
“Spyglass”, cioé possibilitá di visualizzazione di immagini diagnostiche diverse sovrapposte.
Riproduzione (replay) di sequenze di immagini multi-frame e file video. Funzionalitá video
convenzionali (stop, play, fast forward, zoom).
Predisposto per iPlanNet (accesso ai software di pianificazione BrainLAB per le specialitá
neurochirurgia, ortopedia, otorino, ch.vertebrale, ch. maxillo-facciale, radioterapia).
Predisposto per “Session Sharing”- iPlanNet, per effettuare planning pre-operatori con
condivisione della sessione tra utenti con diverse competenze e dislocati in strutture distinte.
Con possibilitá di acquisizione dati paziente da molteplici sorgenti e di visualizzazione
contemporanea dei precedenti clinici o casi correlate.
Patient Browser: ricerca e selezione paziente secondo molteplici criteri (data di nascita,
nome,..). Anteprima delle immagini all´atto della selezione.
Con possibilitá di acquisizione delle schermate (screenshot) e salvataggio su supporto USB.
HIPAA- ready, con autenticazione, account e log-off automatico.
Deve includere un software di assistenza e configurazione remote per amministrazione
centralizzata.
N. 5 postazioni Personal Computer
I PC dovranno avere ottima capacità di memoria volatile (RAM), discreta capienza dell’hard disk,
connettività di rete, scheda video con memoria propria, scheda audio con casse esterne, possibilità
di connessione wireless, monitor LCD di 22”.
Desktop
S.O.: Windows 7 ULTIMATE 64 BIT
Processore: I 7
Frequenza Processore: >= 2.0 Ghz
Scheda di rete: Min 10/100/1000
6 porte USB
4 GB RAM
HD >= 800 Gb
Scheda grafica: Adeguata
Monitor LCD 22 “
Lettore di DVD e masterizzatore
Casse acustiche esterne
Tastiera e Mouse
INSTALLAZIONE
Sono previste nella fornitura tutte le attività di installazione che consentano un uso sicuro e corretto
delle apparecchiature. Le attività di installazione dovranno essere eseguite nel rispetto delle
normative vigenti.
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

123

2 Carte

emilia

2 Carte oauth2_google_f0da50e0-d873-4248-914c-e782ffe4831d

creare flashcard