Le truppe tedesche e polacche già combattono

annuncio pubblicitario
pei miH'Ketto iji «tlcru (lufhezu n « e»ÌMB«) (pattinolo-tatici'
7 00 - Atv'ii (>iiiDzian U. 4,S0 — ATTÌIÌ lefili. eoneoni. (ppulti, ut*,
" '', '350
A»»ii> inorioari L 1.00
Ciouei e Sentemt L. 4,50 —
j;«* " "" L ,.1
KivolBsr»)
eBclu«iv«nien's
«t
UNIO
t 1'•"...
.
..,...:
,, UNIONE
PUBBLICITÀ- ITALIANA
Cenlnic di Milioe e Succamli
F o n d a t o r e : R O B E R t O F A RI N A T CI
Pubblicazioni mensili.
"LA VITA ITALIANA,,
"MAMME E BIMBI,,
Rioisia pòUttea
Riotsta iliustrata
- Anno
•
„
SABATO 2 SETTEMBRE 1939 • Anno XVIi — CREMONA • A. XXV ~ N. 236
L.
50
19
PREZZI 0'A3BUNAM£NTU; Ital» • Imprfo.- Aaoe U K; Seaeii» i. W; Iriaiam L » : CM
l'edizione del lunedi l. ih Ellero L 1% Numero «puate, «tei 'H); - Acieiiito,'5(l - Uli abbonaaieaii
•i [ieevone ai QiMtii uffici. Diiei. Redaz. Ammioitn Via A«|aiiao<a
I-I Ii7< JVH' C.C P V591
Z FALSI PACIFISTI GETTANO LA MASCHERA
• i
ppe tedesche e
già
dal Duce
sin qui adottate
10
prova le itiìsure
a mobilitazione
ite di i n
generale
la p a c e d i p e n d e r à d a l l ' e s s é r v i
o d a l n o n esservi le c^use d i
esasperazione che ravvivano
c o s t a n t e m e n t e lo s p i r i t o pat r i o t t i c o , il Senso d i giustizia,
e l'esigenza d e l l a o n e s t à . . . .
N e s s u n a p i ù grave causa di
g u e r r a f u t u r a è c o n c e p i b i l e di
q u e s t a , d i costringere il p o p o :
lo tedesco, c h e s'è affermato
c o m e u n a delle r a z z e piti vigorose e p o t e n t i del m o n d o ,
ad essere a c c e r c h i a t o d a u n a
q u a n t i t à di piccoli S t a t i , la
m a g g i o r p a r t e dei q u a l i s a r e b b e f o r m a t a d a p o p o l i ohe n o n
sono riusciti m a i a costituire
stabili r e g i m i , e dei q u a l i ciascuno i n g l o b e r e b b e
grandi
quantità di Tedeschi rivendic a n t i la l o r o r i u n i o n e con la
madre patria. La proposta
della C o m m i s s i o n e
polacca
t e n d e n t e a o t t e n e r e c h e noi
s o t t o p o n i a m o 2.10|;;000;Tedeschi al c o n t r o l l o 4 i u n p o p o lo {il polacco),
che ha una
otdìnata
in Inghilterra
sono i nazisti i turbatori
delJ'a pace europea.
Lloyd
Geor-,
gè ha confessato
— e la suq.
confessione
non si cancella •^la coljyi, la violenza,
la ipocrisia degli Stati
democratici,,
degli Stati plutocratici,
degli
Stati che òpprirnono
e accu'sa-.
che
vogliono
Coth'è noto, queste
dichia- no gli oppressi
oppressione.
razioni che Lloyd George tra- liberarsi dalla
sniise iZ 25, marzo
1919, in
Il Consiglio dei ministri
ieri
iscritto,
ai signori
Wilson
p ha precisato con chiarezza
lo
Cléménceau,
non ebheto
al- atteggiamento
del popolo
itacuti effetto:
la stessa
Inghil- liano. Non nveridó la Gertnaterra.si accordò con i due dit.-. nia bisogno di aiuto,
l'Italia
tutori democratici,
e
l'infamia non ha dato ài Reich
nessuna
fu compiuta;
quindi la soper- collaborazione
militare.
Que.
ckieria
fu resa più dura e sto però
non
permette
a
provocatoria
quando^
contro chicchessia
di essere
ottimiai termini precisi dello
stesso sta. Ormai i falsi pacifisti
hantrattato
di Versaglia,
si fece no gettato la maschera J non
violènza
al plebiscito
del 20 è possibile
prevedere
gli svimarzo 1921, favorevole
ai Te- luppi dell'attuale
conflittoT
deschi, nell'alta
Slesia.
E' inutile dire che
l'Italia
r e l i g i o n e diversa e c h e n o n -s\
è m a i d i m o s t r a t o c a p a c e , in
t u t t a la sua s t o r i a , d i i s t i t u i r e
uno stabile governo autonomo, deve, a mio giudizio, con.
d u r r e tostp p t a r d i a u n a n u o .
va g u e r r a n e l l ' E u r o p a o r i e n t a l e ».
e in
Francia
La riunione a Palazzo Viminale
istigatore eli guerra e di ac/ : ..
. • - - • . : • : • • .
_. .
R O M A , l sera. ,
cerchiamento
contro la Germatita, ricotiobbe
la
iniquità
Il Consiglio dei ministri si è r i u n i t o oggi, alle ore 15, a palazzo Viminale,
che si stava per
commettere
sotto la presidenza del Duce, segretario il sottosegretario di Stato alla Presidenza
contro il popolo tedesco,
anzi
dei Consiglio dei ministri.
^
contro la pace giusta e duraIl Consiglio del ministri, esaminata la situazione determinatasi in E u r o p a in
tura, ch'era
stata
promessa
conseguenza dei conflitto fra Germania e Polonia, l a cui origine risale al t r a t t a t o di
coti dichiarazioni
soleritii' a
Versaglia, presa conoscenza di iutti i d o c u m e n t i presentati dal ministro degli Esteri,
tutti i popoli.
i sono stati degli
appelli
dai
quali risulta l'opera svolta dal Duce per assicurare a l l ' E u r o p a u n a pace basata
« Voi, p o t e t e strapjjare alla
sMce, ve stata la nobile,
sulla
giustizia, ha dato la sua piena approvazione alle misure militari sin qui a d o t t a t e
G e r m a n i a — dichiarò il Pre|[lj)rei'o/e; invocazione
del
che h a n n o e conserveranno un carattere semplicemente precauzionale e sono a d e g u a t e
mier inglese — l e sue c o l o n i e ,
'jce. ai capi
dell'Euror i d u r r e i suoi a r m a m e n t i a
a tale scopo ;
,
j^ìi uomini di buona vou n a semplice forza d i polir
h
a
a
p
p
r
o
v
a
t
o
altresì
le
disposizioni
di
'
carattere
economico-sociale necessarie,
liti; ma tanto la Polonia
zia... t u t t o ciò n o n avrà a l c u n
data
la
fase
di
grave
p
e
r
t
u
r
b
a
m
e
n
t
o
in
cui
è
e
n
t
r
a
t
a
la vita e u r o p e a ;
ira che la Francia prev a l o r e , e, se essa s e n t i r à
f.„j sono rimaste sorde ad
dichiara e a n n u n c i a al popolo che l'Italia non p r e n d e r à iniziativa alcuna didi essere stata i n g i u s t a m e n t e
pi richiamo. Né ci risulta
operazioni
militari ;
t r a t t a t a in questa p a c e , trovei ministri di Dio, per abrivolge
un alto elogio al popolo italiano per l'esempio di disciplina e di
r à i mezzi che le p e r m é t t e r a n lifflsn al Santo Padre, ob- n o di vendicarsi dei, suoi vincalma
di
cui
h
a
dato — come sempre — prova.
Questi i fatti e i
documenti. noti teme il combattimento
e
lio spiegato un'azione
sin- citori... I l m a n t e i i i m e n t o delrinuncie.
Allora non si venga a dire che non conosce
ejficace per risparhreaì mondo l'immane cardo il Governo polacco riconoscemcim che incoinincia
di
rà il nostro diritto 0 se non esso
u«" altro Governo polacco che d^;Awèopo venticinque
(timi.
jogssji Denjre--«l s a c posto. la non
^^ico cupo, che in mille
verrò la lotta contro donne <•
si è adoperato per risnlbambini. Ho ordinato,
pertanto,,
^mpcijicaìnente il con flit:
all'aviazione tedesca di ' Hmiror.'.'i.
scltanto agli obbiettivi
militari.
stato Mussolini:
tutti.
Ma
se'l'a^voersano
crede
di
dover
iintamente, lo hanno doricorrere a mézzi illeciti nella
riconoscere.
lotta contro di i.oi, allora esso
Fiihrer • aveva comunicato l'ordiBERLINO, 1 notte
riceverà una risposta di cui si riIl Comando delle Forze Arma- ne dato alle forze aeree tedesche
i è che gli Stati deniocraccrderà per tutti i tempi. Questa te comunica:
di non attaccare la popolazione
\mno voluto cogliere la
Xel corso delle azioni militari ma di limitarsi solo agli obiettivi
notte, per la prima volta, deUe
Mone che prima si è prebande polacche appoggiate dp delle truppe operanti della Sle- militari: oggi si sono avute già le
Berlino, 1 notte.
per incendiare
l'Eutiva, volontà della Polonia, ed ac- alla Francia delle solenni garan- truppe regolari, hanno fatto in- sia, della Pomerania e della prime alte lagnanze ?— riprodotte
non potevano essere.
'Prussia orientale sono stati ragQueste mie proposte furono p« colsi le proposte del Governo zie e di avere ripetutamente of- vasione nel territorio del Reich
M, Questo è il programma, Alle 10 la seduta del. Reichstag,
og:gi su tutti i fronti gli dalla Havas — per i prèsuntt
che era stato convocato nella not- re respinte, non solo, ma per ri- britannico che voleva tentare eon ferto all'Inghilterra non solo l'a- sparando ed aggredendo dei te giunti
attesi successi iniziali. Le trup- bombardamenti a « città aperte ».
mlroppo bene riuscito, de- te, è stata aperta dal Feldmarespondere sì ebbero la mobilita- la sua mediazione, una ripresa di micizia, ma una stretta collabo- deschi. Da questo momento la lot- pe avanzanti da sud attraverso la Naturalmente si tratta della solita
érei, dei massoni, degli sciallo Goering. L'aula era gre-' zione generale polacca ed uva contatti tra Berlino e Varsavia. razione. La Germomo non ha al- ta è dente per dente. Il Fiihrer zona montagnosa, hanno raggiun- malafede: le città sono state certo
Li ritorna ancora sul suo proposit.j to la linea Xeumarkt-Sucha. A attaccate perchè costituiscono cenido-cattolici, che credonomita di deputati, i quali erano intensificazione delle persecuzio- Per due giorni io e l'intero Go- cun interesse nell'Occidente.
sud di Marisch-Ostrawa è stato
pendersi una rivincita sul- tutti in uniforme. La tribuna di- n'. contro i tedeschi nonché il verno tedesco ab'oiamo aspettat-o nostra linea Sigfrido di fortif..- di rispettare, le regole di • un-j. varcata il fiume Olsa presso Te- tri importanti, ma di esse sono
plomatica ,era affollata dai rap- tentativo compiuto dalla Polonia invano, al Cancellierato, che giun catione costituisce per tutti i tem- guerra umana ed aggiunge p'iìe
scheu, a sud del bacino indu- stati colpiti solo i punti che Hanno
^ermania, sulla Germania presentanti di tutte le nazioni.
definitiva la lotta -stessa continuerà fino a striale
di strangolare
economicamente gesse un incaricato polacco. In- pi futuri, la nostra
le nostre truppe avanza- vi'iore militare e principalm.ente
'mìe di difendere la sua Fra gli altri si notavano l'amba- Danzica. Devo osservare, dice Hi- vece • di questo incaricato si ó frontiera. Il punto di vista del quando il Reich avrà il pieno no e si trovano all'altezza di Kat- i campi di aviazione; appunto cote e il suo buon
diritto. sciatore d'Italia Attolico ed il tler, che la Germania ha sempra presentato l'ambasciatore di Po- Reich, però.,non muterà mai. Al- soddisfacimento dei suoi diritV- towice. Le truppe operanti delia me l'anTio scorso l'aviazione leministro conte Magistrati. Una fatto ' fronte ai ST/OÌ impegni in lonia, il quale pon aveva alcun tri Stati europei comprendono ii
Slesia marciano in direzione Cze- gionaria bombardò infinite volte
li ha letto le vicende del- grande folla si era radunata da- relazione all'accordo delle mino- incarico ne per trattare né per nostro
stochowa. Xel Corridoio le nostre Barcellona ma limitandosi mateatteggiamento.
truppe si avvicinano al fiume
llruttotife non può non rile- vanti al padiglione Kroll dove'la ranze. Non cosi gli altri. Per concludere. Ora se si dovesse riteVorrei qui ringraziare, sopratmaticamente ai punti militari «
Per sei anni — egli dice — '..•• Brahc ed hanno raggiunto il fiu- risparmiando la popolazione
«come le richiesto tede- seduta ha avuto luogo. Acclama- quattro mesi ho guardato tran- nere il B,eich capace di far soppor- tutto, l'Italia che, in tutto questo
Xetze presso Nakel.' Davanti
zioni interminabili sono state fat- quillamente agli sviluppi^ pur fa- tare un tale affronto alla nazione tempo, ci ha appoggiati e com- ho curato l'organizzazione della me
Graudenz sono in corso violenti
fimo state umano e pru- te al Fiihrer allorché è arrivato
Può essere che questa afferma*
rimarrebbe presi. Voi capirete anche che io forze armate tedesche; sono stati combattimenti. Le forze operanti
cendo arrivare alla Polonia i miei tedesca allora non
i zione franco-polacca celi l'intendi% mentre risalta (di'atteri. ai palazzo e quando è entrato nel- avvertimenti. Negli ultimi tempi, altro che ritirarsi dalla sceno". Isspesi
oltre
novanta
miliardi
di
della
Prussia
orientale
sono
imnell'esecuzione di questa lotta,
«e a tutti h
caparbietà la sala. Il presidènte Goering ha circa, sei settimane fa, feci com- ri sera, infine, mi sono deciso a non voglio fare appello ad aiuti marchi. Ma oggi, le nostre forzi; peg'nate in combattimenli molto mento di attaccare le grandi città
tedesche, ma in tal caso la'rispocomunicato che il Reichstag è sta- prendere all'ambasciatore di Po- comunicare al Governo di Lon stranieri. Questo nostro compito armate sono le migliori di Euro- addentro, sii territorio polacco.
'Overno di Varsavia.
sta — ha prevenuto Hitler ^— sa«
to convocato alle ore 3 di stanot- lonia a Berlino, che se la Polo- dra che, in queste
circostanze, noi lo risòlveremo da soli. Vi so- pa ed infinitamente superiori e
L'arma aerea tedesca ha bom- rebbe terrìbile e la responsabilità
mnuncia la mohiliiazio- te. In sette ore i deputati al Par- nia, avesse continuato a mandare non si vede un mezzo per inizia- no degli Stati che ci hanno assi- quelle del 1914. La mia piena ,';-• bardato e distrutto gli impianti
ricadrebbe naturalmerite, su chi
w Inghilterra e in Fran- lamento sono giunti a.Berlino con ultimative a Danzica e ad eme;~ le col Governo polacco, una di- curato la loro neutralità come ducia è ' in esse riposta incrolla militari dì numerosi aeroporti ho cominciato.
polacchi, fra cui Rahmel, Putzig,
tutti
i
mezzi
di
locomozione
dalle
burnente,
lo
-non
chiedo
a
nesscussione.
Di
conseguenza,
le
notcre
misure
intése
a
soffocare
enoi
abbiamo
rilosciato
ogni
ana'i J» Polonia ha già chiesto
Osnan, Lodz, TomaM. CU
varie Provincie. Oltre 300 depustre conversazioni dovevano rite- loga garanzia. Questa garanzia è sun altro uomo più di quanto io- Graudenz,
szov, Radom, Kattovice, Cracovia
Wro di far onore alla tati so'no assenti perchè sotto ìe cnnomicàmente la Città Libera, nersi chiuse.
stesso
sono
disposto
a
fare.
Vo
la Germania non sarebbe rimasta
una cosa seria; sono felice, soLeopoli e Brest. Xumerose squa" iella cambiak avallata. armi. Nuove acclamazioni si som; inattiva a guardare.
glio mostrarmi i' primo soldati:
da combattimento hanno
Nel frattempo gli incidenti .-1: prattutto, di poter comunicare lo def Reich. Ho indossato la tenu- driglie
efficacemente appoggiato l'avan[•oncor oggi noi attendia- levate prima che il Fiihrer pretjavvenuto accordo con Mosca:
i«ri
sera
.e
nella
notte
sono
au.
ta grigia e non la toglierò se non zata dell'esercito. L'aviazione teLe provocazioni polacche mentati di numero e di gravità.
"''^supere quale sarà il desse' la parola?
dc-'po • la vittoria. Se mi àoves'ie desca ha con ciò fin da oggi_ il do'ma diretto che le deLe nostre truppe sonò dovtita
Si è cercato di giustificare — agli discorso di Hitler
succedere qualche cosa il mio pri- minio dell'aria sul territorio poTro la Germania e lo Russia mo successore sarà il camerata lacco ad onta che forti contingengiunge il Fiihrer — le misure po- passare anche esse alla aziona
alle Forze annate del Reidi
"«ie daranno alla Poloti di aviazione sìatìo rimasti nella
Egli ha cominciato col dire che lacche dicendo che esse erano una dalle 5,45: A questo punto mi.so- esistono due dottrine diverse. Era
Goering. Se al camerata Goerin;) Germania centrale e occidentale.
^on crediamo che l'In. tutti conoscono l'incubo rappreBERLINO, I notte
soltanto
una
(questione
di
chiarifi.risposta a presunte proi}Ocazioni no deciso di rispondere alla Podovesse succedere qualche cosa, La Marina da. guerra ha preso
"«^« e la Francia si vo. sentato soprattutto per il popolo compiute do tedeschi residenti in lonia con lo stesso linguaggio da cazione, ma poiché la Germania
Il
Fuehrer
ha lanciato alla
non vuole esportare la sua dottri- a lui succederà il camerata Hes^, posizione davanti al golfo di Dan- Forze armate il seguente pro"IO eroicamente
battere tedesco dai problemi creati dal Polonio. Queste provocazioni, pe- essa adoperato.
zica.
La
nave-scuola
«
Schelswifche
fa
le
mie
veci
nella
direziotrattato di Versaglia. Danzica Ju
Se ora gli uomini di stato del- na e la Russia pure, non ha ai ne del partito, entrambi uomini Holstcin » ha bombardato la We- clama: 0 ^Jedeschi fino
dl'ul. "d è uv.a città tedesca come pur'.. rò, non esistettero mai. Esistono
però,
viceversa,
i
trattamenti
l'Occidente
dicono che io tocco cun interesse di csportore, la prò, fedeli a tutta prova. Se anche a. stcrplatte prospiciente Danzica.
Lo . Stato polacco si è riflii«
soldato polacco. Ma vo- il corridoio fu ed è tedesco. Sen,bestiali e sadistici dei polacchi a i loro interessi, mi spiace molto, P'^ia, non si vedeva, perchè le camerata Hess dovesse succedere L'arma aerea ha bombardato l'ae- tato di aderire al regolamento
due
Nazioni
dovessero
rimanerci
roporto
militare
di
Gdynia.
za
il
concorso
del
popolo
tedesco
danno
dei
tedeschi.
Nessuna
na'''"'ararci
che in breve]
ma io non ho e.'ìitato né potei'o
pacifico di rapporti di vicinal'una contro l'altra. Pertanto ci qualche cosa, il direttorio de
(Stefani)
i capi responsabili di \ in queste regioni regnerebbe l:i zione potrebbe a lungo tollerare esitare un solo secondo ad aderii- siamo trovati d'accordo nello sti Partito eleggerà, jra i suoi, l'uoto da nie proposto. In luogo di
barbarie. Non appena però il Cor-, questo scandaloso stato di cose. piere il-mio dovere. Io ricordo
mo 'il più valoroso e il più degno
/"«' " e c / i i
strumeiilil ridoio fu annesso alta Polonia coPer l'ttltima volta ho cercato di di avere promesso solennement". pulare il patto di non aggressw- Il mio solo pensiero è stato serr,Le operazioni tedesche si .^vol- ciò. esso ha preferito fare ap-;
t^l^Vì,"'''""''^ motiviti.'. minciarono per i tedeschi viventi accedere ad una soluzione, per che non pretendo nulla da questi ne il quole, per tutto l'avvenire, pre quello di combattere per il gono nelle seguenti direzioni:
pello alle armi. I tedeschi i n
1, - Dal confine moravo-polacco, Polonia sono perseguitati da
'y^ della gravità del loro\ in quel territorio patimenti di quanto fossi convinto della cat- Stati. Ricordo di avere ' rilasciato esclude qualsiasi ricorso alla vio- inio popolo. Io sono stato semlazione tra i nostri due Paesi.
ogni genere.
attraverso la regione già cèco dì un sanguinoso terrorismo e cacCon questo patto ci siamo'^impe- pre animato da una profonda teTanto per ' cominciare, oltre un
de in questo popolo. Il Fiihrer Teschen (che è già occupata dai ciati dalle loro case. Una serie
ghati,
pure,
a
garantirci
a
vicen• ' ™„r 1 ^ ° ' " " ' cAe non i milione di tedeschi dovettero ab '•
da. Il nostro accordo si estende finisce il discorso, raccomandan- tedeschi) nonché dalle montagne dì .violazioni di frontiera ini»
^'f
; ^oce della gia.\ bandonare la regione subito doanche ad un'ampia collaborazio- do ' la ferrea disciplino di tutti • Slovacche in direzione dell'alta sopportabili per lina grand»
valle della Vistola
\
'« ^oce del buon] po l'annessione alla Polonia. -Il
tcdescìii, uomini g donne.
ne economica.
FiiVrer parla quindi degli sforT'
2 - Dal confine altoslesiano su Potenza prova. che . la Poloni»
" L'assemblea è scattata in piedi
da lui compiuti ver otteriere, une.
Ogni tentativo
dell' Occidente in una lunga entusiastica ovazione Kattovitz:
entrambe queste di- non vuole più' riconoscere Io
^ciol-P"?»^" italiat,o/ pacifica- revisione delle clauso'a
.non riuscirò a • m.Ofìificare . la n • Quindi il- ministro Frick. ha le';- rettrici mirano, convergendo, alla frontiere -del. IMich-. Per poter
del trattato di Versaglia relati^in
tuazìpne creata dal patto con l.i t'^^ una propósta di legge a norie occupazione del bacino carboni- porre fine i quéste azioni pas-a Quelle regioni di^orìerite. Egli
Rvssia. -Questa ^mìo'decisione,, pp dsUa.' ' fazione nazionalsocialista fero, risorsa principale dell'indu- zesche, non mi rimane altn»
di^,.. Vi .è -stata l'occasione per
litica, rappresenta
una svolta \
stria polacca, ed a Cracovia.
mezzo che quello di rispondere
,straordinaria nella storia del pò- dej Reichstag. G'uesta proposia
coloro che crearono' Versaglia a.3. - Dolio Slesia per Czesto'- con la Tioienia alia violenza a
mjxa
a
rendere
legge
eseculii'a
polo tedesco e io credo che tutta
attuare ùria .pacifica revisione, le
R O M A , 1 sera.
chova su Lodz.
cominciare da. questo momento..
il nostro popolo saluterà il mia il decreto ' emanato stamane d:tl
stesso fe.ci'.ripetutamente
del.i
4. - Dallo Pomeranio su BrómGauleiter Forster per l'annessioLe Forse armaie tedesche sopunto
di
vista
in
proposito.
Ger.
propóste ' che vennero però inI l F i i h r e r h a diretto al D u c e il s e g u e n t e t e l e g r a m m a :
berg per Nakel.
mania e Russia hanno combattu- ne di Danzica al Reich. Il Reich- -, 5. - Dalla Prussia, Orientale su sterranno il combattimento per
Jallibilmenie
respinte.
Il
Fiihrer
« P u c e , vi ringrazio nel modo ,^ più cordiale per
'f^^imento da.i ratito nella'guerra
mondiale l'unw stag stabilisce che il decreto ' etr.a- Graudenz: anche queste due ope- l'onore e per il diritto . v i t ^ e
dice degli infiniti tentativi da Iw
l'aiuto
diplomàtico
e
politico
che
avete
ultimamente
contro
l'altra,
ma
ciò- non acca- pato dal Gauleiter Forster divie- razioni sono convergenti e mirano del y|rij|orto popolo tedesco con
compiuti
per
rfiggiungere
un
com'•^'^mt "'«^"«isie dei
ne legge dei Reich. •;
drà
una
secónda
volta.
dura - decisioiie; Io n i attenda
accordato aìflà Germania ed a| suo buon-diritto.
a chiudere il Corridoio.
»'fo l'i ' ""• "• ^'"' ^««« ponimento. Egli parla delle oppressioni
esercitate
dal
potere
poIl
Fiihrer
ricordu
che
'••eri
se6. - Dalla stess,a Prussia Orien- p e r i che ogni soldato cooniiia
do J ' > « ^ di Versa
,
«-.Sono
persuaso
di
poter
adempiere
con
le
forze
mira, sia a Mosca che a Berlino, il
lacco su milioni'di tedéschi rimatale verso il sud: }.>resumibilfflen- il §00 dovere Ino aliriiltiaMw
litari della Germania il compito assegnatoci. Credo
patto di non aggressione ha rice» potenze sti nei territori occupati. Ora ert
"'^nich,
te da Mlava su Modlin.
desino delia grande tnulixiaBe
vute la tua solenni ratifica. Art
«eo^»,.<,/i ''PPero creare chiaro fin dal principio, egli ag. Non -sì può, dalle notizie di militare tedesca. Siate aempim.
perciò di non' avere bisogno, in queste circostanze,
che a Mosca, questo patto, è stagiunge, che questi problemi doviquesto primo comunicato, dedurre consapevoli; -in tutte le circodeiraiuto militare italiano.
to salutato come o" Berlino, lo
quale. sia la direzione principale
Riga, 1 notte.
'Iella s'oria. vano essere risolti • in un modo
debbo sottoscriuere, parola per
o nelVallro. Forse essi per gli
«Vi ringrazio, Duce, anche per tutto ciò che voi
La stampa baltica pubblica con dell'attacco poiché-, ad esempio, la stanze, che' voi siete le^ F o n »
«a dil 'pO i o l'olla Confe. Slati occidentali non rappresenparola, tutto quanto ha dotto Mo- enorme rilievo e sulle prime palino, duplice mossa su Cracovia è certo armate della Grande Germairia
farete in futuro per la causa comune del Fasciismof
Ictof nel suo .discorso. • -' •
il d'.scorso propunciat-o da Hitler e secondaria: sicuramente più. im- Nazionalsocialista.
tano
alcun
che
ma
non
per
noi.
^ ' '/ <^apo della
del Nazionalsocialismo.
•Intanto mi sono decìsa a risol- le prime notizie sulle operaz'oni mi- portanti sono le mosse teidesche
WGeo,,;"g^^G, David V Fiihrer ricòrda poi di aver fatEvviva il Popolo Tedeieel
vere io- quetttone di, pónzico, •<; litari, sottolineando che gli Stati provenienti dalla Slesia e .'dalla
K«,i
to forrnulare recentemente le sue
; ADOLFO HITLER ».
Evviva U nmtro lelelrt •
<• Pi corridoio. 5ono dectfo a com- neutrali, confinanti con il Reich, Pomerania.
proposte ed aggiùnge: devo npi;battere tanto a Ivingo /irto ,a quon- nulla, hanno da temere dalla GerNel,.su9, discorso ol.Reich^foff.il HITUEE
P'" jatuitico terexhe viù leali f 91Ù modesf»
nia'nì».
\gmfpe tedesche e
, si trovano già di
Jmìwne tuona sui
^ItPolonia. L'Europa
(Sjiii/is Ancora per
Ila iella puf:tìsia.
lajo minto Inglesi e
E
polacfronte.
campi
s'ititrovare
Questo
Frati-
lì discorso del Fuhrir al
Il primo ooffluiiieato
**E^a questa wnawncnia là latta é dente per dlcnte - La Germania continnera
a camlMattere
sino al pieno soddtisfacitnenta
dei suoi
diritti,.
:éì' Còmàntfò"-"-tedésco'-
La potenza militare tedesca
Il procifliDi di n r
Il Patto tedesco-russo
Mi
Fuiirer
ai Duce
Gli Stati n e u t r a l i
confinanti con II Reich
non hanno nulla da temere
-'^4l:]^!^^r,^
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

creare flashcard